Anno scolastico 2013/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Anno scolastico 2013/2014"

Transcript

1 Programmazione Didattica Asilo nido Il mondo delle fiabe Una buona scuola è quella dove il bambino entra pulito e torna a casa sporco: vuol dire che ha giocato, si è divertito, si è dipinto addosso, ha usato i propri sensi, è entrato in contatto fisico ed emotivo con gli altri. (Crepet P.) Anno scolastico 2013/2014 Dirigente scolastico Elisa di Filippo 20

2 PREMESSA INTRODUTTIVA L asilo nido Il mondo delle fiabe è un servizio educativo volto a favorire la crescita dei bambini dai 6 ai 36 mesi di vita, offrendo stimoli e opportunità che consentano la costruzione dell identità, dell autonomia e dell interazione con altri bambini ed adulti. La giornata viene organizzata tenendo presente i ritmi e i tempi dei bambini e delle bambine ed integra momenti di vita quotidiana legati soprattutto al soddisfacimento di bisogni primari (l alimentazione, il riposo, la sicurezza, la pulizia) a momenti di gioco libero ed organizzativo, laboratori, sperimentazioni e situazioni che implicano la partecipazione dei genitori. Il nido è organizzato per sezioni, composte da bambini di età omogenea: lattanti (dai 6 mesi ai 15 mesi) piccoli bruchi semi divezzi (dai 16 mesi ai 24 mesi) bruchi divezzi (dai 25 mesi ai 35 mesi) farfalle Nelle sezioni gli spazi sono suddivisi in angoli pensati in base all età del bambino e cosi denominati: Angolo morbido; Angolo lettura; Angolo attività; Angolo cucina; Angolo travestimenti; Angolo gioco. La giornata al nido: Accoglienza e Gioco libero nello spazio; ,30 Ci siamo tutti? Spuntino; ,15 Divisione nei gruppi di sezione: si alternano laboratori manipolativi, di drammatizzazione,di lettura o psicomotoria gioco libero nei vari spazi (morbido, gioco simbolico, travestimenti). Per i più piccoli è prevista un oretta di nanna Cambio e pulizia personale; Pranzo per i piccoli; Pranzo per i medi e per i grandi; Pratiche quotidiane di igiene orale; Cambio e nanna; Prima uscita; CALENDARIO DELLE CHIUSURE SCOLASTICHE : DICEMBRE (festività Natalizie) resteremo invece aperti il 30 e il 31 dicembre APRILE (Festività Pasquali) 2 MAGGIO (ponte festa dei lavoratori) VENERDI N. B. Sono escluse dall elenco soltanto le festività comandate e le chiusure a causa di condizioni metereologiche avverse sono da valutare all occasione. (es. neve ) 2 19

3 Carissimi Genitori E appena iniziato l anno scolastico, Il mondo delle Fiabe rinnova l invito alle mamme, ai papà a partecipare agli incontri di gruppo per confrontarsi, ed affrontare con esiti migliori le piccole difficoltà quotidiane con bambini grandi e piccini. La psicologa dell Età Evolutiva, Anna Corpolongo, condurrà il gruppo con temi utili a chiarire dubbi ed incertezze di ogni genitore,come per esempio; Il mio bambino a casa non mangia, a scuola sì, perché? Genitori non si nasce ma si diventa. I bambini di oggi sono vivaci, ci stimolano, ci mettono alla prova quindi, gli argomenti non mancheranno! L Inserimento al nido: L inserimento al nido rappresenta un momento molto delicato sia per il bambino che per la famiglia. Il vero distacco dal cordone ombelicale che unisce madre e figlio, avviene nel momento in cui è affidato alle cure a- morevoli delle educatrici. Molte mamme,vivono l allontanamento con ansia e sensi di colpa. La prima settimana di presenza del bambino al nido, è concordata tra genitori ed educatrici al fine di assicurare la continuità tra casa e il nuovo spazio educativo. Ogni bambino ha un vissuto familiare,è una risorsa da cui attingere. Il sorriso e la gioia quando è accolto dalle braccia dell educatrice sono espressioni di fiducia e serenità, emozioni che il bambino manifesta nel primo percorso di crescita nel mondo degli adulti e nel Mondo delle Fiabe. Dott.ssa Anna Corpolongo Ordine Psicologi Lazio N Cambio e merenda; Seconda uscita; Attività strutturata per i bambini del full-time; Cambio e pulizia personale; Gioco libero in attesa dell uscita. Gli eventuali ritardi verranno conteggiati come ore di ludoteca. Finalità e obiettivi Il bambino è portatore di alcuni bisogni fondamentali che gli adulti sono chiamati a soddisfare perché spesso quando questi bisogni sono soddisfatti, il bambino tende a comportarsi meglio, ad essere più collaborativo e ad accettare più facilmente le regole stabilite. BISOGNO DI SICUREZZA: il bisogno di sicurezza viene dato al bambino piccolo soprattutto attraverso l istruzione di routine, una serie di azioni che scandiscono la giornata e si ripetono in modo ordinario e riconoscibile. Per questo è importante dare un ordine alla vita dei bambini, rispettare orari per i pasti e per andare a dormire, ma anche avere alcune regole non discutibili, ossia dei punti fermi ai quali attaccarsi come una maniglia in caso di confusione e incertezza. BISOGNO DI COMPETENZA E AUTONOMIA: un bambino ha bisogno di sentirsi competente, ha bisogno che gli vengano riconosciute le sue abilità. Per aiutarlo a crescere dobbiamo aiutarlo ad assumersi le sue responsabilità, commisurate alla sua età e al suo livello di sviluppo per aiutarlo ad aumentare la sua autostima. BISOGNO DI LIBERTA : è importante creare uno spazio sicuro in cui possa esercitare la propria capacità di fare delle scelte, concedergli la possibilità di scegliere la libertà di giocare a modo suo, senza dover seguire le istruzioni. Il nido è un luogo privilegiato di crescita e di sviluppo delle possibilità individuali, cognitive, affettive e sociali, finalizzato al raggiungimento di uno sviluppo armonico della personalità. L obiettivo primario è quello di favorire la crescita del bambino in modo sereno, in un ambiente che sappia integrare l attività della famiglia. I principali obiettivi del Nido sono i seguenti: a) Obiettivi generali: conquista dell autonomia; contribuire alla socializzazione. b) Obiettivi specifici: favorire ed incrementare le capacità psicomotorie; favorire lo sviluppo affettivo e sociale; favorire lo sviluppo cognitivo; 3

4 favorire la comunicazione verbale e il linguaggio. Le finalità che questo progetto educativo si prefigge si riassumono in: realizzare ed offrire un documento identificativo dell asilo all insegna della chiarezza; garanzia di pari opportunità a tutti i bambini; favorire l integrazione; favorire lo sviluppo delle potenzialità di ciascuno. Programmazione educativa La programmazione educativa garantisce la qualità del Nido: deve essere costruita intorno al bambino, inteso come individuo sociale, competente e protagonista della propria esperienza. La progettazione è un importante strumento operativo che ci permette di non improvvisare nel lavoro educativo; essa è anche flessibile, di conseguenza può variare ed essere modificata in corso d opera rispetto alle esigenze dei bambini, ai loro tempi di apprendimento ed alle loro caratteristiche evolutive. Le principali fasi della programmazione sono le seguenti: Osservazione del bambino L osservazione permette di raccogliere informazioni utili sul bambino e di determinare quali sono i seguenti bisogni, le sue aspettative, le sue ansie e il suo modo di relazionarsi con le persone. Definizioni degli obiettivi Gli obiettivi esplicitano i percorsi individuati, questi sono centrati sul bambino e finalizzati alla conquista dell autonomia personale, alla conoscenza del proprio corpo, a favorire la coordinazione socio-motoria, a conoscere l ambiente intorno a sé, ad affinare la capacità grafiche, costruttive e manipolative ed a contribuire alla socializzazione. Elaborazione delle attività e dei progetti da proporre L elaborazione delle attività e dei progetti aiutano il bambino all inserimento ed all abitudine al nido e ad acquisire le prime conoscenze dell ambiente intorno a sé. Verifica dei risultati La verifica ha un fine primario quello di accertare il raggiungimento degli obiettivi formativi prefissati, verificando la validità e la pertinenza dei tempi, degli spazi e delle procedure utilizzate, oppure ricercare le cause del loro mancato conseguimento. VOMITO (2 o più episodi) nella stessa giornata; ESANTEMI se ad esordio improvviso o di sospetta origine infettiva; CONGIUNTIVITE PURULENTA (definita da congiuntiva rosea o rossa con secrezione all'occhio o arrossamento della cute circostante); PEDICULOSI (fino alla scomparsa totale delle uova) Altre condizioni che non rientrano nei criteri sopra riportati, quali pianto persistente, stomatiti non erpetiche, alterazioni del comportamento, vanno segnalate subito ai genitori o al termine dell orario scolastico, a seconda dell obiettività. IL CERTIFICATO MEDICO E OBBLIGATORIO SOLO SE IL BAMBI- NO RIENTRA IL GIORNO DOPO L ALLONTANAMENTO O IL 6 GIORNO ( 5 GIORNI DI ASSENZA). 4 17

5 REGOLAMENTO SANITARIO INTERNO CRITERI PER L' ALLONTANAMENTO DEL BAMBINO E' necessario tenere presente che persone infette ma asintomatiche possono trasmettere alcuni germi e che non ci sono prove del fatto che l'incidenza delle comuni malattie respiratorie acute possa essere ridotta nelle comunità infantili da interventi specifici, compreso l'allontanamento del bambino. Le malattie lievi sono molto comuni tra i bambini e la maggior parte di essi non hanno bisogno di essere allontanati a causa delle comuni malattie respiratorie. Non è necessario allontanare i bambini di malattia lieve, a meno che non sia presente una delle seguenti condizioni: - la malattia impedisce al bambino di partecipare adeguatamente alle attività; - la malattia richiede cure che il personale non è in grado di fornire compromettere la salute e la sicurezza degli altri bambini; - la malattia è trasmettibile agli altri e l'allontanamento riduce la possibilità di casi secondari. L'ALLONTANAMENTO E' PREVISTO e deciso direttamente dalle Educatrici, quando il bambino presenti: FEBBRE (temperatura rettale pari o sup. a 38 C ); TOSSE PERSISTENTE con difficoltà respiratoria; DIARREA (3 o più scariche con feci liquide) in 3 ore SEZIONE LATTANTI I Piccoli Bruchi Il gruppo dei bruchetti è composto da bambini di età compresa tra i sei e i quindici mesi. Successivamente all'inserimento, i bruchetti vengono guidati alla scoperta dell' universo nido, con tutto quello che può quest'ultimo offrire di bello,stimolante,accogliente e fantastico.le attività si focalizzeranno sulla routine,sul gioco di scoperta dell'ambiente e di conoscenza di adulti e bambini che vivranno con loro questa nuova esperienza. La struttura dell'asilo nido è organizzata accuratamente in modo tale da permettere al bambino di agire e sperimentare diverse attività grazie alla suddivisione di piccoli spazi allestiti come angoli morbidi e di esplorazione,e angoli ove sono presenti giochi strutturati e organizzati come garanti di prevedibilità e quindi,di sicurezza con lo scopo di sviluppare le proprie capacità in piena libertà,divertimento e relax. Programmazione La programmazione delle attività educative tiene conto dei bisogni del bambino stimolando le sue potenzialità di apprendimento,di esplorazione,di conoscenza,di affettività e socializzazione. In questi primi mesi si sperimentano infatti innumerevoli conquiste e si acquisiscono competenze relative alla comunicazione,alla motricità,all'esplorazione ed alla conoscenza socio-percettiva. Lo sviluppo può però essere differente da bambino a bambino e per questo si valorizzerà l'identità personale di ognuno,i suoi ritmi evolutivi,le sue capacità,le sue differenze e soprattutto i suoi personali traguardi di sviluppo. A tal proposito,attraverso la fase iniziale di inserimento,l'obiettivo sarà quello di conoscere i bambini per poter poi adattare le successive attività didattiche e le relative aree di intervento ai loro specifici bisogni,attitudini ed interessi. Si terrà quindi conto del rapporto educatrice-bambino,del rapporto tra pari e del bambino con se stesso,con l'obiettivo di sviluppare delle abilità relative alle varie aree di sviluppo con le varie metodologie d'intervento 16 5

6 Ogni area (linguistica,logico-matematica,scientifica e psico-sociale) rappresenta situazioni molto motivanti e ricche di scambi e,dal momento che ogni esperienza attraversa più campi contemporaneamente,si prediligerà di volta in volta un codice piuttosto che un altro. Per l area linguistica, essendo il bambino già in grado di manifestare un proprio desiderio di comunicazione attraverso la capacità di formulare richieste (indicando ad esempio con un dito l'oggetto che desidera),le attività mireranno allo stimolare la manifestazione di emozioni in relazione a stimoli proposti e a stimolare l'interazione non solo con l'adulto ma anche con gli altri bruchetti;verrà incentivata l'esplorazione degli oggetti circostanti e l'ascolto di brani o brevi filastrocche appositamente scelte. Per l aera psico-motoria,l'obiettivo è di promuovere la consapevolezza e la padronanza del proprio corpo,della sua motricità,delle sue potenzialità e possibilità,l'equilibrio,la postura,la coordinazione e la lateralizzazione,attraverso il comportamento percettivo e quello motorio,con lo scopo di creare e costruire un'immagine di sé in rapporto agli oggetti e alle persone circostanti. I bruchetti verranno incentivati alla manipolazione degli oggetti,alle capacità interattive con l'ambiente (come l'avvicinarsi e l' allontanarsi),al coordinamento oculo-manuale e all'equilibrio statico e motorio,nonchè alla capacità di interazione sociomotoria (come porgere gli oggetti all'educatrice o a un altro bambino). Per l area psico-sociale, lo scopo è di promuovere l'identità personale,stimolare l'autonomia in riferimento alla routine e all'ambiente,sviluppare le relazioni interpersonali con gli altri bambini,con gli adulti e l'ambiente. COMUNICAZIONE DI SERVIZIO Vi chiediamo gentilmente di essere puntuali nel pagamento delle rette e dei laboratori di inglese e musica entro i primi 5 giorni del mese. Per una questione di sicurezza il cancello verrà chiuso alle ore Oltre tale orario, per eventuali ritardi, basterà citofonare. Per una maggiore sicurezza e per il corretto svolgimento delle attività in classe, Vi invitiamo a rispettare scrupolosamente gli orari di funzionamento della struttura Gli eventuali ritardi vi verranno conteggiati come ore di ludoteca. Vi ricordiamo che, qualora vogliate festeggiare il compleanno del vostro bambino all interno della nostra struttura, sono ammesse solo le torte, i pasticcini o altro, confezionati industrialmente o acquistate in pasticceria con la relativa indicazione degli ingredienti; Vi ricordiamo di consegnare, all inizio di ogni mese, un pacchetto di salviettine umidificate; Vi consigliamo di vestire i bambini in maniera adeguata, per agevolare il loro gioco e la loro vestizione durante i cambi; Vi ricordiamo che è vietato introdurre all interno della scuola giocattoli, libri e altri oggetti personali; in caso di smarrimento, la struttura si riterrà non responsabile; Vi ricordiamo che per ragioni di sicurezza i bambini non possono indossare collane, braccialetti e fermacapelli metallici. Per questo vi invitiamo a depositarle negli armadietti prima dell ingresso in aula. La nostra direzione riceve nei giorni di martedì dalle ore alle ore ed il giovedì dalle ore alle 15,

7 PROGETTO MUSICA AIGAM (Associazione Italiana Gordon per l apprendimento musicale) IL PROGETTO COMPRENDE: a) una conferenza introduttiva destinata ai genitori; b) due incontri con gli educatori dell asilo (preliminare e conclusivo al corso); c) una lezione aperta ai genitori; d) incontri di Musicainfasce una volta a settimana con i bambini; e) consegna di un libretto informativo sui principi della Music Learning Theory a tutto lo staff educativo coinvolto nel progetto e a tutti i genitori dei bambini partecipanti. OBIETTIVO I corsi hanno lo scopo di aiutare il bambino a sviluppare la sua attitudine musicale e la musicalità tramite un percorso di acculturazione, imitazione, assimilazione musicale. Il suo potenziale musicale così rafforzato e confermato lo sosterrà, durante la sua vita adulta, sia che diventi musicista amatoriale o professionista, sia che, da appassionato di musica diventi fruitore consapevole di musica d arte. Durante i corsi, i bambini svilupperanno la voce cantata, l intonazione, il senso ritmico, armonico e di fraseggio musicale, la coordinazione motoria in relazione alla sintassi musicale e infine, un arricchita disponibilità all ascolto, attraverso lo sviluppo della capacità discriminatoria degli stimoli musicali. MODALITA DI SVOLGIMENTO DI UNA LEZIONE DI Musicainfasce Durante ogni incontro i bambini verranno guidati informalmente all apprendimento del linguaggio musicale. L Insegnante Associato AIGAM instaurerà con i bambini una relazione che si realizza attraverso il dialogo musicale, l ascolto, lo sguardo, il corpo in movimento spontaneo e le attività educative musicali. MATERIALE UTILIZZATO -VOCE: vasto repertorio di brani tonali e ritmici senza parole, brevi, vari e complessi. -CORPO: movimento spontaneo ed euristico. -ASCOLTO: attivo, reciproco e partecipato. -SILENZIO: momento di rielaborazione e assimilazione interna di quanto appena ascoltato. LEZIONE APERTA DI FINE CORSO La lezione aperta di Musicainfasce ha lo scopo di permettere la condivisione con i genitori dell esperienza di una lezione di Musicainfasce così come viene vissuta dai bambini durante l anno. Verrà organizzata in un momento deciso in accordo con il coordinatore e gli educatori dell asilo. SEMI-DIVEZZI I Bruchi Il gruppo dei Bruchi comprende bambini dai 16 ai 23 mesi età in cui scoprono se stessi e pertanto sviluppano il bisogno e il desiderio di confrontarsi con i coetanei. In questa età i bambini avendo ancora come punto di riferimento l'educatrice cominciano ad allontanarsi per fare nuove scoperte ed esperienze. Compito dell'educatrice è quello di sostenere contemporaneamente il singolo bambino e il gruppo intero e attraverso attività mirate, aumentare l'autonomia psicofisica di ognuno. Allo stesso tempo dovrà accogliere e rispondere a quel bisogno di affettività, di protezione, di coccole e di fisicità che in questo momento dello sviluppo del bambino è ancora molto importante. I Bruchi seguiranno un percorso pedagogico didattico mirato al gioco ed al divertimento. Il Gioco è uno strumento di espressione e di emozioni che contribuisce allo sviluppo del bambino, tramite il quale impara a riconoscere ed a comprendere la natura che lo circonda. Durante l'arco dell'anno i bambini verranno accompagnati nella scoperta delle Stagioni e dei Colori, Profumi e Sapori, e degli Animali che le contraddistinguono. Passeranno per l'autunno dai toni caldi, e il profumo delle castagne, per il gelido inverno, il suo bianco ghiaccio ed il suo calore natalizio, per la primavera ed i suoi colori brillanti ed il profumo dei fiori, fino ad arrivare all'estate dai colori solari e dai sapori decisi. Halloween, Natale, Pasqua, Festa del papà e della mamma, ogni Stagione è caratterizzata dalle sue ricorrenze che non mancheremo di festeggiare. Laboratori che verranno proposti durante l'arco dell' anno saranno: La magia dei libri : E importante iniziare da subito ad abituare, ed e- ducare i nostri piccoli all ascolto attraverso libri, filastrocche, poesie e canzoni che introducano le Stagioni. L obiettivo è quello di riuscire a stare seduti per dedicarsi alla lettura per ascoltarsi e immaginare, per dare spazio alla fantasia incominciando a prestare attenzione a ciò che viene raccontato. 14 7

8 Pasticciando con le manine : Attraverso la manipolazione scopriremo al tatto i diversi materiali, utilizzando paste modellabili di varie forme e dimensioni, oggetti piccoli grandi,vari tipi di carta,cartoncini, stoffe diverse tra loro. Faremo travasi con alimenti naturali,useremo pentolini, cucchiai e contenitori vari impasti di acqua, farina e alimenti. Giocheremo con materiali che troviamo quotidianamente nell ambiente domestico e scopriremo le loro funzioni. Scopriremo non solo con le mani ma anche con i piedi le proprietà dei materiali (durezza, ruvidità, morbidezza ) Giocheremo con incastri e costruzioni morbide e dure. Colorando insieme : Ci divertiremo con i colori, pastelli a cera,matite colorate, tempere,rulli e tamponi e con tecniche diverse ogni mese, Principalmente mirato su l utilizzo di verdure e frutta trasformate in strumenti per impiastricciare e di farine, creta, cacao sale e zucchero per colorare. L obiettivo è quello di lasciare libero il bambino di manifestarsi stimolando la sua creatività. Piccoli buongustai all opera :Gli obiettivi generali saranno quelli di entrare a stretto contatto con il cibo attraverso la manipolazione( stimolando quella grossa e quella fine) ed i sensi soprattutto quello del gusto ( amaro, dolce, salato...) del tatto( morbido, duro, appiccicoso...) e dell olfatto( profumo,odore, dolce...). Tutto ciò stimolando continuamente la curiosità dei bambini che assaggeranno poi i loro prodotti. Laboratorio linguistico con insegnante di madre lingua inglese attraverso libri, disegni, giochi,e filmati Laboratorio musicale verrà utilizzato il metodo Edwin E. Gordon (musica in fasce sviluppo della musicalità Alfabeto della musica) anche questa attività stimolerà l'ascolto attraverso l'utilizzo di piccoli strumenti musicali e canzoncine (vedi pag. 14). 8 PROGETTO INGLESE Responsabile del progetto Insegnante Nirosha Philips La volontà di sensibilizzare il bambino alla lingua straniera sin dalla scuola dell Infanzia si basa sulle seguenti considerazioni: La società multietnica e multiculturale in cui il bambino di oggi è inserito fa emergere il bisogno educativo e formativo relativo alla conoscenza di una seconda lingua (inglese). L apprendimento in età precoce favorisce l acquisizione della lingua Inglese Obiettivi sono: Prendere coscienza di un altro codice linguistico. Acquisire capacità di comprensione, di produzione e di riutilizzo di strutture sintattiche e lessicali in contesti diversi. Programma sezione (6/15 mesi) Lettura - Alfabeto e l'utilizzo di semplici vocaboli composte da tre lettere. Parlato Salutare, Ripetizione dei vocaboli e frasi comuni, visione di video di canzoni con mosse e imitazione. Ascolto Canzoni con mosse e recitazione delle storie/ fiabe. Comprensione Osservare, toccare e sentire gli oggetti, seguire e imitare le azioni dell'insegnante. Gli argomenti trattati Salutare, Presentazione, numeri da 1-10, colori, animali, corpo, famiglia, cibo e azioni. Mezzi di Acquisizione Cantare insieme, ascoltare le storie/fiabe, imitare le azioni, uso di pupazzi, colorare e giochi. Programma sezione (16/24 mesi) Lettura - Alfabeto e vocaboli di base. Scrittura- Alfabeto, nome proprio e l'utilizzo di semplici vocaboli composte da tre lettere. Parlato Salutare, Presentazione e l'esprimere i propri gusti e le proprie emozioni Ascolto Canzoni con mosse,cantare insieme e recitazione delle storie/ fiabe. Comprensione Abbinare parole alle immagini. Gli argomenti trattati Presentazione, numeri da 1-10, colori, forme, animali, corpo, azioni, cantare, famiglia, cibo e sentimenti. Mezzi di Acquisizione Canzoni con mosse, ascoltare tramite la recitazione, imitare le azioni, ascoltare e ripetere vocaboli e frasi comuni, colorare, uso di pupazzi, giochi, audio e DVD. Programma sezione (25/36 mesi ) Lettura - Alfabeto e vocaboli di base ed espressioni comuni. Scrittura- Alfabeto, nome proprio e copiatura dei vocaboli. Parlato Salutare, Presentazione e l'esprimere i propri gusti e le proprie emozioni Ascolto Canzoni con mosse, cantare insieme e recitazione delle storie/ fiabe. Comprensione Abbinare le parole alle immagini e la visione dei programmi per bambini. Gli argomenti trattati Presentazione, numeri da 1-10, colori, forme, animali, cantare, corpo, azioni, famiglia, cibo e sentimenti. Mezzi di Acquisizione Ascoltare tramite la recitazione, imitare le azioni, ascoltare e ripetere vocaboli e frasi comuni, canzoni con mosse, ripetizioni, colorare, disegnare, giochi, uso di pupazzi, audio e DVD. 13

9 Materiale utilizzato: Libri; Pennarelli, pastelli a cera,, colori digitali; Pennarelli di varie misure e dimensioni; Fogli da disegno vari formati e colori; Fogli di grandi dimensioni di carta da pacchi bianca e beige; Fogli da disegno f4; Fogli di carta da regalo; Fogli da collage; Riviste; Forbici; Colla stick e vinilica; Pasta di sale; Das. Qui di seguito elenchiamo tutto il nostro staff: Elisa di Filippo COORDINATRICE Valentina Campisano EDUCATRICE Giorgia Izzi EDUCATRICE Michela Sugoni EDUCATRICE Angelica Gilardi EDUCATRICE Desire Angilella EDUCATRICE Niosha Philips INGLESE AIGAM metodo MUSICA Anna Corpolongo PSICOLOGA Dott.ssa PEDIATRA Cristina Zuliani CUOCA Puma Service IMPRESA PULIZIE 12 Con che cosa lavoriamo... Pasta di sale; Pasta di pane; Creta, pongo,paste anatossiche; Frutta, verdura; Acqua; Farina bianca, farina gialla; Pasta, cereali, legumi; Stoffa, carta crespa; Foglie, semi, conchiglie; Pasta, riso, pigne; Riviste; Forbici; Colla stick e vinilica; Libri illustrati; Strumenti dei cuochi, mattarelli, formine ecc.. Alla fine dell anno ad ogni bambino verrà consegnato tutto il materiale svolto durante il percorso di crescita insieme. Il mio primo quaderno un quaderno delle emozioni con i suoi primi disegni,scarabocchi, lavoretti foto.. SEZIONE DIVEZZI Le Farfalle Il gruppo dei grandi è formato da bambini di età compresa tra i 24 e i 36 mesi. In questa fascia il bambino ha acquisito molte competenze psicomotorie emotive e relazionali e di motricità fine. La routine, le attività e i giochi proposti dalle educatrici saranno mirate al consolidamento della fiducia in sé stessi, dell autostima e della sicurezza di sé per la conquista di un autonomia sempre più alta e di una buona capacità di rispetto delle regole e degli altri, anche in vista del futuro inserimento alla scuola dell infanzia. I laboratori (attività psicomotorie, linguistiche, scientifiche ed espressive) seguiranno i due progetti educativi che svolgeremo durante l anno scolastico. 9

10 PROGETTO"1: "ALLA"SCOPERTA"DELLE"STAGIONI" Il progetto didattico dedicato alle stagioni presenta gli stimoli necessari per accompagnare bambini alla scoperta dei cambiamenti della natura. L osservazione di questi cambiamenti dà ai bambini la possibilità di rapportarsi alla realtà ambientale e naturale e di poter raccontare ed esprimere a modo loro il trascorrere del tempo. L ambiente naturale può diventare un inesauribile fonte di esperienze educative e i bambini potranno individuare relazioni spazio-temporali, comprendere termini relativi a semplici concetti fisici, comunicare le sensazioni e le esperienze vissute all esterno. I bambini saranno accompagnati in un percorso ricco di esperienze sensoriali e diversificate: dal gioco libero alla sperimentazione di diverse tecniche pittoriche ed espressive, alla manipolazione, avvicinandosi a diversi linguaggi espressivi affinando capacità di osservazione e di creazione. Per aiutare i bambini a ricordare il succedersi delle stagioni e i cambiamenti che ci saranno,realizzeremo Tre o quattro alberi piccoli che rimarranno alle pareti dell aula tutto l anno con caratteristiche stagionali o un grande albero che cambierà con il passare dei mesi. PROGETTO 2: PEPPA PIG ED I SUOI AMICI,in italiano ed inglese" Peppa Pig è la protagonista molto amata dai bambini di un cartone animato inglese creato, diretto e Prodotto da Astley Baker avies, trasmesso in Italia su Rai Yoyo. Peppa è una maialina vivace e un po' Saputella che vive con i simpatici componenti della sua famiglia: il fratellino George, Mamma Pig e Papà Pig. Come ogni bambino della sua età,peppa adora giocare con la sua migliore amica, andare a trovare i nonni, travestirsi, passare giornate all'aria aperta, sguazzare nelle pozzanghere di fango, ridere, fare versi buffi da maialina e combinare pasticci. Per Peppa, ogni giorno è un'avventura, ogni avventura è un momento da condividere, da cui si impara in allegria. Gli episodi del cartone si trasformano in racconti da leggere ma anche in cose da fare durante il nostro laboratorio, perciò durante tutto il corso dell anno i bambini, aiutati dalle educatrici realizzeranno delle scatole narrative contenenti i personaggi della storia sopra citata (anch essi realizzati dai bambini attraverso laboratori di diverso tipo). I bambini andranno a lavorare sulle seguenti aree di sviluppo: area grafico pittorica area plastico manipolativa area psico motoria area cognitiva L intento è quello di lavorare sulla lettura di varie storie, in italiano e in inglese, che riguardano Peppa Pig collocata in contesti diversi e stagioni diverse, in modo da stimolare i bambini nella conoscenza di più aspetti della vita contemporaneamente. ATTIVITA SVOLTE Desideriamo creare un contesto narrativo: Peppa Pig fa visita ai bambini e diventa il personaggio/narratore di più storie illustrate, la sagoma di cartone diverrà presenza fissa nella sezione. Immaginiamo di operare dei cambiamenti dello spazio circostante con costruzione di scenografie d ambiente diverse al susseguirsi delle stagioni; vorremmo narrare la storia almeno due volte alla settimana con l ausilio delle illustrazioni e della drammatizzazione di alcune scene e raccogliere poi la documentazione di materiale e di immagini fotografiche. OBIETTIVI Capacità di orientamento all interno delle routine del nido. Acquisizione di un atteggiamento costruttivo nei confronti del mondo circostante. Costruzione di una memoria collettiva. Acquisire una progressiva consapevolezza del sé e la capacità di esprimersi simbolicamente attraverso il linguaggio gestuale, verbale e grafico pittorico. Arricchimento personale di competenze

ESTRATTO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO 2012/2013

ESTRATTO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO 2012/2013 ESTRATTO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO 2012/2013 Sezione lattanti Curiosando Titolo: Benvenuti al nido Descrizione: Il periodo dell'inserimento servirà a far conoscere ai bambini L'universo nido con tutto

Dettagli

Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C

Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C Istituto Comprensivo Europa Faenza Scuola dell infanzia Il Panda PROGETTO EDUCATIVO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 SEZIONI 1A - 1B - 1C 1 INTRODUZIONE Ai bambini e alle bambine che a tre anni, fanno il loro

Dettagli

SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO

SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO SCUOLA STATALE DELL INFANZIA QUADRIFOGLIO MADONNA DI TIRANO PROGETTO DI SEDE Destinatari : Bambini tra i due e i tre anni Tempi : da settembre 2015 a giugno 2016 RESPONSABILE DEL PROGETTO : Cairoli Renata

Dettagli

Progetto educativo della Sezione primavera I cuccioli della San Vincenzo

Progetto educativo della Sezione primavera I cuccioli della San Vincenzo Progetto educativo della Sezione primavera I cuccioli della San Vincenzo Caratteristiche strutturali della scuola e della Sezione Primavera I cuccioli della San Vincenzo La scuola ha sede a Senigallia

Dettagli

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.

ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai. ASILO NIDO REGINA MARGHERITA Via dei Campani, 75 00185 Roma tel 064462381 fax 0649385738 nido@ipabirai.it - rosarita.antico@ipabirai.it PROGETTO PEDAGOGICO SEZIONE GRANDI La sezione è composta da 21 bambini

Dettagli

ASILO NIDO A PICCOLI PASSI P.O.F (piano dell offerta formativa)

ASILO NIDO A PICCOLI PASSI P.O.F (piano dell offerta formativa) ASILO NIDO A PICCOLI PASSI P.O.F (piano dell offerta formativa) Provvedere ai bisogni irrinunciabili dei bambini e delle loro famiglie è il primo passo per formare cittadini in grado di ampliare il proprio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera

SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII. Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 1 di 8 SCUOLA DELL INFANZIA GIOVANNI XXIII Progetto Pedagogico della Sezione Primavera Pagina 2 di 8 1. PREMESSA La scelta pedagogica di istituire la sezione Primavera, all interno della Scuola

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE PRIMAVERA VIAGGIO CON ALLEGRIA NEL MONDO PIU BELLO CHE CI SIA!

PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE PRIMAVERA VIAGGIO CON ALLEGRIA NEL MONDO PIU BELLO CHE CI SIA! Scuola dell Infanzia Paritaria Colombani Navarra Via Verdi, 7 44020 Ostellato (Fe) Aiutami a fare da solo Maria Montessori PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE PRIMAVERA VIAGGIO CON ALLEGRIA NEL MONDO PIU BELLO

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNO 2012-2013

PROGRAMMAZIONE ANNO 2012-2013 MICRONIDO via Narni, 1 35142 Padova tel. 348 6949768 tel. e fax 049 8808698 e-mail: info@nidoapemaia.it www.nidoapemaia.it PROGRAMMAZIONE ANNO 2012-2013 Rispondendo alle richieste raccolte attraverso i

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA FINALITA' OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3-4-5 ANNI

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA FINALITA' OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3-4-5 ANNI PROGETTO ACCOGLIENZA APPRENDIMENTO 3-4-5 ANNI IMMAGINI, SUONI E COLORI sviluppare il senso dell'identità personale consapevolezza delle differenze conoscere e rispettare le regole di convivenza Il bambino

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 (G.MAZZINI E. FERMI) AVEZZANO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI CIRCOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DEI BAMBINI DI 3 ANNI

ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 (G.MAZZINI E. FERMI) AVEZZANO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI CIRCOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DEI BAMBINI DI 3 ANNI ISTITUTO COMPRENSIVO N 1 (G.MAZZINI E. FERMI) AVEZZANO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI CIRCOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA DEI BAMBINI DI 3 ANNI ANNO SCOLASTICO 2013 2014 FINALITA La scuola dell Infanzia concorre

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Servizio Educativo Ricreativo per la Prima Infanzia

Servizio Educativo Ricreativo per la Prima Infanzia COMUNE DI SANT ANTIOCO ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Servizio Educativo Ricreativo per la Prima Infanzia GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE www.dimensioneumana.it IL BAMBINO HA CENTO LINGUE, CENTO MANI, CENTO

Dettagli

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori

Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori PROGETTAZIONE DIDATTICA a/s 2013-2014 Il mondo di ARCIMBOLDO gusti,sapori e colori Breve viaggio attorno al cibo e oltre Percorso di scoperta ed interazione tra il cibo e le qualità che gli alimenti nascondono:

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

gioco, l apprendimento, la conoscenza, l inglese

gioco, l apprendimento, la conoscenza, l inglese L Asilo nido MARAMEO, aperto nel 2006 con la collaborazione della catena BabyWorld, è una struttura privata al cui interno operano figure professionali con competenze specifiche, con l obiettivo di soddisfare

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi

LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi LUDUS IN FABULA Baby Parking - Spazio Bimbi 13 36 mesi Premessa Il Baby Parking/Spazio Bimbi è un servizio socio-educativo che può accogliere bambini dai 13 ai 36 mesi, dal lunedì al venerdì, fino a 6

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA CAMPI DI ESPERIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA sviluppare il senso dell'identità personale è consapevole delle differenze e sa averne rispetto conoscere le regole di convivenza e saperle rispettare Il bambino vive positivamente

Dettagli

UN ANIMALE PER AMICO

UN ANIMALE PER AMICO UN ANIMALE PER AMICO Con Emilia ci divertiamo e impariamo!!! NIDO AZIENDALE ARCOBALENO Educatrici: Bessega Simona Rossi Irene Pinzoni Irene Referente Pedagogica: d.ssa Maria Chiara Brunello PREMESSA Per

Dettagli

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PROGETTO EDUCATIVO

COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PROGETTO EDUCATIVO COMUNE DI SAN VITO AL TAGLIAMENTO Provincia di Pordenone PROGETTO EDUCATIVO INTRODUZIONE La creazione di questo opuscolo, nasce dall esigenza di offrire informazioni a chi desidera sapere un po di più

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA WALT DISNEY, SEZIONE ARANCIONI PROGRAMMAZIONE a.s.2007/2008 ANALISI DELLA SEZIONE

SCUOLA DELL INFANZIA WALT DISNEY, SEZIONE ARANCIONI PROGRAMMAZIONE a.s.2007/2008 ANALISI DELLA SEZIONE SCUOLA DELL INFANZIA WALT DISNEY, SEZIONE ARANCIONI PROGRAMMAZIONE a.s.2007/2008 ANALISI DELLA SEZIONE La sezione arancione è composta da circa 23 bambini di età eterogenea: 3, 4 e 5 anni. Durante i primi

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN VINCENZO PALLOTTI AVELLA (AV) PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO PER L A.S. 2014/2015 1 Parlami del cuore, raccontami una storia una filastrocca che si impari a memoria. Scaccia

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA ENTE GESTORE. Finalità e percorsi formativi della Sezione Primavera

SEZIONE PRIMAVERA ENTE GESTORE. Finalità e percorsi formativi della Sezione Primavera SEZIONE PRIMAVERA ENTE GESTORE l Ente Giuridico CASA MARIA AUSILIATRICE delle Salesiane di Don Bosco, con sede in Varese, Piazza Libertà, 9, in persona del Legale Rappresentante pro tempore Vilma Maria

Dettagli

Programmazione sezione medi

Programmazione sezione medi Comune di Pavia Asilo nido G. Rodari Programmazione sezione medi Anno scolastico 2014-2015 Educatrici: Antonietta, Chiara, Piera e Rosy. Ciao a tutti! Siamo Antonietta, Chiara, Piera e Rosy, educatrici

Dettagli

Asili Nido. PROGETTO DIDATTICO/EDUCATIVO Anno di attivita 2011/2012: NuvolA. Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus IL MONDO DEI SENSI

Asili Nido. PROGETTO DIDATTICO/EDUCATIVO Anno di attivita 2011/2012: NuvolA. Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus IL MONDO DEI SENSI La NuvolA Società Cooperativa Sociale - Impresa Sociale Onlus PROGETTO DIDATTICO/EDUCATIVO La scansione della giornata Ore 7,30-9,30: accoglienza Ogni bambino viene accolto personalmente dalle educatrici

Dettagli

Carta dei Servizi A. E. 2014-2015. Pete the Pup. Asilo nido Bilingue. Via Bellini, 10 20090 Trezzano s/n Tel. 0289760633 info@petethepup.

Carta dei Servizi A. E. 2014-2015. Pete the Pup. Asilo nido Bilingue. Via Bellini, 10 20090 Trezzano s/n Tel. 0289760633 info@petethepup. Carta dei Servizi A. E. 2014-2015 Pete the Pup Asilo nido Bilingue Via Bellini, 10 20090 Trezzano s/n Tel. 0289760633 info@petethepup.com 1 L asilo nido Pete the Pup è uno spazio di gioco educativo per

Dettagli

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta

PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI. Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta PROGETTI SEZIONE VIOLA VIOLA 3 ANNI ANNI Ins.:Imma Esposito Maria Carlotta LE STAGIONI CI ACCOMPAGNANO NEL MONDO DEI COLORI Questo progetto è rivolto ai bambini di 3 anni, che pur non essendo ancora del

Dettagli

L ASILO NIDO DI TORBIATO

L ASILO NIDO DI TORBIATO L ASILO NIDO DI TORBIATO a.s. 2012-2013 La struttura accoglie 14 bambini di un età compresa tra i 17 mesi e i 3 anni, seguiti da due insegnanti. PREMESSA: Il nido è luogo di socializzazione, poiché attraverso

Dettagli

La carta dei servizi

La carta dei servizi La carta dei servizi Finalità della struttura La finalità fondamentale è quella di realizzare un ambiente a misura di bambino dove l educatrice lo accompagnerà nel suo percorso di crescita. I bambini vengono

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

(BA) 8 70043 080-9301975/9379338-080-9379125/9379339 CF-PI

(BA) 8 70043 080-9301975/9379338-080-9379125/9379339 CF-PI Congregazione Suore «Pie Operaie di San Giuseppe» Istituto Religioso di diritto pontificio approvato il 31/01/1962 Riconosciuto come persona giuridica agli effetti civili dello stato italiano con D.P.R.

Dettagli

PROGETTAZIONE ASILO NIDO M.Montessori ANNO SCOLASTICO 2012-2013

PROGETTAZIONE ASILO NIDO M.Montessori ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGETTAZIONE ASILO NIDO M.Montessori ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Per educare al Nido ci si avvale del gioco e ciò comporta attenzione e osservazione. Infatti i bambini/e parlano attraverso il corpo, la

Dettagli

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO San Salvatore Telesino Castelvenere Anno scolastico 2015/2016 Scuola dell infanzia Curriculum annuale Il se e l altro Contenuti Traguardi Giochi per imparare i nomi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO

PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MARIA MATER MEA VIA PUSIANO, 57 MILANO Tel. 02/2722141 Fax 02/2722143 e-mail. Mariamatermea@ libero.it PROGRAMMAZIONE A.S. 2014/2015 EXPO: PIANETA MILANO Questo progetto

Dettagli

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense

Progetto Accoglienza. Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Progetto Accoglienza 2011/2012 1 Circolo Didattico Vico Equense Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Conoscersi per crescere insieme: una storia tante storie! P R E M E S S A I primi giorni di scuola segnano

Dettagli

ASILO NIDO Programmazione didattica Classe Formichine e Coccinelle Anno Scolastico 2008/2009

ASILO NIDO Programmazione didattica Classe Formichine e Coccinelle Anno Scolastico 2008/2009 ASILO NIDO Programmazione didattica Classe Formichine e Coccinelle Anno Scolastico 2008/2009 Nei primi due anni di vita l intelligenza del bambino si manifesta attraverso l azione, ossia le attività ludiche,

Dettagli

LA TANA DEI PICCOLI. Il nido d'infanzia la Tana dei Piccoli nasce nel 2007. La particolarità della sezione, che condivide la

LA TANA DEI PICCOLI. Il nido d'infanzia la Tana dei Piccoli nasce nel 2007. La particolarità della sezione, che condivide la LA TANA DEI PICCOLI Il nido d'infanzia la Tana dei Piccoli nasce nel 2007. La particolarità della sezione, che condivide la struttura con la scuola dell'infazia S. Francesco, il confortevole e il nuovo

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese

CURRICOLO VERTICALE SCUOLA DELL'INFANZIA. IC Borgaro Torinese via Ciriè 52 10071 BORGARO (TO) Tel. 0114702428-0114703011 Fax 0114510084 Cod. Fiscale 92045820013 TOIC89100P@istruzione.it http://www.icborgaro.it Marchio SAPERI certificato n. 14 CURRICOLO VERTICALE

Dettagli

CONTENUTI:GNOMI E FOLLETTI AMICI PERFETTI!

CONTENUTI:GNOMI E FOLLETTI AMICI PERFETTI! Sezione: A Disciplina: AREA1 Scuola: Infanzia De Amicis Campo d esperienza n 1 : IL SE E L ALTRO Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme Obiettivi 1. Sviluppare il senso dell'identità personale

Dettagli

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO

IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO IN VIAGGIO CON ULISSE PROGETTO DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Il tema scelto vuole trasmettere ai bambini l importanza del patrimonio letterario classico. Inoltre, presentando la figura dell EROE,

Dettagli

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI

FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI FONDAZIONE ANGELO PASSERINI Casa di Riposo Valsabbina O.N.L.U.S. Via Angelo Passerini n. 8 25070 NOZZA di VESTONE (bs) CARTA DEI SERVIZI L asilo nido IL GIARDINO SEGRETO si presenta L asilo nido aziendale

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE LE SCUOLE DELL INFANZIA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO COMPRENDONO: Scuola dell infanzia statale Il Girasole di Conselve composta da nove sezioni Scuola dell infanzia statale M. Immacolata di

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015

ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 ASILO NIDO NAVAROLI PIANO DI OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 INDICE Il Piano dell Offerta Formativa 1 Presentazione del Asilo Nido Navaroli 1-2 La nostra idea di bambino 3 Partecipazione

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5

1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL INFANZIA- SCUOLA PRIMARIA 5 SCUOLA DELL'INFANZIA "PANTANO" PROGETTI CURRICULARI Anno Scollastico 2013 -- 2014 INDICE 1. PROGETTO ACCOGLIENZA 2. PROGETTO NATURA 3. PROGETTO INSIEME PER FESTEGGIARE 4. PROGETTO CONTINUITAˋ SCUOLA DELL

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C. a.s. 2013-2014 PROGRAMMAZIONE ANNUALE SCUOLA INFANZIA ITALO CALVINO SEZIONE C a.s. 2013-2014 Il percorso che quest'anno vogliamo realizzare è alfabetizzare alle emozioni e nasce dall'esigenza di fornire al bambino strumenti

Dettagli

Nido Integrato Pesciolino Rosso

Nido Integrato Pesciolino Rosso Trivignano - Venezia Via Chiesa 18/C 30174 Tel. Fax 041-909271 - Scuola Paritaria - sito internet: WWW.REGINAPACE.IT Scuola dell Infanzia REGINA DELLA PACE Nido Integrato PESCIOLINO ROSSO PROGETTO EDUCATIVO

Dettagli

particolare il momento dell'appello rafforzerà la conoscenza reciproca con l'uso delle fotografie,la conta e la scelta dei bambini per formare la

particolare il momento dell'appello rafforzerà la conoscenza reciproca con l'uso delle fotografie,la conta e la scelta dei bambini per formare la PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SEZIONE B SCUOLA INFANZIA STATALE INSEGNANTI: TESSARI, TURAZZI e LO MAGLIO e INSEGNANTE DI SOSTEGNO MONTARULI PREMESSA La sezione è composta da 20 bambini,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia gennaio 2009 Presentazione Istituto Comprensivo di Sedegliano Questo opuscolo contiene alcune informazioni

Dettagli

Il mondo intorno a noi

Il mondo intorno a noi Il mondo intorno a noi SCUOLA INFANZIA CASOLA - BERZANTINA ANNO SCOLASTICO 2014/15 Le insegnanti, Germana Liani Giovanna d Isanti 1 Loredana Camiscia Angela Tomasi SCUOLA DELL INFANZIA DI CASOLABERZANTINA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO 93010 - D E L I A

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1º GRADO 93010 - D E L I A BLA, BLA, BLA, ANNO SCOLASTICO 2008/2009 MOTIVAZIONE L età dei bambini della scuola dell infanzia è particolarmente feconda poiché, proprio in questo periodo, l interesse e la curiosità, se vengono alimentati,

Dettagli

Progettazione annuale

Progettazione annuale Scuola dell Infanzia PORRANEO Paritaria di ispirazione Salesiana dal 1899 Progettazione annuale Anno scolastico 2013/2014 TITOLO DELLA PROGETTAZIONE MARILU E I 5 SENSI Alla scoperta dei cinque sensi: Gustare

Dettagli

Nido d infanzia Biribimbo 2011 2012

Nido d infanzia Biribimbo 2011 2012 Nido d infanzia Biribimbo 2011 2012 Ogni anno dopo aver conosciuto i bambini che frequenteranno il nido studiamo un progetto educativo che non vuole essere un programma prescrittivo, ma che non lascia

Dettagli

ABBAZIA DI MASIO (AL) ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI

ABBAZIA DI MASIO (AL) ORGANIZZAZIONE DEGLI SPAZI P.O.F. SEZIONE PRIMAVERA: CARTA D IDENTITA DELLA SEZIONE PRIMAVERA DI ABBAZIA DI MASIO (AL) La Sezione Primavera è ospitata dalla Scuola dell Infanzia di Abbazia di Masio ed è gestita dall Istituto Comprensivo

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI ROSSI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

Scuola d infanzia paritaria Giovanni Camera (Landriano) Progetto didattico:

Scuola d infanzia paritaria Giovanni Camera (Landriano) Progetto didattico: Scuola d infanzia paritaria Giovanni Camera (Landriano) (Estratto del Piano dell Offerta Formativa) Progetto didattico: FAVOLANDO UNA BOTTEGA FANTASTICA Anno scolastico 2015 2016 Settembre 2015 1 PREMESSA

Dettagli

La Formica la pedagogia dell'accoglienza e del ben-essere

La Formica la pedagogia dell'accoglienza e del ben-essere La Formica la pedagogia dell'accoglienza e del ben-essere i bambini Essere nella mente, nello sguardo e nel cuore dell'educatore è la condizione attraverso la quale il bambino può sentirsi accolto e dalla

Dettagli

ASILO NIDO G. e V. NAVONE CARTA DEL SERVIZIO

ASILO NIDO G. e V. NAVONE CARTA DEL SERVIZIO ASILO NIDO G. e V. NAVONE CARTA DEL SERVIZIO COMUNE DI VILLANOVA D ASTI LETTERA DEL SINDACO L asilo nido ricopre un servizio fondamentale per la crescita di un bambino ed è un attività di supporto per

Dettagli

PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni

PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni PROFILO EDUCATIVO, CULTURALE E PROFESSIONALE DELLO STUDENTE per un bambino di 3/4 anni Profilo 3-4 anni Pagina 1 di 7 IL CORPO E IL MOVIMENTO IDENTITA CORPOREA Indica le parti fondamentali del corpo su

Dettagli

PROGAMMAZIONE delle ATTIVITÀ Sezione FARFALLE

PROGAMMAZIONE delle ATTIVITÀ Sezione FARFALLE ! DIVISIONE SEVIZI EDUCATIVI SETTORE NIDI E SCUOLE D INFANZIA Circolo Didattico 32 Nido d Infanzia Municipale MAFALDA Via Podgora 28 10135 TORINO PROGAMMAZIONE delle ATTIVITÀ Sezione FARFALLE ANNO 2015/2016

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI

PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI PROGRAMMAZIONE ANNUALE SEZIONI A B C BIMBI VERDI Anno scolastico 2012/2013 I collegamenti con le Indicazioni Nazionali e il Piano dell'offerta Formativa La programmazione dell anno scolastico 2012/2013

Dettagli

LETTURA ED EMOZIONI. Ogni emozione è un messaggio, il vostro compito è ascoltare. Scuola dell infanzia San Giovanni Bosco con nido aggregato.

LETTURA ED EMOZIONI. Ogni emozione è un messaggio, il vostro compito è ascoltare. Scuola dell infanzia San Giovanni Bosco con nido aggregato. Scuola dell infanzia San Giovanni Bosco con nido aggregato. Ogni emozione è un messaggio, il vostro compito è ascoltare Gary Zukav LETTURA ED EMOZIONI Quest anno, come progetto educativo, abbiamo scelto

Dettagli

GIOVANNI GARZOLI TUTTI UGUALI E TUTTI DIVERSI

GIOVANNI GARZOLI TUTTI UGUALI E TUTTI DIVERSI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE RACHEL BEHAR TRECATE GIOVANNI GARZOLI TUTTI UGUALI E TUTTI DIVERSI Con l'elefantino ELMER, alla scoperta della grande ricchezza di ognuno di noi ANNO SCOLASTICO 2015-2016 1

Dettagli

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno

Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno Parrocchia di S. Gregorio Magno Scuola dell infanzia S. Gregorio Magno via Boccaccio, 91-35128 Padova, P. IVA 03386430288, C.F. 80041130289 Tel.e Fax 049-8071565, E mail: scuolamaterna@sangregoriomagnopadova.it,

Dettagli

Programmazione Nido Monti 2014-2015

Programmazione Nido Monti 2014-2015 Programmazione Nido Monti 2014-2015 OBIETTIVI GENERALI L obiettivo generale è ambientare il bambino nel contesto educativo e relazionale dell Asilo Nido rispettando e valorizzando l individualità del bambino

Dettagli

Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO

Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO Asilo Nido PROGETTO PEDAGOGICO 1) FINALITA Il nostro Asilo Nido è una scuola di ispirazione cristiana, è gestito dalla Cooperativa Sociale Casa Famiglia Agostino Chieppi ed è parte integrante del Plesso

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Donato Bramante 61033 Fermignano (PU) Via Carducci, 2 SCUOLA DELL INFANZIA

Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Donato Bramante 61033 Fermignano (PU) Via Carducci, 2 SCUOLA DELL INFANZIA Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale Donato Bramante 61033 Fermignano (PU) Via Carducci, 2 PIANO DI LAVORO ANNUALE DISCIPLINARE a.s 2015-16 SCUOLA DELL INFANZIA Sezioni 3^A

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE

ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO DI CONSELVE LE SCUOLE DELL INFANZIA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO NICOLÒ TOMMASEO COMPRENDONO: Scuola dell infanzia statale Il Girasole di Conselve composta da nove sezioni

Dettagli

IO E GLI ALTRI. Vorremmo quindi aiutare i bambini a:

IO E GLI ALTRI. Vorremmo quindi aiutare i bambini a: IO E GLI ALTRI Con questa denominazione intendiamo comprendere tutta quella serie di relazioni che ogni bambino si trova a dover affrontare e gestire quando viene ad inserirsi nell asilo nido, comunità

Dettagli

Il VILLAGGIO IN FESTA:

Il VILLAGGIO IN FESTA: Il VILLAGGIO IN FESTA: Ci vuole un villaggio intero per crescere un bambino proverbio africano Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD Progetto Educativo Didattico Anno Scolastico

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/2016

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE I.C. 10 BORGO ROMA EST VERONA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA DELL INFANZIA A.S. 2015/2016 Scuola dell infanzia statale APORTI Via Volturno, 20 Telefono 045 500114

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014. Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014. Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO NOALE SCUOLA DELL INFANZIA STATALE ITALO CALVINO NOALE (VE) Anno scolastico 2013/2014 Sezione E PROGETTAZIONE DI SEZIONE Insegnanti titolari: Trevisanello Lucia Rosso Patrizia SITUAZIONE

Dettagli

Progetto educativo. Anno Scolastico

Progetto educativo. Anno Scolastico Scuola dell'infanzia Comunale Anna Jucker Villanuova S/Clisi Progetto educativo Anno Scolastico 2015/2016 Introduzione Per ogni genitore la nascita del proprio figlio è gioia, speranza per il futuro perchè

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

didattico per il Nido e la sezione Primavera anno scolastico 2013-2014

didattico per il Nido e la sezione Primavera anno scolastico 2013-2014 Istituto Suore discepole Gesù Eucaristico VIA F.PETRARCA, 21-85100 POTENZA TEL. 0971-57037 FAX 0971-506535 e.mail : smadegasperi@libero.it Progetto educativo didattico per il Nido e la sezione Primavera

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO ASILO NIDO ZEROTRE - MEDIASET

PROGETTO EDUCATIVO ASILO NIDO ZEROTRE - MEDIASET PROGETTO EDUCATIVO ASILO NIDO ZEROTRE - MEDIASET Finalità Il fine è fornire un servizio socio-educativo dove, utilizzando le più moderne metodologie pedagogiche e psicologiche, si risponde al bisogno di

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente

UNITA DI APPRENDIMENTO. A scuola SerenaMente UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Situazione diagnostica A scuola SerenaMente Il primo giorno di scuola non è lo stesso per tutti i bambini. Per alcuni, si tratta di ritornare in un posto lasciato solo

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA

PROGETTO ACCOGLIENZA PROGETTO ACCOGLIENZA MOTIVAZIONE E importante la capacità della scuola di accogliere i bambini in modo personalizzato e di farsi carico delle emozioni loro e dei loro familiari nei delicati momenti dei

Dettagli

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o

I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o I s t i t u t o C o m p r e n s i v o S i a n o VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021- Ê081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutocomprensivosiano.gov.it

Dettagli

L ARTE NELLE STAGIONI E NELLE FAVOLE".

L ARTE NELLE STAGIONI E NELLE FAVOLE. D.D. STATALE Kennedy Scuola dell Infanzia Archimede Via Valgioie 72, Torino L ARTE NELLE STAGIONI E NELLE FAVOLE". PROGRAMMAZIONE DIDATTICA SETTEMBRE-OTTOBRE ACCOGLIENZA E INSERIMENTO 1 PERCORSO ACCOGLIENZA

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA

PIANO OFFERTA FORMATIVA PIANO OFFERTA FORMATIVA Anno educativo 2012/2013 06/44292551 1 Indice Un po di storia pag. 3 Perché scegliere l asilo nido? pag. 4 Genitori ed educatrici lavorano insieme pag. 5 Educazione personalizzata

Dettagli

LABORATORIO: GRUPPO COCCODRILLI

LABORATORIO: GRUPPO COCCODRILLI LABORATORIO: GRUPPO COCCODRILLI ETÀ 3 ANNI tot. Bambini 25 M 14 F 11 TEMPO: gennaio-maggio 2013 SPAZIO: aula delfini INSEGNANTI: Chiara-Maria Teresa La consapevolezza che il bambino di tre anni percepisce

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA A.S. 2014/2015 IL SALE DELLA TERRA MANGIOCANDO Premessa NOI SIAMO PARTE DELLA TERRA ED ESSA È PARTE DI NOI INSEGNATE AI VOSTRI BAMBINI CHE LA TERRA È NOSTRA

Dettagli

Asilo Nido Dolci Coccole

Asilo Nido Dolci Coccole A.P.S. Dolci Coccole Via Santo Spirito, 22 86170 Isernia Codice fiscale 90041750945 e-mail: dolcicoccoleisernia@gmail.com Tel: 3890554755 Asilo Nido Dolci Coccole PROGETTO EDUCATIVO Anno educativo 2015-2016

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE DI SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTAZIONE ANNUALE DI SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GRAZIA DELEDDA CATANIA PROGETTAZIONE ANNUALE DI SCUOLA DELL INFANZIA Anno Scolastico 2015-2016 La Progettazione annuale delle Attività Didattiche elaborata per l anno scolastico

Dettagli

FINALITA E LINEE EDUCATIVE SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA E LINEE EDUCATIVE SCUOLA DELL INFANZIA FINALITA E LINEE EDUCATIVE SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA Concorre all educazione armonica ed integrale dei bambini e delle bambine Contribuisce alla realizzazione del principio dell uguaglianza

Dettagli

2 SEZIONE 4 ANNI. Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme

2 SEZIONE 4 ANNI. Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme 2 SEZIONE 4 ANNI CAMPO DI ESPERIENZA : IL SÉ E L ALTRO Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme Sviluppa il senso dell identità Accettazione positiva dell ambiente personale scuola (adulti,

Dettagli

PROGRAMMMAZIONE DIDATTICA

PROGRAMMMAZIONE DIDATTICA ISTITUTO COMPRENSIVO G. D ANNUNZIO SCUOLA DELL INFANZIA NAUSICAA A.S.2012-13 PROGRAMMMAZIONE DIDATTICA MOTIVAZIONE Il progetto alimentazione, filo conduttore di quest anno scolastico, nasce dal desiderio

Dettagli

Estratto Progetto Educativo-Didattico 2013-14

Estratto Progetto Educativo-Didattico 2013-14 Estratto Progetto Educativo-Didattico 2013-14 Sezioni semi-divezzi (12-24 mesi) e divezzi (24-36 mesi) Gruppi: violini, maracas, trombette, chitarre Far musica è sentire, ascoltare, pensare, scoprire,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO

SCUOLA DELL INFANZIA DI CASALGRASSO ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA DI CASALGRASSO ANNO SCOLASTICO 2014/2015 MAMME E PAPÀ, questa è la prima SCUOLA che incontrate da genitori e sarà un esperienza nuova, per voi e per i vostri bambini. NON

Dettagli

- IL BAMBINO SVILUPPA IL SENSO DELL IDENTITA PERSONALE; - SA CONTROLLARE ED ESPRIMERE IN MODO ADEGUATO LE PROPRIE ESIGENZE E I PROPRI SENTIMENTI;

- IL BAMBINO SVILUPPA IL SENSO DELL IDENTITA PERSONALE; - SA CONTROLLARE ED ESPRIMERE IN MODO ADEGUATO LE PROPRIE ESIGENZE E I PROPRI SENTIMENTI; IL PROGETTO E VOLTO A PROMUOVERE LA MATURAZIONE DEL BAMBINO NELLA SUA IDENTITA PERSONALE E RELAZIONALE, IN UN PIU AMPIO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALL INTEGRAZIONE E ALLA CONVIVENZA CIVILE.LE INSEGNANTI PROPONGONO

Dettagli

PROGETTO CLASSI PRIME. Scuola Primaria Plessi: CARNOVALI-MATTEI-S.UGUZZONE A SCUOLA IMPARIAMO GIOCANDO.

PROGETTO CLASSI PRIME. Scuola Primaria Plessi: CARNOVALI-MATTEI-S.UGUZZONE A SCUOLA IMPARIAMO GIOCANDO. PROGETTO CLASSI PRIME Scuola Primaria Plessi: CARNOVALI-MATTEI-S.UGUZZONE A SCUOLA IMPARIAMO GIOCANDO. PREMESSA Per agevolare l inserimento nella scuola Primaria dei bambini provenienti da diverse scuole

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli