PROGETTO INSIEME PER DARE FORMA AL FUTURO DI FOLLONICA Incontri partecipati 28 giugno- 08 settembre

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO INSIEME PER DARE FORMA AL FUTURO DI FOLLONICA Incontri partecipati 28 giugno- 08 settembre"

Transcript

1 PROGETTO INSIEME PER DARE FORMA AL FUTURO DI FOLLONICA Incontri partecipati 28 giugno- 08 settembre GRUPPO DI LAVORO: La città produttiva e del turismo Risultati del questionario di valutazione LE TUE OPINIONI SUL CONTENUTO DEL PROGETTO... in merito ai contenuti tecnici: Condividi motivazioni e obiettivi del progetto Insieme per Dare Forma al Futuro di Follonica nel complesso? sì 3 no in parte 1 Hai perplessità, osservazioni, proposte diverse o aggiuntive rispetto a quanto emerso negli incontri? Cambieresti qualcosa? sì 2 no in parte 2 in merito al processo decisionale che l Amministrazione Comunale ha inteso attivare: Ritieni utile che sia stato fatto uno sforzo verso la partecipazione dei cittadini? sì 4 no in parte 1 Condividi l impostazione generale data? Ti è parsa produttiva? Ti è sembrato positivo l impegno partecipativo in questo progetto? Ritieni possibile impegnarti nel futuro, dopo la chiusura di questo progetto? sì 3 no 1 in parte 1 Hai perplessità, osservazioni, proposte diverse o aggiuntive rispetto a quanto emerso nell incontro? Cambieresti qualcosa? 1. Allargare la partecipazione ai cittadini 1 2. Allargare la partecipazione con un questionario(sui temi principali) 1 126

2 COME VALUTI LO SVOLGIMENTO DEL PROCESSO Un Gruppo di lavoro per un lavoro di gruppo : Gli incontri (giugno, luglio, settembre) hanno raggiunto gli obiettivi posti?: Ob.1 Spiegazione del progetto Un gruppo di lavoro per un lavoro di gruppo Ritieni di aver capito? sì 4 no in parte 1 L informazione fornita è stata sufficiente per esprimere pareri? Ob.2 Mettere a fuoco e condividere l idea di partecipazione che si intende realizzare L idea di partecipazione che si è inteso sviluppare è stata ben chiarita? C è stato spazio sufficiente per confrontare l idea con l esigenze tue e degli altri attori presenti? sì 1 no in parte 4 Ob.3 Attivare un contatto tra gli Attori istituzionali E servito per creare un contatto? sì 2 no 2 in parte 1 Le relazioni ne escono migliorate,( come prima o peggiorate)? Mancava qualche Attore che avrebbe dovuto esserci? (Chi?...) Le tecniche di conduzione degli incontri sono state adeguate? La conduzione permette davvero: più interazione? più equità di partecipazione? miglior uso del tempo? di esprimersi? sì 4 no in parte 127

3 Ritiene utile la moderazione della discussione in generale? sì 4 no in parte Quella effettuata è stata: cattiva, discreta, buona, ottima? cattiva discreta buona 3 ottima 1 Si è rilevato il grado di condivisione e registrato fedelmente eventuali divergenze di opinione? sì 2 no 1 in parte 1 Lo staff vi è parso opportunamente qualificato e preparato? sì 2 no in parte 2 E valsa la pena partecipare ai Gruppi di lavoro?: Ritieni utile questo metodo di incontri strutturati? Ti sei interessato/divertito? sì 5 no in parte Parteciperesti a prossime iniziative strutturate? sì 3 no 1 in parte Metavalutazione Questo questionario serve? Tutte le domande sono rilevanti? E completo? Altro Difetti e proposte Allargare la platea partecipativa 1 128

4 CITTADINI GRUPPO DI LAVORO "LA CITTA' DEL TURISMO E PRODUTTIVA" 1 MILVA BANTI 2 NEVIO BARAGATTI 3 PATRIZIA BARBIERI 4 VANIA BARGAGLI 5 FERRERO BENCINI 6 EDOARDO BERTOCCI 7 MARCO BETTINI 8 ALBERTO BOTTAI 9 STEFANO CELLINI 10 GIUSEPPE CERRA 11 ANGELO DELL'ANNA 12 CESARE FRANCHI 13 CARLA GAGLIANONE 14 UMBERTO GAVAZZI 15 ELISABETTA LOMBARDO 16 LILIANA MARRINI 17 ROBERTO PACENTI 18 MAURO PASQUALI 19 ANTONIO PIERI 20 MARCELLO RICCERI 21 GIUSEPPINA RIVOLTA 22 GIANCARLO ROSSI 23 VANNA VANNI Portavoce : CESARE FRANCHI Tecnici: DIRIGENTE DOMENICO MELONE Esperto: ROSA DI FAZIO, GIANFRANCO GORELLI, GIANNI VIVOLI, Amministratori ASS. TIZIANO CIANCHI, ASS. VINICIO DONNINI, ASS. PAOLO MARELLI Team Garante della Comunicazione e Facilitatore: LUCIA VELLA Verbalizzanti di sala: MONIA POLICHETTI ROBERTA TONI Verbalizzanti uff. stampa: CHIARA BALLONI NICOLA GIORDANO CARLO MARTINI 129

5 3.VALUTAZIONE 3.a Riflessioni del Garante della Comunicazione Con il processo partecipativo messo in atto per la elaborazione di un Regolamento Urbanistico che sappia raccogliere le indicazioni provenienti dalla città si è inteso perseguire un duplice obiettivo: - informativo: creare un opportunità per diffondere informazioni definitive, seguite all approvazione del Piano Strutturale e informazioni nuove, relative ad approfondimenti e studi in corso per la formazione del nuovo strumento urbanistico; - metodologico: a. diffondere l abitudine alla relazione tra cittadini ed Ente, b. stimolare la partecipazione dei cittadini al governo della città, c. diffondere la cultura del confronto, d. creare le condizioni per l aggregazione e il confronto tra Soggetti solitamente esclusi e potenzialmente conflittuali. Agli incontri programmati dei Gruppi di Lavoro non hanno preso parte tutti gli iscritti (110 per i 6 gruppi) e le presenze sono diminuite tra la seconda e la terza fase del processo partecipato attestandosi sulla media di 14 partecipanti per gruppo. La iniziale mancata partecipazione e le successive assenze possono essere giustificate con le particolarità, climatiche e abitudinali dei residenti, relative al periodo estivo e con l impegno stagionale di molti soggetti economici; si sono così concretizzati i timori paventati: il periodo estivo non è il migliore per incrementare la partecipazione dei cittadini. Durante gli incontri non sono emerse osservazioni, richieste e obiezioni inaspettate. Si è creato da subito, un generale clima di attesa cui sono seguiti momenti di diffidenza e poi di collaborazione. Tutti i partecipanti hanno preso la parola in un clima di ascolto e confronto. In tre gruppi sono venuti alla luce conflitti tra i partecipanti in termini di tentativo di monopolizzazione dell attenzione, di imposizione del proprio punto di vista, di temporanea chiusura all ascolto/confronto. Il questionario riportato di seguito nella formulazione integrale e di cui ciascuno può personalmente trarre le conclusioni è stato compilato negli ultimi 10 minuti di ciascuno dei sei incontri finali, dai soli partecipanti presenti. 130

PROGETTO RIQUALIFICAZIONE DEL VARA. Risultati del questionario di valutazione

PROGETTO RIQUALIFICAZIONE DEL VARA. Risultati del questionario di valutazione PROGETTO RIQUALIFICAZIONE DEL VARA Evento di partecipazione del 14 ottobre 2003 c/o Autorità di Bacino del Magra - Sarzana Risultati del questionario di valutazione LE TUE OPINIONI SUL CONTENUTO DEL PROGETTO...

Dettagli

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching

Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Gestione del gruppo di lavoro: motivazione e coaching Il team Un gruppo di persone che: condividono uno scopo, hanno un obiettivo in comune collaborano, moltiplicando le loro risorse condividono i vantaggi

Dettagli

Accordo di Programma Quadro I giovani sono il presente. Percorso di partecipazione e confronto dei giovani con le istituzioni

Accordo di Programma Quadro I giovani sono il presente. Percorso di partecipazione e confronto dei giovani con le istituzioni Accordo di Programma Quadro I giovani sono il presente LET'S GOV PROMUOVERE OPPORTUNITÀ & PRATICARE CITTADINANZA Percorso di partecipazione e confronto dei giovani con le istituzioni 26 Febbraio e 4 Aprile

Dettagli

MARCHE Una crescita continua

MARCHE Una crescita continua MARCHE Una crescita continua Patrizia Camilletti camilletti@hepta.it Social Report annuale Social Plan 2012-2014 IL SOCIAL PLAN Strumento di pianificazione per il periodo 2012-2014 Social Pan 2012-2014

Dettagli

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE

CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE NELLE AREE PROTETTE TECNICHE DI FACILITAZIONE APPLICATE AI PROCESSI DI ADESIONE A CARTA EUROPEA PER IL TURISMO SOSTENIBILE Giuseppe Dodaro 14 maggio 2013 A COSA

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi

Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014. Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi Progetto Scienze 3.14 Scuole in rete A.S 2013-2014 Responsabile Dott.ssa Paola Tacconi QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PER LE INSEGNANTI Al fine di ottenere una valutazione del livello di gradimento delle insegnanti

Dettagli

Il processo di valutazione... 3. Fase 1: Compilazione delle schede e analisi di adeguatezza dei valutatori... 3. Fase 2: Colloquio di valutazione...

Il processo di valutazione... 3. Fase 1: Compilazione delle schede e analisi di adeguatezza dei valutatori... 3. Fase 2: Colloquio di valutazione... Valutazione delle performance Anno 2013 Manuale operativo [Febbraio 2014] Indice Il processo di valutazione... 3 Fase 1: Compilazione delle schede e analisi di adeguatezza dei valutatori... 3 Fase 2: Colloquio

Dettagli

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO

ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO ANALISI DATI DEL QUESTIONARIO 1- Presso il Servizio in cui operi e previsto un progetto analogo? La maggior parte dei partecipanti ha risposto in maniera negativa. Al momento, solo presso il nostro Servizio

Dettagli

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e

A.S. 2015/2016. RAPPRESENTANZA, RESPONSABILITA, PARTECIPAZIONE (punti di forza e SEMINARIO RESIDENZIALE Percorso di formazione per i rappresentanti in Consulta Provinciale degli Studenti Centro Don Chiavacci Crespano del Grappa 3-4 novembre 2015 A.S. 2015/2016 Premessa A conclusione

Dettagli

Leadership Judgement Indicator

Leadership Judgement Indicator Leadership Judgement Indicator Michael Lock, Robert Wheeler, Nick Burnard e Colin Cooper Adattamento italiano di Palmira Faraci RAPPORTO INTERPRETATIVO Nominativo: Codice test: Data della prova: 09/01/2012

Dettagli

VERSO IL CONTRATTO DI FIUME DEL TREBBIA IMPOSTAZIONE, METODOLOGIA e FASI PROPOSTA DI DISCUSSIONE PER I PARTECIPANTI

VERSO IL CONTRATTO DI FIUME DEL TREBBIA IMPOSTAZIONE, METODOLOGIA e FASI PROPOSTA DI DISCUSSIONE PER I PARTECIPANTI VERSO IL CONTRATTO DI FIUME DEL TREBBIA IMPOSTAZIONE, METODOLOGIA e FASI PROPOSTA DI DISCUSSIONE PER I PARTECIPANTI Forum di avvio del Processo di Partecipazione, 28 Giugno 2014 Coordinamento del Contratto

Dettagli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli

attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli QUADERNO DI LAVORO PER I GENITORI attività Camminare insieme Il ruolo dei genitori nel momento della scelta formativa dei propri figli Percorso per genitori di studenti/studentesse in uscita dalla scuola

Dettagli

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande

Modulo 1. La Mia Storia/ Le Mie Domande Modulo 1 La Mia Storia/ Le Mie Domande FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di stimolare gli studenti a ricostruire la propria storia formativa, individuandone gli aspetti più salienti e a riflettere

Dettagli

Modulo 3. Stili a confronto

Modulo 3. Stili a confronto Modulo 3 Stili a confronto FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di incrementare nei ragazzi la conoscenza di sé attraverso l auto-consapevolezza dei propri stili di apprendimento e di lavoro, e di

Dettagli

PERCORSO LABORATORIO CAF

PERCORSO LABORATORIO CAF PERCORSO LABORATORIO CAF I.I.S.S. Majorana-Laterza Il progetto FORMIUR Miglioramento delle performance delle Istituzioni scolastiche, realizzato nell'ambito del PON 2007-2013 "Competenze per lo sviluppo"

Dettagli

La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: il laboratorio di accoglienza matematica per le classi prime superiori

La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: il laboratorio di accoglienza matematica per le classi prime superiori La matematica nel passaggio dal primo al secondo ciclo: il laboratorio di accoglienza matematica per le classi prime superiori matnet.unibg.it, matnet@unibg.it XXX CONVEGNO UMI - CIIM BERGAMO 25-27 OTTOBRE

Dettagli

CHI HA GUIDATO IL COLLEGIO COSTRUTTORI IN QUESTI SESSANT ANNI

CHI HA GUIDATO IL COLLEGIO COSTRUTTORI IN QUESTI SESSANT ANNI CHI HA GUIDATO IL COLLEGIO COSTRUTTORI IN QUESTI SESSANT ANNI 94 ANNO 1946 Soci fondatori: Faccioli Sig. Umberto 1947-1948 Faccioli Sig. Umberto Tosadori Dott. Ing. Aldo 1949-1950 Brazzoli Sig. Francesco

Dettagli

Indice. Tecniche e metodologie di coaching. 2 di 10

Indice. Tecniche e metodologie di coaching. 2 di 10 LEZIONE DI TECNICHE E METODOLOGIE DI COACHING PROF.SSA ROBERTA TEMPONE Indice 1 Prerequisiti per attivare un team working --------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA IX LEGISLATURA VII COMMISSIONE CONSILIARE CULTURA, ISTRUZIONE, FORMAZIONE PROFESSIONALE, SPORT E INFORMAZIONE Seduta del 3 febbraio 2011 Processo verbale n. 3 Il giorno

Dettagli

GRUPPI DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE NATURALI

GRUPPI DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE NATURALI GRUPPI DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE NATURALI Nell ambito del progetto Due per uno- Famiglie e Servizi per l affido- gli operatori del Servizio Minori hanno gestito l intervento relativo al sostegno di gruppo

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO E' un percorso educativo e didattico perseguito nei tre ordini di scuola che rende più organico il lavoro compiuto dai docenti; sono state condivise le mete comuni ed è in

Dettagli

Le relazioni con i coetanei e con gli adulti in adolescenza. Una ricerca azione partecipata nel territorio di Santarcangelo di Romagna

Le relazioni con i coetanei e con gli adulti in adolescenza. Una ricerca azione partecipata nel territorio di Santarcangelo di Romagna Laboratorio di Psicologia di Comunità Le relazioni con i coetanei e con gli adulti in adolescenza. Una ricerca azione partecipata nel territorio di Santarcangelo di Romagna Progetto RIMINI PROVINCIA DELL

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES ) - APPROVAZIONE.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES ) - APPROVAZIONE. .. CITTA DI GIAVENO Provincia di Torino COPIA PER PUBBLICAZIONE VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N CC / 76 / 2014 PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE (PAES ) - APPROVAZIONE. Data 16-12-

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO ESTRATTO dal VERBALE della seduta del SENATO ACCADEMICO del giorno 16 FEBBRAIO 2015, ore 15.00 (Verbale n. 5). Nella Sala Mario Allara dell Università degli Studi di Torino, Via Giuseppe Verdi n. 8, si

Dettagli

Strade del coraggio AGESCI Percorsi di ricerca partecipata Istruzioni e consigli per la conduzione di un laboratorio di racconto e confronto.

Strade del coraggio AGESCI Percorsi di ricerca partecipata Istruzioni e consigli per la conduzione di un laboratorio di racconto e confronto. Strade del coraggio AGESCI Percorsi di ricerca partecipata Istruzioni e consigli per la conduzione di un laboratorio di racconto e confronto. 0/Premessa Questo documento contiene una serie di indicazioni

Dettagli

QUESTIONARIO SULL ORGANIZZAZIONE E L AMBIENTE DI LAVORO NEL CNESPS

QUESTIONARIO SULL ORGANIZZAZIONE E L AMBIENTE DI LAVORO NEL CNESPS QUESTIONARIO SULL ORGANIZZAZIONE E L AMBIENTE DI LAVORO NEL CNESPS Il Gruppo Valorizzazione Risorse Umane (GVRU), propone a tutti i colleghi del Centro la realizzazione di un indagine per rilevare la loro

Dettagli

La Carta del Servizio per l Infanzia Gruppo Zero-Sei G. Rodari del Comune di Vergiate

La Carta del Servizio per l Infanzia Gruppo Zero-Sei G. Rodari del Comune di Vergiate COMUNE DI VERGIATE Provincia di Varese La Carta del Servizio per l Infanzia Gruppo Zero-Sei G. Rodari del Comune di Vergiate Un patto tra Comune e Comunità per migliorare la qualità dell intervento COMUNE

Dettagli

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH ,O7HPSRGHOOH'RQQH Progetto ID 158160 Azioni di sistema E1 FSE Obiettivo 3 http://www.iltempodelledonne.it $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH Per lo studio dei servizi sul territorio,

Dettagli

ASSESORATO POLITICHE SOCIALI, SPORT, PACE E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

ASSESORATO POLITICHE SOCIALI, SPORT, PACE E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Il giorno 14 Marzo 2009 alle ore 9.30 presso l aula magna dell Istituto Tecnico Statale per il Turismo ANDREA GRITTI sito a Mestre-Venezia in Via Muratori 7, con avvisi debitamente diramati, si è riunita

Dettagli

PER VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE PERIODO DI SVOLGIMENTO FINE MESE DI

PER VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE PERIODO DI SVOLGIMENTO FINE MESE DI QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE MENSILE PER VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE PERIODO DI SVOLGIMENTO FINE MESE DI Il questionario è anonimo e ci aiuterà a capire se e in quale misura l attività ha risposto alle

Dettagli

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano

Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Fondazione dei Dottori Commercialisti di Milano Rassegna Stampa 2 Convegno Garanzie e Tutele Sociali Fisco, imprese e cittadini equità ed efficienza per la crescita del paese 18 novembre 2005 Cristina

Dettagli

DGR 37-12872 de 21/12/2009

DGR 37-12872 de 21/12/2009 DGR 37-12872 de 21/12/2009 OGGETTO: rinnovo autorizzazione, all Azienda Ospedaliera Universitaria S.Giovanni Battista di Torino, ad espletare le attività di trapianto di rene da cadavere a scopo terapeutico.

Dettagli

LE PAROLE PER DIRLO LE EMOZIONI IN GIOCO NEL LAVORO DI CURA IN UN REPARTO PER PAZIENTI IN STATO VEGETATIVO.

LE PAROLE PER DIRLO LE EMOZIONI IN GIOCO NEL LAVORO DI CURA IN UN REPARTO PER PAZIENTI IN STATO VEGETATIVO. LE PAROLE PER DIRLO LE EMOZIONI IN GIOCO NEL LAVORO DI CURA IN UN REPARTO PER PAZIENTI IN STATO VEGETATIVO. Supporto psicologico a favore degli operatori e dei familiari coinvolti nel lavoro di assistenza

Dettagli

RESILIENZA E POLITICHE DI ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI UNA STRATEGIA PER GESTIRE I RISCHI CLIMATICI NELLA REGIONE ABRUZZO

RESILIENZA E POLITICHE DI ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI UNA STRATEGIA PER GESTIRE I RISCHI CLIMATICI NELLA REGIONE ABRUZZO RESILIENZA E POLITICHE DI ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI CONFERENZA DI LANCIO TRA MARE E MONTAGNA UNA STRATEGIA PER GESTIRE I RISCHI CLIMATICI NELLA REGIONE ABRUZZO PESCARA 17 DICEMBRE 2015 - H.09.30

Dettagli

COMUNE DI MONTESPERTOLI

COMUNE DI MONTESPERTOLI OGGETTO: Questionario sul benessere organizzativo 2012 - Report Il presente documento è finalizzato all analisi dei dati scaturiti dalla compilazione dei questionari in oggetto, da parte dei dipendenti

Dettagli

Osservatorio del Project Management Office in Italia P 3 MO

Osservatorio del Project Management Office in Italia P 3 MO E=P 3 MO Osservatorio del Project Management Office in Italia P 3 MO PMO Dove siamo P 3 MO 2007 Indagine Conoscitiva sullo stato dei PMO nelle aziende italiane Milano, 12/02/2007 PMI-NIC - Tutti i diritti

Dettagli

QUESTIONARIO SUL FENOMENO DELLE MOLESTIE SESSUALI NEI LUOGHI DI LAVORO

QUESTIONARIO SUL FENOMENO DELLE MOLESTIE SESSUALI NEI LUOGHI DI LAVORO QUESTIONARIO SUL FENOMENO DELLE MOLESTIE SESSUALI NEI LUOGHI DI LAVORO Lo scopo del presente questionario è quello di raccogliere dati relativi al fenomeno delle molestie sessuali all interno del Dipartimento

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA COMMISSIONE SPECIALE STATUTO. Seduta del 14 maggio 2007 Processo verbale n. 5

CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA COMMISSIONE SPECIALE STATUTO. Seduta del 14 maggio 2007 Processo verbale n. 5 CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA VIII LEGISLATURA COMMISSIONE SPECIALE STATUTO Seduta del 14 maggio 2007 Processo verbale n. 5 Il giorno 14 maggio 2007, alle ore 10.30, è convocata presso la sede del

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO Tamara Mazzoleni Convegno C.e.s.c. Lombardia Formatori in rete Costruzione di un percorso. Formazione generale

Dettagli

SETTORE COMUNICAZIONE. Largo Cavallotti, 1 58022 Follonica (GR) 0566.59111

SETTORE COMUNICAZIONE. Largo Cavallotti, 1 58022 Follonica (GR) 0566.59111 COMUNE DI FOLLONICA SETTORE COMUNICAZIONE FOLLONICA Largo Cavallotti, 1 58022 Follonica (GR) 0566.59111 Forum Città Futura Gruppo di lavoro La città del mare VERBALE incontro del 29 giugno 2006, sala consiliare

Dettagli

PATENTE PEDAGOGICA EUROPEA SULLE TIC PROGETTO DIDATTICO MODULO C

PATENTE PEDAGOGICA EUROPEA SULLE TIC PROGETTO DIDATTICO MODULO C LET S MEET ON THE WEB Attività di comunicazione e scambio via e-mail con alunni di altri stati europei Gruppo BURLAMACCHE Patrizia Francesconi, Maria Rosa Lipparelli, Maria Claudia Porcella; Federica Carla

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere IL PROGETTO F.A.T.A. Il progetto FATA, Formazione e Aggiornamento sui Temi dell Accessibilità, costituisce la naturale prosecuzione del Progetto Parchi Accessibili (2003-2006), del quale condivide principi,

Dettagli

CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani

CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani Deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 OGGETTO: Mozione: Prot. 68/Pres/2014 - Allestimento giochi per bambini Parco delle Rimembranze. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

P I A N O D I A U T O V A L U T A Z I O N E

P I A N O D I A U T O V A L U T A Z I O N E P I A N O D I A U T O V A L U T A Z I O N E PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA PREVISTE DAL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE E MIGLIORAMENTO La programmazione delle attività avviene mediante l assegnazione

Dettagli

Elenco caselle Posta Elettronica Certificata (PEC) aggiornato al 9 febbraio 2016

Elenco caselle Posta Elettronica Certificata (PEC) aggiornato al 9 febbraio 2016 Elenco caselle Posta Elettronica Certificata (PEC) aggiornato al 9 febbraio 2016 Descrizione Settore COGNOME NOME Posta Elettronica Certificata 01 - SEGRETERIA GENERALE 01 - SETT AA.GG. SPECCHIA Vincenzo

Dettagli

A N N A G R I M A L D I

A N N A G R I M A L D I ACCOGLIENZA, ANALISI DELLA DOMANDA E CONSULENZA NEL S ERVIZIO DI ORIENTAMENTO A N N A G R I M A L D I Lo scenario di riferimento I cambiamenti strutturali degli ultimi due ultimi decenni nell ambito dell

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese

Comune di San Giuliano Milanese Codice Ente 11083 C.C. N.20 del 16.04.2007 COPIA Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: COSTITUZIONE DELL'AZIENDA SPECIALE CONSORTILE DENOMINATA AGENZIA PER LA FORMAZIONE, L'ORIENTAMENTO

Dettagli

Gentile Dirigente Scolastico,

Gentile Dirigente Scolastico, Gentile Dirigente Scolastico, grazie per aver aderito al progetto VALES, un progetto del Ministero della Pubblica Istruzione in collaborazione con l INVALSI. Come sa, l obiettivo del progetto VALES è quello

Dettagli

FORMAZIONE BASE PER DIRIGENTI DI COOPERATIVA

FORMAZIONE BASE PER DIRIGENTI DI COOPERATIVA SCUOLA DI IMPRESA SOCIALE FORMAZIONE BASE PER DIRIGENTI DI COOPERATIVA Febbraio - Ottobre La formazione d aula si svolgerà presso la sede del Consorzio SIS in via Ciriè N 9 a Milano (MM5). I seminari residenziali

Dettagli

CONVEGNO SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA (SLA): I MALATI E LA RICERCA

CONVEGNO SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA (SLA): I MALATI E LA RICERCA ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI Dr. Paola Mosconi Dipartimento di Oncologia Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Via Giuseppe La Masa, 19-20156 Milano Italy

Dettagli

Andrea Petromilli Ordine degli Psicologi del Veneto. andrea.petromilli@psyveneto.it

Andrea Petromilli Ordine degli Psicologi del Veneto. andrea.petromilli@psyveneto.it L Ordine degli Psicologi del Veneto ed il processo di valutazione del rischio stress nella prospettiva delle azioni di miglioramento e lo sviluppo del benessere organizzativo. Andrea Petromilli Ordine

Dettagli

I moduli formativi. 1. Il benessere nelle organizzazioni 2. Comunicazione i avanzata 3. Teoria e pratica dei gruppi

I moduli formativi. 1. Il benessere nelle organizzazioni 2. Comunicazione i avanzata 3. Teoria e pratica dei gruppi I moduli formativi Organizzazione, leadership e strategie di cambiamento : organizzato da Com.e in partnership con L Università degli Studi di Roma Torvergata 1. Il benessere nelle organizzazioni 2. Comunicazione

Dettagli

Orientamento scolastico e partnership dei genitori

Orientamento scolastico e partnership dei genitori Orientamento scolastico e partnership dei genitori Progetto di Ricerca per l Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio nelle scuole secondarie di primo grado Prof. Antonio Cocozza Responsabile scientifico

Dettagli

Risarcimento diretto 1.823,76. Risarcimento diretto 1.180,08. Risarcimento diretto 1.501,92. Risarcimento diretto 750,96

Risarcimento diretto 1.823,76. Risarcimento diretto 1.180,08. Risarcimento diretto 1.501,92. Risarcimento diretto 750,96 Tipo Beneficiario Codice fiscale beneficiario ABIS EFISIA BSAFSE58R50E085X LISCI GIUSEPPINA LSCGPP75C55H856M SARDU FRANCESCO SRDFNC78L26H856Z PILLAI PATRIZIO PLLPRZ67L30E085S MELIS MARIO MLSMRA49H16E085I

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

La medicina rigenerativa terapia multidisciplinare

La medicina rigenerativa terapia multidisciplinare Bergamo 15 Maggio 2010 SIdEM Società Italiana di Emaferesi e Manipolazione Cellulare 3 a Giornata di studio della Delegazione Lombarda della SidEM La medicina rigenerativa terapia multidisciplinare Direttore

Dettagli

E...STATE CON NOI! PER VIVERE UN GIORNO DA ARTISTA, CUOCO, ACROBATA, BALLERINO, SPORTIVO

E...STATE CON NOI! PER VIVERE UN GIORNO DA ARTISTA, CUOCO, ACROBATA, BALLERINO, SPORTIVO www.ilpuntocoop.it IL PUNTO S.C.S. O.N.L.U.S. Società Cooperativa Sociale 10090 GASSINO T.se (TO) Via Bussolino Centro, 16 E-mail: ilpunto@ilpuntocoop.it Albo Nazionale A119438 P.IVA e Cod. Fisc. 05339380015

Dettagli

L idea imprenditoriale

L idea imprenditoriale 16 L idea imprenditoriale Una buona idea Una volta che hai precisato le tue attitudini e propensioni personali, è giunto il momento di muovere i veri primi passi nel mondo dell imprenditoria e di iniziare

Dettagli

IL CONSIGLIO IX LEGISLATURA ATTI: 004944

IL CONSIGLIO IX LEGISLATURA ATTI: 004944 IL CONSIGLIO IX LEGISLATURA ATTI: 004944 SEDUTA DEL 5 LUGLIO 2011 DELIBERAZIONE N. IX/0215 Presidenza del Vice Presidente PENATI Segretari: consiglieri PONZONI e SPREAFICO Consiglieri in carica: ALBONI

Dettagli

COMUNE DI CASAL DI PRINCIPE Provincia di Caserta PIANO DI ZONA SOCIALE D AMBITO C2 - SHORT LIST VERBALE DEL 05.01.2011

COMUNE DI CASAL DI PRINCIPE Provincia di Caserta PIANO DI ZONA SOCIALE D AMBITO C2 - SHORT LIST VERBALE DEL 05.01.2011 PIANO DI ZONA SOCIALE D AMBITO C2 - SHORT LIST VERBALE DEL 05.01.2011 In data 19 gennaio 2011 alle ore 10:00, presso ufficio di piano del Comune di Casal di Principe, si riunisce la Commissione di Valutazione

Dettagli

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione

PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione PIANO PER UNO SVILUPPO RESPONSABILE Documento sulle linee programmatiche-strategiche 2013>2018 In votazione INTRODUZIONE Pace e Sviluppo dopo 20 anni di attività come Cooperativa si trova ad essere tra

Dettagli

QUESTIONARIO SUL BENESSERE LAVORATIVO

QUESTIONARIO SUL BENESSERE LAVORATIVO QUESTIONARIO SUL BENESSERE LAVORATIVO Anno di indagine 2014 A cura dei RLS Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Università degli Studi di Bergamo Elaborazione conclusa a Giugno 2015 1 INDICE

Dettagli

116] Basilicata Regione Notizie

116] Basilicata Regione Notizie 112 116] Basilicata Regione Notizie Basilicata Regione Notizie[116 LA CARTA DI MATERA UN IMPEGNO COMUNE PER CONSOLIDARE LE ATTIVITÀ DI CONTROLLO E VALUTAZIONE NELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE DOCUMENTO APPROVATO

Dettagli

PROGETTO DI CONTINUITÀ

PROGETTO DI CONTINUITÀ I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI LA DIDATTICA INCLUSIVA PER LA SCUOLA DI TUTTI E DI CIASCUNO Mercoledì 29 aprile 2015 URBAN CENTER - MONZA PROGETTO DI CONTINUITÀ Prof.ssa Elena Di Paolantonio e Prof.ssa Margherita

Dettagli

R S U E S S E L U N G A CORBETTA

R S U E S S E L U N G A CORBETTA Analisi questionario Questa relazione nasce dalla necessità di sintetizzare ed analizzare il risultato del questionario proposto ai lavoratori Esselunga di Corbetta. Il sondaggio (anonimo) ideato e realizzato

Dettagli

Metodologie del lavoro di gruppo

Metodologie del lavoro di gruppo Metodologie del lavoro di gruppo Dal lavoro in gruppo al lavoro di gruppo Federica Zanetti Facoltà di Scienze della Formazione Università di Bologna f.zanetti@unibo.it Per iniziare Metodologie del lavoro

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 20/05/2009 GC N. 201 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: PROTOCOLLO D INTESA TRA IL

Dettagli

Progetto PIL «Per l Inserimento Lavorativo»

Progetto PIL «Per l Inserimento Lavorativo» Progetto PIL «Per l Inserimento Lavorativo» Primi risultati del progetto PIL Per una valutazione dei modelli in uso nei DSM per l inserimento lavorativo dell utenza Frascati, 7 aprile 2011 DSM TRIESTE

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica e Enti Locali SCUOLA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO Corso per la specializzazione delle competenze professionali per l implementazione

Dettagli

Art. 1 D.D.G. Prot. N 5735/1 del 18.07.2008. Scuole Polo Oltre le emergenze - Attività di Formazione per docenti a.s. 2008/2009.

Art. 1 D.D.G. Prot. N 5735/1 del 18.07.2008. Scuole Polo Oltre le emergenze - Attività di Formazione per docenti a.s. 2008/2009. Allegato alla Comunicazione Prot. n 169 del 12.01.09 Art. 1 D.D.G. Prot. N 5735/1 del 18.07.2008 Scuole Polo Oltre le emergenze - Attività di Formazione per docenti a.s. 2008/2009 Scheda Progetto Istituzione

Dettagli

Questionari di valutazione Processi cognitivi, tecnologie multimediali, lingue segniche in corsi per sordomuti

Questionari di valutazione Processi cognitivi, tecnologie multimediali, lingue segniche in corsi per sordomuti CambiniQuestionario.qxd 06/12/05 17.51 Pagina 1 OPPInformazioni, 97 (2005), 00-00 Renza Cambini Luigi Gilberti Esperienze Questionari di valutazione Processi cognitivi, tecnologie multimediali, lingue

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SCHEDA PROGETTO UN ANNO PER ES.SER.CI. PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE ENTE 1 ) Ente proponente il progetto: CINFORMI - PAT 2) Codice di iscrizione all albo e classe:_

Dettagli

L apprendimento Cooperativo

L apprendimento Cooperativo L apprendimento Cooperativo 1 Cos è l apprendimento cooperativo? Il Cooperative Learning (apprendimento cooperativo - CL) è una strategia di apprendimento attiva, che facilita l acquisizione di abilità

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

L orientamento e il ruolo del tutor. La peer education. Progetto PEER EDUCATION RAFAELLA TONFI 1

L orientamento e il ruolo del tutor. La peer education. Progetto PEER EDUCATION RAFAELLA TONFI 1 L orientamento e il ruolo del tutor La peer education RAFAELLA TONFI 1 La peer education Per lo studente tutor: Partecipazione attiva alla vita della scuola Conoscenza delle dinamiche organizzative della

Dettagli

Progetto CUORE Piano Nazionale di Formazione su Uso e applicazione della carta del rischio cardiovascolare

Progetto CUORE Piano Nazionale di Formazione su Uso e applicazione della carta del rischio cardiovascolare Progetto CUORE Piano Nazionale di Formazione su Uso e applicazione della carta del rischio cardiovascolare RELAZIONE SULL ATTIVITA SVOLTA NELLA REGIONE BASILICATA Ricerca e valutazione per l applicazione

Dettagli

ELENCO OPERATORI ECONOMICI CATEGORIA SERVIZI

ELENCO OPERATORI ECONOMICI CATEGORIA SERVIZI ELENCO OPERATORI ECONOMICI CATEGORIA SERVIZI ORGANISMO LEGALE RAPPRESENTANTE PROTOCOLLO 1. IGIENE AMBIENTALE,DISINFEZIONE,DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE 1 C & C SERVIZI s.r.l. CANNAROZZO ROBERTO CD/63196/26.6.2015

Dettagli

BANDO PER LA RICERCA DI COMPONENTI PER IL SOCIAL MEDIA TEAM. Pisa, 4-7 ottobre 2012

BANDO PER LA RICERCA DI COMPONENTI PER IL SOCIAL MEDIA TEAM. Pisa, 4-7 ottobre 2012 BANDO PER LA RICERCA DI COMPONENTI PER IL SOCIAL MEDIA TEAM Pisa, 4-7 ottobre 2012 Scadenza presentazione domande: giovedì 20 settembre ore 12.00 Internet Festival lancia la selezione per costituire il

Dettagli

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------

Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ COPIA CONFORME Citta di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ Codice n. 10965 Data: 22/06/2005 GC N. 216 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: OGGETTO: INDIRIZZO DELLA GIUNTA

Dettagli

LA STRATEGIA GLOBALE DELL OECD PER INVESTIRE NELLE COMPETENZE SOPRATTUTTO DEI GIOVANI

LA STRATEGIA GLOBALE DELL OECD PER INVESTIRE NELLE COMPETENZE SOPRATTUTTO DEI GIOVANI NOTA ISRIL ON LINE N 40-2012 LA STRATEGIA GLOBALE DELL OECD PER INVESTIRE NELLE COMPETENZE SOPRATTUTTO DEI GIOVANI Presidente prof. Giuseppe Bianchi Via Piemonte, 101 00187 Roma gbianchi.isril@tiscali.it

Dettagli

UNA GUIDA PER RIFLETTERE E AUTOVALUTARSI nella scuola dell infanzia paritaria e nei servizi prima infanzia

UNA GUIDA PER RIFLETTERE E AUTOVALUTARSI nella scuola dell infanzia paritaria e nei servizi prima infanzia UNA GUIDA PER RIFLETTERE E AUTOVALUTARSI nella scuola dell infanzia paritaria e nei servizi prima infanzia. INTRODUZIONE. 1) Alle origini fondative dello strumento: le premesse valoriali. 2) La storia

Dettagli

20/7/2014. 2ª CorriSava Serale - Sava Classifica. Pos. Nominativo Denominazione Categoria Pos. Cat.

20/7/2014. 2ª CorriSava Serale - Sava Classifica. Pos. Nominativo Denominazione Categoria Pos. Cat. 20/7/2014 2ª CorriSava Serale - Sava Classifica Pos. Nominativo Denominazione Categoria Pos. Cat. 1 Sakine Allul ASD POD. FAGGIANO V.P. SERVICE SM35 1 2 Zaminga Santino GYMNASIUM C.FITNES MARATONETI SM40

Dettagli

DIREZIONE GENERALE TERRITORIO, URBANISTICA E DIFESA DEL SUOLO

DIREZIONE GENERALE TERRITORIO, URBANISTICA E DIFESA DEL SUOLO 2084 12/03/2014 Identificativo Atto n. 75 DIREZIONE GENERALE TERRITORIO, URBANISTICA E DIFESA DEL SUOLO COSTITUZIONE DEL GRUPPO DI LAVORO INTERDIREZIONALE PER L ATTUAZIONE DELLA DISCIPLINA REGIONALE SULLA

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese

Comune di San Giuliano Milanese C.C. N. 6 del 29.01.2009 ORIGINALE Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istiituto Comprensiivo Don Lorenzo Miillanii Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado anche

Dettagli

Associazione Italiana Società Scientifiche Agrarie - AISSA Università degli Studi di Palermo. X Convegno AISSA

Associazione Italiana Società Scientifiche Agrarie - AISSA Università degli Studi di Palermo. X Convegno AISSA X Convegno AISSA Territorio e suolo: il ruolo delle Scienze Agrarie per la valorizzazione e il controllo del degrado 28-29 novembre 2012 Aula Magna della Facoltà di Agraria Viale delle Scienze, 90128 Palermo

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1

GRUPPO SCOUT MELEGNANO 1 GRUPPO SCOUT MELNANO 1 PROGETTO EDUCATIVO 2011 2014 Cos è il Progetto Educativo Il progetto educativo è uno strumento per la comunità capi utile a produrre dei cambiamenti nel gruppo scout. E stato pensato

Dettagli

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati

L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE. Esperienza e vissuto dei medici italiani. Sintesi dei principali risultati L INTERAZIONE MEDICO-INFERMIERE NELLE STRUTTURE SANITARIE Esperienza e vissuto dei medici italiani Sintesi dei principali risultati Ottobre 2014 Eures Ricerche Economiche e Sociali IPASVI METODOLOGIA Indagine

Dettagli

Istruzioni per il monitoraggio del processo

Istruzioni per il monitoraggio del processo Istruzioni per il monitoraggio del processo 1. L importanza del monitoraggio di processo Il monitoraggio del processo di attuazione delle attività è una componente essenziale della valutazione, fondamentale

Dettagli

Verbale riunione del Consiglio di Amministrazione del 25 ottobre 2011

Verbale riunione del Consiglio di Amministrazione del 25 ottobre 2011 Verbale riunione del Consiglio di Amministrazione del 25 ottobre 2011 In data 25 ottobre 2011 alle ore 19:15 si è riunito presso la sede sociale del Gruppo Speleo del Pollino in Via Giovan Leonardo Tufarello

Dettagli

Le fasi di un percorso di consultazione online

Le fasi di un percorso di consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Le fasi di un percorso di consultazione online Autore: Angela Creta, Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance

Dettagli

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE

REPORT FINALE REFERENTE PER LA VALUTAZIONE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Con l Europa investiamo nel vostro futuro Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione Didattica Statale, 1 Circolo, Nocera Superiore (SA) -

Dettagli

L'accoglienza presso la Scuola dell infanzia di Via Mercadante 129

L'accoglienza presso la Scuola dell infanzia di Via Mercadante 129 Sezione speciale - L'atrio come spazio educativo L'accoglienza presso la Scuola dell infanzia di Via Mercadante 129 a cura di Enrica Rastello, Direttrice Didattica 1. Presentazione della scuola La scuola

Dettagli

Comitato di impegno per la parità scolastica - Regione Lombardia

Comitato di impegno per la parità scolastica - Regione Lombardia A R C I D I O C E S I D I M I L A N O Curia Arcivescovile SETTORE PER L EVANGELIZZAZIONE E I SACRAMENTI SERVIZIO PER L INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SERVIZIO PER LA PASTORALE SCOLASTICA Regione

Dettagli

IL PERIMETRO DELLA COLPA IN SANITÀ

IL PERIMETRO DELLA COLPA IN SANITÀ con CONVEGNO IL PERIMETRO DELLA COLPA IN SANITÀ ANCHE ALLA LUCE DELLA LEGGE BALDUZZI E DELLE RECENTI SENTENZE DELLA CASSAZIONE Aula Magna Via Festa del Perdono 7 Venerdì 17 Maggio 2013 ore 8,30 L'evento

Dettagli