Piano strategico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano strategico 2011 2013"

Transcript

1 Piano stratgico Prsntazion alla comunità finanziaria Milano, 17 cmbr 2010

2 Agnda Excutiv Summary Elmnti stratgici dl piano Evoluzion Ricavi / EBITDA Organizzazion Risors uman Elmnti chiav dl to omico dlla gstion finanziaria Dttaglio pr BU 2 Milano, 17 cmbr 2010

3 Excutiv Summary (I) I mrcati rifrimnto RCS stanno affrontando un procsso racal trasformazion pr fftto : Evoluzion dll tcnologi Trasformazion comportamnti acquisto sumo lttori dgli invstitori pubblicitari Ingrsso nuovi comptitor La trasformazion dl sttor ma vidnzia: Contrazion mrcati ma trazionali, l unica cczion dl sttor libri Crscita dlla raccolta pubblicitaria gital, ma non sufficint a compnsar il calo businss trazionali Crisi dl modllo businss trazional Opportunità mrgnti sviluppo ricavi nl gital (s. tnuti gitali a pagamnto, Vido wb Tv, rct markting CRM, progtti pubblicitari intgrati,...), volumi ancora limitati, ma alto potnzial futuro Ciò rnd ncssario allinar stratgia, organizzazion comptnz all nuov sfid ch si manifstano praltro nll attuali zioni assoluta incrtzza Nl nuovo tsto, RCS vuol ssr un Gruppo ma global, ladr nll toria qualità, multimal intrnazional. Nllo sviluppo dl Piano Stratgico si pon gli obittivi : 3 Consolidar la sostnibilità garantir la tinuità dl Gruppo Essr pronti a coglir l opportunità mrgnti sppur fficil prvbilità Milano, 17 cmbr 2010

4 Excutiv Summary (II) Il Piano si articola attravrso l sgunti rttrici stratgich: Consolidar rafforzar la produzion torial qualità, il ripnsamnto prodotti dll offrta Sviluppar rlazioni duratur i lttori gli invstitori, l obittivo aumntarn solidarn la fidlizzazion Potnziar l voluzion multimal gital Powr Brand Quotiani italiani spagnoli, Prioci Vrticali Libri Riprogttar i modlli businss particolar rifrimnto ai ricavi, all asstto organizzativo gnral, ad una nuova organizzazion dl lavoro soprattutto al patrimonio comptnz azindali Focalizzar gli invstimnti l ambizioni crscita in Italia all Estro pr la fsa dll toria trazional pr lo sviluppo dl businss multimal gital, sinvstndo da asst non cor I risultati omico-finanziari prvisti a piano dal 2010 al 2013 sono: Ricavi: da (1) a milioni Euro EBITDA: da 197 (1) a 296 milioni Euro Rdtività: dall 8,7% (1) al 12% Posizion Finanziaria Ntta: da a milioni Euro 4 1. Risultati ant onri provnti non ricorrnti d incluso GEF Milano, 17 cmbr 2010

5 Agnda Excutiv Summary Elmnti stratgici dl piano Evoluzion Ricavi / EBITDA Organizzazion Risors uman Elmnti chiav dl to omico dlla gstion finanziaria Dttaglio pr BU 5 Milano, 17 cmbr 2010

6 Obittivi dl Piano Stratgico Ricavi Razionalizzazion attravrso la crisi Trasformazion dl modllo businss pr la sostnibilità dl Gruppo Businss gital In un tsto mrcato incrtzza, il Piano si pon i sgunti obittivi 1 Consolidar la sostnibilità garantir la tinuità dl Gruppo Struttura costi fficint Mix ricavi incrmnto gital Situazion patrimonial solida Businss trazional Essr pronti a coglir l opportunità ch possono mrgr ma ch sono fficil prvbilità Trasformazion dl modllo businss Allinamnto dll'organizzazion Comptnz pr gstir il nuovo modllo businss 6 Milano, 17 cmbr 2010

7 Nl nuovo tsto la Mission dl Gruppo RCS riman Essr un Gruppo Ma, ladr nll toria qualità, multimal intrnazional 7 Milano, 17 cmbr 2010

8 L lin stratgich dl Gruppo Focalizzar invstimnti ambizioni crscita Essr una raltà multimal gital Produrr tnuto torial qualità Promuovr la cntralità dlla rlazion il clint Riprogttar il modllo businss 8 Milano, 17 cmbr 2010

9 Progtti trasvrsali Ar Businss RCS Quotiani RCS Prioci RCS Libri Flammarion RCS Pubblicità Unidad Etorial Altr partcip. Gruppi lavoro stratgici Cantiri Organizzativi Ripnsamnto prod. torial CRM / Consumator Contnuti t. a pagamnto Prsnza nlla TV/Vido E rang d -book Rivisitaz. modllo cssionaria Oprations Piattaform ICT Organizzazion Comptnz 9 Milano, 17 cmbr 2010

10 Produrr tnuto torial qualità 1 L'Informazion " Qualità" 2 La multimalità la grarchia dll informazioni tra l vrs piattaform/mzzi prodotti 3 Il ruolo dl vido nll'offrta multimal 4 Il targt lttori l modalità intrazion 5 L'quilibrio dgli ingrnti / struttura dl prodotto valor dl tnuto (srvizi locali, inchist, approfonmnti,...) 6 La fsa dlla ffusion / frqunza sttimanal acquisto 10 Milano, 17 cmbr 2010

11 Promuovr la cntralità dlla rlazion il clint Obittivi Dscrizion Miglioramnto dl prodotto torial Aprndo un canal rtto comunicazion in grado "misurar la tmpratura" dl lttor Attravrso un monitoraggio frqunt dl panl lttori Incrmnto dlla fdltà dl clint Attravrso spcifici programmi fidlizzazion sia a livllo singoli brand sia Gruppo Maggior sostgno all tr principali lin ricavo Dirct Markting pr i prodotti toriali dl Gruppo Potnziamnto offrta intgrata vnti, promozioni, tc. 11 Milano, 17 cmbr 2010 Ralizzazion manutnzion un Databas unico a livllo pas sviluppo comptnz

12 Essr una raltà multimal gital - Digital Fr Offrta gital a pagamnto Wb (PC+Tablt) Smartphons Wb (PC+Tablt) Smartphons Application su Tablt CdS DIGITAL EDITION GdS DIGITAL EDITION GAZZETTA.IT PREMIUM 1 CORRIERE.IT PREMIUM 1 GAZZETTA.IT CORRIERE.IT EL MUNDO DIGITAL EDITION MARCA DIGITAL EDITION EXPANSION DIGITAL EDITION ELMUNDO.ES MARCA.COM EXPANSION.COM Slzion notizi / approfonmnti / opinioni / vido / immagini dl sito wb, sponibili solo a pagamnto Milano, 17 cmbr 2010

13 Essr una raltà multimal gital Vido Wb Italia Spagna Piano crscita dl numro straming sui siti powr brand in Italia Spagna Brand # straming (Milioni) Tipo format Vido nws Diritti sportivi Magazin Documntari Talk show Evnti Liv Vido chat Italia Spagna 2013 Piattaforma 13 Milano, 17 cmbr 2010 Font: RCS, BCG

14 Essr una raltà multimal gital E-rang Prodotto Varia Collzionabili Book "trazional" (2013, ~3000 titoli): Tutt l novità + slzion back list Book "nativo" / Apps (2013 ~70 Apps) 6 Ar: Collzionabili Illustrati Scolastica Book "trazional": Conformi all sposizion dlla riforma scolastica (dal 2012 obbligo sponibilità dl tsto gital) Gran Autori Infanzia / Ragazzi Fumtti (Francia) Contnuti srvizio Pricing Oggi Przzo Book ~30% infrior vs Libro cartaco In corso rvision / sprimntazion stratgi pricing Przzi Apps tndnzialmnt infriori ai libri Przzi Book scolastici vincolati dal ttto all sps pr istruzion In valutazion stratgi ottimal pricing pr prodotti complmntari Distribuzion 14 Milano, 17 cmbr possibili canali: Dirtto (Librriarizzoli.it) Rtailr Onlin / Offlin Pur playr onlin Produttori Dvics Rt Promotori

15 Riprogttar il modllo businss Adguar il modllo ricavi al nuovo tsto un pso un focus crscnt sui ricavi gitali Rndr più flssibil la struttura costi Garantir la sostnibilità dl businss attravrso la ricrca tinua dll'fficinza Rvision dll asstto organizzativo Gruppo allinamnto agli obittivi stratgici Dotar il Gruppo dll risors ncssari ad affrontar l nuov sfid piano 15 Milano, 17 cmbr 2010

16 Focalizzar invstimnti ambizioni crscita multimal multipiattaforma Powr Brand Quotiani in Italia Spagna Concntrazion sui Vrticali Prioci in Italia all Estro Consolidamnto dlla posizion comptitiva ni Libri in Italia Francia, anch attravrso vntuali acquisizioni innovazion gital Invstimnto potnziamnto dll piattaform tcnologich (s. TV/Vido on lin, CRM,...) Ridfinizion dl portafoglio possibili sinvstimnti sgunt riduzion dl capital invstito in asst cspiti non cor 16 Milano, 17 cmbr 2010

17 Agnda Excutiv Summary Elmnti stratgici dl piano Evoluzion Ricavi / EBITDA Organizzazion Risors uman Elmnti chiav dl to omico dlla gstion finanziaria Dttaglio pr BU 17 Milano, 17 cmbr 2010

18 Piano Stratgico Paramtri principali Cagr % Cagr % MKT RCS MKT RCS Quotiani Prioci 0.0% -4.0% 1,9% 1,8% Collatrali % -12.0% Pubblicità Onlin Quotiani Onlin 15,3% 3,0% 18,9% 30,1% 3,4% 23% Libri - - 0,8% 1,3% 2,9% 1,2% TV FTA 4,9% 53% Costo dl Lavoro - 3,7% (3) Diffusion stampa Quotiani a pagam. Quotiani a pagam. -3,2% n.a. -3,9% (1) -5,4% Przzo Carta Quotiani Prioci 7,3% 3,1% 7,3% 3,1% Diffusion Digital al 2013 (copi /000) Quotiani a pagam. Quotiani a pagam (2) 103 (2) (1) Corrir dlla Sra - 3.3% Gazztta dllo Sport - 4.6%, incluso l fftto cannibalizzazion da part dll zioni gitali (2) Prvision Tablt al 2013 pari a 3,8 milioni in Italia 3,2 milioni in Spagna, un quota RCS pari al 3,2% in ntrambi i pasi (3) Costo ornario 18 Font: laborazioni intrn su dati Nilsn, Datamonitor, i2p, CPC, Znith PWC Milano, 17 cmbr 2010

19 Evoluzion risultati Ricavi 1 m = CAGR % Pubblicità gital (Display, Vido, Ipad/Tablt) 2, ,8% 2, Digital Multimal 20.8% 30% dl DTT Spagna 25% Diffusioni gitali (Ipad/tablt, mobil), -book d -commrc 15% Altro CAGR Collzionabili UK = +0.7% 1,955 1,917 Businss Trational -0.7% Calo ffusioni Italia Spagna parzialmnt compnsati da aumnti przzi coprtina Rcupro raccolta pubblicitaria su stampa trazional Italia Spagna (CAGR circa 2%) 2010 IIF 2013E Calo Collatrali Collzionabili totalmnt compnsati da crscita libri Varia Scolastica RCS Sport altri progtti (Estro) Lo sviluppo risultati 2013 è gnrato dal businss gital multimal sul solidamnto dl businss trazional Incluso GEF nl 2010 Milano, 17 cmbr 2010

20 Evoluzion risultati - EBITDA 1 Il tributo sgunti drivr: m = CAGR10-13 Aumnto pubblicità trazional Calo ffusioni Aumnto przzi coprtina 14.5% Aumnto przzo carta Aumnto libri varia scolastica 0% Calo collatrali smission GEF 296 Aumnto costo dl lavoro 197 Ultriori saving d fficinz 33% Contributo ai powr brand dallo sviluppo gital/multima (adv baslin, Ipad, frmium, wb TV) 40% 2010 IIF 2013E DTT in Spagna 17% EBITDA % 8,7% 12,0% Altro 10% Lo sviluppo risultati 2013 è gnrato dal businss gital multimal, dall ultriori fficinz dal solidamnto dl businss trazional Risultati ant onri provnti non ricorrnti d incluso GEF nl 2010 Milano, 17 cmbr 2010

21 Italia vrso Estro Ricavi ntti 1, % su total 2010 IIF, 100%= Ricavi ntti 1, % su total 2013E, 100%= m Estro m Estro 41 Italia Italia 59 EBITDA 1, % su total 2010 IIF, 100%= 197 EBITDA 1, % su total 2013E, 100%= 296 m m Italia Estro Italia Estro Risultati ant onri provnti non ricorrnti d incluso GEF nl 2010 Milano, 17 cmbr 2010

22 Agnda Excutiv Summary Elmnti stratgici dl piano Evoluzion Ricavi / EBITDA Organizzazion Risors uman Elmnti chiav dl to omico dlla gstion finanziaria Dttaglio pr BU 22 Milano, 17 cmbr 2010

23 Piano Stratgico Priorità organizzativ Allinar l'asstto organizzativo Gruppo agli obittivi stratgici 1 Prosguir l azioni fficinza su tutt l attività 2 Dotar il Gruppo dll risors ncssari ad affrontar l nuov sfid piano (sia mant lo sviluppo intrno sia tramit l acquisizion comptnz dall'strno) 3 Favorir un tsto azindal orintato alla cratività, all'innovazion alla sprimntazion flssibilità organizzativa, in un clima fiducia tra i pndnti l azinda 4 23 Milano, 17 cmbr 2010

24 Agnda Excutiv Summary Elmnti stratgici dl piano Evoluzion Ricavi / EBITDA Organizzazion Risors uman Elmnti chiav dl to omico dlla gstion finanziaria Dttaglio pr BU 24 Milano, 17 cmbr 2010

25 Evoluzion risultati omici m 2007PF IIF E CAGR '10 '13 Ricavi % EBITDA % % 13.4% 10.2% 6,0% 8.7% 12,0% EBIT n.d n.s. % 4,9% n.s. 3,5% 8,2% 1. Ant onri provnti non ricorrnti 2. Includ GEF Impairmnt tst al 30 giugno Esclud Impairmnt tst 25 Milano, 17 cmbr 2010

26 Elmnti chiav dlla gstion finanziaria Fr Cash Flow Fr Cash Flow cumulato prima dgli invstimnti pari a c.a 530 milioni Euro Invstimnti Gli invstimnti cumulati ammontano a c.a. 160 milioni Euro Portafoglio & asst non cor Nl Piano non sono inclusi sinvstimnti, ma è in corso un attnta analisi valorizzazion asst cspiti non stratgici Posizion Finanziaria Ntta Ratio PFN/EBITDA 2013E = 2.3x 26 Milano, 17 cmbr 2010

27 Invstimnti cumulati, capital invstito ROI Invstimnti cumulati Capital Invstito Ntto 100 % = 160 m m Altro Tcnici ICT IIF 2013E ROI 20 % 10,7% Diritti TV 5,5% 3,8% - 4,3% IIF 2013E 27 Milano, 17 cmbr 2010

28 Posizion Finanziaria Ntta Situazion al m PF IIF 2013E PFN/ Ebitda ant non ricorrnti 2.6 4,2 7,9 5,0 2,3 28 Milano, 17 cmbr 2010

29 Agnda Excutiv Summary Elmnti stratgici dl piano Evoluzion Ricavi / EBITDA Organizzazion Risors uman Elmnti chiav dl to omico dlla gstion finanziaria Dttaglio pr BU 29 Milano, 17 cmbr 2010

30 Quotiani Italia multimal multimal multipiattaforma multipiattaforma ricavi ricavi Powr Powr Brand Brand Corrir Corrir Gazztta Gazztta zioni zioni gitali gitali a a pagamnto pagamnto Crscita Crscita vido vido on on lin lin Rivisitazion Rivisitazion torial torial Corrir Corrir (grafica, (grafica, mix mix tmatich, tmatich, attrazion attrazion giovani, giovani, tc.) tc.) Rivisitazion Rivisitazion torial torial valorizzazion valorizzazion allgati allgati dlla dlla raccolta raccolta pubblicitaria pubblicitaria (valorizzazion (valorizzazion brand, brand, nuovi nuovi format, format, progtti progtti spciali) spciali) Aumnto Aumnto ricavi ricavi non non toriali toriali (Gazztta (Gazztta gioco gioco on on lin, lin, -commrc) -commrc) Rcupro Rcupro marginalità marginalità dlla dlla Classifid Classifid Ridfinizion Ridfinizion dll organizzazion dll organizzazion torial torial pubblicitaria pubblicitaria cornt cornt multimalità multimalità dlla dlla rlazion rlazion il il lttor lttor (CRM) (CRM) zioni zioni locali locali Corrir Corrir sistma sistma Ezioni Ezioni Locali Locali on on lin lin Focalizzazion Focalizzazion mantnimnto mantnimnto marginalità marginalità Collatrali Collatrali Raggiungimnto Raggiungimnto quilibrio quilibrio omico omico Fr Fr Prss Prss EBITDA % 2010 IIF 14.7% 2013E 16.1% 30 Milano, 17 cmbr 2010

31 Unidad Etorial multimal multimal multipiattaforma multipiattaforma ricavi ricavi toriali toriali Powr Powr Brand Brand Quotiani Quotiani Consolidamnto Consolidamnto posizionamnto posizionamnto nlla nlla stampa stampa Aumnti Aumnti przzo przzo coprtina coprtina tnuti tnuti gital gital a a pagamnto pagamnto powr powr brand brand su su Orbyt Orbyt Crscita Crscita vido vido on on lin lin dlla dlla rlazion rlazion il il lttor lttor (CRM) (CRM) nl nl DTT DTT (Vo7, (Vo7, Marca Marca TV) TV) dlla dlla raccolta raccolta pubblicitaria pubblicitaria Crscita Crscita dlla dlla raccolta raccolta ma ma gitali gitali (TV (TV Intrnt) Intrnt) Valorizzazion Valorizzazion brand brand offrta offrta intgrata intgrata multipiattaforma multipiattaforma Nuovi Nuovi format format progtti progtti spciali spciali Dirct Dirct markting markting Aumnto Aumnto ricavi ricavi non non toriali toriali (-commrc (-commrc social social ntwork) ntwork) Consolidamnto Consolidamnto dlla dlla nuova nuova organizzazion organizzazion torial torial pubblicitaria pubblicitaria cornt cornt multimalità multimalità Focalizzazion Focalizzazion mantnimnto mantnimnto marginalità marginalità Collatrali Collatrali EBITDA % 2010 IIF 8.3% 2013E 18.0% 31 Milano, 17 cmbr 2010

32 Prioci Focalizzazion Focalizzazion su su Fmminil: Fmminil: Prsio Prsio carta carta Rstyling Rstyling Amica Amica Rafforzamnto Rafforzamnto wb wb TV TV Contnuti Contnuti gitali gitali a a pagamnto pagamnto pr pr tablt tablt Casa Casa & Arrdamnto: Arrdamnto: Rstyling Rstyling BravaCasa BravaCasa Format Format offrta offrta pubblicitaria pubblicitaria (progtti (progtti intgrati, intgrati, Dirct Dirct markting) markting) gital gital (-commrc, (-commrc, tnuti tnuti gitali gitali a a pagamnto pagamnto pr pr tablt) tablt) Viaggi: Viaggi: Rafforzamnto Rafforzamnto brand brand Dov Dov (-commrc, (-commrc, tnuti/srvizi tnuti/srvizi pr pr tablt, tablt, Dov Dov TV) TV) Crscita Crscita Infanzia: Infanzia: ricavi ricavi gitali gitali (tablt, (tablt, -commrc) -commrc) intrnazional intrnazional (Cina, (Cina, Brasil) Brasil) Ara Ara Familiari: Familiari: dl dl sistma sistma Oggi Oggi Ultriori Ultriori azioni azioni rcovry rcovry Smplificazion Smplificazion socitaria socitaria EBITDA % 2010 IIF 1.9% 2013E 6.3% 32 Milano, 17 cmbr 2010

33 Libri 33 Varia Varia Italia Italia Ottimizzazion Ottimizzazion dl dl portafoglio portafoglio brand brand pr pr il il rafforzamnto rafforzamnto dlla dlla posizion posizion su su sgmnti sgmnti maggior maggior attrattività attrattività mrcato mrcato Ridfinizion Ridfinizion organizzazion organizzazion promozional promozional commrcial commrcial (politica (politica promo-pubblicitaria, promo-pubblicitaria, rt rt commrcial, commrcial, fficinza fficinza struttura) struttura) Lancio Lancio Progtti Progtti Spciali Spciali d d -book -book Varia Varia Francia Francia Rafforzamnto Rafforzamnto su su sgmnti sgmnti attrattivi attrattivi sviluppo sviluppo nuov nuov ar ar toriali toriali (-book) (-book) attività attività stribuzion stribuzion Scolastica Scolastica Consolidamnto Consolidamnto dlla dlla posizion posizion mrcato mrcato Azioni Azioni fficinza fficinza commrcial commrcial stributiva stributiva dll offrta dll offrta multimal multimal gital gital tnuti tnuti srvizi srvizi complmntari complmntari all all attività attività dattich dattich produzion produzion gital gital Illustrati Illustrati Lancio Lancio nuov nuov lin lin toriali toriali ntwork ntwork intrnazional intrnazional Collzionabili Collzionabili Mantnimnto Mantnimnto dll attual dll attual offrta offrta in in Italia, Italia, rcupro rcupro marginalità marginalità Milano, 17 cmbr 2010 EBITDA% 2010 IIF 8.9% 2013E 9.7%

34 Pubblicità (cssionaria Italia) Ridfinizion Ridfinizion dl dl modllo modllo organizzativo organizzativo pr pr aumntar aumntar il il prsio prsio pntrazion pntrazion mrcato mrcato Organizzazion Organizzazion markting markting commrcial commrcial pr pr clinti clinti (gran, (gran, m, m, nw nw businss) businss) Lin Lin dcat dcat a a sttori sttori moda moda arrdo arrdo Sistma Sistma Sport Sport (lina (lina vnta vnta markting markting dcati) dcati) Intgrazion Intgrazion Forza Forza vnta vnta Onlin Onlin nll nll Dirzioni Dirzioni commrciali commrciali pr pr clint/sistma clint/sistma Potnziamnto Potnziamnto ara ara progtti progtti intgrati intgrati nuovo nuovo modllo modllo offrta offrta Progtti Progtti intgrati intgrati (tailor (tailor mad/catalogo) mad/catalogo) Valorizzazion Valorizzazion powr powr brand brand Format Format pr pr nuov nuov piattaform piattaform (vido (vido on on lin, lin, ipad, ipad, tc) tc) Affiliazion Affiliazion siti siti trzi trzi 34 Milano, 17 cmbr 2010

35 Disclaimr La prsnt prsntazion tin l prliminari proizioni dl managmnt l valutazioni d ipotsi su avvnimnti futuri, inclus l informazioni corrlat all prvist prformanc finanziari RCS MaGroup d i prospttati andamnti dl sttor dll toria, particolar rifrimnto ai sgmnti quotiani, prioci, libri nuovi ma. Tali rapprsntazioni sono basat su valutazioni stima d ipotsi ffttuat dal managmnt dlla Socità sono sidrat proizioni ragionvoli, allo stato attual, sbbn, pr loro natura, l proizioni futur siano incrt soggtt all variazioni causat dai possibili cambiamnti dl mrcato. I risultati o l sprinza ffttivi potrbbro ffrir significativamnt dall informazioni inclus nlla prsnt. La prsnt comunicazion non costituisc offrta o sollcitazion alla compravnta strumnti finanziari dll socità mnzionat in nssuna giuriszion d è inrizzata a profssionisti in ambito finanziario. Vi invitiamo a tattar il nostro partimnto Invstor Rlations pr ultriori informazioni Fdrica D Mci Nicola Banco Milano, 17 cmbr 2010

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014

Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014 Relazione finanziaria semestrale al 30 Giugno 2014 RCS MediaGroup S.p.A. Via A.Rizzoli, 8 20132 Milano Capitale Sociale 475.134.602,10 Registro Imprese e Codice Fiscale/Partita IVA n. 12086540155 R.E.A.

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012

Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2012 Progetto di Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 311 dicembre 2012 BILANCIO SEPARATO DADA A S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2012 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

LISTINO PREZZI Tutte le nostre tariffe relative ai servizi premium offerti da Sedo

LISTINO PREZZI Tutte le nostre tariffe relative ai servizi premium offerti da Sedo 1 / 5 LISTINO PREZZI Tutte le nostre tariffe relative ai servizi premium offerti da Sedo Mettere in vendita domini sulla piattaforma di Sedo è completamente gratuito. Validità: a partire dal 1 Agosto 2011.

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it

Cap.12 Le relazioni pubbliche. Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Cap.12 Le relazioni pubbliche Corso di Comunicazione d Impresa - A.A. 2011-2012 Prof. Fabio Forlani - fabio.forlani@uniurb.it Capitolo 12 Le relazioni pubbliche Le relazioni pubbliche (PR) Insieme di attività

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

SalusNet - un iniziativa di Federsanità

SalusNet - un iniziativa di Federsanità ASL Formazione Continua e qualità delle prestazioni sanitarie L esigenza di razionalizzare la Spesa Sanitaria, per contenerne i costi, oggi deve e può coniugarsi con una continua tensione al miglioramento

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Educazione Continua in Medicina (E.C.M.)

Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI Educazione Continua in Mecina (E.C.M.) PROGETTO FORMATIVO AZIENDALE CORSO DI FORMAZIONE PRIVACY AGLI INCARICATI AL TRATTAMENTI

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

FONOSTOP ISOLAMENTO ACUSTICO DAI RUMORI DI CALPESTIO Prodotti e soluzioni tecniche

FONOSTOP ISOLAMENTO ACUSTICO DAI RUMORI DI CALPESTIO Prodotti e soluzioni tecniche TP ISLAMENT ACUSTIC DAI RUMRI DI CALPESTI Prdtti sluzini tcnich Lina Irvnti islamnt stic in nuvi fabbricati ristrutturazini igrali Islamnt stic di pavimnti su slai in latr-cmnt Bnifica stica snza dmlizini

Dettagli

[La catena del valore]

[La catena del valore] [La catena del valore] a cura di Antonio Tresca La catena del valore lo strumento principale per comprendere a fondo la natura del vantaggio competitivo è la catena del valore. Il vantaggio competitivo

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Capitolo 10. Analisi degli investimenti in beni strumentali

Capitolo 10. Analisi degli investimenti in beni strumentali Capitolo 10 Analisi degli investimenti in beni strumentali 1 I criteri tradizionali di valutazione degli investimenti 1. Il tempo di recupero (payback period) 2. Il payback period attualizzato 3. Il rendimento

Dettagli

Effetti delle imposte nel mercato internazionale dei capitali. Economia dei tributi_polin 1

Effetti delle imposte nel mercato internazionale dei capitali. Economia dei tributi_polin 1 Effetti delle imposte nel mercato internazionale dei capitali Economia dei tributi_polin 1 Allocazione internazionale del capitale Si possono definire due principi di neutralità della tassazione del capitale

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci

JOHANN SEBASTIAN BACH Invenzioni a due voci JOH EBTI BCH Invnzon a u voc BWV 772 7 cura Lug Catal trascrzon ttuata con UP htt//ckngmuscarchvorg/ c 200 Lug Catal (lucatal@ntrrt) Ths ag s ntntonally lt ut urchtg nltung Wormt nn Lbhabrn s Clavrs, bsonrs

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014

Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppo Dada al 31 dicembre 2014 Bilancio separato Dada S.p.A. e Bilancio consolidato Gruppoo Dada al 311 dicembre 2014 PROGETTO BILANCIO SEPARATO DADAA S.P..A. E CONSOLIDATO GRUPPO DADA AL 31 DICEMBRE 2014 (REDATTO SECONDO I PRINCIPI

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

GRUPPO TELECOM ITALIA. Domestic market. Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili

GRUPPO TELECOM ITALIA. Domestic market. Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili GRUPPO TELECOM ITALIA Domestic market Progetto Internalizzazioni Dettaglio Profili 8 maggio 2013 BUSINESS. Assurance Clienti Top 7 addetti front end/help desk - 102 tecnici 1 liv. - 62 specialisti NW La

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13

SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13 SCUOLA DELL INFANZIA RISULTANZE MONITORAGGIO GENITORI A.S. 2012-13 STRUTTURE PULIZIA AMBIENTI 12 10 8 6 4 2 servizio di pulizia efficiente 10 0,0 AMBIENTI ADEGUATI ALLA FUNZIONE 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1 AMBIENTI

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete.

2012: : 2011 1 ) semestre. Risultato. - 25,6 mln. giugno 2012. mercati. nonostante. di riferimentoo. e della visibilità. in Rete. Comunicato Stampa aii sensi del Regolamento CONSOB 11971/1999 e successive modifiche APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 212: : Ricavi consolidati a 43,6 mln (+ 8% vs 1 semestre 211 1 ) MOL 2 a 6,1

Dettagli

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA.

FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. MUSICA PER IL PUNTO VENDITA FINALMENTE HAI UN'ALTERNATIVA. DALL'EUROPA ARRIVA SOUNDREEF. EVOLUTA, CONVENIENTE, TUA. www.soundreef.com Finalmente sei libero di scegliere. Soundreef rivoluziona il settore

Dettagli

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I

I N D I C A Z I O N E D E L L E P R E S T A Z I O N I Srvizio Tnio i Bino Romgn S i Rimini Lvori: 11162_INTERVENTI DI MITIGAZIONE DEL DISSESTO E MESSA IN SICUREZZA DELLA STRADA PROVINCIALE SP. 84 VALPIANO MIRATOIO, IN LOCALITA CA GUIDI LA PETRA, IN COMUNE

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli