Elezioni Amministrative 2005 Programma della Lista

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elezioni Amministrative 2005 Programma della Lista"

Transcript

1 Comune di Vezzano Elezioni Amministrative 2005 Programma della Lista Il nostro impegno per un alternativa alla politica del comune di Vezzano. Per questo il tuo sostegno è determinante Unser Engagement für eine Alternative zur Politik der Gemeinde Vezzano. Dafür ist Deine Unterstützung entscheidend. Our engagement for an alternative politics in Vezzano s government. Your support is decisive. Notre engagement pour une alternative à la politique de la municipalité de Vezzano. Ton soutien c est décisif. Pentru o alternativâ politicâ în Primâria Vezzano e ocupatia noastrâ. Pentru aceastâ serveste ajutorul vostru. Mundimi jonë për një alterativë politike i comunës së Vezzano. Për këte mbështetja jote ështè e rendèsishme. Nas trud za promenu politike komune Vezzano. Vasa podrska u ovom momentu je veoma bitna. 08 maggio 2005

2 Principi generali Il nostro Progetto 1. Il coinvolgimento responsabile dei cittadini nelle scelte dell amministrazione. Notiamo un generale spaesamento che si traduce in disinteresse per la cosa pubblica quando non addirittura in sfiducia verso le istituzioni. E assolutamente necessario recuperare credibilità alla politica con un agire che dimostri senza equivoci che gli amministratori del nostro Comune hanno un unico interesse e cioè il bene pubblico. Coinvolgere i cittadini rafforza la coesione sociale e quindi l identità della comunità: vanno cercate sinergie tra l amministrazione e le realtà economiche ed associative presenti sul territorio, costruendo occasioni d incontro e relazioni positive tra le persone. 2. La definizione di un progetto di governo credibile, di crescita e sviluppo del territorio e della comunità. Costruire un progetto vuol dire prima di tutto programmare nel tempo l utilizzo e lo sviluppo delle proprie risorse economiche, sociali ed umane sapendo che l autonomia della Provincia autonoma di Trento non ha risorse illimitate e quindi è inevitabile cambiare atteggiamento e prospettiva. Valorizzare prioritariamente i contenuti umani anche nelle problematiche economiche. È quindi importante investire sulle intelligenze, sui saperi e sulle forze sociali ed economiche presenti sul territorio, anziché spendere finanziamenti pubblici senza precise strategie ed obiettivi. Non è più accettabile né un atteggiamento di scarico di responsabilità sulle istituzioni superiori ( noi programmiamo ma la provincia non finanzia ) né l uso delle risorse poco oculato ( abbiamo i soldi e allora l importante è spenderli ) magari indipendentemente dalle oggettive necessità. Superare i vecchi schemi elettorali con promesse di grandi opere che servono solo a focalizzare promesse, magari sbagliate e spesso disattese, ma puntare soprattutto su un amministrazione che sia al servizio del cittadino.

3 Serve pensare ad un Comune di forte identità, che sappia valorizzare la propria specificità costruita soprattutto dalla varietà del territorio e dalla presenza di sette paesi in sé autonomi e rappresentativi di diverse storie culturali e sociali. Capire questa diversità rappresenta la vera ricchezza e aiuterà l amministrazione a confrontarsi con autorevolezza nei confronti d altri organi istituzionali (altri Comuni, Comprensorio, Provincia, Regione, Stato, Comunità Europea, ecc.). Va frenata la tendenza in atto di trasformazione del Comune di Vezzano in una sorta di periferia della città capoluogo. Costruire una nuova cultura di valle che valorizzi a pieno le potenzialità presenti nella Valle dei Laghi. Sarebbe anacronistico pensare che il Comune di Vezzano sia un identità isolata nel contesto di valle. 3. Il rispetto dell ambiente in cui viviamo è ricchezza non solo da salvaguardare, ma che può produrre a sua volta ricchezza. Il territorio è in generale il bene principale di cui disponiamo e la nostra valle (e il nostro comune) ne sono dotati con qualità privilegiata. Ce ne dobbiamo ricordare come di una risorsa preziosa e collettiva quando pensiamo ad uno sviluppo del Comune che sia inserito in un contesto socio economico più ampio. Sarà importante coniugare alcune specificità e particolarità (esempio l agricoltura e la viticoltura) con l offerta turistica e occupazionale. Le politiche per il nostro progetto La politica economica. Anche l amministrazione pubblica può orientare e sostenere alcune scelte di politica economica, sia sviluppando un rapporto costruttivo con gli altri enti, in particolare la Provincia e gli altri Comuni di valle e soprattutto con i Consorzi Irrigui e di Miglioramento Fondiario, sia operando scelte oculate nelle questioni di propria competenza, prima fra tutte il piano urbanistico. Ad esempio può incentivare l uso delle aree appositamente definite sia da parte delle realtà artigiane già esistenti sia quelle nuove, sostenendo così concretamente l avvio di nuove attività economiche.

4 Riteniamo importante valorizzare il patrimonio agricolo del Comune; esso va opportunamente sostenuto anche attraverso un patto con i produttori e con gli altri Comuni della valle che salvaguardi, oltre la produzione, la qualità dei prodotti (pensiamo alla diffusione di culture a basso impatto ambientale). Verificare con i soggetti interessati la possibilità di ripristinare servizi di piccola distribuzione commerciale, anche temporanea, nelle frazioni. Turismo dolce Il territorio non va consumato ma goduto. Anche il turismo ha un indubbio risvolto economico e l'amministrazione può svolgere un ruolo importante nella protezione e valorizzazione del territorio. Il Comune di Vezzano nel contesto della Valle dei Laghi, che è "ponte" tra il territorio di Trento e il lago di Garda, le Giudicarie e le Dolomiti di Brenta può sviluppare il turismo definito "dolce", salvaguardando l'ambiente naturale e valorizzando il patrimonio naturalistico del Gazza, i percorsi naturalistici e geologici, gli insediamenti storici, le attività agricole ed eno-gastronomiche, contribuendo così allo sviluppo dell'economia e dell'occupazione locale. Si può sviluppare il turismo con il miglioramento e la valorizzazione delle strutture ed infrastrutture necessarie alle attività per l'arrampicata sportiva, il trekking a piedi o a cavallo, il mountain bike e il volo libero. Le Pro Loco in collaborazione con i Comuni possono promuovere eventi ed appuntamenti culturali, eno-gastronomici e ricreativi che siano d attrazione per i residenti e che completino l'offerta turistica e l'ospitalità della zona e della valle. Per queste finalità occorre progettare e realizzare finalmente un "patto territoriale", che punti su un accordo tra produttori ed Enti Locali per la promozione delle attività economiche di valle e per la valorizzazione dei prodotti locali, utilizzando le risorse finanziarie della Provincia autonoma di Trento e della Comunità Europea.

5 La politica sociale Andranno individuate le modalità (Consorzi fra Comuni di valle o convenzioni) per garantire servizi di qualità alla persona e alla famiglia, quali: un asilo nido ed una presenza più incisiva del servizio delle Tagesmutter un centro servizi (per giovani ed anziani); strutture d accoglienza per persone in difficoltà (appartamenti protetti); Attenzione ai diritti dei bambini La politica comunale dovrà indirizzare risorse credibili e farsi parte attiva sia per sostenere iniziative proposte dalle scuole e dalle associazioni che abbiano come finalità la crescita culturale ed umana dei bambini, il sostegno ai genitori e alle loro associazioni, sia per trovare spazi ricreativi adeguati. Si prevede una seduta annuale del Consiglio Comunale con i bambini per ascoltare i loro problemi, ma anche le loro critiche e proposte. Coinvolgere i giovani Il nostro impegno è sostenere l associazionismo ed in particolare le società sportive, le Pro Loco, trovando spazi e strutture aperte o chiuse idonee per le loro attività (va individuato il modo migliore per il recupero di uno spazio polivalente nella struttura ex-enel), offrire occasioni di svago, dibattito e confronto (concerti, iniziative culturali ed interetniche anche tramite la collaborazione della biblioteca intercomunale). Massima attenzione al fenomeno dell uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche, per evitare dei veri e propri drammi familiari e sociali (le stragi del sabato sera). Valorizzare il ruolo degli anziani dentro la comunità Utilizzando il loro sapere e la memoria della storia locale (iniziative con la scuola e la biblioteca); favorendo e incentivando attività in cui si possono sentire protagonisti e soggetti attivi (circoli anziani e pensionati, telefono d argento, incentivi per i piccoli lavori manuali); La vivibilità Il Comune deve farsi parte attiva nell affrontare i problemi dell inquinamento: mantenendo un approccio globale al problema dei rifiuti, incentivando ulteriormente la raccolta differenziata;

6 ricercando soluzioni che tolgano il traffico di passaggio dai centri. Vanno poi individuate soluzioni più congrue per i parcheggi in tutte le frazioni nel rispetto della compatibilità ambientale (non si possono occupare i centri storici, ma neppure i parcheggi devono essere troppo lontani dai centri di servizio); incentivando le soluzioni di riscaldamento con energia alternativa (solare, eolica, legno, fotovoltaica, ecc.); monitorando periodicamente i valori dell inquinamento elettromagnetico ed acustico anche con apposita convenzione con l Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari; valorizzare o trovare spazi fisici (piazze) in ogni frazione, e a Vezzano curare l arredo urbano che non è solo immagine esteriore ma che denota il senso, il sentire delle persone che ci vivono. Inoltre è necessario recuperare aree verdi in centro, anche con accordi con soggetti privati, che permettano alle persone di incontrarsi, passeggiare, riposare. Scuola e cultura La cura e la difesa della propria identità sono per noi strumento per capire meglio gli altri, quelli che sono diversi da noi, che sono portatori d altre importanti culture e tradizioni. Anche per questo il nostro slogan elettorale (il motto) è stato scritto in lingua araba, tedesca, inglese, francese, moldavo, albanese e serbo-croato, quale segnale di massima attenzione alle culture e lingue straniere e di quanti vi abitano nel comune di Vezzano. Vezzano deve diventare un Comune che educa alla mondialità e alla pace, che sostiene iniziative concrete di solidarietà, attraverso dei gemellaggi con realtà povere e incentivando e promuovendo con altri soggetti (esempio Casa della Pace di Trento) iniziative di sensibilizzazione e formazione nelle scuole e sul territorio. Per la scuola elementare va curato l aspetto di supporto logistico, verificando la possibilità dell assegnazione permanente di un bidello e l istituzione del nonno vigile. Il Comune amico dei cittadini A tal fine si prevede la creazione di un centro di servizi per il cliente cittadino e uno sportello URP (Ufficio Rapporti con il Pubblico) oltre al decentramento delle sedute consiliari che possono aver luogo, di tanto in tanto, nelle varie frazioni, al fine di consentire la partecipazione e l ascolto degli abitanti. A questo proposito sarà d aiuto ridefinire il ruolo e le funzioni dei rappresentanti di frazione per favorire il coinvolgimento degli abitanti, ma anche per dare efficienza ed efficacia alle decisioni

7 consiliari. Per garantire adeguatamente l efficacia delle politiche sarà necessario ridefinire gli assetti della Giunta comunale e le competenze dei diversi assessorati. Uno sforzo andrà poi fatto per garantire le norme di legge che prevedono la trasparenza degli atti al fine di agevolare la comprensione delle decisioni consiliari. Va ulteriormente sviluppato ed ampliato (da quadrimestrale a trimestrale) il periodico comunale Vezzano - Notizie dai 7 Paesi, perché diventi uno strumento d ulteriore partecipazione effettiva dei cittadini. Si deve altresì prevedere un potenziamento dei moderni sistemi informatici al servizio degli utenti e della collettività, attivandosi per garantire in tutto il territorio comunale linee telefoniche ad alta velocità (adsl- fibre ottiche). Per il servizio di Polizia Municipale l obiettivo è poter utilizzare effettivamente un vigile che non sia oberato da altri compiti amministrativi, dedicandosi all educazione, alla prevenzione e se necessario alla repressione di comportamenti pericolosi. Prevedere la creazione di un corpo di Polizia Municipale a dimensione sovracomunale. Le frazioni Dare pari dignità alle vari frazioni vuol dire affrontare prima di tutto i problemi delle stesse con un metodo di lavoro che preveda e garantisca parità di trattamento. Le priorità d intervento saranno decise insieme dal Consiglio Comunale, senza gerarchie precostituite. Alcuni interventi, in parte già trattati sopra, riguardano tutte le frazioni. Sinteticamente sono: il recupero dei centri storici, la cura dell arredo urbano, la valorizzazione e la sistemazione delle piazze come luogo d incontro; la realizzazione della viabilità e dei parcheggi; la revisione del servizio di trasporto pubblico fra le frazioni e Vezzano.

8 Elenchiamo nello specifico, per ogni frazione, i problemi che vorremmo affrontati nella prossima consiliatura. CIAGO FRAVEGGIO LON MARGONE RANZO marciapiede e pensilina per i mezzi pubblici - pavimentazione del centro storico - idoneo accesso viario per accedere alla parte superiore del paese ampliamento orario dell ambulatorio medico; ristrutturazione casa sociale - recupero storico ambientale del sentiero Scal e della strada interpoderale Fraveggio/Lon - sistemazione dell area attrezzata Piai e del vicino capitello votivo - realizzazione di un parco giochi; sistemazione della fontana recupero del sentiero Lon/monte Gazza rifacimento intonaco esterno della chiesa; arredo urbano - pensilina ed area per la manovra dei mezzi pubblici - spostamento della cabina elettrica creazione isola ecologica recinzione parapetti; completamento della circonvallazione (anello viario) - arredo urbano realizzazione di un centro sociale per le associazioni; S. MASSENZA realizzazione della passeggiata circumlacuale - valorizzazione dell opera umana rappresentata dalla centrale idroelettrica previa verifica con l ente proprietario della possibilità dell istituzione di un museo ristrutturazione della casa sociale; VEZZANO soluzione alla viabilità del bivio con l imbocco della Valle di Cavedine (con relativa idonea illuminazione) razionalizzazione del parcheggio e dell area ricreativa presso la scuola materna ed elementare realizzazione di un centro sociale per le associazioni creazione di un polo della protezione civile per VVF e CRI.

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 Linee guida, criteri e principi ispiratori della lista N. 2 per le elezioni amministrative 25.05.2014 SOMMARIO: PREMESSA LINEE PROGRAMMATICHE CONCLUSIONI PREMESSA

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd)

Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di Galzignano Terme (Prov. Pd) Votazioni del giorno 26 e 27 maggio

Dettagli

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009 Secondo noi amministrare una città vuol dire: PENSARE AI BISOGNI DI TUTTI AGIRE IN MODO TRASPARENTE INTRECCIARE RAGIONAMENTI DIVERSI IN UNA SINTESI COMUNE PORSI OBIETTIVI DI BENESSERE SOCIALE LAVORARE

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

BASE PROGRAMMATICA DELLA COALIZIONE PER IL RINNOVAMENTO DEL COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI 2015-2020

BASE PROGRAMMATICA DELLA COALIZIONE PER IL RINNOVAMENTO DEL COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI 2015-2020 ELEZIONI COMUNALI DI CIVIDALE DEL FRIULI DOMENICA 31 MAGGIO 2015 Candidato Sindaco: MASSIMO MARTINA Liste a sostegno: Partito Democratico Cittadini per Massimo Martina Sindaco Alternativa Libera Cividale

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

Lista GALLICANO CONCRETA E SOLIDALE

Lista GALLICANO CONCRETA E SOLIDALE ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6 E 7 GIUGNO 2009 PROGRAMMA ELETTORALE Lista GALLICANO CONCRETA E SOLIDALE Meglio conoscere un poco di tutto che tutto di una sola cosa. L universale è sempre migliore. Pascal

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

Totale programma 1 - servizi generali 813.500,00 220.500,00 220.500,00

Totale programma 1 - servizi generali 813.500,00 220.500,00 220.500,00 PROGRAMMA DI INVESTIMENTO 2008-2010 Intervento Cap. descrizione 2008 2009 2010 Programma 1: Servizi generali 2010501 7260 Manutenzione straordinaria immobili di proprietà comunale 40.000,00 40.000,00 40.000,00

Dettagli

- la difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale;

- la difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale; PER UN VERO CAMBIAMENTO Anche a Campi i veri valori non sono in vendita Un programma elettorale non può nascere soltanto da una pragmatica e attenta disamina della realtà sociale ed economica: ciò consente

Dettagli

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi Gruppo di lavoro territorio I questionari conoscitivi Aprile 2010 Presentazione Questionario sul "Puc Partecipato" a cura di Alessia Fracchia e Valentina Rivera In previsione della redazione del nuovo

Dettagli

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C MISURA 312 I BANDI Sostegno allo sviluppo di attività economiche Le opportunità disponibili da Lunedì 11 Ottobre 1 Beneficiari: : Microimprese (Partita iva e Registro Imprese Camera Commercio) Obiettivi:

Dettagli

il Comune in comune Carlo Nannetti Programma elettorale di Lastra a Signa un cittadino sindaco Elezioni Amministrative 6-7 giugno 2009

il Comune in comune Carlo Nannetti Programma elettorale di Lastra a Signa un cittadino sindaco Elezioni Amministrative 6-7 giugno 2009 significa governare con i cittadini. La partecipazione democratica è un valore da estendere, perché: il Comune in comune Lastra a Signa Elezioni Amministrative 6-7 giugno 2009 Programma elettorale di Carlo

Dettagli

Cosa faremo. Programma legislatura 2010-2015 TURISMO

Cosa faremo. Programma legislatura 2010-2015 TURISMO Cosa faremo Programma legislatura 2010-2015 TURISMO INFRASTRUTTURE Utilizzo e valorizzazione delle infrastrutture già in opera, studio di fattibilità per adeguamento e abbattimento delle barriere architettoniche

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA ARCHITETTURA DELLA MACROSTRUTTURA. Sindaco e Giunta Comunale

STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA ARCHITETTURA DELLA MACROSTRUTTURA. Sindaco e Giunta Comunale STRUTTURA ORGANIZZATIVA DEL COMUNE DI CIVITAVECCHIA ARCHITETTURA DELLA MACROSTRUTTURA Staff del Sindaco Sindaco e Giunta Comunale Polizia Locale Segreteria Generale OIV Gabinetto del Sindaco Servizi Finanziari

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016 Programma elettorale della lista civica Insieme per Bottanuco e Cerro

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016 Programma elettorale della lista civica Insieme per Bottanuco e Cerro ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2016 Programma elettorale della lista civica Insieme per Bottanuco e Cerro SICUREZZA Il senso di sicurezza e di tranquillità che ogni persona ricerca quotidianamente è una condizione

Dettagli

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O

C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O C o m u n e d i C o s t a d e N o b i l i P r o v i n c i a d i P a v i a P I A N O D I G O V E R N O D E L T E R R I T O R I O Q U E S T I O N A R I O C O N O S C I T I V O P A R T E C I P A Z I O N E

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE

LINEE PROGRAMMATICHE LINEE PROGRAMMATICHE SVILUPPO E LAVORO VALORIZZAZIONE AMBIENTE E TURISMO LAVORI PUBBLICI ED URBANISTICA SERVIZI SOCIALI E SANITARI ISTRUZIONE CULTURA E TEMPO LIBERO SERVIZI VARI SVILUPPO E LAVORO Agricoltura,

Dettagli

SPESE DI MANUTENZIONE E SERVIZI DEL PATRIMONIO COMUNALE FINANZIATE CON ONERI DI URBANIZZAZIONE

SPESE DI MANUTENZIONE E SERVIZI DEL PATRIMONIO COMUNALE FINANZIATE CON ONERI DI URBANIZZAZIONE SPESE DI MANUTENZIONE E SERVIZI DEL PATRIMONIO COMUNALE FINANZIATE DI URBANIZZAZIONE RIPARTIZIONE PER SETTORE SPESE MANUTENZIONE E SERVIZI FINANZIATE E NON ANNO 2010 CAPITOLO FINANZIATE GESTIONE GENERALE

Dettagli

Comune di Valentano Provincia (VT) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Categoria

Comune di Valentano Provincia (VT) Scheda riepilogativa dei Lavori Pubblici per Categoria per Categoria Altra edilizia pubblica 5 - Completamento museo 420.000,00 0,00 0,00 8 - Museo, messa a norma e antincendio 0,00 103.550,00 0,00 22 - Museo, riscaldamento 0,00 0,00 60.000,00 37 - Ristrutturazione

Dettagli

Comune di Serrenti. Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu

Comune di Serrenti. Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu Comune di Serrenti Provincia del Medio Campidano Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu Azioni e progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo 2010-2015 Serrenti, giugno

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO

PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI NIBIONNO Valutazione Ambientale Strategica del Piano di Governo del Territorio - 28 luglio 2010 - La VAS nel processo di pianificazione Accompagna il processo della formazione

Dettagli

Punti programmatici della Lista Civica per Brivio Progetto Civico

Punti programmatici della Lista Civica per Brivio Progetto Civico Punti programmatici della Lista Civica per Brivio Progetto Civico Ambiente e territorio Tutela del paesaggio e delle caratteristiche del territorio: ferma opposizione ai processi speculativi di escavazione,

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE MORICONE 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE MORICONE 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA C SI IN E M IA RE ELETTORALE N I EP M ER RICO MORICONE 25 MAGGIO 2014 URBANISTICA E RIQUALIFICAZIONE CENTRO ABITATO Vogliamo FAVORIRE L'EDIFICABILITÀ, snellendo le procedure attuative al fine

Dettagli

LISTA N. 3 "SI PUO' FARE DI PIU'" candidato alla carica di Sindaco BERTI GIANPIERO. candidati alla carica di Consiglieri Comunali

LISTA N. 3 SI PUO' FARE DI PIU' candidato alla carica di Sindaco BERTI GIANPIERO. candidati alla carica di Consiglieri Comunali LISTA N. 3 "SI PUO' FARE DI PIU'" candidato alla carica di Sindaco BERTI GIANPIERO candidati alla carica di Consiglieri Comunali LOMBARDI GIULIANO CRESPIANI ROMANO FRANCINI GIUSEPPE MICHELI FRANCESCO MOSTI

Dettagli

LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012. per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012. per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012 per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale Candidato Sindaco EZIO MONDINI PROGRAMMA DARFO BOARIO TERME NELLA VALLECAMONICA

Dettagli

COMUNE DI SALTARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PIANO COMUNALE DI PROGRAMMAZIONE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI

COMUNE DI SALTARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PIANO COMUNALE DI PROGRAMMAZIONE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI Allegato A COMUNE DI SALTARA PROVINCIA DI PESARO E URBINO PIANO COMUNALE DI PROGRAMMAZIONE PER IL RILASCIO DELLE AUTORIZZAZIONI DEGLI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE = = = = = = = = = =

Dettagli

Con noi per la città Area Civica Merlino Sindaco di Valenza

Con noi per la città Area Civica Merlino Sindaco di Valenza COMUNE DI VALENZA ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO E RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL 31-05-2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DELLA LISTA N. 1: Con noi per la città Area Civica Merlino Sindaco di Valenza Cerchio

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015 COMUNE DI CLOZ PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA L ALTERNATIVA C E COMUNE DI CLOZ - ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2015 1 CANDIDATO SINDACO NATALE FLORETTA

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE Agenzia Regionale Parchi Fabio Brini PIT aree protette Condizioni e opportunità per la

Dettagli

ALLEANZA DI CENTROSINISTRA DI MONSUMMANO TERME

ALLEANZA DI CENTROSINISTRA DI MONSUMMANO TERME ALLEANZA DI CENTROSINISTRA DI MONSUMMANO TERME PARTITO DEMOCRATICO ITALIA DEI VALORI INSIEME PER MONSUMMANO LISTA CIVICA CITTADINI PER MONSUMMANO - SOCIALISTI LA SINISTRA PER MONSUMMANO TERME LA SINISTRA

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE. Finalità del Programma

PROGRAMMA ELETTORALE. Finalità del Programma PROGRAMMA ELETTORALE Reg. Pubbl. N- Finalità del Programma Ai JH1ÌL2U. II presente programma, come preannunciato in occasione della presentazione dei candidati e della lista, è il frutto dell'integrazione

Dettagli

Rapporto Finale Schede questionario per il Documento di Orientamento Strategico

Rapporto Finale Schede questionario per il Documento di Orientamento Strategico CITTÀ DI TORRE DEL GRECO (Provincia di Napoli) 4 a area - AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE UFFICIO TEAM PROGETTO DIRIGENTE DEL SETTORE Ing. Giovanni Salerno Documento elaborato da: Arch. Michele Sannino

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità

Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità Cara amica bergamasca, caro amico bergamasco, sono Franco Tentorio, Sindaco di Bergamo. Ho deciso di ricandidarmi alla guida della coalizione che comprende Forza

Dettagli

Progetto Civico PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2015. Palombara, Maggio 2015 [Selezionare la data]

Progetto Civico PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2015. Palombara, Maggio 2015 [Selezionare la data] Progetto Civico PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2015 Palombara, Maggio 2015 [Selezionare la data] URBANISTICA Progetto civico si propone di realizzare i seguenti obiettivi per l area urbanistica :

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

Programma Elettorale

Programma Elettorale ELEZIONI COMUNALI 2014 CASTRI DI LECCE Programma Elettorale Perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell'esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell'amicizia, perché

Dettagli

QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO

QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO Piano Strutturale VERNIO Dicembre 2008 QCD b INDAGINE SULLA PERCEZIONE DELTERRITORIO Andrea Valzania La partecipazione dei cittadini: percezione del territorio e aspettative per il futuro Conoscere il

Dettagli

GAL Patavino verso il nuovo PSL INSTANT REPORT

GAL Patavino verso il nuovo PSL INSTANT REPORT GAL Patavino verso il nuovo PSL Incontri con gli amministratori Este, 29 ottobre 2015 Comuni Area Colli Euganei INSTANT REPORT L incontro con gli amministratori dei Comuni dell Area dei Colli Euganei è

Dettagli

IL BILANCIO DI MANDATO

IL BILANCIO DI MANDATO IL BILANCIO DI MANDATO 19 20 3. LINEE GUIDA PRINCIPALI DEL PROGRAMMA DI MANDATO Il mandato 2004-2009, si è aperto nel segno della continuità per la realizzazione di opere importanti che erano state individuate

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Programma amministrativo TRASPARENZA & SERVIZIO

Programma amministrativo TRASPARENZA & SERVIZIO Programma amministrativo 2012 2017 TRASPARENZA & SERVIZIO 1 INDICE 1. Premessa 2. La struttura dell Amministrazione Comunale 3. La cura del territorio: pianificazione, ambiente, sviluppo 4. Il sociale:

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H Comune di Padova REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE E PER LE TRASMISSIONI IN STANDARD DVB-H Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843

Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843 COMUNE DI BRESCIA REGOLAMENTO PER L'INSTALLAZIONE E L ESERCIZIO DEGLI IMPIANTI PER LA TELEFONIA MOBILE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale in data 13.10.2006 n.208/36843 INDICE CAPO I -

Dettagli

ELEZIONI AMMINISTRATIVE DH 15/16 MAGGIO DI SANTA MARINA. CANDIDATA A SiNDACO LISTA /ILA STELLA"

ELEZIONI AMMINISTRATIVE DH 15/16 MAGGIO DI SANTA MARINA. CANDIDATA A SiNDACO LISTA /ILA STELLA ELEZIONI AMMINISTRATIVE DH 15/16 MAGGIO 2011 COMUNE DI SANTA MARINA CANDIDATA A SiNDACO ALESSANDRA GIUDICE LISTA /ILA STELLA" PROGRAMMA ELETIORALE POLITICA DEL TERRITORIO TUTELA E VALORIZZAZIONE DELL'AMBIENTE

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 TERRITORIO Potenziamento delle strutture sul territorio : Realizzazione di progetti ex novo e di ristrutturazione affiancati da richieste di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE IN CONTO CAPITALE

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE SPESE IN CONTO CAPITALE Funzione 03 04 05 06 FUNZIONI GENERALI DI AMM.NE, DI GESTIONE E CONTROLLO ORGANI ISTITUZIONALI, PARTECIPAZIONE E DECENTRAMENTO SEGRETERIA GENERALE, PERSONALE E ORGANIZZAZIONE GESTIONE ECONOMICA, FINANZIARIA,

Dettagli

D Come rispettare l ambiente Territorio e Ambiente

D Come rispettare l ambiente Territorio e Ambiente D Come rispettare l ambiente Territorio e Ambiente 1. L energia - L ambiente - L inquinamento ridurre i fabbisogni di risorse energetiche del Comune ed incentivare le stesse azioni anche ai cittadini tutelare

Dettagli

Candidato a Sindaco: Bonavetti Severino Fausto

Candidato a Sindaco: Bonavetti Severino Fausto ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6 E 7 GIUGNO 2009 RINNOVO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI VEZZA D OGLIO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO Candidato a Sindaco: Bonavetti Severino Fausto PERCHE CI RICANDIDIAMO Dopo 5 anni di impegno,

Dettagli

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6/7 MAGGIO 2012. Candidato a Sindaco Avv. Tommaso Conti

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6/7 MAGGIO 2012. Candidato a Sindaco Avv. Tommaso Conti PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 6/7 MAGGIO 2012 Candidato a Sindaco Avv. Tommaso Conti PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2012 1. Un progetto per lo sviluppo di Cori e Giulianello Vogliamo puntare ad un

Dettagli

Sintesi del world café

Sintesi del world café Che cosa vogliono gli Aquilani? Parliamone! Invito a una discussione sul futuro dell Aquila (world café) 6 luglio 2012, Scuola Dante Alighieri, L Aquila Contesto Sintesi del world café Lo studio OCSE-Università

Dettagli

Programma elettorale della Lista

Programma elettorale della Lista Programma elettorale della Lista "L.eonessa Futur a 2014" Questo programma non ha Ia pretesa di esaurire tutte le esigenze di Leonessa, del suo territorio e della sua popolazione. Alcune cose mancheranno

Dettagli

LISTA CIVICA per Monfumo Programma Amministrativo:

LISTA CIVICA per Monfumo Programma Amministrativo: LISTA CIVICA per Monfumo Programma Amministrativo: L ESPERIENZA DI 15 ANNI DI AMMINISTRAZIONE AL SERVIZIO DEL NOSTRO PAESE: SERIETA, CONCRETEZZA E IMPEGNO PER PORTARE AVANTI UN PROGRAMMA CHE GUARDI AL

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA SCARPERIA E SAN PIERO

PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA SCARPERIA E SAN PIERO PROGRAMMA ELETTORALE del CENTRO SINISTRA COMUNE di SCARPERIA E SAN PIERO La fusione tra i comuni di Scarperia e San Piero a Sieve, conclusasi il 31/12/2013 con lo scioglimento dei rispettivi Consigli Comunale,

Dettagli

Un Cuore nuovo per Velletri

Un Cuore nuovo per Velletri Un Cuore nuovo per Velletri Programma Politico per la Città di Velletri Solitamente nei programmi elettorali si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte per cercare di accattivarsi

Dettagli

UMILTÀ E SPIRITO DI SERVIZIO

UMILTÀ E SPIRITO DI SERVIZIO IL NOSTRO STILE Prima del cosa c è il come : lo stile ed il metodo sono essenziali per capire la persona, per capire il modus operandi della squadra di governo. OSARE Buttiamo il cuore oltre l ostacolo,

Dettagli

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI

PROVINCIA DI RAVENNA: I COSTI DELLA POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E COMUNI PROVINCIA DI RAVENNA: I POLITICA E LA SPESA DI PROVINCIA E PREMESSA Il tema dei costi della politica e della qualità della spesa pubblica assume una importanza strategica, in momento come quello attuale

Dettagli

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2

Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Toscana Turistica Sostenibile & Competitiva - Fase 2 Applicazione del Modello di Gestione sostenibile della Destinazione turistica Area di verifica AUTOVALUTAZIONE Elenco Domande per area tematica NECSTOUR

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI PER L'ANNO 2013-2015 - 3^ variazione al bilancio - assestamento

PIANO DEGLI INTERVENTI PER L'ANNO 2013-2015 - 3^ variazione al bilancio - assestamento PIANO DEGLI INTERVENTI PER L'ANNO 2013-2015 - 3^ variazione al bilancio - assestamento INVESTIMENTO OGGETTO ANNO 2013 RISORSA ENTRATA CAPITOLO ENTRATA DESCRIZIONE IMPORTO FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche. diegomosna.it

Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche. diegomosna.it Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche diegomosna.it Civiche per il Trentino Principi e linee programmatiche segreteria@diegomosna.it facebook.com/diegomosna.it @diegomosna 3 La coalizione

Dettagli

LIBRO BIANCO PALESE PROGETTIAMO IL FUTURO & PROGRAMMIAMO IL PRESENTE

LIBRO BIANCO PALESE PROGETTIAMO IL FUTURO & PROGRAMMIAMO IL PRESENTE INSIEME PER PALO Sede: 70027, Palo del Colle, Bari V.le Vittorio Veneto n. 20/3 Sito Web: http://www.insiemeperpalo.it/ mailto: insiemeperpalo@email.it Tel/fax: +39 080 627635 LIBRO BIANCO PALESE PROGETTIAMO

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA Annone Brianza Canzo Civate Eupilio Suello Valmadrera PER LA SALVAGUARDIA E LA VALORIZZAZIONE DEL MONTE CORNIZZOLO, MONTE RAI, CORNI DI CANZO E MOREGALLO Premesso che: con la firma

Dettagli

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005

Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 Città di Conegliano CONTO DEL BILANCIO 2005 I conti del cittadino: come sono stati spesi i soldi di tutti Ecco le cifre del conto del bilancio 2005 LE ENTRATE ACCERTATE NEL 2005 SONO STATE PARI AD 43.962.251,42

Dettagli

Bilancio Sociale 2004-2008

Bilancio Sociale 2004-2008 Bilancio Sociale 2004-2008 Ecologia ed Ambiente Rifiuti prodotti Andamento raccolta differenziata L acqua Agenda 21 Risorse sociali presenti sul territorio Ecologia ed Ambiente L attenzione rivolta dall

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA I componenti della lista non provengono da diverse forze politiche, ma sono persone che con esperienze diverse hanno deciso di mettersi, con impegno

Dettagli

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica

Comune di Budrio Provincia di Bologna. Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica Il bilancio di previsione 2011 Presentazione sintetica In Italia c èc un grande debito pubblico. Ma come è suddiviso? (fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri, 29 settembre 2010) Debito pubblico sul

Dettagli

Città di Grosseto Il Comune che vogliamo. 2011-2016 - Programma di governo

Città di Grosseto Il Comune che vogliamo. 2011-2016 - Programma di governo 2011-2016 - Programma di governo GROSSETO OGGI La città ha superato gli 80 mila abitanti e la popolazione cresce velocemente. Si diffondono caratteri metropolitani e con essi gli elementi problematici

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 Sintesi degli incontri di ascolto pubblici IV Incontro di ascolto in Zona 1 CAM Falcone e Borsellino - corso Garibaldi, 27 24 settembre 2015 All incontro hanno preso parte 34 persone, di cui 19 donne e

Dettagli

COMUNE DI FRANCAVILLA FONTANA

COMUNE DI FRANCAVILLA FONTANA COMUNE DI FRANCAVILLA FONTANA PROVINCIA DI BRINDISI BILANCIO COMPETENZA ANNO 2014 - RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE IN CONTO CAPITALE FUNZIONI GENERALI DI AMMINISTRAZIONE, DI GESTIONE Organi istituzionali,

Dettagli

Analisi degli investimenti settore 1 - amministrazione generale stanziamento impegni pagamenti % di realizzazione

Analisi degli investimenti settore 1 - amministrazione generale stanziamento impegni pagamenti % di realizzazione Analisi degli investimenti settore 1 - amministrazione generale Segreteria manutenzione straordinaria palazzo municipale 8.000,00 8.000,00 2.500,00 100% acquisto mobili,macchine,attrezzature ecc 13.000,00

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

CRITERI DI COERENZA DEL PATTO TERRITORIALE BALDO GARDA: 4 BANDO.

CRITERI DI COERENZA DEL PATTO TERRITORIALE BALDO GARDA: 4 BANDO. Allegato parte integrante Allegato A) Criteri di Coerenza CRITERI DI COERENZA DEL PATTO TERRITORIALE BALDO GARDA: 4 BANDO. In relazione alle finalità indicate nel Progetto Strategico di Sviluppo e nel

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

TRENTINOFAMIGLIA N. 7.16

TRENTINOFAMIGLIA N. 7.16 PROGRAMMA DI LAVORO 2015 marzo 2015 Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili PAT Piazza Venezia, 41 38122 Trento Tel. 0461 491675/4127 Fax 0461 494111 agenziafamiglia@provincia.tn.it

Dettagli

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0

Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Notizie dal Consiglio Comunale A cura del Gruppo Consiliare Uniti Per Burago Anno 0 Numero 0 Siamo qui... Ad un anno di distanza dalle elezioni comunali usciamo con questo nuova pubblicazione il cui obbiettivo

Dettagli

PER LA SICUREZZA TRA PREFETTURA DI GROSSETO E COMUNE DI GROSSETO

PER LA SICUREZZA TRA PREFETTURA DI GROSSETO E COMUNE DI GROSSETO PATTO PER LA SICUREZZA TRA PREFETTURA DI GROSSETO E COMUNE DI GROSSETO La Prefettura di Grosseto Ufficio Territoriale del Governo e l Amministrazione Comunale di Grosseto VISTE le direttive e le linee

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004

COMUNE DI SOLOFRA. Piano Urbanistico Comunale L.R. 16/2004 CONSULTAZIONI PER LA DEFINIZIONE CONDIVISA DEGLI OBIETTIVI E DELLE SCELTE STRATEGICHE DELLA PIANIFICAZIONE ( Legge 241/90, art. 5 L.R.16/04 e Regolamento di attuazione per il governo del territorio della

Dettagli

COMUNE DI STORO BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PIANO GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2011 2016

COMUNE DI STORO BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PIANO GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2011 2016 COMUNE DI STORO BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PIANO GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2011 2016 Allegato e parte integrante della relazione previsionale e programmatica approvata dal consiglio comunale con

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ESERCIZIO 2013 (Art. 151 comma 6 D.to Lgs. 267/2000) Premessa: L art.151 c.6 del D.to Lgs. 267/2000 prevede

Dettagli

SULLA STRADA PER LA SICUREZZA PROGETTO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. N. 9/2008

SULLA STRADA PER LA SICUREZZA PROGETTO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. N. 9/2008 Allegato Atto G.P. N.184 del 25/09/2008 SULLA STRADA PER LA SICUREZZA PROGETTO DELLA PROVINCIA DI PORDENONE IN ATTUAZIONE DELLA L.R. N. 9/2008 Il Programma d azione europeo per la sicurezza stradale mette

Dettagli

A cura di Dott.ssa Marta Bonetti (Università di Pisa) PIU Contrastare il disagio per costruire il futuro

A cura di Dott.ssa Marta Bonetti (Università di Pisa) PIU Contrastare il disagio per costruire il futuro PIU- Contrastare il disagio per costruire il futuro A cura di Dott.ssa Marta Bonetti (Università di Pisa) 1 PIU Contrastare il disagio per costruire il futuro Ob1- Presentazione del progetto preliminare

Dettagli

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE

Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE Allegato 2 FUNZIONI DELLA PROVINCIA FUNZIONI PROPRIE In base all art. 19 del TUEL approvato con D. Lgs. 267 del 18 agosto 2000 spettano alla provincia le funzioni amministrative di interesse provinciale

Dettagli

1. INTRODUZIONE... 2 2. OBIETTIVI E SCELTE DI PIANO...

1. INTRODUZIONE... 2 2. OBIETTIVI E SCELTE DI PIANO... RELAZIONE SINTETICA 1. INTRODUZIONE...2 2. OBIETTIVI E SCELTE DI PIANO...3 2.1 Il sistema della residenza e dei servizi...4 2.2 Il sistema della produzione...7 2.3 Il sistema della mobilità e delle infrastrutture...9

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

Programma amministrativo

Programma amministrativo Programma amministrativo AMBIENTE E SOSTENIBILITA Riduzione dei rifiuti: Redazione del Piano Comunale per la Riduzione della Produzione dei Rifiuti. Il Piano è uno strumento necessario per individuare

Dettagli

COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432

COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432 COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432 SCHEDA RILEVAMENTO PROGETTO (in attuazione della Legge regionale del 20 gennaio 2004 n. 2 Legge

Dettagli

CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA

CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA CAPISTRELLO AMMINISTRATIVE 2015 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE CANDIDATO SINDACO ANGELO BISEGNA Sommario PREMESSA... 3 1. GIOVANI... 3 2. TERRITORIO E DECORO URBANO... 3 3. TRASPERENZA E PARTECIPAZIONE

Dettagli

Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario

Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario Un Comune dovrebbe lavorare come un orchestra, non somigliare ad un fortino in difesa. Tema per un progetto di qualità. Sommario Il cittadino posto al centro di tutte le attività amministrative. o Coordinare

Dettagli

Manifesto per l investimento sostenibile: Investire in un futuro sostenibile

Manifesto per l investimento sostenibile: Investire in un futuro sostenibile BEE (Ufficio europeo per l Ambiente) Piattaforma Sociale Manifesto per l investimento sostenibile: Investire in un futuro sostenibile L Unione Europea e i suoi Stati membri si sono più volte impegnati

Dettagli