Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività"

Transcript

1 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion 2-5 Dfinizioni 6 Idntificazion di un'attività ch possa avr subito una riduzion durvol di valor Paragrafi 7-17 Dtrminazion dl valor rcuprabil Dtrminazion dl valor rcuprabil di un'attività immatrial con vita util indfinita Fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita Valor d'uso Critri di stima di flussi finanziari futuri Composizion dll stim di flussi finanziari futuri Flussi finanziari futuri in valuta stra 54 Tasso di attualizzazion Rilvazion dtrminazion di una prdita pr riduzion durvol di valor Unità gnratrici di flussi finanziari avviamnto Idntificazion dll'unità gnratric di flussi finanziari alla qual un'attività appartin Valor rcuprabil valor contabil di un'unita gnratric di flussi finanziari Avviamnto Allocazion dll'avviamnto all unità gnratrici di flussi finanziari Vrifica dll unità gnratrici di flussi finanziari comprnsiv dll'avviamnto pr riduzion durvol di valor Quot di prtinnza di trzi Tmpistica dll vrifich pr riduzion durvol di valor Attività gstit cntralmnt (corporat assts) Prdita pr riduzion durvol di valor di un'unità gnratric di flussi

2 finanziari Ripristini di valor Ripristino di valor di una singola attività Ripristino di valor di un'unità gnratric di flussi finanziari Ripristino di valor pr l'avviamnto Informazioni intgrativ Stim utilizzat pr valutar gli importi rcuprabili dll unità gnratrici di flussi finanziari ch contngono avviamnto o attività immatriali dalla vita util indfinita Disposizioni transitori data di ntrata in vigor Eliminazion dllo IAS 36 (msso nl 1998) 141 Il prsnt Principio rivisto nlla sostanza sostituisc lo IAS 36 (1998) Riduzion durvol di valor dll attività dovrbb ssr applicato al momnto dll'acquisizion: (a) all'avviamnto all attività immatriali acquisit in aggrgazioni azindali pr l quali l'accordo avvnuto in data 31 marzo 2004 o succssiva. (b) a tutt l altr attività, a partir dagli srcizi ch hanno inizio dal 31 marzo 2004 o data succssiva. E' incoraggiata un'applicazion anticipata. FINALITA' 1. La finalità dl prsnt Principio è qulla di dfinir i principi ch l'ntità applica pr assicurarsi ch l propri attività siano iscritt a un valor non suprior a qullo rcuprabil. Un'attività è iscritta in bilancio a un valor suprior a qullo rcuprabil s il suo valor contabil ccd l'importo ch può ssr ottnuto dall'utilizzo o dalla vndita dll'attività. Quando si è in una circostanza simil, si affrma ch l'attività ha subito una riduzion durvol di valor il prsnt Principio richid ch l'ntità la rilvi. Il Principio inoltr spcifica quando un'ntità dovrbb stornar una riduzion durvol di valor n prscriv l'informativa. AMBITO DI APPLICAZIONE 2. Il prsnt Principio dv ssr applicato nlla contabilizzazion dll riduzioni durvoli di valor di tutt l attività, cctto ch pr: (a) rimannz (vdr IAS 2 Rimannz); (b) attività drivanti da commss a lungo trmin (vdr IAS 11 Commss a lungo trmin); (c) attività fiscali diffrit (vdr IAS 12 Impost sul rddito); (d) attività drivanti da bnfici pr i dipndnti (vdr IAS 19 Bnfici pr i dipndnti); () attività finanziari ch rintrano nll'ambito dllo IAS 39 Strumnti finanziari: Rilvazion valutazion;

3 (f) invstimnti immobiliari ch sono valutati al fair valu (vdr IAS 40, Invstimnti immobiliari); (g) attività biologich connss all'attività agricola ch sono valutat al fair valu (valor quo) ddotti i costi stimati al punto di vndita (vdr IAS 41 Agricoltura); (h) costi di acquisizion diffriti attività immatriali drivanti dai diritti contrattuali dll'assicurator in contratti di assicurazion ch rintrano nll'ambito di applicazion dllo IFRS 4 Contratti assicurativi; (i) l attività non corrnti (o gruppi dstinati alla dismission) classificat com possdut pr la vndita scondo quanto prvisto dall'ifrs 5 Attività non corrnti possdut pr la vndita attività dstinat a cssar. 3. Il prsnt Principio non si applica a rimannz, attività drivanti da commss a lungo trmin, attività fiscali diffrit, attività drivanti dai bnfici pr i dipndnti, o attività classificat com possdut pr la vndita (o inclus in un gruppo dstinato alla dismission ch è classificato com possduto pr la vndita) prché i Principi sistnti applicabili a tali attività contngono disposizioni pr la rilvazion la valutazion di qust attività. 4. Il prsnt Principio si applica, inoltr, all attività iscritt in bilancio al valor rivalutato [fair valu (valor quo)] scondo l disposizioni di altri Principi, qual il modllo di ridtrminazion dl valor dllo IAS 16 Immobili, impianti macchinari. Tuttavia, la vrifica pr stabilir s un'attività rivalutata può avr subito una prdita pr riduzion di valor dipnd dal critrio utilizzato pr dtrminar il fair valu (valor quo): (3) (a) controllat, com dfinito nllo IAS 27 Bilancio consolidato sparato; (b) socità collgat, com dfinit nllo IAS 28 Partcipazioni in socità collgat; (c) joint vntur, com dfinit nllo IAS 31 Partcipazioni in joint vntur; Pr la riduzion durvol di valor dll altr attività finanziari, si fa rifrimnto allo IAS Il prsnt Principio non è applicabil ad attività finanziari rintranti nll'ambito di applicazion dllo IAS 39, agli invstimnti immobiliari valutati al fair valu (valor quo) scondo quanto prvisto dallo IAS 40, o attività biologich corrlat all attività agricol valutat al fair valu (valor quo) al ntto di costi stimati al punto di vndita scondo lo IAS 41. Tuttavia, il prsnt Principio si applica all attività iscritt a valori rivalutati (cioè, al fair valu (valor quo) scondo quanto prvisto da altri Principi, quali il modllo dlla ridtrminazion dl valor nllo IAS 16 Immobili, impianti macchinari. Lo stabilir s un'attività possa avr subito una riduzion durvol di valor dipnd dal critrio utilizzato pr dtrminar il fair valu (valor quo): (a) s il fair valu (valor quo) dll'attività il suo valor di mrcato, la sola diffrnza tra fair valu (valor quo) dll'attività fair valu (valor quo) mno i costi di vndita rapprsntata dai costi marginali dirtti pr dismttr l'attività: (i) s i costi di dismission sono irrilvanti, il valor rcuprabil dll'attività rivalutata

4 ncssariamnt simil, o anch maggior, al valor rivalutato (fair valu (valor quo)). In qusto caso, dopo ch sono stat applicat l disposizioni rlativ alla rivalutazion, è improbabil ch l'attività rivalutata abbia subito una riduzion durvol di valor non è ncssario stimar il valor rcuprabil. (ii) s i costi di dismission non sono irrilvanti, il fair valu (valor quo) mno i costi di vndita dll'attività rivalutata è invitabilmnt infrior al fair valu (valor quo). Prciò, l'attività rivalutata avrà subito una riduzion durvol di valor s il valor d'uso è infrior al valor rivalutato (ossia fair valu (valor quo)). In qusto caso, dopo ch sono stat applicat l disposizioni rlativ alla rivalutazion, l'ntità applica il prsnt Principio pr dtrminar s l'attività ha subito una riduzion durvol di valor; (b) s il fair valu (valor quo) di un'attività è dtrminato scondo un critrio divrso dal valor di mrcato, il valor rivalutato (ossia fair valu (valor quo)) può ssr suprior o infrior al valor rcuprabil. Prciò, dopo ch sono stat applicat l disposizioni concrnnti la rivalutazion, l'ntità applica il prsnt Principio pr dtrminar s l'attività possa avr subito una riduzion durvol di valor. DEFINIZIONI 6. I trmini sgunti sono usati nl prsnt Principio con i significati indicati: Il mrcato attivo è un mrcato in cui sistono tutt l sgunti condizioni: (a) gli lmnti commrcializzati sul mrcato risultano omogni; (b) acquirnti vnditori disponibili possono ssr normalmnt trovati in qualsiasi momnto; (c) i przzi sono disponibili al pubblico. La data dll'accordo pr un'aggrgazion azindal è la data in cui si raggiung un accordo sostanzial tra i partcipanti, nl caso di ntità quotat, l'accordo vin comunicato al pubblico. Nl caso di un'offrta d'acquisto ostil, la prima data in cui si raggiung un accordo sostanzial tra i partcipanti è la data in cui un numro sufficint di soci dlla socità acquisita hanno accttato l'offrta dll'acquirnt tal ch l'acquirnt dtnga il controllo dlla socità acquisita. Il valor contabil è l'ammontar al qual un'attività è rilvata dopo avr ddotto l'ammortamnto l connss riduzioni durvoli di valor accumulati. L'unita gnratric di flussi finanziari è il più piccolo gruppo idntificabil di attività ch gnra flussi finanziari in ntrata ch sono ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata gnrati da altr attività o gruppi di attività. I bni dstinati ad attività ausiliari comuni sono tutt l attività, scluso l'avviamnto, ch contribuiscono ai futuri flussi finanziari sia dll'unità gnratric di flussi finanziari in oggtto sia dll altr unità gnratrici di flussi finanziari.

5 I costi di dismission sono i costi marginali dirttamnt attribuibili alla dismission di un'attività, sclusi i costi di finanziamnto gli fftti fiscali. Il valor ammortizzabil è il costo di un'attività o altro valor sostitutivo dl costo iscritto in bilancio, al ntto dl suo valor rsiduo. L'ammortamnto (Svalutazion "amortization") è la ripartizion sistmatica dl valor ammortizzabil di un'attività lungo il corso dlla sua vita util [*]. Il fair valu (valor quo) mno i costi di vndita sono l'ammontar ottnibil dalla vndita di un'attività o unità gnratric di flussi finanziari in una libra transazion fra parti consapvoli disponibili, ddotti i costi dlla dismission. Una prdita pr riduzion durvol di valor l'ammontar pr il qual il valor contabil di un'attività o unità gnratric di flussi finanziari ccd il valor rcuprabil. Il valor rcuprabil di un'attività o di un'unità gnratric di flussi finanziari il maggior tra il suo fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita il suo valor d'uso. [*] Nl caso di un'attività immatrial, il trmin "ammortamnto" è gnralmnt usato al posto di "svalutazion" ("amortization"). I du trmini vngono considrati sinonimi. La vita util è altrnativamnt: (a) il priodo di tmpo nl qual ci si attnd ch un'attività sarà utilizzata dall'ntità; o (b) il numro dll unità prodott o altrimnti ricavabili ch l'ntità si asptta di ottnr dall'utilizzo dll'attività. Valor d'uso è il valor attual di flussi finanziari futuri ch si prvd abbiano origin da un'attività o da un'unità gnratric di flussi finanziari. IDENTIFICAZIONE DI UN'ATTIVITA' CHE POSSA AVER SUBITO UNA RIDUZIONE DUREVOLE DI VALORE 7. I paragrafi da 8 a 17 spcificano in quali circostanz dv ssr dtrminato il valor rcuprabil. Qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività com a un'unità gnratric di flussi finanziari. La part rstant dl prsnt Principio è strutturata com sgu: (a) i paragrafi comprsi tra contngono l disposizioni pr la dtrminazion dl valor rcuprabil. Qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività a un'unità gnratric di flussi finanziari. (b) i paragrafi contngono l disposizioni pr la rilvazion la valutazion dll prdit pr riduzion durvol di valor. La rilvazion la valutazion dll prdit pr riduzion durvol di valor di attività individuali divrs dall'avviamnto sono trattat ni paragrafi I paragrafi trattano la rilvazion la valutazion dll prdit pr riduzion durvol di valor di unità gnratrici di flussi finanziari dll'avviamnto. (c) I paragrafi contngono l disposizioni pr lo storno di prdit pr riduzion durvol

6 di valor di un'attività o di un'unità gnratric di flussi finanziari rilvat in priodi prcdnti. Nuovamnt, qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività com a un'unita gnratric di flussi finanziari. Disposizioni aggiuntiv sono prvist pr l singol attività indicat ni paragrafi , pr un'unità gnratric di flussi finanziari ni paragrafi pr l'avviamnto ni paragrafi (d) i paragrafi spcificano l informazioni da fornirsi pr l prdit pr riduzion durvol di valor i rlativi ripristini di valor pr l attività l unità gnratrici di flussi finanziari. I paragrafi spcificano l ultriori informazioni richist pr l unità gnratrici di flussi finanziari a cui sono stati allocati l'avviamnto o l attività immatriali con vita util indfinita al fin di vrificar la riduzion durvol di valor. 8. Un'attività ha subito una riduzion durvol di valor quando il suo valor contabil supra il suo valor rcuprabil. I paragrafi da 12 a 14 dscrivono alcun situazioni indicativ dl fatto ch può ssrsi vrificata una riduzion durvol di valor. S qualcuna di qust indicazioni è prsnt, l'ntità ffttua una stima formal dl valor rcuprabil. Ecctto quanto indicato nl paragrafo 10, il prsnt Principio non richid ch un'ntità formuli una stima formal dl valor rcuprabil s non vi sono indicazioni di riduzioni durvoli di valor. 9. L'ntità dv valutar a ogni data di rifrimnto dl bilancio s sist una indicazion ch un'attività possa avr subito una riduzion durvol di valor. S sist una qualsiasi indicazion di ciò, l'ntità dv stimar il valor rcuprabil dll'attività. 10.Indipndntmnt dal fatto ch vi siano vntuali indicazioni di riduzioni durvoli di valor, un'ntità dv inoltr: (a) vrificar annualmnt pr riduzioni durvoli di valor un'attività immatrial con una vita util indfinita o un'attività immatrial ch non è ancora disponibil all'uso, confrontando il suo valor contabil con il suo valor rcuprabil. Qusta vrifica dlla riduzion durvol di valor può ssr fatta in qualsiasi momnto durant un srcizio, a patto ch avvnga nllo stsso momnto ogni anno. Attività immatriali diffrnti possono subir una vrifica di riduzion durvol di valor in momnti divrsi. Tuttavia, s tal attività immatrial vin inizialmnt rilvata nll'srcizio in corso, tal attività immatrial dv subir una vrifica pr riduzion durvol di valor prima dlla fin dll'srcizio in corso. (b) vrificar l'avviamnto acquisito in un'aggrgazion azindal pr riduzion durvol di valor annualmnt scondo quanto prvisto dai paragrafi La capacità di un'attività immatrial di gnrar bnfici conomici futuri sufficinti a rcuprar il valor contabil è solitamnt soggtta a maggior incrtzza prima ch l'attività sia disponibil all'uso piuttosto ch dopo. Prciò, il prsnt Principio richid ch l'ntità vrifichi almno annualmnt s il valor contabil di un'attività immatrial ch non è ancora disponibil pr l'uso abbia subito una riduzion durvol di valor. 12. Nl valutar s sist un'indicazion ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor, l'ntità dv considrar, al minimo, l sgunti indicazioni: Fonti strn di informazion (a) il valor di mrcato di un'attività è diminuito significativamnt durant l'srcizio, più di quanto si prvdva sarbb accaduto con il passar dl tmpo o con l'uso normal

7 dll'attività in oggtto. (b) variazioni significativ con fftto ngativo pr l'ntità si sono vrificat durant l'srcizio o si vrifichranno nl futuro prossimo nll'ambint tcnologico, di mrcato, conomico o normativo nl qual l'ntità opra o nl mrcato al qual un'attività è rivolta. (c) i tassi di intrss di mrcato o altri tassi di rmunrazion dl capital sugli invstimnti sono aumntati nl corso dll'srcizio, d è probabil ch tali incrmnti condizionino il tasso di attualizzazion utilizzato nl calcolo dl valor d'uso di un'attività riducano in manira significativa il valor rcuprabil dll'attività. (d) il valor contabil dll'attivo ntto dll'ntità è suprior alla sua capitalizzazion di mrcato. Fonti intrn di informazion () l'obsolscnza o il dtrioramnto fisico di un'attività risulta vidnt. (f) significativi cambiamnti con fftto ngativo sull'ntità si sono vrificati nl corso dll'srcizio oppur si suppon ch qusti si vrifichranno nl futuro prossimo, nlla misura in cui o nl modo in cui un'attività vin utilizzata o si suppon sarà utilizzata. Tali cambiamnti includono l'attività ch divnta inutilizzata, piani di dismission o di ristrutturazion dl sttor oprativo al qual l'attività appartin, piani di dismission dll''attività prima dlla data prcdntmnt prvista, lo ristabilir la vita util di un'attività com dfinita piuttosto ch indfinita [*]. (g) l'andamnto conomico di un'attività è, o sarà, pggior di quanto prvisto è vidnt dall'informativa intrna. [*] Una volta ch un'attività soddisfa i critri pr ssr classificata com possduta pr la vndita (o inclusa in un gruppo dstinato alla dismission classificato com possduto pr la vndita), è sclusa dall'ambito di applicazion dl prsnt Principio d è contabilizzata scondo quanto prvisto dall'ifrs 5 Attività non corrnti possdut pr la vndita attività dstinat a cssar. [13. L'lnco dl paragrafo 12 non è saustivo. L'ntità può individuar altr indicazioni scondo l quali un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor qust richidrbbro inoltr ch l'ntità dtrmini il valor rcuprabil dll'attività o, nl caso dll'avviamnto, svolgss una vrifica pr riduzion durvol di valor scondo quanto prvisto dai paragrafi ] (2) 14. Indicazioni drivanti dal sistma informativo intrno in grado di rivlar ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor comprndono: (a) flussi finanziari connssi all'acquisto dll'attività, o disponibilità liquid ch in sguito si rndono ncssari pr rndr oprativa o consrvar l'attività, significativamnt supriori a qulli originariamnt prvntivati; (b) flussi finanziari ntti ffttivi oppur utili o prdit oprativ consgunti all'srcizio dll'attività ch si rivlano significativamnt pggiori a qulli originariamnt prvntivati;

8 (c) un significativo pggioramnto di flussi finanziari ntti o dl rddito oprativo prvntivati, o un significativo aumnto dlla prdita prvntivata, drivanti dall'utilizzo dll'attività; oppur (d) prdit oprativ o flussi finanziari ntti in uscita connssi all'attività, quando gli importi dl priodo in corso vngono aggrgati a qulli prvntivati pr il futuro. 15. Com indicato nl paragrafo 10, il prsnt Principio richid ch un'attività immatrial con una vita util indfinita o non ancora disponibil all'uso l'avviamnto siano vrificati pr riduzion durvol di valor almno annualmnt. Ecctto quando si applicano l disposizioni dl paragrafo 10, il conctto di matrialità si applica pr idntificar s l'importo rcuprabil di un'attività dv ssr stimato. Pr smpio, s prcdnti calcoli mostrano ch il valor rcuprabil di un'attività è significativamnt maggior risptto al valor contabil, l'ntità non ha bisogno di valutar nuovamnt il valor rcuprabil dll'attività, s non si è vrificato alcun vnto ch abbia liminato tal diffrnza. In manira analoga, analisi prcdnti possono mostrar ch il valor rcuprabil di un'attività non è condizionabil da una (o più d'una) dll indicazioni lncat nl paragrafo Com spigazion dl paragrafo 15, s i tassi di intrss prsnti nl mrcato o altri tassi di rndimnto sugli invstimnti sono aumntati nl corso dll'srcizio, l'ntità non è obbligata a ffttuar una stima formal dl valor rcuprabil di un'attività ni sgunti casi: (a) s non è probabil ch l'aumnto di tassi di mrcato incida sulla sclta dl tasso di attualizzazion da usar nl calcolo dl valor d'uso. Pr smpio, aumnti ni tassi di intrss a brv trmin possono non avr un fftto rilvant sui tassi di attualizzazion usati pr un'attività ch ha una lunga vita util rimannt. (b) s è probabil ch l'aumnto di tassi di mrcato incida sulla sclta dl tasso di attualizzazion da usar nl calcolo dl valor d'uso ma una prcdnt analisi di snsitività dl valor rcuprabil mostra ch: (i) è improbabil ch ci sia una diminuzion significativa dl valor rcuprabil poiché è anch probabil ch i flussi finanziari futuri aumntino (pr s. in alcuni casi, un'ntità può anch ssr in grado di dimostrar di potr modificar i propri ricavi pr compnsar vntuali aumnti di tassi di mrcato); oppur (ii) è improbabil ch il calo nl valor rcuprabil comporti una rilvant prdita pr riduzion durvol di valor. 17. S sist una indicazion ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor, qusto può indicar ch la vita util rsidua, il critrio di ammortamnto (svalutazion) o il valor rsiduo dll'attività ncssitano di ssr riconsidrati rttificati scondo l disposizioni contnut nl Principio contabil intrnazional applicabil a tal attività, anch s non è rilvata alcuna prdita pr riduzion durvol di valor dlla stssa. DETERMINAZIONE DEL VALORE RECUPERABILE 18. Il prsnt Principio dfinisc il valor rcuprabil com il maggior tra il fair valu (valor quo) di un'attività o di un'unita gnratric di flussi finanziari ddotti i costi di vndita il proprio valor d'uso. I paragrafi contngono l disposizioni pr la dtrminazion dl valor

9 rcuprabil. Qust disposizioni fanno uso dl trmin "un'attività" ma si applicano gualmnt a una singola attività com a un'unità gnratric di flussi finanziari. 19. Non è smpr ncssario dtrminar sia il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita ch il suo valor d'uso. S uno di du valori risulta suprior al valor contabil, l'attività non ha subito una riduzion durvol di valor non è ncssario stimar l'altro importo. 20. Può ssr possibil dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita, anch s un'attività non è commrcializzata in un mrcato attivo. Tuttavia, alcun volt non sarà possibil dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita poiché non sist alcun critrio pr ffttuar una stima attndibil dll'importo ottnibil dalla vndita dll'attività in una contrattazion tra parti consapvoli disponibili. In qusto caso, l'ntità può utilizzar il valor d'uso dll'attività com valor rcuprabil. 21. S non vi è ragion di crdr ch il valor d'uso di un'attività supri significativamnt il suo fair valu (valor quo) mno i costi di vndita, il fair valu (valor quo) dll'attività mno i costi di vndita possono ssr utilizzati com valor rcuprabil. Qusto capitrà spsso quando un'attività è dstinata alla vndita. Ciò dipnd dal fatto ch il valor d'uso di un bn dstinato alla vndita è dato principalmnt dagli incassi ntti drivanti dalla dismission, considrato ch è probabil ch i flussi finanziari futuri drivanti dall'uso continuativo dll'attività sino alla vndita siano irrilvanti. 22. Il valor rcuprabil vin calcolato con rifrimnto a una singola attività, salvo ch ssa non sia in grado di gnrar flussi finanziari in ntrata ch sono largamnt indipndnti da qulli drivanti da altr attività o gruppi di attività. S qusto è il caso, il valor rcuprabil vin rifrito all'unita gnratric di flussi finanziari alla qual l'attività appartin (vdr paragrafi ), a mno ch: (a) il fair valu (valor quo) dll'attività ddotti i costi di vndita sia suprior al valor contabil; o (b) il valor d'uso dll'attività può ssr stimato prossimo al suo fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita d è possibil dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita. 23. In alcun circostanz, stim, mdi sistmi smplificati di calcolo possono fornir ragionvoli approssimazioni di calcoli dttagliati sposti nl prsnt Principio pr dtrminar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita o il valor d'uso. Dtrminazion dl valor rcuprabil di un'attività immatrial con vita util indfinita 24. Il paragrafo 10 dispon ch una attività immatrial con vita util indfinita sia vrificata annualmnt pr riduzion durvol di valor confrontando il valor contabil con il valor rcuprabil, a prscindr s sistano o mno indicazioni ch possa avr subito una riduzion durvol di valor. Tuttavia, il calcolo dttagliato più rcnt dl valor rcuprabil di tal attività fatto in un priodo prcdnt può ssr utilizzato nlla vrifica sulla riduzion durvol di valor pr qull'attività nll'srcizio in corso, a condizion ch tutti i sgunti critri siano soddisfatti: (a) s l'attività immatrial non gnra flussi finanziari in ntrata drivanti dall'uso continuativo ch sono largamnt indipndnti da qulli di altr attività o gruppi di attività d è quindi vrificata pr riduzion durvol di valor com part di un'unità gnratric di flussi finanziari cui appartin, l attività l passività ch compongono qull'unità non sono variat significativamnt dal più rcnt calcolo dl valor rcuprabil;

10 (b) il più rcnt calcolo dl valor rcuprabil risultato un valor ch ha suprato il valor contabil dll'attività di un sostanzial margin; (c) sulla bas di un'analisi di fatti intrvnuti dll circostanz modificatsi dal tmpo dl più rcnt calcolo dl valor rcuprabil, la probabilità ch una nuova dtrminazion dl valor rcuprabil sia infrior al suo valor contabil è rmota. Fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita 25. La miglior vidnza dl fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita è il przzo pattuito in un accordo vincolant di vndita stabilito in una oprazion tra controparti indipndnti rttificato di costi marginali ch sarbbro dirttamnt attribuibili alla dismission dl bn. 26. S non c' alcun accordo vincolant di vndita, ma un'attività è commrcializzata in un mrcato attivo, il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita corrispond al przzo di mrcato dll'attività ddotti i costi di dismission. Il przzo di mrcato corrtto è solitamnt il przzo corrnt dll'offrta. Quando non sono disponibili i przzi corrnti d'offrta, il przzo dll'oprazion più rcnt può fornir un critrio con il qual potr stimar il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita, purché non siano intrvnuti significativi cambiamnti nl contsto conomico tra la data dll'oprazion qulla in cui la stima è ffttuata. 27. S non sist alcun accordo vincolant di vndita né alcun mrcato attivo pr un'attività, il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita è dtrminato in bas all migliori informazioni disponibili pr riflttr l'ammontar ch l'ntità potrbb ottnr, alla data di rifrimnto dl bilancio, dalla dismission dll'attività in una libra transazion tra parti consapvoli disponibili, dopo ch i costi di dismission siano stati ddotti. Nl dtrminar qusto ammontar, l'ntità considra il risultato di rcnti transazioni pr attività similari ffttuat all'intrno dllo stsso sttor industrial. Il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita non rifltt una vndita forzata, a mno ch la dirzion azindal sia costrtta a vndr immdiatamnt. 28. I costi di dismission, divrsi da qulli già rilvati com passività, sono ddotti ai fini dlla dtrminazion dl fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita. Esmpi di tali costi sono l sps lgali, l'imposta di bollo altr simili impost connss alla transazion, i costi di rimozion dll'attività, i costi incrmntali dirtti ncssari pr rndr un'attività pronta alla vndita. Tuttavia, i bnfici dovuti ai dipndnti pr la cssazion dl rapporto di lavoro (com dfiniti nllo IAS 19 Bnfici pr i dipndnti) i costi associati alla riduzion o alla riorganizzazion dll'azinda succssivi alla dismission di un'attività non sono costi incrmntali dirtti pr la dismission dlla stssa. 29. Talvolta, la dismission di un'attività richid ch il comprator dbba assumrsi contstualmnt all'attività anch una passività d è disponibil solo un fair valu (valor quo) mno i costi di vndita complssivo pr l'attività pr la passività. Il paragrafo 78 illustra com comportarsi in tali circostanz. Valor d'uso 30. I sgunti lmnti dvono ssr riflssi nl calcolo dl valor d'uso di un'attività: (a) una stima di flussi finanziari futuri ch l'ntità prvd drivino dall'attività; (b) aspttativ in mrito a possibili variazioni dl valor o di tmpi di tali flussi finanziari;

11 (c) il valor tmporal dl dnaro, rapprsntato dal tasso corrnt di intrss privo di rischio di mrcato; (d) il przzo di assumrsi l'incrtzza implicita nll'attività; () altri fattori, quali la mancanza di liquidità, ch coloro ch partcipano al mrcato riflttrbbro ni przzi di flussi finanziari futuri ch l'ntità si asptta di ottnr dall'attività. 31. La stima dl valor d'uso di un'attività comporta l sgunti oprazioni: (a) stimar i flussi finanziari futuri in ntrata in uscita ch drivranno dall'uso continuativo dll'attività dalla sua dismission final; (b) applicar il tasso di attualizzazion appropriato a qui flussi finanziari futuri. 32. Gli lmnti idntificati nl paragrafo 30(b), (d) () possono ssr riflssi com rttifich di flussi finanziari futuri o com rttifich al tasso di sconto. Qualsiasi approccio adotti un'ntità pr riflttr l aspttativ sull possibili variazioni dl valor o di tmpi di flussi finanziari futuri, il risultato dv riflttr il valor attual attso di futuri flussi finanziari, ossia la mdia pondrata di tutti i risultati possibili. L'appndic A fornisc una guida aggiuntiva sull'uso dll tcnich dl valor attual nlla dtrminazion dl valor d'uso dll'attività. Critri di stima di flussi finanziari futuri 33. Nlla valutazion dl valor d'uso un'ntità dv: (a) basar l proizioni di flussi finanziari su prsupposti ragionvoli sostnibili in grado di rapprsntar la miglior stima ffttuabil da part dlla dirzion azindal di una sri di condizioni conomich ch sistranno lungo la rstant vita util dll'attività. Maggior pso dv ssr dato all vidnz provninti dall'strno. (b) basar l proizioni di flussi finanziari sul più rcnt budgt/prvision approvato dalla dirzion azindal, ma dv scludr vntuali flussi finanziari in ntrata o in uscita futuri ch si stima drivino da futur ristrutturazioni o miglioramnti o ottimizzazioni dll'andamnto dll'attività. L proizioni fondat su qusti budgt/prvisioni dvono coprir un priodo massimo di cinqu anni, a mno ch un arco tmporal suprior possa ssr giustificato. (c) stimar l proizioni di flussi finanziari supriori al priodo coprto dai più rcnti budgt/prvisioni tramit strapolazion dll proizioni fondat su budgt/prvisioni facndo uso pr gli anni succssivi di un tasso di crscita stabil in diminuzion, a mno ch un tasso crscnt possa ssr giustificato. Qusto tasso di crscita non dv ccdr il tasso mdio di crscita a lungo trmin dlla produzion, di sttori industriali, dl Pas o di Pasi in cui l'ntità opra, o di mrcati ni quali il bn utilizzato è insrito, salvo ch un tasso suprior possa ssr giustificato. 34. La dirzion azindal valuta la ragionvolzza dll ipotsi su cui l prsnti proizioni di flussi finanziari si basano saminando l caus dll diffrnz tra l proizioni di flussi

12 finanziari passati i flussi finanziari prsnti. La dirzion azindal dv assicurar ch l ipotsi su cui si basano l attuali proizioni di flussi finanziari siano cornti con i risultati ffttivi passati, a condizion ch gli fftti dgli vnti succssivi o di circostanz ch non sistvano quando tali flussi finanziari attuali rano gnrati lo rndano appropriato. 35. Budgt/prvisioni dttagliat, splicit attndibili di flussi finanziari futuri pr archi tmporali supriori ai cinqu anni non sono gnralmnt disponibili. Pr qusto motivo, l stim di flussi finanziari futuri ffttuat dalla dirzion azindal sono fondat sui più rcnti budgt/prvisioni pr un priodo massimo di cinqu anni. La dirzion azindal può far uso di proizioni di flussi finanziari fondati su budgt/prvisioni pr un priodo suprior ai cinqu anni s è fiduciosa ch tali proizioni siano attndibili s può dimostrar la propria abilità, fondata sull passat sprinz, nl prvdr accuratamnt flussi finanziari pr un priodo più lungo. 36. L proizioni di flussi finanziari sino alla fin dlla vita util di un'attività sono stimat tramit l'strapolazion di proizioni di flussi finanziari basati su budgt/prvisioni utilizzando un tasso di crscita pr gli anni succssivi. Qusto tasso è stabil o in diminuzion, a mno ch una crscita dl tasso sia cornt con informazioni oggttiv di crscita in mrito a modlli di cicli di vita di un prodotto o di un sttor azindal. S appropriato, il tasso di crscita è zro o ngativo. 37. Quando l condizioni sono favorvoli, è probabil ch altri concorrnti ntrino nl mrcato ch riducano i tassi di crscita. Prciò, l ntità avranno difficoltà nl lungo priodo (pr smpio, vnti anni) a suprar il tasso mdio di crscita a lungo trmin dlla produzion, di sttori industriali, dl Pas o di Pasi in cui l'ntità è oprativa, o dl mrcato nl qual l'attività è insrita. 38. Nl far uso di informazioni contnut in budgt/prvisioni, l'ntità valuta s l'informazion si basa su prsupposti ragionvoli dimostrabili d sprim la miglior stima ffttuata dalla dirzion azindal sull'insim dll condizioni conomich ch sistranno pr la rstant vita util dll'attività. Composizion dll stim di flussi finanziari futuri 39. L stim di flussi finanziari futuri dvono includr: (a) l proizioni di flussi finanziari in ntrata drivanti dall'uso continuativo dll'attività; (b) l proizioni di flussi finanziari in uscita ch si vrificano ncssariamnt pr gnrar flussi finanziari in ntrata dall'uso continuativo dll'attività (inclusi i flussi finanziari in uscita pr rndr l'attività utilizzabil) ch possono ssr dirttamnt attribuiti o ripartiti all'attività in bas a un critrio ragionvol cornt; (c) i flussi finanziari ntti, qualora sistano, ch saranno ricvuti (o pagati) pr la dismission dll'attività alla fin dlla sua vita util. 40. L stim di flussi finanziari futuri il tasso di attualizzazion riflttono prsupposti cornti in mrito agli aumnti di przzi imputabili all'inflazion gnral. Prciò, s il tasso di attualizzazion includ l'fftto dgli aumnti di przzi imputabili all'inflazion gnral, i flussi finanziari futuri sono stimati al loro valor nominal. S il tasso di attualizzazion sclud l'fftto dgli aumnti di przzi imputabili all'inflazion gnral, i flussi finanziari futuri sono stimati al loro valor ral (ma includono spcifici aumnti o diminuzioni di przzi futuri). 41. Sino al momnto in cui un'ntità sostin costi pr migliorar, sostituir una part o far una

13 manutnzion all'attività, l stim di flussi finanziari futuri non includono i flussi finanziari futuri in ntrata stimati ch si suppon drivino da tal costo (vdr Appndic A, Esmpio 6). (3) 42. Quando il valor contabil dll'attività non includ ancora tutti i flussi finanziari in uscita ch si manifstranno prima ch qusta sia pronta pr ssr usata o vnduta, la stima di flussi finanziari futuri in uscita includ una stima di qualsiasi altro flusso finanziario in uscita ch si suppon si vrifichi prima ch l'attività sia pronta pr l'uso o pr la vndita. Pr smpio, qusto è il caso di un dificio in costruzion o di un progtto di sviluppo ch non è ancora compltato. 42. L stim di flussi finanziari futuri includono i costi ncssari pr la manutnzion ricorrnt dll'attività. (3) 44. I flussi finanziari futuri dll attività dvono ssr stimati facndo rifrimnto all condizioni corrnti. L stim di flussi finanziari futuri non dvono includr flussi finanziari futuri stimati in ntrata o in uscita ch si suppon dbbano drivar da: (a) una ristrutturazion futura pr la qual l'ntità non è ancora impgnata; o (b) dal miglioramnto o ottimizzazion dll'andamnto dll'attività. 45. Poiché i flussi finanziari futuri dll'attività sono stimati in funzion dlla sua condizion corrnt, il valor d'uso non rifltt: (a) i flussi finanziari futuri in uscita, o i connssi risparmi di costo (pr smpio, l riduzioni sui costi dl prsonal) o i bnfici ch si suppon drivranno da una futura ristrutturazion pr la qual l'ntità non è ancora impgnata; o (b) i flussi finanziari in uscita ch migliorranno o ottimizzranno l'andamnto dll'attività o i connssi flussi finanziari ch si prvd drivranno da tali flussi finanziari in uscita. 46. Una ristrutturazion è un programma pianificato controllato dalla dirzion azindal ch modifica in manira rilvant l'oggtto dll'attività intraprsa da un'ntità o il modo in cui l'attività condotta. Lo IAS 37 Accantonamnti, passività attività potnziali fornisc una guida ch aiuta a chiarir quando l'ntità si è impgnata in una ristrutturazion. 47. Quando l'ntità si impgna in una ristrutturazion, è probabil ch alcun attività siano intrssat da qusta ristrutturazion. Una volta ch l'ntità si è impgnata nlla ristrutturazion: (a) l stim di flussi finanziari futuri in ntrata in uscita al fin di dtrminar il valor d'uso riflttono i tagli sui costi gli altri bnfici drivanti dalla ristrutturazion (in funzion dl più rcnt budgt/prvision approvati dalla dirzion azindal); (b) l stim di flussi finanziari in uscita pr la ristrutturazion sono inclusi in un accantonamnto pr sps di ristrutturazion scondo quanto prvisto dallo IAS 37.

14 L'smpio illustrativo 5 illustra l'incidnza ch può avr una futura ristrutturazion sul calcolo dl valor d'uso. 48. Fino a ch un'ntità sostin flussi finanziari in uscita ch migliorano o ottimizzano l'andamnto dll'attività, l stim di flussi futuri non includono l stim di futuri flussi finanziari in ntrata ch si prvd drivino dall'aumnto di bnfici conomici associati ai flussi finanziari in uscita (vdr Esmpio illustrativo 6). 49. L stim di flussi finanziari futuri includono i flussi finanziari in uscita ncssari a mantnr il livllo di bnfici conomici ch si prvd drivino dall'attività nlla sua condizion corrnt. Quando un'unita gnratric di flussi finanziari si compon di attività con divrs vit utili stimat, ch sono tutt ssnziali pr il continuo funzionamnto dll'unita, la sostituzion dll attività avnti vit più brvi considrata part dlla manutnzion ordinaria dll'unità nllo stimar i futuri flussi finanziari associati all'unità. Similarmnt quando un'attività singola consist di componnti con divrs vit utili stimat, la sostituzion di componnti avnti vit utili più brvi è considrata part dlla manutnzion ricorrnt dll'attività nllo stimar i futuri flussi finanziari gnrati dall'attività. 50. L stim di flussi finanziari futuri non dvono includr: (a) i flussi finanziari in ntrata o in uscita drivanti da attività di finanziamnto; o (b) pagamnti o rimborsi d'imposta. 51. I flussi finanziari attsi futuri riflttono prsupposti ch sono cornti con il critrio con cui il tasso di attualizzazion è dtrminato. Altrimnti, gli fftti connssi ad alcuni prsupposti potrbbro ssr calcolati du volt oppur ignorati. Poiché il valor tmporal dl dnaro è considrato nll'attualizzazion di flussi finanziari futuri stimati, qusti flussi finanziari scludono i flussi finanziari in ntrata o in uscita drivanti da attività di finanziamnto. Analogamnt, poiché il tasso di attualizzazion è dtrminato al lordo dll impost, anch i flussi finanziari futuri sono stimati al lordo dgli fftti fiscali. 52. La stima di flussi finanziari ntti incassabili (o pagabili) pr la dismission di un'attività alla fin dlla sua vita util è rapprsntata dall'ammontar ch l'ntità si asptta di ottnr dalla dismission dll'attività in una libra transazion tra parti consapvoli disponibili, dopo avr ddotto i costi stimati di dismission. 53. La stima di flussi finanziari ntti ch saranno ricvuti (o pagati) pr la dismission di un'attività alla fin dlla sua vita util è dtrminata in modo similar al fair valu (valor quo) mno i costi di vndita, con la diffrnza ch, nlla stima di flussi finanziari ntti: (a) l'ntità usa i przzi in vigor alla data dlla stima pr attività similari ch hanno compltato il proprio ciclo di vita util ch sono stat utilizzat in condizioni similari a qull in cui l'attività sarà usata. (b) l'ntità rttifica qusti przzi pr fftto sia di aumnti futuri di przzi dovuti all'inflazion gnral ch di spcifici aumnti o diminuzioni. Tuttavia, s l stim di futuri flussi finanziari drivanti dall'uso continuativo dll'attività il tasso di attualizzazion scludono l'fftto dll'inflazion gnral, l'ntità sclud anch qusto fftto dalla stima di flussi finanziari ntti rlativi alla dismission. Flussi finanziari futuri in valuta stra

15 54. I flussi finanziari futuri sono stimati nlla valuta nlla qual ssi saranno gnrati, quindi, attualizzati facndo uso di un tasso appropriato a qulla stssa valuta. L'ntità traduc il valor attual utilizzando il tasso di cambio a pronti alla data dl calcolo dl valor d'uso. Tasso di attualizzazion 55. Il(i) tasso(i) di sconto dv(ono) ssr il(i) tasso(i) al lordo dll impost ch rifltta(ano) l valutazioni corrnti di mrcato: (a) dl valor tmporal dl dnaro; (b) d i rischi spcifici dll'attività pr i quali l stim di flussi finanziari futuri non sono stat rttificat. 56. Un tasso ch rifltt l valutazioni corrnti dl mrcato dl valor tmporal dl dnaro di rischi spcifici dll'attività corrispond al rndimnto ch gli invstitori richidrbbro s si trovassro nlla situazion di dovr scglir un invstimnto ch gnrass flussi finanziari di importi, tmpistica rischio quivalnti a qulli ch l'ntità si asptta ch drivino dall'attività in oggtto. Qusto tasso è stimato attravrso il tasso implicito utilizzato pr attività similari nll contrattazioni corrntmnt prsnti nl mrcato o attravrso il costo mdio pondrato dl capital di un'ntità quotata ch ha una singola attività (o un portafoglio di attività) similar all'attività considrata in trmini di srvizio rischi. Tuttavia, il(i) tasso(i) di sconto utilizzato(i) pr valutar il valor d'uso di un'attività non rifltt(ono) i rischi pr i quali l stim di flussi finanziari futuri sono stati rttificat. Altrimnti, gli fftti connssi ad alcuni prsupposti potrbbro ssr calcolati du volt. 57. Quando il tasso di un'attività spcifica non è rpribil dirttamnt dal mrcato, l'ntità fa uso di altr tcnich pr stimarn il tasso di attualizzazion. L'Appndic A fornisc una guida aggiuntiva sulla stima dl tasso di sconto in tali circostanz. RILEVAZIONE E DETERMINAZIONE DI UNA PERDITA PER RIDUZIONE DUREVOLE DI VALORE 58. I paragrafi dal 59 al 64 contngono l disposizioni di rilvazion dtrminazion dll prdit pr riduzion durvol di valor di una singola attività divrsa dall'avviamnto. La rilvazion la dtrminazion di prdit pr riduzion durvol di valor pr l unità gnratrici di flussi finanziari l'avviamnto sono trattat ni paragrafi Una prdita pr riduzion di valor dv ssr immdiatamnt rilvata com un costo nl conto conomico, a mno ch l'attività non sia iscritta al proprio valor rivalutato scondo quanto prvisto da un altro Principio (pr smpio, scondo quanto prvisto dal modllo di ridtrminazion dl valor dllo IAS 16 Immobili, impianti macchinari). Qualsiasi prdita pr riduzion di valor di un'attività rivalutata dv ssr trattata com una diminuzion dlla rivalutazion scondo qull'altro Principio. (3) 60. Una prdita pr riduzion durvol di valor dv ssr immdiatamnt rilvata nl conto conomico, a mno ch l'attività non sia iscritta al proprio valor rivalutato scondo quanto prvisto da un altro Principio (pr smpio, scondo quanto prvisto dal modllo dlla ridtrminazion dl valor dllo IAS 16, Immobili, impianti macchinari). Qualsiasi prdita pr riduzion durvol di valor di un'attività rivalutata dv ssr trattata com una diminuzion dlla rivalutazion scondo quanto prvisto da qul Principio.

16 61. Una prdita pr riduzion durvol di valor su un'attività non rivalutata è rilvata nl conto conomico. Tuttavia, una prdita pr riduzion durvol di valor su un'attività rivalutata è rilvata dirttamnt a riduzion dlla risrva di rivalutazion dll'attività a mno ch la prdita pr riduzion durvol di valor non supri l'ammontar dlla risrva di rivalutazion pr qulla stssa attività. 62. Quando la prdita pr riduzion durvol di valor è stimata pr un importo suprior al valor contabil dll'attività cui si rifrisc, l'ntità dv rilvar una passività s, solo s, ciò è richisto da un altro Principio. 63. Dopo ch la prdita pr riduzion di valor è stata rilvata, la quota di ammortamnto (svalutazion) dll'attività dv ssr rttificata ngli srcizi futuri pr potr ripartir il nuovo valor contabil dll'attività, dtratto il suo valor rsiduo (qualora sista), sistmaticamnt lungo la sua rstant vita util. 64. S è rilvata una prdita pr riduzion durvol di valor, qualsiasi connssa attività o passività fiscal diffrita rilvata scondo quanto prvisto dallo IAS 12 Impost sul rddito attravrso la comparazion tra il valor contabil rttificato dll'attività il suo valor ai fini fiscali (vdr Esmpio illustrativo 3). UNITA' GENERATRICI DI FLUSSI FINANZIARI E AVVIAMENTO 65. I paragrafi contngono l disposizioni pr idntificar l'unità gnratric di flussi finanziari cui un'attività appartin, pr dtrminar il valor contabil rilvar l prdit pr riduzion durvol di valor dll'unità gnratric di flussi finanziari l'avviamnto. Idntificazion dll'unità gnratric di flussi finanziari alla qual un'attività appartin 66. S sist un'indicazion ch un'attività può avr subito una riduzion durvol di valor, dv ssr stimato il valor rcuprabil dlla singola attività. S non è possibil stimar il valor rcuprabil dlla singola attività, l'ntità dv dtrminar il valor rcuprabil dll'unita gnratric di flussi finanziari alla qual l'attività appartin (unità gnratric di flussi finanziari dll'attività). 67. Il valor rcuprabil di una singola attività non può ssr dtrminato s: (a) il valor d'uso dll'attività non è stimato ssr prossimo al proprio fair valu (valor quo) mno i costi di vndita (pr smpio, quando non è possibil stimar ch i flussi finanziari futuri drivanti dall'uso prmannt dll'attività siano irrilvanti); (b) l'attività non gnra flussi finanziari in ntrata ampiamnt indipndnti da qulli drivanti da altr attività. In tali circostanz, il valor d'uso è, consguntmnt, il valor rcuprabil, possono ssr dtrminati solo con rifrimnto all'unità gnratric di flussi finanziari dll'attività. Esmpio Un'ntità minraria possid una frrovia privata pr agvolar la propria attività strattiva. La frrovia privata può ssr vnduta solo al valor di rottam non gnra flussi finanziari in ntrata ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti dall

17 altr attività strattiv. Non è possibil stimar il valor rcuprabil dlla frrovia privata prché il suo valor d'uso non può ssr dtrminato d è probabilmnt diffrnt dal valor rcuprabil. Prciò, l'ntità stima il valor rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari cui la frrovia privata appartin, ossia con la minira nl suo insim. 68. Com dfinito nl paragrafo 6, l'unità gnratric di flussi finanziari di un'attività è il più piccolo gruppo di attività ch comprnd l'attività ch gnra flussi finanziari in ntrata ch sono ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti dall altr attività o gruppi di attività. L'idntificazion di un'unità gnratric di flussi finanziari di un'attività implica un giudizio soggttivo. S il valor rcuprabil di una singola attività non può ssr dtrminato, l'ntità idntifica la più piccola aggrgazion di attività ch gnra flussi finanziari in ntrata largamnt indipndnti. Esmpio Una socità di autobus fornisc pr contratto srvizi a un Comun, ch richid un srvizio minimo su ciascuno di cinqu distinti prcorsi. L attività impigat in ciascun prcorso i flussi finanziari drivanti da ciascun prcorso possono ssr idntificati sparatamnt. Uno di qusti prcorsi opra con una significativa prdita. Poiché l'ntità non ha la facoltà di chiudr uno qualsiasi di prcorsi dgli autobus, il livllo più basso di flussi finanziari in ntrata idntificabili, ch sono ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti dall altr attività o gruppi di attività, è il flusso finanziario in ntrata gnrato dai cinqu prcorsi insim. L'unità gnratric di flussi finanziari pr ciascun prcorso la socità di autobus nl suo insim. 69. I flussi finanziari in ntrata sono flussi in ntrata di liquidità di attività quivalnti ricvut da parti strn all'ntità. Nll'idntificar s i flussi finanziari in ntrata drivanti da un'attività (o da un gruppo di attività) siano ampiamnt indipndnti da qulli drivanti da altr attività, l'ntità considra divrsi fattori, fra i quali il modo in cui la dirzion azindal controlla l'opratività dll'ntità (pr smpio, pr lin di prodotto, sttori azindali, dislocazioni azindali, ar distrttuali o rgionali) o com la dirzion azindal prnd dcisioni in mrito a mantnr oprativi o far cssar i bni l attività dll'ntità. L'smpio illustrativo 1 fornisc un smpio di idntificazion di unità gnratrici di flussi finanziari. 70. S sist un mrcato attivo pr il prodotto di un'attività o di un gruppo di attività, tal attività o gruppo di attività dv ssr idntificato com un'unità gnratric di flussi finanziari, anch s alcuni o tutti i prodotti sono usati intrnamnt. S i flussi finanziari gnrati da una qualsiasi dll attività o unità gnratric di flussi finanziari sono influnzati da przzi di trasfrimnto intrno, un'ntità dv utilizzar la miglior stima dlla dirzion azindal pr il/i przzo/i futuro/i ch potrbb(ro) ssr ottnuto(i) in libr transazioni nllo stimar: (a) i futuri flussi finanziari in ntrata utilizzati pr dtrminar il valor d'uso dll'attività o dll'unità gnratric di flussi finanziari; (b) i futuri flussi finanziari in uscita utilizzati pr dtrminar il valor d'uso di ogni altra attività o unità gnratric di flussi finanziari ch sono influnzati da przzi di

18 trasfrimnto intrno. 71. Anch s part o tutto il prodotto di un'attività o di un gruppo di attività usato da altr unità appartnnti all'ntità ch rdig il bilancio (pr smpio, prodotti a uno stadio intrmdio dl procsso di produzion), qusta attività o gruppi di attività formano un'unità gnratric di flussi finanziari distinta s l'ntità può vndr qusto prodotto in un mrcato attivo. Qusto prché l'attività o il gruppo di attività può gnrar flussi finanziari in ntrata ch sarbbro, in qusta circostanza, ampiamnt indipndnti dai flussi finanziari in ntrata drivanti da altr attività o altri gruppi di attività. Nll'utilizzar l informazioni basat su budgt/prvisioni ch fanno rifrimnto a tal unità gnratric di flussi finanziari, o a un'vntual altra attività o unità gnratric di flussi finanziari influnzata da przzi di trasfrimnto intrno, un'ntità rttifica qusta informazion s i przzi di trasfrimnto intrno non riflttono la miglior stima dlla dirzion azindal di przzi futuri ch potrbbro ssr ottnuti in libr transazioni. 72. L unità gnratrici di flussi finanziari dlla stssa attività o dll stss tipologi di attività dvono ssr idntificat con critri uniformi da srcizio a srcizio, a mno ch il cambiamnto possa ssr giustificato. 73. S l'ntità ritin ch un'attività appartin a un'unità gnratric di flussi finanziari divrsa risptto a qulla di prcdnti srcizi, o ch l tipologi di attività aggrgat dll'unità gnratric di flussi finanziari dll'attività sono cambiat, il paragrafo 130 richid ch dbbano ssr fornit informazioni intgrativ sull unità gnratrici di flussi finanziari, s una prdita pr riduzion durvol di valor vin rilvata o stornata pr l'unità gnratric di flussi finanziari. Valor rcuprabil valor contabil di un'unità gnratric di flussi finanziari 74. Il valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari è il maggior tra il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita il valor d'uso dlla stssa. Pr la dtrminazion dl valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari, qualsiasi rifrimnto contnuto ni paragrafi a "un'attività" è ltto com rifrimnto a "un'unità gnratric di flussi finanziari". 75. Il valor contabil di un'unità gnratric di flussi finanziari dv ssr dtrminato in manira cornt con il critrio con cui è dtrminato il valor rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari. 76. Il valor contabil di un'unità gnratric di flussi finanziari: (a) includ il valor contabil dll sol attività ch possono ssr attribuit dirttamnt, o ripartit scondo un critrio ragionvol uniform, all'unità gnratric di flussi finanziari ch gnrranno flussi finanziari futuri in ntrata utilizzati nl dtrminar il valor d'uso dll'unità gnratric di flussi finanziari; (b) non includ il valor contabil di una qualunqu passività rilvata, a mno ch il valor rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari non possa ssr dtrminato snza tnr conto di qusta passività. Ciò è dovuto al fatto ch il fair valu (valor quo) mno i costi di vndita il valor d'uso di un'unità gnratric di flussi finanziari sono dtrminati scludndo i flussi finanziari rlativi ad attività ch non sono part dll'unità gnratric di flussi finanziari d a passività ch sono stat rilvat (vdr paragrafi 28 43). 77. Quando l attività sono raggruppat pr valutarn la loro ricuprabilità, è important

19 includr nll'unità gnratric di flussi finanziari tutt l attività ch gnrano o sono usat pr gnrar flussi finanziari in ntrata. Altrimnti, l'unità gnratric di flussi finanziari può smbrar totalmnt rcuprabil quando in raltà si è vrificata una prdita pr riduzion durvol di valor. In alcun circostanz, sbbn alcun attività contribuiscano alla formazion di futuri flussi finanziari attsi di un'unità gnratric di flussi finanziari, qust non possono ssr imputat all'unità gnratric di flussi finanziari in bas a un critrio ragionvol uniform. Qusto potrbb ssr il caso dll'avviamnto o dll attività socitari quali, pr smpio, l attività dlla sd. I paragrafi spigano com trattar qust attività nlla vrifica di una riduzion durvol di valor di un'unità gnratric di flussi finanziari. 78. Può ssr ncssario tnr conto di alcun passività già rilvat al fin di misurar il valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari. Ciò si può vrificar s la dismission di un'unità gnratric di flussi finanziari richid ch il comprator si accolli una passività. In tal circostanza, il fair valu (valor quo) ddotti i costi di vndita (o il flusso finanziario stimato drivant dalla dismission final) dll'unità gnratric di flussi finanziari quival al przzo ntto di vndita stimato dll attività dll'unità gnratric di flussi finanziari dlla passività nl loro insim, dtratti i costi di dismission. Pr ffttuar una comparazion ch abbia snso tra valor contabil dll'unità gnratric di flussi valor rcuprabil, il valor contabil dlla passività è dtratto sia nlla dtrminazion dl valor d'uso sia dl valor contabil dll'unità gnratric di flussi finanziari. Esmpio Una socità gstisc una minira in un Pas in cui la normativa richid ch il propritario ripristini il sito una volta conclusa la propria attività strattiva. Il costo di tal oprazion comprnd la rimozion dllo strato in suprfici prima ch l'attività strattiva cominci. Un accantonamnto pr i costi di rimozion dllo strato in suprfici è stato rilvato non appna lo stsso è stato rimosso. L'ammontar prvisto è stato rilvato com part dl costo dlla minira ammortizzato lungo il corso dlla vita util dlla minira. Il valor contabil dll'accantonamnto pr i costi di bonifica pari a CU500 [*], ch quival al valor attual di costi di bonifica. L'ntità sta vrificando s la minira ha subito una riduzion durvol di valor. L'unità gnratric di flussi finanziari dlla minira è la minira nl suo insim. L'ntità ha ricvuto divrs offrt di acquisto dlla minira a un przzo di circa CU800. Qusto przzo rifltt il fatto ch l'acquirnt si accollrà l'obbligo di ripristinar lo strato in suprfici. I costi di dismission dlla minira sono irrilvanti. Il valor d'uso dlla minira è valutato approssimativamnt in CU1 200, sclusi i costi di ripristino (ristorazion). Il valor contabil dlla minira è di CU Il fair valu (valor quo) dll'unità gnratric di flussi finanziari mno i costi di vndita è pari a CU800. Tal importo è comprnsivo di costi di ripristino (o ristorazion) già accantonati. Com consgunza, il valor d'uso dll'unità gnratric è calcolato dopo la valutazion di costi di ristorazion d stimato pari a CU700 (CU1.200 mno CU500). Il valor contabil dll'unità gnratric di flussi finanziari è CU500, ch è il risultato dl valor contabil dlla minira (CU1 000) mno il valor contabil dll'accantonamnto pr i costi di ripristino (ristorazion) (CU500). Quindi l'importo rcuprabil dll'unità gnratric di flussi finanziari supra il suo valor contabil. [*] Nl prsnt Principio, gli importi montari sono dnominati "currncy units" (unità di monta) (CU).

20 79. Pr motivi pratici, il valor rcuprabil di un'unità gnratric di flussi finanziari è talvolta dtrminato dopo avr tnuto conto anch di attività ch non fanno part dll'unità gnratric di flussi finanziari (pr smpio, crditi o altr attività finanziari) o passività ch sono stat rilvat (pr smpio, dbiti, indnnità altri accantonamnti). In tali circostanz, il valor contabil dll'unità gnratric di flussi finanziari è aumntato diminuito rispttivamnt dl valor contabil di tali attività passività. Avviamnto Allocazion dll'avviamnto all unità gnratrici di flussi finanziari 80. Al fin dlla vrifica pr riduzion durvol di valor, l'avviamnto acquisito in un'aggrgazion azindal dv, dalla data di acquisizion, ssr allocato a ogni unità gnratric di flussi finanziari dll'acquirnt, o gruppi di unità gnratrici di flussi finanziari, ch si prvd bnficino dall sinrgi dlla aggrgazion, a prscindr dal fatto ch altr attività o passività dll'imprsa acquisita siano assgnat a tali unità o gruppi di unità. Ogni unità o gruppo di unità a cui l'avviamnto è così allocato dv: (a) rapprsntar il livllo minimo all'intrno dll'ntità a cui l'avviamnto è monitorato ai fini dl controllo di gstion intrno; (b) non ssr maggior di un sttor basato sullo schma di prsntazion primario o scondario dll'ntità dtrminato scondo quanto prvisto dallo IAS 14 Informativa di sttor. 81. L'avviamnto acquisito in un'aggrgazion azindal rapprsnta un pagamnto ffttuato da un acquirnt in anticipo pr di futuri bnfici conomici drivanti da attività ch non possono ssr idntificat individualmnt rilvat sparatamnt. L'avviamnto non gnra flussi finanziari indipndntmnt da altr attività o gruppi di attività spsso contribuisc ai flussi finanziari di una moltplicità di unità gnratrici di flussi finanziari. L'avviamnto a volt non può ssr allocato scondo un critrio non arbitrario a singol unità gnratrici di flussi finanziari, ma soltanto a gruppi di unità gnratrici di flussi finanziari. N driva ch il più basso livllo all'intrno dll'ntità nl qual l'avviamnto è monitorato a fini dl controllo di gstion intrno comprnd a volt un numro di unità gnratrici di flussi finanziari cui l'avviamnto fa rifrimnto, ma all quali non può ssr allocato. I rifrimnti di paragrafi a un'unità gnratric di flussi finanziari all quali l'avviamnto è allocato dovrbbro ssr ltti com rifrimnti anch a un gruppo di unità gnratrici di flussi finanziari a cui l'avviamnto è allocato. 82. L'applicazion dll disposizioni dl paragrafo 80 risulta nlla vrifica dll'avviamnto pr riduzion durvol di valor a un livllo ch rifltt il modo in cui un'ntità gstisc l propri oprazioni con cui l'avviamnto sarbb naturalmnt associato. Quindi, non è tipicamnt richisto sviluppar ultriori sistmi informativi. 83. Un'unità gnratric di flussi finanziari cui vin allocato l'avviamnto al fin di vrificar una riduzion durvol di valor può non coincidr con il livllo al qual l'avviamnto vin allocato scondo quanto prvisto dallo IAS 21 Gli fftti dll variazioni di cambi dll valut str pr dtrminar gli utili l prdit su cambi. Pr smpio, s lo IAS 21 richid a un'ntità di allocar l'avviamnto a livlli rlativamnt bassi pr valutar gli utili l prdit su cambi, non è richisto di vrificar l'avviamnto pr riduzion durvol di valor allo stsso livllo a mno ch a tal livllo si monitori anch l'avviamnto a fini dl controllo di gstion intrno.

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 32. Strumenti finanziari: esposizione nel bilancio e informazioni integrative Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 32 Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni intgrativ Strumnti finanziari: sposizion nl bilancio informazioni

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE

-LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI - MERCATI FINANZIARI E BASE ASPETTATIVE 1 -LE ASPETTATIVE: NOZIONI DI BASE - MERCATI FINANZIARI E ASPETTATIVE DUE DEFINIZIONI PER IL TASSO DI INTERESSE Il tasso di intrss in trmini di monta è chiamato tasso di intrss nominal (i). Il tasso di

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi.

Grazie per aver scelto un telecomando Meliconi. IT I Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil 1 è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado

Dettagli

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8

1 Derivate parziali 1. 2 Regole di derivazione 5. 3 Derivabilità e continuità 7. 4 Differenziabilità 7. 5 Derivate seconde e teorema di Schwarz 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica Drivat dll funzioni di più variabili Indic Drivat parziali Rgol di drivazion 5 3 Drivabilità continuità 7 4 Diffrnziabilità 7 5 Drivat scond torma

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k

R k = I k +Q k. Q k = D k-1 - D k 1 AMMORTAMENTO AMMORTAMENTO Dbito inizial D 0 si volv (al tasso fisso t) D k = D k-1 (1+t) R k [D k dbito (rsiduo) al tmpo k, R k pagamnto al tmpo k ] Condizioni [D n =0 : stinzion dl dbito in n priodi

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A.

17 settembre 2008 Palazzo della Cultura e dei Congressi di Bologna Dott. Fabrizio Zecchin SCS Azioninnova S.p.A. I SGSL il Modllo Organizzativo L lin guida INAIL la OHSAS 18001: carattristich spcificità 17 sttmbr 2008 Palazzo dlla Cultura di Congrssi di Bologna Dott. Fabrizio Zcchin SCS Azioninnova S.p.A. OBIETTIVO

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI

RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI RIFLESSI DEL NUOVO ASSETTO NORMATIVO FISCALE SULLE SCELTE ORGANIZZATIVE E OPERATIVE DELLE SOCIETA IMMOBILIARI Riccardo Bolla Commrcialista in Gnova Milano Stuo Profssionisti CTS Bolla Quaglia Associati

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29

Repubblica di Malta - Legge sull identità di genere Traduzione italiana di Roberto De Felice per ARTICOLO29 - Rpubblica di Malta - Rpubblika ta' Malta - Rpublic of Malta - LEGGE pr il riconoscimnto la rgistrazion dl gnr di una prsona pr rgolar gli fftti di tal cambiamnto, nonché il riconoscimnto la tutla dll

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli.

1 Scheda di Adesione scaricabile sul sito www.fondazionecariplo.it/scuola21. ione relativo a una ipotetica. consapevoli. VERSO LA COSTRUZIONE CONDIVISA DEL PIANO DIDATTICO DI SCUOLA 21 s. Istituto Tcnico Commrcial L'obittivo dl prsnt documnto è qullo di smplificar la compilazion dl Piano Didattico di Scuola 21 ch è riportato

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue

Tecniche per la ricerca delle primitive delle funzioni continue Capitolo 4 Tcnich pr la ricrca dll primitiv dll funzioni continu Nl paragrafo.7 abbiamo dato la dfinizion di primitiva di una funzion f avnt pr dominio un intrvallo I; abbiamo visto ch s F 0 è una primitiva

Dettagli

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI

UTILIZZO TASTI E FUNZIONI wb Grazi pr avr sclto un tlcomando Mliconi. Consrvar il prsnt librtto pr futur consultazioni. Il tlcomando Facil wb è stato studiato pr comandar un tlvisor. Grazi alla sua ampia banca dati è in grado di

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni

Tassare i redditi o i consumi? Giampaolo Arachi e Massimo D Antoni Tassar i rdditi o i consumi? Giampaolo Arachi Massimo D Antoni Divrs ragioni sono stat avanzat a favor di uno spostamnto dll imposizion dal rddito al consumo, in particolar vrso l Iva: la possibilità di

Dettagli

Anna Soru e Cristina Zanni

Anna Soru e Cristina Zanni Consumatori in cifr L prospttiv occupazionali di laurati in Lombardia Anna Soru Cristina Zanni La CCIAA di Milano Unioncamr Lombardia, attravrso Formapr con il coinvolgimnto dll dodici univrsità dlla Lombardia,

Dettagli

APPUNTI DI MACROECONOMIA

APPUNTI DI MACROECONOMIA Brtocco G., Kalajzić A. Mourad Agha G. Univrsità dgli Studi dll Insubria Dipartimnto di Economia Anno accadmico 2014-2015 APPUNTI DI MACROECONOMIA (Sconda part pp. 175-296) Il modllo IS-LM pr una conomia

Dettagli

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management

L evoluzione dei Servizi IT vista dalle due discipline di Project e Service Management Con il patrocinio di: Sponsorizzato da: Il Framwork ITIL gli Standard di PMI : possibili sinrgi Milano, Vnrdì, 11 Luglio 2008 L voluzion di Srvizi IT vista dall du disciplin di Projct Srvic Managmnt Christian

Dettagli

Regolamento per il controllo della pubblicità

Regolamento per il controllo della pubblicità Rgolamnto pr il controllo dlla Rgolamnto pr il controllo dlla pu bbliciià. Introduzion: Qusto Rgolamnto vin applicato pr il controllo dlla pubbliciti su: Indumnti d quipaggiamnto di ginnasti, giudici diuignti;

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Unità didattica: Grafici deducibili

Unità didattica: Grafici deducibili Unità didattica: Grafici dducibili Dstinatari: Allivi di una quarta lico scintifico PNI tal ud è insrita nllo studio dll funzioni rali di variabil ral. Programmi ministriali dl PNI: Dal Tma n 3 funzioni

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Nota Integrativa Azienda U.S.L. n. 12 di Viareggio

Nota Integrativa Azienda U.S.L. n. 12 di Viareggio Nota Intgrativa Azinda U.S.L. n. 12 di Viarggio Nota Intgrativa al Bilancio di Esrcizio al 31/12/2012 Gli importi sono sprssi in Euro 1 1. Critri gnrali di formazion dl bilancio di srcizio Il bilancio

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE

CRITERI DI VALUTAZIONE CRITERI DI VALUTAZIONE Poiché nl nostro prcorso si darà ampio spazio all mtodologi finalizzat a sviluppar l comptnz dgli allivi ( attravrso la dattica laboratorio, l sprinz in contsti applicativi, l analisi

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di

Lampade di. emergenza MY HOME. emergenza. Lampade di Lampad di Lampad di MY HOME 97 Lampad Carattristich gnrali Scopi dll illuminazion Ngli ambinti rsidnziali gli apparcchi di illuminazion non sono imposti da lggi o norm, ma divntano comunqu prziosi ausilii.

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori

Altroconsumo Finanza: 10 anni di indice della fiducia dei risparmiatori Altroconsumo Finanza: 10 anni di indic dlla fiducia di risparmiatori Pitro Cazzaniga L indic Altroconsumo Finanza sulla fiducia di risparmiatori è nato nl 2002 all intrno dll associazion consumristica

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

Sepa sta per Single euro payments area

Sepa sta per Single euro payments area I consumatori gli strumnti di pagamnto: nuov opportunità Anna Vizzari Spa sta pr Singl uro paymnts ara: ara unica uropa di pagamnti. Dopo il passaggio dfinitivo alla monta unica nl 2002, la Spa intnd offrir

Dettagli

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi

Risparmio ed efficienza energetica. Arturo Lorenzoni e Marco Cattarinussi Risparmio d fficinza nrgtica Arturo Lornzoni Marco Cattarinussi L prssioni drivanti dall aumnto di przzi di combustibili fossili dall minacc sul clima consgunt all accumulo di anidrid carbonica in atmosfra

Dettagli

Stato del parco edilizio

Stato del parco edilizio PREMESSA Il Parco immobiliar nazional Pr far front in modo organico sistmatico ai compiti assgnati dal DLgs 115/08 s.m.i. in tma di fficinza dgli usi finali dll'nrgia i srvizi nrgtici, l Unità Tcnica Efficinza

Dettagli

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo Foglio Comparativo sull tipologi mutuo ipotcario/fonario pr l acquisto dll abitazion principal (sposizioni trasparnza ai snsi dll art. 2 comma 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Pr tutt l conzioni conomich contrattuali

Dettagli

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI

ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI UNIVR Facoltà di Economia Corso di Matmatica finanziaria 008/09 ESERCIZI PARTE I SOLUZIONI Domini di funzioni di du variabili Esrcizio a f, = log +. L unica condizion di sistnza è data dalla disquazion

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE

ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENTE Esrcitazioni dl corso di trasmissioni numrich - Lzion 4 6 Fbbraio 8 ESERCIZI SULLA DEMODULAZIONE INCOERENE I du sgnali passa basso di figura sono utilizzati pr la trasmission di simboli binari quiprobabili

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Payment Application Data Security Standard. Requisiti e procedure di valutazione della sicurezza. Versione 2.

Payment Card Industry (PCI) Payment Application Data Security Standard. Requisiti e procedure di valutazione della sicurezza. Versione 2. Paymnt Card Industry (PCI) Paymnt Application Data Scurity Standard Rquisiti procdur di valutazion dlla sicurzza Vrsion 2.0 Ottobr 2010 Modifich dl documnto Data Vrsion Dscrizion Pagin 1 ottobr 2008 1.2

Dettagli