Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività"

Transcript

1 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion 2-5 Dfinizioni 6 Idntificazion di un'attività ch possa avr subito una riduzion durvol di valor Paragrafi 7-17 Dtrminazion dl valor rcuprabil Dtrminazion dl valor rcuprabil di un'attività immatrial con vita util indfinita Fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita Valor d'uso Critri di stima di flussi finanziari futuri Composizion dll stim di flussi finanziari futuri Flussi finanziari futuri in valuta stra 54 Tasso di attualizzazion Rilvazion dtrminazion di una prdita pr riduzion durvol di valor Unità gnratrici di flussi finanziari avviamnto Idntificazion dll'unità gnratric di flussi finanziari alla qual un'attività appartin Valor rcuprabil valor contabil di un'unita gnratric di flussi finanziari Avviamnto Allocazion dll'avviamnto all unità gnratrici di flussi finanziari Vrifica dll unità gnratrici di flussi finanziari comprnsiv dll'avviamnto pr riduzion durvol di valor Quot di prtinnza di trzi Tmpistica dll vrifich pr riduzion durvol di valor Attività gstit cntralmnt (corporat assts) Prdita pr riduzion durvol di valor di un'unità gnratric di flussi

2 finanziari Ripristini di valor Ripristino di valor di una singola attività Ripristino di valor di un'unità gnratric di flussi finanziari Ripristino di valor pr l'avviamnto Informazioni intgrativ Stim utilizzat pr valutar gli importi rcuprabili dll unità gnratrici di flussi finanziari ch contngono avviamnto o attività immatriali dalla vita util indfinita Disposizioni transitori data di ntrata in vigor Eliminazion dllo IAS 36 (msso nl 1998) 141 Il prsnt Principio rivisto nlla sostanza sostituisc lo IAS 36 (1998) Riduzion durvol di valor dll attività dovrbb ssr applicato al momnto dll'acquisizion: (a) all'avviamnto all attività immatriali acquisit in aggrgazioni azindali pr l quali l'accordo avvnuto in data 31 marzo 2004 o succssiva. (b) a tutt l altr attività, a partir dagli srcizi ch hanno inizio dal 31 marzo 2004 o data succssiva. E' incoraggiata un'applicazion anticipata. FINALITA' 1. La finalità dl prsnt Principio è qulla di dfinir i principi ch l'ntità applica pr assicurarsi ch l propri attività siano iscritt a un valor non suprior a qullo rcuprabil. Un'attività è iscritta in bilancio a un valor suprior a qullo rcuprabil s il suo valor contabil ccd l'importo ch può ssr ottnuto dall'utilizzo o dalla vndita dll'attività. Quando si è in una circostanza simil, si affrma ch l'attività ha subito una riduzion durvol di valor il prsnt Principio richid ch l'ntità la rilvi. Il Principio inoltr spcifica quando un'ntità dovrbb stornar una riduzion durvol di valor n prscriv l'informativa. AMBITO DI APPLICAZIONE 2. Il prsnt Principio dv ssr applicato nlla contabilizzazion dll riduzioni durvoli di valor di tutt l attività, cctto ch pr: (a) rimannz (vdr IAS 2 Rimannz); (b) attività drivanti da commss a lungo trmin (vdr IAS 11 Commss a lungo trmin); (c) attività fiscali diffrit (vdr IAS 12 Impost sul rddito); (d) attività drivanti da bnfici pr i dipndnti (vdr IAS 19 Bnfici pr i dipndnti); () attività finanziari ch rintrano nll'ambito dllo IAS 39 Strumnti finanziari: Rilvazion valutazion;

3 (f) invstimnti immobiliari ch sono valutati al fair valu (vdr IAS 40, Invstimnti immobiliari); (g) attività biologich connss all'attività agricola ch sono valutat al fair valu (valor quo) ddotti i costi stimati al punto di vndita (vdr IAS 41 Agricoltura); (h) costi di acquisizion diffriti attività immatriali drivanti dai diritti contrattuali dll'assicurator in contratti di assicurazion ch rintrano nll'ambito di applicazion dllo IFRS 4 Contratti assicurativi; (i) l attività non corrnti (o gruppi dstinati alla dismission) classificat com possdut pr la vndita scondo quanto prvisto dall'ifrs 5 Attività non corrnti possdut pr la vndita attività dstinat a cssar. 3. Il prsnt Principio non si applica a rimannz, attività drivanti da commss a lungo trmin, attività fiscali diffrit, attività drivanti dai bnfici pr i dipndnti, o attività classificat com possdut pr la vndita (o inclus in un gruppo dstinato alla dismission ch è classificato com possduto pr la vndita) prché i Principi sistnti applicabili a tali attività contngono disposizioni pr la rilvazion la valutazion di qust attività. 4. Il prsnt Principio si applica, inoltr, all attività iscritt in bilancio al valor rivalutato [fair valu (valor quo)] scondo l disposizioni di altri Principi, qual il modllo di ridtrminazion dl valor dllo IAS 16 Immobili, impianti macchinari. Tuttavia, la vrifica pr stabilir s un'attività rivalutata può avr subito una prdita pr riduzion di valor dipnd dal critrio utilizzato pr dtrminar il fair valu (valor quo): (3) (a) controllat, com dfinito nllo IAS 27 Bilancio consolidato sparato; (b) socità collgat, com dfinit nllo IAS 28 Partcipazioni in socità collgat; (c) joint vntur, com dfinit nllo IAS 31 Partcipazioni in joint vntur; Pr la riduzion durvol di valor dll altr attività finanziari, si fa rifrimnto allo IAS Il prsnt Principio non è applicabil ad attività finanziari rintranti nll'ambito di applicazion dllo IAS 39, agli invstimnti immobiliari valutati al fair valu (valor quo) scondo quanto prvisto dallo IAS 40, o attività biologich corrlat all attività agricol valutat al fair valu (valor quo) al ntto di costi stimati al punto di vndita scondo lo IAS 41. Tuttavia, il prsnt Principio si applica all attività iscritt a valori rivalutati (cioè, al fair valu (valor quo) scondo quanto prvisto da altri Principi, quali il modllo dlla ridtrminazion dl valor nllo IAS 16 Immobili, impianti macchinari. Lo stabilir s un'attività possa avr subito una riduzion durvol di valor dipnd dal critrio utilizzato pr dtrminar il fair valu (valor quo): (a) s il fair valu (valor quo) dll'attività il suo valor di mrcato, la sola diffrnza tra fair valu (valor quo) dll'attività fair valu (valor quo) mno i costi di vndita rapprsntata dai costi marginali dirtti pr dismttr l'attività: (i) s i costi di dismission sono irrilvanti, il valor rcuprabil dll'attività rivalutata

4 ncssariamnt simil, o anch maggior, al valor rivalutato (fair valu (valor quo)). In qusto caso, dopo ch sono stat applicat l disposizioni rlativ alla rivalutazion, è improbabil ch l'attività rivalutata abbia subito una riduzion durvol di valor non è ncssario stimar il valor rcuprabil. (ii) s i costi di dismission non sono irrilvanti, il fair valu (valor quo) mno i costi di vndita dll'attività rivalutata è invitabilmnt infrior al fair valu (valor quo). Prciò, l'attività rivalutata avrà subito una riduzion durvol di valor s il valor d'uso è infrior al valor rivalutato (ossia fair valu (valor quo)). In qusto caso, dopo ch sono stat applicat l disposizioni rlativ alla rivalutazion, l'ntità applica il prsnt Principio pr dtrminar s l'attività ha subito una riduzion durvol di valor; (b) s il fair valu (valor quo) di un'attività è dtrminato scondo un critrio divrso dal valor di mrcato, il valor rivalutato (ossia fair valu (valor quo)) può ssr suprior o infrior al valor rcuprabil. Prciò, dopo ch sono stat applicat l disposizioni concrnnti la rivalutazion, l'ntità applica il prsnt Principio pr dtrminar s l'attività possa avr subito una riduzion durvol di valor. DEFINIZIONI 6. I trmini sgunti sono usati nl prsnt Principio con i significati indicati: Il mrcato attivo è un mrcato in cui sistono tutt l sgunti condizioni: (a) gli lmnti commrcializzati sul mrcato risultano omogni; (b) acquirnti vnditori disponibili possono ssr normalmnt trovati in qualsiasi momnto; (c) i przzi sono disponibili al pubblico. La data dll'accordo pr un'aggrgazion azindal è la data in cui si raggiung un accordo sostanzial tra i partcipanti, nl caso di ntità quotat, l'accordo vin comunicato al pubblico. Nl caso di un'offrta d'acquisto ostil, la prima data in cui si raggiung un accordo sostanzial tra i partcipanti è la data in cui un numro sufficint di soci dlla socità acquisita hanno accttato l'offrta dll'acquirnt tal ch l'acquirnt dtnga il controllo dlla socità acquisita. Il valor contabil è l'ammontar al qual un'attività è rilvata dopo avr ddotto l'ammortamnto l connss riduzioni durvoli di valor accumulati. L'unita gnratric di flussi finanziari è il più piccolo gruppo idntificabil di attività ch gnra flussi finanziari in ntrata ch sono ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata gnrati da altr attività o gruppi di attività. I bni dstinati ad attività ausiliari comuni sono tutt l attività, scluso l'avviamnto, ch contribuiscono ai futuri flussi finanziari sia dll'unità gnratric di flussi finanziari in oggtto sia dll altr unità gnratrici di flussi finanziari.

5 I costi di dismission sono i costi marginali dirttamnt attribuibili alla dismission di un'attività, sclusi i costi di finanziamnto gli fftti fiscali. Il valor ammortizzabil è il costo di un'attività o altro valor sostitutivo dl costo iscritto in bilancio, al ntto dl suo valor rsiduo. L'ammortamnto (Svalutazion "amortization") è la ripartizion sistmatica dl valor ammortizzabil di un'attività lungo il corso dlla sua vita util [*]. Il fair valu (valor quo) mno i costi di vndita sono l'ammontar ottnibil dalla vndita di un'attività o unità gnratric di flussi finanziari in una libra transazion fra parti consapvoli disponibili, ddotti i costi dlla dismission. Una prdita pr riduzion durvol di valor l'ammontar pr il qual il valor contabil di un'attività o unità gnratric di flussi finanziari ccd il valor rcuprabil. Il valor rcuprabil di un'attività o di un'unità gnratric di flussi finanziari il maggior tra il suo fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita il suo valor d'uso. [*] Nl caso di un'attività immatrial, il trmin "ammortamnto" è gnralmnt usato al posto di "svalutazion" ("amortization"). I du trmini vngono considrati sinonimi. La vita util è altrnativamnt: (a) il priodo di tmpo nl qual ci si attnd ch un'attività sarà utilizzata dall'ntità; o (b) il numro dll unità prodott o altrimnti ricavabili ch l'ntità si asptta di ottnr dall'utilizzo dll'attività. Valor d'uso è il valor attual di flussi finanziari futuri ch si prvd abbiano origin da un'attività o da un'unità gnratric di flussi finanziari. IDENTIFICAZIONE DI UN'ATTIVITA' CHE POSSA AVER SUBITO UNA RIDUZIONE DUREVOLE DI VALORE 7. I paragrafi da 8 a 17 spcificano in quali circostanz dv ssr dtrminato il valor rcuprabil. Qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività com a un'unità gnratric di flussi finanziari. La part rstant dl prsnt Principio è strutturata com sgu: (a) i paragrafi comprsi tra contngono l disposizioni pr la dtrminazion dl valor rcuprabil. Qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività a un'unità gnratric di flussi finanziari. (b) i paragrafi contngono l disposizioni pr la rilvazion la valutazion dll prdit pr riduzion durvol di valor. La rilvazion la valutazion dll prdit pr riduzion durvol di valor di attività individuali divrs dall'avviamnto sono trattat ni paragrafi I paragrafi trattano la rilvazion la valutazion dll prdit pr riduzion durvol di valor di unità gnratrici di flussi finanziari dll'avviamnto. (c) I paragrafi contngono l disposizioni pr lo storno di prdit pr riduzion durvol

6 di valor di un'attività o di un'unità gnratric di flussi finanziari rilvat in priodi prcdnti. Nuovamnt, qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività com a un'unita gnratric di flussi finanziari. Disposizioni aggiuntiv sono prvist pr l singol attività indicat ni paragrafi , pr un'unità gnratric di flussi finanziari ni paragrafi pr l'avviamnto ni paragrafi (d) i paragrafi spcificano l informazioni da fornirsi pr l prdit pr riduzion durvol di valor i rlativi ripristini di valor pr l attività l unità gnratrici di flussi finanziari. I paragrafi spcificano l ultriori informazioni richist pr l unità gnratrici di flussi finanziari a cui sono stati allocati l'avviamnto o l attività immatriali con vita util indfinita al fin di vrificar la riduzion durvol di valor. 8. Un'attività ha subito una riduzion durvol di valor quando il suo valor contabil supra il suo valor rcuprabil. I paragrafi da 12 a 14 dscrivono alcun situazioni indicativ dl fatto ch può ssrsi vrificata una riduzion durvol di valor. S qualcuna di qust indicazioni è prsnt, l'ntità ffttua una stima formal dl valor rcuprabil. Ecctto quanto indicato nl paragrafo 10, il prsnt Principio non richid ch un'ntità formuli una stima formal dl valor rcuprabil s non vi sono indicazioni di riduzioni durvoli di valor. 9. L'ntità dv valutar a ogni data di rifrimnto dl bilancio s sist una indicazion ch un'attività possa avr subito una riduzion durvol di valor. S sist una qualsiasi indicazion di ciò, l'ntità dv stimar il valor rcuprabil dll'attività. 10.Indipndntmnt dal fatto ch vi siano vntuali indicazioni di riduzioni durvoli di valor, un'ntità dv inoltr: (a) vrificar annualmnt pr riduzioni durvoli di valor un'attività immatrial con una vita util indfinita o un'attività immatrial ch non è ancora disponibil all'uso, confrontando il suo valor contabil con il suo valor rcuprabil. Qusta vrifica dlla riduzion durvol di valor può ssr fatta in qualsiasi momnto durant un srcizio, a patto ch avvnga nllo stsso momnto ogni anno. Attività immatriali diffrnti possono subir una vrifica di riduzion durvol di valor in momnti divrsi. Tuttavia, s tal attività immatrial vin inizialmnt rilvata nll'srcizio in corso, tal attività immatrial dv subir una vrifica pr riduzion durvol di valor prima dlla fin dll'srcizio in corso. (b) vrificar l'avviamnto acquisito in un'aggrgazion azindal pr riduzion durvol di valor annualmnt scondo quanto prvisto dai paragrafi La capacità di un'attività immatrial di gnrar bnfici conomici futuri sufficinti a rcuprar il valor contabil è solitamnt soggtta a maggior incrtzza prima ch l'attività sia disponibil all'uso piuttosto ch dopo. Prciò, il prsnt Principio richid ch l'ntità vrifichi almno annualmnt s il valor contabil di un'attività immatrial ch non è ancora disponibil pr l'uso abbia subito una riduzion durvol di valor. 12. Nl valutar s sist un'indicazion ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor, l'ntità dv considrar, al minimo, l sgunti indicazioni: Fonti strn di informazion (a) il valor di mrcato di un'attività è diminuito significativamnt durant l'srcizio, più di quanto si prvdva sarbb accaduto con il passar dl tmpo o con l'uso normal

7 dll'attività in oggtto. (b) variazioni significativ con fftto ngativo pr l'ntità si sono vrificat durant l'srcizio o si vrifichranno nl futuro prossimo nll'ambint tcnologico, di mrcato, conomico o normativo nl qual l'ntità opra o nl mrcato al qual un'attività è rivolta. (c) i tassi di intrss di mrcato o altri tassi di rmunrazion dl capital sugli invstimnti sono aumntati nl corso dll'srcizio, d è probabil ch tali incrmnti condizionino il tasso di attualizzazion utilizzato nl calcolo dl valor d'uso di un'attività riducano in manira significativa il valor rcuprabil dll'attività. (d) il valor contabil dll'attivo ntto dll'ntità è suprior alla sua capitalizzazion di mrcato. Fonti intrn di informazion () l'obsolscnza o il dtrioramnto fisico di un'attività risulta vidnt. (f) significativi cambiamnti con fftto ngativo sull'ntità si sono vrificati nl corso dll'srcizio oppur si suppon ch qusti si vrifichranno nl futuro prossimo, nlla misura in cui o nl modo in cui un'attività vin utilizzata o si suppon sarà utilizzata. Tali cambiamnti includono l'attività ch divnta inutilizzata, piani di dismission o di ristrutturazion dl sttor oprativo al qual l'attività appartin, piani di dismission dll''attività prima dlla data prcdntmnt prvista, lo ristabilir la vita util di un'attività com dfinita piuttosto ch indfinita [*]. (g) l'andamnto conomico di un'attività è, o sarà, pggior di quanto prvisto è vidnt dall'informativa intrna. [*] Una volta ch un'attività soddisfa i critri pr ssr classificata com possduta pr la vndita (o inclusa in un gruppo dstinato alla dismission classificato com possduto pr la vndita), è sclusa dall'ambito di applicazion dl prsnt Principio d è contabilizzata scondo quanto prvisto dall'ifrs 5 Attività non corrnti possdut pr la vndita attività dstinat a cssar. [13. L'lnco dl paragrafo 12 non è saustivo. L'ntità può individuar altr indicazioni scondo l quali un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor qust richidrbbro inoltr ch l'ntità dtrmini il valor rcuprabil dll'attività o, nl caso dll'avviamnto, svolgss una vrifica pr riduzion durvol di valor scondo quanto prvisto dai paragrafi ] (2) 14. Indicazioni drivanti dal sistma informativo intrno in grado di rivlar ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor comprndono: (a) flussi finanziari connssi all'acquisto dll'attività, o disponibilità liquid ch in sguito si rndono ncssari pr rndr oprativa o consrvar l'attività, significativamnt supriori a qulli originariamnt prvntivati; (b) flussi finanziari ntti ffttivi oppur utili o prdit oprativ consgunti all'srcizio dll'attività ch si rivlano significativamnt pggiori a qulli originariamnt prvntivati;

8 (c) un significativo pggioramnto di flussi finanziari ntti o dl rddito oprativo prvntivati, o un significativo aumnto dlla prdita prvntivata, drivanti dall'utilizzo dll'attività; oppur (d) prdit oprativ o flussi finanziari ntti in uscita connssi all'attività, quando gli importi dl priodo in corso vngono aggrgati a qulli prvntivati pr il futuro. 15. Com indicato nl paragrafo 10, il prsnt Principio richid ch un'attività immatrial con una vita util indfinita o non ancora disponibil all'uso l'avviamnto siano vrificati pr riduzion durvol di valor almno annualmnt. Ecctto quando si applicano l disposizioni dl paragrafo 10, il conctto di matrialità si applica pr idntificar s l'importo rcuprabil di un'attività dv ssr stimato. Pr smpio, s prcdnti calcoli mostrano ch il valor rcuprabil di un'attività è significativamnt maggior risptto al valor contabil, l'ntità non ha bisogno di valutar nuovamnt il valor rcuprabil dll'attività, s non si è vrificato alcun vnto ch abbia liminato tal diffrnza. In manira analoga, analisi prcdnti possono mostrar ch il valor rcuprabil di un'attività non è condizionabil da una (o più d'una) dll indicazioni lncat nl paragrafo Com spigazion dl paragrafo 15, s i tassi di intrss prsnti nl mrcato o altri tassi di rndimnto sugli invstimnti sono aumntati nl corso dll'srcizio, l'ntità non è obbligata a ffttuar una stima formal dl valor rcuprabil di un'attività ni sgunti casi: (a) s non è probabil ch l'aumnto di tassi di mrcato incida sulla sclta dl tasso di attualizzazion da usar nl calcolo dl valor d'uso. Pr smpio, aumnti ni tassi di intrss a brv trmin possono non avr un fftto rilvant sui tassi di attualizzazion usati pr un'attività ch ha una lunga vita util rimannt. (b) s è probabil ch l'aumnto di tassi di mrcato incida sulla sclta dl tasso di attualizzazion da usar nl calcolo dl valor d'uso ma una prcdnt analisi di snsitività dl valor rcuprabil mostra ch: (i) è improbabil ch ci sia una diminuzion significativa dl valor rcuprabil poiché è anch probabil ch i flussi finanziari futuri aumntino (pr s. in alcuni casi, un'ntità può anch ssr in grado di dimostrar di potr modificar i propri ricavi pr compnsar vntuali aumnti di tassi di mrcato); oppur (ii) è improbabil ch il calo nl valor rcuprabil comporti una rilvant prdita pr riduzion durvol di valor. 17. S sist una indicazion ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor, qusto può indicar ch la vita util rsidua, il critrio di ammortamnto (svalutazion) o il valor rsiduo dll'attività ncssitano di ssr riconsidrati rttificati scondo l disposizioni contnut nl Principio contabil intrnazional applicabil a tal attività, anch s non è rilvata alcuna prdita pr riduzion durvol di valor dlla stssa. DETERMINAZIONE DEL VALORE RECUPERABILE 18. Il prsnt Principio dfinisc il valor rcuprabil com il maggior tra il fair valu (valor quo) di un'attività o di un'unita gnratric di flussi finanziari ddotti i costi di vndita il proprio valor d'uso. I paragrafi contngono l disposizioni pr la dtrminazion dl valor

9 rcuprabil. Qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività com a un'unità gnratric di flussi finanziari. 19. Non è smpr ncssario dtrminar sia il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita ch il suo valor d'uso. S uno di du valori risulta suprior al valor contabil, l'attività non ha subito una riduzion durvol di valor non è ncssario stimar l'altro importo. 20. Può ssr possibil dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita, anch s un'attività non è commrcializzata in un mrcato attivo. Tuttavia, alcun volt non sarà possibil dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita poiché non sist alcun critrio pr ffttuar una stima attndibil dll'importo ottnibil dalla vndita dll'attività in una contrattazion tra parti consapvoli disponibili. In qusto caso, l'ntità può utilizzar il valor d'uso dll'attività com valor rcuprabil. 21. S non vi è ragion di crdr ch il valor d'uso di un'attività supri significativamnt il suo fair valu (valor quo) mno i costi di vndita, il fair valu (valor quo) dll'attività mno i costi di vndita possono ssr utilizzati com valor rcuprabil. Qusto capitrà spsso quando un'attività è dstinata alla vndita. Ciò dipnd dal fatto ch il valor d'uso di un bn dstinato alla vndita è dato principalmnt dagli incassi ntti drivanti dalla dismission, considrato ch è probabil ch i flussi finanziari futuri drivanti dall'uso continuativo dll'attività sino alla vndita siano irrilvanti. 22. Il valor rcuprabil vin calcolato con rifrimnto a una singola attività, salvo ch ssa non sia in grado di gnrar flussi finanziari in ntrata ch sono largamnt indipndnti da qulli drivanti da altr attività o gruppi di attività. S qusto è il caso, il valor rcuprabil vin rifrito all'unita gnratric di flussi finanziari alla qual l'attività appartin (vdr paragrafi ), a mno ch: (a) il fair valu (valor quo) dll'attività ddotti i costi di vndita sia suprior al valor contabil; o (b) il valor d'uso dll'attività può ssr stimato prossimo al suo fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita d è possibil dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita. 23. In alcun circostanz, stim, mdi sistmi smplificati di calcolo possono fornir ragionvoli approssimazioni di calcoli dttagliati sposti nl prsnt Principio pr dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita o il valor d'uso. Dtrminazion dl valor rcuprabil di un'attività immatrial con vita util indfinita 24. Il paragrafo 10 dispon ch una attività immatrial con vita util indfinita sia vrificata annualmnt pr riduzion durvol di valor confrontando il valor contabil con il valor rcuprabil, a prscindr s sistano o mno indicazioni ch possa avr subito una riduzion durvol di valor. Tuttavia, il calcolo dttagliato più rcnt dl valor rcuprabil di tal attività fatto in un priodo prcdnt può ssr utilizzato nlla vrifica sulla riduzion durvol di valor pr qull'attività nll'srcizio in corso, a condizion ch tutti i sgunti critri siano soddisfatti: (a) s l'attività immatrial non gnra flussi finanziari in ntrata drivanti dall'uso continuativo ch sono largamnt indipndnti da qulli di altr attività o gruppi di attività d è quindi vrificata pr riduzion durvol di valor com part di un'unità gnratric di flussi finanziari cui appartin, l attività l passività ch compongono qull'unità non sono variat significativamnt dal più rcnt calcolo dl valor rcuprabil;

10 (b) il più rcnt calcolo dl valor rcuprabil risultato un valor ch ha suprato il valor contabil dll'attività di un sostanzial margin; (c) sulla bas di un'analisi di fatti intrvnuti dll circostanz modificatsi dal tmpo dl più rcnt calcolo dl valor rcuprabil, la probabilità ch una nuova dtrminazion dl valor rcuprabil sia infrior al suo valor contabil è rmota. Fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita 25. La miglior vidnza dl fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita è il przzo pattuito in un accordo vincolant di vndita stabilito in una oprazion tra controparti indipndnti rttificato di costi marginali ch sarbbro dirttamnt attribuibili alla dismission dl bn. 26. S non c' alcun accordo vincolant di vndita, ma un'attività è commrcializzata in un mrcato attivo, il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita corrispond al przzo di mrcato dll'attività ddotti i costi di dismission. Il przzo di mrcato corrtto è solitamnt il przzo corrnt dll'offrta. Quando non sono disponibili i przzi corrnti d'offrta, il przzo dll'oprazion più rcnt può fornir un critrio con il qual potr stimar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita, purché non siano intrvnuti significativi cambiamnti nl contsto conomico tra la data dll'oprazion qulla in cui la stima è ffttuata. 27. S non sist alcun accordo vincolant di vndita né alcun mrcato attivo pr un'attività, il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita è dtrminato in bas all migliori informazioni disponibili pr riflttr l'ammontar ch l'ntità potrbb ottnr, alla data di rifrimnto dl bilancio, dalla dismission dll'attività in una libra transazion tra parti consapvoli disponibili, dopo ch i costi di dismission siano stati ddotti. Nl dtrminar qusto ammontar, l'ntità considra il risultato di rcnti transazioni pr attività similari ffttuat all'intrno dllo stsso sttor industrial. Il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita non rifltt una vndita forzata, a mno ch la dirzion azindal sia costrtta a vndr immdiatamnt. 28. I costi di dismission, divrsi da qulli già rilvati com passività, sono ddotti ai fini dlla dtrminazion dl fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita. Esmpi di tali costi sono l sps lgali, l'imposta di bollo altr simili impost connss alla transazion, i costi di rimozion dll'attività, i costi incrmntali dirtti ncssari pr rndr un'attività pronta alla vndita. Tuttavia, i bnfici dovuti ai dipndnti pr la cssazion dl rapporto di lavoro (com dfiniti nllo IAS 19 Bnfici pr i dipndnti) i costi associati alla riduzion o alla riorganizzazion dll'azinda succssivi alla dismission di un'attività non sono costi incrmntali dirtti pr la dismission dlla stssa. 29. Talvolta, la dismission di un'attività richid ch il comprator dbba assumrsi contstualmnt all'attività anch una passività d è disponibil solo un fair valu (valor quo) mno i costi di vndita complssivo pr l'attività pr la passività. Il paragrafo 78 illustra com comportarsi in tali circostanz. Valor d'uso 30. I sgunti lmnti dvono ssr riflssi nl calcolo dl valor d'uso di un'attività: (a) una stima di flussi finanziari futuri ch l'ntità prvd drivino dall'attività; (b) aspttativ in mrito a possibili variazioni dl valor o di tmpi di tali flussi finanziari;

11 (c) il valor tmporal dl dnaro, rapprsntato dal tasso corrnt di intrss privo di rischio di mrcato; (d) il przzo di assumrsi l'incrtzza implicita nll'attività; () altri fattori, quali la mancanza di liquidità, ch coloro ch partcipano al mrcato riflttrbbro ni przzi di flussi finanziari futuri ch l'ntità si asptta di ottnr dall'attività. 31. La stima dl valor d'uso di un'attività comporta l sgunti oprazioni: (a) stimar i flussi finanziari futuri in ntrata in uscita ch drivranno dall'uso continuativo dll'attività dalla sua dismission final; (b) applicar il tasso di attualizzazion appropriato a qui flussi finanziari futuri. 32. Gli lmnti idntificati nl paragrafo 30(b), (d) () possono ssr riflssi com rttifich di flussi finanziari futuri o com rttifich al tasso di sconto. Qualsiasi approccio adotti un'ntità pr riflttr l aspttativ sull possibili variazioni dl valor o di tmpi di flussi finanziari futuri, il risultato dv riflttr il valor attual attso di futuri flussi finanziari, ossia la mdia pondrata di tutti i risultati possibili. L'appndic A fornisc una guida aggiuntiva sull'uso dll tcnich dl valor attual nlla dtrminazion dl valor d'uso dll'attività. Critri di stima di flussi finanziari futuri 33. Nlla valutazion dl valor d'uso un'ntità dv: (a) basar l proizioni di flussi finanziari su prsupposti ragionvoli sostnibili in grado di rapprsntar la miglior stima ffttuabil da part dlla dirzion azindal di una sri di condizioni conomich ch sistranno lungo la rstant vita util dll'attività. Maggior pso dv ssr dato all vidnz provninti dall'strno. (b) basar l proizioni di flussi finanziari sul più rcnt budgt/prvision approvato dalla dirzion azindal, ma dv scludr vntuali flussi finanziari in ntrata o in uscita futuri ch si stima drivino da futur ristrutturazioni o miglioramnti o ottimizzazioni dll'andamnto dll'attività. L proizioni fondat su qusti budgt/prvisioni dvono coprir un priodo massimo di cinqu anni, a mno ch un arco tmporal suprior possa ssr giustificato. (c) stimar l proizioni di flussi finanziari supriori al priodo coprto dai più rcnti budgt/prvisioni tramit strapolazion dll proizioni fondat su budgt/prvisioni facndo uso pr gli anni succssivi di un tasso di crscita stabil in diminuzion, a mno ch un tasso crscnt possa ssr giustificato. Qusto tasso di crscita non dv ccdr il tasso mdio di crscita a lungo trmin dlla produzion, di sttori industriali, dl Pas o di Pasi in cui l'ntità opra, o di mrcati ni quali il bn utilizzato è insrito, salvo ch un tasso suprior possa ssr giustificato. 34. La dirzion azindal valuta la ragionvolzza dll ipotsi su cui l prsnti proizioni di flussi finanziari si basano saminando l caus dll diffrnz tra l proizioni di flussi

12 finanziari passati i flussi finanziari prsnti. La dirzion azindal dv assicurar ch l ipotsi su cui si basano l attuali proizioni di flussi finanziari siano cornti con i risultati ffttivi passati, a condizion ch gli fftti dgli vnti succssivi o di circostanz ch non sistvano quando tali flussi finanziari attuali rano gnrati lo rndano appropriato. 35. Budgt/prvisioni dttagliat, splicit attndibili di flussi finanziari futuri pr archi tmporali supriori ai cinqu anni non sono gnralmnt disponibili. Pr qusto motivo, l stim di flussi finanziari futuri ffttuat dalla dirzion azindal sono fondat sui più rcnti budgt/prvisioni pr un priodo massimo di cinqu anni. La dirzion azindal può far uso di proizioni di flussi finanziari fondati su budgt/prvisioni pr un priodo suprior ai cinqu anni s è fiduciosa ch tali proizioni siano attndibili s può dimostrar la propria abilità, fondata sull passat sprinz, nl prvdr accuratamnt flussi finanziari pr un priodo più lungo. 36. L proizioni di flussi finanziari sino alla fin dlla vita util di un'attività sono stimat tramit l'strapolazion di proizioni di flussi finanziari basati su budgt/prvisioni utilizzando un tasso di crscita pr gli anni succssivi. Qusto tasso è stabil o in diminuzion, a mno ch una crscita dl tasso sia cornt con informazioni oggttiv di crscita in mrito a modlli di cicli di vita di un prodotto o di un sttor azindal. S appropriato, il tasso di crscita è zro o ngativo. 37. Quando l condizioni sono favorvoli, è probabil ch altri concorrnti ntrino nl mrcato ch riducano i tassi di crscita. Prciò, l ntità avranno difficoltà nl lungo priodo (pr smpio, vnti anni) a suprar il tasso mdio di crscita a lungo trmin dlla produzion, di sttori industriali, dl Pas o di Pasi in cui l'ntità è oprativa, o dl mrcato nl qual l'attività è insrita. 38. Nl far uso di informazioni contnut in budgt/prvisioni, l'ntità valuta s l'informazion si basa su prsupposti ragionvoli dimostrabili d sprim la miglior stima ffttuata dalla dirzion azindal sull'insim dll condizioni conomich ch sistranno pr la rstant vita util dll'attività. Composizion dll stim di flussi finanziari futuri 39. L stim di flussi finanziari futuri dvono includr: (a) l proizioni di flussi finanziari in ntrata drivanti dall'uso continuativo dll'attività; (b) l proizioni di flussi finanziari in uscita ch si vrificano ncssariamnt pr gnrar flussi finanziari in ntrata dall'uso continuativo dll'attività (inclusi i flussi finanziari in uscita pr rndr l'attività utilizzabil) ch possono ssr dirttamnt attribuiti o ripartiti all'attività in bas a un critrio ragionvol cornt; (c) i flussi finanziari ntti, qualora sistano, ch saranno ricvuti (o pagati) pr la dismission dll'attività alla fin dlla sua vita util. 40. L stim di flussi finanziari futuri il tasso di attualizzazion riflttono prsupposti cornti in mrito agli aumnti di przzi imputabili all'inflazion gnral. Prciò, s il tasso di attualizzazion includ l'fftto dgli aumnti di przzi imputabili all'inflazion gnral, i flussi finanziari futuri sono stimati al loro valor nominal. S il tasso di attualizzazion sclud l'fftto dgli aumnti di przzi imputabili all'inflazion gnral, i flussi finanziari futuri sono stimati al loro valor ral (ma includono spcifici aumnti o diminuzioni di przzi futuri). 41. Sino al momnto in cui un'ntità sostin costi pr migliorar, sostituir una part o far una

13 manutnzion all'attività, l stim di flussi finanziari futuri non includono i flussi finanziari futuri in ntrata stimati ch si suppon drivino da tal costo (vdr Appndic A, Esmpio 6). (3) 42. Quando il valor contabil dll'attività non includ ancora tutti i flussi finanziari in uscita ch si manifstranno prima ch qusta sia pronta pr ssr usata o vnduta, la stima di flussi finanziari futuri in uscita includ una stima di qualsiasi altro flusso finanziario in uscita ch si suppon si vrifichi prima ch l'attività sia pronta pr l'uso o pr la vndita. Pr smpio, qusto è il caso di un dificio in costruzion o di un progtto di sviluppo ch non è ancora compltato. 42. L stim di flussi finanziari futuri includono i costi ncssari pr la manutnzion ricorrnt dll'attività. (3) 44. I flussi finanziari futuri dll attività dvono ssr stimati facndo rifrimnto all condizioni corrnti. L stim di flussi finanziari futuri non dvono includr flussi finanziari futuri stimati in ntrata o in uscita ch si suppon dbbano drivar da: (a) una ristrutturazion futura pr la qual l'ntità non è ancora impgnata; o (b) dal miglioramnto o ottimizzazion dll'andamnto dll'attività. 45. Poiché i flussi finanziari futuri dll'attività sono stimati in funzion dlla sua condizion corrnt, il valor d'uso non rifltt: (a) i flussi finanziari futuri in uscita, o i connssi risparmi di costo (pr smpio, l riduzioni sui costi dl prsonal) o i bnfici ch si suppon drivranno da una futura ristrutturazion pr la qual l'ntità non è ancora impgnata; o (b) i flussi finanziari in uscita ch migliorranno o ottimizzranno l'andamnto dll'attività o i connssi flussi finanziari ch si prvd drivranno da tali flussi finanziari in uscita. 46. Una ristrutturazion è un programma pianificato controllato dalla dirzion azindal ch modifica in manira rilvant l'oggtto dll'attività intraprsa da un'ntità o il modo in cui l'attività condotta. Lo IAS 37 Accantonamnti, passività attività potnziali fornisc una guida ch aiuta a chiarir quando l'ntità si è impgnata in una ristrutturazion. 47. Quando l'ntità si impgna in una ristrutturazion, è probabil ch alcun attività siano intrssat da qusta ristrutturazion. Una volta ch l'ntità si è impgnata nlla ristrutturazion: (a) l stim di flussi finanziari futuri in ntrata in uscita al fin di dtrminar il valor d'uso riflttono i tagli sui costi gli altri bnfici drivanti dalla ristrutturazion (in funzion dl più rcnt budgt/prvision approvati dalla dirzion azindal); (b) l stim di flussi finanziari in uscita pr la ristrutturazion sono inclusi in un accantonamnto pr sps di ristrutturazion scondo quanto prvisto dallo IAS 37.

14 L'smpio illustrativo 5 illustra l'incidnza ch può avr una futura ristrutturazion sul calcolo dl valor d'uso. 48. Fino a ch un'ntità sostin flussi finanziari in uscita ch migliorano o ottimizzano l'andamnto dll'attività, l stim di flussi futuri non includono l stim di futuri flussi finanziari in ntrata ch si prvd drivino dall'aumnto di bnfici conomici associati ai flussi finanziari in uscita (vdr Esmpio illustrativo 6). 49. L stim di flussi finanziari futuri includono i flussi finanziari in uscita ncssari a mantnr il livllo di bnfici conomici ch si prvd drivino dall'attività nlla sua condizion corrnt. Quando un'unita gnratric di flussi finanziari si compon di attività con divrs vit utili stimat, ch sono tutt ssnziali pr il continuo funzionamnto dll'unita, la sostituzion dll attività avnti vit più brvi considrata part dlla manutnzion ordinaria dll'unità nllo stimar i futuri flussi finanziari associati all'unità. Similarmnt quando un'attività singola consist di componnti con divrs vit utili stimat, la sostituzion di componnti avnti vit utili più brvi è considrata part dlla manutnzion ricorrnt dll'attività nllo stimar i futuri flussi finanziari gnrati dall'attività. 50. L stim di flussi finanziari futuri non dvono includr: (a) i flussi finanziari in ntrata o in uscita drivanti da attività di finanziamnto; o (b) pagamnti o rimborsi d'imposta. 51. I flussi finanziari attsi futuri riflttono prsupposti ch sono cornti con il critrio con cui il tasso di attualizzazion è dtrminato. Altrimnti, gli fftti connssi ad alcuni prsupposti potrbbro ssr calcolati du volt oppur ignorati. Poiché il valor tmporal dl dnaro è considrato nll'attualizzazion di flussi finanziari futuri stimati, qusti flussi finanziari scludono i flussi finanziari in ntrata o in uscita drivanti da attività di finanziamnto. Analogamnt, poiché il tasso di attualizzazion è dtrminato al lordo dll impost, anch i flussi finanziari futuri sono stimati al lordo dgli fftti fiscali. 52. La stima di flussi finanziari ntti incassabili (o pagabili) pr la dismission di un'attività alla fin dlla sua vita util è rapprsntata dall'ammontar ch l'ntità si asptta di ottnr dalla dismission dll'attività in una libra transazion tra parti consapvoli disponibili, dopo avr ddotto i costi stimati di dismission. 53. La stima di flussi finanziari ntti ch saranno ricvuti (o pagati) pr la dismission di un'attività alla fin dlla sua vita util è dtrminata in modo similar al fair valu (valor quo) mno i costi di vndita, con la diffrnza ch, nlla stima di flussi finanziari ntti: (a) l'ntità usa i przzi in vigor alla data dlla stima pr attività similari ch hanno compltato il proprio ciclo di vita util ch sono stat utilizzat in condizioni similari a qull in cui l'attività sarà usata. (b) l'ntità rttifica qusti przzi pr fftto sia di aumnti futuri di przzi dovuti all'inflazion gnral ch di spcifici aumnti o diminuzioni. Tuttavia, s l stim di futuri flussi finanziari drivanti dall'uso continuativo dll'attività il tasso di attualizzazion scludono l'fftto dll'inflazion gnral, l'ntità sclud anch qusto fftto dalla stima di flussi finanziari ntti rlativi alla dismission. Flussi finanziari futuri in valuta stra

15 54. I flussi finanziari futuri sono stimati nlla valuta nlla qual ssi saranno gnrati, quindi, attualizzati facndo uso di un tasso appropriato a qulla stssa valuta. L'ntità traduc il valor attual utilizzando il tasso di cambio a pronti alla data dl calcolo dl valor d'uso. Tasso di attualizzazion 55. Il(i) tasso(i) di sconto dv(ono) ssr il(i) tasso(i) al lordo dll impost ch rifltta(ano) l valutazioni corrnti di mrcato: (a) dl valor tmporal dl dnaro; (b) d i rischi spcifici dll'attività pr i quali l stim di flussi finanziari futuri non sono stat rttificat. 56. Un tasso ch rifltt l valutazioni corrnti dl mrcato dl valor tmporal dl dnaro di rischi spcifici dll'attività corrispond al rndimnto ch gli invstitori richidrbbro s si trovassro nlla situazion di dovr scglir un invstimnto ch gnrass flussi finanziari di importi, tmpistica rischio quivalnti a qulli ch l'ntità si asptta ch drivino dall'attività in oggtto. Qusto tasso è stimato attravrso il tasso implicito utilizzato pr attività similari nll contrattazioni corrntmnt prsnti nl mrcato o attravrso il costo mdio pondrato dl capital di un'ntità quotata ch ha una singola attività (o un portafoglio di attività) similar all'attività considrata in trmini di srvizio rischi. Tuttavia, il(i) tasso(i) di sconto utilizzato(i) pr valutar il valor d'uso di un'attività non rifltt(ono) i rischi pr i quali l stim di flussi finanziari futuri sono stati rttificat. Altrimnti, gli fftti connssi ad alcuni prsupposti potrbbro ssr calcolati du volt. 57. Quando il tasso di un'attività spcifica non è rpribil dirttamnt dal mrcato, l'ntità fa uso di altr tcnich pr stimarn il tasso di attualizzazion. L'Appndic A fornisc una guida aggiuntiva sulla stima dl tasso di sconto in tali circostanz. RILEVAZIONE E DETERMINAZIONE DI UNA PERDITA PER RIDUZIONE DUREVOLE DI VALORE 58. I paragrafi dal 59 al 64 contngono l disposizioni di rilvazion dtrminazion dll prdit pr riduzion durvol di valor di una singola attività divrsa dall'avviamnto. La rilvazion la dtrminazion di prdit pr riduzion durvol di valor pr l unità gnratrici di flussi finanziari l'avviamnto sono trattat ni paragrafi Una prdita pr riduzion di valor dv ssr immdiatamnt rilvata com un costo nl conto conomico, a mno ch l'attività non sia iscritta al proprio valor rivalutato scondo quanto prvisto da un altro Principio (pr smpio, scondo quanto prvisto dal modllo di ridtrminazion dl valor dllo IAS 16 Immobili, impianti macchinari). Qualsiasi prdita pr riduzion di valor di un'attività rivalutata dv ssr trattata com una diminuzion dlla rivalutazion scondo qull'altro Principio. (3) 60. Una prdita pr riduzion durvol di valor dv ssr immdiatamnt rilvata nl conto conomico, a mno ch l'attività non sia iscritta al proprio valor rivalutato scondo quanto prvisto da un altro Principio (pr smpio, scondo quanto prvisto dal modllo dlla ridtrminazion dl valor dllo IAS 16, Immobili, impianti macchinari). Qualsiasi prdita pr riduzion durvol di valor di un'attività rivalutata dv ssr trattata com una diminuzion dlla rivalutazion scondo quanto prvisto da qul Principio.

16 61. Una prdita pr riduzion durvol di valor su un'attività non rivalutata è rilvata nl conto conomico. Tuttavia, una prdita pr riduzion durvol di valor su un'attività rivalutata è rilvata dirttamnt a riduzion dlla risrva di rivalutazion dll'attività a mno ch la prdita pr riduzion durvol di valor non supri l'ammontar dlla risrva di rivalutazion pr qulla stssa attività. 62. Quando la prdita pr riduzion durvol di valor è stimata pr un importo suprior al valor contabil dll'attività cui si rifrisc, l'ntità dv rilvar una passività s, solo s, ciò è richisto da un altro Principio. 63. Dopo ch la prdita pr riduzion di valor è stata rilvata, la quota di ammortamnto (svalutazion) dll'attività dv ssr rttificata ngli srcizi futuri pr potr ripartir il nuovo valor contabil dll'attività, dtratto il suo valor rsiduo (qualora sista), sistmaticamnt lungo la sua rstant vita util. 64. S è rilvata una prdita pr riduzion durvol di valor, qualsiasi connssa attività o passività fiscal diffrita rilvata scondo quanto prvisto dallo IAS 12 Impost sul rddito attravrso la comparazion tra il valor contabil rttificato dll'attività il suo valor ai fini fiscali (vdr Esmpio illustrativo 3). UNITA' GENERATRICI DI FLUSSI FINANZIARI E AVVIAMENTO 65. I paragrafi contngono l disposizioni pr idntificar l'unità gnratric di flussi finanziari cui un'attività appartin, pr dtrminar il valor contabil rilvar l prdit pr riduzion durvol di valor dll'unità gnratric di flussi finanziari l'avviamnto. Idntificazion dll'unità gnratric di flussi finanziari alla qual un'attività appartin 66. S sist un'indicazion ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor, dv ssr stimato il valor rcuprabil dlla singola attività. S non è possibil stimar il valor rcuprabil dlla singola attività, l'ntità dv dtrminar il valor rcuprabil dll'unita gnratric di flussi finanziari alla qual l'attività appartin (unità gnratric di flussi finanziari dll'attività). 67. Il valor rcuprabil di una singola attività non può ssr dtrminato s: (a) il valor d'uso dll'attività non è stimato ssr prossimo al proprio fair valu (valor quo) mno i costi di vndita (pr smpio, quando non è possibil stimar ch i flussi finanziari futuri drivanti dall'uso prmannt dll'attività siano irrilvanti); (b) l'attività non gnra flussi finanziari in ntrata ampiamnt indipndnti da qulli drivanti da altr attività. In tali circostanz, il valor d'uso è, consguntmnt, il valor rcuprabil, possono ssr dtrminati solo con rifrimnto all'unità gnratric di flussi finanziari dll'attività. Esmpio Un'ntità minraria possid una frrovia privata pr agvolar la propria attività strattiva. La frrovia privata può ssr vnduta solo al valor di rottam non gnra flussi finanziari in ntrata ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti dall

17 altr attività strattiv. Non è possibil stimar il valor rcuprabil dlla frrovia privata prché il suo valor d'uso non può ssr dtrminato d è probabilmnt diffrnt dal valor rcuprabil. Prciò, l'ntità stima il valor rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari cui la frrovia privata appartin, ossia con la minira nl suo insim. 68. Com dfinito nl paragrafo 6, l'unità gnratric di flussi finanziari di un'attività è il più piccolo gruppo di attività ch comprnd l'attività ch gnra flussi finanziari in ntrata ch sono ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti dall altr attività o gruppi di attività. L'idntificazion di un'unità gnratric di flussi finanziari di un'attività implica un giudizio soggttivo. S il valor rcuprabil di una singola attività non può ssr dtrminato, l'ntità idntifica la più piccola aggrgazion di attività ch gnra flussi finanziari in ntrata largamnt indipndnti. Esmpio Una socità di autobus fornisc pr contratto srvizi a un Comun, ch richid un srvizio minimo su ciascuno di cinqu distinti prcorsi. L attività impigat in ciascun prcorso i flussi finanziari drivanti da ciascun prcorso possono ssr idntificati sparatamnt. Uno di qusti prcorsi opra con una significativa prdita. Poiché l'ntità non ha la facoltà di chiudr uno qualsiasi di prcorsi dgli autobus, il livllo più basso di flussi finanziari in ntrata idntificabili, ch sono ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti dall altr attività o gruppi di attività, è il flusso finanziario in ntrata gnrato dai cinqu prcorsi insim. L'unità gnratric di flussi finanziari pr ciascun prcorso la socità di autobus nl suo insim. 69. I flussi finanziari in ntrata sono flussi in ntrata di liquidità di attività quivalnti ricvut da parti strn all'ntità. Nll'idntificar s i flussi finanziari in ntrata drivanti da un'attività (o da un gruppo di attività) siano ampiamnt indipndnti da qulli drivanti da altr attività, l'ntità considra divrsi fattori, fra i quali il modo in cui la dirzion azindal controlla l'opratività dll'ntità (pr smpio, pr lin di prodotto, sttori azindali, dislocazioni azindali, ar distrttuali o rgionali) o com la dirzion azindal prnd dcisioni in mrito a mantnr oprativi o far cssar i bni l attività dll'ntità. L'smpio illustrativo 1 fornisc un smpio di idntificazion di unità gnratrici di flussi finanziari. 70. S sist un mrcato attivo pr il prodotto di un'attività o di un gruppo di attività, tal attività o gruppo di attività dv ssr idntificato com un'unità gnratric di flussi finanziari, anch s alcuni o tutti i prodotti sono usati intrnamnt. S i flussi finanziari gnrati da una qualsiasi dll attività o unità gnratric di flussi finanziari sono influnzati da przzi di trasfrimnto intrno, un'ntità dv utilizzar la miglior stima dlla dirzion azindal pr il/i przzo/i futuro/i ch potrbb(ro) ssr ottnuto(i) in libr transazioni nllo stimar: (a) i futuri flussi finanziari in ntrata utilizzati pr dtrminar il valor d'uso dll'attività o dll'unità gnratric di flussi finanziari; (b) i futuri flussi finanziari in uscita utilizzati pr dtrminar il valor d'uso di ogni altra attività o unità gnratric di flussi finanziari ch sono influnzati da przzi di

18 trasfrimnto intrno. 71. Anch s part o tutto il prodotto di un'attività o di un gruppo di attività usato da altr unità appartnnti all'ntità ch rdig il bilancio (pr smpio, prodotti a uno stadio intrmdio dl procsso di produzion), qusta attività o gruppi di attività formano un'unità gnratric di flussi finanziari distinta s l'ntità può vndr qusto prodotto in un mrcato attivo. Qusto prché l'attività o il gruppo di attività può gnrar flussi finanziari in ntrata ch sarbbro, in qusta circostanza, ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti da altr attività o altri gruppi di attività. Nll'utilizzar l informazioni basat su budgt/prvisioni ch fanno rifrimnto a tal unità gnratric di flussi finanziari, o a un'vntual altra attività o unità gnratric di flussi finanziari influnzata da przzi di trasfrimnto intrno, un'ntità rttifica qusta informazion s i przzi di trasfrimnto intrno non riflttono la miglior stima dlla dirzion azindal di przzi futuri ch potrbbro ssr ottnuti in libr transazioni. 72. L unità gnratrici di flussi finanziari dlla stssa attività o dll stss tipologi di attività dvono ssr idntificat con critri uniformi da srcizio a srcizio, a mno ch il cambiamnto possa ssr giustificato. 73. S l'ntità ritin ch un'attività appartin a un'unità gnratric di flussi finanziari divrsa risptto a qulla di prcdnti srcizi, o ch l tipologi di attività aggrgat dll'unità gnratric di flussi finanziari dll'attività sono cambiat, il paragrafo 130 richid ch dbbano ssr fornit informazioni intgrativ sull unità gnratrici di flussi finanziari, s una prdita pr riduzion durvol di valor vin rilvata o stornata pr l'unità gnratric di flussi finanziari. Valor rcuprabil valor contabil di un'unità gnratric di flussi finanziari 74. Il valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari è il maggior tra il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita il valor d'uso dlla stssa. Pr la dtrminazion dl valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari, qualsiasi rifrimnto contnuto ni paragrafi a "un'attività" è ltto com rifrimnto a "un'unità gnratric di flussi finanziari". 75. Il valor contabil di un'unità gnratric di flussi finanziari dv ssr dtrminato in manira cornt con il critrio con cui è dtrminato il valor rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari. 76. Il valor contabil di un'unità gnratric di flussi finanziari: (a) includ il valor contabil dll sol attività ch possono ssr attribuit dirttamnt, o ripartit scondo un critrio ragionvol uniform, all'unità gnratric di flussi finanziari ch gnrranno flussi finanziari futuri in ntrata utilizzati nl dtrminar il valor d'uso dll'unità gnratric di flussi finanziari; (b) non includ il valor contabil di una qualunqu passività rilvata, a mno ch il valor rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari non possa ssr dtrminato snza tnr conto di qusta passività. Ciò è dovuto al fatto ch il fair valu (valor quo) mno i costi di vndita il valor d'uso di un'unità gnratric di flussi finanziari sono dtrminati scludndo i flussi finanziari rlativi ad attività ch non sono part dll'unità gnratric di flussi finanziari d a passività ch sono stat rilvat (vdr paragrafi 28 43). 77. Quando l attività sono raggruppat pr valutarn la loro ricuprabilità, è important

19 includr nll'unità gnratric di flussi finanziari tutt l attività ch gnrano o sono usat pr gnrar flussi finanziari in ntrata. Altrimnti, l'unità gnratric di flussi finanziari può smbrar totalmnt rcuprabil quando in raltà si è vrificata una prdita pr riduzion durvol di valor. In alcun circostanz, sbbn alcun attività contribuiscano alla formazion di futuri flussi finanziari attsi di un'unità gnratric di flussi finanziari, qust non possono ssr imputat all'unità gnratric di flussi finanziari in bas a un critrio ragionvol uniform. Qusto potrbb ssr il caso dll'avviamnto o dll attività socitari quali, pr smpio, l attività dlla sd. I paragrafi spigano com trattar qust attività nlla vrifica di una riduzion durvol di valor di un'unità gnratric di flussi finanziari. 78. Può ssr ncssario tnr conto di alcun passività già rilvat al fin di misurar il valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari. Ciò si può vrificar s la dismission di un'unità gnratric di flussi finanziari richid ch il comprator si accolli una passività. In tal circostanza, il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita (o il flusso finanziario stimato drivant dalla dismission final) dll'unità gnratric di flussi finanziari quival al przzo ntto di vndita stimato dll attività dll'unità gnratric di flussi finanziari dlla passività nl loro insim, dtratti i costi di dismission. Pr ffttuar una comparazion ch abbia snso tra valor contabil dll'unità gnratric di flussi valor rcuprabil, il valor contabil dlla passività è dtratto sia nlla dtrminazion dl valor d'uso sia dl valor contabil dll'unità gnratric di flussi finanziari. Esmpio Una socità gstisc una minira in un Pas in cui la normativa richid ch il propritario ripristini il sito una volta conclusa la propria attività strattiva. Il costo di tal oprazion comprnd la rimozion dllo strato in suprfici prima ch l'attività strattiva cominci. Un accantonamnto pr i costi di rimozion dllo strato in suprfici è stato rilvato non appna lo stsso è stato rimosso. L'ammontar prvisto è stato rilvato com part dl costo dlla minira ammortizzato lungo il corso dlla vita util dlla minira. Il valor contabil dll'accantonamnto pr i costi di bonifica pari a CU500 [*], ch quival al valor attual di costi di bonifica. L'ntità sta vrificando s la minira ha subito una riduzion durvol di valor. L'unità gnratric di flussi finanziari dlla minira è la minira nl suo insim. L'ntità ha ricvuto divrs offrt di acquisto dlla minira a un przzo di circa CU800. Qusto przzo rifltt il fatto ch l'acquirnt si accollrà l'obbligo di ripristinar lo strato in suprfici. I costi di dismission dlla minira sono irrilvanti. Il valor d'uso dlla minira è valutato approssimativamnt in CU1 200, sclusi i costi di ripristino (ristorazion). Il valor contabil dlla minira è di CU Il fair valu (valor quo) dll'unità gnratric di flussi finanziari mno i costi di vndita è pari a CU800. Tal importo è comprnsivo di costi di ripristino (o ristorazion) già accantonati. Com consgunza, il valor d'uso dll'unità gnratric è calcolato dopo la valutazion di costi di ristorazion d stimato pari a CU700 (CU1.200 mno CU500). Il valor contabil dll'unità gnratric di flussi finanziari è CU500, ch è il risultato dl valor contabil dlla minira (CU1 000) mno il valor contabil dll'accantonamnto pr i costi di ripristino (ristorazion) (CU500). Quindi l'importo rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari supra il suo valor contabil. [*] Nl prsnt Principio, gli importi montari sono dnominati "currncy units" (unità di monta) (CU).

20 79. Pr motivi pratici, il valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari è talvolta dtrminato dopo avr tnuto conto anch di attività ch non fanno part dll'unità gnratric di flussi finanziari (pr smpio, crditi o altr attività finanziari) o passività ch sono stat rilvat (pr smpio, dbiti, indnnità altri accantonamnti). In tali circostanz, il valor contabil dll'unità gnratric di flussi finanziari è aumntato diminuito rispttivamnt dl valor contabil di tali attività passività. Avviamnto Allocazion dll'avviamnto all unità gnratrici di flussi finanziari 80. Al fin dlla vrifica pr riduzion durvol di valor, l'avviamnto acquisito in un'aggrgazion azindal dv, dalla data di acquisizion, ssr allocato a ogni unità gnratric di flussi finanziari dll'acquirnt, o gruppi di unità gnratrici di flussi finanziari, ch si prvd bnficino dall sinrgi dlla aggrgazion, a prscindr dal fatto ch altr attività o passività dll'imprsa acquisita siano assgnat a tali unità o gruppi di unità. Ogni unità o gruppo di unità a cui l'avviamnto è così allocato dv: (a) rapprsntar il livllo minimo all'intrno dll'ntità a cui l'avviamnto è monitorato ai fini dl controllo di gstion intrno; (b) non ssr maggior di un sttor basato sullo schma di prsntazion primario o scondario dll'ntità dtrminato scondo quanto prvisto dallo IAS 14 Informativa di sttor. 81. L'avviamnto acquisito in un'aggrgazion azindal rapprsnta un pagamnto ffttuato da un acquirnt in anticipo pr di futuri bnfici conomici drivanti da attività ch non possono ssr idntificat individualmnt rilvat sparatamnt. L'avviamnto non gnra flussi finanziari indipndntmnt da altr attività o gruppi di attività spsso contribuisc ai flussi finanziari di una moltplicità di unità gnratrici di flussi finanziari. L'avviamnto a volt non può ssr allocato scondo un critrio non arbitrario a singol unità gnratrici di flussi finanziari, ma soltanto a gruppi di unità gnratrici di flussi finanziari. N driva ch il più basso livllo all'intrno dll'ntità nl qual l'avviamnto è monitorato a fini dl controllo di gstion intrno comprnd a volt un numro di unità gnratrici di flussi finanziari cui l'avviamnto fa rifrimnto, ma all quali non può ssr allocato. I rifrimnti di paragrafi a un'unità gnratric di flussi finanziari all quali l'avviamnto è allocato dovrbbro ssr ltti com rifrimnti anch a un gruppo di unità gnratrici di flussi finanziari a cui l'avviamnto è allocato. 82. L'applicazion dll disposizioni dl paragrafo 80 risulta nlla vrifica dll'avviamnto pr riduzion durvol di valor a un livllo ch rifltt il modo in cui un'ntità gstisc l propri oprazioni con cui l'avviamnto sarbb naturalmnt associato. Quindi, non è tipicamnt richisto sviluppar ultriori sistmi informativi. 83. Un'unità gnratric di flussi finanziari cui vin allocato l'avviamnto al fin di vrificar una riduzion durvol di valor può non coincidr con il livllo al qual l'avviamnto vin allocato scondo quanto prvisto dallo IAS 21 Gli fftti dll variazioni di cambi dll valut str pr dtrminar gli utili l prdit su cambi. Pr smpio, s lo IAS 21 richid a un'ntità di allocar l'avviamnto a livlli rlativamnt bassi pr valutar gli utili l prdit su cambi, non è richisto di vrificar l'avviamnto pr riduzion durvol di valor allo stsso livllo a mno ch a tal livllo si monitori anch l'avviamnto a fini dl controllo di gstion intrno.

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

I NUOVI OIC: LA DISCIPLINA DELLE IMMOBILIZZAZIONI

I NUOVI OIC: LA DISCIPLINA DELLE IMMOBILIZZAZIONI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI OIC: LA DISCIPLINA DELLE IMMOBILIZZAZIONI OIC 16: Immobilizzazioni materiali OIC 24: Immobilizzazioni immateriali OIC 9: Svalutazioni per perdite

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II

TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II TEMI SPECIALI DI BILANCIO MODULO II Lezione 6 IAS 19: Benefici per i dipendenti Marco Rossi Senior Manager Deloitte & Touche S.p.A. marrossi@deloitte.it Facoltà di Economia anno 2011 2012 24 aprile 2012

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 24.12.2013 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 352/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 1407/2013 DELLA COMMISSIONE del 18 dicembre 2013 relativo all applicazione degli articoli

Dettagli

IL NUOVO BILANCIO IAS: GLI ADEGUAMENTI PUMA2 (seconda versione)

IL NUOVO BILANCIO IAS: GLI ADEGUAMENTI PUMA2 (seconda versione) GRUPPO INTERBANCARIO PUMA2 IL NUOVO BILANCIO IAS: GLI ADEGUAMENTI PUMA2 (seconda versione) Roma, marzo 2006 BANCA D ITALIA Servizio Informazioni Sistema Creditizio INDICE PREMESSA 3 1. LE INFORMAZIONI

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS IAS-IFRS E NON PERFORMING LOANS Verona, 9 giugno 2006 I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS Andrea Lionzo Università degli Studi di Verona andrea.lionzo@univr.it 1 Indice 1. I fondamenti

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE Per "costo di esercizio del veicolo", è inteso l'insieme delle spese che l'automobilista sostiene per l'uso del veicolo, più le quote di ammortamento (quota capitale e quota

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

Partecipazioni e azioni proprie

Partecipazioni e azioni proprie OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Partecipazioni e azioni proprie Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008

Indice. Cariche Sociali. Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Indice Cariche Sociali Bilancio della Banca di Legnano dell'esercizio 2008 Consiglio di Amministrazione Presidente Corali Enrico ** Vice Presidenti Castelnuovo Emilio ** Martellini Maria ** Consiglieri

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

Immobilizzazioni immateriali

Immobilizzazioni immateriali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni immateriali Gennaio 2015 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value

I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE POSTE DI BILANCIO: una breve disamina sul fair value A cura Alessio D'Oca Premessa Nell ambito dei principi che orientano la valutazione del bilancio delle società uno dei

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group

Stefano M. Ceccacci Responsabile Group Tax Affairs Unicredit Group L'analisi dei profili fiscali, anche reputazionali, nell'ambito dei processi decisionali dell'impresa bancaria: dalla negoziazione e strutturazione alla delibera di comitato o di consiglio di amministrazione

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Direttive della CAV PP D 02/2013

Direttive della CAV PP D 02/2013 italiano Commissione di alta vigilanza della previdenza professionale CAV PP Direttive della CAV PP D 02/2013 Indicazione delle spese di amministrazione del patrimonio Edizione del: 23.04.2013 Ultima modifica:

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Crediti Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Le modificazioni del capitale nominale senza modificazione del patrimonio netto (seconda parte)

Le modificazioni del capitale nominale senza modificazione del patrimonio netto (seconda parte) CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO Studio n. 140-2011/I Le modificazioni del capitale nominale senza modificazione del patrimonio netto (seconda parte) Approvato dalla Commissione studi d impresa il 14

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA

ALLEGATO 4 ALTRI ENTI IN CONTABILITA' FINANZIARIA Prospetto di cui all'art. 8, comma 1,D.L. 66/2014 (enti in contabilità finanziaria) Bilancio di Previsione 2015 E I Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa 0 0 E II Tributi 0

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

rilevazione e valutazione) tali che, assicurino, sia al locatore che al locatario, la contabilizzazione nei rispettivi bilanci di un operazione di

rilevazione e valutazione) tali che, assicurino, sia al locatore che al locatario, la contabilizzazione nei rispettivi bilanci di un operazione di RIASSUNTO Nonostante il leasing ha una frequenza di utilizzazione molto elevata, le operazioni di locazione finanziaria non hanno mai avuto una disciplina giuridica e contabile. Il suo sviluppo in termini

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione

Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Comunicazione finanziaria: il ruolo del bilancio tra compliance e informazione Un informativa efficace e chiara è il presupposto per impostare su basi solide e durature il rapporto tra impresa e investitori.

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi Svalutazioni per perdite durevoli di valore: attualmente la disciplina relativa alle svalutazioni per perdite durevoli di valore è

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli