Sports Science & Medicine (ISI) Indicizzata. Journal Citation Reports (ISI) Focus On: Citata nel VOLUME 66 - N. 3 - SETTEMBRE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sports Science & Medicine (ISI) Indicizzata. Journal Citation Reports (ISI) Focus On: Citata nel VOLUME 66 - N. 3 - SETTEMBRE 2013"

Transcript

1 Sports Science & Medicine (ISI) Indicizzata in Focus On: Journal Citation Reports (ISI) Citata nel VOLUME 66 - N. 3 - SETTEMBRE 2013

2 MEDICINA DELLO SPORT Rivista trimestrale della Federazione Medico-Sportiva Italiana. Continuazione di: Studi di Medicina e Chirurgia dello Sport, Medicina Sportiva Direttori G. SANTILLI - M. CASASCO Comitato Editoriale N. BACHL (Austria) - F. BENAZZO (Italia) - F. BOTRÈ (Italia) - P. CERRETELLI (Italia) - G. CERULLI (Italia) L. COIANA (Italia) - D. CORRADO (Italia) - J. M. CUMMISKEY (Regno Unito) - A. DAL MONTE (Italia) - F. DE FERRARI (Italia) E. H. DE ROSE (Brasile) - H. H. DICKHUTH (Germania) - L. DI LUIGI (Italia) - P. E. DI PRAMPERO (Italia) C. FOTI (Italia) - W. FRONTERA (USA) - S. GIANNINI (Italia) - C. G. GRIBAUDO (Italia) - V. KLISSOURAS (Grecia) G. LETIZIA MAURO (Italia) - L. MAGAUDDA (Italia) - D. MC DONAGH (Norvegia) - P. P. MARIANI (Italia) G. MASSAZZA (Italia) - L. MICHELI (USA) - P. PARISI (Italia) - S. PECORELLI (Italia) - A. PELLICCIA (Italia) - F. PIGOZZI (Italia) I. PITSILADIS (Regno Unito) - P. ROCHECONGARD (Francia) - E. ROVELLI (Italia) - R. SALLIS (USA) F. SCHENA (Italia) - A. TODARO (Italia) - C. TRANQUILLI (Italia) - A. G. UGAZIO (Italia) - A. VEICSTEINAS (Italia) P. VOLPI (Italia) - P. ZEPPILLI (Italia) Comitato di Redazione A. BONETTI - E. DRAGO - S. DRAGONI - G. FRANCAVILLA Direttore Responsabile A. OLIARO This journal is PEER REVIEWED and is quoted in: BIOSIS Previews - EMBASE - Science Citation Index Expanded (SciSearch) - Scopus La Rivista è citata nel Journal Citation Reports (ISI) con Impact Factor Direzione e Redazione: Federazione Medico-Sportiva Italiana - Viale Tiziano Roma. Ufficio grafico, ufficio pubblicità, fotocomposizione, amministrazione - Edizioni Minerva Medica - Corso Bramante Torino - Tel. (011) Fax (011) Web Site: Stampa - Edizioni Minerva Medica - Tipografia di Saluzzo - Corso IV Novembre Saluzzo (CN) - Tel. (0175) Fax (0175) Abbonamento annuo: Italia - Individuale: Online 90; Cartaceo 95, Cartaceo+Online 100,00; Istituzionale: Cartaceo 130,00, Online (Small 252,00, Medium 282,00, Large 324,00, Extra Large 340,00), Cartaceo+Online (Small 260,00, Medium 295,00, Large 340,00, Extra Large 355,00). Unione Europea - Individuale: Online 150,00; Cartaceo 155,00, Cartaceo+Online 165,00; Istituzionale: Cartaceo 240,00, Online (Small 252,00, Medium 282,00, Large 324,00, Extra Large 340,00), Cartaceo+Online (Small 270,00, Medium 305,00, Large 350,00, Extra Large 365,00) Paesi extraeuropei - Individuale: Online 165,00; Cartaceo 175,00, Cartaceo+Online 185,00; Istituzionale: Cartaceo 285,00, Online (Small 275,00, Medium 305,00, Large 350,00, Extra Large 365,00), Cartaceo+Online (Small 290,00, Medium 325,00, Large 370,00, Extra Large 385,00). Per il pagamento: 1) Gli abbonati possono utilizzare le seguenti forme di pagamento: a) assegno bancario; b) bonifico bancario a: Edizioni Minerva Medica, INTESA SANPAOLO Agenzia n. 18 Torino. IBAN: IT45 K c) conto corrente postale intestato a Edizioni Minerva Medica, Corso Bramante 83-85, Torino; d) carte di credito Diners Club International, Master Card, VISA, American Express; 2) i soci devono contattare direttamente la Segreteria della Federazione I cambi di indirizzo di spedizione, o di qualsiasi altro dato di abbonamento vanno segnalati tempestivamente inviando i nuovi e vecchi dati per posta, fax, o direttamente sul sito alla sezione I tuoi abbonamenti - Contatta ufficio abbonamenti I reclami per i fascicoli mancanti devono pervenire entro 6 mesi dalla data di pubblicazione del fascicolo - I prezzi dei fascicoli e delle annate arretrati sono disponibili su richiesta Edizioni Minerva Medica - Torino 2013 Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa e memorizzata in qualsiasi forma e con qualsiasi forma e con qualsiasi mezzo Pubblicazione trimestrale. Autorizzazione del Tribunale di Torino n del Iscrizione nel registro nazionale della stampa di cui alla legge n. 416 art. 11 con il numero vol. 2 foglio 377 in data Pubblicazione periodica trimestra le - Poste Italiane S.p.A. - Sped. in a.p. - D. L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 N 46) art. 1, comma 1, DCB/CN

3 MEDICINA DELLO SPORT Vol. 66 Settembre 2013 Numero 3 INDICE 307 AREA FISIOLOGICA Valutazione metabolico-fisiologica nello studio del modello funzionale del rugby Guerra E., Quaranta F., Sperandii F., Borrione P., Ciminelli E., Calò L., Pigozzi F. 315 Effetti di diverse intensità di esercizio di resistenza sulle delezioni di DNA mitocondriale in giovani atleti Rahimi R., Salehi Z., Mousavi Beneh-Hoor Z. 351 AREA MEDICA Effetto del nuovo dilatatore nasale interno DAN-Air sulla respirazione nasale e sulla performance in un gruppo di canottieri Di Lieto C., Granata D., Ceroni Compadretti G., Tasca I., Senaldi R., Crisostomi S., Adami P. E., Rizzo M., Spataro A. 363 Effetti delle strategie di idratazione sulle prestazioni da squash competitivo Fritz S., Toriola A. L., Neveling N. 325 Effetto del training e della pausa di detraining sui livelli serici di leptina nei ragazzi obesi Fazelifar S., Ebrahim K., Sarkisian V. 375 Dipendenza negativa dalla carriera di resistenza e dismorfismo corporeo negli atleti veterani Salas Sánchez J., Ángel Latorre Roman P., Soto Hermoso V. M. 339 Differenze di genere nello stress ossidativo e risposta antiossidante all esercizio esaustivo acuto Balci S. S. 389 Rabbia di tratto, espressione di rabbia, strategie di gestione dello stress e autostima tra atleti d elite di taekwondo Atay I. M., Aydin C., Karatosun H. Vol N. 3 MEDICINA DELLO SPORT XIII

4 INDICE 399 Effetto dell assunzione di acqua e bibite per lo sport sulle variabili biochimiche e fisiologiche in lottatori allenati Rashidlamir A., Goodarzi M., Mirzaee B., Zandi S. 407 AREA ORTOPEDICA Il ruolo dei fattori di crescita nella riparazione del tessuto tendineo Bisciotti G. N., Eirale C., Sannicandro I. 431 LA MEDICINA DELLO SPORT PER SPORT Tiro a volo Anedda A., Cattani M. 439 LA MEDICINA DELLO SPORT PER SPORT NEI FASCICOLI 443 FORUM Un caratteristico modello di marcatori di stress muscolo-scheletrici in un sardo del XVI secolo: un rematore di galea del porto di Alghero? Giuffra V., Bianucci R., Milanese M., Fornaciari G. 461 NOTIZIARIO FEDERALE XIV MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

5 MEDICINA DELLO SPORT Vol. 66 September 2013 No. 3 CONTENTS 307 PHYSIOLOGICAL AREA Physiological and metabolic evaluation in the study of a functional model of rugby Guerra E., Quaranta F., Sperandii F., Borrione P., Ciminelli E., Calò L., Pigozzi F. 315 Effects of different resistance exercise intensity on mitochondrial DNA deletions in young athletes Rahimi R., Salehi Z., Mousavi Beneh-Hoor Z. 351 MEDICAL AREA Effect of the new nasal dilator DAN-Air on nasal breathing and performance in elite rowers Di Lieto C., Granata D., Ceroni Compadretti G., Tasca I., Senaldi R., Crisostomi S., Adami P. E., Rizzo M., Spataro A. 363 Effects of hydration strategies on competitive squash performance Fritz S., Toriola A. L., Neveling N. 325 Effect of exercise training and detraining on serum leptin levels in obese young boys Fazelifar S., Ebrahim K., Sarkisian V. 375 Negative dependence to the career of resistance and corporal dimorphism in veteran athletes Salas Sánchez J., Ángel Latorre Roman P., Soto Hermoso V. M. 339 Gender differences in oxidative stress and antioxidant response to acute exhaustive exercise Balci S. S. 389 Trait anger, anger expression, coping strategies and self-esteem among elite taekwondo players Atay I. M., Aydin C., Karatosun H. Vol N. 3 MEDICINA DELLO SPORT XIII

6 CONTENTS 399 Effect of water and sport beverage intake on biochemical and physiological variables in trained wrestlers Rashidlamir A., Goodarzi M., Mirzaee B., Zandi S. 407 ORTHOPEDIC AREA Role of growth factors in tendon repair Bisciotti G. N., Eirale C., Sannicandro I. 431 SPORT MEDICINE FOR SPORT Skeet Anedda A., Cattani M. 439 SPORT MEDICINE FOR SPORT IN PAST ISSUES 443 FORUM A peculiar pattern of musculoskeletal stress markers in a skeleton from 16 th century Sardinia: a galea rower of the Alghero seaport? Giuffra V., Bianucci R., Milanese M., Fornaciari G. 461 FEDERAL NEWSLETTER XIV MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

7 FEDERAZIONE MEDICO-SPORTIVA ITALIANA Presidente Onorario: Giorgio SANTILLI CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente Federale Maurizio CASASCO Vice Presidenti Luigi DI LUIGI Gabriele PETROLITO Consiglieri Federali Gianfranco BELTRAMI - Gabriele BRANDONI Vincenzo Maria IERACITANO - Adolfo MARCIANO Claudio PECCI - Prisco Patrizio PETTI Antonio PEZZANO - Vincenzo RUSSO Segretario Generale f. f. Maurizio FORTIN COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Presidente Massimo CESSARI Componenti Monica VECCHIATI - Vincenzo TATO

8 Physiological area Area fisiologica MED SPORT 2013;66: Physiological and metabolic evaluation in the study of a functional model of rugby Valutazione metabolico-fisiologica nello studio del modello funzionale del rugby E. GUERRA 1, F. QUARANTA 1, F. SPERANDII 1, P. BORRIONE 1, E. CIMINELLI 1, L. CALÒ 1, 2 F. PIGOZZI 1, 2 1Department of Motor Sciences, Foro Italico University of Rome, Rome, Italy 2Villa Stuart Sport Clinic FIFA Medical Centre of Excellence, Rome, Italy SUMMARY Aim. The aim of the present study was to evaluate the main physiological cardiac and neuromotory parameters of a team of rugby players of C series of Italian championship to assess the main determinants of performance. Methods. Twenty players were studied through complete medical examination and functional evaluation including electrocardiogram (ECG), maximal cardiopulmonary incremental step test at cycloergometer (VO2peak), strength isometric test (leg extension, leg curl). Results. Mean age was 28,16±5,5 years, height 180±6 cm, weight 98±14,5 kg. Medical examination did not show pathological signs. ECG resulted normal in 18 out of 20 subjects. The prevalence of ECG abnormalities was: flat or low amplitude of T wave 0.05%. Premature ectopic ventricular beats at rest 0.05%, premature ectopic ventricular beats during stress 20%. Not eligible athletes: 0%. Players were grouped according to their rules in group A: forwards (1st and 2nd lines: 11 players; mean age 26.3±5.4 years, height 180.6±5.3 cm, weight 107.6±12.5 kg) and B: Backswards (3rd lines, medians, wings, centers and outsiders: 9 players, mean age 30.1±4.4 years, height 179±6.2 cm, weight 86.3±7 kg). Cardiopulmonary test: VO2peak group A 37.23±4.8 ml kg-1 min-1, VO2peak group B 42.12±4.52 ml kg-1 min-1 (P=0.03); strength tests Group A L-ext 870±321 Newton (N), L-curl 390±54 N, strenght group B L-ext 744±143 N, L-curl 355±56 N. Group B shows a higher VO2peak/kg and a better weight/power ratio respect to group A, because of the extra work for the aerobic metabolism and frequent high intensity stop and go during training and match. There were no different values as regards the force between the two groups. Conclusion. The Backs have better weight/aerobic power ratio but also Forwards have high Aerobic Power. The values of muscular fitness showed no significant differences. The aerobic training arises as one of the main determinants for both the possibility to travel large distances that for fast recovery in repeated high intensity workouts for both backs and forward players. Key words: Rugby - Weights and measures - Strength. RIASSUNTO Obiettivo. Effettuare una valutazione medica e funzionale dei parametri fisiologici cardiovascolari e neuromotori in una squadra di atleti rugbisti di serie C del campionato italiano per verificare i maggiori determinanti della prestazione. Metodi. Venti giocatori di serie C sono stati sottoposti a visita medica e valutazione funzionale includente elettrocardiogramma (ECG), test cardiopolmonare massimale al cicloergometro (VO2picco), test di forza muscolare mediante dinamometria isometrica (L-extention, Leg curl). Risultati. L età media è risultata 28,16±5,5 anni, l altezza 180±6 cm, il peso 98±14,5 kg. La visita medica non ha mostrato elementi di significato patologico. L ECG è risultato normale in 18 di 20 soggetti. Prevalenza di anomalie elettrocardiografiche: onda T di basso voltaggio/piatta 0,05%, battiti ectopici prematuri ventricolari isolati a riposo 0,05%, battiti ectopici ventricolari isolati da sforzo 20%. Atleti non idonei esclusi: 0%. Sulla base del ruolo i giocatori sono stati divisi in A: Avanti (1 e 2 linee: 11 giocatori; età media 26,3±5,4 anni, altezza 180,6±5,3 cm, peso 107,6±12,5 kg) e B: Posteriori (3 linee, mediani, ali, centri ed estremi: 9 giocatori; età media 30,1±4,4 anni, altezza Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 307

9 GUERRA Physiological and metabolic evaluation 179±6,2 cm, peso 86,3±7 kg ). Test cardiopolmonari: VO2picco gruppo A 37,23±4,8 ml kg-1 min-1, VO2picco gruppo B 42,12±4,52 ml kg-1 min-1.(p=0,03); test di forza: gruppo A L-ext 870±321 Newton (N), L-curl 390±54 N, forza gruppo B L-ext 744±143 N, L-curl 355±56 N. Il gruppo B ha VO2picco/kg maggiore, e quindi un miglior rapporto peso/potenza rispetto al gruppo A per il maggior lavoro aerobico e per le caratteristiche di gioco con frequenti stop and go ad alta intensità durante allenamento e partita. Non sono stati riscontrati valori differenti per quanto riguarda la forza tra i due gruppi. Conclusioni. I giocatori Backs hanno migliori caratteristiche di rapporto peso/potenza aerobiche rispetto ai Forwards che comunque hanno elevati valori di massima potenza aerobica. I valori di fitness muscolare non hanno mostrato differenze significative. L allenamento aerobico si pone come uno dei maggiori determinanti sia per la possibilità di percorrere ampie distanze che per un rapido recupero nelle ripetute di alta intensità, sia per i giocatori anteriori che posteriori. Parole chiave: Rugby - Peso e misurazioni - Forza. Rugby is a contact sport, involving both aerobic and anaerobic activity, practiced the world over at both professional and amateur level. Numerous studies describe analyses conducted through laboratory tests on the physiological-functional capabilities of rugby players and the metabolic demands during rugby practice on a playing field. 1 Energy demands have been proven to increase with competitive level, i.e., to be higher in professional athletes than in amateur and non professional players. 2 Various studies have investigated Maximum Aerobic Power (VO 2max ) in professional athletes, which (expressed in ml kg -1 min -1 ) are seen to vary from 48.6 to The roles of rugby players are diversified. Many authors have tried to identify the metabolic-physiological differences associated with the different roles involved, and have defined two basic groups of players: forwards (A) and backs (B). This distinction is not that marked, 4 which means that training modalities may be the same for all positions. 3-6 From the literature we find that VO2max in professional players is of the order of 56.4 ml kg -1 min -1 for A roles and 55.4 ml kg -1 min -1 for B roles 7. In the case of semi-professional players the values for A and B positions are 50.5±4.8 ml kg -1 min -1 and 54.1±4.3 ml kg -1 min -1, respectively. 8 The values for amateur players are 38.1±2.7 ml kg -1 min -1 and 40±2.2 ml kg -1 min -1 for A and B positions, respectively. 8 Muscular fitness has also been investigated extensively, as in this sport high strength levels make it possible to push, lift and tackle the opponents effectively during a match. 9 Most of the studies conducted in a laboratory used jump tests and isokinetic force tests as a measuring method for the lower limbs; moreover, force measurements were taken during scrums. 5, 7 To the best of our knowledge, the literature provides no data concerning iso- Il rugby è uno sport di contatto, aerobico-anaerobico alternato, giocato in tutto il mondo sia a livello agonistico che amatoriale. Numerosi studi hanno analizzato le capacità fisiologicofunzionali dei giocatori in laboratorio così come le richieste metaboliche correlate all esercizio praticato su campo 1. È stata dimostrata una crescente richiesta energetica a seconda del livello competitivo, più elevata nei giocatori professionisti rispetto ai giocatori amatoriali e non professionisti 2. Vari studi hanno indagato i valori di massima potenza aerobica (VO 2max ) nei professionisti, tali valori si attestano in ml kg -1 min -1 tra 48.6 e I ruoli dei giocatori si diversificano molto tra loro. Molti lavori hanno cercato di individuare le differenze metabolico-fisiologiche in relazione al ruolo, evidenziando due gruppi fondamentali: anteriori o forwards (A) e posteriori o backs (B). Tale distinzione non è molto marcata 4 e questo dato suggerisce che l allenamento per i giocatori di rugby possa essere uniforme per tutte le posizioni 3-6. I dati disponibili in letteratura indicano che il VO 2max di giocatori professionisti sia dell ordine di 56.4 ml kg -1 min -1 per il ruolo dei giocatori A e 55,4 ml kg -1 min -1 per quelli B 7. Giocatori semi-professionisti hanno rispettivamente 50,5±4,8 ml kg -1 min -1 per gli A e 54,1±4,3 ml kg -1 min -1 per i B 8. Rugbisti amatori hanno valori di 38,1±2,7 ml kg -1 min -1 per gli A e 40±2,2 ml kg -1 min -1 per quelli B 8. Anche la fitness muscolare è stata ampiamente studiata, poiché in questo sport alti livelli di forza permettono di spingere, sollevare ed opporsi durante una partita 9. La maggior parte degli studi effettuati in laboratorio ha utilizzato come metodica di misurazione per gli arti inferiori il vertical jump test e i test di forza isocinetica; inoltre sono state effettuate misure di forza durante la mischia 5, 7. A nostra conoscenza non sono presenti dati in letteratura riguardanti misure di forza 308 MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

10 Physiological and metabolic evaluation GUERRA metric force measurements of lower limb front and rear muscle groups. The purpose of this study was to carry out a medical and functional evaluation of the basic physiological parameters in a 15-player rugby team competing in the Italian championship Serie C. An experimental protocol was drawn up to verify the health conditions of the members of a non-professional team and to assess their aerobic and neuromuscular characteristics with a view to defining appropriate guidelines for a specific training process and the monitoring thereof. At the request of the coaches, an attempt was also made to determine whether the players on the team had different cardiometabolic or neuromuscular profiles corresponding to the various positions. Materials and methods Twenty Serie C players (age 28.16±5.5 years, height 180±6 cm, weight 98 ±14.5 kg) underwent a specialist sports medicine examination, including full anamnesis, general medical examination, ba sic electrocardiogram, cardiopulmonary tests on a cycle ergometer (ergospirometer Cosmed K4b 2, cycle ergometer, and Mortara stress ECG machine) for the determination of VO2peak and anaerobic threshold (AT). The test was performed according to the following protocol: 2-minute warm-up with a 50 watt load, pedalling frequency of 60 rpm, increases of 25 watt/minute up to muscular exhaustion. The anaerobic threshold was assessed by taking into account ventilation kinetics and according to Wassermann s equivalent fans method. From the literature we can identify two metabolic levels: one, referred to as the anaerobic threshold, is associated with lactate content in the blood increasing beyond the basal value, while the other, referred to as respiratory compensation, is the level reached when the increase in pulmonary ventilation is no longer proportional to the increase in work load. This respiratory compensation corresponds to an increase in the activity of the upper cardiorespiratory centres, due to a reduction in ph brought about by higher CO 2 levels and the ensuing onset of lactic acidosis. Muscular fitness measurements were made through isometric dynamometry tests (Muscle Lab, Bosco System). Measurements were performed on the anterior thigh muscles (leg extension, Technogym l-ext) and rear compartment muscles (leg curl, Tech- isometrica dei gruppi muscolari anteriori e posteriori degli arti inferiori. Lo scopo del presente studio è stato quello di effettuare una valutazione medica e funzionale dei parametri fisiologici fondamentali in una squadra di atleti di rugby a 15 giocatori di serie C del campionato italiano. Abbiamo costruito un protocollo sperimentale sia per verificare lo stato di salute di una squadra di atleti non professionisti sia per valutare le caratteristiche funzionali aerobiche e neuromuscolari dei giocatori al fine di un corretto indirizzo del training specifico e del monitoraggio dell allenamento. Dietro richiesta degli allenatori abbiamo inoltre cercato di verificare se all interno della squadra fossero presenti differenti profili cardiometabolici o neuromuscolari che corrispondessero ai ruoli di gioco. Materiali e metodi Venti giocatori maschi agonisti di serie C (età 28,16±5,5 anni, altezza 180±6 cm, peso 98±14,5 kg) sono stati sottoposti a visita medica specialistica di medicina dello sport, comprensiva di anamnesi completa, visita medica generale, elettrocardiogramma di base, test cardiopolmonare massimale al cicloergometro (ergospirometro Cosmed K4b 2, cicloergometro ed elettrocardiografo da sforzo Mortara) per la determinazione del VO 2picco e della soglia anaerobica (AT). Il test è stato condotto osservando il seguente protocollo: riscaldamento 2 minuti con carico di 50 watt, frequenza di pedalata 60 giri al minuto, incrementi di 25 watt al minuto condotti fino ad esaurimento muscolare. La soglia anaerobica è stata valutata considerando la cinetica della ventilazione e il metodo degli equivalenti ventilatori secondo Wassermann. In letteratura possono essere individuati due livelli metabolici: un primo identificato come soglia anaerobica ed è quello dovuto ad un incremento dei valori di lattato ematico rispetto ai valori basali ed un secondo detto di compensazione respiratoria in cui la ventilazione polmonare incrementa in modo non proporzionale rispetto all incremento del carico di lavoro. Tale compensazione respiratoria corrisponde ad un incremento di attività dei centri cardiorespiratori superiori dovuto a riduzione del ph condizionato dall incremento della CO 2 e quindi dal tamponamento dell acido lattico. Le misure di fitness muscolare sono state effettuate utilizzando test di dinamometria isometrica (Muscle Lab, Bosco System). Sono state eseguite le misurazioni relative ai muscoli anteriori della Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 309

11 GUERRA Physiological and metabolic evaluation nogym l-curl). These force measurements were obtained by means of standard Technogym machines suitably modified by blocking their motion with steel chains, and by means of a force transducer from the Muscle Lab system (Bosco System). During force tests, the athlete was sitting at the following angles: column-pelvis at a 90 degree angle, femur-tibia at an angle of 110 degrees for anterior compartment tests and 90 degrees for the tests conducted on the posterior muscular groups. The study was planned in accordance with the Declaration of Helsinki and all subjects adhered to the protocol after signing an informed consent form. Statistical analysis The SPSS 19 program was used for the statistical analysis. The variance between the average values recorded for each of the two groups was analysed, and the univariate ANOVA test was used to compare the differences between the VO2/kg, VO2/AT (anaerobic threshold) values recorded for front and rear thigh muscles. Results Electrocardiographic analysis The basic ECG was normal in 18 subjects. Undiagnosed anomalies were observed in one subject, characterised by a low voltage T wave, and isolated ventricular premature ectopic beats were observed in another. In 4 subjects stressinduced ventricular arrhythmias were observed, again in isolated form and in low quantities (no more than 6 isolated beats under stress). In one subject, ectopic beats showed precocity (R over T). In all the subjects, the prevailing morphology of the arrhythmias was right bundle branch block type. For all subjects presenting arrhythmias, colour Doppler ECG and Holter ECG tests were requested and did not reveal any underlying pathological condition. Cardiopulmonary tests Basal cardiac frequency (CF) turned out to be 74±12.6 bpm, VO 2peak was ± ml/min, corresponding to 39.44±4.74, CFpeak was 167.4±8.5 bpm, max. power reached was ±26.61 watt, VO 2 at anaerobic threshold level was ±241.8 ml min -1, CF at anaerobic threshold level was ±5.5 bpm, and mechanical power at the threshold was 234±19 watt. coscia (leg extension, Technogym l-ext) e dei muscoli delle regioni posteriori (leg curl, technogym l-curl). Tali misurazioni di forza sono state effettuate su macchine standard TECNOGYM opportunamente modificate bloccando il movimento con catene in acciaio ed utilizzando in serie un traduttore di forza del sistema Muscle Lab (Bosco System). Durante i test di forza l atleta era seduto con i seguenti angoli: colonna-bacino a 90, femore-tibia a 110 per i test anteriori e 90 per i test delle catene muscolari posteriori. Lo studio è stato disegnato in accordo con la Dichiarazione di Helsinki e tutti i soggetti hanno aderito al protocollo dopo la firma del consenso informato. Analisi statistica Per l analisi statistica è stato utilizzato il programma SPSS 19. È stata eseguita l analisi della varianza tra le medie dei due gruppi, il test ANO- VA uni variata è stato utilizzato per confrontare le differenze tra i valori di VO 2 /kg, VO 2 /AT (valore di soglia anaerobica), forza dei muscoli anteriori e posteriori delle cosce. Risultati Analisi elettrocardiografica L elettrocardiogramma di base è risultato normale in 18 soggetti. In un soggetto sono state riscontrate anomalie non diagnostiche caratterizzate da onda T di basso voltaggio ed in un soggetto sono stati riscontrati battiti ectopici prematuri ventricolari isolati. In 4 soggetti sono state riscontrate aritmie da sforzo, di tipo ventricolare sempre in forma isolata e in numero ridotto (max 6 battiti isolati durante sforzo). In un soggetto i battiti ectopici avevano caratteristiche di precocità (R su T). La morfologia prevalente delle aritmie è stata in tutti i soggetti a tipo blocco di branca destra. In tutti i soggetti presentanti aritmie sono stati richiesti ecocardiogramma color doppler ed Holter ecg che non hanno messo in evidenza quadri di tipo patologico. Test cardiopolmonare La frequenza cardiaca (FC) basale è risultata 74±12,6 bpm, il VO 2picco 3809,34±386,09 ml/min, pari a 39,44±4,74, la FC picco 167,40±8,5 bpm, la potenza massima raggiunta è stata di 277,63±26,61 watt, il VO 2 al livello della soglia anaerobica 3274,50±241,8 ml min -1, la FC alla soglia anaerobica 149,70±5,5 bpm, la potenza meccanica alla soglia è risultata pari a 234±19 watt. 310 MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

