IBD o MICI colite ulcerosa, m.di Crohn

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IBD o MICI colite ulcerosa, m.di Crohn"

Transcript

1 IBD o MICI colite ulcerosa, m.di Crohn I biologici cosa sono, efficacia, utilizzo monitoraggio ed eventi avversi A.Prada

2 LA TERAPIA NELLE IBD I farmaci utilizzati (sasp, 5asa, steroidi, azatioprina/6-mp, ciclosporina) non sono sempre in grado di indurre una rapida risposta e/o di mantenere la remissione. Il loro utilizzo è gravato da un discreto numero di effetti collaterali che ne possono determinare la sospensione e sconsigliare l assunzione prolungata. Una parte dei pazienti non riesce comunque ad evitare il ricorso alla chirurgia.

3 EZIOLOGIA DELLE MICI

4

5 IBD o MICI colite ulcerosa, m.di Crohn terapie recenti e future Nuovi steroidi: BDP, budesonide Probiotici o prebiotici Mesalazina MMX Biologici Nuovi approcci Terapie alternative Dieta

6 LA TERAPIA BIOLOGICA E il trattamento delle patologie attraverso materiali biologici o molecole in grado di modificare la risposta naturale dell organismo, quali derivati ematici e vaccini, nonché anticorpi, peptidi, proteine ricombinanti, citochine, cellule e geni.

7 Schema patogenetico delle IBD

8 INFLIXIMAB cosa fa e cosa è

9 INFLIXIMAB cosa fa e cosa è Blocca il TNF alfa (tumor necrosis factor) che è uno dei principali responsabili delle reazioni infiammatorie che determinano le MICI

10 INFLIXIMAB cosa fa e cosa è Blocca il TNF alfa (tumor necrosis factor) che è uno dei principali responsabili delle reazioni infiammatorie che determinano le MICI Anticorpo monoclonale chimerico prodotto con tecniche di ingegneria genetica Monoclonale: costituito da molecole tutte uguali (prodotto da cellule tutte discendenti della stessa) Chimerico: costituito da materiale genetico sia umano (75%) sia di topo (25%)

11

12 INFLIXIMAB meccanismo d azione si lega sia al TNF alfa circolante sia al TNF alfa legato alle membrane cellulari e ne neutralizza gli effetti proinfiammatori. Induce l apoptosi delle cellule T attivate Inbisce la flogosi vascolare locale attraverso la down-regulation del sistema CD40-CD40L.

13 INFLIXIMAB nelle MICI reumatologia dermatologia

14 Targan et al., N Engl J Med 1997 IL PRIMO STUDIO nella m.di Crohn placebo IFX 10 mg/kg IFX 5mg/Kg IFX 20 mg/kg 100 p< % IV sett /27 18/28 14/28 4/24 risposta clinica p< /27 1/24 7/28 7/28 remissione clinica

15 Present et al., N Engl J Med 1999 IL PRIMO STUDIO sulle fistole da CD placebo IFX 5 mg/kg IFX 10 mg/kg 80 p< p<0.02 p<0.001 % IV sett /31 18/32 8/31 risposta parziale p< /31 12/32 4/31 risposta completa

16 RCT nella m.di Crohn ACCENT 1 : malattia luminale ACCENT 2 : malattia fistolizzante CDAI Risultati Fistole Miglioramento 60% 50% Remissione 40% 40% Dose steroidi riduzione o sospensione IBDQ: miglioramento e normalizzazione Ospedalizzazioni e interventi chirurgici: : riduzione

17 STUDI PILOTA nella Colite Ulcerosa % risposta in CU refrattaria /8 10/13 5 mg/kg 20 0 Chey et al, Am J Gastroenterol 2001 Kohn et al, Dig Liver Dis 2002

18 ACT 1 e ACT 2 RCT nella Colite Ulcerosa Risultati acuto mantenimento Risposta clinica ( score) 65% 45% Remissione 35% 35% Guarigione mucosale 60% Sospensione steroidi 25%

19 IFX COME TERAPIA DI SALVATAGGIO NELLA CU % colectomizzati p= /21 5 mg/kg /24 0 IFX placebo Jarnerot et al., Gastroenterol 2005

20 Infliximab INDICAZIONE Trattamento della malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa attive, di grado moderato/severo, steroido dipendente, intollerante o resistente agli immunosoppressori, o al trattamento con antibiotici e drenaggio per la m.di C. fistolizzante

21 Infliximab UTILIZZO OSPEDALIERO Somministrato per via e.v. dose 5-10 mg/kg. Equipaggiamento di emergenza: adrenalina, antistaminici, corticosteroidi, Ambu Schema di induzione: 0, 2 e 6 settimane. Nei pazienti che rispondono è consigliata una terapia di mantenimento (infusione ogni 8 settimane). ( Indicato il cotrattamento con immunosoppressori )

22 Infliximab SICUREZZA e EA 15-20%: REAZIONI DA INFUSIONE (cefalea, nausea, brividi, febbre, vampate di calore, prurito, tosse): 90% scompaiono rallentando l infusione e somministrando antiistaminici o cortisonici 10% necessario sospendere l infusione vere reazioni allergiche: rarissime

23 Infliximab SICUREZZA e EA 2-3%: REAZIONI RITARDATA DA INFUSIONE MALATTIA DA SIERO La malattia da siero è la reazione del sistema immunitario all ingresso di grandi quantità di proteine estranee. Tipicamente il siero di cavallo usato come antidoto per alcuni veleni. Sintomi della malattia da siero sono febbre, rash ed artralgie. Raramente si ha danno renale.

24 Infliximab: SICUREZZA e EA Scompenso cardiaco: valutazione cardiologica per anamnesi di cardiopatia severa (NYHA III-IV) Infezioni: 10% infezioni delle alte vie respiratorie (faringiti, sinusiti, bronchiti): frequenti ma lievi Infezioni più gravi (polmoniti, pielonefriti, setticemia, ascessi) rare Riattivazione di tubercolosi: screening e trattamento preventivo e controllo Herpes, CMV, Pneumocystosis, Listeriosis

25 Infliximab: SICUREZZA e EA Lupus: rarissimo Eventi rari: malattie demielinizzanti, epatotossicità, depressione midollare. Gravidanza: non sembra influenzata (dati scarsi)

26 Infliximab: SICUREZZA e EA TBC Infliximab associata 70 casi fino al maggio 2001 su esposti 18 CD, 47 RA, 5 other diseases 56% extrapulmonary 91% from low incidence areas 4 TB related deaths 350 casi fino al febbraio 2003 su oltre trattati Keane et al, NEJM 2001 Rutgeerts et al, Gastroenterology 2004;126:1593

27 Infliximab: SICUREZZA e EA Infliximab-associated TB in Europe: reporting rate per patients exposed-in-period (EIP) PSUR 8, Oct 2003

28 % of Patients Infliximab: SICUREZZA e EA TBC Infliximab associata Most Post-infliximab Tuberculosis Occurs Early 0 PSUR 5: pg. 246, 250. Baker et al, ACR 2001 PSUR 6: pg Infusion Number

29 Infliximab: SICUREZZA e EA TBC Infliximab associata Screening obbligatorio: anamnesi, Rx torace e PPD La maggior parte dei pazienti immunodepresso da terapia Mow et al, Gastroenterology 2004;2: patients being treated with or considered for infliximab therapy none positive to PPD tuberculin skin test 71% anergic to control skin tests (candida, mumps and tetanus antigens)

30 Infliximab: SICUREZZA e EA Infliximab e scompenso cardiaco Il TNF-a implicato nella patogenesi dello scompenso cardiaco Infliximab in RCT ha peggiorato lo scompenso Infliximab formalmente contraindicato nei pazienti in classe NYHA III-IV Necessaria cautela nel trattamento dei pazienti cardiopatici in classe NYHA I-II con bassa frazione di eiezione

31 Infliximab: SICUREZZA e EA Infliximab e scompenso cardiaco Risk of de novo heart failure in A.R. patients enrolled in the National Data Bank long-term study Infliximab Etanercept No anti-tnf Unadjusted* 0.5% 0.3% 0.4% Adjiusted* 0.2% 0.3% 0.2% Wolfe, Am J Med 2004:116:305

32 Infliximab: SICUREZZA e EA Infliximab e malattie diemielinizzanti E stata osservato un deterioramento dei sintomi e delle lesioni alla RM in pazienti con Sclerosi Multipla trattati con anti TNF alfa van Oosten, Neurology 1996; EMSSG, Neurology 1999 Sono stati segnalati casi di demielinizzazione CNS Central demyelination 21 3 GBS/CID 9 3 Neuropathy Transverse myelitis 1 0 Mohan et al, Arthritis Rheumatism, 2001 Centocor Document, March 4th, 2003

33 Infliximab: SICUREZZA e EA Infliximab e fegato Negli RCTs più frequente aumento delle transaminasi rispetto al placebo, no insufficineza epatica FDA briefing document 5 casi di insufficienza epatica correlata a infliximab Coté T:Food and Drug Administration Arthritis Advisory Committee March 4, casi colestasi reversibile Saleem, Arthritis Rheum 2001; Menghini, Mayo Clin Proc 2001

34 ? 3 case reports, one fatal Otsuni Ann Rheum Dis 2003; Esteve, Gut 2004 possibly prevented by lamivudine cotherapy Oniankitan J Rheumatol 2004, Esteve Gut 2004 Obbligatorio screening per HBsAg

35 INFLIXIMAB controindicazioni -infezione tubercolare in atto -scompenso cardiaco congestizio -raccolte ascessuali -malattie demielinizzanti

36 Infliximab SICUREZZA e EA MORTALITA Current use of infliximab Current use of 6MP/AZA/MTX Current use of corticosteroids Current use of narcotic analgesics Odds Ratio % CI *

37 INFLIXIMAB conclusioni 1 E il primo, e finora unico, farmaco biologico indicato nel trattamento della malattia di Crohn e della rettocolite ulcerosa. Ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti Oltre di pazienti trattati L utilizzo nella pratica clinica ha confermato i risultati osservati negli studi. Ha rivoluzionato la gestione dei pazienti con MICI e ne ha migliorato la qualità della vita.

38 INFLIXIMAB conclusioni 2 Conscere, prevenire e monitorare gli eventi avversi Attenzione a sintomi: febbre, tosse, astenia, sintomi neurologici, dispnea, artralgie Controllo periodico ematologico

39 Infliximab: SICUREZZA e EA Infliximab e gravidanza 141 identified pregnancies Direct infliximab exposure occurred in 126 women Infliximab exposure occurred indirectly in 15 male partners Pregnancy outcome data available for 74% (104/141) pregnancies No fetal malformations have occurred The rates of miscarriage and neonatal complications are similar to non infliximab group 39

40 Tumori e biologici Rischio di linfoma Rischio di cancro

41 Infliximab SICUREZZA e EA Infliximab e tumori Risk of malignancies in 5807 patients enrolled in the TREAT registry (2850 received infliximab) Infliximab Non-infliximab Odds patients patients Ratio 95% CI All Cancer* Lymphoma* *Incidence per 100 patient-years Lichtenstein et al, DDW 2004

42

43 Dai dati cumulativi dei trials e degli studi retrospettivi, risultano diagnosticati 30 nuovi cancri in 2319 pazienti trattati con infliximab par al 1,29%, percentuale paragonabile a qualla osservata nei pazienti trattati con placebo ed in generale nella popolazione di pazienti con m.di Crohn. Biancone et al Nat Clin Pract Gastroenterol Hepatol Feb;4(2):78-91

44 long term Infliximab treatment infusion reactions & loss of efficacy infusion reactions 11 9 loss of efficacy 56 26% (20/76) of patients stopped long-term treatment with Infliximab for infusion reactions or loss of efficacy

45 Present questions Revising current therapies What news about mesalazine Steroids or not: sensitizers New anti-tnf-alpha therapies future answers Biologicals: new generations Unconventional strategies - step-up vs top-down approach Stem cells transplantation Leukocyte apheresis Helminths Finally, an etiological therapy?

46

47

48

49 PRECiSE 2: Clinical response at Week 26 by prior anti-tnf use (ITT) 100 Certolizumab pegol 400 mg q4w + additional induction dose at Week 2 Certolizumab pegol (3 injections) + placebo Patients (%) ,7 * 39,6 44,2 ** 25, No prior anti-tnf Prior anti-tnf (infliximab) (n=163) (n=159) (n=52) (n=51) *p< **p= Clinical response: 100-point reduction in CDAI Schreiber S., et al. Gut 2005; 54 (Suppl VII)A82

50 Safety Infliximab 54 wks Adalimumab 56 wks Certolizumab 26 wks dose mg/kg 5 mg/kg 10 mg/kg 40 mg eow 40 mg w 400 mg Q4W Infectious adverse events 33%* 27%* 46,2% 44,4% 26,5%** SIAE 4% 3% 2,7% 2,7% 0 * TBC 1(0,5%) (0,4%) 1 (0,4%) 1(0.5%) malignant disorder 3(1,6%) 1(0,5%) infusion/injection site reactions 23% 19% 4,2% 5,8% 6,5% * requiring medication ** data from PRECISE I

51 Present questions Revising current therapies What news about mesalazine Steroids or not: sensitizers New anti-tnf-alpha therapies future answers Biologicals: new generations Unconventional strategies - step-up vs top-down approach Stem cells transplantation Leukocyte apheresis Helminths Finally, an etiological therapy?

52

53 GLI ALTRI BIOLOGICI PROMETTENTI Blocco della risposta infiammatoria Fontolizumab (Ab monoclonale vs. IFNg) Blocco delle molecole di adesione Natalizumab (Ab monoclonale vs. a4b7) Alicaforsen (oligonucleotide antisenso vs. ICAM-1) Promozione della risposta anti-infiammatoria Tefovil (IL-10 ricombinante umana) Stimolatori della risposta immune Sargramostim (GM-CSF, Granulocyte-Macrophage Colony Stimulating Factor, ricombinante)

54 Current therapeutic pyramid: STEP-UP INDUCTION OF REMISSION Infliximab? Other biologics? MAINTAINANCE OF REMISSION Infliximab? Other biologics? CyA 6MP/AZA corticosteroids 5-ASA/SASP severe moderate mild 6MP/AZA 5-ASA/SASP Hanauer SB, AGA 2001

55 Reversing the treatment pyramid? TOP-DOWN Early Biologic therapy Steroids AZA/6-MP/MTX Surgery Late 5-ASA +/- Antibiotics Hanauer SB, AGA 2001

56 Step-Up vs Top-Down approach Newly Diagnosed Crohn (N = 129) Step-up (N = 64) Top-down (N = 65) steroids IFX (0/2/6) + AZA Endoscopic results at year 2 88 p < P< steroids + AZA/MTX + IFX relapse IFX + AZA + epis IFX steroids % of patients P< steroids 0 6/20 17/24 Mucosal healing No ulcers SU TD D Haens G, et al. Gastroenterology 2006

57

58 Step up vs Top down approach Rationale Advantages Disadvantages STEP UP Ability to attain remission in some patients using less toxic therapies Minimizes adverse drug effects Risks of inadequate therapy Treatment not targeted to underlying causes of complication TOP DOWN Therapy with potent agent at diagnosis, altering prognosis Aggressive approch with potential disease modification Loss of response to biologics Safety concern of exposing all patients to potent agents Costs

59 Step up vs Top down approach Sono necessari RCTs per definire la reale efficacia dei due approcci terapeutici. Remo Panaccione, MD, FRCPC Medscape Department of Medicine, University of Calgary, Canada. Posted 08/17/2007 Al momento il nostro atteggiamento è ancora per l approccio step-up

Progetto RATIL (Research on Anti-TNF-alpha Induced Lymphoma)

Progetto RATIL (Research on Anti-TNF-alpha Induced Lymphoma) Workshop I PROGETTI DI RICERCA DEI CENTRI ENCEPP 11 gennaio 2011 ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ (ROMA) Progetto RATIL (Research on Anti-TNF-alpha Induced Lymphoma) A. Capuano, E. Parretta, F. Rossi Centro

Dettagli

Domani. I farmaci biologici nella terapia delle malattie infiammatorie croniche intestinali

Domani. I farmaci biologici nella terapia delle malattie infiammatorie croniche intestinali Domani Vol. 99, N. 1, Gennaio 2008 Pagg. 10-18 I farmaci biologici nella terapia delle malattie infiammatorie croniche intestinali Raffaello Sostegni, Angelo Pera, Marco Daperno, Rodolfo Rocca Riassunto.

Dettagli

Medicina off label Il farmaco sbagliato

Medicina off label Il farmaco sbagliato Medicina off label Il farmaco sbagliato carlomaurizio montecucco Unità Operativa di Reumatologia Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo Università di Pavia Medicina off label Il farmaco imputato. Uso improprio.

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Anti-TNF alfa nella malattia infiammatoria intestinale

Anti-TNF alfa nella malattia infiammatoria intestinale AntiTNF alfa nella malattia infiammatoria intestinale E stata pubblicata sul World Journal of Gastroenterogy una review sui rischi di complicazioni associati all uso di antitnf alfa nella cura di infiammazioni

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR Approvata nella seduta della del 23.05.07 Presentata da RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI NATALIZUMAB (TYSABRI ) ATC L04AA23 Prof. Giulio Rosati, Direttore della Clinica Neurologica dell Università di

Dettagli

INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni

INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni Genova 17 MAGGIO 2014 Sabrina Beltramini U.O.S. Gestione e Innovazione Tecnologica del farmaco U.O.C. Farmacia

Dettagli

Utilizzo dei vaccini in oncologia

Utilizzo dei vaccini in oncologia L E G U I D E Utilizzo dei vaccini in oncologia Fondazione Federico Calabresi Utilizzo dei vaccini in oncologia Michele Maio Luana Calabrò Arianna Burigo U.O.C. Immunoterapia Oncologica Azienda Ospedaliera

Dettagli

Sicurezza ed efficacia dei farmaci biologici nel trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali in gravidanza

Sicurezza ed efficacia dei farmaci biologici nel trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali in gravidanza Editoriali Recenti Prog Med 2010; 101: -401 Sicurezza ed efficacia dei farmaci biologici nel trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali in gravidanza Antonio Tursi Riassunto. Le malattie

Dettagli

La determinazione dei farmaci biologici e degli anticorpi anti-farmaco nelle Malattie Infiammatorie Croniche dell'intestino

La determinazione dei farmaci biologici e degli anticorpi anti-farmaco nelle Malattie Infiammatorie Croniche dell'intestino Bari, 28 marzo 2014 6 Convegno di Immunometria del Sud Italia DIAGNOSTICA CLINICA E DI LABORATORIO DELLE PATOLOGIE GASTROENTERICHE La determinazione dei farmaci biologici e degli anticorpi anti-farmaco

Dettagli

Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT

Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT Ustekinumab Vs Etanercept nella psoriasi: Risultati dello studio ACCEPT I nuovi agenti biologici offrono un alternativa importante nel della psoriasi; spesso però, il profilo rischio-beneficio non è bene

Dettagli

ETANERCEPT (ALLARGAMENTI INDICAZIONI) (25-01-2005)

ETANERCEPT (ALLARGAMENTI INDICAZIONI) (25-01-2005) ETANERCEPT (ALLARGAMENTI INDICAZIONI) (25-01-2005) Specialità: Enbrel (Wieth Lederle) Forma farmaceutica: sc 4 fl 25 mg + 4 sir Prezzo: euro 805.08 sc 4 fl 50 mg + 4 sir Prezzo: euro 1610.15 Prezzi da

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI ABATACEPT ATC L04AA24 ORENCIA Presentata da Commissione Terapeutiche della Provincia di SASSARI In data gennaio 2009 Per le seguenti motivazioni (sintesi): Trattamento

Dettagli

Diagnostica clinica e di laboratorio delle patologie gastroenteriche

Diagnostica clinica e di laboratorio delle patologie gastroenteriche 6 convegno di immunometria del Sud Italia Diagnostica clinica e di laboratorio delle patologie gastroenteriche Aggiornamenti nelle terapie biologiche delle Malattie Infiammatorie Croniche dell Intestino

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari?

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Stefano Maria Zuccaro 12 GIUGNO 2015 18 marzo 2014 Cascata dell acido arachidonico CASCATA DELL ACIDO ARACHDONICO Il mismatch

Dettagli

valutazione del rischio tubercolare nei pazienti affetti da reumatismi infiammatori cronici

valutazione del rischio tubercolare nei pazienti affetti da reumatismi infiammatori cronici DIAGNOSI della INFEZIONE TUBERCOLARE LATENTE: LUCI e OMBRE Torino, 20-21 21 settembre 2012 valutazione del rischio tubercolare nei pazienti affetti da reumatismi infiammatori cronici Paolo Clerico SSD

Dettagli

Malattie infettive in carcere

Malattie infettive in carcere La gestione delle La gestione delle Malattie infettive in carcere A livello internazionale i cittadini detenuti sono considerati una popolazione ad alto rischio di contrarre malattie infettive (HIV, epatiti,

Dettagli

Paziente con artrite reumatoide in trattamento immunosoppressivo

Paziente con artrite reumatoide in trattamento immunosoppressivo CASO CLINICO Paziente con artrite reumatoide in trattamento immunosoppressivo Antonio Carlotto UOC Malattie Infettive Ulss 4 Alto Vicentino Malattia infiammatoria sistemica a prevalente interessamento

Dettagli

La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica nei soggetti con Malattie Autoimmunitarie

La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica nei soggetti con Malattie Autoimmunitarie La vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica: razionale ed indicazioni nell anziano e nelle categorie a rischio - Roma, 25 ottobre 2014 La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica

Dettagli

Lo screening nei pazienti candidati alla terapia con farmaci biologici. Sara Bonazza U.O. di Reumatologia Università degli Studi di Ferrara

Lo screening nei pazienti candidati alla terapia con farmaci biologici. Sara Bonazza U.O. di Reumatologia Università degli Studi di Ferrara Lo screening nei pazienti candidati alla terapia con farmaci biologici Sara Bonazza U.O. di Reumatologia Università degli Studi di Ferrara INDICAZIONI ARTRITE REUMATOIDE 006.714.0 ARTROPATIA PSORIASICA

Dettagli

La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello

La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello La terapia medica per la DE è sicura? Francesco Varvello vietati ai cardiopatici inducono dipendenza pericolosi per il cuore sostanze dopanti sono stati segnalati gravi eventi cardiovascolari, inclusi

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

Imagine of the colon f r. izzello rizzello

Imagine of the colon f r. izzello rizzello Imagine of the colon f. rizzello 1 passo: quadro clinico Sintomi funzionali Stipsi Sintomi regionali dolore da rallentato transito organica da defecazione ostruita Diarrea acuta (< 2-3 sett) cronica (>

Dettagli

DMARDs Disease Modifying Anti-Rehumatic Drugs. (6 settimane-6 mesi)

DMARDs Disease Modifying Anti-Rehumatic Drugs. (6 settimane-6 mesi) DMARDs Disease Modifying Anti-Rehumatic Drugs (6 settimane-6 mesi) Disease Modifying Anti-Rheumatic Drugs DMARD (Farmaci antireumatici di fondo) Incidono sulla storia naturale della malattia Ritardano

Dettagli

METHOTREXATE. Vi raccomandiamo di leggere questo opuscolo con cura e di discuterne con il vostro medico curante.

METHOTREXATE. Vi raccomandiamo di leggere questo opuscolo con cura e di discuterne con il vostro medico curante. PATIENT INFORMATION ON Australian Rheumatology Association METHOTREXATE (Italian) (Brand names: Methoblastin) Questo opuscolo informativo èstato creato dall Associazione Remautologica Australiana per aiutarvi

Dettagli

MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI (IBD) E GRAVIDANZA

MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI (IBD) E GRAVIDANZA MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI (IBD) E GRAVIDANZA Di cosa parleremo? Potrò concepire e avere figli come tutte le altre persone? Influenza della gravidanza sul decorso della malattia e influenza

Dettagli

Che cos'è la malattia di Crohn?

Che cos'è la malattia di Crohn? Che cos'è la malattia di Crohn? La malattia di Crohn è un'infiammazione cronica che può colpire teoricamente tutto il canale alimentare, dalla bocca all'ano, ma che si localizza prevalentemente nell'ultima

Dettagli

Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA

Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA Profilassi Malattie Infettive MORBILLO - PAROTITE - ROSOLIA Il morbillo nel mondo Epidemia di morbillo in Campania del 2002 Stimati circa 40.000 casi Eguale distribuzione per sesso Incidenza più elevata

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale

l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale Esperienze di cure primarie l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale Centrale operativa territoriale: strumento di integrazione della filiera assistenziale Bologna, 31 marzo - 1 aprile 2014 Maria

Dettagli

CETUXIMAB (Erbitux) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

CETUXIMAB (Erbitux) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CETUXIMAB (Erbitux) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 Dalla multidimensionalità al Riconoscimento di Interdipendenze.interconnessioni Nodi e non solo RISOLVERLI

Dettagli

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tossicita da chemioterapia e differenze di genere Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tumori e genere:quali dati? Pochi dati prospettici e da trials clinici

Dettagli

Programma di accreditamento SIMI. Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza

Programma di accreditamento SIMI. Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza Programma di accreditamento SIMI Esperienza della Medicina i 3 Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza prof. Paolo Cavallo Perin, prof. Graziella Bruno, Dept. of Medical Sciences, University

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Position paper Biosimilari

Position paper Biosimilari Position paper Biosimilari Introduzione I farmaci biologici sono prevalentemente costituiti da prodotti proteici ottenuti mediante metodiche biotecnologiche. I farmaci biosimilari ( biosimilari ) sono

Dettagli

Accettata dall EMEA per l esame la domanda di autorizzazione alla commercializzazione di LENALIDOMIDE

Accettata dall EMEA per l esame la domanda di autorizzazione alla commercializzazione di LENALIDOMIDE Accettata dall EMEA per l esame la domanda di autorizzazione alla commercializzazione di LENALIDOMIDE NEUCHATEL, Svizzera, 7 aprile/prnewswire/ -- - EMEA sta valutando LENALIDOMIDE come terapia orale per

Dettagli

ORMONI FEMMINILI E LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO: UN PROBLEMA REALE OPPURE UNA PAURA ESAGERATA? PL

ORMONI FEMMINILI E LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO: UN PROBLEMA REALE OPPURE UNA PAURA ESAGERATA? PL ORMONI FEMMINILI E LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO: UN PROBLEMA REALE OPPURE UNA PAURA ESAGERATA? PL Meroni Unità di Allergologia, Immunologia Clinica & Reumatologia IRCCS Istituto Auxologico Italiano Dipartimento

Dettagli

Morbo di Crohn: nuove prospettive per la terapia domiciliare

Morbo di Crohn: nuove prospettive per la terapia domiciliare Decision making Morbo di Crohn: nuove prospettive per la terapia domiciliare Carmelina Petruzziello, Enzo Ubaldi *, Luciano Bertolusso *, Francesco Pallone Centro Specialistico di Gastroenterologia Clinica,

Dettagli

FARMACI BIOTECNOLOGICI E FARMACOLOGIA DELL INFIAMMAZIONE

FARMACI BIOTECNOLOGICI E FARMACOLOGIA DELL INFIAMMAZIONE FARMACI BIOTECNOLOGICI E FARMACOLOGIA DELL INFIAMMAZIONE TULLIO FLORIO Sezione di Farmacologia Dipartimento di Medicina Interna Scuola Medico-Farmaceutica Università di Genova 1 Anti-inflammatory & http://www.accessexcellence.org/ab/gg/biotechnology.html

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Farmaci biologici e riparazione tessutale Valentina Dini

Farmaci biologici e riparazione tessutale Valentina Dini Farmaci biologici e riparazione tessutale Valentina Dini Sezione di Riparazione Tessutale Cutanea Clinica Dermatologica Università di Pisa www.sirtes.it Ulcere croniche Vascolari Diabetiche da Pressione

Dettagli

Le modificazioni del microbiota in corso di patologie gastrointestinali

Le modificazioni del microbiota in corso di patologie gastrointestinali Le modificazioni del microbiota in corso di patologie gastrointestinali Microbiota Intestinale Composizione e concentrazione delle specie microbiche dominanti nei vari segmenti dell apparato gastrointestinale

Dettagli

FARMACI BIOLOGICI I : GLI ANTI TNFα

FARMACI BIOLOGICI I : GLI ANTI TNFα FARMACI BIOLOGICI I : GLI ANTI TNFα La corrente pratica clinica reumatologica pone il curante sempre più spesso a confronto con pazienti affetti da forme artritiche resistenti ai trattamenti di fondo (es.

Dettagli

5 febbraio 2011 Bollate Dr. Carlo Cardile Infiltrazioni ecoguidate coxo-femorale

5 febbraio 2011 Bollate Dr. Carlo Cardile Infiltrazioni ecoguidate coxo-femorale 5 febbraio 2011 Bollate Dr. Carlo Cardile Infiltrazioni ecoguidate coxo-femorale L osteoartrosi è una malattia degenerativa in cui il dolore e la graduale perdita della funzione articolare sono associati

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE: REMICADE 100 mg polvere per concentrato per soluzione per infusione. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA: Ogni flaconcino

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Humira 40 mg/0.8 ml soluzione iniettabile per uso pediatrico. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ciascun

Dettagli

L ANESTESIA. Cos è ed a cosa serve. Notizie utili per il paziente. Presentazione

L ANESTESIA. Cos è ed a cosa serve. Notizie utili per il paziente. Presentazione Provincia Autonoma di Trento Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari via Degasperi, 79-38100 - Trento Dipartimento Anestesia e Rianimazione Direttore: dr. Edoardo Geat U.O. Anestesia e Rianimazione

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO. Medicinale equivalente RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO Medicinale equivalente 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE KESOL 50 microgrammi Spray nasale, sospensione KESOL 100 microgrammi Spray nasale, sospensione 2. COMPOSIZIONE

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Remicade 100 mg polvere per concentrato per soluzione per infusione. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

Dettagli

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò Anticorpi monoclonali Anti-EGFR -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri Valentina Anrò Ruolo Biologico Epidermal Growth Factor Receptor Extracellular Domain Transmembrane Domain

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Caso clinico: un dilemma diagnostico

Caso clinico: un dilemma diagnostico APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE ALL'ITTERO OSTRUTTIVO Verona, 1 ottobre 2010 Caso clinico: un dilemma diagnostico M Bortul 1, S Scomersi 1, F Vassallo 2, T Stocca 3 1 S.C.Clinica Chirurgica-Azienda Ospedaliero

Dettagli

PRIMO WORKSHOP DI ECONOMIA E FARMACI PER LE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI WEF-IBD 2013

PRIMO WORKSHOP DI ECONOMIA E FARMACI PER LE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI WEF-IBD 2013 GIUGNO 2013 I QUADERNI DI MEDICINA con il patrocinio di: PRIMO WORKSHOP DI ECONOMIA E FARMACI PER LE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE INTESTINALI WEF-IBD 2013 ROMA 6 FEBBRAIO 2013 SOMMARIO WEF-IBD 2013:

Dettagli

Le nuove molecole in oncologia prostatica. Gianmauro Numico Direttore SC Oncologia Azienda USL della Valle d Aosta

Le nuove molecole in oncologia prostatica. Gianmauro Numico Direttore SC Oncologia Azienda USL della Valle d Aosta Le nuove molecole in oncologia prostatica Gianmauro Numico Direttore SC Oncologia Azienda USL della Valle d Aosta Castration 2013 Abiraterone 1996 Mitoxantrone 2004 Docetaxel Death Tumor volume Local Therapy

Dettagli

IL VACCINO PER LA VARICELLA IL PARERE DEL PEDIATRA

IL VACCINO PER LA VARICELLA IL PARERE DEL PEDIATRA IL VACCINO PER LA VARICELLA IL PARERE DEL PEDIATRA Torino, 25 novembre 2006 Dott. Maria Merlo Epidemiologia Agente eziologico: VZV (herpes virus) La più contagiosa delle malattie esantematiche dell infanzia

Dettagli

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE: 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA:

RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE: 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA: RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE: SIMPONI 100 mg soluzione iniettabile in penna pre-riempita. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA: Ogni penna pre-riempita

Dettagli

La gestione perioperatoria della terapia anticoagulante - antaggregante

La gestione perioperatoria della terapia anticoagulante - antaggregante La gestione perioperatoria della terapia anticoagulante - antaggregante Con particolare riferimento all impianto di CIEDs Guido Rossetti S.C. Cardiologia A.S.O. S.Croce e Carle - Cuneo CHEST 2012 Raccomandazioni

Dettagli

TERAPIA DELLA PSORIASI. Dott. Antonio Castelli U.O. Dermatologia Ospedale S. Donato AREZZO

TERAPIA DELLA PSORIASI. Dott. Antonio Castelli U.O. Dermatologia Ospedale S. Donato AREZZO TERAPIA DELLA PSORIASI Dott. Antonio Castelli U.O. Dermatologia Ospedale S. Donato AREZZO Psoriasi: disponibilità terapeutiche Ampio spettro di agenti per il trattamento della psoriasi da «moderata» a

Dettagli

Congresso Nazionale. Roma, 9-12 aprile 2014. nazionale siaaic. Programma preliminare

Congresso Nazionale. Roma, 9-12 aprile 2014. nazionale siaaic. Programma preliminare Congresso Nazionale IFIACI Federazione delle Società Italiane di Immunologia, Allergologia ed Immunologia Clinica 27 congresso nazionale siaaic Roma, 9-12 aprile 2014 Programma preliminare Sede Ergife

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it LE TERAPIE FARMACOLOGICHE E I LORO EFFETTI COLLATERALI

www.pediatric-rheumathology.printo.it LE TERAPIE FARMACOLOGICHE E I LORO EFFETTI COLLATERALI www.pediatric-rheumathology.printo.it LE TERAPIE FARMACOLOGICHE E I LORO EFFETTI COLLATERALI FANS (farmaci antinfiammatori non steroidi) Sono medicine sintomatiche antinfiammatorie, antifebbrili (antipiretiche),

Dettagli

Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN. U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V.

Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN. U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V. Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V. Minutolo Crohn nel 1932 definì ILEITE TERMINALE un affezione

Dettagli

IL DISEGNO DELLO STUDIO

IL DISEGNO DELLO STUDIO IL DISEGNO DELLO STUDIO Le strategie dell epidemiologia clinica Epidemiologia osservazionale Studi descrittivi Case-report Case-series Studi costruttivi Trasversali Caso-controllo Coorte Epidemiologia

Dettagli

Polmonite da Legionella: aspetti epidemiologici, diagnostici e terapeutici

Polmonite da Legionella: aspetti epidemiologici, diagnostici e terapeutici Polmonite da Legionella: aspetti epidemiologici, diagnostici e terapeutici Fredy Suter Bergamo SIMIT 2011 La Maddalena - Batterio gram negativo, aerobio Legionella - 50 specie note; 70 sierogruppi L.pnemophila

Dettagli

Nuove strategie terapeutiche per le malattie infiammatorie intestinali

Nuove strategie terapeutiche per le malattie infiammatorie intestinali Luglio-Settembre 2013 Vol. 43 N. 171 Pp. 140-145 Gastroenterologia pediatrica Nuove strategie terapeutiche per le malattie infiammatorie intestinali Salvatore Cucchiara, Laura Stronati* Dipartimento di

Dettagli

1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA. Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro

1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA. Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro 1 SINTOMI ATTRIBUITI AD ALTRA PATOLOGIA Tosse da reflusso gastroesofageo Tosse da rinorrea posteriore Stato ansioso Patologia Cardiovascolare Altro Sottodiagnosi di Asma 90 80 70 Uomini Donne 60 % 50 40

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Humira 40 mg/0.8 ml soluzione iniettabile per uso pediatrico. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Ciascun

Dettagli

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici Percorsi e processi organizzativi nei trattamenti integrati dei tumori gastrointestinali Associazione Dossetti Roma, 25-26 ottobre 2011 Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Dettagli

LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA

LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA G.Lazzari, G. Silvano S. C. Radioterapia Oncologica ASL TA/ 1 - Taranto Taranto, 21 gennaio 2005 BACKGROUND Le formulazioni orali di chemioterapia

Dettagli

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi

Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria. N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria N. Principi Attuale spazio terapeutico per le cefalosporine orali in pediatria Nicola Principi Principali cefalosporine orali Farmaco

Dettagli

Documento PTR n.221 relativo a EPLERENONE

Documento PTR n.221 relativo a EPLERENONE Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali Commissione Regionale del Farmaco (D.G.R. 1540/2006, 2129/2010 e 490/2011) Documento PTR n.221 relativo a EPLERENONE Giugno 2014 EPLERENONE 25 mg 50 mg cpr

Dettagli

Statement. Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato

Statement. Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato Confermato in più occasioni il profilo di efficacia e sicurezza di dabigatran etexilato Il British Medical Journal pubblica un articolo non equilibrato riguardante dabigatran Ingelheim, Germany, 23 luglio

Dettagli

Avis Regionale Lombardia

Avis Regionale Lombardia Avis Regionale Lombardia Il contributo essenziale del donatore di sangue e di emocomponenti al perseguimento degli obbiettivi strategici della medicina trsfusionale: Qualità, Sicurezza e Autosufficienza

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

(*)Direttore della U.O.C. di Medicina Interna di S. Arcangelo di Romagna (Rimini)

(*)Direttore della U.O.C. di Medicina Interna di S. Arcangelo di Romagna (Rimini) Dal blog di Marco Grandi, su segnalazione di Giorgio Ioli (*) vi proponiamo questo articolo: Tosse e statine (*)Direttore della U.O.C. di Medicina Interna di S. Arcangelo di Romagna (Rimini) Il presente

Dettagli

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO ALLEGATO I RIASSUNTO DELLE CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO 1 1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE Simponi 50 mg soluzione iniettabile in penna pre-riempita. 2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA Una penna

Dettagli

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia

Università del Piemonte Orientale. Master per data manager. Epidemiologia dei tumori. Screening in oncologia Università del Piemonte Orientale Master per data manager Epidemiologia dei tumori Screening in oncologia Epidemiologia Che cos è l epidemiologia Metodi e strumenti La descrizione epidemiologica di una

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA. Modena 29 giugno 2009

CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA. Modena 29 giugno 2009 CORSI DI FORMAZIONE TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI SICUREZZA Modena 29 giugno 2009 CENNI DI EPIDEMIOLOGIA E PREVENZIONE DELLE PRINCIPALI INFEZIONI TRASMISSIBILI PER VIA PARENTERALE Epatite B Epatite

Dettagli

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC METASTASI CEREBRALI DA CA MAMMELLA 10-30% delle pazienti con tumore mammario in fase avanzata Insorgono tardivamente nella storia naturale della malattia

Dettagli

La fototerapia. Giovanni Ghigliotti. Clinica Dermatologica Genova

La fototerapia. Giovanni Ghigliotti. Clinica Dermatologica Genova La fototerapia Giovanni Ghigliotti Clinica Dermatologica Genova Penetrazione dei raggi UV nella cute Varia in base alla lunghezza d onda UV 300 nm (UVB): 6 µm (assorbimento 95% epidermide) UV 350 nm (UVA):

Dettagli

La modulazione della politerapia

La modulazione della politerapia Lo Scompenso Cardiaco Cronico: un modello di collaborazione ospedaleterritorio per la qualità dell assistenza e l economia delle risorse La modulazione della politerapia Laura Montagna Enrico Turbil 9

Dettagli

PREVENZIONE DELL ENDOCARDITE ENDOCARDITE BATTERICA. Lega Friulana per il Cuore

PREVENZIONE DELL ENDOCARDITE ENDOCARDITE BATTERICA. Lega Friulana per il Cuore Lega Friulana per il Cuore PREVENZIONE DELL ENDOCARDITE ENDOCARDITE BATTERICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

Avastin è utilizzato con altri medicinali antitumorali per il trattamento dei seguenti tipi di tumore negli adulti:

Avastin è utilizzato con altri medicinali antitumorali per il trattamento dei seguenti tipi di tumore negli adulti: EMA/175824/2015 EMEA/H/C/000582 Riassunto destinato al pubblico bevacizumab Questo è il riassunto della relazione pubblica europea di valutazione (EPAR) per. Illustra il modo in cui il comitato per i medicinali

Dettagli

BATTERI ORALI E MALATTIE SISTEMICHE

BATTERI ORALI E MALATTIE SISTEMICHE SANIT 2008 V Forum internazionale della salute INTERVENTI DI PREVENZIONE ORALE PER LA PROMOZIONE DELLA SALUTE Roma, 23 giugno 2008 Daniela Carmagnola & Clinica Odontoiatrica Dip.. di Medicina, Chirurgia

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma SEBASTIANO FILETTI Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche Università di Roma Sapienza, Roma La malattia tiroidea è in aumento negli ultimi anni. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti

Dettagli

Gabriella Serio. Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari

Gabriella Serio. Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari Gabriella Serio Cattedra di Statistica Medica Facoltà di Medicina e Chirurgia - Università degli Studi di Bari GOOD CLINICAL PRACTICE GCP LE GCP SONO UNO STANDARD IN BASE AL QUALE GLI STUDI CLINICI SONO

Dettagli

In collaborazione con la Professoressa Antonella Tosti, Bologna e Professore di Dermatologia

In collaborazione con la Professoressa Antonella Tosti, Bologna e Professore di Dermatologia "Alopecia areata: update sulla ricerca e possibili terapie future " Colombina Vincenzi, Dermatologa, Bologna In collaborazione con la Professoressa Antonella Tosti, Bologna e Professore di Dermatologia

Dettagli

MONITORAGGIO CLINICO E BIOUMORALE DEL DIABETE E DELLE SUE COMPLICANZE IN RSA. Sandro Inchiostro

MONITORAGGIO CLINICO E BIOUMORALE DEL DIABETE E DELLE SUE COMPLICANZE IN RSA. Sandro Inchiostro Formazione continua Medici Coordinatori RSA 2010 MONITORAGGIO CLINICO E BIOUMORALE DEL DIABETE E DELLE SUE COMPLICANZE IN RSA Sandro Inchiostro Medicina II e Centro Diabetologico Dipartimento di Medicina

Dettagli

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE

LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE LA TERAPIA MEDICA NELL ENDOMETRIOSI: QUANDO E PERCHE CARLO BERTULESSI SS Ginecologia Oncologica Clinica Ostetrica e Ginecologica M. Melloni Università di Milano Bergamo, 7 marzo 2014 TERAPIA MEDICA NELL

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli