La reumatologia oggi tra disabilità e remissione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La reumatologia oggi tra disabilità e remissione"

Transcript

1 La reumatologia oggi tra disabilità e remissione Prof. Raffaele Scarpa C A T T E D R A D I R E U M A T O L O G I A C E N T R O D I R I F E R I M E N T O R E G I O N A L E P E R L A T E R A P I A B I O L O G I C A D E L L A R T R I T E R E U M A T O I D E E D E L L E S P O N D I L O A R T R I T I U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I N A P O L I F E D E R I C O II

2 Disabilità e Remissione Remissione Disabilità

3 Disabilità e Remissione Remissione Disabilità

4 Disabilità e Remissione Remissione Disabilità

5

6

7

8

9

10 ARTRITE REUMATOIDE

11 Definizione Patologia autoimmune,cronica, sistemica, Caratterizzata da: Infiammazione delle membrane sinoviali Poliartrite simmetrica Danno alla cartilagine, osso e tessuti adiacenti (nel 70% dei pazienti presenza radiologica di distruzione articolare entro 2 anni) Manifestazioni extrarticolari

12 Patogenesi L nfiammazione delle sinovie è la risposta ad un attacco autoimmune (mediato da macrofagi e lifociti T e B) In modo acuto, porta a tumefazione, dolore, ecc. Cronicamente, porta a proliferazione della membrana sinoviale Mediatori infiammatori distruggono la cartilagine, (per es. le metalloproteasi), e mantengono l autoimmunità L erosione ossea è causata da una risposta immunitaria ed è mediata da citochine. L osteoartrite secondaria distrugge ulteriormente le articolazioni danneggiate

13 Fasi evolutive Articolazione del ginocchio normale Artrite reumatoide precoce Neutrofili Osso Cartilagine Capsula Membrana Sinoviale iperplastica Angiogenesi Sinoviociti ipertrofici Linfociti T Linfociti B Artrite reumatoide Neutrofili Plasmacellule Villi sinoviali Membrana sinoviale Sinoviociti Estesa angiogenesi Erosione ossea Panno Choy EHS, Panayi GS. N Engl J Med. 2001;344: Copyright 2001 Massachusetts Medical Society.

14 Severità (unità arbitrarie) Progressione tra clinica e danno strutturale AR precoce Intermedia Tardiva Infiammazione Disabilità Radiografie Adattatato da Kirwan. J Rheumatol. 1999;26: Durata della malattia (anni)

15 Decorso clinico Inizio dei sintomi subdolo ed insidioso, da settimane a mesi Decorso clinico imprevedibile: nei 2/3 la malattia è distruttiva e disabilitante nel 20% il decorso è lieve e intermittente il 10% può raggiungere una remissione completa Il 90% delle articolazioni danneggiate viene interessato nel primo anno

16 George A Karpouzas MD et al. Arthritis Care Res (Hoboken) Apr 5. [Epub ahead of print] Correlates and predictors of disability in vulnerable United States Hispanics with rheumatoid arthritis In cross-sectional analysis, self-reported pain had the strongest relationship with disability; however, factors such as irreversible articular damage, depression and disease activity were more important in predicting future disability. Most of these factors are amenable to targeted interventions and should be addressed in an effort to improve functional outcomes.

17 Manifestazioni cliniche Articolari Poliartrite, spesso simmetrica Dolore e tumefazione articolare Limitazione dei movimenti Disallineamento delle articolazioni Dolore, spesso a riposo Extrarticolari Noduli reumatoidi Vasculite Pneumopatia Oculopatia (cheratocongiuntivite secca) Cardite/pericardite Sistemici Febbre, perdita di peso, fatigue, anemia Rigidità mattutina praticamente sempre presente

18 Danno strutturale = Erosione + Restringimento dello spazio articolare Progressione radiologica con una terapia non adeguata Punteggio di Sharp Punteggio riduzione spazio articol. Progressione danno strutturale Punteggio di erosione Durata della malattia (anni) Wolfe F, Sharp J. Arthritis Rheum. 1998;41(9):

19 Caratteristiche radiologiche: stadio iniziale Stadio iniziale/intermedio Tumefazione tessuti molli Lieve osteoporosi juxta-articolare Restringimento dello spazio articolare Erosioni ossee

20 Caratteristiche radiologiche: stadio tardivo Stadio tardivo Erosioni diffuse Deformazioni anatomiche Anchilosi

21 Artrite reumatoide - Outcome Comorbidità Disabilità funzionale Attività malattia Età Durata malattia Danno radiologico Segni e sintomi

22 Valutazione dell attività di malattia e dell outcome Segni e sintomi ACR20/50/70 Indice di attività di malattia (DAS) / DAS 28 SDAI Disabilità funzionale e QoL Stanford Health Assessment Questionnaire (HAQ) Short Form-36 Health Survey (SF-36) Progressione radiologica e danno strutturale Punteggio di Sharp/Punteggio di Sharp modificato ACR Ad Hoc Committee on Clinical Guidelines. Arthritis Rheum. 1996;39: Grassi W et al. Eur J Radiol. 1998;27(suppl 1):S18-S24. van Riel PLCM, van Gestel AM. Ann Rheum Dis. 2000;59(suppl 1): Smolen JS, Breedveld FC, Emery P, et al. Rheumatology. 2003;42:

23 Valutazione attività di malattia: Indici compositi DAS (Disease Activity Score) DAS 28 SDAI (Simplified Disease Activity Index) CDAI (Clinical Disease Activity Index)

24 Indici compositi di attività nell artrite reumatoide PARAMETRI DAS DAS 28 SDAI CDAI Articolazioni Tumefatte Conta articolare 44 sedi (TUM44) Range 0-44 Conta articolare 28 sedi (TUM28) Range 0-28 Conta articolare 28 sedi (TUM28) Range 0-28 Articolazioni dolenti Indici aspecifici di flogosi Stato globale di salute (paziente) Attività globale di malattia (medico) Attività globale di malattia (paziente) Indice Totale Conta articolare 28 sedi (TUM28) Range 0-28 Indice di Ritche (RAI) Range 0-78 Conta articolare 28 sedi (DOL28) Range 0-28 Conta articolare 28 sedi (DOL28) Range 0-28 VES mm/1^h VES mm/1^h PCR mg/dl -- Global Health Status (GH) Range Global Health Status (GH) Range Necessario un calcolatore range 0,23-9,87 Necessario un calcolatore range 0,49-9,87 Conta articolare 28 sedi (DOL28) Range Patient Global Assesment (PGA) Range 0-10 Evaluator Global Assesment (EGA) Range 0-10 calcolo immediato Range 0,1-86 Patient Global Assesment (PGA) Range 0-10 Evaluator Global Assesment (EGA) Range 0-10 calcolo immediato Range 0,1-76 Algoritmi di calcolo DAS = 0,54*V(RAI)+0,065*(TUM44)+0,33*Ln(VES)+0,0072*GH DAS28 = (0,56*V(DOL28)+0,28*V(TUM28)+0,70*Ln(VES)+0,014*GH SDAI = TUM28+DOL28+PGA+EGA+PCR CDAI = TUM28+DOL28+PGA+EGA

25 Indice di attività di malattia: DAS28 DAS28 = Punteggio DAS28 Attività di malattia 0.56 x (Numero articolazioni dolenti 28) x (Numero articolazioni tumefatte 28) x Ln (VES) x Stato di salute generale* 5,1 3,2 2,6 Severa Moderata Lieve Remissione * Basato su una VAS da 100 mm Prevoo MLL et al. Arthritis Rheum. 1995;38:44-48.

26 Indice semplificato di attività di malattia: SDAI SDAI = SDAI Attività malattia Numero articolazioni dolenti (0-28) + Numero articolazioni tumefatte (0-28) + Valutazione globale del paziente* (0-10 cm) + Valutazione globale del medico* (0-10 cm) + PCR (mg/dl) Miglioramento: Maggiore: > 20 punti Minore: punti Nessuno: < 10 punti *Valutazione dell attività di malattia, mediante VAS Severa Moderata Lieve Remissione Smolen JS, Breedveld FC, Emery P, et al. Rheumatology. 2003;42:

27 Valutazione dell attività di malattia e dell outcome Segni e sintomi ACR20/50/70 Indice di attività di malattia (DAS) / DAS 28 SDAI Disabilità funzionale e QoL Stanford Health Assessment Questionnaire (HAQ) Short Form-36 Health Survey (SF-36) Progressione radiologica e danno strutturale Punteggio di Sharp/Punteggio di Sharp modificato ACR Ad Hoc Committee on Clinical Guidelines. Arthritis Rheum. 1996;39: Grassi W et al. Eur J Radiol. 1998;27(suppl 1):S18-S24. van Riel PLCM, van Gestel AM. Ann Rheum Dis. 2000;59(suppl 1): Smolen JS, Breedveld FC, Emery P, et al. Rheumatology. 2003;42:

28 Health Assessment Questionnaire 8 item 20 domande Il punteggio di ogni domanda varia da 0 a 3 0 = senza difficoltà, 1 = con qualche difficoltà, 2 = con molta difficoltà o con assistenza, 3 = incapacità Punteggio 2 agli item che richiedono l impiego di dispositivi e/o l aiuto di un altra persona Il punteggio HAQ è la media del punteggio peggiore relativo a ciascuno degli 8 item Il punteggio totale è compreso tra 0 e 3 MCID = 0,22 Buchbinder R et al. Arthritis Rheum. 1995;38: Sullivan FM et al. Ann Rheum Dis. 1987;46:

29 Item dell Health Assessment Questionnaire Vestirvi e lavarvi Vestirvi, incluso allacciarvi/slacciarvi bottoni e stringhe delle scarpe? Lavarvi i capelli? Alzarvi Alzarvi da una sedia senza braccioli? Entrare ed uscire dal letto? Mangiare Tagliare la carne? Portare alla bocca una tazza o un bicchiere pieni? Aprire un nuovo contenitore del latte? Camminare Camminare fuori casa su un terreno piano? Salire 5 gradini? Provvere all igiene personale Lavare e asciugare ogni parte del corpo? Fare un bagno nella vasca? Sedervi e alzarvi dal water? Prendere Prendere e tirare giù un oggetto da 1 chilo (per es. scatola di zucchero)? Piegarvi a raccogliere un indumento dal pavimento? Aprire Aprire la portiera di un automobile? Aprire un barattolo già aperto? Aprire e chiudere i rubinetti? Attività varie Andare a fare la spesa? Entrare e uscire da un automobile? Fare lavoretti domestici come passare l aspirapolvere?

30 Short Form-36 Health Survey (SF-36) Misura generica validata e molto utilizzata della HRQoL* Otto domini Punteggio Aggiustato per età e sesso Due componenti globali Componente fisica: PCS Misura quanto la riduzione della funzione fisica influisce sulle attività quotidiane Effetto dell alterazione fisica/disabiità sulla HRQoL Componente mentale: MCS Impatto dell effetto mentale Sintomi legati al dolore sulla HRQoL Punteggio basato su norme (media: 50; SD: 10) Qualità di vita correlata alla salute Ware JE Jr, Sherbourne CD. Med Care. 1992;30:

31 SF-36 Modello a due componenti Componente fisica Funzione fisica Ruolo fisico Dolore fisico Salute generale Vitalità Funzione sociale Ruolo emozionale Salute mentale Componente mentale Ware JE Jr, Sherbourne CD. Med Care. 1992;30:

32 Valutazione funzionale della terapia nelle patologie croniche (FACIT) Il FACIT-Fatigue (FACIT-F) è una sottoscala specifica per la valutazione della fatigue Sono considerate clinicamente significative variazioni di punteggio 4 Comprende 4 principali domini relativi al benessere Fisico Sociale/familiare Emozionale Funzionale Automisurazione della qualità di vita da parte di pazienti con malattie croniche quali l AR, le neoplasie e l anemia Cella DF et al. J Clin Oncol. 1993;11: Cella D et al. Cancer. 2002;94: Yellen SB et al. J Pain Symptom Manage. 1997;13: Drabinski A et al. Value in Health. 2001;4:72.

33 NUOVE TERAPIE E REMISSIONE

34 Remissione La remissione, definita come assenza di patologia in atto, è l obiettivo principale di ogni terapia antireumatica, tradizionale e biotecnologica. (Linee Guida ACR 2012 / EULAR 2010) La disponibilità di farmaci efficaci sui sintomi e sulla progressione della malattia ha consentito di poter aumentare le chance per i pazienti di raggiungere la remissione.

35

36 MDA and DAS-28 <2.6 are reachable treatment targets in RA with anti-tnf, although residual disease activity might still be present. In turn, ACR/EULAR remission criteria leave little residual disease activity, but might be too stringent for use in daily clinical practice due to the strict cut-point in the patient-reported outcome.

37 The purpose of our analysis was to compare the high percentage of patients achieving DAS28 remission (47.6%) while receiving tocilizumab (TCZ) with the more stringent 2011 ACR/EULAR criteria.

38

39 Published online before print April 15, 2012, doi: /jrheum Remission is achievable in ERA but its frequency differs according to the remission definition applied. Adoption of the new ACR/EULAR definition will limit the number classified as in remission, especially if the PtGA criteria are rated high for reasons other than inflammatory arthritis.

40 For assessing remission, DAS28-CRP provides the most appropriate criterion of the methods compared when the currently used cut-off value of 2.6 is lowered to a new value of 1.72.

41 Indice di attività di malattia: DAS28 DAS28 = Punteggio DAS28 Attività di malattia 0.56 x (Numero articolazioni dolenti 28) x (Numero articolazioni tumefatte 28) x Ln (VES) x Stato di salute generale* 5,1 3,2 2,6 Severa Moderata Lieve 1,72 Remissione * Basato su una VAS da 100 mm Mod da Prevoo MLL et al. Arthritis Rheum. 1995;38:44-48.

42 Conclusioni Le terapie oggi disponibili consentono di ridurre la progressione della malattia verso forme di disabilità sempre più severe. La remissione, obiettivo principale, è un traguardo sempre più raggiungibile. Le linee guida suggeriscono criteri più selettivi per la remissione, portando ancora più in alto l obiettivo da raggiungere.

TAB 1. Criteri classificativi dell'american College of Rheumatology. Artrite Reumatoide

TAB 1. Criteri classificativi dell'american College of Rheumatology. Artrite Reumatoide ALLEGATO 3 TRATTAMENTO DEI PAZIENTI AFFETTI DA ARTRITE REUMATOIDE CON FARMACI "BIOLOGICI" ANTI TNFa TAB 1 Criteri classificativi dell'american College of Rheumatology Artrite Reumatoide 1. rigidità articolare

Dettagli

ARTRITE REUMATOIDE GIOVANILE POLIARTICOLARE

ARTRITE REUMATOIDE GIOVANILE POLIARTICOLARE ALLEGATO 4 TRATTAMENTO DEI PAZIENTI AFFETTI DA ARTRITE REUMATOIDE GIOVANILE POLIARTICOLARE CON FARMACI "BIOLOGICI" ANTI TNFα TAB 1 Criteri classificativi dell'american College of Rheumatology Artrite Reumatoide

Dettagli

Corso nursing Ortopedico. Assistenza infermieristica ai pazienti con artrite reumatoide. www.slidetube.it

Corso nursing Ortopedico. Assistenza infermieristica ai pazienti con artrite reumatoide. www.slidetube.it Corso nursing Ortopedico Assistenza infermieristica ai pazienti con artrite reumatoide DEFINIZIONE MALATTIA INFIAMMATORIA SU BASE IMMUNITARIA DEL TESSUTO CONNETTIVO,ESSENZIALMENTE POLIARTICOLARE AD EVOLUZIONE

Dettagli

La metalloprotenasi di tipo 3 nel monitoraggio dell Artrite Reumatoide

La metalloprotenasi di tipo 3 nel monitoraggio dell Artrite Reumatoide CONVEGNO NAZIONALE AIRA GdS-AIA La metalloprotenasi di tipo 3 nel monitoraggio dell Artrite Reumatoide M.C.SORRENTINO Laboratorio Analisi Chimico-Cliniche e Microbiologiche ISMETT Direttore: Prof. Pier

Dettagli

Dimensioni del problema

Dimensioni del problema SIMPOSIO La stipsi severa: attualità terapeutiche Dimensioni del problema Stefano Tardivo Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina di Comunità Università degli Studi di Verona FC (FUNCTIONAL CONSTIPATION)

Dettagli

Quali sono le malattie reumatiche più importanti?

Quali sono le malattie reumatiche più importanti? Quali sono le malattie reumatiche più importanti? L ARTROSI, una patologia legata alla degenerazione delle cartilagini e del tessuto osseo nelle articolazioni, è la malattia reumatica più frequente. Il

Dettagli

ETANERCEPT (ALLARGAMENTI INDICAZIONI) (25-01-2005)

ETANERCEPT (ALLARGAMENTI INDICAZIONI) (25-01-2005) ETANERCEPT (ALLARGAMENTI INDICAZIONI) (25-01-2005) Specialità: Enbrel (Wieth Lederle) Forma farmaceutica: sc 4 fl 25 mg + 4 sir Prezzo: euro 805.08 sc 4 fl 50 mg + 4 sir Prezzo: euro 1610.15 Prezzi da

Dettagli

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA

DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA Convegno Nazionale Società Italiana di Chirurgia Ginecologica Endometriosi: patologia, clinica ed impatto sociale Sabato 8 Marzo 2014 - Bergamo ENDOMETRIOSI DOLORE PSICHE E QUALITA DI VITA A. Signorelli

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI ABATACEPT ATC L04AA24 ORENCIA Presentata da Commissione Terapeutiche della Provincia di SASSARI In data gennaio 2009 Per le seguenti motivazioni (sintesi): Trattamento

Dettagli

La Health Related Quality of Life (HRQoL): analisi dell evoluzione di un concetto

La Health Related Quality of Life (HRQoL): analisi dell evoluzione di un concetto La Health Related Quality of Life (HRQoL): analisi dell evoluzione di un concetto F. Ierardi*, L. Gnaulati*, F. Maggino^, S. Rodella*, E. Ruviglioni^ *Agenzia Regionale di Sanità della Toscana Osservatorio

Dettagli

Informazioni per i media: Questa iniziativa è stata finanziata e coordinata da AbbVie con il supporto delle seguenti associazioni pazienti

Informazioni per i media: Questa iniziativa è stata finanziata e coordinata da AbbVie con il supporto delle seguenti associazioni pazienti Informazioni per i media: Questa iniziativa è stata finanziata e coordinata da AbbVie con il supporto delle seguenti associazioni pazienti Copyright 2014 AbbVie Inc. North Chicago, Illinois, U.S.A. Data

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

ACIDO IALURONICO NELLE PATOLOGIE DI SPALLA: selezione del paziente

ACIDO IALURONICO NELLE PATOLOGIE DI SPALLA: selezione del paziente ACIDO IALURONICO NELLE PATOLOGIE DI SPALLA: selezione del paziente Giovanni Di Giacomo, M.D. Alberto Costantini, M.D. Andrea De Vita, M.D. Nicola de Gasperis, M.D. Concordia Hospital for Special Surgery

Dettagli

CORSI PER INFERMIERI E FISIOTERAPISTI. Rimini, 27-28 novembre 2015

CORSI PER INFERMIERI E FISIOTERAPISTI. Rimini, 27-28 novembre 2015 CORSI PER INFERMIERI E FISIOTERAPISTI Rimini, 27-28 novembre 2015 CORSO AVANZATO PER INFERMIERI PRESENTAZIONE Il Corso ha l obbiettivo di fornire agli infermieri professionali cui è dedicato: la trattazione

Dettagli

- Durante la gravidanza a causa di un aumento di ritenzione di liquidi può presentarsi una tenosinovite.

- Durante la gravidanza a causa di un aumento di ritenzione di liquidi può presentarsi una tenosinovite. LE TENOSINOVITI Rientrano nel capitolo delle infiammazioni extra articolari. Si tratta di infiammazioni dolorose che colpiscono le guaine tendinee ovvero il rivestimento sinoviale dei tendini, da qui la

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE AMPUTATO LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE USTIONATO LA RIABILITAZIONE DELLE PARALISI DEL NERVO FACCIALE

LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE AMPUTATO LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE USTIONATO LA RIABILITAZIONE DELLE PARALISI DEL NERVO FACCIALE LA TERAPIA OCCUPAZIONALE: SCOPI E AMBITI APPLICATIVI LA RIABILITAZIONE DOPO INTERVENTO CHIRURGICO DI MASTECTOMIA LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE AMPUTATO LA RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE USTIONATO LA RIABILITAZIONE

Dettagli

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento

Malattia di Behçet. Cosa il paziente deve conoscere. Sintomi,, Cause e Trattamento Malattia di Behçet Cosa il paziente deve conoscere Sintomi,, Cause e Trattamento Che cosa è la Malattia di Behçet I sintomi di questa malattia sono stati descritti per la prima volta nel 500 prima di Cristo

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

Artroprotesi di Ginocchio. VenetoSportsMed

Artroprotesi di Ginocchio. VenetoSportsMed Artroprotesi di Ginocchio VenetoSportsMed Se il vostro ginocchio è severamente danneggiato dall artrosi potrebbe risultarvi difficile svolgere le semplici attività quotidiane come il camminare; il dolore

Dettagli

nell'approccio odontostomatologico del paziente con epidermolisi bollosa.

nell'approccio odontostomatologico del paziente con epidermolisi bollosa. Terapie sperimentali UNITO nell'approccio odontostomatologico del paziente con epidermolisi bollosa. Ezio Sindici*, Paola Mlekuz, Stefano Carossa, Paolo G. Arduino CIR - Lingotto Dental School Dipartimento

Dettagli

Palliative Care in Older Patients

Palliative Care in Older Patients Palliative Care in Older Patients Perchèla cura palliativa degli anziani sta diventando una prioritàsanitaria mondiale? 1) Population Ageing Chi cura chi Proiezioni in % 2) Polipatologie croniche Cause

Dettagli

SERVIZIO DI REUMATOLOGIA

SERVIZIO DI REUMATOLOGIA SERVIZIO DI REUMATOLOGIA ASSOCIAZIONE ITALIANA PER L EDUCAZIONE DEMOGRAFICA SEZIONE DI ROMA I REUMATISMI COME PREVENIRLI E CURARLI Le malattie reumatiche, denominate con varie terminologie (reumatismi,

Dettagli

Sancta Maria Spes Nostra Ancilla Domini Sedes Sapientiae Ora Pro Nobis Dott. Carmelo Debilio

Sancta Maria Spes Nostra Ancilla Domini Sedes Sapientiae Ora Pro Nobis Dott. Carmelo Debilio Dirigente Medicina Interna Specialista in Reumatologia Viale Luigi Einaudi 6 93016 Riesi (Cl) Tel. 0934/922009 Cell. 331/2515580. - www.reumatologiadebilio.de iva: indennizzo negato Polimialgia Reumatica

Dettagli

Imagine of the colon f r. izzello rizzello

Imagine of the colon f r. izzello rizzello Imagine of the colon f. rizzello 1 passo: quadro clinico Sintomi funzionali Stipsi Sintomi regionali dolore da rallentato transito organica da defecazione ostruita Diarrea acuta (< 2-3 sett) cronica (>

Dettagli

Efficacia del nuovo sistema di

Efficacia del nuovo sistema di Efficacia del nuovo sistema di Il Centro TAMMEF da diversi anni studia magnetoterapia gli effetti clinici TAMMEF e terapeutici dei campi nel trattamento magnetici a bassa della frequenza spalla dolorosa

Dettagli

LE SCALE DI VALUTAZIONE:

LE SCALE DI VALUTAZIONE: LE SCALE DI VALUTAZIONE: Scale di valutazione Rappresentano parte della semeiotica della riabilitazione Sono state elaborate a partire dagli anni 50 Esistono migliaia di scale di valutazione Proprietà

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica nei soggetti con Malattie Autoimmunitarie

La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica nei soggetti con Malattie Autoimmunitarie La vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica: razionale ed indicazioni nell anziano e nelle categorie a rischio - Roma, 25 ottobre 2014 La Vaccinazione anti-influenzale ed anti-pneumococcica

Dettagli

Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC)

Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) INDICE 1. PERCHÉ UNA RACCOMANDAZIONE CIVICA SULL ARTRITE REUMATOIDE... 3 2. LA PATOLOGIA: ARTRITE REUMATOIDE 2.1 DESCRIZIONE... 5

Dettagli

TECAR E ONDE D URTO COME TERAPIE ALTERNATIVE NEL TRATTAMENTO DI UN CASO DI ARTROSINOVITE COMPLICATA DA FORMAZIONI OSTEOPERIOSTALI

TECAR E ONDE D URTO COME TERAPIE ALTERNATIVE NEL TRATTAMENTO DI UN CASO DI ARTROSINOVITE COMPLICATA DA FORMAZIONI OSTEOPERIOSTALI INTRODUZIONE ARTROSINOVITE SETTICA: processo infettivo delle articolazioni spesso determinante una rapida distruzione e proliferazione della capsula e delle cartilagini articolari. Le vie,attraverso le

Dettagli

5 febbraio 2011 Bollate Dr. Carlo Cardile Infiltrazioni ecoguidate coxo-femorale

5 febbraio 2011 Bollate Dr. Carlo Cardile Infiltrazioni ecoguidate coxo-femorale 5 febbraio 2011 Bollate Dr. Carlo Cardile Infiltrazioni ecoguidate coxo-femorale L osteoartrosi è una malattia degenerativa in cui il dolore e la graduale perdita della funzione articolare sono associati

Dettagli

INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni

INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni INFLIXIMAB: Approvazione del primo biosimilare nel trattamento delle patologie autoimmuni Genova 17 MAGGIO 2014 Sabrina Beltramini U.O.S. Gestione e Innovazione Tecnologica del farmaco U.O.C. Farmacia

Dettagli

le malattie reumatiche: attualità e prospettive

le malattie reumatiche: attualità e prospettive gallarate, 9.11. 2013 le malattie reumatiche: attualità e prospettive marco broggini L impatto delle patologie muscoloscheletriche nel nuovo millennio Le patologie muscoloscheletriche rappresentano la

Dettagli

Giovanni Capelli. Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Università di Cassino e del Lazio Meridionale

Giovanni Capelli. Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Università di Cassino e del Lazio Meridionale Giovanni Capelli Dipartimento di Scienze Umane, Sociali e della Salute Università di Cassino e del Lazio Meridionale Due fenomeni convergenti Evoluzione socio-demografica Aumento proporzione di popolazione

Dettagli

ESERCIZIO TERAPEUTICO E TERAPIA MANUALE PER L OSTEOARTROSI DELL ANCA REVISIONE DELLA LETTERATURA

ESERCIZIO TERAPEUTICO E TERAPIA MANUALE PER L OSTEOARTROSI DELL ANCA REVISIONE DELLA LETTERATURA ESERCIZIO TERAPEUTICO E TERAPIA MANUALE PER L OSTEOARTROSI DELL ANCA REVISIONE DELLA LETTERATURA Parazza Sergio FT, Fisioterapista Romeo Antonio FT, Master in T.M. e Riabilitazione Muscoloscheletrica UNIPD

Dettagli

Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano

Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano Il Medico di Famiglia e la disabilità da deficit cognitivo nell anziano DONATO Giuseppe*, FURNARI Giacomo, ZACCARI Clara ^ *medico di Medicina Generale (MMG) presso ASL RmF-distretto 2, medico referente

Dettagli

valutazione del rischio tubercolare nei pazienti affetti da reumatismi infiammatori cronici

valutazione del rischio tubercolare nei pazienti affetti da reumatismi infiammatori cronici DIAGNOSI della INFEZIONE TUBERCOLARE LATENTE: LUCI e OMBRE Torino, 20-21 21 settembre 2012 valutazione del rischio tubercolare nei pazienti affetti da reumatismi infiammatori cronici Paolo Clerico SSD

Dettagli

ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS

ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS Dott. Maurizio Ricci U. O. Medicina Riabilitativa Azienda Ospedaliero- Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona

Dettagli

Trattamento sistemico dell Artrite Psoriasica nell adulto

Trattamento sistemico dell Artrite Psoriasica nell adulto Linee guida terapeutiche / 7 Trattamento sistemico dell Artrite Psoriasica nell adulto con particolare riferimento ai farmaci biologici SINTESI DELLE RACCOMANDAZIONI A cura del Gruppo multidisciplinare

Dettagli

Artropatia psoriasica

Artropatia psoriasica Dirigente Medicina Interna Specialista in Reumatologia Viale Luigi Einaudi 6 93016 Riesi (Cl) Tel. 0934/922009 Cell. 331/2515580. - www.reumatologiadebilio.de Artropatia psoriasica L artropatia psoriasica

Dettagli

Convegno. 18 gennaio 2011 Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta 5 Roma www.salute.gov.it

Convegno. 18 gennaio 2011 Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta 5 Roma www.salute.gov.it Convegno 18 gennaio 2011 Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta 5 Roma www.salute.gov.it Criteri di appropriatezza clinica, tecnologica e strutturale nell assistenza all anziano La fragilità Niccolò

Dettagli

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci

MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci MALATTIA TROMBOEMBOLICA VENOSA 2014 : NUOVI FARMACI = NUOVI PERCORSI? Rino Migliacci Choice of Initial Anticoagulant Regimen in Patients With Proximal DVT In patients with acute DVT of the leg, we

Dettagli

VALUTAZIONE DELLA INTENSITA ASSISTENZIALE RESIDENZIALE

VALUTAZIONE DELLA INTENSITA ASSISTENZIALE RESIDENZIALE VALUTAZIONE DELLA INTENSITA ASSISTENZIALE RESIDENZIALE Sig/Sig.ra.. Punteggio A.D.L. (funzioni+mobilità) Punteggio S.P.M.S.Q. Punteggio A.Di.Co. Punteggio D.M.I. Totale L attribuzione ad una fascia di

Dettagli

DMARDs Disease Modifying Anti-Rehumatic Drugs. (6 settimane-6 mesi)

DMARDs Disease Modifying Anti-Rehumatic Drugs. (6 settimane-6 mesi) DMARDs Disease Modifying Anti-Rehumatic Drugs (6 settimane-6 mesi) Disease Modifying Anti-Rheumatic Drugs DMARD (Farmaci antireumatici di fondo) Incidono sulla storia naturale della malattia Ritardano

Dettagli

Web 2.0 per guadagnare salute

Web 2.0 per guadagnare salute Web 2.0 per guadagnare salute Eugenio Santoro Laboratorio di Informatica Medica Dipartimento di Epidemiologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Il web 2.0 - La definizione forse più corretta

Dettagli

Progetto RATIL (Research on Anti-TNF-alpha Induced Lymphoma)

Progetto RATIL (Research on Anti-TNF-alpha Induced Lymphoma) Workshop I PROGETTI DI RICERCA DEI CENTRI ENCEPP 11 gennaio 2011 ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ (ROMA) Progetto RATIL (Research on Anti-TNF-alpha Induced Lymphoma) A. Capuano, E. Parretta, F. Rossi Centro

Dettagli

Il trattamento riabilitativo nelle Spondiloartriti

Il trattamento riabilitativo nelle Spondiloartriti Il trattamento riabilitativo nelle Spondiloartriti Rosalba Sgarlata U.O.C. di Medicina fisica e Riabilitazione P.O. Biancavilla Direttore G. Scaglione Spondiloartriti Sono una vasta famiglia di malattie

Dettagli

LE SPONDILOARTRITI SIERONEGATIVE

LE SPONDILOARTRITI SIERONEGATIVE LE SPONDILOARTRITI SIERONEGATIVE LE SPONDILOARTRITI SIERONEGATIVE Definizione Gruppo di affezioni infiammatorie caratterizzate dall interessamento preferenziale della membrana sinoviale e delle entesi

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

spondilite anchilosante

spondilite anchilosante onlus Con il patrocinio e il sostegno economico di Emilia Romagna spondilite anchilosante Codice di Esenzione per patologia SPONDILITE ANCHILOSANTE: Cod. n. 054 Grande importanza è farsi riconoscere il

Dettagli

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients Sinossi Principal Investigator e centro promotore dello studio: Dr.ssa Silvia Novello (Divisione di Oncologia Toracica, Università

Dettagli

Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo Dipartimento di Psicologia & Scuola Universitaria Interfacoltà Scienze Motorie 1

Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo Dipartimento di Psicologia & Scuola Universitaria Interfacoltà Scienze Motorie 1 Laboratorio di Psicologia dello Sviluppo Dipartimento di Psicologia & Scuola Universitaria Interfacoltà Scienze Motorie 1 Università degli Studi di Torino a.a. 2005/2006 SILVIA CIAIRANO, EMANUELA RABAGLIETTI

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

EFFETTI DELLE CURE TERMALI NEI REUMATISMI INFIAMMATORI Nuove risultanze degli studi clinici

EFFETTI DELLE CURE TERMALI NEI REUMATISMI INFIAMMATORI Nuove risultanze degli studi clinici Cattedra e U.O.C. di Reumatologia Università-Azienda Ospedaliera di PADOVA EFFETTI DELLE CURE TERMALI NEI REUMATISMI INFIAMMATORI Nuove risultanze degli studi clinici La ricerca scientifica termale si

Dettagli

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA)

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) ANNAPIA VERRI ISTITUTO NEUROLOGICO NAZIONALE C. MONDINO-PAVIA WEIGHT-RELATED DISORDERS

Dettagli

ROMA 27-28 marzo 2014

ROMA 27-28 marzo 2014 ROMA 27-28 marzo 2014 Fragilità, disfunzione muscolare e ruolo dell esercizio nella CKD come adiuvante al supporto nutrizionale Giuliano Brunori S.C. di Nefrologia e Dialisi, Ospedale Santa Chiara, Trento

Dettagli

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ]

Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Report dei gruppi di lavoro >> [ Mieloma multiplo ] Relatore: M.T. PETRUCCI 27-28 ottobre 2008 Borgo S. Luigi Monteriggioni (Siena) Mieloma multiplo - Copyright FSE 1 Gruppo di lavoro 2 [ Mieloma multiplo]

Dettagli

Medicina off label Il farmaco sbagliato

Medicina off label Il farmaco sbagliato Medicina off label Il farmaco sbagliato carlomaurizio montecucco Unità Operativa di Reumatologia Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo Università di Pavia Medicina off label Il farmaco imputato. Uso improprio.

Dettagli

Domanda. L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze. Programma. Programma

Domanda. L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze. Programma. Programma Domanda L approccio interprofessionale in sanità: razionale ed evidenze Perché è necessario un approccio interprofessionale in sanità? Giorgio Bedogni Unità di Epidemiologia Clinica Centro Studi Fegato

Dettagli

SORBITOLO: UN ELEMENTO CHIAVE

SORBITOLO: UN ELEMENTO CHIAVE SORBITOLO: UN ELEMENTO CHIAVE I radicali liberi sono la causa dell infiammazione e del danno tissutale 1,2. Il sorbitolo presente in SYNOLIS V-A neutralizza efficacemente i radicali liberi ed ha quindi

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

PROFESSIONISTA È PROBLEMI GENGIVALI

PROFESSIONISTA È PROBLEMI GENGIVALI O IL PROFESSIONISTA È LA FONTE PRINCIPALE DI INFORMAZIONE, PER L 8% DEI PAZIENTI CHE SOFFRE DI PROBLEMI GENGIVALI 1 NUOVO colgate total pro-gengive sane riduce i problemi gengivali fino all 88% 2 Colgate_TPgH_AW.indd

Dettagli

TERAPIA DEL DOLORE IN CONTINUITA ASSISTENZIALE

TERAPIA DEL DOLORE IN CONTINUITA ASSISTENZIALE TERAPIA DEL DOLORE IN CONTINUITA ASSISTENZIALE S.C. Medicina di Base e Specilistica S.C. Centro di Terapia del Dolore e Cure Palliative Principali situazioni cliniche caratterizzate da dolore cronico ARTRITE

Dettagli

Quando il reumatologo deve passare la mano

Quando il reumatologo deve passare la mano Quando il reumatologo deve passare la mano Giuseppe Girasole U.O. di Reumatologia La Colletta Arenzano (Ge) CLASSIFICAZIONE DELLE MALATTIE REUMATICHE 1. Malattie del tessuto connettivo (LES, SSc, SS, PM,

Dettagli

Calcolare l altezza dalla lunghezza dell avambraccio BAPEN

Calcolare l altezza dalla lunghezza dell avambraccio BAPEN Calcolare l altezza dalla lunghezza dell avambraccio BAPEN Calcolare l altezza dalla distanza ginocchio - tallone BAPEN MUST e BMI Step 1 Score Range BMI Categoria di peso Significato 2 < 18,5 Sottopeso

Dettagli

DONNA ED AUTOIMMUNITA : vecchie paure e nuove certezze.

DONNA ED AUTOIMMUNITA : vecchie paure e nuove certezze. DONNA ED AUTOIMMUNITA : vecchie paure e nuove certezze. Le malattie autoimmuni e gli ormoni femminili. La maggior parte delle malattie autoimmuni (artrite reumatoide, sindrome di Sjogren, sclerodermia,

Dettagli

OSTEOMIELITE. EPIDEMIOLOGIA: Incidenza nettamente diminuita dopo l introduzione degli antibiotici (1940)

OSTEOMIELITE. EPIDEMIOLOGIA: Incidenza nettamente diminuita dopo l introduzione degli antibiotici (1940) OSTEOMIELITE DEFINIZIONE: Proceso infettivo che interessa l osso causato da germi patogeni che si localizzano nella parte midollare dell osso e che si può propagare ai tessuti vicini (articolazioni) OSTEOMIELITE

Dettagli

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie

Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Agenzia Sanitaria Regionale Area Rischio infettivo Unità Gestione Rischio e Sicurezza Come prevenire e gestire l infezione da Clostridium difficile nelle strutture sanitarie Pietro Ragni Reggio Emilia,

Dettagli

Importanza della Riabilitazione Cardiologica

Importanza della Riabilitazione Cardiologica Prevenire lo scompenso e le sue recidive Sessione II - Prevenzione, Terapia e Riabilitazione dello Scompenso Cardiaco Importanza della Riabilitazione Cardiologica Prevenire lo scompenso e le sue recidive

Dettagli

Consigli per assistere la Persona con Demenza

Consigli per assistere la Persona con Demenza Ospedale San Lorenzo Valdagno Dipartimento Medicina Interna Unità Operativa di Lungodegenza Responsabile dr. Marcello Mari Consigli per assistere la Persona con Demenza Strumenti per qualificare le cure

Dettagli

SEGNALAZIONE/PROPOSTA RICOVERO HOSPICE

SEGNALAZIONE/PROPOSTA RICOVERO HOSPICE Modulo 01/HS Tel/fax 0825530341/342 Protocollo di presa d atto n. del a cura del Personale Hospice Proposta di ricovero in Hospice del Medico di Medicina Generale Medico Ospedaliero Dr/Dr.ssa Telefono

Dettagli

VALUTAZIONE COGNITIVA E FUNZIONALE

VALUTAZIONE COGNITIVA E FUNZIONALE REGIONE CAMPANIA ALLEGATO B S.VA.M.A. Scheda per la Valutazione Multidimensionale delle persone Adulte e Anziane (strumento per l accesso ai servizi sociosanitari di rete residenziali, semiresidenziali

Dettagli

MODELLO ARD Advanced Rehabilitation in Dementia Castellanza, 24 marzo 2015 a cura di DOTT. LIVIO DAL BOSCO DOTT. DAVIDE BARRA

MODELLO ARD Advanced Rehabilitation in Dementia Castellanza, 24 marzo 2015 a cura di DOTT. LIVIO DAL BOSCO DOTT. DAVIDE BARRA WORKSHOP BEST PRACTICE E INNOVAZIONE NELLE RSA: ESPERIENZE A CONFRONTO 3 Edizione MODELLO ARD Advanced Rehabilitation in Dementia Castellanza, 24 marzo 2015 a cura di DOTT. LIVIO DAL BOSCO DOTT. DAVIDE

Dettagli

Febbre Mediterranea Familiare

Febbre Mediterranea Familiare Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Cos è? Febbre Mediterranea Familiare La febbre mediterranea familiare (FMF) è una malattia genetica. I pazienti affetti soffrono di ricorrenti attacchi

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

IL BAMBINO CON SOSPETTA MALATTIA REUMATOLOGICA

IL BAMBINO CON SOSPETTA MALATTIA REUMATOLOGICA IL BAMBINO CON SOSPETTA MALATTIA REUMATOLOGICA Dr.ssa Silvia Beretta 21 maggio 2011 Dolore osteo-articolare Approccio diagnostico differenziale dolore Sintomo prevalente della patologia osteo-articolare

Dettagli

SIMEUP 10 Congresso Nazionale. Torino, 27-29 marzo 2014. Expert Meeting sul dolore: Un percorso virtuoso

SIMEUP 10 Congresso Nazionale. Torino, 27-29 marzo 2014. Expert Meeting sul dolore: Un percorso virtuoso SIMEUP 10 Congresso Nazionale Torino, 27-29 marzo 2014 Expert Meeting sul dolore: Un percorso virtuoso DOLORE DOLORE Problema trasversale Problema frequente 60% accessi in PS 60% pazienti oncologici 100%

Dettagli

ANIMAZIONE AVANZATA IN CP/RSA: ESPERIENZE DI ATTIVITA ASSISTITA CON ANIMALI E DI MUSICOTERAPIA GIOVANNI XXIII

ANIMAZIONE AVANZATA IN CP/RSA: ESPERIENZE DI ATTIVITA ASSISTITA CON ANIMALI E DI MUSICOTERAPIA GIOVANNI XXIII Animazione come strumento di stimolazione cognitiva e di contrasto ai disturbi psico-affettivi. Bologna 26 Maggio 2010 ANIMAZIONE AVANZATA IN CP/RSA: ESPERIENZE DI ATTIVITA ASSISTITA CON ANIMALI E DI MUSICOTERAPIA

Dettagli

Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN. U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V.

Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN. U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V. Università degli Studi di Catania MORBO DI CROHN U.O. di Chirurgia Laparoscopica A.O.U. Policlinico G.Rodolico - Catania Direttore: Prof. V. Minutolo Crohn nel 1932 definì ILEITE TERMINALE un affezione

Dettagli

Patient-reported outcomes (PROs): la visione di FDA ed EMA nel processo di registrazione del farmaco

Patient-reported outcomes (PROs): la visione di FDA ed EMA nel processo di registrazione del farmaco Fondazione Smith-Kline Patient-reported outcomes (PROs): la visione di FDA ed EMA nel processo di registrazione del farmaco Il ruolo sempre più centrale che il paziente ha nelle cure che lo riguardano

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Risorse Umane e Relazioni Sindacali delegato dal Direttore Generale dell Azienda con

Dettagli

Regione Emilia Romagna. AUSL Parma P.O. Fidenza U.O. Ortopedia e Traumatologia Responsabile Prof.E.Vaienti

Regione Emilia Romagna. AUSL Parma P.O. Fidenza U.O. Ortopedia e Traumatologia Responsabile Prof.E.Vaienti Regione Emilia Romagna AUSL Parma P.O. Fidenza U.O. Ortopedia e Traumatologia Responsabile Prof.E.Vaienti LA VISCOSUPPLEMENTAZIONE NELL ANCA ARTROSICA M.Pedretti E.Vaienti ACIDO IALURONICO Pressochè ubiquitario:

Dettagli

L artrite reumatoide in Medicina Generale

L artrite reumatoide in Medicina Generale 24 Serie Editoriale Società Italiana di Medicina Generale L artrite reumatoide in Medicina Generale Medico di medicina generale Pier Lorenzo Franceschi Reumatologo Alessandro Mannoni Società Italiana

Dettagli

Diseases. Authors: Cucci M.*, Garofano G.*, A. * Istituto Superiore di Agopuntura Medical Director Istituto Geriatrico P. Redaelli of Vimodrone (Mi)

Diseases. Authors: Cucci M.*, Garofano G.*, A. * Istituto Superiore di Agopuntura Medical Director Istituto Geriatrico P. Redaelli of Vimodrone (Mi) Acupuncture and Geriatrics: Efficiency of the Treatment of the Degenerative Joint Diseases Authors: Cucci M.*, Garofano G.*, Pirino A.*, Geroldi G.*, Frustaglia A. * Istituto Superiore di Agopuntura Medical

Dettagli

IDROSADENITE SUPPURATIVA / ACNE INVERSA

IDROSADENITE SUPPURATIVA / ACNE INVERSA IDROSADENITE SUPPURATIVA / ACNE INVERSA Informazioni generali e indicazioni sulla malattia www.idrosadenitesuppurativa.ch Per ulteriori informazioni sull idrosadenite suppurativa. Con il sostegno di Indice

Dettagli

Artrosi primaria Cuff Arthropaty Necrosi Avascolare Fratture a più frammenti Pseudoartrosi Artrite reumatoide Spondilite anchilosante Delitala 1945 Neer fu il primo a comprendere che le protesi vincolate

Dettagli

InterRAI HC integrata con la Medicina Legale Il rispetto per il Cittadino

InterRAI HC integrata con la Medicina Legale Il rispetto per il Cittadino InterRAI HC integrata con la Medicina Legale Il rispetto per il Cittadino Giancarlo Iannello Direttore Sociale della ASL di Lodi Roma, 23 settembre 2015 Il progetto dell ASL di Lodi: VMD e riconoscimento

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

Il percorso regionale: progettazione azioni e prospettive future. Stefania Taddei

Il percorso regionale: progettazione azioni e prospettive future. Stefania Taddei Il percorso regionale: progettazione azioni e prospettive future Stefania Taddei Progetto obiettivo proposto nel 2012 Progetto Regionale Finanziato per il 2013 Il presente documento è stato predisposto

Dettagli

IL PERCORSO DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO

IL PERCORSO DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO IL PERCORSO DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ANZIANO ALESSANDRIA 28 MARZO 2013 DOTT.SSA DEMICHELIS M ONCOLOGIA MEDICA TORINO L'infermiere e la VALUTAZIONE DELL ANZIANO L INVECCHIAMENTO E processo attraverso il

Dettagli

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME

www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME www.pediatric-rheumathology.printo.it L ARTRITE LYME Cos è? L artrite Lyme è causata dal batterio Borrelia burgdorferi (borreliosi di Lyme) e si trasmette con il morso di zecche quali l ixodes ricinus.

Dettagli

CASO CLINICO: TRATTAMENTO DELLA GONOARTROSI CON INFILTRAZIONI INTRA-ARTICOLARI DI PDRN (POLINUCLEOTIDE).

CASO CLINICO: TRATTAMENTO DELLA GONOARTROSI CON INFILTRAZIONI INTRA-ARTICOLARI DI PDRN (POLINUCLEOTIDE). CASO CLINICO: TRATTAMENTO DELLA GONOARTROSI CON INFILTRAZIONI INTRA-ARTICOLARI DI PDRN (POLINUCLEOTIDE). Dott. Fabio Bertaiola Medico Chirurgo Specialista in Ortopedia e Traumatologia Istituto Clinico

Dettagli

SINARTROSI (articolazioni fisse) ANFIARTROSI (articolazioni semi-mobili) DIARTROSI (articolazioni mobili)

SINARTROSI (articolazioni fisse) ANFIARTROSI (articolazioni semi-mobili) DIARTROSI (articolazioni mobili) LE ARTICOLAZIONI Le ossa dello scheletro sono tenute insieme dalle articolazioni. Tali strutture consentono una mobilità più o meno ampia a seconda della loro conformazione e della modalità con cui vengono

Dettagli

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari?

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Stefano Maria Zuccaro 12 GIUGNO 2015 18 marzo 2014 Cascata dell acido arachidonico CASCATA DELL ACIDO ARACHDONICO Il mismatch

Dettagli

PROTOCOLLO TERAPEUTICO AZIENDALE PER IL TRATTAMENTO CON FARMACI BIOLOGICI DELLA ARTRITE REUMATOIDE

PROTOCOLLO TERAPEUTICO AZIENDALE PER IL TRATTAMENTO CON FARMACI BIOLOGICI DELLA ARTRITE REUMATOIDE PROTOCOLLO TERAPEUTICO AZIENDALE PER IL TRATTAMENTO CON FARMACI BIOLOGICI DELLA ARTRITE REUMATOIDE 1. BACKGROUND L artrite reumatoide (AR) è una patologia infiammatoria cronica auto-immune ad eziopatogenesi

Dettagli

CONNETTIVITI INDIFFERENZIATE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE (elaborato nel mese di maggio 2013)

CONNETTIVITI INDIFFERENZIATE PERCORSO DIAGNOSTICO TERAPEUTICO ASSISTENZIALE (elaborato nel mese di maggio 2013) Policlinico Umberto I Centro di Riferimento Regionale per la Diagnosi e Terapia Connettiviti Indifferenziate Medico responsabile: Dott. Maurizio Carlesimo - tel. 06/4997090 - connettiviti@uniroma1.it Viale

Dettagli

Reumatismo infiammatorio. Artrite. Quando le articolazioni diventano una croce

Reumatismo infiammatorio. Artrite. Quando le articolazioni diventano una croce Reumatismo infiammatorio Artrite Quando le articolazioni diventano una croce Cos è il reumatismo infiammatorio? Con questo termine si definiscono circa 100 malattie reumatiche caratterizzate da infiammazioni

Dettagli

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC

Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC Aspetti Critici degli Studi Clinici nel SNC SSFA, Milano 10 settembre 2012 Eva J Runggaldier Clin. Ops. Therapeutic Area Leader Medical Affairs & Clinical Operations Roche SpA Summary Status della Ricerca

Dettagli

DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA PER I DIPENDENTI ISCRITTI AL FASIF (LONG TERM CARE)

DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA PER I DIPENDENTI ISCRITTI AL FASIF (LONG TERM CARE) DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DELLA PERDITA DI AUTOSUFFICIENZA PER I DIPENDENTI ISCRITTI AL FASIF (LONG TERM CARE) da inviare a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno a FASIF Casella Postale 107

Dettagli