Quadro generale. Profilo aziendale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quadro generale. Profilo aziendale"

Transcript

1 Quadro generale Profilo aziendale La missione di Baxter è salvare e sostenere vite. Milioni di persone si affidano a noi ogni giorno. Come azienda multinazionale attiva in diversi rami del settore sanitario, Baxter applica una combinazione unica di competenze e tecnologie avanzate impiegate in dispositivi medici, nell industria farmaceutica e nelle biotecnologie per sviluppare e realizzare prodotti dedicati a migliorare la qualità dell'assistenza ai pazienti in tutto il mondo. Gli sforzi dei dipendenti Baxter in tutto il mondo sono volti a rendere più accessibili i nostri prodotti, contribuiscono all'innovazione tecnologica e ad istaurare collaborazioni durature che permettano di allargare il nostro impegno a tutti i pazienti del mondo. Sostenibilità in Baxter L'impegno di Baxter a favore della sostenibilità completa la missione dell'azienda di salvare e sostenere vite in termini di opportunità economiche, sociali ed ambientali per tutti. Sebbene le attività di Baxter coprano una vasta gamma di settori, l'azienda riconosce l'importanza di stabilire delle priorità ben definite per concentrare i suoi sforzi. Abbiamo fissato nove priorità suddivise in tre categorie per perseguire l obiettivo della sostenibilità: Le nostre persone, Le nostre attività e prodotti, Il nostro mondo (vedere pagina 3). Queste priorità sono in linea con le tematiche di sostenibilità principali di Baxter e le aree in cui l'azienda si trova in una posizione privilegiata per ottenere risultati positivi. Il Sustainability Steering Committee (Comitato Guida per la Sostenibilità) definisce la strategia di sostenibilità a lungo termine e indirizza gli sforzi dell azienda volti ad integrare la sostenibilità nelle attività quotidiane. I membri del comitato sponsorizzano le priorità di Baxter in termini di sostenibilità e sono responsabili, insieme con la dirigenza, del raggiungimento degli obiettivi da realizzare entro il Il comitato si riunisce regolarmente per valutare i progressi compiuti rispetto agli obiettivi stabiliti, discutere il modo in cui affrontare le lacune nelle prestazioni e valutare le opportunità che derivano da una politica volta alla sostenibilità. Controlli/verifiche Baxter si è affidata a Bureau Veritas North America, Inc. (BVNA) per una verifica indipendente delle diverse sezioni che costituiscono il Sustainability Report 2013 pubblicato online. Tali sezioni sono dedicate agli obiettivi di Ambiente, Salute e Sicurezza (EHS, Environment, Health and Safety), alla supply chain e alle responsabilità produttive. BVNA ha inoltre eseguito una verifica sulle emissioni di gas serra calcolate rispettivamente nelle tre aree di applicazione previste dal relativo protocollo. Per ciascuna sezione della brochure contrassegnata con il segno di spunta, BVNA ha verificato la loro correttezza, l affidabilità, l assenza di errori significativi o la presenza di imprecisioni. Maggiori dettagli in merito al controllo e alla verifica sono disponibili nel report completo di Baxter pubblicato online. sustainability.baxter.com/sustainability/baxters-approach.html

2 Dal Presidente e CEO Cari azionisti, La forza di Baxter, in quanto azienda operante nel settore sanitario, e la capacità di mantenere gli impegni nei confronti dei nostri azionisti dipendono dalla nostra apertura verso le novità: non solo le innovazioni scientifiche che caratterizzano il nostro servizio dedicato a pazienti e operatori sanitari, ma anche nuove forme di business che promuovano i nostri obiettivi in qualità di società per azioni e come cittadino d'impresa su scala globale. A marzo 2014 abbiamo annunciato la nostra intenzione di lanciare l unità di BioScience come azienda completamente separata e indipendente. Tracciare un nuovo corso con due società distinte consentirà ad entrambe, in una posizione ancora più forte, di estendere l'accessibilità dei pazienti a terapie attuali a livello mondiale, introdurre nuovi prodotti per colmare esigenze non soddisfatte e concentrarsi su altre priorità e obiettivi chiave. Sono certo che ogni azienda saprà attingere alla nostra eredità di sviluppo sostenibile fondato su pratiche commerciali responsabili, destinate a creare un valore sociale, ambientale ed economico durevole. Di fatto, quest'anno celebriamo la 15a edizione annuale del report sulla sostenibilità di Baxter e, come vedrete di seguito, il nostro impegno resta ben saldo sforzandoci di offrire grandi vantaggi al nostro ampio bacino di azionisti. Nel 2013, Baxter ha ridotto le emissioni di gas serra, il consumo di energia e di acqua. Abbiamo incrementato l'accessibilità dei pazienti a terapie leader nel mercato nei paesi in via di sviluppo. Ci siamo assicurati di essere in prima linea con i nostri prodotti a sostegno delle comunità colpite da catastrofi. Abbiamo aiutato a promuovere l'istruzione di base STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) per gettare le basi del futuro dell'innovazione scientifica. Eppure, per ogni traguardo raggiunto, ci sono ancora molte opportunità per un impatto chiave nelle comunità in cui operiamo. Il Comitato direttivo per la Sostenibilità sta valutando la nostra strategia alla luce del cambiamento della struttura aziendale e delle aspettative degli azionisti e sta aggiornando i nostri obiettivi affinché rispondano alle nostre aspirazioni. Come sempre, le esigenze dei nostri azionisti sono per noi fonte d'ispirazione per raggiungere livelli di realizzazione sempre maggiori. Ogni giorno, i nostri dipendenti presenti in tutto il mondo si focalizzano sulle possibili opportunità di integrare i principi di sostenibilità in tutte le nostre strategie e operazioni, e li esorto a mantenere questo passo. Insieme, continueremo ad influire sulle generazioni future per portare a compimento la nostra missione volta a salvare e a sostenere vite. Robert L. Parkinson, Jr. Giugno 2014 sustainability.baxter.com/sustainability/chairman-ceo-letter.html 2

3 Le priorità e gli obiettivi di sostenibilità di Baxter Gli obiettivi per il 2015 (se non diversamente specificato) LE NOSTRE PERSONE pagine 5-7 Baxter sosterrà un ambiente di lavoro sicuro e sano Attuare programmi best-in-class progettati per proteggere la sicurezza e migliorare la salute dei lavoratori per raggiungere in termini di prestazioni il podio insieme alle altre società del settore. Baxter sosterrà un ambiente di lavoro eterogeneo e inclusivo Creare e sostenere una cultura priva di discriminazioni dove idee, esperienze, condizioni e prospettive diverse siano rispettate e valorizzate. Baxter sosterrà un comportamento etico ed il rispetto della legge Continuare a sostenere pratiche di vendita e marketing etiche a livello interno e di settore:» Applicando un programma di compliance per il settore sanitario degli Stati Uniti (U.S. Healthcare Compliance Program) e il Programma anticorruzione internazionale (International Anticorruption Program) all interno dell azienda, e» Lavorando con le associazioni internazionali e degli Stati Uniti per il commercio, le organizzazioni non governative e i diversi paesi per armonizzare e applicare le norme relative ai rapporti finanziari con i fornitori di servizi in ambito sanitario; favorendo attività di formazione, ricerca e comunicazione appropriate, relative ai prodotti e servizi e scoraggiare comportamenti non corretti. LE NOSTRE ATTIVITA E I NOSTRI PRODOTTI pagine 8-11 Baxter implementerà una catena logistica sostenibile Incorporare principi di sostenibilità nel Programma degli acquisti di Baxter. Ridurre del 20% le emissioni di gas serra per km degli autotrasporti appartenenti a Baxter negli USA (rispetto al 2007). Baxter favorirà le riduzioni della sua Carbon footprint (emissioni ad impatto ambientale) Ridurre del 45% le emissioni di gas serra indicizzate per le entrate (rispetto al 2005). Portare al 20% (del totale) l utilizzo dei nostri impianti di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. Baxter ridurrà lo sfruttamento di risorse naturali Ridurre il consumo energetico del 30% indicizzato per le entrate (rispetto al 2005). Ridurre l'uso di acqua del 35% indicizzato per le entrate (rispetto al 2005). Per raggiungere questo obiettivo entro il 2010, è necessario valutare i bacini idrici potenzialmente vulnerabili, associati alle strutture di Baxter e stabilire degli obiettivi di conservazione dell'acqua decisi per le aree ad alto rischio. Implementare due progetti per proteggere i bacini idrici vulnerabili oppure fornire alle comunità locali un migliore accesso all'acqua potabile. Ridurre la produzione totale di rifiuti del 30% indicizzato per le entrate (rispetto al 2005). Eliminare oltre tonnellate di materiale per l imballaggio dei prodotti da inviare ai clienti (rispetto al 2007). Baxter favorirà la gestione ecocompatibile dei prodotti Progettazione di un prodotto ulteriormente sostenibile, identificando e riducendo al minimo gli impatti sul ciclo di vita ed eliminando o riducendo al minimo, laddove sia possibile, le sostanze considerate nocive nei nuovi prodotti e negli imballaggi. Identificare nuove opportunità per rimpiazzare, ridurre e revisionare (sistema delle 3R) la sperimentazione sugli animali. 3

4 IL NOSTRO MONDO pagine Baxter potenzierà l accesso ai servizi sanitari attraverso lo sviluppo di prodotti e le loro donazioni Creazione di un nuovo modello di business per migliorare l'accesso alle cure per la "base della piramide", ovvero per le economie in via di sviluppo. Lavorare con i partner donatori per lo sviluppo e l implementazione di un piano strategico di donazione di prodotti a partire dal 2010, che comprenda: la presenza primaria di Baxter sulla scena di disastri e tragedie, con la disponibilità dei prodotti più necessari offrendoli nelle economie dei paesi in via di sviluppo e meno sviluppati. Baxter rafforzerà l'impegno aziendale nel campo dell istruzione, in particolare nelle discipline come la matematica e le scienze Agevolare l'apprendimento della matematica e delle scienze attraverso l'insegnamento delle biotecnologie a studenti e docenti delle scuole pubbliche di Chicago, oltre che le collaborazioni per creare opportunità simili con altre organizzazioni impegnate nel campo dell istruzione in altri luoghi. sustainability.baxter.com/priorities-goals 4

5 Baxter sosterrà un ambiente di lavoro sicuro e sano Per Baxter è importante garantire ai propri dipendenti un ambiente di lavoro sicuro e salutare. L'azienda è continuamente alla ricerca di metodi in grado di ridurre significativamente il rischio potenziale di infortuni e aumentare il benessere di coloro che vi lavorano. Nel corso dell'anno, Baxter ha contribuito ad implementare strategie volte a migliorare la cultura del luogo di lavoro e le prestazioni di sicurezza. 1 2 In un confronto tra 14 aziende del settore sanitario, Baxter si è classificata seconda per l indice di frequenza nel 2012, l'anno più recente per il quale sono disponibili dati di confronto per il settore. Questa classifica pone Baxter a buon punto rispetto agli obiettivi fissati per il Le prestazioni complessive di Baxter in materia di sicurezza sono migliorate notevolmente dal Rispetto al 2012, Baxter ha migliorato del 2% l indice di frequenza degli infortuni totali registrabili, del 38% l indice di frequenza degli infortuni che comportano assenza dal lavoro e del 46% l indice di gravità. La nostra società s'impegna a fondo nell offrire un ambiente di lavoro privo di rischi. Baxter continua a perseguire le seguenti strategie per migliorare la cultura e le prestazioni in materia di sicurezza: Affrontare i rischi di natura ergonomica, fonte principale d'infortuni Ridurre le fonti ad alto contenuto di rischio di infortuni Implementare gli esiti della task force Future State of Safety (Condizioni future di sicurezza) di Baxter coinvolgendo la leadership nello sviluppo di strategie volte al miglioramento della sicurezza e incrementando la partecipazione dei lavoratori. I dipendenti di Baxter China e i loro figli trascorrono attività all aperto facendo volare aquiloni durante il mese della Exercise Challenge. è il programma quadro dedicato alle iniziative a tutela della salute e del benessere. Elemento chiave di questa iniziativa è il Personal Wellness Profile, uno strumento disponibile online che fornisce informazioni sui rischi per la salute a livello di singolo individuo e sociale. Nel 2013, il 29% dei dipendenti dell azienda in tutto il mondo ha completato il proprio Personal Wellness Profile. Inoltre, nello stesso anno, oltre impiegati in tutto il mondo hanno registrato più di ore di attività partecipando al Exercise Challenge. 1 Dieci delle 14 società hanno consegnato i propri dati relativi alla sicurezza a Mercer (conosciuta in precedenza con il nome di ORC Worldwide), tre hanno fornito i dati come richiesto a Baxter e una ha pubblicato sul proprio sito Web tali dati. 2 Il numero d'infortuni o malattie per le quali un dipendente perde almeno un giorno intero di lavoro dalla data dell'accaduto, per 100 dipendenti a tempo pieno in un anno. sustainability.baxter.com/environment-health-safety 5

6 Baxter sosterrà un ambiente di lavoro eterogeneo e inclusivo Baxter ritiene che una struttura eterogenea ed un ambiente di lavoro inclusivo possano contribuire ad apportare innovazioni, ad istituire rapporti affidabili di partnership con clienti, fornitori e membri delle comunità, fondamentali per il nostro successo e per la sostenibilità aziendale. Per favorire ciò, ci si aspetta che Baxter Leadership Expectations - ovvero il rispetto per tutti e per i contributi diversi di ciascuno - sia un valore condiviso da tutti i lavoratori. I Gruppi di Risorse Baxter sostengono gli obiettivi aziendali e puntano a potenziare la crescita personale e la comprensione multiculturale e, al contempo, a rafforzare le relazioni tra dipendenti e azionisti. L'attenzione di Baxter s'incentra sul conseguimento di una maggiore diversità etnica e di genere all interno dell'azienda. Il Global Inclusion Council di Baxter offre leadership, orientamento e sostegno per migliorare la cultura di inclusione dell'azienda e collabora con le aree di business, le regioni e le funzioni di Baxter su scala mondiale per sviluppare piani di inclusione a livello locale. Nel 2013, Baxter ha istituito tre ulteriori gruppi di risorse (BRG, Business Resource Groups), Baxter EnAbles (per i dipendenti che vivono o che assistono persone con disabilità fisiche, sensoriali o cognitive), BaxVets (per i dipendenti che abbiano prestato o prestino il servizio militare) ed Early Career Professionals (per i dipendenti ai primi stadi delle loro carriere), arrivando ad un totale di otto gruppi. L'azienda ha inoltre iniziato l'espansione globale di diversi BRG. Qust ultimi, sponsorizzati dai membri dell Operations Commitee di Baxter, rappresentano un occasione per i dipendenti di sviluppare le proprie competenze, rafforzare le relazioni tra dipendenti, migliorare legami multiculturali sia all interno dell'azienda che fuori e supportare le principali iniziative di business. La società, inoltre, continua ad estendere le sue azioni pro-inclusione e diversità nel mercato in cui opera. Il programma di Baxter sulla diversità dei fornitori sviluppa relazioni reciprocamente vantaggiose con fornitori di piccole dimensioni e vari, utilizzando le partnership con i BRG per ottimizzare i propri sforzi. sustainability.baxter.com/employees 6

7 Baxter sosterrà un comportamento etico ed il rispetto della legge La corruzione costituisce una vera e propria sfida per l'economia globale e può mettere a rischio le aziende operanti nel settore sanitario così come i pazienti. Costituisce un ostacolo allo sviluppo sostenibile, aumenta le disuguaglianze, mina le istituzioni pubbliche attenuando la crescita economica. La corruzione nel settore sanitario erode la fiducia di pazienti e azionisti, diventa un costo aggiunto e rappresenta un significativo rischio in termini legali e di salvaguardia della reputazione. Baxter si è dotata di un Codice di condotta, di politiche, piani formativi e altri programmi che definiscono le aspettative e regolano i comportamenti dei dipendenti. La società ha la finalità di promuovere pratiche di vendita e commerciali etiche negli Stati Uniti e all'estero. L azienda incoraggia i dipendenti a chiedere consigli e a segnalare eventuali problematiche attraverso canali formali, al fine di evitare decisioni improprie o azioni che violino le norme etiche e di conformità dell azienda. Baxter sta affinando le proprie politiche per regolamentare la misura in cui l'azienda, i suoi dipendenti e le parti terze interagiscono con la comunità medica. Ciò comprende l'investimento in nuovi sistemi e programmi che forniscano un supporto migliore alla gestione, garantendone la trasparenza e il controllo. Nel corso del 2013, Baxter ha continuato l implementazione globale della sua politica internazionale anticorruzione di terze parti con particolare attenzione ai partner commerciali che lavorano con i professionisti del settore sanitario e delle agenzie governative non USA. L'azienda ha anche continuato ad affinare il suo programma di formazione anticorruzione in base ai rischi, il Compliance Fitness, ampliando i programmi di workshop intensivi rivolti a team operativi e commerciali in determinati mercati ad alto rischio. Baxter lavora con diverse associazioni di carattere commerciale negli Stati Uniti e all'estero al fine di armonizzare ed implementare gli standard, comprese la China Association of Enterprises with Foreign Investment, il R&D Pharmaceutical Association Committee (RDPAC), la Federazione europea delle industrie e associazioni farmaceutiche, Eucomed e la Mexican Association of Innovative Medical Devices Industries. Inoltre, il team di Baxter dedicato al tema della conformità e dell etica cinese e della regione Asia-Pacifico, ha partecipato ad una task force del China Council of Advanced Medical Technology Association (AdvaMed) per sviluppare un Codice di Condotta per le aziende membro dell'advamed in Cina. sustainability.baxter.com/governance-ethics-compliance 7

8 Baxter implementerà una catena logistica sostenibile L impegno di Baxter a favorire una catena di fornitura e distribuzione ecosostenibile attenua il rischio aziendale, stimolando l'innovazione mediante la collaborazione dei fornitori e riducendo gli impatti ambientali. L'azienda coinvolge i suoi fornitori sui temi principali di sostenibilità come, ad esempio, l'uso di energia, le emissioni di gas serra (GHG) e la riduzione di rifiuti su tutta la catena di fornitura. Inoltre, Baxter pone l accento su metodi di approvvigionamento responsabile, sui minerali provenienti da zone di conflitto, la promozione di standard sui diritti umani e la riduzione degli impatti ambientali associati alle materie prime. Nel 2013, Baxter ha partecipato all' iniziativa Pharmaceutical Supply Chain, un gruppo di industrie nel settore sanitario che promuove l'approvvigionamento sostenibile. L'azienda ha anche condotto la sua quinta indagine annuale sulla sostenibilità dei fornitori per raccogliere informazioni di base sui loro programmi e prestazioni. Inoltre, Baxter ha coinvolto i fornitori nel determinare l origine dei materiali e il contenuto chimico di sostanze e parti utilizzate nei suoi prodotti. L'azienda ha continuato ad implementare iniziative volte a ridurre l'impatto ambientale derivante dal trasporto di prodotti, compreso il co-loading, ottimizzando la propria rete di distribuzione e orientandosi verso modalità di trasporto che richiedano un consumo meno intensivo di energia. Risultati dell indagine annuale di Baxter sulla sostenibilità dei fornitori, 2013 (% di fornitori sostenibili*) 100% Asia Pacifica America Latina Tasso globale Europa USA 80% 60% 40% 20% 0% Programma ambientale e di sostenibilità Riduzione emissioni di CO2 Riduzione nell uso di risorse naturali Migliore gestione dei prodotti Protezione dei Diritti Umani *I fornitori risultano essere sostenibili entro una categoria quando rispondono positivamente ( si o in progresso ) ad almeno il 90% delle domande in tale categoria. sustainability.baxter.com/supply-chain 8

9 Baxter ridurrà le emissioni di anidride carbonica Le imprese hanno un ruolo determinante da svolgere per ridurre le emissioni di gas serra (GHG) che causano cambiamenti climatici. Il punto di partenza inizia con la comprensione delle emissioni di gas serra prodotte e con la predisposizione di obiettivi ben definiti per la riduzione di tali emissioni attraverso programmi innovativi. Baxter si impegna notevolmente nel quantificare e gestire le emissioni di gas serra in tutti i suoi processi aziendali. Nel 2013, le emissioni nette di gas serra sono state pari a tonnellate di biossido di carbonio equivalente (CO2e), con una riduzione del 40% rispetto al 2005 e una riduzione in termini assoluti del 10%. Nel corso dell'anno, il 22% del consumo energetico di Baxter per le proprie operazioni è derivato da fonti di energia rinnovabili, superando l'obiettivo aziendale già fissato per il Di questo importo, il 9% è costituito da combustibili da biomassa per caldaie utilizzato in tre sedi diverse, mentre il 13% è rappresentato dal totale combinato della componente relativa alle energie rinnovabili di energia elettrica acquistata e dei certificati di energia rinnovabile.una piccola quantità è derivata da impianti solari per l'erogazione di acqua calda e da impianti fotovoltaici e geotermici on site. Nel 2013, progetti di innovazione delle strutture hanno incluso l'installazione del più grande impianto solare in loco di Baxter, un impianto fotovoltaico da 836 kw presso lo stabilimento di Malta che eroga circa il 23% dell'alimentazione elettrica richiesta dall'impianto e riduce le emissioni di gas serra del sito di circa tonnellate cubiche di CO2e ogni anno. L'azienda ha anche installato un impianto di trigenerazione presso lo stabilimento di Toongabbie in Australia che genera elettricità, riscaldamento e raffreddamento per sostenere le operazioni di produzione. L impronta globale di Baxter per le emissioni di gas serra nel 2013* Totale = 5.1 Milioni di tonnellate di CO 2 e (% del Totale) * Le emissioni riportate in questo grafico sono presentate coerentemente con le indicazioni del Protocollo dei Gas Serra (Campi di applicazione 1 e 2) e il reporting, contabilità del Corporate Value Chain (Campo di applicazione 3). Baxter attualmente non riporta le emissioni del Campo di applicazione 3 nelle seguenti categorie: processamento dei prodotti venduti e downstream leasing dei beni. Pianificazione (Campo di applicazione 3) Servizi e beni acquistati % Beni strumentali % Consumo energetico e di carburante % Pianificazione dei trasporti e distribuzione % Rifiuti prodotti % Business Travel dei dipendenti % Pendolarismo dei dipendenti % Immobilizzazioni in leasing % Totale parziale % Operazioni in Baxter (Campi di applicazione 1 e 2) Carburante veicoli/azienda (Settore 1) % Energia acquistata (Settore 2) % Totale parziale % Esecuzione (Campo di applicazione 3) Esecuzione dei trasporti e distribuzione % Uso dei prodotti venduti % Trattamento dei prodotti a fine vita % Franchising % Investimenti % Totale parziale % sustainability.baxter.com/environment-health-safety 9

10 Baxter ridurrà lo sfruttamento di risorse naturali Baxter lavora per utilizzare le risorse naturali in modo efficiente al fine di affinare le prestazioni ambientali dell'azienda, ottimizzare il proprio vantaggio competitivo e portare la disponibilità di tali risorse alle generazioni future. Progressi relativi agli obiettivi di tutela ambientale 2015 % di Riduzione, indicizzata sulle entrate 0% -5% -10% -15% -20% -25% -30% -35% Goal Consumo energia 0% -20% -21% -25% -26% -27% -30% Consumo acqua 0% -30% -32% -34% -35% -34% -35% Rifiuti totali* 0% -16% -23% -12% -24% -26% -30% *Il ritiro di un prodotto ha generato in Europa all incirca 9400 tonnellate di rifiuti totali prodotti nel 2011, il 13% del totale complessivo per tale anno. Escludendo questi rifiuti, Baxter avrebbe avuto un aumento del 99% nella produzione di rifiuti in termini assoluti e una riduzione del 23% connessa alle entrate rispetto al Baxter continua a compiere progressi relativamente all obiettivo per il 2015 di ridurre lo sfruttamento di risorse naturali. Energia Il "Lean energy program", che comprende verifiche sul consumo energetico delle strutture e sull uso di tecnologie innovative quali la cogenerazione e gli impianti geotermici, è centrale per la politica di risparmio energetico di Baxter. Dal 2005, l impegno verso la conservazione dell energia ha portato ad un risparmio di circa 41 milioni di dollari sulla base del piano di risparmio ottenuto nel Acqua A causa del forte legame esistente tra consumo energetico e utilizzo dell acqua per i processi, la conservazione dell'acqua rimane l obiettivo principale del "Lean energy program" di Baxter e delle verifiche sul consumo energetico. Baxter integra i principi e gli strumenti di produzione Lean, come ad esempio la mappatura del flusso di valore con la gestione delle risorse idriche per aiutare le strutture ad individuare aree di ulteriore conservazione e risparmio. Rifiuti Baxter continua a compiere progressi con progetti volti alla riduzione dei rifiuti. Nel 2013, otto siti che aderiscono all iniziativa mirata alla riduzione dei rifiuti di plastica hanno diminuito il quantitativo di questo tipo di rifiuto di oltre 444 tonnellate. Per promuovere traguardi più ampi nel campo dei rifiuti, Baxter favorisce in alcune sedi iniziative come "Zero rifiuti in discarica". Imballaggi Baxter agisce per diminuire l'impatto ambientale degli imballaggi attraverso progetti innovativi per ridurre i materiali utilizzati, sostituendoli con prodotti ecocompatibili, laddove è possibile. sustainability.baxter.com/environment-health-safety 10

11 Baxter favorirà la gestione ecocompatibile dei prodotti 1 Baxter si dedica alla creazione di prodotti che consentono di salvare e sostenere vite in tutto il mondo, riducendo al minimo l impatto ambientale. Questo richiede un approccio olistico, fin dalle prime fasi di progettazione e selezione dei materiali, durante la fabbricazione dei prodotti ed il loro trasporto ed alla fine del loro ciclo di vita. Il Programma di progettazione sostenibile di Baxter comprende una valutazione obbligatoria applicata durante le fasi iniziali di sviluppo di un prodotto su tutti i dispositivi medici, dai contenitori per soluzioni endovenose alle macchine per la dialisi. I risultati ottenuti sono quindi utilizzati per confermare la fattibilità dei prodotti, contribuire a stabilirne i requisiti e miminizzare gli impatti potenziali per la salute umana e l ambiente. Baxter ricorre altresì all analisi del ciclo di vita del prodotto (LCA) per valutare le prestazioni ambientali dei propri prodotti e determinare metodi per diminuire l'impatto ambientale. Nel 2013, l'azienda ha completato una LCA comparativa tra il generatore di emodialisi VIVIA di Baxter e due dispositivi alternativi di emodialisi (ED): un dispositivo ED convenzionale di Baxter e un dispositivo ED domestico di un'altra azienda. I dispositivi ED sono impiegati da alcuni pazienti con patologie renali allo stadio finale per filtrare il loro sangue esternamente al proprio corpo mediante un dializzatore (filtro ematico). Il generatore VIVIA è progettato per consentire ai pazienti con insufficienza renale di eseguire una terapia ED a dosi elevate (ED più frequente o a durata prolungata) presso il proprio domicilio, in parte mediante un uso esteso del proprio dializzatore e blood set. In questa LCA, il generatore VIVIA ha avuto una Carbon Print inferiore di circa il 35% rispetto ad un sistema ED convenzionale che esegue meno trattamenti a settimana presso un centro ed inferiore del 20-40% rispetto ai due sistemi ED alternativi che eseguono ED a dosi elevate al domicilio. Baxter si impegna alla protezione e salvaguardia degli animali, tanto che nel 2013 la sua ricerca di metodologie alternative alla sperimentazione animale ha portato allo sviluppo di terapie biologiche. 1 Una verifica esterna è stata utilizzata per il primo obiettivo di questa priorità. Vedere pagina 3. sustainability.baxter.com/product-responsibility 11

12 Baxter rafforza l accessibilità alle cure sanitarie attraverso lo sviluppo e la donazione di prodotti selezionati Molti fattori impediscono alle persone di usufruire dei servizi sanitari, come la scarsità delle infrastrutture, l instabilità politica, la mancanza di istruzione, la povertà, le restrizioni normative e l insufficiente disponibilità e accessibilità dei prodotti medici o delle risorse economiche necessarie all'acquisto. Baxter si impegna a espandere l'accessibilità alle cure sanitarie a livello globale. Nel corso del 2013, Baxter ha proseguito il proprio lavoro a fianco delle organizzazioni umanitarie AmeriCares e Direct Relief per rispondere alle esigenze di soccorso immediato con i nostri prodotti, nonché per soddisfare le esigenze delle comunità meno fortunate. Queste donazioni strategiche proattive hanno consentito un'intervento immediato in 81 paesi. AmeriCares e Direct Relief si sono servite dei prodotti preconfezionati Baxter per il soccorso alle popolazioni colpite dal tifone Haiyan nelle Filippine e l'azienda ha inviato direttamente ulteriori prodotti necessari. Nel corso dell'anno, l'insieme delle donazioni di Baxter e della Fondazione Baxter International ha totalizzato oltre 64 milioni di dollari, la maggior parte volti ad espandere l'accessibilità all assistenza sanitaria. Mediante il processo di innovazione del modello aziendale, Baxter si impegna a sviluppare prodotti e terapie che affrontino le necessità, eccezionali e non soddisfatte, di pazienti in tutto il mondo. Nelle regioni in via di sviluppo, tali progetti si concentrano tipicamente su fattori come le infrastrutture carenti, la povertà e l'assenza di risorse. Persone anziane che vivono nella comunità di Tang Qiao, regione del Pudong, nuovo distretto di Shanghai, ricevono assistenza sanitaria a domicilio grazie al progetto "Hope", beneficiario di un sussidio della Fondazione Baxter International Nel 2013, Baxter ha continuato a promuovere progetti di innovazione del modello per la conduzione di affari in Cina e in India, istituendo poli di innovazione che affrontino le esigenze sanitarie sia nei mercati emergenti che industrializzati. Baxter ha costruito un impianto di ricerca e progettazione (R&D) a Suzhou, in Cina, e ampliato le sue partnership R&D in India, compresa una collaborazione estesa con Syngene, per istituire il centro di ricerca globale dedicato a Baxter a Bangalore, in India. Baxter ha inoltre continuato a collaborare con HCL per servizi di ingegneria R&D. sustainability.baxter.com/access-to-healthcare 12

13 Baxter rafforzerà l'impegno dell azienda nel campo dell istruzione, in particolare nelle discipline della matematica e delle scienze I Leader mondiali hanno identificato le discipline della scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (STEM, science, technology, engineering and math) una delle questioni chiave dell'istruzione per i giovani di oggi. In quanto azienda operante nel settore sanitario, Baxter ha un importante responsabilità, quella cioè di operare per ispirare le generazioni future, attraverso iniziative a livello locale volte a migliorare gli attuali programmi di educazione allo sviluppo professionale e l'esperienza nel mondo reale. Nell'anno scolastico , i nostri programmi Minds e Real-World Science, un impegno pluriennale nei confronti delle scuole pubbliche di Chicago, hanno interessato studenti e 340 insegnanti tramite piani di formazione specifici per insegnanti e lezioni modulari in biotecnologie. Il quantitativo è aumentato a oltre studenti e insegnanti a partire dal 2008, rappresentando il 45% delle 145 scuole superiori in tutto il distretto. Baxter ha inoltre contributo a diverse altre iniziative educative nel corso dell'anno, a Chicago e in altre sedi. Nel 2013, Baxter ha svolto il suo secondo programma di tirocinio estivo per gli studenti della scuola superiore, in occasione del quale 24 studenti adulti della scuola superiore CPS hanno partecipato a 25 sessioni presso il quartier generale di Deerfield in Illinois. Gli studenti hanno appreso una vasta gamma di argomenti ascoltando 75 professionisti Baxter nei settori inerenti la strategia aziendale, di marketing e settore vendite, oltre ad esperimenti hands-on nel R&D. Inoltre, nel corso dell'anno, Baxter ha collaborato con la Northwestern University, in particolare con l'ufficio che si occupa delle partnership per l'istruzione delle materie STEM e il Biotechnology Center of Excellence presso la Lindblom Math and Science Academy. Insieme, il gruppo ha sviluppato la Biotechnology Professional Development Series, durante la quale 116 insegnanti di 87 scuole nell'area di Chicago hanno partecipato a quattro workshop dedicati ad argomenti biotecnologici, nonché tecniche e capacità correlate alla scienza. Robert L. Parkinson, Jr., Presidente e CEO di Baxter, ha tenuto il discorso di apertura. Ulteriori iniziative nel campo della formazione hanno riguardato il sostegno all'avvio della gara regionale dell'arkansas nell'ambito del programma FIRST (For Inspiration and Recognition of Science and Technology), e la sponsorizzazione di team di studenti negli stati di Arkansas, Illinois, New York, Wisconsin ed in Messico. Anche i dipendenti Baxter hanno insegnato le basi della disciplina finanziaria in tutto il mondo mediante il Junior Achievement, fornendo lezioni in classe a studenti su diversi temi di argomento legale in collaborazione con società come Street Law, Inc. sustainability.baxter.com/community-support 13

14 Tabella dei dati di riepilogo si prega di consultare le sezioni pertinenti del report completo disponibile online che contiene una maggiore raccolta di dati sulle prestazioni e i relativi grafici. Indicatore delle Prestazioni Profilo Aziendale Vendite nette (in milioni di dollari) $13,893 $14,190 $15,259 Spese in Ricerca&Sviluppo (in milioni di dollari) 946 1,156 1,246 Dipendenti Forza lavoro globale 48,500 51,000 61,500 Diversità di genere (% femminile sul totale) 51.3% 50.8% 50.5% Ambiente, salute e sicurezza Utilizzo di energia (trilioni di Joule) 1 9,261 9,348 9,636 Emissione netta di gas serra per le operazioni (mille tonnellate di CO 2 e) Rifiuti totali (tonnellate) 3 73,880 64,500 65,330 Utilizzo di acqua (mille metri cubi) 14,000 14,067 14,760 Infortuni registrabili 4, Infortuni con giornate di lavoro perse 4, Giornate di lavoro perse 4, Supporto alla comunità Attività di beneficienza (milioni di dollari) 6 $80.14 $56.67 $ Include le fonti fisse (linea Stationary Sources Subtotal dalla tabella Uso dell'energia nella catena di valore Baxter ed Emissioni dei Gas Serra nella relazione completa online) ed esclude il consumo energetico associato all utilizzo di fonti mobili utilizzate da Baxter per la consegna di prodotti, materiali e risorse, gli spostamenti giornalieri e i viaggi dei dipendenti. 2 Include le emissioni associate al consumo energetico degli impianti (sia di carburante in loco sia di elettricità acquistata), le vendite gestite dall'azienda e delle flotte di veicoli gestiti dall azienda per le attività di vendita e distribuzione, altri veicoli utilizzati da Baxter, e le perdite di refrigerante. Prende in considerazione l'acquisto di energia rinnovabile, crediti di carbonio e anidride carbonica. Per gli anni 2011, 2012 e 2013, Bureau Veritas North America, Inc. ha eseguito una verifica sulle emissioni dei gas serra nell'ambito 1 e nell'ambito 2 di Baxter dovuto alle operazioni globali sotto il controllo di Baxter e ha verificato la metodologia e i fattori delle emissioni utilizzati per calcolare le emissioni di gas serra nell'ambito 3. 3 Esclude i rifiuti associati con le operazioni legate alle terapie renali domiciliari negli Stati Uniti, dal momento che i pazienti possono smaltire un prodotto inutilizzato piuttosto che restituirlo a Baxter per lo smaltimento. Esclude anche i detriti da demolizione e costruzione, la bonifica dei rifiuti e del fango derivato dal trattamento delle acque reflue. La rimozione di tali categorie di rifiuti da parte dell'azienda consente una valutazione più coerente delle prestazioni e dei relativi andamenti nel tempo. 4 Tutte le tariffe si basano su 100 dipendenti al lavoro a tempo pieno nell'arco di un anno, il che equivale ad un totale di ore di lavoro. Per finalità di record, la politica di Baxter è di osservare i requisiti imposti dagli Stati Uniti rispetto alla registrazione e conservazione dei dati sull amministrazione per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro a livello mondiale. Quindi, nel caso in cui si verificasse un incidente e dovessero esserci contrastanti pareri medici circa il numero di giorni di assenza dal lavoro e/o giorni di parziale attività che dovrebbero essere registrati, Baxter sceglierà il parere del medico più autorevole. 5 Infortuni registrabili: lesioni o malattie legate al lavoro che richiedono attenzione medica oltre al primo soccorso, compresi i casi di giorni persi. Infortuni con giornate di lavoro perse: le lesioni o le malattie legate al lavoro che fanno perdere al dipendente almeno un giorno di lavoro dopo la data dell'infortunio. Giornate di lavoro perse: il numero di giorni persi (compresi i fine settimana e i giorni festivi) raccomandato dal più autorevole parere medico a causa di infortuni verificatesi sul lavoro e malattie professionali. Baxter non considera la data dell'infortunio e e la data di ritorno alla piena attività come giorni perduti.. 6 Include le donazioni di prodotti, i contributi in contanti da parte di Baxter di tipo aziendale e di stabilimento, così come quelli della Fondazione Baxter International. Le variazioni annuali dell entità delle donazioni di prodotti Baxter sono dovute alle variazioni del fabbisogno delle comunità locali,alla gravità delle catastrofi e alla risposta dei servizi di soccorso, al contesto normativo, ai processi di produzione, alla variazione della gamma e delle attività di marketing.l'azienda individua le opportunità di donazione e risponde alle richieste delle comunità locali. sustainability.baxter.com/quick-links/data-index.html 14

15 Baxter B.V. Kobaltweg CE Utrecht Consultate il Report globale online Il Sustainability Report 2013 di Baxter pubblicato online offre informazioni complete e dettagliate dei programmi e delle prestazioni aziendali in termini di sostenibilità. Il report è disponibile all indirizzo sustainability.baxter.com. I temi discussi in questa brochure sulla Sostenibilità in Baxter che non riportino fatti già avvenuti sono da considerare come dichiarazioni, rispetto alle prestazioni e conformità future dell azienda. Tali dichiarazioni comportano numerosi rischi e incertezze. Molti fattori potrebbero influenzare i risultati effettivi ottenuti dall azienda, dando luogo a diversi esiti, anche in maniera sostanziale, rispetto ai risultati espressi nelle dichiarazioni previsionali. Questi fattori includono le azioni degli organismi di regolamentazione e di altre autorità governative, inclusa la Food and Drug Administration degli Stati Uniti, l effetto delle condizioni economiche, gli sviluppi tecnologici nel campo della sanità, i progressi nel campo delle procedure di tutela ambientale e altri fattori descritti in dettaglio nell Annual report di Baxter sul modulo 10-K e altri documenti presentati alla Securities and Exchange Commission (Commissione per i Titoli e gli Scambi) disponibili sul sito internet aziendale L azienda declina qualsiasi obbligo di aggiornare le dichiarazioni previsionali. I riferimenti a Baxter nel presente report individuano collettivamente Baxter International Inc. e le sue affiliate negli Stati Uniti e a livello internazionale. Baxter, Feiba, Floseal, e Vivia sono marchi registrati di Baxter International Inc. Tutti gli altri prodotti o marchi che figurano nel presente documento sono di proprietà dei rispettivi titolari. Baxter International Inc., Tutti i diritti riservati. 15

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA

OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA OMAGGI, PRANZI, INTRATTENIMENTO, VIAGGI SPONSORIZZATI E ALTRI ATTI DI CORTESIA Le presenti Linee Guida si applicano ad ogni amministratore, direttore, dipendente a tempo pieno o parziale, docente, esterno

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Jointly for our common future

Jointly for our common future Newsletter del progetto GeoSEE nr.1 Gennaio 2013 1. Avvio del progetto 2. Il progetto 3. Il programma SEE 4. Il partenariato 5. Obiettivi del progetto Jointly for our common future 1 AVVIO DEL PROGETTO

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

UNIVERSITA DI PALERMO

UNIVERSITA DI PALERMO PILLAR OBIETTIVO SPECIFICO MASTER CALL CALL INDUSTRIAL LEADERSHIP LEADERSHIP IN ENABLING AND INDUSTRIAL TECHNOLOGIES (LEIT) H2020-SPIRE-2014-2015 - CALL FOR SPIRE - SUSTAINABLE PROCESS INDUSTRIES H2020-SPIRE-2014

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

La stazione di rifornimento. M. Rea (SOL S.p.A.)

La stazione di rifornimento. M. Rea (SOL S.p.A.) La stazione di rifornimento M. Rea (SOL S.p.A.) Chi è SOL Il Gruppo SOL Fondata nel 1927, SOL è una multinazionale italiana presente in 23 paesi con oltre 2.500 dipendenti. SOL è focalizzata in due aree

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

LO SVILUPPO SOSTENIBILE Il quadro generale di riferimento LA QUESTIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE La questione ambientale: i limiti imposti dall ambiente allo sviluppo economico Lo sviluppo sostenibile:

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

Le parti si impegnano a ridurre le loro emissioni di gas ad effetto serra di almeno il 5% rispetto ai livelli del 1990 nel periodo 2008-2012.

Le parti si impegnano a ridurre le loro emissioni di gas ad effetto serra di almeno il 5% rispetto ai livelli del 1990 nel periodo 2008-2012. Il testo del protocollo di Kyoto (Protocollo Nazioni Unite in vigore dal 16.2.2005) Il protocollo di Kyoto è stato ratificato dall'italia con la legge 120 del 2002. Il protocollo entra in vigore il 16

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh.

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh. Guida del principiante sull Energia e la Potenza L'articolo presentato da N Packer, Staffordshire University, UK, febbraio 2011. Energia L'energia è la capacità di fare lavoro. Come spesso accade, le unità

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO. La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO. La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 14.11.2012 COM(2012) 652 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012 (Testo rilevante ai

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ

PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ PROFESSIONALITÀ AFFIDABILITÀ RESPONSABILITÀ LE SOLUZIONI AMBIENTALI INTEGRATE DI UN GRUPPO LEADER SOLYECO GROUP ha reso concreto un obiettivo prezioso: conciliare Sviluppo e Ambiente. Questa è la mission

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile

Più intelligenti e più ecologici. Consumare e produrre in maniera sostenibile Più intelligenti e più ecologici Consumare e produrre in maniera sostenibile 1 Europe Direct è un servizio a vostra disposizione per aiutarvi a trovare le risposte ai vostri interrogativi sull Unione europea.

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014

REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE. del 7.1.2014 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 7.1.2014 C(2013) 9651 final REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. /.. DELLA COMMISSIONE del 7.1.2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell'ambito dei fondi strutturali

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services

Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo. Aggreko Process Services Un catalizzatore per una maggiore produttività nelle industrie di processo Aggreko Process Services Soluzioni rapide per il miglioramento dei processi Aggreko può consentire rapidi miglioramenti dei processi

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili

Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Incentivazione dell energia elettrica da altre fonti rinnovabili Beneficiari Riferimenti normativi Finalità dello strumento Regime transitorio Impianti, alimentati da fonti rinnovabili diverse da quella

Dettagli

I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa

I social protection floors per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Conferenza Internazionale del Lavoro 101^ Sessione 2012 IV Rapporto (2B) I "social protection floors" per la giustizia sociale e una globalizzazione equa Quarto punto dell'agenda Ufficio Internazionale

Dettagli

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA CAPITOLO 11 USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA Introduzione La conoscenza delle quantità di risorse utilizzate in un dato sistema socio-economico e più in generale di quelle necessarie al suo funzionamento

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014)

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Introduzione L'obiettivo primario della società di partecipazione

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 210 ACCORDI RELATIVI AI TERMINI DEGLI INCARICHI DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati?

Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? Articolo pubblicato sul numero di febbraio 2010 di La rivista del business ad alte performance Information Technology Quanto sono al sicuro i vostri dati riservati? di Alastair MacWillson L'approccio aziendale

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli