IRES EMILIA-ROMAGNA 2010 / 2014: TUTTI I NUMERI DELL ATTIVITÀ

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IRES EMILIA-ROMAGNA 2010 / 2014: TUTTI I NUMERI DELL ATTIVITÀ"

Transcript

1 COMUNICAZIONE Visita il nostro sito per trovare tutti i materiali relativi alle attività svolte, per scaricare tutti i rapporti di ricerca e per saperne di più. Troverai anche tutti i contenuti principali delle riviste ERE Emilia-Romagna-Europa uscite fino a ora. IRES EMILIA-ROMAGNA 2010 / 2014: TUTTI I NUMERI DELL ATTIVITÀ Manda una mail a e iscriviti a una delle nostre newsletter: Per restare aggiornato su tutte le nostre novità e le attività più recenti ci trovi anche sui principali social network: RICERCHE / INCHIESTE / OSSERVATORI E MONITORAGGI / SEMINARI, FORMAZIONE, PRESENTAZIONE LIBRI / COMUNICAZIONE / ERE, Profilo e pagina Ires Emilia-Romagna Aziende Ires Emilia-Romagna via Marconi 69, Bologna tel: , fax: web: www. ireser.it,

2 RICERCHE SULLO SVILUPPO ECONOMICO E LE POLITICHE INDUSTRIALI La filiera del formaggio: studi di caso in Lombardia ed Emilia-Romagna FLAI CGIL EMILIA-ROMAGNA, LOMBARDIA E NAZIONALE (In corso) Il progetto si propone di costruire gli scenari e le prospettive future del caseario in Italia e comprendere i comportamenti aziendali in termini di strategia aziendale, organizzazione del lavoro, innovazione e relazioni industriali. Green jobs e fabbisogni formativi nel settore metalmeccanico (In corso) La ricerca individua i principali driver del processo greening nei comparti del settore meccanica e come questi siano legati a trasformazioni di mercato o alle caratteristiche del prodotto o comparto. Il settore lattiero-caseario: un percorso di ricerca-azione tra Emilia-Romagna e Lombardia FLAI CGIL EMILIA-ROMAGNA, LOMBARDIA E NAZIONALE La ricerca coniuga metodologie quantitative e qualitative per analizzare i mutati rapporti tra produzione, trasformazione e distribuzione nella filiera del latte, con particolare riferimento al ruolo della GDO nella programmazione produttiva e al ruolo della contrattazione. D. Dazzi e G. De Angelis, La filiera del latte in Emilia-Romagna e Lombardia, Editrice Socialmente, Bologna, RICERCHE E INCHIESTE: PIÙ DI 50 RAPPORTI DI RICERCA, QUASI QUESTIONARI RACCOLTI ATTRAVERSO INTERVISTE In questa sezione si trovano, raccolte per aree tematiche, le attività di ricerca principali che Ires Emilia-Romagna ha svolto negli ultimi quattro anni. Per ciascuna attività è indicato il titolo, la committenza, una descrizione sintetica e l eventuale pubblicazione principale legata alla ricerca stessa. LEGENDA Sisma e ricostruzione: per un nuovo protagonismo del lavoro CGIL EMILIA-ROMAGNA La ricerca è stata effettuata sul campo al fine di comprendere come il mondo del lavoro, le istituzioni, le parti sociali, la società civile, abbiano fatto fronte all emergenza e al percorso di ricostruzione post-sisma. Società, demografia, sviluppo: il caso del territorio monghidorese CIRCOLO DEL PARTITO DEMOCRATICO DI MONGHIDORO La ricerca si è posta come obiettivo l analisi quantitativa del tessuto demografico, economico e sociale dell area e la comprensione della percezione dei cittadini monghidoresi sullo sviluppo del suo territorio. Le filiere dell agroalimentare, della meccanica, della moda in provincia di Bologna La ricerca ha permesso di indicare la necessità di interventi di natura sistemica affinché l intero sistema produttivo regionale possa confrontarsi con dinamiche di ampia portata, relative all evoluzione dei contesti produttivi e di consumo di estensione globale. Attività di ricerca che ha visto il coinvolgimento diretto (committenza) o indiretto (collaborazione) della Cgil Committente Descrizione Pubblicazione Principale

3 RICERCHE SULLO SVILUPPO ECONOMICO E LE POLITICHE INDUSTRIALI La trasformazione della meccanica in Emilia-Romagna Dai risultati della complessa ed estesa indagine quantitativa è emerso che il sistema meccanico regionale presenta elementi di fragilità strategica e che la propensione all innovazione organizzativa è ancora piuttosto inadeguata alle esigenze di crescita e di solidità sul mercato globale. Le trasformazioni del tessile-abbigliamento: quale spazio per il lavoro nella subfornitura? Nella presente ricerca si è tentato di comprendere il ruolo che il lavoro e l organizzazione del lavoro ricoprono avere rispetto ai punti di forza delle imprese analizzate. Reti di PMI nel settore metalmeccanico in Emilia-Romagna La ricerca ha studiato le reti d imprese e ha evidenziato i connotati assai differenti delle imprese aderenti in termini di caratteristiche strutturali, governance, qualità delle relazioni, finalità di breve e medio periodo. Reti di PMI nel settore del tessile-abbigliamento La ricerca ha studiato come le reti d impresa nel settore del tessile-abbigliamento possano rappresentare un driver di crescita, quali implicazioni comportino sulla formazione aziendale e quali siano le criticità potenziali dei progetti di rete nel settore. L innovazione nel settore meccanico della regione Emilia-Romagna Tramite un questionario ad imprese aderenti Fondimpresa la ricerca ha evidenziato le capacità innovative delle imprese meccaniche, paragonandole al più ampio contesto della meccanica regionale, per mezzo dell analisi dei dati dell Osservatorio Innovazione di Unioncamere. Progetto InnOLaP, Innovazione, Organizzazione del Lavoro e Partecipazione REGIONE EMILIA-ROMAGNA Il progetto ha analizzato con studi di caso la relazione tra partecipazione dei lavoratori, strategie innovative aziendali e organizzazione del lavoro in un sistema integrato. D. Dazzi, Gli effetti benefici della partecipazione, Prisma. Economia, società, lavoro, Franco Angeli, Milano, RICERCHE SULL EUROPA Il ruolo del dialogo sociale per coniugare welfare e competitività (In corso) Il progetto si propone di promuovere il ruolo del dialogo sociale nello sviluppo di programmi di welfare che sappiano coniugare flessibilità, organizzazione del lavoro e contrattazione. Rete europea per l innovazione socio-organizzativa delle pratiche e delle metodologie lavorative nei luoghi di lavoro (EUWIN) (In corso) Il progetto intende contribuire all identificazione e alla presentazione di esempi di buona pratica in Italia in materia di innovazione organizzativa e partecipazione. Informazione e consultazione dei lavoratori in alcune multinazionali multisettoriali con presenza Filcams FILCAMS-CGIL NAZIONALE (In corso) Il progetto propone di analizzare il funzionamento dei CAE in alcune multinazionali a composizione multi-settoriale, e di confrontare i risultati con le conclusioni di altre ricerche recentemente svolte. Accordi aziendali transnazionali: punto di partenza per l internazionalizzazione delle relazioni industriali? (Euroacta 2) (In corso) Saranno realizzati dodici studi di caso su gruppi multinazionali che hanno firmato accordi europei o globali e saranno analizzati i processi di negoziazione e implementazione di accordi quadro transnazionali. Le relazioni industriali nel settore acconciatura (In corso) La ricerca fornisce un contributo a sostegno del dialogo sociale europeo sulle relazioni industriali nel settore acconciatura in Italia. Accordi difensivi e clausole di apertura: strategie integrate di coinvolgimento dei lavoratori e di contrattazione collettiva contro frammentazione e declassamento (In corso) Il progetto esaminerà l uso di accordi difensivi e la prassi delle clausole di apertura in Germania, Francia, Spagna, Italia e Svezia, e il ruolo degli attori aziendali nell implementazione e gestione degli accordi. SEEurope osservatorio sull applicazione delle direttive europee in materia di informazione e consultazione ISTITUTO SINDACALE EUROPEO (In corso) Il progetto ha l obiettivo di fornire aggiornamenti sulla situazione italiana in materia di applicazione delle direttive europee.

4 RICERCHE SULL EUROPA RICERCHE SULL EUROPA Informazione e consultazione a livello dei Cae: approcci di coordinamento sindacale Ricerca quantitativa e qualitativa sul funzionamento dei processi di informazione e consultazione a livello dei CAE, ma anche dei processi di coordinamento fra i vari attori coinvolti. I. da Costa, V. Puglignano, U. Rehfeldt, V. Telljohann, Transnational Negotiations and the Europeanization of Industrial Relations: Potential and Obstacles, European Journal of Industrial Relations, 18, 2, Verso la costituzione del CAE nel Gruppo Cremonini Analisi della struttura del gruppo e delle relazioni industriali. Identificazione dei problemi in vista della costituzione di un CAE in un gruppo multisettoriale. Accordi aziendali transnazionali: punto di partenza per l internazionalizzazione delle relazioni industriali? (Euroacta) È stato analizzato l impatto degli accordi aziendali transnazionali a livello aziendale. In particolare è stata esaminata l implementazione della Carta Globale dei Rapporti di Lavoro firmata nel 2009 nel Gruppo Volkswagen. V. Telljohann, L implementazione della Carta globale dei rapporti di lavoro in Volkswagen, in Quaderni Rassegna Sindacale Lavori, Vol. 14, 3, Il coinvolgimento del CAE Barilla nelle strategie di Responsabilità sociale dell impresa Nell ambito del progetto è stata analizzata la strategia di RSI del gruppo Barilla e sono state sviluppate delle proposte di un coinvolgimento attivo del CAE Barilla in tali strategie. Welfare aziendale e contrattazione nella grande distribuzione in Germania FILCAMS-CGIL NAZIONALE Nell ambito del progetto è stato comparato, in alcuni grandi gruppi della distribuzione, il welfare aziendale per capire come e quanto interviene la contrattazione negli altri paesi Europei. D. Dazzi, V. Telljohann, Welfare aziendale e contrattazione nella grande distribuzione in Germania in S. Leopardi (a cura di), La bilateralità nel terziario, Roma, Ediesse, 2014, Le autorità pubbliche e le ristrutturazioni aziendali La ricerca è consistita nello studio delle norme e delle pratiche delle autorità locali nazionali, regionali e pubbliche a sostegno delle ristrutturazioni aziendali. V. Telljohann, Employee-driven innovation in the context of Italian industrial relations: the case of a public hospital, in Transfer: European Review of Labour and Research, 16, 2, 2010, Il lavoro precario in Europa: il caso italiano È stato analizzato il lavoro precario in relazione ai livelli di protezione sociale, all accesso ai diritti del lavoro e all esistenza di opportunità d impiego alternative. Le Società Europee Cooperative: mappatura e prospettive La ricerca ha riguardato le prime esperienze delle Società cooperative europee e indicazioni per la revisione della direttiva europea in merito. I CAE prima, durante e dopo la crisi Nell ambito del progetto l IRES Emilia-Romagna ha svolto uno studio di caso sul CAE della Barilla. È stato analizzato come si è sviluppato il funzionamento del CAE Barilla durante gli ultimi 10 anni. V. Borghi, L. Dorigatti, R. Rizza, V. Telljohann (eds), Lavoro e partecipazione. Sindacati e movimenti sociali nella globalizzazione dei processi produttivi. Sociologia del lavoro, n. 123, Franco Angeli, Milano, Mapping study on trade union practices to fight discrimination and/or promote diversity in Italy Il progetto ha l obiettivo di mappare le pratiche sindacali orientate al contrasto di tutte le forme di discriminazione di razza o origine etnica, orientamento sessuale, credo o religione, età e disabilità. Gestire i processi di informazione e consultazione nei gruppi multisettoriali Ricerca quantitativa e qualitativa sui problemi in vista della costituzione di CAE in gruppi multisettoriali, identificando approcci per migliorare il coordinamento sindacale intersettoriale a livello nazionale e europeo. F. Garibaldo, V. Telljohann (eds), The ambivalent character of participation. New tendencies in worker participation in Europe. Peter Lang, Frankfurt, Integrazione, Sicurezza e Innovazione Europa Il progetto si è sviluppato attorno a tre assi tematici: miglioramento dell integrazione dei Paesi dell Europea centro-orientale; invecchiamento attivo come strumento di sicurezza sociale; strategie di innovazione/qualità del lavoro. F. Garibaldo, M. Baglioni, C. Casey, V. Telljohann (eds), Workers, Citizens, Governance: SocioCultural Innovation at Work, Peter Lang, Frankfurt, 2012.

5 RICERCHE SULL EUROPA RICERCHE SUL LAVORO CHE CAMBIA E IL WELFARE Dialogo sociale e recessione nel sistema bancario L obiettivo del progetto è l analisi dell impatto della crisi nel sistema bancario in 9 Paesi europei e delle conseguenti misure adottate dai Governi e dalle Parti Sociali per rispondere ai problemi di liquidità, occupazione e mercato. V. Telljohann, D. Freddi, D. Dazzi, Recession and social dialogue in the banking sector: a European perspective, Eurofound, Dublin, Le condizioni di lavoro e di vita in provincia di Bologna PARTITO DEMOCRATICO BOLOGNA Condotta su circa questionari, l indagine rileva la percezione dei lavoratori rispetto alle diverse dimensioni della qualità del lavoro, mettendo a confronto aspettative ideali e condizioni reali di lavoro. D. Dazzi, C. Minghini (a cura di), Ripartiamo dal lavoro, Editrice Socialmente, Bologna, I servizi di conciliazione, arbitrato e mediazione del conflitto in Europa Il progetto ha riguardato l evoluzione del ruolo dei servizi di conciliazione, arbitrato e mediazione del conflitto in cinque paesi dell Unione Europea: Regno Unito, Francia, Polonia, Portogallo ed Italia. J. Jefferys, N. Clark, S. Contrepois, G. Dix, F. Neathey, M. Pires Lima, V. Telljohann, J. Unterschutz, Social Dialogue and the changing role of Conciliation, Arbitration and Mediation Services in Europe. ACAS research paper 09/10, Acas, London, Accordi aziendali transnazionali e l europeizzazione delle relazioni di lavoro FONDAZIONE HANS BÖCKLER Il progetto ha analizzato il ruolo degli accordi aziendali transnazionali per l europeizzazione delle relazioni di lavoro. V. Telljohann, La difficile strada verso l europeizzazione delle relazioni industriali. Il ruolo degli accordi aziendali transnazionali, in F. Basenghi, L. E. Golzio (eds.) Regole, politiche e metodo. L eredità di Marco Biagi nelle relazioni di lavoro di oggi, Giappichelli Editore, Torino, 2013, Ricerca sul coinvolgimento dei lavoratori nella Società Europea (SE) Il progetto di ricerca ha visto l Ires impegnato in diversi studi di caso analizzando l impatto della direttiva europea in materia di coinvolgimento dei lavoratori sulle relazioni industriali nazionali. V. Telljohann, Employee involvement in companies under the European Company Statute (ECS). Case study: Allianz SE, European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions, Dublin, Informazione e consultazione lungo la catena del valore dell industria automobilistica (Incavalc) La ricerca ha riguardato i problemi e le strategie di rappresentanza e contrattazione collettiva legati ai processi di esternalizzazione e, quindi, di disintegrazione dei gruppi multinazionali. Subfornitura auto a rischio dumping. Indotto: indagine su salari e contratti, Il sole 24 ore, p. 47. Rappresentiamoci. Un indagine tra i delegati sindacali a Parma CAMERA DEL LAVORO DI PARMA Condotta su oltre 300 delegati sindacali a Parma, l indagine si interroga sulla relazione tra rappresentanza politica e sociale e sulla qualità delle relazioni che il singolo delegato costruisce con i lavoratori, con le imprese e con la stessa Cgil. D. Dazzi, Il delegato sindacale come «termometro» sociale del cambiamento, Quaderni di Rassegna Sindacale, Ediesse, Roma, Gli aiuti informali e di cura dati e ricevuti dagli anziani e la solidarietà fra generazioni in Emilia-Romagna SPI-CGIL REGIONALE La ricerca ha indagato la sfera del lavoro non retribuito e di cura fornito e ricevuto dagli anziani e il tema della solidarietà intergenerazionale come apporto informale al complessivo benessere sociale ed economico della regione. F. Anderlini, B. Pizzica, F. Rinaldini, M. Trentini, La società solidale. Generazioni, sindacato e protagonismo degli anziani, Editrice Socialmente, Bologna, HO.Stage Formazione o sfruttamento, inchiesta sui tirocini in Provincia di Bologna CAMERA DEL LAVORO DI BOLOGNA L analisi empirica delle convenzioni di tirocinio raccolte nel 2012 nella provincia di Bologna (1.038 convenzioni), ha avuto il fine di esaminare la funzione formativa del tirocinio sia per gli attori coinvolti sia per il contenuto del progetto formativo. Anziani e famiglie. L ambiente, la salute e l assistenza SPI CESENA E AUSER CESENA Somministrazione di un questionario rivolto alla popolazione over60 del territorio cesenate al fine di comprendere la condizione familiare, abitativa, economica della popolazione anziana. La qualità del lavoro non è scontata: Il caso CoopItalia FILCAMS-CGIL BOLOGNA E NAZIONALE L indagine rileva la percezione dei lavoratori di CoopItalia della sede di Bologna rispetto alle diverse dimensioni della qualità del lavoro, mettendo a confronto aspettative ideali e condizioni reali di lavoro.

6 RICERCHE SUL LAVORO CHE CAMBIA E IL WELFARE Processi di riconfigurazione del welfare territoriale e aziendale in cinque regioni italiane INCA-CGIL NAZIONALE L obiettivo della ricerca è stato quello di verificare come di fronte all emergere di nuovi profili di vulnerabilità sociale le Regioni e i territori si organizzino in relazione ai bisogni e alla nuova domanda sociale. Valutazione degli esiti e dell impatto delle politiche formative nella formazione professionale MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Il progetto di ricerca ha illustrato il sistema informativo e azioni di ricerca FORMA, utile per valutare in tempo reale l efficacia delle strategie e degli interventi di formazione professionale, messi a punto dalle istituzioni pubbliche, rivolti ai giovani in età di dirittodovere. C. Fontani, F. Rinaldini, S. Tugnoli, Una valutazione dell efficacia dei corsi di formazione integrale nelle Marche, in A. Teselli, L efficacia della formazione professionale per i giovani, Donzelli Editore, Roma, Dalla parte dei traduttori SLC-CGIL ROMA E LAZIO, SLC-CGIL NAZIONALE, SINDACATO TRADUTTORI EDITORIALI Al centro di questo focus vi è l analisi, a livello nazionale, delle condizioni di lavoro (e di vita) dei lavoratori non standard che operano, spesso senza diritti e tutele, nel settore dell editoria svolgendo l attività di traduttori editoriali. Giovani studenti e lavoratori di Forlì-Cesena e sindacato ASSOCIAZIONE LUCIANO LAMA, CAMERE DEL LAVORO DI FORLÌ E CESENA La ricerca ha indagato la visione che le nuove generazioni hanno del sindacato, attraverso un questionario rivolto a giovani di Forlì e Cesena. LE INCHIESTE Ires Emilia-Romagna in questi ultimi anni ha sperimentato nuove forme di ricerca, innovando gli strumenti a disposizione e approfondendo lo studio del social media marketing per la diffusione di inchieste on-line. Il progetto di ricerca, promosso e realizzato da Ires Emilia-Romagna, Ires Toscana e Ires Veneto, intende concentrarsi su quell insieme di pratiche lavorative dove l apporto della conoscenza, e più in generale dove l apporto dell emozionale, del creativo, del riflessivo, del soggetto è determinante nel processo di produzione del valore. Per fare questo, è stata sperimentata una modalità innovativa di diffusione di un questionario on-line attraverso la realizzazione di un sito dedicato, che ha trovato ampio risalto nella pubblicistica nazionale, e l utilizzo delle tecniche di social media marketing. I primi risultati dell inchiesta sono presentati in occasione dei rispettivi Congressi regionali I risultati dell inchiesta EditoriaInvisibile, realizzata per Slc-Cgil Bologna, Milano e Nazionale, restituiscono uno spaccato del fenomeno del lavoro precario, frammentato e ancora poco studiato di chi opera, spesso senza diritti e tutele, nel mondo dell editoria. L inchiesta ha visto il coinvolgimento attivo dei lavoratori del settore, tramite la partecipazione della Rete dei Redattori Precari (Re- RePre) e del sindacato dei traduttori editoriali (Strade). Oltre mille lavoratori (1.073 per l esattezza) hanno risposto ad un questionario on-line composto da 54 domande sulle condizioni di vita e lavoro. L inchiesta è stata presentata il 13 maggio 2013 a Milano alla presenza di Susanna Camusso, che ha concluso i lavori. A partire da questo universo, è stato realizzato un focus dedicato all analisi delle condizioni di lavoro (e di vita) dei lavoratori non standard che svolgono l attività di traduttori editoriali, su volontà dell Slc-Cgil Nazionale e Roma e Lazio, e del sindacato traduttori editoriali. Editoria Invisibile e il focus Dalla parte dei traduttori hanno trovato ampio risalto in due pubblicazioni sul settimanale Rassegna Sindacale e sul sito di informazione Rassegna.it, oltre che su numerose altre testate. La ricerca, realizzata per le Camere del Lavoro di Rimini e San Marino, è partita dalla considerazione che le trasformazioni del lavoro in senso post-industriale siano nel territorio locale riminese particolarmente avanzate e radicali. La ricerca ha fatto un uso combinato di metodi sia qualitativi, in particolare l intervista in profondità, sia quantitativi, nella forma della survey attraverso un questionario on-line. L inchiesta è stata presentata a Rimini il 3 maggio 2013 e ha visto la pubblicazione dei risultati in un saggio apparso sul numero 15 di ERE.

7 LE ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO Fondimpresa: Ires Emilia-Romagna conduce dal 2007 i monitoraggi sulle attività formative finanziate nell ambito del Fondo Interprofessionale Fondimpresa. Attualmente è in fase di realizzazione il quinto rapporto di monitoraggio sulle attività relative ai piani territoriali (Avviso 3/2010). In questi anni sono stati portati a termine tre monitoraggi relativi a piani formativi settoriali (due dedicati al legno, uno al meccanico) ed un primo rapporto sulle attività del Conto Formazione. Fondartigianato: nell ambito dei monitoraggi sulle attività formative Ires Emilia-Romagna conduce da diversi anni i monitoraggi relativi agli Inviti formativi di Fondartigianato. È stato realizzato il secondo rapporto di monitoraggio degli Inviti relativi alle attività formative svolte nel periodo 2009/2010. In particolare sono stati effettuati monitoraggi anche di natura tematico/settoriale, che hanno compreso attività formative di altre regioni. GLI OSSERVATORI Ires Emilia-Romagna ha costruito negli anni degli osservatori strutturali che si basano sulla raccolta sistematica delle principali banche dati utili alla ricostruzione dello scenario regionale. OSSERVATORIO DELL ECONOMIA E DEL LAVORO A LIVELLO TERRITORIALE Territorio Edizione Bologna Osservatorio n 8 Ferrara Osservatorio n 3 Forlì-Cesena Osservatorio n 3 Imola Osservatorio n 4 Modena Osservatorio n 6 Parma Osservatorio n 5 Piacenza Osservatorio n 5 Ravenna Osservatorio n 1 Reggio Emilia Osservatorio n 5 Rimini Osservatorio n 3 OSSERVATORIO DELL ECONOMIA E DEL LAVORO REGIONALE Nel corso del 2013 Ires Emilia-Romagna ha realizzato il 2 Osservatorio della Economia e del Lavoro in Emilia-Romagna, in cui oltre a considerare i tradizionali indicatori economici e del mercato del lavoro, è stata introdotta, per la prima volta, l analisi della sostenibilità ambientale e delle condizioni sociali (welfare, povertà e reddito). OSSERVATORI E MONITORAGGI: 40 OSSERVATORI TERRITORIALI, SETTORIALI E REGIONALI SU KM² DI TERRITORIO, MONITORATA LA FORMAZIONE DI CIRCA LAVORATORI Osservatorio del Terziario. Nel 2013 è stato realizzato il primo dei tre Osservatori sul Terziario per conto della Filcams regionale. L osservatorio nasce dall esigenza di monitorare una molteplicità di settori tra loro molto distanti, ma sempre più caratterizzanti il sistema economico regionale. Osservatorio dei trasporti e della Logistica (ERCOLE). Su richiesta della Filt Emilia-Romagna si sta realizzando un osservatorio di analisi regionale dei trasporti, della logistica e della movimentazione delle merci. Il progetto prevede la predisposizione di un sito internet dedicato dove raccogliere le banche dati relative all oggetto in questione. Rappresentativi nel cambiamento: il profilo degli iscritti in questi anni di crisi. Ires Emilia- Romagna ha raccolto i dati relativi al tesseramento Cgil del quadriennio in Emilia- Romagna. L intento è quello di verificare l insediamento sociale della Cgil tra i lavoratori e i pensionati in regione attraverso la realizzazione di una comparazione tra il profilo degli iscritti e i principali indicatori del mercato del lavoro regionale. Progetto Banca dati sulle convenzioni dell Auser Emilia-Romagna. Ires Emilia-Romagna ha realizzato uno studio preliminare finalizzato alla costituzione di una Banca dati regionale sulle convenzioni sottoscritte dalle Auser territoriali dell Emilia-Romagna con Enti pubblici, principalmente Enti locali, ma anche con soggetti privati.

8 SEMINARI, FORMAZIONE, PRESENTAZIONE LIBRI SEMINARI, FORMAZIONE, PRESENTAZIONI: PROMOSSE PIÙ DI 200 ORE DI ATTIVITÀ FORMATIVE E SEMINARIALI E PIÙ DI 100 PRESENTAZIONI PUBBLICHE TRA LIBRI E RICERCHE SEMINARI E FORMAZIONE Germania, Italia, Europa: le risposte alla crisi 2010 Condizioni di lavoro e occupazione sotto l influenza delle direttive europee (con il Partenariato regionale europeo) 2011 Condizioni di lavoro e relazioni industriali nell industria della carne in Germania e Italia 2011 Ricerca & Sindacato (con Ires Toscana e Ires Veneto) 2012 Seminario di approfondimento sul tema del lavoro cognitivo (con Ires Toscana e Ires Veneto) 2012 L Ires Emilia-Romagna compie trent anni 2012 Le relazioni industriali e i movimenti sindacali in Europa 2012 Impatto dell allargamento dell Ue a 27 su politiche sociali, relazioni industriali e organizzazioni sindacali 2012 Sisma e ricostruzione: per un nuovo protagonismo del lavoro 2013 Il piano per il lavoro: il contributo della CGIL Emilia Romagna 2013 La codeterminazione in Germania e le esperienze di partecipazione in Italia 2013 Fare storia del lavoro oggi 2013 Lavoro cognitivo: figure, tempi e luoghi 2013 Se cinque anni vi sembrano pochi I mercoledì del lavoro (con l Istituto Gramsci Emilia-Romagna) Lavoro e democrazia 2010 Lavoro e capitale 2011 Lavoro e politica 2012 Ascoltare il lavoro. Seminario di storia e scienze sociali (con Ires Toscana e Ires Veneto) 3 Edizione Edizione 2013 PRESENTAZIONE LIBRI Workers, Citizens, Governance: Socio-Cultural Innovation at Work di F. Garibaldo, M. Baglioni, C. Casey, V. Telljohann 2012 Il dio contratto di P. Perulli 2012 La Società solidale di F. Anderlini, B. Pizzica, F. Rinaldini, M. Trentini 2012 Quali alleanze? Giovani e sindacato di fronte alla frantumazione del lavoro di F. Chicchi e C. Minghini 2012 Sinistra di C. Galli 2013 Le Camere del Lavoro in Emilia-Romagna: ieri e domani a cura di C. De Maria 2013

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

VS/2013/0379. Sviluppi recenti... 3 La tutela dei lavoratori e la crisi: la copertura asimmetrica degli ammortizzatori sociali... 4. Casi studio...

VS/2013/0379. Sviluppi recenti... 3 La tutela dei lavoratori e la crisi: la copertura asimmetrica degli ammortizzatori sociali... 4. Casi studio... Accordi difensivi e clausole di apertura: strategie integrate per il coinvolgimento dei lavoratori e la negoziazione collettiva contro la frammentazione e il declassamento. Casi studio in Italia a cura

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE

CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE Formiche.net 9 settembre 2013 CONCILIAZIONE VITA/LAVORO: È TEMPO DI SCEGLIERE di Alessandra Servidori Il Ministro del lavoro e delle politiche sociali Enrico Giovannini e il Vice ministro Cecilia Guerra

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna:

Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna: Gli Sportelli Sociali in Emilia Romagna: Esiti del primo monitoraggio Marzo 2010 Gli Sportelli Sociali in Emilia-Romagna: Esiti del primo monitoraggio Marzo 2010 1 Il Rapporto è a cura del Servizio Programmazione

Dettagli

LE POLITICHE DEL LAVORO

LE POLITICHE DEL LAVORO LE POLITICHE DEL LAVORO Sono l insieme di interventi pubblici rivolti alla tutela dell interesse collettivo all occupazione. Tali politiche sono strettamente connesse con altri settori: fiscale, sociale

Dettagli

LA FORMAZIONE FINANZIATA CON I FONDI INTERPROFESSIONALI I VOUCHER FORMATIVI

LA FORMAZIONE FINANZIATA CON I FONDI INTERPROFESSIONALI I VOUCHER FORMATIVI LA FORMAZIONE FINANZIATA CON I FONDI INTERPROFESSIONALI I VOUCHER FORMATIVI I Fondi Paritetici Inteprofessionali nazionali nascono nel 2003 secondo quanto previsto dalla L. 388/2000, che consente alle

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei.

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Alessia Amighini (Università del Piemonte Orientale) Versione preliminare Intervento al convegno Innovare per

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Dichiarazione dei diritti dell uomo

Dichiarazione dei diritti dell uomo Dichiarazione dei diritti dell uomo Politica dei diritti sul posto di lavoro Per noi è importante il rapporto che abbiamo con i nostri dipendenti. Il successo della nostra azienda dipende da ogni singolo

Dettagli

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008 CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA IL SISTEMA CONFAPI Costituita nel 1947, Confapi è cresciuta insieme alla PMI italiana ed è oggi uno dei protagonisti della vita economica

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità

Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Garanzia Giovani a un anno dall'avvio: dalle voci dei giovani emergono tante criticità Affidati al monitoraggio di ADAPT e Repubblica degli Stagisti ben 3mila racconti: il problema principale sono i lunghi

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Conciliare famiglia e lavoro: un aiuto dai fondi Articolo 9 della Legge 53/2000

Conciliare famiglia e lavoro: un aiuto dai fondi Articolo 9 della Legge 53/2000 Focus Isfol Conciliare famiglia e lavoro: un aiuto dai fondi Articolo 9 della Legge 53/2000 Donatella Gobbi ISSN: 1974-4986 collana Focus Isfol numero 2009/2 dicembre www.isfol.it tema coesione sociale

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012

Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 Prot. n. 55 Roma, 20 luglio 2012 A tutte le Strutture Filctem-Flaei-Uilcem Lor o Sedi Oggetto: Protocollo di Relazioni Industriali ENEL Nel pomeriggio del 17 luglio, in un incontro che, oltre le Segreterie

Dettagli

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA Il MERCATO Dipartimento Mercato del Lavoro del LAVORO in LOMBARDIA Legge Regionale 22 approvata il 19 settembre 2006 dal Consiglio Regionale Lombardo ll nuovo testo è migliore rispetto al precedente su

Dettagli

PRIT: contesto e strategie

PRIT: contesto e strategie PRIT: contesto e strategie A cura di Paolo Ferrecchi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e Infrastrutture

Dettagli

Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro

Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro Non discriminazione e pari opportunità sul posto di lavoro Quale evoluzione nelle aziende europee? II edizione - Dicembre 2010 Autori: Sara Faglia Federico Pezzolato Kristina Svanteson INDICE Principali

Dettagli

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE

Nuove regole per i comitati aziendali europei. Presentazione della direttiva 2009/38/CE Nuove regole per i comitati aziendali europei Presentazione della direttiva 2009/38/CE A cosa servono i Comitati aziendali europei? I Comitati aziendali europei (CAE) sono enti che rappresentano i lavoratori

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

Rapporto sull innovazione in Emilia-Romagna 2014

Rapporto sull innovazione in Emilia-Romagna 2014 Rapporto sull innovazione in Emilia-Romagna 2014 Rapporto sull innovazione in Emilia-Romagna 2014 Sommario 1. L Osservatorio Innovazione: struttura, obiettivi, metodologia e alcune definizioni 3 1.1. Metodologia,

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

Gli ambulatori vaccinali: la qualità percepita dai cittadini

Gli ambulatori vaccinali: la qualità percepita dai cittadini Assessorato Politiche per la Salute Gli ambulatori vaccinali: la qualità percepita dai cittadini Dicembre 2014 Servizio Sanità Pubblica Direzione Generale Sanità e Politiche sociali Agenzia Sanitaria e

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali

La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali La Carta dei diritti fondamentali : un testo essenziale per i diritti sociali e sindacali I. Introduzione : una Carta essenziale per tutti i lavoratori europei II. Contesto storico : come è stata elaborata

Dettagli

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro Indagine nazionale sulla salute e sicurezza sul lavoro Servizi di Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro PREMESSA La legge L. 833/1978 ha istituito il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) e successive norme

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

VI Rapporto su enti locali e terzo settore

VI Rapporto su enti locali e terzo settore COORDINAMENTO Michele Mangano VI Rapporto su enti locali e terzo settore A cura di Francesco Montemurro, con la collaborazione di Giulio Mancini IRES Lucia Morosini Roma, marzo 2013 2 Indice 1. PREMESSA...

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

ForAge Il primo Rapporto annuale

ForAge Il primo Rapporto annuale ForAge Il primo Rapporto annuale Cos'é ForAge E' una rete multilaterale europea che ha lo scopo, per contribuire ad alti livelli qualitativi nella ricerca e nella pratica, di informare su tutto quanto

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

LA CONTRATTAZIONE AZIENDALE NEL SETTORE PRIVATO DELL ECONOMIA

LA CONTRATTAZIONE AZIENDALE NEL SETTORE PRIVATO DELL ECONOMIA DOCUMENTI 12 RAPPORTO LA CONTRATTAZIONE AZIENDALE NEL SETTORE PRIVATO DELL ECONOMIA ROMA, GENNAIO 2002 Il Rapporto è stato curato dall Ufficio per l Informazione con la collaborazione di Monitor Lavoro.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli