Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35 Soluzioni e commenti alla prova ufficiale ) D. Per risolvere quesiti di questo tipo bisogna applicare la legge fisica di equiparazione dei momenti che afferma che sia a sinistra che a destra dell asta la distanza dal centro di sospensione, moltiplicata per il peso degli oggetti, deve avere lo stesso valore perché il sistema sia equilibrato. Il momento a sinistra è pari al prodotto della distanza 3 per il peso 1 ed è cioè: 3 1 = 3. A destra è pari alla distanza 1 per il peso 2, cioè: 2 1 = 2. Affinché anche a destra il momento sia uguale a 3, è necessario spostare un gettone sulla posizione otto. In tal modo il momento a destra sarà pari alla somma dei due momenti (1 1) + (2 1) = 3 e il sistema sarà dunque equilibrato. 2) A. I tram passano ogni 5 minuti e tale arco di tempo va inteso come quello che ciascuno dei due tram impiega per passare nuovamente alla fermata. Il 40%, cioè due volte su cinque, lo studente ha la possibilità di prendere il tram numero 2 alle 8:03; ciò significa che 3 volte su 5 prende l altro. In altre parole se arriva alle 8:02 o alle 8:03 prende il tram 2 ; se arriva alle 8:01 o alle 8:04 o alle 8:05 prende il tram 11. Quindi il tram numero 11 passa alle 8:01 (e poi di nuovo alle 8:06) perché se passasse alle 8:04, e prima ancora alle 7:59, lo studente, arrivando alle 8:01 prenderebbe il tram 2. In questo caso la probabilità di prendere il tram 2 non sarebbe del 40% ma del 60%. Il quesito nel complesso non è semplice. 3) E. Nel brano si afferma che nella Bibbia Dio non viene mai qualificato come madre poiché soltanto l immagine del padre era ed è adatta ad esprimere l alterità tra Creatore e creatura e dunque la sua trascendenza. Le divinità-madri sono state escluse dall Antico testamento poiché esse includevano una visione del rapporto tra Dio e mondo in senso panteistico, nell ambito della quale la differenza tra Creatore e Creato scompare. Si noti che l immanenza di Dio nel creato (alternativa A) è un concetto opposto a quello di trascendenza. 4) C. Come nel quesito precedente la risposta esatta si ricava direttamente dalla frase: l immagine del padre era ed è adatta a esprimere l alterità tra Creatore e creatura, la sovranità del suo atto creativo. Il termine alterità è etimologicamente corrispondente a separazione tra due elementi (dal latino alter, altro tra due ). 5) D. Nel testo viene precisato che, nonostante nella Bibbia vi siano presenti le grandi metafore dell amore materno, quello di madre non è un titolo di Dio o un appellativo con cui rivolgersi a lui. 6) C. Le divinità-madri sono state escluse dalla Bibbia poiché esse mostravano un immagine di Dio profondamente antitetica a quella biblica dal momento che includevano sempre concezioni panteistiche nelle quali viene annullata la differenza tra Creatore e creatura (che è invece l elemento fondamentale della trascendenza di Dio) e le cose e gli uomini sono concepiti come un emanazione di Dio che, dunque, si concretizza nella molteplicità delle realtà esistenti. 7) D. Nel brano si precisa che nella Bibbia quello di madre non è un titolo di Dio ma piuttosto un immagine con cui viene evocato. 8) B. L unica alternativa deducibile dal brano è la B. Infatti in esso si sostiene che l essere delle cose e degli uomini appare necessariamente come un emanazione dal grembo materno dell Essere. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

36 36 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica 9) B. Il nome di Pavan è Rosa e non Michele come erroneamente riportato nell alternativa B. 10) E. In tutte le figure proposte compaiono le stesse forme geometriche (cerchio, rettangolo, triangolo e quadrato) ad eccezione della Figura 1 nella quale è presente un ellisse al posto del cerchio. Pertanto la risposta esatta è la E. 11) C. L unica risposta deducibile dal brano è la C. In esso, infatti, si afferma che il presidente Ozal aveva legami con la sua tariqua (confraternita religiosa) e che in generale l islam mistico tradizionale, proprio delle tariqua, rappresenta la principale barriera al diffondersi del fondamentalismo. 12) E. La possibilità della presa del potere da parte dei fondamentalisti è una delle preoccupazioni maggiori e tale argomento è il nucleo del brano. 13) C. Il quesito si ricollega alla domanda 11 e si ricava facilmente dal testo. 14) A. L autore del testo afferma esplicitamente che punto debole dei kemalisti è il loro rifiuto generale della religione che li porta a considerare tutto ciò che riguarda l islam come una forma di fondamentalismo senza comprendere che un islam illuminato e favorevole alle riforme rappresenta invece l unica arma per combattere il fondamentalismo. 15) D. La risoluzione del quesito è connessa alla domanda precedente: il solo uso dell esercito da parte dei kemalisti non rappresenta il metodo migliore per fronteggiare il fondamentalismo in una società democratica. 16) D. Nel brano si precisa che i turchi che conoscono a fondo la propria cultura e che hanno consapevolezza dell infiltrazione dei fondamentalisti nel loro sistema, per contenere tale problema ripongono le proprie speranze non sull esercito, come i kemalisti, ma su altri fattori. 17) E. Il sufismo delle tariqua, ovvero l islam mistico tradizionale delle confraternite religiose, grazie all urbanizzazione della Turchia si è diffuso dalle campagne alle città, dove ha assunto la forma di clientelismo (ad esempio due presidenti, Ozal e Demirel, avevano legami con le proprie tariqua). In questo modo esso rappresenta una delle principali barriere al diffondersi del fondamentalismo dal momento che i fondamentalisti sono ormai diventati una forza politica consistente capace di avere un influenza decisiva sul reclutamento delle élite turche. 18) B. La risposta B è l unica, tra le alternative proposte, a completare logicamente la proporzione. Infatti come Telemaco è un personaggio dell Odissea così lo è Caino della Genesi. 19) D. La serie si ripete ogni tre elementi: passando da una figura all altra in ogni forma geometrica (triangolo, quadrato e cerchio) si alternano i tre colori grigio, nero e bianco. 20) C. In tutte le alternative viene proposta una disciplina di studio, tranne nella risposta C dove l entropia è un argomento di Fisica. Si può giungere alla soluzione anche tramite una strada più semplice: in tutte le alternative, infatti, le parole proposte terminano in -gia ad eccezione della C. 21) E. Il rombo è un elemento che indica una scelta con due possibili conseguenze. Lo schema 2 rappresenta in modo corretto l azione di controllare se si ha la disponibilità dell importo che si vuole prelevare, corrispondente al terzo elemento della sequenza del problema. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

37 Soluzioni e commenti Prova ufficiale ) C. Per risolvere facilmente il quesito è utile sostituire le lettere con i numeri corrispondenti alle rispettive posizioni occupate nell alfabeto. In questo modo si nota che la successione delle lettere è decrescente e che infatti la serie procede con un passo multiplo: 4; 3. 23) B. La figura da scartare è la n 4: è l unica, infatti, che contiene una forma geometrica con cinque lati. La risposta esatta è, pertanto, la B. 24) B. Si tratta di un quesito di problem solving. Per individuare facilmente la soluzione è utile procedere a una schematizzazione: Andrea = non ha comprato né tulipani né gigli; Andrea = non deve regalare fiori né alla nonna né alla mamma; Marco e Paolo = non hanno comprato gigli; Zia = riceverà dei tulipani, Nonna = riceverà delle viole. Dalle informazioni fornite dal quesito si ricava che Luca è l unico ad aver acquistato i gigli. Poiché la zia e la nonna riceveranno fiori che non sono gigli e che Andrea non regalerà tulipani o gigli né alla nonna né alla mamma, ne consegue necessariamente che Andrea regalerà rose all amica e Luca i gigli alla mamma. 25) A. La risposta A è l unica, tra le alternative proposte, a completare logicamente la proporzione. Infatti al primo e al secondo membro vi sono termini contrari tra loro. 26) B. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. La risoluzione non può essere analizzata perché la strategia risolutiva è semplicemente legata al conteggio dei simboli. 3 = 19; R = 11. Pertanto: = 8. 27) A. Anche in questo caso per risolvere il quesito è necessario contare quanto volte si ripetono i simboli X e # nello schema e poi procedere a calcolare la differenza. 28) D. Quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare le X nello schema. 29) A. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare quante volte si ripete il simbolo < nello schema. 30) A. Quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare quante volte si ripete il simbolo» e il simbolo & nello schema e poi procedere alla somma. 31) D. Quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare quante volte si ripete il simbolo & e il simbolo nello schema e poi procedere alla somma. 32) B. Nella successione numerica data vi sono tre serie alternate con passo costante pari a ) D. Tutte le figure sono costituite dallo stesso oggetto con differenti angoli di rotazione ad eccezione della Figura 2. Pertanto la risposta corretta è la D. 34) C. Due ruote adiacenti girano in senso inverso. Quindi due ruote che sono distanziate da una ruota dentata girano nello stesso verso. Pertanto la risposta corretta è la C. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

38 38 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica 35) A. Come specificato nel commento precedente, due ruote adiacenti girano in senso contrario. Pertanto se la ruota B gira in senso orario, la ruota C gira in senso antiorario come la ruota E. 36) C. Si tratta di un ragionamento deduttivo in una forma variante del sillogismo. Se tutti i baristi bevono vino e chi beve vino è allegro e chi è allegro non è noioso, ne deriva che tutti i baristi sono sempre persone allegre e non noiose. Dunque la risposta falsa è la C poiché sostiene che alcuni baristi sono noiosi contraddicendo la traccia del quesito. 37) C. Si tratta di un quesito di ordinamento di valori. Schematizzando: C > B B > A > D da cui C > B > A > D A > E > D da cui C > B > A > E > D Quindi il terzo più veloce è il treno A. La risposta esatta è dunque la C. 38) C. Attraverso una proporzione si ricavano i gol segnati di destro: 12 : 20 = x : 45, da cui x = 27. Pertanto la risposta corretta è la C. 39) A. Per risolvere il quesito è sufficiente contare le lettere di ogni parola e moltiplicare il numero ottenuto per 2. Poiché la parola poltrona è di 8 lettere il risultato sarà ) D. Il numero riportato nell ovale in basso si ottiene sempre aggiungendo 8 al numero contenuto nel cerchio centrale che a sua volta corrisponde alla somma dei due numeri presenti nei cerchi in alto. Più precisamente: = = 60; = = 96; = = ) A. Tra le alternative proposte la A è l unica a riportare una professione, quella di scrittore, per la quale non è richiesto uno specifico titolo di studio. 42) C. È utile per risolvere il quesito schematizzarne il testo come di seguito: Rossi = insegnante del corso che dura 6 mesi; Inglese = corso che dura 12 mesi; Tanzi = insegnante del corso di musica che non dura 9 mesi; Giusti = insegnante del corso di informatica. Ne deriva che il corso di musica dura tre mesi. 43) A. Schematizzando: Tanzi = musica Giusti = Informatica Rossi = insegnante del corso che dura 12 mesi. Ne deriva che Bruni insegna nel corso di inglese. 44) B. Nel brano si afferma che Tanzi insegna musica e dalla risposta alla domanda 42 si è ricavato che il corso di musica dura tre mesi. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

39 Soluzioni e commenti Prova ufficiale ) B. Dalla risposta alla domanda 43 si è ricavato che Bruni insegna inglese e dal testo si evince che l inglese è il corso più lungo, della durata di 12 mesi. 46) B. Nel brano si precisa che Buddha non era interessato ai problemi della vita ultraterrena (quindi l alternativa A deve essere scartata) né a quelli legati all esistenza degli dei o ai riti e ai templi (anche le alternative C ed E non possono essere prese in considerazione), bensì era interessato ai principi morali sui quali modellare la condotta nella vita terrena. Pertanto la risposta corretta è la B. 47) A. La risposta corretta è la A; essa si evince leggendo la prima parte del brano nella quale si narra la vicenda di Gotama Siddharta che dopo aver abbracciato il Brahamanesimo abbandona la vita eremitica elaborando e diffondendo il proprio pensiero. 48) E. Nella parte centrale del brano l autore afferma che per conseguire il Nirvana, ovvero la liberazione dell uomo dalle passioni, è necessario vivere secondo una condotta morale esemplare e non attraverso la vita ascetica e lontano dal mondo. 49) B. Dalla lettura delle prime righe del testo si evincono chiaramente le motivazioni che hanno condotto Siddharta a lasciare la propria famiglia: insoddisfatto dei piaceri della vita decise di dedicarsi alla vita ascetica. Dunque la risposta corretta è la B. 50) D. All inizio del testo l autore afferma: Seguì la dottrina yoga, mortificando la propria carne, nella speranza di raggiungere l unione mistica con Brahama predicata dalla dottrina religiosa del suo tempo. Pertanto la risposta corretta è la D. 51) D. Nella parte centrale del brano l autore afferma che Il fine da raggiungere era una mistica unione con il grande spirito del mondo. La risposta esatta è, dunque, la D. Il conseguimento del Nirvana conduce l uomo a liberarsi delle passioni che lo costringono alla continua reincarnazione e per raggiungerlo occorre seguire il sacro sentiero a otto diramazioni. 52) A. Poiché nel testo si afferma che il conseguimento del Nirvana equivale alla liberazione dell uomo dalle passioni che lo obbligano alla continua reincarnazione, si evince che la religione buddista crede appunto nella reincarnazione dopo la morte. 53) B. Il quesito, dati tre gruppi di elementi, prevede di individuare il diagramma che rappresenta le relazioni tra i tre insiemi. Le categorie a cui si riferiscono tali domande vanno considerate con riferimento ai concetti di inclusione tra le classi e non in termini funzionali. In altre parole l insieme Querce è incluso nell insieme Alberi, mentre l insieme Funghi rimane separato. 54) A. I tre insiemi Avvocati, Persone loquaci e Persone severe si intersecano tra loro. Infatti gli avvocati possono essere persone loquaci e persone severe; le persone loquaci possono essere sia avvocati che persone severe ecc. 55) E. Gli insiemi dei Quadri e dei Mobili intersecano l insieme degli Oggetti di antiquariato. Infatti alcuni quadri e alcuni mobili possono essere oggetti di antiquariato. 56) D. Si tratta di tre insiemi contenuti l uno nell altro. Più precisamente: l insieme dei numeri compresi tra è il sottoinsieme degli altri due, mentre quello dei numeri compresi tra è il sottoinsieme dei numeri compresi tra Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

40 40 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica 57) A. L insieme dei Camionisti interseca quello dei Lavoratori ungheresi, mentre l insieme degli Autobus rimane separato. Infatti alcuni camionisti possono essere lavoratori ungheresi e viceversa, ma con gli autobus non vi è alcuna relazione. 58) C. I tre insiemi proposti nel quesito Telefoni, Telecomandi e Televisori sono disgiunti, infatti non esiste alcuna relazione tra gli elementi. 59) D. Per risolvere il quesito si procede valutando le singole alternative attraverso il calcolo dei punteggi. Poiché nessun numero è divisibile per 5 e per 8, condizione che avrebbe determinato un numero dal valore più elevato in assoluto, la risposta è banalmente 95 che è l unico divisibile per 5. 60) E. Il rombo indica una scelta con due esiti possibili. Tenendo conto di ciò, il diagramma 5 rappresenta in modo corretto l azione di controllare se si ha aspirato completamente il liquido nella siringa ed eventualmente aspirare quanto rimasto nella fiala. La risposta corretta è, dunque, la E. 61) D. Si tratta di due serie alternate dove i numeri hanno un passo costante e multiplo pari a +13 e +2, mentre le lettere hanno un passo costante pari a ) D. Per risolvere quesiti di questo tipo la strategia più semplice è procedere con il metodo della verifica che consiste nel provare una per una le singole alternative. L alternativa corretta è la D, infatti si ottiene: = ) B. Con calcoli immediati si ricava il valore 6. Infatti: 720 : 360 = 2; 630 : 210 = 3; 2 3 = 6. 64) C. Si definiscono gli asserti: P = ti eserciti al computer con diligenza Q = superi l ultimo esame della patente europea d informatica R = puoi conseguire la certificazione europea d informatica Quindi è vero che P 1Q, ossia Se ti eserciti al computer con diligenza, allora superi l ultimo esame della patente europea d informatica. ; in altre parole P è condizione sufficiente per Q oppure Q è condizione necessaria per P. Si noti che se vale P 1Q, allora vale anche l implicazione inversa in cui i due asserti sono negati, ossia Q 1P, dove Q e P sono gli asserti negati. Quindi è valida anche l implicazione Se non superi l ultimo esame della patente europea d informatica, allora non ti sei esercitato con diligenza. Inoltre è vero che R 1Q, ossia Solose superi l ultimo esame della patente europea d informatica, allora puoi conseguire la certificazione europea d informatica ; in altre parole R è condizione sufficiente per Q, oppure Q è condizione necessaria per R. L asserto della risposta A dice che Q è condizione necessaria per R, ossia R 1Q, ed è sempre vero. L asserto della risposta B dice che P è condizione sufficiente per Q, ossia P 1Q, ed è sempre vero. L asserto della risposta C dice che R implica P, ossia R 1P. Questo asserto non è vero. L asserto della risposta D contiene le negazioni di due frasi; esso dice che Q 1P, ed è sempre vero. L asserto della risposta E dice, nuovamente, che R implica Q, ossia R 1Q, ed è sempre vero. 65) C. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. La risoluzione non può essere analizzata perché la strategia risolutiva è semplicemente visiva, cioè legata al conteggio delle lettere nella sequenza proposta. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

41 66) C. Anche in questo caso l unico modo per risolvere il quesito è contare le lettere nella sequenza proposta. 67) E. In tutte le alternative è riportato il nome di un famoso compositore ad eccezione di William Shakespeare contenuto nella E che è dunque la risposta corretta. 68) D. I quesiti con grafici e tabelle richiedono di utilizzare entrambi gli strumenti per trovare la chiave. Nel 1994 c erano fumatori di cui il 20% erano donne, cioè Infatti: : 100 = x : ; x = = ) B. La risposta non corretta è la B: infatti rispetto al 1994 nel 2004 il numero dei fumatori con meno di 25 anni è aumentato del 10% a fronte di una piccola diminuzione del numero complessivo di fumatori. 70) A. Nel 1974 il numero di fumatori con età compresa tra i 25 e i 50 anni era pari al 50% del totale, quindi: = Invece nel 1994 il numero di fumatori con età compresa tra i 25 e i 50 anni era pari al 55% del totale corrispondente a Per comodità calcoliamo prima il 50% di e poi aggiungiamo il restante 5%: = = Quindi la differenza tra e è pari a come riportato correttamente nell alternativa A. 71) B. Per risolvere il quesito si dovrebbero analizzare analiticamente tutti i dati ma si può giungere alla risposta corretta calcolando in maniera approssimata il numero di fumatori con meno di 25 anni: Nel 1974 erano poco più di un milione Nel 1984 erano poco più di un milione e mezzo Nel 1994 erano circa 3 milioni (il 25% di = circa ) Nel 2004 erano all incirca come il ) C. La figura 1 è la versione in negativo della figura proposta dal quesito. 73) B. Schematizzando il testo: 1 A = D Angelo = Daniele 2 E > tutti Erminio è più ricco di tutti 3 B no < tutti Bernardo non è il più povero di tutti 4 C < D Claudio è più povero di Daniele 5 A > B Angelo è più ricco di Bernardo Soluzioni e commenti Prova ufficiale persone > F esattamente tre industriali sono più ricchi di Fabio Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

42 42 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica La sesta frase fa comprendere che dei sei industriali Fabio è il quarto più ricco. La seconda frase permette di dedurre che Erminio è il più ricco. Dalla frasi 1, 4 e 5 si evince che Angelo e Daniele sono più ricchi di Claudio e Bernardo. Ora necessariamente se Erminio è il primo e Fabio il quarto si ha che il 2 e il 3 sono Angelo e Daniele e poiché dalla frase 3 si ricava che Bernardo non è il più povero, l ultimo è Claudio. Quindi Bernardo è il quinto e sono 4 gli industriali più ricchi di lui. 74) A. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. La strategia risolutiva è semplicemente visiva, cioè legata al conteggio delle lettere. 75) C. Schematizzando: Marco = auto rossa Andrea = pratica lo sci Chi ha l auto Gialla = pratica il basket e non è Giovanni Chi ha l auto verde = pratica il calcio Tenendo conto di questi dati, ne deriva che Andrea che pratica lo sci ha la macchina nera. Siccome Giovanni non possiede l auto gialla per esclusione dovrà possedere la verde e dunque praticare il calcio. Dal momento che chi possiede l auto gialla pratica il basket ne deriva che Marco che ha la macchina rossa fa tennis. Pertanto per esclusione l unico che può praticate il basket è è Davide. 76) A. Come nel caso del quesito 1 bisogna applicare la legge fisica di equiparazione dei momenti. A sinistra il momento è pari a: 2 2 = 4. Mentre a destra è pari a 1 6 = 6. È sufficiente spostare il gettone di destra di 2 verso il fulcro per avere il momento pari a quattro. 77) C. È un sistema lineare con simboli. Sostituendo i valori si ha: 8 = ç 6. Da cui ç = 2. 78) A. Si tratta di una successione alternata dove le lettere hanno un passo pari a +5 e i numeri un passo pari a ) D. Il numero dei lati diminuisce passando da una figura all altra del testo: 7, 6, 5, 4. 80) B. Una prima analisi condurrebbe alla risposta 52 alberi. Invece poiché il primo albero si trova a 0 metri e il 26 a (8 25) 200m, si ha che dimezzando la distanza si ricava 200 : 4 = 50 alberi a cui si somma l albero iniziale. Dunque la risposta corretta è 51 come riportato nell alternativa B. 81) B. La frase È da escludere l ipotesi secondo cui la mancata vendita del prodotto non debba essere attribuita agli errori commessi dall ufficio marketing significa che l ipotesi secondo cui la mancata vendita non sia da attribuire agli errori dei commessi non è vera. Ne consegue pertanto che la mancata vendita è attribuibile agli errori dei commessi come indicato correttamente nell alternativa B. 82) C. In tutto i ragazzi sono 22 e i mezzi di locomozione 29 ( ). Dalla differenza tra il numero dei mezzi di locomozione e dei ragazzi si ricava un numero positivo, cioè = 7. Alcuni bambini hanno più mezzi di locomozione. Poiché 3 hanno la bicicletta e il motorino e nessuno di loro possiede i pattini e il motorino, necessariamente 4 bambini hanno la bicicletta e i pattini. In tutto 7 bambini hanno la bicicletta e un altro mezzo di locomozione. Quindi quelli che hanno solo la bicicletta sono: 8 7 = 1. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

43 83) D. La figura corrispondente all immagine del quesito riprodotta allo specchio è la Figura 2 come indicato nell alternativa D che è quella corretta. 84) C. Si tratta di un quesito di attenzione visiva che può essere risolto solo contando quante volte si ripete in ogni alternativa il gruppo di lettere proposto dal quesito. 85) D. Gli elementi presenti in ogni figura aumentano di 1 nella figura successiva in maniera alternata. Infatti nella prima immagine si hanno 3 stelle e 2 cerchi; nella seconda 3 stelle e 3 cerchi; nella terza 4 stelle e 3 cerchi. Dunque la figura che completa correttamente la serie deve avere 4 stelle e 4 cerchi come la Figura 5 indicata nell alternativa D. 86) B. Si tratta di un quesito di attenzione visiva e l unico modo per risolverlo è procedere per esclusione cercando in ogni alternativa la successione corrispondente a quella richiesta. 87) D. Per risolvere questo quesito è necessaria un analisi visiva della figura. Si può risolvere partendo dalla seguente indicazione: i pallini rispetto ai triangoli neri sono posizionati sulle due basi se i triangoli sono sui lati o viceversa. 88) E. Si tratta di una proporzione verbale dove al primo membro e al secondo membro vi sono mezzi di trasporto rispettivamente senza e con il motore. 89) C. Per risolvere questo quesito di attenzione visiva è necessario contare le lettere in ogni alternativa per trovare quella che si ripete il numero maggiore di volte. 90) C. Il numero 84 è divisibile solo per 4 e quindi vale 5 punti. Soluzioni e commenti Prova ufficiale ) D. Schematizzando il testo: l aereo da Milano atterra a Roma alle 12:00 e riparte per Praga alle 12:30; l aereo per Berlino parte alle 12:00; l aereo per Stoccolma parte 90min dopo quello per Berlino, quindi alle 13.30; l aereo per Madrid 40 min prima del volo per Stoccolma, quindi alle 12:50; l aereo per Lisbona parte 10 min dopo del volo per Madrid, quindi alle Ne consegue che se l aereo per Madrid parte alle 12:50 e impiega un ora e trenta minuti per arrivare, atterrerà alle 14:20 come riportato correttamente nell alternativa D. 92) D. Tale tipologia di quesito viene denominata serie con rotazione di figure. Si vede che la lancetta dei minuti ruota circa di 20 nella successione tra una figura e l altra. 93) B. Si tratta di un quesito di attenzione visiva che può essere risolto procedendo per esclusione. L unica alternativa che riproduce la sequenza proposta è la B. 94) E. La serie del quesito è una successione unica con passo costante costituito dai tre valori +7, +11, +14. Si ha infatti: = = = = = = ) A. L unica alternativa deducibile dal testo del quesito è la A. Infatti il ricorso che intendeva annullare la sentenza non viene accolto, quindi la sentenza è valida e ha ribaltato il risultato della Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

44 44 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica partita. Ciò significa che se sul campo l Olimpia aveva battuto la Virtus 2-0, invertendo il risultato a tavolino è la Virtus che batte 2-0 l Olimpia. Pertanto la risposta esatta è la C. 96) E. Schematizzando il testo: Diego è il più giovane ed è nato in una città meridionale; Luigi è il più anziano ed è nato a Venezia; colui che è nato a Catania ha 2 anni meno di Luigi e non si chiama Antonio; Vincenzo è nato a Perugia e ha età divisibile per 5. Essendo Diego il più giovane e Luigi il più anziano la loro età è rispettivamente di 22 e 28 anni. Vincenzo ha un età divisibile per 5, dunque ha 25 anni. Ne consegue che Antonio che non ha né 22, né 28 e né 25 anni, non avrà nemmeno 26 anni, perché chi è nato a Catania ha due anni meno di Luigi ma non si chiama Antonio, bensì avrà 24 anni. Antonio non è nato né a Catania né a Venezia, dove è nato Luigi, né a Perugia che è la città di Vincenzo. Dunque, può essere nato solo a Bari o a Genova. Poiché Diego è nato in una città meridionale che non può essere Catania perché ha 22 anni e non ha due anni meno di Luigi come chi è nato a Catania, è nato a Bari. Pertanto Antonio è nato a Genova e ha 24 anni come correttamente riportato nell alternativa E. 97) A. Si sa che Veronica è una brava studentessa. Poiché tutti i bravi studenti sono preparati, ne consegue che anche Veronica è preparata. Quindi la risposta corretta è la A mentre le altre vanno scartate. Infatti la B e la C contraddicono quanto affermato nel testo del quesito perché tutti i bravi studenti sono preparati (e non solo alcuni) e tutti gli studenti di Farmacia (e non solo alcuni) sono bravi studenti e dunque preparati. Anche le risposte D ed E non sono valide perché Veronica è una brava studentessa e sono tutti gli studenti di Farmacia ad essere bravi e non il contrario, così come tutti i bravi studenti sono preparati e non viceversa. 98) E. La frase Con l autorizzazione del Direttore del Personale si ottiene il trasferimento riportata nell alternativa E equivale a dire che l autorizzazione del personale è una condizione sufficiente (ma non necessaria come nel caso delle risposte B e C) per ottenere il trasferimento. 99) C. Per negare la frase Ogni studente ha superato almeno due esami bisogna affermare che esiste almeno uno studente che non ha superato due esami equivalente alla risposta C. 100) D. Quesito di attenzione visiva che può essere risolto unicamente procedendo per esclusione cercando in ogni alternativa la sequenza richiesta. 101)E. È importante non compiere l errore di pensare e tradurre in italiano. Verrebbe naturale infatti tradurre letteralmente l espressione pensa di essere più furbo di. In realtà, questa frase va tradotta all inglese con la forma quel ragazzo pensa che egli sia (ovvero he thinks he is). Inoltre il comparativo di maggioranza degli aggettivi monosillabici (come appunto smart) si forma aggiungendo er al termine della parola. 102) C. L espressione Che sorpresa tradotta con le parole a surprise necessita sempre il what. Qualora nella frase al posto di asurprise vi fosse stato surprising sarebbe stato corretto inserire how. 103) A. Answer significa rispondere. Tra le alternative proposte quella che maggiormente si avvicina al verbo rispondere è reply, che letteralmente significa replicare. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale

Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale Liceo G. B. Vico - Napoli Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale Prof. Giuseppe Caputo Premetto due teoremi come prerequisiti necessari per la comprensione di quanto verrà esposto

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Logica Numerica Approfondimento 1. Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore. Il concetto di multiplo e di divisore. Il Minimo Comune Multiplo

Logica Numerica Approfondimento 1. Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore. Il concetto di multiplo e di divisore. Il Minimo Comune Multiplo Logica Numerica Approfondimento E. Barbuto Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore Il concetto di multiplo e di divisore Considerato un numero intero n, se esso viene moltiplicato per un numero

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse)

I PRONOMI PERSONALI. Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) I PRONOMI PERSONALI PRONOMI PERSONALI SOGGETTO Prima persona io noi Seconda persona tu voi Terza persona lui, lei (egli, ella, esso, essa) loro (essi, esse) Ella, esso, essa sono forme antiquate. Esso,

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 1. Si lancia una moneta 2 volte: qual è la probabilità che esca TESTA 0 volte? 1 volta? 2 volte? 2. Si lancia una moneta 3 volte:

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2010 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Archimede ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. Sia ABCD un quadrato di

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA

DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA 1. I PROBLEMI E LA LORO SOLUZIONE DAL PROBLEMA AL PROGRAMMA L'uomo, per affrontare gli innumerevoli problemi postigli dallo sviluppo della civiltà, si è avvalso della scienza e della tecnica, i cui destini

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2013/14 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola secondaria di II grado I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

METODO DELLE FORZE 1. METODO DELLE FORZE PER LA SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTATICHE. 1.1 Introduzione

METODO DELLE FORZE 1. METODO DELLE FORZE PER LA SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTATICHE. 1.1 Introduzione METODO DELLE FORZE CORSO DI PROGETTZIONE STRUTTURLE a.a. 010/011 Prof. G. Salerno ppunti elaborati da rch. C. Provenzano 1. METODO DELLE FORZE PER L SOLUZIONE DI STRUTTURE IPERSTTICHE 1.1 Introduzione

Dettagli

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto.

IN CITTÀ UNITÁ 6. Paula non è molto contenta perché ha poche amiche e questa città le piace poco; invece le altre città italiane le piacciono molto. IN CITTÀ Paula è brasiliana ed è in Italia da poco tempo. Vive in una città del Nord. La città non è molto grande ma è molto tranquilla, perché ci sono pochi abitanti. In centro ci sono molti negozi, molti

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI

APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI APPUNTI DI MATEMATICA LE DISEQUAZIONI NON LINEARI Le disequazioni fratte Le disequazioni di secondo grado I sistemi di disequazioni Alessandro Bocconi Indice 1 Le disequazioni non lineari 2 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Esercizi di calcolo combinatorio

Esercizi di calcolo combinatorio CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA Esercizi di calcolo combinatorio Nota: Alcuni esercizi sono tradotti, più o meno fedelmente, dal libro A first course in probability di Sheldon Ross, quinta

Dettagli

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento

esame di stato 2014 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento ARTICOLO Archimede 4 4 esame di stato 4 seconda prova scritta per i licei scientifici di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA Nella figura

Dettagli

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite.

In base alla formula di torneo adottata i tornei possono pertanto prevedere lo svolgimento di una o più partite. Formule di gioco La successione di mani necessarie per l eliminazione del penultimo giocatore o per la determinazione dei giocatori che accedono ad un turno successivo costituisce una partita. In base

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava

SiStemi musicali Origine delle note Divisione dell ottava Scale Chi ha stabilito i rapporti d altezza fra le note musicali? Chi ha stabilito che le note sono sette e i semitoni dodici? Se il è uguale al Re perché hanno lo stesso nome? Se sono diversi qual è più

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme

Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme 1. L insieme R. Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme R = R {, + }, detto anche retta reale estesa, che si ottiene aggiungendo all insieme dei numeri reali R

Dettagli

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE 1 DIPENDENZA E INDIPENDENZA LINEARE Se ho alcuni vettori v 1, v 2,, v n in uno spazio vettoriale V, il sottospazio 1 W = v 1,, v n di V da loro generato è

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito.

INTEGRALI DEFINITI. Tale superficie viene detta trapezoide e la misura della sua area si ottiene utilizzando il calcolo di un integrale definito. INTEGRALI DEFINITI Sia nel campo scientifico che in quello tecnico si presentano spesso situazioni per affrontare le quali è necessario ricorrere al calcolo dell integrale definito. Vi sono infatti svariati

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli A. Savo Appunti del Corso di Geometria 203-4 Indice delle sezioni Rango di una matrice, 2 Teorema degli orlati, 3 3 Calcolo con l algoritmo di Gauss, 6 4 Matrici

Dettagli

Appunti di Logica Matematica

Appunti di Logica Matematica Appunti di Logica Matematica Francesco Bottacin 1 Logica Proposizionale Una proposizione è un affermazione che esprime un valore di verità, cioè una affermazione che è VERA oppure FALSA. Ad esempio: 5

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997

RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI. Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 1 RAPPRESENTAZIONE BINARIA DEI NUMERI Andrea Bobbio Anno Accademico 1996-1997 Numeri Binari 2 Sistemi di Numerazione Il valore di un numero può essere espresso con diverse rappresentazioni. non posizionali:

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO

SIMULAZIONE DI PROVA D ESAME CORSO DI ORDINAMENTO SIMULAZINE DI PRVA D ESAME CRS DI RDINAMENT Risolvi uno dei due problemi e 5 dei quesiti del questionario. PRBLEMA Considera la famiglia di funzioni k ln f k () se k se e la funzione g() ln se. se. Determina

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA

UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA UNA LEZIONE SUI NUMERI PRIMI: NASCE LA RITABELLA Tutti gli anni, affrontando l argomento della divisibilità, trovavo utile far lavorare gli alunni sul Crivello di Eratostene. Presentavo ai ragazzi una

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

CALCOLO COMBINATORIO E PROBABILITA

CALCOLO COMBINATORIO E PROBABILITA CALCOLO COMBINATORIO E PROBABILITA Con calcolo combinatorio si indica quel settore della matematica che studia i possibili modi di raggruppare ed ordinare oggetti presi da un insieme assegnato, con l obiettivo

Dettagli

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2)

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2) I n d i c e 9 Introduzione 11 CAP. 1 I test di intelligenza potenziale 17 CAP. 2 La misura dell intelligenza potenziale nella scuola dell infanzia 31 CAP. 3 La misura dell intelligenza potenziale nella

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate

CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA. Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate CORSO DI CALCOLO DELLE PROBABILITÀ E STATISTICA Esercizi su eventi, previsioni e probabilità condizionate Nota: Alcuni esercizi sono tradotti, più o meno fedelmente, dal libro A first course in probability

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2012 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento RTICL rchimede 4 esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario PRBLEM Siano f e g le funzioni

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

PROGETTO EM.MA PRESIDIO

PROGETTO EM.MA PRESIDIO PROGETTO EM.MA PRESIDIO di PIACENZA Bentornati Il quadro di riferimento di matematica : INVALSI e TIMSS A CONFRONTO LE PROVE INVALSI Quadro di riferimento per la valutazione Quadro di riferimento per i

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Proof. Dimostrazione per assurdo. Consideriamo l insieme complementare di P nell insieme

Proof. Dimostrazione per assurdo. Consideriamo l insieme complementare di P nell insieme G Pareschi Principio di induzione Il Principio di Induzione (che dovreste anche avere incontrato nel Corso di Analisi I) consente di dimostrare Proposizioni il cui enunciato è in funzione di un numero

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA

MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA MODELLIZZAZIONE, CONTROLLO E MISURA DI UN MOTORE A CORRENTE CONTINUA ANDREA USAI Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Andrea Usai (D.I.S. Antonio Ruberti ) Laboratorio di Automatica

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI

APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI APPUNTI DI MATEMATICA GLI INSIEMI NUMERICI I numeri naturali I numeri interi I numeri razionali Teoria degli insiemi (cenni) ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 L insieme N dei numeri naturali 4 1.1 Introduzione.........................................

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

Linguistica Generale

Linguistica Generale Linguistica Generale Docente: Paola Monachesi Aprile-Maggio 2003 Contents 1 La linguistica e i suoi settori 2 2 La grammatica come mezzo per rappresentare la competenza linguistica 2 3 Le componenti della

Dettagli

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64

I numeri che si ottengono successivamente sono 98-2 = 96 4 = 92 8 = 84 16 = 68 32 = 36 e ci si ferma perché non possibile togliere 64 Problemini e indovinelli 2 Le palline da tennis In uno scatolone ci sono dei tubi che contengono ciascuno 4 palline da tennis.approfittando di una offerta speciale puoi acquistare 4 tubi spendendo 20.

Dettagli

LOGICA SOLUZIONI E COMMENTI LOGICA SOLUZIONI E COMMENTI

LOGICA SOLUZIONI E COMMENTI LOGICA SOLUZIONI E COMMENTI LOGICA SOLUZIONI E COMMENTI 1 Risposta: C. I termini della successione si ottengono dividendo il precedente per un numero decrescente; 40 è la sesta parte di 240, 8 è la quinta parte di 40, 2 è la quarta

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di I grado - Classe Prima Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di I grado Classe Prima Spazio per l etichetta

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

TEST DELL'ABILITA' PRATICA DEL RAGIONAMENTO GLOBALE

TEST DELL'ABILITA' PRATICA DEL RAGIONAMENTO GLOBALE TEST DELL'ABILITA' PRATICA DEL RAGIONAMENTO GLOBALE COPYRIGHT 2008 PROCTER & GAMBLE CINCINNATI, OH 45202 U.S.A. AVVERTENZA: Tutti i diritti riservati. Questo opuscolo non può essere riprodotto in alcun

Dettagli

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana

P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana P.L.I.D.A. Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza della lingua italiana CRITERI DI VALUTAZIONE PER LE PROVE SCRITTE L obiettivo del valutatore, nella correzione delle prove

Dettagli

Esponenziali elogaritmi

Esponenziali elogaritmi Esponenziali elogaritmi Potenze ad esponente reale Ricordiamo che per un qualsiasi numero razionale m n prendere n>0) si pone a m n = n a m (in cui si può sempre a patto che a sia un numero reale positivo.

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Spinoza e il Male. Saitta Francesco

Spinoza e il Male. Saitta Francesco Spinoza e il Male di Saitta Francesco La genealogia del male è sempre stato uno dei problemi più discussi nella storia della filosofia. Trovare le origini del male è sempre stato l oggetto principale di

Dettagli

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO

GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO GLI ELEMENTI DI UNO SPOT PUBBLICITARIO Uno spot pubblicitario è formato da tre elementi principali: IMMAGINI MUSICA PAROLE L INFLUENZA DELLO SPOT SULLO SPETTATORE LE IMMAGINI Possono, anche tramite l'utilizzo

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Heidi Gebauer Juraj Hromkovič Lucia Keller Ivana Kosírová Giovanni Serafini Björn Steffen. Programmare con LOGO

Heidi Gebauer Juraj Hromkovič Lucia Keller Ivana Kosírová Giovanni Serafini Björn Steffen. Programmare con LOGO Heidi Gebauer Juraj Hromkovič Lucia Keller Ivana Kosírová Giovanni Serafini Björn Steffen Programmare con LOGO 1 Istruzioni di base Un istruzione è un comando che il computer è in grado di capire e di

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese

C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese C è solo un acca tra pi e phi ing. Rosario Turco, prof. Maria Colonnese Introduzione Nell articolo vengono mostrate vari possibili legami tra la costante di Archimede (pi greco) e la sezione aurea (phi).

Dettagli