DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE"

Transcript

1 M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I C E O S C I E N T I F I C O - O P Z I O N E S C I E N Z E A P P L I C A T E Via Seminario, n 17/ CREMONA Fa: Sito Web: DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento - art. 5) INDIRIZZO INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ARTICOLAZIONE INFORMATICA Classe 5^ B Anno Scolastico C.F.: Cod. Mecc.: CRIS Certificazione di Sistema Qualità emessa da ITALCERT N. 333SGQ Norme UNI EN ISO 9001 P M.004 Rev.1 del / 39

2 INDICE 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1.1 PROFILO DI INDIRIZZO 1.2 QUADRO ORARIO 1.3 SUDDIVISIONE DISCIPLINE AREA SCIENTIFICA E AREA UMANISTICA 2 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE 2.1 COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE E CONTINUITÀ DIDATTICA 2.2 ELENCO ALUNNI INTERNI 2.3 BREVE STORIA DELLA CLASSE 2.4 DATI 3 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA 3.1 METODOLOGIE,STRUMENTI,SPAZI UTILIZZATI 3.2 LIBRI DI TESTO IN ADOZIONE 3.3 OBIETTIVI TRASVERSALI RAGGIUNTI 3.4 CRITERI DI VALUTAZIONE E TPOLOGIE ADOTTATE 3.5 ATTIVITA DI RECUPERO, INTEGRATIVE, PROGETTI, STAGE 3.6 ATTIVITA DI ORIENTAMENTO 3.7 PROGRAMMI SVOLTI ALLEGATI - PROVE DI SIMULAZIONE - GRIGLIE DI VALUTAZIONE 2 / 39

3 1 PRESENTAZIONE GENERALE 3 / 39

4 1.1 PROFILO DI INDIRIZZO Il Diplomato in Informatica e Telecomunicazioni : ha competenze specifiche nel campo dei sistemi informatici, dell elaborazione dell informazione, delle applicazioni e tecnologie Web, delle reti e degli apparati di comunicazione; ha competenze e conoscenze che, a seconda delle diverse articolazioni, si rivolgono all analisi, progettazione, installazione e gestione di sistemi informatici, basi di dati, reti di sistemi di elaborazione, sistemi multimediali e apparati di trasmissione e ricezione dei segnali; ha competenze orientate alla gestione del ciclo di vita delle applicazioni che possono rivolgersi al software: gestionale orientato ai servizi per i sistemi dedicati incorporati ; collabora nella gestione di progetti, operando nel quadro di normative nazionali e internazionali, concernenti la sicurezza in tutte le sue accezioni e la protezione delle informazioni ( privacy ). È in grado di: collaborare, nell ambito delle normative vigenti, ai fini della sicurezza sul lavoro e della tutela ambientale e di intervenire nel miglioramento della qualità dei prodotti e nell organizzazione produttiva delle imprese; collaborare alla pianificazione delle attività di produzione dei sistemi, dove applica capacità di comunicare e interagire efficacemente, sia nella forma scritta che orale; esercitare, in contesti di lavoro caratterizzati prevalentemente da una gestione in team, un approccio razionale, concettuale e analitico, orientato al raggiungimento dell obiettivo, nell analisi e nella realizzazione delle soluzioni; utilizzare a livello avanzato la lingua inglese per interloquire in un ambito professionale caratterizzato da forte internazionalizzazione; definire specifiche tecniche, utilizzare e redigere manuali d uso. Nell articolazione Informatica viene approfondita l analisi, la comparazione e la progettazione di dispositivi e strumenti informatici e lo sviluppo delle applicazioni informatiche. A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato nell indirizzo Informatica e Telecomunicazioni consegue i risultati di apprendimento, di seguito specificati in termini di competenze: 1. Scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali 2. Descrivere e comparare il funzionamento di dispositivi e strumenti elettronici e di telecomunicazione 3. Gestire progetti secondo le procedure e gli standard previsti dai sistemi aziendali di gestione della qualità e della sicurezza 4. Gestire processi produttivi correlati a funzioni aziendali 5. Configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti 6. Sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza. 4 / 39

5 1.2 QUADRO ORARIO DISCIPLINE CLASSE 3^ CLASSE 4^ CLASSE 5^ Lingua e letteratura italiana Storia Lingua inglese Matematica Complementi di matematica Informatica 6 6 6(*) Sistemi e reti Tecn. e prog. di sist. inf. e di telecom Telecomunicazioni Gest. progetto, organizzazione d'impresa Scienze motorie e sportive Religione cattolica (*) In virtù dell autonomia didattica concessa alle istituzioni scolastiche che consente, anzi auspica, forme di flessibilità oraria al fine di migliorare l'efficacia del processo di insegnamento e di apprendimento, l orario è articolato, anziché su 32 lezioni di 60 minuti, su 33 lezioni di 55 minuti. In questo modo, oltre ad eliminare i problemi di trasporto, si riesce, con la lezione aggiuntiva, a potenziare l offerta formativa. Nel presente anno scolastico la classe ha usufruito di un'ora addizionale di laboratorio di informatica, tenuta dal prof. Cerri. 1.3 SUDDIVISIONE DELLE DISCIPLINE IN AREA UMANISTICA E AREA SCIENTIFICA In base al D.M. 358 del 18/09/1998, il Consiglio di classe esprime come segue la propria indicazione relativa alla costituzione delle aree disciplinari finalizzate allo svolgimento dell esame di stato: DISCIPLINE DI AREA UMANISTICA Lingua e letteratura italiana Storia Lingua inglese Scienze motorie e sportive Religione cattolica DISCIPLINE DI AREA SCIENTIFICA Matematica Informatica Sistemi e reti Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni Gestione progetto, organizzazione d'impresa 5 / 39

6 2 PRESENTAZIONE DELLA CLASSE 6 / 39

7 2.1 COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE E CONTINUITÀ DIDATTICA Docente Mosconi Giovanna Materia/e insegnata/e Continuità didattica 3^ 4^ 5^ Lingua e letteratura italiana Storia Rubini Grazia Maria Lingua inglese Fagnoni Daniela Matematica Sordi Emilia Informatica Cerri Carlo Laboratorio di informatica Laboratorio di tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni Gastaldelli Silvano Sistemi e reti Cirioni Vittorio Laboratorio di sistemi e reti Salti Nicola Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni Bigio Patrizia Gestione progetto, organizzazione d'impresa - - Melada Sara Laboratorio di gestione progetto, organizzazione d'impresa - - Frittoli Pietro Scienze motorie e sportive Alberti Matteo Religione cattolica COMMISSARI INTERNI: prof. Mosconi Giovanna, docente di Lingua e letteratura italiana e di Storia prof. Fagnoni Daniela, docente di Matematica prof. Cerri Carlo, docente di Laboratorio di informatica e di Laboratorio di tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni 7 / 39

8 2.2 ELENCO ALUNNI INTERNI 1. Alquati Filippo 2. Arcari Sara 3. Ardoli Federico 4. Bodini Matteo 5. Capelli Gabriele 6. Caracciolo Biagio 7. Dembech Riccardo 8. Devoti Luca 9. Galetti Andrea 10. Guerreschi Marco 11. Marcadini Greta 12. Martino Francesco 13. Mazzini Daniele 14. Miglioli Matteo 15. Pecorini Luca 16. Righetti Andrea 17. Rinaldi Daniel 18. Singh Manpreet 19. Tounesi Hicham 20. Valcarenghi Francesco 21. Zaffanelli Federico 22. Zangarini Michele 8 / 39

9 2.3 BREVE STORIA DELLA CLASSE La classe si è formata cinque anni fa, nell'anno scolastico , e non ha mai subito accorpamenti o smistamenti. La prima era formata da 27 studenti, scesi poi a 22 in seconda (con l'ingresso di uno studente provenente da un'altra scuola), 18 in terza, 19 in quarta e 22 in quinta. La differente numerosità della classe è dovuta a due motivi: da un lato i ritiri e le non-promozioni, dall'altro l'ingresso di nuovi studenti (ripetenti o provenienti da altro corso / altra scuola). Per il corrente anno scolastico bisogna segnalare il sostanziale abbandono della scuola da parte di uno studente che, pur essendo molto dotato per le materie di settore e sicuramente in grado di conseguire un diploma di buon livello, ha frequentato le lezioni in modo piuttosto irregolare nei primi mesi, per poi smettere definitivamente di frequentare. La sua scelta ha stupito tutti: i compagni di classe, i docenti, la dirigente ed i suoi collaboratori. Nonostante i numerosi interventi per cercare di reintegrarlo in classe, lo studente ha preferito continuare nei propri propositi e dedicarsi esclusivamente al lavoro nell'azienda di famiglia. Nella classe emergono alcuni alunni dalle indubbie capacità che hanno raggiunto buoni e talora brillanti risultati in tutte le discipline apportando talvolta un contributo personale allo studio, ma che sostanzialmente non hanno saputo porsi come elementi trainanti nei confronti dei compagni. Per quanto attiene al profitto di quest anno, i risultati scolastici risultano nel complesso accettabili, pur in presenza di lacune riguardanti non solo le materie di indirizzo, riconducibili ad un impegno discontinuo e ad una certa passività emersa nel corso delle attività didattiche che ha impedito il consolidamento degli obiettivi delle singole materie. In particolare si è riscontrato un calo nell impegno domestico e nella partecipazione, anche se nell imminenza dell esame di stato è emerso un maggior senso di consapevolezza e di responsabilità. I docenti hanno sempre cercato di motivare gli alunni concentrando le energie sugli elementi fondamentali delle varie discipline senza mai tralasciare il recupero curriculare, considerato un occasione proficua per colmare le lacune. Dal punto di vista comportamentale, la classe ha presentato differenze notevoli, che nel corso del quinto anno si sono ancora più accentuate. Un gruppo piuttosto numeroso di studenti ha avuto, indipendentemente dal rendimento nelle singole materie, un comportamento sereno e tranquillo ed ha saputo instaurare un rapporto collaborativo con i docenti, coi quali il dialogo è stato sempre aperto. Un gruppo meno numeroso, ma non per questo meno importante, ha avuto un atteggiamento distaccato, scostante ed a volte un comportamento non adeguato. I leader di questo gruppo sono ragazzi dotati di ottime capacità, ma molto spesso il loro comportamento ha ostacolato il sereno svolgimento delle lezioni. La spaccatura della classe ha fatto sì che, nel corso dei primi quattro anni, gli studenti non abbiano mai partecipato ad un viaggio d'istruzione. Quest'anno il viaggio è stato organizzato, ma l'adesione è stata molto scarsa. 9 / 39

10 2.4 DATI EVOLUZIONE DELLA CLASSE TERZA QUARTA QUINTA Iscritti(M/F) 17 M 1 F 17 M 2 F 20 M 2 F Ritirati 0 0 Trasferiti 0 0 Non promossi 2 0 Promossi Promossi con debito / 39

11 3 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA 11 / 39

12 3.1 METODOLOGIE, STRUMENTI, SPAZI UTILIZZATI METODOLOGIE DISCIPLINA Lingua e letteratura italiana LEZIONE FRONTALE LEZIONE INTERATTIVA AT TIVITA DI RICERCA LAVORO DI GRUPPO ALTERNANZA / STAGE ALTRO * Storia Lingua inglese LIM Matematica Informatica LIM, PC LIM, PC Sistemi e reti Tecnol. e prog. di sist. inform. e di telecom. Gest. progetto, organizzazione d'impresa Scienze motorie e sportive Religione cattolica LIM, AULA 3.0 LIM, PC * - Viaggio d'istruzione a Berlino - Learning week Tutta mia la città 12 / 39

13 STRUMENTI DISCIPLINA LIBRO DI TESTO LABORATORIO / PALESTRA DISPENSE INCONTRI, LEZIONI FUORI SEDE STRUMENTI MULTIMEDIALI ALTRO Lingua e letteratura italiana Aula 3.0 Viaggio d'istr. a Berlino Film Storia Lingua inglese Incontro con studente MIT Matematica Informatica Laboratorio TO5 Sistemi e reti Tecnol. e prog. di sist. inform. e di telecom. Gest. progetto, organizzazione d'impresa Scienze motorie e sportive Religione cattolica Laboratori TO6 e TO7 SPAZI UTILIZZATI Aula 3A6 (dotata di LIM) Palestra Laboratori di: informatica (TO5), sistemi e reti (TO6), assemblaggio (TO7). Aule speciali: Aula 3.0, Aula Magna, Aula Varalli, Aula Audiovisivi, Biblioteca. 13 / 39

14 3.2 LIBRI DI TESTO IN ADOZIONE DISCIPLINA AUTORE TTTOLO EDITORE Lingua e letteratura italiana Storia Alighieri Dante Sambugar Marta Sala' Gabriella Feltri Francesco Maria Bertazzoni Maria Manuela Neri Franca Hutchinson Tom Divina commedia volume unico Letteratura + volume 3 + guida esame 3 + espansione web La torre e il pedone 3 dal novecento ai giorni nostri English for life intermediate multipack s/c (italcomp+sb+wb+mrom) + esp online Edizione libera La Nuova Italia Editrice Sei Oford University Press Lingua inglese Bellino Maria Grazia New i-tech english for information and no no 22 no communication technology Edisco Matematica Villani Daniela Invernizzi Franca Finnie Rachel Bergamini Massimo Trifone Anna Maria Barozzi Gabriella Top grammar Matematica.verde 4 libro digitale no no 22 no multimediale (ebook multimediale + libro) con maths in english Matematica.verde mod. W - ldm. Nuova si si 22 no edizione di elementi di matematica elementi di matematica Helbling Languages Zanichelli Informatica Appunti forniti dalla docente Sistemi e reti Tecnol. e prog. di sist. inform. e di telecom. Gest. progetto, organizzazione d'impresa Lo Russo Luigi Bianchi Elena Lorenzi Agostino Cavalli Enrico Colleoni Andrea Conte Maria Camagni Paolo Nikolassy Riccardo Sistemi e reti per l'articolazione informatica degli istituti tecnici settore tecnologico + dispense fornite alla classe Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e telecomunicazioni 3 Gestione del progetto e organizzazione di impresa per l'indirizzo informatica e telecomunicazioni degli istituti tecnici setto Hoepli Atlas Hoepli 14 / 39

15 3.3 OBIETTIVI TRASVERSALI RAGGIUNTI Il consiglio di classe ha espresso le seguenti valutazioni in merito al raggiungimento medio degli obiettivi trasversali: Obiettivi trasversali Utilizzare il linguaggio e i metodi propri delle singole discipline per organizzare e valutare adeguatamente informazioni Utilizzare i concetti e i modelli delle scienze sperimentali per investigare e per interpretare dati Utilizzare in modo autonomo tutti gli strumenti nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare Saper valutare e argomentare il lavoro svolto Collaborare in modo attivo e propositivo al dialogo con i docenti Collaborare in modo attivo e propositivo con i compagni Relazionarsi in modo corretto con l istituzione scolastica nel rispetto del regolamento Grado di raggiungimento medio insufficiente adeguato discreto buono ottimo insufficiente adeguato discreto buono ottimo insufficiente adeguato discreto buono ottimo insufficiente adeguato discreto buono ottimo insufficiente adeguato discreto buono ottimo insufficiente adeguato discreto buono ottimo insufficiente adeguato discreto buono ottimo 15 / 39

16 3.4 CRITERI DI VALUTAZIONE L'attività di valutazione deve essere improntata a criteri di trasparenza, imparzialità, tempestività. Al fine di adottare omogenee modalità di verifica degli apprendimenti, il Collegio dei Docenti ha formulato una serie di indicazioni di lavoro: le valutazioni siano sufficientemente numerose e frequenti al fine di evitare la casualità dei risultati e di consentire all allievo opportunità di miglioramento, ma tengano conto del carico di verifiche complessivo; le interrogazioni e gli esercizi investano piccole parti di programma, cercando di verificare obiettivi specifici ben definiti; siano individuati precisamente gli obiettivi fondamentali della disciplina e siano comunicati agli allievi; il docente predisponga prove che consentano la valutazione rispetto agli obiettivi fondamentali; sia data comunicazione agli studenti degli argomenti e degli obiettivi che saranno oggetto di verifica; i criteri di valutazione siano trasparenti; la comunicazione dei risultati delle prove scritta sia sollecita; venga data comunicazione immediata dei risultati delle prove orali sotto forma di indicazioni chiare e non equivoche; il voto sia espresso per unità intere; nella valutazione finale le proposte di voto dei singoli insegnanti non consistono in una pura e semplice media aritmetica dei voti riportati dagli allievi nelle prove, ma devono tenere conto di tutti gli elementi raccolti nelle occasioni in cui l'allievo si è manifestato: quindi non solo compiti in classe e interrogazioni, ma anche compiti a casa, lavori di gruppo, relazioni, ricerche, interventi in classe. Sottolineando la valenza formativa del momento della valutazione, per incentivare forme di autovalutazione da parte dello studente, per consentirne una maggiore responsabilizzazione e per sviluppare capacità di analisi delle proprie potenzialità e del proprio impegno, si richiamano gli elementi sui quali si fonda la valutazione degli apprendimenti: 1. Il profitto, con il quale si esprime il grado di conseguimento degli obiettivi cognitivi e delle relative abilità stabiliti nella programmazione. Il processo mentale dell'apprendimento viene descritto attraverso indicatori quali la conoscenza, la comprensione, l'applicazione, l'analisi, la sintesi, la capacità di valutare, a cui corrispondono appunto gli obiettivi cognitivi in esame. Nell'ambito di ciascuna disciplina gli insegnanti discutono e stabiliscono gli obiettivi e il livello minimo da raggiungere per conseguire il giudizio di sufficienza. 2. Il metodo di studio usato dall'allievo, l'interesse e le motivazioni messe in evidenza, l'impegno nel lavoro scolastico. 3. La partecipazione alla vita di classe ed i comportamenti ad essa correlati: l'attenzione la precisione nel mantenere gli impegni la puntualità la capacità di formulare proposte costruttive gli interventi di approfondimento o la richiesta di chiarimenti 16 / 39

17 la disponibilità alla collaborazione con gli insegnanti e con i compagni. 4. La progressione nell'apprendimento e in generale nell'acquisizione di autonomia che lo studente ha realizzato rispetto ai livelli di partenza. 5. I risultati e le modalità di partecipazione alle eventuali attività di recupero e sostegno, sia curricolari che etracurricolari. Tipologie di verifica utilizzate DISCIPLINA Lingua e letteratura italiana Storia Domande a risposta aperta Domande a risposta multipla Relazione di laboratorio Relazioni con slides Relazioni su approfondimenti Problemi Comprensioni del testo Test interattivi Inerrogazioni orali Lingua inglese Matematica Informatica Sistemi e reti Tecnol. e prog. di sist. inform. e di telecom. Gest. progetto, organizzazione d'impresa Scienze motorie e sportive Religione cattolica 17 / 39

18 3.5 ATTIVITA DI RECUPERO, INTEGRATIVE, PROGETTI, STAGE ATTIVITÀ DI RECUPERO DISCIPLINA RECUPERO CURRICOLARE SPORTELLO DIDATTICO CORSO DI RECUPERO ALTRO Lingua e letteratura italiana Storia Lingua inglese Matematica Informatica Sistemi e reti Tecnol. e prog. di sist. inform. e di telecom. Gest. progetto, organizzazione d'impresa Scienze motorie e sportive Religione cattolica 18 / 39

19 ATTIVITÀ INTEGRATIVE, PROGETTI, STAGE PERIODO ATTIVITA SVOLTA PARTECIPANTI Dicembre 2012 aprile 2013 Olimpiadi dell'informatica Mazzini Miglioli Rinaldi - Zaffanelli Giugno 2013 Stage aziendale Marcadini 30/10/14 Incontro Nastro rosa Arcari, Marcadini Dicembre 2013 aprile 2014 Olimpiadi dell'informatica Fase d'istituto: Mazzini - Rinaldi - Zaffanelli. Fase regionale: Zaffanelli Gennaio 2014 Cisco live! Marcadini, Pecorini, Righetti, Rinaldi, Zaffanelli Gennaio marzo 2014 Bet on math Tutta la classe Maggio giugno 2014 Learning Week La domotica Capelli, Mazzini, Pecorini, Rinaldi, Zaffanelli Giugno luglio 2014 Stages aziendali Bodini, Caracciolo, Mazzini, Righetti, Rinaldi, Zangarini Settembre 2014 Maggio 2015 Certificazione CISCO Bodini, Galetti, Guerreschi, Mazzini, Miglioli, Righetti, Rinaldi Ottobre 2014 Learning week Tutta mia la città Arcari, Ardoli, Caracciolo, Dembech, Marcadini Ottobre 2014 Partita di calcio in carcere Alquati, Galetti, Guerreschi, Mazzini, Tounesi, Zangarini Dicembre 2014 Marzo 2015 Corso PET/First Bodini, Dembech, Guerreschi, Marcadini, Miglioli, Righetti, Zangarini (solo Dembech ha concluso il corso ed ha intenzione di sostenere l'esame) Gennaio 2015 Due lezioni in lingua inglese Tutta la classe con uno studente di robotica del MIT di Boston (USA) Gennaio 2015 Cisco live! Bodini Capelli - Dembech 23/01/15 Incontro con Gasiani Tutta la classe 27/01/15 Giornata della memoria Tutta la classe Febbraio Marzo 2015 Preparazione ai test del Miglioli, Righetti Politecnico Marzo 2015 Partita di pallacanestro in Zangarini carcere Marzo 2015 Torneo di pallavolo Mazzini (ufficiale di gara) Marzo 2015 Viaggio d'istruzione a Berlino 14 studenti Gennaio - aprile 2015 Progetto Sport: terra d'incontro Bodini, Dembech 19 / 39

20 3.6 ATTIVITA DI ORIENTAMENTO PERIODO ATTIVITA SVOLTA PARTECIPANTI settembre novembre 2014 JOB DAY Riccardo Dembech ottobre 2014 marzo 2015 TALENT SCOUT Tutta la classe (nella fase finale Mazzini Righetti - Zangarini) Ottobre novembre 2014 Progetto FIXO Mazzini - Pecorini 04/11/14 Incontro Ricerca attiva del Tutta la classe Gennaio maggio 2015 lavoro Partecipazione agli Open Day organizzati da varie università Tutti gli studenti interessati a proseguire gli studi Febbraio maggio 2015 Laboratorio Una storia di scuola e lavoro 5 6 marzo 2015 Salone In Tour Tutta la classe 7 14marzo 2015 ROTARY DAY: parlare con i giovani, non dei giovani Tutta la classe Ardoli Bodini Dembech Mazzini - Valcarenghi 20 / 39

21 3.7 PROGRAMMI SVOLTI Lingua e letteratura italiana Storia Lingua inglese Matematica Informatica Sistemi e reti Tecnologie e progettazione di sistemi informatici e di telecomunicazioni Gestione progetto, organizzazione d'impresa Scienze motorie e sportive Religione cattolica 21 / 39

22 LINGUA E LETTERATURA ITALIANA A) Lingua e linguaggi V. Della Valle, Me ne frego : il fascismo e la lingua italiana (regia di Vanni Gandolfo, 2014) M. Proietti, Ecco perché parleremo con gli emoji, «Corriere della Sera», Il nuovo vocabolario Zanichelli: le definizioni d autore di esponenti di rilievo del mondo della cultura, della scienza, dello sport e del costume italiano; piccole narrazioni o ricordi personali per offrire un punto di vista originale sul significato di una parola. Il linguaggio cinematografico e dell'animazione: Walt Disney raccontato da Luca Raffaelli (trasmissione Wikiradio in onda il su Radio 3 Rai) B) Saggistica - F. Rampini, Rete padrona. Amazon, Apple, Google &co. Il volto oscuro della rivoluzione digitale. Feltrinelli, Milano, 2014 C) Storia della letteratura L'età del Positivismo I caratteri del Naturalismo - E. e J. De Goncourt, da La doppia vita di Germinie Lacertau Questo romanzo è un romanzo vero. Prefazione - E. Zola, da L'Assommoir, Gervasia all'assommoir L'esperienza italiana del Verismo - L. Capuana, da Le paesane Fastidi grassi - G. Verga, da Vita dei campi Fantasticheria Testi: da I Malavoglia La famiglia Malavoglia e L'arrivo e l'addio di 'Ntoni da Novelle rusticane La roba da Mastro don Gesualdo La morte di Gesualdo L'affermarsi di una nuova sensibilità: il Simbolismo, l'estetismo e il Decadentismo - C. Baudelaire da I fiori del male Corrispondenze - G. D'Annunzio esteta e superuomo Biografia e linee di poetica Testi: da Il piacere Il verso è tutto e Il ritratto di un esteta da L'alcyone La pioggia nel pineto da Notturno Deserto di cenere 22 / 39

23 Le avanguardie storiche: il futurismo - F.M. Marinetti Biografia e poetica Testi: Manifesto del Futurismo; da Zang Tumb Tumb Il bombardamento di Adrianopoli - G. Papini, Un foglio stonato, urtante, spiacevole e personale - V. Majakovskij, La guerra è dichiarata Ungaretti e la prima guerra mondiale -Biografia e poetica Testi: da L'allegria Il porto sepolto, Veglia, Fratelli, I fiumi, Mattina, Sono una creatura, Soldati, San Martino del Carso Italo Svevo e la figura dell'inetto La vita, il pensiero e la poetica Testi: da La coscienza di Zeno Prefazione, Preambolo, L'ultima sigaretta, Una catastrofe inaudita Luigi Pirandello e la crisi dell'individuo Principali temi e caratteri della narrativa pirandelliana Testi: da Il fu Mattia Pascal Premessa ; Premessa seconda (filosofica) a mo' di scusa da Novelle per un anno La patente ; Il treno ha fischiato da Uno, nessuno e centomila Salute! Eugenio Montale e la poetica dell'oggetto Cenni biografici, il pensiero e la poetica Da Ossi di seppia Non chiederci la parola, Meriggiare pallido e assorto, Spesso il male di vivere ho incontrato, Cigola la carrucola nel pozzo da Le occasioni Non recidere, forbice, quel volto da La bufera e altro La bufera da Satura Ho sceso dandoti il braccio Letteratura concentrazionaria -Primo Levi, da Se questo è un uomo Considerate se questo è un uomo, I sommersi e i salvati Italo Cavino tra Neorealismo e Postmoderno da Il sentiero dei nidi di ragno La pistola da Le città invisibili Anastasia, Tamara, Despina e Ottavia Scritture poetiche del '900 -S.Penna da Poesie La vita...è ricordarsi di un risveglio; Io vivere vorrei - W.Szymborska, Scrivere un curriculum - M.Niemoller B.Brecht, Prima di tutto vennero a prendere gli zingari / 39

24 Cittadinanza attiva e problemi del nostro tempo - N. Ordine, L'utilità dell'inutile, «Sette», ) - Convegno sul volontariato: La meglio gioventù - M. Belpoliti, Il nemico ha lo stipendio fisso, «La Stampa», M. Accettura, La lunga notte dei social, «La Repubblica», M. Gramellini, Se questo è un bimbo, «La Stampa», Conferenza di A.Pergolizzi: rapporto annuale di Legambiente (ecomafie) - Nigeria, Messico, Hong Kong: studenti e terrorismo (articoli da «Internazionale» on line) - La strage di Charlie Hebdo e la libertà di espressione (articoli vari da «Internazionale») - S. Avallone, Greta e Vanessa: la furia cinica (un po' maschilista) dietro le urla «se la sono cercata», «La Repubblica», P. Rumiz, Ma in quelle megalopoli non c'è nulla da esplorare, «La Repubblica», Testimoni della storia: incontro con Armando Gasiani, partigiano deportato a Mauthausen - F. Rampini, 8 colpi alla schiena contro un nero disarmato, «La Repubblica», G. Lerner, Quelle mani tese sulla zattera dei disperati a un metro da terra, «La Repubblica», S. Mattarella, Vi racconto il mio 25 aprile... (Intervista di Ezio Mauro), «La Repubblica», A. Nair, Saccheggi e fatalità. La vendetta della Terra che in Tibet ha spezzato il regno delle montagne, «La Repubblica», / 39

25 STORIA La guerra civile americana Lo sterminio dei nativi americani L'emigrazione verso l'america nell'800 Neocolonialismo: cause e conseguenze La società di massa La Belle Epoque L'età giolittiana La Grande Guerra: cause del conflitto e principali eventi. L'Italia nella Grande Guerra -La scrittura in trincea come forma catartica -Il cinema della Grande Guerra: Orizzonti di gloria di S.Kubrick (1957) Il crollo dell'impero zarista e la rivoluzione bolscevica La dittatura di Stalin -Attualità: G.Visetti Cina, il ritorno dei maoisti (La Repubblica, ) L'Italia dopo la Prima Guerra Mondiale L'affermazione del movimento fascista e poi dello Stato fascista -Approfondimento: le donne e il fascismo La crisi del '29 e il New Deal La Repubblica di Weimar L'ascesa al potere di Hitler; il regime nazista La guerra civile spagnola -Approfondimento : Guernica di Picasso La Seconda Guerra Mondiale : cause e anni dal 1939 al 1941 La guerra diventa globale ( ) La resistenza Italiana Lo sterminio degli ebrei, il lato oscuro della modernità Il secondo dopoguerra e l'ordine bipolare L'Italia Repubblicana 25 / 39

26 LINGUA INGLESE ENGLISH FOR LIFE: - Unità 14,18,22,30,38,42,43,53,55,70,71,72,73,75 - Revisione e consolidamento grammaticale di tutte le strutture verbali apprese negli anni precedenti: present simple, present continuous, futures, conditionals, past simple, past continuous, present perfect, past perfect, infinitive, past participle; - la forma passiva; il periodo ipotetico: livello di ipotesi zero-primo-secondo-terzo; - Wish + past perfect. NEW I-TECH: - Module 3: Uses of the computer Unit 2: Databases - Pros and Cons of Databases Spreadsheets The system - the most widely used Internet service - Portable media players: MP3 - What is MP4 Technology? - Advantages and Disadvantages The Ipod Other uses of the Computer. Unit 3:The Internet-WWW - The Internet connection and services - Broadband- Videoconferencing: advantages and disadvantages - Surfing the net-internet protocols Bookmarks and Hyperlinks - On line communities: Websites Social network Sites and Leisure Social Network Sites and Work Wikis. - Module5: Telecommunications and networks Unit 1: Telecommunications -What is information? - Transmission Media: Wires and Cables - Optical Fibres; Advantages of Optical Fibres over Wires Unit 2: Networks and Networking Proy Servers - Networks Components - Wireless Networking Network Topologies Intranet - Cloud Computing. - Module 6: ICT Security and society Unit 1: ICT Systems Security and best Practices -How to store and keep Data safe and secure - The risks of Damage by Malware; Countermeasures Passwords.- Quale approfondimento facoltativo è stata consigliata la lettura dell inserto al Corriere della Sera, pubblicato in occasione della morte di Steve Jobs, Stay hungry, stay foolish. 26 / 39

27 MATEMATICA RIPASSO: CALCOLO DIFFERENZIALE e STUDIO DI FUNZIONE - Continuità in un punto e in un intervallo. - Classificazione dei punti di discontinuità. - Calcolo della derivata di una funzione. - Punti di non derivabilità. - Studio di funzioni razionali intere e fratte. - Grafici dedotti da una funzione nota f ( ) mediante alcuni operatori: f ( ), 1 f ( ), e,ln( f ( ) f ( )), f '( ) TEOREMI sulle FUNZIONI DERIVABILI - Teorema di Rolle (enunciato e interpretazione geometrica). - Teorema di Lagrange (enunciato e interpretazione geometrica). - Teorema di Cauchy (enunciato). - Teoremi di de L Hopital (enunciato ed applicazioni) INTEGRALI INDEFINITI - L integrale indefinito e le sue proprietà. - Integrali indefiniti immediati. - Integrali di funzioni le cui primitive sono funzioni composte. - Integrazione per parti. - Integrazione per sostituzione: esercizi semplici con sostituzioni suggerite. - Integrazione di funzioni razionali fratte: o il numeratore è la derivata del denominatore o il numeratore è di grado superiore al denominatore o il denominatore è di primo grado o il denominatore è di secondo grado INTEGRALI DEFINITI - L integrale definito e le sue proprietà. - Il teorema della media (con dimostrazione). - La funzione integrale. - Il teorema fondamentale del calcolo integrale (con dimostrazione). - Formula per il calcolo dell integrale definito. - Teorema del valor medio di una funzione. (con dimostrazione). - Calcolo dell area di una superficie compresa tra il grafico di una funzione e l asse. - Calcolo dell area di una superficie compresa fra il grafico di due o tre funzioni. - Volume di un solido di rotazione intorno all asse. 27 / 39

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 5B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Barbara Zannol ITP: Andrea Sgroi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 13 studenti di cui una sola ragazza.

Dettagli

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO

MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE 5 PASTICCERIA MOD.1 L ETÀ DEL SIMBOLISMO E DEL DECADENTISMO Inquadramento storico culturale: la crisi del Positivismo La poesia simbolista in Francia. C. Baudelaire Da I Fiori

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. 2013/14 SCUOLA: Liceo linguistico Manzoni DOCENTE: Elena Bordin MATERIA: Italiano Classe: V Sezione: M OBIETTIVI: COGNITIVI (Conoscenze, competenze): Riconoscere i sottocodici

Dettagli

Relazione finale del docente A.S. 2012-2013

Relazione finale del docente A.S. 2012-2013 Relazione finale del docente A.S. 2012-2013 Classe/sez. Indirizzo Docente Materia Ore di lezione svolte Ambito Maria Caterina V E Mercurio Informatica 165 teorico pratico Cassetti Svolgimento dei programmi

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5FSC Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher

TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura Terzo Millennio Voll 2, 3.1, 3.2 Casa Editrice: Loescher PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : Marina Polacco, Pierpaolo Eramo, Francesco De Rosa Letteratura

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015. Ripasso programmazione ad oggetti. Basi di dati: premesse introduttive SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DA RIPORTARE SUL P.O.F. A.S. 2014-2015 ASSE DISCIPLINA DOCENTE MATEMATICO INFORMATICA Cattani Barbara monoennio CLASSE: quinta CORSO D SEZIONE LICEO SCIENZE APPLICATE

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino

PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino Anno Scolastico PROGRAMMA SVOLTO Sede di Bardolino 2012-2013 Classe: V D Sezione TURISTIC O Docente: Disciplina: Pericolosi Walter Italiano e storia Descrizione: PROGRAMMA DI ITALIANO Modulo 1 L età del

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2014-2015 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Classe: 5 C Indirizzo:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING 1 di 6 04/12/2013 13.10 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014 1. SECONDO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 DISCIPLINA Tecnologie

Dettagli

Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola PRIMA PROVA SCRITTA

Liceo delle Scienze Umane Sofonisba Anguissola PRIMA PROVA SCRITTA PRIMA PROVA SCRITTA CANDIDATO CLASSE DATA INDICATORI DESCRITTORI PUNTI Livello espressivo trascurato, con errori e improprietà lessicali Correttezza generale, sia pure con qualche lieve errore 2 CORRETTEZZA

Dettagli

PIANO DI LAVORO. a.s. 2014 / 2015

PIANO DI LAVORO. a.s. 2014 / 2015 PIANO DI LAVORO a.s. 2014 / 2015 Materia: INFORMATICA Classe: quinta A Data di presentazione: 7/10/2014 DOCENTI FIRMA Cerri Marta Bergamasco Alessandra Posta elettronica: itisleon@tin.it - Url: www.itdavinci.it

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO

DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO DIPARTIMENTO DI LETTERE DEL LICEO CLASSICO NICOLA SPEDALIERI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO ANNO SCOLASTICO 2010-2011 TRIENNIO Competenze d ingresso Gli alunni, al termine del percorso formativo del biennio,

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI Disciplina:ECONOMIA AZIENDALE Classe:4 A SIA A.S.2014/2015 Docente:CARBOGNIN AGOSTINO GIACOMO ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La situazione di partenza e' generalmente sufficiente, con la presenza

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE DOCENTE: Evangelista Antonella MATERIA: Informatica CLASSE: 4 Q Sistemi Informativi Aziendali Anno scolastico 2012-2013 N. ore settimanali nella classe : 5 h

Dettagli

INFORMATICA COMPETENZE

INFORMATICA COMPETENZE INFORMATICA Docente: Sandra Frigiolini Finalità L insegnamento di INFORMATICA, nel secondo biennio, si propone di: potenziare l uso degli strumenti multimediali a supporto dello studio e della ricerca

Dettagli

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : Relazione Internazionale per il Marketing Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... RELAZIONI INTERNAZIONALI 1 di 6 26/01/2015 11.38 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI 1. QUINTO ANNO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO TECNICO RELAZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE M i n i s t e r o d e l l I s t r u z i o n e, d e l l U n i v e r s i t à e d e l l a R i c e r c a I. I. S. J. T O R R I A N I I S T I T U T O T E C N I C O - S E T T O R E T E C N O L O G I C O L I

Dettagli

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII

LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE 74 XVII LICEO GINNASIO STATALE FRANCESCO PETRARCA 34139 TRIESTE Via Domenico Rossetti, 74 XVII Distretto Tel.: 040390202 Fax: 0409383360 e-mail: scrivici@liceopetrarcats.it Anno Scolastico 2010-2011 RELAZIONE

Dettagli

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014

LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO. Biennio triennio. Anno scolastico 2013-2014 LICEO CLASSICO G. GARIBALDI DIPARTIMENTO D ITALIANO Biennio triennio Anno scolastico 2013-2014 Il Dipartimento nel redigere il documento di programmazione didattica annuale, fa riferimento a : la revisione

Dettagli

COMPETENZE PROFESSIONALI

COMPETENZE PROFESSIONALI Pagina 1 di 13 ANNO SCOLASTICO 2015/16 PIANO DI LAVORO ANNUALE - CONTRATTO FORMATIVO DOCENTE MATERIA CLASSE MASOCH MONICA ECONOMIA AZIENDALE e GEOPOLITICA V C RIM OBBIETTIVI DISCIPLINARI (in conformità

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Gestione del progetto ed organizzazione d impresa Classe: 5BI A.S. 2015/16 Docente: Mattiolo ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è costituita da 21 alunni. 20 alunni provenienti

Dettagli

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica

Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Articolazione Informatica Linee guida Secondo ciclo di istruzione Istituti Tecnici - Settore tecnologico Indirizzo Informatica e telecomunicazioni Quadro orario generale 1 biennio 2 biennio 5 anno 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Sistemi e reti**

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio

Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15. CLASSE 5 a B. Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Istituto Statale di Istruzione Superiore «Pio Paschini» Tolmezzo A.S. 2014/15 CLASSE 5 a B Liceo Scientifico Documento del 15 maggio Liceo Scientifico - Piano di studi Discipline 1 Biennio 2 Biennio 5

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI INFORMATICA. Anno Scolastico 2015/2016

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI INFORMATICA. Anno Scolastico 2015/2016 Istituto di Istruzione Superiore "Don Lorenzo Milani" - Gragnano (NA) Istituto Tecnico Commerciale e Turistico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Anno Scolastico 2015/2016

Dettagli

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte

PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi educativi e didattici PIANO DI LAVORO: Disegno e storia dell arte Obiettivi formativi generali: Formazione di un metodo di studio flessibile. Inquadramento e schematizzazione degli argomenti.

Dettagli

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE

COMPETENZE IN ESITO (5 ANNO) ABILITA' CONOSCENZE MAPPA DELLE COMPETENZE a.s. 2014-2015 CODICE ASSE: tecnico-professionale QUINTO ANNO PT1 scegliere dispositivi e strumenti in base alle loro caratteristiche funzionali; Progettare e realizzare applicazioni

Dettagli

PROGRAMMA DI INFORMATICA

PROGRAMMA DI INFORMATICA PROGRAMMA DI INFORMATICA CLASSE 5 B Sistemi Informativi Aziendali A.S. 2014/2015 DOCENTE CORREDDU GIOVANNA ITP PANZERA GRAZIA Materiale didattico Libro di testo: Iacobelli, Ajme, Marrone, Brunetti, Eprogram-Informatica

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO

PROGRAMMA CONSUNTIVO PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO A.S. SCUOLA: CIVICO LICEO LINGUISTICO A.MANZONI DOCENTE: FABIO NUNZIATA MATERIA: ITALIANO Classe 5 Sezione H OBIETTIVI Cognitivi 1. conoscere adeguatamente le regole del

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Telecomunicazioni Classe: 1BM A.S. 2015/16 Docenti: Lombino Giuseppe Codocente Gianello Annalisa ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 16 alunni maschi di cui quattro

Dettagli

MATERIA: INFORMATICA CLASSI: PRIME TERZE QUARTE SECONDE QUINTE

MATERIA: INFORMATICA CLASSI: PRIME TERZE QUARTE SECONDE QUINTE Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: INFORMATICA CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZI : Amministrazione, Finanza e marketing Scienze bancarie, finanziarie e assicurative Nodi concettuali

Dettagli

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni

INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni ISTRUZIONE TECNICA INDIRIZZO Informatica e Telecomunicazioni L indirizzo Informatica e Telecomunicazioni ha lo scopo di far acquisire allo studente, al termine del percorso quinquennale, specifiche competenze

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO DI INFORMATICA

PERCORSO FORMATIVO DI INFORMATICA Anno Scolastico 2015/16 PERCORSO FORMATIVO DI INFORMATICA CLASSE VB INFORMATICA Docenti: D Antico Maria Samantha Civardi Mauro Ore settimanali: 6 Ore annuali (previste in data 07/05/2016) : 196 FINALITA'

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: MATEMATICA Classe: 5A SIA A.S. 20015/16 Docente: POLONIO NADIA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe risponde adeguatamente alle proposte formative, e lavora in modo disciplinato,

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15

PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 2014-15 PROGRAMMAZIONE DEL DIPARTIMENTO DI STORIA TRIENNIO Anno Scolastico 04-5 Competenze previste Abilità dello studente Conoscenze sapersi orientare sui concetti generali relativi alle istituzioni statali,

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 3 A IPSC A.S. 2014/2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO la classe 3 A indirizzo

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997)

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (AI SENSI DELL ARTICOLO 5 Legge n. 425 10/12/1997) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LEON BATTISTA ALBERTI Via A. Pillon n. 4-35031 ABANO T. (PD) Tel. 049 812424 - Fax 049 810554 Distretto 45 - PD Ovest PDIS017007- Cod. fiscale 80016340285 sito web: http://www.lbalberti.it/

Dettagli

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone

Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Istituto di istruzione secondaria di II grado - Bressanone Anno scolastico 2015 / 2016 Piano di lavoro individuale LICEO "Dante Alighieri" Classe: V LICEO linguistico e scientifico Insegnante: ZERBI Raffaella

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 I BIENNIO (CLASSI 1^ E 2^) Competenze disciplinari Specifiche 1) Conoscere e utilizzare il proprio corpo

Dettagli

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali)

Nodi concettuali essenziali della disciplina (Saperi essenziali) Mod. DIP/FUNZ 1 - TRIENNIO MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE CLASSI: PRIME TERZE SECONDE QUARTE QUINTE INDIRIZZO : RELAZIONI INTERNAZIONALI ( R.I.M. ) Nodi concettuali essenziali della disciplina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING http://suite.sogiscuola.com/documenti_web/vris017001/documenti/9.. 1 di 7 04/12/2013 118 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO AMM FIN E MARKETING ANNO SCOLASTICO2013/2014

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2015 2016. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Piano di lavoro individuale Classe: Materia: 4A ind. TURISMO Matematica Docente: CABERLOTTO GRAZIAMARIA Situazione di partenza della classe La classe è composta da 24 alunni di

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Sistemi e reti Classe: 3A Informatica A.S. 2014/15 Docente: Barbara Zannol ITP: Giorgio Storti ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta di 19 alunni di cui 17 maschi e

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA PROGRAMMAZIONE ATTIVITA' DIDATTICA A.S. 2014-2015 MATERIA: TECNOLOGIE DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMBROGIO FUSINIERI VICENZA Via G. D Annunzio, 15-36100 VICENZA Tel. 0444563544 Fax 0444962574 sito web: www.itcfusinieri.eu E-mail: protocollo@itcfusinieri.it - vitd010003@pec.istruzione.it

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnologie e Progettazione di Sistemi Informatici e di Telecomunicazioni Classe: 5B Informatica A.S. 2014/15 Docente: Barbara Zannol ITP: Alessandro Solazzo ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO

Dettagli

BOZZA DEL 06/09/2011

BOZZA DEL 06/09/2011 ARTICOLAZIONE: INFORMATICA Disciplina: COMPLEMENTI DI MATEMATICA (C4) Il docente di Complementi di matematica concorre a far conseguire allo studente, al termine del percorso quinquennale, i seguenti risultati

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI COMPORTAMENTALI SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Matematica e Complementi di Matematica Classe: 4 AI A.S. 2015/16 Docente: Carollo Maristella ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LICEO CLASSICO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta

I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta I.T.G.C. Salvemini-Duca D'Aosta Anno scolastico 2013-14 classe V sez..a Prof. A. Rogai Programma di Italiano Modulo I: Tra Positivismo e Naturalismo Il Positivismo: un nuovo indirizzo di pensiero Il Naturalismo:

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: 1A A.S 2014/2015 Disciplina: Informatica, applicazioni gestionali Classe: 1A A.S 2014/2015 Docente: Prof. Renata Ambrosi ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 27alunni; 5 maschi e 22 femmine.

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecniche Professionali Classe:5 B A.S. 2015/16 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITA SCHEDA DI PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCATIVE PER DISCIPLINA AL. 2.1.2

MANUALE DELLA QUALITA SCHEDA DI PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE EDUCATIVE PER DISCIPLINA AL. 2.1.2 Pag 1 di 7 MINISTERO DELL ISTRUZIONE,DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO I.I.S. Crocetti - Cerulli - Giulianova SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

Information Technology

Information Technology CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Martina Martinelli Via G.Mazzini n.3 Lettopalena (CH) E-mail martina.martinelli@hiteco.it Nazionalità Italiana Data di nascita 23 OTTOBRE 1983 ESPERIENZA

Dettagli

Documento del Consiglio di classe

Documento del Consiglio di classe Istituto Tecnico Statale Commerciale e per il Turismo C. Piaggia Viareggio Documento del Consiglio di classe Anno scolastico 2014-2015 Classe 5 serale Indirizzo: Amministrazione finanza e marketing Approvato

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

I.T.I. E.Medi - San Giorgio a Cremano (Napoli)

I.T.I. E.Medi - San Giorgio a Cremano (Napoli) I.T.I. E.Medi - San Giorgio a Cremano (Napoli) Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni Articolazione: Informatica INFORMATICA: Analisi Disciplinare FINALITÀ GENERALI DELL INDIRIZZO E DELL ARTICOLAZIONE

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio

SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE. INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio SCHEDA PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING Biennio Anno scolastico 2012 / 2013 Consiglio Classe II sezione B Data di approvazione 24 ottobre -

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza

VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. PRESENTI: ASSENTI: Presiede Verbalizza VERBALE del CONSIGLIO di CLASSE della classe.. sez. TRIENNIO Il giorno... alle ore... nei locali del Liceo Scientifico Statale R. Caccioppoli, si è riunito il Consiglio di Classe per procedere alla programmazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINT... SERVIZI SOCIO-SANITARI 1 di 5 23/01/2015 12.36 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE QUINTO ANNO PROFESSIONALE SERVIZI SOCIO-SANITARI 1. QUINTO ANNO DISCIPLINA: Matematica DOCENTI : Provoli, Silva, Vassallo MODULI CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE. QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 3, di cui 2 in compresenza

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE. QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 3, di cui 2 in compresenza I.I.S. Fermi Galilei via S. G. Bosco, 17-10073 Cirié (TO) tel. 011.9214575-011.9210546 011.9214590 fax 011.9214267 cod. meccanografico TOIS04900C CF: 92047280018 e-mail: fermi@icip.com email: TOIS04900C@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014)

Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) Disciplina: Tecniche di comunicazione Classe: 4 B IPSC A.S. 2014/ 2015 Docente: Vittorio Bassan (Todaro Elena, fino al 7/11/2014) ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe 4 sezione

Dettagli

VALUTAZIONE scuola primaria valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni

VALUTAZIONE scuola primaria valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni VALUTAZIONE In base all art. 3 del decreto legge del 30 ottobre 2008, n.169, dall'anno scolastico 2008/09, nella scuola primaria la valutazione periodica ed annuale degli apprendimenti degli alunni è espressa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2015/2016 CLASSE 2^ D

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2015/2016 CLASSE 2^ D PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA a.s. 2015/2016 CLASSE 2^ D Indirizzo Scientifico opzione Scienze Applicate COORDINATORE: prof. Alessandro Pepe COMPONENTI DEL CONSIGLIO DI CLASSE DOCENTE Pepe Alessandro

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016

PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 PIANO DI LAVORO DEL DOCENTE anno scolastico 2015/2016 Prof.ssa Ragnoli Raffaella MATERIA Economia Aziendale e geopolitica classe e indirizzo : 5 A RIM n. ore settimanali: 6 monte orario annuale: 198 CONOSCENZE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA E DIDATTICA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. VERONESE LICEO: SCIENTIFICO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE - CLASSICO - SCIENZE UMANE - LINGUISTICO Via Togliatti, 833 30015 - CHIOGGIA (VE) - Tel. 041/5542997-5543371

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo

LINGUE E LETTERATURE STRANIERE. Inglese, francese, tedesco, spagnolo LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Inglese, francese, tedesco, spagnolo Indirizzi Classico e Linguistico BIENNIO (Li, L2), (L3 l a e 2 a liceo) OBIETTIVI GENERALI (L1, L2, L3 e sezioni classiche) Obiettivo

Dettagli

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico

Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico Liceo Marie Curie (Meda) Scientifico Classico Linguistico PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE a.s. 2015/16 5^ AS CLASSE Indirizzo di studio Liceo Scientifico Docente Disciplina Prof.ssa Giuliana

Dettagli

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BRAGAGLIA Via Casale Ricci, s.n.c. 03100 FROSINONE (FR) Tel. 0775-9100

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO 1. PRIMO BIENNIO ANNO SCOLASTICO 2014-2015 DISCIPLINA : LINGUA

Dettagli

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s.

A.S. 2014/2015- Programma svolto di INFORMATICA ITCG E. Fermi Tivoli classe V C SIA. Programma svolto di. Informatica. classe VC S.I.A a.s. Programma svolto di Informatica classe VC S.I.A a.s. 2014/2015 MODULO 1 I SISTEMI OPERATIVI U.D. 1 Organizzazione dei Sistemi Operativi U.D. 2 Struttura e funzionamento di un Sistema Operativo U.D. 3 Tipi

Dettagli

1. Competenze trasversali

1. Competenze trasversali 1 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI MATEMATICA DOCENTI: PROF. ANGERA GIANFRANCO CLASSE V U TUR Secondo le linee guida, il corso

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014)

PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (Pi) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s.2013/2014)

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Gestione del Progetto e Organizzazione d Impresa Classe: 5BI Informatica A.S. 2014/15 Docente: Soldo Giuseppe Antonio ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è costituita da 13

Dettagli

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V

Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Istituto Tecnico Tecnologico Basilio Focaccia Salerno Programmazione Disciplinare: ITALIANO Classe: V Anno scolastico 2014-2015 I Docenti della Disciplina Salerno, 12 settembre 2014 Finalità della Disciplina:

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ALLEGATO A - INFORMATICA RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE MATERIA: INFORMATICA Classe 5 sez. Bsia a.s. 2014/15 DOCENTE: prof. Domenico Francullo In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti

Dettagli

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016) Istituto Tecnico Commerciale Statale e per Geometri E. Fermi Pontedera (PI) Via Firenze, 51 - Tel. 0587/213400 - Fax 0587/52742 http://www.itcgfermi.it E-mail: mail@itcgfermi.it PIANO DI LAVORO (a.s. 2015/2016)

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE

PIANO DI LAVORO ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI MATERIA DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE Pag. 1 di 3 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 DIPARTIMENTO DI INFORMATICA INDIRIZZO TECNICO SCIENTIFICO CLASSI CORSI AFM, RIM, SIA BIENNIO TRIENNIO DOCENTI: PAGETTI, GOI NUCLEI FONDAMENTALI DI CONOSCENZE I QUADRIMESTRE

Dettagli

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia

Programmazione modulare per la classe quarta Articolazione: Accoglienza turistica Servizi di sala e vendita - Enogastronomia Grazia Batarra, Monica Mainardi Imprese ricettive & ristorative oggi per il quinto anno Edizione mista Tramontana Programmazione modulare per la classe quarta : Accoglienza turistica Servizi di sala e

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE CARLO GEMMELLARO CATANIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA MATERIA: MATEMATICA PROFESSORE: ANNA ZUMMO CLASSE: IV sez. A informatica A.S.: 2014/2015 DATA: 30/10/2014 SOMMARIO

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Italiano Classe: 4CE A.S. 2015-2016 Docente: Ianaro Federica ANALISI DI SITUAZIONE di partenza - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO Disciplina: ITALIANO Classe: QUINTA B A.S. 2015 / 2016 Docente: DALLA VECCHIA MARIA TERESA ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da diciotto alunni, di cui undici femmine e sette

Dettagli

VALUTAZIONE DELL ALUNNO

VALUTAZIONE DELL ALUNNO LA VALUTAZIONE VALUTAZIONE DELL ALUNNO In seguito all introduzione del voto decimale nella scuola, ripristinato dal tanto discusso e contestato decreto Gelmini, si è sviluppato, nelle scuole, un ampio

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Tecnica Professionale Classe:4 B A.S. 2014/15 Docente: Mazzotta Antonietta ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe è composta da 14 alunni provenienti dalla classe terza dell istituto,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Pag. 1 di 7 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE a.s. 2012/2013 Prof.ssa Paola VERGANI Materia MATEMATICA Classe V Sez. D ss Testi adottati: - Bergamini- Trifone- Barozzi Fondamenti di calcolo algebrico

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO

OFFERTA FORMATIVA INDIRIZZI DI STUDIO ISTITUTO TECNICO E. SCALFARO Piazza Matteotti, 1- CATANZARO Tel.: 0961 745155 - Fax: 0961 744438 E-mail:cztf010008@istruzione.it Sito: www.itiscalfaro.cz.it ANNO SCOLASTICO 2011 2012 OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA

RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA Allegato A Istituto paritario di Istruzione Secondaria Superiore Ivo de Carneri Civezzano Indirizzo I.T.A.S. indirizzo Biologico RELAZIONE E PROGRAMMA FINALE DI MATEMATICA A.S. 2013/2014 CLASSE: 5 a I.T.A.S.

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Progettazione della classe I BS classe a. s. 2015-16 La programmazione educativa e didattica per l a. s. in corso è elaborata dal Consiglio di classe con la sola presenza

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli