Abitudini alimentari. Capitolo 11

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abitudini alimentari. Capitolo 11"

Transcript

1 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina 185 Capitolo 11 Abitudini alimentari La nascita ci porta dal luogo chiuso dell utero al mondo esterno, dove tutte le percezioni cambiano: intorno al corpo c è spazio; luce, suoni e odori arrivano in modo diretto; abbiamo un contatto con l aria, l acqua, i tessuti, le mani di chi accudisce; il respiro porta l aria dentro al corpo; latte e cibo portano all interno densità e sapori esterni. Il nostro qi incontra il qi degli alimenti e ne viene nutrito. Le abitudini di vita hanno sempre un influenza sostanziale sullo stato del qi, ma nel bambino sono in particolare le abitudini alimentari che hanno un ruolo primario sia nel generare disequilibri e malattie, sia nel riportare a uno stato di salute. Il qi ancora immaturo è particolarmente influenzato dal cibo introdotto: se il bambino ha un problema o una malattia, cioè se il suo sistema energetico è molto alterato, modificazioni anche piccole nell alimentazione (qualità, quantità, modalità di assunzione) aiutano consistentemente il trattamento con tuina o agopuntura o sono addirittura sufficienti per risolvere moltissime condizioni patologiche. Nei bambini il qi di Milza è sottoposto a richieste molto alte perché nelle prime fasi della vita la crescita è particolarmente rapida, ma il qi non si è ancora consolidato e le funzioni degli zangfu sono immature. Per questo motivo si dice che la Milza dei bambini non è sufficiente (xiao er pi bu zu ). La digestione è simile a un processo di cottura, distillazione e distribuzione: nello Stomaco il cibo si discioglie e matura, come in una pentola sul fuoco, la Milza separa la parte pura delle sostanze digerite da quella torbida, invia in alto il qi puro, che diventa qi e sangue, e manda in basso la parte torbida, che viene eliminata attraverso urine e feci. Il qi della Milza deve essere sufficiente per svolgere le sue funzioni: perché i bimbi possano utilizzare al meglio il qi degli alimenti guqi, i cibi che mangiano non devono richiedere troppo qi per essere digeriti. Il qi del bambino è fortemente impegnato nella crescita psicofisica e nella difesa dalle invasioni dei patogeni esterni: sappiamo bene che, quando gli attacchi dall esterno sono troppo forti o troppo frequenti, gran parte del qi del piccolo viene impiegato nelle funzioni di difesa e la sua crescita ne può risentire; allo stesso modo, se i cibi sono difficili da

2 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Medicina Cinese in Pediatria: agopuntura e tuina digerire, troppo qi viene impegnato nella loro trasformazione e ne rimane poco per gli altri compiti. Se è carente la funzione del jiao medio di trasformare e trasportare, il qi degli alimenti guqi non può essere mutato in qi vero zhenqi, il qi che ci fa vivere. Se la Milza non riesce a esplicare la sua funzione di separare il puro dall impuro, questi rimangono mescolati e ciò che è «impuro», tossico per l organismo, rimane all interno e produce danno. Se il qi necessario a elaborare l umidità è scarso, questa si accumula, si trasforma facilmente in flegma e il qi fa fatica a circolare. Se il qi prodotto dal jiao medio è insufficiente, si attinge alla riserva del Cielo Anteriore, si consuma il jing, e lo shen non può avere stabilità. In genere disturbi e malattie pediatriche derivano da un pieno (accumulo-ji di cibo, addensamento di umidità e flegma, eccesso di calore) o da un vuoto (insufficienza di qi di Milza, di Polmone, di Rene o di jing). Vuoto e pieno a loro volta generano eccesso e insufficienza: se il qi è scarso-vuoto non può circolare bene e quindi tende a produrre ristagno e quadri di pieno-shi; se invece c è una qualsiasi ostruzione-pieno il qi circola con più difficoltà e quindi tende a consumarsi e a produrre quadri di vuoto-xu. Tutti questi processi hanno spesso una componente più o meno rilevante che deriva da abitudini alimentari scorrette. Nella nostra società attuale «scorrette» significa in genere «troppo cibo», un eccesso che di solito non riguarda tanto la quantità consumata durante i singoli pasti, quanto la qualità degli alimenti e la frequenza della loro assunzione. L accumulo-ji di cibo è alla base della maggior parte di casi in cui il bimbo non sta bene: l ingorgo del qi può produrre disturbi prevalentemente somatici come catarro, tosse, otiti, eczema, oppure manifestarsi con aspetti emotivi e comportamentali quali difficoltà nel sonno, ipercinesia, irascibilità. Il principio generale è che bisogna facilitare il processo digestivo. Spesso questo viene invece appesantito e affaticato da comportamenti alimentari erronei, purtroppo molto comuni: allattamento troppo frequente, alimenti proposti durante lo svezzamento molto difficili da digerire, eccesso di cibi di «sapore tossico» durante l infanzia. Modalità alimentari L uso di alcune attenzioni nell assunzione del cibo può modificare profondamente lo stato energetico: se c è una buona elaborazione del qi, questo può essere disponibile in abbondanza per lo sviluppo psicofisico del bambino e per i compiti di difesa dai patogeni esterni. La medicina tradizionale cinese offre in questo senso alcune indicazioni fondamentali. Si privilegino i cibi cotti e tiepidi rispetto a quelli crudi e freddi perché richiedono meno qi per essere scaldati e trasformati: per esempio, se frutta e verdura vengono cotte non raffreddano il jiao medio. Si eliminino tutti gli alimenti di temperatura fredda, soprattutto in inverno: per esempio, mandarini e yogurt devono essere tolti dal frigorifero per tempo.

3 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Abitudini alimentari Si eviti che il bambino continui a mangiucchiare al di fuori dei pasti, così che i visceri-fu possano svuotarsi: per esempio, pasti e merende non si prolungano all infinito, ma hanno un inizio e una fine (lo stesso concetto vale anche per l allattamento). Si faccia in modo che il bimbo mangi tranquillo, così che il qi sia disponibile per compiere le sue funzioni di estrazione e trasformazione del qi degli alimenti: per esempio, si mangia con calma, seduti, dedicando al pasto il tempo e l attenzione necessari (guardare la televisione, rispondere al telefono, alzarsi in continuazione, affrontare argomenti emotivamente faticosi sono tutti elementi di disturbo). Si preferiscano cibi che abbiano essenza-jing: per esempio, alimenti di stagione, provenienti dalla zona in cui si vive, coltivati o allevati naturalmente, consumati freschi. Si limitino il più possibile i sapori «tossici», per esempio il dolce dello zucchero, il piccante e il salato degli aromi artificiali e dei conservanti, e le cotture «pesanti», quali i fritti. Se il bambino mangia male è necessario modificare i comportamenti alimentari. Può essere difficile, perché i sapori «tossici», cioè zucchero e aromatizzanti, producono una dipendenza. Il tipo di qi che forniscono è equivalente a quello delle sostanze «estreme», come oppiacei, amfetaminici, alcol, psicofarmaci: procurano cioè una risposta molto rapida, un qi molto potente, che produce un soddisfacimento sicuro, in termini di piacere e di prestazione. Questo qi «tossico» si sostituisce al qi prodotto da noi stessi e crea dipendenza dall elemento proveniente dall esterno. Avere sempre qi pronto e disponibile può essere una risposta a carenze interne o a eccessive richieste prestazionali, ma alla lunga questo tipo di qi «tossico» produce un danno ancora più grave, secondo i ben noti meccanismi della dipendenza e dell assuefazione. Per «ripulirsi» sono necessari tempo e fatica. Sta ai genitori trovare i modi migliori, che rendano più lieve la difficoltà. Noi adulti non possiamo eludere le nostre responsabilità nascondendoci dietro affermazioni quali I bambini sanno per natura cosa è bene, quindi se chiedono dolci vuol dire che ne hanno bisogno. Così come quando impediamo a un bambino di prendere il volo da un balcone, anche se probabilmente è spinto da una stupenda curiosità, allo stesso modo, se il piccolo cerca una via di soddisfacimento immediato, cioè per esempio un sapore «tossico», l adulto sa che alla lunga non è la soluzione migliore e deve intervenire per modulare desideri e bisogni e per aiutarlo a trovare soluzioni diverse. I genitori vogliono bene ai loro figli, non hanno bisogno di dimostrarglielo colludendo con un atteggiamento del tipo Se non mi dai quello che desidero allora non mi vuoi veramente bene. Questa sorta di ricatto ha buon gioco solo quando c è un incertezza di fondo nell adulto, che teme di essere inadeguato e manchevole. Non è necessario bandire totalmente caramelle, gelati, patatine e bibite varie. In generale, i comportamenti integralisti non hanno mai molto senso: siamo esseri che hanno una relazione con l esterno, quindi anche con il brutto, il cattivo, il pericoloso, e abbiamo le risorse per non esserne danneggiati. Come sappiamo, i qi patogeni colpiscono solo se il

4 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Medicina Cinese in Pediatria: agopuntura e tuina qi corretto non è sufficiente. 1 È quindi essenziale lo stato del nostro qi, ma è anche una questione di relazione tra stato interno e quantità di elementi nocivi: se sto in risaia tutti i giorni, o se continuo a mangiare gelati, è difficile che umidità o freddo non mi danneggino. Si tratta anche dell atteggiamento di fondo: il mondo è bello indipendentemente dai gelati, i genitori sono buoni anche se non mi permettono di mangiare patatine davanti alla TV, anzi i genitori sono buoni proprio perché si prendono la briga di non lasciarmi mangiare patatine davanti alla TV. Non soccombono di fronte ai miei piagnucolii e alle mie urla di bambino che desidera, e vuole, e si oppone a loro per costruirsi, e gli butta addosso tutto il brutto. Non si fanno travolgere, non scompaiono, non si annullano e non mi annullano. Allattamento Non intendiamo qui ricordare i vantaggi dell allattamento materno se non nei termini di medicina cinese. 2 Il latte materno ha un ottimo jing perché viene consumato fresco, è tiepido di natura, per cui non richiede qi del jiao medio per essere scaldato, è di sapore dolce moderato. È quindi perfetto per il neonato, ma non è detto che più ne diamo, meglio è: l eccesso, anche di una cosa buona, è pur sempre un eccesso. Anche il latte materno può essere in quantità eccessiva, e ciò avviene essenzialmente quando l allattamento è troppo frequente. Secondo la medicina cinese, i visceri-fu devono rimanere vuoti, cioè devono ricevere e poi svuotarsi. Se lo Stomaco rimane sempre pieno, la Terra non riesce a compiere la sua funzione di far salire la sostanza pura e far scendere la torbida, non può trasformare e trasportare appropriatamente. Perché si compia la digestione è necessario uno spazio di tempo adeguato prima che venga ingerito altro cibo. Se si accumula latte, si crea un ristagno, il bambino si ingolfa, fa fatica. Si produce un accumulo-ji di cibo: il bimbo piange, urla, ha la pancia dura, feci maleodoranti, verdastre o dure, rigurgiti o vomito. L equazione per cui più cibo corrisponde a più crescita non è valida, anzi l eccesso di cibo richiede un consumo maggiore di energie e quindi è più facile che il bimbo si ammali. Ovviamente è importante una certa cura anche nell alimentazione della madre, con un attenzione particolare nell evitare cibi e modalità che tendono a creare un eccesso di calore o di flegma. 1. Dove colpiscono i xie il qi è in vuoto, se zhengqi all interno si conserva allora i xie non possono attaccare (Suwen, cap. 62). 2. La composizione del latte materno è ovviamente quella più indicata per il neonato e l allattamento al seno è in genere la soluzione meno impegnativa in termini pratici oltre che un grande piacere psichico e fisico per la madre, come si suppone lo sia per il bambino. Se però per qualche motivo viene scelto l allattamento artificiale, non c è ragione per cui la madre debba sentirsi in colpa: ci sono infiniti modi per sostituire ciò che eventualmente manca.

5 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Abitudini alimentari Quando l allattamento è a richiesta, è facile che le poppate siano troppo ravvicinate (per esempio, nel neonato l intervallo dovrebbe essere di almeno 2-3 ore). Infatti il latte è buono, fa contento il bambino: se un neonato piange e viene allattato, si calma. Il latte è un piacere immediato, e anche i genitori sono soddisfatti quando vedono che il bimbo si quieta, ma la richiesta espressa con il pianto non riguarda sempre solo il cibo: a volte altre risposte non solo sono possibili, ma sono anche più indicate. Differire il soddisfacimento non è sempre facile per un genitore, che naturalmente vorrebbe il bimbo sempre felice. Però è un primo limite che va dato, e di cui purtroppo siamo noi adulti a doverci fare carico. Sarà così molte altre volte: il bimbo desidera tutto il mondo, ma il genitore è l adulto, che si deve quindi assumere la responsabilità di contenere. Il piccolo «no» al latte è una prima, orribile frustrazione: sta al genitore essere in grado di elaborarla, di trovare cioè alternative meno immediatamente soddisfacenti, ma che sviluppino altre possibilità. In genere si entra così in uno spazio di piacere diverso dalla risposta-cibo, a cui si accede «distraendo» il bimbo con il canto, la parola, il sorriso, lo sguardo, il movimento, l abbraccio: i mondi della crescita umana. Svezzamento Secondo il sistema di lettura energetica della medicina cinese, il latte materno si forma per trasformazione del sangue-xue. Circa sei mesi dopo il parto qi e xue tornano al loro equilibrio e il sangue torna all utero. L allattamento, un compito in genere molto appagante per la madre, ma anche molto impegnativo, può andare verso la sua conclusione e lasciar posto allo svezzamento. Svezzamento significa inserire altri cibi in un alimentazione che fino a quel momento era costituita di solo latte. È bene quindi che nei primi periodi questi cibi assomiglino quanto più possibile al latte materno, per poi avvicinarsi con calma a un alimentazione più complessa, seguendo la maturazione dell apparato digerente. Il qi del lattante è ora più stabile, può avere maggiori contatti con il qi esterno, è in grado di cominciare a trasformare il qi di alimenti a lui più estranei. Lo svezzamento comporta il passaggio a un alimentazione complessa (cereali, frutta, verdura, legumi, latticini, carne, pesce), cambiamenti nella consistenza del cibo (da liquido a sempre più solido), variazioni nella temperatura degli alimenti (dal latte a temperatura corporea a piatti più caldi o più freddi). Il bimbo inizia a trovare nel mondo esterno il cibo che gli serve: è un primo passo verso la separazione dalla madre e la creazione di una propria autonomia. Lo svezzamento è un processo complesso, che si svolge nel corso di cinque-sei anni, anche se i primi tempi sono i più importanti. La maturazione del sistema digerente nel suo insieme è un processo che comprende svariati aspetti, quali la crescita dei denti, lo sviluppo delle attività enzimatiche, l incremento delle capacità senso-motorie. Il momento in cui iniziare lo svezzamento ci viene suggerito dal bambino stesso, quando si mostra interessato al cibo, per esempio cercando di afferrare ciò che vede nei piatti degli altri. La digestione avviene con un dispendio energetico contenuto e un buon guadagno in

6 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Medicina Cinese in Pediatria: agopuntura e tuina termini di sostanze assorbite se lo svezzamento segue la natura-costituzione del bambino: genere, quantità, modalità di preparazione degli alimenti devono essere individualizzati. In generale, il cibo deve essere digeribile per l età in cui viene assunto, con temperatura, consistenza, cottura adeguate. Per ogni bambino lo svezzamento ha ritmi diversi: la velocità è variabile, i rallentamenti sono frequenti. Se si introducono troppo precocemente cibi impegnativi per la digestione, ne deriva facilmente un accumulo-ji di cibo, con umidità e flegma. Inoltre il qi che deve esplicare la funzione di trasformazione non è sufficiente e vengono quindi utilizzate energie che dovrebbero essere impiegate nello sviluppo fisico e psichico e nella difesa dai patogeni esterni. Perché il processo digestivo avvenga senza difficoltà e gli alimenti possano quindi essere assimilati bene, i cibi devono essere pre-elaborati. Per evitare un eccesso di lavoro al jiao medio, ancora immaturo, si portano quindi a una temperatura vicina a quella del corpo, si riducono a una consistenza cremosa, si cuociono. Per quanto riguarda la scelta dei cibi da introdurre nel corso dello svezzamento, l alimento più semplice è la «pappa di riso», che sostiene qi, sangue e liquidi, tonifica la Milza, armonizza lo Stomaco ed elimina l eccesso di umidità. Per prepararla, si cuoce molto a lungo 1 parte di riso in 6 parti di acqua, fino a quando il riso si disfa in una crema. La pappa di riso è usata non solo come primo alimento nello svezzamento, ma anche ogni volta che c è un disturbo da accumulo-ji di cibo o una qualsiasi una malattia (e quindi il qi è sottoposto a un carico maggiore). 3 Il bimbo piccolo ha bisogno di una varietà di cibi minima rispetto alle abitudini di un adulto, il «consumismo» dei sapori non gli è utile: perché possa esserci un cambiamento, è necessario che ci sia una base sicura, cioè cibi già noti. La solidità viene dal conoscere bene, il conoscere bene viene dalla ripetizione dell esperienza, dall assimilazione di ciò che ci è estraneo. Se succede qualcosa di buono e poi succede di nuovo, e si ripete ancora tante volte, allora non si tratta di un evento casuale, estemporaneo, aleatorio: mi posso fidare. Da qui potrò anche partire per esplorare con tranquillità altri pezzi di mondo, altri sapori. Riso e carote, carote e riso vanno benissimo giorno dopo giorno, e poi si potrà inserire la mela cotta, e il terzetto può proseguire ancora a lungo così composto. Quindi il corpo potrà farsi amico con un altra verdura, con calma. Il sistema del qi potrà incontrare un altro qi, di un altro alimento, e imparare a conoscerlo. E così via, senza fretta, dando il tempo perché il nuovo cibo possa essere accolto e tutto si assesti nel migliore dei modi. In termini più tecnici possiamo dire che è importante inserire nella dieta un cibo alla volta, per poter osservare se il bambino è in grado di tollerarlo. Se compaiono segni quali alterazioni dell alvo, presenza di alimenti mal digeriti nelle feci, arrossamenti cutanei, aumento della produzione di muco, disturbi del sonno, o qualsiasi altra forma di manifestazione di accumulo-ji di cibo, di calore o di flegma, si sospende l alimento e si ritenta dopo uno-due mesi. 3. Per altre ricette, vedi l ultima parte del capitolo.

7 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Abitudini alimentari All inizio si scelgono quindi verdure di sapore moderato, dolce, e di natura neutra. Dapprima sotto forma di brodo vegetale, poi cotte e ridotte a purea. Il latte di capra è meglio del latte vaccino, oppure va bene il latte di riso, ma non quello di soia, perché è di natura troppo fredda. 4 Se il bimbo ha sete, l acqua semplice va benissimo, mentre bevande e succhi di frutta di produzione industriale hanno un sapore dolce eccessivo, che non solo favorisce l accumulo di umidità e indebolisce la Milza, ma, come già accennato, facilmente crea anche dipendenza. Grano, mais, riso integrale, proteine animali in tutte le varie forme vengono introdotti solo in un secondo tempo perché richiedono troppo qi per essere trasformati. È anche utile tener conto che nelle diverse aree del mondo si consumano più abitualmente cibi differenti (grano, riso, tapioca, patate), che quindi influenzano la «formaxing» dell energia ancestrale zongqi: il qi del bambino ha maggiore facilità a elaborare e usare il qi degli alimenti maggiormente presenti nella tradizione della sua famiglia. Per tonificare il qi In alcuni casi la debolezza del qi è pervasiva e ha radici profonde, ma comunque l impegno richiesto dalla crescita, le fatiche emotive, gli attacchi dei patogeni esterni sono tutti aspetti che consumano qi, e ci sono periodi in cui il qi del bambino è messo a dura prova. L insufficienza di qi si manifesta con sintomi quali scarso appetito, feci poco formate, facilità a stancarsi, richieste continue di attenzione, fragilità emotiva, suscettibilità alle malattie, deficit di crescita, colorito e lingua pallidi. 5 In questi casi sono importanti gli alimenti di sapore dolce moderato, il sapore del qi della Terra, che sta al centro e attraverso cui passano gli altri quattro elementi/movimenti per trasformarsi uno nell altro. Inoltre si privilegiano cibi con un qi di natura neutra o tiepida, per aiutare il qi del bimbo, che è debole e non scalda a sufficienza. Facciamo allora in modo che nell alimentazione siano presenti verdure e legumi, quali porri, cipolle, zucca, lenticchie; diamo un po di movimento, per esempio con prezzemolo o sesamo nero; sosteniamo lo yang con una piccola quantità di frutta secca, come noci, nocciole, mandorle, pinoli, castagne; tra le carni scegliamo l agnello, ma vanno bene anche pollo e manzo. È opportuno aggiungere anche un pochino di sapore piccante sottile per sostenere il Metallo-Polmone e muovere il qi, in modo che i tonici non risultino troppo pesanti, evitando però il piccante eccessivo, come pepe, peperoncino, paprika. Molte erbe aromatiche e spezie sono di natura tiepida o calda e di sapore piccante moderato: basilico, rosmarino, 4. Esulano dagli intenti di questo testo tematiche quali la discussione sugli organismi geneticamente modificati o sulla funzione ormono-simile della soia. 5. I cibi che vengono suggeriti in questo quadro e in quelli seguenti riguardano i bambini che hanno completato lo svezzamento.

8 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Medicina Cinese in Pediatria: agopuntura e tuina timo, anice stellato, cannella, noce moscata, chiodi di garofano, semi di finocchio, zenzero. È utile inserire anche il sapore salato moderato, perché favorisce Rene e diuresi: l orzo è un ottima scelta. Per risolvere i quadri di pieno (accumulo-ji di cibo, flegma, umidità, calore) L accumulo-ji di cibo può manifestarsi con dolore o gonfiore addominale, coliche neonatali, rigurgiti di latte, guance rosse, macchie eritematose, stipsi, feci verdastre, catarro denso, irritabilità, sonno disturbato, odore molto forte dell alito e di sudore, feci, urine, induito linguale giallo. L accumulo-ji di cibo va risolto perché è alla radice delle «cento malattie», tende a trasformarsi in calore, a colpire il Fegato e ad addensarsi in flegma. Bisogna innanzi tutto modificare le modalità di alimentazione. Se c è calore, si preferiscono alimenti il cui qi ha le qualità del dolce e dell amaro e natura neutra o fresca: inseriamo nell alimentazione il fresco dei diversi germogli; ricordiamoci di verdure e legumi quali ceci, soia verde e gialla, bietole, zucchine, sedano, spinaci, piselli, fagiolini, carote cotte e crude, cetrioli, melanzane, asparagi; diamo molto spazio alla frutta, come mele, pere, mandarini, arance, limoni, anguria, melone, kiwi, cachi; teniamo presente il pesce, per esempio seppie, sogliole, triglie, trote; tra le carni privilegiamo il coniglio. Per purificare il calore, inseriamo un pochino di amaro moderato, per esempio carciofi, cicoria, salvia, capperi; scegliamo formaggio di capra fresco; proviamo con una tisana di verbena. Per muovere il qi aggiungiamo un po di piccante e di acido moderati, di natura fresca o fredda: vanno bene maggiorana e origano, tè verde, tè di menta, di biancospino o di bucce di mandarino, olive, alghe, dofu (tofu), yogurt. Ricordiamoci del miglio e pensiamo alla frutta, scegliendo, secondo la stagione, tra pere, mele, pesche, nespole, fragole, more, prugne, oppure agrumi. Per risolvere l accumulo di umidità o l addensamento di flegma è fondamentale eliminare gli alimenti troppo dolci, i latticini e i cibi crudi o freddi, perché umidificano eccessivamente e favoriscono la produzione di flegma. È invece utile il dolce moderato, un po di piccante che muove, un po di acido che astringe, un po di amaro che concentra e asciuga l umidità. Se l umidità si associa al freddo si scelgono alimenti di natura neutra o tiepida e senza esagerare calda, mentre si evitano i cibi di natura fredda, crudi, freddi come temperatura. I sapori acido e piccante rimangono utili per muovere: vanno bene cipolle (piccante-dolce), peperoni, porri, scalogno, ravanelli, aglio, timo, basilico. Per umidificare, per esempio quando c è secchezza di Polmone o Intestini, sono utili miele, latte e latticini; mele, pere e banane; miglio, soia gialla e nera, dofu, uova; spinaci, bietole, melanzane, pomodori, piselli, crescione; albicocche, arachidi, mandorle, noci, nespole, agrumi, cachi; malto di riso; semi di lino, sesamo, pinoli; carne di maiale, seppie.

9 11rossi _11rossi x 09/11/ Pagina Abitudini alimentari Per rispondere ai patogeni esterni In caso di calore da penetrazione dei patogeni esterni bisogna rinforzare il qi difensivo e allo stesso tempo far sì che i processi digestivi non impegnino troppa energia, che deve rimanere disponibile per le funzioni di difesa. Quindi i cibi saranno semplici, facilmente digeribili, in piccole quantità, serviti tiepidi. Va sostenuto lo yin, dal momento che i bambini tendono per natura al deficit di yin e all eccesso di yang e inoltre il calore dei patogeni esterni consuma yin e liquidi. Si preferisce quindi la cottura al vapore, che mantiene una maggiore idratazione nei cibi. Se la malattia richiede la somministrazione di antibiotici o di antinfiammatori, bisogna tonificare il jiao medio perché il freddo e l amaro richiedono molto qi per essere metabolizzati. Vanno quindi privilegiati cibi dal sapore dolce delicato, come la pappa di riso. 6 Se la malattia è da vento-freddo si preferiscono cibi con un qi di natura calda o tiepida, che aiutano a disperdere il freddo patogeno attraverso la sudorazione. Sono utili le minestre di riso con zucca o porri, un pezzetto di rapa, un cipollotto o lo scalogno, insaporiti con timo e rosmarino. Fanno bene le mele o le pere cotte, a cui si può aggiungere un po di cannella, una dozzina di pinoli o mandorle, un paio di chiodi di garofano. E soprattutto è efficace il decotto di 3-4 fettine di radice di zenzero fresco (utile anche in caso di nausea e vomito). Se la malattia è da calore si preferiscono cibi freschi, evitando gli alimenti di natura decisamente fredda perché danneggiano il jiao medio. Viene naturale pensare a yogurt e dofu, alla frutta con un alto contenuto di acqua (agrumi, anguria, cachi, kiwi), alla verdura di natura fresca, a erbe come origano o maggiorana, al tè verde o al tè di menta. Se la malattia è esterna si preferiscono cibi di sapore moderato piccante (porta il qi verso l alto e l esterno, favorisce l eliminazione dei patogeni), se la malattia è interna si privilegiano i sapori moderati amaro (purifica e purga), acido (astringe e sostiene yin e liquidi), salato (sostiene il Rene). Spesso quando un bimbo è malato ha poco appetito: sta usando il suo qi per eliminare i patogeni esterni piuttosto che per le funzioni digestive. Durante la fase acuta della malattia, a patto che il bambino beva a sufficienza, un apporto ridotto di cibo non reca danno. 6. Si può usare riso integrale se lo si cuoce molto a lungo e lo si passa poi attraverso un colino a maglia piccola, che trattiene la parte grezza ma lascia filtrare i nutrienti.

10

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Gennaio. Gennaio in cucina

Gennaio. Gennaio in cucina Nel proporre questo calendario culinario ci siamo ispirati a Vincenzo Tanara e alla sua opera Economia del cittadino in villa. Tanara, studioso di scienze naturali ed agricoltura, vissuto nell'area bolognese,

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario CUCINARE SUPERFACILE cucinaresuperfacile.com BioStory: Il mio nome è Antonella. Sono fatta di esperienza e buonsenso, voglia di vivere e tenacia, il buon cibo è la mia

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano Eine Un iniziativa Initiative von Coop Coop con

Dettagli

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso PINOT GRIGIO : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% : in bianco, solo acciaio NOTE GUSTATIVE : colore giallo paglierino con riflessi dorati. Profumo elegante di frutta matura, fiori di campo e fieno

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

La forza della Natura

La forza della Natura INSETTICIDA DI DERIVAZIONE NATURALE La forza della Natura Insetticida di derivazione naturale a base di Spinosad efficace contro i più comuni parassiti dannosi Oltre 00 colture registrate Autorizzato in

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16

Diabete di tipo 2 ed Obesità. Serie N.16 Diabete di tipo 2 ed Obesità Serie N.16 Guida per il paziente Livello: facile Diabete di tipo 2 ed Obesità - Serie 16 (Revisionato Agosto 2006) Questo opuscolo è stato prodotto dal dott. Fernando Vera,

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

COGNOME NOME QUADERNO B ESERCIZI CHI SEI? A CHE PIANO ABITI? IN QUALE PAESE/CITTÀ ABITI? QUAL È LA TUA NAZIONALITÀ? QUAL È LA TUA DATA DI NASCITA?

COGNOME NOME QUADERNO B ESERCIZI CHI SEI? A CHE PIANO ABITI? IN QUALE PAESE/CITTÀ ABITI? QUAL È LA TUA NAZIONALITÀ? QUAL È LA TUA DATA DI NASCITA? COGNOME NOME QUADERNO B ESERCIZI CHI SEI? COME TI CHIAMI? QUAL È IL TUO NOME E COGNOME? DOVE ABITI? QUAL È IL TUO INDIRIZZO? A CHE PIANO ABITI? IN QUALE PAESE/CITTÀ ABITI? QUAL È IL TUO NUMERO DI TELEFONO?

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli FRANCO NOBILE GIORGIA ROMEO LA SALUTE VIEN MANGIANDO La qualità dei cibi per la qualità della vita Prefazione di Francesco Schittulli Agli amici paracadutisti della Brigata Folgore Layout e impaginazione

Dettagli