MODULO 7 Corretto approccio comunicazionale e counseling al paziente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODULO 7 Corretto approccio comunicazionale e counseling al paziente"

Transcript

1 MODULO 7 Crrett apprcci cmunicazinale e cunseling al paziente Autre: Dtt. Michele Fanell, Amministratre unic di Sanitanva, scietà di cnsulenza e frmazine in sanità OBIETTIVI: Al termine del presente mdul didattic, il farmacista dvrebbe essere in grad di: miglirare la cnscenza delle principali criticità cmunicative presenti in ambit sanitari; cmprendere quali meccanismi crean stacl alla cmunicazine in ambit sanitari, sprattutt nel cas dei disturbi urgenitali. Il rul del farmacista nel trattament della disfunzine erettile e delle LUTS Cme trattat nel mdul 2, numerse sn le cmrbilità e i fattri di rischi della disfunzine erettile (DE); all stess temp, cme discuss nel mdul 3, i disturbi minzinali, caratteristici dell ipertrfia prstatica benigna (IBP) hann un impatt negativ sulla qualità della vita; infine, per entrambe le patlgie esiste un ntevle imbarazz da parte dell assistit nel discutere cn il medic le prprie prblematiche. Quest ambit cnsente al farmacista di svlgere un rul fndamentale per la salute del cittadin; il farmacista è infatti vist cme un prfessinista della salute, ma è cnsiderat scialmente accessibile (nn è necessari l appuntament per andare in farmacia...); inltre la cnscenza delle malattie e della terapia farmaclgica in att cnsente al farmacista di stimlare il dialg cn l assistit, cn l pprtunità di evidenziare i pssibili effetti indesiderati delle terapie in crs eventuali cmrbilità frequentemente riscntrate (basti pensare alla patgenesi cmune per le malattie cardivasclari e la disfunzine erettile). Il farmacista, per essere in grad di prestare crrettamente assistenza, deve essere però infrmat/frmat nn sl sulle prblematiche fisipatlgie della malattia, ma anche sui principi della cmunicazine e su cme interpretare e gestire eventuali imbarazzi. Per gli amanti della filsfia, si può dire che il farmacista in questi casi dvrebbe adttare il metd scratic, la maieutica, arte della levatrice, la tecnica per cui, attravers il dialg, le verità sedimentate nella cscienza vengn prtate alla luce e palesate. L assistit, infatti, può tentare di nn ricnscere l esistenza di prblemi cnsiderati imbarazzanti, se ricnsciuti, nn vule renderne partecipe altre persne, in quant li cnsidera pertinenti alla sua sfera prettamente privata e fnte di imbarazz. Nel cas li ricnsca, si trverà inltre davanti il bivi dell interlcutre cn cui trattare: una figura amica, nta, ma che saprebbe il prblema, ppure un emerit scnsciut che nn sarebbe in grad di indentificarci e nei cnfrnti del quale si ptrebbe avere minre imbarazz. Il farmacista deve crrettamente guidare il paziente al ricnsciment dei disturbi, alla lr accettazine e alla cndivisine del vissut cn il medic curante, per pter arrivare a una pssibile sluzine dei disturbi stessi. I principali linguaggi della cmunicazine (interpersnale) La cmunicazine utilizza diversi linguaggi (vedi Figura 1 e 2): verbale: cmunicare attravers le parle, sian esse scritte verbali; nn verbale: cmunicare attravers il crp. La cmunicazine nn verbale riveste un rul fndamentale nel più ampi cncett di cmunicazine. Si deve infatti sapere che il messaggi viene trasmess: per il 7% da parle (aspett verbale); per il 38% dall intnazine della vce (ritm, vlume, prsdia eccetera); per il 55% dal linguaggi del crp (in particlare dalle espressini facciali). La presenza di segnali nn verbali cerenti cn la cmunicazine verbale determina il presuppst della cmunicazine persuasiva ed efficace (vedi Figura 3). In una nrmale cmunicazine esistn due diversi ruli: l emittente (clui che deve cmunicare) e il ricevente (clui che riceve la cmunicazine). Questi ruli sn cntinuamente interscambiabili nell ambit di un dialg, dve nn esiste il dcente e l alliev. La figura 4 schematizza le relazini tra lr intercrrenti. Figura 1 - Caratteristiche della cmunicazine verbale Figura 2 - Caratteristiche della cmunicazine nn verbale 18

2 La pstura è pchissim cntrllabile; in cndizini di tensine emtiva fa trasparire numersi segnali incnsapevli. I segnali analgici psturali: Trnc e Spalle (incurvament, asimmetrie) Gambe piedi (mvimenti nn cntrllati) Equilibri (scillazini, ricerca di appggi) Respirazine (accelerazine, irreglarità, sspiri, ) Mvimenti di tutt il crp Repentin cambiament psturale = cambiament interire Figura 3 - Aspetti della cmunicazine verbale e nn verbale Sl quand tteniam attenzine e/ interesse è pssibile trasmettere un messaggi. Senza attenzine e/ interesse nn esiste cmunicazine, apprendiment e cambiament, ma c è delusine, frustrazine, aggressività e priezine. Le 5 aree della cmunicazine nn verbale paraverbale La cmunicazine nn verbale si esplica attravers cinque aree principali: pstura, mimica del vlt, gestualità (braccia mani), prssemica (cmprtament spaziale), prsdia (area paraverbale). Pstura Mentre il vlt canalizza emzini specifiche, il crp espne emzini generali (tensine, rilassament, eccitazine ). L atteggiament psturale è un residu di cmprtament rettilian (archetip ancestrale) arricchit, nell um, da infinite sfumature crticali. C è una crrelazine stretta tra pstura e respirazine, per cui spess tale relazine espne segnali ben percepibili. Gestualità Il gest è sl relativamente cntrllabile. Rappresenta un att prima limbic (emtiv), pi crticale (razinale). Una emtività intensa prduce una gestualità più marcata. La divergenza dall autenticità prduce distnie tra gesti e significati lgici. I segnali gestuali emtivi principali vengn definiti autadattivi e pssn indicare: inibizine: di ritir, steretipati, agitati, nn necessari, sui capelli; depressine: lenti, esitanti, ccultanti; eufria: velci, ritmici, affettusi, spntanei; ansia: ccultament del vlt, trsini, grattament. Studi di sservazine statistica dei gesti emtivi hann prtat alla frmulazine dell iptesi che un aument della tensine emtiva faccia spstare gradualmente la gestualità aut-adattiva dalle braccia, mani (trsini) al cll, alla mandibla e alla zna lacrimale, spraccigli palpebre, fin al nas (massima tensine). Mimica Rappresenta il terminale vide del pensier prevalente. Bisgna tener presente che il nucle del nerv facciale viene attivat: in md rifless dal sistema limbic; in md intenzinale da un ampia area della zna crticale cerebrale. I segnali mimici sn relativamente cntrllabili I principali segnali mimici sn l sguard e il srris; in cndizini di tensine emtiva l sguard tende a essere erratic rispett a quell dell interlcutre e si altera la predispsizine al srris (che quand viene frzat determina una abbastanza netta percezine di artefatt, dett smrfia caduca). Figura 4 - Il mdell di cmunicazine Prssemica È il cmprtament spaziale territriale dell individu nella relazine interpersnale. Può essere cnsiderat il linguaggi della delega e del cntrll. 19

3 Figura 5 - Diverse tiplgie di distanze interpersnali È analizzabile: in termini statici cme spazi fiss e delimitat; in termini dinamici cme presa di psizine invasine del territri. La classica distinzine intrdtta da Hall (1966) individua quattr diverse zne e tipi di distanza interpersnale (cn una estensine spaziale variabile per fattri sciculturali) (vedi Figura 5). La zna intima viene anche chiamata blla : essa circnda il crp cme una secnda pelle; la cndizine per cui lasciam deliberatamente che qualcun acceda nella nstra blla, è un rapprt di intimità; quand viene vilata quest area, si prducn cmprtamenti istintivi di fuga attacc. Nella zna persnale vengn ammesse vlutamente quelle persne cn cui nn siam in intimità ma che ci sn sufficientemente familiari. La zna sciale è slitamente riservata a cntatti sciali di tip più superficiale, per esempi la maggir parte dei clleghi, dei clienti, dei frnitri... La zna pubblica indica quella distanza che si estende al di là della zna persnale, ambienti ampi, cnferenze... Prsdia Rappresenta i segnali para-verbali: il timbr e la meldia: infrman su cntenut e relazine; l um ha mlte vci: bcca, gla, nas, plmni, diaframma; le frequenze diaframmatiche indican fiducia, quelle nasali il timre la paura; ansia e cllera alzan la frequenza; la velcità è diversa fra persne e stati d anim, tende ad aumentare cn l ansia; le pause si usan per rinfrzare, riflettere, dare spazi d intervent, ma dentan anche distrazine interna, imbarazz, infine strategia; l ansia prduce più pause vute ed esitazini; il vlume e la chiarezza dentan sicurezza e cmpetenza; il vlume tende ad aumentare cn aggressività ed entusiasm, a diminuire cn sensazini di minre sicurezza persnale. Per aumentare l efficacia della cmunicazine ccrre: 1) gestire i fattri che influenzan l asclt, quali quelli ambientali (vlume, clima, luce), persnali (pregiudizi, illusini, cnvinzini, stat psic-fisic, aspettative e biettivi), relazinali (cnscenza dell interlcutre), cntenutistici (cnscenza del tema) ed espsitivi (espressini verbali e nn verbali); 2) avere piena cnsapevlezza del prpri livell di cnscenza del tema ggett della cmunicazine; 3) esprimersi in md apprpriat usand un linguaggi semplice e cmprensibile; 4) esprimersi in md cerente (sintnia tra cmunicazine verbale e nn verbale); 5) prestare cnsiderazine e crtesia nei cnfrnti dell interlcutre; 6) mstrare flessibilità; 7) sintnizzarsi cn l interlcutre. Un messaggi persuasiv che trasprta efficacia nella cmunicazine è determinat dalla sintnia di tutti gli elementi della cmunicazine. La distnia di un più elementi della cmunicazine fa perdere frza al messaggi, ltre che prtare una perdita di credibilità. L asclt attiv L asclt è parte fndamentale del prcess di cmunicazine, determinante per l efficacia. Il ricevente ha nella decdifica e quindi nell asclt un cmpit unic e fndamentale. L asclt deve essere attiv empatic quindi nel pien rispett e senza precncetti rispett all emittente. Ascltare in md attiv significa mstrare interesse vers chi parla mantenendsi in sintnia cn lui attravers dmande specifiche. L empatia è prpri la capacità di prsi dentr (cme indica il prefiss grec en ) la situazine cgnitiva ed emtiva del prpri interlcutre. Saper ascltare significa effettuare cntinue verifiche per: assicurarsi di avere ben cmpres csa sta dicend l altr; cnfermare all interlcutre che si sta ascltand; far capire che si ha capit. Le cmpnenti dell asclt attiv sn: capire e circstanziare; verificare; cinvlgere razinalmente su prblemi; cinvlgere emtivamente; stimlare la partecipazine; riassumere. L idegramma cinese (vedi Figura 6) che rappresenta il cncett di asclt riassume bene in sé tutte le cmpnenti che caratterizzan l att di ascltare attivamente. 20

4 parte terminale del banc facend in md che si crei un micr-ambiente prtett, per esempi utilizzand strutture mbili (espsitri Mnitr). Figura 6 - L idegramma giappnese che rappresenta il cncett di asclt L asclt attiv è una metdlgia che rappresenta il presuppst fndamentale per prsi nella miglire cndizine quand ci si accinge a entrare in cmunicazine cn il paziente. È bene ricrdare che sapere ascltare veramente è mlt difficile, si tratta di una scelta vlntaria che presuppne un spstament del sggett (fcus spstat da chi emette a chi riceve il messaggi), per cui l altr diventa il prim prtagnista della cmunicazine stessa. La cmunicazine cn l assistit ptenzialmente affett da IBP/DE Il farmacista può entrare in pssess degli strumenti per individuare un individu ptenzialmente affett da IBP da DE. Piché è entrat nell us crrente l screening dei valri di PSA, l assistit cn IBP ptrebbe essere identificabile dalla lettura di tali valri; più difficile è invece instaurare un rapprt dirett cn un paziente che presenta disturbi minzinali e incntinenza urinaria; dal punt di vista dell agganci cmunicazinale, è ancra più cmplicat è il cas del paziente cn DE. Il presuppst essenziale per facilitare l instaurazine di un cntatt tra farmacista e paziente, è predisprre un cntest in grad di rimuvere i primi fattri di resistenza dell um a estrinsecare il prpri prblema; è utile cnsiderare che il livell di resistenza è inversamente prprzinale alla gravità del sintm accusat dal paziente. Pssiam quindi mdulare su più livelli l analisi dell apprcci cmunicazinale cn queste tiplgie di pazienti. l ambiente; il cntest e i mezzi di supprt; il prfessinista e le cmpetenze; il messaggi. L ambiente Dvrebbe essere predispsta in farmacia un area appsitamente dedicata alla Cnsulenza, per cnsentire all assistit di rapprtarsi cn il Cnsulente al di furi dei flussi rdinari della farmacia. Tale area deve essere chiaramente ma discretamente indicata (cfr Cntest e mezzi di supprt). In cas di scars spazi può essere utile attrezzare una Cntest e mezzi di supprt L area riservata dvrebbe essere attrezzata cn supprti visivi e mezzi di infrmazine che indichin in md chiar gli argmenti di cnsulenza. È utile privilegiare, in termini di cmunicazine visiva, gli aspetti scientifici e neutrali dal punt di vista del cinvlgiment emtiv, evitand l us di parle scatt (trigger wrds) che inducan cgnitivamente agli effetti in ambit sessuale. È invece pprtun che il materiale cartace infrmativ multimediale a dirett access slamente all intern dell area di cnsulenza, cntenga un messaggi esaustiv cn indicazini chiare sia dal punt di vista scientific, sia riguard gli effetti sulla sfera sessuale. Prfessinista e cmpetenze Il cnsulente dvrebbe essere preferibilmente di sess maschile, per gli inevitabili risvlti psiclgici di rispecchiament dell assistit in cerca di un supprt, anche se spess succede che una farmacista pssa avere cn gli assistiti un rapprt franc e priv di imbarazzi. Le cmpetenze devn essere sia scientifiche sia relazinali, ma queste ultime incidn in md più rilevante, piché l efficacia del cunselling, cme di gni prcess di cmunicazine, si gica per l 80% su aspetti di frma e sltant per il 20% di cntenut. Le cmpetenze relazinali devn essere sprattutt relative alle capacità del prfessinista di leggere i messaggi nn verbali e verbali dell assistit e di mdulare i prpri di cnseguenza. L esercizi dell empatia (en-paths = dentr l emtività) è il requisit essenziale per innescare la fiducia del paziente, che deve sentirsi cnsiderat, nn sfrtunat umiliat e deve pter rappresentare senza riserve il su prblema. È quindi imprtante che venga esercitat l asclt attiv, più che un sterile mnlg di infrmazine scientifica. Il messaggi Il prim pass è la presentazine: il farmacista deve dire chiaramente il prpri nme e cgnme, facend in md che sia in evidenza sul camice la targhetta di farmacista. Sarebbe utile ptersi far dire almen il cgnme del paziente prgendgli la man; i segnali di rispsta prssemica del paziente guiderann inequivcabilmente in una direzine relazinale priva di frzature. Se viene dett il nme dell assistit, è utile ripeterl qualche vlta durante il cllqui. Il farmacista può iniziare il dialg attravers affer- 21

5 mazini, esemplificazini e dmande di carattere generale. ( Signr X, in quest area di patlgia ptrebber manifestarsi prblemi tempranei legati alla sfera sessuale); è fndamentale l utilizz di un stile dirett ma nn aggressiv, né esitante cmpassinevle, cn un cntinu esercizi della rassicurazine ( i prblemi che pssn manifestarsi sn asslutamente giustificati e reversibili, purché si dia lr la giusta attenzine; il mi cmpit è aiutarla a ricnscerli e interpretarli per gestire al megli il prblema ). Il messaggi deve essere cmprensibile, attravers l utilizz di un linguaggi semplice e chiar (scevr da tecnicismi eccessivi), cn un stile assertiv: sguard dirett e srridente, tn pacat e vlume sl leggermente ridtt, senza ammiccamenti esitazini, pstura aperta e gestualità nn cmpressa (braccia e mani aperte), prssemica mdulata (se il paziente si avvicina, stare vicini, se sta più distante avvicinarsi sl gradualmente senza invadere la distanza persnale). Dal punt di vista dei cntenuti sn mlt imprtanti i supprti visivi (figure, schemi, filmati, ecc.), che aumentan fin a 4 vlte l efficacia della cmunicazine e della memrizzazine. L biettiv del Cunselling deve essere infrmare rassicurand. Prima del raccnt, è fndamentale l asclt attiv, tramite gli strumenti dell sservazine e delle dmande. Sn da preferire le dmande chiuse, che presuppngn rispste brevi: sì, n, frse, spess, mai, ecc. ( Le è mai accadut...?, quante vlte ha riscntrat...? ) a quelle aperte, che invece lascian all assistit spazi per raccntare di sé ( Csa mi può raccntare riguard...? ). Un element mlt utile dell asclt attiv è la rifrmulazine ( se h capit bene, che lei mi sta dicend che, h intes crrettamente? ) che dà la sensazine al paziente di essere davver ascltat e l incita a esprimersi cn maggire chiarezza. In cnclusine del cllqui, il farmacista dvrebbe fare una breve sintesi dei punti essenziali tccati e incraggiare a chiedere chiarimenti, se necessari, pi dvrebbe prgere indicare i materiali cnsegnabili e segnalare la prpria dispnibilità ( del medic di medicina generale) per il futur. Il tutt sempre cn fare srridente e prfessinale, ma nn prfessrale. Questinari ECM di valutazine apprendiment Disturbi urgenitali paziente maschile Scegliere una sla rispsta per gni dmanda. Per superare il test è necessari rispndere crrettamente almen al 75% delle dmande (12 su 15) Attenzine: l rdine delle dmande e delle rispste nn crrispnde necessariamente all rdine delle dmande e delle rispste del questinari dispnibile nline (cme da nuva nrmativa ECM FAD). 1. Quale delle seguenti patlgie rappresenta un fattre di rischi per la disfunzine erettile (DE)? a. malattie cardivasclari b. diabete mellit c. malattia di Peyrnie d. tutte le patlgie riprtate rappresentan un fattre di rischi per la DE 2. Secnd dati di un studi italian, qual è la percentuale della pplazine affetta da disfunzine erettile? a. 1,7% b. 4,9% c. 12,8% d. ltre il 30% 3. Quale cndizine fisipatlgica caratterizza la disfunzine endteliale? a. aumentat rilasci di dpamina b. ridtt rilasci di camp c. ridtt rilasci di NO d. riduzine del calci intracellulare 4. Qual è il principale meccanism patgenetic della DE secndaria a intervent di prstatectmia radicale? a. lesine delle arterie b. lesine dei nervi c. alterazini rmnali d. trauma psiclgic 5. I sintmi dell IPB Lwer Urinary Tract Symptms (LUTS): a. pssn essere dvuti all struzine dell uretra prstatica causata dall iperplasia prstatica b. sn classificati in sintmi della fase di riempiment, di svutament e pst-minzinale c. pssn avere un impatt prfnd sulla qualità di vita d. tutte le rispste indicate 22

6 6. La diagnsi di IPB-LUTS: a. viene psta in base all anamnesi e all esame biettiv b. viene psta in base all ecgrafia e al dsaggi del PSA sieric c. viene psta sulla base del questinari IPSS d. viene psta in seguit all esclusine di altre patlgie vvie di cui i sintmi urinari pssn rappresentare una cnseguenza secndaria 7. Quali affermazini sn crrette relativamente ai farmaci PDE5-i? a. l unic apprvat per impieg nei LUTS è tadalafil b. agiscn tramite la via del guansinmnfsfat ciclic c. sn assciati a miglirament del punteggi IPSS in umini affetti da LUTS d. tutte le rispste indicate 8. Un paziente affett da IPB-LUTS e DE può essere trattat: a. cn un assciazine farmaclgica: inibitri della PDE5 al bisgn in assunzine girnaliera (sl tadalafil 5mg) + alfa-blccanti, preferibilmente ur-selettivi b. cn un assciazine farmaclgica: inibitri della PDE5 al bisgn in assunzine girnaliera (sl tadalafil 5mg) + inibitri della 5-alfa-reduttasi c. tadalafil 5mg in assunzine girnaliera, per trattare sia i LUTS sia la DE d. tutte le rispste indicate 9. Quali dei seguenti elementi cstituiscn fattri rischi per disfunzine erettile? a. fum b. rchite partitica in età pst-puberale c. besità d. fum e besità 11. La terapia rmnale cme prima linea nei pazienti cn disfunzine erettile: a. è il gld standard di riferiment b. è fndamentale nella piccla percentuale di pazienti affetti da una diminuzine dei livelli di teststerne circlante c. deve essere sempre assciata agli inibitri della fsfdiesterasi 5 d. nn deve essere mai utilizzata 12. Qual è il più frequente effett cllaterale dp smministrazine di alprstadil intracaverns? a. dlre b. priapism c. iptensine d. fibrsi 13. La cmunicazine verbale si effettua cn: a. il gest b. il tn c. il tn ed il gest d. la parla ed il tn 14. La cmunicazine nn verbale utilizza cme aree le seguenti eccett? a. pstura b. vlume della vce c. prssemica d. mimica 15. Il prfessinista che si relazina cn pazienti ptenzialmente affetti da IPB/ DE dvrebbe: a. pssedere elevate cmpetenze scientifiche, perché il paziente vule chiarimenti tecnici b. pssedere cmpetenze relazinali verbali c. capacità di leggere i messaggi nn verbali dell assistit d. nessuna delle rispste indicate 10. Perché tutti gli antipertensivi pssn far precipitare una disfunzine erettile? a. perché inducn un remdelling dell endteli b. perché riducn la pressine di perfusine del tessut caverns c. perché prmuvn una aumentata prduzine di TGF-beta d. perché determinan un minr rilasci di acetilclina a livell caverns 23

MODULO 3 Disturbi minzionali dei pazienti affetti da ipertrofia prostatica benigna

MODULO 3 Disturbi minzionali dei pazienti affetti da ipertrofia prostatica benigna MODULO 3 Disturbi minzinali dei pazienti affetti da ipertrfia prstatica benigna Autre: Dr Ferdinand Fusc, Ricercatre Università Federic II di Napli OBIETTIVI: Al termine del presente mdul didattic, il

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L rientament al cliente è una prergativa indispensabile per la crescita e la cmpetitività di un rganizzazine

Dettagli

MODULO 2 Eziologia multifattoriale della disfunzione erettile

MODULO 2 Eziologia multifattoriale della disfunzione erettile MODULO 2 Ezilgia multifattriale della disfunzine erettile Autre: Dr Brun Giammuss, Respnsabile Unità di Andrlgia, Pliclinic Mrgagni - Catania OBIETTIVI: Al termine del presente mdul didattic, il farmacista

Dettagli

10 suggerimenti per utilizzare PowerPoint per presentazioni brillanti

10 suggerimenti per utilizzare PowerPoint per presentazioni brillanti 10 suggerimenti per utilizzare PwerPint per presentazini brillanti 1. Prirità dell'biettiv sttlineata da materiale cnvincente Da un cert punt di vista, la facilità di impieg di PwerPint ptrebbe trasfrmarsi

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

WCM e partecipazione nel vissuto dei lavoratori

WCM e partecipazione nel vissuto dei lavoratori Le persne e la fabbrica Ricerca FIM CISL sulle cndizini dei lavratri negli stabilimenti FIAT COMITATO SCIENTIFICO WCM e partecipazine nel vissut dei lavratri Milan 14 maggi 2014 Luisella Erlicher MIP-

Dettagli

LOGO DELL'ISTITUTO. QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggio di informazioni da Scuola a Scuola. Scuola di Provenienza Classe. Scuola Accogliente Classe

LOGO DELL'ISTITUTO. QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggio di informazioni da Scuola a Scuola. Scuola di Provenienza Classe. Scuola Accogliente Classe LOGO DELL'ISTITUTO QUESTIONARIO INFORMATIVO - Passaggi di infrmazini da Scula a Scula Scula di Prvenienza Classe Scula Accgliente Classe ALUNNO/A _ A.s. / (Da cmpilare a cura delle insegnanti di classe

Dettagli

Ruolo dei Medici di Medicina Generale nella prevenzione

Ruolo dei Medici di Medicina Generale nella prevenzione Criteri di apprpriatezza strutturale, tecnlgica e clinica nella prevenzine, diagnsi e cura delle patlgie andrlgiche Rma, 19 marz 2012, Auditrium Biagi d Alba Rul dei Medici di Medicina Generale nella prevenzine

Dettagli

DDAI = DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA Acronimo italiano di ADHD.

DDAI = DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA Acronimo italiano di ADHD. ADHD Definizine del termine: DDAI = DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITA Acrnim italian di ADHD. È un disturb neurbilgic evlutiv dell autreglazine del cmprtament. Cme mi accrg del disturb?

Dettagli

QUESTIONARIO INSEGNANTE

QUESTIONARIO INSEGNANTE QUESTIONARIO INSEGNANTE Gentile insegnante, Le chiediam di esprimere la sua pinine su alcuni aspetti della vita sclastica e sul funzinament della scula nella quale attualmente lavra. Le rispste che darà

Dettagli

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA ann sclastic 2007-2008 PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA Scula Media classi Prime, Secnde e Terze (applicazine del Metd FEUERSTEIN) 1 MOTIVAZIONE E BISOGNI Il Cllegi dei Dcenti,

Dettagli

Autostima e adolescenza: 4 regole per motivare

Autostima e adolescenza: 4 regole per motivare Autstima e adlescenza: 4 regle per mtivare 0 credit: Erin MC Hammer. Remixed: Giuseppe Franc Cme aiutare i tui figli ad avere autstima? Quali sn le tecniche di dialg per cmunicare cn tu figli adlescente?

Dettagli

Griglia di valutazione della scuola secondaria

Griglia di valutazione della scuola secondaria Griglia di valutazine della scula secndaria Criteri CONOSCENZE COMPETENZE e indicatri desunti dal frmat SAPERE F. Cmunicare G. Individuare cllegamenti e relazini Cnsce i cntenuti in riferiment alle discipline

Dettagli

COMUNICARE CORSO DI COMUNICAZIONE.

COMUNICARE CORSO DI COMUNICAZIONE. GIOVANI SOCI DELLA CASSA RURALE DI TRENTO PRESENTANO: COMUNICARE CORSO DI COMUNICAZIONE. Cme previst dall statut e cme sempre è stat nell intent del direttiv dell assciazine, i Givani Sci della Cassa Rurale

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it CORSO ANNUALE PER PSICOLOGO SCOLASTICO AD ORIENTAMENTO SISTEMICO - RELAZIONALE La psiclgia sclastica è un camp in espansine ed il settre sclastic rappresenta un degli ambit disciplinari che nei prssimi

Dettagli

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti PROMOZIONE E PROTEZIONE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Incntr cn il Garante dell Emilia-Rmagna Reggi Emilia e Mdena Mdena 11 giugn 2015 Gli interventi dell AUSL in integrazine cn i Servizi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO

ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO ISTITUTO COMPRENSIVO LUIGI CAPUANA MINEO PROGETTO BELLI DENTRO E BELLI FUORI MANGIANDO SANO E CORRETTO A. S. 2013-2014 CARATTERISTICHE DEL PROGETTO 1. Titl del prgett PROGETTO SALUTE Belli Dentr e Belli

Dettagli

IL MOBBING COME COMPETENZA DISTRUTTIVA PER L AZIENDA

IL MOBBING COME COMPETENZA DISTRUTTIVA PER L AZIENDA IL MOBBING COME COMPETENZA DISTRUTTIVA PER L AZIENDA Se all intern dell azienda distinguiam dei prcessi integrativi (cmunicazine circlare, leadership partecipativa, clima aziendale cllabrativ, ecc.) e

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari Scienze Umane - Scienze Umane Economico Sociale Musicale

LICEO STATALE Carlo Montanari Scienze Umane - Scienze Umane Economico Sociale Musicale LICEO STATALE Carl Mntanari Scienze Umane - Scienze Umane Ecnmic Sciale Musicale Vicl Stimate n. 4 Tel. 045/8007311 Fax 045/8030091 37122 VERONA E-mail: inf@licemntanari.it C.F. 80011840230 Sit web: www.licemntanari.it

Dettagli

TEL.: 051/357979 Email: corsilis.bologna@gmail.com Sito: www.ens.it/bologna INFORMAZIONI GENERALI

TEL.: 051/357979 Email: corsilis.bologna@gmail.com Sito: www.ens.it/bologna INFORMAZIONI GENERALI ENTE NAZIONALE SORDI SEZIONE PROVINCIALE DI BOLOGNA VIA DI CORTICELLA 15/A - CASELLA POSTALE 673 TEL.: 051/357979 Email: crsilis.blgna@gmail.cm Sit: www.ens.it/blgna INFORMAZIONI GENERALI " Obiettivi dei

Dettagli

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE GLI STRUMENTI DELL'OPERATORE SANITARIO PER LA TUTELA DELLA SALUTE, DI TUTTI Nel 2008 l OMS ha presentat i lavri cnclusivi della Cmmissine sui Determinanti Sciali di

Dettagli

SCUOLA CAPOFILA AREA VALDINIEVOLE 2 CIRCOLO DIDATTICO PESCIA

SCUOLA CAPOFILA AREA VALDINIEVOLE 2 CIRCOLO DIDATTICO PESCIA Azienda U.S.L. 3 Zna di Pistia Unità Funzinale Salute Mentale Infanzia e Adlescenza Via Curtatne e Mntanara n 54 SCUOLA CAPOFILA AREA VALDINIEVOLE 2 CIRCOLO DIDATTICO PESCIA PROGETTO SCOleDIpistia Scprire

Dettagli

Verso il II Forum dei Catechisti

Verso il II Forum dei Catechisti Vers il II Frum dei Catechisti 30 giugn 2011 1- La Catechesi che si ispira al Catecumenat è: Un percrs in cui la chiesa cllabra cn le famiglie nell educazine cristiana dei figli. E cndtta da un catechista

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Musica per neonati e bambini. È impossibile definire esattamente cosa sia la musica, sebbene la maggior parte delle persone

Musica per neonati e bambini. È impossibile definire esattamente cosa sia la musica, sebbene la maggior parte delle persone Musica per nenati e bambini È impssibile definire esattamente csa sia la musica, sebbene la maggir parte delle persne accettin che pssan essere suni prdtti dal cant cn strumenti. Una csa è sicura che la

Dettagli

COME ACCOSTARSI ALLA BIBBIA

COME ACCOSTARSI ALLA BIBBIA COME ACCOSTARSI ALLA BIBBIA 1. Leggere, studiare e meditare la Bibbia Prima di intraprendere un studi sul cme interpretare la Bibbia, è imprtante cgliere le differenze che intercrrn fra i diversi mdi di

Dettagli

COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA

COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA Istitut Cmprensiv Enric Fermi Scula Secndaria di prim grad G.B. Rubini Rman di Lmbardia Rman di Lmbardia - BG! COME AIUTARE TUO FIGLIO A STUDIARE E A FARE I COMPITI A CASA LE INDICAZIONI DELLA SCUOLA PER

Dettagli

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO Classe seconda Scuola Secondaria di primo grado

CURRICOLO DI ITALIANO Classe seconda Scuola Secondaria di primo grado A S C O L T A R E padrneggiare le abilità di ascltare; sfruttare tali abilità per acquisire una piena cmpetenza testuale e cmunicativa CURRICOLO DI ITALIANO Classe secnda Scula Secndaria di prim grad INDICATORI

Dettagli

Laurea in Psicologia (1981), Università degli Studi di Padova. Master in Linguistica (1985), State University of New York at Buffalo

Laurea in Psicologia (1981), Università degli Studi di Padova. Master in Linguistica (1985), State University of New York at Buffalo Genva, 18 ttbre 1956-20 gennai 2006 Titli di Studi Laurea in Psiclgia (1981), Università degli Studi di Padva Master in Linguistica (1985), State University f New Yrk at Buffal Dttrat in Psiclgia Cgnitiva

Dettagli

Unità 4. Farmaci. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello B1 CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 4. Farmaci. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello B1 CHIAVI. In questa unità imparerai: Università per Stranieri di Siena Livell B1 Unità 4 Farmaci CHIAVI In questa unità imparerai: a cmprendere un test che dà infrmazini sulla ricetta medica del Servizi Sanitari Nazinale. parle relative alla

Dettagli

11/12/2014. Studiare meno, studiare meglio: supportare i figli nell acquisizione di un metodo di studio personalizzato ed efficace

11/12/2014. Studiare meno, studiare meglio: supportare i figli nell acquisizione di un metodo di studio personalizzato ed efficace Studiare men, studiare megli: supprtare i figli nell acquisizine di un metd di studi persnalizzat ed efficace 1 Argmenti 1. Perché ccuparci dei cmpiti sclastici? 2. Il rul dei genitri nell aiut cmpiti

Dettagli

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN

COMUNITÁ MONTANA - COMMUNAUTÉ DE MONTAGNE GRAND COMBIN Lc. Chez Rncz, 29/i - 11010 GIGNOD (Valle d Asta) Tel. 0165/25.66.11 - Fax. 0165/ 25.66.36 - E.mail: inf@cm-grand cmbin.vda.it AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO (d. LGS. N. 163/2006) PROPEDEUTICA ALL INDIVIDUAZIONE

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

La Formazione di MOVIMENTO CREATIVO IL CORSO BASE

La Formazione di MOVIMENTO CREATIVO IL CORSO BASE La Frmazine di MOVIMENTO CREATIVO IL CORSO BASE Struttura del Crs La Frmazine ffre un metd per insegnare Mviment Creativ a bambini e adulti in diversi cntesti. Offre anche un percrs per chi cerca esclusivamente

Dettagli

Catalogo della formazione

Catalogo della formazione TrainerMKT Catalg della frmazine FndPrfessini - Ann 2014/15 Indice Sviluppare relazini efficaci cn il cliente: apprcci cnsulenziale e strumenti p. 3 Guidare e mtivare le risrse per aumentare l efficacia

Dettagli

GUIDA ALL ACCESSO E ALLA NAVIGAZIONE IN PIATTAFORMA

GUIDA ALL ACCESSO E ALLA NAVIGAZIONE IN PIATTAFORMA GUIDA ALL ACCESSO E ALLA NAVIGAZIONE IN PIATTAFORMA Indice Linee guida per accedere alla piattafrma Csa fare al 1 access Csa fare al 2 access e successivi Passwrd Username dimenticata? Ecc csa fare Linee

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA

ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA OGGETTO Il presente reglament disciplina l ergazine di vucher per finanziare interventi

Dettagli

Natalizumab (TYSABRI): aggiornamento sulle misure di minimizzazione del rischio di PML

Natalizumab (TYSABRI): aggiornamento sulle misure di minimizzazione del rischio di PML NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON LE AUTORITA REGOLATORIE EUROPEE E L AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) 11 Marz 2016 Natalizumab (TYSABRI): aggirnament sulle misure di minimizzazine del rischi

Dettagli

N. Alunno: VALUTAZIONE INIZIALE/INTERMEDIA/FINALE- ved. Descrittori

N. Alunno: VALUTAZIONE INIZIALE/INTERMEDIA/FINALE- ved. Descrittori DESCRITTORI/INDICATORI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA GRIGLIA DI RILEVAZIONE iniziale, intermedia e finale. N. Alunn: VALUTAZIONE INIZIALE/INTERMEDIA/FINALE- ved. Descrittri COMPETENZE Cmunicazine verbale

Dettagli

Programma corsi ubloom 2014

Programma corsi ubloom 2014 Prgramma crsi ublm 2014 LE PILLOLE DI UBLOOM ublm il cwrking a Fssan Via dell Stagn 2 Press Cascina Sacerdte Fssan (Cn) Italy www.ublm.it inf@ublm.it +39 0173 199 61 18 Facebk ublmcwrkingfssan Indicazini

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it Direttre Tullia Tscani e.mail: inf@itfb.it - sit internet: www.itfb.it CORSO BIENNALE DI MEDIAZIONE FAMILIARE SISTEMICA Patrcinat e ricnsciut dall A.I.M.S. Assciazine Internazinale Mediatri Sistemici E

Dettagli

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista Il Business Plan, dcument essenziale per l svilupp e la crescita dell impresa Sintesi del nstr punt di vista Settembre 2014 Preparare il Business Plan Sintesi del nstr punt di vista La preparazine del

Dettagli

RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE. Manuale Operativo STUDENTI

RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE. Manuale Operativo STUDENTI RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE Manuale Operativ STUDENTI Intrduzine: A partire dall A.A. 2013/14 l Università degli studi di Siena ha attivat una prcedura di rilevazine

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: Via Mranti, 4 Castelnv né mnti INDIRIZZO: Servizi sci sanitari DOCENTE: Liguri Tiziana CLASSE: 2^E MATERIA DI INSEGNAMENTO: Metdlgie perative LIVELLI DI PARTENZA

Dettagli

IL MODELLO TEORICO DI DOROTEA OREM

IL MODELLO TEORICO DI DOROTEA OREM IL MODELLO TEORICO DI DOROTEA OREM La disciplina infermieristica è fndata su mdelli terici di riferiment es. Nightingale, Hendersn, Peplau. Per mdell teric s intende la rappresentazine che le discipline

Dettagli

BILANCIO DI CARRIERA E PERSONALE

BILANCIO DI CARRIERA E PERSONALE BILANCIO DI CARRIERA E PERSONALE Cnsci te stess. Scrate Se nn sai dve andare nn pss dirti cme arrivare. Prverbi Il bilanci di cmpetenze è un percrs di rientament che serve a realizzare scelte e/ cambiamenti

Dettagli

Gestione della conoscenza (Knowledge Management, KM) nelle aziende sanitarie

Gestione della conoscenza (Knowledge Management, KM) nelle aziende sanitarie Gestine della cnscenza (Knwledge Management, KM) nelle aziende sanitarie Schema dell intervent del dtt. Michele Tringali Azienda Ospedaliera di Udine - www.spedaleudine.it/kc 1. Intrduzine Grandi successi

Dettagli

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GLI ISTRUTTORI (sommatoria delle risposte)

QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GLI ISTRUTTORI (sommatoria delle risposte) (ALLEGATO N 1) QUESTIONARIO CONOSCITIVO PER GLI ISTRUTTORI (smmatria delle rispste) Dm. 1/A. Cmpiti ed biettivi per sentirsi un allenatre realizzat Indica cn un segn + sul cerchi i 6 cmpiti che maggirmente

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO

LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO LA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA NEI CASI DI DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO DEFINIZIONE NORMATIVA OBIETTIVO STRUMENTI VALUTAZIONE ITER ORGANIZZATIVO DEFINIZIONE disturbi relativi alle abilità dell apprendiment

Dettagli

R75-9 PROGRAMMA SCUOLA DI COUNSELLING

R75-9 PROGRAMMA SCUOLA DI COUNSELLING R75-9 PROGRAMMA SCUOLA DI COUNSELLING ATTIVITÀ SEMINARIALE PRIMO ANNO I MODULO INTRODUZIONE Il cunselling: cenni strici, sviluppi terici, prspettive: 2 re FONDAMENTI DI PSICOLOGIA PSICOSINTETICA 1. Teria

Dettagli

Il metodo Zugeer Sabrina Tonielli Zugeer 05/01/2011

Il metodo Zugeer Sabrina Tonielli Zugeer 05/01/2011 Il metd Zugeer Sabrina Tnielli Zugeer 05/01/2011 IL METODO ZUGEER Il metd Zugeer Pag. 2 INDICE 1. COME E NATA L IDEA... 4 2. IL METODO... 4 3. PERCHE ZUGEER... 4 4. IN COSA CONSISTE... 5 5. LE REGOLE...

Dettagli

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO La scelta strategica di un azienda di gestire cn una prpria rganizzazine la Supply Chain di affidarla,

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization Mnitring Valutazine rischi Wrk rganizatin Premessa In base ai dcumenti dell WHO(OMS), alle linee guida eurpee, all Accrd Eurpe del 2004 sull stress lavr crrelat e in base al dcument ICF dell OMS 2001 che

Dettagli

RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE

RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEGLI STUDENTI COMPILAZIONE ON-LINE Manuale Operativ STUDENTI Intrduzine: La rilevazine delle pinini degli studenti in merit alla didattica ergata press l Università degli studi

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Servizi sciali Servizi: Centr sciale terza età INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI L Asil Nid La Crte dei Bambini ffre ai genitri e bambini accglienza e asclt cn una particlare attenzine ai bisgni persnali di crescita e di svilupp individuali. Pensa al

Dettagli

INPS. Area Aziende. Funzionalità Contatti del Cassetto Previdenziale. Manuale Utente Funzionalità Contatti

INPS. Area Aziende. Funzionalità Contatti del Cassetto Previdenziale. Manuale Utente Funzionalità Contatti INPS Direzine Centrale Sistemi Infrmativi e Tecnlgici Area Aziende Funzinalità Cntatti del Cassett Previdenziale Dcument: Funzinalità Cntatti Data: Settembre 2010 INPS Direzine Centrale Sistemi Infrmativi

Dettagli

Un Cane Educato è un Cane Felice

Un Cane Educato è un Cane Felice Un Cane Educat è un Cane Felice CORSO PROFESSIONALIZZANTE PER CONDUTTORI - OPERATORI - EDUCATORI CINOFILI www.psycdgs.it SCUOLA EDUCATORI ED ISTRUTTORI Attravers le cmpetenze che acquisirai, aiuterai davver

Dettagli

Foglio di lavoro Compito e contenuti Tempo Abilità Tipologie di lavoro. Lavoro individuale, a I reparti di un azienda un azienda e i relativi

Foglio di lavoro Compito e contenuti Tempo Abilità Tipologie di lavoro. Lavoro individuale, a I reparti di un azienda un azienda e i relativi Unternehmen Deutsch Livell linguistic A2/B1 CONTENUTI DEL MODULO Gli alunni analizzan la struttura di un azienda e dei sui settri di attività. entran in cntatt cn esempi di prfili prfessinali rilevanti

Dettagli

Disciplinare Esenzione a Fini Terapeutici attuativo dell International Standard for Therapeutic Use Exemptions (TUE) WADA

Disciplinare Esenzione a Fini Terapeutici attuativo dell International Standard for Therapeutic Use Exemptions (TUE) WADA Disciplinare Esenzine a Fini Terapeutici attuativ dell Internatinal Standard fr Therapeutic Use Exemptins (TUE) WADA DISCIPLINARE ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI Articl 1 Criteri per la cncessine di una TUE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI. DOCENTI Pimazzoni, Conchetto, Dall Agnola, Facchini

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI. DOCENTI Pimazzoni, Conchetto, Dall Agnola, Facchini PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO PROFESSIONALE SERVIZI COMMERCIALI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1. SECONDO BIENNIO DISCIPLINA Lettere TERZA E QUARTA DOCENTI Pimazzni, Cnchett, Dall

Dettagli

MANUALE UTENTE (per il Modello di rilevazione in MS Excel)

MANUALE UTENTE (per il Modello di rilevazione in MS Excel) FLUSSO MONITORAGGIO INTESE Racclta dati 1 gennai 30 giugn 2009 MANUALE UTENTE (per il Mdell di rilevazine in MS Excel) Lmbardia Infrmatica S.p.A. INDICE 1 Premessa...3 2 Intrduzine...4 2.1 UdP Anagrafica

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO PAOLO VETRI - RAGUSA

CIRCOLO DIDATTICO PAOLO VETRI - RAGUSA BOZZA SCHEDA Rilevazine BES GLI Direzine didattica Pal Vetri Ragusa 2013 CIRCOLO DIDATTICO PAOLO VETRI - RAGUSA Ann sclastic 2013-2014 RILEVAZIONE DI EVENTUALI ALUNNI CON BES La presente scheda cnsente

Dettagli

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO G. MORANDI

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO G. MORANDI Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO PIAZZA COSTA Piazza Andrea Csta 23-20092 Cinisell Balsam (MI) MIIC8AP009 C.F. 85007630156 e-mail: miic8ap009@istruzine.it PEC:

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Corso di Secondo Livello di Counseling Cristiano Domanda di iscrizione

Corso di Secondo Livello di Counseling Cristiano Domanda di iscrizione c.s Alfieri 237-14100 ASTI Tel. 0141 595431, fax 178 226 6188 E.mail: uffici@teenchallenge.it Assciazine cristiana evangelica ONLUS per recuper e prevenzine delle dipendenze, frmazine e cunseling Crs di

Dettagli

Data e luogo di nascita

Data e luogo di nascita ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE SILVIO DE PRETTO Via XXIX Aprile, 40-36015 SCHIO (VI) PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO PER ALUNNI CON DSA Istitut Tecnic Industriale Statale Silvi De Prett Schi ANNO

Dettagli

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI

ACCESSO STABILIMENTO VISITATORI ESTERNI 30/11/2015 Pagina 1 di 7 INDICE REVISIONI REV DATA MODIFICA REDATTA: VERIFICATA: EMESSA: DATORE DI LAVORO: 00 01.12.2014 Prima emissine Cialdni Maletta Ilaria RSPP Alè Giuseppe Cialdni Sante Zandò 01 12.11.2015

Dettagli

PROGETTO PATRIZIA Progetto di informazione e prevenzione giovanile

PROGETTO PATRIZIA Progetto di informazione e prevenzione giovanile Cmune di Caltanissetta Caritas Dicesana di Caltanissetta Centr Sciale Gesù Divin Lavratre PROGETTO PATRIZIA Prgett di infrmazine e prevenzine givanile 1. Titl Prgett Patrizia 2. Lcalizzazine Scule medie

Dettagli

Web Marketing Plan. Obiettivi e Strategie

Web Marketing Plan. Obiettivi e Strategie Web Marketing Plan Obiettivi e Strategie L imprtanza degli biettivi Avere biettivi ben precisi in un pian di web marketing è fndamentale! Gli biettivi devn essere: Realistici Attuabili Obiettivi realistici

Dettagli

R75-9 PROGRAMMA SCUOLA DI COUNSELLING

R75-9 PROGRAMMA SCUOLA DI COUNSELLING R75-9 PROGRAMMA SCUOLA DI COUNSELLING ATTIVITÀ SEMINARIALE PRIMO ANNO I MODULO La psicsintesi di Rbert Assagili: 12 re Il cunselling: cenni strici, sviluppi terici, prspettive: 1 ra ELEMENTI DEL MODELLO

Dettagli

PICCOLI CONSUMATORI CRESCONO

PICCOLI CONSUMATORI CRESCONO MAPPATURA DEI PROGETTI SULLA PUBBLICITÀ gestiti dai partecipanti al crs di frmazine Cibinnda usiam bene la pubblicità realizzat nell'a.s. 2009/2010 dalla Prvincia di Trevis in cllabrazine cn l'azienda

Dettagli

Prot. N. Ai responsabili di plesso di Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado A tutti i docenti

Prot. N. Ai responsabili di plesso di Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado A tutti i docenti ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Giuseppe GARIBALDI Via delle Rimembranze n. 72 81058 VAIRANO PATENORA (CE) 0823 985250 D.S. 0823 643210 /0823 643907 - Fax 0823/985250 C.F. 95003860616 < ceic885003@istruzine.it

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE COMUNE DI CISLIANO Prvincia di Milan LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE PREMESSA La crisi che sta investend il mnd del lavr determina l aument della fascia

Dettagli

Piano Didattico Personalizzato

Piano Didattico Personalizzato ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIO SANITARI GALVANI IODI Reggi Emilia Via Canalina, 21 tel. 0522 325711- fax 0522 294233 Internet: www.galvaniidi.it mail:reri090008@pec.istruzione.it - Cdice fiscale:

Dettagli

La gestione informatizzata del farmaco

La gestione informatizzata del farmaco Azienda Ospedaliera di Verna Dipartiment di Medicina Clinica e Sperimentale Medicina Interna B - Reumatlgia La gestine infrmatizzata del farmac Crdinatre Stefania Discnzi Reggi Emilia 11-12 XII 2008 CRITICITA

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO 29 GENNAIO 2015 COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO SNAMI & CIMO BOLOGNA RELATIVAMENTE AL COMUNICATO AUSL BOLOGNA DELL 8 GENNAIO 2015 In data 28 Gennai 2015 diverse Sigle Sindacali della Medicina Cnvenzinata e

Dettagli

I TRASDUTTORI. Trasduttori Primari. Trasduttori Secondari

I TRASDUTTORI. Trasduttori Primari. Trasduttori Secondari I TRASDUTTORI Un trasduttre ( sensre) è un dispsitiv in grad di rilevare una grandezza fisica di tip qualsiasi (termic, lumins, magnetic, meccanic, chimic, eccetera) e di trasfrmarla in una grandezza di

Dettagli

FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Logistica, Trasporti, Commercio Internazionale

FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Logistica, Trasporti, Commercio Internazionale FORMAZIONE IN HOUSE : Acquisti, Lgistica, Trasprti, Cmmerci Internazinale La frmazine rganizzata dal nstr netwrk mira a sddisfare la necessità d apprfndiment dei temi relativi ai temi di Acquisti,Lgistica

Dettagli

"La figura professionale dell'assistente familiare"

La figura professionale dell'assistente familiare "La figura prfessinale dell'assistente familiare" Art. 1 - Figura prfessinale e prfil. 1. È individuata la figura prfessinale dell assistente familiare. 2. L assistente familiare è l peratre che, a seguit

Dettagli

CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO

CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO CODICE ETICO E DEONTOLOGICO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO POLITICA SUI REGALI E SULL INTRATTENIMENTO Offrire ricevere regali aziendali e intrattenimenti è spess un md apprpriat utilizzat tra

Dettagli

Comunicazione Organizzativa

Comunicazione Organizzativa N : 01/2013 Alert apprfndimenti cntrparti e beni (annulla e sstituisce la Oggett: Cmunicazine Organizzativa n. 22/2011) Firma: Amministratre Delegat Data di pubblicazine: 24/01/ 2013 Data di validità:

Dettagli

SCADENZE A CHI SI RIVOLGE DESCRIZIONE Febbraio- Aprile

SCADENZE A CHI SI RIVOLGE DESCRIZIONE Febbraio- Aprile 1. Che cs è AROF? AROF, che letteralmente significa Anagrafe Reginale Obblig Frmativ, è un sistema infrmatic, nat nel 2004, per far frnte alla legge sull bblig frmativ (Legge 9 del gennai 1999). Le due

Dettagli

PIANO ANNUALE INCLUSIONE. a.s.2014/15

PIANO ANNUALE INCLUSIONE. a.s.2014/15 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SIANO VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021-081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutcmprensivssian.gv.it

Dettagli

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 Cmunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 LA RELAZIONE CONCLUSIVA PERCHÉ UNA PIATTAFORMA PER LA DIDATTICA? IL MANDATO DEL COLLEGIO Cn l individuazine della Funzine strumentale per l us dell infrmatica

Dettagli

Sommario. Corso di Statistica Facoltà di Economia francesco mola a.a. 2010-2011. Fasi di un indagine statistica. L indagine statistica.

Sommario. Corso di Statistica Facoltà di Economia francesco mola a.a. 2010-2011. Fasi di un indagine statistica. L indagine statistica. Smmari Crs di Statistica Facltà di Ecnmia francesc mla a.a. 2010-2011 Lezine n 1 Che csa è la statistica? L scprirem a fine crs! altrimenti che gust c è? L indagine I cncetti di base Unità statistica.

Dettagli

Elaborazione dei contenuti del programma d istituto per l educazione fisica - Linee guida per l'attuazione 2

Elaborazione dei contenuti del programma d istituto per l educazione fisica - Linee guida per l'attuazione 2 Dipartiment federale dell'ecnmia, della frmazine e della ricerca DEFR Segreteria di Stat per la frmazine, la ricerca e l innvazine SEFRI 12 settembre 2014 Elabrazine dei cntenuti del prgramma d istitut

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE I.T.C.G. "CATTANEO" - LICEO "DALL'AGLIO" Via G. Impastat, 3 Castelnv ne' Mnti (RE) Tel.0522/810083 Prf : Luisa Belli Materia: Inglese PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Classe 3 sez. M (lice delle scienze umane,

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Prevenzione del disagio scolastico

Prevenzione del disagio scolastico AREA 2 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E PROCESSI INCLUSIVI DA ATTUARE Prevenzine del disagi sclastic Finalità Intervenire preccemente sulle difficltà, i disturbi dell apprendiment e del cmprtament. Obiettivi

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli