IMC = Kg : m 2 L ALIMENTAZIONE. Esempio: peso 80 Kg statura 1.85 m. IMC = 80 : (1.85 x 1.85) = 23.4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IMC = Kg : m 2 L ALIMENTAZIONE. Esempio: peso 80 Kg statura 1.85 m. IMC = 80 : (1.85 x 1.85) = 23.4"

Transcript

1 L ALIMENTAZIONE Che alimentari in modo corretto ia importante non è certo una novità! Tutti lo anno, pochi lo mettono in pratica. Perché? Varie ono le ripote, peo tutte hanno in comune due fattori: la difficoltà di mantenere l abitudine a un alimentazione corretta e il non apere coa realmente ia corretto. Quante ono le perone che, otto la pinta di credenze popolari o peronali, mode, ma media, penano di alimentari in modo alutare, ma in realtà non lo fanno o lo fanno in modo che mai potrà diventare una vera abitudine di vita? Quante perone non hanno chiaro quale, o meglio quali benefici poano derivare dall alimentari in modo corretto ia da un punto di vita quantitativo che qualitativo? È proprio queto uno dei punti principali che va chiarito: alimentari in modo corretto ignifica tener preente ia la quantità che la qualità del cibo, e i principali benefici ottenibili ono: - controllo del peo corporeo; - controllo del profilo metabolico (oprattutto del metabolimo glucidico [glicemia], lipidico [coleterolo e trigliceridi] ed epatico [tranaminai e gamma GT]); - controllo della funzionalità gatroenterica (getione di problematiche digetive, dolori o altri fatidi gatrici e addominali, tipi e diarrea); - controllo dello tato di beneere generale. Alimentazione e dimagramento: il peo corporeo rappreenta il modo più emplice per quantificare il bilancio energetico tra quante calorie aumiamo con l alimentazione e quante ne conumiamo con l attività. Quando le calorie aunte ono più di quelle conumate, il peo aumenta, e l ecceo di calorie i accumula ottoforma di teuto adipoo (grao). Quando invece i introduce meno energia di quanta e ne conuma, il corpo utilizza le ue rierve di grao per oddifare le richiete energetiche, con coneguente dimagramento. Ogni perona ha il proprio metabolimo ed è quindi in parte vero che l utilizzazione dell energia varia da un individuo e l altro. In poche parole, a parità di cibo introdotto con la dieta e facendo un attività fiica imile, una perona tende a ingraare più dell altra. IMC = Kg : m 2 Eempio: peo 80 Kg tatura 1.85 m IMC = 80 : (1.85 x 1.85) =

2 Le ragioni di queto fatto ono varie, entrano in gioco fattori ormonali, ma non olo. Sta di fatto che comunque l energia introdotta è di più di quella necearia e quindi, chi a di appartenere a queta categoria di perone deve tare molto più attento all alimentazione e fare più attività fiica. Il corpo di un oggetto adulto e ano dovrebbe eere compoto da circa l 80-85% da maa magra (mucoli) cheletro, viceri, liquidi corporei e olo dal 15-20% di maa graa (teuto adipoo); nella donna tale percentuale è del 20-30%. La diagnoi di ovrappeo (e di obeità) (tabella 3) viene pota coniderando il peo e l altezza di un individuo. Ovviamente vanno inoltre coniderati fattori individuali come eo, età e truttura corporea, in genere è però poibile utilizzare formule e tabelle in grado di calcolare l Indice di maa corporea (IMC) che i ottiene facendo il rapporto tra il peo e la tatura al quadrato eprea in metri. Figura 2. Non è olo il emplice peo che conta, ma anche come il teuto adipoo è ditribuito. Difatti molti tudi cientifici hanno dimotrato che il teuto adipoo ditribuito a livello addominale (tipico dell uomo e della donna in età pot menopauale) ia aociato a un aumento del richio di numeroe malattie quali quelle cardiovacolari (infarto, angina, ictu, ipertenione, ecc) e metaboliche (diabete, indrome metabolica). Il teuto adipoo, invece, ditribuito oprattutto a livello ottocutaneo (ad eempio u Tabella 3: CATEGORIE DI INDICE DI MASSA CORPOREA Magrezza grave Inferiore a 16 Magrezza moderata Sottopeo Normopeo Sovrappeo Obeità moderata Obeità grave Superiore a 40 22

3 gambe e glutei, tipico della donna in età fertile) è invece meno correlato a tale richio. I valori di circonferenza addominale aociati a un aumento di richio dipendono non olo dal eo, ma anche dalla razza 4: quelli riportati in tabella 2 ono riferiti alla razza caucaica, quella bianca tipica dei paei Europei. Valori di circonferenza vita pari o uperiori a 94 cm nell uomo e 80 cm nella donna, i aociano a un iniziale aumento del richio, che diventa maggiore quando tali valori ono pari o, peggio, uperano i 102 cm nell uomo e gli 88 cm nella donna. Sovrappeo e oprattutto obeità rappreentano oggi una vera epidemia che colpice non olo in età adulta, ma anche in età pediatrica, con coneguente diagnoi di diabete di tipo 2, dilipidemie e ipertenione arterioa eenziale anche in queta facia di età che, ino a qualche decennio fa, ne era quai immune. Anche altre patologie ono peggiorate dall aumento del peo corporeo, tra quete ricordiamo: alcuni tipi di cancro, inufficienza repiratoria, indrome delle apnee notturne, diturbi alla colonna vertebrale, diturbi dell apparato mucolare, diturbi alle articolazioni e problematiche picologiche. DIMAGRIRE È UTILE! Sono molte però anche le evidenze cientifiche che motrano come perdere peo ignifichi invece ridurre il richio per tali malattie, indipendentemente dall età e dalle patologie preenti. Ecco quindi che l attenzione i focalizza non olo e non tanto ul peo raggiunto, ma u come e quanto perderne. Anche e non i riece a raggiungere il peo ideale, comunque dimagrire aiuta a ridurre la poibilità di andare incontro o di peggiorare (e ono già preenti) tali patologie. Ne vale empre la pena! Come dimagrire? Dimagrire non è emplice, ma è icuramente poibile. Il egreto ta nel riucire a introdurre meno calorie di quante e ne conuma. In poche parole mangiare meglio e fare più attività. Quello che conta però non è olo perdere peo, ma oprattutto riucire poi a mantenere il peo pero. Ecco quindi che diete fai da te trette, non controllate, che magari portano a perdere in fretta qualche chilo ma che non garanticono di mantenere il riultato, non ono utili, anzi peo dannoe. Infatti, peo, perdite di peo repentine e non controllate portano a riacquiire tutti i chili peri e magari qualcuno in più! Occorrono, invece, programmi che educhino u come mangiare, diano informazioni utili ugli alimenti in modo che la perona ia in grado di getiri da ola nel tempo. Ovviamente all inizio occorre una guida che indichi chiaramente coa e come mangiare (programmi alimentari creati in bae alle caratteritiche ed eigenze della perona) affiancati da piegazioni, informazioni, ecc. 23

4 Molte ricerche ono tate fatte per individuare la dieta ideale, per indicare quali principi nutritivi e quali le relative proporzioni (5,6). I lavori cientifici più recenti indicano chiaramente che non eite una dieta ideale, la maggior parte dei regimi alimentari cientificamente impiegati raggiungevano l obiettivo di far perdere peo a patto che: - vi foe una ignificativa riduzione della quantità di cibo aunto compleivamente; - foero preenti in varie proporzioni carboidrati, proteine e lipidi; - generalmente vi foe una limitazione pecialmente degli alimenti ad alto contenuto lipidico, oprattutto vi foe cotanza e aderenza nel eguire il regime alimentare propoto. Ovviamente ogni regime alimentare va peronalizzato in bae alle caratteritiche del paziente e a eventuali eigenze cliniche. Eere diabetico o avere il coleterolo alto dovrà eere tenuto ben preente nell impotare un programma alimentare. Oltre a mangiare in modo più corretto da un punto di vita quantitativo e, oprattutto, qualitativo, occorre poi aumentare l attività fiica volta. Per dimagrire biogna fare molta attività fiica di tipo aerobico (correre, camminare a pao veloce, nuotare, andare in bicicletta, ecc), ma attività fiica volta a intenità meno elevate è comunque importantiima per aiutare a mantenere un buon peo raggiunto con un alimentazione più corretta. Coa ono le calorie? La caloria (cal) è un unità di miura dell energia, deriva dal latino calor che ignifica calore. Rappreenta la quantità di calore necearia per elevare di un grado centigrado la temperatura di 1 grammo d acqua. La chilocaloria (Cal o Kcal) rappreenta la quantità di calore necearia per elevare di un grado centigrado la temperatura di 1 chilo d acqua. Gli alimenti fornicono una determinata quantità di energia che varia da alimento ad alimento e che viene uata dall organimo a livello cellulare per volgere tutte le ue funzioni. Gli alimenti. Gli alimenti in grado di fornire energia ono di 3 tipi: i carboidrati, i grai e le proteine. Acqua, ali minerali e vitamine ono elementi indipenabili per la alute, ma non fornicono direttamente energia. Tutti gli alimenti che aumiamo vengono metabolizzati dal fegato. Il metabolimo epatico è un proceo molto compleo: in breve poiamo emplificarlo dicendo che il fegato traforma (quando neceario) gli alimenti che aumiamo in glucoio (uno zucchero che rappreenta la benzina per le cellule) oppure in grai (trigliceridi) che vengono mei in rierva (teuto adipoo, maa graa) 24

5 con coneguente ingraamento. Vicevera, quando i dimagrice, il metabolimo lavora in modo divero: i grai depoitati nel teuto adipoo vengono rimoi ed il fegato li riconverte in glucoio per poterli utilizzare e produrre energia. Le proteine aunte con la dieta di olito vengono invece utilizzate per produrre i mucoli (maa magra). Carboidrati: (zuccheri) cotituicono una fonte immediata di energia per l organimo: vengono infatti aorbiti e utilizzati facilmente enza produrre corie metaboliche, aicurando un rifornimento di glucoio immediato. I carboidrati i dividono generalmente in 2 gruppi (tabella 4): quelli emplici (che hanno il apore dolce) e quelli complei o amidi. Queti ultimi, eendo appunto chimicamente più complei, richiedono più tempo per eere metabolizzati ( mantellati in molecole più piccole, come il glucoio teo, per poter eere aorbiti) e quindi vengono aorbiti più lentamente. Di coneguenza, la preenza contemporanea dei 2 tipi di carboidrati nella dieta in proporzioni adeguate (pochi carboidrati emplici e più complei) garantice all organimo un rifornimento d energia cotante e prolungato nel tempo. La quantità di carboidrati che deve eere preente nella dieta dipende dall età, tipo di attività fiica, tato di alute, peo corporeo. In generale poiamo dire che i carboidrati devono eere preenti ma (attenzione!) non in ecceo. Buona regola è che iano preenti al mattino e nella prima parte della giornata, meglio poi e complei. Ogni grammo di carboidrati aunti fornice 4 Kcal. Un particolare tipo di zucchero è poi l alcool, ricordiamo che 1 grammo di alcool fornice ben 7 Kcal! Tabella 4: ESEMPI DEI PRINCIPALI CARBOIDRATI SEMPLICI: accaroio, glucoio, fruttoio, lattoio COMPLESSI: - cereali (frumento, mai, orzo, rio) - legumi (fagioli, ceci, lenticchie, farro, pielli) - tuberi (patate) Conigli utili: limita l utilizzo di zucchero per addolcire cibi e bevande; limita la quantità di marmellate, creme, miele, ecc; limita la quantità di pane, pata, rio, ecc; limita la quantità di bibite dolcificate; limita il conumo di dolci in genere ed eliminali, e vuoi dimagrire; aumi preferibilmente carboidrati contenuti in cereali e legumi; preferici prodotti integrali. 25

6 Grai: una corretta alimentazione prevede anche l aunzione di grai, ma in quantità moderate che dipendono dalle caratteritiche della perona. Fornicono infatti una grande quantità di energia (1 grammo di grai fornice ben 9 Kcal!) e, e di origine animale, poono contenere ignificative quantità di coleterolo che, quando in ecceo, è dannoo per la alute. Sul piano dell apporto di energia tutti i grai ono uguali, ma ul piano della qualità poono eere molto diveri (tabella 5). Infatti la loro compoizione chimica è variabile, in particolare quella di acidi grai (aturi, inaturi, ecc). La divera qualità dei grai può avere effetti importanti ulla alute. Sono immagazzinati nell organimo ottoforma di trigliceridi (ia circolanti nel angue, che nel teuto adipoo di rierva, che in alcuni organi) e di coleterolo. Tabella 5: DIFFERENTI TIPI DI ACIDI GRASSI SATURI: contenuti in alimenti che tendono a far innalzare il livello di coleterolo (formaggi, alumi, burro, panna, carni grae). Anche cibi di origine vegetale come olio di cocco e di palma contengono acidi grai aturi. INSATURI: contenuti oprattutto in olii vegetali (d oliva, emi, ecc), noci, nocciole e pece. Si dividono in : - monoinaturi, contenuti, ad eempio nell olio d oliva; - poliinaturi tipo omega 6, contenuti, ad eempio nell olio di emi; - poliinaturi tipo omega 3, contenuti, ad eempio, nel pece. Queti hanno il vantaggio di aiutare a ridurre il livello di trigliceridi in ecceo. TRANS: preenti in cibi di origine animale, i formano durante alcuni trattamenti indutriali dei grai vegetali. Favoricono l aumento del coleterolo. Conigli utili: riduci (o meglio elimina) i condimenti (burro, gradine, olio) pecie per cucinare; per cucinare ua preferibilmente pentole antiaderenti, cottura al vapore, al cartoccio, alla griglia, ecc; condici preferibilmente gli alimenti con oli crudi; utilizza comunque empre pochi condimenti; non eccedere nel conumo di cibi fritti, e puoi evitali; preferici carni magre e/o bianche (pollo, vitello, ecc); mangia peo il pece; cegli latte, yogurt, ecc cremati o parzialmente cremati; attenzione al conumo di uova e alimenti che li contengono; limita il conumo di formaggi e alumi. 26

7 Proteine: rappreentano i mattoni con cui cotruiamo i notri mucoli. È molto importante che la dieta contenga una giuta quantità di proteine, non olo durante le fai della crecita. La giuta quantità dipende dalle caratteritiche della perona, ma comunque, neuno ne può fare a meno. Sono contenute oprattutto in alimenti di origine animale (carne e pece), ma anche in alcuni vegetali come la oia, i fagioli, le lenticchie, ecc. Attenzione al fatto che gli alimenti che le contengono poono eere ricchi in grai (carni grae, formaggi, alumi): è bene quindi aumere le proteine prevalentemente da pece, carni magre e/o bianche e vegetali. Un grammo di proteine fornice 4 Kcal. Conigli utili: preferici carni bianche (pollo, tacchino, vitello, ecc); quando cegli carni roe, preferici parti magre; togli empre il grao dalla carne, meglio prima di cuocerla; togli la pelle dal pollame, meglio e prima di cuocerlo; aumi legumi; mangia il pece più volte alla ettimana. Acqua, ali minerali e vitamine. Sono elementi eenziali che devono eere neceariamente aunti con la dieta. Una loro carenza conduce a importanti, malattie, a ogni età. L acqua infatti rappreenta la principale componente del notro organimo ed è indipenabile per volgere tutti i procei fiiologici e le reazioni biochimiche che avvengono nel notro organimo. È bene aumere circa 1,5-2 litri di acqua ogni giorno per reintegrare quella che normalmente viene eliminata con urina, udore, ecc. Attenzione! È meglio aumere acqua ottoforma di acqua e non bevande zuccherate, ucchi di frutta zuccherati, bevande alcoliche, ecc. Sali minerali e vitamine ono altrettanto indipenabili per garantire il corretto funzionamento di tutti i procei metabolici. Un alimentazione regolare e varia garantice generalmente tutto il fabbiogno di ali e vitamine, in cai particolari può eere necearia l integrazione di queti elementi: arà il votro medico a indicare quali e quanti. State comunque attenti a non aumere troppo ale (cloruro di odio) con la dieta, in quanto un uo ecceo può eere dannoo. 27

8 Come deve eere un alimentazione corretta? È una domanda che embra emplice, ma che in realtà è complea: la ripota varia a econda delle caratteritiche della perona (eo, età, eventuali patologie, attività fiica volta, ecc). In generale è importante che l alimentazione ia: - varia (non mangiare empre le tee coe); - regolare (mangiare ai pati principali, cioè colazione, pranzo e cena, evitando troppi puntini durante la giornata); - povera in alimenti grai o zuccherati; - ricca di frutta e verdura; - contenente adeguate quantità di carboidrati complei, carni magre e pece. La piramide alimentare (figura 3) è un buon modello eemplificativo: alla bae troviamo acqua e vitamine, poi andando vero l alto frutta e verdura, carboidrati complei, meglio e integrali, carni magre e pece e olo alla fine condimenti e dolci. Più i va vero il vertice e meno tale alimento deve eere preente nella notra alimentazione. Comunque, la corretta alimentazione per ogni perona, pecie e i vuole dimagrire o acquitare peo o getire alcune patologie (come diabete, malattie cardiovacolari, ecc) deve eere indicata dal proprio medico di fiducia evitando diete fai da te che peo ono più dannoe che utili. Figura 3. Come leggere le tabelle nutrizionali: le tabelle nutrizionali (figura 4) che i trovano u ogni alimento in commercio ono uno trumento etremamente utile per avere un alimentazione corretta: fornicono infatti molte indicazioni utili nella celta di un determinato prodotto. Occorre però aperle leggere in modo corretto. - Innanzitutto, è importante oervare la colonna che riporta i dati relativi a 100 grammi di prodotto. In alcuni cai infatti, viene anche riportata una colonna che indica i dati 28

9 relativi a 1 pezzo di quel prodotto (una merendina o un bicotto) o a una porzione (eempio, 30 grammi). Tale informazione può eere utile ma talvolta anche fuorviante, in quanto, e viene letta come e il valore foe relativo a 100 grammi, potrebbe embrare che le calorie contenute iano in effetti poche. - Se vi interea apere quante calorie contiene quell alimento, coniderate il valore epreo in Kcal (nell eempio, 370). - Potete poi oervare il contenuto dei vari elementi (carboidrati, grai, proteine, ecc). - Non fatevi mai fuorviare da meaggi pubblicitari riportati ulla confezione. Frai come: cioccolato per diabetici, bicotti dietetici, ricchi in fibre, enza coleterolo, ecc vanno empre verificati e non è empre detto che iano alutari. Se avete dubbi, chiedete empre al votro medico di fiducia. Figura 4. TABELLA NUTRIZIONALE 100g di prodotto 30g di prodotto con 125 ml di LATTE SCREMATO Valore energetico Kcal KJoule Proteine Carboidrati di cui zuccheri amido Grai di cui aturi Fibra alimentare Sodio ,3 2,5 0, ,5 0,4 0,7 0,3 VITAMINE E FERRO % RDA(*) % RDA(*) B1 B2 B6 B12 PP C FOLACINA FERRO 2,3 (165%) 2,7 (165%) 3,3 (165%) 1,7 (170%) 30 (165%) 100 (165%) 333 (165%) 23,3 (165%) (*) RDA= Razione giornaliera raccomandata dalla CEE in viamine e minerali 0,8 (55%) 1 (65%) 1 (65%) 0,95 (95%) 9 (50%) 31 (50%) 100 (50%) 7 (50%) 29

10 Sono in ovrappeo: che eami devo fare? La prima coa da fare è rivolgervi al votro medico di fiducia o a un centro medico pecialitico per queto tipo di problematiche: una buona viita medica (che comprenda rilevazione di peo, tatura, circonferenza vita, rilevazione preione arterioa, ecc) e un buon colloquio con il medico ono alla bae di tutto. Succeivamente, può eere utile fare degli eami che dipendono dalla condizione particolare di ogni perona. Tra gli eami più comuni ricordiamo: - emplici eami del angue per vedere il profilo metabolico (glicemia, coleterolo, trigliceridi, ecc) e, e neceario, ormonale (funzionalità tiroidea, cortiolo, ecc); - elettrocardiogramma; - altri eami cardiovacolari a parere del medico (ecocardiogramma, elettrocardiogramma otto forzo, miurazione preoria nelle 24 ore, ecc); - determinazione maa corporea. La tabella 6 riporta il valore energetico di alcuni alimenti, eprei come Kcal per 100 grammi di parte edibile. Tabella 6: ALIMENTI Kcal ALIMENTI Kcal CEREALI E DERIVATI bicotti frollini 429 griini 431 bicotti ecchi 416 orzo perlato 319 cornflake 361 pane tipo craker alati 428 pane tipo integrale 224 croiant 358 pata all uovo ecca cruda 366 cruca al frumento 206 pizza con pomod. e mozz. 271 farina frumento tipo rio brillato crudo 332 farina, rio 360 tortellini frechi 300 LEGUMI fagioli borlotti frechi crudi 133 lenticchie ecche crude 291 fagioli borlotti in catola colati 91 pielli frechi crudi 52 fagiolini frechi crudi 18 30

11 VERDURE aparagi di boco 35 patate fritte 188 bieta cruda 17 peperoni crudi 22 broccoletti di rapa crudi 22 pomodori da inalata 17 broccolo a teta crudo 27 porri crudi 29 carciofi crudi 22 radicchio roo 13 carote crude 35 rape crude 18 cicoria di campo cruda 10 ravanelli 11 cipolle crude 26 rucola 28 finocchi crudi 9 edano 20 funghi coltivati 28 pinaci, crudi 31 lattuga 19 tartufo nero 31 melanzane crude 18 zucca gialla 18 patate crude 85 zucchine crude 11 FRUTTA albicocche 28 limoni 11 amarene 42 mandaranci 53 anana 40 mandarini 72 arachidi totate 598 mandorle 603 arance 34 mele freche con buccia 38 avocado 231 melone 33 banane 65 mirtilli 25 catagne arrotite 193 nocciole ecche 655 ciliegie freche 38 noci ecche 689 clementine 37 olive da tavola conervate 268 cocco freco 364 pere freche enza buccia 35 cocomero 16 peche freche con buccia 25 fichi frechi 47 pinoli 595 fichi eccati al forno e mandorlati 277 pitacchi 608 fragole 27 pompelmo 26 kiwi 44 prugne freche 42 lamponi 34 uva freca 61 CARNI FRESCHE agnello 159 coniglio 2 intero crudo 118 anatra dometica 159 gallina 194 bovino adulto 1 cotata 140 maiale 1 leggero, bitecca cruda 157 bovino adulto 1 fea 103 pollo intero, con pelle, crudo 171 bovino adulto 1 filetto 127 pollo intero, enza pelle, crudo 110 capretto 122 tacchino intero enza pelle 109 cavallo 143 vitello filetto crudo tutti i valori i rifericono al teuto mucolare, privato del grao viibile 2 pronto da cuocere (lo carto è cotituito olo dalle oa del buto) CARNI TRASFORMATE breaola 151 patè, fegato 341 coppa parma 398 prociutto crudo San Daniele 320 cotechino confezionato, precotto, crudo 450 alame brianza

12 mortadella, olo uino 317 aliccia di uino freca, cruda 304 pancetta tea 337 peck 303 prociutto cotto 215 wurtel crudo 270 FAST-FOOD A BASE DI CARNE hamburgher, peo medio 111 g 242 pane all olio o al latte, hamburger di carne bovina, ketchup, verdure FRATTAGLIE cervello, bovino 157 lingua, bovino 232 cuore, bovino 123 trippa, bovino 108 fegato, bovino 142 PRODOTTI DELLA PESCA acciuga freca 96 dentice freco 101 acciuga otto ale 137 gamberi frechi 71 acciuga ott olio 206 merluzzo o naello freco 71 aragota cruda 85 orata elvatica, freca, filetti 121 calamaro freco 68 orata allev., freca, filetti 159 cernia urgelata 88 pagello 101 cozza 84 palombo 80 polpo 57 ogliola freca 83 almone freco 185 pigola elvatica 82 almone affumicato 147 tonno freco 159 arda 129 tonno in alamoia (gocciolato) 103 corfano 82 tonno ott olio (gocciolato) 192 eppia 72 trota 86 gombro freco 170 vongola 72 LATTE E YOGURT latte, vacca, pat. intero 64 yogurt, da latte intero 66 latte, vacca, pat. parz. crem. 46 yogurt, da latte parz. crem. 43 latte, vacca, pat. cremato 36 yogurt, da latte cremato 36 panna 337 FORMAGGI brie 319 groviera 389 caciotta 384 macarpone 455 camembert 297 mozzarella di bufala 288 crecenza 281 mozzarella di vacca 253 emmenthal 403 parmigiano 387 fiocchi di formaggio magro 115 ricotta di vacca 146 fontina 343 tracchino 300 gorgonzola 324 taleggio 315 UOVA uova, gallina, intero uova, tuorlo (100 g) 325 uova, albume (100 g) 43 un uovo pea mediamente 61g, il gucio 8g, l albume 37g, il tuorlo 16g 32

13 OLII E GRASSI burro 758 margarina 760 lardo 891 olii vegetali: oliva, oia, mai, ecc 899 DOLCI cioccolato al latte 545 merendine tipo brioche 438 cioccolato fondente 515 merendine tipo pan di pagna 383 crotata con marmellata 339 merendine tipo pata frolla 444 gelato confezionato, cono con panna, caglie cioccolato e noccioline 326 miele 304 marmellate 222 zucchero 392 PRODOTTI VARI aranciata 38 minetre in catola, crema aparagi 26 bevanda tipo cola 39 pop corn 378 dadi da brodo 250 ala tomato ketchup 98 maionee 655 Dati etratti da Tabelle di compoizione degli alimenti - INRAN - ed. Edra, In concluione Conulta il tuo medico di fiducia per avere indicazioni peronalizzate circa una corretta alimentazione, pecie e deideri perdere peo. In generale comunque: - ricordati di ditribuire le calorie aunte u tutto l arco della giornata, non dimenticare mai l importanza della colazione ed evita cene particolarmente abbondanti; - aumi regolarmente frutta e verdura; - non aumere troppi carboidrati (zuccheri, farine, ecc), preferici comunque quelli integrali; - limita il più poibile il conumo di grai (contenuti oprattutto in condimenti, dolci, fritti, alumi, formaggi, carni grae, ecc) e preferici comunque quelli di origine vegetale; - aumi giute quantità di proteine magre (contenute oprattutto in carni bianche, carni roe comunque magre, pece); - ricordati di aumere almeno 1,5 l di liquidi al giorno (meglio emplice acqua); - limita il conumo di alcool; - non eguire diete fai da te o comunque enza controllo medico; - l alimentazione corretta deve diventare un abitudine di vita. 33

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO

CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO CONTENUTO DI FERRO (100 g.di ALIMENTO parte edibile) Milza, bovino 42.0000 Fegato, suino 18.0000 Tè, in foglie 15.2000 Cacao, amaro in polvere 14.3000 Crusca di frumento 12.9000 Fegato, ovino 12.6000 Storione,

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media Errori di miura Se lo trumento di miura è abbatanza enibile, la miura rietuta della tea grandezza fiica darà riultati diveri fra loro e fluttuanti in modo caratteritico. E l effetto di errori cauali, o

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea

Menopausa, alimentazione ed osteoporosi. Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Menopausa, alimentazione ed osteoporosi Debora Rasio Sapienza Università di Roma - Az. Osp. S. Andrea Cambiamenti ormonali in menopausa Con la menopausa si assiste al declino della produzione ovarica di

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale

ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA. anni di AIP. Relazione del Presidente in occasione del 10 Congresso Nazionale ASSOCIAZIONE ITALIANA PSICOGERIATRIA anni di AIP Relazione del Preidente in occaione del 10 Congreo Nazionale Gardone Riviera (BS), 15 aprile 2010 Preidenti Onorari Mario Barucci Lodovico Frattola Pat

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA

NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL IPEROMOCISTEINEMIA DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA MEDICINA SPERIMENTALE E FORENSE SEZIONE DI SCIENZA DELL ALIMENTAZIONE CORSO DI LAUREA IN DIETISTICA Direttore: Chiar.ma Prof.ssa Carla Roggi NUTRIZIONE E STILE DI VITA NELL

Dettagli

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo ESERCIZI DI FISICA CHAPTER 1 CINEMATICA 1.1. Moto Rettilineo Velocità media: vettoriale e calare. Exercie 1. Carl Lewi ha coro i 100m piani in circa 10, e Bill Rodger ha vinto la maratona (circa 4km)

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer Mea a punto avanzata più emplice utilizzando Funzione Load Oberver EMEA Speed & Poition CE Team AUL 34 Copyright 0 Rockwell Automation, Inc. All right reerved. Co è l inerzia? Tutti comprendiamo il concetto

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014

impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 impariamo a mangiare sano con i cibi vegetali a cura di Luciana Baroni Società Scientifi ca di Nutrizione Vegetariana - SSNV 4 a edizione 2014 Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana - SSNV www.scienzavegetariana.it

Dettagli

Gennaio. Gennaio in cucina

Gennaio. Gennaio in cucina Nel proporre questo calendario culinario ci siamo ispirati a Vincenzo Tanara e alla sua opera Economia del cittadino in villa. Tanara, studioso di scienze naturali ed agricoltura, vissuto nell'area bolognese,

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI

ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI ALU STAFFE IN ALLUMINIO SENZA FORI Giunzione a compara in lega di alluminio per utilizzo in ambienti interni ed eterni (cl. di erv. 2) Preforata con ditanze ottimizzate per giunzioni ia u legno (chiodi

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

La salute vien mangiando!

La salute vien mangiando! La salute vien mangiando! Sede Legale: Monza 20052 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it - C.F. / P. IVA Sede Legale: Monza 20052 02734330968 viale Elvezia, 2 tel. 039 23841 www.aslmonzabrianza.it

Dettagli

Impianti VAV di ultima generazione

Impianti VAV di ultima generazione PANORAMICA Impianti VAV di ultima generazione Prodotti all'avanguardia per la ventilazione regolabile u richieta! www.wegon.com La ventilazione regolabile u richieta garantice grande comfort e coti di

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno 2014 Hai chiesto qual è il piatto del giorno? { } (Il maresciallo Carotenuto Vittorio De Sica Che

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA

HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI. www.huromitalia.it ITALIA HUROM RICETTE DI ESTRATTI NATURALI ITALIA DALLA HUROM A TE Alla Hurom ci impegniamo ad offrire una nutrizione della più alta qualità e dal sapore il più vicino possibile alla forma più pura presente in

Dettagli

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA I T A L I A N O EXPO 2015 I marchi DOP e IGP sono marchi di qualità che vengono assegnati dalla Commissione Europea. I requisiti per il riconoscimento

Dettagli

Linee guida per un corretto stile di vita

Linee guida per un corretto stile di vita Linee guida per un corretto stile di vita 1 Hanno collaborato alla redazione delle Linee guida : Rosanna Barbieri Angela Bardi Antonio Dispenza Maria Naldini Marina Pacetti Maria Rosa Silvestro Corrado

Dettagli

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti.

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Nel calcolo del costo delle merci relative ad un singolo piatto non si possono ignorare le percentuali di scarto degli ingredienti. Se

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

COGNOME NOME QUADERNO B ESERCIZI CHI SEI? A CHE PIANO ABITI? IN QUALE PAESE/CITTÀ ABITI? QUAL È LA TUA NAZIONALITÀ? QUAL È LA TUA DATA DI NASCITA?

COGNOME NOME QUADERNO B ESERCIZI CHI SEI? A CHE PIANO ABITI? IN QUALE PAESE/CITTÀ ABITI? QUAL È LA TUA NAZIONALITÀ? QUAL È LA TUA DATA DI NASCITA? COGNOME NOME QUADERNO B ESERCIZI CHI SEI? COME TI CHIAMI? QUAL È IL TUO NOME E COGNOME? DOVE ABITI? QUAL È IL TUO INDIRIZZO? A CHE PIANO ABITI? IN QUALE PAESE/CITTÀ ABITI? QUAL È IL TUO NUMERO DI TELEFONO?

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

La nutrizione nel malato oncologico

La nutrizione nel malato oncologico La Collana del Girasole n. 13 La nutrizione nel malato oncologico Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici La Collana del Girasole La nutrizione nel malato oncologico 13 Legenda Per praticità

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

ASI. 0-3 anni XX MUNICIPIO ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ E SERVIZI CULTURALI, SPORT, POLITICHE SCOLASTICHE. www.scuoleventesimo.it

ASI. 0-3 anni XX MUNICIPIO ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ E SERVIZI CULTURALI, SPORT, POLITICHE SCOLASTICHE. www.scuoleventesimo.it Gli Asili Nido del XX Municipio 0-3 anni ASI LO NI DO www.scuoleventesimo.it XX MUNICIPIO ASSESSORATO ALLE ATTIVITÀ E SERVIZI CULTURALI, SPORT, POLITICHE SCOLASTICHE DIPARTIMENTO SERVIZI EDUCATIVI E SCOLASTICI

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

QUINTA LEZIONE Facciamo la spesa

QUINTA LEZIONE Facciamo la spesa QUINTA LEZIONE Facciamo la spesa 5 Oggi dobbiamo fare la spesa perché questa sera vogliamo organizzare una festa a casa nostra. Così decidiamo di andare al supermercato, quello di fronte alla banca, dove

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

antipasto del pescatore insalata di mare tiepida alla catalana piovra tiepida tartare di tonno rosso del Mediterraneo selezione di affettati

antipasto del pescatore insalata di mare tiepida alla catalana piovra tiepida tartare di tonno rosso del Mediterraneo selezione di affettati Quand je n ai rien à faire, et qu à peine un nuage Dans les champs bleus du ciel, flocon de laine, nage, J aime à m écouter vivre, et, libre de soucis, Loin des chemins poudreux, à demeurer assis T. G.

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno

Conta con il leone. Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti. con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta con il leone Guida all uso del conteggio dei carboidrati, e non solo! Andrea Scaramuzza Alessandra Bosetti Gian Vincenzo Zuccotti con le foto di Sabrina Alessio e i piatti di Gianluca Modugno Conta

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007 Sezione Provinciale di Ferrara Sede Operativa: Via Bologna,534 44100 Chiesuol del Fosso (Fe) Tel. 0532 901211 Fax 0532 901241 RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI

Dettagli

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà.

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Al Roccolo Fattoria Piolanti A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Ragiungèl, l è facil tè po minga sbaglià. Ocio, sculta che tè spieghi mi Ciapa la strada che la và de là.

Dettagli