Contenuti. 1. Prefazione Cosa c è nel Toolkit Scopo e vantaggi del Toolkit Come utilizzare il Toolkit...8

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Contenuti. 1. Prefazione...4. 2. Cosa c è nel Toolkit...5. 3. Scopo e vantaggi del Toolkit...6. 4. Come utilizzare il Toolkit...8"

Transcript

1 1

2 Contenuti 1. Prefazione Cosa c è nel Toolkit Scopo e vantaggi del Toolkit Come utilizzare il Toolkit domande per formatori/tutors Definizione delle competenze trasferibili Le 10 competenze tematiche Come inserire le competenze trasferibili nell apprendimento non formale aree di pratica creative Misurazione dei progressi Suggerimenti

3 Il Toolkit Il Transferable Skills Toolkit è stato finanziato dal Fondo LSIS per la flessibilità e per l'innovazione che mira a promuovere e sostenere progetti innovativi che hanno il potenziale di produrre miglioramenti significativi nelle pratiche e nelle prestazioni del settore. Il Fondo rappresenta l'impegno di LSIS nell orientare risorse nel settore dell apprendimento e delle competenze, avvalendosi delle conoscenze di esperti, per costruire capacità di innovazione e di miglioramento per tutto il settore. È stato sviluppato e scritto da Rinova Ltd e progettato e pubblicato da WAC Performing Arts and Media. WAC è impegnata in standard professionali della formazione e nello sviluppo professionale continuo per i giovani che cercano di affermarsi come professionisti o docenti nel settore creativo. Toolkit Sviluppo, Progettazione e Produzione : Rinova ltd John Lancaster - Concept Design e Autore principale Richard Parkes - Redattore Imogen Slater Co-autrice, Valutazione e Sviluppo Case Study Julie Parish - Co-autrice, Design iniziale e Project Management Ringraziamenti Vorremmo ringraziare i seguenti tutor che hanno fornito risposte o sperimentato il toolkit : Glenn Dallas, Gavin Bedford, Roxie Cayenne, Chas Mollett, Marie Boateng e Keith Gilles e Vanessa Chadwick per la ricerca assistenza. Contatti per maggiori informazioni Celia Greenwood - WAC Performing Arts Tel : +44 ( 0 ) Julie Parish - Rinova Tel : +44 ( 0 ) rinova.co.uk Photo & Grafica Tutte le fotografie sono state fornite da WAC Performing Arts and Media e sono state realizzate da Dee Conway. il Word Cloud sulla copertina è stato generato attraverso Wordle ( ) utilizzando il testo dalla sezione sulle 10 aree tematiche di competenze trasferibili. 3

4 1. Prefazione Il vantaggio dei giovani derivante dal coinvolgimento in attività creative è stato ampiamente riconosciuto nella comunità artistica, nell istruzione e nel lavoro giovanile da quasi 40 anni. Queste attività sono state spesso viste come un fine di per sé, una opportunità per i giovani coinvolti in una attività positiva che può tenerli lontani da passatempi più negativi e dare loro un obiettivo diverso. Il coinvolgimento in attività creative e artistiche può contribuire a fornire un visione più positiva, aumentare la fiducia ed è stato collegato al miglioramento della salute e della riduzione della criminalità e della esclusione sociale. Tuttavia, assumere che le attività creative siano semplicemente fini a se stesse, non tiene conto dei reali e tangibili raggiungimenti che possono essere fatti in termini di sviluppo di abilità chiave e di competenze di occupabilità di base che possono derivare dalla partecipazione in attività creative. Questo progetto è stato sviluppato non solo per identificare queste competenze trasferibili, ma per fornire un kit di strumenti e una metodologia che possono essere incorporati in una vasta gamma di attività creative ed artistiche insieme a metodi per la registrazione e la valutazione dei progressi e della distanza percorsa. Progettato principalmente per situazioni di apprendimento non formale può essere facilmente utilizzato in ambienti educativi e di formazione professionale più formali. Molti professionisti creativi, in un certo numero di anni, hanno acquisito (a volte inconsapevolmente) una vasta gamma di competenze trasferibili, che possono usare sia nel loro lavoro che nella loro vita. Ad esempio, gli artisti che hanno creato e gestito eventi o festival possono prendere quelle competenze organizzative e di gestione ed utilizzarle in altri settori e luoghi di lavoro. I benefici del miglioramento competenze trasferibili sono notevoli sia per i formatori che per gli studenti. Si richiede semplicemente un pò di attenta riflessione nella messa a fuoco e nella pianificazione in modo che gli studenti possano costruire il loro portfolio di competenze e siano in grado di produrre evidenze quando necessario. Pertanto, nella produzione di questo toolkit miriamo ad aiutare i formatori e gli studenti a pensare ed incorporarlo nel loro lavoro in modo che essi, a loro volta, possono avere un impatto reale sulla ampiezza e la profondità della conoscenza ed apprendano dalla loro partecipazione. Questo semplice toolkit è solo la prima fase di un processo a lungo termine di sensibilizzazione sulle competenze trasferibili nella pratica culturale. Ed è quello che ci proponiamo di migliorare e costruire sulla base dell esperienza di ciò che funziona e ciò che non funziona. Sono certa che tutti, non importa quale sia il loro settore specialistico della pratica creativa, troveranno qualcosa utile e produttivo in questo toolkit. Celia Greenwood Direttore, WAC Performing Arts 4

5 2. Cosa c è nel Toolkit Lista di autovalutazione Docente - check list di autovalutazione rapida del tutor per misurare la propria serie di competenze trasferibili - come sono state acquisite? - possono essere provate se richiesto a potenziali datori di lavoro e clienti? Definizione di competenze trasferibili - quali sono le competenze trasferibili, quale stiamo usando, e perché sono importanti? - come possiamo incorporarle nell'apprendimento non formale? - come possono evidenziarle gli studenti? - abbiamo raggruppato le competenza trasferibili in 10 temi 10 Competenze tematiche - comunicazione, matematica, tecnologia, interpersonale, personale, informazioni, pensiero creativo, organizzativo, aziendale, apprendimento e miglioramento Misurare i progressi - misurare ed evidenziare i progressi degli studenti - 4 modi per evidenziare e come farlo Come incorporare le competenze nei processi di apprendimento 5 aree di attività creative - scegliere su quale competenza concentrarsi - individuare quelle più adatte a gruppi particolari - pianificare la sessione ed il corso includendo le competenze trasferibili - per questo toolkit e questo programma ci siamo concentrati su 5 aree di pratica creativa - esecuzione musicale e organizzazione, tecnologia musicale e tecnica del suono, video e design digitale, teatro, danza Suggerimenti per l implementazione - alcuni consigli a cui fare attenzione quando si lavora con le competenze trasferibili per es. che tipo di informazione di monitoraggio cerca la vostra organizzazione? 5

6 3. Scopo e vantaggi del toolkit Nel 2010 WAC Performing Arts and Media College hanno avuto successo con un bando del Learning & Skills Improvement Service (LSIS) Fondo per la Flessibilità e l Innovazione per un progetto biennale intitolato: Trasferibilità e progressione attraverso l'apprendimento nel settore delle industrie culturali e creative Questo progetto ha avuto, tra i suoi obiettivi, la progettazione di un toolkit per formatori per consentire loro di erogare competenze chiave e trasferibili attraverso la pratica culturale. Il toolkit si basa quindi sul riconoscimento che le arti e formazione culturale può essere un veicolo efficace per lo sviluppo delle competenze chiave e trasferibili. Si rivolge a insegnanti e formatori nel campo dell'apprendimento non formale nei settori creativi e culturali. Ad esempio, queste potrebbero essere sessioni di tecnologia musicale, corsi di formazione per adulti, partecipazione a corsi in sedi arti artistiche, sessioni di ballo in un centro giovanile, le associazioni teatrali etc. " Il toolkit LSIS è una buona base per la formalizzazione dei processi. Rende esplicito e consapevole l'insegnamento". COLLAGE ARTS Tutor È stato progettato per tutti i livelli di formatore - sia quelli esperti che quelli nuovi agli ambienti di apprendimento non formale. Esso tiene conto delle diverse posizioni di partenza e delle diverse esigenze di coloro che sono da poco nella formazione e di quelli con un lunga e consolidata prassi. Aiuta i formatori a: Riflettere e valutare, la loro acquisizione e l'uso delle competenze trasferibili e; Individuare e sperimentare modi in cui essi possono incorporare, acquisire e valutare le competenze trasferibili sviluppati da studenti e partecipanti ai corsi in varie forme d'arte e creatività. Questo toolkit si basa su una serie di ampiamente riconosciuta di Competenze trasferibili raggruppate in 10 aree tematiche: 1. comunicazione 2. matematica 3. tecnologia 4. interpersonale 5. personale 6. informazioni 7. pensiero creativo 8. organizzative 9. aziendali 10. Imparare e migliorare 6

7 BENEFICI DELLE COMPETENZE TRASFERIBILI STUDENTI I giovani che svolgono attività creative e culturali e che ricevono un sostegno per sviluppare competenze trasferibili possono beneficiare di una maggiore occupabilità e migliorare il set di abilità da offrire ai datori di lavoro. Essi potranno anche beneficiare di una maggiore fiducia e autostima, migliorate capacità di comunicazione e capacità di lavorare efficacemente in team. Inoltre, l'esperienza dei loro formatori fornirà loro aspirazioni positive per il futuro. FORMATORI Formatori / insegnanti saranno in una posizione migliore per ispirare e formare nuovi potenziali formatori e saranno più efficaci nella loro capacità di integrare competenze chiave trasferibili nel loro insegnamento non formale e nei corsi con una serie di giovani. DATORI DI LAVORO I datori di lavoro potranno beneficiare di giovani che hanno una maggiore consapevolezza delle proprie competenze trasferibili (acquisite attraverso la pratica creativa) e la loro capacità di evidenziarle nelle domande di lavoro e nelle interviste. COMUNITA Il settore dell'apprendimento non formale all'interno delle industrie creative e culturali lavora spesso con gruppi quali: le minoranze etniche e di migranti, disoccupati e giovani NEET, ex detenuti, senzatetto, persone con difficoltà di apprendimento ed esigenze specifiche e quelli a rischio di devianza. Tutti questi gruppi già subiscono notevoli svantaggi in termini di accesso a opportunità di lavoro. I progetti creativi consentiranno ai giovani di queste comunità l'opportunità di godere di un passatempo creativo e allo stesso tempo aumentare essenziali competenze chiave in un ambiente favorevole e accogliente per coloro che non possono godere di una formazione formale. 7

8 4. Come utilizzare il toolkit Mentre il toolkit è stato disposto in un ordine logico che fluisce da una sezione all'altra, è anche possibile spostarsi in aree che sono di interesse. Comunque, sarebbe probabilmente utile se vi attenete all'ordine principale che è: 1. Fare la checklist di autovalutazione del formatore e prendere un paio di appunti su ciò a cui è necessario dare un seguito 2. Guardate la definizione di competenze trasferibili che stiamo utilizzando in questo programma 3. Guardare le 10 aree di competenze tematiche 4. Pensare a quali competenze possono essere incorporate nella vostra propria pratica creativa o insegnamento artistico 5. Pensare al vostro gruppo di clienti/studenti. Quali pensate siano le competenze di cui hanno più bisogno e come è possibile incorporarle nelle sessioni? 6. Elaborare un piano per una sessione o serie di sessioni in cui si ha intenzione di lavorare fino ad un massimo di 3 competenze trasferibili 7. Progettare un breve questionario per gli studenti all'inizio del loro lavoro con voi. Chiedere loro di ripeterlo verso la fine e confrontare i risultati. 8. Alla fine della sessione/sessioni previste quanto pensate di avere fatto, quanto hanno progredito? Che prove si possono fornire a sostegno di questo? 9. Consigli per l'attuazione fare la lista di autovalutazione docente rivedere la definizione di competenze trasferibili guardare e assorbire le 10 aree tematiche di competenze decidere quali abilità sono più adatte ai tuoi discenti e la tua pratica creativa? elaborare un piano di come si intende incorporare le competenze trasferibili nella sessione - scegliere un massimo di tre competenze chiedere agli studenti di compilare un breve questionario sulla base delle tre competenze all'inizio e alla fine della sessione o corso guardare a come le evidenze possono essere raccolte per dimostrare i progressi 8

9 5. 10 domande per formatori / tutor Prima di entrare in ogni dettaglio del toolkit, suggeriamo che in primo luogo il tutor risponda ad alcune brevi domande riguardo le proprie esperienze di competenze trasferibili. Di seguito è riportato un elenco di domande che chiedono quali competenze trasferibili si pensa di aver acquisito nella propria attività creatività, come e dove sono state acquisite e come potrebbero essere evidenziate se richiesto. Questo toolkit è stato progettato sia per i formatori esperti / affermati sia per coloro che sono nuovi nell'insegnamento in situazioni non formali. Compilando questa checklist e lavorando con il toolkit, si conterà come su una preziosa occasione di sviluppo professionale continuo, non importa quale sia il vostro livello di esperienza. LISTA DOMANDE SI NO Competenze chiave trasferibili Avete capito appieno cosa si intende per competenze trasferibili nel contesto di questo toolkit? Siete a conoscenza delle principali competenze trasferibili che molti datori di lavoro stanno cercando? Riuscite ad individuare almeno tre competenze trasferibili che avete acquisito attraverso l'apprendimento in campo culturale? Integrare le competenze chiave nel vostro insegnamento e nella formazione Avete mai incorporato competenze trasferibili in uno qualsiasi dei vostri corsi o sessioni di insegnamento? Volete sapere come si potrebbe iniziare a incorporare le competenze trasferibili nel vostro insegnamento? Avete mai prodotto piani didattici di corso o di lezioni per l'insegnamento che fate? Fornire evidenze Siete a conoscenza dei tipi di prove che gli studenti possono produrre per dimostrare che hanno sviluppato le loro competenze trasferibili? Avete mai avuto modo di produrre un portfolio di prove per voi o per i vostri studenti? Misurazione dei progressi Sapete quali sono i metodi che voi e i vostri allievi potreste usare per monitorare i progressi nell'acquisizione di competenze trasferibili? La tua pratica creativa Puoi elencare 5 competenze trasferibili che possono venire fuori dall'insegnamento che fate nella vostra area specialistica? Un segno di spunta in qualsiasi casella "No" significa che ci deve essere qualcosa nel toolkit adatto a voi da guardare e lavorarci su. 9

10 6. Definizione delle competenze trasferibili Glossario Definizioni comuni intorno alle competenze trasferibili possono essere difficili da definire. Quindi, ai fini del presente toolkit includiamo un breve glossario di ciò che intendiamo per ogni termine. Competenze chiave: Sono le competenze generali di cui gli individui hanno bisogno per avere successo sia nel lavoro che nella vita adulta. Si tratta di competenze per le quali sono possibili norme nazionali e il cui ottenimento può essere valutato oggettivamente. Sono trasferibili. Abilità: Una volta che le hai, le puoi utilizzare in diverse situazioni. Competenze di base: Come le competenze chiave, ma il termine è utilizzato principalmente in Scozia Competenze trasferibili: Idem come competenze chiave Competenze funzionali: Sono di definizione più ristretta. Sono competenze pratiche in Inglese, matematica e ICT che aiutano gli studenti ad ottenere la maggior parte dei risultati nel lavoro, nell'istruzione e nella vita quotidiana. 6.1 Quali sono le competenze trasferibili? Le competenze trasferibili sono state oggetto di una serie di definizioni e di termini apparentemente intercambiabili. La mancanza di standardizzazione del termine ha comportato l'uso di etichette alternative. "Competenze di base", "competenze personali", "competenze generiche, soft skills, competenze funzionali" e competenze chiave fanno tutte ugualmente riferimento alla nozione di competenze non-specifiche. Allo stesso modo, le liste di specifiche competenze trasferibili che sono considerate importanti variano immensamente da soggetto a soggetto e da istituzione a istituzione. Per questo toolkit noi le definiamo come: "Competenze sviluppate in una situazione e che possono essere trasferite a un'altra situazione " o " Competenze sviluppate attraverso l'esperienza che possono essere utilizzate nei luoghi di lavoro". La questione dell'occupabilità e la pressione di dotare gli studenti con le competenze necessarie per un futuro impiego ha evidenziato l'obbligo di rendere gli studenti consapevoli delle competenze trasferibili sviluppate durante le loro varie forme di apprendimento. All'interno dell'ambiente di apprendimento non formale, succede spesso il caso che i giovani non siano consapevoli di apprendere competenze che saranno loro utili nella vita adulta. Come accennato in precedenza, le competenze trasferibili in genere si concentrano su un numero di aree comuni quali: capacità di comunicazione, far di conto, l'uso delle tecnologie dell'informazione, imparare ad apprendere, lavoro di squadra, leadership, problem solving, capacità relazionali, etc etc. 6.2 Su quali competenze chiave questo toolkit si concentra? Abbiamo esaminato tutta una serie di competenze trasferibili e ai fini del presente toolkit abbiamo selezionato : Quelle che i datori di lavoro dicono di volere Quelle che gli insegnanti ci hanno detto che molti dei loro allievi non hanno Quelle che riteniamo possano essere raggiunte attraverso sessioni creative 10

11 Nella sezione 7 le abbiamo raggruppate in 10 aree tematiche. 6.3 Perché sono importanti queste competenze? I datori di lavoro ed i reclutatori spesso chiedono le prove di queste competenze ed esamineranno domande richiedendo evidenza di averle sviluppate. Essendo in grado di identificare quando, dove, cosa e come uno studente ha sviluppato alcune competenze trasferibili, daranno loro una partenza in testa nei termini di rendere le applicazioni efficaci, eseguendo bene i colloqui, le audizioni o quando si lanciano per un cercare un lavoro. L impegno in alcuni tipi di attività, soprattutto quando i giovani hanno la possibilità di partecipare a più alti livelli di responsabilità, può aiutare con abilità lavorative come il lavoro di squadra, il processo decisionale, la pianificazione e la gestione del progetto, il possesso delle quali sarà un bene quando si candiderà per posizioni lavorative aumentandone le probabilità di progredire in un campo scelto. 6.4 Come le competenze si adattano a specifiche qualifiche? Per alcune organizzazioni sarà anche importante che le competenze trasferibili siano mappate vicino alle qualifiche che i formatori stanno fornendo e gli studenti stanno lavorandoci su. La sezione 11 offre alcuni suggerimenti su cosa questo possa significare. "Credo che sia importante avere queste competenze trasferibili incorporate nel lavoro che facciamo con i giovani... Penso che un sacco di competenze chiave sono apprese lavorando attraverso le arti, infatti quando si lavora con giovani che si trovano in situazioni difficili le arti sono un ottimo modo per coltivare queste competenze chiave perché generalmente stanno lavorando e sono creativi in un area che a loro piace ed in cui vogliono fare" WAC Tutor 11

12 7. Le 10 competenze tematiche Questo toolkit si concentra su 10 aree tematiche di competenze trasferibili che potrebbero giustamente essere descritte come competenze per la vita. Abbiamo deciso di caratterizzare una serie di competenze che sono anche le più comunemente ricercate dai datori di lavoro al momento di assumere e che noi crediamo possono essere raggiunte attraverso corsi nel settore creativo e pratica in situazioni di apprendimento non formale. Mentre alcune competenze sono altamente specifiche in natura ed in particolare per una occupazione (ad esempio, essere in grado di leggere la musica per diventare un musicista classico) le competenze trasferibili d'altra parte, sono le competenze morbide che permettono a qualcuno di diventare più efficace nella sua attività giornaliera, nel suo ruolo lavorativo - ad esempio essere in grado di pianificare i progetti. La tesi è che, mentre le competenze tecniche invecchiano più velocemente di quanto la tecnologia si sviluppi (ad esempio il software di tecnologia musicale di oggi è enormemente più avanzato di quello esistente 10 anni fa), le competenze trasferibili che gli studenti sviluppano rimarranno con loro e cresceranno per tutta la loro vita lavorativa. 12

13 TEMA 1: competenze di comunicazione COMUNICAZIONE ORALE COMUNICAZIONE SCRITTA COMUNICAZIONE NON VERBALE Usare il linguaggio per esprimere idee e dare in modo efficace informazioni o chiarimenti. Per esempio: esibirsi e divertire, parlare in pubblico, lanciare e presentare bene le idee, esprimere opinioni e sentimenti, intervistare persone, buone maniere al telefono, partecipare a discussioni di gruppo. Produrre semplici, ben espressi, facilmente comprensibili e interessanti testi in un formato appropriato per: , relazioni, proposte commerciali e di finanziamento, testi di canzoni, poesie, comunicati stampa, articoli, testi pubblicitari, siti web, social media, etc. Essere in grado di agire, reagire, ascoltare in modo positivo e costruttivo: ascolto attento, trasmettere immagine di sé positiva e fiduciosa, sviluppare bene il linguaggio del corpo, sviluppare un rapporto con una serie di persone, rispondere ai segnali non verbali, etc. TEMA 2: competenze numeriche FAR DI CONTO GESTIRE LE FINANZE ANALIZZARE DATI NUMERICI Capacità di utilizzare e lavorare con le cifre ed i dati: semplici calcoli, percentuali, uso di calcolatrici, etc. Budgeting, tenere registrazioni finanziarie accurate, utilizzare software come Excel per mantenere e gestire le finanze, valutare e analizzare i costi. Ad esempio guardare rendimenti su vendite, ricerche di mercato, cifre e dati di ascolto etc. TEMA 3: competenze tecnologiche ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA HARDWARE INFORMATICO SOCIAL MEDIA GESTIRE ATTREZZATURE Comprendere ed essere in grado di utilizzare una vasta gamma di software come elaborazione di testi, fogli di calcolo e database. Anche capire come utilizzare software specifici del settore come la tecnologia musicale, editing video, software per internet e siti web Sentirsi a proprio agio con l'utilizzo di: smartphone, computer portatili, ipad, etc. Comprendere l'uso dei social media come Facebook, Twitter, Myspace, etc. Assemblare, installare, fare manutenzione, riparare attrezzature 13

14 TEMA 4: abilità interpersonali (lavorare con altri) LAVORO DI SQUADRA FORMAZIONE, INSEGNARE, MENTORING, COACHING STABILIRE E MANTENERE RAPPORTI EFFICACI NEGOZIAZIONE ADATTAMENTO GESTIRE I RECLAMI E FEEDBACK Capacità di lavorare efficacemente con gli altri per raggiungere gli obiettivi Essere in grado di condividere esperienze con gli altri e aiutarli a imparare in entrambe le situazioni formali e non formali Essere sensibile alle altrui opinioni e preoccupazioni, estendendo il supporto del caso, trasmettere il senso dell'umorismo, esprimere sentimenti appropriatamente, creare ambiente positivo e ospitale Tenere discussioni con persone al fine di raggiungere una posizione di soddisfazione e di mutuo accordo Cambiare o modificare il vostro comportamento in risposta ai bisogni, desideri o richieste degli altri Essere in grado di affrontare in modo costruttivo i vari tipi di feedback e le critiche TEMA 5: le competenze personali GESTIONE DEL TEMPO IMMAGINE LEADERSHIP FLESSIBILITA AFFRONTARE OSTACOLI E CRISI IMPOSTAZIONI DEGLI OBIETTIVI Arrivare in tempo per le interviste, incontri, la giornata di lavoro, prove, eventi etc. in più essere in grado di assegnare la giusta quantità di tempo per vari compiti Essere consapevoli dell'impatto del proprio stile, vestiti adatti per situazioni diverse, l'igiene, la salute fisica, etc. Essere in grado di dirigere e motivare, stabilire le direzioni, delegare la responsabilità e vincere l'impegno degli altri. Essere in grado di cambiare i piani e rispondere alle nuove informazioni e / o situazioni. Adattamento ai nuovi ambienti. Capacità di analizzare e rispondere quando le cose non stanno andando secondo i piani. Essere in grado di definire e impostare obiettivi SMART (specifici, misurabili, raggiungibili, realistici, al momento opportuno) TEMA 6: competenze informative RICERCA DI INFORMAZIONI GESTIONE E ANALISI DELLE INFORMAZIONI Ricerca di informazioni adeguate a un problema da una varietà di fonti come siti web, libri, biblioteche, parlando con le persone, etc. Raccolta, categorizzazione e analisi dei dati. Confrontando, contrasto e combinando informazioni e dati, verifica dell accuratezza, la tenuta delle registrazioni etc. 14

15 TEMA 7: capacità di pensiero creativo CREATIVITÀ, IMMAGINAZIONE E INIZIATIVA PROCESSO DECISIONALE PROBLEM SOLVING PREVISIONE POSSIBILITA E RISULTATI - Concepire nuove soluzioni e approcci ai problemi; - Combinare materiali esistenti, idee, informazioni in nuovi modi; - Vedere problemi, modelli o opportunità; - Migliorare i prodotti, le procedure esistenti, etc attraverso l'innovazione; - Capacità di pensare e agire in modo indipendente. Individuare le opzioni, valutandole, determinare le priorità, e quindi scegliere il corso d'azione più appropriata Individuare e utilizzare un metodo o tecnica appropriata per pervenire ad una soluzione. Essere in grado di pensare allo scenario "Cosa accade se " e come trattare con lo stesso - simile alla gestione del rischio TEMA 8: competenze organizzative PIANIFICAZIONE GESTIONE DEL PROGETTO CAPACITÀ DI DARE LE PRIORITÀ Capire come pianificare le risorse e le attività disponibili per soddisfare un obiettivo: per eventi e attività, gestione dei dettagli Gestione delle risorse, attività, persone, risolvere i conflitti, mantenendo le parti appropriate informate dei piani e dei progressi. Impostare e mantenere orari. Impostare corretta sequenza di azioni. Essere in grado di gestire e tenere traccia di più di un compito alla volta Essere in grado di decidere le priorità per raggiungere gli obiettivi TEMA 9: competenze aziendali CONSAPEVOLEZZA DEL BUSINESS COMPETENZE DI BUSINESS E D IMPRESA - Interesse e conoscenza dell'ambiente commerciale. - Scoprire come il mondo della musica, il mondo della danza, del teatro, etc funziona davvero da un punto di vista commerciale - vendita - marketing - networking - politiche di mercato - negoziazione - servizio di assistenza 15

16 TEMA 10: imparare e migliorare le competenze VALUTARE IL PROPRIO LAVORO APPRENDIMENTO INDIPENDENTE SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO Definizione delle misure di progresso e di successo, sviluppando la capacità di auto-critica Capacità di guidare il proprio apprendimento attraverso l'apprendimento on-line, frequentando corsi brevi, parlando con mentori consapevoli etc Individuare le lacune nella formazione che devono essere indirizzate per progredire in vari campi e smistamento su come risolverli 16

17 8. Come inserire le competenze trasferibili nell apprendimento nonformale. 8.1 Identificare e selezionare le abilità con cui lavorare. In che modo inserisci, tu formatore, le Abilità Trasferibili nella tua sessione con i discenti? Il nostro approccio suggerito sarebbe identificare un numero limitato di Abilità Trasferibili che vuoi stabilire come obiettivo del tuo corso o della tua sessione. A seconda della lunghezza e del numero delle sessioni ed i bisogni di particolari gruppi di discenti, noi suggeriamo di scegliere non più di due o tre abilità su cui lavorare. Per identificarle bisogna considerare il modo in cui si conosce il gruppo di discenti. Sei in grado di scegliere in modo attendibile due o tre abilità che tu sai a loro mancanti o prima hai bisogno di un colloquio o di produrre un rapido questionario con loro? Devi anche considerare la facilità o meno con cui varie abilità possono essere espresse nella tua area specifica di pratica creativa. Ciò a cui miriamo è che c è bisogno di una certa previdenza e pianificazione. Ma soprattutto sii realistico su ciò che puoi ottenere. Che risultati puoi aspettarti? Non c è nulla di più demotivante per i formatori e per i discenti di un lavoro troppo arduo, troppo invasivo o impossibile da realizzare. I formatori devono vedere i benefici sottostanti a questo approccio al lavoro con i giovani. Se essi sono professionisti creativi, essi possono essere molto attenti al loro medium e quindi non tanto sintonizzati sull idea delle abilità trasferibili e l importanza di esse. 17

18 8.2 Pianificare le sessioni per includere il lavoro con le Abilità Trasferibili. Una volta stabilite su quali Abilità Trasferibili hai intenzione di focalizzarti, in che modo pianifichi le sessioni o i corsi per mettere in evidenza le Abilità Trasferibili? In genere ciò non accade per magia, quindi un po di pianificazione è necessaria. Ad esempio: quanto tempo dedicherai alle Abilità Trasferibili in una sessione o in un gruppo di sessioni? Un approccio semplice può essere preparare uno schema di corso o di sessione come quello seguente, in modo tale da seguirlo o monitorarlo con facilità: Scopo delle abilità trasferibili Obiettivi Metodi Tempo richiesto Risorse richieste Competenze finali In che modo cominceresti? Compito di gruppo o individuale? Riassunto Controllo delle competenze ESEMPIO DI PIANIFICAZIONE DI UN CORSO Cultura matematica Lavorare con i numeri Capacità di redigere un budget per un semplice evento Introdurre i discenti a Excel o altro foglio elettronico 2.5 ore su sei sessioni 30 minuti di discussione di gruppo sui budget degli eventi 30 minuti introduzione a Excel 30 minuti per discutere le potenziali sezioni del budget 1 ora per preparare il foglio di calcolo in cui inserire cifre e formule Accesso a PC o Mac + Calcolatori Alla fine del corso ciascun discente saprà come redigere un budget per un evento usando un foglio di calcolo Inizia a parlare degli eventi e del loro costo, dai alcuni esempi, parla di ciò che accadrebbe se le cose si mettessero male Comincia da un gruppo ma consenti il lavoro individuale Riassumi ciò che è stato insegnato durante il corso delle sessioni Stabilisci un piccolo compito/test per vedere se i discenti sono ora in grado di redigere un budget ragionevole da soli. Rendilo il più possibile reale, ad esempio un evento organizzato dalla tua organizzazione. 18

19 9. 5 aree di pratica creativa Abbiamo deciso di focalizzare questa strumentazione operativa su cinque aree della pratica creativa. Queste aree sono tipiche di discipline insegnate ai giovani in situazioni non formali. E comunque importante specificare che alcuni elementi di questa strumentazione operativa saranno pertinenti anche ad altre discipline artistiche nell industria culturale e creativa. Nelle sottosezioni seguenti daremo uno sguardo più approfondito a ciascuna di queste cinque aree. Ciascuna di esse avrà: Un testo introduttivo che ne spiega i punti principali Alcune idee su come le 10 abilità trasferibili siano conseguibili in quella particolare area (ad esempio, la Danza) Un esempio di matrice per ciascuna forma artistica che mostri come sia possibile inserire le Abilità Trasferibili nelle sessioni. Sarà possibile utilizzarla come un template per generare le proprie idee e schemi di sessione. Esecuzione Musicale e Music Business L esecuzione musicale ed il music business sono aree di interesse collegate, come chiunque suoni dal vivo (qualsiasi genere musicale e sia da solo che in gruppi o orchestra) saprà che il music business deve essere affrontato attivamente e negoziato se essi vogliono progredire nel loro campo specifico. Le abilità di esecuzione possono essere usate in molte altre occupazioni, mentre la conoscenza di come il music business funzioni sarà per essi assai utile, per lavorare nella industria della musica ed oltre. Abilità comunicative: l esecuzione musicale si presta bene ad abilità comunicative non verbali e la stesura di testi (di canzoni), comunicati stampa, contenuti di siti internet, può implicare tecniche di scrittura avanzate. Sentirsi sicuri durante le esecuzioni musicali può essere utile in altre situazioni, come parlare in pubblico. Abilità matematiche: l abilità musicale è stata spesso collegata con l abilità numerica. Quest area offre molte possibilità di lavorare con i numeri, per esempio: semplici calcoli che aiutano i discenti a impostare un bilancio, tenere un bilancio ed amministrare le finanze personali. Ad un livello più avanzato (manager ed agenti) è possibile apprendere nozioni di percentuali, diritti e proventi di vendita. Abilità tecnologiche: L esecuzione musicale include anche abilità tecnologiche. Essere capaci di usare i sintetizzatori, banchi di missaggio e sistemi PA ed organizzare una distribuzione online, sono tutte abilità estremamente utili. Oggi la tecnologia è diventata parte integrante di molte esecuzioni dal vivo, con gruppi che usano laptop e software come Ableton Live per produrre i propri suoni live. Nel Music Business le persone devono sentirsi a proprio agio nell usare Facebook, Myspace, Twitter ed altro per promuovere il proprio lavoro. Abilità impersonali: la composizione di canzoni e le prove richiedono buone abilità di lavorare in gruppo e l abilità di tenere relazioni produttive anche durante periodi difficili. I discenti devono essere sensibili nei riguardi delle altre persone del gruppo ed accettare critiche e feedback costruttivi. Avere discussioni con altri discenti per raggiungere un punto di accordo è un utile abilità. I musicisti spesso si trovano nella posizione di insegnare ed istruire altre persone e questa è un altra abilità trasferibile identificabile. 19

20 Abilità personali: arrivare in tempo alle prove ed alle sessioni di registrazione è importantissimo. Nella performance musicale è anche importante una consapevolezza di immagine e stile. Anche quando le cose non vanno come pianificato, gli individui devono mostrare leadership e flessibilità per superare questi ostacoli. Nel business musicale la tenacia e la determinazione a continuare nonostante critiche negative è un altra abilità preziosa. Abilità connesse all informazione: i discenti avranno bisogno di ricercare e trattare informazioni su argomenti quali nuove attrezzature, appuntamenti, tendenze e sistemi di distribuzione per la loro musica. Da un punto di vista economico, potrebbe essere utile anche l abilità a trattare ed analizzare le informazioni riguardanti cifre e ritorni di vendita. Abilità del Pensiero Creativo: le abilità del pensiero creativo non sono cruciali soltanto alla buona creazione ed esecuzione musicale, ma esse diventano vitali quando si cercano delle vie promuovere o commercializzare se stessi o il proprio gruppo. Identificare gli ostacoli per progredire e trovare vie innovative è un altra abilità chiave. Abilità organizzative: sono importanti per le prove e per l esecuzione. Organizzare calendari, vedere quali risorse mettere insieme, amministrarne delle altre. Anche organizzare meeting ed eventi vetrina e dare priorità ad eventi chiave offre opportunità per sviluppare Abilità Trasferibili. Abilità connesse al business: inevitabilmente la performance musicale si scontrerà rapidamente con alcuni aspetti commerciali del business. Elaborare in che modo valutare la composizione di qualcuno, networking e marketing, sono tutte abilità imprenditoriali desiderabili. Inoltre, più un discente conosce a proposito delle meccaniche del business musicale più egli sarà attrezzato in molte situazioni. Ciò include la conoscenza di case di registrazione, edizioni musicali, manager, agenti, legali che hanno a che fare con la proprietà intellettuale ed organizzazioni che riguardano royalties e diritti di autore, come Performing Rights Society (PRS) and Mechanical Copyright Protection Society (MCPS). Abilità di apprendimento e di miglioramento: molti musicisti si trovano in un ciclo di apprendimento e pratica continui. Un abilità utile è sapere ciò che necessita di miglioramento e come comportarsi a proposito dalla semplice richiesta di aiuto ad un amico alla iscrizione ad un corso. E interessante vedere se i discenti siano realmente in grado di progettare modalità di tracciamento e misurazione del proprio progresso in un periodo di tempo definito. Tavola 1 Matrice campione per le Abilità Trasferibili in un contesto di performance musicale e business musicale Situazione Quali abilità chiave si sviluppano Prove del gruppo Lavoro di gruppo e direzione Come unire Alcuni suggerimenti Tipi di evidenza che possono essere generati Chiedi al gruppo di discutere ed identificare gli scopi della sessione di prove prima di iniziare e di identificare chi sarà il leader in quelle canzoni/attività Far incontrare il gruppo in un bar prima delle prove in modo che non siano tentati di buttarsi a capofitto. Chiedere ad ogni membro del gruppo di guidare di guidare la prova di tracce differenti. Il gruppo produce una valutazione scritta della prove con appunti su ciò che si deve da affrontare nella prossima prova. Il gruppo registra ogni prova per documentare il progresso fatto nel tempo. Promuovere un pezzo Marketing Comunicazione scritta Abilità ICT Chiedere al gruppo di pensare come promuovere il prossimo pezzo. Far decidere al gruppo quali canali di marketing usare. Sessione di brainstorm con il gruppo per idee testuali e visive. Usare Facebook, Twitter, Myspace, volantini. Material online prodotto e caricato su vari media. Volantini progettati e stampati. 20

GUIDA VELOCE PER TRAINER

GUIDA VELOCE PER TRAINER GUIDA VELOCE ~ 6 ~ GUIDA VELOCE PER TRAINER Perché usare il toolkit di EMPLOY? In quanto membro del personale docente, consulente di carriera, addetto al servizio per l impiego o chiunque interessato ad

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti

10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi. Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti 10 Le Nuove Strategie Fondamentali per Crescere nel Mercato di oggi Report riservato a Manager, Imprenditori e Professionisti Nel 2013 hanno chiuso in Italia oltre 50.000 aziende, con un aumento di oltre

Dettagli

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO

QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO QUATTRO BUONE PRATICHE PER L IMPLEMENTAZIONE DI UNA TECNOLOGIA PER LA DIDATTICA DI SUCCESSO Report globale e suggerimenti Gennaio 2013 Autore: Filigree Consulting Promosso da: SMART Technologies Executive

Dettagli

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor

Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Modulo 6 Sviluppo delle capacità personali Guida per i tutor Estratto dal progetto Foundations for Work per gentile concessione di DiversityWorks (Progetto n. 2012-1-GB2-LEO05-08201) Introduzione Perché

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA SCELTA DEI FORNITORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA

GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA SCELTA DEI FORNITORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA GUIDA DI APPROFONDIMENTO LA SCELTA DEI FORNITORI A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 LE CONSIDERAZIONI STRATEGICHE DA FARE SUI FORNITORI... 4 CONCENTRARSI SUGLI OBIETTIVI... 4 RIDURRE

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli

Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione

Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione Formulari e altri materiali di supporto alla sperimentazione La presenza e il ruolo di ciascun utente nella sperimentazione è rilevato mediante il questionario di ingresso e il questionario di uscita (form):

Dettagli

ACRL Association of College and Research Libraries

ACRL Association of College and Research Libraries ACRL Association of College and Research Libraries Standard delle competenze per il possesso dell informazione (information literacy) nell educazione superiore Standard, indicatori di performance, obiettivi

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

Grafico del livello di attività per 90 giorni

Grafico del livello di attività per 90 giorni Grafico del livello di attività per giorni "Gli agenti immobiliari di Successo fanno quello che gli agenti immobiliari normali non amano fare." Salvatore Coddetta. Il lavoro di agente immobiliare è quello

Dettagli

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Verifica acquisizione conoscenze. Pubblico: fornisce informazioni anche all esterno (diplomi, voti,...) Alla fine di un segmento di formazione

Verifica acquisizione conoscenze. Pubblico: fornisce informazioni anche all esterno (diplomi, voti,...) Alla fine di un segmento di formazione VALUTAZIONE SOMMATIVA VALUTAZIONE FORMATIVA Verifica acquisizione conoscenze Pubblico: fornisce informazioni anche all esterno (diplomi, voti,...) Alla fine di un segmento di formazione SCOPO CARATTERE

Dettagli

Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN

Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN REPORT DI SINTESI sul PEER-COACHING Il peer-coaching all interno del progetto SUSTAIN Nel progetto SUSTAIN il peer coaching (coaching reciproco tra pari) è stato ideato come parte integrante della fase

Dettagli

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO

ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO Magistri Intelvesi San Fedele Intelvi (Como) Anno Scolastico 2012-2013 PROGETTO TEATRO Il progetto teatro nasce dalla necessità di avvicinare gli alunni al mondo teatrale perché

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

99 idee per fare esercizi in classe

99 idee per fare esercizi in classe Metodologie e percorsi per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Wencke Sorrentino, Hans Jürgen Linser e Liane Paradies 99 idee per fare

Dettagli

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor 2.5. Perché e in che modo le competenze pedagogiche sono importanti per i mentori che lavorano nella formazione professionale (VET) Tempistica Tempo totale 2 ore:

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER

LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER LE COMPETENZE DI FUNDRAISING (CF) INSEGNATE AL MASTER Indice INTRODUZIONE... 3 CF1 - SVILUPPARE IL CASO PER IL FUNDRAISING... 4 CF 1.1 : INDIVIDUARE LE NECESSITÀ DI FUNDRAISING DI UN ORGANIZZAZIONE NONPROFIT;...

Dettagli

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI Il Centro Territoriale Permanente (CTP) per la formazione e l istruzione in età adulta, operativo presso il nostro istituto si pone i seguenti obiettivi: affronta il tema della

Dettagli

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE

Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE INTERIORMENTE I C PADRE GEMELLI-TORINO COMPETENZA IMPARARE AD IMPARARE Sapersi relazionare anno scolastico 2013-14 Classe 3 B sc. Padre Gemelli PROGETTO COMPRARE E VENDERE: OPPORTUNITĂ DIVERSE PER IMPARARE AD ARRICCHIRE

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Scheda Progetto. Dati generali. Nome progetto. Il mondo intorno a noi. Ordine scolastico. Professionale. Proponenti. Marco Lega

Scheda Progetto. Dati generali. Nome progetto. Il mondo intorno a noi. Ordine scolastico. Professionale. Proponenti. Marco Lega Scheda Progetto Dati generali Nome progetto Il mondo intorno a noi Ordine scolastico Professionale Proponenti Marco Lega Data Inizio 15/01/2015 Data Fine 19/03/2015 Destinatari 27 studenti classe 2N Ipia

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

Corsi di lingua inglese - Inglese CORSI INDIVIDUALI

Corsi di lingua inglese - Inglese CORSI INDIVIDUALI CORSI INDIVIDUALI L'Istituto propone corsi totalmente personalizzati in base alle diverse capacità di apprendimento e al differente livello di partenza di ognuno. Siamo noi a seguire il vostro ritmo di

Dettagli

Cos è secondo voi una strategia? Ci sono strategie che si usano in più contesti? E strategie legate alle singole discipline?

Cos è secondo voi una strategia? Ci sono strategie che si usano in più contesti? E strategie legate alle singole discipline? Cos è secondo voi una strategia? Ci sono strategie che si usano in più contesti? E strategie legate alle singole discipline? Ricordate qualche strategia che vi è stata particolarmente utile nel corso delle

Dettagli

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve

SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore. Il progetto in breve SOCIAL MANAGER: esperto nella gestione delle organizzazioni No Profit e del Terzo Settore Il progetto in breve Questo percorso formativo si propone di formare 25 persone in modo da aumentarne la capacità

Dettagli

Successo A Foreignerslife

Successo A Foreignerslife Guida per il Successo A Foreignerslife Informazioni chiave per un esposizione di successo La lista delle cose da fare Prima, Durante, e Dopo Foreignerslife SOMMARIO I. Prima Dell esposizione: Fa I Compiti

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA...

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO

UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO Denominazione Conto e confronto Prodotti Tavola pitagorica ad immagini Competenze mirate Comuni/cittadinanza Competenze Chiave Europee La competenza

Dettagli

Benchmarking tool (Questionario di valutazione comparativa)

Benchmarking tool (Questionario di valutazione comparativa) Benchmarking tool (Questionario di valutazione comparativa) Questo progetto è stato finanziato con il sostegno della Commissione Europea. Questo portale riflette il punto di vista degli sviluppatori e

Dettagli

Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale

Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale SCUOLA PRIMARIA GIOTTO CARPI Potenziamento linguistico per bambini stranieri, livello 2 Caro diario, caro amico Il linguaggio informale della comunicazione confidenziale Anno Scolastico 2011-2012 Insegnanti

Dettagli

BENVENUTO AL CORSO ONLINE. POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA DEL CORSO

BENVENUTO AL CORSO ONLINE. POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA DEL CORSO BENVENUTO AL CORSO ONLINE POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA DEL CORSO ACCESSO AL CORSO Sei già registrato/a come studente su Psicologia Positiva in Educazione Corso Online Hai

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO. Palermo 9 novembre 2011

I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO. Palermo 9 novembre 2011 I WEBQUEST SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA Palermo 9 novembre 2011 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO Webquest Attività di indagine guidata sul Web, che richiede la partecipazione attiva degli studenti,

Dettagli

IMPARARE AD IMPARARE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE

IMPARARE AD IMPARARE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE IMPARARE AD IMPARARE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE IMPARARE AD IMPARARE Imparare a imparare è l abilità di perseverare nell, di organizzare il proprio anche mediante una gestione efficace del tempo

Dettagli

LA SICUREZZA E IMPORTANTE

LA SICUREZZA E IMPORTANTE DISC PROFILO VERDE INTRODUZIONE Le persone con un alto profilo comportamentale VERDE preferiscono lavorare all interno di strutture esistenti e collaborare con gli altri. Il VERDE vuole sentirsi sicuro

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOOSSERVAZIONE PROFESSIONALE

QUESTIONARIO DI AUTOOSSERVAZIONE PROFESSIONALE QUESTIONARIO DI AUTOOSSERVAZIONE PROFESSIONALE I FATTORI CHE ACCRESCONO L EFFICACIA DELL INSEGNAMENTO LE COMPETENZE DIDATTICHE Contrassegna con una X la casella prescelta per ogni indicatore L insegnante

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE. Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE. Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 COMPETENZA S P I R I T O D I I N I Z I A T I V A E D I I M P R E N D I T O R I A L I T A DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

Istruzioni, indicatori e strumenti di valutazione per i consigli di classe (Allegato 2 Decr MIUR 22 agosto 2007)

Istruzioni, indicatori e strumenti di valutazione per i consigli di classe (Allegato 2 Decr MIUR 22 agosto 2007) ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI, TURISTICI, GRAFICI, ALBERGHIERI E SOCIALI L. EINAUDI Istruzioni, indicatori e strumenti di valutazione per i consigli di classe (Allegato 2 Decr

Dettagli

PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE. Laboratorio Life Skills Education 2007

PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE. Laboratorio Life Skills Education 2007 PROMUOVERE LO SVILUPPO PERSONALE E SOCIALE 200 Programma di lavoro PRIMA PARTE: FONDAMENTI TEORICI la scuola dell autonomia come contesto di promozione della salute e dello sviluppo personale e sociale

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

1/ Internet e i sistemi automatici

1/ Internet e i sistemi automatici Dario Martinis e Andrea Deltetto hanno generato online oltre 700.000 euro di profitto netto in pochi anni, collaborato a tempo pieno con società online dai fatturati multi-milionari e insegnato ad oltre

Dettagli

POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA PER INIZIARE EL CORSO

POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA PER INIZIARE EL CORSO POSitivitiES Psicologia Positiva nelle Scuole Europee GUIDA PER INIZIARE EL CORSO POSitivitiES Positive Psychology in European Schools PositiviES è un progetto europeo Comenius multilaterale che si prefigge

Dettagli

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE

AREA MARKETING E COMUNICAZIONE AREA MARKETING E COMUNICAZIONE Si tratta di un area particolarmente centrale del nostro settore, che punta a sviluppare le capacità comunicative e le tecniche di marketing (anche quelle non convenzionali),

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA

ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA ISTITUTO COMPRENSIVO PADRE PIO AIROLA PROGETTO INFORMATICA: UNPLUGGED ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PREMESSA Come è noto, l insegnamento della tecnologia/informatica è entrata a far parte del normale curricolo

Dettagli

COMPETENZE TRASVERSALI

COMPETENZE TRASVERSALI GESTIRE IL CAMBIAMENTO STILI DI LEADERSHIP FACILITARE LA COMUNICAZIONE GESTIRE LE SITUAZIONI DI CRISI CREATIVITÀ E PROBLEM SOLVING GESTIONE EFFICACE DEL TEMPO PROJECT MANAGEMENT IN PRATICA FORMARE IL PROPRIO

Dettagli

Distinguere tra bisogni di cura standard e individualizzati. Valutazione delle esigenze e traduzione di queste in azioni adeguate

Distinguere tra bisogni di cura standard e individualizzati. Valutazione delle esigenze e traduzione di queste in azioni adeguate Linee guida per la costruzione di test per la valutazione degli esiti dei percorsi di apprendimento per Coordinatori all interno delle strutture residenziali per anziani Queste linee guida sono rivolte

Dettagli

MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso)

MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso) MOTIVARE UN TEAM DISPENSA (dispensa Start Up - la presente dispensa rappresenta un estratto di quella abitualmente utilizzata nel corso) A CURA DI VINCENZO FANELLI 1 IL SIGNIFICATO DI LEADERSHIP La leadership

Dettagli

Standard di competenza ENETOSH per formatori ed istruttori relativo alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro

Standard di competenza ENETOSH per formatori ed istruttori relativo alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro Standard di competenza ENETOSH per formatori ed istruttori relativo alla sicurezza e alla salute sul luogo di lavoro Ambito di competenza: formazione iniziale e continua Livello: 6 Credito: Capacità Conoscenze

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Alessandro Volta PERUGIA. Scuola POLO Formazione personale docente

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Alessandro Volta PERUGIA. Scuola POLO Formazione personale docente ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Alessandro Volta PERUGIA Scuola POLO Formazione personale docente Progettazione e valutazione per competenze nei percorsi degli Istituti tecnici e professionali Decreto

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

Lo schema di Unità Didattica di Apprendimento proposto è strutturato in più parti

Lo schema di Unità Didattica di Apprendimento proposto è strutturato in più parti Lo schema di Unità Didattica di Apprendimento proposto è strutturato in più parti 1. Una prima parte descrittiva e informativa costituita dalle seguenti voci Denominazione Il nome dell unità Compito prodotto

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

DFQM Dyslexia Friendly Quality Mark. Linee Guida per gli standard

DFQM Dyslexia Friendly Quality Mark. Linee Guida per gli standard DFQM Dyslexia Friendly Quality Mark Linee Guida per gli standard Standard 1 Efficacia della struttura organizzativa 1.1 La dislessia è un problema reale a tutti i livelli dell Organizzazione ed è un elemento

Dettagli

Formazione Linguistica Aziendale

Formazione Linguistica Aziendale Formazione Linguistica Aziendale Panorama TJ Taylor FORMAZIONE TJ Taylor Formazione in Inglese fornisce servizi efficaci di formazione linguistica e consulenza a numerosi clienti italiani e multinazionali.

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467

PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621. Annualità 2012 / 2013. Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 PON 2007 IT 05 1 PO 007 F.S.E. AOODGAI / 44621 Annualità 2012 / 2013 Azione: C 1 F.S.E. 2011 2467 Questionari Gradimento Soddisfazione Monitoraggio corsi PON CORSI ANALIZZATI 4 S o g g e t t i I n t e

Dettagli

Team e lavoro di gruppo

Team e lavoro di gruppo Team e lavoro di gruppo Team di lavoro Team Numero ridotto di persone aventi capacità complementari che si ritengono reciprocamente responsabili per scopo, obiettivi e approccio comuni. L evoluzione di

Dettagli

SEI IN CERCA DELL ATTIVITA GIUSTA PER TE?

SEI IN CERCA DELL ATTIVITA GIUSTA PER TE? SEI IN CERCA DELL ATTIVITA GIUSTA PER TE? Ti piacerebbe gestire la tua giornata lavorativa in LIBERTÀ e AUTONOMIA anche Part-Time o come Secondo Lavoro? Se vuoi dare una svolta definitiva alla tua vita

Dettagli

Newsletter Aprile 2012

Newsletter Aprile 2012 Newsletter Aprile 2012 Lo IAL - Innovazione Apprendimento Lavoro della Campania, da sempre attento alle richieste formative e di aggiornamento che arrivano dai giovani e dal mercato del lavoro, con questa

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Aumentare la consapevolezza formativa come fattore chiave di un invecchiamento attivo

Aumentare la consapevolezza formativa come fattore chiave di un invecchiamento attivo Aumentare la consapevolezza formativa come fattore chiave di un invecchiamento attivo 1. Rilevanza del progetto Il progetto SLIC enfatizza il ruolo della formazione degli adulti come uno dei fattori fondamentali

Dettagli

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello

PLIDA. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana. Novembre 2010 PARLARE. Livello PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana Novembre 2010 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE PLIDA 2 Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016

PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016 PROGETTI SCUOLA PRIMARIA SOLBIATE A.S. 2015-2016 PROGETTO SPORT Classi prima seconda terza quinta Il progetto di avvale della consulenza e collaborazione di esperti di Educazione motoria della Polisportiva

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

Corsi E-Learning a catalogo

Corsi E-Learning a catalogo E-Learning a catalogo Indice documento gratuiti (12 titoli)... "compliance" (7 titoli)... software & IT (16 titoli)... di lingua (36 titoli)... (136 titoli)... Caratteristiche e modalità di acquisto...

Dettagli

Seminario di aggiornamento Quadri Tecnici di base delle ASD STILI DI GUIDA E SVILUPPO DEI COLLABORATORI

Seminario di aggiornamento Quadri Tecnici di base delle ASD STILI DI GUIDA E SVILUPPO DEI COLLABORATORI Seminario di aggiornamento Quadri Tecnici di base delle ASD Poggio Mirteto, 28 aprile 2015 Casa della Cultura STILI DI GUIDA E SVILUPPO DEI COLLABORATORI Relatore: Luigi Maggi Nello sport Presidente del

Dettagli

A.A.A LAVORO CERCASI!!!

A.A.A LAVORO CERCASI!!! A.A.A LAVORO CERCASI!!! 1 2 Carissimi, l'amministrazione Comunale di Azzano San Paolo nel corso degli anni ha promosso attività volte al sostegno dei giovani cittadini. Pensiamo che sia fondamentale in

Dettagli

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori

CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA. OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori CORSI DI 1 e 2 LIVELLO PER FSN/DSA OTTIMIZZARE L ORGANIZZAZIONE DI UNA SOCIETÀ SPORTIVA Stili di Leadership e Sviluppo dei Collaboratori Relatore: Luigi Maggi Nello sport Presidente del Comitato Regionale

Dettagli

OPQ Profilo CCSQ. Manager Report - Ruoli di interfaccia con il cliente. Nome Sig. Sample Candidate. Data 19 settembre 2013. www.ceb.shl.

OPQ Profilo CCSQ. Manager Report - Ruoli di interfaccia con il cliente. Nome Sig. Sample Candidate. Data 19 settembre 2013. www.ceb.shl. OPQ Profilo CCSQ Manager Report - Ruoli di interfaccia con il cliente Nome Sig. Sample Candidate Data 19 settembre 2013 www.ceb.shl.com INTRODUZIONE Questo SHL Manager Report aiuta a stabilire il livello

Dettagli

Studio dei casi Scuole medie superiori

Studio dei casi Scuole medie superiori Valutazione dei progetti: Valutazione formativa Studio dei casi Scuole medie superiori Allegorie in una classe di quinto superiore Gli studenti del quinto superiore nella classe della professoressa Marta

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

Introduzione. Sul piano analitico, l improvvisazione è un concetto multidimensionale che può assumere diverse forme. Può essere vista come:

Introduzione. Sul piano analitico, l improvvisazione è un concetto multidimensionale che può assumere diverse forme. Può essere vista come: Disciplina, inciampo felice, responsabilità: i tre contributi che fanno da prefazione a questo mio testo colgono ciascuno una componente rilevante del tema dell improvvisazione. Punti di vista peculiari

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

Ingegneria del Software Requisiti e Specifiche

Ingegneria del Software Requisiti e Specifiche Ingegneria del Software Requisiti e Specifiche Obiettivi. Affrontare i primi passi della produzione del software: la definizione dei requisiti ed il progetto architetturale che porta alla definizione delle

Dettagli

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo

INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo INDICOD-ECR Istituto per le imprese di beni di consumo GLOBAL SCORECARD Uno strumento di autovalutazione, linguaggio e concetti comuni Versione base - Entry Level Introduzione Introduzione La Global Scorecard

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione ALLEGATO 3 SCHEDA DI AUTOANALISI: SIAMO UNA SCUOLA INCLUSIVA? Contesto: CLASSE Azioni : DIDATTICA Esperienze/oggetti : STRATEGIE INTEGRANTI E RELAZIONI D AIUTO Quali attività/esperienze servono a favorire

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI

I N D I C E LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI COACHING LE PERSONE SONO L ELEMENTO CHIAVE PER RAGGIUNGERE I RISULTATI I N D I C E 1 [CHE COSA E IL COACHING] 2 [UN OPPORTUNITA DI CRESCITA PER L AZIENDA] 3 [ COME SI SVOLGE UN INTERVENTO DI COACHING ]

Dettagli

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI 1 CREARE UN VIDEO DIDATTICO GRATIS Esistono moltissime tipologie di video didattici, essi si possono distinguere in base al tempo: di breve,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO UNITÁ DI INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO n.1 a.s.2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO UNITÁ DI INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO n.1 a.s.2013/2014 Articolazione dell apprendimento Dati identificativi ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO UNITÁ DI INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO n.1 a.s.2013/2014 Titolo significativo Risolvere i problemi Insegnamenti coinvolti

Dettagli

COME INDIVIDUARE LE PROPRIE CAPACITA' E COMPETENZE ANALISI DELLE COMPETENZE. www.cgilpesaro.it

COME INDIVIDUARE LE PROPRIE CAPACITA' E COMPETENZE ANALISI DELLE COMPETENZE. www.cgilpesaro.it COME INDIVIDUARE LE PROPRIE CAPACITA' E COMPETENZE Nel momento in cui si ricerca un impiego, al di là dell'osservazione del mercato del lavoro, é importante avere acquisito una prima consapevolezza di

Dettagli

SCHEDA DI PROGETTAZIONE SCUOLA ON THE ROAD

SCHEDA DI PROGETTAZIONE SCUOLA ON THE ROAD SCHEDA DI PROGETTAZIONE SCUOLA ON THE ROAD TITOLO DELL ATTIVITA 1 Do you click clever? ANNO SCOLASTICO 2013-2014 INSEGNANTI SILVIA BENONI (arte) MICHELE BERTOLDO (matematica) ELISABETTA DANZI/ ILARIA SIMONCELLI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO

ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO ISTITUTO COMPRENSIVO F.lli Viano da Lessona di BRUSNENGO Scuola dell Infanzia di Brusnengo PREMESSA: La programmazione annuale si sviluppa attraverso sette unità di apprendimento. Il presente compito di

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale

LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale LO PSICOLOGO IN AZIENDA L analisi e la promozione di un buon clima aziendale Associazione DAGUS www.associazionedagus.it associazione.dagus@gmail.com. 1 Lo psicologo in azienda L analisi e la promozione

Dettagli