Programma F-35 Lightning II in Italia Valutazione di impatto economico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma F-35 Lightning II in Italia Valutazione di impatto economico"

Transcript

1 Programma F-35 Lightning II in Italia Valutazione di impatto economico

2 Indice Pagina 1 Quadro sintetico generale 1 2 Il programma in cifre 3 3 Metodologia per l'analisi di impatto 9 4 Analisi d'impatto 12 5 Altri Benefici 17 6 Riassumendo 20 Appendices 1 Metodologia per l'analisi d'impatto 22

3 Sezione 1 Quadro sintetico generale 1

4 Sezione 1 Quadro sintetico generale Quadro sintetico generale Tra il 2013 e il 2014, PricewaterhouseCoopers - Italia ( - Italia) ha condotto uno studio di valutazione dell'impatto economico generato dal Programma F-35 sull'economia Italiana. Lo studio identifica: Investimenti in Italia per il programma F-35; Valore aggiunto generato nell'economia italiana (diretto, indiretto e indotto) risultante dalla produzione di F-35 o sue componenti; Occupazione generata (diretta, indiretta e indotta). Gli impatti sono stati calcolati attraverso un approccio combinato, basato su: Osservazioni dirette attraverso indagini, interviste e analisi di bilanci d'esercizio [impatti diretti]; L'utilizzo di un esteso modello econometrico Input-Output [impatti indiretti e indotti]. 2

5 Sezione 2 Il Programma in cifre 3

6 Sezione 2 Fatti e cifre Il programma JSF e l'italia Il Programma JSF rappresenta, ad oggi, la più avanzata iniziativa per lo sviluppo, la produzione e la manutenzione di jet da combattimento. Cominciato negli anni '90, il Programma coinvolge diverse nazioni, a cui spetta un diverso grado di opportunità in termini di ordinativi per la produzione di componenti, e di partecipazione alla fase di manutenzione sulla base del contributo iniziale fornito durante la fase di ricerca e sviluppo e al numero di aeromobili da acquisire. L'Italia, avendo partecipato alla fase iniziale del Programma JSF con una quota pari al 4%, è qualificata come Partner di secondo livello. L'Italia prevede l'acquisizione di 90 F-35s 60 Apparecchi a decollo e atterraggio convenzionale 30 Apparecchi ad atterraggio verticale 4

7 Sezione 2 Fatti e cifre Investimenti in Ricerca & Sviluppo Durante le fasi pre-produttive, il governo italiano ha investito $ 1 miliardo in ricerca. Ulteriori $ 0,9 miliardi sono stati investiti per le fasi di Supporto alla produzione e Successivo sviluppo (PSFD). Questi investimenti non sono stati presi in considerazione da questo studio per il calcolo dei benefici economici (valore aggiunto e occupazione). Ulteriori $ 0,9 miliardi investiti nella fase PSFD. $ 1 miliardo investito dall'italia in ricerca e sviluppo 5

8 Sezione 2 Fatti e cifre Investimenti produttivi E stato necessario un investimento pari a $ 1,7 miliardi per l'acquisto di macchinari, utensili, strumenti, fabbricati, ecc. necessari alla produzione di componenti e per eseguire le attività di assemblaggio. $ 1,7 miliardi lordi di investimenti produttivi in Italia Di questi investimenti, circa mezzo miliardo di dollari sono stati realizzati attraverso importazioni (di cui il 95% a carico di Lockheed Martin e solo il 5% a carico di imprese italiane); i restanti $ 1,2 miliardi sono investimenti effettuati dal Ministero della Difesa e le aziende italiane eche hanno avuto effetto sulla domanda interna in Italia. Gli investimenti in strutture e risorse produttive sono stati considerati nel calcolo dei benefici economici (valore aggiunto e occupazione). 6

9 Sezione 2 Fatti e cifre Opportunità produttive Ad oggi, sono stato accordati contratti a 27 imprese italiane per un controvalore di $667 milioni; il valore di produzione proiettato nel futuro è equivalente a diversi miliardi di dollari. Ulteriori opportunità produttive saranno offerte nel proseguo del processo produttivo. Le opportunità produttive sono state assegnate sulla base della quota di partecipazione e del numero di ordinativi in aeromobili dell'italia. Circa $ 0,7 miliardi di contratti già acquisiti Settori interessati dalla partecipazione industriale italiana sono: Fabbricazione delle ali Componentistica elettronica Parti meccaniche Assemblaggio/Finitura F-35 Componenti strutturali Attrezzatura di supporto Supporto ingegneristico Parti luminose del quadro comandi 7

10 Sezione 2 Fatti e cifre Produzione vs. Investimenti Entro la fine del 2014, sarà realizzato l'80% degli investimenti, ma per contro, appena il 3% - 4% del totale degli ordini produttivi. La maggior parte degli ordinativi come i benefici per l'economia ed il mercato del lavoro italiani matureranno successivamente al l'80% degli investimenti è stato completato tuttavia Produzione e benefici hanno appena iniziato a manifestarsi Produzione Investimenti 8

11 Sezione 3 Metodologia per l'analisi di impatto 9

12 Sezione 3 Metodologia per l'analisi di impatto Metodologia impatto diretto Gli impatti diretti sono stati quantificati attraverso l'osservazione diretta di un campione di imprese italiane. Il campione ha compreso imprese presenti in ciascuno dei settori coinvolti (i.e. ali, assemblaggio, macchinari, sistemi elettronici, strutture e attrezzature). L'analisi ha considerato: Valore, tipo e localizzazione degli investimenti effettuati (e/o pianificati nel futuro); Origine e valore degli input produttivi (importazioni vs. domestici); Numero di lavoratori diretti per unità di produzione. Complessivamente, l'analisi diretta ha considerato una porzione di circa il 62% del totale del valore atteso di produzione. 10

13 Sezione 3 Metodologia per l'analisi di impatto Metodologia impatto indiretto e indotto Gli impatti indiretti e indotti sono stati calcolati attraverso l'utilizzo di un modello creato sulla base del World Input Output Database (WIOD). Il WIOD è un progetto finanziato dalla Commissione Europea (CE) e patrocinato dall'organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE). L'utilizzo del modello input output ha consentito di quantificare gli effetti indiretti e indotti. 11

14 Sezione 4 Analisi d'impatto 12

15 Sezione 4 Analisi d'impatto Quali sono i benefici attesi? Sia gli investimenti che hanno coinvolto le imprese italiane, che le attività produttive originano effetti nel mercato italiano in termini di benefici economici (valore aggiunto) e nuova domanda di lavoro. Questi impatti possono essere declinati in: Valore aggiunto= somma di utili, tasse, salari & stipendi e ammortamenti degli investimenti impatti diretti, che si riferiscono agli effetti (benefici economici o posti di lavoro) direttamente collegati alle imprese italiane che producono componenti (o, nel caso di investimenti: stabilimenti, strumenti, macchinari, ecc.) per Lockheed Martin o per altri membri del consorzio JSF; impatti indiretti, derivanti dal fatto che le imprese italiane coinvolte nel programma hanno a loro volta dei fornitori, i quali producono semilavorati, forniscono materiali, servizi, ecc.; effetti indotti, dovuti ai consumi generati dai lavoratori che spendono parte del proprio stipendio generando ulteriore domanda contribuendo, così, all'espansione dell'economia italiana nel suo complesso. 13

16 Sezione 4 Analisi d'impatto Valore aggiunto Si stima che la partecipazione industriale da parte delle aziende Italiane possa risultare in un impatto complessivo pari a $ 15,8 miliardi in termini di Valore Aggiunto nell'intero periodo ( ). Il Valore Aggiunto è generato dagli investimenti, dalle attività produttive dirette e indirette e dalla domanda aggiuntiva sostenuta dai consumi dei lavoratori coinvolti direttamente ed indirettamente nella produzione. $ $ % dei benefici sono generati da $2.863 $9.280 Totale Indotto Indiretto Diretto imprese direttamente coinvolte nel Programma Ogni dollaro speso da Lockheed Martin nel progrmma JSF in Italia genera un beneficio pari a $ 1,08 per il Paese 14

17 Sezione 4 Analisi d'impatto Occupazione Si prevede che il Programma F-35 possa supportare oltre posti di lavoro nel periodo di massima produzione. Il numero massimo di posti di lavoro sostenuti dal programma sarà raggiunto nel Totale Indotto Induced Indiretto Diretto Direct A ciascun lavoratore diretto coinvolto nel Programma, si stima, possano corrispondere 1,17 posti di lavoro indiretti e indotti Oltre posti di lavoro nell anno di massima produzione 15

18 Sezione 4 Analisi d'impatto Occupazione La domanda di lavoro si mantiene ai livelli massimi tra il 2017 e il Il Programma F-35 sosterrà, in media, posti di lavoro annui in Italia nel decennio tra il 2017 e il La riduzione negli ordini di F-35 (da 131 a 90) ha prodotto un impatto negativo in termini di potenziali posti di lavoro Lavoro indotto Lavoro da investimenti Lavoro indiretto Lavoro diretto Totale 16

19 Sezione 5 Altri Benefici 17

20 Sezione 5 Additional Benefits Occupazione aggiuntiva da FACO e attività di manutenzione/aggiornamento La FACO a Cameri è attrezzata per operare come Centro di eccellenza per la manutenzione, riparazione e revisione (MRO&U) per l'intera flotta di F- 35 basata in Europa e nel Mediterraneo. La FACO a Cameri ha la capacità di svolgere Attività di Assemblaggio anche per altri paesi oltre che per l'italia. L'intero spettro di attività di MRO&U include: gestione & pianificazione; manutenzione, riparazioni, revisione & upgrade; Supply Chain Management; attività di supporto. Lockheed Martin prevede un coinvolgimento dell'italia nella fase MRO&U tale da creare ulteriori posti di lavoro diretti annui durante il ciclo di vita del Programma (oltre 30 anni). 18

21 Sezione 5 Additional Benefits Nuove Tecnologie Oltre metà della partecipazione industriale italiana è incentrata nell'applicazione di nuove e altamente complesse tecniche di produzione per la costruzione delle ali e dei relativi materiali compositi. Queste tecnologie aiuteranno l'industria italiana a differenziarsi nel settore aerospaziale mondiale, creando ulteriore vantaggio competitivo in grado di fornire nuove opportunità di mercato. 19

22 Sezione 6 In Sintesi 20

23 Sezione 6 Riassumendo In Sintesi Il Programma di produzione degli F-35 supporterà la creazione di oltre posti di lavoro in Italia nell anno di massima produzione. Il Programma di produzione degli F-35 genererà $15,8 miliardi in termini di benefici economici per l'economia italiana. Il Programma di produzione degli F-35 fornisce all'industria e ai lavoratori italiani conoscenze innovative ed altamente tecnologiche. L'Italia è ben posizionata per la realizzazione di ulteriori attività relative alla fase post-produttiva degli F-35 (MRO&U), contribuendo così al raggiungimento di ulteriori e considerevoli benefici economici ed occupazionali. Lockheed Martin stima che possano essere generati ulteriori posti di lavoro annui. 21

24 Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto 22

25 Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto Cosa innesca gli effetti macroeconomici? Il modello sviluppato da quantifica l'impatto economico in Italia derivante dalla fase di Produzione del Programma JSF e dalla relativa fase di Investimenti. investimenti in R&S Investimenti produttivi Produzione Testing & formazione MRO&U Trasferimento di know-how Leve per l'economia Gli effetti derivanti dagli investimenti iniziali in ricerca e sviluppo non sono stati considerati. Gli effetti generati dalla fase di Testing & Formazione non sono stati considerati all'interno di questa analisi quantitativa. Anche gli effetti relativi alla fase post-produttiva (MRO&U) e trasferimenti di know-how tecnologico non sono stati inclusi nell'analisi quantitativa condotta da. Lockheed Martin ha condotto una valutazione preliminare del potenziale impatto di attività post-produttive i cui risultati sono stati sintetizzati nella slide 18 e

26 Primary Inputs To Production Primary Inputs To Production Intermediate Inputs Intermediate Inputs Seconary Sector Public Private Other Final Seconary Sector Public Private Other Final Input data from Lockheed Martin, Ministry of Defense and survey Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto Funzionamento del modello 1 2 Imports (imports from foreign countries) Order volume Direct Output = Production value Domestic input (supplied by Italian companies) Spend for Employee compensation Profit, depreciation, etc. Gli effetti diretti sono stati ricavati sulla base di informazioni aziendali (indagine su 5 imprese rappresentative dei differenti settori e, globalmente, di oltre il 60% del valore industriale del programma in Italia). 4 From Exemplary Input-Output Table of a closed economy To 3a Intermediate Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Q3 in Italian economy Total Final To From Q4 Direct Income spent (demand in Italian economy) Exemplary Input-Output Table of a closed economy Intermediate Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand Direct Value Added Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Q3 3b Final Q4 Total Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand Taxes Taxes Imports Imports Total Supply Total Supply Il modello econometrico input-output quantifica gli effetti indiretti ed indotti in Italia. 5 6 employment Value Added income spent = demand in Italian economy output = production Induced employment Induced Value Added Induced output = production value 24

27 Primary Inputs To Production Primary Inputs To Production Intermediate Inputs Intermediate Inputs Seconary Sector Public Private Other Final Seconary Sector Public Private Other Final Input data from Lockheed Martin, Ministry of Defense and survey Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto Funzionamento del modello 1 2 Imports (imports from foreign countries) Order volume Direct Output = Production value Domestic input (supplied by Italian companies) Spend for Employee compensation Profit, depreciation, etc. Gli effetti diretti sono basati sugli output di produzione prevista (step 1). 3a in Italian economy Direct Income spent (demand in Italian economy) Direct Value Added 3b Il Valore Aggiunto Lordo diretto, l'occupazione diretta e i salari sono rappresentati nello step 2. Sempre nello step 2, sono state sottratte dall'analisi le importazioni da altri paesi, poiché non generano impatti sull'economia italiana. 5 4 employment From Exemplary Input-Output Table of a closed economy To Total Supply Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Taxes Imports Intermediate Value Added Q3 Total Final To From Q4 output = production Exemplary Input-Output Table of a closed economy Total Supply Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Taxes Imports Intermediate Q3 Final Q4 Total Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand 6 income spent = demand in Italian economy Induced employment Induced Value Added Induced output = production value 25

28 Primary Inputs To Production Primary Inputs To Production Intermediate Inputs Intermediate Inputs Seconary Sector Public Private Other Final Seconary Sector Public Private Other Final Input data from Lockheed Martin, Ministry of Defense and survey Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto Funzionamento del modello 1 2 Imports (imports from foreign countries) Order volume Direct Output = Production value Domestic input (supplied by Italian companies) Spend for Employee compensation Profit, depreciation, etc. La domanda diretta genera domanda indiretta di beni e servizi in Italia al netto delle importazioni (3a) oltre a domanda indotta supportata dai consumi dei lavoratori (3b). From Exemplary Input-Output Table of a closed economy To 3a Intermediate in Italian economy Total Final To From Direct Income spent (demand in Italian economy) Exemplary Input-Output Table of a closed economy Intermediate Direct Value Added 3b Final Total La quantificazione di entrambi gli effetti è basato sul modello Inpu-Output sviluppato per l'economia italiana (step 4). Il modello quantifica il contributo socio-economico derivante dal Programma JSF per l'economia Italiana fino al employment Total Supply Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Taxes Imports Value Added Q3 income spent = demand in Italian economy Q4 output = production Total Supply Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Taxes Imports Induced employment Q3 Q4 Induced Value Added Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Induced output = production value Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand 26

29 Primary Inputs To Production Primary Inputs To Production Intermediate Inputs Intermediate Inputs Seconary Sector Public Private Other Final Seconary Sector Public Private Other Final Input data from Lockheed Martin, Ministry of Defense and survey Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto Funzionamento del modello 1 2 Imports (imports from foreign countries) Order volume Direct Output = Production value Domestic input (supplied by Italian companies) Spend for Employee compensation Profit, depreciation, etc. Applicando il modello, si riesce perciò a quantificare gli effetti indiretti socio-economici, step 5, risultanti dal punto 3a. 3a in Italian economy Direct Income spent (demand in Italian economy) Direct Value Added 3b Exemplary Input-Output Table of a closed economy Exemplary Input-Output Table of a closed economy Questi effetti indiretti implicano peraltro effetti indotti relativi al consumo indiretto, come rappresentato nello step 6 insieme ad effetti indotti relativi al consumo diretto, come risulta dal punto 3b. 5 4 employment From To Total Supply Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Taxes Imports Intermediate Value Added Q3 Total Final To From Q4 output = production Total Supply Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand Secondary Sector Q1 Q2 Wages & Salaries Gross operating Surplus Taxes Imports Intermediate Q3 Final Q4 Total Q1 Intermediate usage Q2 Final demand Q3 Primary inputs to production Q4 Primary inputs to final demand 6 income spent = demand in Italian economy Induced employment Induced Value Added Induced output = production value 27

30 Appendice 1 Metodologia per l'analisi d'impatto Approccio conservativo Il modello IO sviluppato da anticipa cambiamenti economici strutturali nel tempo in maniera conservativa. I moltiplicatori del VA e del Lavoro considerano: incremento della produttività; variazioni di approvvigionamenti nazionali; cambiamenti tecnologici; intensità di valore aggiunto; aggiustamenti inflattivi; I grafici sulla sinistra si riferiscono a due dei settori maggiornmente attivati indirettamente dal Programma JSF in Italia. 28

31 This publication was prepared by PricewaterhouseCoopers Advisory SpA for Lockheed Martin Corporation. Lockheed Martin Co. holds the copyright of this publication. Information published in this report can be reproduced only if reference is made to this publication. The views expressed herein are those of the authors and do not represent any official view of Lockheed Martin Co., unless otherwise stated. This publication has been prepared for general guidance on matters of interest only, and does not constitute professional advice. You should not act upon the information contained in this publication without obtaining specific professional advice. No representation or warranty (express or implied) is given as to the accuracy or completeness of the information contained in this publication, and, to the extent permitted by law, PricewaterhouseCoopers Advisory SpA, its members, employees and agents do not accept or assume any liability, responsibility or duty of care for any consequences of you or anyone else acting, or refraining to act, in reliance on the information contained in this publication or for any decision based on it. In this document, refers to PricewaterhouseCoopers Advisory SpA which is a member firm of PricewaterhouseCoopers International Limited, each member firm of which is a separate legal entity. 29

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140

Antonio Valle a a Istituto di Zoologia e Anatomia Comparata. To link to this article: http://dx.doi.org/10.1080/11250005109439140 This article was downloaded by: [178.63.86.160] On: 14 August 2015, At: 03:03 Publisher: Taylor & Francis Informa Ltd Registered in England and Wales Registered Number: 1072954 Registered office: 5 Howick

Dettagli

Asset Management 2020 A Brave New World

Asset Management 2020 A Brave New World Nel mezzo di un tumulto economico senza precedenti e importanti cambiamenti regolamentari, la maggior parte delle società di gestione si è concessa poco tempo per mettere a fuoco il futuro. Ma l industria

Dettagli

ITALIA: REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA 21 MAGGIO 2015

ITALIA: REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA 21 MAGGIO 2015 BRIEFING ITALIA: REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA 21 MAGGIO 2015 Contenuti I. Ambito di applicazione del DTR II. Interventi contemplati dal DTR III. Incrementi di Producibilità

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati

La teoria dei vantaggi comparati. La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati La teoria dei vantaggi comparati fu elaborata dall economista inglese David Ricardo (1772-1823) nella sua opera principale: On the Principles of Political Economy and Taxation

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali

Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Business Intelligence a portata di mano: strumenti per una migliore gestione delle informazioni aziendali Smau Bologna 18 Giugno 2009 Eligio Papa Distribution Channel Sales Manager SAP Italia COSA SIGNIFICA

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA GENERAL TERMS AND CONDITIONS OF SALE CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Disposizioni Generali. (a) I termini e le condizioni qui di seguito indicati (le Condizioni Generali di Vendita ) formano parte integrante dei contratti conclusi tra il

Dettagli

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Gennaio 2010 Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Introduzione In data 10 dicembre 2009, la Banca d'italia ha pubblicato un documento per

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

GESTIONE DEL RISCHIO NEI DISPOSITIVI MEDICI: DALLA CLASSIFICAZIONE ALLA COMMERCIALIZZAZIONE

GESTIONE DEL RISCHIO NEI DISPOSITIVI MEDICI: DALLA CLASSIFICAZIONE ALLA COMMERCIALIZZAZIONE 1 GESTIONE DEL RISCHIO NEI DISPOSITIVI MEDICI: DALLA CLASSIFICAZIONE ALLA COMMERCIALIZZAZIONE Ing. Enrico Perfler Eudax s.r.l. Milano, 23 Gennaio 2014 Indice 2 Il concetto di rischio nei dispositivi medici

Dettagli

Raccomandazione di RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO. sul programma nazionale di riforma 2015 dell'italia

Raccomandazione di RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO. sul programma nazionale di riforma 2015 dell'italia COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 13.5.2015 COM(2015) 262 final Raccomandazione di RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO sul programma nazionale di riforma 2015 dell'italia e che formula un parere del Consiglio sul

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie

Quello che devi sapere sulle opzioni binarie Quello che devi sapere sulle opzioni binarie L ebook dà particolare risalto ai contenuti più interessanti del sito www.binaryoptionitalia.com ed in particolar modo a quelli presenti nell area membri: cosa

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

L analisi economico finanziaria dei progetti

L analisi economico finanziaria dei progetti PROVINCIA di FROSINONE CIOCIARIA SVILUPPO S.c.p.a. LABORATORI PER LO SVILUPPO LOCALE L analisi economico finanziaria dei progetti Azione n. 2 Progetti per lo sviluppo locale LA FINANZA DI PROGETTO Frosinone,

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

IL CONTRIBUTO ECONOMICO E SOCIALE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI A RETE NELL AREA DI ROMA

IL CONTRIBUTO ECONOMICO E SOCIALE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI A RETE NELL AREA DI ROMA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA FACOLTA DI ECONOMIA IL CONTRIBUTO ECONOMICO E SOCIALE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI A RETE NELL AREA DI ROMA RAPPORTO FINALE Gennaio 2007 INDICE PREMESSA... 1 PARTE

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010

Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto. Torino, Centro Congressi Lingotto 14 15 aprile 2010 Evoluzione competitiva dei controlli in produzione nelle filiere dei mezzi di trasporto INDICI E PIANI DI PROCESS CAPABILITY Prof. Biagio Palumbo (Università di Napoli Federico II - Dipartimento Ingegneria

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007

Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 Version 1.0/ January, 2007 Versione 1.0/ Gennaio 2007 EFET European Federation of Energy Traders Amstelveenseweg 998 / 1081 JS Amsterdam Tel: +31 20 5207970/Fax: +31 20 6464055 E-mail: secretariat@efet.org

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG

Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Lotta alla povertà, cooperazione allo sviluppo e interventi umanitari Percorsi di qualità e trasparenza nell organizzazione, la gestione e il controllo interno delle ONG Con il contributo del Ministero

Dettagli

LAVORAZIONE DI UTENSILI

LAVORAZIONE DI UTENSILI Creating Tool Performance A member of the UNITED GRINDING Group LAVORAZIONE DI UTENSILI Grinding Eroding Laser Measuring Software Customer Care WALTER ed EWAG sono aziende leader a livello mondiale per

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A

L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda e la sua gestione P R O F. S A R T I R A N A L azienda può essere considerata come: Un insieme organizzato di beni e persone che svolgono attività economiche stabili e coordinate allo scopo di

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione

COMUNICATO STAMPA. Pagina di Riferimento Bloomberg Notes con scadenza 2018. Ammontare Nominale in circolazione COMUNICATO STAMPA TELECOM ITALIA S.p.A. LANCIA UN OFFERTA DI RIACQUISTO SULLA TOTALITÀ DI ALCUNE OBBLIGAZIONI IN DOLLARI EMESSE DA TELECOM ITALIA CAPITAL S.A. Milano, 7 luglio 2015 Telecom Italia S.p.A.

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO

L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO DISPENSA 1 Economia ed Organizzazione Aziendale L IMPRESA: OBIETTIVI E CONTESTO - Parte I - Indice Impresa: definizioni e tipologie Proprietà e controllo Impresa: natura giuridica Sistema economico: consumatori,

Dettagli