CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA"

Transcript

1 CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRESTITO DELLA SPERANZA PROMOSSO DALLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA Confrnza Episcopal Italiana (di sguito anch CEI ) con sd in Roma, Circonvallazion Aurlia n. 50, rapprsntata dl Prsidnt S. Em. Cardinal Anglo Bagnasco; Intsa Sanpaolo S.p.A. (di sguito Banca oppur Intsa Sanpaolo ) con sd lgal in Piazza San Carlo n Torino - Sd Scondaria: via Mont di Pità Milano - Capital Social ,88 numro di iscrizion al Rgistro dll Imprs di Torino Codic Fiscal Partita IVA Adrnt al Fondo Intrbancario di Tutla di Dpositi al Fondo Nazional di Garanzia - Iscritta all Albo dll Banch al n Capogruppo dl Gruppo Bancario Intsa Sanpaolo, iscritto all Albo di Gruppi Bancari, rapprsntata dal Consiglir Dlgato Co Dott. Carlo Mssina, la qual intrvin in proprio qual mandataria dll banch dl Gruppo Bancario Intsa Sanpaolo (di sguito Gruppo ) Banca Prossima S.p.A. (di sguito anch Gstor ) con sd lgal in Milano, Piazza Paolo Frrari n. 10, capital social ,00, iscritta al Rgistro dll imprs di Milano, Codic fiscal Partita IVA , N. Iscr. Albo Banch 5677, Adrnt al Fondo Intrbancario di Tutla di Dpositi al Fondo Nazional di Garanzia appartnnt al Gruppo Bancario Intsa Sanpaolo iscritto all Albo di Gruppi Bancari, rapprsntata dall Amministrator Dlgato, Dott. Marco Morganti; d ora in poi congiuntamnt dnominat l Parti in collaborazion con Caritas Italiana con sd lgal in Via Aurlia 796, Roma rapprsntata dal Prsidnt S.Ecc. Mons. Luigi Brssan Associazion VO.B.I.S. (di sguito anch VO.B.I.S. ), con sd lgal a Torino, via Mont di Pità 32, Torino rapprsntata dal Prsidnt, Dott. Franco Pau; prmsso ch la CEI ha promosso il progtto Prstito dlla Spranza con l obittivo di favorir una nuova modalità di sostgno alla condizion di vulnrabilità conomica social di alcun catgori di prson famigli. Nll agvolar l accsso al crdito, com prvisto dal progtto, la CEI ha intso valorizzar il principio dlla rsponsabilità prsonal di libra iniziativa facndo lva su risors propri, con la concssion di finanziamnti agvolati, sostnr l ncssità conomich transitori dll famigli promuovr nuov iniziativ imprnditoriali. il progtto è stato disciplinato da uno spcifico Accordo Quadro pr un programma nazional di microcrdito rivolto all famigli in difficoltà a sguito dlla crisi conomica, sottoscritto da CEI ABI il 6 maggio 2009 su succssiv modificazioni, al qual Intsa 1

2 Sanpaolo ha adrito, anch in nom pr conto dll banch dl Gruppo, il 22 luglio 2009 (di sguito Accordo Quadro ). l Accordo Quadro è scaduto in data 31 marzo 2014, fatta salva la sua fficacia pr i finanziamnti ancora in ssr. l iniziativa oggtto dll Accordo Quadro si è dimostrata fficac nll offrir all Diocsi italian, attravrso principalmnt la rt dll Caritas o di altro soggtto spcificatamnt indicato dalla diocsi, uno strumnto innovativo di vicinanza di risposta ai bisogni dll famigli in difficoltà a sguito dl protrarsi dlla crisi conomica. Nll ambito dl progtto, il Gruppo si è mostrato intrlocutor dinamico proattivo nlla ralizzazion dl programma di microcrdito avndo rogato il maggior numro di finanziamnti nll ambito dl Prstito dlla Spranza anch grazi all adozion di uno spcifico modllo pr la valutazion dl mrito crditizio; inoltr l comptnz profssionali dll propri risors sono stat intgrat con qull di volontari dll associazion VO.B.I.S.- Volontari Bancari pr l Iniziativa nl Social, ch si sono impgnati nll accompagnamnto nl tutoraggio di soggtti bisognosi; Banca Prossima S.p.A. ha gstito il fondo di garanzia costituito da CEI a prsidio di finanziamnti concssi dall banch adrnti all Accordo Quadro; è l intrlocutor principal all intrno dl Gruppo collabora da tmpo con la CEI pr studiar soluzioni finanziari a bnficio dl mondo dgli nti rligiosi; l Parti intndono prosguir l sprinza dl Prstito dlla Spranza, sulla bas dl modllo di srvizio sviluppato con il Gruppo ; l Parti convngono quanto sgu Art. 1 - Oggtto dlla Convnzion 1. La prsnt convnzion (di sguito Convnzion ) ha pr oggtto: - l avvio tra l Parti di un progtto nazional dnominato Prstito dlla Spranza 3.0 a sostgno dll microimprs (di sguito crdito all imprsa ), così com dfinit all articolo 18, comma 1, ltt. d-bis, dl D. Lgs , n. 206 (Codic dl Consumo), dll prson famigli in difficoltà (di sguito crdito social ), mdiant la costituzion da part dlla CEI di un fondo di garanzia (di sguito Fondo di Garanzia ) finalizzato a favorir l accsso ai finanziamnti concssi dalla Banca; - l individuazion di spcifich modalità di attuazion dl Prstito dlla Spranza (di sguito Iniziativ Sprimntali ) modulat in bas a signz pculiari riscontrat dalla CEI condivis con la Banca, rgolat scondo la Convnzion o s in droga dfinit con appositi addndum accttati tra l parti; - il dposito prsso Banca Prossima S.p.A. dl Fondo di Garanzia dnominato Prstito dlla Spranza 3.0 di importo non infrior a (uro vnticinqumilioni) l modalità di gstion dllo stsso. Art. 2 Modalità di attuazion dlla collaborazion 1. L Parti hanno individuato congiuntamnt i rquisiti soggttivi pr l ammission ai finanziamnti com riportati nll allgato A). 2. La Banca, anch attravrso l banch dl Gruppo, mtt a disposizion dll iniziativa i finanziamnti dscritti nll allgato B) assicurando l impgno ad rogar un importo complssivo fino ad un massimo di 4 volt (di sguito Moltiplicator dl Rischio ) la dotazion patrimonial dl Fondo di Garanzia (frmo rstando il divrso valor dl Moltiplicator dl Rischio vntualmnt prvisto nll ambito dll Iniziativ Sprimntali). L ammontar complssivo di finanziamnti concdibili ai snsi dlla Convnzion può 2

3 tnr conto di moltiplicatori di Rischio maggiori rlativi all Iniziativ Sprimntali congiuntamnt concordat tra l Parti; 3. Banca Prossima fornisc la piattaforma informatica pr la gstion dlla garanzia a valr sul Fondo di Garanzia (di sguito la Piattaforma ) provvd all ammission di bnfici dl Fondo di Garanzia; l modalità di accsso al Fondo di Garanzia di attivazion dlla garanzia a valr sullo stsso sono dfinit ngli allgati C) D). 4. L Caritas diocsan, anch in collaborazion con altr associazioni convnzionat indicat all allgato E (di sguito Rti Fiduciari ), Vo.B.I.S. svolgranno attività di valutazion, accompagnamnto, tutoraggio monitoraggio di soggtti intrssati ad accdr ai finanziamnti, raccordandosi con l articolazioni trritoriali dll Banch. Nl corso dl finanziamnto, la Caritas in collaborazion con Vo.B.I.S. prdispon uno spcifico piano di tutoraggio articolato in un numro di incontri priodici sufficinti a monitorar l voluzion dllo stato di bisogno dl bnficiario a rndicontar sull ffttiva dstinazion dl prstito. 5. Con priodicità da concordarsi, VO.B.I.S. fornirà alla Caritas alla banca finanziatric una rlazion dttagliata dll sito dgli incontri, tnuto anch conto dlla collaborazion con l Rti Fiduciari. Articolo 3 Iniziativ sprimntali 1. Nll ambito dl progtto nazional Prstito dlla Spranza 3.0, la CEI la Banca possono concordar, mdiant apposito addndum scritto, spcifich Iniziativ Sprimntali ch potranno ssr carattrizzat da critri di attuazion diffrnti da qulli indicati nlla Convnzion; l drogh potranno ad smpio riguardar: l carattristich ch dvono prsntar i potnziali bnficiari; la misura dl Moltiplicator dl Rischio; l carattristich conomich di finanziamnti; la dstinazion risrvata di una quota part dl Fondo di Garanzia pr iniziativ di particolar intrss pr la CEI, com pr smpio il Progtto Policoro; 2. L condizioni conomich di finanziamnti ricomprsi nll Iniziativ Sprimntali dovranno di norma ssr idntich a qull indicat nll allgato B, salvo divrsa pattuizion tra l Parti. 3. L Iniziativ Sprimntali si intndranno rgolamntat ai snsi di quanto concordato con l accordo scritto di cui al comma ch prcd; in caso di contrasto tali pattuizioni prvalgono sull disposizioni contrattuali dlla Convnzion ch rstano in ogni caso applicabili pr quanto ivi non rgolamntato. 4. Qualora l iniziativ Sprimntali non prvdano il coinvolgimnto dll Caritas dll Rti Fiduciari pr l fasi di informazion scrning prvntiv all rogazion dl crdito, com prvisto dall art. 2.5 dlla Convnzion, la Banca la CEI dfiniranno, di volta in volta, modalità spcifich di incontro coinvolgimnto tra i bnficiari dl prstito l Caritas all quali saranno affidat l attività di tutoraggio monitoraggio. Art. 4 Fondo di Garanzia 1. La CEI provvd al dposito dll disponibilità dl Fondo di Garanzia sul conto corrnt bancario fruttifro ddicato n. 1000/ (di sguito Conto Corrnt ), accso a proprio nom prsso Banca Prossima, Filial di Milano (IBAN IT84 V ), con la sgunt annotazion: Prstito dlla spranza 3.0, cui è collgato un dposito titoli amministrato (di sguito Dposito Titoli ). L insim dll somm dpositat sul Conto Corrnt dgli strumnti finanziari contabilizzati sul Dposito Titoli rapprsnta la complssiva dotazion dl Fondo di Garanzia. 2. La complssiva dotazion dl Fondo di Garanzia, nlla misura stabilita dall applicazion dl Moltiplicator di Rischio com stabilito dalla Convnzion o dall Iniziativ Sprimntali, ni limiti 3

4 dll quot com di sguito dfinit, rimarrà vincolata a favor dlla Banca fino all'intgral rimborso di finanziamnti garantiti ai snsi dlla Convnzion dll Accordo Quadro. 3. Il tasso crditor applicato da Banca Prossima al Conto Corrnt è pari a Euribor 1 ms dcurtato dl 0,10%, comunqu non infrior allo 0,01% pr anno. Il C/C non sarà gravato di alcun onr ad cczion di qulli fiscali prvisti pr lgg. I frutti ch maturranno sul Fondo di Garanzia n incrmntranno la dotazion. 4. L Parti possono concordar form di invstimnto dll somm costitunti il Fondo di Garanzia pr usufruir di migliori rndimnti, frmo rstando ch tali invstimnti possono ssr ffttuati solamnt in strumnti finanziari a basso rischio di pronta agvol liquidazion. Gli strumnti finanziari oggtto di invstimnto si intndono gravati dal vincolo di cui al comma 2; l Parti collaborranno affinché vntuali soggtti trzi coinvolti nll oprazioni di invstimnto siano adguatamnt informati in forma scritta circa l sistnza dl vincolo. Art. 5 - Carattristich dlla garanzia 1. La garanzia a valr sul Fondo di Garanzia è a prima richista, dirtta, splicita, incondizionata irrvocabil. 2. La garanzia a valr sul Fondo di Garanzia è l unica garanzia ch assist i finanziamnti rogati da part dlla Banca ai snsi dlla Convnzion, la qual prtanto non potrà richidr il rilascio di ultriori garanzi oltr a qulla concssa a valr sul Fondo di Garanzia. 3. A front di ciascun finanziamnto garantito, una quota dlla dotazion dl Fondo di Garanzia vin di volta in volta vincolata a favor dlla Banca nlla misura pari a 1/4 dlla sommatoria data dall importo originario dl finanziamnto concsso, maggiorato dgli intrssi al tasso pattuito pr un priodo di diciotto msi, o infrior s rifrita a moltiplicatori di rischio più alti ( s. moltiplicator di rischio = 5, quota vincolata a favor dlla Banca pari a 1/5 dlla sommatoria). 4. L insim dll quot complssivamnt vincolat a favor dlla Banca a front di finanziamnti rogati ai snsi dlla Convnzion (di sguito Quota Vincolata pr Convnzion ) é: - calcolato ipotizzando ch il finanziamnto, indipndntmnt dall modalità di rogazion adottat dalla Banca, sia stato rogato in unica soluzion; - da considrarsi a garanzia di ogni singolo finanziamnto, rogato dalla Banca ai snsi dlla Convnzion, com spcificato al comma 3 dl prsnt articolo, nlla misura dl 100% dl crdito rsiduo, comprnsivo di capital intrssi, anch di mora, fino all importo massimo dlla quota vincolata. 5. Il Fondo di Garanzia ricomprnd l importo di ,07 (uro dumilioniducntovntinovmilacntosttantatr/07) vincolato a favor dll Banch a front di finanziamnti ancora in ssr rogati a valr sull Accordo Quadro (la Quota Vincolata pr Accordo Quadro ). Il complssivo ammontar dlla Quota Vincolata pr Convnzion dlla Quota Vincolata pr Accordo Quadro garantisc tutti i finanziamnti rogati a valr sulla Convnzion nonché qulli ancora in ssr alla data odirna rogati dall Banch ai snsi dll Accordo Quadro. 6. L Importo massimo scutibil da part dll Banch non può suprar la somma dlla Quota Vincolata pr Convnzion dlla Quota Vincolata pr Accordo Quadro com quantificat tmpo pr tmpo. L somm ccdnti ricomprs nl Fondo di Garanzia sono nlla disponibilità dlla CEI dcorsi diciotto msi dalla data di sottoscrizion dlla Convnzion. 7. La rsponsabilità dlla CEI in rlazion ai finanziamnti concssi ai snsi dlla Convnzion dll Accordo Quadro è limitata al complssivo ammontar dlla Quota Vincolata pr Convnzion dlla Quota Vincolata pr Accordo Quadro com quantificat tmpo pr tmpo. Art. 6 Impgni dlla CEI 1. La CEI provvd all risors ncssari alla costituzion dl Fondo di Garanzia, al fin dlla gstion dllo stsso, confrisc a Banca Prossima mandato con rapprsntanza, irrvocabil ai snsi dll'art scondo comma Cod.Civ. in quanto anch nll intrss dl mandatario, dandon sin d'ora pr rato valido l oprato. Tal mandato, ai snsi dll'art Cod. Civ. 4

5 scondo quanto stabilito dalla Convnzion, è con obbligo di rndiconto, ch sarà rso alla CEI con frqunza trimstral anch mdiant utilizzo di strumnti tlmatici d in formato lttronico. 3. La CEI comunica alla Banca vntuali modifich/intgrazioni all lnco dll Rti Fiduciari (allgato E) anch al fin dll scuzion da part dll Caritas di VO.B.I.S. dll attività formativ di cui all art La CEI si impgna a non oprar attravrso altri opratori finanziari nll ambito dl Prstito dlla Spranza 3.0. Art. 7 - Impgni di Banca Prossima 1.Banca Prossima, al fin di dar scuzion alla Convnzion, mtt a disposizion la Piattaforma ch consnt: - all Caritas, all rti Fiduciari alla Banca di ffttuar tutt l attività connss all ammission gstion dll pratich di finanziamnto, all accsso alla garanzia s ncssario all vntual scussion dl Fondo di Garanzia; - a Banca Prossima di ffttuar il rporting sui finanziamnti concssi d rogati sull utilizzo dl Fondo di Garanzia mantnndo un aggiornamnto di dati in tmpo ral; - alla CEI a Caritas nazional a livllo sia global ch analitico, all Caritas diocsan pr comptnza trritorial, di monitorar puntualmnt l andamnto dll iniziativa, con accsso a tutti i dati disponibili. 2. Il Gstor fornisc all Banch, a CEI, all Caritas all rti Fiduciari, il manual pr l utilizzo dlla Piattaforma assicura la manutnzion softwar hardwar dlla Piattaforma ; 3. Banca Prossima, in forza dl mandato, è incaricata di : - gstir il Fondo di Garanzia ni trmini all condizioni di cui alla Convnzion; - ammttr alla garanzia dl Fondo di Garanzia i finanziamnti concssi dalla Banca, con l modalità in prsnza di rquisiti di ammissibilità com indicati nlla Convnzion; a tal fin è confrito a Banca Prossima apposito mandato pr la sottoscrizion in nom pr conto di CEI dll dichiarazioni di rilascio dll garanzi a valr sul Fondo di Garanzia; - ottmprar all richist di scussion dlla garanzia mdiant corrsponsion alla Banca dll importo da ssa richisto, nl risptto di quanto stabilito dalla Convnzion, vntualmnt anch procdndo alla vndita dgli strumnti finanziari ricomprsi nl Fondo di Garanzia a sguito di quanto prvisto al prcdnt art Una volta avvnuta la rstituzion di un finanziamnto garantito dal Fondo di Garanzia, la quota part accantonata a front dl mdsimo ai snsi dll art.5 comma 3 si intnd a disposizion di CEI, frmo il disposto dll art. 5 comma Banca Prossima non assum in proprio alcuna garanzia in mrito ai finanziamnti concssi d rogati a front dlla Convnzion o dll Accordo Quadro. Art. 8- Impgni dlla Banca 1. La Banca s impgna : - a mttr a disposizion un plafond minimo pari a 100 milioni pr finanziamnti da concdrsi ai snsi dlla Convnzion; - ad saminar l richist di concssion di finanziamnto prsntat in conformità alla Convnzion dlibrarn l approvazion o il rigtto; - a rispttar l procdur oprativ di accsso alla garanzia a valr sul Fondo di Garanzia mdiant utilizzo dlla Piattaforma; - a garantir tmpi di risposta di max. 10 gg. lavorativi pr l rispost ngativ, max.15 gg. lavorativi pr qull positiv, dcorrnti dalla data di acquisizion dlla domanda di concssion dl finanziamnto di tutta la documntazion richista; - a fornir all Caritas, a Vo.B.I.S. all rti fiduciari, informazioni dttagliat pr singola domanda utilizzando il format a tal fin prvisto dalla Piattaforma; 5

6 - a front di splicita richista di CEI, a procdr allo svolgimnto dll azioni di rcupro ni confronti di bnficiari di finanziamnti, in caso di loro insolvnza. Art. 9 Impgni dll Caritas 1.L Caritas, attravrso la propria rt trritorial, garantiscono l finalità di carattr cclsial, solidaristico sussidiario dl Prstito dlla Spranza 3.0; svolgono attività di incontro di potnziali bnficiari di prstiti vrificando la sussistnza di rquisiti di cui all allgato A oppur qulli vntualmnt prvisti nll ambito di una Iniziativa Sprimntal, istruzion dll domand, valutazion dlla sostnibilità dll domand, n approvano l ammission al prstito, nl tmpo limit indicativo di stt giorni di calndario; a finanziamnto concsso, ralizzano l fasi di accompagnamnto, tutoraggio monitoraggio di prstiti rogati. 2.Svolgono inoltr attività di formazion coordinamnto dll Rti Fiduciari al fin di fornir loro gli strumnti ncssari alla corrtta valutazion dlla possibilità di supramnto dllo stato di vulnrabilità conomica da part di soggtti richidnti n convalidano l ammissioni al prstito. Collaborano con VO.B.I.S. pr l ottimal coordinamnto dll attività sia vrso i bnficiari ch vrso l Banch. Art. 10 Impgni di Vo. B.I.S. 1.Vo.B.I.S. nl limit massimo di quattordici giorni di calndario, svolg attività di valutazion, accompagnamnto, tutoraggio monitoraggio di soggtti intrssati ad accdr ai finanziamnti di cui alla Convnzion, raccordandosi con l Caritas l Rti Fiduciari; svolg inoltr attività di formazion all filiali dll Banch al fin di fornir loro gli strumnti ncssari alla valutazion dlla possibilità di supramnto dallo stato di vulnrabilità conomica da part di soggtti finanziati. 2. Vo.B.I.S. svolg l attività prvist dalla Convnzion attravrso la partcipazion di un congruo numro di volontari, formati pr l iniziativa, ni trritori dov sono costituit l propri szioni. Vo.B.I.S. sgnalrà tmpstivamnt all altr Parti la crazion di nuov szioni. 3. Al fin dlla gstion dll attività prvist dalla Convnzion, Vo.B.I.S. individua un rfrnt di progtto con il compito di coordinar i volontari, curar l scuzion dl piano oprativo, vrificar l satto sviluppo dll attività, comunicar con immdiatzza ai rfrnti dll Banch vntuali lmnti ch impdiscano lo svolgimnto dll attività. Art Risptto dlla privacy 1. L Parti agiranno in qualità di titolari autonomi indipndnti dl trattamnto di dati prsonali rlativamnt ai dati dll Parti stss di richidnti i finanziamnti pr quanto di comptnza di ciascuna dll Parti stss ai snsi pr gli fftti dl D. Lgs. dl , n L Parti si impgnano a farsi rilasciar idona autorizzazion, da part di richidnti i finanziamnti, al trattamnto d allo scambio di dati rlativi all andamnto dl finanziamnto concsso. Art Durata dlla Convnzion 1. La Convnzion è valida sino al 31 marzo 2016 ; dcorso dtto trmin si intndrà tacitamnt prorogata fatto salvo il diritto pr ciascuna dll Parti di rcdr in ogni momnto mdiant comunicazion scritta, ch dv prvnir all altr Parti almno 60 giorni prima dlla data di fficacia dl rcsso. Ciascuna banca dl Gruppo può rcdr singolarmnt con l mdsim modalità; Intsa Sanpaolo potrà rcdr anch pr conto dll altr banch dl Gruppo. 6

7 2. In caso di mancato rinnovo, la Quota Vincolata pr Convnzion la Quota Vincolata pr Accordo Quadro, rimarranno vincolat a garanzia a favor dlla Banca, sino al complto rimborso di finanziamnti rogati in scuzion dlla Convnzion dll Accordo Quadro. Evntuali somm rsidu ricomprs nl Fondo di Garanzia, ddott la Quota Vincolata la Quota Vincolata pr Accordo Quadro, rintrranno nlla disponibilità di CEI. Art. 13 Comunicazioni 1 Fatt salv vntuali divrs prvisioni contnut nlla Convnzion o ngli accordi rlativi all Iniziativ Sprimntali, ogni comunicazion, documnto /o richista prvista dalla Convnzion, dovrà ssr inoltrata mdiant mssaggio di posta lttronica oppur raccomandata con ricvuta di ritorno al rfrnt oprativo prsso l indirizzo di sguito indicato: : o CEI: Ing. Livio Gualrzi, dott. Giuspp Vital,Circonvallazion Aurlia, Roma, tl , mail: mail: ; o Intsa Sanpaolo S.p.A.: Laboratorio Banca Socità Dott. Valrio Cotoia, Piazza P. Frrari 10,20121 Milano mail: o Banca Prossima S.p.A.: Dott. Lornzo Mancini, Piazza dlla Librtà, Roma - mail: o Caritas Italiana : Don Andra La rgina, mail: ; o Vo. B.I.S.: Dott. Franco Pau, Via Mont di Pità 32, Torino mail: mail: Art. 14 Allgati Sono allgati alla Convnzion, unitamnt all Prmss, n formano part intgrant, i sgunti allgati. I trmini con lttra inizial maiuscola ivi riportati hanno il mdsimo significato di qulli utilizzat nlla Convnzion : - Allgato A): rquisiti soggttivi di ammissibilità al prstito; - Allgato B): carattristich di finanziamnti; - Allgato C): opratività modalità di accsso al Fondo di Garanzia; - Allgato D): gstion d scussion dlla garanzia; - Allgato E): rti fiduciari CEI Roma, 26 Fbbraio 2015 Confrnza Episcopal Italiana Il Prsidnt S. Em. Cardinal Anglo Bagnasco Intsa Sanpaolo Spa L Amministrator Dlgato CEO Dott. Carlo Mssina Banca Prossima Spa L Amministrator Dlgato Dott. Marco Morganti Associazion Vo.B.I.S. Il Prsidnt Dott. Franco Pau Caritas Italiana Il Prsidnt S.Ecc. Mons. Luigi Brssan 7

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani;

b) promuovere e diffondere la cultura della legalità e della cittadinanza responsabile fra i giovani; CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI CASTEL MAGGIORE, L UNIONE RENO GALLIERA E I COMUNI DI ARGELATO, BENTIVOGLIO, SAN GIORGIO DI PIANO, SAN PIETRO IN CASALE, CASTELLO D ARGILE, PIEVE DI CENTO, GALLIERA, PER LA

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Tra. di seguito le Parti

Tra. di seguito le Parti Protocollo di intsa SERVIRE CON LODE Tra il Politcnico di Torino C.F. n. 00518460019, con sd lgal in Torino, Corso Duca dgli Abruzzi, 24, rapprsntato dal Vic Rttor pr la Didattica Prof.ssa Anita Tabacco

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE

ACCORDO DI COLLABORAZIONE ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA EXPO 2015 S.p.A. Rgion Lombardia il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Ufficio Scolastico Rgional pr la Lombardia in accordo con ANCI Lombardia Rgion Ecclsiastica

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna

qualifica cognome e nome presenze Rettore Presidente Luigi Lacchè P Componenti interni Laura Marchegiani P Roberto Perna Oggtto: Convnzion intratno pr la ralizzazion dl mastr di I livllo in Global managmnt for China (GMC) dizion anno accadmico 2015/2016 N. o.d.g.: 05.1 C.d.A. 30.10.2015 Vrbal n. 9/2015 UOR: Ara affari gnrali

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA

COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO. Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE DI TERRED ACQUA Esnt dall imposta di bollo ai snsi dll art. 16 dlla tablla allgato B) al D.P.R. 26/10/1972 N. 642 succ. modif. COMUNE DI SAN GIOVANNI IN PERSICETO Provincia di Bologna REP. 16820 CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI

ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA LA REGIONE VENETO E L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA, L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA, L UNIVERSITA IUAV DI VENEZIA, L UNIVERSITA CA FOSCARI E L AZIENDA REGIONALE PER

Dettagli

Il Rgistro E-PRTR (Europan Pollutant Rlas and Transfr Rgistr) Attuazion dl Rgolamnto (CE) n. 166/06 LA DICHIARAZIONE PRTR Dlgs 46/2014 (rcpimnto IED), con l art. 30 introduc pr la prima volta l sanzioni

Dettagli

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE

VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UN IVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Rgional Vill Vnt VILLEVENET E AS S O C IAZ IO NE PROTOCOLLO D'INTESA TRA l'ufficio Scolastico Rgional pr il Vnto l' A~sociazion pr l

Dettagli

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9"-* "/4

\# t.u3gra '''- PrgFf,.2il.-a.//9-* /4 UNIONE EUROPEA lnlzìitlrva n J:ì\,)ra dr 1 ()al::tii,..ìtìrì,rf iì,{ìy,ì,r,lrì! 0rltJ(ì Sr)(jrilÌr ì)jlrír..) # A.N.AC. Autó.it! N.rrronalr tutlcorrurron. Ona-*,*,1*". **-,a; ",1,/9",*,*o-'6*,Jàr*Z w,r#h.'úr*h,*,

Dettagli

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA

Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA Il DIPARTIMENTO DI ECONOMIA SCIENZE E DIRITTO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI EMANA il sgunt bando pr la coprtura di insgnamnti dl Dipartimnto di ECONOMIA, SCIENZE E DIRITTO mdiant contratti di diritto privato

Dettagli

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO.

XXX SPA Stabilimento di xxx (xx) REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pag. 1/10 REGISTRO FORMAZIONE/ADDESTRAMENTO CONTINUI LAVORATORI CAPIREPARTO PREPOSTI VICE CAPIREPARTO REPARTO. Pr form azion/ addst ram nt o cont inui si intnd la attività di addstramnto, vrbal / o pratico,

Dettagli

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE AVVISO PER LA RACCOLTA DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ASSEGNAZIONE TEMPORANEA AI SENSI DELL ART. 39 C. 1 LR 31/1998 PRESSO L ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA RISERVATO AI DIPENDENTI DEL SISTEMA REGIONE

Dettagli

Adoc Monza e Brianza, con sede in Monza, Via Ardigò n. 15, codice fiscale 94605750150 rappresentata dal Presidente Antonio Parrella

Adoc Monza e Brianza, con sede in Monza, Via Ardigò n. 15, codice fiscale 94605750150 rappresentata dal Presidente Antonio Parrella ACCORDO RELATIVO ALLE PROCEDURE CONCILIATIVE AMMINISTRATE DALLA CAMERA DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI MONZA E BRIANZA tra Adiconsum Monza Brianza, con sd in Monza, Via Dant 17/A,

Dettagli

COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST

COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST DELIBERAZIONE DELL ESECUTIVO CIRCOSCRIZIONALE N. 5 SUD - OVEST N. 19 di Rg.Original (quartir) Sduta dl 22.11.2010 N. di Rg.Spcial (Uff.coord.) L anno 2010, il

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A. AREA PERSONALE Ufficio Personale tecnico amministrativo U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I M A C E R A T A AREA PERSONALE Ufficio Prsonal tcnico amministrativo Macrata, li 30.10.2008 Prot. N. 11694 IPP/29 d Ai Magnifici Rttori dll Univrsità Ai Dirttori

Dettagli

POR Calabria 2014-2020

POR Calabria 2014-2020 POR Calabria 20142020 Obittivo Tmatico 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI FORMA DI DISCRIMINAZIONE Priorità 9 PROMUOVERE L INCLUSIONE SOCIALE, COMBATTERE LA POVERTÀ E OGNI

Dettagli

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro

Task Force deleghe al territorio Secondo incontro 1 Task Forc dlgh al trritorio Scondo incontro Roma 03 novmbr 2008 2 Immobili acquisti Esignz rilvat Strumnti gstionali Stratgia intrvnto Attività di gruppi lavoro trritoriali Prossimi Ambiti Analisi: S&S

Dettagli

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO

Comune di Frossasco. Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO Comun di Frossasco Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER L INDIVIDUAZIONE DEL SOGGETTO ATTUATORE BENEFICIARIO DEL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO A COPERTURA DELLE SPESE EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE E DOCUMENTATE,

Dettagli

Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014. Risposte ai quesiti in merito alla gara d appalto per l asilo nido comunale 2014-2017.

Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014. Risposte ai quesiti in merito alla gara d appalto per l asilo nido comunale 2014-2017. COMUNE DI VIGONZA PROVINCIA DI PADOVA Via Cavour n. 16 - C.F. 800100280 Tl. 0498090211 - Fax 0498090200 www.comun.vigonza.pd.it I AREA AMMINISTRATIVA SETTORE SOCIALE Prot. 16996 Vigonza, lì 26.06.2014

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SETTORE EDILIZIA Procsso Costruzion di difici di opr di inggnria civil/industrial Squnza di procsso

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO)

UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) 10.11.2010 IT Gazztta ufficial dll'union uropa C 304 A/1 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI UFFICIO EUROPEO DI SELEZIONE DEL PERSONALE (EPSO) BANDO DI CONCORSI GENERALI EPSO/AST/109-110/10 CORRETTORI

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE CADUTA NEVE-FORMAZIONE DI GHIACCIO E ONDATE DI GRANDE FREDDO Roma, 02/2015 Rv.06/annual Pagina 1 di 6 Sd lgal Circonvallazion Gianicolns 87-00152 Roma A.Orlli. Tl. 3387 PIANO GESTIONE EMERGENZE INTERNE

Dettagli

PRAMAC S.P.A. in liquidazione

PRAMAC S.P.A. in liquidazione PRAMAC S.P.A. in liquidazion RELAZIONE SULLA REMUNERAZIONE 2012 Rdatta ai snsi dll art. 123-tr dl D. Lgs. 24 fbbraio 1998 n. 58 (TUF), dll art. 84 quatr dl Rgolamnto Emittnti d in conformità allo schma

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

termine intercorso tra l'inizio e la fine del procedimento (F) D.P.R. 483/1997 - D.P.R. 220/2001, entro 6 mesi dalla prova scritta

termine intercorso tra l'inizio e la fine del procedimento (F) D.P.R. 483/1997 - D.P.R. 220/2001, entro 6 mesi dalla prova scritta N procdimnto: brv dscizion (A) unità organizzativa rsponsabil dll'istruttoria (B) rsponsabil dl procdimnto -tl mail, (C) art. 35 Obblighi di pubblicazion rlativi ai procdimnti amministrativi ai controlli

Dettagli

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese

Normative e strumenti per una Telesanità al servizio delle imprese Normativ strumnti pr una Tlsanità al srvizio dll imprs M.Carnillo Dirzion Mrcato - PAL Cntro Nord info.lgalmail@infocamr.it lgaldoc@infocamr infocamr.it www.lgalmail lgalmail.it www.lgaldoc lgaldoc.it

Dettagli

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012

Comunicazione periodica agli iscritti per l anno 2012 Comunicazion priodica agli iscritti pr l anno 2012 La prsnt comunicazion, rdatta dal Fondo pnsion PREVIMODA scondo lo Schma prdisposto dalla COVIP, vin trasmssa ai soggtti ch risultano iscritti al 31 dicmbr

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence

Regolamento per la certificazione dei Sistemi di Gestione e/o Prodotto Integrati secondo lo schema Food Expo Excellence Rgolamnto pr la crtificazion di Sistmi di Gstion /o Prodotto Intgrati scondo lo schma Food Expo Excllnc In vigor dal 04/03/2014 Agroqualità S.p.A. Vial Csar Pavs, 305-00144 Roma - Italia Tl. +39 06 54228675

Dettagli

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE

ANALISI PROGRAMMA ANNUALE ANALISI PROGRAMMA ANNUALE VERBALE N. 2015/001 Prsso l'istituto I.I.S. "CASSATA - GATTAPONE" di GUBBIO, l'anno 2015 il giorno 12, dl ms di marzo, all or 11:00, si sono riuniti i Rvisori di Conti dll'ambito

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli

visto il Protocollo d Intesa tra Regione Campania e Università degli Studi di Napoli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SCUOLA DI MEDICINA E CHIRURGIA BANDO DI SELEZIONE PER L AFFIDAMENTO DI INRICHI DIDATTICI NEI CORSI DI LAUREA DELLE PROFESSIONI SANITARIE PER L ANNO ACDEMICO

Dettagli

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di SOLAROLO Vrbal Numro 8 OGGETTO: DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SOLAROLO E L'ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO "MONS.G.BABINI". Priodo 1.1.2010-31.12.2014. MODIFICA

Dettagli

Matrice storica delle emissioni del documento

Matrice storica delle emissioni del documento (Rdatto dal Consiglio Dirttivo ai snsi pr gli fftti dll articolo 23. punto 6) dllo STATUTO dll Associazion ONLUS IL BRUCO, approvato dall Assmbla di Soci firmato dal Prsidnt dlla stssa. Ragion Social Sd

Dettagli

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento

COMUNE DI PALERMO. c.a.p. 90133 c.f. 80016350821. la quale - seppure la scrivente continui a ritenere strategico il potenziamento COMUNE DI PALERMO Ara dll Politich di Sviluppo Fondi Strutturali Palazzo Calltti - Piazza Marìna, n.46-90133 PALERMO Tl.0917406363 Sito inlrnt h h h.comun.!alrmo it c.a.p. 90133 c.f. 80016350821 Al Sig.

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75. Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 1 dl 06/09/2013) Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO * Offrta valida pr

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA

MAGAZZINO EX GUALA VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA CITTÀ DI ALESSANDRIA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PIAZZA DELLA LIBERTÀ n. 1 MAGAZZINO EX VIA S. GIOVANNI BOSCO, - ALESSANDRIA PROCEDURA DI CONTROLLO DEGLI ACCESSI ALL INTERNO DELL AREA FILE: procdura

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

CHECK LIST per i Controlli di Sicurezza sul lavoro

CHECK LIST per i Controlli di Sicurezza sul lavoro AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA (D.Lgs. n. 517/1999 - Art. 3 L.R.Vnto n. 18/2009) SERVIZIO PREVENZIONE PROTEZIONE Dirttor: Ing. Maurizio Lornzi Sd di Borgo Roma P.l L.A. Scuro, 10-37134

Dettagli

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni.

Generali operative. Ausiliario Sui compiti Semplice Interne con pochi soggetti. Di tipo indiretto. Discreta ampiezza delle soluzioni. ,352),/,352)(66,21$/,1(*/,(17,/2&$/,813266,%,/(02'(//2', '(6&5,=,21('(//$9252 GL5LFFDUGR*LRYDQQHWWL&H3$±/,8& A distanza di circa quattro anni dalla introduzion dl nuovo sistma di inquadramnto dl prsonal

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra

CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO. tra CONTRATTO DI FORNITURA DI SERVIZIO tra L Ent Circolo Didattico Statal con sd in Campi Bisnzio, Cod. Fisc. n. 80045390483, nlla prsona dl suo lgal rapprsntant pro-tmpor dott.ssa Ornlla Mrcuri l A.S.D. Polisportiva

Dettagli

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di

Valore della posizione individuale (euro) Comparto. Dettaglio delle operazioni effettuate dall' 1/1/2014 al 31/12/2014 Entrate Datore di In caso di mancato rcapito rstituir a: Via V. Pisani 19 20124 Milano Codic Fiscal 97207290152 Iscritto all albo di fondi pnsion con il numro 61 DCOOS1412 COM L0001804490-P696-D3-1/6 0-0-0-0 70001804490157735

Dettagli

58 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 21 - Mercoledì 23 maggio 2012

58 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 21 - Mercoledì 23 maggio 2012 58 Bollttino Ufficial D.G. Occupazion politich dl lavoro T. c. dl d.d.u.o. 18 maggio 2012 - n. 4341 Tsto coornato dl d.d.u.o. 18 maggio 2012 - n. 4341 Approvazion dll avviso Dot imprsa - Formazion imprntor,

Dettagli

Accordo quadro fra. l Azienda USL di Bologna e il CEA Coordinamento Enti Ausiliari della Provincia di Bologna

Accordo quadro fra. l Azienda USL di Bologna e il CEA Coordinamento Enti Ausiliari della Provincia di Bologna Accordo quadro fra l Azinda USL di Bologna il CEA Coordinamnto Enti Ausiliari dlla Provincia di Bologna La Comunità Papa Giovanni XXIII coop. s.r.l. di Rimini Prmssa L parti prndono atto dl buon livllo

Dettagli

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015

Modello UNICO MENSA Comuni di Val della Torre e Caselette agg-to 29.05.2015 COMUNE di VAL DELLA TORRE COMUNE di CASELETTE Ufficio Srvizi Scolastici Associati pr il srvizio di rfzion scolastica la riscossion informatizzata dll rtt rfzion, trasporto scuolabus d assistnza mnsa Piazza

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 9 dl 01/10/2014) Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr

Dettagli

L ESECUTIVO CIRCOSCRIZIONALE

L ESECUTIVO CIRCOSCRIZIONALE COMUNE DI PADOVA QUARTIERE N. 5 SUD - OVEST DELIBERAZIONE DELL ESECUTIVO CIRCOSCRIZIONALE N. 5 SUD - OVEST N. 3 di Rg.Original (quartir) Sduta dl 12.03.2014 N. di Rg.Spcial (Uff. coord.) OGGETTO: CONTRIBUTI

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

(ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 81/08) Fondazione Don Mozzatti D Aprili. direzione@donmozzatti.it. Dott.

(ai sensi dell art. 26, comma 3 del D. Lgs. 81/08) Fondazione Don Mozzatti D Aprili. direzione@donmozzatti.it. Dott. VALUTAZIONE DEI RISCHI E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DA ADOTTARE PER LA FORNITURA PER 36 MESI DI DERRATE ALIMENTARI D.U.V.R.I. PRELIMINARE PER PROCEDURA DI AFFIDAMENTO (ai snsi dll art. 26, comma

Dettagli

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii

( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii SETTORE ( iii \ IDf\4jE1 \ Patrirnont, dcii I )I I \\l( rtanit (tttà d art I Affari Gnrali Finanziari DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Sttor I Affari Gnrali Finanziari Proposta di dtrminazion dl Dirignt prot.

Dettagli

COMUNE DI VALDASTICO

COMUNE DI VALDASTICO COPIA COMUNE DI VALDASTICO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 27 Ltto, confrmato sottoscritto IL PRESIDENTE F.to GUGLIELMI CLAUDIO IL SEGRETARIO COMUNALE F.to DOTT. LAVEDINI GIUSEPPE REFERTO

Dettagli

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml

Classe di abilitazione (o classe di concorso) Reclutamento docenti e Graduatorie http://www.istruzione.it/urp/reclutamento.shtml Class di abilitazion (o class di concorso) La class di concorso è una sigla alfa numrica con la qual si indica l insim di matri ch possono ssr insgnat da un docnt. Indica una particolar cattdra di insgnamnto,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR)

PROTOCOLLO D INTESA. fra. Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione (di seguito MIUR) PROTOCOLLO D INTESA fra Il Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr l Istruzion (di sguito MIUR) Il Ministro pr i Bni l Attività Culturali Dirzion Gnral pr lo Spttacolo dal Vivo

Dettagli

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO

SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE PERSONALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Rvision n 3 25/06/2012 SCHEDA VALUTAZIONE ANNUALE SCHEDA VALUTAZIONE NEOASSUNTO Cognom Nom Unità Oprativa Valutator Data valutazion Da compilar s noassunto: Data inizio priodo di prova Data valutazion

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 11 dl 01/04/2015) Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr

Dettagli

REPORT APPRENDISTATO

REPORT APPRENDISTATO REPORT APPRENDISTATO Rilascio 19 gnnaio 2015 Aggiornamnto 7 gnnaio 2015 PROGRAMMA POT Pianificazion Trritorial Oprativa Sommario DOCUMENTI ATTUATIVI DELLA APPRENDISTATO... 3 Tab. 1 Apprnstato pr la qualifica

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr sottoscrizioni prvnut in Sd ntro il 31/12/2015

Dettagli

SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013

SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013 SCHEDA ELENCO TIPOLOGIE DI CONTROLLO SULLE IMPRESE Art. 25 D.Lgs. n. 33/2013 TRASPORTI Tipo procdimnto Normativa Tipologia imprs Tipologia controllo Organismo di controllo Critri di controllo Modalità

Dettagli

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target

progetto obiettivo resp codice obiettivo gestionale indicatori e target progtto obittivo rsp codic obittivo gstional indicatori targt azioni a sostgno dlla famiglia Collla/Bru sati 3.01.01 accsso a finanziamnti rgionali pr l'attivazion di misur contro la violnza di gnr spltamnto

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA: CHI/COME ASSICURA

ASSISTENZA SANITARIA: CHI/COME ASSICURA Gnnaio 2011 94 VISITA IL NOSTRO PORTALE! www.fiba.it il sito dlla Fiba in D.B. www.fibadb.tk FOGLIO INFORMATIVO dlla Sgrt. Org. di Coordinam. RR.SS.AA. in Dutsch Bank INFORMATIVA SUL RINNOVO PER IL PERIODO

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI

ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI ENTE PARCO NATURALE REGIONALE DEI MONTI LUCRETILI DEL IBERAZIONE DEL COMM ISSA IUO STRAORDINARIO N. J. i DEL,1.1, I 06 / ~A Ù OGGETTO: POR FESR LAZIO 2007-2013 INTERVENTO DENOMINATO " DA r.'tonte r.'iat

Dettagli

ROMA MunicioioRoma lv Montesacro DIREZIONE

ROMA MunicioioRoma lv Montesacro DIREZIONE ROMA MunicioioRoma lv Montsacro DIREZIONE Comun Roma a) allgato pr crazion un SistmaVidoComunicazion Progtto sprimntal Trritorial SPECIALE CAPITOLATO E DURATADELL'APPALTO CARATTERISTICHE ART,1 OGGETTO,

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto.

La pubblicazione del Prospetto d offerta non comporta alcun giudizio della CONSOB sull opportunità dell investimento proposto. Offrta al pubblico di CREDEMVITA COLLECTION PRO prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linkd (Assicurazion a vita intra d a prmi libri - Codic Tariffa 60083) Si raccomanda la lttura dlla Part I

Dettagli

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA

isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA prot2581_14.pdf http://www.istruzion.it/allgatì/2014/prot2581 M1URAOODGOS prot. 2581 Roma, 09/04/2014 isrrrutc COS/JPRENSÌVG DJ SCUOLA MATERNA ELftfctfTArtE H MEDIA «WALETTO (CTl Ai Dirttori Gnrali dgli

Dettagli

REPORT APPRENDISTATO

REPORT APPRENDISTATO REPORT APPRENDISTATO Rilascio 9 gnnaio 2015 Aggiornamnto 7 gnnaio 2015 PROGRAMMA POT Pianificazion Trritorial Oprativa Sommario DOCUMENTI ATTUATIVI DELLA MISURA APPRENDISTATO... 3 Tab. 1 Apprndistato pr

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

ACCORDO QUADRO per la STAZIONE SCIISTICA DI BRENTONICO SAN VALENTINO

ACCORDO QUADRO per la STAZIONE SCIISTICA DI BRENTONICO SAN VALENTINO ACCORDO QUADRO pr la STAZIONE SCIISTICA DI BRENTONICO SAN VALENTINO In data 23 dicmbr 2015, prsso la sd dll Assssorato al Turismo dlla Provincia autonoma di Trnto in Trnto, via Romagnosi, 9, sono convnuti:

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

COMUNE DI MONTERIGGIONI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RICOGNITIVA DEI RISCHI INTERFERENTI STANDARD PARTE II SEZIONE IDENTIFICATIVA DEI RISCHI SPECIFICI DELL AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

archivio, tra documento e vincolo Massimo Galeri

archivio, tra documento e vincolo Massimo Galeri archivio, tra documnto vincolo Massimo Galri 5 novmbr 2011 Finalità dll incontro L intnto di promotori dl corso di archivistica cclsiastica: ch gli archivi siano frquntati curati da prson ch dispongano

Dettagli