Istituto Comprensivo Croci - Scuola Primaria Don Lorenzo Milani Calderara. Programmazione Didattica Annuale Anno Scolastico Classi Quinte

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto Comprensivo Croci - Scuola Primaria Don Lorenzo Milani Calderara. Programmazione Didattica Annuale Anno Scolastico 2013-2014 Classi Quinte"

Transcript

1 Istituto Comprensivo Croci - Scuola Primaria Don Lorenzo Milani Calderara Programmazione Didattica Annuale Anno Scolastico Classi Quinte 1

2 LINGUA ITALIANA Ascoltare e comprendere O.D.G. 1 SAPER ASCOLTARE, COMPRENDERE ED INTERPRETARE MESSAGGI 1 a. Comprende istruzioni per l esecuzione di attività didattiche. 1 b. Comprende spiegazioni relative ai contenuti delle attività proposte. 1 c. Comprende e ricorda testi letti dall insegnante. 1 d. Presta attenzione agli interventi in una discussione, comprendendo le opinioni degli Interlocutori e le loro motivazioni. 1 e. Comprende comunicazioni provenienti da diverse fonti di informazione. 1 f. Si concentra nell ascolto per un determinato periodo di tempo. Comunicare oralmente O.D.G. 2 SAPER COMUNICARE IN FORMA CHIARA ED ORGANICA ED AMPLIARE IL PROPRIO LESSICO 2 a. Racconta esperienze e vissuti personali, rispettando un ordine logico-temporale. 2 b. Interviene in modo pertinente in una discussione, rispettandone tempi e modalità. 2 c. Rispetta le regole della comunicazione 2 d. Espone in modo chiaro ed efficace i contenuti delle attività proposte. 2 e. Espone in modo chiaro argomenti di studio seguendo uno schema prestabilito. 2 f. Utilizza parole ed espressioni adeguate ai contenuti da esprimere. Leggere e comprendere testi di tipo diverso O.D.G. 3 SAPER LEGGERE, ANALIZZARE E COMPRENDERE TESTI DI DIVERSO TIPO 3 a. Legge con sicurezza vari tipi di testo. 3 b. legge in modo corretto e spedito qualsiasi tipo di testo. 3 c. Rispetta i segni di punteggiatura. 3 d. Varia l intonazione della voce a seconda delle esigenze del testo. 3 e. Comprende il senso globale di un brano, rilevandone gli elementi portanti. 3 f. Seleziona le informazioni principali da quelle secondarie. 3 g. Ricerca le parole di significato sconosciuto con l aiuto del dizionario. 3 h. Riconosce diverse tipologie testuali: descrittive, narrative, regolative, argomentative, poetiche. 3 i. Individua in un testo: personaggi, luoghi, tempi, avvenimenti, relazioni logiche. 3 l. Riconosce testi fantastici e realistici. 3 m. Comprende le domande di un questionario. 3 n. Riconosce in un testo opinioni e informazioni. 3 o. Riconosce e legge strutture ipertestuali. 3 p. legge e comprende una mappa concettuale. 3 q. Utilizza testi personali e della biblioteca scolastica organizzando le sue scelte personali ed esprimendo una sua valutazione. 3 r. Consulta testi per approfondire argomenti trattati in classe. Produrre testi scritti O.D.G. 4 PRODURRE E RIELABORARE TESTI SCRITTI DI VARIO GENERE 4 a. Produce testi scritti corretti, completi, organici e coerenti adeguati alle richieste. 4 b. Scrive usando un lessico appropriato. 4 c. Scrive usando frasi strutturate. 4 d. Scrive usando connettivi adeguati per collegare le frasi. 4 e. Scrive usando la corretta punteggiatura 4 f. Scrive testi narrativi utilizzando strutture predefinite. 4 g. Scrive testi descrittivi, partendo dalla realtà. 2

3 4 h. Scrive un testo argomentativo. 4 i. Scrive testi che riferiscono esperienze personali in modo chiaro, esplicito, completo inserendo dialoghi e descrizioni. 4 l. Scrive una lettera seguendo uno schema prestabilito. 4 m. Scrive testi a carattere pratico-comunicativo (appunti, avvisi, pro-memoria, diagrammi di flusso). 4 n. Dà ai testi un carattere pertinente. 4 o. Prepara un questionario. 4 p. Scrive una relazione. 4 q. Produce semplici poesie, dati stimoli diversi (immagini, associazioni di parole, colori, brani musicali). 4 r. Opera la sintesi di un brano letto oralmente e per iscritto. Riflettere sulla lingua O.D.G. 5 RICONOSCERE NEL LINGUAGGIO ORALE E SCRITTO STRUTTURE MORFO-SINTATTICHE E LESSICALI 5 a. Conosce le origini della lingua. 5 b. Sa utilizzare il dizionario. 5 c. Riconosce e analizza tutti i tipi di aggettivo. 5d. Riconosce e analizza i pronomi. 5 e. Riconosce e analizza gli avverbi e le congiunzioni. 5 f. Riconosce e analizza le interiezioni. 5 g. Riconosce e analizza tempi e modi del verbo. 5 h. Riconosce il soggetto e il predicato e i principali complementi. 5 i. Riconosce le parole con significati inclusi: omonimi, sinonimi, contrari. 5 l. Comprende l origine di alcune parole. 5 m. Utilizza correttamente i principali segni di punteggiatura. 5 n. Sa trasformare il discorso diretto in discorso indiretto e viceversa. 3

4 STORIA Orientarsi e collegare nel tempo fatti ed eventi O.D.G.1 COLLOCARE EVENTI DELLA STORIA ANTICA NELLO SPAZIO 1 a. Individua di ogni civiltà lo spazio in cui è collocata. 1 b. Individua le caratteristiche geografiche dello spazio. 1 c. Individua gli elementi geografici comuni alle diverse civiltà. 1 d. Individua quali elementi accomunano lo sviluppo delle diverse società. O.D.G. 2 COLLOCARE EVENTI DELLA STORIA ANTICA NEL TEMPO 2 a. Ripartisce gli eventi secondo le convenzioni tra a.c. e d. C. 2 b. Conosce e pone sulla linea del tempo una serie ordinata di eventi significativi relativi ai popoli. Studiati. 2 c. Periodizza e delimita nel tempo i periodi storici studiati. 2 d. Individua e collega gli eventi secondo la dimensione diacronica e sincronica. Conoscere, ricostruire e comprendere eventi e trasformazioni storiche. O.D.G. 3 OPERARE CONFRONTI TRA I SINGOLI ASPETTI DELLE DIFFE- RENTI CIVILTA DELL ETA ANTICA 3 a. Conosce quali elementi caratterizzavano e differenziavano le civiltà mediterranee (organizzazione sociale, governo, espressione artistica e religiosa) 1. Greci 2. Persiani 3. Macedoni Popoli italici (Camuni, Sardi, Etruschi) 4. Romani O.D.G. 4 INDIVIDUARE ELEMENTI DI CONTEMPORANEITA E NESSI STORICI TRA LE VARIE CIVILTA O.D.G. 5 SCOPRIRE, ANALIZZARE E CONFRONTARE LA STRUTTURA SOCIALE DELLE CIVILTA CONSIDERATE 5 a. Comprende la struttura sociale di una civiltà. 5 b. Comprende alcune cause del cambiamento di strutture e di regole sociali nel tempo. 5 c. Comprende i bisogni che causano modifiche nel modo di vivere delle società considerate. 5 d. Confronta strutture sociali diverse. O.D.G. 6 ACQISIRE UN METODO DI STUDIO 6 a. Individua gli elementi che caratterizzano lo sviluppo di una civiltà. 6 b. Individua le parole-chiave. 6 c. Utilizza le parole-chiave. 6 d. Mette in reazione le parole-chiave. 6 e. Utilizza uno schema logico. 6 f. Costruisce uno schema logico. 6 g. Ricostruisce aspetti della civiltà studiata. EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA Conoscere e comprendere regole e forme della convivenza democratica e dell organizzazione sociale, anche in relazione ad altre culture O.D.G. 1 COMPRENDERE L IMPORTANZA SOCIALE DELLE NORME 1 a. Acquisisce consapevolezza del significato di legge come garanzia dei diritti fondamentali. 1 b. Conosce i principi di un comportamento corretto e socialmente accettato (norma). 1 c. Conosce ed analizza alcuni diritti fondamentali della persona umana e dei bambini. 1 d. Acquisisce rispetto e cura dell'ambiente naturale sociale in cui vive dimostrando di conoscerne e apprezzarne il valore. 4

5 EDUCAZIONE ALL IMMAGINE O.D.G. 1 OSSERVARE E DESCRIVERE GLI ELEMENTI COMPOSITIVI DELL IMMAGINE 1 a. Analizza i segni, le forme e i colori di cui è composta l immagine, l ambiente e l opera d arte. 1 b. Descrive l immagine individuando gli elementi compositivi presenti. 1 c. Legge l immagine secondo un approccio emotivo, privilegiando quegli aspetti che attirano l attenzione e suscitano curiosità. 1 d. Conosce e osserva forme, oggetti e opere d arte che provengono dalla tradizione popolare e da Altre culture e civiltà. O.D.G. 2 COMPRENDERE E INTERPRETARE L IMMAGINE NEL SUO CONTE- STO DI RIFERIMENTO 2 a. Riconosce gli elementi principali della struttura compositiva di un immagine e di un opera d arte. 2 b. Scopre i significati espressivi presenti nelle immagini e nelle opere d arte. 3 c. Fornisce un interpretazione personale di immagini fisse e in movimento, di testi audiovisivi e di opere d arte. 3 d. Individua nelle immagini e nelle opere d arte il messaggio comunicativo. 4 e. Accresce le capacità critiche individuali. 4 f. Individua le relazioni tra l immagine o l opera d arte e il contesto culturale e storico di riferimento. O.D.G. 3 ATTIVARE LA PRODUZIONE E LA RIELABORAZIONE PERSONALE DI IMMAGINI 3 a. Utilizza l opera come stimolo per appropriarsi, attraverso la pratica di laboratorio, di una nuova modalità tecnica ed espressiva. 3 b. Supera gli stereotipi della rappresentazione, sviluppando la sperimentazione. O.D.G. 4 ATTIVARE UNA RIFLESSIONE CRITICA SULLE ATTIVITA SVOLTE 4 a. Riflette sull operato individuale e sul lavoro degli altri esprimendo il proprio punto di vista. 4 b. Analizza il contesto operativo per indicare gli strumenti adottati e valutare i risultati ottenuti. 5

6 LINGUA INGLESE O.D.G. 1 Ascoltare e comprendere semplici messaggi orali 1 a. Comprende le espressioni usate durante le attività 1 b. Comprende strutture linguistiche legate al contesto e alla situazione dialogica specifica. 1 c. Comprende il significato globale e dettagliato di storie e testi di vario genere. 1 d. Sa discriminare e memorizzare i ritmi e le intonazioni caratteristici della lingua inglese O.D.G 2 Sapere sostenere una facile conversazione utilizzando un lessico gradualmente più ampio 2 a. Sa utilizzare singole parole. 2 b. Sa utilizzare strutture linguistiche. 2 c Sostiene un dialogo parlando di sé utilizzando informazioni di vario genere. 2 d. Descrivere oggetti, animali, persone e luoghi 2 e. Si esprime correttamente attraverso chants e canzoni. 2 f. Drammatizza in modo espressivo le battute in una rappresentazione. O.D.G. 3 Leggere e comprendere brevi testi 3 a. Legge e comprendere singole parole. 3 b. Coglie il senso globale di una lettura intuendo il significato di termini non conosciuti. 3 c. Completa frasi note oralmente 3 d. Legge e comprende dialoghi e semplici storie. O.D.G. 4 Scrivere brevi frasi 4 a. Scrive correttamente parole e semplici frasi 4 b. Completa frasi e dialoghi. 4 c. Scrive autonomamente frasi note oralmente. 4 d. Compone frasi note oralmente, secondo un modello dato. 4 e. Esegue giochi linguistici utilizzando la riflessione sulla lingua. 6

7 EDUCAZIONE MOTORIA O.D.G. 1 PADRONEGGIARE ABILITA MOTORIE DI BASE IN SITUAZIONI DIVERSE 1 a. Percepisce il proprio corpo nel suo complesso e nei suoi segmenti. 1 b. Amplia e migliora gli schemi motori di base sia statici che dinamici. 1 c. Valutare elementi dello spazio e discriminare quelli del tempo. 1 d. Afferma la lateralità e rafforza la dominanza. 1 e. Affina la coordinazione oculo-manuale e quella dinamica generale. 1 f. Sviluppa le capacità condizionali: forza, rapidità, resistenza e mobilità articolare. 1 g. Migliora la strutturazione dell equilibrio sia statico che dinamico. 1 h. Migliora la destrezza insieme alla capacità di anticipazione e scelta. 1 i. Sviluppa la capacità d iniziativa e di soluzione di problemi motori. O.D.G. 2 PARTECIPARE ALLE ATTIVITA DI GIOCO E DI SPORT RISPET- TANDONE LE REGOLE 2 a. Utilizza le abilità motorie generali e specifiche in relazione al tipo di attività da svolgere. 2 b. Acquisisce e sviluppa le qualità individuali (coraggio, lealtà, disciplina, impegno, ecc.) e quelle sociali (senso di responsabilità, rispetto dell altro, collaborazione, solidarietà ecc.) 2 c. Conosce, applica e rispetta le regole in situazioni di gioco. 2 d. Crea giochi di regole, anche modificando e rielaborando giochi conosciuti. 2 e. Conosce ed esegue gesti motori appartenenti a diversi sport. 2 f. Acquisisce una corretta mentalità nei confronti dell agonismo e una coscienza dello spirito Sportivo, sia come protagonista che come spettatore di un evento sportivo. 7

8 MATEMATICA PROBLEMI o SAPER RISOLVERE E FORMULARE PROBLEMI 1. Comprende il testo di un problema 1.a Comprende la situazione problematica descritta nel testo 1.b Individua le domande intermedie e finali 1.c Individua i dati utili alla risoluzione presenti nel testo 1.d Individua i dati utili in tabelle, grafici, ecc. 1.e Sa rilevare mancanza di dati, dati superflui o contraddittori 2. Utilizza le operazioni logiche ed aritmetiche necessarie alla risoluzione di un problema 2.a Individua le operazioni aritmetiche necessarie alla risoluzione di un problema 2.b Sa eseguire le operazioni spiegando il significato del risultato 2.c Sa rispondere per iscritto, in modo adeguato, alle domande poste 2.d Nei casi possibili sa indicare più soluzioni 2.e Sa risolvere problemi utilizzando espressioni aritmetiche 3. Completa o costruisce il testo di un problema 3.a Completa il testo di un problema con domande adeguate 3.b Ricerca i dati mancanti 3.c Costruisce il testo di un problema sulla base di una serie di dati 3.d Costruisce il testo di un problema utilizzando dati relativi ad esperienze personali 3.e Sa tradurre uno schema risolutivo o delle operazioni nel testo di un problema ARITMETICA o APPROFONDIRE IL CONCETTO E LA STRUTTURA DEL NUMERO 1. Sa costruire la serie numerica oltre il milione 1.a Sa leggere i numeri naturali oltre il milione 1.b Sa scrivere anche sotto dettatura i numeri oltre il milione 1.c Sa indicare il precedente ed il successivo di un numero 1.d Sa effettuare numerazioni progressive e regressive 1.e Sa scrivere una successione di numeri partendo da una regola data 1.f Sa individuare la regola che genera una data successione 1.g Riconosce numeri primi, multipli, divisori e criteri di divisibilità 2. Sa confrontare ed ordinare i numeri oltre il milione 2.a Sa individuare il maggiore od il minore tra due o più numeri 2.b Sa utilizzare correttamente i simboli >,<,= in coppie o serie di numeri 2.c Sa ordinare una serie di numeri dal minore al maggiore o viceversa 3. Conosce il valore posizionale delle cifre 3.a Sa indicare in un numero il valore di ogni cifra 3.b Sa scomporre i numeri oltre il milione 3.c Sa comporre i numeri oltre il milione 3.d Sa stabilire equivalenze tra quantità numeriche espresse con cifre di valore diverso 8

9 4. Approfondisce il concetto di frazione 4.a Riconosce frazioni proprie, improprie, apparenti 4.b Individua frazioni equivalenti 4.c Sa confrontare ed ordinare frazioni 4.d Intuisce il concetto di percentuale come frazione particolare 5. Consolida il concetto di numero decimale 5.a Comprende il significato di numero decimale 5.b Comprende il significato della virgola 5.c Sa numerare in ordine crescente e decrescente i numeri decimali 5.d Sa confrontare ed ordinare numeri decimali utilizzando anche i simboli >, <, = SAPER OPERARE CON I NUMERI 1. Sa eseguire addizioni con numeri interi e decimali 1.a Sa eseguire addizioni in riga con due o più addendi 1.b Sa eseguire addizioni in colonna con numeri interi e decimali con due o più addendi e con più cambi 1.c Sa eseguire addizioni di quantità numeriche espresse con cifre di valore diverso 1.d Intuisce ed applica le principali proprietà dell addizione 1.e Sa verificare l esattezza del risultato di un addizione 2. Sa eseguire sottrazioni con numeri interi e decimali 2.a Sa eseguire sottrazioni in riga 2.b Sa eseguire sottrazioni con numeri interi e decimali in colonna con più cambi 2.c Intuisce ed applica le principali proprietà della sottrazione 2.d Sa verificare l esattezza del risultato di una sottrazione 3. Sa eseguire moltiplicazioni con numeri interi e decimali 3.a Sa eseguire moltiplicazioni in riga 3.b Sa eseguire moltiplicazioni in colonna con numeri interi e decimali con più cifre al moltiplicatore e al moltiplicando 3.c Sa moltiplicare un numero intero o decimale per 10, d Intuisce ed applica le principali proprietà della moltiplicazione 3.e Sa verificare l esattezza del risultato di una moltiplicazione 4. Sa eseguire divisioni con numeri interi e decimali 4.a Sa eseguire divisioni con numeri interi con due o più cifre al divisore 4.b Sa eseguire divisioni con dividendo e divisore decimali 4.c Sa dividere un numero intero o decimale per 10,100, d Sa verificare l esattezza del risultato di una divisione 4.e Intuisce ed applica le principali proprietà della divisione 5. Sa operare con le frazioni 5.a Sa calcolare il valore di una frazione 5.b Sa calcolare la frazione di un numero 5.c Sa calcolare il valore della frazione complementare 5.d Dato il valore di una frazione sa calcolare l intero 5.e Sa eseguire addizioni e sottrazioni con le frazioni 5.f Sa calcolare la percentuale, l interesse e lo sconto 6. Sa eseguire espressioni aritmetiche 6.a Sa rispettare l ordine di esecuzione di una serie di operazioni 6.b Sa utilizzare correttamente le parentesi 9

10 GEOMETRIA o APPROFONDIRE I PRINCIPALI CONCETTI DI GEOMETRIA PIANA, DI GEOMETRIA SOLIDA E DI GEOMETRIA DELLE TRASFORMAZIONI 1. Sa rappresentare, analizzare, classificare figure piane e 1.a Sa rappresentare figure geometriche utilizzando strumenti tecnici tradizionali (riga, squadra, compasso) 1.b Sa analizzare le caratteristiche di figure geometriche piane 1.c Sa classificare i poligoni in base ai lati, agli angoli. 1.d Sa analizzare le caratteristiche di ogni classe di poligoni(triangoli,quadrilateri ) 1.e Sa definire cerchio e circonferenza 1.f Sa rappresentare la corrispondente di una figura sottoposta a traslazione, rotazione, ribaltamento 1.g Conosce e sa classificare figure solide 1.h Avvio al concetto di volume 2. Sa calcolare perimetri ed aree 2.a Sa calcolare il perimetro di figure geometriche piane 2.b Sa calcolare la lunghezza della circonferenza 2.c Sa calcolare l area dei poligoni 2.d Sa calcolare l area del cerchio 2.e Sa calcolare l area di una figura solida mediante il suo sviluppo sul piano MISURA o CONOSCERE E SAPER UTILIZZARE I SISTEMI DI MISURAZIONE CONVENZIONALI 1. Sa misurare con campioni di misura convenzionali 1.a Sa misurare lunghezze, pesi, capacità, durate utilizzando strumenti adeguati 1.b Sa scegliere il campione di misura più adatto per una determinata misurazione 1.c Sa confrontare ed ordinare i risultati delle misurazioni effettuate 2. Conosce ed utilizza i sistemi di misurazione convenzionali 2.a Ha acquisito il concetto di unità di misura 2.b Conosce con sicurezza unità di misura, multipli, sottomultipli 2.c Utilizza correttamente i numeri decimali per esprimere misure 2.d Conosce e sa utilizzare correttamente le misure di superficie 2.e Conosce e sa utilizzare correttamente le misure di valore 2.f Conosce e sa utilizzare correttamente le misure di tempo 2.g Traduce una misura in un altra equivalente 2.h Sa effettuare operazioni con misure 1

11 LOGICA o SAPER EFFETTUARE, INTERPRETARE,RAPPRESENTARE CLASSIFICAZIONI 1. Sa effettuare classificazioni in base a più attributi 1.a Sa classificare elementi in base a due o più attributi 1.b Sa individuare i criteri di classificazioni date 1.c Sa utilizzare con sicurezza i quantificatori 1.d Sa utilizzare correttamente i connettivi e, non, o 2. 1B Sa interpretare e rappresentare classificazioni 2.a Sa utilizzare i diagrammi di Venn, di Carroll, ad albero per rappresentare classificazioni 2.b È in grado di rappresentare un diagramma 2.c Sa risolvere semplici problemi logici utilizzando diagrammi PROBABILITA E STATISTICA o CONSOLIDARE ED APPROFONDIRE LE ACQUISIZIONI RELATIVE ALLA PROBABILITA E ALLA STATISTICA 1. Comprende i primi elementi di probabilità, statistica e informatica 1.a In situazioni complesse individua se il verificarsi di un evento è certo, possibile, impossibile 1.b Sa calcolare la probabilità del verificarsi di un evento 2. Sa compiere semplici indagini statistiche 2.a Sa raccogliere e tabulare dati secondo criteri stabiliti 2.b Sa costruire tabelle, diagrammi a barre, istogrammi 2.c Sa costruire areogrammi 2.d Conosce il significato dei termini media, moda, mediana 2.e Sa individuare in una serie di dati la moda e la mediana 2.f Sa calcolare la media aritmetica 11

12 SCIENZE o SAPER ANALIZZARE FENOMENI FISICI, CHIMICI E BIOLOGICI INTERPRETANDOLI IN CHIAVE ENERGETICA 1. Conoscere il proprio corpo 1.a Conosce la struttura e le funzioni della cellula 1.b Conosce la struttura del corpo umano 1.c Conosce la funzionalità di organi e apparati 1.d Conosce la struttura e le funzioni dell apparato locomotore 1.e Conosce la struttura e le funzioni del sistema nervoso 1.f Conosce la struttura e le funzioni degli organi di senso 1.g Conosce la struttura e le funzioni dell apparato digerente 1.h Conosce la struttura e le funzioni dell apparato respiratorio 1.i Conosce la struttura e le funzioni dell apparato circolatorio 1.j Conosce la struttura e le funzioni dell apparato escretore 1.k Conosce la struttura e le funzione dell apparato riproduttore 1.l Conosce i fenomeni fisico-chimici legati alle funzioni dell organismo umano 1.m Individua gli alimenti e le loro funzioni 1.n Sa evidenziare le caratteristiche fondamentali di una corretta alimentazione 2. Comprendere il concetto di energia 2.a Conosce il sistema solare e comprende che il sole è la fonte primaria di energia 2.b Conosce il significato di ENERGIA 2.c Individua forme diverse di energia 2.d Individua fonti diverse di energia 2.e Sa che l energia si trasforma e si trasferisce ( elettricità-elettromagnetismo-lucesuono) 1

13 GEOGRAFIA CONOSCE LE CARATTERISTICHE FISICHE, POLITICHE, ECONOMICHE DEL NOSTRO PAESE 1 L Italia in Europa e nel mondo 1.a Conosce l Italia nel contesto geografico europeo e mondiale 1.b Conosce l Europa fisica e il suo clima 1.c Conosce l Europa politica e l Unione europea 2 Lo stato italiano e i suoi abitanti 2.a Conosce le principali caratteristiche della popolazione italiana : distribuzione- andamento demografico- interculturalità-minoranze linguistiche e religiose 2.b Conosce il ruolo del settore primario nell economia italiana: agricoltura- allevamento- attività minerarie 2.c Conosce il ruolo del settore secondario nell economia italiana : industrie- artigianato 2.d Conosce il ruolo del settore terziario nell economia italiana : commercio- turismo- vie di comunicazione 3 Le regioni italiane 3.a Conosce l Italia e i suoi confini 3.b Localizza le regioni sulla cartina dell Italia 3.c Inserisce le regioni nelle tre fasce climatiche: settentrionale-centralemeridionale 3.d Conosce le principali caratteristiche fisiche, economiche, politiche delle regioni Italiane. 1

14 ED. AL SUONO ED ALLA MUSICA 1. ASCOLTARE, ANALIZZARE E RAPPRESENTARE FENOMENI SONORI E LINGUAGGI MUSICALI 1.b Distingue il genere musicale del brano ascoltato 1.c Riconosce e distingue brani musicali regionali italiani 1.d Riconosce, identifica e scrive le note della scala di Do posizionate sul pentagramma musicale. 1.e Conosce il valore delle note 1.f Esprime graficamente e riconosce la durata delle pause musicali 1.e Riconosce e distingue in semplici brani musicali i diversi strumenti musicali ( a fiato, a corda, a percussione). 2. ESPRIMERSI CON IL CANTO E SEMPLICI STRUMENTI 2.a Canta canzoni all unisono o in forma polifonica, rispettando la voce degli altri, l andamento e l intensità del brano. 2.b Canta in coro un semplice brano musicale ritmandolo correttamente con il corpo e con l uso di diversi strumenti musicali. 2.c Danza con il corpo interpretando brani ascoltati. 2.d Sa leggere e suonare con il flauto una partitura musicale. 1

15 ATTIVITA ALTERNATIVA ALL INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA Nella sezioni A è inserito un alunno che non si avvale dell insegnamento della religione cattolica, pertanto durante le due ore settimanali sono previste attività di informatica volte a far acquisire all alunno le competenze di base per l uso del computer Obiettivi operativi: Elaboratore Testi Word: saper produrre autonomamente un documento applicando tutte le procedure di videoscrittura e di formattazione del testo trattate; creare tabelle e mappe concettuali. saper stampare un documento iniziare ad usare il programma Power Point per inventare storie da presentare: importare immagini da internet e scrivere didascalie corrispondenti 1

16 ATTIVITA SVOLTE DURANTE LE ORE DI COMPRESENZA Le insegnanti delle classi quinte, durante l'anno scolastico, utilizzeranno le ore di compresenza in parte nelle proprie classi di titolarità, con attività laboratoriali o di recupero e in parte come copertura oraria per completare l orario settimanale di lezione nelle classi quarte e seconde del plesso. Le attività previste sono le seguenti: ATTIVITA CON IL GRUPPO CLASSE Durante tali ore le insegnanti svolgeranno attività di ampliamento, rinforzo e supporto didattico riguardanti l area linguistica e logico-matematica per il proseguimento degli obiettivi elencati nel programma annuale d interclasse. Un insegnante seguirà parte del gruppo classe svolgendo attività di consolidamento o ampliamento delle abilità, mentre l altra insegnante attiverà un lavoro di rinforzo e supporto con un piccolo gruppo di alunni più lenti in processi di apprendimento e/o con lacune da colmare. Obiettivi delle attività di rinforzo e supporto didattico: Area logico-matematica Individuare semplici situazioni problematiche concrete Comprendere il testo di un problema Risolvere semplici problemi Leggere e scrivere numeri naturali e decimali Confrontare, comporre e scomporre i numeri naturali e decimali Conoscere il valore posizionale delle cifre Eseguire con i numeri interi e decimali addizioni, sottrazioni e moltiplicazioni. Area linguistica Saper ascoltare i messaggi degli interlocutori Comprendere una consegna ed eseguirla Saper riferire correttamente una semplice esperienza Leggere correttamente un breve brano rispettando la punteggiatura Comprendere il contenuto globale di un testo letto Scrivere correttamente Attività laboratoriali Saranno svolte attività di pittura e cartonaggio in concomitanza delle ricorrenze più significative dell'anno ( Natale, festa della mamma...) Attività nelle classi quarte e seconde del plesso Durante le ore di con titolarità con religione le ins.como e Chiorboli svolgeranno attività di recupero e rafforzamento nella classe 4 C. Tutte le insegnanti saranno impegnate a rotazione nella copertura oraria delle mense nelle interclassi 2 e 4. 1

Scuola primaria statale

Scuola primaria statale ISTITUTO COMPRENSIVO ARDEA III ARDEA (RM) Scuola primaria statale Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE La Programmazione didattica annuale è stata elaborata conformemente ai nuovi

Dettagli

Curricolo verticale MATEMATICA Scuola primaria CLASSE 1^

Curricolo verticale MATEMATICA Scuola primaria CLASSE 1^ Curricolo verticale MATEMATICA Scuola primaria Istituto Comprensivo Novellara CLASSE 1^ NUCLEI TEMATICI ABILITA CONOSCENZE METODOLOGIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE NUMERI Tecniche e procedure

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere un messaggio e un testo Conoscere le regole comportamentali della

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014

ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO LEVANTO PROGRAMMAZIONE CLASSE II ANNO SCOLASTICO 2013/2014 classe 2^ COMPETENZE DISCIPLINARE ISTITUO COMPRENSIVO LEVANTO 2013/2014 ITALIANO 1. Ascolta e interagisce nelle conversazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^

Obiettivi di Apprendimento al termine della Classe 4^ ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE E DELLE MONOENNIO ITALIANO monoennio 1. saper ascoltare interlocutori in contesti diversi 2. saper comunicare oralmente 3. acquisire la tecnica della lettura 4. acquisire la tecnica della scrittura a)

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE - CLASSE V. Anno scolastico 2012-2013

PROGETTAZIONE ANNUALE - CLASSE V. Anno scolastico 2012-2013 PROGETTAZIONE ANNUALE - CLASSE V. Anno scolastico 2012-2013 ITALIANO. - prende la parola negli scambi comunicativi rispettando i turni di parola; - pone domande pertinenti e chiedi chiarimenti, - esprime

Dettagli

PROGGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PROGGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE PROGGRAMMAZIONE CLASSE QUINTA: LINGUA ITALIANA, MATEMATICA, INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1. L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione)

Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione) CURRICOLO DI MATEMATICA SCUOLA PRIMARIA Finalità (tratte dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione) Le conoscenze matematiche contribuiscono

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE OBIETTIVI MINIMI SCUOLA PRIMARIA ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE I /o ascoltati guida II omande V oltare il contenuto globale di brevi testi letti dall insegnante n testo LEGGERE I di illustrazioni II V

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI ISTITUTO COMPRENSIVO VIA UGO BASSI Via U. Bassi n 30-62012 CIVITANOVA MARCHE Tel. 0733 772163- Fax 0733 778446 mcic83600n@istruzione.it, MCMM83600N@PEC.ISTRUZIONE.IT www.circolougobassi.it Cod. fiscale:

Dettagli

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti.

MATEMATICA CLASSE SECONDA OBIETTIVI OPERATIVI. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Conoscere il numero nei suoi vari aspetti. MATEMATICA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l opportunità di

Dettagli

GLI OBIETTIVI MINIMI ELABORATI DAI CONSIGLI D INTERCLASSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE COMPETENZE ESSENZIALI SCUOLA PRIMARIA

GLI OBIETTIVI MINIMI ELABORATI DAI CONSIGLI D INTERCLASSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE COMPETENZE ESSENZIALI SCUOLA PRIMARIA I. C. SESTRI EST via Ursone da Sestri, 5-16154 GENOVA (GE) Tel. (010) 6531858 * Fax (010) 6515147 e-mail: geic837008@istruzione.it pec: geic837008@pec.istruzione.it C.F. 95131650103 GLI OBIETTIVI MINIMI

Dettagli

Criteri di costruzione del curriculum verticale

Criteri di costruzione del curriculum verticale Criteri di costruzione del curriculum verticale 1. Integrazione degli obiettivi cognitivi con gli obiettivi motivazionali e relazionali 2. individuazione di aree disciplinari 3. sviluppo della trasversalità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI. MATERIA: Matematica CLASSE I E

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI. MATERIA: Matematica CLASSE I E PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ROBERTA BIAGI MATERIA: Matematica CLASSE I E DATA DI PRESENTAZIONE: 28 novembre 2013 Finalità della disciplina La finalità della disciplina

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE

SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE ITALIANO INGLESE STORIA GEOGRAFIA MATEMATICA SCIENZE ARTE E IMMAGINE MUSICA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA INFORMATICA EDUCAZIONE CIVICA PREMESSA

Dettagli

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA

AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA MATEMATICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. L alunno ha rafforzato un atteggiamento positivo rispetto

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

MAPPA DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI classe V

MAPPA DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI classe V MAPPA DEGLI OBIETTIVI FORMATIVI classe V Italiano Acquisire e dare informazioni orali. Apprezzare la varietà espressiva della lingua. Utilizzare testi adeguati a varie situazioni comunicative Raggiungere

Dettagli

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE

ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE O B I E T T I V I M I N I M I P E R L A S C U O L A P R I M A R I A E S E C O N D A R I A D I P R I M O G R A D O ITALIANO - ASCOLTARE E PARLARE Ascoltare e comprendere semplici consegne operative Comprendere

Dettagli

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO

TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE (SCUOLA PRIMARIA) CONNESSI CON LE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE (IN ROSSO) ITALIANO 1. L'allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini

SCUOLA DELL INFANZIA IL SÉ E L ALTRO L ambiente sociale, il vivere insieme, le domande dei bambini Nella scuola dell'infanzia non si può parlare di vere e proprie "discipline", bensì di CAMPI DI ESPERIENZA educativa. Con questo termine si indicano i diversi ambiti del fare e dell'agire e quindi i settori

Dettagli

Lingua italiana. Programmazione didattica per classi parallele (classi I)

Lingua italiana. Programmazione didattica per classi parallele (classi I) Istituto Comprensivo Don Milani Via Cambray Digny, 3 50136 Firenze ( tel.055690743 fax 055690139 e-mail: info@icdonmilani.gov.it fiic85199n@istruzione.it fiic85199n@pec.istruzione.it Sito web: www.icdonmilani.gov.it

Dettagli

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof.

II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. II ISTITUTO COMPRENSIVO ARDIGO PADOVA PLESSO MAMELI CLASSE 1^ C anno 2011-2012 PIANO DI LAVORO DI MATEMATICA E SCIENZE prof. Francesca Rosati MATEMATICA NUCLEI TEMATICI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - VICENZA DIPARTIMENTO DI ITALIANO CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA SCUOLA SECONDARIA Fine classe terza COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE

Dettagli

LINGUA ITALIANA - PROGRAMMAZIONE ANNUALE A. S. 2013/2014 - CLASSE QUARTA OBIETTIVI MINIMI MACROBIETTIVI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

LINGUA ITALIANA - PROGRAMMAZIONE ANNUALE A. S. 2013/2014 - CLASSE QUARTA OBIETTIVI MINIMI MACROBIETTIVI OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO LINGUA ITALIANA - PROGRAMMAZIONE ANNUALE A. S. 2013/2014 TSC al termine della scuola primaria. ASCOLTO E PARLATO L allievo: partecipa a scambi comunicativi con interlocutori diversi rispettando il turno

Dettagli

PLESSO CLASSE DOCENTI

PLESSO CLASSE DOCENTI PLESSO CLASSE DOCENTI C. BRANCATI GALDO MELARA 4^ A 4^ B 4^ 4^ CARLOMAGNO LUCIA PASTORESSA GIULIA TAGLIAFERRI GRAZIELLA FITTIPALDI ANGELA PAPALEO RAFFAELLA CANONICO CARMELINA DI LASCIO CATERINA CARLOMAGNO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CISANO BERGAMASCO CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA AMPI DI ESPERIENZA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLA COMPETENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER I BAMBINI DI 5 ANNI ESPERIENZE

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO. Scuola Primaria

CURRICOLO D ISTITUTO. Scuola Primaria CURRICOLO D ISTITUTO Scuola Primaria 1. Italiano pag. 3 2. Storia pag. 13 3. Geografia pag. 18 4. Inglese pag. 23 5. Matematica pag. 28 6. Scienze pag. 36 7. Tecnologia e informatica pag. 41 8. Arte e

Dettagli

PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI

PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI PROPOSTA DI PROGRAMMAZIONE DI ITALIANO L2 PER BAMBINI STRANIERI Silvana Cantù Graziella Favaro Arcangela Mastromarco Centro COME Cooperativa Farsi Prossimo Via Porpora, 26 20131 Milano tel 02.29.53.74.62

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

CURRICOLO PER COMPETENZE SCUOLA PRIMARIA Direzione Didattica Statale San Giovanni TERNI. OBIETTIVI di apprendimento (al termine della classe quinta)

CURRICOLO PER COMPETENZE SCUOLA PRIMARIA Direzione Didattica Statale San Giovanni TERNI. OBIETTIVI di apprendimento (al termine della classe quinta) CURRICOLO PER SCUOLA PRIMARIA Direzione Didattica Statale San Giovanni TERNI 1. IMPARARE AD IMPARARE 1. Sperimenta una pluralità di esperienze, gestisce diverse possibilità espressive e sviluppa abilità

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO

SCUOLA PRIMARIA DANTE ALIGHIERI PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO SCUOLA PRIMARIA "DANTE ALIGHIERI" PROGETTAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2010-2011 CLASSI QUINTE OBIETTIVO FORMATIVO Favorire la formazione del pensiero critico e creativo attraverso lo sviluppo di una

Dettagli

Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, 00153 Roma Classe prima CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA

Istituto S. Gaetano Suore Orsoline di Gandino - Viale Trastevere 251, 00153 Roma Classe prima CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 1 INDICE PER DISCIPLINA 1. ITALIANO PAG. 3 2. LINGUA INGLESE PAG. 5 3. STORIA PAG. 7 4. GEOGRAFIA PAG. 8 5. MATEMATICA PAG. 9 6. SCIENZE

Dettagli

CURRICOLO DI ISTITUTO: Traguardi per lo sviluppo delle competenze disciplinari della Scuola Primaria

CURRICOLO DI ISTITUTO: Traguardi per lo sviluppo delle competenze disciplinari della Scuola Primaria Istituto Comprensivo Albano Pavona Via Pescara tel. 069315989 Albano Laziale loc.pavona CURRICOLO DI ISTITUTO: per lo sviluppo delle competenze disciplinari della Scuola ria COMPETENZE ITALIANO Ascoltare

Dettagli

* Testi di vario tipo. * I segni di punteggiatura. * Aggettivi e pronomi

* Testi di vario tipo. * I segni di punteggiatura. * Aggettivi e pronomi UNITA DI LAVORO N 2 Tempi: 2 bimestre AREA LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA ITALIANO Ascoltare e Parlare 4 5 * Discussione * Istruzioni, consegne, annunci * Testi di vario tipo - Comprensione delle idee

Dettagli

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva

CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Mimare testi ascoltati grafica, corporea e audiovisiva ETA : 4 ANNI Immagini, suoni e colori CONTENUTI/CONOSCENZE ABILITA /OBIETTIVI COMPETENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Tecniche di rappresentazione Ascoltare brani musicali Mimare testi ascoltati grafica, corporea

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO a.s. 2012/2013

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO a.s. 2012/2013 PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO a.s. 2012/2013 CURRICOLO DI MATEMATICA classi prime, seconde e terze Riferimenti alle INDICAZIONI NAZIONALI: PECUP - Obiettivi formativi OSA -Obiettivi specifici di apprendimento

Dettagli

settembre (15 giorni circa)

settembre (15 giorni circa) Collegio Arcivescovile A. Castelli Saronno Scuola primaria Anno scolastico 2013/ 2014 Modulo per la progettazione e la programmazione didattica iniziale Classi : 5 A Insegnante Bressani Cristina (Discipline:

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

QUADRO COMPETENZE OBBLIGO: PERITI AZ.LI CORR.TI LINGUE ESTERE/TURISTICO

QUADRO COMPETENZE OBBLIGO: PERITI AZ.LI CORR.TI LINGUE ESTERE/TURISTICO Materia: ITALIANO Totale Abilità: 15 Competenza: 1. Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa verbale in vari contesti 1. 1.1 Comprendere

Dettagli

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO L.PILLA VENAFRO VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI DELLA SCUOLA PRIMARIA A.S. 2012/2013 Funzione Strumentale N 1 Prof.ssa Annamaria Sciore Prof.ssa M.Gabriella Forte PREMESSA La valutazione

Dettagli

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (1) ITALIANO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò

Dettagli

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno: Ascolta e comprende parole e semplici espressioni, istruzioni,

Dettagli

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA INDICATORI SCUOLA PRIMARIA Classe 1ª ITALIANO Narrare brevi esperienze personali rispettando le regole dell ascolto Ascoltare e cogliere il senso globale di semplici testi e informazioni Acquisire prime

Dettagli

Istituto Comprensivo di Villanterio. Piano Annuale degli Obiettivi di Apprendimento Disciplinare. Scuola Primaria

Istituto Comprensivo di Villanterio. Piano Annuale degli Obiettivi di Apprendimento Disciplinare. Scuola Primaria Istituto Comprensivo di Villanterio Piano Annuale degli Obiettivi di Apprendimento Disciplinare Scuola Primaria ITALIANO 1) Ascoltare, comprendere, comunicare oralmente. 1.1) Saper prestare attenzione

Dettagli

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA

CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA CLASSE SECONDA CURRICOLO QUINQUENNALE SCUOLA PRIMARIA Traguardi di sviluppo e obiettivi di apprendimento desunti dalle Indicazioni Nazionali per il curricolo 2012 CLASSE SECONDA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 1 PREMESSA Il

Dettagli

Proposta di programmazione Italiano L2 per bambini stranieri

Proposta di programmazione Italiano L2 per bambini stranieri Proposta di programmazione Italiano L2 per bambini stranieri 1 Livello 1) ASCOLTARE E COMPRENDERE l A) Ascoltare e comprendere semplici e brevi messaggi orali ricorrenti nel linguaggio della classe e del

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE E COMPETENZE NELLE DISCIPLINE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE. CONOSCERSI E CONOSCERE per SAPER FARE

CURRICOLO VERTICALE E COMPETENZE NELLE DISCIPLINE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE. CONOSCERSI E CONOSCERE per SAPER FARE IX ISTITUTO COMPRENSIVO DI PADOVA G. RICCI CURBASTRO Via Tassoni, 17-35125 PADOVA - 049/684729 - fax 049/684397 C.F. 92200370283 Home-page : www.nonoicpadova.gov.it e-mail Min.: pdic88600d@istruzione.it

Dettagli

COS E IL CURRICOLO DI ISTITUTO?

COS E IL CURRICOLO DI ISTITUTO? COS E IL CURRICOLO DI ISTITUTO? è una linea guida per rilevare e certificare i livelli essenziali di apprendimento; all interno del curricolo non compaiono CONTENUTI e METODOLOGIE, poiché affidate ad ogni

Dettagli

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO

AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO AREA LINGUISTICO - ARTISTICO ESPRESSIVA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO L alunno è capace di interagire in modo efficace in diverse

Dettagli

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere

COMPETENZE Comprendere la forma e il significato di messaggi musicali espressi in varie forme e opere 1 ISTITUTO COMPRENSIVO F. de Sanctis Curricolo verticale A.S. 2014/2015 2 MUSICA L educazione musicale, al pari delle altre discipline, ha l obiettivo di educare alla cittadinanza, in linea con le nuove

Dettagli

INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine)

INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine) 1 Istituto Comprensivo Ferentino 1 Curricolo Verticale 2014/2015 INDICE OBIETTIVI (clicca per aprire le pagine) SCUOLA INFANZIA... 3 I DISCORSI E LE PAROLE... 3 I DISCORSI E LE PAROLE LINGUA STRANIERA...

Dettagli

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza

Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola Traguardi Campi di esperienza Competenze chiave di cittadinanza europee Imparare ad imparare Spirito di iniziativa ed imprenditorialità Curricolo di Istituto Scuola Infanzia Piano formativo: costruzione del sé Competenze di scuola

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta

Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Traguardi di competenza al termine scuola primaria classe quarta Area dei linguaggi: ITALIANO o L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione), attraverso

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO SCUOLA DELL INFANZIA IL SE E L ALTRO Il bambino supera serenamente il distacco con la famiglia Conosce e rispetta le prime regole di convivenza E autonomo nelle situazioni di vita quotidiana (servizi igienici, pranzo, gioco)

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

Istituto Comprensivo Lodi I Scuola Primaria. C u r r i c o l o classe prima

Istituto Comprensivo Lodi I Scuola Primaria. C u r r i c o l o classe prima Istituto Comprensivo Lodi I Scuola Primaria C u r r i c o l o classe prima ITALIANO Classe 1 a INDICATORI OBIETTIVI D APPRENDIMENTO ATTIVITA DIDATTICHE E CONOSCENZE E ABILITA Ascoltare, comprendere e comunicare

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC85200L Indirizzo PEC: agic85200l@pec.istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC85200L Indirizzo PEC: agic85200l@pec.istruzione. ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC8200L Indirizzo PEC: agic8200l@pec.istruzione.it E-Mail: agic8200l@istruzione.it 9202 - CASTELTERMINI (AG) PIAZZA

Dettagli

Italiano Inglese. Arte e immagine. Storia Geografia. Scienze motorie e sportive. Matematica. Religione cattolica. Attività didattiche alternative

Italiano Inglese. Arte e immagine. Storia Geografia. Scienze motorie e sportive. Matematica. Religione cattolica. Attività didattiche alternative Italiano Inglese Storia Geografia Arte e immagine Scienze motorie e sportive Matematica Tecnologia e Informatica Musica Scienze Religione cattolica Attività didattiche alternative Convivenza civile: -Ed.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE INGLESE PROGRAMMAZIONE ANNUALE CLASSE PRIMA A. ASCOLTARE E COMPRENDERE 1. Riconoscere e discriminare suoni e fonemi simili. 2. Ascoltare e comprendere comandi e semplici frasi inseriti in un contesto situazionale.

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA. Contenuti PER LA SCUOLA DELL INFANZIA Fonte di legittimazione: Indicazioni per il curricolo 2012 IL SE E L ALTRO - Gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

The object of education is to. prepare the young, to educate. themselves throughout their lives. Il fine dell istruzione è

The object of education is to. prepare the young, to educate. themselves throughout their lives. Il fine dell istruzione è The object of education is to prepare the young, to educate themselves throughout their lives Il fine dell istruzione è preparare i giovani a imparare da soli nel corso della loro vita Maynard Hutchins

Dettagli

Sommario. Curricolo d istituto scuola primaria

Sommario. Curricolo d istituto scuola primaria Sommario INTRODUZIONE ALLA PROGETTAZIONE PER COMPETENZE DI AREA MATEMATICA... 3 PROFILO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE... 4 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA

IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA IL CURRICOLO DI SCUOLA MUSICA SCUOLA DELL INFANZIA - IMMAGINI, SUONI, COLORI SCUOLA PRIMARIA - MUSICA SCUOLA SECONDARIA I GRADO - MUSICA SCUOLA INFANZIA Nell ambito dell educazione musicale trovano attuazione

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE

ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO SCUOLA DEL PRIMO CICLO (Scuola Primaria e Scuola Secondaria di primo grado) FINALITÀ SPECIFICHE La scuola del primo ciclo, avviando il pieno sviluppo della persona, concorre

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

Istituto Comprensivo E. CRESPI Curricolo ITALIANO CLASSE 4 PRIMARIA

Istituto Comprensivo E. CRESPI Curricolo ITALIANO CLASSE 4 PRIMARIA Istituto Comprensivo E. CRESPI ITALIANO / L alunno ascolta e comprende le informazioni e gli scopi di un messaggio. Coglie le informazioni esplicite ed implicite di varie tipologie testuali. Comunica attraverso

Dettagli

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO Via Leopardi 002 Certaldo (Firenze) - tel. 011223-0112 - 0131 - fax. 0131 E-mail:FIIC200@istruzione.it - sito web: www.ic-certaldo.it

Dettagli

SCUOLA PARITARIA CAMPOSTRINI SCUOLA PRIMARIA MONTORIO PERCORSI DISCIPLINARI CLASSE 2

SCUOLA PARITARIA CAMPOSTRINI SCUOLA PRIMARIA MONTORIO PERCORSI DISCIPLINARI CLASSE 2 SCUOLA PARITARIA CAMPOSTRINI SCUOLA PRIMARIA MONTORIO PERCORSI DISCIPLINARI CLASSE 2 Anno scolastico 2015 2016 ITALIANO inizia da: consolidamento e rafforzamento delle conoscenze e competenze acquisite

Dettagli

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Raggruppare e ordinare Confrontare e valutare quantità Utilizzare semplici

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO SCUOLA PRIMARIA

UNITA DI APPRENDIMENTO SCUOLA PRIMARIA Classe Area disciplinare Quinta Geografia UNITA DI APPRENDIMENTO SCUOLA PRIMARIA 1 COMPETENZA E INDICATORI OBIETTIVI FORMATIVI SPECIFICI TEMPI (*) (BIM.) 1. Comunicazione efficace 1.1 Comprensione.1.1.a

Dettagli

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA

IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA DIREZIONE DIDATTICA DI BUDRIO IL CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA in riferimento alle INDICAZIONI PER IL CURRICOLO per la scuola dell infanzia e per il primo ciclo d istruzione sett./07 Allegato 2 1 PROGRAMMAZIONE

Dettagli

Scuola primaria. Imparare ad imparare Comunicare Collaborare e partecipare Individuare collegamenti e relazioni

Scuola primaria. Imparare ad imparare Comunicare Collaborare e partecipare Individuare collegamenti e relazioni classe 1^ L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA " MADRE LINDA LUCOTTI" ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012

SCUOLA DELL'INFANZIA  MADRE LINDA LUCOTTI ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE R.C. A.S. 2011 \ 2012 ISTITUTO MARIA AUSILIATRICE PREMESSA L incontro con la fiaba è molto stimolante perché sollecita nei bambini esperienze altamente educative, sul piano cognitivo, affettivo, linguistico e creativo. La fiaba

Dettagli

Modulo PROGETTAZIONE E PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Scuola Secondaria di Primo Grado

Modulo PROGETTAZIONE E PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Scuola Secondaria di Primo Grado 1 di 6 AREA Matematico scientifica MATERIE COINVOLTE Matematica - Scienze DOCENTI Patrizia Lualdi - Silvia Colombo RIFERIMENTO AI DOCUMENTI NAZIONALI E DI ISTITUTO P.E.C.U.P L allievo utilizza le conoscenze

Dettagli

CURRICOLI DISCIPLINARI

CURRICOLI DISCIPLINARI ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLI DISCIPLINARI Anno scolastico 2013-14 INDICE 1. IL SE E L ALTRO. pag. 3 2. IL CORPO E IL MOVIMENTO.. pag. 4 3. IMMAGINI, SUONI, COLORI.....

Dettagli

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA'

CLASSE PRIMA COMPETENZE SPECIFICHE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONTENUTI E ATTIVITA' ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ESPRESSIONE MUSICALE FINALITA La musica, componente fondamentale e universale dell esperienza e dell intelligenza umana, offre uno spazio simbolico

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI. CURRICOLO di MUSICA DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO di MUSICA Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area Periodo di riferimento Traguardi di competenza Obiettivi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.

ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov. ISTITUTO COMPRENSIVO di OPPEANO Via A. Moro, 12 tel. 045/7135458 telefax: 045/7135049 e-mail vric843009@istruzione.it - www.icoppeano.gov.it Nell ambito di una Visione Interdisciplinare, gli Insegnanti,

Dettagli

INDICE (clicca per aprire le pagine)

INDICE (clicca per aprire le pagine) 1 Istituto Comprensivo Ferentino 1 Curricolo Verticale 2014/2015 INDICE (clicca per aprire le pagine)... 4 ITALIANO CLASSE I... 4 ITALIANO CLASSE II... 6 ITALIANO CLASSE III... 8 ITALIANO CLASSE IV...

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 013-14 SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE madrelingua COMPETENZE DISCIPLINARI Interagisce oralmente nella lingua italiana

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO TRAGUARDI DI COMPETENZA CURRICOLO D ISTITUTO - SCUOLA DELL INFANZIA

CIRCOLO DIDATTICO DI CALUSO TRAGUARDI DI COMPETENZA CURRICOLO D ISTITUTO - SCUOLA DELL INFANZIA TEMATICA PORTANTE: TIPOLOGIA TESTUALE - TESTO NARRATIVO (Testo narrativo - tutte le tipologie affrontate) Saper ascoltare e comprendere le narrazioni. Saper raccontare esperienze personali. Dimostra piacere

Dettagli

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA

CURRICOLI SCUOLE INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento

Il sé e l altro. Il corpo e il movimento Curricolo di MUSICA La musica in un quadro didattico occupa una posizione centrale perché è una componente fondamentale dell esperienza umana. Essa ha un ruolo di primo piano nello sviluppo della personalità

Dettagli

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE La comunicazione nelle lingue straniere condivide essenzialmente le principali abilità richieste per la comunicazione nella madrelingua:

Dettagli

INDICE. Arte e Immagine pag. 3. Geografia pag. 6. Inglese pag. 10. Italiano pag. 15. Matematica pag. 24. Musica pag. 32. Religione pag.

INDICE. Arte e Immagine pag. 3. Geografia pag. 6. Inglese pag. 10. Italiano pag. 15. Matematica pag. 24. Musica pag. 32. Religione pag. INDICE Arte e Immagine pag. 3 Geografia pag. 6 Inglese pag. 10 Italiano pag. 15 Matematica pag. 24 Musica pag. 32 Religione pag. 35 Scienze pag. 39 Scienze Motorie pag. 44 Storia e Cittadinanza pag. 48

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE CURRICOLO DI INGLESE FINALITÀ Le finalità dell insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto riguardano: a) l area formativa: la lingua straniera

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE LINGUA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE AL TERMINE DELLA

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA IL CURRICOLO DI SCUOLA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA SCUOLA DELL INFANZIA - I DISCORSI E LE PAROLE SCUOLA PRIMARIA - LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA I GRADO - LINGUE COMUNITARIE - LINGUA

Dettagli