Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35 Soluzioni e commenti alla prova ufficiale ) D. Per risolvere quesiti di questo tipo bisogna applicare la legge fisica di equiparazione dei momenti che afferma che sia a sinistra che a destra dell asta la distanza dal centro di sospensione, moltiplicata per il peso degli oggetti, deve avere lo stesso valore perché il sistema sia equilibrato. Il momento a sinistra è pari al prodotto della distanza 3 per il peso 1 ed è cioè: 3 1 = 3. A destra è pari alla distanza 1 per il peso 2, cioè: 2 1 = 2. Affinché anche a destra il momento sia uguale a 3, è necessario spostare un gettone sulla posizione otto. In tal modo il momento a destra sarà pari alla somma dei due momenti (1 1) + (2 1) = 3 e il sistema sarà dunque equilibrato. 2) A. I tram passano ogni 5 minuti e tale arco di tempo va inteso come quello che ciascuno dei due tram impiega per passare nuovamente alla fermata. Il 40%, cioè due volte su cinque, lo studente ha la possibilità di prendere il tram numero 2 alle 8:03; ciò significa che 3 volte su 5 prende l altro. In altre parole se arriva alle 8:02 o alle 8:03 prende il tram 2 ; se arriva alle 8:01 o alle 8:04 o alle 8:05 prende il tram 11. Quindi il tram numero 11 passa alle 8:01 (e poi di nuovo alle 8:06) perché se passasse alle 8:04, e prima ancora alle 7:59, lo studente, arrivando alle 8:01 prenderebbe il tram 2. In questo caso la probabilità di prendere il tram 2 non sarebbe del 40% ma del 60%. Il quesito nel complesso non è semplice. 3) E. Nel brano si afferma che nella Bibbia Dio non viene mai qualificato come madre poiché soltanto l immagine del padre era ed è adatta ad esprimere l alterità tra Creatore e creatura e dunque la sua trascendenza. Le divinità-madri sono state escluse dall Antico testamento poiché esse includevano una visione del rapporto tra Dio e mondo in senso panteistico, nell ambito della quale la differenza tra Creatore e Creato scompare. Si noti che l immanenza di Dio nel creato (alternativa A) è un concetto opposto a quello di trascendenza. 4) C. Come nel quesito precedente la risposta esatta si ricava direttamente dalla frase: l immagine del padre era ed è adatta a esprimere l alterità tra Creatore e creatura, la sovranità del suo atto creativo. Il termine alterità è etimologicamente corrispondente a separazione tra due elementi (dal latino alter, altro tra due ). 5) D. Nel testo viene precisato che, nonostante nella Bibbia vi siano presenti le grandi metafore dell amore materno, quello di madre non è un titolo di Dio o un appellativo con cui rivolgersi a lui. 6) C. Le divinità-madri sono state escluse dalla Bibbia poiché esse mostravano un immagine di Dio profondamente antitetica a quella biblica dal momento che includevano sempre concezioni panteistiche nelle quali viene annullata la differenza tra Creatore e creatura (che è invece l elemento fondamentale della trascendenza di Dio) e le cose e gli uomini sono concepiti come un emanazione di Dio che, dunque, si concretizza nella molteplicità delle realtà esistenti. 7) D. Nel brano si precisa che nella Bibbia quello di madre non è un titolo di Dio ma piuttosto un immagine con cui viene evocato. 8) B. L unica alternativa deducibile dal brano è la B. Infatti in esso si sostiene che l essere delle cose e degli uomini appare necessariamente come un emanazione dal grembo materno dell Essere. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

36 36 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica 9) B. Il nome di Pavan è Rosa e non Michele come erroneamente riportato nell alternativa B. 10) E. In tutte le figure proposte compaiono le stesse forme geometriche (cerchio, rettangolo, triangolo e quadrato) ad eccezione della Figura 1 nella quale è presente un ellisse al posto del cerchio. Pertanto la risposta esatta è la E. 11) C. L unica risposta deducibile dal brano è la C. In esso, infatti, si afferma che il presidente Ozal aveva legami con la sua tariqua (confraternita religiosa) e che in generale l islam mistico tradizionale, proprio delle tariqua, rappresenta la principale barriera al diffondersi del fondamentalismo. 12) E. La possibilità della presa del potere da parte dei fondamentalisti è una delle preoccupazioni maggiori e tale argomento è il nucleo del brano. 13) C. Il quesito si ricollega alla domanda 11 e si ricava facilmente dal testo. 14) A. L autore del testo afferma esplicitamente che punto debole dei kemalisti è il loro rifiuto generale della religione che li porta a considerare tutto ciò che riguarda l islam come una forma di fondamentalismo senza comprendere che un islam illuminato e favorevole alle riforme rappresenta invece l unica arma per combattere il fondamentalismo. 15) D. La risoluzione del quesito è connessa alla domanda precedente: il solo uso dell esercito da parte dei kemalisti non rappresenta il metodo migliore per fronteggiare il fondamentalismo in una società democratica. 16) D. Nel brano si precisa che i turchi che conoscono a fondo la propria cultura e che hanno consapevolezza dell infiltrazione dei fondamentalisti nel loro sistema, per contenere tale problema ripongono le proprie speranze non sull esercito, come i kemalisti, ma su altri fattori. 17) E. Il sufismo delle tariqua, ovvero l islam mistico tradizionale delle confraternite religiose, grazie all urbanizzazione della Turchia si è diffuso dalle campagne alle città, dove ha assunto la forma di clientelismo (ad esempio due presidenti, Ozal e Demirel, avevano legami con le proprie tariqua). In questo modo esso rappresenta una delle principali barriere al diffondersi del fondamentalismo dal momento che i fondamentalisti sono ormai diventati una forza politica consistente capace di avere un influenza decisiva sul reclutamento delle élite turche. 18) B. La risposta B è l unica, tra le alternative proposte, a completare logicamente la proporzione. Infatti come Telemaco è un personaggio dell Odissea così lo è Caino della Genesi. 19) D. La serie si ripete ogni tre elementi: passando da una figura all altra in ogni forma geometrica (triangolo, quadrato e cerchio) si alternano i tre colori grigio, nero e bianco. 20) C. In tutte le alternative viene proposta una disciplina di studio, tranne nella risposta C dove l entropia è un argomento di Fisica. Si può giungere alla soluzione anche tramite una strada più semplice: in tutte le alternative, infatti, le parole proposte terminano in -gia ad eccezione della C. 21) E. Il rombo è un elemento che indica una scelta con due possibili conseguenze. Lo schema 2 rappresenta in modo corretto l azione di controllare se si ha la disponibilità dell importo che si vuole prelevare, corrispondente al terzo elemento della sequenza del problema. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

37 Soluzioni e commenti Prova ufficiale ) C. Per risolvere facilmente il quesito è utile sostituire le lettere con i numeri corrispondenti alle rispettive posizioni occupate nell alfabeto. In questo modo si nota che la successione delle lettere è decrescente e che infatti la serie procede con un passo multiplo: 4; 3. 23) B. La figura da scartare è la n 4: è l unica, infatti, che contiene una forma geometrica con cinque lati. La risposta esatta è, pertanto, la B. 24) B. Si tratta di un quesito di problem solving. Per individuare facilmente la soluzione è utile procedere a una schematizzazione: Andrea = non ha comprato né tulipani né gigli; Andrea = non deve regalare fiori né alla nonna né alla mamma; Marco e Paolo = non hanno comprato gigli; Zia = riceverà dei tulipani, Nonna = riceverà delle viole. Dalle informazioni fornite dal quesito si ricava che Luca è l unico ad aver acquistato i gigli. Poiché la zia e la nonna riceveranno fiori che non sono gigli e che Andrea non regalerà tulipani o gigli né alla nonna né alla mamma, ne consegue necessariamente che Andrea regalerà rose all amica e Luca i gigli alla mamma. 25) A. La risposta A è l unica, tra le alternative proposte, a completare logicamente la proporzione. Infatti al primo e al secondo membro vi sono termini contrari tra loro. 26) B. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. La risoluzione non può essere analizzata perché la strategia risolutiva è semplicemente legata al conteggio dei simboli. 3 = 19; R = 11. Pertanto: = 8. 27) A. Anche in questo caso per risolvere il quesito è necessario contare quanto volte si ripetono i simboli X e # nello schema e poi procedere a calcolare la differenza. 28) D. Quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare le X nello schema. 29) A. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare quante volte si ripete il simbolo < nello schema. 30) A. Quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare quante volte si ripete il simbolo» e il simbolo & nello schema e poi procedere alla somma. 31) D. Quesito di attenzione visiva. Per risolverlo è necessario contare quante volte si ripete il simbolo & e il simbolo nello schema e poi procedere alla somma. 32) B. Nella successione numerica data vi sono tre serie alternate con passo costante pari a ) D. Tutte le figure sono costituite dallo stesso oggetto con differenti angoli di rotazione ad eccezione della Figura 2. Pertanto la risposta corretta è la D. 34) C. Due ruote adiacenti girano in senso inverso. Quindi due ruote che sono distanziate da una ruota dentata girano nello stesso verso. Pertanto la risposta corretta è la C. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

38 38 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica 35) A. Come specificato nel commento precedente, due ruote adiacenti girano in senso contrario. Pertanto se la ruota B gira in senso orario, la ruota C gira in senso antiorario come la ruota E. 36) C. Si tratta di un ragionamento deduttivo in una forma variante del sillogismo. Se tutti i baristi bevono vino e chi beve vino è allegro e chi è allegro non è noioso, ne deriva che tutti i baristi sono sempre persone allegre e non noiose. Dunque la risposta falsa è la C poiché sostiene che alcuni baristi sono noiosi contraddicendo la traccia del quesito. 37) C. Si tratta di un quesito di ordinamento di valori. Schematizzando: C > B B > A > D da cui C > B > A > D A > E > D da cui C > B > A > E > D Quindi il terzo più veloce è il treno A. La risposta esatta è dunque la C. 38) C. Attraverso una proporzione si ricavano i gol segnati di destro: 12 : 20 = x : 45, da cui x = 27. Pertanto la risposta corretta è la C. 39) A. Per risolvere il quesito è sufficiente contare le lettere di ogni parola e moltiplicare il numero ottenuto per 2. Poiché la parola poltrona è di 8 lettere il risultato sarà ) D. Il numero riportato nell ovale in basso si ottiene sempre aggiungendo 8 al numero contenuto nel cerchio centrale che a sua volta corrisponde alla somma dei due numeri presenti nei cerchi in alto. Più precisamente: = = 60; = = 96; = = ) A. Tra le alternative proposte la A è l unica a riportare una professione, quella di scrittore, per la quale non è richiesto uno specifico titolo di studio. 42) C. È utile per risolvere il quesito schematizzarne il testo come di seguito: Rossi = insegnante del corso che dura 6 mesi; Inglese = corso che dura 12 mesi; Tanzi = insegnante del corso di musica che non dura 9 mesi; Giusti = insegnante del corso di informatica. Ne deriva che il corso di musica dura tre mesi. 43) A. Schematizzando: Tanzi = musica Giusti = Informatica Rossi = insegnante del corso che dura 12 mesi. Ne deriva che Bruni insegna nel corso di inglese. 44) B. Nel brano si afferma che Tanzi insegna musica e dalla risposta alla domanda 42 si è ricavato che il corso di musica dura tre mesi. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

39 Soluzioni e commenti Prova ufficiale ) B. Dalla risposta alla domanda 43 si è ricavato che Bruni insegna inglese e dal testo si evince che l inglese è il corso più lungo, della durata di 12 mesi. 46) B. Nel brano si precisa che Buddha non era interessato ai problemi della vita ultraterrena (quindi l alternativa A deve essere scartata) né a quelli legati all esistenza degli dei o ai riti e ai templi (anche le alternative C ed E non possono essere prese in considerazione), bensì era interessato ai principi morali sui quali modellare la condotta nella vita terrena. Pertanto la risposta corretta è la B. 47) A. La risposta corretta è la A; essa si evince leggendo la prima parte del brano nella quale si narra la vicenda di Gotama Siddharta che dopo aver abbracciato il Brahamanesimo abbandona la vita eremitica elaborando e diffondendo il proprio pensiero. 48) E. Nella parte centrale del brano l autore afferma che per conseguire il Nirvana, ovvero la liberazione dell uomo dalle passioni, è necessario vivere secondo una condotta morale esemplare e non attraverso la vita ascetica e lontano dal mondo. 49) B. Dalla lettura delle prime righe del testo si evincono chiaramente le motivazioni che hanno condotto Siddharta a lasciare la propria famiglia: insoddisfatto dei piaceri della vita decise di dedicarsi alla vita ascetica. Dunque la risposta corretta è la B. 50) D. All inizio del testo l autore afferma: Seguì la dottrina yoga, mortificando la propria carne, nella speranza di raggiungere l unione mistica con Brahama predicata dalla dottrina religiosa del suo tempo. Pertanto la risposta corretta è la D. 51) D. Nella parte centrale del brano l autore afferma che Il fine da raggiungere era una mistica unione con il grande spirito del mondo. La risposta esatta è, dunque, la D. Il conseguimento del Nirvana conduce l uomo a liberarsi delle passioni che lo costringono alla continua reincarnazione e per raggiungerlo occorre seguire il sacro sentiero a otto diramazioni. 52) A. Poiché nel testo si afferma che il conseguimento del Nirvana equivale alla liberazione dell uomo dalle passioni che lo obbligano alla continua reincarnazione, si evince che la religione buddista crede appunto nella reincarnazione dopo la morte. 53) B. Il quesito, dati tre gruppi di elementi, prevede di individuare il diagramma che rappresenta le relazioni tra i tre insiemi. Le categorie a cui si riferiscono tali domande vanno considerate con riferimento ai concetti di inclusione tra le classi e non in termini funzionali. In altre parole l insieme Querce è incluso nell insieme Alberi, mentre l insieme Funghi rimane separato. 54) A. I tre insiemi Avvocati, Persone loquaci e Persone severe si intersecano tra loro. Infatti gli avvocati possono essere persone loquaci e persone severe; le persone loquaci possono essere sia avvocati che persone severe ecc. 55) E. Gli insiemi dei Quadri e dei Mobili intersecano l insieme degli Oggetti di antiquariato. Infatti alcuni quadri e alcuni mobili possono essere oggetti di antiquariato. 56) D. Si tratta di tre insiemi contenuti l uno nell altro. Più precisamente: l insieme dei numeri compresi tra è il sottoinsieme degli altri due, mentre quello dei numeri compresi tra è il sottoinsieme dei numeri compresi tra Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

40 40 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica 57) A. L insieme dei Camionisti interseca quello dei Lavoratori ungheresi, mentre l insieme degli Autobus rimane separato. Infatti alcuni camionisti possono essere lavoratori ungheresi e viceversa, ma con gli autobus non vi è alcuna relazione. 58) C. I tre insiemi proposti nel quesito Telefoni, Telecomandi e Televisori sono disgiunti, infatti non esiste alcuna relazione tra gli elementi. 59) D. Per risolvere il quesito si procede valutando le singole alternative attraverso il calcolo dei punteggi. Poiché nessun numero è divisibile per 5 e per 8, condizione che avrebbe determinato un numero dal valore più elevato in assoluto, la risposta è banalmente 95 che è l unico divisibile per 5. 60) E. Il rombo indica una scelta con due esiti possibili. Tenendo conto di ciò, il diagramma 5 rappresenta in modo corretto l azione di controllare se si ha aspirato completamente il liquido nella siringa ed eventualmente aspirare quanto rimasto nella fiala. La risposta corretta è, dunque, la E. 61) D. Si tratta di due serie alternate dove i numeri hanno un passo costante e multiplo pari a +13 e +2, mentre le lettere hanno un passo costante pari a ) D. Per risolvere quesiti di questo tipo la strategia più semplice è procedere con il metodo della verifica che consiste nel provare una per una le singole alternative. L alternativa corretta è la D, infatti si ottiene: = ) B. Con calcoli immediati si ricava il valore 6. Infatti: 720 : 360 = 2; 630 : 210 = 3; 2 3 = 6. 64) C. Si definiscono gli asserti: P = ti eserciti al computer con diligenza Q = superi l ultimo esame della patente europea d informatica R = puoi conseguire la certificazione europea d informatica Quindi è vero che P 1Q, ossia Se ti eserciti al computer con diligenza, allora superi l ultimo esame della patente europea d informatica. ; in altre parole P è condizione sufficiente per Q oppure Q è condizione necessaria per P. Si noti che se vale P 1Q, allora vale anche l implicazione inversa in cui i due asserti sono negati, ossia Q 1P, dove Q e P sono gli asserti negati. Quindi è valida anche l implicazione Se non superi l ultimo esame della patente europea d informatica, allora non ti sei esercitato con diligenza. Inoltre è vero che R 1Q, ossia Solose superi l ultimo esame della patente europea d informatica, allora puoi conseguire la certificazione europea d informatica ; in altre parole R è condizione sufficiente per Q, oppure Q è condizione necessaria per R. L asserto della risposta A dice che Q è condizione necessaria per R, ossia R 1Q, ed è sempre vero. L asserto della risposta B dice che P è condizione sufficiente per Q, ossia P 1Q, ed è sempre vero. L asserto della risposta C dice che R implica P, ossia R 1P. Questo asserto non è vero. L asserto della risposta D contiene le negazioni di due frasi; esso dice che Q 1P, ed è sempre vero. L asserto della risposta E dice, nuovamente, che R implica Q, ossia R 1Q, ed è sempre vero. 65) C. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. La risoluzione non può essere analizzata perché la strategia risolutiva è semplicemente visiva, cioè legata al conteggio delle lettere nella sequenza proposta. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

41 66) C. Anche in questo caso l unico modo per risolvere il quesito è contare le lettere nella sequenza proposta. 67) E. In tutte le alternative è riportato il nome di un famoso compositore ad eccezione di William Shakespeare contenuto nella E che è dunque la risposta corretta. 68) D. I quesiti con grafici e tabelle richiedono di utilizzare entrambi gli strumenti per trovare la chiave. Nel 1994 c erano fumatori di cui il 20% erano donne, cioè Infatti: : 100 = x : ; x = = ) B. La risposta non corretta è la B: infatti rispetto al 1994 nel 2004 il numero dei fumatori con meno di 25 anni è aumentato del 10% a fronte di una piccola diminuzione del numero complessivo di fumatori. 70) A. Nel 1974 il numero di fumatori con età compresa tra i 25 e i 50 anni era pari al 50% del totale, quindi: = Invece nel 1994 il numero di fumatori con età compresa tra i 25 e i 50 anni era pari al 55% del totale corrispondente a Per comodità calcoliamo prima il 50% di e poi aggiungiamo il restante 5%: = = Quindi la differenza tra e è pari a come riportato correttamente nell alternativa A. 71) B. Per risolvere il quesito si dovrebbero analizzare analiticamente tutti i dati ma si può giungere alla risposta corretta calcolando in maniera approssimata il numero di fumatori con meno di 25 anni: Nel 1974 erano poco più di un milione Nel 1984 erano poco più di un milione e mezzo Nel 1994 erano circa 3 milioni (il 25% di = circa ) Nel 2004 erano all incirca come il ) C. La figura 1 è la versione in negativo della figura proposta dal quesito. 73) B. Schematizzando il testo: 1 A = D Angelo = Daniele 2 E > tutti Erminio è più ricco di tutti 3 B no < tutti Bernardo non è il più povero di tutti 4 C < D Claudio è più povero di Daniele 5 A > B Angelo è più ricco di Bernardo Soluzioni e commenti Prova ufficiale persone > F esattamente tre industriali sono più ricchi di Fabio Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

42 42 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica La sesta frase fa comprendere che dei sei industriali Fabio è il quarto più ricco. La seconda frase permette di dedurre che Erminio è il più ricco. Dalla frasi 1, 4 e 5 si evince che Angelo e Daniele sono più ricchi di Claudio e Bernardo. Ora necessariamente se Erminio è il primo e Fabio il quarto si ha che il 2 e il 3 sono Angelo e Daniele e poiché dalla frase 3 si ricava che Bernardo non è il più povero, l ultimo è Claudio. Quindi Bernardo è il quinto e sono 4 gli industriali più ricchi di lui. 74) A. Si tratta di un quesito di attenzione visiva. La strategia risolutiva è semplicemente visiva, cioè legata al conteggio delle lettere. 75) C. Schematizzando: Marco = auto rossa Andrea = pratica lo sci Chi ha l auto Gialla = pratica il basket e non è Giovanni Chi ha l auto verde = pratica il calcio Tenendo conto di questi dati, ne deriva che Andrea che pratica lo sci ha la macchina nera. Siccome Giovanni non possiede l auto gialla per esclusione dovrà possedere la verde e dunque praticare il calcio. Dal momento che chi possiede l auto gialla pratica il basket ne deriva che Marco che ha la macchina rossa fa tennis. Pertanto per esclusione l unico che può praticate il basket è è Davide. 76) A. Come nel caso del quesito 1 bisogna applicare la legge fisica di equiparazione dei momenti. A sinistra il momento è pari a: 2 2 = 4. Mentre a destra è pari a 1 6 = 6. È sufficiente spostare il gettone di destra di 2 verso il fulcro per avere il momento pari a quattro. 77) C. È un sistema lineare con simboli. Sostituendo i valori si ha: 8 = ç 6. Da cui ç = 2. 78) A. Si tratta di una successione alternata dove le lettere hanno un passo pari a +5 e i numeri un passo pari a ) D. Il numero dei lati diminuisce passando da una figura all altra del testo: 7, 6, 5, 4. 80) B. Una prima analisi condurrebbe alla risposta 52 alberi. Invece poiché il primo albero si trova a 0 metri e il 26 a (8 25) 200m, si ha che dimezzando la distanza si ricava 200 : 4 = 50 alberi a cui si somma l albero iniziale. Dunque la risposta corretta è 51 come riportato nell alternativa B. 81) B. La frase È da escludere l ipotesi secondo cui la mancata vendita del prodotto non debba essere attribuita agli errori commessi dall ufficio marketing significa che l ipotesi secondo cui la mancata vendita non sia da attribuire agli errori dei commessi non è vera. Ne consegue pertanto che la mancata vendita è attribuibile agli errori dei commessi come indicato correttamente nell alternativa B. 82) C. In tutto i ragazzi sono 22 e i mezzi di locomozione 29 ( ). Dalla differenza tra il numero dei mezzi di locomozione e dei ragazzi si ricava un numero positivo, cioè = 7. Alcuni bambini hanno più mezzi di locomozione. Poiché 3 hanno la bicicletta e il motorino e nessuno di loro possiede i pattini e il motorino, necessariamente 4 bambini hanno la bicicletta e i pattini. In tutto 7 bambini hanno la bicicletta e un altro mezzo di locomozione. Quindi quelli che hanno solo la bicicletta sono: 8 7 = 1. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

43 83) D. La figura corrispondente all immagine del quesito riprodotta allo specchio è la Figura 2 come indicato nell alternativa D che è quella corretta. 84) C. Si tratta di un quesito di attenzione visiva che può essere risolto solo contando quante volte si ripete in ogni alternativa il gruppo di lettere proposto dal quesito. 85) D. Gli elementi presenti in ogni figura aumentano di 1 nella figura successiva in maniera alternata. Infatti nella prima immagine si hanno 3 stelle e 2 cerchi; nella seconda 3 stelle e 3 cerchi; nella terza 4 stelle e 3 cerchi. Dunque la figura che completa correttamente la serie deve avere 4 stelle e 4 cerchi come la Figura 5 indicata nell alternativa D. 86) B. Si tratta di un quesito di attenzione visiva e l unico modo per risolverlo è procedere per esclusione cercando in ogni alternativa la successione corrispondente a quella richiesta. 87) D. Per risolvere questo quesito è necessaria un analisi visiva della figura. Si può risolvere partendo dalla seguente indicazione: i pallini rispetto ai triangoli neri sono posizionati sulle due basi se i triangoli sono sui lati o viceversa. 88) E. Si tratta di una proporzione verbale dove al primo membro e al secondo membro vi sono mezzi di trasporto rispettivamente senza e con il motore. 89) C. Per risolvere questo quesito di attenzione visiva è necessario contare le lettere in ogni alternativa per trovare quella che si ripete il numero maggiore di volte. 90) C. Il numero 84 è divisibile solo per 4 e quindi vale 5 punti. Soluzioni e commenti Prova ufficiale ) D. Schematizzando il testo: l aereo da Milano atterra a Roma alle 12:00 e riparte per Praga alle 12:30; l aereo per Berlino parte alle 12:00; l aereo per Stoccolma parte 90min dopo quello per Berlino, quindi alle 13.30; l aereo per Madrid 40 min prima del volo per Stoccolma, quindi alle 12:50; l aereo per Lisbona parte 10 min dopo del volo per Madrid, quindi alle Ne consegue che se l aereo per Madrid parte alle 12:50 e impiega un ora e trenta minuti per arrivare, atterrerà alle 14:20 come riportato correttamente nell alternativa D. 92) D. Tale tipologia di quesito viene denominata serie con rotazione di figure. Si vede che la lancetta dei minuti ruota circa di 20 nella successione tra una figura e l altra. 93) B. Si tratta di un quesito di attenzione visiva che può essere risolto procedendo per esclusione. L unica alternativa che riproduce la sequenza proposta è la B. 94) E. La serie del quesito è una successione unica con passo costante costituito dai tre valori +7, +11, +14. Si ha infatti: = = = = = = ) A. L unica alternativa deducibile dal testo del quesito è la A. Infatti il ricorso che intendeva annullare la sentenza non viene accolto, quindi la sentenza è valida e ha ribaltato il risultato della Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

44 44 Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica partita. Ciò significa che se sul campo l Olimpia aveva battuto la Virtus 2-0, invertendo il risultato a tavolino è la Virtus che batte 2-0 l Olimpia. Pertanto la risposta esatta è la C. 96) E. Schematizzando il testo: Diego è il più giovane ed è nato in una città meridionale; Luigi è il più anziano ed è nato a Venezia; colui che è nato a Catania ha 2 anni meno di Luigi e non si chiama Antonio; Vincenzo è nato a Perugia e ha età divisibile per 5. Essendo Diego il più giovane e Luigi il più anziano la loro età è rispettivamente di 22 e 28 anni. Vincenzo ha un età divisibile per 5, dunque ha 25 anni. Ne consegue che Antonio che non ha né 22, né 28 e né 25 anni, non avrà nemmeno 26 anni, perché chi è nato a Catania ha due anni meno di Luigi ma non si chiama Antonio, bensì avrà 24 anni. Antonio non è nato né a Catania né a Venezia, dove è nato Luigi, né a Perugia che è la città di Vincenzo. Dunque, può essere nato solo a Bari o a Genova. Poiché Diego è nato in una città meridionale che non può essere Catania perché ha 22 anni e non ha due anni meno di Luigi come chi è nato a Catania, è nato a Bari. Pertanto Antonio è nato a Genova e ha 24 anni come correttamente riportato nell alternativa E. 97) A. Si sa che Veronica è una brava studentessa. Poiché tutti i bravi studenti sono preparati, ne consegue che anche Veronica è preparata. Quindi la risposta corretta è la A mentre le altre vanno scartate. Infatti la B e la C contraddicono quanto affermato nel testo del quesito perché tutti i bravi studenti sono preparati (e non solo alcuni) e tutti gli studenti di Farmacia (e non solo alcuni) sono bravi studenti e dunque preparati. Anche le risposte D ed E non sono valide perché Veronica è una brava studentessa e sono tutti gli studenti di Farmacia ad essere bravi e non il contrario, così come tutti i bravi studenti sono preparati e non viceversa. 98) E. La frase Con l autorizzazione del Direttore del Personale si ottiene il trasferimento riportata nell alternativa E equivale a dire che l autorizzazione del personale è una condizione sufficiente (ma non necessaria come nel caso delle risposte B e C) per ottenere il trasferimento. 99) C. Per negare la frase Ogni studente ha superato almeno due esami bisogna affermare che esiste almeno uno studente che non ha superato due esami equivalente alla risposta C. 100) D. Quesito di attenzione visiva che può essere risolto unicamente procedendo per esclusione cercando in ogni alternativa la sequenza richiesta. 101)E. È importante non compiere l errore di pensare e tradurre in italiano. Verrebbe naturale infatti tradurre letteralmente l espressione pensa di essere più furbo di. In realtà, questa frase va tradotta all inglese con la forma quel ragazzo pensa che egli sia (ovvero he thinks he is). Inoltre il comparativo di maggioranza degli aggettivi monosillabici (come appunto smart) si forma aggiungendo er al termine della parola. 102) C. L espressione Che sorpresa tradotta con le parole a surprise necessita sempre il what. Qualora nella frase al posto di asurprise vi fosse stato surprising sarebbe stato corretto inserire how. 103) A. Answer significa rispondere. Tra le alternative proposte quella che maggiormente si avvicina al verbo rispondere è reply, che letteralmente significa replicare. Copyright EdiSES 2013 Allegato al volume R Quiz Università Cattolica

Relazioni di ordine e grandezza

Relazioni di ordine e grandezza Relazioni di ordine e grandezza @ I quiz inerenti le relazioni di ordine e grandezza sono domande che chiedono, esplicitamente o implicitamente, di ordinare alcuni dati per poter individuare la risposta

Dettagli

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA

NON STRAPPARE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO DELLA PROVA N1383 UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE Prova di selezione per l'ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi dentaria NON STRAPPARE L INVOLUCRO

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 2 Logica delle proposizioni

Dettagli

In base alle informazioni contenute nel brano seguente, rispondere alle relative domande.

In base alle informazioni contenute nel brano seguente, rispondere alle relative domande. 1 In base alle informazioni contenute nel brano seguente, rispondere alle relative domande. Le città più care al mondo sono Tokyo, New York e la cinese Tianjin. Quelle meno economiche d Europa Londra (quarta),

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di II grado - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di II grado - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Secondaria di II grado - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Seconda Spazio per

Dettagli

NON SCRIVERE IN QUESTO RIQUADRO

NON SCRIVERE IN QUESTO RIQUADRO A. I. C.M. c/o L.S. S. Cannizzaro Via Arimondi, 14 Palermo aicm@dipmat.math.unipa.it GIOCHI DI MATEMATICA DI SICILIA 2006 QUALIFICAZIONE ELEMENTARI 2006 Nome _ Cognome _ Data di nascita Classe _ Scuola

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO LIVELLO A1 ANNO ACCADEMICO 2013-2014 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 14 LUGLIO 2014 - TEST D ITALIANO TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA DELLA PROVA: 90 MINUTI 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti.

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito Numero di

Dettagli

GUIDA A LOGICA. Indicazioni preliminari per lo svolgimento della prima batteria di test

GUIDA A LOGICA. Indicazioni preliminari per lo svolgimento della prima batteria di test GUIDA A LOGICA Indicazioni preliminari per lo svolgimento della prima batteria di test L esame di Stato è certamente uno dei traguardi più significativi nella vita di uno studente e il suo superamento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

Studio di funzioni ( )

Studio di funzioni ( ) Studio di funzioni Effettuare uno studio qualitativo e tracciare un grafico approssimativo delle seguenti funzioni. Si studi in particolare anche la concavità delle funzioni e si indichino esplicitamente

Dettagli

I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno

I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno Kangourou Italia Gara del 21 marzo 2002 Categoria Cadet Per studenti di terza media e prima superiore Regole: La prova è individuale. Ogni tipo di calcolatrice è vietato Vi è una sola risposta esatta per

Dettagli

Categoria Student Per studenti degli ultimi due anni della scuola secondaria di secondo grado

Categoria Student Per studenti degli ultimi due anni della scuola secondaria di secondo grado Categoria Student Per studenti degli ultimi due anni della scuola secondaria di secondo grado. Risposta A). Il triangolo ABC ha la stessa altezza del triangolo AOB ma base di lunghezza doppia (il diametro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE IL TESSITORE VIA DEI BOLDU, 32 36015 SCHIO (VI) CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE. Anno Scolastico 2012/2013

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE IL TESSITORE VIA DEI BOLDU, 32 36015 SCHIO (VI) CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE. Anno Scolastico 2012/2013 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE IL TESSITORE VIA DEI BOLDU, 32 36015 SCHIO (VI) CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE Anno Scolastico 2012/2013 CORSO DI INGLESE PER ADULTI Insegnanti: Brazzale Maria Lucia ed un

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Esempio di test di ingresso per i Corsi di Laurea della classe L-31 Scienze e tecnologie informatiche

Esempio di test di ingresso per i Corsi di Laurea della classe L-31 Scienze e tecnologie informatiche Esempio di test di ingresso per i Corsi di Laurea della classe L-31 Scienze e tecnologie informatiche Il tempo a disposizione per la risoluzione dei quesiti è di 90 minuti. Il test si ritiene superato

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 15 marzo 2007 Categoria Ecolier Per studenti di quarta o quinta della scuola primaria

Kangourou Italia Gara del 15 marzo 2007 Categoria Ecolier Per studenti di quarta o quinta della scuola primaria Testi_07.qxp 16-04-2007 12:02 Pagina 5 Kangourou Italia Gara del 15 marzo 2007 Categoria Per studenti di quarta o quinta della scuola primaria I quesiti dal N. 1 al N. 8 valgono 3 punti ciascuno 1. Osserva

Dettagli

Implicazione logica. p q p q falsa falsa vera falsa vera vera vera falsa falsa vera vera vera

Implicazione logica. p q p q falsa falsa vera falsa vera vera vera falsa falsa vera vera vera Implicazione logica L implicazione logica è un connettivo logico attraverso il quale, a partire da due proposizioni p e q, si forma una nuova proposizione,chiamata p implica q e si scrive p q, la quale

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale

Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale Liceo G. B. Vico - Napoli Sulla monotonia delle funzioni reali di una variabile reale Prof. Giuseppe Caputo Premetto due teoremi come prerequisiti necessari per la comprensione di quanto verrà esposto

Dettagli

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!!

BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! Test your Italian This is the entrance test. Please copy and paste it in a mail and send it to info@scuola-toscana.com Thank you! BENVENUTI ALLA SCUOLA T OSCANA!!! TEST DI INGRESSO Data di inizio del corso...

Dettagli

Unità 0 Pronti? Via! COMUNICAZIONE GRAMMATICA LESSICO

Unità 0 Pronti? Via! COMUNICAZIONE GRAMMATICA LESSICO Di seguito proponiamo la lista degli esercizi interattivi per ogni lezione di Parla con me 1 al fine di renderne più facile l uso sia per gli studenti che per gli insegnanti. È infatti possibile eseguire

Dettagli

Curricolo di Religione Cattolica

Curricolo di Religione Cattolica Curricolo di Religione Cattolica Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria - L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù

Dettagli

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 15 Muoversi nel territorio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui servizi relativi al trasporto urbano parole relative all uso dei trasporti urbani ed agli strumenti

Dettagli

L ospedale dei bambini

L ospedale dei bambini VOLUME 1 PER LA PROVA INVALSI Unità 14 I diritti dei minori L ospedale dei bambini Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? I bambini della scuola elementare di Fano. DA DOVE È TRATTO? www.cittadeibambini.comune.

Dettagli

La Logica Proposizionale. (Algebra di Boole)

La Logica Proposizionale. (Algebra di Boole) 1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ANGIOY La Logica Proposizionale (Algebra di Boole) Prof. G. Ciaschetti 1. Cenni storici Sin dagli antichi greci, la logica è intesa come lo studio del logos, che in greco

Dettagli

Test di Ingresso. Italiano classi prime

Test di Ingresso. Italiano classi prime Test di Ingresso Italiano classi prime 1. Inserisci nella frase il termine corretto: da, dà, da a. Ho fatto una lunga camminata casa al mare b. Non mi mai la mano c. il vestito a tua sorella 2. In quale

Dettagli

PILLOLE DI LOGICA. Piccolo manuale per affrontare gli esercizi di logica delle Olimpiadi di Matematica. Liceo Scientifico A.

PILLOLE DI LOGICA. Piccolo manuale per affrontare gli esercizi di logica delle Olimpiadi di Matematica. Liceo Scientifico A. PILLOLE DI LOGICA Piccolo manuale per affrontare gli esercizi di logica delle Olimpiadi di Matematica Liceo Scientifico A.Righi Cesena Le basi della logica formale La logica formale è un indagine sul ragionare

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza di profilo: Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Terza Edizione Giochi di Achille (13-12-07) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media)

Terza Edizione Giochi di Achille (13-12-07) - Olimpiadi di Matematica Soluzioni Categoria M1 (Alunni di prima media) Il Responsabile coordinatore dei giochi: Prof. Agostino Zappacosta Chieti tel. 087 65843 (cell.: 340 47 47 95) e-mail:agostino_zappacosta@libero.it Terza Edizione Giochi di Achille (3--07) - Olimpiadi

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

ESERCIZI DI CALCOLO COMBINATORIO

ESERCIZI DI CALCOLO COMBINATORIO ESERCIZI DI CALCOLO COMBINATORIO 1. Calcolare il numero degli anagrammi che possono essere formati con le lettere della parola Amore. [120] 2. Quante partite di poker diverse possono essere giocate da

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

UNIVERSITÀ LUIGI BOCCONI. Valutazione all ingresso. ai Master universitari

UNIVERSITÀ LUIGI BOCCONI. Valutazione all ingresso. ai Master universitari UNIVERSITÀ LUIGI BOCCONI Guida alla prova di Valutazione all ingresso ai Master universitari Pagina Domande di RAGIONAMENTO VERBALE Il questionario per la valutazione all ingresso dei Master universitari,

Dettagli

Statistica 1. Esercitazioni. Dott. Luigi Augugliaro 1. Università di Palermo

Statistica 1. Esercitazioni. Dott. Luigi Augugliaro 1. Università di Palermo Statistica 1 Esercitazioni Dott. 1 1 Dipartimento di Scienze Statistiche e Matematiche S. Vianelli, Università di Palermo ricevimento: lunedì ore 15-17 mercoledì ore 15-17 e-mail: luigi.augugliaro@unipa.it

Dettagli

WoWords. Guida all uso: creare ed utilizzare le frasi. In questa guida è descritto come creare ed utilizzare le frasi nel software WoWords.

WoWords. Guida all uso: creare ed utilizzare le frasi. In questa guida è descritto come creare ed utilizzare le frasi nel software WoWords. In questa guida è descritto come creare ed utilizzare le frasi nel software WoWords. Premessa Oltre alle singole parole WoWords può gestire intere frasi in inglese. A differenza delle singole parole, le

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO 3-VICENZA DIPARTIMENTO DI RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazio ne nella madre lingua COMPETENZE SPECIFICHE Conoscere il

Dettagli

INVALSI. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca

INVALSI. Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca X MATEMATICA_COP_Layout 1 15/03/11 08:51 Pagina 2 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione

Dettagli

CAPITOLO QUARTO IL CONCETTO DI TRASFORMAZIONE GEOMETRICA. Trasformazioni geometriche e movimenti fisici

CAPITOLO QUARTO IL CONCETTO DI TRASFORMAZIONE GEOMETRICA. Trasformazioni geometriche e movimenti fisici CAPITOLO QUARTO IL CONCETTO DI TRASFORMAZIONE GEOMETRICA Carla Alberti Trasformazioni geometriche e movimenti fisici L uso del termine trasformazione è molto frequente nel linguaggio comune e in quello

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere

VIAGGI NELLE STORIE. Frammenti di cinema. per narrare. L incontro. Percorso di italiano L2 per donne straniere VIAGGI NELLE STORIE Frammenti di cinema per narrare L incontro Percorso di italiano L2 per donne straniere Claudia Barlassina e Marilena Del Vecchio Aprile Maggio 2009 VIAGGI NELLE STORIE I PARTE GUARDA

Dettagli

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce.

Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. Consiglio Per ricordare meglio le parole nuove, scrivile e contemporaneamente leggile ad alta voce. La mia famiglia Federico ci presenta la sua famiglia. Guarda il disegno e completa con i nomi della famiglia.

Dettagli

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014

ISTITUTO S. GIULIANA FALCONIERI Anno Scolastico 2013-2014 I LICEO EUROPEO FINALITA FORMATIVE: L alunno deve riconoscere che la domanda di assoluto è presente in ogni uomo e quindi come la religione sia fortemente ancorata alla dimensione esistenziale dell uomo

Dettagli

Acquistandoli entrambi risparmi il 25% (clicca qui)

Acquistandoli entrambi risparmi il 25% (clicca qui) Prenditi un istante per conoscere i nostri ebook: chiari, rigorosi, economici, studiati con cura per migliorare le tue abilità e superare ogni prova d'ammissione: Logica, guida completa per università

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 18 marzo 2004 Categoria Benjamin Per studenti di prima o seconda media. I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno

Kangourou Italia Gara del 18 marzo 2004 Categoria Benjamin Per studenti di prima o seconda media. I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 9-14-.qxd 22/02/2004 16.53 Pagina 10 Kangourou Italia Gara del 18 marzo 2004 Categoria Per studenti di prima o seconda media I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. (10 x 100) x (20 x 80)

Dettagli

La sezione di Matematica della prova nazionale

La sezione di Matematica della prova nazionale La sezione di Matematica della prova nazionale Giorgio Bolondi Roma, 18 aprile 2008 Presentazione Prova Nazionale 1 Cosa può valutare? I diversi processi valutativi messi in atto dall insegnante accompagnano

Dettagli

Capitolo 6 Simulazioni di prova preselettiva. Simulazione n 1

Capitolo 6 Simulazioni di prova preselettiva. Simulazione n 1 Capitolo 6 Simulazioni di prova preselettiva Simulazione n 1 Di seguito avrete modo di cimentarvi con 2 simulazioni di test, ciascuna costituita da 50 quiz. Provate ad effettuarle segnando le risposte

Dettagli

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c

a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. RSB0002 a) 20. b) 18. c) 16. d) 22. c RSB0001 In quale/i dei disegni proposti l area tratteggiata é maggiore dell area lasciata invece bianca? a) Nel disegno contrassegnato con il numero uno. b) In nessuno dei due. c) Nel disegno contrassegnato

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DELLE ATTIVITA DIDATTICO-EDUCATIVE DI RELIGIONE CATTOLICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI VOLVERA Insegnante Damiani Elena L INSEGNAMENTO

Dettagli

TEST D INGRESSO DI MATEMATICA INFORMATICA - SCIENZE

TEST D INGRESSO DI MATEMATICA INFORMATICA - SCIENZE TEST D INGRESSO DI MATEMATICA INFORMATICA - SCIENZE Classe 1^, sez. - Anno Scolastico 2013-2014 Alunno Data: Il presente test composto da n.30 domande, molte delle quali supportate da un grafico, è un

Dettagli

Cenni di logica & algebra booleana

Cenni di logica & algebra booleana Cenni di algebra booleana e dei sistemi di numerazione Dr. Carlo Sansotta - 25 2 Parte Cenni di logica & algebra booleana 3 introduzione L elaboratore elettronico funziona secondo una logica a 2 stati:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

Probabilità discreta

Probabilità discreta Probabilità discreta Daniele A. Gewurz 1 Che probabilità c è che succeda...? Una delle applicazioni della combinatoria è nel calcolo di probabilità discrete. Quando abbiamo a che fare con un fenomeno che

Dettagli

FUNZIONI. N indica l insieme dei numeri naturali; Z indica l insieme dei numeri relativi interi; Q indica l insieme dei numeri razionali;

FUNZIONI. N indica l insieme dei numeri naturali; Z indica l insieme dei numeri relativi interi; Q indica l insieme dei numeri razionali; 1 FUNZIONI Introduzione Una lingua è fatta di parole; essa si impara soprattutto con la pratica. La matematica, per esprimere i concetti logici, usa un proprio alfabeto fatto di simboli; anche questo si

Dettagli

2. NUMERO DA INDOVINARE

2. NUMERO DA INDOVINARE 1. L ASINO DI TOBIA (Cat. 3) Tobia è andato in paese ed ha acquistato 6 sacchi di provviste. Li vuole trasportare con il suo asino fino alla sua casa sulla cima del monte. Ecco i sacchi di provviste sui

Dettagli

L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI

L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI L INNOVAZIONE SCIENTIFICO-TECNOLOGICA NEI PROCESSI PRODUTTIVI Scienza ed industria hanno oggi costituito legami molto forti di collaborazione che hanno portato innovazione tecnologica sia a livello organizzativo-amministrativo

Dettagli

Unit 01: Welcome. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27.

Unit 01: Welcome. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27. Il materiale semplificato è tratto dal testo: M. Hobbs e J. Starr Keddle YOUR SPACE ed Loescher. Pp. 8-19, 21, 22, 24-27 01 Welcome Pagina 8. Es. 1: Tante parole della lingua inglese le senti anche quando

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

4. SERIE NUMERICHE FIGURALI

4. SERIE NUMERICHE FIGURALI 4. SERIE NUMERICHE FIGURALI Le serie numeriche figurali consistono in: - una successione di numeri collocati all interno di alcune figure, OPPURE - una serie di figure a cui è possibile associare un valore

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:...

Rilevazione degli apprendimenti. Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA. Scuola Secondaria di II grado. Classe Terza Tipo A. Codici. Scuola:... Ministero della Pubblica Istruzione Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2006 2007 PROVA DI MATEMATICA Scuola Secondaria di II grado Classe Terza Tipo A Codici Scuola:..... Classe:.. Studente:.

Dettagli

CORSO BIELLA CONCETTI FONDAMENTALI DI ARITMETICA, ALGEBRA E GEOMETRIA PER LA SCUOLA DELL OBBLIGO MARTEDI 19/02/2013 TEMA

CORSO BIELLA CONCETTI FONDAMENTALI DI ARITMETICA, ALGEBRA E GEOMETRIA PER LA SCUOLA DELL OBBLIGO MARTEDI 19/02/2013 TEMA CORSO BIELLA CONCETTI FONDAMENTALI DI ARITMETICA, ALGEBRA E GEOMETRIA PER LA SCUOLA DELL OBBLIGO MARTEDI 19/02/201 TEMA OPERAZIONI CON I NUMERI E LORO PROPRIETA. NASCONO LE STRUTTURE ALGEBRICHE. 1 TESTO

Dettagli

1 Grafico di una funzione reale 1. 2 Funzioni elementari 2 2.1 Funzione potenza... 2 2.2 Funzione esponenziale... 3 2.3 Funzione logaritmica...

1 Grafico di una funzione reale 1. 2 Funzioni elementari 2 2.1 Funzione potenza... 2 2.2 Funzione esponenziale... 3 2.3 Funzione logaritmica... UNIVR Facoltà di Economia Sede di Vicenza Corso di Matematica Funzioni reali di variabile reale Indice Grafico di una funzione reale 2 Funzioni elementari 2 2. Funzione potenza................................................

Dettagli

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1

Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 Esercizi di consolidamento di probabilità e calcolo combinatorio parte 1 1. Si lancia una moneta 2 volte: qual è la probabilità che esca TESTA 0 volte? 1 volta? 2 volte? 2. Si lancia una moneta 3 volte:

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Traguardi Obiettivi di apprendimento Contenuti RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Scoprire nell'ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre Descrivere l'ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti

Dettagli

Corrado Malanga ARCHETIPI E NUMERI

Corrado Malanga ARCHETIPI E NUMERI Corrado Malanga Nel precedente lavoro ho parlato degli archetipi, ne ho fornito le definizioni ed ho descritto cosa i suddetti archetipi siano, come funzionino e perché siano legati ad alcuni numeri e

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO. da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale:

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO. da conseguire alla fine del II anno relativamente all asse culturale: PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO SCIENTIFICO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA LINGUA E LETTERE LATINE Competenze da conseguire alla fine del II anno relativamente all

Dettagli

FORMEZ - Centro di Formazione e Studi. Banca dati Consiglio di Stato 2010

FORMEZ - Centro di Formazione e Studi. Banca dati Consiglio di Stato 2010 FORMEZ - Centro di Formazione e Studi Banca dati Consiglio di Stato 0 Area logico-matematica N domande: 00 RAGIONAMENTO NUMERICO I quesiti sono composti da numeri posti in serie. Di ogni serie è stato

Dettagli

Geometria analitica di base (prima parte)

Geometria analitica di base (prima parte) SAPERE Al termine di questo capitolo, avrai appreso: come fissare un sistema di riferimento cartesiano ortogonale il significato di equazione di una retta il significato di coefficiente angolare di una

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

Risultati Floriani. [1] Totale Segnalazioni 14 /16 F 17 /18 F 19 /20 F 14 /16 M 17 /18 M 19 /20 M 315 138 110 22 23 17 5 44% 35% 7% 7% 5% 2%

Risultati Floriani. [1] Totale Segnalazioni 14 /16 F 17 /18 F 19 /20 F 14 /16 M 17 /18 M 19 /20 M 315 138 110 22 23 17 5 44% 35% 7% 7% 5% 2% Risultati Floriani In questo documento sono riportati i risultati ottenuti dall analisi delle risposte del questionario proposto agli 460 studenti dell Istituto Floriani; quelli compilati e restituiti

Dettagli

TEORIA DELLA PROBABILITÀ I

TEORIA DELLA PROBABILITÀ I TEORIA DELLA PROBABILITÀ I Dipartimento di Matematica ITIS V.Volterra San Donà di Piave Versione [2015-16] Indice 1 Probabilità 1 1.1 Introduzione............................................ 1 1.2 Eventi...............................................

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

Corso di laurea in Beni culturali - L1 - Verifica delle conoscenze A.A. 2014-2015

Corso di laurea in Beni culturali - L1 - Verifica delle conoscenze A.A. 2014-2015 Corso di laurea in Beni culturali - L1 - Verifica delle conoscenze A.A. 2014-2015 La prova di ammissione consisterà: - nella soluzione di 18 quesiti a risposta multipla, che prevedono solo una risposta

Dettagli

1. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di 40, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme.

1. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di 40, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme. Esercizi difficili sul calcolo delle probabilità. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme. Le parole a caso

Dettagli

FORMARE COMPETENZE CON LA MATEMATICA

FORMARE COMPETENZE CON LA MATEMATICA FORMARE COMPETENZE CON LA MATEMATICA marcata esigenza di promuovere nella formazione scolastica vere e proprie competenze e non solo conoscenze e abilità. Sembrerebbe che il valore educativo della matematica

Dettagli

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV...

TEST D INGRESSO DI ITALIANO. Cognome...Nome...Classe IV... TEST D INGRESSO DI ITALIANO Cognome...Nome...Classe IV... PUNTEGGIO FINALE.../50 VOTO ORTOGRAFIA Scegli l'alternativa corretta tra quelle proposte, barrando la lettera corrispondente. (1 punto in meno

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Logica Numerica Approfondimento 1. Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore. Il concetto di multiplo e di divisore. Il Minimo Comune Multiplo

Logica Numerica Approfondimento 1. Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore. Il concetto di multiplo e di divisore. Il Minimo Comune Multiplo Logica Numerica Approfondimento E. Barbuto Minimo Comune Multiplo e Massimo Comun Divisore Il concetto di multiplo e di divisore Considerato un numero intero n, se esso viene moltiplicato per un numero

Dettagli

Emigrare per sopravvivere

Emigrare per sopravvivere VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 16 La mondialità Emigrare per sopravvivere Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Nedo Rossi, docente universitario, ed Enzo Tiezzi (1938), insegnante di Chimica

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo. Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione

Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo. Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione S.I.S.S.I.S. - Indirizzo 2 Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione Erasmo Modica erasmo@galois.it Giovanna

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE OBIETTIVI MINIMI SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE I /o ascoltati guida II omande V oltare il contenuto globale di brevi testi letti dall insegnante n testo LEGGERE I di illustrazioni II V

Dettagli

I PROBLEMI ALGEBRICI

I PROBLEMI ALGEBRICI I PROBLEMI ALGEBRICI La risoluzione di problemi è una delle attività fondamentali della matematica. Una grande quantità di problemi è risolubile mediante un modello algebrico costituito da equazioni e

Dettagli

14. LA PROGETTAZIONE CONCETTUALE: IL DIAGRAMMA ER

14. LA PROGETTAZIONE CONCETTUALE: IL DIAGRAMMA ER 14. LA PROGETTAZIONE CONCETTUALE: IL DIAGRAMMA ER La progettazione concettuale consiste nel riorganizzare tutti gli elementi che si hanno a disposizione dopo la fase di raccolta delle richieste (utente),

Dettagli

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008

Religione Cattolica Classe 1 A.S. 2007/2008 Religione Cattolica Classe A.S. 007/008 O.S.A. U.A. O.F. Contenuti Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Nuova scuola, nuovi compagni, io in crescita insieme agli altri Le bellezze della natura sono

Dettagli

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 2 SETTEMBRE 2014 - TEST DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A1

MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 2 SETTEMBRE 2014 - TEST DI LINGUA ITALIANA LIVELLO A1 COGNOME NOME MATRICOLA SCUOLA NAZIONALITA 2 SETTEMBRE 2014 - TEST DI LINGUA ITALIANA TEMPO MASSIMO PER LA CONSEGNA: 90 MINUTI LIVELLO A1 1.Inserisci gli articoli determinativi corretti 1. zio di Martina

Dettagli

GRIGLIA PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DELLA PROVA NAZIONALE

GRIGLIA PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DELLA PROVA NAZIONALE GRIGLIA PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DELLA PROVA NAZIONALE Il D.P.R. n. 122 del 22/06/09 concernente la valutazione degli alunni, all art. 3 (Esame di stato conclusivo del primo ciclo dell istruzione),

Dettagli

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO

ESAME DI STATO 2002 SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO ARCHIMEDE 4/ 97 ESAME DI STATO SECONDA PROVA SCRITTA PER IL LICEO SCIENTIFICO DI ORDINAMENTO Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA In un

Dettagli

13. GLI ZII DI PIERINO

13. GLI ZII DI PIERINO 13 o RALLY MATEMATICO TRANSALPINO PROVA II - marzo - aprile 2005 ARMT.2005 p. 1 12. DADI (Cat. 6, 7, 8, 9) ARMT.2005-13 - II prova Un dado (di tipo «occidentale») è costruito correttamente se sono rispettate

Dettagli