12 Physiological and metabolic evaluation GUERRA Force tests The average value of the isometric force recorded for the anterior muscles of the lower limbs (Leg extension) was ± Newtons (N). For the posterior muscles (Leg curl) it was ±59.11 N. Identification of groups having similar technical characteristics Based on the technical information supplied by the coach and data from the literature, the athletes were divided into two functional groups: group A (first and second rows; 11 players; average age 26.36±5.4 years, height 180.6±5.3 cm, weight 107.6±12.6 kg), and group B (third rows, halfbacks, wingers, centres and full-backs; 9 players; average age 30.11±4.42 years, height 179±6.2 cm, weight 86.3±7 kg). The VO 2peak values recorded for group A players came to 37.23±4.8 ml kg -1 min -1, and group B values were 42.12±4.52 ml kg -1 min -1. Group A and group B corresponded to forwards and backs, respectively, i.e., the groups considered in most of the scientific studies conducted so far on 15-player rugby teams Average force values were: L-ext 870±321 Newton (N), L-curl 390±54 N for group A, and L-ext 744±143 N, L-curl 355±56 N for group B. Of all the values recorded and compared, a statistically significant difference was observed only for Max. Oxygen Consumption (P=0.03). Discussion Aerobic capacity, or aerobic power, is rated in some studies as a basic requirement for a rugby player; 17 other studies do not share this view. 18 In this sport, in fact, technical skills and explosive force are considered to be the primary requirements. To make their case, some authors point out that other team sports, such as soccer and field hockey, show higher oxygen consumption values. 19, 20 The results of this study showed a higher VO 2max per kg (P<0.05) in group B than in group A players. A factor to be taken into account in the analysis is that the body mass was higher in group A subjects and so was the absolute value of VO 2max. This reflects a more favorable weight/power ratio for group B, as opposed to actual differences in absolute metabolic power. Such differences, which may be ascribed to the positions and roles of the athletes in the field, Test di forza La forza isometrica degli arti inferiori delle catene anteriori (Leg extension) è risultata in media pari a ± Newton (N), la forza dei muscoli posteriori degli arti inferiori (Leg curl) è risultata mediamente pari a 375,39±59,11 N. Individuazione di gruppi con simili caratteristiche tecniche Sulla base delle informazioni tecniche fornite dall allenatore e sulla base della letteratura scientifica gli atleti indagati sono stati suddivisi in 2 gruppi funzionali: gruppo A (prime e seconde linee; 11 giocatori; età media 26,36±5,4 anni, altezza 180,6±5,3 cm, peso 107,6±12,6 kg), gruppo B (terze linee, mediani, ali, centri ed estremi; 9 giocatori; età media 30,11±4,42 altezza 179±6,2 cm, peso 86,3±7 kg). Per quanto riguarda il VO 2picco il gruppo A ha mostrato valori pari a 37,23±4,8 ml kg -1 min -1, il gruppo B pari a 42,12±4,52 ml kg -1 min -1. Il gruppo A e il gruppo B costituiscono rispettivamente i forwards e i backs della maggior parte dei lavori scientifici che sono stati effettuati finora sul rugby a Per quanto riguarda la Forza il gruppo A ha mostrato i seguenti valori: L-ext 870±321 Newton (N), L-curl 390±54 N, il gruppo B: L-ext 744±143 N, L-curl 355±56 N. Tra tutti i valori confrontati è risultato esistere una differenza statisticamente significativa solo per i valori di Massimo Consumo di Ossigeno (P=0.03). Discussione La capacità aerobica o potenza aerobica viene da alcuni studi considerata un requisito fondamentale di un giocatore di rugby 17, al contrario altri studi non confermano questo dato 18. Infatti, si tratta di uno sport dove la tecnica e la componente di forza esplosiva sono reputati i requisiti principali dei giocatori. A supporto di questa considerazione alcuni ricordano come altri sport di squadra, invece del rugby, come il calcio e l hockey su prato, mostrino valori di consumo di ossigeno più elevati 19, 20. I risultati del presente studio hanno evidenziato un VO 2 max pro chilo più elevato (p<0,05) nel gruppo B rispetto al gruppo A. Occorre tenere in conto nell analisi del dato che la massa corporea appare superiore nel gruppo A cosi come il valore assoluto di VO 2max. Questo indica un rapporto Peso/Potenza maggiormente a favore del gruppo B più che Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 311

13 GUERRA Physiological and metabolic evaluation Sarebbe opportuno in un futuro studio evidenziare nella stessa popolazione sia i risultati di test funzionali che di misure di forza in muscoli isolati. Esistono quindi delle differenze nel profilo dei giocatori anteriori e posteriori, in termini di Potenza aerobica per kg di massa, evidenziando mifind confirmation in many findings of the international literature. 21, 22 Many studies, in fact, confirm that the amount of oxygen used by backs is greater than the amount used by forwards In the case of our athletes, another consideration to be kept in mind is that group B athletes were older than those in group A; this age difference, perhaps a casual factor in our study, supports the hypothesis that, on account of their role in the field, backs have a better aerobic capacity and a more favourable weight/ power ratio. This observation confirms that the role is facilitated by suitable metabolic characteristics: a high value of VO 2max facilitates high intensity work. 23 The results of this study are in good agreement with the findings of the international literature for the competition level considered. Our athletes, in fact, are at a level internationally regarded as amateur. No statistically significant differences were observed in terms of lower limb isometric force values. It should be noted that the measurements were taken during leg extension and leg curl exercises, by means of isometric dynamometers. Normally, these measurements are obtained through functional tests, such as jump tests and the like, which on the one hand are simpler, but, on the other hand, do not enable force to be evaluated in specific compartments. With isometric dynamometry it is possible to isolate albeit within certain limits some specific groups of muscles, so as to obtain results concerning the neuromotorial and biomechanical characteristics per se, i.e., not conditioned by the technical gesture. Accordingly, the values obtained make it possible to quantify the muscular components in themselves. This may very well be the reason why our results, which do not show appreciable differences between group A and group B, are not in very close agreement with the data in the literature whereby fowards are ascribed greater strength and backs are deemed to be faster. 24 Conclusions In a future study, it would be interesting to obtain functional tests results and force measurement on individual muscles results from the same population. Thus, there are differences in the profiles of forwards and backs, in terms of aerobic power per kg of body mass and weight/power ratio. reali differenze in Potenza metabolica assoluto. Tali differenze sarebbero ascrivibili al tipo di ruolo degli atleti osservati e quindi al tipo di lavoro che essi svolgono in campo e trovano conferma in numerosi dati della letteratura internazionale 21, 22. Molti studi infatti confermano come il consumo di ossigeno per chilogrammo dei backs appaia più elevato rispetto ai fowards Nel caso dei nostri atleti, inoltre, un dato da tenere in considerazione è che gli atleti del gruppo B sono più anziani di quelli del gruppo A; questa differenza anagrafica, forse casualmente presente nel nostro studio, supporta ancora di più l ipotesi che i backs in virtù del ruolo che svolgono in campo hanno migliori capacità aerobiche e di rapporto Peso/Potenza. Questo dato conferma che il ruolo è facilitato dalle caratteristiche metaboliche: un elevato valore di VO 2max facilita le ripetizioni ad alta intensità 24. I dati del presente studio sono in accordo con la letteratura internazionale per quello che riguarda il livello agonistico considerato. Infatti i nostri atleti si posizionano in un livello internazionalmente considerato come amatori. Per quanto riguarda i valori di forza isometrica degli arti inferiori, non abbiamo riscontrato differenze statisticamente significative. Occorre puntualizzare che le misure sono da noi state effettuate con esercizi di leg extension e di leg curl, mediante dinamometria isometrica. Solitamente tali misure sono realizzate con test funzionali come il jump test o test similari, che se da un lato sono più semplici, dall altro non permettono una valutazione della forza in modo distrettuale. Con la dinamometria isometrica è possibile isolare, nei limiti della metodica, alcuni gruppi muscolari dando così un risultato sulle caratteristiche neuromotorie e biomeccaniche in modo puro, con esclusione del gesto tecnico. Tale valore ci permette quindi di quantificare la componente del muscolo per se. Forse per tale motivo il nostro risultato che non evidenzia grosse differenze tra gruppo A e B non è molto confrontabile con altri dati della letteratura che sostengono come i forwards abbiano valori più elevati di forza e i backs migliori caratteristiche di velocità 23. Conclusioni 312 MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

14 Physiological and metabolic evaluation GUERRA Backs are seen to be better trained from the aerobic standpoint. In terms of the roles played in the game, these characteristics may be accounted for by the fact that backs cover more distance during a match, are engaged in more repetitive actions and more sprints. Rugby relies on both the aerobic and the anaerobic systems: having high VO 2 levels is a key attribute and, if present in all the players, makes for faster recovery during rest periods and ensures greater endurance when confronted with prolonged, repetitive efforts. Thus, training modalities designed to enhance the aerobic characteristics of all the players are definitely helpful to improve the performance of a team and lead to a higher competitive level. glior rapporto Peso/Potenza. I giocatori posteriori risultano i più allenati dal punto di vista aerobico. In termini di gioco queste caratteristiche potrebbero essere spiegate dal fatto che i giocatori posteriori compiano maggiori distanze durante la partita, maggiori ripetute, maggiori scatti. Il rugby è uno sport aerobico-anaerobico alternato: avere elevati livelli di VO 2 è una caratteristica fondamentale e, se presente in tutti i giocatori, permette un rapido recupero durante le fasi di riposo ed una maggiore resistenza a sforzi di lunga durata e ripetitivi. È quindi sicuramente utile ai fini dell aumento della performance in gioco e di un auspicato aumento del livello competitivo, un allenamento mirato ad incrementare le caratteristiche specifiche aerobiche di tutti i giocatori. References/Bibliografia 1) King DA, Hume PA, Milburn P, Guttenbeil D. A review of physiological and anthropometrical characteristis of rugby league players. South African Journal for Research in Sport, Research and Recreation 2009;31: ) Gabbett TJ. Science of rugby league football: a review. J Sports Sci 2005;23: ) O Connor D. Fitness profile of professional Rugby League players. J Sports Sci 1995;13:505. 4) Brewer J, Davis J, Kear J. A comparison of the physiological characteristics of rugby league forwards and backs. J Sports Sci 1994;12:158. 5) O Connor D. Physiological characteristics of professional rugby league players. Strength and Conditioning Coach 1996;4: ) Meir R. Evaluating players fitness in professional rugby league reducing subjectivity. Strength and Conditioning Coach 1993;1: ) Gabbett T. Physiological characteristics of junior and senior rugby league players. Br J Sports Med 2002;36: ) Gabbett TT. A comparison of physiological and anthropometrical characteristics among playing positions in rugby league players. Br J Sports Med 2005;39: ) Meir R, Newton R, Curtis E, Fardell M, Butler B. Physical fitness qualities of professional rugby league players: determination of positional differences. J Strength Cond Res 2001;15: ) Maud PJ. Physiological and anthropometric parameters that describe a rugby union team. Br J Sports Med 1983;17: ) Holmyard DJ, Hazeldine RJ. Seasonal variations in the anthropometric and physiological characteristics of international rugby union players. In: Reilly T, Clarys JP, Stibbe A, editors. Science and football II. Eindhoven: E and FN Spon; p ) Nicholas CW, Baker JS. Anthropometric and physiological characteristics of first- and second-class rugby union players [abstract]. J Sports Sci 1995;13:15. 13) Maud PJ, Shultz BB. The US national rugby team: a physiological and anthropometric assessment. Phys Sports Med 1984;12: ) Ueno Y, Watai E, Ishii K. Aerobic and anaerobic power of rugby football players. In: Reilly T, Lees A, Davids K, et al., editors. Science and football. London: E and FN Spon; p ) Jardine MA, Wiggins TM, Myburgh KH, Noakes TD. Physiological characteristics of rugby players including muscle glycogen content and muscle fibre composition. S Afr Med J 1988;73: ) Duthie G, Pyne D, Hooper S. Applied physiology and game analysis of Rugby Union. Sports Medicine 2003;33: ) McLean DA. Field testing in rugby union football. In: MacLeod DA, Maughan RJ, Williams C et al., editors. Intermittent high-intensity exercise: preparation, stresses and damage limitation. London: E & FN Spon; p ) McMahon S, Wenger HA. The relationship between aerobic fitness and both power output and subsequent recovery during maximal intermittent exercise. J Sci Med Sport 1998;14: ) Williams C, Reid RM, Coutts R. Observations on the aerobic power of university rugby players and professional soccer players. Br J Sports Med 1973;7: ) Boyle PM, Mahoney CA, Wallace W. The competitive demands of elite male field hockey. J Sports Med Phys Fitness 1994;34: ) Quarrie KL, Handcock P, Toomey MJ, Waller AE. The New Zealand rugby injury and performance project: IV. Anthropometric and physical performance comparisons between positional categories of senior A rugby players. Br J Sports Med 1996;30: ) Quarrie KL, Handcock P, Waller AE, Chalmers DJ, Toomey MJ, Wilson BD. The New Zealand rugby injury and performance project: III. anthropometric and physical performance characteristics of players. Br J Sports Med 1995;29: ) McMahon S, Wenger HA. The relationship between aerobic fitness and both power output and subsequent recovery during maximal intermittent exercise. J Sci Med Sport 1998;1: ) Miller C, Quievre J, Gajer B et al. Characteristics of force/velocity relationships and mechanical power output in the French national rugby team and elite sprinters using 1/2 squats. In: Marconnet P, editor. First Annual Congress, frontiers in sport science, the European perspective; 1996 May 28-31; Nice. Nice: European College of Sport Science; p Conflicts of interest. The authors certify that there is no conflict of interest with any financial organization regarding the material discussed in the manuscript. Received on February 19, Accepted for publication on August 1, Corresponding author: E. Guerra, via Cesare Laurenti 50, Roma Lido, Rome, Italy. Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 313

15 MED SPORT 2013;66: Effects of different resistance exercise intensity on mitochondrial DNA deletions in young athletes Effetti di diverse intensità di esercizio di resistenza sulle delezioni di DNA mitocondriale in giovani atleti R. RAHIMI 1, Z. SALEHI 2, Z. MOUSAVI BENEH-HOOR 2 1Department of Physical Education and Sport Sciences, University of Kurdistan, Sanandaj, Iran 2Department of Biology, Faculty of Sciences, University of Guilan, Rasht, Iran SUMMARY Aim. The purpose of the present study was to examine the effect of resistance exercise (RE) with different intensities on mitochondrial DNA deletions including 4977-bp (mtdna 4977 deletion), 8.7 kb, 7.5 kb and 7.4 kb deletion in young athletes. Methods. Ten resistance-trained men (age: 21±2.30 year; weight: 74.71±8.73 kg; height: ±5.95 cm) performed high intensity RE (4 sets of 5 exercises at 90% of 1RM with 3 min rest between sets) and moderate intensity RE (4 sets of 5 exercises at 75% of 1RM with 1 min rest between sets) on a separate occasion in a counterbalanced order. Blood samples were obtained before (Pre) and immediately after (Post) RE for analyzing mtdna deletions in blood leucocytes by multiplex polymerase chain reaction (PCR). Results. The results indicated that 8.7 kb, 7.5 kb, 7.4 kb and mtdna 4977 deletion, were not evident in leucocytes at Pre and Post during both RE intensities. Conclusion. In conclusion, our findings showed that RE did not induce mtdna deletions in resistance trained men, probably because of adaptations occurring owing to chronic resistance training. Key words: Mutation - Resistance training - Oxidative stress. RIASSUNTO Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di esaminare l effetto di diverse intensità dell esercizio di resistenza (ER) sulle delezioni di DNA mitocondriale, inclusa la delezione a carico della coppia di basi n (delezione mtdna4977) e le delezioni di 8,7 kb, 7,5 kb e 7,4 kb in giovani atleti. Metodi. Dieci uomini allenati alla resistenza (età: 21±2,30 anni; peso: 74,71±8,73 kg; altezza: 175,14±5,95 cm) hanno effettuato un ER ad alta intensità (4 serie di 5 esercizi con carico al 90% di 1RM e 3 minuti di riposo tra le serie) e un ER di moderata intensità (4 serie di 5 esercizi con carico al 75% di 1RM e 1 minuto di riposo tra le serie) in momenti separati e in ordine controbilanciato. I campioni ematici sono stati prelevati prima (pre) e immediatamente dopo (post) l esercizio di resistenza per analizzare le delezioni di mtdna nei leucociti ematici mediante reazione a catena della polimerasi (PCR) multiplex. Risultati. I risultati hanno indicato che le delezioni di 8,7 kb, 7,5 kb, 7,4 kb e di mtdna4977 non erano evidenti nei leucociti nel pre- e post-er a entrambe le intensità. Conclusioni. Per concludere, i nostri risultati hanno mostrato che l ER non ha indotto delezioni di mtdna negli uomini allenati alla resistenza, probabilmente a causa degli adattamenti verificatisi a causa dell allenamento cronico della resistenza. Parole chiave: Mutazione - Esercizio di resistenza - Stress ossidativo. There is a growing body of evidence indicates that an acute bout of intense exercise increase reactive oxygen species (ROS) genera- V i è una crescente quantità di evidenza che indica come una sessione acuta di esercizio fisico intenso aumenti la produzione di specie Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 315

16 RAHIMI Resistance exercise intensity reattive dell ossigeno (ROS), conducendo all ossidazione delle macromolecole 1-5. È stato suggerito come i mitocondri siano la principale fonte intracellulare di produzione di ROS, come l anione superossido o i radicali idrossilici 6, 7. Tali ROS sono generate come normali sottoprodotti della catena di trasporto degli elettroni e la loro produzione aumenta durante l esercizio fisico 1, 4. I mitocondri sono un importante organulo intracellulare e sono essenziali per la respirazione e la fosforilazione ossidativa della cellula. I mitocondri possiedono il proprio genoma (mtdna) che è composto da una molecola circolare a doppio filamento lunga bp che codifica 13 polipeptidi essenziali della catena respiratoria, 2 RNA ribosomiali e 22 RNA di trasferimento 8. Inoltre, evidenze sperimentali dimostrano che le mutazioni di mtdna sono il risultato dello stress ossidativo 8, 9. È stato dimostrato che la mutazione di mtdna è circa 10 volte maggiore rispetto al DNA nucleare (ndna) e ciò è dovuto alla più elevata concentrazione di ROS nei mitocondri, a inefficaci meccanismi di riparazione del DNA e all assenza di istoni protettivi 10. Adachi et al. 11 hanno fornito la prima evidenza diretta per mostrare che le ROS sono responsabili dell occorrenza delle delezioni di mtdna. Essi hanno dimostrato che una delezione di 4 kb nel mtdna è stata generata nei cardiomiociti attraverso la somministrazione intraperitoneale di doxorubicina in topi Balbc. È noto che la doxorubicina induce la formazione di radicali liberi nel cuore e stimola la formazione di anioni superossido nei mitocondri 12. In base a tali ragioni, è possibile presupporre che il mtdna sia più soggetto a danneggiarsi in condizioni di stress ossidativo 10 e che tale danneggiamento possa verificarsi a causa dello stress ossidativo indotto dall esercizio fisico 13. Tra le mutazioni di mtdna, una delle più importanti per lunghezza e frequenza è una singola delezione, quella a carico della coppia di basi n del mtdna (mtdna4977) che si verifica in diversi tipi di carcinomi umani La delezione di mtdna4977 (delezione comune) rimuove un terzo del genoma essenziale del mtdna, compresi geni strutturali della catena di trasporto degli elettroni (ATPasi 8, ATPasi 6, citocromo ossidasi III, subunità 3 della NADH deidrogenasi [ND3], ND4L e ND4) e cinque geni per trna 19. Una maggiore mutazione di mtdna si verifica spesso negli esseri umani con l avanzare dell età 9 ed è stata associata a diverse malattie degenerative associate all età avanzata 14, 20, 21. Nonostante l importanza della delezione di mtdna4977 nella produzione di energia nel corso dell esercizio fisico, i dati disponibili non sono definitivi e solo pochi studi sembrano avere affrontion leading to macromolecule oxidation. 1-5 It has been suggested that the mitochondria are the major intracellular source of ROS generation such as superoxide anion or hydroxyl radicals. 6, 7 These ROS are produced as normal byproducts of the electron transport chain and its production increased during exercise. 1, 4 Mitochondria are an important intracellular organelle that are essential for respiration and oxidative phosphorylation of the cell. Mitochondria have own genome (mtdna) which is composed of 16,569-bp circular double-stranded molecule that encodes 13 essential polypeptide of the respiratory chain and 2 ribosomal RNAs and 22 transfer RNAs. 8 In addition, experimental evidence demonstrates that mtdna mutations are supposed to be a result of oxidative stress. 8, 9 It has been shown that the mtdna mutation is about 10 times more than the nuclear DNA (ndna) which is due to the higher concentration of ROS in mitochondria, ineffective DNA repair mechanisms, and the absence of protective histones. 10 Adachi et al. 11 provided the first direct evidence to show that ROS are responsible for the occurrence of mtdna deletions. They demonstrated that a 4 kb deletion of mtdna was generated in the cardiomyocytes by intraperitoneal administration of doxorubicin to Balbc mice. It is known that doxorubicin induces formation of free radicals in the heart and stimulates superoxide anion formation in mitochondria. 12 Based on these reasons; it is possible to postulate that mtdna is more susceptible to damage under oxidative stress 10 and it may be occurring due to exercise-induced oxidative stress. 13 Among mtdna mutations, one of the most important by its length and frequency is one single deletion, the 4977 bp deletion of mtd- NA (mtdna 4977 ), which is occurring in different types of human cancers The mtdna 4977 deletion (common deletion) removes one-third of the essential mtdna genome which include structural genes of electron transport chain (AT- Pase 8, ATPase 6, cytochrome oxidase III, NADH dehydrogenase subunit 3 (ND3), ND4L, and ND4) and five trna genes. 19 Increased mtdna mutation frequently occurs in humans with aging 9 and has been associated with a number of age related degenerative diseases. 14, 20, 21 Despite the importance of mtdna 4977 deletion in energy production during exercise, 316 MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

17 Resistance exercise intensity RAHIMI the available data are not conclusive and only a few studies appear to have addressed the mtdna 4977 deletion after exercise. 13, 22, 23 Sakai et al. 13 showed that acute exercise (at a running speed of 40 m/min for 20 min) causes the mtdna 380-bp deletion in rat skeletal muscle compared to control rats, and concluded that the oxidative stress induced by acute exercise modifies mtdna. However, Jafari et al. 24 demonstrated that one session of aerobic exercise does not cause mtdna deletion in rat skeletal muscle. Also, Huang et al. 25 demonstrated that exhaustive exercise (at a speed of 30 m/min until exhaustion) had no effect on mtdna 4834 deletion of muscular and hepatic tissues in young rats. To date, there are only 3 studies to investigate the effect of exercise on the mtdna 4977 deletion in human. 22, 23, 26 However, there aren t any studies in relating other mtdna deletions such as 8.7 kb and 7.5 kb deletion in response to exhaustive exercise. Iwai et al. 23 examined the dynamic changes of the deleted mitochondrial DNA in human blood leucocytes after endurance exercise in untrained individual. In this study, the mtdna 4977 deletion in leucocytes was detected prior to the exercise regime in all five subjects, who were all living normal, exercise-free lifestyles. They demonstrated that the common deletion in leucocytes disappears over a period of several days after endurance exercise and reappears a number of days thereafter. Also, Iwai et al. 22 identified mtdna 4977 deletion in healthy female soccer players and showed that drinking green tea catechins for 5 weeks caused the frequency of mtdna 4977 deletion to significantly decrease. However, Mirzaei et al. 26 examined the effect of aerobic exercise training on mtdna 4977 deletion in blood leucocytes of untrained healthy young men. They reported that eight week aerobic training did not induce mtdna 4977 in human blood leucocytes. Based on literature knowledge, no studies, to date, have examined the effect of resistance exercise on mtdna 4977 deletion and 8.7 kb, 7.5 kb and 7.4 kb deletion in athletes. Therefore, in an attempt to progress in the understanding of exercise-induced mtdna deletions, the present study was designed to investigate the effect of resistance exercise with different intensities on mtdna deletions in young athletes. tato la delezione di mtdna4977 dopo l esercizio fisico 13, 22, 23. Sakai et al. 13 hanno mostrato che l esercizio fisico intenso (a una velocità di corsa di 40 m/minuto per 20 minuti) causa la delezione a carico della coppia di basi n. 380 del mtdna nei muscoli scheletrici dei ratti rispetto a ratti di controllo, e hanno concluso che lo stress ossidativo indotto dall esercizio intenso modifica il mtdna. Tuttavia, Jafari et al. 24, hanno dimostrato che una sessione di esercizio fisico aerobico non causa la delezione di mtdna nel muscolo scheletrico dei ratti. Inoltre, Huang et al. 25 hanno dimostrato che l esercizio fisico estenuante (a una velocità di 30 m/minuto fino alla spossatezza) non ha avuto alcun effetto sulla delezione di mtdna4834 nei tessuti epatici e muscolari di ratti giovani. Finora, sono stati condotti solo 3 studi che hanno esaminato l effetto dell esercizio fisico sulla delezione di mtdna4977 negli esseri umani 22, 23, 26. Tuttavia, non esistono altri studi che abbiano esaminato altre delezioni di mtdna come la delezione di 8,7 kb e 7,5 kb in risposta all esercizio fisico estenuante. Iwai et al. 23 hanno esaminato le variazioni dinamiche del DNA mitocondriale soggetto a delezione nei leucociti del sangue umano dopo l esercizio di endurance in individui non allenati. Nel presente studio, la delezione di mtd- NA4977 nei leucociti è stata rilevata prima del regime di esercizio fisico in tutti e cinque i soggetti, i quali conducevano tutti stili di vita normali, senza praticare attività sportive. Essi hanno dimostrato che la delezione comune nei leucociti scompare in un periodo di diversi giorni dopo l esercizio di endurance e riappare diversi giorni dopo. Inoltre, Iwai et al. 22 hanno identificato la delezione di mtdna4977 in calciatrici sane e hanno mostrato che l assunzione di catechine del tè verde per 5 settimane ha causato una riduzione significativa della frequenza di delezione del mtdna4977. Tuttavia, Mirzaei et al. 26 hanno esaminato l effetto dell allenamento aerobico sulla delezione di mtd- NA4977 nei leucociti ematici di giovani uomini sani e non allenati. Essi hanno riportato come otto settimane di allenamento aerobico non abbiano indotto delezioni di mtdna4977 nei leucociti del sangue umano. Sulla base delle conoscenze riportate dalla letteratura, nessuno studio ha finora esaminato l effetto dell esercizio di resistenza sulla delezione di mtdna4977 e di 8,7 kb, 7,5 kb e 7,4 kb negli atleti. Pertanto, nel tentativo di migliorare la comprensione delle delezioni di mtdna indotte dall esercizio fisico, il presente studio è stato concepito per esaminare l effetto dell esercizio di resistenza, condotto a diverse intensità, sulle delezioni di mtdna nei giovani atleti. Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 317

18 RAHIMI Resistance exercise intensity Materials and methods Experimental approach to the problem Mitochondrial DNA deletions were determined to heavy- and moderate-re protocols using a randomized, counterbalanced design. All subjects acted as their own controls in a crossover design. Ten resistance-trained (RT) men were randomly assigned to participate in bouts of RE, separated by 72 h, involving 4 sets of 5 exercises with 90% of 1RM and 4 sets of 5 exercise with 75% of 1RM until exhaustion. Blood samples were collected before (Pre) and immediately after (Post) each RE session to analyze mtdna deletions in blood leucocytes using multiplex polymerase chain reaction (PCR). Subjects Ten resistance trained men (age: 21.00±2.30 year; weight: 74.71±8.73 kg; height: ±5.95 cm) who had at least 1 year experience in whole-body resistance training volunteered to participate in this study. The experimental procedure was explained in details to all subjects and they completed a written informed consent approved by the local institutional ethics committee. Subjects were on their ordinary diet, and did not consume anabolic steroids or any other anabolic agents known to increase performance. No subjects were smoker or used antioxidant supplementation. Experimental design One week prior to the experimental resistance exercise workouts, subjects came to the Exercise Physiology Lab for measuring height, weight and one repetition maximum (1RM) for the bench press, leg press, seated bar shoulder press, arm curls and lat pull down exercises. 3, 27 Prior to 1RM testing, all subjects performed warm-up, which consisted of 3 min running, 5-10 repetitions at 50% of perceived maximum strength and stretching period. The warm-up procedure was held constant throughout all the testing sessions. Each subject performed 2 RE protocols of different intensities in a randomized, cross-over design. At least 72 hours of recovery time were allowed between each training session. Subjects were instructed not to train or be involved in strenuous activ- Materiali e metodi Approccio sperimentale al problema Le delezioni di DNA mitocondriale sono state determinate in protocolli di esercizio di resistenza (ER) a intensità elevata e moderata utilizzando un disegno randomizzato controbilanciato. Tutti i soggetti hanno agito come controlli di se stessi in un disegno crossover. Dieci uomini allenati alla resistenza (AR) sono stati assegnati in maniera casuale per partecipare a sessioni di ER, separate da 72 ore, che prevedevano 4 serie di 5 esercizi con carico al 90% di 1RM e 4 serie di 5 esercizi con carico al 75% di 1RM fino alla spossatezza. I campioni di sangue sono stati raccolti prima (Pre) e immediatamente dopo (Post) ciascuna sessione di ER per analizzare le delezioni di mtdna nei leucociti ematici mediante reazione a catena della polimerasi (PCR) multiplex. Soggetti Dieci uomini allenati alla resistenza (età: 21±2,30 anni; peso: 74,71±8,73 kg; altezza: 175,14±5,95 cm) che avevano almeno 1 anno di esperienza nell allenamento della resistenza corporea si sono offerti volontari per partecipare a questo studio. La procedura sperimentale è stata spiegata nel dettaglio a tutti i soggetti, i quali hanno compilato il consenso informato scritto approvato dal locale Comitato etico dell istituto. I soggetti seguivano una dieta ordinaria, senza consumo di steroidi anabolizzanti o di altre sostanze anaboliche note per aumentare la performance. Nessun soggetto era fumatore o faceva uso di integratori antiossidanti. Disegno sperimentale Una settimana prima degli allenamenti sperimentali di esercizi di resistenza, i soggetti si sono recati presso il laboratorio di fisiologia dell esercizio per la misurazione di altezza, peso e di una ripetizione massimale (1RM) per gli esercizi di bench press, leg press, shoulder press con bilanciere da seduti, arm curls e lat pull down 3, 27. Prima dei test di 1RM, tutti i soggetti hanno effettuato un riscaldamento, che prevedeva 3 minuti di corsa, 5-10 ripetizioni al 50% della forza massima percepita e un periodo di stretching. La procedura di riscaldamento è stata mantenuta costante per tutte le sessioni di test. Ogni soggetto ha effettuato 2 protocolli di ER a diverse intensità in un disegno crossover randomizzato. Tra le sessioni di allenamento sono state fatte passare almeno 72 ore di tempo di recupero. I soggetti sono stati istruiti a non allenarsi o 318 MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

19 Resistance exercise intensity RAHIMI ity for 48 hours before or after the experimental RE trial. All the subjects completed two RE protocols that consisted of 4 sets of the bench press, leg press, seated bar overhead press, arm curls and lat pull down exercises at 90% of 1RM with 3 min rest between sets and at 75% of 1RM with 90s rest between sets, and each set was performed to exhaustion. To ensure that all subjects were moving at approximately the same velocity for each repetition, each set was timed using a handheld stopwatch. The spotter called out a cadence for the eccentric and concentric phases of each repetition. The repetition velocity consisted of a 3-second eccentric phase followed by a 1-second concentric phase. The volume of each exercise was calculated as the number of sets complete repetitions load (kg). Blood sampling and mtdna extraction Blood samples were collected from each subject in a seated position from an antecubital vein into EDTA-containing tubes at pre and post RE bouts. Mitochondrial DNA was isolated from peripheral blood leukocytes using standard phenol-chloroform method by GPP Solution kit (Gen Pajoohan Pouya Co). Multiplex PCR Multiplex PCR reactions were carried out using four sets of primers: ONP89/ONP86 with ONP74/ONP25, ONP10/ONP74 and ONP25/ ONP99 (Table I). ONP89 primer located at bp and ONP86 located at bp of the mtdna were used to amplify a 279-bp fragment in a rarely deleted region as an internal control in each sample. ONP74 primer located at bp and ONP25 located at bp of the mtdna were used to amplify a prendere parte ad attività faticose per 48 ore prima o dopo la prova sperimentale di ER. Tutti i soggetti hanno completato due protocolli di ER composti da 4 serie di esercizi di bench press, leg press, overhead press con bilanciere da seduti, arm curls e lat pull down con un carico al 90% di 1RM e 3 minuti di riposo tra le serie e con un carico al 75% di 1RM e 90 secondi di riposo tra le serie; ciascuna serie è stata condotta fino alla spossatezza. Per garantire che tutti i soggetti si muovessero a circa la stessa velocità per ogni ripetizione, ogni serie è stata cronometrata utilizzando un cronometro portatile. L osservatore stabiliva un ritmo per le fasi eccentriche e concentriche di ogni ripetizione. La velocità di ripetizione prevedeva una fase eccentrica di 3 secondi seguita da una fase concentrica di 1 secondo. Il volume di ogni esercizio è stato calcolato come numero di serie x ripetizioni completate x carico (kg). Campionamento ematico ed estrazione di mtdna I campioni ematici sono stati raccolti da ogni soggetto in posizione seduta da una vena antecubitale in provette contenenti EDTA nelle sessioni pre- e post-er. Il DNA mitocondriale è stato isolato da leucociti nel sangue periferico con il tradizionale metodo fenolo-cloroformio mediante il kit della soluzione GPP (Gen Pajoohan Pouya Co). PCR multiplex Le reazioni di PCR multiplex sono state condotte utilizzando quattro serie di primer: ONP89/ONP86 con ONP74/ONP25, ONP10/ONP74 e ONP25/ ONP99 (Tabella I). Il primer ONP89 ubicato a bp e il primer ONP86 ubicato a bp del mtdna sono stati utilizzati per amplificare un frammento di 279-bp in una regione raramente soggetta a delezioni come controllo interno in ogni campione. Il primer ONP74 ubicato a bp e il primer ONP25 ubicato a bp del mtdna sono stati utilizzati per amplificare una regione di 502-bp creata dalla delezione Table I. Position and oligonucleotide sequences of primers used in multiplex PCR amplification. Tabella I. Posizione e sequenze oligonucleotidiche dei primer utilizzati nell amplificazione mediante PCR multiplex. Name of primer Nucleotide position of primer Primer sequence ONP 86 (LF) (ND2) 5'- CCC TTA CCA CGC TAC TCC TA-3 ' ONP 89 (HB) (OL) 5 ' - GGC GGG AGA AGT AGA TTG AA-3 ' ONP 10 (HB) (Cyt b) 5 ' - TTG GCG TGA AGG TAG CGG AT- 3 ' ONP 74 (HB) (ND5) 5 ' - GGT TGA CCT GTT AGG GTG AG- 3 ' ONP 25 (LF) (COII) 5 ' - CTA CGG TCA ATG CTC TGA AA-3 ' ONP 99 (HB) B(D-loop) 5 ' - GTG GTC AAG TAT TTA TGG TA-3 ' Vol No. 3 MEDICINA DELLO SPORT 319

20 RAHIMI Resistance exercise intensity Table II. Primers position used in PCR amplification for detection of four mtdna deletions. Tabella II. Posizione dei primer utilizzati nell amplificazione mediante PCR per la rilevazione di quattro delezioni di mtdna. Primers Start point of primer End point of primer Length of deletion (kb) Length of observed PCR product (bp) ONP 86, ONP ONP 86, ONP ONP 25, ONP ONP 25, ONP ONP 86, ONP (internal control) 502-bp region created by the mtdna 4977 deletion. ONP86 primer and ONP10 primer located at bp, ONP86 primer and ONP74 primer, ONP25 primer and ONP99 primer located at bp were used to amplify regions created by 8.7 kb, 7.5 kb and 7.4 kb deletions (Table II). 28 The distances between the primers were long enough to allow amplification only if a part of the DNA between respective primers was deleted. PCR reaction was carried out in a total volume of 25µL containing: 100 ng of total DNA, 10 pmol of each primer, 2.5 mm MgCl 2, 200 mm of each dntp, 2.5 µl 10 PCR buffer and 1 U TaqDNA polymerase. 28, 29 The PCR protocol included an initial melting temperature of 94 C (5 min) followed by 35 cycles of amplification (1 min at 94 C, 1 min at 57 C, 40 s at 72 C). A final 10 min extension step (72 C) terminated the process. PCR products were separated on 2% agarose gels, run in 1X TBE at 95 V for 50 min, stained in 0.1 μg ml -1 ethidium bromide and visualized by UV light. Statistical analysis The Fisher s exact test of independence was used to compare mtdna mutations before and after both resistance exercise protocols. A P value <0.05 was considered statistically significant. Results Blood samples were analyzed for mtdna deletions using the multiplex PCR (Figure 1). No mtdna deletions were found in blood leucocytes samples before and after RE protocols. Also, the results revealed no significant difference in mtdna deletions between pre- and post test in both RE protocols (P>0.05). Exercise volume completed during two RE protocols were shown in Figures 2 and 3. di mtdna4977. Il primer ONP86 e il primer ONP10 ubicati a bp, il primer ONP86 e il primer ONP74, primer ONP25 e il primer ONP99 ubicati a bp sono stati utilizzati per amplificare regioni create dalle delezioni di 8,7 kb, 7,5 kb e 7,4 kb (Tabella II) 28. Le distanze tra i primer erano abbastanza lunghe da permettere l amplificazione solo se una parte del DNA tra i rispettivi primer era soggetto a delezione. La reazione di PCR è stata condotta in un volume totale di 25µl contenente: 100 ng di DNA totale, 10 pmol di ciascun primer, 2,5 mm MgCI2, 200 mm di ciascun dntp, 2,5 µl di 10x PCR buffer e 1 U di TaqDNA polimerasi 28, 29. Il protocollo di PCR prevedeva un iniziale temperatura di fusione di 94 C (5 minuti) seguita da 35 cicli di amplificazione (1 minuto a 94 C, 1 minuto a 57 C, 40 secondi a 72 C). Una fase di estensione finale da 10 minuti (72 C) ha concluso il processo. I prodotti della PCR sono stati separati su gel di agarosio al 2%, sottoposti a corsa in 1xTBE a 95 V per 50 minuti, colorati in 0,1 µg ml-1 bromuro di etidio e visualizzati con luce ultravioletta. Analisi statistica Il test esatto di Fisher per l indipendenza è stato utilizzato per confrontare le mutazioni di mtdna prima e dopo entrambi i protocolli dell esercizio di resistenza. Un valore P inferiore a 0,05 è stato considerato statisticamente significativo. Risultati I campioni ematici sono stati analizzati per delezioni di mtdna utilizzando la PCR multiplex (Figura 1). Non è stata osservata nessuna delezione di mtdna nei campioni di leucociti ematici prima e dopo i protocolli di ER. Inoltre, i risultati non hanno rivelato nessuna differenza significativa nelle delezioni di mtdna tra i test precedenti (pre) e successivi (post) a entrambi i protocolli di ER (P>0,05). Il volume dell esercizio fisico completato durante i due protocolli di ER è illustrato nelle Figure 2 e MEDICINA DELLO SPORT Settembre 2013

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Prodotto Isi Web Knowledge

Prodotto Isi Web Knowledge Guida pratica all uso di: Web of Science Prodotto Isi Web Knowledge acura di Liana Taverniti Biblioteca ISG INMP INMP I prodotti ISI Web of Knowledge sono basi di dati di alta qualità di ricerca alle quali

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Compagnia di San Paolo LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Comunità Europea European Space Agency Attività extraveicolare sulla Stazione Spaziale

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP

Infatti il glucosio viene bruciato in presenza di ossigeno e l'energia liberata, immagazzinata sotto forma di ATP I mitocondri sono gli organuli responsabili della produzione di energia necessaria alla cellula per crescere e riprodursi. Queste reazioni, che nel loro insieme costituiscono il processo di "respirazione

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search T TMTMTt QUICK REFERENCE GUIDE Web of Science SM IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? Consente di effettuare ricerche in oltre 12.000 riviste e 148.000 atti di convegni nel campo delle scienze, delle scienze

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata

1. Manifestano la loro azione negativa solo in età adulta avanzata Perché invecchiamo? La selezione naturale opera in maniera da consentire agli organismi con i migliori assetti genotipici di tramandare i propri geni alla prole attraverso la riproduzione. Come si intuisce

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Potenze di 10 e il SI

Potenze di 10 e il SI Le potenze di 10 e il SI - 1 Potenze di 10 e il SI Particolare importanza assumono le potenze del numero 10, poiché permettono di semplificare la scrittura di numeri grandissimi e piccolissimi. Tradurre

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES

CARATTERISTICHE GENERALI / GENERAL FEATURES OPZIONI» otori i versioe flagia;» Coessioi laterali o posteriori;» Albero: cilidrico o scaalato;» Coessioi metriche o BSPP;» Altre caratteristiche speciali OPTIONS» Flage mout;» Side ad rear ports;» Shafts-

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante!

I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport hanno una pagella brillante! I teenagers che fanno sport non solo stanno meglio in salute ma prendono anche voti migliori a scuola! Lo dimostra una ricerca svolta al dipartimento

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli