Finanza & Fondi. Piazza finanziaria. Sfama Affrontare il cambiamento Qual è lo stato di salute della piazza finanziaria ticinese oggi?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Finanza & Fondi. Piazza finanziaria. Sfama Affrontare il cambiamento Qual è lo stato di salute della piazza finanziaria ticinese oggi?"

Transcript

1 Finanza & Fondi Editoriale Sommario Piazza finanziaria per i mercati globali Con il franco, l euro, il dollaro, il petrolio e le materie prime, con i mercati affermati o emergenti, obbligazioni, azioni, derivati o fondi e altro, le alternative per investire il risparmio, che la piazza ticinese offre, non mancano. Professionisti e consulenti che reggono il confronto con qualunque piazza finanziaria svizzera, da sempre leader nel mondo. L economia sembra andare un po giù e un po su, ma nella sua globalità migliora sempre. Si può vedere anche da un bell articolo, nelle prossime pagine, che la ricchezza del mondo aumenta costantemente. L Europa sembra decisa a far meglio i compiti per liberarsi dalle troppe ingerenze pubbliche e, con un operazione di immissione di liquidità all americana, dovrebbe risollevare quelle nazioni che non fan decollare i consumi solo perché hanno salari troppo contenuti o perché per il timore del futuro risparmiano all inverosimile. Ora, la punizione degli interessi quasi azzerati dovrebbe appunto far emergere in Svizzera, come anche in Europa, molti capitali per essere gestiti in maniera più logica su tutte quelle forme che si staccano dallo 0,5% di interesse o peggio dagli interessi negativi. La Svizzera, che per gli analisti del mondo è sempre sfacciatamente più ricca, sa invece che l imprenditoria d ogni genere dovrà rimboccarsi le maniche come ha sempre fatto, ma non mollerà. La piazza finanziaria di Lugano, anche per le decisioni fiscali con l Italia, riunisce da tempo tutte le competenze del Cantone e si sta muovendo nell ottica di proporsi ad altri mercati. A Lugano c è tutta la tradizione bancaria elvetica, il know how tecnologico, un indotto d altissimo livello e competenze giuridiche di elevata qualità. Visto il successo che oggi contraddistingue settori come la logistica, il lusso e il trading, si può essere fiduciosi per la piazza finanziaria che, rispetto ad altre, ha anche un know how linguistico unico in Europa. Valerio De Giorgi Piazza finanziaria 163 Sfama 168 Affrontare il cambiamento Qual è lo stato di salute della piazza finanziaria ticinese oggi? Il mercato dei fondi elvetico svetta toccando quota 8mila fondi registrati. Wealth-X 171 UBS 174 Banca del Sempione 177 I super ricchi (gli ultra high net worth individuals) sono in costante crescita. Il fondo UBS European opportunity unconstrained sotto i riflettori. Uno sguardo al comparto Flexible Low Risk Exposure di Base investments Sicav. BancaStato 178 BSI 181 Banca Migros 184 BancaStato fa il punto sui fondi della gamma Swisscanto. Le ultime novità per l investitore nell offerta fondi. Una guida nella scelta fra i fondi indicizzati e i fondi strategici, ancora più vantaggiosi. Rowe Price 187 Exane 188 Candriam 190 Opportunità di profitto duraturo sfruttando le curve di rendimento più alte. Focus sulle obbligazioni convertibili di Ellipsis Am del gruppo Exane. Biotecnologia e ricerca medica, i protagonisti di un fondo del gruppo Candriam. B-Source 192 Diamondsellers 194 Idb Helvetia 196 B-Source, un alternativa IT alla banca tradizionale. Il valore aggiunto di un investimento in diamanti secondo Diamondsellers. I diamanti, investimento a lungo termine per definizione. Il parere di Idb Helvetia. 162 TM Gen./Feb. 2015

2 finanza & fondi/la Piazza Affrontare il cambiamento Molti i cambiamenti macro-economici verificatisi a livello globale, nel corso di quest ultimo anno. Cambiamenti che non hanno però avuto grosse ripercussioni sul mercato dei fondi e del risparmio gestito. Si è chiuso un ottimo anno per il risparmio gestito. Per la terza volta consecutiva, i consuntivi sono stati molto migliori delle attese. Fattore ancora più importante: i portafogli gestiti professionalmente hanno potuto mostrare i loro plus rispetto ai mercati in generale e ai portafogli passivi dei cassettisti. Infatti tutti gli elementi che hanno influenzato il mercato nel corso dell anno, sono stati telefonati : la graduale riduzione del supporto della Federal reserve ai mercati e il buon andamento dell economia americana, la debolezza dell economia cinese, il calo dell inflazione... perfino il crollo del petrolio si è materializzato con una certa lentezza. L unica sorpresa forse è stata l arrancare delle economie core europe e l insuccesso - previsto ma non in modo così marcato - della Abenomics. Non si sono materializzati invece effetti massicci e imprevedibili (panico da virus Ebola, guerre aperte in Ucraina, drammatica bolla immobiliare e creditizia in Cina). I gestori di portafogli quindi non hanno dovuto faticare troppo per dare ai loro clienti assetti di portafoglio capaci di restituire un buon rapporto fra rendimento e rischio. E il anche se è presto per dirlo - sembra continuare sulla stessa traccia, con la novità dell atteso acquisto di bond da parte della Banca centrale europea che premierà i titoli bancari europei (tartassati dalle normative e dal controllo sempre più serio della Bce) e le quotazioni del reddito fisso in generale. In questo clima prevedibile e caratterizzato per buona parte dell anno da una scarsa volatilità le strategie più a rischio, contrarie o opportunistiche non hanno sempre dato un rendimento pari al rischio e alle commissioni richieste. I fondi hedge attraversano una fase di rischio. È vero che il 2014 è stato un anno molto buono per la loro raccolta e che il 26% degli investitori istituzionali prevede di aumentare la allocazione di capitale in questo tipo di strumenti, ma è anche vero che il 12% (il doppio rispetto allo scorso anno) prevede di ridurla e il 2014 ha visto sia il più grande fondo istutuzionale non sovrano: il Calpers e il secondo fondo europeo, l olandese Pensioenfonds Zorg en Welzijn, (Pfzw) uscire comoletamente da questo tipo di strumenti proprio a causa delle forti commissioni. Mediamente gli hedge fund trattengono il 2,4% annuo, due terzi rispetto al rendimento medio registrato sia nel 2014, sia anno dopo anno nel quinquennio Certo i 4 miliardi di dollari ritirati TM Gen./Feb

3 No alle strategie attendiste Dal punto di vista sistemico, qual è lo stato di salute della piazza? Seppur negli ultimi anni si sia verificato un innegabile ridimensionamento, i numeri ci indicano che il settore finanziario è ancora importante nel nostro cantone. Ad oggi a Lugano ci sono oltre 50 istituti bancari che offrono occupazioni di alto profilo a diverse migliaia di addetti. Andando oltre gli indicatori, ci sono segnali concreti che dimostrano che la piazza è ancora attrattiva. Sto per esempio pensando alla recente acquisizione di BSI da parte della Btg Pactual, alle fusioni o accorpamenti che rendono gli operatori più solidi ed efficienti, alle nuove nicchie di attività che si stanno affermando, a conferenze di alto livello che contribuiscono a mettere Lugano sulla mappa. In altre da Calpers e i 2,6 miliardi di Pfzw non sono importanti in una industria degli hedge fund che muove 3100 miliardi ma è uno scricchiolio che si fa sentire. Franco Citterio, direttore dell Associazione bancaria ticinese e presidente di Ticino for Finance. parole, abbiamo ancora delle potenzialità in cui vale la pena credere. Senza il segreto bancario, il private banking ticinese ha ancora un futuro in Ticino? Il segreto bancario rappresenta solo uno dei fattori che hanno permesso lo sviluppo di questa attività e della nostra piazza. Esistono infatti altri aspetti, come la stabilità economica e monetaria, la certezza del diritto, il know-how o l attenzione verso il cliente, che contraddistinguono il fare private banking in Svizzera e in Ticino. Si sta aprendo un nuovo capitolo per la Svizzera nell ottica della strategia del denaro dichiarato, percorsa ormai da tutti gli istituti bancari, e se sapremo giocare bene le nostre carte, saremo in grado sia di rimanere importanti nel private banking, che continuerà a essere il nostro core business anche in futuro, sia di perseguire nuove opportunità sotto altri profili. È il caso di aspettare o muoversi? Il rischio di una strategia attendista è che l eventuale reazione giunga quando è ormai troppo tardi. Per noi dunque meglio muoversi, nella consapevolezza che quello che succederà al di sopra della piazza finanziaria ticinese avrà impatti importantissimi. Ciononostante credo sia importante adoperarsi per diversificare, per acquisire nuove competenze, per aprirsi a nuovi mercati e, non da ultimo, per lavorare su una percezione della piazza che non sia legata ai soliti stereotipi. Ticino for Finance, di cui lei è presidente, va in questo senso? Sì, l associazione è stata creata alcuni anni orsono insieme al Cantone e ad altri attori proprio con questi obiettivi. Siamo del tutto consapevoli che non sarà un operazione di marketing territoriale di nicchia a cambiare il corso della storia della piazza finanziaria, ma siamo altresì convinti che il contributo portato al cambiamento, per quanto contenuto, sia importante. Anche perché, le altre piazze finanziarie, sia quelle emergenti che quelle consolidate, non stanno certo con le mani in mano. Noi crediamo che un iniziativa di questo tipo sia adatta e, oggi più che mai, opportuna. Tra l altro pure a livello federale si stanno dando da fare: da un paio di anni è partita la Swiss Asset Management Initiative, di cui anche l Associazione Svizzera dei Banchieri è parte integrante, allo scopo di rafforzare l attività dell asset management in Svizzera a complemento del private banking. Tale iniziativa a livello nazionale, del tutto coerente per strategia, obiettivi e azioni a quanto sta portando avanti Ticino for Finance, mi sembra una conferma per noi di non essere "fuori strada". Viceversa non è un caso che il 2014 sia stato l anni migliore nelal storia degli Etf: la massa amministrata negli Usa è salita di 200 miliardi di dollari. In Europa anche grazie alla guerra dei prezzi ingaggiata da Vanguard e ishares (BlackRock) la massa amministrata a fine anno è aumentata di 62 miliardi, tre volte più rispetto al 2013 e record assoluto. Il mercato continua a essere molto più concentrato rispetto a quello dei fondi d investimento e degli hedge: Vanguard gestisce 441 miliardi StateStreet 459miliardi mentre i Shares supera i mille miliardi grazie ai 104 miliardi entrati nello scorso anno. L interesse per gli Etf ha diverse ragioni: da una parte se le quotazioni sono mosse soprattutto dalle variabili macro e dal comportamento delle banche centrali, lo stock picking diventa un fattore meno importante nel determinare un rendimento. Conviene esporsi all indice e l Etf è il modo migliore per farlo. Dall altra soprattutto in Europa si sta affermando la gestione fee-based (In Regno Unito, Olanda e Svizzera le autorità spingono molto in questa direzione). Gli intermediari hanno meno incentivi a consigliare fondi di investimento (che prevedono retrocessioni) rispetto agli Etf (che non le prevedono). Da ultimo in un contesto di scarsa volatilità e di rendimenti nominali ridotti (sull obbligazionario), il costo delle commissioni diventa importante e questo spiega il successo degli Etf investiti in reddito fisso. Si stanno rivolgendo agli Etf sia gli istituzionali sia i privati e perfino i gestori di fondi di investimento. Lo strumento è apprezzato sempre di più sia dai cassettisti sia dagli investitori più aggressivi che guardano con interesse ai proditti cosiddetti smart beta che gestiscono in modo passivo portafogli creati in modo molto sofisticato e non basati sulla semplice capitalizzazione. Gli investitori più attivi apprezzano dell Etf la liquidabilità immediata (si può comprare e vendere più volte lo stesso Etf in giornata al prezzo vigente in quel momento mentre i fondi sono liquidati a fine giornata) e la possibilità di esporsi a classi e sottoclassi di asset sempre più specifiche. Si stanno facendo strada gli Etf short e quelli a leva. Tra le novità gli smart beta (non market cap weighted) e che permettono accesso diretto in Cina. Secondo gli osservatori il 2015 sarà un altro anno record per gli Etf e i migliori risultati si registreranno negli Etf investiti in bond. In calo invece l interesse per gli Etf investiti in materie prime e in mercati emergenti, ma questo non avviene per una debolezza intrinseca dello strumento quanto per il deludente andamento dei mercati sotto- 164 TM Gen./Feb. 2015

4 stanti. I fondi di investimento con 25 mila miliardi in gestione (quasi 900 dei quali gestiti in Svizzera) rappresentano il prodotto principe del risparmio gestito. Esistono nel mondo 90 mila prodotti che aumentano al ritmo di 2 mila all anno. Anche questo settore è sottoposto a una crescente regolamentazione che incide sui costi. La semplicità e la sicurezza intrinseca dello strumento lo rendono comunque caro ai risparmiatori retail e di fascia media. E questo introduce il tema del Il risparmio gestito si conferma come la modalità di gestione degli asset anche nella fascia medio-alta. Questo non era così scontato in Italia dove il risparmio gestito (a partire dall infelice nome di Fondi comuni di investimento) sembrava una modalità riservata al cliente retail. Nessun investitore anche medio o medio alto si stupisce più di vedere nella sua Gestione fondi attivi, e magari anche in prodotti passivi come gli etf o semi-passivi come quegli Etp e quei certificati Delta-1 che rappresentano in realtà scelte di portafoglio molto specifiche. D altra parte si sta diffondendo anche nel Sud Europa una attenzione al pricing di questi prodotti che in passato era più specifica dei mercati anglosassoni e nordeuropei. E il pricing è il punto debole soprattutto nei prodotto complessi come fondi di fondi o gestioni in fondi dove si possono sovrapporre più livelli di commissioni sia a livello di entrata sia a livello di gestione e di spese. In Svizzera il problema è particolarmente sentito non solo o tanto perché l offerta sia intrinsecamente cara ma perché la domanda soprattutto da parte di detentori di capitali non dichiarati era scarsamente attenta a questo tema. Tutto quello che è avvenuto nel 2014 può essere riassunto sotto una unica voce: trasparenza. A partire dal prossimo anno chi acquista prodotti finanziari attraverso intermediari elvetici lo fa a prescindere da qualsiasi considerazione fiscale. Questo cambia molte cose: il cliente italiano guarderà di più ai costi del servizio che gli viene offerto e apprezzerà di più la qualità che riceve come del resto fa da tempo la clientela on-shore. Il cliente farà paragoni fra i costi che paga in Italia e in Svizzera per lo stesso servizio: sono conti spesso svianti perché a volte la banca italiana fa dumping sul prezzo del risparmio gestito (per esempio il servizio di gestione patrimoniale) per trattenere il cliente privato e la sua azienda. Ma tant è: questi paragoni Risultare più attrattivi per chi porta valore Quanto può contare il Cantone sulla piazza finanziaria? L insieme della piazza finanziaria assicura ancora oggi oltre il 10% del reddito cantonale impiegando oltre persone tra settore bancario e parabancario. Non dimentichiamo che per avere una piazza economica forte, è fondamentale avere un settore finanziario moderno, efficiente e vasto, in grado di sostenerla. La piazza finanziaria è dunque un asset importantissimo, anche per la nostra piazza economica, che non dobbiamo farci scappare. Inoltre, a fronte di evoluzioni negative, ci sono anche segnali positivi. Penso ad esempio al Commodity Trading, che da alcuni anni sta vivendo in Ticino una forte espansione, con quasi un centinaio di aziende e un gettito fiscale molto importante, oppure lo sviluppo saranno fatti e occorrerà quindi da una parte far risaltare la qualità intrinseca del servizio, dall altra... abbassarli. Del resto il mercato se lo aspetta: non Stefano Rizzi, direttore Divisione dell economia e vice-presidente di Ticino for Finance di nuove nicchie di mercato, come l asset management, che portano in Ticino operatori che contribuiscono ad arricchire il nostro territorio non solo in termini di imposte o di posti di lavoro, ma anche di competenze, di nuove opportunità e nuove relazioni verso il resto del mondo. Non parlerei quindi di abbandono della piazza, anzi credo dovremmo insistere e fare fronte comune per renderla sempre più attrattiva. Cosa può fare lo Stato per la tutela della piazza? Non credo sia compito dell ente pubblico intervenire in maniera dirigista nelle dinamiche di funzionamento di un settore. Tuttavia credo che il pubblico debba avere un ruolo di facilitatore dello sviluppo, da un lato, perfezionando le condizioni quadro e, dall altro, investendo direttamente in attività che, non generando un ritorno economico immediato, rischiano di non essere sostenibili dagli attori privati. Penso ad esempio alla formazione e al marketing territoriale, importanti per creare i presupposti per la crescita economica e lo sviluppo delle iniziative private sul nostro territorio. Cosa sta facendo il Cantone in questo senso? Come Dipartimento delle finanze e dell economia cerchiamo di avere un ruolo attivo e propositivo, senza prescindere dalla collaborazione degli attori del settore, gli unici in grado di avere una concreta percezione delle problematiche e delle opportunità in essere. Tutte le attività e i progetti nati nel solco della politica economica regionale, solo per fare un esempio posso citare la Fondazione AGIRE, vanno in questa direzione. Ad esempio stiamo promuovendo un progetto formativo a stretto contatto con l ABT, i fiduciari e altri attori per sostenere le competenze e per limitare l impatto occupazionale del riposizionamento della piazza. Naturalmente anche Ticino for Finance si inserisce in questo quadro, fungendo da piattaforma di confronto con tutti gli attori della piazza per coordinare azioni e obiettivi e, a oggi, credo sia un esperimento riuscito di partenariato tra pubblico e privato. Nel solo 2014 siamo stati molto attivi a Londra, in Italia e in Turchia e al contempo abbiamo lavorato sul fronte interno, ad esempio con il supporto all European Financial Association Conference tenutasi lo scorso agosto a Lugano o con la pubblicazione di Ticino , Riflessioni per il futuro della piazza finanziaria, strumento finalizzato ad alimentare il dibattito sulle prospettive future della nostra piazza finanziaria. Ritengo in sintesi che anche in un contesto difficile come quello attuale dobbiamo utilizzare gli strumenti a nostra disposizione per rendere il nostro territorio attrattivo per chi è in grado di portare vero valore. è un caso che il valore di mercato di ogni portafoglio gestito (ad esempio il valore di una private bank al netto delle immobilizzazioni fisse) sia sceso da 4-5 all 1- TM Gen./Feb

5 Nuovi prodotti, nuovi strumenti, nuovi mercati 1,5% della massa amministrata. In compenso la trasparenza permetterà di ridurre certi costi e azzerare i rischi reputazionali del private banking off shore. Il tema qualità e prezzo del risparmio gestito si riproporrà ancora di più se nel 2016, come sembra ormai probabile, gli intermediari svizzeri saranno autorizzati a contattare la loro clientela anche in Italia. Alberto Lotti, Ceo di Axion Swiss Bank Come è percepita la piazza finanziaria svizzera all estero? Ritiene vi sia ancora valore da offrire? Non è facile rispondere a questa domanda in modo univoco. Il prestigio della piazza svizzera è stato in tempi recenti offuscato da elementi che hanno fortemente disturbato la clientela, in primis dalle rivendicazioni in tema di fiscalità avanzate da parte di nazioni terze e dalle trattative che ne sono derivate. La situazione oggi è in fase di miglioramento: la piazza finanziaria svizzera è nuovamente in grado di promuovere i propri punti di forza, che sicuramente esistono e sono apprezzati. Il settore della clientela privata internazionale tax compliant e dei suoi family office sa attribuire valore alla nostra credibilità istituzionale e alla preparazione del nostro personale, in particolare alla sua capacità di dialogo con culture non vicine, di studio ed implementazione di strutture di investimento e societarie efficienti. Questa clientela, che ben è cosciente che l epoca del segreto bancario è finita, continua a ricercare professionalità e confidenzialità, che la Svizzera ancora può offrire. Compito per tutti noi resta quindi il saper trasmettere all estero un messaggio adeguato. E la piazza finanziaria ticinese? È percepita anche al di là del tradizionale mercato italiano? Se non dovessimo riuscire a promuovere la piazza ticinese oltre i confini italiani, potremo incolpare solo noi stessi. Nella mia esperienza, Lugano è conosciuta e ricordata con simpatia in tutta Europa e Asia. Nel corso della mia attività professionale, ho notato che le piazze finanziarie di successo investono in modo continuativo nel rappresentare se stesse all estero, perseguendo obiettivi di lungo periodo. È stato il caso prima di Singapore e del Lussemburgo, oggi di Malta e di Dubai. È anche il caso di altri cantoni svizzeri. In questo senso l iniziativa Ticino for Finance sostiene la piazza finanziaria. Sarà importante che gli opinion leader ticinesi ne supportino l azione, rappresentando in prima persona alle proprie controparti internazionali le caratteristiche del cantone. È opportuno agire sin da subito? E nel caso in quale direzione? Il contesto è mutevole, ma non imprevedibile. Vale di conseguenza il proverbio chi si ferma è perduto. Azioni intuitive quali il concentrarsi sic et simpliciter sulla clientela svizzera e su quella italiana ufficiale sono utili ma incontrano la concorrenza dell intero sistema bancario. Per chi le saprà seguire restano a mio avviso tre vie: nuovi prodotti, in particolare per le aziende; espansione verso mercati non tradizionali; sviluppo di strumenti di investimento e di consulenza modellati sulle esigenze della clientela. Tre priorità per rilanciare la piazza finanziaria... Molte sono state già indicate in Ticino Tra le azioni irrinunciabili intravedo il definire un equo ma al tempo stesso competitivo quadro fiscale per aziende e individui, il favorire la formazione di personale che possa guidare la piazza al di là dei mercati e dei prodotti tradizionali, l investire in infrastrutture quali ad esempio i trasporti. A quel punto si potrà giocare la carta della innovazione. Cosa c entra l innovazione? È semplice. Si faceva fatica a proporre prodotti innovativi a un cliente italiano che si recava in Ticino due o tre volte all anno preoccupato di non portare con se nulla al suo ritorno e perfino spaventato all idea di digitare su Google il nome del suo intermediario svizzero. Al contrario, potendo interloquire facilmente con il cliente che ha optato per il rimpatrio giuridico, per telefono, via mail o incontrandolo di persona anche in Italia, l intermediario svizzero potrà illustrare nel modo migliore proposte innovative, giocando sul fatto che la Svizzera è spesso il primo mercato nel quale sono fatte circolare le strategie e i prodotti leading edge. Banalmente su un mercato con le dimensioni di quello italiano l investimento necessario per diffondere su una rete bancaria o su più reti esterne le conoscenze relative a un nuovo prodotto è tale che può essere giustificato solo per prodotti relativamente di massa. Il prodotto di nicchia non passa attraverso questo filtro. Viceversa in Svizzera il mercato è piccolo e ha una altissima concentrazione di investitori e intermediari sofisticati. L innovazione di prodotto quindi arriverà più facilmente dalla Svizzera che dall Italia. Un ulteriore plus arriva dalla scelta delle banche italiane di disimpegnarsi dal risparmio gestito cedendo le quote delle società create in house. Scelta più tattica che di strategia (era necessario fare cassa per migliorare i rapporti patrimoniali) che preluderà forse a una architettura aperta, ma non è questo il punto. Oggi con il decoupling fra attività bancaria e risparmio gestito il cliente italiano on shore non trova più in banca quella capacità di valutare complessivamente la sua situazione e di proporre soluzioni invece di prodotti. È una capacità che invece il cliente sapeva di poter trovare presso il suo interlocutore elvetico. Va anche aggiunto che l investitore italiano oggi non vede più il mattone come un investimento sicuro: ne percepisce chiaramente infatti i limiti intriseci come la scarsa liquidabilità dell investimento (le città sono cosparse di cartelli vendesi ), la vulnerabilità fiscale e il rendimento reale ridicolo. Quindi l intermediario svizzero di domani (domani mattina, perché questo tipo di valutazioni il cliente italiano le farà non appena è stata accettata la sua domanda di Voluntary disclosure) giocherà favorito rispetto alla banca on-shore del suo cliente italiano e troverà come concorrente solo il promotore finanziario (che però è troppo incentivato a far ruotare il portafoglio). Per la prima volta nella sua storia l industria del risparmio gestito svizzera e la competenza di chi sa confezionare soluzioni potrà giocare in Italia e col vento a favore. Alberto Pattono 166 TM Gen./Feb. 2015

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI ALBEROBELLO E SAMMICHELE DI BARI S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID BANCA CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO Novembre 2010 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è

Dettagli

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15,

Camponovo Asset Management SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, SA, Via S. Balestra 6, PO Box 165, 6830 Chiasso-Switzerland Phone + 41 91 683 63 43, Fax + 41 91 683 69 15, info@camponovoam.com La Gestione Patrimoniale Un felice connubio fra tradizione, tecnologia e

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Documento di sintesi della Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini ********** Banca del Valdarno Credito Cooperativo 1 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID)

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso

SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso SCHEMA DI DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC del Carso LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive

MiFID - Markets in Financial Instruments Directive MiFID - Markets in Financial Instruments Directive STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI (EXECUTION & TRANSMISSION POLICY) (documento redatto ai sensi del Regolamento

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo.

Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Al vostro livello. Tre clienti tre storie di successo. Reiner Gfeller. Responsabile Asset Management. Allianz Suisse Immobiliare SA. La Allianz Suisse Immobiliare SA collabora dal 2011 con Livit. L azienda

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Le Dashboard di cui non si può fare a meno

Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le Dashboard di cui non si può fare a meno Le aziende più sensibili ai cambiamenti stanno facendo di tutto per cogliere qualsiasi opportunità che consenta loro di incrementare il business e di battere

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI

DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI DOCUMENTO DI SINTESI DELLA POLICY SU STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DI ORDINI 1. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

La sua cartella sanitaria

La sua cartella sanitaria La sua cartella sanitaria i suoi diritti All ospedale, lei decide come desidera essere informato sulla sua malattia e sulla sua cura e chi, oltre a lei, può anche essere informato Diritto di accesso ai

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino

Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Deliberato dal CdA della BCC di Buccino nella seduta del 07/08/2009 Versione n 3 Strategia di trasmissione degli ordini BCC di Buccino Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

4. L informazione finanziaria e il rapporto tra risparmiatori e intermediari

4. L informazione finanziaria e il rapporto tra risparmiatori e intermediari 4. L informazione finanziaria e il rapporto tra risparmiatori e intermediari Marco Liera Il semestre del silenzio-assenso sul TFR (ossia la prima metà del 2007) doveva rappresentare un occasione non solo

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli