FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA E NORMATIVE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA E NORMATIVE"

Transcript

1 FARMACI INNOVATIVI, BIOTECNOLOGICI E TERAPIE STAMINALI: FARMACOLOGIA, FARMACOTERAPIA E NORMATIVE Roma, 14 aprile 2015 Appropriatezza ed innovazione: le sfide della ricerca Teresa Calamia

2 ELENCO FARMACI INNOVATIVI Data aggiornamento: luglio 2014

3 APPROPRIATEZZA note AIFA registri linee guida INNOVAZIONE oncologia epatite ipercolesterolemia

4 Farmaci innovativi in ambito cardiovascolare STATINE Prevenzione primaria Prevenzione secondaria Sono considerate la terapia di prima scelta ma un significativo rischio residuo rimane anche dopo STATINE + EZETIMIBE Doppia inibizione a livello epatico ed intestinale PCSK9 Per i pazienti che necessitano di una ulteriore riduzione di LDL-C

5 Evolocumab (anticorpo monoclonale completamente umano anti-pcsk9) nella riduzione del LDL-C e del rischio di malattie cardiovascolari Proprotein Convertase Subtilisin-like/kexin Type 9 (PCSK9)

6 Evolocumab E un anticorpo totalmente umano che inibisce la Proproteina convertasi subtilisina/kexina di tipo 9, una proproteina che riduce la capacità del fegato di rimuovere il colesterolo LDL dal sangue Quando al legame tra Ldl e recettore si aggiunge anche il legame della PCSK9 si ha la degradazione a livello lisosomiale anche del recettore che dunque non è più disponibile sulla superficie cellulare Inibendo l attività del PCSK9 si riduce il colesterolo LDL in quanto aumenta l espressione dei recettori Ldl

7 Hepatic LDLRs Play a Central Role in Cholesterol Homeostasis LDL Elaborated from 1. Brown MS, et al. Proc Natl Acad Sci 1979;76: Elaborated from 2. Qian YW, et al. J Lipid Res. 2007;48: Elaborated from 3. Steinberg D, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 2009;106:

8 Recycling of LDLRs Enables Efficient Clearance of LDL-C Particles Elaborated from 1. Brown MS, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 1979;76: Elaborated from 2. Steinberg D, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 2009;106: Elaborated from 3. Goldstein JL, et al. Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2009;29:

9 PCSK9 Regulates the Surface Expression of LDLRs by Targeting for Lysosomal Degradation Elaborated from 1. Qian YW, et al. J Lipid Res. 2007;48: Elaborated from 2. Horton JD, et al. J Lipid Res. 2009;50:S172-S177. Elaborated from 3. Zhang DW, et al. J Biol Chem. 2007;282:

10 Genetic Variants of PCSK9 Demonstrate Its Importance in Regulating LDL Levels PCSK9 Gain of Function = Less LDLRs PCSK9 Loss of Function = More LDLRs

11 Blockade of PCSK9/LDLR Interaction May Lower LDL Levels Elaborated from 1. Chan JC, et al. Proc Natl Acad Sci U S A. 2009;106:

12 PROFICIO Program to Reduce LDL-C and Cardiovascular Outcomes Following Inhibition of PCSK9 In Different Populations (Latin): To advance To make progress

13 .10 studi clinici di fase III Combotherapy Monotherapy Phase 2 (N = 631) Phase 2 (N = 411) Phase 3 (N = 1700) Phase 3 (N = 600) Statinintolerant Phase 2 (N = 160) Phase 3 (N = 300) Phase 3 (N = 100) HeFH Phase 2 (N = 168) Phase 3 (N = 300) Long term safety and efficacy Phase 2/3 (N = 900) HoFH Phase 2/3 (N < 67) Phase 3 (N = 125) Open label Extension Phase 2 (N > 1000) Phase 3 (N < 3800) Secondary Prevention Phase 3 (N = 22,500) Athero Phase 3 (N = 950)

14 Overview AMG 145 Phase 3 Studies Study Mono (114) Combo (115) HeFH (117) Statin-int (116) Outcome (118) HoFH (233) Acronym N Background lipid lowering therapy None One of 3 statins at various doses Statin +/- all allowed LLT (stable) No statin or low dose statin Atorvastatin ± ezetimibe Statin +/- ezetimibe Treatment Duration Comparator(s) 12 wks 12 wks 12 wks 12 wks ~ 5 years Q2W: placebo QM: placebo ezetimibe Q2W: placebo QM: placebo ± ezetimibe Q2W: placebo QM: placebo Ezetimibe Q2W: placebo QM: placebo Part A 12 wks Part B 12 wks Part A: openlabel Part B: placebo Q4W AMG 145 doses Q2W: 140mg QM : 420mg Q2W : 140mg QM : 420mg Q2W: 140mg QM: 420mg Q2W: 140mg Q4W: 420mg Q2W: 140mg Q4W: 420mg QM: 420 mg Follow-up 30d s/p last IP 30d s/p last IP 30d s/p last IP 30d s/p last IP none 30d s/p last IP Extension options or or 271 NA 271

15 Phase III Evolocumab Trial Summary Reduction in LDL C 0% MENDEL 2 LAPLACE 2 (atorvastatin 10 mg*) LAPLACE 2 (atorvastatin 80 mg*) GAUSS 2 7% 10% % reduction in LDL C 20% 30% 40% 50% 60% 70% 18% 17% 17% 19% 19% 19% 21% 24% 57% 56% 55% 59% 61% 63% 62% 65% Ezetimibe QD + PBO Q2W Ezetimibe QD + PBO QM Evolocumab 140 mg Q2W + PBO QD Evolocumab 420 mg QM + PBO QD Placebo 50% Evolocumab 420 mg QM *Only 2 statin dose groups are shown for the LAPLACE 2 study; these indicate the level of LDL C reductions seen with moderate intensity (atorvastatin 10 mg) and high intensity (atorvastatin 80 mg) statin Percentage reduction in LDL C for each trial at mean of Week 10 and Week 12; DESCARTES reduction at Week 52. LAPLACE 2 patients are grouped by moderate or high intensity statin combination therapy.

16 Phase III Evolocumab Trial Summary LDL C Goal Fulfilment % patients achieving <70 mg/dl LDL C 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% Ezetimibe QD + PBO Q2W Ezetimibe QD + PBO QM EVO 140 mg Q2W + PBO QD EVO 420 mg QM PBO QD 74% 71% 20% 17% 88% 86% 51% 62% 94% 93% 46% 42% Placebo Evolocumab 82,3% 10% 0% 1% 3% MENDEL 2 LAPLACE 2 (atorvastatin 10 mg*) LAPLACE 2 (atorvastatin 80 mg*) 2% 0% GAUSS 2 6,4% DESCARTES *Only 2 statin dose groups are shown for the LAPLACE 2 study; these indicate the level of LDL C goal fulfilment seen with moderate intensity (atorvastatin 10 mg) and high intensity (atorvastatin 80 mg) statin Percentage of patients achieving LDL C treatment goal of <70 mg/dl at a mean of Weeks 10 and 12; DESCARTES patients at Week 52. LAPLACE 2 patients are grouped by moderate or high intensity statin combination therapy.

17 Sicurezza : Gli anticorpi umani riducono l immunogenicità Mouse (0% human) Chimeric (65% human) Humanized (> 90% human) Fully Human (100% human)

18 Lo sviluppo degli anticorpi monoclonali Mouse Chimeric Humanized Fully Human 100% Mouse Protein ~34% Mouse Protein cetuximab rituximab ~10% Mouse Protein bevacizumabb 100% Human Protein evolocumab panitumumab

19 La sfida. Abbiamo bisogno solo di piu innovazione? Abbiamo bisogno solo di piu ricerca? Abbiamo bisogno solo di piu dati?...o, piu semplicemente di migliorare l uso delle risorse per ricerca e innovazione e l uso dei risultati?

20 Il cambiamento Non e la specie piu intelligente a sopravvivere e nemmeno quella piu forte. E quella piu predisposta ai cambiamenti [Charles Darwin]

Gli inibitori della proteina PCSK9: l arma finale nella lotta alle dislipidemie? P. Faggiano U.O. Cardiologia - Spedali Civili, Brescia

Gli inibitori della proteina PCSK9: l arma finale nella lotta alle dislipidemie? P. Faggiano U.O. Cardiologia - Spedali Civili, Brescia Gli inibitori della proteina PCSK9: l arma finale nella lotta alle dislipidemie? P. Faggiano U.O. Cardiologia - Spedali Civili, Brescia Utilizzo di statine nel lungo termine: problemi aperti Mancato raggiungimento

Dettagli

PCSK9: PUNTO DELLA SITUAZIONE E PROSPETTIVE CLINICHE PCSK9: present and future clinical perspectives

PCSK9: PUNTO DELLA SITUAZIONE E PROSPETTIVE CLINICHE PCSK9: present and future clinical perspectives RASSEGNA PCSK9: PUNTO DELLA SITUAZIONE E PROSPETTIVE CLINICHE PCSK9: present and future clinical perspectives Gloria Balzarotti 1, Gianpaolo Tibolla 1,2, Alberico Luigi Catapano 1,2 1 Dipartimento di Scienze

Dettagli

Inibizione PCSK9, quale futuro nella pratica clinica P. Faggiano U.O. Cardiologia Spedali Civili, Brescia

Inibizione PCSK9, quale futuro nella pratica clinica P. Faggiano U.O. Cardiologia Spedali Civili, Brescia Inibizione PCSK9, quale futuro nella pratica clinica P. Faggiano U.O. Cardiologia Spedali Civili, Brescia Cosa sono? Come agiscono? Ma funzionano? Quando usarli? Fully Human Antibodies Have Reduced Immunogenicity

Dettagli

Ipercolesterolemia familiare: come riconoscerla, come trattarla?

Ipercolesterolemia familiare: come riconoscerla, come trattarla? Ipercolesterolemia familiare: come riconoscerla, come trattarla? Claudio Bilato UOC di Cardiologia, ULSS 5 Ovest Vicentino Il caso: Paola, 54 anni, non precedenti di rilievo; Giunge in PS per comparsa

Dettagli

LA RIDUZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE ATTRAVERSO UNA TERAPIA IPOLIPEMIZZANTE INTENSIVA

LA RIDUZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE ATTRAVERSO UNA TERAPIA IPOLIPEMIZZANTE INTENSIVA LA RIDUZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE ATTRAVERSO UNA TERAPIA IPOLIPEMIZZANTE INTENSIVA Enzo Manzato Servizio scientifico offerto alla classe medica da MSD Italia S.r.l 05-13-VYT-2011-IT-5484-SS Linee

Dettagli

Anticorpi monoclonali nell ipercolesterolemia

Anticorpi monoclonali nell ipercolesterolemia XX Congresso AMD Genova, 15 maggio 2015 Anticorpi monoclonali nell ipercolesterolemia Dott. Carlo Giorda S. C. M. Metaboliche e Diabetologia, ASL Torino 5 La realtà assistenziale Ali MK et al. N Engl

Dettagli

LA PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE. dott. Zoran Olivari

LA PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE. dott. Zoran Olivari 18 NOVEMBRE 2014 LA PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE dott. Zoran Olivari 89 anni 89 anni 80 anni 87 anni 86 anni 88 anni 84 anni 103 anni 91 anni ULTRACENTENARI Si vive di più!! (nel ns mondo occidentale)

Dettagli

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo

Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Le statine nell anziano. Quando usarle? Carlo M. Barbagallo Dipartimento di Medicina Interna e Specialistica (DI.BI.MI.S.) Università degli Studi di Palermo Popolazione Italiana 1950-2020: Giovani ed Anziani

Dettagli

EVOLOCUMAB. Livia Pisciotta. AMBULATORIO DISLIPIDEMIE U.O. Clinica di Medicina Interna 1 IRCCS AOU SAN MARTINO-IST Di.M.I. Università di Genova

EVOLOCUMAB. Livia Pisciotta. AMBULATORIO DISLIPIDEMIE U.O. Clinica di Medicina Interna 1 IRCCS AOU SAN MARTINO-IST Di.M.I. Università di Genova EVOLOCUMAB Livia Pisciotta AMBULATORIO DISLIPIDEMIE U.O. Clinica di Medicina Interna 1 IRCCS AOU SAN MARTINO-IST Di.M.I. Università di Genova 9 novembre 2016 0 SCOS 8 novembre 2016 0 SCOS 8 novembre 2016

Dettagli

Premessa. Tratto da American Heart Journal 2004; 147: 705-712

Premessa. Tratto da American Heart Journal 2004; 147: 705-712 Effetti del cambiamento di terapia con statine sul raggiungimento delle concentrazioni lipidiche ottimali: lo studio Measuring Effective Reductions in Cholesterol Using Rosuvastatin Therapy (MERCURY I)

Dettagli

DAVIDE - Ex fumatore - Post infartuato - 60 anni - In trattamento con una statina

DAVIDE - Ex fumatore - Post infartuato - 60 anni - In trattamento con una statina Enzo Manzato enzo manzato DAVIDE - Ex fumatore - Post infartuato - 60 anni - In trattamento con una statina C- LDL*: 130 mg/dl HDL: 50 mg/dl TG: 150 mg/dl * C-Tot: 210 mg/dl ANDREA - Ex fumatore - Post

Dettagli

Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab

Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab Università degli Studi di Torino Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Mediche Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab Corso di Immunologia Molecolare Anno Accademico 2007/08 Elisa Migliore Her2 nelle

Dettagli

Michele Bombelli Clinica Medica. Università degli Studi Milano Bicocca Ospedale S.Gerardo, Monza

Michele Bombelli Clinica Medica. Università degli Studi Milano Bicocca Ospedale S.Gerardo, Monza 21 marzo IV Sessione: Rischio Cardiovascolare e infezione da HIV Michele Bombelli Clinica Medica Università degli Studi Milano Bicocca Ospedale S.Gerardo, Monza Le nuove linee guida ACC/AHA sul trattamento

Dettagli

Francesco Angelico. Target lipidemici: quali pazienti sono candidati alla terapia con statina? Linee guida a confronto

Francesco Angelico. Target lipidemici: quali pazienti sono candidati alla terapia con statina? Linee guida a confronto Francesco Angelico Target lipidemici: quali pazienti sono candidati alla terapia con statina? Linee guida a confronto Francesco Angelico ai sensi dell art. 76 comma 4 dell Accordo Stato-Regioni del 2 febbraio

Dettagli

Appropriatezza Prescrittiva Statine. revisione delle linee guida

Appropriatezza Prescrittiva Statine. revisione delle linee guida Appropriatezza Prescrittiva Statine revisione delle linee guida perchè altre linee guida sulle statine per coniugare nella nostra realtà appropriatezza clinica sostenibilità economica perchè le statine

Dettagli

ANTIOXIDANT ACTIVITY OF OLIVE OIL

ANTIOXIDANT ACTIVITY OF OLIVE OIL ANTIOXIDANT ACTIVITY OF OLIVE OIL Visioli et al. Low density lipoprotein oxidation is inhibited by olive oil constituents. Atherosclerosis 1995; 117: 25-32 Visioli et al. Free radical-scavenging properties

Dettagli

DISLIPIDEMIE. Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA

DISLIPIDEMIE. Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA HOME DISLIPIDEMIE DISLIPIDEMIE Dr. Alessandro Bernardini DISLIPIDEMIA Rispetto al termine iperlipidemia, è più appropriato utilizzare dislipidemia,, che comprende sia livelli anormalmente elevati di lipoproteine

Dettagli

I benefici dell associazione Ezetimibe e statina nei pazienti con Cardiopatia Ischemica Cronica. Furio Colivicchi Ospedale S.

I benefici dell associazione Ezetimibe e statina nei pazienti con Cardiopatia Ischemica Cronica. Furio Colivicchi Ospedale S. I benefici dell associazione Ezetimibe e statina nei pazienti con Cardiopatia Ischemica Cronica Furio Colivicchi Ospedale S.Filippo Neri Roma Approccio Clinico all Ipercolesterolemia. 1 La presenza di

Dettagli

Gestione appropriata del Target LDL nel paziente ad alto rischio cardiovascolare. Simone Mininni

Gestione appropriata del Target LDL nel paziente ad alto rischio cardiovascolare. Simone Mininni Gestione appropriata del Target LDL nel paziente ad alto rischio cardiovascolare. Simone Mininni Log-Linear Relationship Between LDL-C Levels and Relative Risk for CHD 3.7 2.9 Relative Risk for Coronary

Dettagli

Cosa cambia dopo i grandi trials Dr Carlo Sponzilli ASST Santi Paolo e Carlo - Milano

Cosa cambia dopo i grandi trials Dr Carlo Sponzilli ASST Santi Paolo e Carlo - Milano Cosa cambia dopo i grandi trials Dr Carlo Sponzilli ASST Santi Paolo e Carlo - Milano The lower the better Rischio relativo di mortalità CHD Lo studio Shanghai 2.00 Col. totale basale (mg/dl) 136 137-158

Dettagli

A. Zambon. dipartimento di medicina dimed, università degli studi di padova.

A. Zambon. dipartimento di medicina dimed, università degli studi di padova. 24_24 02/02/16 08.17 Pagina 257 AbbAssAre la colesterolemia per ridurre gli eventi cardiovascolari: il ruolo dei nuovi inibitori di pcsk9 A. Zambon dipartimento di medicina dimed, università degli studi

Dettagli

Presentazione della survey sulla terapia ipolipemizzante nella pratica clinica

Presentazione della survey sulla terapia ipolipemizzante nella pratica clinica Presentazione della survey sulla terapia ipolipemizzante nella pratica clinica a cura dell ARCA e MMG Lombardia Relatore : Dott.ssa M.Gavazzoni, U.O Cardiologia Spedali Civili di Brescia. ARCA Lombardia

Dettagli

PCSK9 inibitori: Basi fisiopatologiche ed impiego clinico. Alirocumab. Paolo Calabrò Cattedra Cardiologia Seconda Università Napoli

PCSK9 inibitori: Basi fisiopatologiche ed impiego clinico. Alirocumab. Paolo Calabrò Cattedra Cardiologia Seconda Università Napoli PCSK9 inibitori: Basi fisiopatologiche ed impiego clinico Alirocumab Paolo Calabrò Cattedra Cardiologia Seconda Università Napoli Lithuania Germany Romania Poland Finland Sweden Belgium Italy France Netherlands

Dettagli

EPIDEMIOLOGIA DELL IPERCOLESTEROLEMIA PRIMARIA NELLA REGIONE VENETO. Margherita Andretta. Venezia, 2 febbraio 2017

EPIDEMIOLOGIA DELL IPERCOLESTEROLEMIA PRIMARIA NELLA REGIONE VENETO. Margherita Andretta. Venezia, 2 febbraio 2017 EPIDEMIOLOGIA DELL IPERCOLESTEROLEMIA PRIMARIA NELLA REGIONE VENETO Margherita Andretta Venezia, 2 febbraio 2017 Prevalenza dell ipercolesterolemia familiare 1/200-1/500 120.000-300.000 9.800-25.000 Averna

Dettagli

10 anni di Pioglitazone: solo un Ipoglicemizzante? Roberto Trevisan Direttore U.S.C. Diabetologia Ospedali Riuniti di Bergamo

10 anni di Pioglitazone: solo un Ipoglicemizzante? Roberto Trevisan Direttore U.S.C. Diabetologia Ospedali Riuniti di Bergamo 10 anni di Pioglitazone: solo un Ipoglicemizzante? Roberto Trevisan Direttore U.S.C. Diabetologia Ospedali Riuniti di Bergamo 60 45 Ipoglicemizzanti orali in uso in Italia (anno 2009) 46.6 % sul totale

Dettagli

La doppia inibizione: vantaggi clinici

La doppia inibizione: vantaggi clinici 45 La doppia inibizione: vantaggi clinici ENZO MANZATO Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Università di Padova La prevenzione cardiovascolare ha utilizzato nel passato diversi interventi ipolipidemizzanti.

Dettagli

L audit come strumento di implementazione. diabetico in Medicina Generale. Criticità nella gestione del paziente diabetico in Medicina Generale

L audit come strumento di implementazione. diabetico in Medicina Generale. Criticità nella gestione del paziente diabetico in Medicina Generale L audit come strumento di implementazione delle linee guida sulla gestione del paziente diabetico in Medicina Generale Criticità nella gestione del paziente diabetico in Medicina Generale Storia naturale

Dettagli

I farmaci dell apparato cardiovascolare

I farmaci dell apparato cardiovascolare I farmaci dell apparato cardiovascolare Anna Maria Marata Claudio Voci Agenzia Sociale e Sanitaria Regione Emilia Romagna Roma, 04 luglio 2013 Alcuni dei possibili determinanti del cambiamento nella prescrizione

Dettagli

Efficacia e Tollerabilità della Terapia Ipolipemizzante dopo SCA: Ruolo dell Ezetimibe nei Programmi Integrati di Prevenzione Secondaria

Efficacia e Tollerabilità della Terapia Ipolipemizzante dopo SCA: Ruolo dell Ezetimibe nei Programmi Integrati di Prevenzione Secondaria Efficacia e Tollerabilità della Terapia Ipolipemizzante dopo SCA: Ruolo dell Ezetimibe nei Programmi Integrati di Prevenzione Secondaria Furio Colivicchi Dipartimento Cardiovascolare ACO S.Filippo Neri

Dettagli

L ipercolesterolemia familiare

L ipercolesterolemia familiare L ipercolesterolemia familiare In alcuni soggetti l aumentata concentrazione di colesterolo nel sangue è causata da un difetto ereditario genetico noto come ipercolesterolemia familiare (Familial Hypercholesterolemia,

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Complicanze macroangiopatiche nel diabete

Complicanze macroangiopatiche nel diabete Complicanze macroangiopatiche nel diabete Diabete mellito e mortalità cardiovascolare Framingham Study: 20 anni di follow-up 18 Mortalità cardiaca ogni 1000 persone 16 14 12 10 8 6 4 2 17 8 17 4 DM No-DM

Dettagli

PRAVASTATINA: APPROVATA L INDICAZIONE ALL USO NELLA PREVENZIONE PRIMARIA SENZA MODIFICAZIONE DEL REGIME DI RIMBORSABILITÀ

PRAVASTATINA: APPROVATA L INDICAZIONE ALL USO NELLA PREVENZIONE PRIMARIA SENZA MODIFICAZIONE DEL REGIME DI RIMBORSABILITÀ PRAVASTATINA: APPROVATA L INDICAZIONE ALL USO NELLA PREVENZIONE PRIMARIA SENZA MODIFICAZIONE DEL REGIME DI RIMBORSABILITÀ La CUF ha approvato per la pravastatina (Aplactin, Prasterol, Pravaselect, Sanaprav,

Dettagli

Presentazione dei Nuovi Inibitori di PCSK9: quali prospettive

Presentazione dei Nuovi Inibitori di PCSK9: quali prospettive MEDIA 2016;16:137-143 SEZIONE DI FORMAZIONE PER L AUTOVALUTAZIONE aggiornamento Presentazione dei Nuovi Inibitori di PCSK9: quali prospettive Giuseppe Danilo Norata, Alberico Luigi Catapano Dipartimento

Dettagli

FARMACOSORVEGLIANZA DEI PAZIENTI IN TERAPIA CON EVOLOCUMAB

FARMACOSORVEGLIANZA DEI PAZIENTI IN TERAPIA CON EVOLOCUMAB FARMACOSORVEGLIANZA DEI PAZIENTI IN TERAPIA CON EVOLOCUMAB Francesca Bambara IL RUOLO DELL INFERMIERE Le malattie cardiovascolari (CVD) hanno una mortalità pari a 4 milioni di persone ogni anno solo in

Dettagli

TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A.

TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A. TERAPIE BIOLOGICHE PER IL TRATTAMENTO DEL MORBO DI CROHN (CD). Studente: Di Savino Augusta Corso di Immunologia Molecolare A.A 2007/2008 LE TERAPIE BIOLOGICHE: possono avere una maggiore efficacia terapeutica;

Dettagli

Dr. Vittorio Ferrari U.O. Oncologia Medica A. Spedali Civili, Brescia

Dr. Vittorio Ferrari U.O. Oncologia Medica A. Spedali Civili, Brescia Dr. Vittorio Ferrari U.O. Oncologia Medica A. Spedali Civili, Brescia La crescita tumorale Classification Evoluzione dei trattamenti RR OS Sites of therapy STAGE II In colon cancer patients

Dettagli

Strategie per il raggiungimento del goal terapeutico nelle displipidemie

Strategie per il raggiungimento del goal terapeutico nelle displipidemie Strategie per il raggiungimento del goal terapeutico nelle displipidemie Claudio Borghi Cattedra di Medicina Interna Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Università degli Studi di Bologna Sequence

Dettagli

Capitolo 4. Razionale farmacologico, approccio terapeutico, nuove strategie e Nota 13

Capitolo 4. Razionale farmacologico, approccio terapeutico, nuove strategie e Nota 13 Capitolo 4 Razionale farmacologico, approccio terapeutico, nuove strategie e Nota 13 NOTA 13: quali le novità? 2 Visione sempre LDL centrica Reintroduzione della carta del rischio per i pazienti ad alto

Dettagli

La terapia della dislipidemia nel diabetico: quali farmaci usare e con quali obiettivi? Novità in arrivo? Maria Chantal Ponziani

La terapia della dislipidemia nel diabetico: quali farmaci usare e con quali obiettivi? Novità in arrivo? Maria Chantal Ponziani La terapia della dislipidemia nel diabetico: quali farmaci usare e con quali obiettivi? Novità in arrivo? Maria Chantal Ponziani Dal 1996.. La storia DEI TARGET IN LIPIDOLOGIA DELLE TERAPIE E DEI TRIALS

Dettagli

Effetto epatoprotettivo della somministrazione di Citexivir in pazienti con epatite cronica da HCV

Effetto epatoprotettivo della somministrazione di Citexivir in pazienti con epatite cronica da HCV Relazione scientifica finale (13/10/2014) Effetto epatoprotettivo della somministrazione di Citexivir in pazienti con epatite cronica da HCV INTRODUZIONE: L'epatite C è una malattia infettiva, causata

Dettagli

Gli studi AtoZ e PROVE-IT: similarità pdate e differenze

Gli studi AtoZ e PROVE-IT: similarità pdate e differenze therosclerosis Gli studi AtoZ e PROVE-IT: similarità e differenze ALBERICO L. CATAPANO Dipartimento di Scienze Farmacologiche,Università degli Studi di Milano 4 Indirizzo per la corrispondenza Prof. Alberico

Dettagli

Dall appropriatezza d uso dei farmaci alla programmazione sanitaria

Dall appropriatezza d uso dei farmaci alla programmazione sanitaria Dall appropriatezza d uso dei farmaci alla programmazione sanitaria Pierluigi Russo 26 Gennaio 2015 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono personali e

Dettagli

IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità

IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità 1 Giornata Nazionale del Gruppo Donna IL PERCORSO DI AMD PER LA MEDICINA DI GENERE: dalle differenze di genere alle pari opportunità Olbia, 16 e 17 marzo 2012 Mercure Olbia Hermaea Il Gruppo Donna di AMD:

Dettagli

STATINE E RISCHIO DI DIABETE

STATINE E RISCHIO DI DIABETE STATINE E RISCHIO DI DIABETE Gli inibitori della 3-idrossi-3-metilglutaril coenzima A (HMG-CoA) reduttasi, noti come statine, hanno rivoluzionato il trattamento della ipercolesterolemia e la prevenzione

Dettagli

RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010

RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010 Appropriatezza prescrittiva nella terapia dell ipercolesterolemia RACCOMANDAZIONI DELL ASL CN1 2010 PREMESSE L'ipercolesterolemia è uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare e la sua riduzione

Dettagli

Pembrolizumab (Keytruda ) Premio Galeno Italia 2015

Pembrolizumab (Keytruda ) Premio Galeno Italia 2015 Pembrolizumab (Keytruda ) Premio Galeno Italia 2015 Pembrolizumab ( MK3475) è un anticorpo monoclonale IgG4, umanizzato, ad alta affinità, anti PD-1 Exerts dual ligand blockade of the PD-1 pathway Similar

Dettagli

Farmaci anti-obesità

Farmaci anti-obesità Farmaci anti-obesità Inibitori lipasi Anoressizzanti Lipasi Farmaci anoressizzanti: Farmaci inibitori della lipasi: Orlistat: lipasi gastriche e pancreatiche E.C.: interferenza con assorbimento vit. liposolubili,

Dettagli

Gli aspetti terapeutici delle dislipidemie

Gli aspetti terapeutici delle dislipidemie 21 Gli aspetti terapeutici delle dislipidemie 1. la dietoterapia e l attività FIsIca Premesse 1. L intervento sullo stile di vita costituisce la base del trattamento delle dislipidemie e della prevenzione

Dettagli

CARTELLA STAMPA COLESTEROLO, È ARRIVATA L ORA

CARTELLA STAMPA COLESTEROLO, È ARRIVATA L ORA COLESTEROLO, È ARRIVATA L ORA CONFERENZA STAMPA - ROMA 3 NOVEMBRE 2011 INTERVISTA A ALBERICO LUIGI CATAPANO Ordinario di Farmacologia all Università degli Studi di Milano Presidente Eletto della Società

Dettagli

Stato dell arte nel trattamento delle dislipidemie

Stato dell arte nel trattamento delle dislipidemie Novità in tema di prevenzione cardiocerebrovascolare 20 febbraio 2016 Stato dell arte nel trattamento delle dislipidemie Dr.ssa Anna Maria Fiorenza ASST Rhodense, Garbagnate Milanese Le principali cause

Dettagli

8 Progetto ABC. Achieved Best Cholesterol

8 Progetto ABC. Achieved Best Cholesterol Introduzione La dislipidemia è ampiamente noto essere uno dei più importanti fattori di rischio cardiovascolari. Molto si è scritto in letteratura negli ultimi anni a proposito della riduzione di questo

Dettagli

Cetuximab e mutazione K-Ras nel tumore del colon-retto

Cetuximab e mutazione K-Ras nel tumore del colon-retto Università di Pisa Dipartimento di Farmacia Corso di laurea in CTF Corso: Basi biochimiche dell azione dei farmaci Cetuximab e mutazione K-Ras nel tumore del colon-retto Pisa, 27/03/2014 Samuela Fabiani

Dettagli

Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type

Studio Re.mo.te A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type Studio Re.mo.te "A randomized clinical trial on home telemonitoring for the management of metabolic and cardiovascular risk in individuals with type 2 diabetes" Protocollo di Studio:durata e campione La

Dettagli

Valutazione epidemiologica dell impatto delle Linee di indirizzo regionali sull uso dei farmaci. Marina Davoli

Valutazione epidemiologica dell impatto delle Linee di indirizzo regionali sull uso dei farmaci. Marina Davoli Valutazione epidemiologica dell impatto delle Linee di indirizzo regionali sull uso dei farmaci Marina Davoli SNLG - Antibioticoprofilassi perioperatoria nell adulto - 1 Raccomandazione I/A La profilassi

Dettagli

Le CAPD nel Lazio: quale ruolo oggi, quale ruolo futuro? I punti di vista dei diversi attori del sistema

Le CAPD nel Lazio: quale ruolo oggi, quale ruolo futuro? I punti di vista dei diversi attori del sistema Le CAPD nel Lazio: quale ruolo oggi, quale ruolo futuro? I punti di vista dei diversi attori del sistema Dott. Fulvio Ferrante Coordinatore Area Farmaceutica Dipartimentale AUSL Frosinone 12 settembre

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 133 del 30 novembre 2016 pag. 1/14 DOCUMENTO DI HTA

Allegato A al Decreto n. 133 del 30 novembre 2016 pag. 1/14 DOCUMENTO DI HTA giunta regionale Allegato A al Decreto n. 133 del 30 novembre 2016 pag. 1/14 DOCUMENTO DI HTA PROPOSTA PER UN ACCESSO CONTROLLATO AL MERCATO DEI NUOVI ANTICORPI MONOCLONALI PER LA CURA DELL IPERCOLESTEROLEMIA

Dettagli

STATINE, INFIAMMAZIONE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE

STATINE, INFIAMMAZIONE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE STATINE, INFIAMMAZIONE E RISCHIO CARDIOVASCOLARE Alberto Lomuscio Divisione di Cardiologia Ospedale San Paolo - Milano INTRODUZIONE Il complesso mondo del rischio cardiovascolare è stato ampiamente studiato

Dettagli

Nutraceuticiper la prevenzione CV: sempre solo in prevenzione primaria GIUSEPPE MARAZZI MD PHD IRCCS SAN RAFFAELE

Nutraceuticiper la prevenzione CV: sempre solo in prevenzione primaria GIUSEPPE MARAZZI MD PHD IRCCS SAN RAFFAELE Nutraceuticiper la prevenzione CV: sempre solo in prevenzione primaria GIUSEPPE MARAZZI MD PHD IRCCS SAN RAFFAELE Nonostante la disponibilitàdi numerosi presidi terapeutici per il trattamento delle malattie

Dettagli

STATINE ED EZETIMIBE UNA CERTEZZA CONSOLIDATA: Dott. Danilo Puccio U.O.C. di Cardiologia - UTIC P.O. Civico di Partinico

STATINE ED EZETIMIBE UNA CERTEZZA CONSOLIDATA: Dott. Danilo Puccio U.O.C. di Cardiologia - UTIC P.O. Civico di Partinico UNA CERTEZZA CONSOLIDATA: STATINE ED EZETIMIBE Dott. Danilo Puccio U.O.C. di Cardiologia - UTIC P.O. Civico di Partinico Valderice, 3 ottobre 2015 Hotel Tonnara di Bonagia 1976: Endo et al. isolano la

Dettagli

La terapia di associazione: il ruolo della inibizione dell assorbimento pdate e della modulazione della sintesi del colesterolo

La terapia di associazione: il ruolo della inibizione dell assorbimento pdate e della modulazione della sintesi del colesterolo therosclerosis La terapia di associazione: il ruolo della inibizione dell assorbimento e della modulazione della sintesi del colesterolo ALBERICO L. CATAPANO, L. CATAPANO Dipartimento di Scienze Farmacologiche

Dettagli

Le nuove terapie dell ipercolesterolemia e il loro impatto sull aderenza. Riccardo Candido S.S. Centro Diabetologico Distretto 3 A.S.S.

Le nuove terapie dell ipercolesterolemia e il loro impatto sull aderenza. Riccardo Candido S.S. Centro Diabetologico Distretto 3 A.S.S. Le nuove terapie dell ipercolesterolemia e il loro impatto sull aderenza Riccardo Candido S.S. Centro Diabetologico Distretto 3 A.S.S. 1 Triestina Il dr. Riccardo Candido dichiara di aver ricevuto negli

Dettagli

MEDICINA DELLE TOSSICODIPENDENZE: UNO SGUARDO AL FUTURO

MEDICINA DELLE TOSSICODIPENDENZE: UNO SGUARDO AL FUTURO MEDICINA DELLE TOSSICODIPENDENZE: UNO SGUARDO AL FUTURO Locarno 05.05.2004 Pier Paolo Pani Servizio Tossicodipendenze Dipartimento di Neuroscienze Università Cagliari AFFERMAZIONE GENERALE Ogni tipo di

Dettagli

IRCCS Multimedica, Milano ARTICOLO ORIGINALE

IRCCS Multimedica, Milano ARTICOLO ORIGINALE Giornale Italiano dell Arteriosclerosi 2015; 6 (1): XX-XX 1 ARTICOLO ORIGINALE DISTRIBUZIONE DELLA POPOLAZIONE ITALIANA ADULTA NELLE CLASSI DI RISCHIO CARDIOVASCOLARE IDENTIFICATE DALLA NOTA 13 DELL 8

Dettagli

Esercizio fisico nel diabetico 29 gennaio 2011

Esercizio fisico nel diabetico 29 gennaio 2011 Esercizio fisico nel diabetico 29 gennaio 2011 Dr.ssa C. Baggiore 20 dicembre 2006 DPP: prevenzione del diabete in soggetti ad alto rischio per la malattia N = 3234 IFG e IGT, senza diabete 40 Placebo

Dettagli

Questa correlazione è raggiunta con valori di LDL mai considerati in passato, in un ambito di 50 mg/dl.

Questa correlazione è raggiunta con valori di LDL mai considerati in passato, in un ambito di 50 mg/dl. Nota 13, Le regole di prescrizione italiane ed appropriatezza scientifica nella terapia delle dislipidemie: perchè trattare il fattore di rischio colesterolo. (M. Averna) Nell analisi della curva di distribuzione

Dettagli

Linee di indirizzo relative all uso degli. inibitori della HMG Coa reduttasi (statine) per la prevenzione secondaria e primaria

Linee di indirizzo relative all uso degli. inibitori della HMG Coa reduttasi (statine) per la prevenzione secondaria e primaria Linee di indirizzo relative all uso degli inibitori della HMG Coa reduttasi (statine) per la prevenzione secondaria e primaria delle malattie cardiovascolari nella Regione Lazio 1 INDICE ANALITICO PREMESSA...

Dettagli

RENE. Tavola Rotonda Terapia della microangiopatia: oltre il controllo glicemico. Salvatore A. De Cosmo

RENE. Tavola Rotonda Terapia della microangiopatia: oltre il controllo glicemico. Salvatore A. De Cosmo Tavola Rotonda Terapia della microangiopatia: oltre il controllo glicemico RENE Salvatore A. De Cosmo S.C di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo Istituto Scientifico CSS, San Giovanni Rotondo 153/million

Dettagli

Corso Regionale Gastrocare 2016 Ferrara 23 settembre 2016 Imbarcadero Castello Estense Drssa Renata D Incà Gastroenterologia Azienda Ospedaliera di

Corso Regionale Gastrocare 2016 Ferrara 23 settembre 2016 Imbarcadero Castello Estense Drssa Renata D Incà Gastroenterologia Azienda Ospedaliera di Corso Regionale Gastrocare 2016 Ferrara 23 settembre 2016 Imbarcadero Castello Estense Drssa Renata D Incà Gastroenterologia Azienda Ospedaliera di Padova Il percorso della terapia nelle IBD Dal miglioramento

Dettagli

S AV E T H E D AT E CONGRESSO NAZIONALE S.I.S.A. PALERMO 19/21 NOVEMBRE 2017

S AV E T H E D AT E CONGRESSO NAZIONALE S.I.S.A. PALERMO 19/21 NOVEMBRE 2017 S.I.S.A. PALERMO 19/21 NOVEMBRE 2017 S AV E T H E D AT E 31 CONGRESSO NAZIONALE 31 CONGRESSO NAZIONALE S.I.S.A. (SOCIETÀ ITALIANA PER LO STUDIO DELL ATEROSCLEROSI) Palermo, 19/21 Novembre 2017 Astoria

Dettagli

I GLP-1 RA long acting: a chi e quando secondo le linee guida e la pratica clinica

I GLP-1 RA long acting: a chi e quando secondo le linee guida e la pratica clinica I GLP-1 RA long acting: a chi e quando secondo le linee guida e la pratica clinica Paola Ponzani S.S.D Endocrinologia, Diabetologia e Malattie Metaboliche ASL3 Genovese Genova, 15 maggio 2015 Treatment

Dettagli

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò Anticorpi monoclonali Anti-EGFR -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri Valentina Anrò Ruolo Biologico Epidermal Growth Factor Receptor Extracellular Domain Transmembrane Domain

Dettagli

Scelta della statina nel paziente diabetico

Scelta della statina nel paziente diabetico Scelta della statina nel paziente diabetico Agostino Gnasso Università degli Studi Magna Græcia Catanzaro Primo Congresso Interregionale AME-Sud Italia Matera 9-10 Maggio 2014 Mortalità da CHD in uomini

Dettagli

I nuovi farmaci ipolipemizzanti: focus sugli anticorpi monoclonali

I nuovi farmaci ipolipemizzanti: focus sugli anticorpi monoclonali I nuovi farmaci ipolipemizzanti: focus sugli anticorpi monoclonali Claudio Borghi 1, Claudio Cimminiello 2 1 Cattedra di Medicina Interna, Università degli Studi, Bologna 2 Ufficio Studi e Ricerche, Società

Dettagli

U.O. RIABILITAZIONE. resp. dott. Bruno Passaretti

U.O. RIABILITAZIONE. resp. dott. Bruno Passaretti Il cuore sano, il cuore malato e i modi per curarlo (B. Passare6, cardiologo) Come sme:ere di fumare e perché (M. Orlando, cardiologa) La ripresa dell a6vità fisica dopo la mala6a e/o l intervento (P.

Dettagli

La principale innovazione farmacologica in Dermatologia è rappresenta dall Introduzione nella pratica clinica dei farmaci biologici

La principale innovazione farmacologica in Dermatologia è rappresenta dall Introduzione nella pratica clinica dei farmaci biologici Farmaci innovativi i in Dermatologia Sergio Chimenti Clinica Dermatologica Università degli Studi di Roma Tor Vergata La principale innovazione farmacologica in Dermatologia è rappresenta dall Introduzione

Dettagli

Le modalità prescrittive nelle diverse situazioni cliniche

Le modalità prescrittive nelle diverse situazioni cliniche L INFORMAZIONE INDIPENDENTE SUL FARMACO: OBIETTIVO STATINE Le modalità prescrittive nelle diverse situazioni cliniche Sassari 26 Gennaio 2008 Dott.ssa Chiara Musio NOTA 13 AIFA La prescrizione a carico

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Caratteristiche del paziente candidabile alle nuove terapie

Caratteristiche del paziente candidabile alle nuove terapie MODELLI ORGANIZZATIVI APPROPRIATI PER LA GESTIONE DELLA CRONICITÀ NELL AMBITO DELL IPERCOLESTEROLEMIA CON I NUOVI ANTICORPI MONOCLONALI ANTI PCSK9 Ancona, 21 aprile 2017 Caratteristiche del paziente candidabile

Dettagli

dopo 10 anni di terapia

dopo 10 anni di terapia 16-2013_16-2013 18/02/13 11.47 Pagina 143 Che Cosa succede dopo 10 anni di terapia Con statine? i dati dell heart protection study F. Bovenzi, L. Borelli, L. Cortigiani, R. Lorenzoni, M. Lazzari, A. Boni,

Dettagli

I trials con statine: che cosa abbiamo imparato?

I trials con statine: che cosa abbiamo imparato? 3 I trials con statine: che cosa abbiamo imparato? TERJE R. PEDERSEN Chief, Preventive Medicine Clinic, Ulleval University Hospital, Norvegia Le malattie cardiovascolari quali infarto, scompenso di circolo,

Dettagli

EFFICACIA E TOLLERABILITÀ DI UN COMPOSTO A BASE DI POLICOSANOLI VEGETALI, RISO ROSSO FERMENTATO, GAMMA ORIZANOLO, RESVERATROLO,

EFFICACIA E TOLLERABILITÀ DI UN COMPOSTO A BASE DI POLICOSANOLI VEGETALI, RISO ROSSO FERMENTATO, GAMMA ORIZANOLO, RESVERATROLO, EFFICACIA E TOLLERABILITÀ DI UN COMPOSTO A BASE DI POLICOSANOLI VEGETALI, RISO ROSSO FERMENTATO, GAMMA ORIZANOLO, RESVERATROLO, CoQ10, AC. FOLICO E VITAMINA E IN SOGGETTI CON DISLIPIDEMIA MODERATA IN PREVENZIONE

Dettagli

Maurizio Averna Di.Bi.M.I.S Dipartimento Biomedico di Medicina Interna e Specialistica Università degli Studi di Palermo

Maurizio Averna Di.Bi.M.I.S Dipartimento Biomedico di Medicina Interna e Specialistica Università degli Studi di Palermo Nota, regole prescrittive italiane ed appropriatezza scientifica nella terapia delle dislipidemie Maurizio Averna Di.Bi.M.I.S Dipartimento Biomedico di Medicina Interna e Specialistica Università degli

Dettagli

Medicina basata sull Evidenza

Medicina basata sull Evidenza Medicina basata sull Evidenza Numerosi trattamenti tatta t possono o ridurre il rischio dei maggiori eventi cardiovascolari in grandi gruppi di pazienti Prescrizione di tutti i farmaci benefici a tutti

Dettagli

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

Dettagli

Vedolizumab. Irene Modesto, MD, PhD IBD Medical Lead, Takeda Italia

Vedolizumab. Irene Modesto, MD, PhD IBD Medical Lead, Takeda Italia Vedolizumab Irene Modesto, MD, PhD IBD Medical Lead, Takeda Italia Le Malattie Infiammatorie Croniche Intestinale Due facce della stessa medaglia Crohn s disease Ulcerative colitis 10% Colitis unclassified

Dettagli

Sindromi Coronariche Acute

Sindromi Coronariche Acute L importanza dei target e dell aderenza terapeutica Sindromi Coronariche Acute STEMI/NSTEMI alla luce delle nuove linee-guida Gian Piero Perna Dipartimento Scienze Cardiologiche Mediche e Chirurgiche Presidio

Dettagli

Sono tutti uguali i farmaci ipolipemizzanti?

Sono tutti uguali i farmaci ipolipemizzanti? Sono tutti uguali i farmaci ipolipemizzanti? La nuova nota 13 ammette la rimborsabilità di tutti i farmaci ipolipemizzanti, ma il commento evidenzia i diversi risultati ottenuti con alcuni principi attivi

Dettagli

LINEE GUIDA ROL - COLON. Stadio I

LINEE GUIDA ROL - COLON. Stadio I Adenoma con displasia alto grado o severa Escissione locale LINEE GUIDA ROL - COLON segmentaria per lesioni non suscettibili di escissione locale Sostituisce carcinoma in situ o adenoma intramucoso. Stadio

Dettagli

Domanda FITOSTEROLI: RASSEGNA DELL EVIDENZA. Programma. Programma

Domanda FITOSTEROLI: RASSEGNA DELL EVIDENZA. Programma. Programma Domanda FITOSTEROLI: RASSEGNA DELL EVIDENZA Qual è il ruolo dei fitosteroli nel trattamento non farmacologico Giorgio Bedogni Unità di Epidemiologia Clinica Centro Studi Fegato Basovizza (TS) 1 2 3 4 Cosa

Dettagli

L ipercolesterolemia familiare eterozigote: la prima sfida per gli anticorpi monoclonali anti-pcsk9

L ipercolesterolemia familiare eterozigote: la prima sfida per gli anticorpi monoclonali anti-pcsk9 L ipercolesterolemia familiare eterozigote: la prima sfida per gli anticorpi monoclonali anti-pcsk9 Alberto Zambon Clinica Medica 1, Dipartimento di Medicina, Università degli Studi, Padova Heterozygous

Dettagli

NSCLC - stadio iiib/iv

NSCLC - stadio iiib/iv I TUMORI POLMONARI linee guida per la pratica clinica NSCLC - stadio iiib/iv quale trattamento per i pazienti anziani con malattia avanzata? Il carcinoma polmonare è un tumore frequente nell età avanzata.

Dettagli

Nuove possibilità di cura nelle neoplasie mieloidi e linfoidi croniche. Prima linea della leucemia mieloide cronica. Centro congressi Villa Cagnola

Nuove possibilità di cura nelle neoplasie mieloidi e linfoidi croniche. Prima linea della leucemia mieloide cronica. Centro congressi Villa Cagnola Nuove possibilità di cura nelle neoplasie mieloidi e linfoidi croniche Prima linea della leucemia mieloide cronica Centro congressi Villa Cagnola Gazzada-Shianno (VA) 31/10/2014 Ester Pungolino A.O. Ospedale

Dettagli

Obiettivi terapeutici e sicurezza del trattamento ipolipemizzante nel paziente anziano

Obiettivi terapeutici e sicurezza del trattamento ipolipemizzante nel paziente anziano MODULO 5 Obiettivi terapeutici e sicurezza del trattamento ipolipemizzante nel paziente anziano Enzo Manzato Direttore Responsabile, UOC Clinica Geriatrica Direttore Scuola Specializzazione in Geriatria,

Dettagli

Statine nella cardiopatia ischemica in monoterapia: perchè?

Statine nella cardiopatia ischemica in monoterapia: perchè? Santa Margherita Ligure 2 a Giornata Cardiologica del Tigullio 12 Febbraio, 212 Statine nella cardiopatia ischemica in monoterapia: perchè? Diego Ardissino La medicina delle evidenze scientifiche Medicina

Dettagli

La storia della dieta ipoantigenica nella crioglobulinemia

La storia della dieta ipoantigenica nella crioglobulinemia Mangiarsi la malattia Pisa 11 Ottobre 2014 La storia della dieta ipoantigenica nella crioglobulinemia Prof. Stefano Bombardieri Unità Operativa di Reumatologia Universitaria Azienda Ospedaliero Universitaria

Dettagli

SCHEDA FARMACO. Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta

SCHEDA FARMACO. Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta Indicazione terapeutica Classificazione: Spesa per paziente trattato (euro, posologia/durata)

Dettagli

I target di intervento nei pazienti ad alto rischio

I target di intervento nei pazienti ad alto rischio XI CONGRESSO REGIONALE DI ANGIOLOGIA E PATOLOGIA VASCOLARE REGIONE CALABRIA CROTONE-LIDO DEGLI SCOGLI 19 OTTOBRE 2013 La Dislipidemia tra burocrazia e clinica: I target di intervento nei pazienti ad alto

Dettagli

Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia

Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia HOT TOPICS MALATTIA METASTATICA Malattia Ormonosensibile Alfredo Berruti Università degli Studi di Brescia Azienda Ospedaliera Spedali Civili Brescia MALATTIA METASTATICA ORMONOSENSIBILE Nel paziente in

Dettagli