Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17"

Transcript

1 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni di lasing L oprazioni di lasing nl bilancio di locatari Lasing finanziari Rilvazion inizial Valutazion succssiva Lasing oprativi L oprazioni di lasing nl bilancio di locatori Lasing finanziari Rilvazion inizial Valutazioni succssiv Lasing oprativi Oprazion di vndita rtrolocazion Disposizioni transitori Data di ntrata in vigor Sostituzion dllo IAS 17 (rivisto nlla sostanza nl 1997) Il prsnt Principio sostituisc lo IAS 17 (rivisto nlla sostanza nl 1997) Lasing dovrbb ssr applicato ai bilanci dgli srcizi ch hanno inizio dal 1 gnnaio 2005 o da data succssiva. E' incoraggiata una applicazion anticipata. FINALITA'

2 1. La finalità dl prsnt Principio è qulla di dfinir, pr locatari locatori, il trattamnto contabil appropriato l'informazion intgrativa pr l oprazioni di lasing. AMBITO DI APPLICAZIONE 2. Il prsnt Principio dv ssr applicato pr la contabilizzazion di tutt l oprazioni di lasing diffrnti da: (a) lasing pr l'splorazion o pr l'strazion di minrali, ptrolio, gas naturali risors non rignrativ similari; (b) contratti di concssion di licnza pr bni quali film, rgistrazioni vido, spttacoli, manoscritti, brvtti copyright. Tuttavia, il prsnt Principio non dv ssr applicato com la bas di valutazion pr: (a) immobili possduti da locatari ch sono contabilizzati com invstimnti immobiliari (vdr IAS 40 Invstimnti immobiliari); (b) invstimnti immobiliari concssi dai locatori tramit lasing oprativi (vdr IAS 40); (c) attività biologich utilizzat da locatari tramit lasing finanziari (vdr IAS 41 Agricoltura); o (d) attività biologich concss dai locatori tramit lasing oprativi (vdr IAS 41); 3. Il prsnt Principio si applica a contratti ch trasfriscono il diritto di utilizzo di bni, anch s al locator possono ssr richisti rilvanti srvizi in rlazion all'utilizzo o alla manutnzion di tali bni. Il prsnt Principio non si applica a contratti pr srvizi ch non trasfriscono il diritto all'utilizzo di bni da una part contrant all'altra. DEFINIZIONI 4. I trmini sgunti sono usati nl prsnt Principio con i significati indicati: Il lasing è un contratto pr mzzo dl qual il locator trasfrisc al locatario, in cambio di un pagamnto o di una sri di pagamnti, il diritto all'utilizzo di un bn pr un priodo di tmpo stabilito. Il lasing finanziario è un lasing ch trasfrisc sostanzialmnt tutti i rischi i bnfici drivanti dalla proprità dl bn. Il diritto di proprità può ssr trasfrito o mno al trmin dl contratto. Il lasing oprativo è un lasing diffrnt dal lasing finanziario. Il lasing non annullabil è un lasing ch può ssr annullato solo: (a) al vrificarsi di alcun rmot vntualità; (b) con l'autorizzazion dl locator; (c) s il locatario stipula con il mdsimo locator un nuovo lasing pr lo stsso bn o pr un bn quivalnt; o (d) a sguito dl pagamnto da part dl locatario di un ultrior ammontar tal ch, dl lasing la sua continuazion sia ragionvolmnt crta fin dall'inizio.

3 L'inizio dl lasing coincid con la data antrior tra qulla dl contratto di lasing qulla dll'impgno dll parti sull principali clausol dl lasing. A qusta data: (a) un lasing è classificato com un lasing oprativo o finanziario; (b) nl caso di un lasing finanziario, sono dtrminati gli importi da rilvar all'inizio dlla dcorrnza dl lasing. L'inizio dlla dcorrnza dl lasing è la data dalla qual il locatario è autorizzato all'srcizio dl suo diritto all'utilizzo dl bn locato. E' la data dlla rilvazion inizial dl lasing (ossia la rilvazion ni modi appropriati dll attività, passività, ricavi costi risultanti dal lasing). La durata dl lasing è il priodo non annullabil pr il qual il locatario ha prso in lasing il bn insim a vntuali ultriori priodi pr i quali il locatario ha il diritto di opzion pr continuar nl lasing dl bn, con o snza ultriori pagamnti, -quando all'inizio dl contratto- è ragionvolmnt crto ch il locatario srcitrà l'opzion. I pagamnti minimi dovuti pr il lasing sono i pagamnti richisti o ch possono ssr richisti al locatario nl corso dlla durata dl lasing sclusi i canoni potnziali di locazion, costi pr srvizi impost ch dvono ssr pagati dal locator d ssr a lui rimborsati, insim a: (a) con rifrimnto al locatario, qualsiasi importo garantito dal locatario o da un trzo a lui collgato; o (b) con rifrimnto al locator, qualsiasi valor rsiduo garantito al locator da: (i) il locatario; (ii) un trzo collgato al locatario; o (iii) una trza part non collgata al locator avnt la capacità finanziaria di soddisfar gli impgni in garanzia. Tuttavia, s il locatario ha un'opzion di acquisto dl bn a un przzo ch si ritin sarà, sufficintmnt infrior al fair valu (valor quo) alla data in cui l'opzion sarà srcitabil, cosicché all'inizio dl lasing è ragionvolmnt crto ch ssa sarà srcitata, i pagamnti minimi dovuti pr il lasing comprndono i canoni minimi da pagar durant la durata dl lasing fino alla data prvista di srcizio dll'opzion di acquisto il pagamnto richisto pr srcitarla. Il fair valu (valor quo) è il corrispttivo al qual un'attività potrbb ssr scambiata, o una passività stinta, in una libra transazion fra parti consapvoli indipndnti. La vita conomica è altrnativamnt: (a) il priodo di tmpo nl qual ci si attnd ch un bn sia utilizzabil conomicamnt da uno o più utilizzatori; o (b) la quantità di prodotti o unità similari ch uno o più utilizzatori si attndono di ottnr dal suo utilizzo. La vita util è il priodo rstant stimato, dalla dcorrnza dl lasing, snza limitazioni nlla durata dl

4 lasing, nl qual ci si attnd ch i bnfici conomici incorporati nl bn siano utilizzati dall'ntità. Il valor rsiduo garantito è: (a) con rifrimnto al locatario, la part dl valor rsiduo garantita dal locatario o da un trzo collgato al locatario (il valor dlla garanzia corrispond all'ammontar massimo ch, in qualsiasi situazion, può divnir sigibil); (b) con rifrimnto al locator, la part dl valor rsiduo garantita dal locatario o da una part trza non collgata al locator ch sia finanziariamnt in grado di stingur l'obbligazion. Il valor rsiduo non garantito è la part dl valor rsiduo dl bn locato il cui ralizzo da part dl locator non è crto o è garantito unicamnt da un trzo collgato con il locator. I costi dirtti iniziali sono costi addizionali ch sono dirttamnt attribuibili alla ngoziazion al prfzionamnto di un'oprazion di lasing ad cczion di costi sostnuti dai locatori ch siano produttori o commrcianti. L'invstimnto lordo nl lasing è la sommatoria di: (a) i pagamnti minimi dovuti pr il lasing sigibili dal locator nl contsto di un lasing finanziario, (b) qualsiasi valor rsiduo non garantito spttant al locator. L'invstimnto ntto nl lasing è l'invstimnto lordo nl lasing attualizzato al tasso di intrss implicito dl lasing. L'util finanziario diffrito è la diffrnza tra: (a) l'invstimnto lordo nl lasing, (b) l'invstimnto ntto nl lasing. Il tasso di intrss implicito dl lasing è il tasso di attualizzazion ch, all'inizio dl lasing, fa si ch il valor attual complssivo di (a) i pagamnti minimi drivanti dal lasing (b) il valor rsiduo non garantito sia ugual alla somma di (i) il fair valu (valor quo) dl bn locato (ii) gli vntuali costi dirtti iniziali dl locator. Il tasso di finanziamnto marginal dl locatario è il tasso di intrss ch il locatario dovrbb pagar pr un lasing similar o, s qusto non è dtrminabil, il tasso ch, all'inizio dl lasing, il locatario dovrbb pagar pr un prstito con una durata con garanzi simili ncssario pr acquistar il bn. Il canon potnzial di locazion è la part di canoni ch non è prfissata nll'ammontar ma ch è basata sul valor futuro di un paramtro ch cambia pr motivi divrsi dal passar dl tmpo (qual una prcntual di futur vndit, un ammontar d'utilizzo futuro, indici di przzo futuri, tassi di intrss di mrcato futuri). 5. Un contratto o un impgno di lasing può includr una clausola pr rttificar i pagamnti dlla locazion in sguito a cambiamnti ni costi di costruzion o acquisto dll'immobil locato o a cambiamnti di altri paramtri dl costo o valor, quali il tasso di inflazion o costi di finanziamnto dl lasing pr il locator, durant il priodo tra l'inizio dl lasing l'inizio dlla dcorrnza dl contratto di lasing. Pr l finalità dl prsnt Principio, s ciò si

5 vrifica, si dv prsumr ch l'fftto di tali cambiamnti sia avvnuto all'inizio dl lasing. 6. Nlla dfinizion di lasing sono inclusi i contratti pr la locazion di un bn avnti una clausola ch attribuisc al conduttor l'opzion pr l'acquisto dlla proprità dl bn all'admpimnto dll condizioni stabilit. Qusti contratti sono talvolta noti com hir purchas contract contratti nolggio/acquisto. CLASSIFICAZIONE DELLE OPERAZIONI DI LEASING 7. La classificazion dll oprazioni di lasing adottata nl prsnt Principio si basa sulla attribuzion al locator o al locatario di rischi di bnfici drivanti dalla proprità di un bn locato. I rischi comprndono l possibilità di prdit drivanti da capacità inutilizzata o da obsolscnza tcnologica di variazioni nl rndimnto dovut a cambiamnti nll condizioni conomich. I bnfici possono ssr rapprsntati da un rdditizio utilizzo attso durant la vita conomica dl bn da utili connssi alla rivalutazion o al ralizzo dl valor rsiduo. 8. Un lasing è classificato com finanziario s trasfrisc, sostanzialmnt, tutti i rischi i bnfici connssi alla proprità. Un lasing è classificato com oprativo s non trasfrisc, sostanzialmnt, tutti i rischi i bnfici drivanti dalla proprità. 9. Poiché l'oprazion tra un locator un locatario si basa su un contratto di lasing tra l parti, è opportuno utilizzar dfinizioni uniformi. L'applicazion di qust dfinizioni all diffrnti situazioni dl locator locatario possono avr com consgunza ch il mdsimo contratto di lasing sia classificato in modo diffrnt dal locator dal locatario. Pr smpio, qusto si potrbb vrificar s il locator god di una garanzia sul valor rsiduo prstata da una part non collgata al locatario. 10. La classificazion di un lasing com finanziario od oprativo dipnd dalla sostanza dll'oprazion piuttosto ch dalla forma dl contratto [*]. Esmpi di situazioni ch individualmnt, o congiuntamnt potrbbro di norma portar a classificar un lasing com finanziario sono: (a) il lasing trasfrisc la proprità dl bn al locatario al trmin dl contratto di lasing; (b) il locatario ha l'opzion di acquisto dl bn a un przzo ch ci si attnd sia sufficintmnt infrior al fair valu (valor quo) alla data alla qual si può srcitar l'opzion cosicché all'inizio dl lasing, è ragionvolmnt crto, ch, ssa sarà srcitata; (c) la durata dl lasing copr la maggior part dlla vita conomica dl bn anch s la proprità non è trasfrita; (d) all'inizio dl lasing il valor attual di pagamnti minimi dovuti pr il lasing quival almno al fair valu (valor quo) dl bn locato; () i bni locati sono di natura così particolar ch solo il locatario può utilizzarli snza importanti modifich. [*] Si vda anch il SIC-27 La valutazion dlla sostanza dll oprazioni nlla forma lgal dl lasing. 11. Indicatori di situazioni ch individualmnt o congiuntamnt potrbbro anch condurr a classificar un lasing com finanziario, sono: (a) ov il locatario può risolvr il lasing, l prdit dl locator rlativ alla risoluzion sono sostnut dal locatario; (b) gli utili o prdit drivanti dall variazioni dl fair valu (valor quo) dl valor rsiduo ricadono sul locatario (pr smpio sotto forma di rstituzion di canoni quivalnti alla maggior part di ricavi di vndita al trmin dl lasing);

6 (c) il locatario ha la possibilità di continuar il lasing pr un ultrior priodo a un canon sostanzialmnt infrior a qullo di mrcato. 12. Gli smpi gli indicatori ni paragrafi non sono smpr conclusivi. S risulta chiaro da altr carattristich ch il lasing non trasfrisc sostanzialmnt tutti i rischi bnfici drivanti dalla proprità, il lasing è classificato com lasing oprativo. Qusto potrbb vrificarsi pr smpio s la proprità dl bn vniss trasfrita alla fin dl lasing pr un pagamnto variabil pari al suo fair valu (valor quo) a qul tmpo, o s ci fossro canoni potnziali tali pr cui il locatario non ha sostanzialmnt tutti i rischi i bnfici. 13. La classificazion dl lasing vin fatta all'inizio dl lasing stsso. S in qualsiasi momnto il locatario il locator dcidono di modificar l clausol dl lasing, scludndo il rinnovo dl lasing, in modo tal ch, s la modifica foss avvnuta all'inizio dl lasing, avrbb dtrminato una sua diffrnt classificazion in bas ai critri di paragrafi da 7-12, il contratto modificato è considrato com un nuovo contratto pr la sua durata. Tuttavia, modifich nll stim (pr smpio, modifich nlla stima dlla vita conomica o dl valor rsiduo dl bn locato) o modifich nll situazioni (pr smpio, inadmpinza dl locatario) non danno origin, ai fini contabili, a una nuova classificazion dl lasing. 14. L oprazioni di lasing di trrni fabbricati dvono ssr classificat com oprativ o finanziari allo stsso modo dll oprazioni di lasing di altri bni. Tuttavia, una carattristica di trrni ch ssi hanno, di norma, una vita conomica indfinita, s non ci si attnd ch la proprità sia trasfrita al locatario ntro la scadnza dl lasing, il locatario di norma non acquisisc, sostanzialmnt, tutti i rischi i bnfici inrnti alla proprità, nl qual caso il lasing di trrni sarà classificato com lasing oprativo. Un pagamnto ffttuato alla stipula o all'acquisto di diritti di uso di immobili "lashold" ch è contabilizzato com un lasing oprativo rapprsnta un pagamnto di canoni anticipati ch è ammortizzato nl corso dl lasing in sincronia con i bnfici forniti. 15. Gli lmnti di trrni fabbricati di un contratto di lasing di trrni fabbricati sono considrati sparatamnt ai fini dlla classificazion dl lasing. S ci si attnd ch la proprità pr ntrambi gli lmnti passi al locatario ntro la fin dl lasing, ntrambi gli lmnti sono classificati com lasing finanziario, indipndntmnt dal fatto ch qusti siano analizzati com un unico lasing ovvro com du lasing, a mno ch sia vidnt da altr carattristich ch il lasing sostanzialmnt non trasfrisca tutti i rischi i bnfici drivanti dalla proprità di uno o ntrambi gli lmnti. Quando il trrno ha una vita conomica indfinita, l'lmnto trrno è normalmnt classificato com lasing oprativo, a mno ch la proprità sia prvista ch passi al locatario ntro la fin dl lasing scondo quanto prvisto dal paragrafo 14. L'lmnto fabbricato è classificato com un lasing finanziario o oprativo ai snsi di quanto prvisto ai paragrafi Ogni qualvolta risulti ncssario classificar contabilizzar un lasing di trrni fabbricati, i pagamnti minimi dovuti pr il lasing (incluso qualsiasi pagamnto anticipato in un'unica soluzion) sono suddivisi tra gli lmnti trrno fabbricato in proporzion ai rlativi fair valu (valori qui) di diritti di posssso in lasing dgli immobili locati dgli lmnti trrno fabbricato dl lasing all'inizio dl contratto di lasing. S non è possibil suddividr attndibilmnt i pagamnti di canoni tra qusti du lmnti, l'intro lasing è classificato com un lasing finanziario, a mno ch non sia vidnt ch ntrambi gli lmnti sono lasing oprativi, nl qual caso l'intro lasing è classificato com lasing oprativo. 17. Pr un lasing di trrni fabbricati in cui il valor ch inizialmnt sarbb rilvato pr l'lmnto trrno, scondo quanto prvisto dal paragrafo 20, è irrilvant, il trrno il fabbricato possono ssr trattati com un'unità singola ai fini dlla classificazion dl lasing ssr classificati com finanziario od oprativo scondo quanto prvisto dai paragrafi In tal caso, la vita conomica dl fabbricato è considrata com la durata conomica dll'intro bn locato. 18. La valutazion sparata dgli lmnti trrno fabbricato non è richista quando il diritto dl locatario sia ni trrni sia ni fabbricati è classificato com invstimnto immobiliar scondo quanto prvisto dallo IAS 40 d è adottato il critrio dl fair valu (valor quo). I calcoli dttagliati pr qusta valutazion sono richisti soltanto s la classificazion di uno o ntrambi gli lmnti è incrta. 19. Scondo quanto prvisto dallo IAS 40, un locatario può classificar un diritto immobiliar possduto con un lasing oprativo com un invstimnto immobiliar. In tal caso, il diritto immobiliar è contabilizzato com s foss un lasing finanziario, inoltr, il modllo di fair valu (valor quo) è utilizzato pr l'attività iscritta. Il locatario dv continuar a contabilizzar il lasing com un lasing finanziario, anch s un vnto succssivo cambia la natura dl diritto immobiliar dl locatario in modo da non classificarlo più com un invstimnto immobiliar. Qusto si

7 vrifichrà s, pr smpio, il locatario: (a) impiga a fini propri l'immobil, il qual rintra quindi nlla catgoria dgli immobili ad uso dl propritario d è iscritto al sostituto dl costo pari al rlativo fair valu (valor quo) alla data dl cambiamnto d'uso; ovvro (b) concd un sub-lasing ch trasfrisc sostanzialmnt tutti i rischi bnfici drivanti dalla proprità dl diritto a trzi non corrlati. Tal sub-lasing è contabilizzato dal locatario com un lasing finanziario a trzi, sbbn possa ssr contabilizzato com un lasing oprativo dal trzo. LE OPERAZIONI DI LEASING NEL BILANCIO DEI LOCATARI Lasing finanziari Rilvazion inizial 20. All'inizio dlla dcorrnza dl lasing, i locatari dvono rilvar l oprazioni di lasing finanziario com attività passività ni loro stati patrimoniali a valori pari al fair valu (valor quo) dl bn locato o, s infrior, al valor attual di pagamnti minimi dovuti pr il lasing, ciascuno dtrminato all'inizio dl lasing. Nl dtrminar il valor attual di pagamnti minimi dovuti pr il lasing il tasso di attualizzazion da utilizzar è il tasso di intrss implicito dl lasing, s è possibil dtrminarlo; s non è possibil, dv ssr utilizzato il tasso di intrss dl finanziamnto marginal dl locatario. Evntuali costi dirtti iniziali dl locatario sono aggiunti all'importo rilvato com attività. 21. L oprazioni gli altri fatti dvono ssr contabilizzati d sposti tnndo conto dlla loro natura sostanzial finanziaria non smplicmnt dlla loro forma giuridica. Sbbn la forma giuridica di un contratto di lasing stabilisc ch il locatario possa non acquisir la proprità dl bn locato, nl caso di lasing finanziario la raltà sostanzial finanziaria è tal ch il locatario acquisisca i bnfici conomici drivanti dall'uso dl bn locato pr la maggior part dlla sua vita conomica in cambio dll'impgno a pagar un corrispttivo ch all'inizio dl lasing approssima il fair valu (valor quo) dl bn i rlativi costi finanziari. 22. S tali oprazioni di lasing non vngono riflss nllo stato patrimonial dl locatario, l risors conomich il livllo dgli obblighi di un'ntità sono sottostimati, distorcndo così gli indici finanziari. Quindi è corrtto ch un lasing finanziario sia rilvato nllo stato patrimonial dl locatario sia com attività sia com obbligazion a sostnr futuri pagamnti pr il lasing. All'inizio dlla dcorrnza dl lasing, l'attività la passività pr i pagamnti futuri pr il lasing sono rilvati nllo stato patrimonial con gli stssi importi ad cczion di costi dirtti iniziali dl locatario ch sono aggiunti all'importo rilvato com attività. 23. Non è corrtto sporr nl bilancio l passività pr i bni prsi in locazion com dduzion dall attività. S vin fatta una distinzion tra passività corrnti non corrnti nll'sposizion nllo stato patrimonial, la stssa distinzion dv ssr fatta pr l passività dll oprazioni di lasing. 24. In rlazion a spcifich oprazioni di lasing sono spsso sostnuti costi dirtti iniziali, com i costi di ngoziazion di prfzionamnto dll'oprazion di lasing. I costi idntificati com dirttamnt attribuibili all attività svolt dal locatario pr un lasing finanziario sono aggiunti al valor rilvato com attività. Valutazion succssiva 25. I pagamnti minimi dovuti pr il lasing dvono ssr suddivisi tra costi finanziari riduzion dl dbito rsiduo. I costi finanziari dvono ssr ripartiti tra gli srcizi nl corso dl lasing in modo da ottnr un tasso d'intrss costant sulla passività rsidua. I canoni potnziali di locazion dvono ssr rilvati com costi ngli srcizi ni quali sono sostnuti. 26. Nlla pratica, pr ripartir il costo finanziario sulla durata dl lasing, un locatario può utilizzar alcun form di approssimazion, pr smplificar il calcolo. 27. Un lasing finanziario comporta una quota di ammortamnto dll attività ammortizzabili onri finanziari pr ciascun srcizio. Il critrio di ammortamnto usato pr i bni ammortizzabili in locazion dv ssr cornt con qullo adottato pr i bni ammortizzabili di proprità, l'ammortamnto da

8 rilvar dv ssr calcolato scondo quanto prvisto dallo IAS 16 Immobili, impianti macchinari dallo IAS 38 attività immatriali. S non sist una ragionvol crtzza ch il locatario acquisirà la proprità dl bn al trmin dl lasing, il bn dv ssr compltamnt ammortizzato nlla più brv fra la durata dl lasing la sua vita util. 28. Il valor ammortizzabil di un bn in locazion è imputato a ciascun srcizio dl priodo nl qual ci si attnd di utilizzarlo, con un critrio sistmatico, uniform con il critrio di ammortamnto ch il locatario impiga pr i bni di proprità. S sist una ragionvol crtzza ch il locatario acquisirà la proprità al trmin dl lasing, il priodo attso di utilizzo coincid con la vita util dl bn; altrimnti il bn è ammortizzato nl tmpo più brv fra la durata dl lasing la sua vita util. 29. La somma dlla quota di ammortamnto di un bn dl costo finanziario pr l'srcizio è raramnt quivalnt ai canoni di lasing dovuti con rifrimnto all'srcizio; prciò non è corrtta la mra rilvazion al conto conomico com costo di canoni di lasing. E' improbabil, quindi, ch il bn la passività rlativa abbiano lo stsso valor dopo l'inizio dl lasing. 30. Pr dtrminar s un bn acquisito in lasing ha subito una prdita pr riduzion di valor, l'ntità applica lo IAS 36 Riduzion di valor dll attività. 31. I locatari, oltr a quanto prvisto dall disposizioni dllo IAS 32 Strumnti finanziari: Esposizion nl bilancio informazioni intgrativ, forniscono l sgunti informazioni pr il lasing finanziario: (a) pr ciascuna catgoria di bni, il valor contabil ntto alla data di rifrimnto dl bilancio. (b) una riconciliazion tra il total di pagamnti minimi futuri dovuti pr il lasing alla data di rifrimnto dl bilancio il loro valor attual. L'ntità dv indicar anch il total di pagamnti minimi futuri dovuti pr il lasing alla data di rifrimnto dl bilancio, il loro valor attual, pr ciascuno di sgunti priodi: (i) ntro un anno; (ii) tra uno cinqu anni; (iii) oltr cinqu anni. (c) i canoni potnziali di locazion rilvati com spsa nll'srcizio. (d) il total di pagamnti minimi futuri drivanti da un sublasing ch ci si attnd di ricvr pr sublasing non annullabili alla data di rifrimnto dl bilancio. () una dscrizion gnral di contratti significativi di lasing dl locatario inclusi, ma non solo, i sgunti: (i) il critrio con il qual sono dtrminati i canoni potnziali da pagar; (ii) l'sistnza l clausol di opzion di rinnovo o di acquisto l clausol di indicizzazion; (iii) l rstrizioni impost da contratti di lasing, quali qull riguardanti dividndi, nuovo indbitamnto ultriori oprazioni di lasing. 32. Inoltr, l disposizioni sull informazioni intgrativ prvist dagli IAS 16, IAS 36, IAS 38, IAS 40 IAS 41, si applicano ai locatari pr i bni acquisiti tramit lasing finanziari. Lasing oprativi 33. I pagamnti pr un lasing oprativo dvono ssr rilvati com costo a quot costanti lungo la durata dl lasing a mno ch vi sia un altro critrio sistmatico più rapprsntativo dll modalità

9 tmporali di godimnto di bnfici da part dll'utilizzator [*]. [*] Si vda anch l'intrprtazion SIC-15, Lasing oprativo. Incntivi. 34. Pr l oprazioni di lasing oprativo, i pagamnti pr tali oprazioni (sclusi i costi pr srvizi quali l'assicurazion la manutnzion) dvono ssr rilvati com costo con un critrio a quot costanti a mno ch vi sia un altro critrio sistmatico più rapprsntativo dll modalità tmporali di godimnto di bnfici da part dll'utilizzator, anch s i pagamnti non sono sguiti sulla bas di qul critrio. 35. Il locatario, oltr quanto prvisto dall disposizioni dllo IAS 32, dv fornir l sgunti informazioni intgrativ pr l oprazioni di lasing oprativo: (a) il total di futuri pagamnti minimi dovuti pr l oprazioni di lasing oprativo non annullabili pr ciascuno di sgunti priodi: (i) ntro un anno; (ii) tra uno cinqu anni; (iii) oltr cinqu anni. (b) il total di futuri pagamnti minimi drivanti da un sublasing ch ci si attnd di ricvr pr sublasing non annullabili alla data di rifrimnto dl bilancio. (c) i pagamnti pr lasing sublasing rilvati com costo nll'srcizio, con valori distinti pr i pagamnti minimi dovuti pr il lasing, i canoni potnziali di locazion i pagamnti da sublasing. (d) una dscrizion gnral di contratti di lasing significativi dl locatario inclusi, ma non solo, i sgunti: (i) il critrio con il qual sono dtrminati i canoni potnziali di lasing; (ii) l'sistnza l clausol di opzion di rinnovo o di acquisto l clausol di indicizzazion; (iii) l rstrizioni impost da contratti di lasing, quali qull riguardanti dividndi, nuovo indbitamnto ultriori oprazioni di lasing. LE OPERAZIONI DI LEASING NEL BILANCIO DEI LOCATORI Lasing finanziari Rilvazion inizial 36. I locatori dvono rilvar nl loro stato patrimonial i bni concssi in lasing finanziario d sporli com crdito a un valor ugual all'invstimnto ntto nl lasing. 37. In un lasing finanziario tutti i rischi i bnfici drivanti dalla proprità vngono, sostanzialmnt, trasfriti dal locator, di consgunza, i canoni drivanti dal lasing dvono ssr trattati dal locator com rimborso dl capital com provnto finanziario al fin di rimborsar rmunrar il locator pr il suo invstimnto pr i srvizi prstati. 38. Costi dirtti iniziali sono spsso sostnuti dai locatori includono somm quali l commissioni, l sps lgali i costi intrni ch sono ad incrmnto dirttamnt attribuibili alla ngoziazion al prfzionamnto di un lasing. Qusti scludono l sps gnrali di gstion quali l sps di vndita markting. Pr i lasing finanziari divrsi da

10 qulli in cui il locator produttor o commrciant, i costi dirtti iniziali sono inclusi nlla valutazion inizial di crditi impliciti dl lasing finanziario riducono il valor di provnti rilvati nl corso dl lasing. Il tasso di intrss implicito dl lasing è dfinito in modo tal ch i costi dirtti iniziali siano inclusi automaticamnt ni crditi impliciti dl lasing finanziario; non è ncssario aggiungrli sparatamnt. I costi sostnuti dai locatori produttori o commrcianti attribuibili alla ngoziazion al prfzionamnto di un lasing sono sclusi dalla dfinizion di costi dirtti iniziali. Di consgunza ssi sono sclusi dall'invstimnto ntto nl lasing sono rilvati com una spsa quando l'util commrcial drivant dalla vndita rilvato, cosa ch pr un contratto di lasing finanziario normalmnt si vrifica all'inizio dlla dcorrnza dl lasing. Valutazioni succssiv 39. Con rifrimnto al lasing finanziario, la rilvazion di provnti finanziari dv ssr basata su modalità ch riflttano un tasso di rndimnto priodico costant sull'invstimnto ntto dl locator. 40. Un locator dv tndr a ripartir i provnti finanziari sulla durata dl lasing con un critrio sistmatico razional. Qusta ripartizion di provnti si dv basar su modalità ch riflttano un rndimnto priodico costant sull'invstimnto ntto dl locator. I canoni di lasing rlativi al priodo, sclusi i costi pr srvizi, sono attribuiti all'invstimnto lordo dl lasing pr ridurr sia l'importo capital sia l'util finanziario diffrito. 41. L stim di valori rsidui non garantiti utilizzat nl calcolo dll'invstimnto lordo dl locator in un lasing dvono ssr priodicamnt rivist. S c'è stata una riduzion nlla stima dl valor rsiduo non garantito, la ripartizion di provnti nl corso dl lasing è rivista qualsiasi riduzion rlativa a importi già imputati è immdiatamnt rilvata. 42. I locatori produttori o commrcianti dvono rilvar l'util o la prdita commrcial nll'srcizio, scondo quanto prvisto dal critrio sguito dall'ntità pr l normali vndit. S sono applicati tassi di intrss artificiosamnt bassi, l'util commrcial dv ssr limitato a qullo ch risultrbb s foss applicato un tasso di intrss di mrcato. I costi sostnuti dai locatori, ch siano produttori o commrcianti finalizzati alla ngoziazion al prfzionamnto di un lasing, dvono ssr rilvati com un costo quando l'util drivant dalla vndita è rilvato. 43. Produttori commrcianti spsso offrono ai clinti la sclta tra l'acquisto la locazion di un bn. Il lasing finanziario di un bn da part di un locator ch sia produttor o commrciant gnra du tipi di provnti: (a) l'util o la prdita quivalnt all'util o alla prdita drivant da una vndita dl bn locato nl caso in cui ssa non sia finanziata con un lasing, ai normali przzi di vndita, tnndo conto di vntuali sconti quantità o commrciali; (b) i provnti finanziari sulla durata dl lasing. 44. Il ricavo dlla vndita rilvato all'inizio dlla dcorrnza di un lasing da un locator ch sia produttor o commrciant è rapprsntato dal fair valu (valor quo) dl bn o, s infrior, dal valor attual di pagamnti minimi dovuti pr il lasing ch comptono al locator, calcolato a un tasso d'intrss di mrcato. Il costo dl vnduto rilvato all'inizio dlla dcorrnza dl lasing è il costo o, s diffrnt, il valor contabil, dl bn locato mno il valor attual dl valor rsiduo non garantito. La diffrnza tra i ricavi dlla vndita il costo dl vnduto è l'util dlla vndita, ch è rilvato con il critrio adottato dall'ntità pr l normali vndit. 45. I locatori produttori o commrcianti applicano, a volt, tassi d'intrss artificiosamnt bassi allo scopo di attirar i clinti. Al momnto dlla vndita l'utilizzo di tali tassi può gnrar la rilvazion di una part ccssiva risptto ai provnti totali drivanti dall'oprazion. S sono applicati tassi di intrss artificiosamnt bassi, l'util dlla vndita è limitato a qullo ch si sarbb ottnuto s si foss applicato un tasso di intrss di mrcato. 46. I costi sostnuti dai locatori ch siano produttori o commrcianti finalizzati alla ngoziazion al prfzionamnto di un contratto di lasing sono rilvati com costo all'inizio dlla dcorrnza dl lasing prché sono principalmnt corrlati alla ralizzazion dll'util dlla vndita da part dl produttor o dl commrciant. 47. I locatori, oltr a quanto prvisto dall disposizioni dllo IAS 32, dvono fornir l sgunti

11 informazioni pr l oprazioni di lasing finanziario: (a) una riconciliazion tra l'invstimnto lordo nl lasing alla data di rifrimnto dl bilancio il valor attual di pagamnti minimi dovuti pr il lasing alla data di rifrimnto dl bilancio. Inoltr, l'ntità dv indicar l'invstimnto lordo total nl lasing il valor attual di crditi pr pagamnti minimi dovuti pr il lasing alla data di rifrimnto dl bilancio pr ciascuno di sgunti priodi: (i) ntro un anno; (ii) tra uno cinqu anni; (iii) oltr cinqu anni. (b) gli utili finanziari diffriti. (c) i valori rsidui non garantiti spttanti al locator. (d) il fondo svalutazion crditi rifribil ai pagamnti minimi di lasing. () i canoni potnziali di locazion rilvati com provnti nll'srcizio. (f) una dscrizion gnral di contratti significativi di lasing dl locator. 48. Com indicator di crscita è spsso util mnzionar anch l'invstimnto lordo mno i provnti diffriti su nuov oprazioni iscritt dll'srcizio, al ntto di valori pr l oprazioni di lasing annullat. Lasing oprativi 49. I locatori dvono sporr i bni oggtto di oprazioni di lasing oprativo ni loro stati patrimoniali scondo la natura dl bn. 50. I provnti dl lasing drivanti da lasing oprativi dvono ssr rilvati a quot costanti pr la durata dl lasing, a mno ch un altro critrio sistmatico sia più rapprsntativo dll modalità tmporali con l quali si riduc il bnficio drivant dall'uso dl bn locato [*]. [*] Si vda anch l'intrprtazion SIC-15 Lasing oprativo. Incntivi. 51. I costi, comprso l'ammortamnto, sostnuti pr ralizzar i provnti dl lasing dvono ssr rilvati a conto conomico. I provnti dl lasing (sclusi i corrispttivi pr srvizi forniti quali l'assicurazion la manutnzion) dvono ssr rilvati a quot costanti pr la durata dl lasing anch s i corrispttivi hanno un divrso andamnto, a mno ch un divrso critrio sistmatico sia più rapprsntativo dll modalità tmporali con l quali si riduc il bnficio drivant dall'uso dl bn locato. 52. I costi dirtti iniziali sostnuti dai locatori nlla ngoziazion prfzionamnto di un lasing oprativo dvono ssr aggiunti al valor contabil dl bn locato rilvati com costo lungo la durata dl lasing con lo stsso critrio di rilvazion di provnti dlla locazion. 53. L'ammortamnto di bni ammortizzabili locati dv ssr ffttuato con un critrio uniform con il critrio di ammortamnto normalmnt utilizzato dal locator pr bni similari, la quota di ammortamnto dv ssr dtrminata con il critrio prvisto dallo IAS 16 dallo IAS Pr dtrminar s un'attività locata ha subito una prdita pr riduzion di valor, l'ntità dv applicar lo IAS Un locator produttor o commrciant non rilva gli utili sulla vndita alla stipula di un lasing oprativo prché qusto non è quivalnt a una vndita.

12 56. I locatori, oltr a quanto prvisto dall disposizioni dllo IAS 32, dvono fornir l sgunti informazioni pr l oprazioni di lasing oprativo: (a) i pagamnti minimi drivanti da un lasing oprativo non annullabil, complssivamnt pr ciascuno di sgunti priodi: (i) ntro un anno; (ii) tra uno cinqu anni; (iii) oltr cinqu anni. (b) i canoni potnziali di locazion rilvati com provnti nll'srcizio. (c) una dscrizion gnral di contratti significativi di lasing dl locator. 57. Inoltr, ai bni concssi dai locatori tramit lasing oprativo si applicano gli IAS 16, IAS 36, IAS 38, IAS 40 IAS 41. OPERAZIONE DI VENDITA E RETROLOCAZIONE 58. Un'oprazion di vndita rtrolocazion comporta la vndita di un bn la rtrolocazion dllo stsso bn. I canoni dll oprazioni di lasing il przzo di vndita sono, di solito, intrdipndnti ssndo ngoziati congiuntamnt. Il trattamnto contabil di un'oprazion di vndita rtrolocazion dipnd dalla rlativa tipologia di lasing. 59. S un'oprazion di vndita rtrolocazion corrispond a un lasing finanziario, vntuali ccdnz dl corrispttivo di vndita risptto al valor contabil non dvono ssr rilvat immdiatamnt com provnti dal vnditor locatario. La loro rilvazion, invc, dv ssr diffrita imputata lungo la durata dl lasing. 60. S la rtrolocazion corrispond a un lasing finanziario, l'oprazion rapprsnta un mzzo con il qual il locator procura mzzi finanziari al locatario, avndo il bn com garanzia. Pr tal motivo non è corrtto considrar com provnto l'ccdnza dl corrispttivo di vndita, risptto al valor contabil. Tal ccdnza dv ssr diffrita è rilvata sulla durata dl lasing. 61. S un'oprazion di vndita rtrolocazion corrispond a un lasing oprativo, d è vidnt ch l'oprazion è ffttuata al fair valu (valor quo), ogni util o prdita dv ssr rilvato immdiatamnt. S il przzo di vndita è infrior al fair valu (valor quo), ogni util o prdita dv ssr rilvato immdiatamnt cctto il caso in cui, la prdita è compnsata da futuri canoni dll oprazioni di lasing non a livlli di mrcato, in tal caso ssa dv ssr diffrita imputata in proporzion ai canoni dll oprazioni di lasing durant il priodo attso di utilizzo dl bn. S il przzo di vndita è maggior dl fair valu (valor quo), l'ccdnza risptto al fair valu (valor quo) dv ssr diffrita rilvata con rifrimnto al mdsimo priodo. 62. S la rtrolocazion corrispond a un lasing oprativo, i canoni dll oprazioni di lasing il przzo di vndita sono a fair valu(valor quo), si è in prsnza di una normal oprazion di vndita qualsiasi util o prdita è rilvato immdiatamnt. 63. Pr l oprazioni di lasing oprativo, s il fair valu (valor quo) al momnto dlla vndita rtrolocazion è minor dl valor contabil pr il bn, la prdita pari alla diffrnza tra il valor contabil il fair valu (valor quo) dv ssr rilvata immdiatamnt. 64. Pr l oprazioni di lasing finanziario, non sono ncssari rttifich di qusto tipo a mno ch ci sia stata una prdita di valor, nl qual caso il valor contabil è ridotto al valor rcuprabil scondo quanto prvisto dallo IAS L disposizioni sull informazioni intgrativ prvist pr locatari locatori si applicano allo stsso modo anch all oprazioni di vndita rtrolocazion. La dscrizion richista di contratti significativi di lasing comporta l'indicazion dll clausol particolari o inusuali dl contratto o dll condizioni dll oprazioni di vndita

13 rtrolocazion. 66. L oprazioni di vndita di rtrolocazion possono comportar il critrio dlla sparata informativa contnuto nllo IAS 1 Prsntazion dl bilancio. DISPOSIZIONI TRANSITORIE 67. Subordinatamnt al paragrafo 68, l'applicazion rtroattiva dl prsnt Principio è incoraggiata ma non richista. S il prsnt Principio non è applicato rtroattivamnt, si ritin ch il saldo dll oprazioni di lasing finanziario prsistnti sia stato corrttamnt dtrminato dal locator succssivamnt sso dv ssr contabilizzato in conformità all disposizioni dl prcdnt Principio. 68. L'ntità ch abbia prcdntmnt applicato lo IAS 17 (rivisto nlla sostanza nl 1997) dv applicar l modifich apportat al prsnt Principio rtroattivamnt pr tutti i contratti di lasing, o s lo IAS 17 (rivisto nlla sostanza nl 1997) non ra stato applicato rtroattivamnt, pr tutti i lasing sottoscritti a partir dalla prima applicazion dl prcdnt Principio. DATA DI ENTRATA IN VIGORE 69. L'ntità dv applicar il prsnt Principio a partir dai bilanci dgli srcizi ch hanno inizio dal 1 gnnaio 2005 o da data succssiva. E' incoraggiata una applicazion anticipata. S l'ntità applica il prsnt Principio pr un srcizio ch ha inizio prima dl 1 gnnaio 2005, tal fatto dv ssr indicato. SOSTITUZIONE DELLO IAS 17 (RIVISTO NELLA SOSTANZA NEL 1997) 70. Il prsnt Principio sostituisc lo IAS 17 Lasing (rivisto nlla sostanza nl 1997).

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 32 Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni intgrativ Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI Riccardo Bolla Commrcialista in Gnova Milano Stuo Profssionisti CTS Bolla Quaglia Associati

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k 1 AMMORTAMENTO AMMORTAMENTO Dbito inizial D 0 si volv (al tasso fisso t) D k = D k-1 (1+t) R k [D k dbito (rsiduo) al tmpo k, R k pagamnto al tmpo k ] Condizioni [D n =0 : stinzion dl dbito in n priodi

Dettagli

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75. Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 1 dl 06/09/2013) Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO * Offrta valida pr

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 11 dl 01/04/2015) Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 9 dl 01/10/2014) Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr sottoscrizioni prvnut in Sd ntro il 31/12/2015

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009.

Comune di Ferrara OPEN GROUP TANDEM. *** X Assemblea Nazionale Coordinamento. Agende21 Locali. 19 Settembre 2009. Comun di Frrara OPEN GROUP TANDEM *** X Assmbla Nazional Coordinamnto Agnd21 Locali 18-19 19 Sttmbr 2009 Arnzano (Gnova) addbitano all Amministrazion Comunal il sovrapprzzo introdotto dalla normativa RAEE

Dettagli

Business Plan 5 anni Start Up nuove iniziative

Business Plan 5 anni Start Up nuove iniziative Businss Plan 5 Start Up nuov iniziativ E' una vrsion dl Businss Plan ddicata alla nascita di nuov iniziativ imprnditoriali; il programma consnt di valutar la convninza conomica ( rdditività attsa ) la

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale

Università degli Studi di Firenze Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Univrsità dgli Studi di Firnz Dipartimnto di Inggnria Civil d Ambintal TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI IN CONTO TERZI (Approvato dal Consiglio di Dipartimnto dl 24/01/2002) ATTIVITÀ E SERVIZI OFFERTI PROVE

Dettagli

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii SETTORE ( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii I )I I \\l( rtanit (tttà d art I Affari Gnrali Finanziari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Sttor I Affari Gnrali Finanziari Proposta di dtrminazion dl Dirignt prot.

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI wb Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil wb è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado di

Dettagli

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012 Comunicazion priodica agli iscritti pr l anno 2012 La prsnt comunicazion, rdatta dal Fondo pnsion PREVIMODA scondo lo Schma prdisposto dalla COVIP, vin trasmssa ai soggtti ch risultano iscritti al 31 dicmbr

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

Nota Integrativa Azienda U.S.L. n. 12 di Viareggio

Nota Integrativa Azienda U.S.L. n. 12 di Viareggio Nota Intgrativa Azinda U.S.L. n. 12 di Viarggio Nota Intgrativa al Bilancio di Esrcizio al 31/12/2012 Gli importi sono sprssi in Euro 1 1. Critri gnrali di formazion dl bilancio di srcizio Il bilancio

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di In caso di mancato rcapito rstituir a: Via V. Pisani 19 20124 Milano Codic Fiscal 97207290152 Iscritto all albo di fondi pnsion con il numro 61 DCOOS1412 COM L0001804490-P696-D3-1/6 0-0-0-0 70001804490157735

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

Riepilogo Generale delle Spese - Anno 2007 TITOLO I - SPESE CORRENTI. beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammort.

Riepilogo Generale delle Spese - Anno 2007 TITOLO I - SPESE CORRENTI. beni di Prestazioni Utilizzo passivi Imposte straordinari Ammort. 1 TITOLO I - SPESE CORRENTI Intrvnti Srvizi organi istituzionali, partcipazion dcntramnto sgrtria gnral, prsonal organizzazion gstion conomica, finanziaria, programmazion, gstion dll ntrat tributari srvizi

Dettagli

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali

2.2 L analisi dei dati: valutazioni generali 2.2 L analisi di dati: valutazioni gnrali Di sguito (figur 7-) vngono riportat l informazioni più intrssanti rilvat analizzando globalmnt la banca dati dll tichtt raccolt. Considrando ch l tichtta nutrizional

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto.

La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto. Offrta al pubblico di CREDEMVITA COLLECTION PRO prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linkd (Assicurazion a vita intra d a prmi libri - Codic Tariffa 60083) Si raccomanda la lttura dlla Part I

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli