Studio Pagamenti 2012 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Studio Pagamenti 2012 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale"

Transcript

1 2012 Trend e performance delle aziende italiane ed europee in un confronto globale SERVIZI D OGNI SPECIE PER DAR VITA ALLE TUE DECISIONI

2

3 Indice CRIBIS D&B e il programma CRIBIS itrade... Pag. 04 Introduzione, metodologia e legenda... Pag Cina NOVITÀ... Pag Taiwan... Pag Hong Kong... Pag Messico... Pag Stati Uniti... Pag Canada... Pag Europa... Pag Belgio... Pag Olanda... Pag Francia... Pag Germania... Pag Regno Unito... Pag Spagna... Pag Portogallo... Pag Svizzera... Pag Polonia... Pag Slovenia NOVITÀ... Pag Ungheria NOVITÀ... Pag Austria NOVITÀ... Pag Italia... Pag Termini di pagamento 20.2 Analisi dei pagamenti Conclusioni... Pag. 140

4 CRIBIS D&B e il programma CRIBIS itrade La fonte dei dati: il D&B Paydex e le esperienze di pagamento I dati presentati in questo Studio nascono dal patrimonio informativo di CRIBIS D&B, realtà specializzata nelle business information, il cui obiettivo è garantire i più elevati standard qualitativi e la massima copertura delle informazioni economiche e commerciali su aziende italiane e estere. In particolare, le valutazioni sui pagamenti si basano sull analisi delle posizioni per cui è disponibile il D&B Paydex, l indicatore statistico che valuta la performance storica dei pagamenti verso i fornitori e permette di delineare il profilo dell azienda come pagatore in modo solido e affidabile. Il D&B Paydex viene generato solo se sono presenti almeno tre diverse esperienze di pagamento provenienti da tre diversi fornitori. Questo perché si tratta di un indicatore che consente di valutare le abitudini medie nei pagamenti dei clienti e necessita dell identificazione di un trend e di osservazioni omogenee, garantite dall utilizzo di una chiara e corretta definizione dell esperienza di pagamento. L esperienza di pagamento è generata dall analisi congiunta di tutte le transazioni commerciali (fatture, pagamenti, insoluti, ecc.) intercorse tra un azienda cliente e il suo fornitore, nel corso degli ultimi 12 mesi. Si tratta di una media ponderata mobile, perché: nasce dall analisi di 12 mesi di dati dipende dal credito analizzato, cioè dagli importi di credito che sono risultati regolari o in ritardo ogni mese si aggiorna mensilmente. 4 CRIBIS D&B E IL PROGRAMMA CRIBIS ITRADE

5 Il programma CRIBIS itrade Le esperienze di pagamento derivano da CRIBIS itrade, la prima soluzione in Italia per la condivisione tra CRIBIS D&B e le aziende partecipanti, volto a raccogliere dati, analisi e valutazioni sulle abitudini di pagamento delle aziende, in Italia e nel mondo. Di seguito, alcuni numeri di CRIBIS itrade: MONDO Attivo a livello mondiale dal 1972 Oltre 5 miliardi di movimenti raccolti Oltre 27 milioni di aziende su cui sono disponibili esperienze di pagamento nei confronti dei propri fornitori ITALIA 45 anni di esperienza nei sistemi di condivisione delle informazioni Oltre 140 milioni di movimenti raccolti in Italia 1 milione di aziende su cui sono disponibili esperienze di pagamento nei confronti dei propri fornitori Nel 65% delle richieste è disponibile il Paydex. Condividere all interno di un sistema come CRIBIS itrade significa accedere ad un patrimonio informativo oggettivo e gestito da un soggetto neutrale, cioè non influenzato da conflitti di interessi o da dinamiche strettamente settoriali. In questo modo l informazione che viene restituita è un profilo oggettivo dell azienda come pagatore di transazioni B2B. CRIBIS itrade, infatti, consente di: Accedere a informazioni oggettive, consistenti e facili da utilizzare Confrontare le performance di un azienda verso le performance del settore e verso le performance del proprio portafoglio Analizzare l andamento delle performance di una azienda nel tempo Monitorare efficacemente le variazioni nel comportamento di pagamento del cliente Avere visibilità della distribuzione del rischio in funzione della propria esposizione Analizzare il portafoglio clienti nel suo complesso o segmentato in base a criteri come la posizione geografica, il settore e il livello di rischio Gestire tempestivamente le criticità e stimare le possibili perdite. CRIBIS D&B E IL PROGRAMMA CRIBIS ITRADE 5

6 Introduzione, metodologia e legenda Lo Studio, pubblicato con dati aggiornati al 31 dicembre 2011 per tutti i Paesi, con l unica eccezione dell Italia per cui viene fornito anche un outlook al 31 marzo 2012, ha l intento di delineare il panorama internazionale dei pagamenti, con un focus particolare sulla nostra penisola e sull Europa. Inoltre, grazie all appartenenza di CRIBIS D&B al D&B Worldwide Network, è stato possibile raccogliere ed elaborare i dati sui pagamenti di Taiwan, Hong Kong, Messico, Stati Uniti, Canada, Belgio, Olanda, Germania, Francia, Regno Unito, Spagna, Portogallo, Polonia e Svizzera. Inoltre, quest edizione dello Studio si è arricchita dei dati relativi a Cina, Slovenia, Ungheria, e Austria. Per ogni Paese le modalità di regolazione delle transazioni commerciali vengono analizzate in maniera dettagliata, prestando attenzione ai cambiamenti verificatisi rispetto agli anni precedenti. Le principali Fonti informative utlizzate in questo osservatorio sono i dati sui pagamenti provenienti dal Programma CRIBIS itrade e dal D&B Paydex per l Italia e dal programma DUNTRADE del D&B Worldwide Network per gli altri Paesi. Inoltre, per chiarezza espositiva, si specifica quanto segue: Legenda Analisi per tipologia di azienda ITALIA Micro (Fatturato <=2 mln di o dipendenti <=10) Piccole (Fatturato <=10 mln o dipendenti <=50) Medie (Fatturato <=50 mln di o dipendenti <=250) Grandi (Fatturato >50 mln di o dipendenti >250) 6 INTRODUZIONE, METODOLOGIA E LEGENDA

7 CINA, TAIWAN, HONG KONG, MESSICO, STATI UNITI, CANA- DA E PAESI EUROPEI Micro (Dipendenti <=5) Piccole (Dipendenti >5 e <=50) Medie (Dipendenti >50 e <=260) Grandi (Dipendenti >260) Legenda Analisi per macroarea geografica in Italia Nord Est (Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Trentino-Alto Adige e Veneto) Nord Ovest (Liguria, Lombardia, Piemonte e Valle d Aosta) Centro (Lazio, Marche, Toscana e Umbria) Sud e Isole (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) Note AUSTRIA E CINA Per questi due Paesi sono state analizzate solo le abitudini di pagamento relative al 2011 data la nascita recente dei loro programmi di condivisione delle informazioni sui pagamenti. TAIWAN e HONG KONG Nell analisi delle abitudini di pagamento per macrosettore merceologico sono stati esclusi i comparti dell Agricoltura e dell Industria estrattiva perché poco rappresentativi in questi due Paesi. INTRODUZIONE, METODOLOGIA E LEGENDA 7

8 1 Cina Di seguito, l opinione di Jessie Liu, Product Development & DunTrade Manager di Huaxia Dun & Bradstreet China, sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti in Cina. With the 4 Trillion Investment Project slowly fading out and the tight monetary policy in 2011, currently lots of companies have the liquidity problem. Due to the slow-down growth of overseas markets and the inflated cost in China, the export market was shrunk and lots of Chinese Small & Medium enterprises were facing the server market risk during the second half of In another hand, the previous tight monetary policy worked well (the whole 2011 year s growth rate of CPI is 5.4%, while this rate has already dropped to 4.1% in December, 2011), so the government may not insist the tight monetary policy in the following year. Actually the reserve requirement ratio has already dropped 0.5% in December 2011 and more loose monetary actions could be expected in following year. In 2011, some of Chinese enterprises have bankrupted, while others were struggling for surviving. They turned more and more part of their business to the local market, shut down the old plant and organized product & technologies innovation. Meanwhile a liberal economic environment could be expected and government would promote more simulation plan. Hence the survived enterprises would be more healthy and competitive. In this situation, we could expect a liberal economic environment and the suppliers might be granted longer payment terms in Most common payment terms in China are still Credit 30 to 60 days. From the study of payment in the five key industries (Electronic & Electric, Medical Distribution, Machinery Manufacturing, Logistics and Plastic Product), credit days accounts over 60% in four ones, while the Medicine Distribution Sector is generally adopted Credit days. According to our PAYDEX data, more companies paid within term in Dec. 2011, compared with the percentile in Aug That could be explained by the loose monetary policy and better economic environment caused by the simulation actions. There are discernible differences across industry and different sized business. At the end of 2011, compared with a average of 32.5% for prompt payments, as always the worst has been the large sized business (25.9% of payments were prompt in Dec, 2011); while the micro (44.4% prompt in Dec, 2011) & small (39.5% prompt in Dec, 2011) business is much better. Since in China the large companies usually have already at least dominating the regional market, this situation enhances their capability of negotiating the payment terms, and also makes them have the power to lengthen their actual payment terms. However, this in turn adds to pressure on the cash-flows of smaller suppliers and make them more cautious about the payment terms of their own business, even in the more generous credit environments of the next year. In China, the consistently prompt paying industries are trading (38.8% prompt in Dec, 2011) and manufacturing (33.0% prompt in Dec, 2011) section. The relatively worse sections are transportation&energy (23.2% prompt in Dec, 2011) section and finance section (25,3% prompt in Dec, 2011). This situation may caused by the extended global recession; the shrinking global market and economic slowdown trend around the world makes the investment behaviour would be more cautious. And traditional payment habits of the buyers and credit management skills in different sections are also affect the payment performance. Most large sized enterprises would not have the serious problem about their liquidity, but the small&medium enterprises may need to pay more attention about their credit management procedures according to the market recession and tight monetary policy in They may need to adjust their credit policies, offer more cash discount and avoid granting long payment terms. In this way they could avoid facing sever liquidity risk and prepare for the possible worse economic environment. 8 CINA

9 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN CINA PER CLASSI DI RITARDO, 2011 GRAFICO 1.1 FONTE: CRIBIS D&B Analisi dei pagamenti Il Grafico 1.1 fotografa nel dettaglio le abitudini di pagamento in Cina attraverso l analisi della distribuzione delle sue imprese in classi di ritardo. Nel 2011 la percentuale di pagatori puntuali si assesta solo al 33,1% del totale, mentre la maggioranza delle imprese tende a regolare le transazioni commerciali con un ritardo medio compreso fra 1 e 30 giorni (50,3%). Le classi di ritardo intermedio ( days e days ) mostrano una quota pari all 8,7%, mentre i cattivi pagatori (oltre 90 giorni medi) rappresentano il 7,9% del campione analizzato. Infine, si segnala che il 5,4% delle aziende cinesi paga mediamente i propri fornitori con più di 120 giorni di ritardo. L elevata concentrazione in corrispondenza dei gravi ritardi e il contenuto pagamento puntuale rendono lo scenario dei pagamenti cinesi uno dei meno performanti fra quelli individuati per i Paesi analizzati in questa edizione dello Studio. CINA 9

10 Valutiamo, ora, le performance di pagamento delle imprese cinesi in relazione alla dimensione aziendale (Grafico 1.2). Sono le Micro realtà a registrare il comportamento di pagamento più equilibrato con il 44,4% del totale in corrispondenza del pagamento regolare (+11,3 punti percentuali rispetto alla media nazionale). Seguono in seconda posizione le Medium, per le quali la percentuale in questione raggiunge il 39,5%. La tipologia Large, invece, è interessata da una situazione decisamente più problematica con solamente un quarto delle imprese (25,9%) che riesce a rispettare i termini pattuiti e una concentrazione del 55,6% nella classe di ritardo Up to 30 days. I ritardi compresi fra 30 e 90 giorni medi registrano delle quote più elevate nelle categorie Medium e Large, con rispettivamente il 9,3% ed il 10,1% del totale nella fascia di ritardo in oggetto. Per quanto riguarda i ritardi gravi la performance peggiore spetta ancora una volta alle aziende di grandi dimensioni: l 8,4% supera mediamente i 90 giorni di ritardo. ABITUDINI DI PAGAMENTO IN CINA PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, 2011 GRAFICO 1.2 FONTE: CRIBIS D&B 10 CINA

11 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN CINA PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 1.3 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 1.3 consente di identificare e confrontare le abitudini di pagamento che i diversi macrosettori merceologici hanno esibito in Cina nel corso del Dall analisi settoriale emerge un contesto abbastanza eterogeneo, con performance piuttosto differenti fra i vari comparti considerati. Il settore che si contraddistingue per un comportamento di pagamento più equilibrato è Wholesale : in questo caso, infatti, le aziende riescono a pagare entro i termini previsti in oltre il 40% dei casi analizzati, mentre per gli altri comparti non si supera il 33,1%. Il pagamento in ritardo si concentra nella classe Up to 30 days con percentuali più elevate per Transport, distribution (59,3%), Retail trade (55,4%) mentre le classi intermedie (fra 30 e 90 giorni medi) registrano una maggiore concentrazione in corrispondenza del macrosettore Mining con il 19,4% del totale. Infine, il pagamento con un ritardo più grave (oltre 90 giorni medi) mostra situazioni più critiche nei comparti Mining, con una quota del 23,4% in questa classe (+15,5% rispetto alla media nazionale) e Construction, con una quota del 21,2% (+13,3% rispetto alla media nazionale). CINA 11

12 Nelle Tabelle 1.4 e 1.5 viene riportata la graduatoria dei microsettori che hanno esibito nel corso del 2011 le migliori e peggiori performance nei pagamenti in Cina. Il gruppo merceologico Apparel and other textile products occupa la prima posizione nella classifica dei microsettori più virtuosi con il 51,4% di aziende che pagano entro la scadenza degli accordi commerciali concordati. Seguono in seconda e terza posizione Wholesale trade Nondurable goods (51%) e Social services (48,5%). Il comparto Health services si distingue, invece, per il comportamento meno virtuoso della Cina, con una quota di gravi ritardatari (più di 90 giorni medi) pari al 34,3% e superiore di 26,4 punti percentuali alla media nazionale. Completano le prime posizioni della graduatoria i gruppi General building contractors (24,7%) e Heavy contractors, except building (24,3%). Lo scenario dei pagamenti 2011 individuato per la Cina evidenzia una situazione complessa con performance non particolarmente efficienti (specialmente in alcuni comparti merceologici). Sono, infatti, meno di un terzo le aziende cinesi che riescono a gestire le transazioni commerciali nei termini prestabiliti (33,1%), mentre i ritardi gravi (oltre 90 giorni medi) interessano il 7,9% del totale e collocano il Paese al di sotto delle medie osservate nel contesto internazionale. Dall approfondimento settoriale emergono comportamenti di pagamento piuttosto divergenti fra i comparti analizzati. In particolare, le situazioni più critiche si riscontrano in corrispondenza dei settori Mining e Construction che mostrano percentuali di cattivi pagatori nettamente al di sopra della media nazionale (oltre il 21%). SETTORI PIU VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN CINA, 2011 Sector Ranking 2011 Apparel and other textile products 1 Wholesale trade - Nondurable goods 2 Social services 3 Building materials & garden supplies 4 Services 5 Miscellaneous retail 6 Amusement & recreation service 7 Miscellaneous repair services 8 Educational services 9 Printing and publishing 10 TABELLA 1.4 FONTE: CRIBIS D&B SETTORI MENO VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN CINA, 2011 Sector Ranking 2011 Health services 53 General building contractors 52 Heavy construction, except building 51 Real estate 50 Administration of economic programs 49 Executive, legislative and general 48 Special trade contractors 47 Electric, gas and sanitary services 46 Stone, clay and glass products 45 Communications 44 TABELLA 1.5 FONTE: CRIBIS D&B 12 CINA

13 2 Taiwan Di seguito, l opinione di Kelly Lu, DUNSRight team leader di Dun & Bradstreet Taiwan, sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti di Taiwan. Companies have taken more conservative terms dealing with economic down trends. As much as 52% of Taiwan s businesses are granted averagely using 0-30 days open accounts. Following by the term days, it is accounting 42% as a yearly average in The Paydex score for all companies available in the D&B Taiwan database was on average 75 in 2011, an increase from the average of 74 in The increasing trend was parallel to the yearly growth % of Taiwan s export shipment of 7.23% in 2011, full year dollar value was USD billion, up by USD billion from Overall, the nation-wide out of business (OOB) rate declined to 4.66% in 2011 from 5.08% in previous year. As Taiwan s GDP forecast for 2012 is around 3.85%, down approximately by 0.2% from 4.04% of 2011, companies are continuously using conservative terms of 0-30 days at the beginning of In the mean time, the Taiwan s SMEs (Small- and medium-sized enterprises) are diagnosed having ability to response quicker to the economical revival. For example, in terms of inventory-to-current asset-ratio, SMEs were improved greater by 232 basis points to 15.57% from 17.89% previous year, whereas large companies, on the contrary, deteriorated by 144 basis points to 7.19% from 5.75% previous year. SMEs also showed better performances than large companies in terms of current asset-to-total asset-ratio across industries from manufacturing, transport distribution, wholesale, retail trade to financial services and other services. As compared against previous year, this ratio of SMEs improved by 62 basis points to 50.38% from 49.76% while large companies fell by 180 basis points to 60.54% from 62.34%. Entering into 2012, the outlook is getting optimistic quarter by quarter. In particular, the forecast of Taiwan s export shipment is to increase by 4.9% year-on-year (y-o-y) starting from the second quarter as predicted by the Ministry of Economic Affair. Top three exporting products are namely (i) information & communication devices, (ii) electronics devices and (iii) precision instruments with primary exporting territories into the Mainland China, the U.S. continent and the Europe continent. TAIWAN 13

14 Analisi dei pagamenti Prima di procedere con l analisi dettagliata delle abitudini di pagamento di Taiwan nel corso del 2011, valutiamo quali sono stati i trend delle percentuali di aziende puntuali e con un ritardo medio superiore ai 90 giorni (Tabelle 2.1 e 2.2). Per il pagamento regolare prosegue il trend positivo degli ultimi anni, che interessa nel 2011 il 69,3% delle imprese di Taiwan e lo rende uno dei best performer fra i Paesi oggetto di indagine dello Studio. Anche in relazione alla percentuale di aziende che paga con oltre 90 giorni medi di ritardo si osserva un dato più che positivo, con un livello pari solamente all 1% del totale. Per riuscire a comprendere meglio quelli che sono stati i cambiamenti avvenuti nel corso degli ultimi anni, valutiamo le variazioni che hanno interessato la distribuzione delle aziende per classi di ritardo e che sono riportate nella Tabella 2.3. Rispetto al 2010, si riscontra un miglioramento di circa 2 punti percentuali nella classe di pagamento regolare, controbilanciata da una riduzione del 2,2% nella fascia di ritardo Up to 90 days. Le variazioni più consistenti si osservano nel confronto con i dati del Infatti, rispetto a quattro anni fa i buoni pagatori sono cresciuti di ben 10,7 punti percentuali, passando dal 58,6% del 2008 (record negativo) al 69,3% del Nello stesso intervallo temporale la classe intermedia di ritardo (fino a 90 giorni medi) ha subito una riduzione dell 8,8%. Per i ritardi gravi, invece, si osserva una distribuzione piuttosto stabile nel tempo, con un oscillazione massima del -2,3% rispetto al dato PERCENTUALE DI AZIENDE A TAIWAN CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 2.1 FONTE: CRIBIS D&B Taiwan 64,7% 58,6% 60,6% 67,4% 69,3% PERCENTUALE DI AZIENDE A TAIWAN CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 2.2 FONTE: CRIBIS D&B Taiwan 3,3% 2,9% 2,1% 0,7% 1,0% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN, Variation 2007/2011 Variation 2008/2011 Variation 2009/2011 Variation 2010/2011 By due date 4,6% 10,7% 8,7% 1,9% Up to 90 days -2,3% -8,8% -7,6% -2,2% Over 90 days -2,3% -1,9% -1,1% 0,3% TABELLA 2.3 FONTE: CRIBIS D&B 14 TAIWAN

15 ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN PER CLASSI DI RITARDO, GRAFICO 2.4 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 2.4 permette di approfondire nel dettaglio le modalità di pagamento di Taiwan per classi di ritardo attraverso un analisi del trend Le imprese di Taiwan hanno manifestato una continua crescita del pagamento puntuale negli ultimi quattro anni e nel 2011 registrano il record positivo con una percentuale che supera il 69% del totale. I ritardi tendono a concentrarsi nella classe Up to 30 days con una concentrazione pari al 27,1% del totale. Inoltre, si può osservare come oltre il 96% delle aziende di Taiwan si collochi in corrispondenza del pagamento puntuale e del ritardo moderato e inferiore ai 30 giorni, a dimostrazione dell ottima perfomance di pagamento del Paese analizzato. Il 2,6% delle imprese rimanenti esibisce un ritardo medio compreso fra i 30 e 90 giorni con un divario di 7,5 punti percentuali dal valore più alto (10,1%) registrato nel Infine, i cattivi pagatori rappresentano l 1% del campione e perdono 2,3 punti percentuali rispetto al dato del TAIWAN 15

16 ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, 2011 GRAFICO 2.5 FONTE: CRIBIS D&B Nel Grafico 2.5 è possibile analizzare il dettaglio delle abitudini di pagamento suddivise per dimensione aziendale e cogliere, così, le differenze esistenti tra le quattro tipologie considerate. Le imprese Micro, Small e Medium si contraddistinguono per un comportamento più equilibrato nei pagamenti, con percentuali di pagamento puntuale superiori al 65% per tutte e tre le categorie (73% per le Small). Situazione più problematica per le grandi aziende che riescono a gestire le transazioni commerciali entro i termini previsti nel 52,7% dei casi analizzati e registrano, invece, una concentrazione pari al 44% del totale nella fascia di ritardo moderato ( Up to 30 days ). Nelle classi di ritardo intermedio (fra 30 e 90 giorni di ritardo) si osservano percentuali omogenee in tutte le tipologie, con quote che oscillano fra il 2,3% delle Micro e il 2,8% delle Medium. Infine, le Micro realtà mostrano una maggiore concentrazione nella fascia di ritardo grave (oltre 90 giorni medi) che si assesta al 3%, mentre negli altri casi non supera l 1% del totale. Con riferimento alle modalità di pagamento dei macrosettori merceologici, è possibile osservare nel Grafico 2.6 un comportamento piuttosto omogeneo. Le buone performance del sistema dei pagamenti a Taiwan sono confermate anche dal focus settoriale. Infatti, tutti i comparti mostrano una maggiore percentuale di aziende in corrispondenza del pagamento puntuale con valori superiori al 67% (raggiunge il 79% nel caso dei Finance services ). I settori Transport, distribution e Manufacturing mostrano con- 16 TAIWAN

17 ABITUDINI DI PAGAMENTO A TAIWAN PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 2.6 FONTE: CRIBIS D&B centrazioni più alte di aziende che pagano mediamente con un ritardo compreso fra 1 e 30 giorni, con quote rispettivamente del 30,6% e del 28,6%. Il ritardo intermedio ( days e days ) registra il livello più elevato in corrispondenza del comparto Construction (3,9% del totale). Discorso analogo per le imprese che esibiscono un ritardo medio superiore ai 90 giorni: è il settore edile con una quota del 4,3% a mostrare la peggiore performance (3,3 punti percentuali al di sopra della media nazionale). Le precedenti analisi confermano, anche per il 2011, l ottimo stato di salute del sistema dei pagamenti di Taiwan, che registra nelle diverse classi di ritardo esaminate risultati migliori rispetto alle medie osservate nel contesto internazionale. La quota di aziende puntuali si assesta, infatti, al 69,3% (il valore più elevato dal 2007) e registra il secondo livello più elevato fra tutti i Paesi oggetto di indagine nello Studio, superato solo dalla percentuale di pagamento regolare in Germania (74,7%). Ottima performance anche in corrispondenza del ritardo medio superiore ai 90 giorni che interessa, invece, solo l 1% del totale e mostra una sostanziale stabilità rispetto ai valori degli anni precedenti. A livello settoriale è possibile osservare una certa omogeneità e un diffuso miglioramento, con percentuali di pagamento alla scadenza superiori al 67% del totale per tutti i comparti. La performance meno positiva è quella del settore Construction, che registra percentuali superiori alla media nazionale sia nelle classi di ritardo intermedio sia in quelle del ritardo grave. TAIWAN 17

18 3 Hong Kong Di seguito, l opinione di Dun & Bradstreet (HK) Ltd sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti di Hong Kong. Market fears and concerns about European Sovereign Debt Crisis prevailed in Confidence on European markets was lost for the fear of default debt repayment. European Union members were urged to deploy effective measures on tackling challenges of high national debt level. Protest and strike against the measures in certain countries will be another challenge to the governments. According to the data collected from DUNTrade programme, it is found that more than half of the participants recorded an increase in the number of credit records for daily business activities. The total numbers of payment experience were expanded by 10% when compared to During 2011, they intended to loosen their credit policy by offering more credit sales to new customers in order to expand their businesses. However, DUNTrade participants generally anticipate a weaker demand from Europe and US markets in 2012, where their major trading partners located in. They are not optimistic on the recovery of the economy in a short period of time. They have a stronger preference on re-implementing prudent credit policy in this year to minimize their credit risk until the economic recovery is on the right track. On one hand, they plan to lower the credit amounts granted to customers. On the other hand, they will tighten the terms offered to new customers or customers with short history of business relationship so as to ensure the credit quality. Another purpose of shortening terms and cash sales is that they are able to enrich the cash flow conditions. Preventive measures on their daily credit management activities are also important. Reviewing credit reports provided by credit agencies and buying insurance from insurance agencies are the common measures. In addition, they will actively monitor customers payment behaviour so that prompt action could be taken when delays of payment happen in their portfolio. 18 HONG KONG

19 Analisi dei pagamenti La Tabella 3.1 evidenzia il trend della percentuale di aziende di Hong Kong che hanno pagato puntualmente i propri fornitori, rispettando i termini pattuiti. Hong Kong conferma anche per il 2011 un comportamento di pagamento non particolarmente efficiente con una concentrazione nella classe By due date pari al 34,5% del totale. Nella Tabella 3.2 si possono osservare i ritardi più gravi ( Over 90 days ) che quest anno hanno interessato solo il 2,1% delle imprese (la stessa percentuale del 2010). Possiamo, inoltre, identificare quali sono le variazioni che hanno interessato la distribuzione delle aziende per classi di ritardo rispetto agli anni passati tramite l analisi della Tabella 3.3. Rispetto al 2007, aumenta del 5,4% la quota di aziende con un comportamento regolare, mentre si osserva una riduzione in corrispondenza della fascia di ritardo più grave con un calo di 4,7 punti percentuali. La variazione più consistente nella fascia di ritardo intermedio Up to 90 days si registra nel confronto con il 2009: in questo caso, infatti, la concentrazione è aumentata del 4,5%. Risultano minimi, invece, i delta rispetto ai valori del 2010 con oscillazioni che non superano lo 0,3%. PERCENTUALE DI AZIENDE A HONG KONG CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 3.1 FONTE: CRIBIS D&B Hong Kong 29,1% 31,1% 35,8% 34,8% 34,5% PERCENTUALE DI AZIENDE A HONG KONG CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 3.2 FONTE: CRIBIS D&B Hong Kong 6,8% 6,0% 5,3% 2,1% 2,1% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG, Variation 2007/2011 Variation 2008/2011 Variation 2009/2011 Variation 2010/2011 By due date 5,4% 3,4% -1,3% -0,3% Up to 90 days -0,7% 0,5% 4,5% 0,3% Over 90 days -4,7% -3,9% -3,2% 0,0% TABELLA 3.3 FONTE: CRIBIS D&B HONG KONG 19

20 ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG PER CLASSI DI RITARDO, % % 53.9% 52.8% 50.0% 40.0% 30.0% 29.1% 31.1% 35.8% 34.8% 34.5% 36.2% 36.4% 33.8% 20.0% 18.9% 18.2% 17.5% 10.0% 0.0% 6.8% 7.6% 9.0% 8.3% 7.6% 2.4% 3.0% 4.2% 3.4% 2.8% 1.1% 1.3% 2.6% 2.6% 2.5% By due date Up to 30 days days days days Over 120 days 1.0% 0.8% GRAFICO 3.4 FONTE: CRIBIS D&B Possiamo analizzare nel dettaglio lo scenario dei pagamenti 2011 di Hong Kong con il Grafico 3.4, che suddivide le aziende in classi di ritardo e confronta le loro performance di pagamento con quelle relative agli anni passati. Come già osservato nell analisi precedente, le modalità di pagamento sono rimaste sostanzialmente invariate rispetto al 2010 e il delta maggiore (+1,4%) viene riscontrato in corrispondenza della classe di ritardo intermedio (fra i 30 e 90 giorni medi). Le imprese di Hong Kong si concentrano prevalentemente nella classe di ritardo moderato ( Up to 30 days ) con una quota che si assesta al 52,8% nel 2011 e registra un incremento di 19 punti rispetto al dato del Le restanti classi di ritardo mostrano percentuali più contenute: in particolare, il 7,6% delle aziende tende a pagare i fornitori con un ritardo medio compreso fra 30 e 60 giorni, il 3% si colloca nella fascia days, mentre il 2,1% supera mediamente i 90 giorni di ritardo. I ritardi intermedi ( days e days ) si sono notevolmente ridotti rispetto a cinque anni fa (-17%) e questo decremento è stato in gran parte controbilanciato dalla crescita dei ritardi moderati. Infine, il pagamento puntuale interessa nel 2011 il 34,5% del totale e conferma le performance già osservate nel corso 20 HONG KONG

21 dei tre anni precedenti (-0,3% vs 2010 e -1,3% vs 2009). Tuttavia, è importante evidenziare l aumento di 5,4 punti percentuali che si rileva per questa classe nel confronto con il Nel Grafico 3.5 è possibile analizzare le abitudini di pagamento suddivise per dimensione aziendale e cogliere le differenze esistenti fra le diverse tipologie considerate. Anche nel focus sulle tipologie dimensionali emerge una diffusa tendenza da parte delle imprese di Hong Kong a regolare le transazioni commerciali con un ritardo medio compreso fra 1 e 30 giorni. La percentuale più elevata in questa classe di ritardo appartiene alle grandi aziende con il 60,3% del totale, seguite dalle Medium con il 58,7%. Le imprese Micro e Small evidenziano, invece, un comportamento di pagamento più equilibrato con, rispettivamente, il 38,8% e il 36,4% di aziende che pagano i partner commerciali entro i termini stabiliti (solo il 15,7% per le Large). Infine, le Large mostrano una situazione più problematica per quello che riguarda i pagamenti più dilazionati nel tempo: più del 18% di esse, infatti, paga i propri fornitori con un ritardo medio compreso fra i 30 e i 60 giorni, mentre il 5,9% supera mediamente i 90 giorni (+3,8 punti percentuali rispetto alla media nazionale). ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, % 60.0% 40.0% 20.0% 0.0% Micro Small Medium Large By due date 38.8% 36.4% 26.0% 15.7% Up to 30 days 49.1% 52.4% 58.7% 60.3% days 7.5% 7.0% 7.8% 12.8% days 2.7% 2.7% 3.9% 5.3% days 1.1% 1.0% 2.3% 3.3% Over 120 days 0.8% 0.5% 1.3% 2.6% GRAFICO 3.5 FONTE: CRIBIS D&B HONG KONG 21

22 ABITUDINI DI PAGAMENTO A HONG KONG PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 3.6 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 3.6 riporta le abitudini di pagamento delle aziende di Hong Kong per classi di ritardo, tenendo in considerazione anche il macrosettore merceologico di appartenenza. Tutti i comparti mostrano una maggiore percentuale di aziende in corrispondenza della classe di ritardo moderato e limitato ai 30 giorni, con valori superiori al 60% nel caso dei settori Retail trade e Transport, distribution. La migliore performance di pagamento regolare spetta, invece, al gruppo Manufacturing con il 38,8% nella classe considerata, seguito in seconda posizione da Other services con il 38,2%. In relazione alle classi di ritardo intermedio, si contraddistinguono negativamente i macrosettori Construction e Finance services con oltre il 18% di imprese che pagano con un ritardo compreso fra 30 e 90 giorni. Inoltre, entrambi i comparti registrano i valori più elevati in corrispondenza del ritardo grave con, rispettivamente, il 12,7% e l 8,4% di aziende che pagano con oltre 90 giorni medi di ritardo (+10,6% e +6,3% rispetto alla media nazionale). Lo scenario dei pagamenti di Hong Kong non delinea cambiamenti significativi rispetto alle recenti edizioni dello Studio. Si conferma, infatti, stazionaria e non particolarmente elevata la percentuale di aziende che riesce a gestire gli accordi commerciali nei termini pattuiti (34,5% nel 2011). I ritardi gravi (oltre 90 giorni medi), dopo il netto calo osservato nel 2010, restano invariati su un livello piuttosto contenuto (2,1%). All interno di un contesto settoriale eterogeneo, si osserva una posizione più difficoltosa nei comparti Construction e Finance services, che riportano concentrazioni più elevate della media nazionale nelle classi di ritardo intermedio e grave. In conclusione, le imprese di Hong Kong non evidenziano segnali di discontinuità nei confronti del recente passato e continuano a mostrare un comportamento di pagamento più problematico rispetto ai livelli medi osservati nei Paesi oggetto di indagine nello Studio. 22 HONG KONG

23 4 Messico Di seguito, l opinione di Gerado Sosa, IT Manager di Dun & Bradstreet Mexico, sullo scenario economico e la situazione dei pagamenti in Messico. In Mexico in 2011 the companies have reacted to handle difficulties arising from Crisis taking risk decisions not only by the finance situation but considering other issues like trade tape, suits, commercial references. The Macro-economic situation in Mexico is in very good health and this reduces the impact. The payment terms granted by Mexican companies are days and they haven t increase a lot in the last years. Some of the most important causes of delay in payments are bad and not enough information, and wrong credit process. These causes could be some issues in just some sectors like construction. To improve their DSO and Working Capital the companies are trying to analyze in detail the process of credit, following the collection per week and work with sales departments in other to solve the problems. Estimations show that the Mexican economy has continued growing during Q as 1% quarterly approximately, very close to the prior quarter. Also, inflation remains practically stable in a quarter average of 3.4%. Although Mexico is away from the source of European uncertainty, negative effects in our economy are not dismissed if the European risk has an impact in USA, reducing the demand from this country. Episodes of global volatility that may depreciate the Peso are not dismissed, but as long as these events are not too far from positive growing perspectives in Mexico and the commitment with the deficit and public debt goals is not in risk, it would be reasonable that the exchange rate remains close to ppd in average for the following quarters. All this perspective give some certainly in the business in Mexico that means we most no have any problem in MESSICO 23

24 Analisi dei pagamenti La Tabella 4.1 riporta il trend negli ultimi due anni della percentuale di aziende messicane che sono riuscite a far fronte ai propri impegni entro i termini stabiliti. Nel corso del 2011 la variabile in oggetto ha registrato un valore pari al 59,3% del totale, confermando l ottima performance del Messico individuata già nella precedente edizione dello Studio. Le aziende che, invece, tendono a pagare con oltre 90 giorni medi di ritardo rappresentano solamente lo 0,9% dei casi analizzati (Tabella 4.2). Per avere maggiori dettagli sulle variazioni avvenute negli ultimi 12 mesi in relazione alla distribuzione delle aziende messicane per classi di ritardo analizziamo la Tabella 4.3. Rispetto all anno precedente, si riscontra un netto calo dei pagatori puntuali (classe By due date ). Nel dettaglio, la percentuale in questione si riduce di quasi 11 punti percentuali, passando dal 70% del 2010 al 59,3% del Al forte decremento dei pagamenti regolari ha corrisposto un deciso aumento della concentrazione di imprese nella fascia di ritardo compreso fra 1 e 90 giorni (+10,6% sul 2010), mentre la concentrazione nelle classi di ritardo grave è rimasta sostanzialmente invariata. PERCENTUALE DI AZIENDE IN MESSICO CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 4.1 FONTE: CRIBIS D&B Mexico 70,0% 59,3% PERCENTUALE DI AZIENDE IN MESSICO CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 4.2 FONTE: CRIBIS D&B Mexico 0,8% 0,9% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO, TABELLA 4.3 FONTE: CRIBIS D&B Variation 2010/2011 By due date -10,7% Up to 90 days 10,6% Over 90 days 0,1% 24 MESSICO

25 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO PER CLASSI DI RITARDO, GRAFICO 4.4 FONTE: CRIBIS D&B Consideriamo, ora, le modalità di pagamento del Messico per classi di ritardo per il 2011 e confrontiamole con quelle relative al 2010 (Grafico 4.4). Si osserva un consistente incremento della concentrazione delle imprese messicane in corrispondenza della classe Up to 30 days che si assesta al 37,3% e supera di 10 punti percentuali il dato In corrispondenza del pagamento regolare, invece, si osserva una variazione in senso contrario con una riduzione di 10,7 punti percentuali rispetto all anno precedente. Le percentuali delle classi di ritardo intermedio ( days e days ) e del ritardo grave (oltre 90 giorni medi) restano sostanzialmente stabili rispetto al 2010 e aumentano complessivamente dello 0,8%. MESSICO 25

26 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO PER TIPOLOGIA DI AZIENDA, 2011 GRAFICO 4.5 FONTE: CRIBIS D&B Il Grafico 4.5 riporta un analisi dettagliata delle abitudini di pagamento per tipologia di azienda in Messico. Le imprese Small sono quelle che esibiscono un comportamento di pagamento più equilibrato con il 67,2% del totale che paga i propri fornitori entro la scadenza stabilita. Nelle Large, invece, si osserva la situazione più problematica con il 48,2% dei casi analizzati che riesce a gestire le transazioni commerciali nei termini concordati (-11,1% rispetto alla media nazionale). Si tratta, tuttavia, di un valore elevato se confrontato con la performance delle aziende di grandi dimensioni della maggior parte dei Paesi analizzati nello Studio Pagamenti. Con riferimento al pagamento in ritardo, si osservano maggiori concentrazioni nella classe Up to 30 days, mentre risultano relativamente bassi i valori associati alle classi di ritardo più grave. I ritardi compresi fra 1 e 30 giorni medi, infatti, interessano quasi il 50% delle Large, con un gap sfavorevole di circa 12 punti dal dato aggregato Messico. Molto contenute le differenze fra le quattro tipologie dimensionali in corrispondenza delle fasce di ritardo intermedio ( days e days ), con quote che oscillano fra l 1,9% delle Small ed il 2,7% delle Micro. Infine, tutte le categorie evidenziano percentuali 26 MESSICO

27 ABITUDINI DI PAGAMENTO IN MESSICO PER SETTORE MERCEOLOGICO, 2011 GRAFICO 4.6 FONTE: CRIBIS D&B moderate nelle classi di ritardo più grave (oltre 90 giorni medi) con valori che non superano l 1,2%. Con riferimento alle abitudini di pagamento dei macrosettori messicani nel 2011, è possibile osservare nel Grafico 4.6 un comportamento abbastanza eterogeneo. Le migliori performance di pagamento spettano ai macrosettori Construction e Agriculture, forestry, hunting and fishing con, rispettivamente, il 77,4% e il 76,5% di pagatori regolari. Situazioni meno positive per Finance services e Retail trade, testimoniate dalla minore percentuale di imprese puntuali (non oltre il 51%). In modo simmetrico entrambi i comparti evidenziano i valori più elevati nella classe di ritardo moderato ( Up to 30 days ) con concentrazioni del 47,3% e del 44,1%. In relazione alle classi di ritardo intermedio (fra i 30 e i 90 giorni medi di ritardo), si osserva una maggiore concentrazione per il macrosettore Transport, distribution con il 4,3% del totale, seguito dal Retail trade con il 4%. Infine, per i cattivi pagatori (ritardo medio superiore ai 90 giorni) viene confermato il trend individuato a livello nazionale con valori contenuti in tutti i diversi comparti esaminati. MESSICO 27

28 SETTORI PIU VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN MESSICO, 2011 Sector Ranking 2011 Agricultural production - Crops 1 General building contractors 2 Special trade contractors 3 Miscellaneous repair services 4 Personal services 5 Heavy construction, except building 6 Paper and allied products 7 Engineering & management services 8 Business services 9 Services 10 SETTORI MENO VIRTUOSI NEI PAGAMENTI IN MESSICO, 2011 Sector Ranking 2011 Legal services 50 Executive, legislative and general 49 Social services 48 Eating and drinking places 47 Membership organizations 46 Apparel and accessory stores 45 Stone, clay and glass products 44 Amusement & recreation services 43 Electronic & other electric equipment 42 Trucking and warehousing 41 TABELLA 4.7 FONTE: CRIBIS D&B TABELLA 4.8 FONTE: CRIBIS D&B Restringiamo, ora, il campo di indagine ai microsettori che esibiscono le performance di pagamento migliori e peggiori in Messico nel 2011 (Tabelle 4.7 e 4.8). Nella graduatoria dei settori più virtuosi troviamo in prima posizione Agricultural production - Crops con l 81,3% di aziende che rispettano i termini pattuiti con i partner commerciali. Seguono in seconda e terza posizione General building contractors con il 78,2% di pagatori puntuali e Special trade contractors con il 77,1%. I ritardi maggiori nei pagamenti, invece, sono registrati dal comparto Legal services, le cui imprese pagano mediamente con oltre 90 giorni di ritardo nel 4,2% dei casi esaminati. Completano il podio dei cattivi pagatori i microsettori Executive, legislative and general (2,7%) e Social services (2,2%). Lo scenario dei pagamenti 2011 in Messico mostra un peggioramento in relazione alla percentuale di aziende che riesce a gestire le transazioni commerciali entro i termini prestabiliti. Il pagamento puntuale, infatti, cala di 10,7 punti percentuali rispetto al 2010 e interessa il 59,3% del totale. Nonostante ciò, le imprese messicane registrano la terza percentuale più elevata di pagatori regolari fra tutti i Paesi oggetto di indagine dello Studio, superata solamente dalla Germania (74,7%) e da Taiwan (69,3%). Si conferma molto contenuta la concentrazione nelle classi di ritardo grave pari a solo lo 0,9% del totale e risulta anch essa fra le più basse dell intero panorama dei Paesi analizzati. A livello settoriale si osserva una riduzione generalizzata delle quote di pagamento entro la scadenza, ma le percentuali continuano comunque a superare il 50% in quasi tutti i comparti. I risultati migliori, in particolare, spettano ai gruppi merceologici Agriculture, forestry, hunting and fishing e Construction con oltre il 76,5% delle loro imprese che pagano i fornitori entro la scadenza concordata (circa 17 punti percentuali in più rispetto alla media nazionale). Il Messico nel 2011 continua, quindi, a esibire delle migliori performance rispetto alle medie registrate nel contesto internazionale (sia in corrispondenza del pagamento puntuale sia del ritardo grave), ma il consistente calo dei pagamenti regolari consiglia un monitoraggio più attento dello scenario dei prossimi anni. 28 MESSICO

29 5 Stati Uniti Di seguito, l opinione di Dun & Bradstreet Inc. United States of America sullo scenario economico negli Stati Uniti. D&B s latest data (as reported in the February 2012 US Business Trends Report) shows that that overall business failures decreased by 9.5% year on year in the 12 months to September In that same time period, all major industries experienced double-digit decreases in failure rates. The top three industries with the highest failure rates include Construction, Transportation, and Automotive industries. While these industries registered decreases in their failure rates of 17%, 27%, and 14% respectively, they were still significantly higher than other industries. These industries are coping with very weak demand as the country s quarterly personal income registers a sluggish upturn. Nevada, California, and Washington were the states with the highest failure rates with Nevada significantly higher than any other state. Also in its February 2012 US Business Trends Report, D&B shows that overall business delinquency rates decreased by 5% year on year in the 12 months to September Manufacturing, Construction, and Transportation industries have the highest delinquency rates, while Natural resources, Real Estate, and Insurance have the lowest delinquency rates. This pattern reflects the unevenness of the U.S. economic recovery and sever impact the Great Recession had on key sectors of the U.S. economy. However, overall delinquency levels are considerably lower than the beginning of 2010, suggesting the worst of the storm has clearly abated. In aggregate both business failures and business delinquency is decreasing. With that said, the current economic cycle in the U.S. has been the most unique in recent history due to the severe imbalances that preceded the downturn and drove the severity of the contraction. History has shown that the process of correcting for extreme imbalances usually takes time and is not a linear journey. With 2012 also being a Presidential election year, the U.S. economy will continue to slowly heal and the impending recovery is estimated to take another 3-5 years until pre-crisis levels are attained. It is expected that after the election, lawmakers will make significant policy changes heading into 2013 that will improve the U.S fiscal stability. March 2012 unemployment figures are at approx. 8.2% which are the lowest levels since January, Consumer confidence is slowly gaining momentum while the housing sector also shows signs of improvement. The Fed will continue to support the economy with quantitative easing policies to keep interest rates low however inflation cautions particularly from oil and gasoline price increases could negatively impact the overall recovery. Overall caution with slow improvement is the 2012 trend for the U.S. economy. STATI UNITI 29

30 Analisi dei pagamenti Nella Tabella 5.1 viene riportato il trend della percentuale di aziende che hanno pagato puntualmente i propri fornitori negli Stati Uniti, disponendo così di una prima importante informazione sull entità delle imprese che hanno mostrato negli ultimi anni una buona performance di pagamento. Nel 2011 i buoni pagatori si assestano al 51% del totale, registrando così il record positivo degli ultimi cinque anni e uno dei livelli più elevati fra i Paesi oggetto di indagine dello Studio. Situazione più problematica quella riguardante le classi di ritardo più grave (oltre 90 giorni medi), in cui le imprese statunitensi riportano una percentuale pari al 6,6% (Tabella 5.2). Con la Tabella 5.3 possiamo avere una maggiore percezione dei cambiamenti avvenuti nel corso del 2011 rispetto agli anni precedenti, valutando le variazioni subite dalla distribuzione delle aziende per classi di ritardo. Rispetto al 2007, si riscontra un netto miglioramento del pagamento puntuale (classe By due date ) con un incremento di 7,5 punti percentuali nella classe in oggetto. Sempre in riferimento allo stesso intervallo temporale, si osserva un forte calo della quota della fascia Up to 90 days (-9,2%) ed un leggero incremento dei ritardi gravi (+1,7%). Infine, rispetto al 2010 si rilevano variazioni decisamente più contenute che non superano l 1,1% in nessuna delle classi esaminate. PERCENTUALE DI AZIENDE NEGLI STATI UNITI CON PAGAMENTI PUNTUALI, TABELLA 5.1 FONTE: CRIBIS D&B United States 43,5% 45,9% 47,3% 50,0% 51,0% PERCENTUALE DI AZIENDE NEGLI STATI UNITI CON RITARDI DI PAGAMENTO SUPERIORI AI 90 GIORNI, TABELLA 5.2 FONTE: CRIBIS D&B United States 4,9% 6,2% 7,8% 6,5% 6,6% VARIAZIONI DELLE ABITUDINI DI PAGAMENTO NEGLI STATI UNITI, Variation 2007/2011 Variation 2008/2011 Variation 2009/2011 Variation 2010/2011 By due date 7,5% 5,1% 3,7% 1,0% Up to 90 days -9,2% -5,5% -2,5% -1,1% Over 90 days 1,7% 0,4% -1,2% 0,1% TABELLA 5.3 FONTE: CRIBIS D&B 30 STATI UNITI

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE

LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE LE RISORSE ENERGETICHE FOSSILI LORO EVOLUZIONE A LIVELLO MONDIALE Alessandro Clerici Chairman Gruppo di Studio WEC «World Energy Resources» Senior Corporate Advisor - CESI S.p.A. ATI--MEGALIA Conferenza

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema

BRating Analysis. Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. 15/04/2015. Statistiche del sistema BRating Analysis 15/04/2015 Summary Concluse le analisi mensili sui dati aggiornati a fine Marzo 2015. Per quanto riguarda il mercato azionario I protagonisti del mese sono stati i fondi che investono

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Rapporto annuale Giugno 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente:

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti una valutazione comparata della gestione dei rifiuti Parte una valutazione comparata della gestione dei rifiuti La Commissione europea nell Aprile del 01 ha presentato gli esiti di una ricerca eseguita

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

Import-export. di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo

Import-export. di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo Import-export di riso: il ruolo dell Italia nel contesto europeo Il riso rappresenta dopo il frumento la coltura più diffusa al mondo. L Italia è il principale Paese produttore ed esportatore di riso dell

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli