NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1"

Transcript

1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 BERGAMO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo : alcuni dati di sintesi Indicatori Residenziale Non residenziale (1) Numero di compravendite nel Numero medio annuo di compravendite nel corso degli anni Duemila di cui: nel periodo nel periodo nel periodo Numero massimo di compravendite nel corso degli anni Duemila (nel 200) 51 (nel 2002) Numero minimo di compravendite nel corso degli anni Duemila 1.2 (nel 20) 20 (nel 2011) (1) Uffici, negozi, laboratori e centri commerciali, capannoni industriali e industrie Fonte: elaborazioni Nomisma su dati Agenzia del Territorio Figura 1 Evoluzione dei prezzi medi correnti di abitazioni usate, uffici e negozi (variazioni annuali),0,0,0,0 2,0 0,0-2,0 -, Abitazioni Uffici Negozi Nel corso del 2011 sono proseguite le difficoltà del mercato immobiliare bergamasco emerse nella rilevazione di un anno fa. Dall analisi di tutti i comparti emerge una domanda in acquisto sempre più debole e, dunque, incapace di assorbire le quantità offerte sul mercato accumulatesi in maniera crescente. All interno del mercato residenziale, l attività transattiva è risultata in parziale ripresa dopo il minimo toccato nel 20, ma pur sempre su valori molto contenuti se rapportati ai massimi registrati nella prima metà degli anni Duemila. Per il mercato non residenziale, al contrario, la flessione del numero di contratti è stata marcata e superiore a quella osservata nella precedente rilevazione. A nulla 1 Per un maggiore dettaglio sui dati si rimanda all Appendice statistica. Nomisma 113

2 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 sono servite le flessioni dei valori di compravendita che hanno caratterizzato tutti i comparti cittadini con intensità differenti, segno che il prezzo di riserva dei potenziali acquirenti non è stato ancora raggiunto nonostante quattro anni di ribassi. La riduzione maggiore ha riguardato il segmento dei capannoni industriali, con un -,9, seguita dal -2,0 dei posti auto e dal -1,7 degli uffici. Il mercato residenziale e commerciale mostrano andamenti simili con una variazione negativa più contenuta e vicina al -1,0 in media. A tali correzioni vanno, inoltre, sommati gli sconti medi sul prezzo richiesto concessi dai proprietari nella fase di contrattazione. Attualmente i divari risultano compresi tra il 15,0 dei capannoni e circa il 13,0 delle abitazioni e dei negozi (i box fanno eccezione con un, medio). La maggiore prudenza della domanda in acquisto ha spinto i tempi medi di vendita verso livelli record per la città bergamasca, soprattutto per quanto riguarda i mercati residenziale, direzionale e commerciale. Figura 2 Rendimenti medi lordi annui di abitazioni usate, uffici e negozi () 9,0,0 7,0,0 5,0, Abitazioni Uffici Negozi Per quanto riguarda il segmento locativo, invece, le dinamiche sono risultate divergenti a seconda del mercato di riferimento. In particolare, la domanda di uffici, negozi e capannoni industriali è risultata piuttosto rarefatta, con il conseguente rallentamento dell attività contrattuale. Al contrario, all interno del comparto residenziale (e in misura proporzionale in quello dei posti auto) la domanda è risultata più dinamica e, dunque, capace di assorbire un offerta elevata, in larga parte proveniente dal mercato della compravendita. Nonostante gli andamenti eterogenei rilevati, i canoni si sono comunque ridotti all interno di tutti i comparti. Le flessioni maggiori hanno riguardato i capannoni (-5,) e gli uffici (-3,1), mentre i canoni medi delle abitazioni e dei negozi hanno riportato una correzione più contenuta (-1,). Per quanto concerne i tempi medi di locazione, i livelli raggiunti nel corso del 2011 sono risultati i più elevati degli ultimi dieci anni a prescindere del mercato di riferimento e, tuttavia, in linea o di poco al di sotto delle medie campionarie relative alle 13 aree monitorate, segnale di un allineamento della città verso realtà simili per vicinanza o per ampiezza. 11 Nomisma

3 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 Le correzioni intervenute nei prezzi e nei canoni nel corso del 2011 non hanno condizionato la redditività lorda da locazione che, pertanto, è risultata invariata in tutti i mercati cittadini ad eccezione del comparto commerciale e dei posti auto (ma in entrambi i casi si tratta comunque di variazioni minime). Per i prossimi dodici mesi si prevede il prolungamento delle difficoltà emerse nel corso del Pertanto, il numero di contratti in compravendita all interno del mercato degli uffici, dei negozi e dei capannoni subirà un ulteriore flessione. Per le abitazioni e i posti auto si prospetta, invece, una maggiore tenuta dell attività transattiva. I valori di compravendita tenderanno, anch essi, ad adeguarsi ancora alle richieste della domanda in acquisto e, dunque, in tutti i segmenti cittadini si assisterà a nuove flessioni. Dal lato della locazione il numero di contratti conclusi dovrebbe mantenersi sui livelli attuali (sono comunque possibili ulteriori flessioni per il mercato direzionale e una parziale ripresa per le abitazioni). I canoni, infine, dovrebbero rimanere invariati per abitazioni, posti auto e negozi, mentre per uffici e capannoni si prospettano riduzioni aggiuntive. Di seguito si segnalano iniziative e progetti urbani volti a rivitalizzare e riqualificare il mercato immobiliare cittadino. Una prima iniziativa che potrebbe realizzarsi nel 2012 è quella della Camera di Commercio di che ha proposto la creazione di un fondo immobiliare il cui scopo sarebbe quello di acquistare l invenduto che attualmente pesa sulle imprese edili bergamasche. Il nuovo strumento potrebbe anche concedere il patrimonio immobiliare conferito a canoni moderati o in cessione a prezzi convenzionati nell ottica dell housing sociale. Per quanto riguarda i progetti in fase di realizzazione, invece, è opportuno riportare le proposte relative al Parco dello Sport che dovrebbe essere realizzato nell area di Grumello del Piano ad opera del Gruppo Percassi. Si tratta di un intervento rilevante che include uno stadio da 25-2 mila posti, un palazzetto dello sport da posti, un centro acquatico (piscine coperte e scoperte) e, infine, spazi commerciali a destinazione sportive e per la ristorazione. Infine, si riporta il trasferimento del complesso monumentale di Sant Agata, in Città Alta, dal Demanio a Comune. L ex complesso carcerario dovrebbe, in seguito, essere convertito in una struttura ricettiva ad opera di privati sulla base delle direttive stabilita dall amministrazione. Mercato delle abitazioni Zone Tavola 2 Abitazioni Prezzi, canoni e rendimenti lordi (febbraio 2012) ABITAZIONI NUOVE Prezzi ( /mq) Variazioni annuali prezzi () Prezzi ( /mq) Variazioni annuali prezzi () ABITAZIONI USATE Canoni ( /mq/anno) Variazioni annuali canoni () Rendimenti da locazione () Centro , ,5-2,2, Periferia , ,2 75-1,7 5,3 Media ponderata , ,0 2-1, 5,1 Nomisma 115

4 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 Figura 3 Abitazioni usate Tempi medi di vendita e di locazione (mesi) Mesi , 2,3 7,3 Tempo di vendita Tempo di locazione 3,3 Figura Abitazioni usate Sconto medio praticato sul prezzo () Il mercato residenziale bergamasco, nel corso del 2011, è stato caratterizzato da un calo della domanda in acquisto piuttosto accentuata, confermando quanto riportato nel Rapporto di un anno fa. Tale flessione, tuttavia, non ha compromesso l attività transattiva, che rimane comunque su livelli piuttosto bassi rispetto agli anni passati, nonostante un offerta in costante crescita che non riesce, dunque, ad essere completamente assorbita dal mercato. - Tali dinamiche hanno influenzato, inevitabilmente, le contrattazioni avvenute nel corso dell anno spingendo i proprietari a concedere sconti medi sempre maggiori. In particolare, nel corso dell anno si è raggiunto un nuovo massimo rispetto agli ultimi dieci anni: lo sconto medio sul prezzo richiesto per le abitazioni usate si è attestato al 13,1 mentre, se si considerano le abitazioni di nuova realizzazione, lo sconto è risultato del, in media. - Anche i tempi medi di vendita si allungano, raggiungendo i 7,3 mesi per le abitazioni usate, dato di poco superiore alla media delle 13 aree monitorate (, mesi). Per quanto riguarda le nuove abitazioni, i tempi medi di vendita, come già avvenuto nel 2009, hanno nuovamente superato il dato relativo all usato, attestandosi a mesi in media. - I prezzi delle abitazioni usate, anche nel 2011, sono risultati piuttosto rigidi registrando, comunque, una flessione pari all 1,0 in media. Si tratta del quarto anno consecutivo in cui i valori di compravendita subiscono una correzione al ribasso e, ciononostante, tale trend non ha ancora riattivato l interesse della domanda potenziale. I prezzi delle abitazioni nuove cedono in misura pari al - 1,. - All interno del mercato locativo, l offerta di abitazioni è aumentata nel corso del 2011 a causa della disponibilità crescente di una parte dello stock di immobili rimasto invenduto nel mercato della compravendita. Secondo gli operatori di settore, la domanda si è rinsaldata ed è tornata a crescere portando ad una ripresa del numero di contratti stipulati. - Nonostante i segnali di ripresa emersi nell anno, i tempi medi di locazione si sono allungati di circa un mese nel corso dell anno raggiungendo i 3,3 mesi (3 mesi per le nuove costruzioni). 11 Nomisma

5 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Il ritorno di interesse della domanda è dovuto anche ad un ulteriore correzione al ribasso dei canoni, che si sono ridotti del -1,, in media. Tavola 3 Alcune caratteristiche del mercato residenziale (anno 2011) Caratteristiche Media 13 città intermedie Provenienza geografica della domanda di acquisto dell'abitazione () Italiana 95, 90,2 Comunitaria 0,,1 Extracomunitaria 3, 5, Tipo di utilizzo dell'abitazione acquistata () Prima casa 55,0,1 Sostituzione 32,5 32,2 Seconda casa (per uso familiare o per vacanza) 3,1,2 Investimento 9, 13, Tipologia di abitazione acquistata () Nuova o completamente ristrutturata 39, 31,5 Usata 0,,5 Abitazioni acquistate con un mutuo Quota sul totale delle compravendite 7,9 3,5 Copertura del mutuo erogato (sul valore dell'abitazione),,0 Tipo di contratto stipulato da chi ha locato un'abitazione () Libero 3,3 0,3 Transitorio 2,2 1,3 Canone concordato 1, 2,9 Comodato d'uso 0,0 0,5 - L andamento piuttosto simile di prezzi e canoni non ha provocato variazioni significative dei rendimenti medi lordi da locazione che si attestano, per il quarto anno consecutivo, al 5,1. - L applicazione della cosiddetta cedolare secca a non ha condizionato i canoni applicati a livello cittadino. D altro canto, la nuova tassazione ha spinto i proprietari a preferire contratti a canone libero a scapito di quelli a canone concordato. - Per il 2012, gli operatori intervistati prevedono il perdurare dell incertezza all interno del mercato della compravendita. I prezzi subiranno un ulteriore riduzione per stimolare un attività transattiva altrimenti statica. Dal lato della locazione, al contrario, si prevede che i canoni rimangano invariati e il numero di contratti possa continuare a crescere. Nomisma 117

6 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-12 Mercato degli uffici Zone Uffici Prezzi, canoni e rendimenti lordi (febbraio 2012) Prezzi ( /mq) prezzi () Canoni ( /mq/anno) canoni () Tavola Rendimenti da locazione () Centro ,3 12-3,2, Periferia terziaria 2.0-1,2 9-3,7, Periferia , 75-2,, Media ponderata ,7-3,1,5 Mesi Figura 5 Uffici Tempi medi di vendita e di locazione (mesi) 2 0 9,, ,7 Tempo di vendita Tempo di locazione,2 Figura Uffici Sconto medio praticato sul prezzo () Anche nel corso del 2011 è proseguita la fase critica del mercato direzionale. La domanda di uffici si è ulteriormente rarefatta, contribuendo ad un accumulo dello stock disponibile sul mercato. Il numero di contratti, di conseguenza, è diminuito notevolmente. - I valori di compravendita fanno registrare una flessione del -1,7 in media, che risulta anche maggiore nelle zone centrali (-2,3). Si tratta del quarto anno consecutivo in cui i prezzi subiscono una correzione al ribasso. - Lo sconto medio sul prezzo richiesto, al contrario, risulta sostanzialmente invariato rispetto al 20 e pari al 1,0 in media. - La perdurante debolezza del mercato direzionale cittadino continua ad allungare i tempi medi necessari a concludere una vendita, che hanno raggiunto i mesi. - Per quanto riguarda il segmento locativo, le dinamiche osservate non si discostano di molto da quelle riportate nel mercato della compravendita. - Ciononostante, l andamento dei canoni è risultato più negativo rispetto ai prezzi. Si è trattato, in media, di una riduzione del -3,1 con punte del -3,7 all interno della periferia terziaria della città. - I tempi medi di locazione tendono ad allungarsi superando, di poco, i mesi: si tratta, comunque, di un dato in linea con la media delle 13 aree monitorate (,3 mesi). 11 Nomisma

7 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, La maggiore flessione dei canoni rispetto ai prezzi non ha provocato alcuna variazione nei rendimenti medi da locazione, che si sono attestati al,5. - Le aspettative sul futuro del mercato direzionale non permettono ancora di intravedere una ripresa né dal lato della compravendita né da quello della locazione. Sia i prezzi che i canoni, al contrario, dovrebbero mostrare ancora flessioni, anche se differenziate a seconda delle localizzazioni. L attività transattiva continuerà a diminuire anche nel corso del 2012, mentre il numero di contratti di locazione potrebbe mantenersi sui livelli osservati nel Mercato dei negozi Zone Negozi Prezzi, canoni e rendimenti lordi (febbraio 2012) Prezzi ( /mq) prezzi () Canoni ( /mq/anno) canoni () Tavola 5 Rendimenti da locazione () Centro.225-0, 273-0,5,5 Periferia , 127-2, 7,0 Media ponderata ,1 13-1,,7 Figura 7 Negozi Tempi medi di vendita e di locazione (mesi) Mesi ,0,9,9 Tempo di vendita Tempo di locazione 5,9 Figura Negozi Sconto medio praticato sul prezzo () Rispetto agli altri comparti, il mercato commerciale cittadino ha mostrato una parziale riduzione dell offerta in vendita che, tuttavia, non è derivata da una ripresa della domanda risultata, al contrario, in affanno. L attività contrattuale, pertanto, non ha mostrato alcun cambiamento proseguendo nella flessione già osservata nel corso del All interno del segmento locativo le dinamiche sono state più convincenti senza raggiungere, tuttavia, una ripresa decisa. Infatti, ad un offerta in parziale crescita si è contrapposta una domanda indebolita ma ancora capace di raggiungere un compromesso nella fase delle contrattazioni. Tale affermazione è sostenuta dalla tenuta del numero di contratti di locazione conclusi nel corso del Nomisma 119

8 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Come già osservato nel 20, i prezzi medi diminuiscono in misura inferiore rispetto agli altri comparti (-1,1). Anche lo sconto medio concesso dai proprietari sul prezzo richiesto è il dato più basso a livello cittadino e pari al 12,. - Per quanto concerne i canoni, invece, nel corso del 2011 si è invertita la tendenza positiva della passata rilevazione (+0,), con una flessione pari a - 1,. - Sia i tempi medi di vendita che i tempi di locazione hanno continuato ad allungarsi di circa un mese, raggiungendo, rispettivamente gli,9 e i 5,9 mesi. - L inversione di tendenza dei canoni ha provocato una lieve riduzione dei rendimenti medi lordi da locazione, che risultano comunque tra i più elevati (solo i capannoni li superano) all interno della città e pari al,7. - Nel corso del 2012 è prevista un ulteriore contrazione dell attività contrattuale a fronte di una parziale tenuta dei prezzi. All interno del segmento locativo, invece, il numero di contratti si manterrà inalterato, mentre i canoni mostreranno ancora variazioni negative. Mercato dei capannoni industriali Figura 9 Capannoni industriali Tempi medi di vendita e di locazione (mesi) Mesi ,,5 7,2 7, Tempo di vendita Tempo di locazione Tavola Capannoni industriali Prezzi medi e rendimenti medi lordi (febbraio 2012) Capannoni nuovi Prezzo medio ( /mq) 1.00 Var. annuale () -3, Rendimento da locazione () 7,1 Capannoni usati Prezzo medio ( /mq) 00 Var. annuale () -,9 Rendimento da locazione () 7, - Rispetto al 20, il mercato dei capannoni industriali bergamasco, sia che si consideri il segmento della compravendita che quello locativo, è stato caratterizzato da una stabilizzazione dal lato dell offerta a fronte di una domanda che rimane, invece, notevolmente instabile. Tale dinamica ha reso ancora più asfittico un mercato già abbastanza in crisi, con attività contrattuali ridotte ai minimi. - Il segmento, in aggiunta, ha fatto registrare forti cali di canoni e prezzi, soprattutto per gli immobili usati (rispettivamente -5, e -,9). In aggiunta, il divario medio tra prezzo richiesto e prezzo effettivo si è ampliato di altri 2 punti percentuali, raggiungendo il massimo storico del 15,0 (in soli anni è più che raddoppiato). 120 Nomisma

9 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, I tempi medi necessari a concludere un contratto di compravendita, nonostante la situazione di totale inerzia, si sono stabilizzati attorno ai,5 mesi in media. I tempi medi di locazione, invece, crescono ancora nel corso del 2011 arrivando a 7, mesi. - L andamento omogeneo di prezzi e canoni ha mantenuto inalterati i rendimenti lordi da locazione che, dunque, si attestano, come nel 20, al 7,. - Per i prossimi dodici mesi non si prevede alcun miglioramento del segmento e, dunque, dovrebbe proseguire l inerzia dell attività contrattuale (sia in vendita che in locazione) a fronte di nuove correzioni al ribasso dei canoni e dei prezzi. Mercato dei box o garage Zone Tavola 7 Box o garage Prezzi, canoni e rendimenti lordi (febbraio 2012) Prezzi ( ) prezzi () Canoni ( /anno) canoni () Rendimenti da locazione () Centro , ,3, Periferia , ,3 5,3 Media ponderata , ,7 5,0 Figura Box o garage Tempi medi di vendita e di locazione (mesi) Figura 11 Box o garage Sconto medio praticato sul prezzo () Mesi 5 3 2,3 3, 3,0 2, Tempo di vendita Tempo di locazione Il mercato dei box e garage, essendo più strettamente legato al comparto residenziale, ha mostrato un maggiore dinamismo rispetto agli altri segmenti cittadini. Ciononostante, non è possibile parlare di piena ripresa quanto di una conservazione dei livelli raggiunti nel corso del 20, sia nel mercato locativo che nella compravendita. - La tenuta dell attività contrattuale in entrambi i segmenti è stata possibile grazie ad un adeguamento dei prezzi e dei canoni, rispettivamente pari a -2,0 e a - 0,7. Per il mercato della compravendita, in aggiunta, si è resa inevitabile la concessione di uno sconto medio sul prezzo richiesto raddoppiato rispetto al 20 e pari al,. Nomisma 121

10 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Attualmente sono necessari oltre mesi (circa un mese in più rispetto al 20) per concludere un contratto di compravendita mentre, per la locazione bastano 3 mesi in media. - La flessione dei prezzi in misura maggiore rispetto ai canoni ha portato ad un aumento dei rendimenti medi da locazione che raggiungono, così, il 5,0 in media, dato comunque inferiore rispetto alla media delle 13 aree monitorate. - Per il 2012 si prospetta una tenuta del mercato (senza distinzioni tra compravendita e locazione) soprattutto per quanto riguarda l attività contrattuale. L unico peggioramento potrebbe riguardare i prezzi all interno di alcune zone cittadine. 122 Nomisma

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Novara Indicatori socio-economici -0,77% -46,1% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2012 1 Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1-1 NOVARA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 1 1 Tavola 1 Numero di compravendite di immobili residenziali e non residenziali nel periodo -11:

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Verona Indicatori socio-economici -20,6% -0,29% -27,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 VERONA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3%

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Salerno Indicatori socio-economici -0,60% -28,3% Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 SALERNO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2014 1. Genova Evoluzione delle compravendite Numero di compravendite Numero di compravendite Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 1 G E N O V A NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 1 1.. Evoluzione delle compravendite Settore

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 2013 1. Provincia di Parma Indicatori socio-economici -41,7% Parma Indicatori immobiliari Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Marzo 13 PARMA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A FEBBRAIO 13 1 Provincia di Indicatori socio-economici Figura 1 Negli ultimi dieci anni la popolazione è

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, 1 11. La dotazione immobiliare della provincia di Verona VERONA La dotazione immobiliare della provincia di 13 città intermedie Nord Est Tavola 1 Italia Stock abitazioni 2009 (n.) 456.881 4.794.134 5.607.108 32.484.071 Var. % stock abitazioni 2008/09 1,6 1,6

Dettagli

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA

LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 BOLOGNA OSSERVATORIO SUL MERCATO IMMOBILIARE Comunicato stampa LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE PRIMO SEMESTRE 2012 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2012 Trimestre Bologna Numero di compravendite

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Firenze Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Firenze Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 2 Firenze FIRENZE NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2 1 Firenze Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Torino Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Torino TORINO NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Torino Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore non

Dettagli

Roma Prezzi medi correnti di Abitazioni Usate, Uffici e Negozi (N. I. 1996 = 100)

Roma Prezzi medi correnti di Abitazioni Usate, Uffici e Negozi (N. I. 1996 = 100) Osservatorio sul Mercato mmobiliare, 2-11 ROMA NOTA CONGUNTURALE SUL MERCATO MMOBLARE A MAGGO 2011 1 Prezzi medi correnti di Abitazioni Usate, Uffici e Negozi (N.. 1996 = 0) Figura 1 Numeri indice ( 96

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Luglio 2015 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2015 1

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Luglio 2015 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO 2015 1 Erogazioni (milioni ) Compravendite (media mobile) Erogazioni (milioni ) Compravendite (media mobile) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Luglio M I L A N O NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

Sintesi delle schede delle 13 città intermedie

Sintesi delle schede delle 13 città intermedie OSSERVATORIO SUL MERCATO IMMOBILIARE I Rapporto quadrimestrale 2013 LA CONGIUNTURA IMMOBILIARE IN ITALIA Sintesi delle schede delle 13 città intermedie Ancona - Bergamo - Brescia - Livorno - Messina -

Dettagli

Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2014. 3. Roma I Semestre 2014 e previsioni II Semestre 2014

Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2014. 3. Roma I Semestre 2014 e previsioni II Semestre 2014 3. Roma Semestre 2014 e previsioni Semestre 2014 34 Roma 2014 e previsioni 2014 3.1 l mercato delle abitazioni 2 Tavola 3.1 Andamento del mercato abitativo a Roma ( 2014) Mercato Compravendite Mercato

Dettagli

Osservatorio sulle residenze esclusive Tirelli & Partners - Nomisma. I Semestre 2012

Osservatorio sulle residenze esclusive Tirelli & Partners - Nomisma. I Semestre 2012 Osservatorio sulle residenze esclusive Tirelli & Partners - Nomisma I Semestre 2012 ANNO IX n. 1 Settembre 2012 Osservatorio sulle residenze esclusive Tirelli & Partners - Nomisma Commissionato da: Tirelli

Dettagli

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE

DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE Estratto dall Osservatorio Congiunturale sull Industria delle Costruzioni Luglio 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 1992 1993

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, luglio 2013 PREVISIONI FOSCHE PER LA SECONDA PARTE DEL 2013: -6% LE COMPRAVENDITE DELLE ABITAZIONI

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, luglio 2013 PREVISIONI FOSCHE PER LA SECONDA PARTE DEL 2013: -6% LE COMPRAVENDITE DELLE ABITAZIONI Osservatorio sul Mercato Immobiliare, luglio 2013 PREVISIONI FOSCHE PER LA SECONDA PARTE DEL 2013: -6% LE COMPRAVENDITE DELLE ABITAZIONI Roma, 10 luglio 2013 - Si confermano fosche le percezioni degli

Dettagli

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1

Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Clima di fiducia del mercato immobiliare nei capoluoghi lombardi 1 Mercato residenziale Mercato della compravendita Nell ultimo periodo il mercato della compravendita di abitazioni nei Capoluoghi Lombardi

Dettagli

OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA

OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA OSSERVATORIO REGIONALE DEL MERCATO IMMOBILIARE IN EMILIA ROMAGNA PERIODO DI RIFERIMENTO NOVEMBRE 2007 - MARZO 2008 - 2 - SOMMARIO Premessa L indagine ha l obiettivo di valutare l andamento del mercato

Dettagli

Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2015. Elaborato da

Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2015. Elaborato da Osservatorio sulle residenze esclusive I Semestre 2015 Elaborato da ANNO XII n. 1 Ottobre 2015 Commissionato da: Tirelli & Partners Via Leopardi, 2 20123 Milano (Italy) Elaborazione statistica e redazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008

Comunicato Stampa II Rapporto sul Mercato Immobiliare 2008 Bologna, 17 Luglio 2008 Comunicato Stampa Bologna, 17 Luglio 2008 Compravendite in diminuzione del 10% rispetto allo scorso anno. Nel 2007 si sono vendute 40 mila case in meno, nel 2008 si prevede un ulteriore calo di almeno

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2015 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa Roma 18 giugno

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

I dati rilevati confermano un tempo medio di vendita per immobili ad uso abitativo che si aggira dai 6 ai 9 mesi.

I dati rilevati confermano un tempo medio di vendita per immobili ad uso abitativo che si aggira dai 6 ai 9 mesi. Variazioni percentuali rispetto al precedente periodo (anno 2007) Compravendita Andamento Prezzi di Compravendita Contratti di Compravendita 0,00% 0,00% -1,00% -2,00% -2,00% -3,00% -4,00% -5,00% -7,12%

Dettagli

2006 2007) 500 - -. L

2006 2007) 500 - -. L COMUNICATO STAMPA I Rapporto sul Mercato Immobiliare 27 Tempi più lunghi per vendere o affittare ma i prezzi tengono. I prezzi crescono meno velocemente che in passato: nelle città di medie dimensioni,

Dettagli

OSSERVATORIO SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI DI PRESTIGIO DATI RELATIVI AL II SEMESTRE 2004 CITTÀ DI MILANO

OSSERVATORIO SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI DI PRESTIGIO DATI RELATIVI AL II SEMESTRE 2004 CITTÀ DI MILANO OSSERVATORIO SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI DI PRESTIGIO DATI RELATIVI AL II SEMESTRE 2004 CITTÀ DI MILANO ANNO II Nr. 3 MARZO 2005 1. Il contesto economico ed immobiliare di riferimento Rendimenti e liquidità

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 31 MARZO 2012 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 15 maggio 2012 - Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che in

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

3. Bologna II semestre 2006 e previsioni I semestre 2007

3. Bologna II semestre 2006 e previsioni I semestre 2007 3. Bologna II semestre 2006 e previsioni I semestre 2007 10 3.1 Il mercato delle abitazioni 2 Andamento del mercato abitativo a Bologna (II semestre 2006) Tavola 3.1 Mercato Compravendite Mercato Locazioni

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

IL SETTORE DELL EDILIZIA

IL SETTORE DELL EDILIZIA BELGIO: IL SETTORE DELL EDILIZIA L ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e

Dettagli

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate

Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Tendenze recenti del libero mercato ed il posizionamento delle esecuzioni forzate Roma, 26 giugno 2015 Il ciclo immobiliare in corso e previsioni al 2017 2 Evoluzione dei prezzi reali delle abitazioni

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI AL CONSUMO

LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI AL CONSUMO 27 ottobre 2014 Anno 2014 LA RECENTE DINAMICA DEI PREZZI L inflazione (misurata dall indice armonizzato dei prezzi al consumo, IPCA), già in forte decelerazione nel 2013 (+1,3% in media d anno, dal +3,3%

Dettagli

2. RIEPILOGO NAZIONALE

2. RIEPILOGO NAZIONALE 2. Nel 2005, come già anticipato nella nota semestrale concernente l andamento delle compravendite nel II semestre 2005 pubblicata nel mese di marzo 2006, continua l incremento del volume di compravendite,

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

6. IL MERCATO IMMOBILIARE. 6.1. Lo scenario residenziale e non residenziale

6. IL MERCATO IMMOBILIARE. 6.1. Lo scenario residenziale e non residenziale 6. IL MERCATO IMMOBILIARE 6.1. Lo scenario residenziale e non residenziale Nel 211 lo stock edilizio provinciale ammonta a 165.4 unità immobiliari, di cui 99.9 ad uso residenziale, 41.3 per box e posti

Dettagli

L indagine Borsa Immobiliare di Roma 2015: le famiglie romane e il mercato immobiliare

L indagine Borsa Immobiliare di Roma 2015: le famiglie romane e il mercato immobiliare L indagine Borsa Immobiliare di Roma 2015: le famiglie romane e il mercato immobiliare Transazioni effettuate, previste e mutui luglio 2015 Luglio 2015-1/12 Acquisti effettuati 6,1 5,8 7,2 7,0 4,5 2015

Dettagli

Osservatorio sulle residenze esclusive II Semestre 2013. Elaborato da

Osservatorio sulle residenze esclusive II Semestre 2013. Elaborato da Osservatorio sulle residenze esclusive Semestre 2013 Elaborato da ANNO X n. 2 Marzo 2014 Commissionato da: Tirelli & Partners Via Leopardi, 2 20123 Milano (taly) Elaborazione statistica e redazione a cura

Dettagli

COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE

COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE Note e commenti n 13 Aprile 2014 Ufficio Studi AGCI Area Studi Confcooperative Centro Studi Legacoop COOPERATIVE DI ABITAZIONE E TENDENZE DEL MERCATO IMMOBILIARE 1 Si ringraziano tutte le cooperative e

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

imprese della provincia di latina luglio 2013

imprese della provincia di latina luglio 2013 imprese della provincia di latina luglio 2013 indagine trimestrale congiunturale sulle imprese della provincia di rapporto di ricerca secondo trimestre 2013 roma, 30 luglio 2013 (12153lq 02) agenda 1.

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Continua la rivalutazione del settore immobiliare romano iniziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti, fino ad oggi. Tornando indietro nel tempo, sino

Dettagli

LA SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE E L INVESTIMENTO IMMOBILIARE Indagine Nomisma 2011

LA SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE E L INVESTIMENTO IMMOBILIARE Indagine Nomisma 2011 Comunicato stampa Comunicato stampa LA SITUAZIONE ECONOMICO FINANZIARIA DELLE FAMIGLIE ITALIANE E L INVESTIMENTO IMMOBILIARE VERSO UN NUOVO PROFILO FINANZIARIO DELLE FAMIGLIE ITALIANE La condizione finanziaria

Dettagli

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI TECNOBORSA

UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI TECNOBORSA N 130 15/04/2015 UNA LETTURA DEL 15 CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI TECNOBORSA COMPRAVENDITE Prezzi delle abitazioni: IV trimestre 2014 Istat Un annualità per acquistare casa Tecnocasa

Dettagli

NOTA TRIMESTRALE Andamento del mercato immobiliare nel II trimestre 2015

NOTA TRIMESTRALE Andamento del mercato immobiliare nel II trimestre 2015 Andamento del mercato immobiliare nel data di pubblicazione: 24 settembre 2015 periodo di riferimento: secondo trimestre 2015 a cura dell Ufficio Statistiche e Studi della Direzione Centrale Osservatorio

Dettagli

AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008.

AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008. N. 01 Novembre 2008 AGENZIA DEL TERRITORIO Pubblicate le quotazioni immobiliari del 1 Sem. 2008. Roma - Dal 15 Ottobre scorso sul sito internet www.agenziadelterritorio.it sono consultabili le quotazioni

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare I prezzi relativi al mercato immobiliare residenziale, dopo un periodo di forte crescita (fig. 10.1), negli anni 90 hanno subito un decremento; poi, con la fine del decennio, la

Dettagli

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi

NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi NOTA II SEMESTRE 2011 Fonte Ufficio Studi Gabetti su dati Gabetti, Professionecasa e Grimaldi Un 2012 all insegna della timida ripresa per il mercato immobiliare residenziale. I primi due mesi dell anno

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole

Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole XIII Commissione Agricoltura Indagine conoscitiva sul sistema di finanziamento delle imprese agricole Giorgio Gobbi Servizio Studi di struttura economica e finanziaria della Banca d Italia Camera dei Deputati

Dettagli

21 EDIZIONE 2015. PRESENTAZIONE Giovedì 3 dicembre 2015. A cura di:

21 EDIZIONE 2015. PRESENTAZIONE Giovedì 3 dicembre 2015. A cura di: 21 EDIZIONE 2015 PRESENTAZIONE Giovedì 3 dicembre 2015 A cura di: Il mercato immobiliare bergamasco Mercato immobiliare residenziale delle abitazioni Numero di compravendite nel 2014 1.151 a Bergamo capoluogo

Dettagli

Ma tasse troppo alte!! Più compravendite Tassi più bassi FOCUSCASA. Più mutui. a cura dell ufficio Comunicazione e Stampa SCHEDA STAMPA

Ma tasse troppo alte!! Più compravendite Tassi più bassi FOCUSCASA. Più mutui. a cura dell ufficio Comunicazione e Stampa SCHEDA STAMPA SCHEDA STAMPA a cura dell ufficio Comunicazione e Stampa FOCUSCASA Più mutui Più compravendite Tassi più bassi Ma tasse troppo alte!! 2 TORNA L AMORE TRA GLI ITALIANI E IL MATTONE L interesse delle famiglie

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY

COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY COMUNICATO STAMPA PUBBLICATI I RESOCONTI INTERMEDI DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 DI SECURFONDO, IMMOBILIUM 2001 ED INVEST REAL SECURITY 21 ottobre 2009 Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR rende noto che

Dettagli

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA

MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA MONITORAGGIO DEI FLUSSI TURISTICI IN PROVINCIA DI LUCCA Stagione estiva 2003 settembre 2003 Previsioni ottobre-novembre 2003 MONITORAGGIO PROVINCIALE SULL'ANDAMENTO DEI FLUSSI TURISTICI NELLA STAGIONE

Dettagli

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti

Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Osservatorio Assolombarda e Camera di commercio - Osmi Borsa Immobiliare Immobili d impresa: Milano torna ad attrarre investimenti Grazie ai prezzi più bassi e a una maggiore presenza di immobili di pregio

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

OSSERVATORIO SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI DI PRESTIGIO DATI RELATIVI AL I SEMESTRE 2004 CITTÀ DI MILANO

OSSERVATORIO SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI DI PRESTIGIO DATI RELATIVI AL I SEMESTRE 2004 CITTÀ DI MILANO OSSERVATORIO SUL MERCATO DELLE ABITAZIONI DI PRESTIGIO DATI RELATIVI AL I SEMESTRE 2004 CITTÀ DI MILANO ANNO I Nr. 2 OTTOBRE 2004 Premessa e metodologia L Osservatorio sul Mercato delle Abitazioni di Prestigio

Dettagli

LE ABITAZIONI DI PREGIO

LE ABITAZIONI DI PREGIO LE ABITAZIONI DI PREGIO Il mercato degli immobili di pregio-lusso, seguito da Santandrea, ha evidenziato nel primo semestre del 2011 una leggera diminuzione (-1.0%) delle quotazioni, dopo la flessione

Dettagli

Gli immobili in Italia - 2015

Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Gli immobili in Italia - 2015 LO STOCK IMMOBILIARE IN ITALIA: ANALISI DEGLI UTILIZZI Il primo capitolo è dedicato alla presentazione dei risultati

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report L ANALISI DELLE DINAMICHE DELL EROGAZIONE DEL CREDITO CONFERMA IL TREND IN RIPRESA DELL IMMOBILIARE ANCE SALERNO: CAMPANIA LEADER NELLA RIPARTENZA DEI MUTUI I prestiti concessi alle

Dettagli

10. Mercato immobiliare

10. Mercato immobiliare 10. Mercato immobiliare Il trend cittadino delle abitazioni. Continua la rivalutazione degli acquisti nel settore immobiliare romano i- niziata nel 1999 e proseguita, con velocità diverse ma sempre crescenti,

Dettagli

Previsioni congiunturali per il settore svizzero dell automobile 2015

Previsioni congiunturali per il settore svizzero dell automobile 2015 Previsioni congiunturali per il settore svizzero dell automobile 2015 Analisi e previsioni per conto della Unione professionale svizzera dell automobile UPSA Previsioni di settore BAKBASEL Ottobre 2014

Dettagli

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 16 settembre 2014. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa

Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 16 settembre 2014. Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa Listino prezzi immobili sulla piazza di Milano e Provincia 16 settembre 2014 Giancarlo Vinacci, Amministratore Delegato MedioFimaa 2 POSITIVI NEGATIVI INVARIATI Aumento costante della domanda di mutui

Dettagli

Il sistema creditizio in provincia di Pisa

Il sistema creditizio in provincia di Pisa Il sistema creditizio in provincia di Pisa Consuntivo anno 2013 Pisa, 31 luglio 2014. La presenza bancaria in provincia di Pisa risente del processo di riorganizzazione che sta attraversando il sistema

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO 2013 NUMER O 25 Informazioni e Tendenze Immobiliari 1. Introduzione In questo numero 1 Introduzione 2 Le compravendite - Istat - Nomisma - Casa.it e Scenari Immobiliari - Idealista.it - Eurostat

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report I DATI DELLA BANCA D ITALIA CONFERMANO LA SITUAZIONE DI CRITICITA PER IL COMPARTO DELLE COSTRUZIONI. ANCE SALERNO: EDILIZIA, CREDITO SEMPRE DIFFICILE Le sofferenze sui crediti totali

Dettagli

L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI

L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI L ANDAMENTO DEL MERCATO FONDIARIO IN ITALIA NEL 2013 SINTESI DEI RISULTATI Roma 25 luglio -- Nel 2013 il mercato della terra ha continuato a mostrare segnali di cedimento. Secondo gli operatori del settore,

Dettagli

Costruzioni, investimenti in ripresa?

Costruzioni, investimenti in ripresa? Costruzioni, investimenti in ripresa? Secondo lo studio Ance nelle costruzioni c'è ancora crisi nei livelli produttivi ma si riscontrano alcuni segnali positivi nel mercato immobiliare e nei bandi di gara

Dettagli

Un intero decennio di scelte, motivazioni e orientamenti passati, presenti e futuri delle famiglie italiane residenti nelle sei maggiori città

Un intero decennio di scelte, motivazioni e orientamenti passati, presenti e futuri delle famiglie italiane residenti nelle sei maggiori città L INDAGINE TECNOBORSA 2011: LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE NELLE SEI GRANDI CITTA TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE a cura di Alice Ciani Centro Studi sull Economia Immobiliare di Tecnoborsa

Dettagli

I N V E S T I E T I C O

I N V E S T I E T I C O I N V E S T I E T I C O FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE DI TIPO CHIUSO RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2010 AEDES BPM Real Estate SGR S.p.A. Sede legale: Bastioni di Porta Nuova,

Dettagli

Osservatorio sul mercato immobiliare

Osservatorio sul mercato immobiliare Camera di Commercio di Milano Osservatorio sul mercato immobiliare Settembre 2005 UNIVERSITÀ COMMERCIALE LUIGI BOCCONI Il presente documento è stato realizzato da: Angela Airoldi, Emilio Colombo, Luca

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

L attività degli intermediari finanziari

L attività degli intermediari finanziari L economia del Friuli Venezia Giulia L attività degli intermediari finanziari Aula Magna del Dipartimento di Scienze Giuridiche, Del Linguaggio, dell Interpretazione e della Traduzione Università di Trieste

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI

IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI per IL MERCATO DELLE OPERE PUBBLICHE NELLE PROVINCE DI: MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI ELEMENTI DI SINTESI INVESTIMENTI IN OPERE PUBBLICHE: 3,9 miliardi il valore degli investimenti in opere pubbliche

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE - BARI

MERCATO IMMOBILIARE - BARI MERCATO IMMOBILIARE - BARI Nel corso del 2007 le quotazioni immobiliari di Bari sono diminuite del 3.3%, con una particolare flessione nella seconda parte dell anno (-2.9%). 2000 2001 2002 2003 2004 2005

Dettagli

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 -

RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - RAPPORTO TRENDER - I SEMESTRE 2008 - L analisi congiunturale di TRENDER: indicatori di domanda fatturato totale - totale settori fatturato interno - totale settori 115 105,00 113,74 102,97 115,55 108,51

Dettagli

IMMOBILI DI PREGIO: IL NUOVO PERIMETRO DEL NOSTRO MERCATO Fabio Guglielmi Direttore Generale Santandrea Luxury Houses

IMMOBILI DI PREGIO: IL NUOVO PERIMETRO DEL NOSTRO MERCATO Fabio Guglielmi Direttore Generale Santandrea Luxury Houses IMMOBILI DI PREGIO: IL NUOVO PERIMETRO DEL NOSTRO MERCATO Fabio Guglielmi Direttore Generale Santandrea Luxury Houses Giunti al quarto trimestre dell anno, dal nostro Osservatorio, proponiamo alcune riflessioni

Dettagli

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI Elena Molignoni Mercato dei capannoni industriali Il comparto dei capannoni industriali ha evidenziato nel

Dettagli

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione

Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione ENERGIA Le previsioni al 2015: valore aggiunto, produttività ed occupazione Nel primo grafico viene rappresentata la crescita del settore dell energia; come misura dell attività si utilizza il valore aggiunto

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari MAGGIO/GIUGNO 2015 NUMERO 40 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L I dagi e 5: le fa iglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città transazioni effettuate

Dettagli

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna

Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Analisi dell andamento congiunturale del mercato del credito in Italia e in Emilia-Romagna Servizio Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo 15 giugno 2 Italia Marzo 2 ha convalidato il leggero miglioramento

Dettagli

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Conferenza stampa LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Bologna, 5 dicembre 2014 Relazione di Gian Primo Quagliano, Presidente Econometrica e Centro Studi Promotor Questa

Dettagli

I RAPPORTO SUL MERCATO IMMOBILIARE 2012

I RAPPORTO SUL MERCATO IMMOBILIARE 2012 COMUNICATO STAMPA I RAPPORTO SUL MERCATO IMMOBILIARE 2012 Pietro Modiano, presidente di Nomisma, anticipa le mosse delle banche e traccia lo scenario per il mercato Va in archivio uno dei trimestri peggiori

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli