Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e 06/10/2014 trasmissione dati nell era degli Smart Device

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e 06/10/2014 trasmissione dati nell era degli Smart Device"

Transcript

1

2 Sommario Verbale... 2 Presentazione: Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e. 7 Approfondimenti... 21

3 Verbale Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e 06/10/2014 Oggetto BTO - ICT Procurement Dashboard Incontro plenario n. 02 Data 06/10/2014 Inizio Fine Luogo Grand Hotel et de Milan Milano Partecipante Presente Partecipante Presente Federico Pigni (Grenoble Ecole de Management) Massimo Zanella (Allianz) Vincenzo Morabito (BTO) Paolo Zacco (Cariparma) Florenzo Marra (BTO) Guido Barbero (CNH Industrial) Tommaso Cenci (BTO) Pietro Amorusi (D'Amico Group) Francesco La Bella (BTO) Davide Barbavara (Deutsche Bank) Massimo Bellini (BTO) Davide Carteri (Deutsche Bank) Ezechiele Capitanio (BTO) Antonello Laise (FIAT) Alessandro De Pace (BTO) Manuele Marra (Finmeccanica) Giulia Galimberti (BTO) Paola Marchini (ICBPI) Alessandro Scannapieco (BTO) Daniela Turconi (ICBPI) Martino Scanziani (BTO) Gianpietro Luciani (Luxottica) Arianna Zago (BTO) Monica Muraro (Mediobanca) Alice Brocca (BTO) Fabrizio Lugli (MPS) Miguel Miranda (BTO) Massimo Micheli (MPS) Cristina Tonelli (BTO) Luca Verducci (Poste Italiane) Gerardo Ceres (UBI Banca) Marco Zaccanti (UGF) Francesco Donatelli (Unicredit) 2

4 Agenda dell incontro 1. Introduzione ai lavori e spunti dalla ricerca 2. Testimonianze e dibattito 3. Conclusioni e key finding Dettaglio degli argomenti trattati 1. Introduzione ai lavori e spunti dalla ricerca Apertura dei lavori da parte del Prof. Vincenzo Morabito che ha presentato i progressi del Progetto ICT Procurement Dashboard, l agenda della giornata, introdotto la ricerca svolta e l approccio utilizzato nello studio dell argomento: Mobile Enterprise Il Dott. Tommaso Cenci, Research Consultant di BTO, ha presentato la BTO Collection, contenente articoli accademici selezionati dal team di ricerca. Gli articoli inseriti nella collection descrivono l'evoluzione del comportamento e delle attitudini dei dipendenti riguardo l'utilizzo degli smartphone e come essi influenzino efficacia, efficienza e produttività degli individui L intervento del Prof. Federico Pigni ha messo in luce gli aspetti principali da tenere in considerazione nella scelta di un modello di Enterprise Mobility e ha fornito spunti di riflessione sugli articoli presentati. 2. Testimonianze e dibattito Il Prof. Federico Pigni ha presentato gli outcome della ricerca, illustrando i principali trend in ambito Mobile Enterprise, focalizzandosi sulle previsioni per il futuro del traffico dati ed evidenziando come l'aumento esponenziale del traffico Internet sia dovuto soprattutto alla crescita del traffico mobile ed in particolare del traffico degli smartphone. La presentazione è proseguita con un analisi della segmentazione del mercato degli smartphone, paragonando dati aggregati e dati enterprise ed evidenziando come il mercato consumer in questo particolare momento storico anticipi il mercato enterprise. Il Professore ha proseguito con il presentare la matrice di configurazione della mobility, rilevando le possibili differenze di strategie delle aziende. Il Dott. Cenci, ha descritto i possibili next step dei principali produttori di OS per smartphone o tablet, mostrando come le nuove regolamentazioni a livello europeo riguardo al roaming potrebbero accelerare una sensibile riduzione dei costi dati. Durante la presentazione sono state discusse le varie modalità di acquisto dati generalmente utilizzate dalle imprese (dati flat, bundle o a consumo), le possibili strategie di gestione del contratto (attraverso abbonamento o sim ricaricabile) ed i diversi modi di gestione del roaming, evidenziandone per ognuno le possibili tattiche di contrattazione con i fornitori che consentano di ridurre i costi o aumentare il livello di controllo e monitoraggio dei dati. La presentazione del Prof. Pigni e del Dott. Cenci si è conclusa con un analisi dei possibili modelli di gestione dei device, BYOD, CYOD o COPE analizzando i vantaggi e svantaggi per ognuna. I temi trattati hanno condotto ad una serie di considerazioni e testimonianze da parte dei partecipanti al Dashboard. Il Prof. Morabito ha offerto diversi spunti per il dibattito, in particolare riguardo i vantaggi e svantaggi dei modelli di gestione dei device, tra BYOD e COPE, in particolare relativamente alle policy ed alle regolamentazioni. 3

5 Francesco Donatelli, Chief Procurement Officer del Gruppo Unicredit, ha evidenziato come Unicredit stia cercando di implementare il concetto di Smart Working, consentendo al dipendente di lavorare da remoto almeno un giorno a settimana. Il Dott. Donatelli ha rilevato che, nella vision aziendale, il mobile non rappresenta un costo ma un opportunità di crescita, in particolare in termini di motivazione e di produttività. Massimo Zanella, IT Procurement - Allianz, ha attestato come all'interno della propria azienda vi sia un forte cambiamento in atto, in particolare circa l assegnazione dei device in ottica di innovazione e velocità. Allianz nella gestione dei costi telefonici ha optato per una scelta flat. Ha evidenziato inoltre che l azienda sta valutando il concetto BYOD, ma risulta ancora necessario indagare quali siano i benefit ottenibili a livello di produttività senza tralasciare un indagine su eventuali criticità principalmente legate a sicurezza e policy aziendali. Paolo Zacco, Responsabile del Team di Cost Management IT di Cariparma, ha condiviso come la sua azienda in Italia sia da considerarsi follower in campo Mobile Enterprise. Il mobile, infatti, non viene ancora percepito come strategico, ed è visto come un benefit solo dal lato del dipendente. Per quanto riguarda il tema roaming, Cariparma ha deciso di limitarlo fortemente. Il Dott. Zacco ha inoltre spiegato che il device mobile è visto come strategico dal lato consumer e ciò ha reso fondamentale la creazione di applicazioni per i propri clienti; viceversa, per quanto concerne l utilizzo interno, le persone ad oggi utilizzano lo smartphone principalmente per lettura delle , non approfittando ancora dei potenziali vantaggi. Guido Barbero, Head of Infrastructure, Tecnhologies and Security e Responsabile dell'ict Procurement di CNH Industrial, ha sottolineato che la propria realtà riesce a gestire le esigenze e la capacità lato mobile, anticipando le necessità e contrattando con i fornitori sulla base di contratti flat. Riguardo al tema delle policy di assegnazione del device, attualmente è il manager a segnalare la necessità del dipendente di avere il device e solo in seguito l'hr valida la richiesta. Il Dott. Barbero ha poi rilevato che CNH sta seguendo un progetto pilota sul tema CYOD con device ios, Samsung S4 e S5. Pietro Amorusi, Chief Information Officer di D'Amico Group, ha fatto presente che nei device aziendali della sua organizzazione non sono installate app aziendali e non sono emerse particolari problemi legati alla sicurezza. Ciò che risulta di interesse è il costo voce in quanto è la principale fonte di costo. Il Dott. Amorusi ha poi constatato che l utilizzo degli smartphone ha risvolti notevoli sul comportamento delle persone, soprattutto per il personale di nave; alcuni dipendenti arrivano ad accettare una decurtazione del proprio stipendio per avere a disposizione Internet offshore. Si è poi proseguito facendo notare che la cultura aziendale è cambiata, eliminando la netta distinzione tra vita privata e familiare del passato; è, quindi, socialmente accettata la visione di un collega che spende tempo sui Social Network. Davide Barbavara e Davide Carteri, rispettivamente Head of IT Sourcing e Business Partner Italy Global Sourcing di Deutsche Bank, hanno constatato che, dal lato cliente, il dispositivo rappresenta un concorrente della filiale, poiché il loro prodotto può esser venduto direttamente sui dispositivi mobile. Hanno poi rilevato che la loro 4

6 organizzazione si caratterizza per la presenza di BlackBerry, di cellulari usabili solo per reperibilità ma anche device BYOD. Continuando con la discussione, hanno sollevato interessanti temi di dibattito riguardo la definizione degli obiettivi circa le strategie da adottare: risulta necessario in primis selezionare il principale obiettivo da perseguire incremento della motivazione, aumento produttività o riduzione costi - e poi adeguare la propria strategia Mobile Enterprise sulla base dello stesso. Antonello Laise, ICT Vendor Management presso FIAT, ha segnalato che nella sua organizzazione viene generalmente redatto un contratto con l'operatore leader del mercato locale con contratti flat pluriennali. Ha evidenziato, inoltre, come la consapevolezza dell utente riguardo il proprio consumo dati sia fondamentale per gestire al meglio l utilizzo complessivo, soprattutto all estero, in quanto le tariffe roaming sono più elevate. Manuele Marra, Head of ICT Sourcing di Finmeccanica, ha segnalato che vi è stata una ristrutturazione dei contratti mobile a livello di gruppo; per questo motivo è stata indetta una gara tra i vari provider principali, con un modello semplice, senza bundle e tariffe a consumo, prevedendo periodi semestrali di adeguamento del canone ed azzerando le inefficienze di inutilizzo dei dispositivi. In questo modo, Finmeccanica ha ottenuto un taglio dei costi sensibile, con un miglior monitoraggio degli stessi. Paola Marchini, Responsabile Acquisti, e Daniela Turconi, Servizio Acquisti Approvvigionamenti, di ICBPI hanno segnalato che i costi Mobile sono diminuiti durante questi anni, anche grazie alle strategie adottate; ad esempio, si è utilizzato il tethering smartphone per abbandonare completamente l'utilizzo delle chiavette. Riguardo a questo tema, non è ancora facile valutare se ci siano stati reali vantaggi a livello di produttività, almeno fino al termine dell attività di analisi consuntivi. Hanno segnalato, inoltre, la difficoltà di estrapolazione dati dai provider. In particolare, hanno evidenziato che il controllo dei costi mobile ex post è difficile perché le fatture ricevute dai provider sono di non semplice decodifica. Gianpietro Luciani, ICT Procurement Manager di Luxottica, ha evidenziato come non sia stato percepito un aumento nei costi, anche se è stato riscontrato un incremento a livello consumo dati. Con il loro provider stanno implementando un APN privato con possibilità quindi di localizzare e discriminare in tempo reale le singole Sim. In Luxottica i contratti sono flat e la responsabilità del budget è suddivisa per centro di costo. Il Dott. Luciani si è detto interessato alle tematiche di gestione del costo del roaming, poiché per loro costituisce una tematica importante, essendo presenti in molteplici paesi. Inoltre, ha attestato che stanno lavorando ad un evoluzione dal punto di vista della tipologia di device fornito ai dipendenti, indicando come la loro scelta sia di selezionare un'unica piattaforma OS per i possessori di Smartphone aziendale. Monica Muraro, Responsabile Centrale degli Acquisti di Gruppo Mediobanca, ha evidenziato come i propri sforzi siano stati volti al comprendere la propria base utenti. In particolare, è essenziale riuscire a clusterizzare i profili di consumo ed identificare le diverse esigenze, agendo in prima battuta su quelle critiche dal punto di vista dei costi. Fabrizio Lugli, Head of Vendor Management di Monte dei Paschi di Siena, ha spiegato 5

7 come nella sua organizzazione i costi mobile siano una parte marginale dei costi telco e vengono gestiti a costi fissi, in particolare con sim ricaricabili con vincoli di consumo. Il Dott. Lugli ha rilevato che nella propria realtà lo smartphone è considerato ancora oggi un benefit aziendale. Nel proseguimento della discussione, ha poi fatto presente che MPS sponsorizza la logica BYOD, passando da una logica dispositivo ad una logica user. Massimo Micheli, Cost Management e Acquisti di Monte dei Paschi di Siena, ha evidenziato come, per i profili executive, stiano valutando il passaggio da BlackBerry ad altre piattaforme, anche se, per il momento, vengono prese in considerazione contemporaneamente. Luca Verducci, Head of IT Planning di Poste Italiane, ha evidenziato che il costo mobile caratterizza una parte marginale dei costi telco complessivi. Ha segnalato, inoltre, che stanno sperimentando applicazioni per specifiche aree aziendali, in modo da aumentare la produttività e l efficacia della forza vendite. Gerardo Ceres, Senior Buyer presso la Direzione Acquisti di UBI Banca, ha sottolineato che la sua azienda sta migrando il parco smartphone da BlackBerry (mantenendo iphone per gli Executive) a Windows Phone, poiché la piattaforma si integra bene con l OS dei laptop. Durante la migrazione, ha spiegato, UBI ha cercato di ridistribuire i device tra i dipendenti, attraverso una policy aggressiva, sulla base dell effettiva necessità del dipendente di possedere il device aziendale. Il Dott. Ceres è inoltre intervenuto segnalando che il contratto che hanno sottoscritto prevede limiti predefiniti circa l utilizzo dati da parte delle singole SIM. Marco Zaccanti, Pianificazione, Controllo e Qualità IT di UGF, ha rilevato che all'interno della sua azienda la parte della spesa mobile è ancora marginale in confronto a quella della rete fissa. Dal punto di vista dei device, stanno in questo momento sperimentando il Sistema Operativo Windows Phone. 3. Conclusioni e key finding a. La presentazione e la seguente discussione sui modelli di gestione dei dispositivi BYOD, CYOD e COPE, ha evidenziato che le principali valutazioni che vengono effettuate prima di effettuare la scelta sono: Visione del dipendente rispetto al device Sicurezza Motivazione Controllo Policy b. L utilizzo di Smartphone in ambito lavorativo non è ancora percepito come forte driver di vantaggio strategico, soprattutto lato Banking. c. E' importante la capacità di controllare e monitorare il traffico real time per efficientare il costo, e quindi risulta fondamentale contrattare ex ante le modalità di invio e ricezione dati. d. Non esiste una best practice assoluta sul modello di contratto da adottare e sulle diverse tipologie di device da selezionare. e. L evoluzione futura dell Enterprise Mobility sconterà anche le evoluzioni normative che potrebbero emergere nel breve-medio termine, sia dal punto di vista roaming che dal punto di vista dell utilizzo del device al di fuori dell orario lavorativo. 6

8 Q1:09 Q2:09 Q3:09 Q4:09 Q1:10 Q2:10 Q3:10 Q4:10 Q1:11 Q2:11 Q3:11 Q4:11 Q1:12 Q2:12 Q3:12 Q4:12 Q1:13 Q2:13 Q3:13 Q4:13 Unità trimestrali di consegne di Smartphone (MM) Uutenti Smartphone come % degli utenti mobile % del traffico internet Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e 06/10/2014 Presentazione: Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e Il traffico Mobile globale ha avuto una crescita esponenziale durante gli ultimi anni, passando dallo 0.9% del totale del traffico Internet a fine 2008, al 25% a metà 2014 Trend Traffico Mobile globale Traffico Mobile globale come % del traffico internet totale, 12/08 5/14 Elaborazione BTO da fonti Secondarie - Worldwide Se dunque parlare di Internet oggi significa parlare di mobile, gli smartphone sono il gateway di accesso ai servizi Crescita dell uso degli smartphone % Unità trimestrali di consegne di Smartphone e utenti Smartphone come % degli utenti mobile % % % 0 0% Elaborazione BTO da fonti Secondarie - Worldwide 7

9 Totale (uplink + downlink) traffico mensile (PetaBytes) Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e 06/10/2014 Tale crescita ha portato ad una riduzione del peso del traffico voce ormai marginale in termini relativi, data anche la convergenza di servizi voice e data Trend traffico mobile Il traffico mobile nel primo trimestre 2014 ha superato il totale del traffico mobile di dati nel 2011 Voce Dati Si è verificato un 65% di crescita del traffico dati dal primo trimestre 2013 al primo trimestre Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Elaborazione BTO da fonti secondarie - Worldwide E se oggi parliamo di crescita esponenziale, continueremo a farlo almeno ancora per i prossimi cinque anni 25 Trend traffico mobile 20 Il grafico rappresenta la crescita del traffico mobile tra il 2013 ed il Traffico mobile globale (ExaBytes mensili) Dati: PC mobile, tablet e router Dati mobile Il traffico mobile generato dagli smartphone è superiore a quello di Laptop, tablet e mobile router combinati Elaborazione BTO da fonti secondarie - Worldwide 8

10 Traffico Mobile per tipo di application (ExaBytes mensili) Mobile Enterprise: I contratti di telefonia e 06/10/2014 La crescita maggiore del traffico mobile è prevista per i flussi audio/video imponendo in tal senso particolare attenzione nell ambito corporate Tipi di traffico mobile La crescita nel traffico video del mobile aumenterà di 13 volte Elaborazione BTO da fonti secondarie - Worldwide Il concetto di Enterprise Mobility è al centro delle priorità dell IT anche in termini di sviluppo e investimento, riflettendosi per gli acquisti sul consumo dati Priorità nei progetti IT 2º Tablet 4º Smartphone 8º Sviluppo customization di applicazioni per mobile 10º Sviluppo applicazioni mobile Elaborazione BTO da fonti secondarie - Europa 9

11 Il budget IT presenta infatti trend considerevoli di crescita proprio per quanto concerne l adozione del concetto di Enterprise Mobility Trend Budget IT Definizioni Budget IT dedicato alla mobility La percentuale del budget IT dedicato alla mobility in Italia crescerà dal 10% al 15% nei prossimi tre anni Budget non IT dedicato alla mobility Il Budget non IT dedicato alla mobility, crescerà dal 9% al 12% nei prossimi tre anni Trend in altri paesi europei In Europa il budget IT dedicato alla mobility registrerà una crescita molto più alta dell Italia, come in Svizzera crescerà nei prossimi tre anni del 100% e nei paesi Scandinavi del 91% FOCUS POINT: la pervasività di soluzioni mobility porterà a corrispondenti mutamenti della composizione del budget IT Elaborazione BTO da fonti primarie e secondarie La connettività mobile si è evoluta dall essere limitata alla sola «voce» fino a diventare infrastruttura necessaria per il business Allocazione budget Telco Centri di costo VS Budget IT 10

12 La dinamica competitiva tra i principali sistemi operativi va a configurarsi come ulteriore variabile di scelta e di conseguente ottimizzazione Numero di nuovi device Numero di nuovi device in milioni per sistema operativo Q Q Android Apple ios Microsoft BlackBerry Others Elaborazione BTO da fonti primarie e secondarie La dinamica nel mercato Enterprise mostra un pervasivo utilizzo di device ios e un ancora forte quantitativo di Blackberry in circolazione, seppur le previsioni mostrino un drastico calo di quest ultimo a discapito di Android, con Samsung in prima linea Dati Enterprise 45% 40% % Utenti business per piattaforma smartphone 35% 30% % 20% 15% 10% 5% 0% Apple Blackberry Samsung Android Android Windows Phone Altro % di società che utilizza/utilizzerà device con lo specifico OS 91% 91% 66% 37% 16% 22% 12% 17% 4% 9% 4% 3% Elaborazione BTO da fonti secondarie - Worldwide 11

13 Si identificano quindi quattro configurazioni possibili considerando congiuntamente la varietà di dispositivi e il livello di trasformazione della piattaforma Le configurazioni di mobility Alto Varietà: si riferisce all insieme dei sistemi operativi mobile presenti all interno di un organizzazione. Più è alta più piattaforme bisogna gestire Multipiattaforma statica Multipiattaforma innovativa Varietà Livello di trasformazione: la necessità per l organizzazione di modificare l attuale piattaforma di amministrazione e gli eventuali servizi collegati Basso Indifferenziazione Monopiattaforma innovativa Elaborazione BTO da fonti primarie e secondarie Basso Livello di trasformazione Alto Il futuro di ios: la forza in una partnership Next step ios Partnership Apple ed IBM hanno creato una partnership volta a migliorare l integrazione tra il mercato mobile e il mondo aziendale Vantaggi Apple Apple consoliderà la tendenza al BYOD con la possibilità per i dipendenti di utilizzare e collegare i dispositivi personali al proprio profilo aziendale. L azienda avrà inoltre un accesso privilegiato al mercato Enterprise, grazie ad un System Integrator di successo ed ai clienti IBM. Partnership anche nello sviluppo di App native Vantaggi IBM IBM potrà fornire alle imprese un pacchetto completo di Smartphone già configurati con la propria suite di servizi per la gestione dei device, semplificando e riducendo gli effort di configurazione dell IT interna e differenziandosi da altri competitor Vantaggi nel mondo aziendale Maggior rapidità nella diffusione di strumenti aziendali apprezzati in ambito consumer e tempo di apprendimento ridotto FOCUS POINT: La nuova partnership dovrà tenere in considerazione la complessità del mondo aziendale, agevolando il lavoro dei CIO; consentirà inoltre di sviluppare app industry specific in modo da consentirne un utilizzo semplice da device quali iphone e ipad 12

14 Il futuro di Android: uno sguardo alla strategia di Google Next step Android Dual Persona Google sta sviluppando internamente una soluzione nativa dual-persona che permette di avere una chiara separazione nel device della parte business e personale (Google I/O 2014) anche grazie all acquisizione della Startup «Divide». Tali strumenti possono essere utili per esempio per consentire più facilmente la strategia BYOD e deve rispettare diversi requisiti regolatori e standard di industry MDM Alcuni vendor come Samsung hanno sviluppato strumenti come Knox che possano consentire una gestione granulare di ogni device, permettendo alle società di gestire in modo centralizzato il deployment dello strumento, soddisfacendo i requisiti dei clienti business Updates Google sta incentrando le sue forze anche nel cercare di tenere aggiornati il più possibile i vari dispositivi per contrastare i malware. La maggior parte dei malware, circa il 90%, sono indirizzati ad Android, e più del 70% degli stessi è già stato risolto nelle ultime versioni del Sistema Operativo Il futuro di BlackBerry: consolidare e innovare Next step BlackBerry Cross piattaforma Per capitalizzare al meglio la crescente inziativa del BYOD e per poter essere utilizzato come soluzione MDM unica in impresa, BlackBerry ha introdotto supporto cross piattaforma per la versione BES10 del suo enterprise software. BES12 La nuova versione unirà il supporto per il BES10 ed il BES5, il che renderà più facile per le aziende utilizzare BB7 e BB10 usando la stessa infrastruttura. Liquidità Blackberry ha vissuto un 2014 altalenante: nonostante una riduzione di circa il 40% nei ricavi, nell ultimo quarter vi è stato un incremento nelle vendite di hardware ma soprattutto servizi. Il titolo inoltre è cresciuto di circa il 27% rispetto ad un anno fa 13

15 Il futuro di Microsoft: recuperare il tempo perduto Next step Microsoft Verso le piccole e medie imprese Creazione di software e servizi hosted dedicati alle piccole e medie imprese che non hanno un dipartimento di Information Technology Verso il mobile Rendere mobile il sistemo informativo dell impresa per incrementare il supporto decisionale e raggiungere una maggiore tempestività nelle decisioni Verso Windows 10 Interfaccia comune tra Smartphone, Tablet, Notebook, PC Desktop con applicazioni intercambiabili Che modello di gestione device è possibile adottare? Esistono diverse alternative, che si differenziano sulla base di costi di implementazione, livelli di soddisfazione degli utenti, gestione della sicurezza BYOD VS CYOD VS COPE BYOD Bring Your Own Device Il dipendente utilizza il proprio device personale per fini lavorativi, avendo quindi completa libertà sulla selezione del dispositivo e sulla piattaforma; la società tipicamente installa sul device un software per il controllo del dispositivo (Mobile Device Management) CYOD Choose Your Own Device La società seleziona un numero di device «Certificati» che l utente può scegliere sulla base del proprio profilo. L acquisto del device è a carico del dipendente, mentre i costi legati al consumo sono a carico dell impresa. COPE Corporate Owned Personally Enabled A differenza della soluzione CYOD, l acquisto del device viene effettuato dalla società, che però consente al dipendente di poter utilizzare il dispositivo per motivi personali, consentendo l installazione di App terze parti. FOCUS POINT: A prescindere dalla strategia selezionata risulta fondamentale il controllo dell utilizzo dei device da parte dell organizzazione, sia per mettere in sicurezza i dati aziendali, che per controllare i costi voce e dati 14

16 Di seguito viene illustrato il punto di vista degli utenti su BYOD (Bring Your Own Device), CYOD (Choose Your Own Device) e COPE (Corporate Owned, Personally Enabled) BYOD, CYOD e COPE 62% Avere accesso all e ad altre applicazioni di business mi permette di svolgere meglio il mio lavoro 60% Sarei più soddisfatto se la mia azienda mi fornisse un cellulare o un tablet di mia scelta da usare anche per scopi personali Interessante è stata inoltre la risposta relativa all utilizzo del cellulare in ambito aziendale 44% Unico device Vorrei avere un unico cellulare per la vita lavorativa e quella personale o tenerli separati? Device separati 32% Elaborazione BTO da fonti secondarie - Europa Quale strategia adottare? Le alternative proposte o in voga presentano tutte dei trade-off da valutare attentamente BYOD VS CYOD VS COPE BYOD CYOD COPE Costi maggiori di gestione piattaforme Dipende dal numero di OS supportati Tipicamente selezionato un unico OS -> costi minori Maggiore soddisfazione da parte dell utente Maggiore soddisfazione da parte dell utente Minore soddisfazione da parte dell utente Costi ridotti per l acquisto device Il dipendente paga una fee in base alla scelta effettuata L azienda acquista i device Garantire la sicurezza dei device risulta più complesso Problemi di sicurezza facilmente gestibili Problemi di sicurezza minori 15

17 La definizione dei profili d uso è alla base delle policy aziendali e sovente vengono caratterizzati anche dall effettivo utilizzo di dispositivi differenti Differenziazione profili utenti Driver Descrizione ASSENZA DI DIFFERENZIAZIONE Aziende che non fanno differenziazione tra i vari profili, sono aziende di solito piccole di dimensioni DIFFERENZIAZIONE PER FIGURE PROFESSIONALI Ogni tipologia di figura professionale ha un profilo diverso, sulla base delle attività lavorative che deve svolgere con il supporto del Device DIFFERENZIAZIONE PER INTERNAZIO- NALIZZAZIONE L abilitazione ad effettuare telefonate da paesi esteri viene tipicamente concordata sulla base delle effettiva necessità della singola persona o della tipologia di figura professionale a svolgere l attività lavorativa all estero FOCUS POINT: i profili utente presentano specificità proprie dell organizzazione e delle caratteristiche delle attività del personale La nostra indagine ha mostrato tre strategie principali per la gestione dei costi mobile e associate a complessità e necessità organizzative differenti Tre strategie principali STRATEGIE A CONSUMO ROLLING POOL FLAT 16

18 Le strategie di gestione sono anche dipendenti dal grado di controllo degli utilizzi esercitabile ed esercitato Controllo: Timing e Granularità Controllo ex post VS Controllo real time Controllo aggregato VS Controllo granulare Abbiamo osservato diverse strategie per il contenimento dei costi di Enterprise Mobility, ma nessuna considerazione in merito alle determinanti di contesto Riduzione dei costi di Enterprise Mobility Comunicazione Analizzare il consumo dati degli utenti, dividendoli per cluster e rinegoziandoli Mettere un cap al consumo roaming o bloccarlo per alcuni utenti Formare gli utenti al consumo responsabile di dati (policy ed educazione) Assicurarsi che i costi dei cellulari siano documentati e girati al centro di costo di competenza Hardware Razionalizzare il numero dei device Sostituire device personali con device fissi in pool sul posto di lavoro Adottare il BYOD per device e servizi non critici Sfruttare piattaforme low-cost come Android o Windows Operations Implementare una soluzione MDM per standardizzare gestione degli Smartphone Ridurre il commitment del supporto IT e chiarificare i limiti del supporto Formare gli utenti all utilizzo del device Monitoraggio finanziario Usare ricaricabili o budget imputato sui business owner Separare le spese personali da quelle business più efficientemente (tracking e device multi-sim) Implementare sistemi di MDM e TEM per monitorare l uso dei dati Una volta analizzati i dati, organizzare un programma BYOD di rimborso per i dipendenti 17

19 I costi di roaming, dati e voce, impongono attenzione particolarmente per le organizzazioni a elevata mobilità internazionale e verso destinazioni remote del personale suggerendo strategie e policy diverse Riduzione dei costi Roaming Usare device/sim prepagati Usare wifi liberi Usare SIM locali Strategie per ridurre i costi di roaming Limitare l utilizzo dei device all estero solo con Wifi Convenzioni con Hotel Concessione gratuita uso WiFi Utilizzare loaner pool internazionali Anche la situazione del roaming europeo si sta stabilizzando, ma è ancora complessa; si osserva una diminuzione delle tariffe di roaming nell Unione Roaming nell EU Dal 1 Luglio 2014 le nuove tariffe consentono un risparmio di oltre il 50% per i costi di navigazione (Es: per scaricare 1 MB si è passati da 45 cent. a 20 cent. (-125%)) Il costo di un video su Youtube di 10 minuti o mezz ora sui social network si è ridotto: da 2,25 a 1 (-125%) Il costo delle chiamate all estero si è ridotto: da 24 cent a 19 cent (-21%) Il costo delle chiamate in entrata è diminuito da 7 cent a 5 cent (-28,5%) Il costo dei messaggi è diminuito da 8 cent a 6 cent (-25%) 18

20 Si prevede con una certa incertezza la realizzazione del processo di «armonizzazione» del roaming entro la fine del 2015 Roaming nell EU Il Parlamento europeo ha approvato un pacchetto attraverso il quale il costo di utilizzo di smartphone e tablet all estero avrà lo stesso costo che nel proprio paese Data prevista di approvazione misure: 15 Dicembre 2015 PREVISIONE MA NON CERTEZZA Il provvedimento dovrà essere approvato dai 28 Stati membri Si sono rilevate tre diverse modalità di ottimizzazione del traffico dati che presentano livelli di successo differenti e gradi di maturità tecnologica non omogenei Strumenti di ottimizzazione dei dati Ottimizzatori traffico Alcune aziende offrono server e tecnlogie lato device per prioritizzare, indirizzare e comprimere il traffico mobile. Le soluzioni possono fornire un accesso ai dati alternato, path di dati controllati da policy per un device quando utilizza il roaming per abbassare i costi, blocco o routing del traffico in base alle policy. Le soluzioni ottimizzano e comprimono il traffico dati nelle reti pubbliche per ridurre i costi roaming Ottimizzatori WAN Alcuni provider forniscono servizi di WAN Optimization, tecniche che consentono di aumentare l efficienza nel trasferimento dei dati. Usando tali soluzioni (come deduplicazione e compressione del traffico), il device mobile indirizza il traffico tramite un hardware apposito che si occupa ad esempio di comprimere i dati per minimizzare e migliorare la performance per l utente mobile. Questo approccio richiede l installazione e la maintenance dell infrastruttura dell ottimizzatore WAN VPN tradizionale Alcune aziende forniscono servizi di routing del traffico dal device mobile per selezionare o bloccare il traffico consentito. In questo scenario, può essere vincolato esclusivamente al traffico da applicazioni crtiche che hanno accesso VPN. 19

21 Diversi criteri sono suggeriti per valutare il servizio offerto dai provider al fine di supportare le logiche di Enterprise Mobility; tra essi oltre alla qualità dati e voce, si affermano l offerta di soluzioni di gestione di dispositivi, monitoraggio e roaming Criteri di valutazione TIPOLOGIA SERVIZI ATTRIBUTI CONNETTIVITÀ Traffico dati Voice e messaggi Qualità Visibilità Reporting Costo Gestione mobile SERVIZI AGGIUNTIVI Machine2Machine Vantaggi del servizio a livello Enterprise Differenziazione con gli altri provider Roaming Una strategia per la gestione dei costi mobile deve tener conto delle caratteristiche e dell evoluzione della strategia di Enterprise Mobility, sempre più considerata fonte di vantaggio competitivo Caratteristiche Richiede il coordinamento con le altre attività strategiche e la strategia IT È sempre più fondamentale a supporto delle attività a ogni livello organizzativo Richiede particolare attenzione vista la fluidità dell offerta e della continua evoluzione dei workspace e dei processi in mobilità Richiede un orientamento all innovazione, all apprendimento organizzativo e all educazione dell utente Richiede conoscenze e competenze specifiche Assenza di soluzioni «one size fit all» Non può prescindere da una misurazione sempre più granulare e real time 20

22 Approfondimenti Overview della Ricerca Coerentemente con gli argomenti proposti, sottoponiamo alla vostra attenzione la BTO Collection contenente una raccolta di paper selezionati dal team di ricerca Il materiale a supporto CONTRIBUTO SELEZIONATO OBIETTIVO DEL CONTRIBUTO 1 Are mobile devices threatening your work-life balance? Valutazione dell influenza dei dispositivi mobile sull equilibrio tra vita privata e lavoro 2 Mobile Device Perceptions: Differences in Environment-Based Voluntariness Analisi della percezione dei dipendenti riguardo l utilizzo dei dispositivi mobili nelle organizzazioni 3 Working with connective flow: how Smartphone use is evolving in practice Presentazione dell evoluzione, durante gli anni, delle scelte e delle attitudini dei dipendenti nei confronti dell uso dello smartphone 4 5 Understanding Compliance with Bring Your Own Device Policies Utilizing Protection Motivation Theory: Bridging the Intention-Behavior Gap Smartphone information security awareness: A victim of operational pressures Studio dei fattori che determinano il rispetto o meno da parte dei dipendenti, delle policy interne di Bring Your Own Device Ricerca delle cause che influenzano l awareness di temi di sicurezza IT riguardo gli smartphone Researchers Keynote 1 La crescente ubiquità delle tecnologie di comunicazione ed in particolare l uso dei dispositivi mobili ha aumentato il tempo disponibile per le attività lavorative, cambiandone il rapporto con la vita privata Gli articoli selezionati (1/5) Are mobile devices threatening your work-life balance? Come gli smartphone influenzano il work-life balance Quali sono le variabili che influenzano le aspettative dell organizzazione sui propri dipendenti LESSON LEARNED: I dispositivi mobili influenzano il rapporto tra vita privata e lavorativa, a seguito delle maggiori aspettative di disponibilità e di produttività che hanno le aziende nei confronti dei propri dipendenti Le aspettative sui lavoratori aumentano grazie all utilizzo dello smartphone aziendale a casa per attività lavorative, all aumento della produttività dovuto all utilizzo dello smartphone ed alla maggiore flessibilità data dalla mobilità dello strumento Lo studio empirico segnala come, nel campione selezionato, le aspettative dei datori di lavoro e gli aumenti in produttività dovuti all uso dei dispositivi mobili non siano legati tra loro 21

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali.

La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. La gestione avanzata della forza vendita: mobile e off-line, ma integrata nei processi aziendali. Gabriele Ottaviani product manager - mobile solutions - Capgemini BS Spa premesse...dovute soluzione off-line...ma

Dettagli

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile)

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile) SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (di seguito l Offerta) è un offerta rivolta alle Aziende e/o persone fisiche intestatarie di Partita IVA, già titolari o contestualmente sottoscrittori di un Contratto

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos

Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos Proteggere le informazioni in tempo di crisi: si può essere sicuri con investimenti contenuti? Lino Fornaro Net1 sas Giovanni Giovannelli - Sophos L Autore Lino Fornaro, Security Consultant Amministratore

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza

SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAIPEM: Strong Authenticator for SAP Una soluzione CST in grado di garantire il massimo della sicurezza Partner Nome dell azienda SAIPEM Settore

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet OUCH! Ottobre 2012 IN QUESTO NUMERO Introduzione Le precauzioni da prendere Cosa fare in caso di smarrimento o furto Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet L AUTORE DI QUESTO NUMERO Heather

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server 7 Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server Lo standard nell archiviazione delle email MailStore Server consente alle aziende di trarre tutti i vantaggi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 White paper Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 Di Mark Bowker, analista senior Ottobre 2013 Il presente white paper di ESG è stato commissionato da Citrix ed è distribuito

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS BUSINESS PROFILE LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS Omnia Group è costituito da un complesso di aziende operanti nei settori della consulenza e dell erogazione di servizi informatici. L azienda è caratterizzata

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli