CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER"

Transcript

1 CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Via Guido d Arezzo Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B Roma Tel.: Cell.: (IT) Cell.: (LT) Fax: Sito web:

2 2 FIRMA PROTOCOLLO D INTESA CON CO.MARK 3 REVISIONE ECONOMICA N GENNAIO NEWSLETTER DELLA CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA RESPONSABILI: Prof.ssa Ieva Gaizutyte Avv. Ugo Meucci 6 7 LA POSIZIONE DELLA LITUANIA SALE NELL INDICE DELLA LIBERTÀ ECONOMICA LA CRESCITA DEL PIL: LA LITUANIA TRA I PRIMI POSTI IN UE TESTI: Egle Moscinskaite Kamile Vaupsaite IMPAGINAZIONE: Kamile Vaupsaite 9 LA CRESCITA DEGLI INVESTIMENTI: VILNIUS AL QUARTO POSTO NEL MONDO

3 FIRMA PROTOCOLLO D INTESA CON CO.MARK Dal 1 gennaio 2013 entra in vigore il protocollo di intesa tra la Camera di Commercio Italo-Lituana e Co.Mark. Co.Mark, nata nel 1998 a Bergamo, oggi è una società che opera nella consulenza professionale dei servizi di temporary management per la ricerca di clienti e per la creazione di reti commerciali in Italia e all estero. I sottoscrittori si sono impegnati a cooperare alla promozione dello sviluppo industriale nel territorio della Repubblica Italiana e Lituana, scambiandosi informazioni, analisi ed assistendo sia i nuovi soggetti investitori sia le imprese già insediate sul territorio, fornendo servizi professionali durante ogni fase del processo di investimento e di sviluppo del business. Operativa in tutta l Italia, Co.Mark è nota per i suoi metodi innovativi ed operativi e per le sue soluzioni e risposte concrete ai clienti. La sua collaborazione con l Ufficio Commerciale dell Ambasciata Austriaca in Italia ha portato alla segnalazione di aziende austriache desiderose di approcciare il mercato italiano ed ha spinto Co.Mark a firmare nuovi accordi con altre istituzioni: non solo con la Camera di Commercio Italo-Lituana, ma anche con quella Italo-Ceca. 2

4 REVISIONE ECONOMICA 2012 Esportazioni Rispetto al 2011, nel terzo trimestre del 2012 le esportazioni lituane di merci sono aumentate del 16,3 per cento (di 3,0 miliardi litas, pari a 869 milioni di euro), avendo raggiunto un totale di 21 miliardi di litas (6,08 miliardi di euro), un record nella storia delle esportazioni di merci lituane. Nel terzo trimestre del 2012, la Lituania tra i tre paesi baltici è stata al primo posto per la crescita annuale delle esportazioni di merci, con il 16,0 per cento in Lettonia e 7,7 per cento in Estonia. dei prezzi per il cibo, per le bevande alcoliche ed analcoliche, per il trasporto di beni e servizi, per l abbigliamento e calzature, e per i tabacchi, così come al deprezzamento dei prodotti e servizi della comunicazione. I cambiamenti dei prezzi al consumo nel 2012 (rispetto al mese corrispondente dell'anno 2011) 3 Inflazione Rispetto al 2011, nel 2012 il tasso annuo medio di inflazione rappresentava il 3,1 per cento ed è stato di 1 punto percentuale inferiore a quello del 2011 (nel 2011, rispetto al 2010, è stato pari al 4,1 per cento). Il tasso di inflazione annuale è dovuto principalmente all aumento

5 Investimenti diretti esteri Il flusso di investimenti diretti esteri in Lituania nel terzo trimestre 2012 è stato pari a 1,6 miliardi di litas (463 milioni di euro), in confronto con il flusso negativo di 965 milioni di litas (279 milioni di euro) nel secondo trimestre 2012 e di un valore di 1,2 miliardi di litas (348 milioni di euro) un anno fa. Secondo i dati del terzo trimestre 2012, gli investitori principali sono stati la Svezia (8,7 miliardi di litas (2,52 miliardi di euro), ovvero 21,7%), la Polonia (5,5 miliardi di litas (1,59 miliardi di euro), 13,7%), la Germania (4 miliardi di litas (1,16 miliardi di euro), 9,9% del totale di investimenti diretti esteri). FDI cumulativo in Lituania dei 27 Stati membri dell'unione europea è stato pari a 31,3 miliardi di litas (9,06 miliardi di euro) (77,7%). 4

6 PIL Nel terzo trimestre del 2012, il PIL nominale risulta pari a 30,08 miliardi di litas (8,71 miliardi di euro). Rispetto allo stesso trimestre del 2011, la crescita reale del PIL è stata pari al 4,4 per cento, e rispetto al secondo trimestre del 2012, il PIL è aumentato del 10,3 per cento. In totale, nel 2012 il PIL creato è stato pari a 83,85 miliardi di litas (24,28 miliardi di euro), con l'aumento reale del 3,5 per cento rispetto al Fonte: Dipartimento lituano di statistica PIL, a prezzi costanti, milioni di litas 5

7 LA POSIZIONE DELLA LITUANIA SALE NELL INDICE DELLA LIBERTÀ ECONOMICA 6 Nella valutazione della libertà economica la Lituania occupa il 22-esimo posto sui 177 nel mondo, notevolmente superando Lettonia e Polonia. Nell indice calcolato dalla Fondazione Americana per la Heritage Foundation, in collaborazione con il quotidiano Wall Street Journal, quest'anno la Lituania si trova su un gradino più alto di un anno fa. La valutazione della Lituania durante l'anno è migliorata da 0,6 punti percentuali, fino a raggiungere 72,2 per cento. I risultati positivi, secondo la recensione, sono dovuti all'impegno per la limitazione delle finanze pubbliche. Dall altra parte, le valutazioni in deterioramento comprendono le libertà monetaria, fiscale, lavorativa e commerciale, la libertà negli affari e nella lotta contro la corruzione. Per quanto riguarda la libertà degli investimenti, la libertà finanziaria e il diritto di proprietà dello stato, il risultato non è cambiato. In totale 91 paesi hanno migliorato la propria posizione, 16 tra loro sono paesi europei. I leader mondiali della libertà economica di quest'anno sono Hong Kong, Singapore e Australia. Lo stato con l'economia più libera nell Europa rimane la Svizzera. L'indice della libertà economica si calcola tenendo conto delle condizioni legali di esistenza dello stato (il diritto di proprietà, la libertà dalla corruzione), funzionamento del governo (la libertà fiscale, la spesa pubblica), efficienza normativa (la libertà monetaria e lavorativa), e l'apertura del mercato (il commercio, gli investimenti e la libertà finanziaria). Fonte:

8 LA CRESCITA DEL PIL: LA LITUANIA TRA I PRIMI POSTI IN UE Lo scopo del dinamismo della Lituania e dei mercati limitrofi è di mantenere elevati livelli di flussi di investimenti diretti esteri. Gli indicatori di performance economica nel 2013 prevedono uno sviluppo economico positivo della Lituania nel contesto dell'unione europea. Le previsioni economiche dell'ue dell'autunno 2012 hanno pronosticato una crescita dell'eurozona dello 0,1% per il 2013, con la crescita globale dell'ue di raggiungere lo 0,4%. Nel frattempo, l anno prossimo la Lituania dovrebbe vantare un tasso di crescita del 3,0%, e questo permetterà al paese di essere posizionato tra i primi 3 paesi con rapida crescita all interno dell Unione europea. "La crescita economica nei paesi baltici invia segnali positivi. Lo sviluppo qui è più dinamico che nel resto della zona euro", afferma Massimiliano Butek, Deputy CEO del Camera di Commercio Tedesco-Baltica. 7

9 8 Secondo la Commissione europea, mentre l'attività economica nel 2012 nell'ue-17 è diminuita dello 0,4% e nell'unione europea nel suo complesso dello 0,3%, alla fine dell'anno 2012 il Ministero delle Finanze lituano ha dovuto rivedere le sue previsioni precedenti e aumentare il PIL bar crescita al 3,5% per il "Alla luce delle forti prospettive di crescita economica, la Lituania dovrebbe aspettarsi ulteriori investimenti dai paesi partner strategici in Europa", spiega Milda Darguzaite, l'amministratore Delegato di Invest Lithuania. Le esportazioni e il flusso costante di commercio estero sostengono la stabile crescita della Lituania. Le esportazioni di beni e servizi sono cresciute del 10,6% nel La forte crescita economica aiuta lo Stato a rispettare gli accordi di Maastricht, ovvero del mantenimento di un rapporto tra il deficit di bilancio sotto il 3,0% del PIL. Fonte: Invest Lithuania

10 LA CRESCITA DEGLI INVESTIMENTI: VILNIUS AL QUARTO POSTO NEL MONDO 9 Con gli investimenti cresciuti del 100%, Vilnius occupa il quarto posto nella qualifica del FDI m a g a z i n e, oltrepassando Seul, Michigan, Thailandia Centrale, Metropolitana di Santiago, Alabama ed altri stati dell USA. Si tratta di una valutazione importante, per cui ringrazio gli imprenditori lituani che sono stati in grado di attrarre dei partner dai mercati esteri. Ugualmente importante è il ruolo degli investitori stranieri IKEA, Kempinski Hotel Choisy, Thermo Fisher Scientific ed altri nel contribuire alla scoperta della nostra città. Tale valutazione della capitale non sarebbe possibile senza l importante e meritevole lavoro del Ministero dell'economia e di "Invest Lithuania" e senza cooperazione di tutti", ha affermato il sindaco di Vilnius, Arturas Zuokas. Nella qualifica Vilnius è preceduta da Kerala (India del Sud), Minnesota (USA) e Querétaro (Messico). "Nonostante il calo complessivo degli investimenti diretti esteri, si rileva un certo numero di "punti caldi", che hanno mostrato una crescita impressionante. Minnesota USA (130 per cento di crescita), Querétaro Messico (120 per cento di aumento) e la regione di Vilnius nella Lituania (100 per cento di crescita) hanno potuto godere tale merito, sostiene la pubblicazione. Dopo la capitale della Lituania nella valutazione seguono gli stati Centro-Est, le regioni di Kansai, Alabama, il Cairo, Metropolitana di Santiago, Slesia. Fonte: Invest Lithuania

11 A soli 10 minuti a piedi dal centro storico di Vilnius, l e-guesthouse è dotato di una sala convegni, lo spazio mostre, la sauna e di eleganti camere con connessione internet via cavo e aria condizionata. In loco è presente un parcheggio gratuito. T. Sevcenkos 16, LT03111 Vilnius, Lituania Tel.:

12 TRE PERCORSI VERSO LA LITUANIA IL PACCHETTO GIORNI I POSTI INCLUSO PREZZO LITUANIA LA TERRA DELL AMBRA 6 giorni / 5 notti Vilnius, Trakai, Druskininkai, Zervynos sistemazione per 5 notti in un hotel 4* colazione compresa; accompagnatore in italiano dall arrivo alla partenza, servizio di guida in lingua italiana; trasferimenti in pullman per/dagli hotel in arrivo e partenza trasporti interni in pullman; 4 pranzi e 4 cene;biglietti di ingresso. a partire da 595 eu. REPUBBLICHE BALTICHE Lituania-Letonia-Estonia 8 giorni / 7 notti Vilnius, Trakai, Riga, Rundale, Parnu, Tallinn, Sigulda sistemazione per 7 notti in un hotel 4* colazione compresa; visite ed escursioni con assistenti e servizio di guida in lingua italiana; trasferimenti in pullman per/dagli hotel in arrivo e partenza e trasporti interni in pullman; 7 cene e 6 pranzi; biglietti di ingresso. a partire da 615 eu. Gratis ogni 25 paganti. PELLEGRINAGGIO IN LITUANIA 8 giorni / 7 notti Vilnius, Kaunas, Siluva, Siauliai, Zemaiciu Kalvarija, Klaipeda, Neringa, Trakai sistemazione per 7 notti in un hotel 4*; visite ed escursioni con accompagnatore durante il tour in lingua italiana; visita dei luoghi sacri; trasferimenti in pullman per/dagli hotel in arrivo e partenza e trasporti interni in pullman; 7 cene e 6 pranzi;biglietti di ingresso. a partire da 635 eu cell.: , fax:

13 EASTING EXPRESS - SERVIZIO DI TRASPOSTO MERCI DALL ITALIA ALL EST EUROPA Partenze tramite il terminale di Vilnius verso i Paesi Baltici, Bielorussia, Russia/Kaliningrad, il Kazakistan Servizio di ritiro / consegna merci da tutte le Regioni d ITALIA Terminale di Milano (terminale principale): Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle D Aosta Terminale di Verona: Trentino Alto Adige, Veneto Terminale di Pordenone: Friuli Venezia Giulia Terminale di Prato: Emilia Romana, Lazio, Toscana, Umbria Partenze dal terminale italiano (Milano/Verona) al terminale di Vilnius due volte a settimana Cell.: Fax:

14 SPAZIO PER LA VOSTRA PUBBLICITÀ 13 CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

15

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B. 00198 Roma Tel. + 39 06 9020 5061 Mob. (IT) +39 331 3007120 Mob. (LT)

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini 6 00195 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B 00178 Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Cell.: (IT) +39 331 3007120 Cell.:

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B. 00198 Roma Tel. + 39 06 9020 5061 Mob. (IT) +39 331 3007120 Mob. (LT)

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B 00198 Roma Tel.: + 39 06 9020 5061 Cell.: (IT) +39 331 3007120 Cell.: (LT)

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini 6 00195 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B 00178 Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Cell.: (IT) +39 331 3007120 Cell.:

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 21. 2014 MAGGIO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B 00198 Roma Tel.: + 39 06 9020 5061 Cell.: (IT) +39 331 3007120 Cell.: (LT)

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 26. 2014 OTTOBRE Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 19. 2014 MARZO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 30. 2015 FEBBRAIO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: +

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 29. 2015 GENNAIO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 27. 2014 NOVEMBRE Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: +

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 31. 2015 MARZO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 32. 2015 APRILE Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 18. 2014 FEBBRAIO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: +

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index

Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index Strettamente riservato Roma, 10 novembre 2015 Il contesto della Sanità e il Meridiano Sanità Index Valerio De Molli 2015 The European House - Ambrosetti S.p.A. TUTTI I DIRITT I RISERVAT I. Questo documento

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia

Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Euler Hermes Italia Analisi condotta sulle regioni e sui settori del Made in Italy a cura di Euler Hermes Italia Aggiornamento 3 Trimestre 2013 Il Report si basa sul monitoraggio giornaliero dei pagamenti

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto

Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Calano le imprese italiane, aumentano le straniere. Sentono meno la crisi e creano 85 miliardi di di valore aggiunto Imprese straniere in aumento. Su 6.061.960 imprese operanti in Italia nel 2013, 497.080

Dettagli

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia.

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia. Fondazione Impresa Via Torre Belfredo 81/e 30174 Mestre Venezia + 39 340 2388841 info@fondazioneimpresa.it www.fondazioneimpresa.it CAMPANIA, SARDEGNA E BASILICATA: I MIGLIORI MIX DI ENERGIA RINNOVABILE

Dettagli

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 I consumi culturali: La spesa delle famiglie italiane per la cultura e lo spettacolo rappresenta il 7% della loro

Dettagli

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria

Luca Paolazzi - Direttore Centro Studi Confindustria Frenata globale e premesse per la ripresa Luca Paolazzi Direttore Centro Studi Confindustria La convergenza delle previsioni 2008 2009 CSC (giugno) 0,1 0,6 Prometeia (settembre) 0,1 0,6 OCSE (settembre)

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER N. 22. 2014 GIUGNO Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 - Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 - Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Fax: + 39

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali Roma 19 marzo2009 Dott. Giovanni MOSCA - Ufficio tecnologie e supporto dell attività di verifica Passi necessari per divenire un

Dettagli

I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012)

I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012) Milano, 15 ottobre 2013 I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012) Totale* 211,7 In casa 138,8 * escluse bevande alcoliche Fuori casa 72,9 Fonte: elaboraz. C.S. Fipe

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base regionale

La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base regionale VI Workshop UniCredit RegiosS Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali. I fattori di competitività territoriale La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Dossier rincari ferroviari

Dossier rincari ferroviari Nel 2007 i pendolari in Italia hanno superato i 13 milioni (pari al 22% della popolazione) con un incremento del 18% rispetto al 2005. La vita quotidiana è quindi sempre più caratterizzata dalla mobilità,

Dettagli

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015

Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità. Ferrara - Novembre 2015 Azioni e strumenti per la nuova l imprenditorialità Ferrara - Novembre 2015 1 Invitalia per la crescita e la competitività del sistema produttivo Sosteniamo la nascita di nuove imprese la realizzazione

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B 00198 Roma Tel.: + 39 06 9020 5061 Cell.: (IT) +39 331 3007120 Cell.: (LT)

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

N. 7 2013 MARZO WWW.ILCC.IT. Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma

N. 7 2013 MARZO WWW.ILCC.IT. Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede operativa: Via Guido d Arezzo 10 00198 Roma Sede legale: Via Appia Antica 249/B 00198 Roma Tel.: +39 06 9020 5061 Cell.: (IT) +39331 3007120 Cell.: (LT) +37 06 9916767 Fax.: +39 06 855301174 E-mail:

Dettagli

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano?

Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Gli studenti universitari di quali aiuti beneficiano? Il quadro attuale (e uno sguardo al futuro) Federica Laudisa La dimensione sociale degli studi in Europa e in Italia: quali risposte alle nuove domande?

Dettagli

La Gestione del Personale nelle PMI

La Gestione del Personale nelle PMI La Gestione del Personale nelle PMI 1 GIRO D ITALIA AIDP Verso il 41^ Congresso Nazionale 3^ tappa Orvieto, 13 marzo 2012 LA GESTIONE DEL PERSONALE NELLE PMI APPROCCI E TESTIMONIANZE TRA NORMATIVA E FATTORI

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413

... e i pagamenti delle imprese ... G e n n a i o 2 0 1 413 ...... Osservatorio sui protesti...... G e n n a i o 2 0 1 4 Osservatorio sui protesti In calo i mancati pagamenti e i gravi ritardi delle imprese... Sintesi dei risultati Nel terzo trimestre del i dati

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER

CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER CAMERA DI COMMERCIO ITALO-LITUANA NEWSLETTER Sede operativa: Viale Giuseppe Mazzini, 6 00195 Roma Sede legale: Via Appia Antica, 249/B 00178 Roma Tel.: + 39 06 3222 574 Cell.: (IT) + 39 347 334 5529 Cell.:

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI

L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI L 82 PER CENTO DEI PROPRIETARI DI PRIMA CASA SONO PENSIONATI, OPERAI E IMPIEGATI Con l abolizione della Tasi sulla prima casa, la percentuale di famiglie più interessate dallo sgravio saranno quelle dei

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE

LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE 11 settembre 2014 II Trimestre 2014 LE ESPORTAZIONI DELLE REGIONI ITALIANE Nel secondo trimestre del 2014, rispetto ai tre mesi precedenti, le vendite di beni sui mercati esteri risultano in aumento per

Dettagli

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia Bollettino Flash 17 marzo 2014 Confagricoltura ha espresso più volte la propria preoccupazione

Dettagli

N 309 del 18 gennaio 2014

N 309 del 18 gennaio 2014 N 309 del 18 gennaio 2014 Il mercato nazionale dei prodotti lattiero caseari Prezzi settimanali di alcuni prodotti lattiero-caseari in Italia ( / kg) 13 dic. sett. precedente 4 sett. prima 1 anno prima

Dettagli

I dati della ricerca

I dati della ricerca Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 Comunicati www.mi.camcom.it I dati della ricerca Il mercato fotovoltaico in Europa e nel mondo. È l Europa il mercato di sbocco principale per il fotovoltaico,

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Le adozioni internazionali nel 2013

Le adozioni internazionali nel 2013 Le adozioni internazionali nel 2013 Nel corso del 2013 la Commissione ha rilasciato l autorizzazione all ingresso in Italia per 2.825 bambini provenienti da 56 Paesi, adottati da 2.291 famiglie residenti

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE IN LOMBARDIA

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE IN LOMBARDIA NOTIZIESTATISTICHE Statistica e Osservatori Numero 3 Maggio 2005 I CONSUMI DELLE FAMIGLIE IN LOMBARDIA Primo obiettivo dell indagine sui consumi delle famiglie, condotta dall Istituto nazionale di Statistica,

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE 6 novembre 2015 LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline Evoluzione dei

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays

La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays Andrea Mazzanti Agriturismo Villa Tombolina Montemaggiore al Metauro (PU) 19 Novembre 2008 Agriturismo in Italia

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, ACCESSORI,PELLETTERIE, REP TESSILE PER LA CASA ED ARTICOLI SPORTIVI

ABBIGLIAMENTO, CALZATURE, ACCESSORI,PELLETTERIE, REP TESSILE PER LA CASA ED ARTICOLI SPORTIVI SETTORE MODA,, ABBIIGLIIAMENTO,, CALZATURE,, ACCESSORII,,PELLETTERIIE,, TESSIILE PER LA CASA ED ARTIICOLII SPORTIIVII Con laa l ccol llaaborraazzi ionee di:: Fashion REPORT INDICE Pag. 1. 2. 3. 4. CONSUMI

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

>> Fotovoltaico: situazione attuale e prospettive delletecnologiee del mercato

>> Fotovoltaico: situazione attuale e prospettive delletecnologiee del mercato >> Fotovoltaico: situazione attuale e prospettive delletecnologiee del mercato IMPIANTI FOTOVOLTAICI Tecnologie attuali e nuovi modelli Bari 11 Dicembre 2007 ore 15,30 1 >> Fotovoltaico: situazione attuale

Dettagli

Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5%

Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5% Dati statistici sull energia elettrica in Italia - 2014 Nota di sintesi CALO DELLA DOMANDA DI ELETTRICITA NEL 2014: -2,5% I dati definitivi sul bilancio elettrico del 2014 fanno registrare una riduzione

Dettagli

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Primo Convegno Nazionale Qualita della vita: territorio e popolazioni Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Sabrina Stoppiello, Stafania Della Queva, Manuela Nicosia Censimento

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

INVESTI NEL TUO LAVORO

INVESTI NEL TUO LAVORO INVESTI NEL TUO LAVORO Dott. Arcangelo Rizzuti Responsabile Rete Nazionale BacktoWork24 Bologna, 10 marzo 2015 Da un anno, ogni settimana, abbiamo portato un investimento a una piccola azienda I risultati

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014

Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Fallimenti delle aziende in Italia Dati aggiornati a settembre 2014 Marketing CRIBIS D&B Agenda Analisi dei Fallimenti in Italia Company Profile Gli Strumenti Utilizzati e Metodologia 2 Tipologia di analisi

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI I dati della Banca d Italia sul mercato del credito mostrano un diverso andamento per quanto riguarda i mutui

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA?

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA? Nuovo Rapporto Ance Cresme alluvioni con una scia ininterrotta di disastri, vittime e costi altissimi per i cittadini. Un territorio martoriato da Nord a Sud e L aggiornamento del rapporto Ance Cresme

Dettagli

La competitività dei territori italiani nel mercato globale

La competitività dei territori italiani nel mercato globale La competitività dei territori italiani nel mercato globale Zeno Rotondi, Responsabile Ufficio Studi Italia Bologna, aprile 2011 Indice Quadro congiunturale La competitività dei territori e il ritorno

Dettagli