RELAZIONE PER COMMISSIONE NAZIONALE ESATTORIALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE PER COMMISSIONE NAZIONALE ESATTORIALI"

Transcript

1 RELAZIONE PER COMMISSIONE NAZIONALE ESATTORIALI La situazione generale politica del paese è assai difficile, come difficile è prevederne gli sviluppi: le incognite sono innumerevoli ma tutte hanno come comune denominatore la difficoltà palese della compagine governativa, il rischio (o l opportunità per alcuni), di elezioni in primavera; non sfugge a nessuno che potremmo trovarci senza governo e questo non sarebbe senza influenza sulle cose già decise, come il protocollo, come su quelle da decidere, la finanziaria, il rinnovo dei contratti, le iniziative confederali sul fisco e, perché no, ahimè, anche la nostra problematica sulla previdenza. Il cammino della Finanziaria appare problematico; le forze centrifughe presenti al Governo, in particolare la parte moderata, sfruttando i numeri risicati, gioca al ribasso sulla finanziaria stessa, ricattando continuamente a fronte di scelte che devono mantenersi moderate. Porre attenzione alle dichiarazioni di Draghi e ad una situazione economica, in particolare per il nostro paese, molto delicata. Il Governatore parla di livelli salariali bassi, i più bassi nella UE e dice che la leva salariale è preziosa per un rilancio dei consumi interni, come volano per l intera economia domestica. Certo le ricette che propone poi sono un misto di aziendalismo, flessibilità e salario discrezionale, ma tant è, importante, anche per i rinnovi contrattuali, è questo riferimento alla ripresa salariale. Si aggancia a questa anche la proposta sollevata da Epifani di avere meno fisco in busta paga con l obiettivo di varare un piano di cinque anni per aumentare i salari netti di cento euro. In questi mesi ha preso piede una diffusa critica al sistema partiti che però, partita da elementi di assoluta verità e innestandosi in una situazione di disagio diffuso per la percezione della lontananza dei partiti stessi ai problemi reali e quotidiani della gente, rischia di scivolare verso qualunquismo e disaffezione complessiva. Ancora una volta la grande voglia di partecipazione, di voler contare, di rimarcare il proprio protagonismo, dando luogo a grandi manifestazioni, dalla partecipazione al referendum sindacale, alle manifestazioni di Roma del 20 e del 26 del pubblico impiego hanno saputo invertire la rotta di questa deriva, ristabilendo, secondo me, le giuste direzioni della critica alla politica: democrazia, partecipazione diretta, protagonismo, ruolo fondamentale del movimento sindacale e più in generale delle lavoratrici e dei lavoratori; questi sono i messaggi lanciati da milioni di persone al nostro Governo, alle forze politiche, all intero paese. $$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$$ Usciamo come sindacato da una consultazione di grande importanza per civiltà e spessore democratico. Siamo stati attori di una vicenda sociale di grande rilievo, attori di una fase importante della vita del paese, di una straordinaria prova di democrazia, la prima dopo oltre un decennio dall ultima volta che si erano espressi i lavoratori su un accordo confederale. E, come ha detto Epifani nel direttivo del 22 ottobre, penso non sia esagerato che tutto questo potrebbe aver determinato l esaurirsi di quella spinta all antipolitica, al grilliamo, al qualunquismo sfrenato che ha segnato gli ultimi mesi della vita del paese. 1

2 Il sindacato si conferma ancora come luogo di riferimento per le lavoratrici ed i lavoratori di questo paese; come luogo di ricostruzione della partecipazione e del coinvolgimento decisionale; sponda opposta alla deriva innestata dalla crisi partitica e dalla sfiducia nelle istituzioni politiche di questo paese. Quanto accaduto in sede di scrittura del Protocollo del 23 luglio testimonia delle resistenze che ancora permangono in parti del Governo, nonostante si siano assunti impegni ben precisi con tutte le organizzazioni sindacali. Tutti ciò rappresenta un rischio politico che continuiamo ad avere davanti anche durante il dibattito parlamentare, il rischio che parti più o meno ampie del disegno di legge siano oggetto di tentativi di manomissione, magari con la pretesa di migliorare l accordo. Anzi, l ambiguità del Governo rimane proprio quando afferma che il dibattito parlamentare potrà portare a dei miglioramenti del testo sottoscritto con il sindacato, quando tutti sanno che gli equlibri politici e parlamentari oggi non portano ad una maggior affermazione delle istanze delle forze di sinistra, ma semmai il contrario. Esiste nella compagine governativa quella corrente di pensiero ben rappresentata che tende in ogni momento a ridimensionare la portata delle acquisizioni sindacali, che continua a vedere nello Stato sociale uno dei capitoli dai quali drenare risorse, che vede nel risparmio e nel recupero di risorse, nonostante gli impegni presi, un occasione per ridimensionare il ruolo del sindacato e il valore delle sue intese. Su questo terreno va di pari passo anche l iniziativa della Confindustria, di elargire come anticipi del futuro CCNL, quote di salario. Si badi che questo avviene accompagnato dalle dichiarazioni di Montezemolo circa l inadeguatezza e la perdita di tempo delle trattative nazionali: un modo per delegittimare anche in questo caso la valenza del CCNL. Nelle sue conclusioni ai lavori del Direttivo Nazionale, Epifani ha introdotto un percorso di discussione nelle strutture categoriali e territoriali della durata di circa due mesi (da qui anche uno spostamento corrispondente della Conferenza d Organizzazione) utile a verificare se le condizioni che sono state alla base delle scelte congressuali unitarie sono ancora in essere oppure è venuta meno la condivisione politica di quell intesa unitaria a partire da un dibattito franco e sereno sui giudizi di questa fase che hanno portato alla sottoscrizione del Protocollo non per rimetterne assolutamente in discussione il merito ma per aprire un confronto sui metodi di approccio che ci sono stati e sui comportamenti con i quali il dissenso si è articolato. Sarà un percorso di verifica che ci servirà anche come ulteriore occasione per discutere, lubrificare, attivare i meccanismi democratici interni, oltre che a riconfermare, io mi auspico, la coesione e l unità emersi dal congresso. In tal senso anche la nostra categoria si troverà a discutere di questi argomenti nel Direttivo Nazionale convocato per il 19\20 novembre a Rimini. Il settore della riscossione Con Equitalia si è avviato il confronto che ha portato alla definizione dell accordo quadro sulle uscite incentivate e l utilizzo del Fondo e che continua sulle agevolazioni creditizie e sull intervento in materia di assistenza sanitaria. Tutto questo non in modo agevole, tutt altro: esso è stato complicato sia dai continui tentennamenti della controparte ma anche da un tavolo sindacale spesso confuso, velleitario, dove, a posizioni non discusse e poco coerenti con l esigenze di trattativa, si contrapponevano, a volte ed in modo inspiegabile, radicalismi che costringevano il tavolo stesso a continui ritorni sugli argomenti e sulle posizioni precedentemente assunte. La nostra delegazione di sigla, in questa situazione, ha svolto un ruolo di cerniera, prezioso e continuo, non cedendo ad impulsi di rottura ma, ribadendo con determinazione i contenuti più avanzati del negoziato, cercando sempre poi la ricucitura, con grande pazienza e tenacia. 2

3 Ciò ha permesso il raggiungimento, se pur con un supplemento ulteriore di trattativa, dell intesaquadro sulle uscite incentivate. Un accordo che permette alle nostre situazioni aziendali, in un quadro di garanzie di trattamento per tutti uniforme rispetto agli incentivi ed ai tempi, di poter intavolare, in sede aziendale la definizione delle intese necessarie per attivare il Fondo stesso, con una particolare attenzione alla tematica delle assunzioni, degli organici, della mobilità territoriale, del mantenimento della professionalità. Quindi un accordo positivo che certamente non da piena autonomia alle situazioni aziendali di stabilire cifre e tempi, ma da un lato si raggiunge l obiettivo che il tavolo sindacale si era prefissato fin dall inizio: quello dell equità nella misura degli incentivi, raggiungendo le migliori condizioni per tutti le lavoratrici ed i lavoratori del settore e non creando, come successo precedentemente, condizioni di disparità e di ingiustizia palesi e conclamate. Nel contempo riconosce, per il raggiungimento degli accordi aziendali, un tempo congruo di trattativa (in pratica fino al 31\12\2008) che permette la predisposizione di intese supplementari, in particolare sul mantenimento degli organici. Si è quindi avviato il confronto sulle agevolazioni creditizie e sulla polizza sanitaria, confronto che sembra trovare le strade giuste per una intesa positiva e soddisfacente. L ultimo incontro con Equitalia si è svolto il 30 ottobre scorso, al termine di una intersindacale alla quale hanno partecipato anche esperti di compagnie assicurative specializzate nel ramo sanitario e brokers, su invito di oo.ss. (Gerardo Gerardi per falcri è anche presidente CASDIC -, Alfredo Gaeta per DKW salute (fiba), Maciocco Willis per fabi, Lambertini Luca per fisac Unisalute -). In merito all ASSISTENZA SANITARIA, le prestazioni da richiedere sono state definite, in linea di massima, seppure siano da perfezionare, nella logica di ottenere prestazioni effettivamente esigibili, particolarmente riguardo a prestazioni odontoiatriche base. Rispetto alle problematiche più generali: - almeno in questa fase iniziale non è possibile partire con una cassa specifica di settore, per problemi di tempi e di costi complessivi, ma le oo.ss. hanno già ottenuto l assenso circa una commissione bilaterale che monitori, nel corso del primo periodo di due o tre anni, l andamento del contratto di polizza sanitaria che si andrà a definire, e nel contempo lavori per costruire una cassa di settore; - controparte ha un suo consulente assicurativo o broker: abbiamo chiesto che venga pagato a piè di lista, e non vengano invece posti a carico della compagnia assicuratrice i costi delle sue provvigioni, perche in tale caso detti costi inciderebbero e graverebbero direttamente sulle prestazioni; - il percorso di costruzione dell assistenza sanitaria del settore prevede, per scelta di controparte, una gara pubblica: le oo.ss. hanno ottenuto di costituire una commissione che, in breve tempo, dovrà definire congiuntamente il capitolato e le condizioni per l appalto (formalmente bando e gara sono a carico, e pertanto definiti dall azienda); - il costo del pacchetto di prestazioni sul quale ci si è confrontati è orientativamente individuato in 800 euro, dei quali, al momento attuale della trattativa, 700 a carico Holding e 100 a carico lavoratori (ma riteniamo non sia impossibile pervenire al risultato di 800 a carico di controparte). E probabile che una proposta che contenga un offerta base presentabile comporti un costo di 1000, dei quali 200 potrebbero essere posti a carico dei lavoratori. In una logica di prestazioni di qualità, sarà possibile prevedere un pacchetto di proposta aggiuntivo, ad opzione e con un minimo di adesione; 3

4 - l onere individuato copre il personale in servizio ed il nucleo dei conviventi fiscalmente a carico; sono previsti premi di favore per i conviventi (da stato di famiglia) non fiscalmente a carico. AGEVOLAZIONI CREDITIZIE: le proposte migliori pervenute sono quelle di Unicredit/Capitalia e Banco Popolare. Su proposta di controparte si è deciso di fare la convenzione con entrambe. Le oo.ss. hanno posto il problema della necessità di prevedere, per i finanziamenti accesi, la garanzia di potere continuare a godere delle condizioni attuali. Sui mutui controparte è disponibile ad una retrocessione del 1,5% Nulla, al momento, rispetto alle condizioni definite dalle banche per prestiti personali e scoperti ci c/c. E avviato il confronto, ma non di probabile esito positivo, rispetto ad alcune ipotesi di prestito d onore. ASSUNZIONI: è stato chiesto un tavolo di confronto. Il prossimo incontro è fissati il 14 prossimo, e sarà preceduto da una riunione unitaria che si svolgerà il pomeriggio del giorno precedente PREVIDENZA DI SETTORE: E da rilevare negativamente che resta purtroppo ancora in sospeso tutta la partita legata alla Previdenza complementare dove, come scritto anche nel comunicato unitario, la sua definizione non richiede una volontà positiva solo tra le parti (dove peraltro con l accordo del 4 aprile le OO.SS. del settore ed Equitalia hanno convenuto di proseguire anche per i nuovi assunti il versamento dei contributi al Fondo di previdenza del settore con le modalità e le misure attualmente in essere, individuando anche un percorso condiviso finalizzato alla creazione di una previdenza integrativa di settore) ma anche e in particolare dall Inps e dai Ministeri del Lavoro e dell Economia, oltre che dal Parlamento Italiano che in tal senso dovrà legiferare per modificare l attuale norma che disciplina il Fondo Nazionale di Previdenza. Voi capite bene come il destino di questo Governo sia piuttosto importante anche per i tempi di definizione di questa partita, onde evitare che, come al gioco dell Oca, si sia costretti tutte le volte a tornare da capo; si sono svolti incontri con i vertici dell Inps e con responsabili della Previdenza del Ministero del Lavoro lo scorso 16 luglio e il 20 settembre dove è sembrato che queste parti in causa si siano convinte ad avviare un confronto tecnico vero con il sindacato; gli sforzi finora prodotti sono stati grandi, anche perché quando si ha a che fare con i Ministeri, con l Inps e con le varie Commissioni Parlamentari, anche organizzare una semplice riunione diventa fatica improba; se poi si deve anche entrare nel merito e far capire l assurdità di certe scelte, l importanza quindi delle decisioni da assumere e la relativa urgenza delle stesse, la fatica si triplica. Rimandando ad approfondimenti ulteriori nel corso della riunione stessa concludo rispetto alla Previdenza, sottolineando l importanza decisiva di una scelta operata dalle Segreterie Nazionali: esse, al fine di avviare un vero confronto di merito, hanno preannunciato, e presto verrà ufficializzata, una iniziativa forte di tutta la categoria: sciopero e manifestazione nazionale, davanti al Ministero dell Economia, in occasione della prossima scadenza ICI di dicembre. E comunque evidente, e la decisione assunta in sede unitaria mi sembra ormai, oltre che significativa assolutamente indispensabile, che, se non si scorgono in materia elementi di concreto movimento e di fattiva iniziativa da parte degli Enti e dei Ministeri interessati, sia nella Finanziaria o in allegati ad essa e comunque con segnali precisi di mutamento dell attuale situazione di stallo, la categoria dovrà mobilitarsi con forza e determinazione; da parte della Segreteria Nazionale della 4

5 Fisac, in una simile eventualità, si garantirà lo sforzo organizzativo onde assicurare una significativa presenza e per una piena riuscita della manifestazione. Passando agli argomenti aziendali, è importante che si avvii nelle aziende il confronto unitario per la determinazione delle piattaforme di rinnovo del CIA. Dobbiamo cercare di aprire diversi fronti di iniziativa onde diversificare su più tavoli la contrattazione e dare, nel suo insieme, maggior forza alle nostre rivendicazioni, evidentemente cercando di recuperare in azienda temi che magari a livello nazionale si stenta a portare a casa. E in questo modo, sviluppando iniziativa negoziale concreta che si difende anche l autonomia, l agibilità e la titolarità dei Coordinamenti Aziendali. Criticità aperte e trattative di fusione Sulle criticità, che peraltro non sono numerose, spicca senza dubbio quella di Etr sia da un punto di vista delle relazioni sindacali complessive con un azienda che pare proseguire in una vecchia politica poco rispettosa del tavolo negoziale, intenta a fare giochetti sui trasferimenti tentando di mettere le Organizzazioni sindacali una contro l altra, che sul piano dell unità sindacale, dove i rapporti tra le varie sigle restano profondamente critici. Nel merito sul primo problema delle relazioni sindacali un chiarimento con il coinvolgimento di Equitalia è alle porte, sul secondo tema della ricomposizione del tavolo, secondo le procedure dettate dai regolamenti unitari verrà indetta a breve una riunione come Segreterie Nazionali con i Coordinamenti per vedere di trovare una soluzione adeguata, coerente e rispettosa della dignità della nostra sigla e delle altre, se ci riusciamo. Una situazione che deve rientrare nelle criticità è quella relativa ad Equitalia servizi (ex CNC) dove continua ad esistere una non chiarezza di ruoli e strategie chiare che Equitalia assegna a questa azienda. Le scelte invece sono caratterizzate da profonde contraddittorietà e da scarsa chiarezza strategica; sembra quasi che il governo di questa azienda venga affidato ad una navigazione a vista con interventi assolutamente improvvisati e sporadici. Questo genera, oltre a preoccupazioni evidenti per il futuro, anche a veri e propri depauperamenti della professionalità degli addetti stessi. Altre criticità storiche sono quelle di Perugia e Frosinone; per la prima ci sono anche state manifestazioni davanti alla Sede di Equitalia in Millevoi ed il problema è comunque in risalto sia nell intersindacale nazionale che presso le dirigenze di Equitalia; si dovrà trovare una soluzione equilibrata e di reciproca soddisfazione, anche se questo non appare agevole. Esistono poi dei problemi di relazioni sindacali complicate e difficili per quanto riguarda le aziende di Lecce e Rimini che dovranno prossimamente essere oggetto di ulteriori interventi. Sul fronte delle fusioni l elenco è abbastanza cospicuo: esse vanno avanti con l avvio delle procedure previste e la presenza del sindacato. Già conclusa quella di Sondrio Como Lecco; in corso d opera quelle di Cuneo e Alessandria in Nomos (ex Uniriscossioni); di Bergamo in Esatri; di Reggio Emilia con Parma; ci sarà la fusione di Rieti in Gerit e poi a seguire quelle di Viterbo e Frosinone; prevista entro l anno la fusione delle due aziende lucane di Matera e Potenza, le cui procedure non sono comunque ancora partite. Per quanto riguarda la Sicilia si stanno avviando i confronti per l attivazione del Fondo Esuberi dove è previsto un incontro per il 13 novembre e, nel contempo si sta approntando la piattaforma di rinnovo del Contratto Integrativo. L ultimo accenno che voglio fare in questa mia lunga relazione, ma spero completa, esauriente e di stimolo ai vostri interventi, è legato all ormai imminente varo del nuovo sito della Fisac Nazionale e, all interno di questo, di un sottosito dedicato al settore della Riscossione. Entro la settimana dovrebbe partire il tutto, con un logico periodo sperimentale di un mesetto, nel quale verificare le eventuali disfunzioni ed apportare correzioni e ulteriori perfezionamenti. 5

6 E un evento molto importante sotto tutti gli aspetti: il primo fra tutti è quello di dare visibilità a tutti i lavoratori e lavoratrici dei nostri settori della competenza, preparazione, ruolo e importanza della nostra Organizzazione in modo tecnicamente avanzato, coerente e continuativo; poi assicuriamo un livello di informazione e di conoscenza di tutta l attività della nostra sigla in tutti i settori che ci vedono impegnati, dalla contrattazione nazionale aziendale\gruppo e quella dei comparti, alle tematiche sulla salute e sicurezza, disagio e internazionale, ai problemi legati alla Previdenza, al settore legale ecc. Finalmente ed in modo sistematico anche il settore della riscossione trova, all interno di questo contenitore, un suo spazio ampio di riferimento per tutte le lavoratrici ed i lavoratori del comparto. Come Segreteria Nazionale abbiamo sfruttato la competenza, l esperienza e la positività riscontrata nel lungo periodo di attività, del sito gestito da Salvatore Baiano, che, con le opportune e già concordate modifiche in modo da armonizzare il sito stesso a quello Fisac, diverrà operativo in questa prima fase come link dal sito nazionale e poi, entro 15\20 giorni effettivamente come sottosito a tutti gli effetti. Naturalmente esso, pur già essendo strumento di consultazione e di accesso generale per i contenuti di carattere complessivo sul settore, fino ad ora aveva caratterizzato la sua opera come sito di GestLine prima e Equitalia Polis poi. E evidente che a questo punto diventando il sito ufficiale della Riscossione e non di una sola azienda la sua mission si allarga; saranno previsti, nel sito stesso, una serie di bottoncini di richiamo per le notizie dalle aziende come per l emeroteca. Va da sé, ferma restando che la responsabilità politica della gestione del sito Fisac nel suo insieme risiede nella Segreteria Nazionale, che onde non incorrere nell errore di avere una macchina di grossa cilindrata e sfruttarla come una 500 tutte le compagne e i compagni del settore, ad iniziare evidentemente dal sottoscritto, dai coordinatori Silvano e Daniele e dall intera delegazione alle trattative, nonché dai nostri rappresentanti nelle varie aziende, devono garantire un impegno costante alla sua implementazione, al suo aggiornamento costante, ad un interfaccia continuativa con Baiano che è il responsabile della gestione del sito. Ezio Dardanelli Roma 7/8 novembre

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile

Accogliere e trattenere i volontari in associazione. Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accogliere e trattenere i volontari in associazione Daniela Caretto Lecce, 27-28 aprile Accoglienza Ogni volontario dovrebbe fin dal primo incontro con l associazione, potersi sentire accolto e a proprio

Dettagli

Posizione di Filcem-Femca-Uilcem rispetto allo stato delle. trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale unico di.

Posizione di Filcem-Femca-Uilcem rispetto allo stato delle. trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale unico di. Prot. 584 Roma, 25 maggio 2006 Posizione di Filcem-Femca-Uilcem rispetto allo stato delle trattative per il rinnovo del Contratto Nazionale unico di Settore Gas/Acqua Dopo i primi incontri fra le OO.SS.

Dettagli

Premessa. Relazioni Industriali

Premessa. Relazioni Industriali Piattaforma per il rinnovo contrattuale del CCNL Trasporti e Onoranze Funebri private (FENIOF) 2012 2014 1 Premessa Il settore delle imprese esercenti attività di servizi e trasporto funebre composto da

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI

Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI Chimici PIATTAFORMA RINNOVO CCNL COIBENTI PREMESSA Anche se il settore della coibentazione termoacustica risente, inevitabilmente, delle difficoltà relative alle produzioni industriali ed alle realizzazioni

Dettagli

SPECIALE FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE

SPECIALE FONDO DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE Notiziario interno della Fisac/Cgil per gli esattoriali della Concessione di Roma supplemento ad Informazioni-Fisac OTTOBRE 2000 Non sono le idee che mi spaventano, ma le facce che rappresentano queste

Dettagli

A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi

A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi Prot. 222/2011 Cagliari 18 aprile 2011 A Tutti i Dipendenti R.A.S. Amministrazione CFVA Enti Agenzie - Aziende Loro Sedi Come preannunciato nel nostro comunicato dell 8 aprile u.s., il 15 aprile 2011 è

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

Un mestiere difficile

Un mestiere difficile Un mestiere difficile.forse troppo? a cura di Beatrice Chirivì INTRODUZIONE Sono in media 1.300 all anno le persone che inviano il proprio curriculum al COSV. In gran parte si tratta di candidature di

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO

ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO L organizzazione di un progetto è la realizzazione del processo di pianificazione. In altre parole, organizzare significa far funzionare le cose. Nello specifico, implica una

Dettagli

Convenzione per programmi di inserimento lavorativo in cooperative sociali

Convenzione per programmi di inserimento lavorativo in cooperative sociali Convenzione per programmi di inserimento lavorativo in cooperative sociali la Provincia di Rimini la Azienda Unità Sanitaria Locale di Rimini le Associazioni imprenditoriali provinciali di Rimini: Confindustria

Dettagli

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR

LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Federazione Lavoratori della Conoscenza LA RIFORMA DELLA PREVIDENZA COMPLEMENTARE E LE NUOVE NORME SUL TFR Schede informative A partire dal 1 gennaio 2007, per 16 milioni di lavoratori dipendenti del settore

Dettagli

Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA. Roma, 14 settembre 2011

Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA. Roma, 14 settembre 2011 Dr. Paolo Faieta Risorse Umane e Org.ne R.I. Poste Italiane S.p.A. Viale Europa 175 00144 ROMA Oggetto:- Apertura conflitto di lavoro a livello Nazionale.- Ormai da tempo si denota una preoccupante indifferenza

Dettagli

Il Piano di comunicazione

Il Piano di comunicazione Il Piano di comunicazione 23 lezione 11 novembre 2011 Cosa è un piano di comunicazione Il piano di comunicazione è uno strumento utilizzato da un organizzazione per programmare le proprie azioni di comunicazione

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO

L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO L ACCERTAMENTO ISPETTIVO IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Cagliari, 22 luglio 2010 ore 10.00 Intervento di apertura dei lavori del Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori Edili Simona Pellegrini Vi

Dettagli

Intervento del Signor Ragioniere Generale dello Stato dott. Mario Canzio

Intervento del Signor Ragioniere Generale dello Stato dott. Mario Canzio Intervento del Signor Ragioniere Generale dello Stato dott. Mario Canzio Convegno su Processi di decentramento e rilancio dello sviluppo. Investimenti pubblici, infrastrutture e competitività Banca Intesa

Dettagli

ACCORDO SU GRUPPO EUROPEO DI INTERESSE ECONOMICO - Reale ITES

ACCORDO SU GRUPPO EUROPEO DI INTERESSE ECONOMICO - Reale ITES ACCORDO SU GRUPPO EUROPEO DI INTERESSE ECONOMICO - Reale ITES Il giorno 2/12/2014 tra - la SOCIETÀ REALE MUTUA DI ASSICURAZIONI, in persona del Presidente Iti Mihalich, con l assistenza di Josè Ramon Lopez

Dettagli

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012)

Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) Articoli apparsi sulla stampa serba in occasione della visita in Italia del Presidente della Repubblica di Serbia, Tomislav Nikolic (9 ottobre 2012) POLITIKA Napolitano e Nikolic, Non si devono porre nuove

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8

Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino. Codice CIG: 03477181F8 ALLEGATO 2 Capitolato per il servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo dell Università degli Studi di Camerino Codice CIG: 03477181F8 ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO E CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO

Dettagli

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Verso la conferenza nazionale per la casa Torino 19 novembre 2004 1 Intervento del Sottosegretario di Stato Alberto Gagliardi Presidente, autorità,

Dettagli

SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO

SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO Marghera 14 novembre 2003 Intervento del Sig. GIANCARLO DE LAZZARI A. D. di BERENGO SpA - Marghera SICUREZZA: Da costo a fattore competitivo

Dettagli

Il volontariato: ruolo e impegni per la Conferenza dei Servizi

Il volontariato: ruolo e impegni per la Conferenza dei Servizi Il volontariato: ruolo e impegni per la Conferenza dei Servizi Rel. sig. Giancarlo Cavallin Volontarinsieme Coordinamento delle Associazioni di volontariato della provincia di Treviso. Gruppo Salute, ospedale

Dettagli

BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale

BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale BOZZA PIATTAFORMA CCNL AGIDAE settore socio-sanitario-assistenziale Premessa L apertura del confronto per il rinnovo dei Contratti del Comparto Socio Sanitario - Assistenziale - educativo per gli anni

Dettagli

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE

POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE POLITICA DELLA FORMAZIONE DEL PERSONALE CIVILE 1. Che cos è la formazione La formazione è il processo attraverso il quale si educano, si migliorano e si indirizzano le risorse umane affinché personale

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Preso atto che la somma da destinare alla formazione prevista nel bilancio di previsione dell Unione, è pari a 9.600,00 per l anno 2014;

Preso atto che la somma da destinare alla formazione prevista nel bilancio di previsione dell Unione, è pari a 9.600,00 per l anno 2014; Richiamate le delibera del Cda n. 20 del 30/12/2010 e dell Assemblea n. 5 del 13/06/2013 con le quali si recepisce il trasferimento all Unione dei Comuni il servizio per la gestione in forma associata

Dettagli

Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015

Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015 Piattaforma per il rinnovo del contratto autoscuole e agenzie automobilistiche 2012-2015 Premessa Il contesto nel quale avviene il rinnovo del contratto nazionale di lavoro delle autoscuole e agenzie è

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI

LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI LA VALUTAZIONE DEL PERSONALE NEGLI ENTI LOCALI Premesse e riferimenti normativi La valutazione del personale, che costituisce un processo centrale nell ambito del management pubblico, ha registrato negli

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Piano formativo. Formazione Fisascat Milano Metropoli ... Strumenti per la gestione del futuro 2014/2015

Piano formativo. Formazione Fisascat Milano Metropoli ... Strumenti per la gestione del futuro 2014/2015 . A cura della FISASCAT CISL MILANO METROPOLI Formazione Fisascat Milano Metropoli Piano formativo.......... Strumenti per la gestione del futuro 2014/2015 Programma di formazione sindacale per il biennio

Dettagli

Intesa in materia di Previdenza e Assistenza

Intesa in materia di Previdenza e Assistenza Intesa in materia di Previdenza e Assistenza 1 In Verona, il giorno 18 luglio 2002 per quanto specificamente attiene alla prima sezione della presente intesa: tra da una parte le seguenti Società: - Banco

Dettagli

Esame delle proposte di legge C.5 ed abb. (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale)

Esame delle proposte di legge C.5 ed abb. (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale) CAMERA DEI DEPUTATI XI Commissione (Lavoro pubblico e privato) (Disposizioni in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale) 27 novembre 2013 AUDIZIONI ABI 2013 AUDIZIONI ABI - 2013 Le proposte

Dettagli

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una

EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL. Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno iniziato una ABSTRACT: LA NUOVA POLITICA DEI TRASPORTI NAZIONALE ED EUROPEA A FRONTE DELLA CRESCENTE DOMANDA DI MOBILITA. EVOLUZIONE E LIBERALIZZAZIONE DEL TPL Agli inizi degli anni 1980 tutti i paesi europei hanno

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale - Ufficio VI Formazione del Personale Scolastico e Innovazione Tecnologica nelle

Dettagli

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti

Osservatorio sulla mobilità e i trasport. Eurispes Italia SpA. Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti Eurispes Italia SpA Profilo Costitutivo ed Operativo dell Osservatorio sulla Mobilità ed i Trasporti COSTITUZIONE E SEDE Nell ambito delle sue attività istituzionali, l Eurispes Italia SpA ha deciso di

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Provincia Autonoma TRENTO

Provincia Autonoma TRENTO Provincia Autonoma TRENTO 1 INDICE :::::::::::::: 1. Introduzione a. processo di ascolto 2. Principali temi emersi 3. Le buone pratiche regionali 2 Introduzione 1La Provincia Autonoma di Trento ha attivato

Dettagli

Rapporto sulla implementazione della Carta

Rapporto sulla implementazione della Carta Rapporto sulla implementazione della Carta Il Rapporto sul grado di implementazione degli impegni assunti con la sottoscrizione della Carta per le Pari Opportunità e l Uguaglianza sul lavoro è un rendiconto

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Via Arenula 69/70-00186 ROMA - tel. 06 68852036 - fax 06 6869555 www.uidag.it - giustizia@uilpa.it AUDIZIONE PARLAMENTARE DISEGNO DI LEGGE C. 1248 Innanzitutto

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

Allegato 3. Indice generale 1. OGGETTO DEL SERVIZIO... 3 2. SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO... 5 3. OBBLIGHI DEL BROKER... 5 4. OBBLIGHI DI ANSF...

Allegato 3. Indice generale 1. OGGETTO DEL SERVIZIO... 3 2. SVOLGIMENTO DEL SERVIZIO... 5 3. OBBLIGHI DEL BROKER... 5 4. OBBLIGHI DI ANSF... AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE FERROVIE CAPITOLATO SPECIALE Procedura aperta per l affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo per le esigenze dell Agenzia Nazionale per la Sicurezza

Dettagli

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem Relazione del Presidente Dino Piacentini Assemblea Generale Aniem 26 giugno 2015 Cari amici e colleghi, anzitutto grazie. Per aver condiviso un percorso in un periodo non certo facile per le nostre imprese,

Dettagli

REGOLAMENTO del Sistema Integrato di Valutazione

REGOLAMENTO del Sistema Integrato di Valutazione REGIONE TOSCANA REGIONE TOSCANA Azienda USL3 di Pistoia REGOLAMENTO del Sistema Integrato di Valutazione - AREA della DIRIGENZA MEDICA e VETERINARIA - 1 Finalità La gestione degli incarichi e delle verifiche

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014

BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014 BANDO SPECIALE n. 2 BORSE LAVORO 2014 Premessa La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni,

Dettagli

Marketing mix Prodotto

Marketing mix Prodotto Marketing mix Parlare di marketing mix per il settore pubblico è possibile soltanto prendendo i fattori che lo contraddistinguono ed adattarli al settore. Accanto ai tradizionali quattro fattori: prezzo,

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

Indice. Presentazione p. 7 Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo

Indice. Presentazione p. 7 Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo Indice Presentazione p. 7 Una grande prova di democrazia di Domenico Pantaleo PARTE PRIMA - La RSU 11 Capitolo I Che cosa è la RSu 13 Capitolo II Come lavora la RSu 18 Capitolo III - Il negoziato: tempi

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DEI LAVORATORI DIPENDENTI DALLE IMPRESE DEL SISTEMA INDUSTRIALE INTEGRATO DI SERVIZI TESSILI E MEDICI AFFINI

PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DEI LAVORATORI DIPENDENTI DALLE IMPRESE DEL SISTEMA INDUSTRIALE INTEGRATO DI SERVIZI TESSILI E MEDICI AFFINI PROPOSTE PER IL RINNOVO CONTRATTUALE DEI LAVORATORI DIPENDENTI DALLE IMPRESE DEL SISTEMA INDUSTRIALE INTEGRATO DI SERVIZI TESSILI E MEDICI AFFINI (Lavanderie Industriali) Premessa Il contesto nel quale

Dettagli

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it

Mercoledì 24 luglio 2013. www.europa.marche.it Mercoledì 24 luglio 2013 1 2 Data: 18 /07/2013 Diffusione: PROGRAMMA OPERATIVO FESR, VIA ALLE CONSULTAZIONI Spacca: Innovazione e Macroregione, le strade da seguire per recuperare le risorse - Ancona -

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Che cos è Agenquadri

Che cos è Agenquadri 1 Che cos è Agenquadri Agenquadri intende rappresentare con autonomia politica, giuridica, amministrativa e di iniziativa, in forma organizzata, quadri, dirigenti e lavoratori di alta professionalità,

Dettagli

Procedimenti per l adozione di atti di regolazione

Procedimenti per l adozione di atti di regolazione Procedimenti per l adozione di atti di regolazione Risposta alla consultazione Consob sul progetto di regolamento di attuazione dell articolo 23 della legge n. 262/2005 1. Introduzione La Consob ha sottoposto

Dettagli

PROV. MILANO ACCORDO QUADRO. Premesso:

PROV. MILANO ACCORDO QUADRO. Premesso: ACCORDO QUADRO Premesso: o che coerentemente con quanto previsto dal piano industriale 2006-2009 al fine di proseguire e dare ulteriore impulso alla costante crescita conseguita negli ultimi anni, il Gruppo

Dettagli

ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DEI SOCI

ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DEI SOCI ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE DEI SOCI 11 GIUGNO 2009 RELAZIONE dott. GERARDO BAIETTI CASSA EDILE Signori Associati, l esercizio che si è chiuso al 30 Settembre 2008 ha mostrato un andamento ancora stabile

Dettagli

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private

Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Fonte primaonline.it 07 novembre 2013 12:19 Firmato l accordo tra Upa, Assocom e Unicom per le linee guida sulle gare di comunicazione private Upa, Assocom e Unicom hanno sottoscritto un documento che

Dettagli

Protocollo d Intesa. per la costituzione di un Fondo di garanzia di finanza sociale e per l attivazione di convenzioni e strumenti di finanza solidale

Protocollo d Intesa. per la costituzione di un Fondo di garanzia di finanza sociale e per l attivazione di convenzioni e strumenti di finanza solidale Protocollo d Intesa per la costituzione di un Fondo di garanzia di finanza sociale e per l attivazione di convenzioni e strumenti di finanza solidale Il Comune di Reggio Emilia il Consiglio Notarile di

Dettagli

PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte

PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte PROTOCOLLO DI RELAZIONI SINDACALI TRA CGIL CISL UIL Piemonte ANCI Piemonte - LEGA DELLE AUTONOMIE LOCALI Piemonte Premessa Le politiche delle Amministrazioni locali, ed in particolare le politiche di bilancio,

Dettagli

Oscillazione dei mercati valutari e percezione del cambio in fase di budgeting

Oscillazione dei mercati valutari e percezione del cambio in fase di budgeting Oscillazione dei mercati valutari e percezione del cambio in fase di budgeting di Giuseppe Zillo (*) e Elisabetta Cecchetto (**) La definizione del cambio obiettivo nell azienda industriale non è solo

Dettagli

Comune, imprese, lavori pubblici: le opportunità possibili Ing. Walter Murru

Comune, imprese, lavori pubblici: le opportunità possibili Ing. Walter Murru Comune di Oristano Comuni de Aristanis SETTORE LAVORI PUBBLI CI E M ANUTENZIONI SECONDA GIORNATA - 10 DICEMBRE 2014 Comune, imprese, lavori pubblici: le opportunità possibili Ing. Walter Murru LA CRISI

Dettagli

A cura di: Giangiacomo Freyrie

A cura di: Giangiacomo Freyrie 1 Buongiorno. La collaborazione con Federcongressi&eventi entra nel vivo e nella fase più operativa. Partiamo dal gruppo dei PCO. Il primo con cui siamo entrati in contatto e con cui abbiamo cominciato

Dettagli

Comune di Villa di Tirano

Comune di Villa di Tirano Comune di Villa di Tirano! "" #$% &' ( CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA?

QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Allegato 1 Confederazione Sindacati Autonomi Lavoratori QUANTI SONO GLI ISCRITTI AL SINDACATO IN ITALIA? Sono oltre 3 milioni quelli fantasma Alcuni numeri Quando la stampa e gli enti di studio e di ricerca

Dettagli

CCNL per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata 2009-2011. Un contratto per il futuro.

CCNL per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata 2009-2011. Un contratto per il futuro. CCNL per i Dipendenti da Istituti di Vigilanza Privata 2009-2011. Un contratto per il futuro. Il settore della Vigilanza Privata italiana, in tempi recenti, ha conosciuto delle innovazioni di matrice normativa

Dettagli

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale

I beni culturali come volano della crescita economica e sociale. del territorio. 4. I beni culturali come volano della crescita economica e sociale I beni culturali Il problema I beni culturali un elemento di estremo rilievo per la crescita della cultura e della qualità della vita dei cittadini - possono favorire lo sviluppo di alcune iniziative economiche

Dettagli

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD

Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Bando Sostegno a Programmi e Reti di volontariato 2011 LA FONDAZIONE CON IL SUD Invita a presentare iniziative di Sostegno a Programmi e reti di volontariato nelle Regioni del Sud Italia Sommario Sezione

Dettagli

FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE

FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE PROGETTO DI FUSIONE CVS POLESINE ACQUE 26/08/2015 FUSIONE TRA CVS E POLESINE ACQUE: UN PROGETTO PER GARANTIRE CHE L ACQUA RESTI BENE COMUNE Avviata la gara per la due diligence, fotografia dello stato

Dettagli

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI!

Comunicato ai lavoratori e-utile FERIE NO! FERIE. SI! FERIE NO! FERIE. SI! Veniamo a conoscenza che i Responsabili OGGI stanno obbligando le proprie risorse a pianificare entro fine anno il residuo ferie arretrato. Gli stessi Responsabili IERI hanno negato

Dettagli

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI PRESIDENTE: (Art. 22 del Regolamento della Struttura di Base) 1. convoca la Presidenza almeno una

Dettagli

Anffas Onlus di. Varese Busto A. Ticino Luino

Anffas Onlus di. Varese Busto A. Ticino Luino Anffas Onlus di Varese Busto A. Ticino Luino Associazione Famiglie di Disabili Intellettivi e/o Relazionali Sito Internet Nazionale:www.anffas.net Oggetto : iniziativa Anffas Varese, Busto Arsizio, Somma

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO

NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO FINALIZZATO ALL' INDIVIDUAZIONE DI UN LUOGO IN CUI PROMUOVERE SCAMBI CULTURALI E PROCESSI DI INCLUSIONE E RELAZIONE

Dettagli

Servizi sociali per tutti

Servizi sociali per tutti Servizi sociali per tutti Servizi sociali per tutti 4 Una voce che conta per i lavoratori e le lavoratrici dei servizi sociali d Europa La FSESP è la Federazione sindacale europea dei lavoratori dei servizi

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Prot.n. 7310 Milano, 18 settembre 2015 RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE AGGIORNATI AL 18 SETTEMBRE 2015

Prot.n. 7310 Milano, 18 settembre 2015 RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE AGGIORNATI AL 18 SETTEMBRE 2015 Prot.n. 7310 Milano, 18 settembre 2015 RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE AGGIORNATI AL 18 SETTEMBRE 2015 DOMANDA N. 1 (Prot. 7084 dell 11.09.2015) Chiediamo conferma che, avendo ricevuto l'accettazione

Dettagli

FACCIAMO CHIAREZZA SULLA QUESTIONE TFR A cura di Alberto Anelli Fabi Cosenza Coordinatore Fabi Intesa Sanpaolo Area Calabro-Lucana

FACCIAMO CHIAREZZA SULLA QUESTIONE TFR A cura di Alberto Anelli Fabi Cosenza Coordinatore Fabi Intesa Sanpaolo Area Calabro-Lucana FACCIAMO CHIAREZZA SULLA QUESTIONE TFR A cura di Alberto Anelli Fabi Cosenza Coordinatore Fabi Intesa Sanpaolo Area Calabro-Lucana Buona parte dei dati sono stati tratti da fonte Governativa certa (www.tfr.gov.it)

Dettagli

Art. 1 (Campo di applicazione)

Art. 1 (Campo di applicazione) Allegato C) alla deliberazione n. 29 del 31.10.2014 Regolamento per la definizione dei criteri per l individuazione, il conferimento, la valutazione e la revoca degli incarichi delle posizioni organizzative

Dettagli

la Deutsche Bank S.p.A. (in seguito la Banca ) rappresentata dai Sigg. P. P. Cellerino, F. Zambruno, P. R. Ferrarini e F. Ponti

la Deutsche Bank S.p.A. (in seguito la Banca ) rappresentata dai Sigg. P. P. Cellerino, F. Zambruno, P. R. Ferrarini e F. Ponti ACCORDO SINDACALE AZIENDALE IN MATERIA DI PREVIDENZA COMPLEMENTARE PER LA DEFINIZIONE DI PROPOSTE DI MODIFICHE STATUTARIE DI ADEGUAMENTO AL DECRETO LEGISLATIVO 5 DICEMBRE 2005 N. 252 In Milano, in data

Dettagli

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE E FINALITA Il COMITATO GENITORI MONTEOLIMPINO dei PLESSI

Dettagli

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite.

Alternative: creazione associazione che operi come ha sempre operato isf e creazione una cooperativa nella quale ci siano persone retribuite. Odg 1. isf italia Guido: piccola storia isf italia Quest anno week-end nazionale ad Ancona ma sovrapposto con altri eventi qui a TN (festa di mesiano). Cmq c è stato movimento e dopo percorso fatto dalle

Dettagli

R S U E S S E L U N G A CORBETTA

R S U E S S E L U N G A CORBETTA Analisi questionario Questa relazione nasce dalla necessità di sintetizzare ed analizzare il risultato del questionario proposto ai lavoratori Esselunga di Corbetta. Il sondaggio (anonimo) ideato e realizzato

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 2 OGGETTO: Approvazione Linee guida per la predisposizione dei Piani triennali di ambito sociale obiettivi 2005-2007 LA VISTO il documento istruttorio, riportato in calce alla presente deliberazione, predisposto

Dettagli

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari.

Direttiva di primo livello, 2004/39/CE, (MiFID) relativa ai mercati degli strumenti finanziari. Torniamo ai nostri lettori con una edizione del nostro Bollettino Informativo interamente dedicata alla nuova disciplina comunitaria che riguarda i mercati, gli strumenti finanziari ed i servizi di investimento:

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE CONSULTA PROVINCIALE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE Art.1- Costituzione E istituito, ai sensi dell art. 3 lettera J dello Statuto della Provincia, un Comitato di Coordinamento denominato CONSULTA

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NACCARATO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1552 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NACCARATO Disciplina per l affido dell anziano e dell adulto per la salvaguardia del diritto

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l.

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA SOCIETA ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.u.r.l. ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO 1. Il servizio, qualificabile come

Dettagli

Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa

Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa Manuale di valutazione del personale non titolare di posizione organizzativa 1 Premessa Il presente manuale è stato redatto al fine di fornire uno strumento, rapido e accessibile, per chiarire i presupposti

Dettagli

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI

Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Comune di Signa Provincia di Firenze REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELL UFFICIO PENSIONI Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 116 del 29/07/2002 modificato con

Dettagli

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA Factoring tour: Brescia - Il factoring: la gestione professionale dei crediti al servizio dell impresa (10 ottobre 2006 ) Giuseppe Masserdotti - Stefana S.p.A. Il factoring come soluzione ad alcune problematiche

Dettagli

Investire sui giovani della Sanità X Investire sul futuro del nostro SSN

Investire sui giovani della Sanità X Investire sul futuro del nostro SSN Manifesto della manifestazione nazionale del 7 Novembre 2013 Investire sui giovani della Sanità X Investire sul futuro del nostro SSN L Associazione Italiana Giovani Medici (S.I.G.M.), al fine di riportare

Dettagli

Programmazione e qualità della produzione statistica

Programmazione e qualità della produzione statistica Martedì 9 Novembre 2004, ore 16,45 Sala nord-ovest Sessione parallela Programmazione e qualità della produzione statistica coordinatore Giorgio Alleva Paola Baldi Il ruolo delle Regioni e degli Enti locali

Dettagli