! " # ()&'*%+'&+*%, -. 1 "23%! ()!'%'+'%+'6, 3 $,". 26!4 $ " 8 )%''&+&&&+05

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "! " # ()&'*%+'&+*%, -. 1 "23%! 4 5.. ()!'%'+'%+'6, 3 $,". 26!4 $ " 8 )%''&+&&&+05"

Transcript

1

2 ! # $%&'!''%! &'*%+'&+*%,. /#0 1 23%! 4 5..!'%'+'%+'6 / 7 3 $,. 26!4 $ 8 %''&+&&&+05 E consentito l uso di anidride solforosa E 220 e suoi sali E 221, 222, 223, 224, 226 e 227 come coadiuvante per la produzione, purché il tenore massimo di anidride solforosa fissato dal Decr. MINISAN , n. 209, non sia superato nei prodotti '.&'*+*%!'%'+'%+'6, 2 $ 4. / &'

3 0 23%! 4. :';:6, < < < Il peso del prodotto sgocciolato deve essere superiore al 60% del peso netto ed il residuo secco, al netto del sale aggiunto, deve essere superiore al 4%. E possibile l aggiunta di uno o più tra i seguenti ingredienti:succo di pomodoro parzialmente concentrato, semiconcentrato di pomodoro, foglie di basilico e cloruro di sodio in misura tale che la percentuale dei cloruri nel prodotto finito, espressa come cloruro di sodio, non superi il 20 per cento di residuo secco. CONFEZIONE = :';:6.6! $ 7?9+!+!9! +. &'*+*% # /.

4 $ 7. $ + 6'<!', &!&21/5/04. A&%!%''.&'*+*% &!&%&+!+'6 Da conservare in luogo fresco e asciutto. B. /. + $#9&+'9+! $ /!!' &'''.&'*+*%#&'9&+'&+*%, ?055&!9+*%

5 B. &'*+*% Tenere in luogo asciutto con temperatura non superiore ai 20. Una volta aperto il prodotto è da conservare in frigorifero ad una temperatura tra +0 e +4. %&'&##&#&& &*+ Carni, comprese quelle confezionate sotto vuoto o in atmosfera modificata, che non hanno subìto alcun trattamento diverso dal trattamento per mezzo del freddo destinato ad assicurarne la conservazione. C + +0 e +4 e comunque non superare mai i +7º. &! &% <&%D <&D tra +0 e +4. Una volta scongelata la carne deve essere consumata in giornata. A %& '&# &%& &&&+! un animale appartenente alla specie bovina, macellato prima dell'ottavo mese di vita, la cui carcassa non superi il peso di 185 chilogrammi. Le carni devono essere rispondenti a quanto stabilito dai D.L. vi 286/94 e 336/99 e successivi aggiornamenti.f/ 4 2A /

6 4./2B/ & #0&12 # & & &&3 &14 44&&0%&&# %&5 44&& &%&'&# #00#0 B/! !, $.&'*+*%.A 1 +8 /:' : :6 :. 4% %#& &1# && & & % &# &1 * & &6# &%#4+!9+*% G

7 B ' /:' : :6 :. 5. F 0 5. &'+&% B.&'*+*% F. /:' : :6 :. + B e infestate da insetti e roditori: bisogna quindi cercare di non acquistare sacchi troppo grandi rispetto alle necessità di consumo. L etichettata deve essere conforme al D.L. 109/92 e successivi aggiornamenti. L CONSERVAZIONE Tenere a temperatura ambiente, in luogo fresco, asciutto e aerato.

8 J'K 3. M. B Per piccoli quantitativi si può utilizzare la pasta lievitata fresca che deve essere consegnata a cura del fornitore dietro specifico ordine, in recipienti lavabili, muniti di coperchio atti a proteggere il prodotto da ogni forma di insudiciamento o inquinamento., N. N &9'<&!' '<' N N = & = 055 1, N C N N #4&#,&0% # & #& &3# #.%&5&4## &0 #&%& 7+ 2 H4 2OH4!

9 9!L 6' $! 1 1!$ G 0 &&%&, 7 evitare tassativamente la pratica della ricolmatura aggiunta all'olio usato di olio fresco, che si altera molto più &!%+! /+/ 5. 9' CONFEZIONE.&'*+*% Deve essere conservato ad una temperatura compresa tra + 0 e +4. :& 0: 0

10 :.&2 4/ 2 < < $ &! G.&%.&'*+*% 5 B 1 F &!2 4/ P 055 $! G.&%.&'*+*% B $

11 8 7 +! 5?5L?G#A8F/ $./. A5! L.&'*+*% B USO 8 $! B?!6+*., <=< = </ Il C $ $2 9!42 2 '!4 M 2 4 L $ QP <H &!%6+'+'6/ B QP. &

12 ';0:6;0 6;0 QP $. %<9 ; R / B /7 / R ';0:6;0 B. &%!&! 6;0 9'! B 2 4 B &';0B. &%!&! 2 4 B!'<' E&';0 24E&!;0 G*' B B/ F &%!&'+6+&*!62J K

13 ?&%*9'+&'+&*!!2J? K4 / B 7 & I M P & 4 #&# 5. P $ / / I / B G, 0&& & I / / L/, & I C 9;0 / & I M P 1. / 4# #% I 0#*+'6+*9

14 7 #& I / Presenta 0 &0 I 0# &'+'!+*9 &#0' I 0#&'+'!+*9 / < P, < 7 $ B M &!. &'*+*%.. ';06;0 9! B 7 I. # &# 4 &.&&# 7 I / & &4 L/ /

15 B3?.Q5, N N N /?0 %'*% B, N C N N. L 2 4 ==? L24 0= = L L 24

16 %+9 9 B. $ &''%'' I J K,/*' A + B &%.&'*&&'%+&'+*%O / L 24 2&' 4 &'3&'2 4., L 2,

17 B4 B &%4 / / B/ J''KJ'KJ&K 2 / / / /. C 00 Può essere confezionato singolarmente con materiale idoneo oppure sfuso in sacchi per alimenti chiusi.

18 C B6 Il pane grattugiato deve essere ottenuto dalla macinazione di: pane secco, fette biscottate, cracker, gallette o altri prodotti similari provenienti dalla cottura di una pasta preparata con sfarinati di frumento, acqua e lievito, con o senza aggiunta di pane comune. CONFEZIONE Il pane grattugiato deve essere consegnato in confezioni originali sigillate, oppure in sacchetti di carta o altro materiale originale destinato al contatto con alimenti, ermeticamente chiusi ed etichettati. / / $.'& 1&&&1 <7 L H 7 7 / Di solito si tratta di confezioni monoporzione in materiale idoneo al contatto con alimenti che protegge il prodotto da ogni forma di insudiciamento, inquinamento e umidità. Conservare in luogo fresco, asciutto ed

19 L, < < < &'*+*% B. &4 &00&&0 &=>0& #. 6!. $ Deve essere prodotta esclusivamente con semola e almeno quattro uova intere di gallina, prive di guscio, per un peso complessivo non inferiore a duecento grammi di uovo per ogni chilogrammo di semola. Le uova possono essere sostituite da una corrispondente quantità di ovoprodotto liquido fabbricato esclusivamente con uova intere di gallina, rispondente ai requisiti prescritti dal D. L.vo , n. 65. La pasta deve rispondere ai requisiti di composizione previsti dal D.P.R. 187/01 e successivi aggiornamenti.. / 23;04&& %&2# & & 0 0&& 4+ CONFEZIONI &'*+*% $ / $ 2 4 ;0 2

20 ;0 2 &6'9+'%+'9! $ 8 È una pasta fresca a base di fiocchi di patate o di semolino, farina di grano tenero e acqua in proporzioni variabili. Devono essere: prodotti con buona tecnica di fabbricazione; esenti da odori e sapori anomali dovuti a inacidimento e/o ad errate tecniche di conservazione; buone caratteristiche microbiche vedi tabelle limiti di contaminazione microbica dichiarati nel manuale di autocontrollo. parte del prodotto sfuso. B 5 &'*+*% 8 ;0 2 G 3 / 9;0 G *' ';6;0,.. #%1 4# # 14&# 40 % 01##/?+

21 ! $! B 2 4 C > 2 4 &; &!. 1,?.G01 L/ B.&'*+*% Deve essere conservato in luogo fresco, asciutto ed aerato..117, B /

22 Le confezioni in sacchi o in sacchetti devono avere un minimo di conservabilità di 12 mesi. M 5 &'*+*% >. $ : Per le preparazioni con sgusciatura successiva a cottura si devono usare uova fresche di categoria A extra uog.64?055&*'+*' G &'*+*'?0 &*'+*' &' 1'D:6D $ B L!& %'+'%+%''6. JK7 B &&&+*%.G #B &'*+*% &&&+*%./, N N

23 N N N N. N. L558QG5G?58FL5F#AG?G5? N&''&''2 &+'%+*94 N.2H4S 2HT4 N 055 N N24'5 58QG5G?58FL5! B6;,... &&&+*% 4! $ &'*+*%, < < < < &'*%+'&+&**% I grassi impiegati possono essere burro, strutto o grassi vegetali. Non devono essere presenti coloranti artificiali. $. / /

24 L /. / / G 7 F $ 7 %'. G., $.$ $

25 ,, 4 / 4 &'*+*%&&&+*%, < < < < < < < < &''&'' /C4 H2H4 HS 2HT4&''&''/C $!'HT2&%H4&''!'HT2&%H4 &''!'HT2&%H42 C &%*94 B $ M 24M 2 4 G $, &%! '& B,, %!'

26 ! G&'', %! &! 06' 0& Q6!'' G&'', ' 0!!* 0%&* A >, H ;,2&4E E E, <, E E '&E'&!, 26%4 3< R

27

ALLEGATO 2) COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi

ALLEGATO 2) COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi ALLEGATO 2) COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi SERVIZIO ASII NIDO CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE ED IGIENICO- SANITARIE DI ALCUNI PRODOTTI FRESCHI DA FORNO IMPIEGATI, O DI POSSIBILE IMPIEGO, NEGLI

Dettagli

NOTIZIE E CONSIGLI CONSIGLI L'ALIMENTAZIONE VALORI CALORICI E NUTRIZIONALI LA LA COTTURA RICETTARIO GRAMMATURE DELLE RICETTE RICETTE PROPOSTE

NOTIZIE E CONSIGLI CONSIGLI L'ALIMENTAZIONE VALORI CALORICI E NUTRIZIONALI LA LA COTTURA RICETTARIO GRAMMATURE DELLE RICETTE RICETTE PROPOSTE IL RICETTARIO PREMESSA Strumento utile per chi si occupa di alimentazione all'interno di strutture residenziali per anziani. Contiene ricette proposte ed elaborate da cuochi che lavorano in alcune case

Dettagli

Allegato A) Consigli per la TIPOLOGIA e La QUALITA degli ALIMENTI

Allegato A) Consigli per la TIPOLOGIA e La QUALITA degli ALIMENTI Allegato A) Consigli per la TIPOLOGIA e La QUALITA degli ALIMENTI 1 Sede legale : Via Mazzini, 117-28887 Omegna (VB) Tel. +39 0323.5411 0324.4911 fax +39 0323.643020 e-mail: protocollo@pec.aslvco.it -

Dettagli

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro,

I gruppi alimentari GRUPPO N GRUPPO N. CARNI, PESCI, UOVA Forniscono: proteine ad alto valore biologico; minerali quali ferro, I nutrienti I gruppi alimentari NEL NOSTRO VIVER COMUNE, NON RAGIONIAMO CON NUTRIENTI MA CON ALIMENTI: SONO PERTANTO STATI RAGGRUPPATI GLI ALIMENTI SECONDO CARATTERISTICHE NUTRITIVE IN COMUNE. GRUPPO N

Dettagli

ALLEGATO B (caratteristiche alimenti, grammature e menu)

ALLEGATO B (caratteristiche alimenti, grammature e menu) ALLEGATO B (caratteristiche alimenti, grammature e menu) Il presente allegato indica le caratteristiche nonché le qualità delle derrate alimentari che dovranno essere utilizzate per la preparazione di

Dettagli

Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino

Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino Servizio di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche Elementi di igiene dei mangimi nell allevamento ovi-caprino Dott. Agostino Trogu Il latte ( la carne, ecc. ) comincia dalla bocca.. Mangime

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA DEI PRODOTTI OTTENUTI DALLA TRASFORMAZIONE DEI CEREALI

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA DEI PRODOTTI OTTENUTI DALLA TRASFORMAZIONE DEI CEREALI REGIONE EMILIA-ROMAGNA LEGGE REGIONALE 28/99 QUALITÀ CONTROLLATA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE INTEGRATA DEI PRODOTTI OTTENUTI DALLA TRASFORMAZIONE DEI CEREALI Indice PARTE GENERALE 1 Scopo 2 Campo di applicazione

Dettagli

L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido

L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido L etichetta di panettone, pandoro, colomba, savoiardo, amaretto e amaretto morbido Un disciplinare di produzione per alcuni prodotti da forno Il d.m. 22 luglio 2005, in vigore dal 29 gennaio 2006, definisce

Dettagli

Grissini astuccio ORAZIO gr. 125x12

Grissini astuccio ORAZIO gr. 125x12 Pag. 1 di 5 Grissini astuccio ORAZIO gr. 125x12 CODIFICA PRODOTTO EAN interna Grissino Tradizionale 8004583711409 1N2601AHB Denominazione articolo Grissini tipo 00 agli oli vegetali Marchio: ORAZIO Ingredienti

Dettagli

Nelle etichette devono essere riportati in modo chiaro gli ingredienti e la data di scadenza.

Nelle etichette devono essere riportati in modo chiaro gli ingredienti e la data di scadenza. COME SI PRESENTA IL PRODOTTO: Fare attenzione alle alterazioni visibili: il prodotto alterato può cambiare colore, odore, sapore, aspetto può cambiare consistenza o presentare tracce di muffe la confezione

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

Scheda Tecnica Commerciale

Scheda Tecnica Commerciale Tecnica Commerciale 27 set 211 1. Anagrafica generale Ragione sociale società Codice logistico Indirizzo società Marchio EAN 13 (unità di vendita) Famiglia Sottofamiglia ITF14 (unità logistica) TMC (termine

Dettagli

1.0 REQUISITI GENERALI

1.0 REQUISITI GENERALI Tortellini con ripieno alla carne Tortellini con ripieno al prosciutto crudo e parmigiano reggiano Tortellini con ripieno ricotta e spinaci Tortellini con ripieno alla carne qualsiasi natura, non che da

Dettagli

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE MODALITA OPERATIVE PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO SOMMARIO 1 - Stoccaggio delle derrate 2 - Tecnologie di manipolazione e di cottura 3 - Operazioni

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA PASTI AI SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI COMUNALI

CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA PASTI AI SERVIZI SOCIO ASSISTENZIALI COMUNALI Allegato 3 COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA Provincia di Reggio Emilia SETTORE II : POLITICHE SOCIALI V. Marconi n. 7-42027 MONTECCHIO EMILIA RE Tel. 0522/861813: Direttore (Margherita Merotto), 0522/861819:

Dettagli

TABELLE MERCEOLOGICHE

TABELLE MERCEOLOGICHE TABELLE MERCEOLOGICHE Allegato 4 PANE, PRODOTTI DA FORNO E PRIMA COLAZIONE PRODOTTO PANE COMUNE prodotto con farine di tipo 0,00, seguendole modalità di preparazione previste dalla legge 4/07/67 n.580

Dettagli

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO

LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LINEE GUIDA SVEZZAMENTO LATTANTI I bambini sino a 6 mesi assumono solamente latte seguendo le modalità e le dosi imposte dal pediatra. L allattamento artificiale inizierà con: Latte in polvere adattato

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi

COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi ALLEGATO 2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Educativi SERVIZIO ATTIVITA EDUCATIVE PER L INFANZIA CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE ED IGIENICO- SANITARIE DI ALCUNI PRODOTTI ALIMENTARI DIETETICI PER LA PRIMA

Dettagli

Eccellenza italiana Solo carni di pregiati vitelli, nati, allevati e selezionati in Italia

Eccellenza italiana Solo carni di pregiati vitelli, nati, allevati e selezionati in Italia SOO CRN D PREG VE N, EV E SEEZON N DENOMNZONE COMMERCE CODCE RCOO NGREDEN CRERSCHE MCROBOOGCHE MODÀ D CONFEZONMENO PESO NEO PER CONFEZONE CONFEZON PER CRONE 2 VEO D CS VERCE: l Brasato al barolo RPG9820000

Dettagli

Corso per alimentaristi

Corso per alimentaristi La sicurezza degli alimenti intesa sia come sicurezza igienica che come sicurezza nutrizionale è una responsabilità che non riguarda soltanto l'industria alimentare, ma tutti gli attori della catena di

Dettagli

Unità 3. La Conservazione degli Alimenti. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello B1 Assistenza Familiare CHIAVI

Unità 3. La Conservazione degli Alimenti. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello B1 Assistenza Familiare CHIAVI Unità 3 La Conservazione degli Alimenti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sul modo di conservare gli alimenti nuove parole relative ai prodotti alimentari a usare

Dettagli

Cacao e cioccolato l etichettatura dei prodotti di cacao e del cioccolato D.lgs. 178/2003 denominazioni di vendita burro di cacao

Cacao e cioccolato l etichettatura dei prodotti di cacao e del cioccolato D.lgs. 178/2003 denominazioni di vendita burro di cacao Cacao e cioccolato Il cioccolato deriva da una serie di processi di produzione che hanno inizio a partire dalla tostatura dei semi della pianta del cacao (Theobroma cacao) e continuano con la miscelazione

Dettagli

La dieta della Manager Assistant

La dieta della Manager Assistant La dieta della Manager Assistant TUTTI I GIORNI COLAZIONE - 1 vasetto di yogurt oppure 1 tazza di latte parzialmente scremato oppure 1 cappuccino - 3 biscotti secchi oppure 4 fette biscottate oppure 1

Dettagli

Autocontrollo e Sicurezza Alimentare. Dr. Maurizio Mangelli Venerdì 18 Febbraio 2005

Autocontrollo e Sicurezza Alimentare. Dr. Maurizio Mangelli Venerdì 18 Febbraio 2005 Autocontrollo e Sicurezza Alimentare Dr. Maurizio Mangelli Venerdì 18 Febbraio 2005 SOMMARIO Lo scenario attuale della legislazione alimentare igienico sanitaria DL 155/97: Autocontrollo e sicurezza alimentare

Dettagli

MODALITA DI PRELIEVO DEI CAMPIONI DI ALIMENTI SOMMARIO

MODALITA DI PRELIEVO DEI CAMPIONI DI ALIMENTI SOMMARIO Pag. 1/7 SOMMARIO 1. SCOPO E CAMPO D APPLICAZIONE...2 2. RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI...2 3. PRELIEVO PER ANALISI MICROBIOLOGICHE...3 3.1 MATERIALI PER IL PRELIEVO...3 3.2 MODALITA OPERATIVE...3 4. PRELIEVO

Dettagli

TYPE 151936 RICETTE PER LA PANETTERIA CONSIGLIATE DA MOLINO SPADONI

TYPE 151936 RICETTE PER LA PANETTERIA CONSIGLIATE DA MOLINO SPADONI TYPE 151936 RICETTE PER LA PANETTERIA CONSIGLIATE DA MOLI SPADONI Farina raccomandate da Macchine per pane RICETTE per macchina del pane tipo: PRINCESS LA PANETTERIA TYPE 151936 con le misceleo Molino

Dettagli

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni)

Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO - Servizio Igiene della Nutrizione Consigli alimentari per la prima infanzia (1/3 anni) Per una crescita armoniosa è importante che il bambino assuma i pasti in modo

Dettagli

Prodotti da forno particolare attenzione al pane e ad alcuni prodotti dolciari della tradizione DM del 20 dicembre 1994

Prodotti da forno particolare attenzione al pane e ad alcuni prodotti dolciari della tradizione DM del 20 dicembre 1994 Prodotti da forno Oltre alle norme di carattere generale sull etichettatura, esistono diverse norme nazionali che regolamentano il settore dei prodotti da forno; la legislazione italiana presta particolare

Dettagli

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO CONSERVAZIONE, PRODUZIONE, TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DEGLI ALIMENTI

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO CONSERVAZIONE, PRODUZIONE, TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DEGLI ALIMENTI DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO 00 - PO DS 11 CONSERVAZIONE, PRODUZIONE, TRASPORTO E DISTRIBUZIONE DEGLI ALIMENTI INDICE DI REVISIONE 1 Copia conforme all originale SCOPO Definire

Dettagli

Allegato B CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

Allegato B CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI Allegato B CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI Tutte le confezioni degli alimenti devono riportare le indicazioni previste dal D.L.vo 109/1992 e dal Reg. UE n. 1169/2012 e rispettare

Dettagli

Dott. Francesco De Dominicis

Dott. Francesco De Dominicis Unione CNA Alimentare Associazione di Bologna 40127 Bologna Viale Aldo Moro, 22 Tel. 051.299241-051.299207 Fax 051.299295 Web:www.bo.cna.it E-mail: cnaalimentare@bo.cna.it Alla C. Att. ne delle Aziende

Dettagli

an r PROFESSIONAL BARNIES per mantenere il cane e il gatto sempre in forma FolderBarniesCrocchetteBiscotti150x210.indd 1

an r PROFESSIONAL BARNIES per mantenere il cane e il gatto sempre in forma FolderBarniesCrocchetteBiscotti150x210.indd 1 an r um esu rce PROFESSIONAL BARNIES per mantenere il cane e il gatto sempre in forma FolderBarniesCrocchetteBiscotti150x210.indd 1 07/10/15 11:46 Confezioni da: 400gr, 800gr, 4kg e 14 kg. Confezioni da:

Dettagli

ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI

ARTICOLAZIONE E COMPOSIZIONE DEI MENU E GRAMMATURA DEGLI ALIMENTI Comune di Pavullo nel Frignano Provincia di Modena CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E DEI SERVIZI ACCESSORI NEI NIDI D INFANZIA, NELLE SCUOLE D INFANZIA,

Dettagli

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST

FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST ALLEGATO N. 1.6 al Capitolato Speciale d oneri Azienda pubblica di Servizi alla Persona Cordenonese Arcobaleno FAC SIMILE DI PROPOSTA CHECK LIST VERIFICA EFFETTUATA IL GIORNO / / DALLE ORE ALLE ORE TUTTI

Dettagli

SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6

SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6 SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI GENERALI Codice (cartone) 4129 Nome Prodotto TORTINA CAPRESE LIMONE RSPO/MB Linea Prodotto Già cotti Codice Ean14 Unità di Vendita (cartone) 08003269041298 Codice

Dettagli

Dedicata agli chef ed alla ristorazione. I vantaggi della pasta fresca surgelata

Dedicata agli chef ed alla ristorazione. I vantaggi della pasta fresca surgelata Pasta fresca PER LA RISTORAZIONE Dedicata agli chef ed alla ristorazione Vecchia Modena: marchio storico di Sapori Antichi per la pasta fresca surgelata. Una linea di prodotti tra paste corte, lunghe e

Dettagli

COMUNE DI THIESI Provincia di Sassari

COMUNE DI THIESI Provincia di Sassari COMUNE DI THIESI Provincia di Sassari C.A.P. 07047 Piazza Caduti in Guerra, 2 P. IVA 00075850909 - Tel. 079/886012 Fax 079/889199 CAPITOLATO D ONERI per l esecuzione del SERVIZIO MENSA SCOLASTICA PERIODO

Dettagli

ALLEGATO 1 CRITERI DI SCELTA DELLE MATERIE PRIME

ALLEGATO 1 CRITERI DI SCELTA DELLE MATERIE PRIME ALLEGATO 1 CRITERI DI SCELTA DELLE MATERIE PRIME La qualità del pasto, confezionato e servito, dipende anche dalla qualità delle materie prime utilizzate che, pertanto, dovranno essere di qualità superiore.

Dettagli

PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA

PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA PROTOCOLLO PER IL RECUPERO, CONSERVAZIONE, CONFEZIONAMENTO E TRASPORTO DI ALIMENTI NON DISTRIBUITI IN SERVIZI DI RISTORAZIONE COLLETTIVA 1 Introduzione Il protocollo definisce, sulla base dell esperienza

Dettagli

TRASFORMAZIONE DEGLI ORTAGGI. Prodotti freschi pronti al consumo (quarta gamma) Prodotti freschi ed elaborati congelati (terza e quarta gamma)

TRASFORMAZIONE DEGLI ORTAGGI. Prodotti freschi pronti al consumo (quarta gamma) Prodotti freschi ed elaborati congelati (terza e quarta gamma) TRASFORMAZIONE DEGLI ORTAGGI Prodotti freschi pronti al consumo (quarta gamma) Prodotti freschi ed elaborati congelati (terza e quarta gamma) Prodotti in scatola o in vasetto (quarta gamma) CONSERVE PRODOTTI

Dettagli

Vista la legge 4 luglio 1967, n. 580; Visto il decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 109;

Vista la legge 4 luglio 1967, n. 580; Visto il decreto legislativo 27 gennaio 1992, n. 109; DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 9 febbraio 2001, n.187 Regolamento per la revisione della normativa sulla produzione e commercializzazione di sfarinati e paste alimentari, a norma dell'articolo

Dettagli

SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6

SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6 SCHEDA TECNICA Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI GENERALI Codice (cartone) 2304 Nome Prodotto CORNETTO VEGA VUOTO PALMA SEGREGATO Linea Prodotto Prontoforno Codice Ean14 Unità di Vendita (cartone) 08003269023041

Dettagli

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE

APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE APPROFONDIMENTI MODULO 7: ALIMENTAZIONE LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA - REVISIONE 1997 ISTITUTO NAZIONALE DELLA NUTRIZIONE 1) CONTROLLA IL PESO E MANTIENITI ATTIVO Pesarsi almeno una

Dettagli

Il sapore della tradizione dal 1964. Pastificio Di Lullo

Il sapore della tradizione dal 1964. Pastificio Di Lullo Il sapore della tradizione dal 1964 Pastificio Di Lullo Il Pastificio I nostri valori da quasi cinquant anni Dal 1964 il Pastificio Di Lullo produce paste alimentari speciali di alta qualità. Oggi il laboratorio

Dettagli

MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO

MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO ALLEGATO F MODALITA OPERATIVE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO Allegato F Modalità operative per la gestione del servizio 1 1 Indicazioni relative all approvvigionamento e alla preparazione dei pasti 1.1 Approvvigionamento

Dettagli

REGOLE PER LA LAVORAZIONE

REGOLE PER LA LAVORAZIONE REGOLE PER LA LAVORAZIONE La manipolazione degli alimenti deve essere ridotta al minimo indispensabile Usare piani di lavoro ed utensili differenti per carni rosse e pollame carni e verdure crude prodotti

Dettagli

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media)

SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Dipartimento Cure Primarie Area Dipartimentale salute donna e bambino UOS Pediatria Territoriale Est SCHEMA DI DIETA PRIVA DI GLUTINE (per scuola materna elementare - media) Merenda di metà mattina Latte

Dettagli

AZIENDA UNITÀ SANITARIA 20. Marina Speri VERONA

AZIENDA UNITÀ SANITARIA 20. Marina Speri VERONA AZIENDA UNITÀ SANITARIA 20 Marina Speri VERONA LE FRODI ALIMENTARI IN UOVA E OVOPRODOTTI Rovigo, 5 giugno 2009 Alcuni dati del comparto PRODUZIONE 2008: 12 miliardi e 952 milioni di uova CONSUMO 2008 :

Dettagli

Progetto Osservatorio Regionale Prezzi MINIPANIERE UMBRO

Progetto Osservatorio Regionale Prezzi MINIPANIERE UMBRO Progetto Osservatorio Regionale Prezzi Regione dell'umbria Giunta Regionale Assessorato Attività Produttive Istituto Nazionale di Statistica Comune di Spoleto MINIPANIERE UMBRO Università degli Studi di

Dettagli

L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI. TORINO 26 maggio 2009

L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI. TORINO 26 maggio 2009 L ETICHETTATURA DEI PRODOTTI ALIMENTARI TORINO 26 maggio 2009 A cosa serve l etichettatura? l l insieme di tutte le indicazioni fornite all acquirente, necessarie al fine di consentire l acquisto con piena

Dettagli

prezzo al litro o al Kg. % IVA Prodotto richiesto note prezzo unitario Aceto bianco confezione da lt.1 (prezzo al litro)..

prezzo al litro o al Kg. % IVA Prodotto richiesto note prezzo unitario Aceto bianco confezione da lt.1 (prezzo al litro).. In riferimento al bando di gara di codesta Amministrazione, si riportano, di seguito, le nostre migliori offerte per la fornitura di GENERI ALIMENTARI E SURGELATI, per la mensa della Scuola dell'infanzia,

Dettagli

NoProtein Frolla. Semplicità, personalizzazione e garanzia di un ottimo prodotto finito sono le sue caratteristiche salienti.

NoProtein Frolla. Semplicità, personalizzazione e garanzia di un ottimo prodotto finito sono le sue caratteristiche salienti. Pagina 1 di 5 NoProtein Frolla CODICE PRODOTTO: 2050 CARATTERISTICHE: NoProtein Frolla è un preparato per la produzione di Pasta Frolla senza glutine. Semplicità, personalizzazione e garanzia di un ottimo

Dettagli

TABELLE DIETETICHE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA

TABELLE DIETETICHE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA Lotto n. 1 Allegato B TABELLE DIETETICHE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA Fasce d età considerate Scuola dell infanzia ANNI 2,5-5,5 Scuola elementare 5,5-10,5 Scuola media * 10,5-14,5 * Nella fascia di età

Dettagli

facciamo il nostro lavoro con passione RICETTE DAL CORSO DI CUCINA ALPEGGIATORI

facciamo il nostro lavoro con passione RICETTE DAL CORSO DI CUCINA ALPEGGIATORI facciamo il nostro lavoro con passione 2 bavarese al caffè - 250 ml di latte - 250 ml di caffè - 500 ml di panna montata - 120 g di zucchero - 8 gr di colla di pesce - 125 g di tuorli d uovo (ovvero 6

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA STUDIO DI SETTORE WM21E ATTIVITÀ 46.31.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI ATTIVITÀ 46.32.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA ATTIVITÀ 46.33.10 COMMERCIO ALL INGROSSO

Dettagli

803342 Nuove tentazioni: set assortito con 6 confezioni

803342 Nuove tentazioni: set assortito con 6 confezioni 803342 Nuove tentazioni: set assortito con 6 confezioni Tartufi di fine cioccolato al latte (60%) belga Zucchero, burro di cacao, latte intero in polvere, grassi vegetali (palmisto e palma), pasta di cacao,

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA Questa Amministrazione deve procedere, mediante cottimo fiduciario, ai sensi del D. Lgs. 267/00 e del vigente

Dettagli

MACCHINA ELETTRICA PER LA PASTA. Modello: MPP2000 MANUALE DI ISTRUZIONI

MACCHINA ELETTRICA PER LA PASTA. Modello: MPP2000 MANUALE DI ISTRUZIONI MACCHINA ELETTRICA PER LA PASTA Modello: MPP2000 MANUALE DI ISTRUZIONI Consigliamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni prima di procedere nell utilizzo dell apparecchio e di conservare

Dettagli

CIG. N. 5632200E75 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

CIG. N. 5632200E75 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO B PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE, PRESSO UN PUNTO DI RISTORO A FAVORE DEGLI STUDENTI UNIVERSITARI DELL ATENEO DI ROMA TRE POLO DI PIAZZA DELLA REPUBBLICA ROMA.

Dettagli

CHIEDI AL TUO RIVENDITORE DI ZONA IL MATERIALE PROMOZIONALE MENOCARB PER ALLESTIRE IL TUO PUNTO VENDITA. Il Ricettario

CHIEDI AL TUO RIVENDITORE DI ZONA IL MATERIALE PROMOZIONALE MENOCARB PER ALLESTIRE IL TUO PUNTO VENDITA. Il Ricettario CHIEDI AL TUO RIVENDITORE DI ZONA IL MATERIALE PROMOZIONALE PER ALLESTIRE IL TUO PUNTO VENDITA. Il Ricettario La perfetta alternativa per un alimentazione consapevole Sono sempre di più i consumatori che

Dettagli

BACCALA PASTELLATO PANZEROTTINI PUGLIESI A PIZZAIOLA PANZEROTTINI PUGLIESI AI 4 FORMAGGI

BACCALA PASTELLATO PANZEROTTINI PUGLIESI A PIZZAIOLA PANZEROTTINI PUGLIESI AI 4 FORMAGGI BACCALA PASTELLATO Ingredienti: BACCALA 80% (GADUS MORHUA), pastella (farina di FRUMENTO, semola di GRANO duro, amido di mais, agenti lievitanti: E500(ii), E341(i), sale, correttore di acidità: E330, stabilizzante:

Dettagli

COMUNE DI RAPALLO ALLEGATO N. 1 TABELLE MERCEOLOGICHE

COMUNE DI RAPALLO ALLEGATO N. 1 TABELLE MERCEOLOGICHE COMUNE DI RAPALLO ALLEGATO N. 1 TABELLE MERCEOLOGICHE DI PRODOTTI ALIMENTARI DISPOSIZIONI GENERALI Tutti i prodotti alimentari richiesti dal capitolato d Appalto devono rispondere alla normativa generale

Dettagli

CRACKER DI FARRO E KAMUT SENZA LIEVITO CON OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA

CRACKER DI FARRO E KAMUT SENZA LIEVITO CON OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA CRACKER DI FARRO E KAMUT SENZA LIEVITO CON OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA 230 250 12 CRACKERS DI FARRO E ROSMARINO SENZA LIEVITO Ingredienti: Farina di farro tipo 0, farina di riso, olio extravergine, sale

Dettagli

Le nuove linee guida dalla teoria alla pratica

Le nuove linee guida dalla teoria alla pratica Mille menùper una grande città Le nuove linee guida dalla teoria alla pratica Paola Boni SIAN AUSL di RE CHE COSA E LA CELIACHIA? La celiachia è una intolleranza permanente al glutine in soggetti geneticamente

Dettagli

RIFIUTI ORGANICI COMPOSTABILI (UMIDO) riduci riusa ricicla riduci riusa riduci riusa ricicla riduci riusa ricicla

RIFIUTI ORGANICI COMPOSTABILI (UMIDO) riduci riusa ricicla riduci riusa riduci riusa ricicla riduci riusa ricicla F A C C I A M O L A D I F F E R E N Z A!!! RIFIUTI ORGANICI COMPOSTABILI (UMIDO) riduci riusa ricicla riduci riusa riduci riusa ricicla riduci riusa ricicla SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA rifiuti organici

Dettagli

Ricette confezionate con alimenti BIOLOGICI

Ricette confezionate con alimenti BIOLOGICI GRAMMATURE PRIMI PIATTI Ricette confezionate con alimenti BIOLOGICI INGREDIENTI Pasta all'olio e parmigiano /P/E Parmigiano Reggiano 6 6 8 10 Pasta burro e parmigiano E Burro 5 6 7 8 Olio extravergine

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE

SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE Dir. DB2000 Sett. DB2017 Allegato n. 3 di 3 Pag. 1 ALLEGATO 3 SEGNALAZIONE CERTIFICATA D INIZIO ATTIVITA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE All ASL. e p.c. Al Comune di. _l_ sottoscritt in qualità di Nat a

Dettagli

SCHEDA TECNICA PEPERONI GRIGLIATI

SCHEDA TECNICA PEPERONI GRIGLIATI SCHEDA TECNICA PEPERONI GRIGLIATI 1 SCHEDA DESCRITTIVA 1.1 DENOMINAZIONE DI VENDITA E una conserva alimentare costituita da peperoni grigliati, in vaschetta da 1900g con trattamento termico di pastorizzazione.

Dettagli

Problemi legati all'alimentazione:

Problemi legati all'alimentazione: Problemi legati all'alimentazione: Il rigurgito: si associa spesso al ruttino ed è solitamente fisiologico. PREVENZIONE DEL RIGURGITO: Mantenere il bambino in posizione seduta o semiseduta dopo il pasto;

Dettagli

Valutazione sperimentale di formulazioni di pane e biscotti a basso indice glicemico

Valutazione sperimentale di formulazioni di pane e biscotti a basso indice glicemico Valutazione sperimentale di formulazioni di pane e biscotti a basso indice glicemico Premessa L'indice glicemico (IG) di un alimento, definito come l'area sotto la curva (AUC) della glicemia conseguente

Dettagli

NoProtein - Rm. Semplicità, personalizzazione e garanzia di un ottimo prodotto finito sono le sue caratteristiche salienti.

NoProtein - Rm. Semplicità, personalizzazione e garanzia di un ottimo prodotto finito sono le sue caratteristiche salienti. Pagina 1 di 5 CODICE PRODOTTO: 2009 CARATTERISTICHE: è un preparato per la produzione di prodotti da for in generale senza glutine. Semplicità, personalizzazione e garanzia di un ottimo prodotto finito

Dettagli

La sicurezza alimentare in gravidanza: consigli e precauzioni. La prevenzione in ambiente domestico

La sicurezza alimentare in gravidanza: consigli e precauzioni. La prevenzione in ambiente domestico La sicurezza alimentare in gravidanza: consigli e precauzioni La prevenzione in ambiente domestico NOVARA, 29 settembre 2012 BORGOMANERO, 13 ottobre 2012 Dott.ssa Silvana Pitrolo SIAN ASL NO Ricadute sulla

Dettagli

TABELLA NUTRIZIONALE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLA MATERNA ALL. B

TABELLA NUTRIZIONALE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLA MATERNA ALL. B TABELLA NUTRIZIONALE PER LA REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLA MATERNA ALL. B SETTIMANA PARI Pasta e patate Frittata di uovo Zucchine o biete minestrone con riso Hamburger di carne (bovino adulto) pasta al pomodoro

Dettagli

VADEMECUM HACCP CO MMERCIO ALIMENTI.

VADEMECUM HACCP CO MMERCIO ALIMENTI. VADEMECUM HACCP COMMERCIO ALIMENTI. GUIDA NORMATIVA PER CONSULENTI, TECNICI E RESPONSABILI AZIENDALI di G. Manzone e G. Ventaloro M&M ASSOCIATI Consulenti Aziendali srl edizioni Prezzo 25,00 - Pagg. 320

Dettagli

Che cosa è un CAPITOLATO?

Che cosa è un CAPITOLATO? Che cosa è un CAPITOLATO? 1 - è una parte di un contratto di fornitura di beni o servizi 2 - il capitolato contiene indicazioni specifiche in merito a: - tipologia del prodotto (quantità, qualità) - modalità

Dettagli

Le etichette alimentari

Le etichette alimentari Le etichette alimentari Le etichette riportate sulle confezioni dei prodotti alimentari aiutano a compiere una scelta informata su ciò che consumeremo L etichettatura dei prodotti alimentari destinati

Dettagli

TABELLE MERCEOLOGICHE DEGLI ALIMENTI

TABELLE MERCEOLOGICHE DEGLI ALIMENTI CITTA DI GIAVENO Provincia di Torino RIPARTIZIONE SERVIZI SOCIO SCOLASTICI TABELLE MERCEOLOGICHE DEGLI ALIMENTI ALLEGATO N 4 In viola le mie modifiche 1 SERVIZIO DI RISTORAZIONE PER L ASILO NIDO COMUNALE

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE NELLA MENSA BORGO ROMA E SAN FRANCESCO DELL ESU DI VERONA. CIG N.

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE NELLA MENSA BORGO ROMA E SAN FRANCESCO DELL ESU DI VERONA. CIG N. ALLEGATO C - CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE NELLA MENSA BORGO ROMA E SAN FRANCESCO DELL ESU DI VERONA. CIG N. 6182135B2E CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI

SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI ALLEGATO 2 (AL CAPITOLATO DI GESTIONE) SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLA STRUTTURA E ALLA COMPOSIZIONE DEI PASTI Capitolato di gestione Allegato 2 Pagina 1 di 9 Disposizioni Generali I pasti che l'amministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE L 254/6 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 26.9.2013 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) N. 924/2013 DELLA COMMISSIONE del 25 settembre 2013 recante apertura e modalità di gestione di contingenti tariffari

Dettagli

TABELLE MERCEOLOGICHE E LIMITI DI CONTAMINAZIONE MICROBIOLOGICA - CHIMICA - FISICA

TABELLE MERCEOLOGICHE E LIMITI DI CONTAMINAZIONE MICROBIOLOGICA - CHIMICA - FISICA ALLEGATO F CAPITOLATO SPECIALE PER APPALTO ASSISTENZA DOMICILIARE, PASTI A DOMICILIO E LAVANDERIA: PERIODO 30.06.2006 30.06.2008 TABELLE MERCEOLOGICHE E LIMITI DI CONTAMINAZIONE MICROBIOLOGICA - CHIMICA

Dettagli

Jelò Gelato Base Neutra

Jelò Gelato Base Neutra Jelò Gelato Base Neutra Confezione 250gr 250 gr pack 84 Peso Peso netto imballo Jelò Gelato Preparato in polvere per base neutra jelò busta in poliaccoppiato con alluminio 250 gr. cartone da n. pezzi 3,4

Dettagli

ALLEGATO A/3 CARATTERISTICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO A/3 CARATTERISTICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO A/3 CARATTERISTICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI Le caratteristiche di tutti i prodotti alimentari, l etichettatura, il trasporto, la conservazione e le disposizioni per la vigilanza igienica dovranno

Dettagli

COMUNE di FIANO PROVINCIA DI TORINO

COMUNE di FIANO PROVINCIA DI TORINO COMUNE di FIANO PROVINCIA DI TORINO APPALTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO Periodo anni scolastici 2014/2015-2015/2016-2016/2017 TABELLE

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE. Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE Allegato 2-ter al Disciplinare di Gara ALLEGATO AL CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI RISTORAZIONE DA SVOLGERE PRESSO LA CASA ALBERGO

Dettagli

DIETA SEMILIQUIDA A. Requisiti degli alimenti:

DIETA SEMILIQUIDA A. Requisiti degli alimenti: DIETA SEMILIQUIDA A Questo tipo di dieta è proposto per pazienti incapaci di masticare, deglutire o far giungere allo stomaco cibi solidi e liquidi. E una dieta fluida, omogenea, frullata e setacciata

Dettagli

ALLEGATO 4: NORME E MODALITA DI PREPARAZIONE AL CRUDO E AL COTTO DEI PASTI.

ALLEGATO 4: NORME E MODALITA DI PREPARAZIONE AL CRUDO E AL COTTO DEI PASTI. COMUNE DI CADEO Provincia di Piacenza Via Emilia n. 149 cap 29010 Tel. (0523) 503311 - Fax (0523) 509997 Codice Fiscale e Partita I.V.A. n. 00224340331 E-mail: comune.cadeo@sintranet.it ALLEGATO 4: NORME

Dettagli

!!!!!!!!! DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL PANETTONE TIPICO DELLA TRADIZIONE ARTIGIANA MILANESE! 1

!!!!!!!!! DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL PANETTONE TIPICO DELLA TRADIZIONE ARTIGIANA MILANESE! 1 DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEL PANETTONE TIPICO DELLA TRADIZIONE ARTIGIANA MILANESE 1 Articolo 1. Denominazione La denominazione di Panettone Tipico della Tradizione Artigiana Milanese è riservata al prodotto

Dettagli

RICETTARIO Menù invernale

RICETTARIO Menù invernale RICETTARIO Menù invernale Condimenti Parmigiano Reggiano per insaporire i primi piatti Olio extravergine di oliva per la preparazione dei piatti e per il condimento a crudo Succo di limone, erbe aromatiche

Dettagli

OGGETTO: Istanza di Interpello - Articolo 11 legge n. 212 del 2000 Aliquota IVA applicabile alle cessioni di alcuni prodotti alimentari

OGGETTO: Istanza di Interpello - Articolo 11 legge n. 212 del 2000 Aliquota IVA applicabile alle cessioni di alcuni prodotti alimentari RISOLUZIONE N. 164/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 giugno 2009 OGGETTO: Istanza di Interpello - Articolo 11 legge n. 212 del 2000 Aliquota IVA applicabile alle cessioni di alcuni

Dettagli

Disciplinare Tecnico di Produzione

Disciplinare Tecnico di Produzione Disciplinare Tecnico di Produzione Disciplinare Tecnico di Produzione di ArtiGelato Gelato Artigianale Tradizionale Garantito Tipo di prodotto Gelato artigianale. Denominazione del prodotto ARTIGELATO

Dettagli

devono essere conformi ai requisiti previsti dalle vigenti norme in materia che qui si intendono tutte richiamate

devono essere conformi ai requisiti previsti dalle vigenti norme in materia che qui si intendono tutte richiamate SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE ED IGIENICHE DELLE MATERIE PRIME, DEI PRODOTTI SEMILAVORATI E DELLE PREPARAZIONI GASTRONOMICHE Le materie prime, i prodotti semilavorati

Dettagli

La sicurezza alimentare.

La sicurezza alimentare. La sicurezza alimentare. Un alimento può considerarsi sicuro, quando è accertata la sua buona qualità sotto il profilo igienico e sanitario. La qualità igienico-sanitaria di un prodotto alimentare, riguarda

Dettagli

Biscotto frollino 300 g.

Biscotto frollino 300 g. Biscotto frollino 300 g. Kcal 382 Kj 1623 4,5 g 64 g 2 1 5 g 0,15 g Farina di riso, fecola di patate, zucchero, margarina vegetale (olii e grassi non idrogenati di palma, cocco, girasole), uova pastorizzate,

Dettagli

802859 Set 15 capsule di pane in 5 gusti

802859 Set 15 capsule di pane in 5 gusti 802859 Set 15 capsule di pane in 5 gusti Pane bianco Puro Preparazione per pane di tipo 1. Farina di grano tenero (94%) tipo 1, sale iodato, lievito secco, destrosio, proteine di frumento, maltodestrina,

Dettagli

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE

DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE DIFFICOLTA DI ALIMENTAZIONE Corso di tecniche di assistenza di base per caregivers Maggio Dicembre 2012 FABBISOGNO ENERGETICO Il fabbisogno energetico è individuale e dipende da: Sesso Peso Altezza Età

Dettagli

801453 Vinoteca Club Giordano Vini e Sapori d Italia: 6 bottiglie e 7 specialità

801453 Vinoteca Club Giordano Vini e Sapori d Italia: 6 bottiglie e 7 specialità 801453 Vinoteca Club Giordano Vini e Sapori d Italia: 6 bottiglie e 7 specialità SUGO RUSTICO AI FUNGHI PORCINI Peso Netto: 180g INGREDIENTI: pomodoro, funghi prataioli 10% (agaricus bisporus), funghi

Dettagli

L IMPORTANZA DELLE TEMPERATURE

L IMPORTANZA DELLE TEMPERATURE Regione Piemonte - Direzione Sanità Pubblica L IMPORTANZA DELLE TEMPERATURE 1 E fondamentale imparare a gestire correttamente le diverse temperature Tenere sempre conto della pezzatura dell alimento Evitare

Dettagli

CITTA DI PORTICI ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO - TABELLE DIETETICHE E GRAMMATURE DEGLI ALIMENTI -

CITTA DI PORTICI ALLEGATO 2 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO - TABELLE DIETETICHE E GRAMMATURE DEGLI ALIMENTI - CITTA DI PORTICI PROCEDURA APERTA - PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO Dl RISTORAZIONE SCOLASTICA COMPRESO I LAVORI Dl ADEGUAMENTO DEL CENTRO Dl COTTURA E DEI REFETTORI DEI PLESSI SCOLASTICI. ALLEGATO 2 AL

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli