Studio Pagamenti 2012 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio Pagamenti 2012 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale"

Transcript

1 2012 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale SERVIZI D OGNI SPECIE PER DAR VITA ALLE TUE DECISIONI

2

3 Indice CRIBIS D&B e il programma CRIBIS itrade... Pag. 04 Introduzione, metodologia e legenda... Pag Cina NOVITÀ... Pag Taiwan... Pag Hong Kong... Pag Messico... Pag Stati Uniti... Pag Canada... Pag Europa... Pag Belgio... Pag Olanda... Pag Francia... Pag Germania... Pag Regno Unito... Pag Spagna... Pag Portogallo... Pag Svizzera... Pag Polonia... Pag Slovenia NOVITÀ... Pag Ungheria NOVITÀ... Pag Austria NOVITÀ... Pag Italia... Pag Termini di pagamento 20.2 Analisi dei pagamenti Conclusioni... Pag. 140

4 CRIBIS D&B e il programma CRIBIS itrade La fonte dei dati: il D&B Paydex e le esperienze di pagamento I dati presentati in questo Studio nascono dal patrimonio informativo di CRIBIS D&B, realtà specializzata nelle business information, il cui obiettivo è garantire i più elevati standard qualitativi e la massima copertura delle informazioni economiche e commerciali su aziende italiane e estere. In particolare, le valutazioni sui pagamenti si basano sull analisi delle posizioni per cui è disponibile il D&B Paydex, l indicatore statistico che valuta la performance storica dei pagamenti verso i fornitori e permette di delineare il profilo dell azienda come pagatore in modo solido e affidabile. Il D&B Paydex viene generato solo se sono presenti almeno tre diverse esperienze di pagamento provenienti da tre diversi fornitori. Questo perché si tratta di un indicatore che consente di valutare le abitudini medie nei pagamenti dei clienti e necessita dell identificazione di un trend e di osservazioni omogenee, garantite dall utilizzo di una chiara e corretta definizione dell esperienza di pagamento. L esperienza di pagamento è generata dall analisi congiunta di tutte le transazioni commerciali (fatture, pagamenti, insoluti, ecc.) intercorse tra un azienda cliente e il suo fornitore, nel corso degli ultimi 12 mesi. Si tratta di una media ponderata mobile, perché: nasce dall analisi di 12 mesi di dati dipende dal credito analizzato, cioè dagli importi di credito che sono risultati regolari o in ritardo ogni mese si aggiorna mensilmente. 4 CRIBIS D&B E IL PROGRAMMA CRIBIS ITRADE

5 Il programma CRIBIS itrade Le esperienze di pagamento derivano da CRIBIS itrade, la prima soluzione in Italia per la condivisione tra CRIBIS D&B e le aziende partecipanti, volto a raccogliere dati, analisi e valutazioni sulle abitudini di pagamento delle aziende, in Italia e nel mondo. Di seguito, alcuni numeri di CRIBIS itrade: MONDO Attivo a livello mondiale dal 1972 Oltre 5 miliardi di movimenti raccolti Oltre 27 milioni di aziende su cui sono disponibili esperienze di pagamento nei confronti dei propri fornitori ITALIA 45 anni di esperienza nei sistemi di condivisione delle informazioni Oltre 140 milioni di movimenti raccolti in Italia 1 milione di aziende su cui sono disponibili esperienze di pagamento nei confronti dei propri fornitori Nel 65% delle richieste è disponibile il Paydex. Condividere all interno di un sistema come CRIBIS itrade significa accedere ad un patrimonio informativo oggettivo e gestito da un soggetto neutrale, cioè non influenzato da conflitti di interessi o da dinamiche strettamente settoriali. In questo modo l informazione che viene restituita è un profilo oggettivo dell azienda come pagatore di transazioni B2B. CRIBIS itrade, infatti, consente di: Accedere a informazioni oggettive, consistenti e facili da utilizzare Confrontare le performance di un azienda verso le performance del settore e verso le performance del proprio portafoglio Analizzare l andamento delle performance di una azienda nel tempo Monitorare efficacemente le variazioni nel comportamento di pagamento del cliente Avere visibilità della distribuzione del rischio in funzione della propria esposizione Analizzare il portafoglio clienti nel suo complesso o segmentato in base a criteri come la posizione geografica, il settore e il livello di rischio Gestire tempestivamente le criticità e stimare le possibili perdite. CRIBIS D&B E IL PROGRAMMA CRIBIS ITRADE 5

6 Introduzione, metodologia e legenda Lo Studio, pubblicato con dati aggiornati al 31 dicembre 2011 per tutti i Paesi, con l unica eccezione dell Italia per cui viene fornito anche un outlook al 31 marzo 2012, ha l intento di delineare il panorama internazionale dei pagamenti, con un focus particolare sulla nostra penisola e sull Europa. Inoltre, grazie all appartenenza di CRIBIS D&B al D&B Worldwide Network, è stato possibile raccogliere ed elaborare i dati sui pagamenti di Taiwan, Hong Kong, Messico, Stati Uniti, Canada, Belgio, Olanda, Germania, Francia, Regno Unito, Spagna, Portogallo, Polonia e Svizzera. Inoltre, quest edizione dello Studio si è arricchita dei dati relativi a Cina, Slovenia, Ungheria, e Austria. Per ogni Paese le modalità di regolazione delle transazioni commerciali vengono analizzate in maniera dettagliata, prestando attenzione ai cambiamenti verificatisi rispetto agli anni precedenti. Le principali Fonti informative utlizzate in questo osservatorio sono i dati sui pagamenti provenienti dal Programma CRIBIS itrade e dal D&B Paydex per l Italia e dal programma DUNTRADE del D&B Worldwide Network per gli altri Paesi. Inoltre, per chiarezza espositiva, si specifica quanto segue: Legenda Analisi per tipologia di azienda ITALIA Micro (Fatturato <=2 mln di o dipendenti <=10) Piccole (Fatturato <=10 mln o dipendenti <=50) Medie (Fatturato <=50 mln di o dipendenti <=250) Grandi (Fatturato >50 mln di o dipendenti >250) 6 INTRODUZIONE, METODOLOGIA E LEGENDA

7 CINA, TAIWAN, HONG KONG, MESSICO, STATI UNITI, CANA- DA E PAESI EUROPEI Micro (Dipendenti <=5) Piccole (Dipendenti >5 e <=50) Medie (Dipendenti >50 e <=260) Grandi (Dipendenti >260) Legenda Analisi per macroarea geografica in Italia Nord Est (Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Veneto) Nord Ovest (Liguria, Lombardia, Piemonte e Valle d Aosta) Centro (Lazio, Marche, Toscana e Umbria) Sud e Isole (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) Note AUSTRIA E CINA Per questi due Paesi sono state analizzate solo le abitudini di pagamento relative al 2011 data la nascita recente dei loro programmi di condivisione delle informazioni sui pagamenti. TAIWAN e HONG KONG Nell analisi delle abitudini di pagamento per macrosettore merceologico sono stati esclusi i comparti dell Agricoltura e dell Industria estrattiva perché poco rappresentativi in questi due Paesi. INTRODUZIONE, METODOLOGIA E LEGENDA 7

8 1 Cina Di seguito, l opinione di Jessie Liu, Product Development & DunTrade Manager di Huaxia Dun & Bradstreet China, sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti in Cina. With the 4 Trillion Investment Project slowly fading out and the tight monetary policy in 2011, currently lots of companies have the liquidity problem. Due to the slow-down growth of overseas markets and the inflated cost in China, the export market was shrunk and lots of Chinese Small & Medium enterprises were facing the server market risk during the second half of In another hand, the previous tight monetary policy worked well (the whole 2011 year s growth rate of CPI is 5.4%, while this rate has already dropped to 4.1% in December, 2011), so the government may not insist the tight monetary policy in the following year. Actually the reserve requirement ratio has already dropped 0.5% in December 2011 and more loose monetary actions could be expected in following year. In 2011, some of Chinese enterprises have bankrupted, while others were struggling for surviving. They turned more and more part of their business to the local market, shut down the old plant and organized product & technologies innovation. Meanwhile a liberal economic environment could be expected and government would promote more simulation plan. Hence the survived enterprises would be more healthy and competitive. In this situation, we could expect a liberal economic environment and the suppliers might be granted longer payment terms in Most common payment terms in China are still Credit 30 to 60 days. From the study of payment in the five key industries (Electronic & Electric, Medical Distribution, Machinery Manufacturing, Logistics and Plastic Product), credit days accounts over 60% in four ones, while the Medicine Distribution Sector is generally adopted Credit days. According to our PAYDEX data, more companies paid within term in Dec. 2011, compared with the percentile in Aug That could be explained by the loose monetary policy and better economic environment caused by the simulation actions. There are discernible differences across industry and different sized business. At the end of 2011, compared with a average of 32.5% for prompt payments, as always the worst has been the large sized business (25.9% of payments were prompt in Dec, 2011); while the micro (44.4% prompt in Dec, 2011) & small (39.5% prompt in Dec, 2011) business is much better. Since in China the large companies usually have already at least dominating the regional market, this situation enhances their capability of negotiating the payment terms, and also makes them have the power to lengthen their actual payment terms. However, this in turn adds to pressure on the cash-flows of smaller suppliers and make them more cautious about the payment terms of their own business, even in the more generous credit environments of the next year. In China, the consistently prompt paying industries are trading (38.8% prompt in Dec, 2011) and manufacturing (33.0% prompt in Dec, 2011) section. The relatively worse sections are transportation&energy (23.2% prompt in Dec, 2011) section and finance section (25,3% prompt in Dec, 2011). This situation may caused by the extended global recession; the shrinking global market and economic slowdown trend around the world makes the investment behaviour would be more cautious. And traditional payment habits of the buyers and credit management skills in different sections are also affect the payment performance. Most large sized enterprises would not have the serious problem about their liquidity, but the small&medium enterprises may need to pay more attention about their credit management procedures according to the market recession and tight monetary policy in They may need to adjust their credit policies, offer more cash discount and avoid granting long payment terms. In this way they could avoid facing sever liquidity risk and prepare for the possible worse economic environment. 8 CINA

9 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN CINA PER CLASSI DI RITARDO, 2011 GRAFICO 1.1 FONTE: CRIBIS D&B Analisi dei pagamenti Il Grafico 1.1 fotografa nel dettaglio le abitudini di pagamento in Cina attraverso l analisi della distribuzione delle sue imprese in classi di ritardo. Nel 2011 la percentuale di pagatori puntuali si assesta solo al 33,1% del totale, mentre la maggioranza delle imprese tende a regolare le transazioni commerciali con un ritardo medio compreso fra 1 e 30 giorni (50,3%). Le classi di ritardo intermedio ( days e days ) mostrano una quota pari all 8,7%, mentre i cattivi pagatori (oltre 90 giorni medi) rappresentano il 7,9% del campione analizzato. Infine, si segnala che il 5,4% delle aziende cinesi paga mediamente i propri fornitori con più di 120 giorni di ritardo. L elevata concentrazione in corrispondenza dei gravi ritardi e il contenuto pagamento puntuale rendono lo scenario dei pagamenti cinesi uno dei meno performanti fra quelli individuati per i Paesi analizzati in questa edizione dello Studio. CINA 9

10 Valutiamo, ora, le performance di pagamento delle imprese cinesi in relazione alla dimensione aziendale (Grafico 1.2). Sono le Micro realtà a registrare il comportamento di pagamento più equilibrato con il 44,4% del totale in corrispondenza del pagamento regolare (+11,3 punti percentuali rispetto alla media nazionale). Seguono in seconda posizione le Medium, per le quali la percentuale in questione raggiunge il 39,5%. La tipologia Large, invece, è interessata da una situazione decisamente più problematica con solamente un quarto delle imprese (25,9%) che riesce a rispettare i termini pattuiti e una concentrazione del 55,6% nella classe di ritardo Up to 30 days. I ritardi compresi fra 30 e 90 giorni medi registrano delle quote più elevate nelle categorie Medium e Large, con rispettivamente il 9,3% ed il 10,1% del totale nella fascia di ritardo in oggetto. Per quanto riguarda i ritardi gravi la performance peggiore spetta ancora una volta alle aziende di grandi dimensioni: l 8,4% supera mediamente i 90 giorni di ritardo. ABITUDINI DI PAGAMENTO IN CINA PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, 2011 GRAFICO 1.2 FONTE: CRIBIS D&B 10 CINA

11 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN CINA PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 1.3 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 1.3 consente di identificare e confrontare le abitudini di pagamento che i diversi macrosettori merceologici hanno esibito in Cina nel corso del Dall analisi settoriale emerge un contesto abbastanza eterogeneo, con performance piuttosto differenti fra i vari comparti considerati. Il settore che si contraddistingue per un comportamento di pagamento più equilibrato è Wholesale : in questo caso, infatti, le aziende riescono a pagare entro i termini previsti in oltre il 40% dei casi analizzati, mentre per gli altri comparti non si supera il 33,1%. Il pagamento in ritardo si concentra nella classe Up to 30 days con percentuali più elevate per Transport, distribution (59,3%), Retail trade (55,4%) mentre le classi intermedie (fra 30 e 90 giorni medi) registrano una maggiore concentrazione in corrispondenza del macrosettore Mining con il 19,4% del totale. Infine, il pagamento con un ritardo più grave (oltre 90 giorni medi) mostra situazioni più critiche nei comparti Mining, con una quota del 23,4% in questa classe (+15,5% rispetto alla media nazionale) e Construction, con una quota del 21,2% (+13,3% rispetto alla media nazionale). CINA 11

12 Nelle Tabelle 1.4 e 1.5 viene riportata la graduatoria dei microsettori che hanno esibito nel corso del 2011 le migliori e peggiori performance nei pagamenti in Cina. Il gruppo merceologico Apparel and other textile products occupa la prima posizione nella classifica dei microsettori più virtuosi con il 51,4% di aziende che pagano entro la scadenza degli accordi commerciali concordati. Seguono in seconda e terza posizione Wholesale trade Nondurable goods (51%) e Social services (48,5%). Il comparto Health services si distingue, invece, per il comportamento meno virtuoso della Cina, con una quota di gravi ritardatari (più di 90 giorni medi) pari al 34,3% e superiore di 26,4 punti percentuali alla media nazionale. Completano le prime posizioni della graduatoria i gruppi General building contractors (24,7%) e Heavy contractors, except building (24,3%). Lo scenario dei pagamenti 2011 individuato per la Cina evidenzia una situazione complessa con performance non particolarmente efficienti (specialmente in alcuni comparti merceologici). Sono, infatti, meno di un terzo le aziende cinesi che riescono a gestire le transazioni commerciali nei termini prestabiliti (33,1%), mentre i ritardi gravi (oltre 90 giorni medi) interessano il 7,9% del totale e collocano il Paese al di sotto delle medie osservate nel contesto internazionale. Dall approfondimento settoriale emergono comportamenti di pagamento piuttosto divergenti fra i comparti analizzati. In particolare, le situazioni più critiche si riscontrano in corrispondenza dei settori Mining e Construction che mostrano percentuali di cattivi pagatori nettamente al di sopra della media nazionale (oltre il 21%). SETTORI PIU VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN CINA, 2011 Sector Ranking 2011 Apparel and other textile products 1 Wholesale trade - Nondurable goods 2 Social services 3 Building materials & garden supplies 4 Services 5 Miscellaneous retail 6 Amusement & recreation service 7 Miscellaneous repair services 8 Educational services 9 Printing and publishing 10 TABELLA 1.4 FONTE: CRIBIS D&B SETTORI MENO VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN CINA, 2011 Sector Ranking 2011 Health services 53 General building contractors 52 Heavy construction, except building 51 Real estate 50 Administration of economic programs 49 Executive, legislative and general 48 Special trade contractors 47 Electric, gas and sanitary services 46 Stone, clay and glass products 45 Communications 44 TABELLA 1.5 FONTE: CRIBIS D&B 12 CINA

13 2 Taiwan Di seguito, l opinione di Kelly Lu, DUNSRight team leader di Dun & Bradstreet Taiwan, sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti di Taiwan. Companies have taken more conservative terms dealing with economic down trends. As much as 52% of Taiwan s businesses are granted averagely using 0-30 days open accounts. Following by the term days, it is accounting 42% as a yearly average in The Paydex score for all companies available in the D&B Taiwan database was on average 75 in 2011, an increase from the average of 74 in The increasing trend was parallel to the yearly growth % of Taiwan s export shipment of 7.23% in 2011, full year dollar value was USD billion, up by USD billion from Overall, the nation-wide out of business (OOB) rate declined to 4.66% in 2011 from 5.08% in previous year. As Taiwan s GDP forecast for 2012 is around 3.85%, down approximately by 0.2% from 4.04% of 2011, companies are continuously using conservative terms of 0-30 days at the beginning of In the mean time, the Taiwan s SMEs (Small- and medium-sized enterprises) are diagnosed having ability to response quicker to the economical revival. For example, in terms of inventory-to-current asset-ratio, SMEs were improved greater by 232 basis points to 15.57% from 17.89% previous year, whereas large companies, on the contrary, deteriorated by 144 basis points to 7.19% from 5.75% previous year. SMEs also showed better performances than large companies in terms of current asset-to-total asset-ratio across industries from manufacturing, transport distribution, wholesale, retail trade to financial services and other services. As compared against previous year, this ratio of SMEs improved by 62 basis points to 50.38% from 49.76% while large companies fell by 180 basis points to 60.54% from 62.34%. Entering into 2012, the outlook is getting optimistic quarter by quarter. In particular, the forecast of Taiwan s export shipment is to increase by 4.9% year-on-year (y-o-y) starting from the second quarter as predicted by the Ministry of Economic Affair. Top three exporting products are namely (i) information & communication devices, (ii) electronics devices and (iii) precision instruments with primary exporting territories into the Mainland China, the U.S. continent and the Europe continent. TAIWAN 13

14 Analisi dei pagamenti Prima di procedere con l analisi dettagliata delle abitudini di pagamento di Taiwan nel corso del 2011, valutiamo quali sono stati i trend delle percentuali di aziende puntuali e con un ritardo medio superiore ai 90 giorni (Tabelle 2.1 e 2.2). Per il pagamento regolare prosegue il trend positivo degli ultimi anni, che interessa nel 2011 il 69,3% delle imprese di Taiwan e lo rende uno dei best performer fra i Paesi oggetto di indagine dello Studio. Anche in relazione alla percentuale di aziende che paga con oltre 90 giorni medi di ritardo si osserva un dato più che positivo, con un livello pari solamente all 1% del totale. Per riuscire a comprendere meglio quelli che sono stati i cambiamenti avvenuti nel corso degli ultimi anni, valutiamo le variazioni che hanno interessato la distribuzione delle aziende per classi di ritardo e che sono riportate nella Tabella 2.3. Rispetto al 2010, si riscontra un miglioramento di circa 2 punti percentuali nella classe di pagamento regolare, controbilanciata da una riduzione del 2,2% nella fascia di ritardo Up to 90 days. Le variazioni più consistenti si osservano nel confronto con i dati del Infatti, rispetto a quattro anni fa i buoni pagatori sono cresciuti di ben 10,7 punti percentuali, passando dal 58,6% del 2008 (record negativo) al 69,3% del Nello stesso intervallo temporale la classe intermedia di ritardo (fino a 90 giorni medi) ha subito una riduzione dell 8,8%. Per i ritardi gravi, invece, si osserva una distribuzione piuttosto stabile nel tempo, con un oscillazione massima del -2,3% rispetto al dato PERCENTUALE DI AZIENDE A TAIWAN CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 2.1 FONTE: CRIBIS D&B Taiwan 64,7% 58,6% 60,6% 67,4% 69,3% PERCENTUALE DI AZIENDE A TAIWAN CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 2.2 FONTE: CRIBIS D&B Taiwan 3,3% 2,9% 2,1% 0,7% 1,0% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN, Variation 2007/2011 Variation 2008/2011 Variation 2009/2011 Variation 2010/2011 By due date 4,6% 10,7% 8,7% 1,9% Up to 90 days -2,3% -8,8% -7,6% -2,2% Over 90 days -2,3% -1,9% -1,1% 0,3% TABELLA 2.3 FONTE: CRIBIS D&B 14 TAIWAN

15 ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN PER CLASSI DI RITARDO, GRAFICO 2.4 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 2.4 permette di approfondire nel dettaglio le modalità di pagamento di Taiwan per classi di ritardo attraverso un analisi del trend Le imprese di Taiwan hanno manifestato una continua crescita del pagamento puntuale negli ultimi quattro anni e nel 2011 registrano il record positivo con una percentuale che supera il 69% del totale. I ritardi tendono a concentrarsi nella classe Up to 30 days con una concentrazione pari al 27,1% del totale. Inoltre, si può osservare come oltre il 96% delle aziende di Taiwan si collochi in corrispondenza del pagamento puntuale e del ritardo moderato e inferiore ai 30 giorni, a dimostrazione dell ottima perfomance di pagamento del Paese analizzato. Il 2,6% delle imprese rimanenti esibisce un ritardo medio compreso fra i 30 e 90 giorni con un divario di 7,5 punti percentuali dal valore più alto (10,1%) registrato nel Infine, i cattivi pagatori rappresentano l 1% del campione e perdono 2,3 punti percentuali rispetto al dato del TAIWAN 15

16 ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, 2011 GRAFICO 2.5 FONTE: CRIBIS D&B Nel Grafico 2.5 è possibile analizzare il dettaglio delle abitudini di pagamento suddivise per dimensione aziendale e cogliere, così, le differenze esistenti tra le quattro tipologie considerate. Le imprese Micro, Small e Medium si contraddistinguono per un comportamento più equilibrato nei pagamenti, con percentuali di pagamento puntuale superiori al 65% per tutte e tre le categorie (73% per le Small). Situazione più problematica per le grandi aziende che riescono a gestire le transazioni commerciali entro i termini previsti nel 52,7% dei casi analizzati e registrano, invece, una concentrazione pari al 44% del totale nella fascia di ritardo moderato ( Up to 30 days ). Nelle classi di ritardo intermedio (fra 30 e 90 giorni di ritardo) si osservano percentuali omogenee in tutte le tipologie, con quote che oscillano fra il 2,3% delle Micro e il 2,8% delle Medium. Infine, le Micro realtà mostrano una maggiore concentrazione nella fascia di ritardo grave (oltre 90 giorni medi) che si assesta al 3%, mentre negli altri casi non supera l 1% del totale. Con riferimento alle modalità di pagamento dei macrosettori merceologici, è possibile osservare nel Grafico 2.6 un comportamento piuttosto omogeneo. Le buone performance del sistema dei pagamenti a Taiwan sono confermate anche dal focus settoriale. Infatti, tutti i comparti mostrano una maggiore percentuale di aziende in corrispondenza del pagamento puntuale con valori superiori al 67% (raggiunge il 79% nel caso dei Finance services ). I settori Transport, distribution e Manufacturing mostrano con- 16 TAIWAN

17 ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 2.6 FONTE: CRIBIS D&B centrazioni più alte di aziende che pagano mediamente con un ritardo compreso fra 1 e 30 giorni, con quote rispettivamente del 30,6% e del 28,6%. Il ritardo intermedio ( days e days ) registra il livello più elevato in corrispondenza del comparto Construction (3,9% del totale). Discorso analogo per le imprese che esibiscono un ritardo medio superiore ai 90 giorni: è il settore edile con una quota del 4,3% a mostrare la peggiore performance (3,3 punti percentuali al di sopra della media nazionale). Le precedenti analisi confermano, anche per il 2011, l ottimo stato di salute del sistema dei pagamenti di Taiwan, che registra nelle diverse classi di ritardo esaminate risultati migliori rispetto alle medie osservate nel contesto internazionale. La quota di aziende puntuali si assesta, infatti, al 69,3% (il valore più elevato dal 2007) e registra il secondo livello più elevato fra tutti i Paesi oggetto di indagine nello Studio, superato solo dalla percentuale di pagamento regolare in Germania (74,7%). Ottima performance anche in corrispondenza del ritardo medio superiore ai 90 giorni che interessa, invece, solo l 1% del totale e mostra una sostanziale stabilità rispetto ai valori degli anni precedenti. A livello settoriale è possibile osservare una certa omogeneità e un diffuso miglioramento, con percentuali di pagamento alla scadenza superiori al 67% del totale per tutti i comparti. La performance meno positiva è quella del settore Construction, che registra percentuali superiori alla media nazionale sia nelle classi di ritardo intermedio sia in quelle del ritardo grave. TAIWAN 17

18 3 Hong Kong Di seguito, l opinione di Dun & Bradstreet (HK) Ltd sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti di Hong Kong. Market fears and concerns about European Sovereign Debt Crisis prevailed in Confidence on European markets was lost for the fear of default debt repayment. European Union members were urged to deploy effective measures on tackling challenges of high national debt level. Protest and strike against the measures in certain countries will be another challenge to the governments. According to the data collected from DUNTrade programme, it is found that more than half of the participants recorded an increase in the number of credit records for daily business activities. The total numbers of payment experience were expanded by 10% when compared to During 2011, they intended to loosen their credit policy by offering more credit sales to new customers in order to expand their businesses. However, DUNTrade participants generally anticipate a weaker demand from Europe and US markets in 2012, where their major trading partners located in. They are not optimistic on the recovery of the economy in a short period of time. They have a stronger preference on re-implementing prudent credit policy in this year to minimize their credit risk until the economic recovery is on the right track. On one hand, they plan to lower the credit amounts granted to customers. On the other hand, they will tighten the terms offered to new customers or customers with short history of business relationship so as to ensure the credit quality. Another purpose of shortening terms and cash sales is that they are able to enrich the cash flow conditions. Preventive measures on their daily credit management activities are also important. Reviewing credit reports provided by credit agencies and buying insurance from insurance agencies are the common measures. In addition, they will actively monitor customers payment behaviour so that prompt action could be taken when delays of payment happen in their portfolio. 18 HONG KONG

19 Analisi dei pagamenti La Tabella 3.1 evidenzia il trend della percentuale di aziende di Hong Kong che hanno pagato puntualmente i propri fornitori, rispettando i termini pattuiti. Hong Kong conferma anche per il 2011 un comportamento di pagamento non particolarmente efficiente con una concentrazione nella classe By due date pari al 34,5% del totale. Nella Tabella 3.2 si possono osservare i ritardi più gravi ( Over 90 days ) che quest anno hanno interessato solo il 2,1% delle imprese (la stessa percentuale del 2010). Possiamo, inoltre, identificare quali sono le variazioni che hanno interessato la distribuzione delle aziende per classi di ritardo rispetto agli anni passati tramite l analisi della Tabella 3.3. Rispetto al 2007, aumenta del 5,4% la quota di aziende con un comportamento regolare, mentre si osserva una riduzione in corrispondenza della fascia di ritardo più grave con un calo di 4,7 punti percentuali. La variazione più consistente nella fascia di ritardo intermedio Up to 90 days si registra nel confronto con il 2009: in questo caso, infatti, la concentrazione è aumentata del 4,5%. Risultano minimi, invece, i delta rispetto ai valori del 2010 con oscillazioni che non superano lo 0,3%. PERCENTUALE DI AZIENDE A HONG KONG CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 3.1 FONTE: CRIBIS D&B Hong Kong 29,1% 31,1% 35,8% 34,8% 34,5% PERCENTUALE DI AZIENDE A HONG KONG CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 3.2 FONTE: CRIBIS D&B Hong Kong 6,8% 6,0% 5,3% 2,1% 2,1% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG, Variation 2007/2011 Variation 2008/2011 Variation 2009/2011 Variation 2010/2011 By due date 5,4% 3,4% -1,3% -0,3% Up to 90 days -0,7% 0,5% 4,5% 0,3% Over 90 days -4,7% -3,9% -3,2% 0,0% TABELLA 3.3 FONTE: CRIBIS D&B HONG KONG 19

20 ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG PER CLASSI DI RITARDO, % % 53.9% 52.8% 50.0% 40.0% 30.0% 29.1% 31.1% 35.8% 34.8% 34.5% 36.2% 36.4% 33.8% 20.0% 18.9% 18.2% 17.5% 10.0% 0.0% 6.8% 7.6% 9.0% 8.3% 7.6% 2.4% 3.0% 4.2% 3.4% 2.8% 1.1% 1.3% 2.6% 2.6% 2.5% By due date Up to 30 days days days days Over 120 days 1.0% 0.8% GRAFICO 3.4 FONTE: CRIBIS D&B Possiamo analizzare nel dettaglio lo scenario dei pagamenti 2011 di Hong Kong con il Grafico 3.4, che suddivide le aziende in classi di ritardo e confronta le loro performance di pagamento con quelle relative agli anni passati. Come già osservato nell analisi precedente, le modalità di pagamento sono rimaste sostanzialmente invariate rispetto al 2010 e il delta maggiore (+1,4%) viene riscontrato in corrispondenza della classe di ritardo intermedio (fra i 30 e 90 giorni medi). Le imprese di Hong Kong si concentrano prevalentemente nella classe di ritardo moderato ( Up to 30 days ) con una quota che si assesta al 52,8% nel 2011 e registra un incremento di 19 punti rispetto al dato del Le restanti classi di ritardo mostrano percentuali più contenute: in particolare, il 7,6% delle aziende tende a pagare i fornitori con un ritardo medio compreso fra 30 e 60 giorni, il 3% si colloca nella fascia days, mentre il 2,1% supera mediamente i 90 giorni di ritardo. I ritardi intermedi ( days e days ) si sono notevolmente ridotti rispetto a cinque anni fa (-17%) e questo decremento è stato in gran parte controbilanciato dalla crescita dei ritardi moderati. Infine, il pagamento puntuale interessa nel 2011 il 34,5% del totale e conferma le performance già osservate nel corso 20 HONG KONG

21 dei tre anni precedenti (-0,3% vs 2010 e -1,3% vs 2009). Tuttavia, è importante evidenziare l aumento di 5,4 punti percentuali che si rileva per questa classe nel confronto con il Nel Grafico 3.5 è possibile analizzare le abitudini di pagamento suddivise per dimensione aziendale e cogliere le differenze esistenti fra le diverse tipologie considerate. Anche nel focus sulle tipologie dimensionali emerge una diffusa tendenza da parte delle imprese di Hong Kong a regolare le transazioni commerciali con un ritardo medio compreso fra 1 e 30 giorni. La percentuale più elevata in questa classe di ritardo appartiene alle grandi aziende con il 60,3% del totale, seguite dalle Medium con il 58,7%. Le imprese Micro e Small evidenziano, invece, un comportamento di pagamento più equilibrato con, rispettivamente, il 38,8% e il 36,4% di aziende che pagano i partner commerciali entro i termini stabiliti (solo il 15,7% per le Large). Infine, le Large mostrano una situazione più problematica per quello che riguarda i pagamenti più dilazionati nel tempo: più del 18% di esse, infatti, paga i propri fornitori con un ritardo medio compreso fra i 30 e i 60 giorni, mentre il 5,9% supera mediamente i 90 giorni (+3,8 punti percentuali rispetto alla media nazionale). ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, % 60.0% 40.0% 20.0% 0.0% Micro Small Medium Large By due date 38.8% 36.4% 26.0% 15.7% Up to 30 days 49.1% 52.4% 58.7% 60.3% days 7.5% 7.0% 7.8% 12.8% days 2.7% 2.7% 3.9% 5.3% days 1.1% 1.0% 2.3% 3.3% Over 120 days 0.8% 0.5% 1.3% 2.6% GRAFICO 3.5 FONTE: CRIBIS D&B HONG KONG 21

22 ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 3.6 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 3.6 riporta le abitudini di pagamento delle aziende di Hong Kong per classi di ritardo, tenendo in considerazione anche il macrosettore merceologico di appartenenza. Tutti i comparti mostrano una maggiore percentuale di aziende in corrispondenza della classe di ritardo moderato e limitato ai 30 giorni, con valori superiori al 60% nel caso dei settori Retail trade e Transport, distribution. La migliore performance di pagamento regolare spetta, invece, al gruppo Manufacturing con il 38,8% nella classe considerata, seguito in seconda posizione da Other services con il 38,2%. In relazione alle classi di ritardo intermedio, si contraddistinguono negativamente i macrosettori Construction e Finance services con oltre il 18% di imprese che pagano con un ritardo compreso fra 30 e 90 giorni. Inoltre, entrambi i comparti registrano i valori più elevati in corrispondenza del ritardo grave con, rispettivamente, il 12,7% e l 8,4% di aziende che pagano con oltre 90 giorni medi di ritardo (+10,6% e +6,3% rispetto alla media nazionale). Lo scenario dei pagamenti di Hong Kong non delinea cambiamenti significativi rispetto alle recenti edizioni dello Studio. Si conferma, infatti, stazionaria e non particolarmente elevata la percentuale di aziende che riesce a gestire gli accordi commerciali nei termini pattuiti (34,5% nel 2011). I ritardi gravi (oltre 90 giorni medi), dopo il netto calo osservato nel 2010, restano invariati su un livello piuttosto contenuto (2,1%). All interno di un contesto settoriale eterogeneo, si osserva una posizione più difficoltosa nei comparti Construction e Finance services, che riportano concentrazioni più elevate della media nazionale nelle classi di ritardo intermedio e grave. In conclusione, le imprese di Hong Kong non evidenziano segnali di discontinuità nei confronti del recente passato e continuano a mostrare un comportamento di pagamento più problematico rispetto ai livelli medi osservati nei Paesi oggetto di indagine nello Studio. 22 HONG KONG

23 4 Messico Di seguito, l opinione di Gerado Sosa, IT Manager di Dun & Bradstreet Mexico, sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti in Messico. In Mexico in 2011 the companies have reacted to handle difficulties arising from Crisis taking risk decisions not only by the finance situation but considering other issues like trade tape, suits, commercial references. The Macro-economic situation in Mexico is in very good health and this reduces the impact. The payment terms granted by Mexican companies are days and they haven t increase a lot in the last years. Some of the most important causes of delay in payments are bad and not enough information, and wrong credit process. These causes could be some issues in just some sectors like construction. To improve their DSO and Working Capital the companies are trying to analyze in detail the process of credit, following the collection per week and work with sales departments in other to solve the problems. Estimations show that the Mexican economy has continued growing during Q as 1% quarterly approximately, very close to the prior quarter. Also, inflation remains practically stable in a quarter average of 3.4%. Although Mexico is away from the source of European uncertainty, negative effects in our economy are not dismissed if the European risk has an impact in USA, reducing the demand from this country. Episodes of global volatility that may depreciate the Peso are not dismissed, but as long as these events are not too far from positive growing perspectives in Mexico and the commitment with the deficit and public debt goals is not in risk, it would be reasonable that the exchange rate remains close to ppd in average for the following quarters. All this perspective give some certainly in the business in Mexico that means we most no have any problem in MESSICO 23

24 Analisi dei pagamenti La Tabella 4.1 riporta il trend negli ultimi due anni della percentuale di aziende messicane che sono riuscite a far fronte ai propri impegni entro i termini stabiliti. Nel corso del 2011 la variabile in oggetto ha registrato un valore pari al 59,3% del totale, confermando l ottima performance del Messico individuata già nella precedente edizione dello Studio. Le aziende che, invece, tendono a pagare con oltre 90 giorni medi di ritardo rappresentano solamente lo 0,9% dei casi analizzati (Tabella 4.2). Per avere maggiori dettagli sulle variazioni avvenute negli ultimi 12 mesi in relazione alla distribuzione delle aziende messicane per classi di ritardo analizziamo la Tabella 4.3. Rispetto all anno precedente, si riscontra un netto calo dei pagatori puntuali (classe By due date ). Nel dettaglio, la percentuale in questione si riduce di quasi 11 punti percentuali, passando dal 70% del 2010 al 59,3% del Al forte decremento dei pagamenti regolari ha corrisposto un deciso aumento della concentrazione di imprese nella fascia di ritardo compreso fra 1 e 90 giorni (+10,6% sul 2010), mentre la concentrazione nelle classi di ritardo grave è rimasta sostanzialmente invariata. PERCENTUALE DI AZIENDE IN MESSICO CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 4.1 FONTE: CRIBIS D&B Mexico 70,0% 59,3% PERCENTUALE DI AZIENDE IN MESSICO CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 4.2 FONTE: CRIBIS D&B Mexico 0,8% 0,9% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO, TABELLA 4.3 FONTE: CRIBIS D&B Variation 2010/2011 By due date -10,7% Up to 90 days 10,6% Over 90 days 0,1% 24 MESSICO

25 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO PER CLASSI DI RITARDO, GRAFICO 4.4 FONTE: CRIBIS D&B Consideriamo, ora, le modalità di pagamento del Messico per classi di ritardo per il 2011 e confrontiamole con quelle relative al 2010 (Grafico 4.4). Si osserva un consistente incremento della concentrazione delle imprese messicane in corrispondenza della classe Up to 30 days che si assesta al 37,3% e supera di 10 punti percentuali il dato In corrispondenza del pagamento regolare, invece, si osserva una variazione in senso contrario con una riduzione di 10,7 punti percentuali rispetto all anno precedente. Le percentuali delle classi di ritardo intermedio ( days e days ) e del ritardo grave (oltre 90 giorni medi) restano sostanzialmente stabili rispetto al 2010 e aumentano complessivamente dello 0,8%. MESSICO 25

26 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, 2011 GRAFICO 4.5 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 4.5 riporta un analisi dettagliata delle abitudini di pagamento per tipologia di azienda in Messico. Le imprese Small sono quelle che esibiscono un comportamento di pagamento più equilibrato con il 67,2% del totale che paga i propri fornitori entro la scadenza stabilita. Nelle Large, invece, si osserva la situazione più problematica con il 48,2% dei casi analizzati che riesce a gestire le transazioni commerciali nei termini concordati (-11,1% rispetto alla media nazionale). Si tratta, tuttavia, di un valore elevato se confrontato con la performance delle aziende di grandi dimensioni della maggior parte dei Paesi analizzati nello Studio Pagamenti. Con riferimento al pagamento in ritardo, si osservano maggiori concentrazioni nella classe Up to 30 days, mentre risultano relativamente bassi i valori associati alle classi di ritardo più grave. I ritardi compresi fra 1 e 30 giorni medi, infatti, interessano quasi il 50% delle Large, con un gap sfavorevole di circa 12 punti dal dato aggregato Messico. Molto contenute le differenze fra le quattro tipologie dimensionali in corrispondenza delle fasce di ritardo intermedio ( days e days ), con quote che oscillano fra l 1,9% delle Small ed il 2,7% delle Micro. Infine, tutte le categorie evidenziano percentuali 26 MESSICO

27 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 4.6 FONTE: CRIBIS D&B moderate nelle classi di ritardo più grave (oltre 90 giorni medi) con valori che non superano l 1,2%. Con riferimento alle abitudini di pagamento dei macrosettori messicani nel 2011, è possibile osservare nel Grafico 4.6 un comportamento abbastanza eterogeneo. Le migliori performance di pagamento spettano ai macrosettori Construction e Agriculture, forestry, hunting and fishing con, rispettivamente, il 77,4% e il 76,5% di pagatori regolari. Situazioni meno positive per Finance services e Retail trade, testimoniate dalla minore percentuale di imprese puntuali (non oltre il 51%). In modo simmetrico entrambi i comparti evidenziano i valori più elevati nella classe di ritardo moderato ( Up to 30 days ) con concentrazioni del 47,3% e del 44,1%. In relazione alle classi di ritardo intermedio (fra i 30 e i 90 giorni medi di ritardo), si osserva una maggiore concentrazione per il macrosettore Transport, distribution con il 4,3% del totale, seguito dal Retail trade con il 4%. Infine, per i cattivi pagatori (ritardo medio superiore ai 90 giorni) viene confermato il trend individuato a livello nazionale con valori contenuti in tutti i diversi comparti esaminati. MESSICO 27

28 SETTORI PIU VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN MESSICO, 2011 Sector Ranking 2011 Agricultural production - Crops 1 General building contractors 2 Special trade contractors 3 Miscellaneous repair services 4 Personal services 5 Heavy construction, except building 6 Paper and allied products 7 Engineering & management services 8 Business services 9 Services 10 SETTORI MENO VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN MESSICO, 2011 Sector Ranking 2011 Legal services 50 Executive, legislative and general 49 Social services 48 Eating and drinking places 47 Membership organizations 46 Apparel and accessory stores 45 Stone, clay and glass products 44 Amusement & recreation services 43 Electronic & other electric equipment 42 Trucking and warehousing 41 TABELLA 4.7 FONTE: CRIBIS D&B TABELLA 4.8 FONTE: CRIBIS D&B Restringiamo, ora, il campo di indagine ai microsettori che esibiscono le performance di pagamento migliori e peggiori in Messico nel 2011 (Tabelle 4.7 e 4.8). Nella graduatoria dei settori più virtuosi troviamo in prima posizione Agricultural production - Crops con l 81,3% di aziende che rispettano i termini pattuiti con i partner commerciali. Seguono in seconda e terza posizione General building contractors con il 78,2% di pagatori puntuali e Special trade contractors con il 77,1%. I ritardi maggiori nei pagamenti, invece, sono registrati dal comparto Legal services, le cui imprese pagano mediamente con oltre 90 giorni di ritardo nel 4,2% dei casi esaminati. Completano il podio dei cattivi pagatori i microsettori Executive, legislative and general (2,7%) e Social services (2,2%). Lo scenario dei pagamenti 2011 in Messico mostra un peggioramento in relazione alla percentuale di aziende che riesce a gestire le transazioni commerciali entro i termini prestabiliti. Il pagamento puntuale, infatti, cala di 10,7 punti percentuali rispetto al 2010 e interessa il 59,3% del totale. Nonostante ciò, le imprese messicane registrano la terza percentuale più elevata di pagatori regolari fra tutti i Paesi oggetto di indagine dello Studio, superata solamente dalla Germania (74,7%) e da Taiwan (69,3%). Si conferma molto contenuta la concentrazione nelle classi di ritardo grave pari a solo lo 0,9% del totale e risulta anch essa fra le più basse dell intero panorama dei Paesi analizzati. A livello settoriale si osserva una riduzione generalizzata delle quote di pagamento entro la scadenza, ma le percentuali continuano comunque a superare il 50% in quasi tutti i comparti. I risultati migliori, in particolare, spettano ai gruppi merceologici Agriculture, forestry, hunting and fishing e Construction con oltre il 76,5% delle loro imprese che pagano i fornitori entro la scadenza concordata (circa 17 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale). Il Messico nel 2011 continua, quindi, a esibire delle migliori performance rispetto alle medie registrate nel contesto internazionale (sia in corrispondenza del pagamento puntuale sia del ritardo grave), ma il consistente calo dei pagamenti regolari consiglia un monitoraggio più attento dello scenario dei prossimi anni. 28 MESSICO

29 5 Stati Uniti Di seguito, l opinione di Dun & Bradstreet Inc. United States of America sullo scenario economico negli Stati Uniti. D&B s latest data (as reported in the February 2012 US Business Trends Report) shows that that overall business failures decreased by 9.5% year on year in the 12 months to September In that same time period, all major industries experienced double-digit decreases in failure rates. The top three industries with the highest failure rates include Construction, Transportation, and Automotive industries. While these industries registered decreases in their failure rates of 17%, 27%, and 14% respectively, they were still significantly higher than other industries. These industries are coping with very weak demand as the country s quarterly personal income registers a sluggish upturn. Nevada, California, and Washington were the states with the highest failure rates with Nevada significantly higher than any other state. Also in its February 2012 US Business Trends Report, D&B shows that overall business delinquency rates decreased by 5% year on year in the 12 months to September Manufacturing, Construction, and Transportation industries have the highest delinquency rates, while Natural resources, Real Estate, and Insurance have the lowest delinquency rates. This pattern reflects the unevenness of the U.S. economic recovery and sever impact the Great Recession had on key sectors of the U.S. economy. However, overall delinquency levels are considerably lower than the beginning of 2010, suggesting the worst of the storm has clearly abated. In aggregate both business failures and business delinquency is decreasing. With that said, the current economic cycle in the U.S. has been the most unique in recent history due to the severe imbalances that preceded the downturn and drove the severity of the contraction. History has shown that the process of correcting for extreme imbalances usually takes time and is not a linear journey. With 2012 also being a Presidential election year, the U.S. economy will continue to slowly heal and the impending recovery is estimated to take another 3-5 years until pre-crisis levels are attained. It is expected that after the election, lawmakers will make significant policy changes heading into 2013 that will improve the U.S fiscal stability. March 2012 unemployment figures are at approx. 8.2% which are the lowest levels since January, Consumer confidence is slowly gaining momentum while the housing sector also shows signs of improvement. The Fed will continue to support the economy with quantitative easing policies to keep interest rates low however inflation cautions particularly from oil and gasoline price increases could negatively impact the overall recovery. Overall caution with slow improvement is the 2012 trend for the U.S. economy. STATI UNITI 29

30 Analisi dei pagamenti Nella Tabella 5.1 viene riportato il trend della percentuale di aziende che hanno pagato puntualmente i propri fornitori negli Stati Uniti, disponendo così di una prima importante informazione sull entità delle imprese che hanno mostrato negli ultimi anni una buona performance di pagamento. Nel 2011 i buoni pagatori si assestano al 51% del totale, registrando così il record positivo degli ultimi cinque anni e uno dei livelli più elevati fra i Paesi oggetto di indagine dello Studio. Situazione più problematica quella riguardante le classi di ritardo più grave (oltre 90 giorni medi), in cui le imprese statunitensi riportano una percentuale pari al 6,6% (Tabella 5.2). Con la Tabella 5.3 possiamo avere una maggiore percezione dei cambiamenti avvenuti nel corso del 2011 rispetto agli anni precedenti, valutando le variazioni subite dalla distribuzione delle aziende per classi di ritardo. Rispetto al 2007, si riscontra un netto miglioramento del pagamento puntuale (classe By due date ) con un incremento di 7,5 punti percentuali nella classe in oggetto. Sempre in riferimento allo stesso intervallo temporale, si osserva un forte calo della quota della fascia Up to 90 days (-9,2%) ed un leggero incremento dei ritardi gravi (+1,7%). Infine, rispetto al 2010 si rilevano variazioni decisamente più contenute che non superano l 1,1% in nessuna delle classi esaminate. PERCENTUALE DI AZIENDE NEGLI STATI UNITI CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 5.1 FONTE: CRIBIS D&B United States 43,5% 45,9% 47,3% 50,0% 51,0% PERCENTUALE DI AZIENDE NEGLI STATI UNITI CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 5.2 FONTE: CRIBIS D&B United States 4,9% 6,2% 7,8% 6,5% 6,6% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO NEGLI STATI UNITI, Variation 2007/2011 Variation 2008/2011 Variation 2009/2011 Variation 2010/2011 By due date 7,5% 5,1% 3,7% 1,0% Up to 90 days -9,2% -5,5% -2,5% -1,1% Over 90 days 1,7% 0,4% -1,2% 0,1% TABELLA 5.3 FONTE: CRIBIS D&B 30 STATI UNITI

Studio Pagamenti 2014

Studio Pagamenti 2014 Studio Pagamenti 2014 ITALIA Dati aggiornati a Marzo 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi delle Abitudini di Pagamento in Italia: IQ 2014 Company Profile Gli Strumenti Utilizzati 2 Abitudini di Pagamento,

Dettagli

Studio Pagamenti 2012

Studio Pagamenti 2012 Studio Pagamenti 2012 EMILIA ROMAGNA Dati aggiornati a Settembre 2012 Marketing CRIBIS D&B Agenda Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia Analisi delle Abitudini di Pagamento in Emilia Romagna

Dettagli

Abitudini di Pagamento. Beni di Largo Consumo. Dati aggiornati a. Marketing CRIBIS D&B

Abitudini di Pagamento. Beni di Largo Consumo. Dati aggiornati a. Marketing CRIBIS D&B Abitudini di Pagamento delle aziende in Italia: Beni di Largo Consumo Dati aggiornati a Dicembre 2011 Marketing CRIBIS D&B Agenda Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia Analisi delle Abitudini

Dettagli

Performance e abitudini di pagamento nel mercato delle Macchine da Costruzione. Marketing CRIBIS D&B

Performance e abitudini di pagamento nel mercato delle Macchine da Costruzione. Marketing CRIBIS D&B Performance e abitudini di pagamento nel mercato delle Macchine da Costruzione Marketing CRIBIS D&B Gruppo CRIF Leader in Italia nelle soluzioni a supporto dell erogazione e gestione del credito retail,

Dettagli

Studio Pagamenti 2015 ITALIA Dati aggiornati a Giugno 2015

Studio Pagamenti 2015 ITALIA Dati aggiornati a Giugno 2015 Studio Pagamenti 2015 ITALIA Dati aggiornati a Giugno 2015 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi delle Abitudini di Pagamento in Italia, Q2 2015 Company Profile Gli Strumenti Utilizzati 2 Abitudini di pagamento,

Dettagli

Studio Pagamenti 2014 ITALIA Dati aggiornati a Settembre 2014

Studio Pagamenti 2014 ITALIA Dati aggiornati a Settembre 2014 Studio Pagamenti 2014 ITALIA Dati aggiornati a Settembre 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi delle Abitudini di Pagamento in Italia: 3Q 2014 Company Profile Gli Strumenti Utilizzati 2 Abitudini di

Dettagli

Studio Pagamenti 2013. Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale

Studio Pagamenti 2013. Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale 2013 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale Indice CRIBIS D&B e il sistema CRIBIS itrade... Pag. 04 Introduzione, metodologia e legenda... Pag. 06 1. Cina... Pag.

Dettagli

I pagamenti come motore della crescita: condivisione, processi e trend

I pagamenti come motore della crescita: condivisione, processi e trend I pagamenti come motore della crescita: condivisione, processi e trend Marco Preti Economic Outlook L Europa è l area geografica che crescerà meno nei prossimi anni. Allo stesso tempo nel 2013 l Europa

Dettagli

Roberto Fanfani PROFESSORE ORDINARIO DI POLITICA ECONUMICA ED ECONOMIA AGRARIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

Roberto Fanfani PROFESSORE ORDINARIO DI POLITICA ECONUMICA ED ECONOMIA AGRARIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Il Divulgatore N.1-2/ 2003 Il censimento dell'agricoltura Dati e tendenze della realtà bolognese Ristrutturazioni in corso A livello regionale Bologna vanta un primato in termini di superficie destinata

Dettagli

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1k 1,5k OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE DICEMBRE #17 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 1.41421356237 2 RITARDI AI MINIMI E PROTESTI IN FORTE CALO NEL TERZO TRIMESTRE SINTESI DEI RISULTATI

Dettagli

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA e&p GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA Linfomi: linfomi di Hodgkin e linfomi non Hodgkin Lymphomas: Hodgkin and non-hodgkin Lymphomas Massimo Federico, 1 Ettore M. S. Conti (

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

Solutions in motion.

Solutions in motion. Solutions in motion. Solutions in motion. SIPRO SIPRO presente sul mercato da quasi trent anni si colloca quale leader italiano nella progettazione e produzione di soluzioni per il motion control. Porsi

Dettagli

Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate

Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate Analisi e valutazione del rischio di credito delle obbligazioni corporate PMI e Rating: un nuovo standard di comunicazione Milano, 11 Giugno 2014 CRIF Credit Rating Definizioni Rating Emittente: l opinione

Dettagli

HIGH PRECISION BALLS. 80 Years

HIGH PRECISION BALLS. 80 Years HIGH PRECISION BALLS 80 Years 80 ANNI DI ATTIVITÀ 80 YEARS EXPERIENCE ARTICOLI SPECIALI SPECIAL ITEMS The choice to look ahead. TECNOLOGIE SOFISTICATE SOPHISTICATED TECHNOLOGIES HIGH PRECISION ALTISSIMA

Dettagli

Workshop Trade Finance 27 maggio 2014

Workshop Trade Finance 27 maggio 2014 Workshop Trade Finance 27 maggio 2014 1 1 Euler Hermes: Overview del Gruppo 2 Lo scenario economico: le insolvenze aziendali 3 La Partnership Euler Hermes Crédit Agricole 4 Le nostre offerte di prodotti

Dettagli

Luigi Scordamaglia Inalca Jbs CEO

Luigi Scordamaglia Inalca Jbs CEO Luigi Scordamaglia Inalca Jbs CEO Group s overview CREMONINI SPA Fatturato consolidato al 31/12/2007: 2.482,4 mln LEADERSHIP DI MERCATO 40%* Produzione 1.041,2 mln 42%* Distribuzione 1.064,7 mln 1 nelle

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

Nuove strategie nella gestione del portafoglio clienti: un analisi delle imprese dell Industria alimentare

Nuove strategie nella gestione del portafoglio clienti: un analisi delle imprese dell Industria alimentare Nuove strategie nella gestione del portafoglio clienti: un analisi delle imprese dell Industria alimentare E possibile rendere più efficiente la gestione del credito e della collection quando il portafoglio

Dettagli

Fallimenti delle aziende in Italia

Fallimenti delle aziende in Italia Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati al Terzo Trimestre 2012 Marketing CRIBIS D&B Agenda Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia Analisi dei Fallimenti in Italia 2 Agenda Company

Dettagli

CREATING A NEW WAY OF WORKING

CREATING A NEW WAY OF WORKING 2014 IBM Corporation CREATING A NEW WAY OF WORKING L intelligenza collaborativa nella social organization Alessandro Chinnici Digital Enterprise Social Business Consultant IBM alessandro_chinnici@it.ibm.com

Dettagli

"CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI"

CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI "CRM - CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT NELLE AMMINISTRAZIONI" Marco Beltrami COMPA, Novembre 2004 COMPA Bologna 2004 IBM oggi non solo Information Technology! L ottava società mondiale per dimensione 45%

Dettagli

DAL 1945 COSTRUIAMO SOGNI SINCE 1945 WE ENCOURAGE DREAMS

DAL 1945 COSTRUIAMO SOGNI SINCE 1945 WE ENCOURAGE DREAMS ANNUAL REPORT DAL 1945 COSTRUIAMO SOGNI SINCE 1945 WE ENCOURAGE DREAMS Resistente, elastico e duttile. L acciaio è uno dei materiali più versatili. Dal 1945 la famiglia Manni vi ha legato il proprio nome,

Dettagli

Rinnova la tua Energia. Renew your Energy.

Rinnova la tua Energia. Renew your Energy. Rinnova la tua Energia. Renew your Energy. Dai vita ad un nuovo Futuro. Create a New Future. Tampieri Alfredo - 1934 Dal 1928 sosteniamo l ambiente con passione. Amore e rispetto per il territorio. Una

Dettagli

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413 ...... Osservatorio sui protesti...... G e n n a i o 2 0 1 4 Osservatorio sui protesti In calo i mancati pagamenti e i gravi ritardi delle imprese... Sintesi dei risultati Nel terzo trimestre del i dati

Dettagli

Antonio Cesarano. Ufficio Market Strategy

Antonio Cesarano. Ufficio Market Strategy Antonio Cesarano Scenario macro/mercati in un mondo sommerso di liquidità Maggio 2015 1 LA MAPPA ECONOMICA DEL MONDO 2 2015/16: IL MONDO TORNA A CRESCERE CON BASSA INFLAZIONE La commissione europea, ha

Dettagli

Economia Finanziaria e Monetaria

Economia Finanziaria e Monetaria Economia Finanziaria e Monetaria Lezione 10 Dimensione internazionale: aree valutarie ottimali; tassi di cambio e squilibri esterni; aspetti macro delle crisi finanziarie (modelli di 1 a, 2 a e 3 a generazione)

Dettagli

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 1 TUMORI INFANTILI -1 ANNI IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI

Dettagli

ICT e Crescita Economica

ICT e Crescita Economica ICT e Crescita Economica Alessandra Santacroce Direttore Relazioni Istituzionali Seminario Bordoni - 12 Febbraio 2009 2005 IBM Corporation Agenda Il peso dell ICT nell economia del Paese Economic Stimulus

Dettagli

NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO

NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO SHOWROOM NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO NEW OPENING FOR GIORGETTI STUDIO a cura di Valentina Dalla Costa Quando si dice un azienda che guarda al futuro. Giorgetti è un eccellenza storica del Made

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Made in Italy. Motori elettrici standard monofase Single-phase standard electric motors

Made in Italy. Motori elettrici standard monofase Single-phase standard electric motors ade in taly otori elettrici standard monofase Single-phase standard electric motors otori monofase > Single phase motors motori asincroni monofase della serie 1 sono del tipo chiuso, raffreddati con ventilazione

Dettagli

Molle per stampi DIE SPRINGS ISO 10243

Molle per stampi DIE SPRINGS ISO 10243 Molle per stampi DIE SPRIGS ISO 10243 2 Die springs Molle per stampi Located in Colnago, Milano TIPCOCIMA S.r.l. is a joint-venture between TIPCO Inc., a global supplier of pierce punches and die buttons

Dettagli

COMPANY PROFILE. tecnomulipast.com

COMPANY PROFILE. tecnomulipast.com COMPANY PROFILE tecnomulipast.com PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE IMPIANTI INDUSTRIALI DAL 1999 Design and manufacture of industrial systems since 1999 Keep the faith on progress that is always right even

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee

Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Comunicare l Europa Il ruolo del Dipartimento Politiche Europee Roma, 19 settembre 2014 Massimo Persotti Ufficio stampa e comunicazione Dipartimento Politiche Europee m.persotti@palazzochigi.it Cosa fa

Dettagli

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi dei Fallimenti in Italia Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia 2 Tipologia di analisi

Dettagli

Parte 1 - La questione energetica. Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione. Gilio Cambi

Parte 1 - La questione energetica. Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione. Gilio Cambi Parte 1 - La questione energetica Parte 2 - L energia nucleare come fonte energetica: fissione e fusione Gilio Cambi INFN Bologna & Dipartimento di Fisica Università di Bologna Pesaro, 23 e 30 Maggio 2012

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

pacorini forwarding spa

pacorini forwarding spa pacorini forwarding spa Pacorini Silocaf of New Orleans Inc. Pacorini Forwarding Spa nasce a Genova nel 2003 come punto di riferimento dell area forwarding e general cargo all interno del Gruppo Pacorini.

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

Business all estero? Rischi e opportunità di una corretta gestione del portafoglio clienti

Business all estero? Rischi e opportunità di una corretta gestione del portafoglio clienti Business all estero? Rischi e opportunità di una corretta gestione del portafoglio clienti Fabio Lazzarini, Marketing Director CRIBIS D&B Credit Risk Council Verona, 13 Novembre 2014 CRIF nel mondo 2.400

Dettagli

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA LA STORIA ITI IMPRESA GENERALE SPA nasce nel 1981 col nome di ITI IMPIANTI occupandosi prevalentemente della progettazione e realizzazione di grandi impianti tecnologici (termotecnici ed elettrici) in

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

La capacità del sistema sanitario di rispondere alle aspettative dei cittadini Health system responsiveness

La capacità del sistema sanitario di rispondere alle aspettative dei cittadini Health system responsiveness Seminario SINDIS Roma 15 Giugno 2004 La capacità del sistema sanitario di rispondere alle aspettative dei cittadini Health system responsiveness Il razionale Oltre il miglioramento della salute e l assicurare

Dettagli

Presentazione Istituzionale

Presentazione Istituzionale Presentazione Istituzionale Advancing Trade S.p.A. Via J.Palma il Vecchio, 111 24122 Bergamo www.wcmg.lu www.advtrade.it Tel: +39 035 4161011 Fax: +39 035 223107 E-mail: info@advtrade.it Indice Il Gruppo

Dettagli

ACCESSORI MODA IN PELLE

ACCESSORI MODA IN PELLE ACCESSORI MODA IN PELLE LEMIE S.p.a. Azienda - Company Produzione - Manufacturing Stile - Style Prodotto - Product Marchi - Brands 5 9 13 15 17 AZIENDA - COMPANY LEMIE nasce negli anni settanta come

Dettagli

Investor Group Presentation

Investor Group Presentation Investor Group Presentation Lugano September 19th, 2014 «La prima parte del viaggio - Fact Sheet 2008-2014» (1/2) L acquisizione di DataService a metà 2007 guidata da Tamburi Investment Partner è origine

Dettagli

ijliii МЯ ЬМЗЫЭЬ MOTORI ETTRICI

ijliii МЯ ЬМЗЫЭЬ MOTORI ETTRICI ijliii МЯ ЬМЗЫЭЬ MOTORI ETTRICI La nostra azienda opera da oltre 25 anni sul mercato della tranciatura lamierini magnetid e pressofusione rotori per motori elettrici: un lungo arco di tempo che ci ha visto

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

Francesco M. Sacco Università dell Insubria e SDA Bocconi Ex membro Steering Board per l'attuazione dell'agenda Digitale presso il Governo Italiano

Francesco M. Sacco Università dell Insubria e SDA Bocconi Ex membro Steering Board per l'attuazione dell'agenda Digitale presso il Governo Italiano 13 maggio 2014 Costruire il Futuro Sostenibile ICT Trade 2014 Ferrara Francesco M. Sacco Università dell Insubria e SDA Bocconi Ex membro Steering Board per l'attuazione dell'agenda Digitale presso il

Dettagli

C. & G. Agency Srl Via Novara, snc 01017 Tuscania VT Tel. 0761/096093 Fax. 0761/096106 Website: www.cegagency.it E-mail: info@cegagency.

C. & G. Agency Srl Via Novara, snc 01017 Tuscania VT Tel. 0761/096093 Fax. 0761/096106 Website: www.cegagency.it E-mail: info@cegagency. Servizi Recupero Crediti Debt Collection Services Chi Siamo C. & G. Agency Srl nasce grazie alla pluriennale esperienza maturata nel settore gestione e recupero del credito da parte del socio fondatore.

Dettagli

Painting with the palette knife

Painting with the palette knife T h e O r i g i n a l P a i n t i n g K n i v e s Dipingere con la spatola Painting with the palette knife Made in Italy I t a l i a n M a n u f a c t u r e r La ditta RGM prende il nome dal fondatore

Dettagli

Prof. Gustavo Piga EBRD International Master in Public Procurement Management, Director University of Rome Tor Vergata www.gustavopiga.

Prof. Gustavo Piga EBRD International Master in Public Procurement Management, Director University of Rome Tor Vergata www.gustavopiga. Appaltipubblicie professionalità. Il Master BERS-Tor Vergata Public Procurement in EBRD Projects September 26 th 2012 Chamber of Commerce of Trieste Trieste, Italy Prof. Gustavo Piga EBRD International

Dettagli

World Bank Group. International Finance Corporation

World Bank Group. International Finance Corporation World Bank Group International Bank for Reconstruction and International Association International Finance Corporation Mutilateral Investment Guarantee Agency International Center for the Settlement of

Dettagli

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia

Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility. Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia Cogliere le opportunità offerte dalla Mobility Claudia Bonatti, Direttore Divisione Windows Microsoft Italia La Mobility ha cambiato il nostro modo di lavorare e può cambiare il modo in cui le aziende

Dettagli

Eco Terra s.r.l. Registered Office: SS 264 km 30 +760 Loc Triflisco 81041 BELLONA (CE) administrative offices: Via Magenta, 17 P.IVA: IT 02435610619

Eco Terra s.r.l. Registered Office: SS 264 km 30 +760 Loc Triflisco 81041 BELLONA (CE) administrative offices: Via Magenta, 17 P.IVA: IT 02435610619 Eco Terra s.r.l. Registered Office: SS 264 km 30 +760 Loc Triflisco 81041 BELLONA (CE) administrative offices: Via Magenta, 17 P.IVA: IT 02435610619 REA: 150762 81031 AVERSA (CE) ph. / fax: +39 081 19257920

Dettagli

I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale

I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale I risultati in lettura prove in formato cartaceo e digitale Presentazione Rapporto Nazionale PISA 2012 Margherita Emiletti - INVALSI PISA 2012 definisce la literacy in lettura come la capacità di comprendere

Dettagli

Contributo per l assistenza all infanzia

Contributo per l assistenza all infanzia ITALIAN Contributo per l assistenza all infanzia Il governo australiano mette a disposizione una serie di indennità e servizi per contribuire ai costi che le famiglie sostengono per l assistenza dei figli

Dettagli

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 E UR OPEAN GLU PO TE N FREE EX BRESCIA 15-18 BRIXIA EXPO NOVEMBRE 2013 FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 th th IL PRIMO EXPO EUROPEO INTERAMENTE DEDICATO AI PRODOTTI E ALL ALIMENTAZIONE SENZA GLUTINE

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

Servizi innovativi per la comunicazione Innovative communication services

Servizi innovativi per la comunicazione Innovative communication services Servizi innovativi per la comunicazione Innovative communication services ECCELLENZA NEI RISULTATI. PROGETTUALITÀ E RICERCA CONTINUA DI TECNOLOGIE E MATERIALI INNOVATIVI. WE AIM FOR EXCELLENT RESULTS

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Il presente Osservatorio nasce da una collaborazione CRIF DECISION SOLUTIONS - NOMISMA Alla sua elaborazione

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Beyond NPV & IRR: touching on intangibles

Beyond NPV & IRR: touching on intangibles Economic Evaluation of Upstream Technology Beyond NPV & IRR: touching on intangibles Massimo Antonelli Alberto F. Marsala Nicola De Blasio Giorgio Vicini Vincenzo Di Giulio Paolo Boi Dean Cecil Bahr Lorenzo

Dettagli

La gestione tattica di un portafoglio target volatility

La gestione tattica di un portafoglio target volatility La gestione del Portfolio tattico e Money Management La gestione tattica di un portafoglio target volatility Relatore: Federico Pitocco Business Development Manager Morningstar Investment Management Europe

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA

COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA Milano, 31 dicembre 2004 Telecom Italia, Tim e Telecom Italia Media comunicano,

Dettagli

L assicurazione per i rischi creditizi

L assicurazione per i rischi creditizi L assicurazione per i rischi creditizi Marco Castiglione Partnership Channel Manager Euler Hermes Italia Un Gruppo leader presente in 5 Continenti e in oltre 50 Paesi Dati 2012 Società del Gruppo Allianz

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa

La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa La soluzione IBM per la Busines Analytics Luca Dalla Villa Cosa fa IBM Cognos Scorecards & Dashboards Reports Real Time Monitoring Supporto? Decisionale Come stiamo andando? Percezione Immediate immediata

Dettagli

Nuove strategie nella gestione del portafoglio clienti

Nuove strategie nella gestione del portafoglio clienti Nuove strategie nella gestione del portafoglio clienti Bardolino 18 Maggio 2011 Massimo Mazzarol Agenda Company Profile Obiettivi dell analisi: Portafoglio clienti di un'azienda alimentare Portafoglio

Dettagli

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra CHI SIAMO Nel 1998 nasce AGAN, societa specializzata nei servizi di logistica a disposizione di aziende che operano nel settore food del surgelato e del fresco. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

CHI SIAMO. italy. emirates. india. vietnam

CHI SIAMO. italy. emirates. india. vietnam italy emirates CHI SIAMO india vietnam ITALY S TOUCH e una società con sede in Italia che offre servizi di consulenza, progettazione e realizzazione di opere edili complete di decori e arredi, totalmente

Dettagli

shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival

shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival shared bytes -> shared good A geek proposal for the Sharing Economy survival Sharitaly Milano, 9/11/2015 What challenges? Regulatory uncertainty -> -> Spending and investments delays -> Unplanned direction

Dettagli

Participatory Budgeting in Regione Lazio

Participatory Budgeting in Regione Lazio Participatory Budgeting in Regione Lazio Participation The Government of Regione Lazio believes that the Participatory Budgeting it is not just an exercise to share information with local communities and

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per COMUNICATO STAMPA Conversano, 10 luglio 2014 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0208-10-2015

Informazione Regolamentata n. 0208-10-2015 Informazione Regolamentata n. 0208-10-2015 Data/Ora Ricezione 24 Aprile 2015 17:33:07 MTA - Star Societa' : POLIGRAFICA S. FAUSTINO Identificativo Informazione Regolamentata : 56989 Nome utilizzatore :

Dettagli

management industry in Italy

management industry in Italy Financial advice and the future of the asset management industry in Italy Giovanni Siciliano Tutela del Risparmiatore e modelli di Governance nell Asset Management Milano, 20 gennaio 2014 OUTLINE I. Trends

Dettagli

Pagamenti nell edilizia: analisi e trend Dati aggiornati a Marzo 2014

Pagamenti nell edilizia: analisi e trend Dati aggiornati a Marzo 2014 Pagamenti nell edilizia: analisi e trend Dati aggiornati a Marzo 2014 Massimo Mazzarol CRIF in primo piano 4 continenti 2.000 + dipendenti e collaboratori 43 paesi 4 datacenter 2.000 + server gestiti 2.400

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 1951/08

COMUNICATO UFFICIALE N. 1951/08 COMUNICATO UFFICIALE N. 1951/08 Data: 28/07/2008 Ora: 19.16 Mittente:TLX S.p.A. Società oggetto del comunicato: / Oggetto del comunicato:comunicato Stampa: Pioneer Investments e Torre, società affiliata

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q4 2006. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q4 26 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q4/6 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

I VANTAGGI DI INVESTIRE IN LOMBARDIA. Milano, 22 Maggio 2013

I VANTAGGI DI INVESTIRE IN LOMBARDIA. Milano, 22 Maggio 2013 I VANTAGGI DI INVESTIRE IN LOMBARDIA Milano, 22 Maggio 2013 The key success for us is that we ve been able to build the robust platform and it has also helped us to become a global company It s part of

Dettagli

UN IMMAGINE MIGLIORE PER CRESCERE MEGLIO BRAND DESIGN PACKAGING CORPORATE IDENTITY ADV STILL LIFE

UN IMMAGINE MIGLIORE PER CRESCERE MEGLIO BRAND DESIGN PACKAGING CORPORATE IDENTITY ADV STILL LIFE UN IMMAGINE MIGLIORE PER CRESCERE MEGLIO BRAND DESIGN PACKAGING CORPORATE IDENTITY ADV STILL LIFE Caminiti Graphic è un team di professionisti specializzati in progetti di Brand Design, Packaging, ADV,

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it Lean

Dettagli

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly

The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly The information contained in this document belongs to ignition consulting s.r.l. and to the recipient of the document. The information is strictly linked to the oral comments which were made at its presentation,

Dettagli

Nessuna perdita di tempo

Nessuna perdita di tempo Océ TCS500 Nessuna perdita di tempo Sistema per la stampa, la copia e l acquisizione Grande Formato a colori Pronto per ogni lavoro: Sempre il risultato corretto estremamente produttivo Eccellente produttività

Dettagli

Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello.

Fare clic per modificare gli stili del testo dello schema Secondo livello Terzo livello Quarto livello Quinto livello. 2008 Q1 results 2008 Q1 - Highlights [change vs 2007 Q1] y-1 exchange rate Sales: 756 M (+0.6%) Operating income: 46 M (+1.2%) Operating margin: 6.1% Vs 6.1% Net Financial Indebtedness: 498 M Vs 542 M

Dettagli

Test collettivo pre Sanremo 2013 Pre-Sanremo 2013 collective test

Test collettivo pre Sanremo 2013 Pre-Sanremo 2013 collective test B.M.P.&Program&Service&& Via*Valli*36* 55035,*Piazza*al*Serchio*(Lucca)* Italy*** p.i.v.a.*e*c.f.*02200570469* Contacts:* Merlo*Gabriele*+39.348.7773658** fax*+39.0183.8031131** mail:*info@bmp9programservice.com*

Dettagli

for European Business

for European Business The Globalization Challenges for European Business November 2-3, 2006 Bocconi University Via Bocconi, 8 - Milan Room N03 Organized by: Claudio Dematté Research Division Foreword In the last five years,

Dettagli