L 309/56 Gazzetta ufficiale dell Unione europea

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L 309/56 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 19.11.2013"

Transcript

1 L 309/56 Gazztta ufficial dll Union uropa Rttifica dl rgolamnto (UE) n. 10/2011 dlla Commission, dl 14 gnnaio 2011, riguardant i matriali gli oggtti di matria plastica dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari (Gazztta ufficial dll Union uropa L 12 dl 15 gnnaio 2011) A pagina 2, considrando 6: «I matriali gli oggtti di matria plastica possono ssr composti da divrsi strati di matria plastica tnuti insim da adsivi possono anch ssr stampati o dotati di un rivstimnto organico o inorganico. È opportuno ch nl campo di applicazion dl prsnt rgolamnto rintrino i matriali gli oggtti di matria plastica stampati o rivstiti, così com a qulli tnuti insim da adsivi. [ ]», «I matriali gli oggtti di matria plastica possono ssr composti da divrsi strati di matria plastica tnuti insim da adsivi possono anch ssr stampati o dotati di un rivstimnto organico o inorganico. È opportuno ch nl campo di applicazion dl prsnt rgolamnto rintrino i matriali gli oggtti di matria plastica stampati o rivstiti, così com qulli tnuti insim da adsivi. [ ]»; a pagina 3, considrando 16: «In passato non è stata oprata una chiara distinzion tra gli additivi ch hanno una funzion nl polimro final l sostanz ausiliari dlla polimrizzazion (polymrisation production aids - PPA) ch hanno una funzion soltanto nl procsso di fabbricazion non sono dstinat ad ssr prsnti nl prodotto final. [ ]», «In passato non è stata oprata una chiara distinzion tra gli additivi ch hanno una funzion nl polimro final i coadiuvanti dl procsso di polimrizzazion (polymrisation production aids PPA) ch hanno una funzion soltanto nl procsso di fabbricazion non sono dstinat ad ssr prsnti nl prodotto final. [ ]»; a pagina 5, considrando 27: «Ngli ultimi anni i matriali di matria plastica dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari sono sviluppati in modo da non ssr composti da una sola matria plastica ma da combinar fino a 15 strati divrsi di matria plastica al fin di ottimizzar la funzionalità la protzion di prodotti alimntari, riducndo allo stsso tmpo i rifiuti di imballaggio. In qusto tipo di matriali o oggtti di matria plastica multistrato, gli strati possono ssr sparati dai prodotti alimntari da una barrira funzional. Si tratta di una barrira costituita da uno strato all intrno di matriali o dgli oggtti dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari ch impdisc la migrazion di sostanz attravrso la barrira ni prodotti alimntari. Ditro la barrira funzional possono ssr impigat sostanz non autorizzat, purché rispondnti a dtrminati paramtri a condizion ch la migrazion rsti al di sotto di un dtrminato limit di rilvabilità.. [ ]», «Ngli ultimi anni i matriali di matria plastica dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari sono sviluppati in modo da non ssr composti da una sola matria plastica ma da combinar fino a 15 strati divrsi di matria plastica al fin di ottimizzar la funzionalità la protzion di prodotti alimntari, riducndo allo stsso tmpo i rifiuti di imballaggio. In qusto tipo di matriali o oggtti di matria plastica multistrato, gli strati possono ssr sparati dai prodotti alimntari da una barrira funzional. Si tratta di una barrira costituita da uno strato all intrno di matriali o dgli oggtti dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari ch impdisc la migrazion di sostanz attravrso la barrira ni prodotti alimntari. Ditro la barrira funzional possono ssr impigat sostanz non autorizzat, purché rispondnti a dtrminati paramtri a condizion ch la migrazion rsti al di sotto di un dtrminato limit di rivlabilità.. [ ]»; a pagina 6, considrando 38: «L sposizion all sostanz ch migrano dai matriali dstinati a vnir a contatto con prodotti alimntari si basa sull ipotsi convnzional ch una prsona consumi quotidianamnt 1 kg di prodotti alimntari. Tuttavia l ingstion giornalira di grassi è al massimo di 200 g. Ciò dv ssr prso in considrazion pr l sostanz lipofilich ch migrano soltanto ni grassi. È quindi opportuno corrggr la migrazion spcifica con un cofficint di corrzion applicabil all sostanz lipofilich, conformmnt al parr dl comitato scintifico dll alimntazion umana (SCF)( 1 ) al parr dll Autorità ( 2 ).», «L sposizion all sostanz ch migrano dai matriali dstinati a vnir a contatto con prodotti alimntari si basa sull ipotsi convnzional ch una prsona consumi quotidianamnt 1 kg di prodotti alimntari. Tuttavia l ingstion giornalira di grassi è al massimo di 200 g. Ciò dv ssr prso in considrazion pr l sostanz lipofil ch migrano soltanto ni grassi. È quindi opportuno corrggr la migrazion spcifica con un cofficint di corrzion applicabil all sostanz lipofil, conformmnt al parr dl comitato scintifico dll alimntazion umana (SCF)( 1 ) al parr dll Autorità ( 2 ).»;

2 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/57 a pagina 7, articolo 2, lttra d): «strati di matria plastica o rivstimnti di matria plastica, ch costituiscono guarnizioni di coprchi chiusur ch con tali coprchi chiusur formano un insim di du o più strati di vari tipi di matriali;», «strati di matria plastica o rivstimnti di matria plastica, ch costituiscono guarnizioni di coprchi chiusur ch con tali coprchi chiusur formano un insim di du o più strati di diffrnti tipi di matriali;»; a pagina 8, articolo 3, punto 8: «sostanza ausiliaria dlla polimrizzazion : sostanza utilizzata pr fungr da mzzo adguato pr la fabbricazion di polimri o matri plastich; può ssr prsnt nl matrial o oggtto finito, ma non è dstinato ad ssr prsnt non ha fftti fisici o chimici nl matrial o nll oggtto final;», «coadiuvant dl procsso di polimrizzazion : sostanza utilizzata pr fungr da mzzo adguato pr la fabbricazion di polimri o matri plastich; può ssr prsnt nl matrial o oggtto finito, ma non è dstinato ad ssr prsnt non ha fftti fisici o chimici nl matrial o nll oggtto final;»; a pagina 8, articolo 3, punto 17: «rstrizion : limitazion d uso di una sostanza, limit di migrazion o limit di quantitativo dlla sostanza nl matrial o nll oggtto;», «rstrizion : limitazion d uso di una sostanza, limit di migrazion o limit di contnuto dlla sostanza nl matrial o nll oggtto;»; a pagina 9, articolo 5, punto 2, lttra c): «sostanz ausiliari dlla polimrizzazion sclusi i solvnti;», «coadiuvanti dl procsso di polimrizzazion sclusi i solvnti;»; a pagina 9, articolo 6, punto 1: «In droga all articolo 5, l sostanz non inclus nll lnco dll Union possono ssr utilizzat com sostanz ausiliari dlla polimrizzazion nlla fabbricazion di strati di matria plastica in matriali oggtti di matria plastica soggtti alla lgislazion nazional.», «In droga all articolo 5, l sostanz non inclus nll lnco dll Union possono ssr utilizzat com coadiuvanti dl procsso di polimrizzazion nlla fabbricazion di strati di matria plastica in matriali oggtti di matria plastica soggtti alla lgislazion nazional.»; a pagina 10, articolo 13, punto 2, lttra b): «ssr fabbricato con sostanz non figuranti nll lnco dll Union o nll lnco provvisorio.», «ssr fabbricato con sostanz non prsnti nll lnco dll Union o nll lnco provvisorio.»; a pagina 11, articolo 13, punto 3: «La migrazion dll sostanz di cui al paragrafo 2, lttra b), nl prodotto alimntar o simulant alimntar non dv ssr rilvabil ov misurata con crtzza statistica mdiant un mtodo di analisi conform all articolo 11 dl rgolamnto (CE) n. 882/2004 ch abbia un limit di rilvabilità di 0,01mg/kg. Qusto limit va smpr sprsso com concntrazion ni prodotti alimntari o simulanti alimntari. Si applica a un gruppo di composti, s strutturalmnt tossicologicamnt corrlati, in particolar isomri o composti con lo stsso gruppo funzional, comprnd gli vntuali trasfrimnti pr controstampa (st-off).», «La migrazion dll sostanz di cui al paragrafo 2, lttra b), nl prodotto alimntar o simulant alimntar non dv ssr rivlabil ov misurata con crtzza statistica mdiant un mtodo di analisi conform all articolo 11 dl rgolamnto (CE) n. 882/2004 ch abbia un limit di rivlabilità di 0,01mg/kg. Qusto limit va smpr sprsso com concntrazion ni prodotti alimntari o simulanti alimntari. Si applica a un gruppo di composti, s strutturalmnt tossicologicamnt corrlati, in particolar isomri o composti con lo stsso gruppo funzional, comprnd gli vntuali trasfrimnti pr controstampa (st-off).»; a pagina 11, articolo 15, punto 2: «La dichiarazion scritta di cui al paragrafo 1 è rdatta dall oprator commrcial contin l informazioni prvist nll allgato IV.», «La dichiarazion scritta di cui al paragrafo 1 è rdatta dall oprator conomico contin l informazioni prvist nll allgato IV.»,

3 L 309/58 Gazztta ufficial dll Union uropa a pagina 11, articolo 16, il titolo: «Documnti giustificativi», «Documnti di supporto»; a pagina 11, articolo 16, punto 1: «L oprator commrcial mtt a disposizion dll autorità nazional comptnt ch n faccia richista la documntazion atta a dimostrar ch i matriali gli oggtti, i prodotti dlla fas intrmdia dlla fabbricazion l sostanz dstinat alla fabbricazion di matriali sono conformi all prscrizioni dl prsnt rgolamnto.», «L oprator conomico mtt a disposizion dll autorità nazional comptnt ch n faccia richista la documntazion atta a dimostrar ch i matriali gli oggtti, i prodotti dlla fas intrmdia dlla fabbricazion l sostanz dstinat alla fabbricazion di matriali sono conformi all prscrizioni dl prsnt rgolamnto.»; a pagina 13, articolo 21, scondo capovrso: «I rifrimnti all dirttiv abrogat s intndono fatti al prsnt rgolamnto vanno ltti scondo l tavol di concordanza di cui all allgato VI.», «I rifrimnti all dirttiv abrogat s intndono rifriti al prsnt rgolamnto vanno ltti scondo l tavol di concordanza di cui all allgato VI.»; a pagina 13, articolo 22, punti da 1 a 4: «1. Fino al 31 dicmbr 2012 i documnti giustificativi di cui all articolo 16 si basano sull norm di bas rlativ alla vrifica dlla migrazion global spcifica di cui all allgato dlla dirttiva 82/711/CEE. 2. A dcorrr dal 1 o gnnaio 2013 i documnti giustificativi di cui all articolo 16 pr i matriali, gli oggtti l sostanz immssi sul mrcato fino al 31 dicmbr 2015 si possono basar: a) sull norm pr l prov di migrazion di cui all articolo 18 dl prsnt rgolamnto, o b) sull norm di bas pr l prov di migrazion spcifica global di cui all allgato dlla dirttiva 82/711/CEE. 3. A dcorrr dal 1 o gnnaio 2016 i documnti giustificativi di cui all articolo 16 si basano sull norm pr l prov di migrazion di cui all articolo 18, fatto salvo il paragrafo 2 dl prsnt articolo. 4. Fino al 31 dicmbr 2015 gli additivi utilizzati pr l apprtto pr fibr di vtro impigat in plastich rinforzat con fibr di vtro ch non figurano nll allgato I dvono ssr conformi all disposizioni rlativ alla valutazion di rischi di cui all articolo 19.», «1. Fino al 31 dicmbr 2012 i documnti di supporto di cui all articolo 16 si basano sull norm di bas rlativ alla vrifica dlla migrazion global spcifica di cui all allgato dlla dirttiva 82/711/CEE. 2. A dcorrr dal 1 o gnnaio 2013 i documnti di supporto di cui all articolo 16 pr i matriali, gli oggtti l sostanz immssi sul mrcato fino al 31 dicmbr 2015 si possono basar: a) sull norm pr l prov di migrazion di cui all articolo 18 dl prsnt rgolamnto, o b) sull norm di bas pr l prov di migrazion spcifica global di cui all allgato dlla dirttiva 82/711/CEE. 3. A dcorrr dal 1 o gnnaio 2016 i documnti di supporto di cui all articolo 16 si basano sull norm pr l prov di migrazion di cui all articolo 18, fatto salvo il paragrafo 2 dl prsnt articolo. 4. Fino al 31 dicmbr 2015 gli additivi utilizzati pr l apprttatura di fibr di vtro impigat in plastich rinforzat con fibr di vtro ch non figurano nll allgato I dvono ssr conformi all disposizioni rlativ alla valutazion di rischi di cui all articolo 19.»; a pagina 13, articolo 23, quarto capovrso: «L disposizioni di cui all articolo 5 concrnnti l uso dgli additivi utilizzati ngli apprtti dll fibr di vtro pr plastich rinforzat in fibra di vtro si applicano a dcorrr dal 31 dicmbr 2015.», «L disposizioni di cui all articolo 5 concrnnti l uso dgli additivi utilizzati nll apprttatura dll fibr di vtro pr plastich rinforzat in fibra di vtro si applicano a dcorrr dal 31 dicmbr 2015.»;

4 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/59 a pagina 14, allgato I, punto 1, sttimo capovrso: «Colonna 5 [Impigo com additivo o sostanza ausiliaria dlla polimrizzazion (sì/no)]: indicazion ch l impigo com additivo o sostanza ausiliaria dlla polimrizzazion è autorizzato (sì) o non è autorizzato (no). S l impigo dlla sostanza è autorizzato soltanto com sostanza ausiliaria dlla polimrizzazion, si indica «sì» nll spcifich vin prcisata la rstrizion d uso.», «Colonna 5 [Impigo com additivo o coadiuvant dl procsso di polimrizzazion (sì/no)]: indicazion ch l impigo com additivo o coadiuvant dl procsso di polimrizzazion è autorizzato (sì) o non è autorizzato (no). S l impigo dlla sostanza è autorizzato soltanto com coadiuvant dl procsso di polimrizzazion, si indica «sì» nll spcifich vin prcisata la rstrizion d uso com coadiuvant dl procsso di polimrizzazion.»; a pagina 14, allgato I, punto 1, dcimo capovrso: «Colonna 8 (LMS [mg/kg]): limit di migrazion spcifica applicabil alla sostanza. È sprsso in mg di sostanza pr kg di prodotto alimntar. Nl caso in cui la sostanza non dbba migrar in quantità rilvabil, si indica NR.», «Colonna 8 (LMS [mg/kg]): limit di migrazion spcifica applicabil alla sostanza. È sprsso in mg di sostanza pr kg di prodotto alimntar. Nl caso in cui la sostanza non dbba migrar in quantità rivlabil, si indica NR.»; a pagina 14, allgato I, punto 1, dodicsimo capovrso: «Colonna 10 (Rstrizioni spcifich): altr rstrizioni divrs dal limit di migrazion spcifica spcifich applicabili alla sostanza. S sono stabilit spcifich dttagliat, si fa rifrimnto alla tablla 4.», «Colonna 10 (Rstrizioni spcifich): altr rstrizioni divrs dal limit di migrazion spcifica spcificatamnt mnzionat contin spcifich corrlat alla sostanza. S sono stabilit spcifich dttagliat, si fa rifrimnto alla tablla 4.»; a pagina 14, allgato I, punto 1, ultimo capovrso: «S nlla colonna 8 il limit di migrazion spcifica è indicato com non rilvabil (NR), si applica un limit di rilvabilità pari a 0,01 mg di sostanza pr kg di prodotto alimntar, salvo indicazion contraria pr una singola sostanza.», «S nlla colonna 8 il limit di migrazion spcifica è indicato com non rivlabil (NR), si applica un limit di rivlabilità pari a 0,01 mg di sostanza pr kg di prodotto alimntar, salvo indicazion divrsa pr una singola sostanza.»; a pagina 17, allgato I, tablla 1, n. 35, colonna (4): «tilidrossipropilcllulosa», «Etilidrossipropilcllulosa»; a pagina 18, allgato I, tablla 1, n. 42, colonna (4): «stri di glicrina con l acido butirrico», «Estri di glicrina con l acido butirrico»; a pagina 38, allgato I, tablla 1, n. 411, colonn (4) (10): anziché, rispttivamnt: «Nrofumo» «Particll primari di nm aggrgat in nm ch potrbbro formar agglomrati all intrno dll intrvallo di distribuzion granulomtrica di 300nm - mm. Sostanz straibili con il tolun: massimo 0,1 %, dtrminato scondo il mtodo ISO Assorbimnto UV dll stratto ciclosanico a 386 nm: < 0,02 AU pr clla di 1 cm o < 0,1 AU pr una clla di 5 cm, dtrminato scondo un mtodo di analisi gnralmnt riconosciuto. Tnor di bnzo(a)pirn: massimo 0,25 mg/kg di nrofumo. Livllo massimo di impigo dl nrofumo nl polimro: 2,5 % p/p.», «Nro di carbon» «Particll primari di nm aggrgat in nm ch potrbbro formar agglomrati all intrno dll intrvallo di distribuzion granulomtrica di 300nm - mm. Sostanz straibili con il tolun: massimo 0,1 %, dtrminato scondo il mtodo ISO Assorbimnto UV dll stratto ciclosanico a 386 nm: <0,02 AU pr clla di 1 cm o <0,1 AU pr una clla di 5 cm, dtrminato scondo un mtodo di analisi gnralmnt riconosciuto. Tnor di bnzo(a)pirn: massimo 0,25 mg/kg di nrofumo. Livllo massimo di impigo dl nro di carbon nl polimro: 2,5 % p/p.»;

5 L 309/60 Gazztta ufficial dll Union uropa a pagina 42, allgato I, tablla 1, n. 476, colonna (4): «4,4 -diisocianato dll tr difnilico», «4,4 -diisocianato dll tr di fnilico»; a pagina 42, allgato I, tablla 1, n. 496, colonna (4): «Ttrakis[3-(3,5-di-trz-butil-4-idrossifnil)propionato] di pntaritrit», «Ttrakis[3-(3,5-di-trz-butil-4-idrossifnil)propionato] di pnta ritrit»; a pagina 45, allgato I, tablla 1, n. 537, colonna (4): «Estr di colofonia con pntaritrit», «Estr di colofonia con pnta ritrit»; a pagina 68, allgato I, tablla 1, n. 885, colonna (4): «Oligormri ciclici di butilntrftalato», «Oligomri ciclici di butilntrftalato»; a pagina 69, allgato I, punto 2, quarto capovrso: «Colonna 3 (LMS(T) [mg/kg]): limit di migrazion spcifica total rlativo alla somma dll sostanz ch rintrano nl gruppo un qustion; è sprsso in mg di sostanza pr kg di prodotto alimntar. Nl caso in cui la sostanza non dbba migrar in quantità rilvabil, si indica NR.», «Colonna 3 (LMS(T) [mg/kg]): limit di migrazion spcifica total rlativo alla somma dll sostanz ch rintrano nl gruppo un qustion; è sprsso in mg di sostanza pr kg di prodotto alimntar. Nl caso in cui la sostanza non dbba migrar in quantità rivlabil, si indica NR.»; a pagina 72, allgato I, punto 3, tablla 3, n. 5: «L prov di conformità in prsnza di contatto con grassi vanno ffttuat utilizzando un isoottano com sostituto dl simulant D2 (instabil).», «L prov di conformità in prsnza di contatto con grassi vanno ffttuat utilizzando isoottano com sostituto dl simulant D2 (instabil).»; a pagina 74, allgato II, punto 2: «I matriali gli oggtti di matria plastica non dvono rilasciar amin aromatich primari, fatta cczion pr qull ch figurano nlla tablla 1 dll allgato I, in quantità rilvabil ni prodotti o simulanti alimntari. Il limit di rilvabilità è 0,01 mg di sostanza pr kg di prodotto o simulant alimntar. Il limit di rilvabilità si applica alla somma dll amin aromatich primari rilasciat.», «I matriali gli oggtti di matria plastica non dvono rilasciar amin aromatich primari, fatta cczion pr qull ch figurano nlla Tablla 1 dll allgato I, in quantità rivlabil ni prodotti o simulanti alimntari. Il limit di rivlabilità è 0,01 mg di sostanza pr kg di prodotto o simulant alimntar. Il limit di rivlabilità si applica alla somma dll amin aromatich primari rilasciat.»; a pagina 75, allgato III, punto 1: «Simulanti alimntari Pr la dimostrazion di conformità di matriali oggtti di matria plastica non ancora vnuti a contatto con i prodotti alimntari si dsignano i simulanti alimntari lncati nlla tablla 1 qui sotto.», «Simulanti alimntari Pr la dimostrazion di conformità di matriali oggtti di matria plastica non ancora vnuti a contatto con i prodotti alimntari si assgnano i simulanti alimntari lncati nlla Tablla 1 qui sotto.»;

6 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/61 a pagina 75, allgato III, punti 2 3: anziché, rispttivamnt: «Dsignazion gnral di simulanti pr i prodotti alimntari I simulanti alimntari A, B C sono dsignati pr i prodotti alimntari ch hanno un carattr idrofilo sono in grado di strarr sostanz idrofil. Il simulant alimntar B è utilizzato pr i prodotti alimntari il cui ph è infrior a 4,5. Il simulant alimntar C va utilizzato pr i prodotti alimntari alcolici il cui contnuto di alcol è infrior o ugual a 20 % pr i prodotti alimntari ch contngono una quantità significativa di ingrdinti organici ch li rndono più lipofilici. I simulanti alimntari D1 D2 sono dsignati pr i prodotti alimntari ch hanno un carattr lipofilico sono in grado di strarr sostanz lipofilich. Il simulant alimntar D1 è utilizzato pr i prodotti alimntari alcolici il cui contnuto alcolico è suprior a 20 % pr l mulsioni dl tipo olio in acqua. Il simulant D2 è utilizzato pr i prodotti alimntari ch contngono grassi libri nlla suprfici. Il simulant alimntar E è dsignato pr l prov di migrazion spcifica ngli alimnti scchi.» «Dsignazion spcifica di simulanti alimntari pr i prodotti alimntari in vista dll prov di migrazion di matriali d oggtti non ancora vnuti a contatto con i prodotti alimntari Pr l prov di migrazion da matriali oggtti non ancora vnuti a contatto con i prodotti alimntari, vngono sclti i simulanti alimntari corrispondnti ad una dtrminata catgoria alimntar scondo quando indicato nlla tablla 2 a sguir. Pr l prov di migrazion global da matriali d oggtti dstinati a vnir a contatto con divrs catgori alimntari o con una combinazion di catgori alimntari, si applica la dsignazion dl simulant alimntar di cui al punto 4. [ ]», «Assgnazion gnral di simulanti pr i prodotti alimntari I simulanti alimntari A, B C sono assgnati pr i prodotti alimntari ch hanno un carattr idrofilo sono in grado di strarr sostanz idrofil. Il simulant alimntar B è utilizzato pr i prodotti alimntari il cui ph è infrior a 4,5. Il simulant alimntar C va utilizzato pr i prodotti alimntari alcolici il cui contnuto di alcol è infrior o ugual a 20 % pr i prodotti alimntari ch contngono una quantità significativa di ingrdinti organici ch li rndono più lipofili. I simulanti alimntari D1 D2 sono dsignati pr i prodotti alimntari ch hanno un carattr lipofilico sono in grado di strarr sostanz lipofil. Il simulant alimntar D1 è utilizzato pr i prodotti alimntari alcolici il cui contnuto alcolico è suprior a 20 % pr l mulsioni dl tipo olio in acqua. Il simulant D2 è utilizzato pr i prodotti alimntari ch contngono grassi libri nlla suprfici. Il simulant alimntar E è assgnato pr l prov di migrazion spcifica ngli alimnti scchi.» «Assgnazion spcifica di simulanti alimntari pr i prodotti alimntari in vista dll prov di migrazion di matriali d oggtti non ancora vnuti a contatto con i prodotti alimntari Pr l prov di migrazion da matriali oggtti non ancora vnuti a contatto con i prodotti alimntari, vngono sclti i simulanti alimntari corrispondnti ad una dtrminata catgoria alimntar scondo quando indicato nlla tablla 2 a sguir. Pr l prov di migrazion global da matriali d oggtti dstinati a vnir a contatto con divrs catgori alimntari o con una combinazion di catgori alimntari, si applica la assgnazion dl simulant alimntar di cui al punto 4. [ ]»; a pagina 76, allgato III, tablla 2, punto 01.01, colonna (2): «Bvand non alcolich o bvand con gradazion alcolica infrior a 6 % vol: A. Bvand non filtrat: Acqu, sidri, succhi filtrati di frutta o di ortaggi smplici o concntrati, nttari di frutta, limonat, sciroppi, bittr, infusi vgtali, caffè, tè, birr, bvand analcolich, nrgtich simili, acqua aromatizzata, stratto di caffè liquido B. Bvand torbid: Succhi, crmognati bvand analcolich contnnti polpa di frutta, mosti contnnti polpa di frutta, cioccolato liquido», «Bvand non alcolich o bvand con gradazion alcolica infrior a 6 % vol: A. Bvand limpid: Acqu, sidri, succhi filtrati di frutta o di ortaggi smplici o concntrati, nttari di frutta, limonat, sciroppi, bittr, infusi vgtali, caffè, tè, birr, bvand analcolich, nrgtich simili, acqua aromatizzata, stratto di caffè liquido B. Bvand torbid: Succhi, nttari bvand analcolich contnnti polpa di frutta, mosti contnnti polpa di frutta, cioccolato liquido»;

7 L 309/62 Gazztta ufficial dll Union uropa a pagina 76, allgato III, tablla 2, punto 02.04, colonna (2): «Past scch: ad smpio past alimntari past frsch», «Past scch: ad smpio macchroni, spaghtti prodotti simili past frsch»; a pagina 78, allgato III, tablla 2, punto B, colonna (2): «Snza conchiglia, trasformati, consrvati o cotti snza la conchiglia», «Snza conchiglia, trasformati, consrvati o cotti con la conchiglia»; a pagina 79, allgato III, tablla 2, punto B, colonna (2): «Latt in polvr comprso il latt artificial (a bas di latt intro in polvr)», «Latt in polvr comprs l formul pr lattanti (a bas di latt intro in polvr)»; a pagina 79, allgato III, tablla 2, punto B, colonna (2): «Formaggi naturali snza crosta o con crosta commstibil (gouda, cammbrt simili) formaggi fondnti», «Formaggi naturali snza crosta o con crosta commstibil (gouda, cammbrt simili) formaggi a pasta filant»; a pagina 80, allgato III, tablla 2, punto A, colonna (2): «Cacao in polvr, comprso cacao magro cacao a basso contnuto di grassi», «Cacao in polvr, comprso cacao magro cacao fortmnt sgrassato»; a pagina 80, allgato III, punto 4: «Dsignazion dl simulant alimntar pr la prova di migrazion global Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari, la prova si ffttua in acqua distillata o in acqua di qualità quivalnt o ni simulanti alimntari A, B D2. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari cctto qulli acidi, la prova si ffttua in acqua distillata o in acqua di qualità quivalnt o ni simulanti alimntari A D2. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi alcolici pr i prodotti lattiro-casari, la prova si ffttua nl simulant alimntar D1. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi, acidi d alcolici pr i prodotti lattiro-casari, la prova si ffttua nl simulant alimntar B. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi alcolici contnnti alcol fino al 20 %, la prova si ffttua nl simulant alimntar C. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi, acidi alcolici (contnnti alcol fino al 20 %), la prova si ffttua ni simulanti alimntari C B.», «Assgnazion dl simulant alimntar pr la prova di migrazion global Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari, la prova si ffttua in acqua distillata o in acqua di qualità quivalnt o ni simulanti alimntari A, B D2. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari cctto qulli acidi, la prova si ffttua in acqua distillata o in acqua di qualità quivalnt o ni simulanti alimntari A D2. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi alcolici pr i prodotti lattiro-casari, la prova si ffttua nl simulant alimntar D1. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi, acidi d alcolici pr i prodotti lattiro-casari, la prova si ffttua ni simulanti alimntari D1 B. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi alcolici contnnti alcol fino al 20 %, la prova si ffttua nl simulant alimntar C. Pr dimostrar la conformità al limit di migrazion global pr tutti i tipi di prodotti alimntari acquosi, acidi alcolici contnnti alcol fino al 20 %, la prova si ffttua ni simulanti alimntari C B.»;

8 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/63 a pagina 81, allgato IV, punti 1 2: anziché, rispttivamnt: «l idntità l indirizzo dll oprator commrcial ch mtt la dichiarazion di conformità;» «l idntità l indirizzo dll oprator commrcial ch produc o importa i matriali o gli oggtti di matria plastica o i prodotti in una fas intrmdia dlla fabbricazion, nonché l sostanz dstinat alla fabbricazion di dtti matriali oggtti;», «l idntità l indirizzo dll oprator conomico ch mtt la dichiarazion di conformità;» «l idntità l indirizzo dll oprator conomico ch produc o importa i matriali o gli oggtti di matria plastica o i prodotti in una fas intrmdia dlla fabbricazion, nonché l sostanz dstinat alla fabbricazion di dtti matriali oggtti;» a pagina 81, allgato IV, punto 8, iii): «il rapporto tra la suprfici di contatto dl prodotto alimntar il volum utilizzato pr dtrminar la conformità dl matrial o dll oggtto;», «il rapporto tra la suprfici a contatto con il prodotto alimntar il volum utilizzato pr dtrminar la conformità dl matrial o dll oggtto;»; a pagina 82, allgato V, punto 1.1: «Prparazion dl campion Il matrial o oggtto va consrvato com indicato sull tichtta dlla confzion o, in mancanza di istruzioni, in condizioni adguat ai prodotti alimntari confzionati. Il prodotto alimntar va allontanato dal contatto con il matrial o oggtto prima dlla scadnza o di qualunqu data ntro cui, scondo il fabbricant, il prodotto dv ssr consumato pr motivi di qualità o di sicurzza.», «Prparazion dl campion Il matrial o oggtto va consrvato com indicato sull tichtta dlla confzion o, in mancanza di istruzioni, in condizioni adguat ai prodotti alimntari confzionati. Il prodotto alimntar va rimosso dal contatto con il matrial o oggtto prima dlla scadnza o di qualunqu data ntro cui, scondo il fabbricant, il prodotto dv ssr consumato pr motivi di qualità o di sicurzza.», a pagina 82, allgato V, capo 1, punto 1.2: «Condizioni di prova Il prodotto alimntar va trattato in conformità all istruzioni di cottura indicat sulla confzion, s pr sso è prvista la cottura con la confzion. L parti di alimnto ch non sono dstinat ad ssr consumat vanno rimoss d liminat. Il rsto va omognizzato d analizzato pr la migrazion. I risultati analitici dvono smpr ssr sprssi in bas alla massa di cibo dstinata ad ssr consumata a contatto con il matrial dstinato a vnir a contatto con i prodotti alimntari.», «Condizioni di prova Il prodotto alimntar va trattato in conformità all istruzioni di cottura indicat sulla confzion, s pr sso è prvista la cottura con la confzion. L parti di alimnto ch non sono dstinat ad ssr consumat vanno rimoss d liminat. Il rsto va omognizzato d analizzato pr la migrazion. I risultati analitici dvono smpr ssr sprssi in bas alla massa di cibo dstinata ad ssr consumata a contatto con il matrial a contatto con l alimnto.»; a pagina 82, allgato V, capo 2, punto 2.1.1: «Prparazion dl campion Il matrial o l oggtto dv ssr trattato com dscritto nll istruzioni di accompagnamnto o nll disposizioni contnut nlla dichiarazion di conformità. La migrazion è dtrminata sul matrial o sull oggtto o, in prsnza di difficoltà pratich, su un campion prlvato dal matrial o dall oggtto in qustion o comunqu rapprsntativo di ssi. Pr ciascun simulant alimntar o tipo di prodotto alimntar vin utilizzato un nuovo campion di prova. Vngono mss a contatto con il simulant alimntar o con il prodotto alimntar soltanto l parti dl campion ffttivamnt dstinat al contatto con i prodotti alimntari nll condizioni d impigo rali.» «Prparazion dl campion Il matrial o l oggtto dv ssr trattato com dscritto nll istruzioni di accompagnamnto o nll disposizioni contnut nlla dichiarazion di conformità. La migrazion è dtrminata sul matrial o sull oggtto o, in prsnza di difficoltà pratich, su un provino prso dal matrial o dall oggtto o su un provino rapprsntativo dl matrial oggtto stsso. Pr ciascun simulant alimntar o tipo di prodotto alimntar vin utilizzato un nuovo provino. Vngono mss a contatto con il simulant alimntar o con il prodotto alimntar soltanto l parti dl campion ffttivamnt dstinat al contatto con i prodotti alimntari nll condizioni d impigo rali.»;

9 L 309/64 Gazztta ufficial dll Union uropa a pagina 83, allgato V, capo 2, tablla 1, titolo titolo prima colonna: anziché, rispttivamnt: «Durata dl contatto» «Durata dl contatto nll pggiori condizioni d uso prvdibili», «Tmpo di contatto» «Tmpo di contatto nll pggiori condizioni d uso prvdibili»; a pagina 83, allgato V, capo 2, tablla 2, titolo prima colonna: «Contatto nll pggiori condizioni d uso prvdibili», «Condizioni di contatto nll pggiori condizioni d uso prvdibili»; all pagin 84 85, allgato V, capo 2, punti da a 2.2.4: « Condizioni spcifich pr durat di contatto supriori a 30 giorni a tmpratura ambint infrior alla tmpratura ambint Pr durat di contatto supriori a 30 giorni a tmpratura ambint, o infrior, il campion è sottoposto ad una prova acclrata a tmpratura lvata pr una durata massima di 10 giorni a 60 C. L condizioni di durata di tmpratura dlla prova sono basat sulla formula sgunt. t2 = t1 * Exp[(-Ea/R) * (1/T1-1/T2)] Ea corrispond all nrgia di attivazion di 80 kj/mol nl caso pggior R è un fattor 8,31 J/Klvin/mol Exp * (1/T1-1/T2) t1 è la durata dl contatto t2 è la durata dlla prova T1 è la tmpratura di contatto in Klvin. Tal tmpratura è rgolata a 298 K (25 C) pr la consrvazion a tmpratura ambint a 278 K (5 C) pr condizioni di rfrigrazion conglamnto. T2 è la tmpratura di prova in Klvin. La prova pr 10 giorni a 20 C comprnd tutt l durat di consrvazion in condizioni di conglamnto La prova pr 10 giorni a 40 C comprnd tutt l durat di consrvazion in condizioni di rfrigrazion conglamnto, comprso il riscaldamnto fino a 70 C pr una durata fino a 2 or o il riscaldamnto fino a 100 C pr una durata fino a 15 minuti. La prova pr 10 giorni a 50 C comprnd tutt l durat di consrvazion in condizioni di rfrigrazion conglamnto comprso il riscaldamnto fino a 70 C pr una durata fino a 2 or o il riscaldamnto fino a 100 C pr una durata fino a 15 minuti. La prova pr 10 giorni a 60 C comprnd la consrvazion prolungata pr oltr 6 msi a tmpratura ambint incluso il riscaldamnto fino a 70 C pr una durata fino a 2 or o il riscaldamnto fino a 100 C pr una durata fino a 15 minuti. La tmpratura di prova massima è rgolata dalla tmpratura dlla transizion di fas dl polimro. Alla tmpratura di prova il campion di prova non dv subir cambiamnti fisici. Pr la consrvazion a tmpratura ambint la durata dlla prova può ssr ridotta a 10 giorni a 40 C in prsnza di dati scintifici ch confrmano ch la migrazion dlla rispttiva sostanza nl polimro ha raggiunto l quilibrio in dtt condizioni di prova Condizioni spcifich pr combinazioni di durat tmpratur di contatto S un matrial o un oggtto è dstinato a divrs applicazioni ch comprndono divrs combinazioni di durata tmpratura di contatto, la prova dv ssr limitata all condizioni di prova riconosciut com più rigoros scondo i dati scintifici. S il matrial o l oggtto è dstinato ad un applicazion a contatto con un prodotto alimntar ch lo sottopon in succssion ad una combinazion di du o più durat tmpratur, la prova di migrazion vin ffttuata sottoponndo il campion di prova in succssion a tutt l pggiori condizioni d impigo prvdibili, utilizzando la stssa porzion di simulant alimntar.

10 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/ Oggtti ad uso riptuto S il matrial o l oggtto è dstinato a vnir riptutamnt a contatto con i prodotti alimntari, l prov di migrazion sono ffttuat tr volt su un campion singolo utilizzando ogni volta una nuova porzion di simulant alimntar. La vrifica di conformità va ffttuata sulla bas dl livllo di migrazion riscontrato nlla trza prova. Tuttavia, in prsnza di una prova inconfutabil ch il livllo di migrazion non aumnta nlla sconda nlla trza prova s nlla prima prova non si suprano i limiti di migrazion, non sono ncssari altr prov. Il matrial o oggtto dv rispttar il limit di migrazion spcifica già nlla prima prova pr l sostanz il cui limit di migrazion spcifica è indicato com non rilvabil nll allgato I, tablla 1, colonna 8, o tablla 2, colonna 3, pr l sostanz non comprs ngli lnchi utilizzat al di qua di una barrira funzional di matria plastica disciplinat dall rgol di cui all articolo 13, paragrafo 2, lttra b), ch non dovrbbro migrar in quantità rilvabili Analisi dll sostanz ch migrano Al trmin dlla durata di contatto prscritta, la migrazion spcifica è analizzata nl prodotto o nl simulant alimntar scondo un mtodo analitico conform all prscrizioni dll articolo 11 dl rgolamnto (CE) n. 882/ Vrifica dlla conformità sulla bas dl contnuto rsiduo pr suprfici a contatto con il prodotto alimntar (QMA) Pr l sostanz instabili nl simulant o nl prodotto alimntar o pr cui non è disponibil un mtodo analitico adguato, l allgato I rca ch la vrifica dlla conformità va ffttuata vrificando il contnuto rsiduo pr 6 dm2 di suprfici di contatto. Pr i matriali gli oggtti comprsi fra 500 ml 10 l si applica la suprfici ffttivamnt a contatto. Pr i matriali gli oggtti infriori ai 500 ml supriori a 10 l nonché pr qulli pr cui non è pratico calcolar la suprfici di contatto ffttiva, si suppon ch la suprfici di contatto corrisponda a 6 dm2 pr kg di prodotto alimntar Approcci di scrning Pr ffttuar lo scrning di un matrial o di un oggtto al fin di dtrminarn la conformità ai limiti di migrazion, è possibil applicar uno qualsiasi dgli approcci sgunti, considrati più rigorosi dl mtodo di vrifica dscritto al punto Sostituzion dlla migrazion spcifica con la migrazion global Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion spcifica dll sostanz non volatili, è possibil applicar la dtrminazion dlla migrazion global a condizioni di prova rigoros almno quanto qull pr la migrazion spcifica Contnuto rsiduo Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion spcifica è possibil calcolar il potnzial di migrazion sulla bas dl contnuto rsiduo di sostanza nl matrial o nll oggtto supponndo una migrazion complta Modllizzazion dlla migrazion Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion spcifica è possibil calcolar il potnzial di migrazion in bas al contnuto rsiduo di sostanza nl matrial o nll oggtto applicando i modlli di diffusion univrsalmnt riconosciuti basati su dati scintifici costruiti pr sovrastimar la migrazion ffttiva Sostituti di simulanti alimntari Pr lo scrning dlla migrazion spcifica è possibil sostituir i simulanti alimntari con sostituti di simulanti s, in bas a dati scintifici, dtti sostituti sovrastimano la migrazion risptto ai simulanti alimntari rgolamntati.», « Condizioni spcifich pr tmpi di contatto supriori a 30 giorni a tmpratura ambint infrior alla tmpratura ambint Pr tmpi di contatto supriori a 30 giorni a tmpratura ambint, o infrior, il provino è sottoposto ad una prova acclrata a tmpratura lvata pr una durata massima di 10 giorni a 60 C. L condizioni di durata di tmpratura dlla prova sono basat sulla formula sgunt. t2 = t1 * Exp((-Ea/R) * (1/T1-1/T2)) Ea corrispond all nrgia di attivazion di 80kJ/mol nl caso pggior R è un fattor 8,31 J/Klvin/mol Exp * (1/T1-1/T2) t1 è la durata dl contatto

11 L 309/66 Gazztta ufficial dll Union uropa t2 è la durata dlla prova T1 è la tmpratura di contatto in Klvin. Tal tmpratura è rgolata a 298 K (25 C) pr la consrvazion a tmpratura ambint a 278 K (5 C) pr condizioni di rfrigrazion conglamnto. T2 è la tmpratura di prova in Klvin. La prova pr 10 giorni a 20 C comprnd tutt l durat di consrvazion in condizioni di conglamnto La prova pr 10 giorni a 40 C comprnd tutt l durat di consrvazion in condizioni di rfrigrazion conglamnto, comprso il riscaldamnto fino a 70 C pr una durata fino a 2 or o il riscaldamnto fino a 100 C pr una durata fino a 15 minuti. La prova pr 10 giorni a 50 C comprnd tutt l durat di consrvazion in condizioni di rfrigrazion conglamnto comprso il riscaldamnto fino a 70 C pr una durata fino a 2 or o il riscaldamnto fino a 100 C pr una durata fino a 15 minuti durat di consrvazion fino a 6 msi a tmpratura ambint. La prova pr 10 giorni a 60 C comprnd la consrvazion prolungata pr oltr 6 msi a tmpratura ambint incluso il riscaldamnto fino a 70 C pr una durata fino a 2 or o il riscaldamnto fino a 100 C pr una durata fino a 15 minuti. La tmpratura di prova massima è rgolata dalla tmpratura dlla transizion di fas dl polimro. Alla tmpratura di prova il provino non dv subir cambiamnti fisici. Pr la consrvazion a tmpratura ambint la durata dlla prova può ssr ridotta a 10 giorni a 40 C in prsnza di dati scintifici ch confrmano ch la migrazion dlla rispttiva sostanza nl polimro ha raggiunto l quilibrio in dtt condizioni di prova Condizioni spcifich pr combinazioni di tmpi tmpratur di contatto S un matrial o un oggtto è dstinato a divrs applicazioni ch comprndono divrs combinazioni di tmpo tmpratura di contatto, la prova dv ssr limitata all condizioni di prova riconosciut com più svr sulla bas di vidnz scintifich. S il matrial o l oggtto è dstinato ad un applicazion a contatto con un prodotto alimntar ch lo sottopon in succssion ad una combinazion di du o più tmpi tmpratur, la prova di migrazion vin ffttuata sottoponndo il provino in succssion a tutt l pggiori condizioni d impigo prvdibili appropriat al campion, utilizzando la stssa porzion di simulant alimntar Oggtti ad uso riptuto S il matrial o l oggtto è dstinato a vnir riptutamnt a contatto con i prodotti alimntari, l prov di migrazion sono ffttuat tr volt su un campion singolo utilizzando ogni volta una nuova porzion di simulant alimntar. La vrifica di conformità va ffttuata sulla bas dl livllo di migrazion riscontrato nlla trza prova. Tuttavia, in prsnza di una prova inconfutabil ch il livllo di migrazion non aumnta nlla sconda nlla trza prova s nlla prima prova non si suprano i limiti di migrazion, non sono ncssari altr prov. Il matrial o oggtto dv rispttar il limit di migrazion spcifica già nlla prima prova pr l sostanz il cui limit di migrazion spcifica è indicato com non rivlabil nll allgato I, tablla 1, colonna 8, o tablla 2, colonna 3, pr l sostanz non comprs ngli lnchi utilizzat ditro una barrira funzional di matria plastica disciplinat dall rgol di cui all articolo 13, paragrafo 2, lttra b), ch non dovrbbro migrar in quantità rivlabili Analisi dll sostanz ch migrano Al trmin dl tmpo di contatto prscritta, la migrazion spcifica è analizzata nl prodotto o nl simulant alimntar scondo un mtodo analitico conform all prscrizioni dll articolo 11 dl rgolamnto (CE) n. 882/ Vrifica dlla conformità sulla bas dl contnuto rsiduo pr suprfici a contatto con il prodotto alimntar (QMA) Pr l sostanz instabili nl simulant o nl prodotto alimntar o pr cui non è disponibil un mtodo analitico adguato, l allgato I indicach la vrifica dlla conformità va ffttuata vrificando il contnuto rsiduo pr 6 dm 2 di suprfici di contatto. Pr i matriali gli oggtti comprsi fra 500 ml 10 l si applica la suprfici ffttivamnt a contatto. Pr i matriali gli oggtti infriori ai 500 ml supriori a 10 l nonché pr qulli pr cui non è pratico calcolar la suprfici di contatto ffttiva, si suppon ch la suprfici di contatto corrisponda a 6 dm 2 pr kg di prodotto alimntar Approcci di scrning Pr ffttuar lo scrning di un matrial o di un oggtto al fin di dtrminarn la conformità ai limiti di migrazion, è possibil applicar uno qualsiasi dgli approcci sgunti, considrati più svri dl mtodo di vrifica dscritto al punto 2.1.

12 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/ Sostituzion dlla migrazion spcifica con la migrazion global Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion spcifica dll sostanz non volatili, è possibil applicar la dtrminazion dlla migrazion global a condizioni di prova svr almno quanto qull pr la migrazion spcifica Contnuto rsiduo Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion spcifica è possibil calcolar la migrazion potnzial sulla bas dl contnuto rsiduo di sostanza nl matrial o nll oggtto supponndo una migrazion complta Modllizzazion dlla migrazion Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion spcifica è possibil calcolar lamigrazion potnzial in bas al contnuto rsiduo di sostanza nl matrial o nll oggtto applicando i modlli di diffusion univrsalmnt riconosciuti basati su dati scintifici costruiti pr sovrastimar la migrazion ffttiva Sostituti di simulanti alimntari Pr lo scrning dlla migrazion spcifica è possibil sostituir i simulanti alimntari con sostituti di simulanti s, in bas a dati scintifici, dtti sostituti sovrastimano la migrazion risptto ai simulanti alimntari rgolamntati.»; a pagina 85, allgato V, capo 3, punto 3.1: «3.1 Condizioni di prova standardizzat La prova di migrazion global pr i matriali gli oggtti dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari all condizioni dscritt nlla tablla 3, colonna 3, va ffttuata pr la durata alla tmpratura spcificat nlla colonna 2. La prova OM5 può ssr ffttuata pr 2 or a 100 C (simulant D2) o ad una tmpratura di riflusso (simulant A, B, C, D1) o pr 1 ora a 121 C. Il simulant alimntar è sclto conformmnt all allgato III. Qualora si ossrvi ch ffttuando l prov nll condizioni di contatto spcificat nlla tablla 3 i campioni di prova subiscono cambiamnti fisici o di altra natura ch non si vrificano nll pggiori condizioni d uso prvdibili dl matrial o dll oggtto in sam, è opportuno ffttuar l prov di migrazion nll pggiori condizioni d uso prvdibili in cui dtti cambiamnti fisici o di altra natura non si vrificano.», «3.1 Condizioni di prova standardizzat La prova di migrazion global pr i matriali gli oggtti dstinati a vnir a contatto con i prodotti alimntari all condizioni dscritt nlla tablla 3, colonna 3, va ffttuata pr duratali tmpo la tmpratura spcificati nlla colonna 2. La prova OM5 può ssr ffttuata pr 2 or a 100 C (simulant D2) o ad una tmpratura di riflusso (simulant A, B, C, D1) o pr 1 ora a 121 C. Il simulant alimntar è sclto conformmnt all allgato III. Qualora si ossrvi ch ffttuando l prov nll condizioni di contatto spcificat nlla tablla 3 i provini subiscono cambiamnti fisici o di altra natura ch non si vrificano nll pggiori condizioni d uso prvdibili dl matrial o dll oggtto in sam, è opportuno ffttuar l prov di migrazion nll pggiori condizioni d uso prvdibili in cui dtti cambiamnti fisici o di altra natura non si vrificano.»; a pagina 86, allgato V, capo 3, punto 3.1, ultimo capovrso: «La prova OM 2 comprnd inoltr l condizioni di contatto con prodotti alimntari dscritt pr OM1 OM3.», «La prova OM 2 comprnd anch l condizioni di contatto con prodotti alimntari dscritt pr OM1 OM3.»; a pagina 87, allgato V, capo 3, punto 3.4.1: «Contnuto rsiduo Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion global è possibil calcolar il potnzial di migrazion sulla bas dl contnuto rsiduo di sostanz migrabili dtrminat in un strazion complta dl matrial o dll oggtto», «Contnuto rsiduo Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion global è possibil calcolar la migrazion potnzial sulla bas dl contnuto rsiduo di sostanz migrabili dtrminat in un strazion complta dl matrial o dll oggtto»;

13 L 309/68 Gazztta ufficial dll Union uropa a pagina 87, allgato V, capo 3, punto 3.4.2: « Sostituti di simulanti alimntari Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion global è possibil sostituir i simulanti alimntari s, in bas a dati scintifici, il sostituto dl simulant alimntar sovrastima la migrazion risptto ai simulanti alimntari rgolamntati.», « Sostituti di simulanti alimntari Pr ffttuar lo scrning dlla migrazion global è possibil sostituir i simulanti alimntari s, in bas ad vidnz scintifich, il sostituto dl simulant alimntar sovrastima la migrazion risptto ai simulanti alimntari rgolamntati.»; a pagina 87, allgato V, capo 4, titolo: «Cofficinti di corrzion applicati al confronto tra i risultati dll prov di migrazion i limiti di migrazion», «Fattori di corrzion applicati nl confronto tra i risultati dll prov di migrazion i limiti di migrazion»; all pagin 87 88, allgato V, capo 4, punti : anziché, rispttivamnt: «4.1. Corrzion dlla migrazion spcifica ni prodotti alimntari con un tnor di grassi suprior al 20 % mdiant il cofficint di riduzion pr i grassi (Fat Rduction Factor FRF) Pr l sostanz lipofilich pr l quali nll allgato I, colonna 7, è indicato ch il FRF è applicabil, sso può ssr utilizzato pr corrggr la migrazion spcifica. Il FRF si dtrmina con la formula FRF = (g di grassi nll alimnto/kg di alimnto)/200 = (% grassi 5)/100. Il FRF dv ssr applicato scondo l rgol sgunti. I risultati dlla prova di migrazion vanno divisi pr il FRF prima di procdr al confronto con i limiti di migrazion. La corrzion mdiant l FRF non si applica ni sgunti casi: a) quando il matrial o l oggtto è a contatto o è dstinato a vnir a contatto con prodotti alimntari pr lattanti bambini così com dfiniti dall dirttiv 2006/141/CE 2006/125/CE; b) ai matriali agli oggtti pr i quali non è possibil stimar in ragion ad smpio dlla loro forma o impigo il rapporto tra la loro suprfici la quantità di prodotto alimntar a contatto con ssi pr i quali la migrazion è calcolata utilizzando il fattor di convrsion convnzional ara/volum di 6 dm 2 /kg. L applicazion dll FRF non dv dtrminar una migrazion spcifica suprior al limit global di migrazion» «4.2 Corrzion dlla migrazion nl simulant alimntar D2 Pr l catgori alimntari pr l quali nlla sotto-colonna D2 dlla colonna 3 dlla tablla 2 dll allgato III la croc è sguita da un numro, il risultato dlla prova di migrazion nl simulant D2 va diviso pr tal numro. I risultati dlla prova di migrazion vanno divisi pr il cofficint di corrzion prima di procdr al confronto con i limiti di migrazion. La corrzion non è applicabil alla migrazion spcifica pr l sostanz inclus nll lnco dll Union riportato nll allgato I pr l quali il limit di migrazion spcifica nlla colonna 8 è «non rilvabil» pr l sostanz non comprs ngli lnchi utilizzat al di qua di una barrira funzional di matria plastica, pr l quali valgono l rgol di cui all articolo 13, paragrafo 2, lttra b), ch non dovrbbro migrar in quantità rilvabili.», «4.1 Corrzion dlla migrazion spcifica ni prodotti alimntari con un tnor di grassi suprior al 20 % mdiant il cofficint di riduzion pr i grassi (Fat Rduction Factor - FRF) Pr l sostanz lipofil pr l quali nll allgato I, colonna 7, è indicato ch il FRF è applicabil, sso può ssr utilizzato pr corrggr la migrazion spcifica. Il FRF si dtrmina con la formula FRF = (g di grassi nll alimnto/kg di alimnto)/200 = (% grassi 5)/100.

14 Gazztta ufficial dll Union uropa L 309/69 a pagina 89, allgato VI, titolo: Il FRF dv ssr applicato scondo l rgol sgunti. I risultati dlla prova di migrazion vanno divisi pr il FRF prima di procdr al confronto con i limiti di migrazion. La corrzion mdiant l FRF non si applica ni sgunti casi: a) Quando il matrial o l oggtto è a contatto o è dstinato a vnir a contatto con prodotti alimntari pr lattanti bambini così com dfiniti dall dirttiv 2006/141/CE 2006/125/CE; b) Ai matriali agli oggtti pr i quali non è pratico stimar in ragion ad smpio dlla loro forma o impigo il rapporto tra la loro suprfici la quantità di prodotto alimntar a contatto con ssi pr i quali la migrazion è calcolata utilizzando il fattor di convrsion convnzional ara/volum di 6 dm 2 /kg. L applicazion dll FRF non dv dtrminar una migrazion spcifica suprior al limit di migrazion global.» «4.2. Corrzion dlla migrazion nl simulant alimntar D2 Pr l catgori alimntari pr l quali nlla sotto-colonna D2 dlla colonna 3 dlla tablla 2 dll allgato III la croc è sguita da un numro, il risultato dlla prova di migrazion nl simulant D2 va diviso pr tal numro. I risultati dlla prova di migrazion vanno divisi pr il cofficint di corrzion prima di procdr al confronto con i limiti di migrazion. La corrzion non è applicabil alla migrazion spcifica pr l sostanz inclus nll lnco dll Union riportato nll allgato I pr l quali il limit di migrazion spcifica nlla colonna 8 è "non rivlabil" pr l sostanz non comprs ngli lnchi utilizzat ditro una barrira funzional di matria plastica, pr l quali valgono l rgol di cui all articolo 13, paragrafo 2, lttra b), ch non dovrbbro migrar in quantità rilvabili.»; «Tavol di concordanza», «Tabll di corrlazion».

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge

Europa: la nuova etichetta alimentare è legge Argomnti Europa: la nuova tichtta alimntar è lgg Emanula Bianchi Dopo quasi quattro anni di continui confronti è stato pubblicato il nuovo rgolamnto uropo dstinato a modificar l tichtt di prodotti alimntari.

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

e n. inquinante 2 Frantoio 20.000 3 10 0,70 F.T.

e n. inquinante 2 Frantoio 20.000 3 10 0,70 F.T. QUADRO RIASSUNTIVO DELLE EMISSIONI CONVOGLIATE IN ATMOSFERA (cfr. A.I.A. n. 367/2014) Ei Tipo di Concntrazion Portata Durata Emiss. Camino Provninza n. inquinant rif. Nm 3 /h h / g m 1 Trasporto carbon

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

(pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione europea n. L 139 del 30 aprile 2004). (I) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA,

(pubbl. in Gazz. Uff. dell Unione europea n. L 139 del 30 aprile 2004). (I) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, Rgolamnto (CE) n. 854/2004 dl 29 april 2004. * Rgolamnto (CE) n. 854/2004 dl Parlamnto uropo dl Consiglio dl 29 april 2004 ch stabilisc norm spcifich pr l organizzazion di controlli ufficiali sui prodotti

Dettagli

Scheda di sicurezza a norme CEE 91/155

Scheda di sicurezza a norme CEE 91/155 Socità: Nom commrcial: HERALAN Sostanz isolanti in lana minral (con agglomrant rsinoid), rivstito Rvisionato il 05.05.2008 1 Idntificazion dl prodotto/dlla prparazion dlla Socità 1.1 Nom dl prodotto: HERALAN

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2004R0854 IT 11.03.2011 007.001 1 Trattandosi di un smplic strumnto di documntazion, sso non impgna la rsponsabilità dll istituzioni B C1 REGOLAMENTO (CE) N. 854/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Univrsità dgli Studi di Firnz Dipartimnto di Inggnria Civil d Ambintal TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI IN CONTO TERZI (Approvato dal Consiglio di Dipartimnto dl 24/01/2002) ATTIVITÀ E SERVIZI OFFERTI PROVE

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

UNI EN 1555 - PE 80 Ø75x6,8 S5 SDR 11 - M.O.P. 5 bar - POLIETILENE 100% VERGINE

UNI EN 1555 - PE 80 Ø75x6,8 S5 SDR 11 - M.O.P. 5 bar - POLIETILENE 100% VERGINE rsin 103 UNI EN 1555 - PE 80 Ø75x6,8 S5 SDR 11 - M.O.P. 5 bar - POLIETILENE % VERGINE Dalmin rsin UNI EN 12666 U Ø2 S16 PE SN 2 Dalminrs PEbd DN 40 PN 6 PER ACQUA POTABILE - POLIETILENE % VERGINE 103 UNI

Dettagli

COMUNE DI MONTERIGGIONI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI INTERFERENTI STANDARD PARTE II SEZIONE IDENTIFICATIVA DEI RISCHI SPECIFICI DELL AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Classificazione di reazione al fuoco

Classificazione di reazione al fuoco Classificazion di razion al fuoco Ed. 1 Rv. 3 (april 2012) Classificazion di razion al fuoco Classificazion italiana Impigo: tndaggi (caso di tssuti di film vinilici con installazion sospsa suscttibil

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni

Trattandosi di un semplice strumento di documentazione, esso non impegna la responsabilità delle istituzioni 2004R0853 IT 15.07.2010 008.001 1 Trattandosi di un smplic strumnto di documntazion, sso non impgna la rsponsabilità dll istituzioni B C1 REGOLAMENTO (CE) N. 853/2004 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

Dettagli

(7) Il requisito del regolamento (CE) n. 852/2004 che impone agli operatori del settore alimentare che intervengono in qualsivoglia fase della

(7) Il requisito del regolamento (CE) n. 852/2004 che impone agli operatori del settore alimentare che intervengono in qualsivoglia fase della Rgolamnto (CE) N. 853/2004 dl parlamnto uropo dl consiglio dl 29 april 2004 ch stabilisc norm spcifich in matria di igin pr gli alimnti di origin animal IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI wb Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil wb è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado di

Dettagli

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali

IL TESTO UNICO. Decreto Legislativo del 9 Aprile 2008 n 81. Modificato dal. Decreto Legislativo del 3 Agosto 2009 n 106. Obiettivi principali Dcrto Lgislativo n. 81/08 Miglioramnto sut sicurzza di lavoratori Dvrto Lgislativo N 106/09 Attuazion dll articolo 1 lgg 3 agosto 2007 n 123 in matria di tutla sut sicurzzani luoghi di lavoro Dirttiva

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI LODI

ORDINE DEGLI ARCHITETTI PIANIFICATORI PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI LODI PROGRAMMA CORSO BASE 10 ORE ORDINE ARCHITETTI PPC Moduli h OBIETTIVI DIRETTIVE LEGISLAZIONE E REGOLE TECNICHE DI PREVENZIONE INCENDI A 6 FISICA E CHIMICA DELL'INCENDIO B 10 TECNOLOGIA DEI MATERIALI E DELLE

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

\hi U{ =-=-_- a\tf. VIA elo AIA. a VIA e/o AIA

\hi U{ =-=-_- a\tf. VIA elo AIA. a VIA e/o AIA r--a.\tt t r 7 A-L, ^., a\tf =-=-_- Agnzia R0gional pr la Prolzion dll'ambint Dìrilonè Gènral GEST'ONE DE MATERAL DA SCAVO alla luc dlla L. agosúo 2013 n.98 convrsion, con mofich, dl D.L.21 giugno 2013

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

Moduli e-learning ABB Istruzioni per la frequenza ai corsi. Sommario

Moduli e-learning ABB Istruzioni per la frequenza ai corsi. Sommario Moduli -larning ABB Istruzioni pr la frqunza ai corsi Il prsnt documnto ha lo scopo di dscrivr l principali carattristich di corsi -larning: com rgistrarsi d accdr al sistma, iscrivrsi ad un corso, frquntarlo

Dettagli

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN

ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE EDITH STEIN PIANO DI LAVORO DELLA DISCIPLINA: ESTIMO SPECIALE CLASSI: V, sz A CORSO: Costruzioni, Ambint, Trritorio AS 2015-2016 Moduli Libro Di Tsto Comptnz bas Abilità Conoscnz Disciplina Concorrnti Tmpi Critri,

Dettagli

Decreta: ------------------------

Decreta: ------------------------ D.M. 10 marzo 2005 (1). Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali è prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (1) Pubblicato nlla Gazz. Uff. 30

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Test di autovalutazione

Test di autovalutazione UNITÀ FUNZINI E LR RAPPRESENTAZINE Tst di autovalutazion 0 0 0 0 0 50 60 70 80 90 00 n Il mio puntggio, in cntsimi, è n Rispondi a ogni qusito sgnando una sola dll 5 altrnativ. n Confronta l tu rispost

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO

CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO PROGRAMMA CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE IN PREVENZIONE INCENDI FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE DEI PROFESSIONISTI NEGLI ELENCHI DEL MINISTERO DELL INTERNO (in bas al D.M. Agosto 011, art. succssiv modifich)

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE G. CIGNA - G. BARUFFI - F. GARELLI PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE PIANO DIDATTICO ANNUALE A.S. 2015/2016 Matria: Tcnologi Informatich Class (docnt) 1^ACH - Prof. Musumci

Dettagli

L.R. Campania N. 1 del 7-01-2000 Direttive Regionali in Materia di Distribuzione. Attuazione del Decreto Legislativo 31 Marzo 1998, N. 114.

L.R. Campania N. 1 del 7-01-2000 Direttive Regionali in Materia di Distribuzione. Attuazione del Decreto Legislativo 31 Marzo 1998, N. 114. LR(15) 1_00.doc Pag: 1 L.R. Campania N. 1 dl 7-01-2000 Dirttiv Rgionali in Matria di Distribuzion Commrcial. Norm di Attuazion dl Dcrto Lgislativo 31 Marzo 1998, N. 114. in B.U.R.C. n. 2 dl 10-1-2.002

Dettagli

(4 EDIZIONE APRILE 2007)

(4 EDIZIONE APRILE 2007) PIANO DI AUTOCONTROLLO (4 EDIZIONE APRILE 2007) Opr Pi ISTITUTO VALLONI Capitolo Pagina 1 DATI AZIENDALI 1.1 Schda Anagrafica 4 1.2 Attività Svolta 4 2 REVISIONE DEL SISTEMA 2.1 Scopo modalità 5 3 INTRODUZIONE

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA CITTÀ DI ALESSANDRIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PIAZZA DELLA LIBERTÀ n. 1 MAGAZZINO EX VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA FILE: procdura

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea

Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 68/4 Gazztta ufficial dll'union uropa 15.3.2016 REGOLAMENTO DELEGATO (UE) 2016/364 DELLA COMMISSIONE dal 1 o luglio 2015 rlativo alla classificazion dlla prstazion di prodotti da costruzion in rlazion

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO

DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO DATI DI COPERTINA E PREMESSA DEL PROGETTO Critri di sicurzza nlla zioni vtrari Safty critria for glazing tions ORGANO COMPETENTE Vtro CO-AUTORE SOMMARIO La norma si ai vtri pr dilizia d a qualsiasi altro

Dettagli

Lezione 5. Analisi a tempo discreto di sistemi ibridi. F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 5 1

Lezione 5. Analisi a tempo discreto di sistemi ibridi. F. Previdi - Controlli Automatici - Lez. 5 1 Lzion 5. nalisi a tmpo discrto di sistmi ibridi F. Prvidi - Controlli utomatici - Lz. 5 Schma dlla lzion. Introduzion 2. nalisi a tmpo discrto di sistmi ibridi 3. utovalori di un sistma a sgnali campionati

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

Listino prezzi PE 10 Gennaio 2008. Dalmineres PEbd DN 40 PN 10 PER ACQUA POTABILE - POLIETILENE 100% VERGINE. Tubi di polietilene

Listino prezzi PE 10 Gennaio 2008. Dalmineres PEbd DN 40 PN 10 PER ACQUA POTABILE - POLIETILENE 100% VERGINE. Tubi di polietilene Listino przzi PE 10 Gnnaio 8 Dalmin rsin GAS 103 UNI ISO 4437 - modif. D.M. 11/99 PE 80 Ø75 S5 M.O.P. 5 bar - UNI EN 1555 - POLIETILENE 100% VERGINE Dalmin rsin 103 UNI EN 121 - Ø90x8,2 PN 12,5 SDR 11

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

COMUNE DI TREVISO SETTORE BIBLIOTECHE E MUSEI. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (ART. 26, COMMA 3, DLGS. N. 81/2008 e s.m.i.

COMUNE DI TREVISO SETTORE BIBLIOTECHE E MUSEI. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (ART. 26, COMMA 3, DLGS. N. 81/2008 e s.m.i. COMUNE DI TREVISO SETTORE BIBLIOTECHE E MUSEI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (ART. 26, COMMA 3, DLGS. N. 81/2008 s.m.i.) DIRIGENTE DEL SETTORE: dr. Emilio Lippi Dirignt dl Sttor

Dettagli

Opuscolo sui sistemi. Totogoal

Opuscolo sui sistemi. Totogoal Opuscolo sui sistmi Totogoal Più info Conoscnz calcistich pr vincr Jackpot alti Informazioni dttagliat costantmnt aggiornat sul Totogoal, sui programmi Toto sui risultati rpribili su Tltxt, a partir dalla

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE

ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cepina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE ISTITUTO COMPRENSIVO M. ANZI DI BORMIO Scuola Primaria di Cpina Valdisotto PROGETTO IMPARA L ARTE E FAI DA TE Classi coinvolt: prima A B Tmpi di ffttuazion: 19-20-21 novmbr 2015 Obittivi trasvrsali gnrali:

Dettagli

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k 1 AMMORTAMENTO AMMORTAMENTO Dbito inizial D 0 si volv (al tasso fisso t) D k = D k-1 (1+t) R k [D k dbito (rsiduo) al tmpo k, R k pagamnto al tmpo k ] Condizioni [D n =0 : stinzion dl dbito in n priodi

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

DECISIONE DELLA COMMISSIONE. del 29 aprile 2004

DECISIONE DELLA COMMISSIONE. del 29 aprile 2004 L 151/78 IT Gaztta ufficial dll Communità urop 30.4.2004 DECISIONE DELLA COMMISSIONE dl 29 april 2004 rlativa a misur provvisori di mrgnza pr quanto concrn taluni agrumi originari dll Argntina o dl Brasil

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015 COMUNE di VAL DELLA TORRE COMUNE di CASELETTE Ufficio Srvizi Scolastici Associati pr il srvizio di rfzion scolastica la riscossion informatizzata dll rtt rfzion, trasporto scuolabus d assistnza mnsa Piazza

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli