BD FACSCalibur flow cytometer. FACS (Fluorescence Activated Cell Sorting)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BD FACSCalibur flow cytometer. FACS (Fluorescence Activated Cell Sorting)"

Transcript

1 BD FACSCalibur flow cytometer FACS (Fluorescence Activated Cell Sorting)

2 Un citometro a flusso è essenzialmente costituito di: Sistema fluidico per il trasporto del campione e la sua focalizzazione idrodinamica Sistema ottico Circuito di rilevazione Elettronica per l acquisizione, elaborazione e presentazione dei dati.

3 Filter The fluidic system Air filter Air pump Sheat pressure regulator Flow chamber Sheat fluid Sample pressure regulator waste Sample

4 Hydrodynamic focusing Low pressure High pressure Low sample flow rate 12µl/min High sample flow rate 60µl/min Laminar Flow Laminar Flow Sample core Sheath Sample Sheath Sheath Sample Sheath

5

6 LIGHT SCATTER Rifrazione e Riflessione proporzionale alla granularità cellulare e alla complessità. Rilevate a 90 rispetto la luce incidente SSC LASER Incident light source FSC Diffrazione Proporzionale all area della cellula. Rilevata lungo l asse della luce incidente 0.

7 Discrimination of different cell populations in blood based on light scattering human granulocytes Lysed whole blood Side Scatter Forward Scatter lymphocytes monocytes

8 Characterization of unstained cells using light scatter

9 The fluorescence phenomenon E il fenomeno per cui una molecola colpita da una radiazione luminosa di definita lunghezza d onda (λ) ne emette un altra a λ maggiore e ad energia inferiore.

10 FLUOROCROMI Molecole fluorescenti che assorbono energia dal laser e rilasciano l energia assorbita per: - Vibrazione e dissipazione del calore - Emissione di fotoni di una lunghezza d onda più lunga. Sono coniugate a ligandi o anticorpi monoclonali specifici per molecole biologiche con significato antigenico o recettoriale posizionate sulla membrana cellulare, nel nucleo o nel citosol; altri colorano direttamente altre sostanze (DNA, RNA, proteine, ioni citoplasmatici). Anche le cellule non marcate con alcun fluorocromo presentano una debole fluorescenza di fondo, l autofluorescenza, misurabile.

11 Absorption and emission spectra of a fluorochrome (Stokes shift) Ogni fluorocromo presenta una caratteristica banda di λ per l eccitazione e per l emissione

12 I fluorocromi attualmente più usati in citofluorimetria sono: FITC PE Fluorocromi tandem APC PI (Propidium Iodide) PerCP Ciascun fluorocromo è caratterizzato da una particolare BRILLANTEZZA.

13 Absorption and emission spectra of different fluorochromes Absorption spectra Emission spectra 1000 PerCP FITC PI RPE APC FITC RPE PI APC PerCP Wavelenght (nm)

14 Tandem fluorochromes PerCP-Cy PE-Cy5 (Cy-chrome) APC-Cy7 (PharRed) Composti fluorescenti costruiti unendo fra loro molecole con proprietà fotofisiche complementari, atte a sfruttare il principio di trasferimento dell energia.

15 Correlation between number of binding sites and fluorescence intensity FITC FITC FITC FITC FITC Number of events FITC FITC FITC FITC FITC Fluorescence intensity Emitted fluorescence intensity binding sites

16 Staining of cells with fluorochrome conjugated antibobies specific for surface antigens anti-a Antibody fluorochromes Antigen A anti-b Antibody Antigen B

17 Single and three colours staining Incubation washing acquisitio n Incubation washing acquisitio n

18 Indirect staining Second antibody Goat Anti-Mouse Ig FITC First unconjugated mouse antibody Acquisition and Analysis Incubation washing Incubation washing

19 Optic system of a flow cytometer SSC FITC PE / PI PerCP 7-AAD PE-Cy5 FSC

20 Optical filters Longpass Shortpass Bandpass LP 500 SP 500 BP500/50

21 Optic system of a BD FACSCalibur flow cytometer, equipped with two lasers I segnali di fluorescenza emessi dalla cellula vengono raccolti da lenti poste ortogonalmente al fascio di eccitazione, selezionati con opportuni specchi separatori di fascio, specchi dicroici e filtri ottici e portati ciascuno ad un diverso PMT. FL4 FL2 SSC 661/16 585/42 670LP 488/10 DM 640LP Half Mirror FL1 530/30 90/10 Beam Splitter DM 560SP Fluorescence Collection Lens FL3 Beam Combiner. Focusing Lens Flow Cell 488/10 FSC Diode

22 FLUORESCENCE MEASUREMENTS

23 Generation of an electrical pulse Sensori denominati PMT o detectors trasformano i segnali ottici in intensità di corrente elettrica, oltre ad amplificare lo stesso segnale in maniera lineare o logaritmica. Voltage Voltage Time Time Voltage Time

24 Conversion of electrical pulses in digital values I segnali provenienti dai PMT sono impulsi analogici, ossia proporzionali in maniera continua alle dimensioni del parametro misurato. Un convertitore spezzetta i valori continui rendendoli discreti a seconda del numero di canali a disposizione. Volts Pulse height Pulse area FL2 FL1 SSC FSC Analog to digital converter 0 Channel s 1000 FL3 0 pulse width 40 Time (µsec)

25 Histogram plot Il diagramma ad istogrammi rappresenta graficamente la misura di un singolo parametro. Gli eventi che si accumulano nei vari canali vanno a costruire un diagramma di distribuzione. Numero di Cells Incremento di intensità

26 Histogram analysis La statistica si basa sulla impostazione di cursori che definiscono le aree di interesse calcolando gli eventi che cadono al loro interno. Unstained sample Stained sample marker events events 10 1 FL FL-1 Background fluorescence Antibody - cells Antibody + cells

27 HISTOGRAM

28 Dot plot Il diagramma di dispersione a punti o dot plot rappresenta la correlazione fra due parametri, in cui ogni punto rappresenta un singolo evento dotato di un particolare valore per ciascuno dei due parametri FL FL FL FL

29 Dot plot analysis quadrants Upper Left Single positive Upper Right Double positive CD4 PE UL UR Low Left Low Right Double negative Single positive UL CD3-/CD4+ LL LR UR LL CD3+/CD4+ CD3-/CD4- CD3 FITC LR CD3+/CD4-

30 DOT PLOT

31 Isolation of PBMC by ficoll gradient centrifugation stratification blood Ficoll centrifuge Plasma + platelets PBMC Ficoll erytrocytes + granulocytes Peripheral Blood Mononuclear Cells = PBMC

32 Immunophenotyping technique for determining % of CD4 and CD8 T cells CD4 APC SSC CD3 FITC CD45 PerCp CD8 PE CD3 FITC

33 SPT-specimen processing 50 µl whole blood (EDTA) 20 µl Antibody mix Tube with beads Vortex 15 Room Temperature, dark 450 µl FACS Lysing buffer (1x) Vortex 15 Room Temperature, dark Acquisition and Analysis

34 SPT-sample analysis Microfluorosphere Granulocytes Side Scatter Monocytes Lymphocytes CD4 PE Microfluorosphere CD45 PerCP CD3 FITC No. of events in the bright CD45 region No. of events in the microfluorosphere region X Total no. of microfluorospheres added Volume of blood added = Absolute no. of CD4

35 ELISpot PBMC MoAbAnti-IFN-γ Antigens PBMC Antigen IFN-γ Enzymatic reaction

36 ELISpot Chromogen Substrate insoluble coulored product Enzyme conjugated to the detection antibody CYTOKINE Detection anti-cytokine antibody Capture anti-cytokine antibody

37 ELISpot

38 Simultaneous phenotypic (naive/memory phenotype) and functional (IFN-γ production) characterization of antigen stimulated CD8 T lymphocytes IFNγ-positive cells (R1) IFNγ-negative cells (R2) R1 IFN-gamma R2 CCR7 CD8 CD45RA Memory CD45RA-CCR7+ Naive CD45RA+CCR7+ CCR7 Pre-Effector CD45RA-CCR7- Effector CTL CD45RA+CCR7- CD45RA

39 Simultaneous phenotypic and functional (IFN-γ production and cytotoxic potential) characterization of antigen stimulated T lymphocytes Lymphocytes (R1) CD3+ CD8+ Lymphocytes (R1 and R2) 1,11% 0,05% 69,27% 29,56 % Side Scatter CD8 PerCP IFN-gamma PE Forward Scatter CD3 APC Perforin FITC

40 Class I MHC Tetramer

41 Analysis of proliferation by CFSE labelling

42 Analysis of the proliferation of PHA stimulated CD8 T lymphocytes by CFSE labelling No CFSE CFSE Not stimulated CFSE PHA 0,5 µg/ml CFSE PHA 1 µg/ml

43 Analysis of the proliferation of PHA stimulated CD4 T lymphocytes Not stimulated Stimulated with PHA CD4 CFSE (Fluorescence intensity FL1) Proliferation (cell division)

44 Analisi del ciclo cellulare A B

45 Analisi del ciclo cellulare

46 Analisi dell apoptosi (Ioduro di Propidio)

47 Analisi dell apoptosi (Ioduro di Propidio + Annessina V)

48 Analisi dell apoptosi (Ioduro di Propidio + Annessina V)

49

La citometria a flusso con...... BD FACSCalibur

La citometria a flusso con...... BD FACSCalibur La citometria a flusso con...... BD FACSCalibur Citometria a Flusso (CFM) La CFM è una tecnica che consente la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido. SOSPENSIONI CELLULARI

Dettagli

Principi di Citofluorimetria di flusso

Principi di Citofluorimetria di flusso Principi di Citofluorimetria di flusso Il citofluorimetro è un microscopio modificato Definizioni Flow Cytometry (Citofluorimetria di Flusso) Misurazione delle proprietà di cellule in flusso Flow Sorting

Dettagli

Microscopio convenzionale

Microscopio convenzionale Microscopio convenzionale 160 mm 195 mm 45 mm Midollo osseo normale Anti-kappa vs. Anti-lambda DEFINIZIONI Citometria a flusso Metodologia per misurare le proprietà di cellule in flusso Cell Sorting Separazione

Dettagli

IL CITOFLUORIMETRO. - quantificare e memorizzare contemporaneamente più parametri per ogni cellula che compone la popolazione

IL CITOFLUORIMETRO. - quantificare e memorizzare contemporaneamente più parametri per ogni cellula che compone la popolazione IL CITOFLUORIMETRO E uno strumento di laboratorio che permette un analisi veloce ed automatica di popolazioni cellulari in sospensione misurandone le caratteristiche fisiche e/o biochimiche (volume, granulosita,

Dettagli

ANALISI CITOFLUORIMETRICA E SUE APPLICAZIONI IN AMBITO BIOMEDICO

ANALISI CITOFLUORIMETRICA E SUE APPLICAZIONI IN AMBITO BIOMEDICO ANALISI CITOFLUORIMETRICA E SUE APPLICAZIONI IN AMBITO BIOMEDICO Cos è la CITOMETRIA A FLUSSO? Citometria si riferisce alla misura di caratteristiche chimico-fisiche di cellule o di altre particelle biologiche.

Dettagli

03/11/15. Metodi vigorosi

03/11/15. Metodi vigorosi Metodi blandi Lisi cellulare con detergenti Metodi vigorosi 1 1. Centrifugazione preparativa Centrifugazione preparativa permette di separare i vari elementi di un omogenato cellulare 2. Ultracentrifugazione

Dettagli

APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA QUALCHE ESEMPIO

APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA QUALCHE ESEMPIO APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA QUALCHE ESEMPIO STUDIO DEL SISTEMA IMMUNITARIO Una delle maggiori applicazioni della citofluorimetria e rappresentata dall analisi (e sorting) delle diverse popolazioni

Dettagli

CITOMETRIA A FLUSSO. E una tecnica che permette la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido.

CITOMETRIA A FLUSSO. E una tecnica che permette la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido. CITOMETRIA A FLUSSO E una tecnica che permette la misurazione e la caratterizzazione di cellule sospese in un mezzo fluido. Rende possibile la misurazione di proprieta multiple di singole cellule ad una

Dettagli

Proliferazione cellulare: CFSE staining

Proliferazione cellulare: CFSE staining Proliferazione cellulare: CFSE staining La CFSE (Carboxyfluorescein Succinimidyl ester) e una molecola fluorescente lipofilica, in grado di diffondere liberamente attraverso la membrana cellulare. All

Dettagli

Misurazione e uso di anticorpi. Misurazione delle funzioni dei linfociti T

Misurazione e uso di anticorpi. Misurazione delle funzioni dei linfociti T Misurazione e uso di anticorpi Misurazione delle funzioni dei linfociti T Misurazione e uso di Abs Saggio ELISA ELISPOT Cromatografia d affinità Western Blotting Microscopia ad immunofluorescenza Citometria

Dettagli

Simposio Educazionale Aspetti Normativi in Citometria a Flusso

Simposio Educazionale Aspetti Normativi in Citometria a Flusso Simposio Educazionale Aspetti Normativi in Citometria a Flusso Procedure per il Controllo di Qualità e la Standardizzazione in Citometria Clinica M. Valentini Laboratorio di Patologia Clinica AO San Salvatore

Dettagli

Metodi biochimici che utilizzano anticorpi

Metodi biochimici che utilizzano anticorpi Metodi biochimici che utilizzano anticorpi Produzione di anticorpi policlonali 1. Si inietta nel topo (o coniglio) l antigene X purificato 2. Si preleva il siero, che contiene anticorpi contro X 3. Eventualmente

Dettagli

IREA. Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell Ambiente

IREA. Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell Ambiente IREA Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell Ambiente Romeo Bernini Istituto per il Rilevamento Elettromagnetico dell Ambiente (IREA) Consiglio Nazionale delle Ricerche Via Diocleziano 328, 80124

Dettagli

Metodi per l analisi morfo-funzionale delle cellule Prof. Marisa Levi Parte 5

Metodi per l analisi morfo-funzionale delle cellule Prof. Marisa Levi Parte 5 Metodi per l analisi morfo-funzionale delle cellule Prof. Marisa Levi Parte 5 Colture cellulari Un organismo è un sistema molto complesso, costituito da organi, che a loro volta sono costituiti da diversi

Dettagli

POTENTE. INTUITIVO. PERSONALIZZABILE. THE NEW STAR OF DEL BENCHTOP FLOW CYTOMETRY

POTENTE. INTUITIVO. PERSONALIZZABILE. THE NEW STAR OF DEL BENCHTOP FLOW CYTOMETRY POTENTE. INTUITIVO. PERSONALIZZABILE. THE NEW STAR OF DEL BENCHTOP FLOW CYTOMETRY ACEA Fondata nel 2002, ACEA Biosciences, Inc. sviluppa piattaforme di analisi cellulare all'avanguardia per la ricerca

Dettagli

Tecniche Immunologiche

Tecniche Immunologiche Tecniche Immunologiche Reazioni Antigene (Ag)/Anticorpo (Ab) Modello Chiave-Serratura Legami non covalenti: Ag Interazione Lisozima/Anti-Lisozima Legami Idrogeno Legami Elettrostatici Legami Idrofobici

Dettagli

Tecniche Immunologiche

Tecniche Immunologiche Tecniche Immunologiche Reazioni Antigene (Ag)/Anticorpo (Ab) Modello Chiave-Serratura Legami non covalenti: Ag Interazione Lisozima/Anti-Lisozima Legami Idrogeno Legami Elettrostatici Legami Idrofobici

Dettagli

Tipi di microscopio ottico

Tipi di microscopio ottico Tipi di microscopio ottico MIcroscopio brightfield: quello piu usato: il campione e retroilluminato Microscopio darkfield: il campione e illuminato lateralmente e viene osservato con uno sfondo nero Microscopio

Dettagli

FluoroSpheres Codice n. K0110

FluoroSpheres Codice n. K0110 FluoroSpheres Codice n. K0110 Quinta edizione Sfere di calibrazione per il monitoraggio giornaliero della citometria a flusso. Il kit contiene i reagenti per 40 calibrazioni. (105800-003) K0110/IT/TJU/2010.11.03

Dettagli

Tecniche basate sull impiego degli anticorpi

Tecniche basate sull impiego degli anticorpi Tecniche basate sull impiego degli anticorpi Il materiale presente in questo documento viene distribuito solamente per uso interno ed esclusivamente a scopo didattico. Anticorpo o immunoglobulina! IL legame

Dettagli

Donatella Nava Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno

Donatella Nava Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno Donatella Nava Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno Definizione La citrometria a flusso è un metodo di conteggio, ed eventualmente di selezione e isolamento, di elementi corpuscolati (cellule)

Dettagli

Spettroscopia Raman. Trasmissione-assorbimento

Spettroscopia Raman. Trasmissione-assorbimento Spettroscopia Raman Quando una radiazione monocromatica di frequenza n o e incidente ad un sistema molecolare la luce viene: assorbita se ha energia pari ad una possibile transizione ad un livello energetico

Dettagli

Dispositivi optoelettronici (1)

Dispositivi optoelettronici (1) Dispositivi optoelettronici (1) Sono dispositivi dove giocano un ruolo fondamentale sia le correnti elettriche che i fotoni, le particelle base della radiazione elettromagnetica. Le onde elettromagnetiche

Dettagli

Laboratorio 2B A.A. 2012/2013. 7 Ottica Fisica II. Assorbimento Sorgenti luminose LED Diodi laser. Lab 2B CdL Fisica

Laboratorio 2B A.A. 2012/2013. 7 Ottica Fisica II. Assorbimento Sorgenti luminose LED Diodi laser. Lab 2B CdL Fisica Laboratorio 2B A.A. 2012/2013 7 Ottica Fisica Assorbimento Sorgenti luminose LED Diodi laser Spettrofotometria: assorbimento ottico La spettroscopia può fornire informazioni sulla natura degli atomi. Esempio:

Dettagli

determinazione della quantità determinazione della struttura primaria (sequenza a.a.) determinazione della struttura 3D

determinazione della quantità determinazione della struttura primaria (sequenza a.a.) determinazione della struttura 3D Metodi di studio delle proteine : determinazione della quantità determinazione della struttura primaria (sequenza a.a.) determinazione della struttura 3D Spettrofotometro cuvetta monocromatore rivelatore

Dettagli

Diffrazione di raggi X

Diffrazione di raggi X Diffrazione di raggi X Quando una radiazione X colpisce la faccia di un cristallo con un certo angolo di incidenza θ, essa in parte è diffusa dallo strato di atomi della superficie, in parte penetra verso

Dettagli

10/03/16. Metodi vigorosi

10/03/16. Metodi vigorosi Metodi blandi Lisi cellulare con detergenti Metodi vigorosi 1 10/03/16 FRAZIONAMENTO CELLULARE 1. Centrifugazione preparativa Centrifugazione preparativa permette di separare i vari elementi di un omogenato

Dettagli

( ) ( ) Effetto plasma-ottico. λ = N m. N m

( ) ( ) Effetto plasma-ottico. λ = N m. N m Effetto plasma-ottico L effetto plasma-ottico consiste nella variazione n dell indice di rifrazione e α del coefficiente di assorbimento ottico, di un materiale semiconduttore, dovuto ad una variazione

Dettagli

LE FIBRE OTTICHE. Indice generale

LE FIBRE OTTICHE. Indice generale Indice generale LE FIBRE OTTICHE... Sistema di trasmissione con fibre ottiche... Apparato Trasmissivo... Apparato Ricevitore... Trasduttori Ottici in Trasmissione (LED o LD)... Trasduttori Ottici in Ricezione

Dettagli

Misura della concentrazione intracellulare di ioni calcio con tecniche di video-imaging

Misura della concentrazione intracellulare di ioni calcio con tecniche di video-imaging Misura della concentrazione intracellulare di ioni calcio con tecniche di video-imaging Lo ione Calcio è il catione più abbondante nel corpo umano La concentrazione intracellulare di Calcio è bassa (100

Dettagli

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE

Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Genova 15 01 14 TIPOLOGIE DI LAMPADE Le lampade a vapori di mercurio sono sicuramente le sorgenti di radiazione UV più utilizzate nella disinfezione delle acque destinate al consumo umano in quanto offrono

Dettagli

Valutazione degli effetti della terapia antiretrovirale combinata sulla produzione di nuovi linfociti B e T in pazienti infetti da virus HIV-1

Valutazione degli effetti della terapia antiretrovirale combinata sulla produzione di nuovi linfociti B e T in pazienti infetti da virus HIV-1 Valutazione degli effetti della terapia antiretrovirale combinata sulla produzione di nuovi linfociti B e T in pazienti infetti da virus HIV-1 relatore: Dr. Federico Serana medico specializzando presso:

Dettagli

= 103.8 10 2 5 = = 1

= 103.8 10 2 5 = = 1 = = π 10 2 = 103.8 10 2 5 = = 1 π =3.2 10 3.810 = 1 5 π = µ = = π = = Industriali: taglio, saldatura, trattamenti di materiali, Misure di distanze e velocità, giroscopi laser Sensori, attuatori a distanza

Dettagli

T13 FIBRE OTTICHE. T13.1 Elencare i principali vantaggi delle fibre ottiche come mezzo trasmissivo, in confronto con le linee di trasmissione in rame.

T13 FIBRE OTTICHE. T13.1 Elencare i principali vantaggi delle fibre ottiche come mezzo trasmissivo, in confronto con le linee di trasmissione in rame. T13 FIBRE OTTICHE T13.1 Elencare i principali vantaggi delle fibre ottiche come mezzo trasmissivo, in confronto con le linee di trasmissione in rame. T13. Perché le fibre ottiche possono essere considerate

Dettagli

Tutti i sistemi sono aggiornabili sino alla configurazione a tre laser.

Tutti i sistemi sono aggiornabili sino alla configurazione a tre laser. Puoi iniziare con un laser e aggiungere gli altri quando serviranno. NovoCyte TM, la nuova frontiera della citofluorimetria in ricerca. E con i reagenti ebioscience Affymetrix, completiamo l offerta facendoti

Dettagli

La presentazione dell antigene e L attivazione dei linfociti T

La presentazione dell antigene e L attivazione dei linfociti T La presentazione dell antigene e L attivazione dei linfociti T 1 Analisi della biologia cellulare e significato dei differenti pathways di presentazione dell antigene Pathway di processazione endogena

Dettagli

XRF SEM Micro-Raman. Fluorescenza a raggi X (XRF) S4 Pioneer - Bruker. Analisi elementale qualitativa e quantitativa

XRF SEM Micro-Raman. Fluorescenza a raggi X (XRF) S4 Pioneer - Bruker. Analisi elementale qualitativa e quantitativa XRF SEM Micro-Raman Fluorescenza a raggi X (XRF) S4 Pioneer - Bruker Analisi elementale qualitativa e quantitativa Non distruttiva Campioni solidi, liquidi o in polvere Multielementale Veloce Limite di

Dettagli

Laboratorio di Tecniche Microscopiche AA 2007-2008. 2008 Lezione 28 Marzo 2008 Ore 11-13

Laboratorio di Tecniche Microscopiche AA 2007-2008. 2008 Lezione 28 Marzo 2008 Ore 11-13 Laboratorio di Tecniche Microscopiche AA 2007-2008 2008 Lezione 28 Marzo 2008 Ore 11-13 13 Continuiamo il discorso sulla fluorescenza ricordando alcuni fra i più comuni utilizzi dei fluorocromi Istochimica

Dettagli

Spettroscopia atomica

Spettroscopia atomica Spettroscopia atomica La spettroscopia atomica è una tecnica di indagine qualitativa e quantitativa, in cui una sostanza viene decomposta negli atomi che la costituiscono tramite una fiamma, un fornetto

Dettagli

DNA footprinting. Interazioni DNA-proteine. Il promotore è la regione di DNA al 5 di un gene, dove si lega la RNA polimerasi.

DNA footprinting. Interazioni DNA-proteine. Il promotore è la regione di DNA al 5 di un gene, dove si lega la RNA polimerasi. Interazioni DNA-proteine Il promotore è la regione di DNA al 5 di un gene, dove si lega la RNA polimerasi. L analisi della sequenza dei primi promotori nei batteri non rivelò, come atteso, la stessa sequenza

Dettagli

Capitolato Tecnico Allegato C.1 Sistema completo d analisi in citometria a flusso. Giancarlo Salomone. Timbro e firma per accettazione

Capitolato Tecnico Allegato C.1 Sistema completo d analisi in citometria a flusso. Giancarlo Salomone. Timbro e firma per accettazione I R C C S I s t i t u t o T u m o r i " G i o v a n n i P a o l o I I " A r e a G e s t i o n e T e c n i c a V i a l e O r a z i o F l a c c o, 6 5-7 0 1 2 4 B a r i t e l. 0 8 0. 5 5 5 5 1 2 3 F a x

Dettagli

LA CELLULA VEGETALE. Il MICROSCOPIO OTTICO

LA CELLULA VEGETALE. Il MICROSCOPIO OTTICO LA CELLULA VEGETALE Il MICROSCOPIO OTTICO L origine del microscopio ottico è ancora materia di discussione. La maggior parte degli studiosi, tuttavia, fanno risalire i primi microscopi ottici alla fine

Dettagli

Applicazioni della citometria a flusso nel laboratorio di ricerca: Corso teorico-metodologico. 17-18 Ottobre 2007

Applicazioni della citometria a flusso nel laboratorio di ricerca: Corso teorico-metodologico. 17-18 Ottobre 2007 Applicazioni della citometria a flusso nel laboratorio di ricerca: Corso teorico-metodologico 17-18 Ottobre 2007 Ciclo cellulare - Contenuto di DNA - Apoptosi Delia Mezzanzanica Il ciclo cellulare Analisi

Dettagli

CITOMETRIA A FLUSSO CENNI STORICI. Tecnica nata alla fine degli anni 60, fortemente connessa alla microscopia ottica.

CITOMETRIA A FLUSSO CENNI STORICI. Tecnica nata alla fine degli anni 60, fortemente connessa alla microscopia ottica. CITOMETRIA A FLUSSO CENNI STORICI Tecnica nata alla fine degli anni 60, fortemente connessa alla microscopia ottica. Semplificando, trattasi di microscopio con sistema automatico di trasporto delle cellule

Dettagli

Corso di DISPOSITIVI E SISTEMI PER LE COMUNICAZIONI IN FIBRA OTTICA

Corso di DISPOSITIVI E SISTEMI PER LE COMUNICAZIONI IN FIBRA OTTICA Università Mediterranea di Reggio Calabria - Facoltà di Ingegneria Corso di DISPOSITIVI E SISTEMI PER LE COMUNICAZIONI IN FIBRA OTTICA Prof. Ing. Riccardo Carotenuto Anno Accademico 2007/2008-1- SOMMARIO

Dettagli

MISURE DI VELOCITA OTTICHE

MISURE DI VELOCITA OTTICHE MISURE DI VELOCITA OTTICHE SOMMARIO VISUALIZZAZIONI ANALISI DI IMMAGINI 1) METODO DELLA SOGLIA 2) PARTICLE TRACKING VELOCIMETRY (PTV) 3) PARTICLE IMAGE VELOCIMETRY (PIV) 2 VISUALIZZAZIONI 1. INIEZIONE

Dettagli

SPETTROSCOPIA ATOMICA

SPETTROSCOPIA ATOMICA SPETTROSCOPIA ATOMICA Corso di laurea in Tecnologie Alimentari La spettroscopia atomica studia l assorbimento, l emissione o la fluorescenza di atomi o di ioni metallici. Le regioni dello spettro interessate

Dettagli

Le tre leggi del Networking

Le tre leggi del Networking Le tre leggi del Networking #1 - Le reti andranno sempre più veloci Progetti per alta velocità, incremento del flusso di dati, riduzione dei tempi di risposta. #2 - Le reti saranno sempre più vaste Progetti

Dettagli

SUPERLUMINESCENT DIODES (SLDs)

SUPERLUMINESCENT DIODES (SLDs) SUPERLUMINESCENT DIODES (SLDs) Emission spectra and L-I characteristics Capitolo 3 Applicazioni degli SLED. I LED superluminescenti vengono utilizzati in varie applicazioni in cui è richiesta una

Dettagli

Tecniche di microscopia

Tecniche di microscopia Tecniche di microscopia I microscopi permettono di vedere l estremamente piccolo I microscopi ottici utilizzano lenti di vetro in grado di deflettere e focalizzare i raggi luminosi per riprodurre le immagini

Dettagli

Istituzioni di fisica della materia I Lezione 3. S. Solimeno lezione 3 1

Istituzioni di fisica della materia I Lezione 3. S. Solimeno lezione 3 1 Istituzioni di fisica della materia I Lezione 3 S. Solimeno lezione 3 1 S. Solimeno lezione 3 2 S. Solimeno lezione 3 3 S. Solimeno lezione 3 4 S. Solimeno lezione 3 5 spettroscopia gamma di colori che

Dettagli

Spettrofotometria. Le onde luminose consistono in campi magnetici e campi elettrici oscillanti, fra loro perpendicolari.

Spettrofotometria. Le onde luminose consistono in campi magnetici e campi elettrici oscillanti, fra loro perpendicolari. Spettrofotometria. Con questo termine si intende l utilizzo della luce nella misura delle concentrazioni chimiche. Per affrontare questo argomento dovremo conoscere: Natura e proprietà della luce. Cosa

Dettagli

Sensori di grandezze Fisiche e Meccaniche

Sensori di grandezze Fisiche e Meccaniche Sensori di grandezze Fisiche e Meccaniche FISICHE Pressione Portata Livello Temperatura MECCANICHE Posizione e spostamento Velocità e accelerazione Vibrazioni e suono/rumore (per approfondimenti) 1 Sensori

Dettagli

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro

Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro Prof.ssa Grazia Maria La Torre è il seguente: Lo schema a blocchi di uno spettrofotometro SORGENTE SISTEMA DISPERSIVO CELLA PORTACAMPIONI RIVELATORE REGISTRATORE LA SORGENTE delle radiazioni elettromagnetiche

Dettagli

Apoptosi. Geni espressi Proteine correlate Apoptosi. Induzione. Attività delle Caspasi Identificazione dell apoptosi. Induzione. Kit INDUTTORI CHIMICI

Apoptosi. Geni espressi Proteine correlate Apoptosi. Induzione. Attività delle Caspasi Identificazione dell apoptosi. Induzione. Kit INDUTTORI CHIMICI LINEA BIOTECH Apoptosi Geni espressi Proteine correlate Apoptosi Induzione Attività delle Caspasi Identificazione dell apoptosi Induzione INDUTTORI CHIMICI Actinomycin D, Anisomycin, Antibiotic A23187,

Dettagli

Luce laser, fibre ottiche e telecomunicazioni

Luce laser, fibre ottiche e telecomunicazioni Luce laser, fibre ottiche e telecomunicazioni Guido Giuliani - Architettura Università di Pavia guido.giuliani@unipv.it Fotonica - Cos è? Scienza che utilizza radiazione elettromagnetica a frequenze ottiche

Dettagli

IMMUNOFLUORESCENZA: TECNICHE DI PREPARAZIONE DEI CAMPIONI. Massimo Riccio

IMMUNOFLUORESCENZA: TECNICHE DI PREPARAZIONE DEI CAMPIONI. Massimo Riccio IMMUNOFLUORESCENZA: TECNICHE DI PREPARAZIONE DEI CAMPIONI Massimo Riccio LOCALIZZAZIONE DI PROTEINE TRAMITE FLUORESCENZA IMMUNOFLUORESCENZA - disponibilità di Abs specifici - tecniche immunocitochimiche

Dettagli

I Fotodiodi. Rizzo Salvatore Sebastiano V B Elettronica e Telecomunicazioni

I Fotodiodi. Rizzo Salvatore Sebastiano V B Elettronica e Telecomunicazioni I Fotodiodi Il Fotodiodo Il fotodiodo è un particolare diodo che funziona come sensore ottico. Rizzo Salvatore Sebastiano V B Struttura del fotodiodo Un fotodiodo fondamentalmente è simile ad un diodo

Dettagli

ADESIONE CELLULARE SU MATERIALI BIOCOMPATIBILI

ADESIONE CELLULARE SU MATERIALI BIOCOMPATIBILI Capitolo 11 - studi sperimentali e di ricerca ADESIONE CELLULARE SU MATERIALI BIOCOMPATIBILI a cura di Maristella Di Carmine Marco Marchisio Sebastiano Miscia 237 Implantologia Pratica Caratterizzazione

Dettagli

Ottica fisiologica (2): sistemi ottici

Ottica fisiologica (2): sistemi ottici Ottica fisiologica (2): sistemi ottici Corso di Principi e Modelli della Percezione Prof. Giuseppe Boccignone Dipartimento di Informatica Università di Milano boccignone@di.unimi.it http://boccignone.di.unimi.it/pmp_2014.html

Dettagli

Generatore radiologico

Generatore radiologico Generatore radiologico Radiazioni artificiali alimentazione: corrente elettrica www.med.unipg.it/ac/rad/ www.etsrm.it oscar fiorucci. laurea.tecn.radiol@ospedale.perugia.it Impianto radiologico trasformatore

Dettagli

L'esperienza al servizio di sicurezza, ambiente, sanità e ricerca

L'esperienza al servizio di sicurezza, ambiente, sanità e ricerca L'esperienza al servizio di sicurezza, ambiente, sanità e ricerca Combinazione di know-how, efficienza e soddisfazione del cliente, CAMPOVERDE vanta un offerta che comprende reagenti, farmaci, strumenti

Dettagli

ANALISI POST-GENOMICHE TRASCRITTOMA: CONTENUTO DI RNA DI UNA CELLULA.

ANALISI POST-GENOMICHE TRASCRITTOMA: CONTENUTO DI RNA DI UNA CELLULA. TECNICHE PER L ANALISI DELL ESPRESSIONE GENICA RT-PCR REAL TIME PCR NORTHERN BLOTTING ANALISI POST-GENOMICHE Conoscere la sequenza genomica di un organismo non è che l inizio di una serie di esperimenti

Dettagli

L analisi della luce degli astri: fotometria e spettrometria

L analisi della luce degli astri: fotometria e spettrometria Università del Salento Progetto Lauree Scientifiche Attività formativa Modulo 1 L analisi della luce degli astri: fotometria e spettrometria Vincenzo Orofino Gruppo di Astrofisica LA LUCE Natura della

Dettagli

Scattering. Illuminiamo una soluzione con una luce di lunghezza d onda lontana da qualunque banda di assorbimento

Scattering. Illuminiamo una soluzione con una luce di lunghezza d onda lontana da qualunque banda di assorbimento Scattering Illuminiamo una soluzione con una luce di lunghezza d onda lontana da qualunque banda di assorbimento Le molecole sono polarizzabili: la distribuzione degli elettroni può essere perturbata da

Dettagli

Metodi per il rilevamento degli OGM in matrici alimentari: principi ed i metodi di analisi basati sulla ricerca del DNA e delle proteine

Metodi per il rilevamento degli OGM in matrici alimentari: principi ed i metodi di analisi basati sulla ricerca del DNA e delle proteine Università degli Studi del Piemonte Orientale A. Avogadro CORSO DI ALTA FORMAZIONE IN LEGISLAZIONE ALIMENTARE Metodi per il rilevamento degli OGM in matrici alimentari: principi ed i metodi di analisi

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL pk a DI UN INDICATORE DA MISURE SPETTROFOTOMETRICHE

DETERMINAZIONE DEL pk a DI UN INDICATORE DA MISURE SPETTROFOTOMETRICHE DETERMINAZIONE DEL pk a DI UN INDICATORE DA MISURE SPETTROFOTOMETRICHE Con il nome di indicatori di ph vengono denominate delle sostanze in grado di assumere diverse colorazioni a seconda della concentrazione

Dettagli

Cella solare di Grätzel

Cella solare di Grätzel Cella solare di Grätzel Principi Fisici, funzionamento, preparazione Prof. Daniela Cavalcoli, Dipartimento di Fisica e Astronomia Cella solare di Grätzel componenti e letteratura Prof. Daniela Cavalcoli,

Dettagli

I Diodi. www.papete.altervista.org http://elettronica-audio.net76.net

I Diodi. www.papete.altervista.org http://elettronica-audio.net76.net I Diodi Questi componenti sono provvisti di due terminali: il catodo e l'anodo. Il catodo si riconosce perchè sul corpo è stampata una fascia in corrispondenza di tale piedino. Ad esempio, i diodi nella

Dettagli

Servizio di Terapia Strumentale Cinesiologia - Riabilitazione

Servizio di Terapia Strumentale Cinesiologia - Riabilitazione Servizio di Terapia Strumentale Cinesiologia - Riabilitazione Istituto di Medicina dello Sport CONI - F.M.S.I Centro Interuniversitario di Studi e Ricerche in Medicina dello Sport Sede di Bologna PULSED

Dettagli

Metodi di conta microbica

Metodi di conta microbica Metodi di conta microbica esistono differenti metodiche per la determinazione quantitativa dei microrganismi tecniche colturali e non colturali conta diretta ed indiretta il tipo di microrganismo/i ed

Dettagli

APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA MULTIPARAMETRICA IN ONCOEMATOLOGIA: APPROCCI CONSOLIDATI E NUOVE PROSPETTIVE

APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA MULTIPARAMETRICA IN ONCOEMATOLOGIA: APPROCCI CONSOLIDATI E NUOVE PROSPETTIVE APPLICAZIONI DELLA CITOFLUORIMETRIA MULTIPARAMETRICA IN ONCOEMATOLOGIA: APPROCCI CONSOLIDATI E NUOVE PROSPETTIVE 16 Corso Nazionale A.I.T.I.C. Riccione 19-22 maggio 2009 Giuseppe Gaipa g.gaipa@hsgerardo.org

Dettagli

Identificazione dei microrganismi mediante tecniche di biologia molecolare Esercitazione n 3. Criteri di identificazione

Identificazione dei microrganismi mediante tecniche di biologia molecolare Esercitazione n 3. Criteri di identificazione Identificazione dei microrganismi mediante tecniche di biologia molecolare Esercitazione n 3 Criteri di identificazione Tradizionale (fenotipo) Tecniche di biologia molecolare Il livello di risoluzione

Dettagli

Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -Pavia

Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo -Pavia Effetti biologici derivanti da dall interazione tra fasci laser utilizzati nelle applicazioni industriali ed il corpo umano Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS

Dettagli

Verifiche qualitative dell RNA e cdna in ambito dei trials BCR/ABL e AML translocation programme. Massimo Degan, CRO Aviano (PN)

Verifiche qualitative dell RNA e cdna in ambito dei trials BCR/ABL e AML translocation programme. Massimo Degan, CRO Aviano (PN) e cdna in ambito dei trials BCR/ABL e AML translocation programme Massimo Degan, CRO Aviano (PN) perchè è importante verificare l RNA La verifica della qualità dell RNA nei saggi diagnostico-molecolari

Dettagli

Laser Fabry-Perot Distributed Feedback Laser. Sorgenti ottiche. F. Poli. 22 aprile 2008. F. Poli Sorgenti ottiche

Laser Fabry-Perot Distributed Feedback Laser. Sorgenti ottiche. F. Poli. 22 aprile 2008. F. Poli Sorgenti ottiche Sorgenti ottiche F. Poli 22 aprile 2008 Outline Laser Fabry-Perot 1 Laser Fabry-Perot 2 Laser Fabry-Perot Proprietà: sorgente maggiormente utilizzata per i sistemi di telecomunicazione in fibra ottica:

Dettagli

Dopo aver effettuato la PCR, all interno della soluzione oltre al tratto amplificato sono presenti: primers, dntps, Taq polimerasi e tampone di

Dopo aver effettuato la PCR, all interno della soluzione oltre al tratto amplificato sono presenti: primers, dntps, Taq polimerasi e tampone di Dopo aver effettuato la PCR, all interno della soluzione oltre al tratto amplificato sono presenti: primers, dntps, Taq polimerasi e tampone di reazione Inizialmente i 20 µl dell amplificato vengono

Dettagli

PCR - Polymerase Chain Reaction. ideata nel 1983 da Kary B. Mullis il quale ottenne, per questo, il premio Nobel per la chimica (1993).

PCR - Polymerase Chain Reaction. ideata nel 1983 da Kary B. Mullis il quale ottenne, per questo, il premio Nobel per la chimica (1993). End point PCR vs quantitative Real-Time PCR PCR - Polymerase Chain Reaction ideata nel 1983 da Kary B. Mullis il quale ottenne, per questo, il premio Nobel per la chimica (1993). Questa tecnica, utilizzando

Dettagli

Evoluzione dei LED ed efficientamento energetico

Evoluzione dei LED ed efficientamento energetico Evoluzione dei LED ed efficientamento energetico L impiego dei LED negli impianti di illuminazione permette oggi di contenere in misura significativa i consumi di energia elettrica, ma anche di ridurre

Dettagli

Il Laser in Odontoiatria e in fisioterapia

Il Laser in Odontoiatria e in fisioterapia Il Laser in Odontoiatria e in fisioterapia I laser utilizzati nello studio Laser a Diodi 810 nm Creation Laser Er-Yag Fotona Fidelis Er III Cos è il Laser odontoiatrico? Laser è un acronimo per: L = Light

Dettagli

Elettroerosione Macchina per elettroerosione

Elettroerosione Macchina per elettroerosione Elettroerosione 1 Macchina per elettroerosione 2 Politecnico di Torino 1 Il processo di elettroerosione Viene generato un campo elettrico tra elettrodo e pezzo Si forma un canale ionizzato tra elettrodo

Dettagli

SENSORE DI STRAIN A LASER IN FIBRA

SENSORE DI STRAIN A LASER IN FIBRA SENSORE DI STRAIN A LASER IN FIBRA E. Maccioni (1,2), N. Beverini (1,2), M. Morganti (1,2) F. Stefani (2,3), R. Falciai (4), C. Trono (4) (1) Dipartimento di Fisica E. Fermi Pisa (2) INFN Sez. Pisa (3)

Dettagli

Strumenti e tecniche di misura per grandezze fotometriche e caratteristiche delle superfici. prof. ing. Luigi Maffei

Strumenti e tecniche di misura per grandezze fotometriche e caratteristiche delle superfici. prof. ing. Luigi Maffei Strumenti e tecniche di misura per grandezze fotometriche e caratteristiche delle superfici prof. ing. Luigi Maffei Le grandezze fotometriche Sono definite per valutare in termini quantitativi le caratteristiche

Dettagli

Formazione. cambia il modo di. lavorare: AUTOMAZIONE. dalle abilità manuali a nuove competenze

Formazione. cambia il modo di. lavorare: AUTOMAZIONE. dalle abilità manuali a nuove competenze Automazione e ruolo del Tecnico nell esame delle urine TSLB Mauro Ercolin AUTOMAZIONE cambia il modo di lavorare: dalle abilità manuali a nuove competenze Tecnico analitiche Formazione Statistica Microscopica

Dettagli

Perché fare microscopia?

Perché fare microscopia? Perché fare microscopia? A volte è meglio osservare gli individui che fare misure mediate di un singolo osservabile (approccio delle singole molecole). La statistica collega la distribuzione dei parametri

Dettagli

Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti

Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti Le sorgenti di radiazioni ottiche artificiali (ROA) non coerenti Dr. Riccardo Di Liberto Struttura Complessa di Fisica Sanitaria Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo - Pavia Principali applicazioni

Dettagli

Francesco Quochi - francesco.quochi@dsf.unica.it tel 070 675 4843 Michele Saba - michele.saba@dsf.unica.it tel 070 675 4756

Francesco Quochi - francesco.quochi@dsf.unica.it tel 070 675 4843 Michele Saba - michele.saba@dsf.unica.it tel 070 675 4756 Esperimento sugli impulsi laser Esperimentazioni di Fisica 2 Info: www.dsf.unica.it/~michele/teaching/femto Francesco Quochi - francesco.quochi@dsf.unica.it tel 070 675 4843 Michele Saba - michele.saba@dsf.unica.it

Dettagli

Aspetti teorici dell immagine digitale

Aspetti teorici dell immagine digitale Corso di laurea in TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA Aspetti teorici dell immagine digitale Oscar Fiorucci TSRM-CPSE Tubo a raggi X oggetto Schermi di rinforzo Scintillatori Rivelatori

Dettagli

La reazione antigeneanticorpo

La reazione antigeneanticorpo La reazione antigeneanticorpo Natura della reazione FIGURE 6-1 - Four types of non-covalent forces operates over a very short distance ( generally 1 angstrom ) - The interaction depends on a very close

Dettagli

PNEUMATICA. PN20DNT - Unità di Studio su Ventilatori Centrifughi ed Assiali - Cod. 970650

PNEUMATICA. PN20DNT - Unità di Studio su Ventilatori Centrifughi ed Assiali - Cod. 970650 PNEUMATICA PN20DNT - Unità di Studio su Ventilatori Centrifughi ed Assiali - Cod. 970650 1. Generalità L unità carrellata Didacta PN20DNT consente lo studio dei parametri tipici di ventilatori centrifughi

Dettagli

FONDAMENTI DI OPTOELETTRONICA (DM 270/04, III anno CdS in Ing. Elettronica e delle Telecomunicazioni)

FONDAMENTI DI OPTOELETTRONICA (DM 270/04, III anno CdS in Ing. Elettronica e delle Telecomunicazioni) FONDAMENTI DI OPTOELETTRONICA (DM 270/04, III anno CdS in Ing. Elettronica e delle Telecomunicazioni) Prof. Vittorio M. N. Passaro Photonics Research Group, Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell

Dettagli

Elettroforesi. Elettroforesi: processo per cui molecole cariche si separano in un campo elettrico a causa della loro diversa mobilita.

Elettroforesi. Elettroforesi: processo per cui molecole cariche si separano in un campo elettrico a causa della loro diversa mobilita. Elettroforesi Elettroforesi: processo per cui molecole cariche si separano in un campo elettrico a causa della loro diversa mobilita. A qualunque ph diverso dal pi le proteine hanno una carica netta quindi,

Dettagli

Polimeri semiconduttori negli OLED

Polimeri semiconduttori negli OLED Polimeri semiconduttori negli OLED Nella figura viene mostrato uno schema di funzionamento di un Organic Light Emitting Diode (OLED). Il catodo e formato da un elettrodo di Alluminio (Magnesio o Calcio)

Dettagli

Citofluorimetria a flusso:

Citofluorimetria a flusso: ISSN 0394 3291 I t a l i a n o Carla Valtriani Carlo Hurle in collaborazione con Susanna Balagi Alessandra Manzin Citofluorimetria a flusso: aspetti generali con riferimento particolare allo studio di

Dettagli

NUOVE ENERGIE nella Scuola 4 DICEMBRE, 2012

NUOVE ENERGIE nella Scuola 4 DICEMBRE, 2012 NUOVE ENERGIE nella Scuola 4 DICEMBRE, 2012 ISTITUTO L.PIRELLI - ROMA EMISSIONE DI NEUTRONI LENTI DA PLASMA IN CELLA ELETTROLITICA DOMENICO CIRILLO PRESUPPOSTI IN QUESTA PRESENTAZIONE SI ILLUSTRANO EVIDENZE

Dettagli

Fluorescenza e fluorocromi: caratteristiche. fisico chimiche e spettrali

Fluorescenza e fluorocromi: caratteristiche. fisico chimiche e spettrali Fluorescenza e fluorocromi: caratteristiche fisico chimiche e spettrali Le applicazioni della Citometria a Flusso (CF) sono quasi esclusivamente basate sullʹimpiego di uno o più fluorocromi in vario modo

Dettagli

Il diodo emettitore di luce e la costante di Planck

Il diodo emettitore di luce e la costante di Planck Progetto A1e Un esperimento in prestito di Lauree Scientifiche G. Rinaudo Dicembre 2005 Il diodo emettitore di luce e la costante di Planck Scopo dell esperimento Indagare il doppio comportamento corpuscolare

Dettagli

4 La Polarizzazione della Luce

4 La Polarizzazione della Luce 4 La Polarizzazione della Luce Per comprendere il fenomeno della polarizzazione è necessario tenere conto del fatto che il campo elettromagnetico, la cui variazione nel tempo e nello spazio provoca le

Dettagli

RELAZIONE LABORATORIO DI FIBRE OTTICHE

RELAZIONE LABORATORIO DI FIBRE OTTICHE RELAZIONE LABORATORIO DI FIBRE OTTICHE 1.1 DATA: 20 maggio 2009 1.2 COMPOSIZIONE DEL GRUPPO: CALIFANO Alessio Pagina 1 1.3 STRUMENTI UTILIZZATI: Strumento Marca e modello Caratteristiche Laser Diode Controller

Dettagli