TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TRADINGONLINE EXPO. Milano, 25 e 26 ottobre 2007. Definizione dei take-profit e degli stop-loss. in base base alla volatilità"

Transcript

1 TRADINGONLINE EXPO Milano, 25 e 26 ottobre 2007 Definizione dei take-profit e degli stop-loss in base base alla volatilità Relatore: Maurizio Milano, docente SIAT resp. Analisi tecnica Gruppo Banca Sella

2 La SIAT è lieta d annunciare che, in occasione di questo convegno, offrirà uno sconto del 10% sui propri Corsi Istituzionali (2008 compreso) a tutti coloro che invieranno semplicemente una di informazioni circa gli stessi entro il: 31/10/2007 Suddetta promozione, valida per tutti i partecipanti al TolExpo, è da intendersi assolutamente non vincolante; sarà sufficiente scrivere a: IL CORSO AVANZATO AVRA INIZIO IL 24 NOVEMBRE 2007

3 Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento critico nell attività di trading sembra essere la gestione di un rischio, in cui la priorità è preservare il capitale e quindi, ma solo in subordine, incrementarlo nel tempo con un attività di movimentazione, più o meno veloce, assumendo rischi ritenuti sostenibili, con un rapporto rischio/rendimento adeguato Ma come passare dagli aggettivi qualificativi ai numeri? I numeri si possono sommare e sottrarre gli aggettivi qualificativi non entrano nei tracker

4 Le variabili da prendere in considerazione sono molte, tra cui: - tempo a disposizione - orizzonte temporale - rischio sostenibile - volatilità mercato nell orizzonte definito - strumento finanziario utilizzato (indice, titolo, future) Il secondo aspetto è che le variabili indicate si influenzano a vicenda Definito il tempo a disposizione, bisognerà quindi individuare quali combinazioni orizzonte temporale-volatilità-strumento risultino, di volta in volta, coerenti tra loro e con il nostro personale profilo di rischio

5 Da dove partiamo? Se il rischio/rendimento è la variabile critica, bisogna partire da qualcosa che ci consenta di misurare, per poi gestire, tale rischio/opportunità In altre parole, dobbiamo partire da un Analisi della Volatilità, e soltanto dopo passare ad un Analisi della Tendenza per completare poi il quadro con un Analisi di tipo statico dei punti critici di supporto e resistenza Ma che cos è la Volatilità? La Volatilità non esiste, così come non esiste Il Trend dovremo accontentarci di misurare Una Volatilità per cavalcare una parte di Un Trend

6 Volatilità La dinamica dei prezzi nel tempo, oltre a formare tendenze di vario ordine, dai trend infraday a quelli mensili o annuali, può essere letta in termini di Volatilità. La Volatilità, come i prezzi, si muove in trend, e può essere più o meno volatile. Esiste cioè la volatilità della volatilità Prezzo (p) Tempo (t) Volatilità (v)

7 Volatilità Per volatilità storica si intende la dispersione dei prezzi intorno ad un prezzo medio, definito il periodo di osservazione considerato In altre parole, l ampiezza di variazione dei prezzi di un determinato strumento finanziario in un determinato periodo temporale passato Oltre alla volatilità storica, quando si parla di opzioni viene individuata un altra tipologia di volatilità, relativa a periodi futuri, chiamata implicita La volatilità implicita è la volatilità futura (a 1 giorno, 1 settimana, 6 mesi, ecc.) che viene stimata sul mercato delle opzioni dagli operatori

8 Volatilità La volatilità implicita è un ipotesi, ma anche quella storica, seppur riferita a dati storici, può venire calcolata in modi differenti. Non solo perché si possono prendere in considerazione serie di dati relativi a periodi passati più o meno lunghi (10, 20, 50, 100 giorni, o qualsiasi altro orizzonte) ma anche perché i dati utilizzati possono essere differenti (chiusure giornaliere, oppure tutti i prezzi scambiati, o il prezzo medio della seduta, ecc.) e la stessa media può cambiare sia in base alla scelta dei dati che si vogliono utilizzare sia in base al calcolo della media stessa (semplice, ponderata, ecc.) Un altra misura di volatilità è l escursione massimo-minimo in un certo orizzonte temporale (ad es. il range giornaliero), di cui calcolare una media su una serie storica passata, ad es. le 5 sedute precedenti, oppure le 10, 20, ecc)

9 Una dei più utilizzati indici di variabilità è la cosiddetta deviazione standard (conosciuta anche come scarto quadratico medio) e si ottiene come radice quadrata della media aritmetica dei quadrati degli scarti assoluti dalla media aritmetica dei valori di partenza. Il dato che si ottiene è quindi espresso nella stessa unità di misura dei dati utilizzati Quando i dati sono distribuiti in modo normale, ricadranno all interno dell intervallo definito dal valore medio +/- la deviazione standard nel 68,27 % dei casi osservati, mentre la percentuale sale al 95,45 % quando si considerano 2 scarti quadratici medi in più o in meno rispetto alla media e al 99,73 % quando gli s.q.m. considerati sono 3 ll problema è che la distribuzione gaussiana è tutto tranne che normale!

10 Per semplificare, concentriamoci solo so due aspetti: 1) ampiezza del range medio nel periodo definito 2) stabilità di tale valore nel tempo Prima di effettuare i calcoli, dobbiamo però definire l orizzonte temporale su cui vogliamo lavorare. Se siamo interessati al trading infraday ci interesserà conoscere il range giornaliero medio. Dovremo quindi iniziare a raccogliere su un foglio excel i massimi e minimi di seduta, calcolando così l escursione giornaliera di ciascuna seduta. Su quale dominio temporale calcoleremo poi il range medio? La scelta è discrezionale, come sempre. Potremmo calcolare la media delle 5, 10, e 20 sedute precedenti, per avere un idea della volatilità giornaliera media nei vari periodi

11 A cosa ci serve conoscere l escursione media giornaliera? Supponiamo che l obiettivo sia fare trading infraday sul future S&PMib. Sapere che il range giornaliero che possiamo attenderci è di 300 punti, piuttosto che 180 o 500, è un informazione essenziale per individuare l ampiezza dei take-profit e degli stop loss, oltre che per fare un ipotesi sui minimi e massimi che possiamo attenderci per la seduta e quindi individuare i livelli di apertura delle posizioni Potremmo anche impostare una formula che ci fornisce l ampiezza del take profit in automatico, in base all ampiezza del range medio giornaliero. Per esempio, ponendo che il take è pari a 0,8 * range medio. In tal modo, la nostra operatività sarò tarata in base alla volatilità del mercato, che rimane un pre-requisito essenziale per lavorare bene

12 Una volta conosciuto l ampiezza del range medio giornaliero, abbiamo la necessità di sapere quanto questo valore è stabile nel tempo. A parità di range medio su un certo periodo (per es. 300 punti su 10 sedute) ci interessa sapere quanto questo range sia stabile Potremmo avere una situazione limite in cui tutte le 10 sedute hanno un escursione pari a 300 punti, o molto prossima a tale livello - massima stabilità - oppure una situazione in cui le 10 sedute presentano le escursioni più diverse (per es. 100; 600; 250; 400; 150, con media pari a 300) - massima instabilità. A cosa ci serve conoscere il range medio se questo non è stabile?

13 Come possiamo misurare la stabilità del range medio? Anche qui la statistica ci viene in aiuto. Calcoleremo, sul nostro foglio excel, la Deviazione standard dei range giornalieri. La funzione si chiama =DEV.ST(X:Y) dove X e Y sono le celle iniziali e finali contenenti i dati dei range medi giornalieri. Il valore che otterremo sarà pari a zero quando tutti i range sono uguali tra di loro (il caso limite con massima stabilità), con un valore man mano crescente quanto più i dati sono dispersi attorno alla media Mentre il range medio ci fornisce un informazione sulla Volatilità, la deviazione standard del range ci fornisce un informazione sulla Volatilità della Volatilità. Se noi prendiamo il valore della dev. standard del range e lo dividiamo per il range medio, otterremo un valore in percentuale

14 Facciamo un esempio. Supponiamo che le ultime 10 sedute del future S&PMib abbiano avuto le escursioni seguenti: 250; 200; 180; 350; 270; 300; 450; 220; 320; 300 Il range medio sarà pari a: 284; funzione excel =MEDIA(X:Y) La dev. Standard del range sarà pari a: 80; funzione excel =DEV.ST(X:Y) La volatilità della volatilità sarà quindi pari a 80/284, cioè il 28,17 %

15 Questo valore è alto o è basso? Alto e basso sui mercati sono parole che hanno poco senso. Non esiste quindi una risposta univoca, si può però dare un giudizio in termini relativi. Possiamo costruire un database in cui raccogliere l evoluzione di questi dati nel tempo. In tal modo, potremmo arrivare a dire che, in un certo periodo, un range medio inferiore a 200 punti è basso, tra 200 e 350 punti è medio, superiore ai 350 punti è alto Analogamente, potremmo dire che, in un certo periodo, una volatilità della volatilità inferiore al 20 % è bassa, tra il 20 ed il 40 % è media, superiore al 40 % è alta Come combinare queste informazioni?

16 Possiamo costruire una matrice, in cui sul lato verticale abbiamo tre condizioni di volatilità, alta, media, bassa (dove al posto degli aggettivi possiamo avere i numeri sopra indicati), e sul lato orizzontale abbiamo tre condizioni di volatilità della volatilità, alta, media, bassa ( anche qui individuate da numeri ben precisi) In tal modo si creano 9 incroci di volatilità e volatilità della volatilità: ognuno rappresenta caratteristiche specifiche, differenti criticità, da gestire in modo differente

17

18 Passiamo in rassegna velocemente le varie fasi di mercato, numerate da I a IX. Tra parentesi, coll ordinale viene attribuito un numero da 1 (scenario migliore) a 9 (scenario peggiore) Una prima considerazione da fare è che al crescere della volatilità (ampiezza del range medio di periodo) e della volatilità della volatilità (ampiezza della deviazione standard del range rapportata al range medio) l operatività diventa sempre più difficile, a causa di un crescente rischio di falsi segnali, che rende necessario un timing chirurgico, con conseguente rischio di stop loss elevati. Un caso limite è la fase IX, caratterizzata da volatilità alta e molto instabile. È la peggiore fase in cui ci si può trovare, con rischi molto elevati e difficili da gestire, anche psicologicamente. Il rischio di grosse perdite, in tempi brevi, consiglia di evitare tale scenario, da considerare come il peggiore in assoluto.

19 All estremo opposto vi è la fase I, con volatilità molto bassa e decisamente stabile. È uno scenario in cui mancano rischi ma mancano anche opportunità: l unico elemento certo rimangono i costi di transazione, ovvero spread e commissioni. Sono fasi logoranti che pesano sui risultati con uno stillicidio lento ma inesorabile sull equity line, proprio a causa dei costi di transazione. E lo scenario che ha caratterizzato il mercato azionario europeo ed italiano nel corso dell estate I cassettisti tutto sommato hanno fatto bene, visto un trend di fondo moderatamente rialzista. L assenza di volatilità ha però logorato i trader, costretti a continui stop loss, piccoli in termini percentuali, ma aggravati da elevati costi di transazione, in termini relativi, e da un risk-reward decisamente ridotto.

20 La fase più profittevole sembra essere la IV, caratterizzata da una volatilità media - in mediu stat virtus - ma decisamente stabile. In tale scenario i falsi segnali sono ridotti, c è un risk-reward adeguato, insomma sembra essere il migliore scenario in assoluto per fare trading Altre due fasi interessanti sembrano essere la V (volatilità media e mediamente stabile) e la VII (volatilità alta ma molto stabile). In entrambi i casi i segnali falsi sono ridotti, ed il timing non è difficilissimo. Il risk-reward è interessante La fase II (volatilità bassa e mediamente stabile) e la fase III (volatilità bassa ma molto instabile) sono poco interessanti, gli spazi per il trading sono molto ridotti, con rischi di falsi segnali (fase III) e elevati costi di transazione (fase II)

21 Le fasi negative più pericolose, oltre alla fase IX già trattata, sono la VI volatilità media ma molto instabile) e la VIII (volatilità alta e mediamente stabile), in cui il rischio di falsi segnali ed il timing difficile, con conseguente rischio di elevati e frequenti stop loss, rendono sconsigliabile l attività di trading Semplificando, possiamo dividere le 9 fasi in tre gruppi: Fasi IV, V e VII: OK Fasi I, II e III: neutre, poco interessanti Fasi VI, VIII e IX: negative Risulta evidente come capire in quale fase di mercato si trovi un indice, un titolo o qualsivoglia strumento finanziario è fondamentale per evitare di fare trading in fasi negative. Tutto ciò indipendentemente da considerazioni sul trend e sui livelli statici, che devono quindi essere effettuate dopo l analisi della volatilità

22 Si può a questo punto creare un sistema esperto, che organizzi i titoli che ci interessano, sull orizzonte operativo in cui desideriamo fare trading, in modo da collocarli automaticamente in una delle 9 fasi individuate A tal fine dobbiamo previamente definire: 1) orizzonte su cui calcolare la media dei range (per es. range medio giornaliero delle ultime 10 sedute, oppure range medio settimanale delle ultime 10 settimane; sarebbe interessante calcolare la media anche su un dominio diverso, ad es. 5 oppure 20, in modo da studiare come evolve il quadro tecnico della volatilità) 2) individuare, in termini numerici, il passaggio da basso a medio a alto, sia per la volatilità (range medio) che per la volatilità della volatilità (dev. Standard range medio diviso per il range medio)

23 Scheda operativa 1) Definizione orizzonte operativo: : per es settimane 2) raccolta dei dati (apertura, chiusura, massimo, minimo di seduta giornaliera) in un periodo passato coerente con l orizzonte operativo. Nell esempio indicato, potrebbero essere le 50 sedute precedenti 3) Inizio analisi della volatilità a) Calcolo della volatilità storica nell orizzonte temporale prescelto b) calcolo della volatilità della volatilità nell orizzonte temporale prescelto

24 c) Classificazione dei titoli in 3 gruppi di volatilità: bassa, media ed alta d) Classificazione dei titoli in 3 gruppi di volatilità della volatilità : bassa, media ed alta e) Posizionamento dei titoli nella Matrice della Volatilità f) Individuazione dei titoli che si trovano nelle fasi più favorevoli (fasi IV, V e VII) g) L analisi della volatilità è terminata

25 4) Qui inizia l analisi Grafica: : dinamica (trend( trend) ) e statica (supporti e resistenze statiche): a) Analisi del trend: individuazione, all interno del bacino di titoli in condizioni favorevoli di volatilità, dei titoli con trend chiaro b) Analisi statica dei titoli che si trovano in condizioni favorevoli di volatilità e in un trend (rialzista o ribassista) definito, per individuare i punti di entrata 5) Analisi di rischio/rendimento a) Calcolo degli stop loss (parametrati sulla volatilità, ad es. pari allo 0,3-0,4 0,4 della media tra l Average True Range a 20 giorni ed il True Range a 50 giorni)

26 b) Calcolo dei livelli di take profit (ipotesi posizione lunga) Il take profit 1 (se raggiunto chiusura 50 % posizione e stop loss portato sul prezzo di carico) sarà pari a stop loss * 1,1: se trend titolo laterale/moderatamente rialzista 1,5 se trend rialzista 2,0 se trend molto rialzista Il take profit 2 (chiusura totale posizione) sarà pari a stop loss * 1,5, se trend titolo laterale/moderatamente rialzista 2,0 se trend rialzista 3,0 se trend molto rialzista

27

28 DALL ANALISI TECNICA AL TRADING: la Costruzione di Strategie e la Gestione del Rischio Ricordiamoci poi che la volatilità potrebbe cambiare, esponendoci al rischio di dover chiudere le posizioni aperte seguendo l approccio che abbiamo appena visto... Una variazione della volatilità, o della volatilità della volatilità, lità, fanno passare da una fase di mercato ad un altra, con caratteristiche e criticità diverse. Spesso un incremento negli stop loss sul trading è un sintomo evidente di un mutamento del quadro di volatilità, che porta p in genere con sé anche un cambio nel trend dei prezzi

29 Oltre a ciò, anche la significatività dei livelli statici - supporti e resistenze - risente di una variazione nella volatilità Un motivo in più per iniziare l analisi di un indice, di un titolo, ecc. da un attenta valutazione della volatilità e della sua stabilità.. Solo in seguito si può passare ad un analisi del trend e concludere quindi con un analisi statica di supporti e resistenze Come sempre, il trading è una gestione di rischi e di opportunità. Conoscere il quadro tecnico, in termini di volatilità, direzionalità e livelli statici, ci fornisce la mappatura necessaria per gestire tali rischi/opportunità. Senza alcuna garanzia di successo, ma sicuramente con una marcia in più rispetto a chi opera in base al semplice istinto i

30 Riassumendo: VOLATILITÀ FAVOREVOLE? NO SÌ SI VA A PESCA TREND FAVOREVOLE? NO SÌ ANALISI SUPPORTI & RESISTENZE PIANO DI TRADING

31 Riassumendo: scelti i titoli mediamente volatili e molto o comunque mediamente stabili, si scelgono quelli con trend più chiari,, e tra questi, grazie all analisi dei supporti e resistenze, si sceglieranno quelli che consentono di entrare con un profilo di rischio/rendimento giudicato interessante Nell analisi di rischio/rendimento, la volatilità aiuta ad individuare iduare una percentuale di stop loss coerente con la dinamica del titolo nell orizzonte operativo desiderato. Il livello di take profit ( e quindi il risk-reward reward ) sarà tanto più ambizioso quanto più forte il trend). L operatività concreta deve mettere insieme volatilità, trend,, livelli statici, risk/reward: : ricorda, la differenza la fa il money management!

32 La SIAT è lieta d annunciare che, in occasione di questo convegno, offrirà uno sconto del 10% sui propri Corsi Istituzionali (2008 compreso) a tutti coloro che invieranno semplicemente una di informazioni circa gli stessi entro il: 31/10/2007 Suddetta promozione, valida per tutti i partecipanti al TolExpo, è da intendersi assolutamente non vincolante; sarà sufficiente scrivere a: IL CORSO AVANZATO AVRA INIZIO IL 24 NOVEMBRE 2007

Rischio e Volatilità

Rischio e Volatilità 2 Meeting annuale SellaAdvice Trading Rho,, 20 novembre 2004 Rischio e Volatilità Relatore: Maurizio Milano Da dove deve partire un analisi tecnica operativa a supporto di un attività di trading? L elemento

Dettagli

Dott. Francesco Caruso. www.francescocaruso.ch. Copyright 2010- All Rights Reserved

Dott. Francesco Caruso. www.francescocaruso.ch. Copyright 2010- All Rights Reserved Francesco Caruso Individuazione del trend e dei punti di intervento: utilizzo combinato di RSI, medie e tecniche di stop TOL Expo Milano, 30 Ottobre 2009 Copyright 2010- All Rights Reserved PROGRAMMA DELLA

Dettagli

Guida all analisi tecnica

Guida all analisi tecnica Guida all analisi tecnica Guida all analisi Tecnica AVA MT4 REAL http://www.avatrade.it/join-ava/real-account?tradingplatform=2&dealtype=1&mtsrv=mt2&tag=55163&tag2=~profile_default AVA MT4 REAL FLOATING

Dettagli

Derivati: principali vantaggi e utilizzi

Derivati: principali vantaggi e utilizzi Derivati: principali vantaggi e utilizzi Ugo Pomante, Università Commerciale Luigi Bocconi Trading Online Expo Milano 28, Marzo 2003 CONTENUTI In un mondo senza derivati I futures Le opzioni Strategie

Dettagli

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa.

Per ora i prezzi dei mercati Asiatici danno un Sentiment Neutrale per l apertura dell Europa. 24-nov-2015 Oggi sarò impegnato in un convegno e pertanto posso solo fare il solito report prima dell apertura dei mercati. Poiché scrivo i livelli di trading a mercati chiusi, questi sono da considerarsi

Dettagli

Intraday titoli azionari

Intraday titoli azionari Intraday titoli azionari La strategia illustrata in questo documento ha come base una tecnica abbastanza conosciuta che basa l operatività intraday sui titoli azionari identificando i set-up d entrata

Dettagli

17-giu-2014. Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

17-giu-2014. Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) 17-giu-2014 Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): +0,29% Australia (Asx All Ordinaries): -0,18% Hong Kong (Hang Seng): -0,53% Cina (Shangai) -0,92% Singapore (Straits Times) -0,57% Korea

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -0,36% Australia (Asx All Ordinaries): -1,29% Hong Kong (Hang Seng): +0,06% Cina (Shangai) -0,04% Singapore (Straits Times) +0,51% Korea (Kospi) -0,02%

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: ore 10:00: PMI (Indice dei Direttori agli Acquisti) Europa per novembre ore 11:00: Vendite al dettaglio Europa per ottobre ore 14:15: Nuovi Occupati Provati

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Vediamo di essere più precisi a livello di Trading Intraday rispetto a quanto scritto nei Report di ieri sera, alla luce dei movimenti delle prime ore di questa mattinata. Come orari con Eventi importanti

Dettagli

INDICE GENERALE 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 2 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 5 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA 11

INDICE GENERALE 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 2 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 5 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA 11 INDICE GENERALE 1. SEGNALI TITOLI ITALIA INTRADAY 2 2. SEGNALI TITOLI ITALIA MULTIDAY 5 3. SEGNALI PORTAFOGLIO ITALIA 11 4. SEGNALI PORTAFOGLIO EUROPA 17 5. SEGNALI S&PMIB FUTURE INTRADAY 22 6. SEGNALI

Dettagli

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library.

I testi che seguono sono estratti dal libro Forex News Trader di Loris Zoppelletto e Lucas Bruni, edito da Trading Library. Questo Documento fa parte del corso N.I.Tr.O. di ProfessioneForex che a sua volta è parte del programma di addestramento Premium e non è vendibile ne distribuibile disgiuntamente da esso. I testi che seguono

Dettagli

23-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio un report più sintetico anche per oggi.

23-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio un report più sintetico anche per oggi. 23-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio un report più sintetico anche per oggi. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +2,11% Australia (Asx

Dettagli

22-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio dei report più sintetici per oggi e domani.

22-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio dei report più sintetici per oggi e domani. 22-ott-2015 Poiché sono impegnato al Tol Expo presso Borsa Italiana, faccio dei report più sintetici per oggi e domani. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,66% Australia

Dettagli

(I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente)

(I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente) (I GRAFICI sono mancanti per problemi tecnici del sito e verranno aggiunti successivamente) Aggiornamento Operativo successivo (ore 12:40) Aggiorno le tabelle operative sui vari mercati che restano in

Dettagli

Costruzione e applicazione di uno stop loss di volatilità

Costruzione e applicazione di uno stop loss di volatilità Costruzione e applicazione di uno stop loss di volatilità Dalla misurazione della volatilità all individuazione del livello di stop loss ITForum 2014 22 maggio 2014 SIAT è l'associazione di categoria senza

Dettagli

Media mobile di Kaufman

Media mobile di Kaufman Media mobile di Kaufman La Kama (Kaufman Adaptive Moving Average) fu discussa per la prima volta nel 1998 in un intervista al suo creatore Perry Kaufman (su STOCKS & COMMODITIES, anche se l articolo originale

Dettagli

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo:

Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: Come orari con Eventi importanti per oggi ricordo: ore 10:00: IFO (Fiducia Imprenditori) Germania per dicembre ore 14:30: Permessi Edilizi Usa a novembre Fornisco questi orari poiché nelle loro vicinanze

Dettagli

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

8-ott-2014. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 8-ott-2014 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -0,82% Hong Kong (Hang Seng): -0,67% Cina (Shangai) +0,77% Singapore (Straits Times) -0,46%

Dettagli

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 9)

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 9) Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 9) Australia (Asx All Ordinaries): -1,03% Giappone (Nikkei225): -1,51% Hong Kong (Hang Seng): -1,57% Cina (Shangai) -0,11% Korea (Kospi) -0,07% India (Bse Sensex): -1,05%

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 25-nov-2014 Poiché la giornata la passerà ad un Convegno devo fare uscire il report prima dell apertura dei mercati. Inevitabilmente l affidabilità dei Segnali Operativi che scrivo più sotto sarà inferiore

Dettagli

29-giu-2015. Valori Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

29-giu-2015. Valori Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 29-giu-2015 Valori Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei 225): -2,88% Australia (Asx All Ordinaries): -2,16% Hong Kong (Hang Seng): -2,94% Cina (Shangai) -3,44 Singapore (Straits Times) -1,35%

Dettagli

29-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

29-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 29-gen-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,06% Australia (Asx All Ordinaries): +0,28% Hong Kong (Hang Seng): -1,05% Cina (Shangai) -1,31% Singapore (Straits Times) +0,13%

Dettagli

Trading veloce con i pattern di prezzo

Trading veloce con i pattern di prezzo Trading veloce con i pattern di prezzo Analisi Tecnica applicata e strategie operative MICHELE MAGGI www.tradinglibrary.it Costruzione dei grafici a barre Massimo (H) Chiusura (C) Escursione o Range Apertura

Dettagli

relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com

relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com relatore: Pietro Paciello 22 febbraio 2012 www.uptrend.it Email: pietro.paciello@gmail.com COME OPERARE CON SUCCESSO SUL FOREX Sistemi automatizzati, regole comportamentali, analisi intermarket e money

Dettagli

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

19-mar-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 19-mar-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,35% Australia (Asx All Ordinaries): +1,80% Hong Kong (Hang Seng): +1,24% Cina (Shangai) +0,14% Singapore (Straits Times) +0,48%

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM

GUIDA ALLA LETTURA DELLA HIT LIST DI LOMBARDREPORT.COM Supplemento di LombardReport.com, quotidiano di informazione finanziaria, direttore responsabile Emilio Tomasini, Aut. 1403 15/9/97 Tribunale di Modena LombardReport.com s.r.l. - Via Pascoli 7-41057 Spilamberto-Mo

Dettagli

DAX Future Analisi per il giorno

DAX Future Analisi per il giorno MONEY MANAGEMENT N. di punti/tick di STOP in base al time frame operativo - n. 1 contratto Capitale base 10.000 Perdita max a operazione 100 1 minuto : 3 punti 4 ore : 46 punti N. TICK CORRISPONDENTI Numero

Dettagli

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade

Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Come l Analisi Multi Ciclica ci può evitare Stop-Loss e trovare buoni Ingressi in un Trade Chi conosce l Analisi Ciclica capirà meglio la sequenza logica qui seguita. Anche chi non consoce bene l Analisi

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89%

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89% Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Australia (Asx All Ordinaries): -1,69% Giappone (Nikkei 225): -4,18% Hong Kong (Hang Seng): -2,89% Cina (Shangai) chiuso Korea (Kospi) -1,72% India (Bse Sensex): -0,44%

Dettagli

Misure della dispersione o della variabilità

Misure della dispersione o della variabilità QUARTA UNITA Misure della dispersione o della variabilità Abbiamo visto che un punteggio di per sé non ha alcun significato e lo acquista solo quando è posto a confronto con altri punteggi o con una statistica.

Dettagli

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80%

www.proiezionidiborsa.com Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% Trading System I 4 step per costruire un Trading System sui futures con probabilità del 80% 2 Titolo Trading System Autore www.proiezionidiborsa.com Editore www.proiezionidiborsa.com Siti internet www.proiezionidiborsa.com

Dettagli

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio

2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio 69 2.5 I diversi tipi di grafici ed il loro ordine di studio In questo paragrafo sono presentati i principali tipi di grafici che si possono utilizzare per descrivere l andamento dei prezzi e per compiere

Dettagli

Come Creare una Strategia di Trading di Successo

Come Creare una Strategia di Trading di Successo Come Creare una Strategia di Trading di Successo PARTE SECONDA: TIME FRAME PER IL PROPRIO TRADING Questo articolo continua la nostra serie relativa al processo multilivello di creazione di una strategia

Dettagli

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 24-dic-2015 Oggi i mercati Europei saranno chiusi. I mercati Usa ed il Forex restano aperti. Pertanto il report sarà su S&P500- Dow Jones- Nasdaq- Eur/Usd. Il mercato dei futures Cme chiuderà prima (ore

Dettagli

Indice PMI (direttori degli acquisti) Chicago Indice Fiducia università Michigan (sentiment dei consumatori)

Indice PMI (direttori degli acquisti) Chicago Indice Fiducia università Michigan (sentiment dei consumatori) 30-maggio-2014 Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -0,34% Australia (Asx All Ordinaries): -0,46% Hong Kong (Hang Seng): +0,19% Cina (Shangai) -0,07% Singapore (Straits Times) -0,07% Korea

Dettagli

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX

SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX SEGNALI GLOBALI SU VALUTE FOREX In questo file so riepilogati : venerdì 5 vembre 2010 PAG. 2 e 3 : SEGNALI DI PREZZO SEMPLICI (senza indicazioni di stop e profit) long - short su base giornaliera, di CICLO

Dettagli

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION

Alessandro Aldrovandi. Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Alessandro Aldrovandi Il trading sul Forex con l indicatore TICK DISTRIBUTION Una teoria dei volumi anche per le valute Grazie all osservazione dei contratti futures sulle valute è possibile ampliare la

Dettagli

Analisi Integrata & Trading system

Analisi Integrata & Trading system TOL Expo 2011 27 Ottobre 2011 Analisi Integrata & Trading system Relatori: Giovanni Cuniberti Alberto Ravina Analisi integrata Parte I Analisi Macroeconomica Analisi dei Volumi Analisi integrata Analisi

Dettagli

22-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

22-gen-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 22-gen-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +0,28% Australia (Asx All Ordinaries): +0,43% Hong Kong (Hang Seng): +0,60% Cina (Shangai) +0,59% Singapore (Straits Times) +0,54%

Dettagli

La giornata di oggi sarà incentrata su un assestamento dopo le decisioni della Fed di ieri sera.

La giornata di oggi sarà incentrata su un assestamento dopo le decisioni della Fed di ieri sera. 18-sett-2015 Ricordo che oggi per gli Indici Azionari si passa dal Future scadenza settembre a quello scadenza dicembre. Ricordo anche che i differenziali (di cui tengo conto nelle analisi) tra i 2 contratti

Dettagli

Sella Advice Trading

Sella Advice Trading Le pagine che si aprono cliccando su manuale e track record dovrebbero comparire in una nuova pagina del browser; Sella Advice Trading MANUALE Segnali Titoli Italia All interno: 1 Destinatari del servizio...pag

Dettagli

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi:

Come orari con Eventi (da me selezionati) che ritengo importanti per oggi: 26-mag-2015 Ieri l Eurex (future Eurostoxx-Dax-Bund) era chiuso per Festività- i future Usa sono andati ad orari ridotti (gli indici erano chiusi). Oggi torna tutto nella norma. Chiusura Borse Asia/Pacifico

Dettagli

Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Emerick De Narda. Email: info@uptrend.it

Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Emerick De Narda. Email: info@uptrend.it Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Emerick De Narda Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio 2012 Relatore: Pietro Paciello Moderatore: Giuseppe Di Vittorio Email: info@uptrend.it Rimini, 17 Maggio

Dettagli

18-gen-2016 Ricordo che oggi i mercati Usa saranno chiusi per festività) i Future sul Cme (minis&p500) saranno aperti ma con orari ridotti.

18-gen-2016 Ricordo che oggi i mercati Usa saranno chiusi per festività) i Future sul Cme (minis&p500) saranno aperti ma con orari ridotti. 18-gen-2016 Ricordo che oggi i mercati Usa saranno chiusi per festività) i Future sul Cme (minis&p500) saranno aperti ma con orari ridotti. Voglio solo fare un breve commento su alcuni organi di stampa:

Dettagli

2-feb-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

2-feb-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 2-feb-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,66% Australia (Asx All Ordinaries): +0,63% Hong Kong (Hang Seng): -0,19% Cina (Shangai) -2,56% Singapore (Straits Times) +0,62%

Dettagli

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00)

Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Borse Asia/Pacifico (ore 09:00) Giappone (Nikkei225): -1,65% Australia (Asx All Ordinaries): -1,12% Hong Kong (Hang Seng): -1,81% Cina (Shangai) -1,40% Singapore (Straits Times) -0,62% Korea (Kospi) -0,946%

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 8 Giugno 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 25 maggio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

Euro Stoxx 50 (indice)

Euro Stoxx 50 (indice) Euro Stoxx 50 (indice) AGGIORNAMENTO del 13 novembre 2011 Trimestrale Vedi aggiornamenti precedenti Mensile Nel corso della settimana è stato testato il supporto in area 2200 ed il buon rimbalzo ha fatto

Dettagli

30-lug-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

30-lug-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 30-lug-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +1,08% Australia (Asx All Ordinaries): +0,78% Hong Kong (Hang Seng): -0,31% Cina (Shangai) -0,77% Singapore (Straits Times) -0,85%

Dettagli

27-mag-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

27-mag-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 27-mag-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +0,17% Australia (Asx All Ordinaries): -0,80% Hong Kong (Hang Seng): +0,63% Cina (Shangai) -1,22% Singapore (Straits Times) -0,39%

Dettagli

Strategie e tecniche d investimento con le opzioni

Strategie e tecniche d investimento con le opzioni FINANZA OPERATIVA Strategie e tecniche d investimento con le opzioni Dario Daolio FRANCOANGELI Am - La prima collana di management in Italia Testi advanced, approfonditi e originali, sulle esperienze più

Dettagli

Trading System Settimanale ed interpretazione di un System Report

Trading System Settimanale ed interpretazione di un System Report www.traderpedia.it www.algoproject.it Trading System Settimanale ed interpretazione di un System Report Applicazione al FTSE-MIB Operazioni LONG e SHORT Solo operazioni LONG Solo operazioni SHORT UN

Dettagli

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234

Euro Equity. DJ EuroStoxx. 3 ottobre 2014 H: 10.32. Range previsto per la settimana in corso: 3172 3234 DJ EuroStoxx Future Scad. dicembre 2014 F- EUROSTOXX DIC 2014 (3,174.00, 3,188.00, 3,087.00, 3,102.00, -85.0000), Parabolic SAR (3,249.32), PS Adaptive Moving Average 3300 32 3200 31 H: 10.32 Nota giornaliera

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 28 febbraio 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano

LIVE TRADING. 09/10/2015 Milano LIVE TRADING 09/10/2015 Milano Contatti 2 www.cminvesting.com www.shortandlongtrading.com matteo.maggioni@cminvesting.com alessandro.delorenzo@gmail.com Indice 3 1. Mercati & Trading (Matteo Maggioni)

Dettagli

QUARTO INCONTRO LABORATORIO CORSO INDAGINI CAMPIONARIE. Laboratorio Stefania Porchia

QUARTO INCONTRO LABORATORIO CORSO INDAGINI CAMPIONARIE. Laboratorio Stefania Porchia QUARTO INCONTRO LABORATORIO CORSO INDAGINI CAMPIONARIE Laboratorio Stefania Porchia Incontri e argomenti trattati nel laboratorio 29 marzo 14.00 15.30 l indagine qualitativa come strategia di formulazione

Dettagli

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Breakout e medie mobili. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Davide Marone, Analyst DailyFX DailyFX Strategies Breakout e medie mobili Davide Marone, Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Breakout e medie mobili Davide Marone INTRO Prima di costruire una qualsiasi

Dettagli

Il trading di volatilità

Il trading di volatilità Il trading di volatilità Come identificare i cicli di volatilità, come sfruttarne le potenzialità a proprio vantaggio contenendo i rischi. Relatore: Enrico Malverti Treviso, 7 Ottobre 2015 CHI SONO Enrico

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta mediamente debole, ma dai minimi del 3 ottobre è in recupero- ha chiuso a 1,267 - Il cambio

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Thehawktrader educational

Thehawktrader educational Thehawktrader educational presenta un corso di formazione dal titolo TECNICHE DI TRADING SUI VOLUMI a Milano, sede ancora da definire sabato 24 settembre 2011. Il docente : Antonio Lengua Futures trader

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro dopo i massimi annuali (1,3995) ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3762 - Il cambio Usd/Yen è in

Dettagli

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX

DailyFX Strategies. Il metodo dei 4 punti. How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX DailyFX Strategies Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) Il metodo dei 4 punti Matteo Paganini INTRO Dopo anni di ricerca

Dettagli

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015

Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Charles Dow Programma Sapienza Forex Edizione marzo 2015 Fondamenti di analisi tecnica L'analista che si ispirò al mare Charles Dow (1851-1902), è stato un giornalista statunitense. Fondatore del Wall

Dettagli

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005

Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger. Michele Maggi. Rimini, 1-2 dicembre 2005 Le tecniche di trading basate sulle Bande di Bollinger Michele Maggi Rimini, 1-2 dicembre 2005 Trading con le Bande di Bollinger Capire la logica delle Bande di Bollinger Comprendere il funzionamento degli

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 26 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video)

TNT IV. Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) TNT IV Il Diavolo è meno brutto di come ce lo dipingono!!! (Guarda il video) Al fine di aiutare la comprensione delle principali tecniche di Joe, soprattutto quelle spiegate nelle appendici del libro che

Dettagli

Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva. Brugnaro Luca

Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva. Brugnaro Luca Come descrivere un fenomeno in ambito sanitario fondamenti di statistica descrittiva Brugnaro Luca Progetto formativo complessivo Obiettivo: incrementare le competenze degli operatori sanitari nelle metodiche

Dettagli

Quick trend strategy

Quick trend strategy Quick trend strategy Questa è una strategia di facile identificazione, facile esecuzione e attuabile con modalità estremamente semplici; in aggiunta la base della metodologia è esclusivamente di carattere

Dettagli

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE

Strategie. Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Strategie Gap Trading efficace sui mercati valutari TRADARE CON PRECISIONE FOLLE Ci sono molti gap trader professionali nei mercati finanziari. Anche se sono già stati scritti molti articoli sul gap trading,

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in rialzo dai minimi del 13 aprile- ha chiuso a 1,1447 - Il cambio Usd/Yen resta elevato, ma

Dettagli

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo):

Per la nostra analisi iniziamo con il solito sguardo Intermarket (dati ad 1 ora a partire da fine dicembre- aggiornati alle 09:10 di oggi 6 marzo): Chiusura Borse Asia/Pacifico - Australia (Asx All Ordinaries): +0,84% - Giappone (Nikkei225): +2,13% - Hong Kong (Hang Seng): +0,96% - Cina (Shangai): +0,90% - Korea (Kospi):+0,20% - India (Bse Sensex):

Dettagli

Un po di statistica. Christian Ferrari. Laboratorio di Matematica

Un po di statistica. Christian Ferrari. Laboratorio di Matematica Un po di statistica Christian Ferrari Laboratorio di Matematica 1 Introduzione La statistica è una parte della matematica applicata che si occupa della raccolta, dell analisi e dell interpretazione di

Dettagli

ANALISI TECNICA OPERATIVA

ANALISI TECNICA OPERATIVA CAPITOLO 3 ANALISI TECNICA OPERATIVA 3.1. Introduzione Reputo di importanza fondamentale nel trading i concetti esposti di seguito. Grafici,volume,supporto,resistenza,trend line, sono la base del trading.per

Dettagli

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW

Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Analisi tecnica di base: La teoria di DOW Italian Trading Forum 2011 Analisi tecnica e teoria di Dow Tutta l analisi tecnica si basa sul principio che i prezzi scontano tutto e che le aspettative degli

Dettagli

Tu puoi beneficiare di questa cosa, se sai come si muovono i software puoi sfruttarli a tuo, facendo le loro stesse operazioni.

Tu puoi beneficiare di questa cosa, se sai come si muovono i software puoi sfruttarli a tuo, facendo le loro stesse operazioni. L'obiettivo di questo corso è insegnarti il mio metodo di trading intraday, che ti permetterà di avere una rendita mensile per integrare il tuo reddito o addirittura vivere di trading. Puoi raggiungere

Dettagli

3-giu-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

3-giu-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 3-giu-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -0,34% Australia (Asx All Ordinaries): -0,91% Hong Kong (Hang Seng): +0,74% Cina (Shangai) -0,01% Singapore (Straits Times) +0,12%

Dettagli

Operare in Spread: dal Mercato Valutario, ai Futures sulle Commodities Luca Giusti www.qtlab.ch

Operare in Spread: dal Mercato Valutario, ai Futures sulle Commodities Luca Giusti www.qtlab.ch Operare in Spread: dal Mercato Valutario, ai Futures sulle Commodities Luca Giusti www.qtlab.ch 1 Il Mercato Valutario Regolamentato o Non Regolamentato ci sono vantaggi ad operare sul Forex? 2 Ci sono

Dettagli

Cup&Handle, istruzioni per l uso

Cup&Handle, istruzioni per l uso Cup&Handle, istruzioni per l uso STRATEGIE SULL FTSE-MIB FUTURE (VERS. OPENING E INTRADAY) Il grafico e il commento operativo aprono sia la versione Opening sia quella Intraday della newsletter, visto

Dettagli

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008

Analisi dell oro. Dal 1980 al 2008 Analisi dell oro Dal 1980 al 2008 La fase discendente dei prezzi dell oro iniziata nel 1979 si conclude nell agosto del 1999, dopo 20 anni quando tocca il suo minimo ventennale a quota 252. Dopo un tentativo

Dettagli

Nel complesso nessun dato di oggi è realmente di rilievo per i Mercati Finanziari.

Nel complesso nessun dato di oggi è realmente di rilievo per i Mercati Finanziari. 22-lug-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -1,49% Hong Kong (Hang Seng): -1,12% Cina (Shangai) +0,21% Singapore (Straits Times) -0,43%

Dettagli

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015

Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 Report di Analisi Tecnica Azioni Italia 19 Aprile 2015 L obiettivo dei report di analisi tecnica non è quello di prevedere i movimenti dei prezzi,ma quello di poter definire una strategia operativa,individuare

Dettagli

www.previsioniborsa.net COME SI ENTRA IN POSIZIONE

www.previsioniborsa.net COME SI ENTRA IN POSIZIONE www.previsioniborsa.net 5 lezione sul METODO CICLICO COME SI ENTRA IN POSIZIONE Ci sono molti modi per entrare in posizione in un mercato (future) o un titolo, ma noi dobbiamo trovare un sistema che sia

Dettagli

Oscillazione dei mercati valutari e percezione del cambio in fase di budgeting

Oscillazione dei mercati valutari e percezione del cambio in fase di budgeting Oscillazione dei mercati valutari e percezione del cambio in fase di budgeting di Giuseppe Zillo (*) e Elisabetta Cecchetto (**) La definizione del cambio obiettivo nell azienda industriale non è solo

Dettagli

Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo. Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com

Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo. Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com Volumi e volatilità come anticipatori dei movimenti di prezzo Copyright 2003 M. Mazziero maurizio@tradinglibrary.com 1 Sommario Definizione di volume e volatilità Valutazione del valore medio dei volumi

Dettagli

Iniziamo con l Indice Eurostoxx che, al momento di calcolo, valeva circa 3595 (indicato dalla freccia in figura):

Iniziamo con l Indice Eurostoxx che, al momento di calcolo, valeva circa 3595 (indicato dalla freccia in figura): (24-giu-2015) Vediamo la consueta Analisi legata al mercato delle Opzioni, che serve soprattutto per comprendere meglio cosa pensano i grossi Operatori in Opzioni sui Sottostanti per i prossimi giorni

Dettagli

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1

Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 Elementi di Psicometria con Laboratorio di SPSS 1 5-Indici di variabilità (vers. 1.0c, 20 ottobre 2015) Germano Rossi 1 germano.rossi@unimib.it 1 Dipartimento di Psicologia, Università di Milano-Bicocca

Dettagli

Iniziamo con l Indice Eurostoxx che, al momento di calcolo, valeva circa 3646 (indicato dalla freccia in figura): Estoxx

Iniziamo con l Indice Eurostoxx che, al momento di calcolo, valeva circa 3646 (indicato dalla freccia in figura): Estoxx (22-lug-2015) Vediamo la consueta Analisi legata al mercato delle Opzioni, che serve soprattutto per comprendere meglio cosa pensano i grossi Operatori in Opzioni sui Sottostanti per i prossimi giorni

Dettagli

Vediamo ora i 4 future su Indici Azionari che seguo (dati ad 1 ora a partire da inizio febbraioaggiornati alle ore 09:10 del 4 aprile):

Vediamo ora i 4 future su Indici Azionari che seguo (dati ad 1 ora a partire da inizio febbraioaggiornati alle ore 09:10 del 4 aprile): Chiusura Borse Asia/Pacifico - Australia (Asx All Ordinaries): -0,95% - Giappone (Nikkei225): +2,20% - Hong Kong (Hang Seng): -0,14% - Cina (Shangai): -0,11% - Korea (Kospi):-1,20% - India (Bse Sensex):

Dettagli

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY

STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY STRATEGIA DI TRADING SUL CROSS EUR-JPY INFORMAZIONI Strategia basata sul semplice utilizzo di due medie mobili esponenziali che useremo solamente per entrare in direzione del trend. Utilizzeremo due grafici

Dettagli

LA STIMA DEL COST OF EQUITY (Ke) Valutazione d impresa aprile 2012 dott. Lanfranco Lodi

LA STIMA DEL COST OF EQUITY (Ke) Valutazione d impresa aprile 2012 dott. Lanfranco Lodi LA STIMA DEL COST OF EQUITY (Ke) 0 CAPM: si fonda sul presupposto che investitori realizzino diversificazione di portafoglio remunerazione solo del rischio non diversificabile R i =K el* = R f + β i x

Dettagli

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA.

_COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. CAPITOLO 1 VUOI IMPARARE AD OPERARE IN BORSA CON IL METODO CICLICO? VISITA IL LINK: http://www.fsbusiness.net/metodo-ciclico/index.htm _COSA SONO E A COSA SERVONO I CICLI DI BORSA. Partiamo dalla definizione

Dettagli

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI

GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI GUIDA ALLA LETTURA DELLE SCHEDE FONDI Sintesi Descrizione delle caratteristiche qualitative con l indicazione di: categoria Morningstar, categoria Assogestioni, indice Fideuram. Commenti sulla gestione

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario

Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto. Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario AREA FINANZA DISPENSA FINANZA Iniziativa Comunitaria Equal II Fase IT G2 CAM - 017 Futuro Remoto Strumenti di Valutazione di un Prodotto Finanziario ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA Strumenti

Dettagli

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre

Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre Analisi settimanale N4 Settimana 16-20 Ottobre MERCATO AZIONARIO- SP500 Il minimo della settimana del 14 settembre ( quella del top) è stato violato nella settimana appena trascorsa. Ovviamente NON leggiamo

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 10 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 10 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 10 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta debole, anche se dai minimi del 3 ottobre sta tentando un recupero- ha chiuso a 1,2623 - Il

Dettagli