COMPLESSO BARICCO VIA PALMIERI 23 LISSAGO - VARESE DESCRIZIONE DEI LAVORI PREMESSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMPLESSO BARICCO VIA PALMIERI 23 LISSAGO - VARESE DESCRIZIONE DEI LAVORI PREMESSA"

Transcript

1 COMPLESSO BARICCO VIA PALMIERI 23 LISSAGO - VARESE DESCRIZIONE DEI LAVORI PREMESSA Il complesso residenziale Baricco è costituito da una pluralità di edifici, immersi nel verde, di varia tipologia: vi è la presenza di edifici in linea mai superiori ai quattro piani fuori terra, con sottostante autorimessa interrata, ville a schiera, e un corpo isolato posto più a monte e dotato di autorimesse isolate; le ville a schiera e le unità al piano terreno sono dotate generalmente di porzioni di area privata ad uso giardino individuale. Caratteristica comune del complesso è l attenzione posta al risparmio energetico sia attraverso l implementazione degli spessori coibenti, superando i limiti normativi, sia attraverso l utilizzo di fonti di energie rinnovabili (in particolare geotermia) che riducono notevolmente i costi di esercizio. L utilizzo della geotermia con sonde verticali a circuito chiuso, abbinata alla presenza di pannelli solari termici, riduce i costi di riscaldamento invernale e di produzione di acqua calda sanitaria centralizzata e consente di usufruire di un rinfrescamento estivo a costi molto limitati. Gli impianti di rinfrescamento previsti unitamente ai sistemi di deumidificazione, avranno lo scopo di rendere più confortevoli gli ambienti nel periodo caldo, grazie anche al grado di coibentazione e alla capacità termica dei materiali coibenti impiegati. Oltre all utilizzo di fonti rinnovabili di energia, come meglio precisate nel prosieguo, si è curato particolarmente l isolamento termo-acustico degli edifici, infatti si precisa che gli spessori coibenti scelti garantiscono una classificazione dell edificio in classe B ai sensi della D.G.R. del 31 ottobre 2007, n. 8/5773. Tali scelte impiantistiche hanno consentito l eliminazione di sorgenti energetiche alimentate a combustibili fossili, eliminando, ad incremento della sicurezza la presenza di gas metano nelle abitazioni. La descrizione dei lavori, qui riportata, si intende puramente schematica e indicativa, redatta con il solo scopo di individuare gli elementi fondamentali e più significativi della erigenda costruzione, nonché determinare lo standard qualitativo previsto. La società Rudra si riserva in corso di esecuzione dei lavori di costruzione, di apportare le modifiche che riterrà necessarie e opportune, a suo insindacabile giudizio, con 21/07/09

2 l avvertenza che l individuazione di marchi o ditte è stata fatta con lo scopo di meglio qualificare la tipologia qualitativa dell intervento. 2

3 DESCRIZIONE TECNICA Fondazioni - Strutture Portanti Verticali - Elevazioni La zona del comparto, secondo la normativa vigente Legge 3274 del 2003, risulta zona sismica 4, quindi non soggetta ad azioni sismiche in quanto non rientra nelle categorie di edifici sensibili. Si è comunque proceduto al calcolo strutturale tenendo in considerazione le azioni di un possibile sisma con una accelerazione minima. Gli edifici sono fondati su platea armata h 40 cm su cui si elevano le strutture portanti dei diversi fabbricati interamente realizzate in cemento armato. Le elevazioni interrate, sono costituite da setti portanti spessore 25 cm e passo 5 m per una migliore distribuzione dei carichi e per assorbire le forze orizzontali. Il solaio, al piano terra di copertura delle autorimesse sarà realizzato interamente in cemento armato senza l utilizzo di predalles. Per la parte fuori terra si realizzano pilastri e setti (vani scala) in cemento armato con aggiunta di staffe ø 10 passo 10 in corrispondenza dei nodi strutturali per l assorbimento delle azioni sismiche. Tale tecnica conferisce alla struttura un ulteriore rigidezza alle azioni orizzontali. Vespai Vespaio areato del piano terreno non cantinato delle case a schiera, realizzato con casseri modulari a perdere (tipo igloo) in propilene riciclato, posato a secco su idoneo sottofondo, con coibentazione termica mediante: impasto di cemento cellulare per uno spessore di cm. 12, di isolamento acustico Mediante posa sopra massetto di cemento cellulare di feltro, spessore cm. 8 Isolamento termico con pannelli in polistirene espanso/estruso con pelle densità 35 Kg/mc sp. cm. 3. Strutture Portanti Orizzontali Le strutture portanti orizzontali sopportano un sovraccarico utile accidentale non inferiore a: 3

4 - 400 Kg/mq per le scale e le altre zone comuni accessibili solo al passaggio di pedoni; Kg/mq per i piani abitabili. Le parti di solaio soprastanti le autorimesse hanno caratteristiche REI 120 I solai di copertura orizzontali dei locali al piano terra e a quelli piani superiori saranno realizzati in materiale latero-cemento. I soppalchi interni saranno realizzati con struttura verticale in ferro, travetti orizzontali in lamellare ed assito strutturale doppio in tavole di legno con interposto pannello coibentazione acustica a formazione plafone e finito con impregnante colore naturale. Prima della realizzazione dei sottofondi e della posa dei pavimenti, dovranno essere stesi gli strati isolanti e coibenti. I tipi dei materiali e gli spessori specifici saranno quelli necessari al rispetto della normativa vigente sul contenimento dei consumi energetici, il tutto deve garantire il di trasmissione termo/acustica come da elaborato di cui alla ex lg 10/91 - DG lg 311/ DGL N. 8/5773 depositato in Comune. A titolo esemplificativo gli starti isolanti e coibenti, posati sopra il solaio tipo, d interpiano, saranno costituiti da: - Coibentazione termica mediante impasto di cemento cellulare gettato sulla cappa dei solai, per uno spessore di cm 12; - Isolamento termico con pannelli in polistirene espanso/estruso con pelle densità 35 Kg/mc sp. 2 cm; - Isolamento acustico mediante posa sopra massetto in di cemento cellulare di feltro sp. 8 mm. Coperture Lattoneria I tetti a falde di copertura degli edifici saranno costituiti da: - struttura di orditura principale e secondaria in legno lamellare; - perline in abete spess. 20 mm. posate sopra i travetti - barriera al vapore posata a secco sp. mm. 3; - isolamento termico costituito da 1 strato di pannelli in lana di roccia ad alta densità spessore mm. 120; - tavola di ventilazione. 4

5 - manto con tegole portoghesi colore rosso, compresi colmi e tegole fermaneve per le ultime 2 file o 3 file; - fornitura e posa di lattoneria in rame, spessore 6-8/10, per: - i canali di gronda e braccioli tipo svizzero; - le scossaline per le testate delle falde; - le scossaline per torrini; - mantovana in rame forato; - bocchette tipo svizzero. Murature perimetrali portanti esterne/interne - La muratura perimetrale di tamponamento sarà costituita da blocco semi portante sp. 18 cm. con controparete in cartongesso composta da: primo strato isolante in lana di vetro sp. 30 mm, struttura metallica portante con profili montanti da 75 mm, sp. 6/10, fissata a pavimento ed a soffitto previa interposizione di nastro adesivo in polietilene con funzione taglio acustico, con interposto strato isolante in lana di vetro sp. 50 mm, rivestimento con doppia lastra in cartongesso standard di spessore 12,5 mm, con interposto foglio di polietilene di spess. 0,5 mm, giunti a vista totalmente rasati, Tavolati interni I tavolati interni (come previsto nel progetto DLgs. 311 e s.m.i.) saranno eseguiti in cartongesso di diverse tipologie. - Le pareti divisorie interne saranno costituite da lastra in cartongesso fissata a pavimento ed a soffitto previa interposizione di nastro adesivo in polietilene con funzione taglio acustico, montanti con interposto strato isolante in lana di vetro sp. 70 mm, rivestimento sulle due facce realizzato mediante doppia lastra in cartongesso standard di spessore 12,5 mm; - I divisori tra appartamenti e tra le unità in duplex saranno costituiti da: tavolati in blocchi Neoforato K sp. 12 cm, con doppia controparete in cartongesso, fissata a pavimento ed a soffitto previa interposizione di nastro adesivo in polietilene con funzione taglio acustico, con interposto strato isolante in lana di vetro sp. 40 mm, rivestimento con doppia lastra in cartongesso standard di spessore 12,5 mm, con interposto foglio di polietilene; 5

6 - Le murature interne dei box e del piano seminterrato sono realizzate in c.a. e in blocchi prefabbricati in cls sigillati faccia a vista con resistenza al fuoco conforme alle normative vigenti. Controsoffitti Gli spazi di disimpegno delle abitazioni saranno controsoffittati con una lastra di cartongesso spessore 12,5 mm pendinati ad un altezza di. 240 cm per l alloggiamento dei deumidificatori impianto di raffrescamento. Intonaci Le pareti e i soffitti dei vani saranno interni finiti con intonaco premiscelato tipo pronto con rasatura finale a gesso per: autorimesse, cantine, corridoi e locali di servizio: - le pareti ed i soffitti degli ingressi e dei vani scala, sottorampa e plafoni delle scale a partire dal piano interrato. - i soffitti dei locali di abitazione ad esclusione di quelli da finire a civile o da rivestire; - pareti, soffitti e sottorampe delle scale in muratura interne agli alloggi (duplex). Nelle autorimesse, cantine, corridoi e locali di servizio i muri in cls saranno lasciati al rustico e i muri in blocchi di cemento saranno sigillati a vista. Le pareti dei pianerottoli e dei soffitti dei vani scala e degli ingressi saranno verniciate con colori a scelta del progettista. Finiture facciate La scelta dei particolari costruttivi esterni delle finiture delle facciate e dei colori saranno effettuate in accordo tra il progettista, direttore dei lavori e il settore Beni Ambientali del Comune di Varese. Le facciate esterne saranno finite con formazione di isolamento a cappotto verticale sulle facciate e orizzontale sui soffitti esterni sarà costituito da: - lastre in polistirene espanso sinterizzato densità 25 Kg/mc, spessore 5/8 cm, incollate alla parete utilizzando un adeguato collante in polvere già pronto all uso. - fissaggio meccanico delle lastre 6

7 - rasatura delle lastre eseguita utilizzando lo stesso tipo di adesivo di attacco (di tipo compatibile con finitura acrilsilossanica) in due riprese successive con contemporaneo annegamento della rete di armatura in fibra di vetro. Saranno finite con intonaco esterno di facciata con malta bastarda di calce idraulica e cemento, tirata a frattazzo fine, previo rinzaffo in malta di cemento, con rivestimento di finitura in intonaco acrilsilossanico con effetto granulato da 1,5 mm. Parte delle facciate esterne saranno eventualmente rivestite, sempre in accordo con i Beni Ambientali, mediante mattoni paramano faccia a vista. Serramenti esterni Le finestre e le porte finestre saranno della Ditta Cormo realizzate con legno pino lamellare verniciato, spessore profili 68x73, completi di: - vetrocamera Argon + 4 basso emissivo - controtelaio metallico - guarnizioni in EPDM o Neoprene - maniglie, Laura cromo opaco - apertura ad anta battente - per tutti i locali uso cucina e bagno si prevede l apertura ad anta/ribalta relativamente ad una sola anta di un solo serramento per ogni locale e solo su serramenti sino a superficie max 1,20 mq. I serramenti avranno persiane ad ante a battente pino lamellare massello spessore 44x80 mm, lavorato con alette cantinelle, chiusura ad asta con spagnoletta in ferro, completa di ferramenta di manovra e chiusura, compresa verniciatura idrosolubile all acqua monocomponente con impregnante e finitura, colore verde bottiglia. Le basculanti dei box interrati saranno realizzate con le seguenti caratteristiche: struttura in acciaio zincato preverniciato, colore a scelta della D.L. Quelle dei box del piano terra saranno finite con doghe in legno colore verde I serramenti esterni delle parti comuni saranno realizzati in ferro o in alluminio nelle forme e nel colore a scelta della D.L. Fornitura e posa in opera di lucernari in falda VELUX, con apertura a bilico, finitura interna legno, esterna rame, con: - vetrata con protezione interna (3+3)+15 gas argon + 4 temperato - asta di manovra telescopica posizionabile da 200 cm. 7

8 - quelle collocate ad una altezza superiore ai. 2,50 m dal pavimento saranno elettrificate con: tapparelle esterne in alluminio oscuranti. N.B. Quelle collocate ad una altezza inferiore ai 2,50 m dal pavimento saranno manuali con: tende oscuranti interne. I davanzali e le soglie delle finestre, delle porte finestre delle abitazioni, delle porte d ingresso degli atri dei vani scala saranno in lastre di serizzo. Serramenti interni Le porte di accesso agli alloggi saranno del tipo blindato di sicurezza, blindati CORMO, montati su falso stipite in acciaio; anta con struttura portante in ferro (1 lamiera e doppia coibentazione con materiale ignifugo), rivestimento interno ed esterno con pannello fibrolegnoso in laccato, per ingressi da atri interni, colore 6005 per ingressi direttamente da esterno, pomolo esterno girevole e maniglia interna Enea, cromo opaco Serratura con chiusura a chiave a doppia mappa che aziona i punti di chiusura mobili. Porte interne della ditta CORMO modello Alfa, da 80x210 cm così costruite: - falso telaio in legno abete completo di zanche da pre-murare; - stipite tipo 85 in legno massiccio o listellare lastronato completo di mostre in legno sulle due facciate; eventuale imbotte in truciolare impiallicciato; - anta apribile del tipo tamburato cieca liscia; ossatura perimetrale di mm 40 x 37, riempimento a struttura alveolare del tipo semifenolico; placcata sulle due facce con pannelli fibrolegnosi laccati, con bordatura sui due lati di battuta. - ferramenta: cerniere del tipo ANUBA diam. 13 mm in acciaio cromo satinato, serratura del tipo Patent con maniglia passante del tipo Raffaella cromo opaco. Pavimenti parti comuni interni Pavimento di tipo industriale in massetto di calcestruzzo, compresa formazione di giunti a grandi riquadri, cappa superiore finita con spolvero di quarzo e cemento, per: - tutti i vani al piano interrato esclusi atri scale delle palazzine. - tutti i box a piano terreno delle palazzine. - tutti i box delle unità duplex. - tutti i box, corsello del piano interrato - la rampa di accesso al piano interrato eseguito a lisca di pesce 8

9 Pavimento in piastrelle in gres porcellanato 20x20 25x25 30x30 (a scelta DL), con superficie liscia in opera incollato su sottofondo precedentemente predisposto e stuccate con biacca di puro cemento R325, per: - pavimenti dei locali tecnici comuni al piano terreno; Rivestimento in lastre di pietra serizzo chiaro spessore cm 2, lucidata sulla faccia e le coste in vista per: - alzate rampe scale interne; Pavimento in lastre di serizzo chiaro sp. 2 cm. piano sega per: - pianerottoli scale; - disimpegni scale e atri ingresso a tutti i piani. Pavimento in lastre di serizzo chiaro spessore 3 cm, piano sega sulla faccia e le coste in vista (coste lavorate a smusso) per: - pedate rampe scale interne e vani scale. Zoccolino nella stessa pietra del rivestimento, da 2x10 cm, fissato al muro: - rampe e ripiani scale interne; Pavimenti parti comuni esterni Lastre in serizzo, spessore 3 cm larghezza 15 cm, piano sega con costa squadrata, gocciolatoio passante, posate in opera per: - bordo balconi, logge, portici e terrazzini. - Logge, porticati e terrazzi dei piani terra - Percorsi pedonali alle case a schiera per la parte interna alla proprietà di uso esclusivo. Pavimento e relativo zoccolino in piastrelle di grès porcellanato antigelivo per esterni, (a scelta DL) posato con boiacca di puro cemento su letto di malta a legante idraulico, sigillato con cemento puro, compresa pulizia della superficie, (prezzo di listino del solo materiale 20,00) per: - i pavimenti di balconi logge e terrazzi. Massetto in cls 2,00 q di cemento, armato con rete elettrosaldata ø 5 mm maglia 20 x 20 per le pavimentazioni da realizzarsi su sottofondo per - logge, porticati e terrazzi a piano terreno palazzine e unità duplex. Sottofondo pavimentazioni costituito da misto naturale rullato con strato superficiale in stabilizzato, spessore totale cm. per: 9

10 - tutte le zone esterne all edificio da pavimentare in autobloccanti o asfalto. Pavimento masselli prefabbricati in cls vibrocompresso, spessore 6 cm, colore rosso, colori misti posati su letto di sabbia spessore 4/5 cm, per: - tutti i vialetti pedonali comuni - tutti i vialetti pedonali delle casette a schiera - parcheggi Baricco 2, - viabilità e parcheggi dal porticato sotto al Voltino fino alle Schiere 2 - marciapiede perimetrali degli edifici su zona a verde Pavimentazione in asfalto costituita da tappetino spessore 3 cm su sottofondo in toutvenant bitumato di spessore 10 cm, per: - viabilità di accesso e parcheggi delle 4 casette a schiera contigue all edificio da ristrutturare. - le zone esterne ai cancelli di tutti gli accessi al lotto. Pavimentazione in terra battuta tipo stabilizzato costituita da sottofondo in misto naturale di cava rullato di spessore 25/30 cm e strato superficiale in stabilizzato calcareo di spessore 7/8 cm adeguatamente costipato per permettere il transito veicolare, per: - la strada di accesso ed i relativi parcheggi, lungo il lato nord del lotto a partire dal cancello fino al Baricco 2. - stradine pedonali nell area a verde condominiale Cordoli in cemento di sezione 12/15 x 25 cm per il contenimento del verde contiguo alle zone pavimentate. Cordoli prefabbricati in cls. vibrocompresso colore misto di sezione 12/15 x 25 cm per il contenimento del verde contiguo alle zone pavimentate. - posti auto Baricco 2 - aiuola corsello Rivestimento pedate ed alzate scalette esterne di collegamento strada e vialetti pedonali realizzato come con finitura grezza di sega. Pavimenti e rivestimenti alloggi I pavimenti dei piani abitabili saranno così eseguiti: - Pavimento in legno prefinito con rivestimento esterno in tranciato di rovere o iroko. Posa mediante incollaggio (prezzo di listino del materiale posato /mq. 75,00) per: - Camere da letto, soggiorno, cucina e disimpegno. 10

11 - In alternativa pavimento in piastrelle in grès porcellanato 20x20, 25x25, 30x30 a scelta acquirente. incollato, (prezzo di listino del solo materiale /mq. 60,00) per - Camere da letto, soggiorno, cucina e disimpegno - Pavimento in piastrelle in grès porcellanato 20x20, 25x25, 30x30 a scelta acquirente. incollato (prezzo di listino del solo materiale /mq. 45,00) per - Antibagno, bagno e ripostiglio. - Pavimento in tavolette di legno rovere o iroko applicate a colla, lamate lucidate e verniciate. (prezzo di listino del materiale posato /mq. 50,00) per: - Soppalchi. - Rivestimento per un altezza di 2,10 m in piastrelle di ceramica smaltata 20x20, 25x25, posate con collante, (prezzo di listino del solo materiale /mq. 45,00) per - le pareti dei bagni - Rivestimento per una superficie massima per circa 7,00 mq in piastrelle di ceramica smaltata in tinta unita 20x20, 25x25, posate con collante, (prezzo di listino del solo materiale /mq. 45,00) per - le pareti delle cucine e angoli cottura. - Zoccolino a correre in legno, medesima essenza del pavimento, assicurato con chiodi o collante per: - La zoccolatura per i vani interni agli appartamenti. Apparecchi sanitari Gli apparecchi sanitari e le rubinetterie saranno delle seguenti tipologie, e le diverse unità immobiliari saranno dotate degli apparecchi sanitari individuate nelle singole planimetrie. - vasca rettangolare in acciaio al carbonio di forte spessore smaltata da cm 170x70, dotata di miscelatore monocomando esterno con boccetta serie Zucchetti. Nei bagni principali in alternativa piatto doccia in fire clay da cm 120x70 completo di miscelatore da incasso serie Zucchetti e doccia saliscendi con soffione - Lavabo con colonna in vetrochina colore bianco serie Flaminia Spinn, completo di miscelatore monocomando serie Zucchetti Fully Round. 11

12 - Vaso a sedere con scarico a pavimento in vetrochina bianco serie Flaminia Spinn, completo di cassetta di risciacquo da incasso con placca di comando esterna bianca. - Bidet in vetrochina colore bianco serie Flaminia Spinn, completo di miscelatore monocomando serie Zucchetti Fully Round. - Piatto doccia in fire clay da cm 75x75 colore bianco, completo di miscelatore da incasso serie Zucchetti e doccia saliscendi con soffione. nei bagni secondari Nel bagno secondario è prevista la formazione degli attacchi per l alimentazione e lo scarico della lavatrice, nel caso di un solo bagno tale attacco sarà ivi posto. Nelle cucine è prevista la formazione degli attacchi per l alimentazione e lo scarico di: lavello e lavastoviglie. A titolo esemplificativo viene elencata la dotazione di massima di un appartamento tipo: Il bagno principale sarà dotato dei seguenti apparecchi: vasca rettangolare in acciaio al carbonio di forte spessore smaltata da cm 170x70, in alternativa piatto doccia da cm 120x70 dotata di miscelatore monocomando esterno. Lavabo con colonna in vetrochina colore bianco, completo di miscelatore monocomando Vaso a sedere con scarico a pavimento in vetrochina bianco serie completo di cassetta di risciacquo da incasso con placca di comando esterna bianca. Bidet in vetrochina colore bianco s completo di miscelatore monocomando Il secondo bagno sarà dotato dei seguenti apparecchi: Piatto doccia in fire clay da cm 75x75 colore bianco, completo di miscelatore da incasso. Vaso a sedere con scarico a pavimento in vetrochina bianco completo di cassetta di risciacquo da incasso con placca di comando esterna bianca. Lavabo con colonna in vetrochina colore bianco serie completo di miscelatore monocomando. In tale bagno è prevista la formazione degli attacchi per l alimentazione e lo scarico della lavatrice. Nelle cucine è prevista la formazione degli attacchi per l alimentazione e lo scarico di: lavello e lavastoviglie. Impianti meccanici riscaldamento/ rinfrescamento 12

13 Oltre a quanto citato in premessa, in termini di prestazioni si precisa che le caratteristiche tecniche più significative degli impianti meccanici. Riscaldamento ambienti L impianto di riscaldamento, farà capo alla centrale tecnologica di produzione dei fluidi. Il sistema sarà di tipo centralizzato, con moduli di contabilizzazione del calore per ogni alloggio e ripartizione delle spese energetiche. La centrale sfrutterà delle pompe di calore acqua/terreno mediante sonde geotermiche a bassa entalpia di tipo verticali a circuito chiuso. La potenza termica di picco scambiata nel periodo invernale è di 270 KW termici (240 KW Baricco KW Baricco 2). La tecnologia prevista, permette di operare con COP (coefficent of performances ovvero rapporto tra energia elettrica fornita alle pompe di calore ed energia termica resa all impianto) > di 3,5 quindi con un efficienza maggiore rispetto a soluzioni tradizionali utilizzanti combustibili fossili. Gli impianti interni, saranno del tipo radiante a pavimento a bassa temperatura, con acqua circolante a circa 40 C con - 5 C esterni (compensazione climatica con temperatura esterna). Nei servizi, saranno previsti dei radiatori scalda-salviette integrativi alimentati elettricamente. Il funzionamento dell impianto avviene mediante energia elettrica (NO combustione di metano). Rinfrescamento ambienti (mediante natural cooling). Nella stagione estiva, il campo sonde previsto, verrà utilizzato come serbatoio di smaltimento del calore in eccesso asportato dagli alloggi (rinfrescamento estivo). Non vi sarà apporto sensibile di energia dall esterno, in quanto le pompe di calore saranno spente o in funzione per la sola produzione di acqua calda sanitaria. L unico apporto energetico esterno, sarà quello necessario al funzionamento delle pompe di circolazione dei fluidi lato sonde e lato impianto. Da qui il termine natural cooling o free cooling. 13

14 I pannelli radianti provvederanno al solo rinfrescamento sensibile degli ambienti (T di funzionamento > T di rugiada). Data l elevata umidità relativa della zona nel periodo estivo, il sistema descritto sarà abbinato a opportuni deumidificatori ambiente, installati in ogni alloggio. I deumidificatori, saranno a ciclo frigorifero con immissione di aria neutra in ambiente e saranno collegati ai contatori elettrici delle singole utenze. Per un corretto funzionamento del rinfrescamento estivo deve essere messo in funzione l impianto di deumidificazione onde evitare le condense. Produzione di acqua calda sanitaria Anche la produzione di acqua calda sanitaria, avviene con l ausilio della centrale geotermica (No metano). Il sistema di distribuzione farà capo a più serbatoi di accumulo dimensionati per sopperire alla portata di picco nei periodi di punta. La temperatura di stoccaggio usuale sarà di 50 C, alternata a periodi programmati in cui verrà portata > 60 C per limitare il pericolo di formazione del batterio della legionella, mediante resistenze elettriche. Il sistema descritto, verrà integrato con un sistema solare termico. I pannelli, di tipo piano, saranno installati sulle coperture dei tetti rivolte a sud, per una superficie complessiva di 108 mq (96 mq Baricco mq Baricco 2). Il sistema solare termico, sarà in grado di evitare ben 16 tonnellate / anno di CO2 in atmosfera come si evince dalle simulazioni allegate al progetto esecutivo (14 T/anno Baricco 1 e 2 T/anno Baricco 2). Dotazioni particolari Per una razionalizzazione dei consumi energetici e nell ottica di favorire ulteriormente gli acquirenti, il complesso avrà le seguenti dotazioni impiantistiche aggiuntive: gli attacchi per lavatrici saranno predisposti per acqua calda e fredda in modo da poter dare l opportunità agli acquirenti di utilizzare l acqua calda prodotta con i sistemi geotermici e solari in luogo della resistenza elettrica inserite nelle tradizionali lavatrice. Tale soluzione consente all utente che abbia acquistato una lavatrice dotata di doppio attacco un risparmio energetico stimabile in circa il 40% rispetto a sistemi solo ad acqua fredda. 14

15 L installazione di una lavatrice tradizionale è comunque possibile Notazione fondamentale Per un corretto e costante funzionamento ottimale delle sonde geotermiche è necessario che il futuro condominio stipuli un contratto di manutenzione e controllo con la ditta esecutrice dell impianto stesso società Geoliving Srl di Bolzano Impianto elettrico L impianto elettrico sarà realizzato rispettando le vigenti normative in materia, in particolare secondo la legge 46/90 e tutte le normative CEI. I Frutti e le placche dell impianto elettrico saranno della BTICINO serie LIVING INTERNATIONAL o similare. Cucina elettrica. Impianto elettrico parti comuni Gli impianti elettrici parti comuni contemplano i seguenti impianti: - Impianto di terra e di protezione dalle scariche atmosferiche; - impianto ascensori; - impianto luci corselli autorimesse e luci singoli box; - impianto luci e forza motrice scale; - impianto di illuminazione esterna - centrale geotermica, centrale idrica e locali tecnici in genere con relativi quadri elettrici; - predisposizione vie cavo per linee di energia e di segnale degli enti distributori; - impianto antenna TV/sat - impianto videocitofonico; - distribuzione telefonica Il progetto degli impianti sopra descritti, è basato sulla stretta applicazione delle Norme CEI di riferimento, in particolare i dimensionamenti e le protezioni contro i contatti elettrici, le sovracorrenti e le misure di sicurezza, sono riferite alla Norma CEI 64.8 Sesta edizione (impianti elettrici utilizzatori) in vigore dal 1 marzo L energia elettrica sarà fornita dalla rete ENEL, in bassa tensione (230/400V). 15

16 L'approvvigionamento di energia elettrica per le parti comuni sarà suddiviso su diverse forniture, la suddivisione ha ragioni sia funzionali sia logiche (si è cercato di razionalizzare e di semplificare la suddivisione dei costi derivanti dai consumi elettrici tra le varie porzioni condominiali). Non sono ad oggi previste sorgenti di alimentazione di riserva/emergenza. La consegna dell energia è prevista in corrispondenza della cabina ENEL sita in corrispondenza del confine Ovest della proprietà. In accordo con il distributore, i contatori delle singole unità immobiliari saranno posizionati all'interno del complesso residenziale, distribuiti in prossimità degli ingressi ai vari blocchi funzionali. Con la stessa logica, le linee condominiali ed i relativi contatori saranno posizionati in prossimità dei locali tecnici dedicati in corrispondenza della viabilità interna del complesso. I collegamenti in cavo tra la cabina ENEL ed i vari locale contatori e le singole unità immobiliari ed ai vani scala saranno realizzati tramite tubazioni in polietilene pesante interrate. Il complesso risulta autoprotetto dalle scariche atmosferiche, secondo la definizione della norma CEI I quadri elettrici conterranno le protezioni di tutte le linee in partenza ed avranno lo spazio necessario per le protezioni da installarsi per eventuali ampliamenti. Impianto elettrico interno ai singoli alloggi Gli impianti elettrici all interno degli alloggi, faranno capo ad apposito quadro di proprietà. Sarà realizzato un impianto elettrico per ciascuna unità abitativa con le seguenti caratteristiche generali: - origine dell'impianto: contatore ENEL, sarà prevista una protezione magnetotermica della linea contenuta in centralino in materiale isolante con grado di protezione minimo IP55. La protezione sarà selettiva con le protezioni all'interno del quadretto di appartamento. Le forniture per i singoli appartamenti saranno di tipo monofase da 6 kw. Distribuzione interna alle unità abitative di tipo sotto traccia. La distribuzione verticale all'interno dell'edificio avverrà attraverso opportuni cavedi predisposti. Il quadretto di appartamento, anch'esso in materiale isolante ed in versione da incasso, 16

17 dovrà contenere, oltre ai dispositivi di protezione elettrica: - i moduli per il controllo dell impianto meccanico - i moduli dello stesso tipo dei precedenti dedicati al controllo dei carichi elettrici. Gli appartamenti saranno predisposti esclusivamente per l installazione di piastre di cottura cibi di tipo induttivo con assorbimento massimo < 4 Kw (alloggi gas free). Si rende necessario pertanto che durante il funzionamento delle cucine venga limitato in automatico l'utilizzo di elettrodomestici con elevati assorbimenti (lavatrice, asciugatrice, forno elettrico, phon, etc...). Allo scopo saranno installati uno o più moduli di gestione del carico elettrico che, privilegiando l'utilizzo della cucina induttiva, limitino in base agli assorbimenti istantanei gli altri carichi di forza motrice (controllo dei carichi elettrici). I carichi di forza motrice saranno suddivisi su diversi circuiti singolarmente protetti per consentire il controllo dei carichi. Da questa logica risultano ovviamente esclusi i servizi non interrompibili quali il frigorifero. A titolo esemplificativo viene elencata al dotazione di massima di un appartamento tipo Locale ingresso. Illuminazione 1 punto luce invertito o deviato. Altri usi 1 presa 2x10A+T, 1 pulsante esterno. Osservazioni quadro elettrico, targa porta nome, videocitofono, suoneria. Locale soggiorno. Illuminazione 1 punto luce interrotto, 1 punto luce deviato. Altri usi 3 prese 2x10A+T, 1 presa Tv, 1 presa Telefono. Locale cucina. Illuminazione 2 punti luce interrotti. Altri usi 3 prese 2x10A+T, 3 prese 2x16A+T, Osservazioni frigorifero, cappa e piano lavoro, 1 lavastoviglie, 1 forno, 1 forno microonde. Locale camera matrimoniale. Illuminazione 1 punto luce invertito da 3 punti. Altri usi 3 prese 2x10A+T, 1 presa Tv, 1 presa Telefono. Locale disimpegno notte. Illuminazione 1 punto luce invertito da 3 punti. Altri usi 3 prese 2x10A+T. Locale bagno WC padronale. 17

18 Illuminazione 2 punti luce interrotti. Altri usi 1 presa 2x10A+T, 1 pulsante a tirante. Locale bagno di servizio con aspirazione forzata. Illuminazione 2 punti luce interrotti. Altri usi 1 presa 2x10A+T, 1 pulsante a tirante, 1 presa 2x16A+T con int. magnetotermico. Locale camera 2 letti. Illuminazione 1 punto luce invertito. Altri usi 3 prese 2x10A+T, 1 presa Telefono. Locale box di proprietà. Illuminazione 1 punto luce interrotto. Altri usi app. IP 55 plafoniera con gabbia Locale balconi - logge. Illuminazione 1 punto luce interrotto. Altri usi app. IP 55 plafoniera con gabbia Generale varie. Altri usi attacco modulo riscaldamento e linea termostato. L impianto TV: è costituito da antenna fuori tetto e centraline di amplificazione. Dall antenna centralizzata si dirama la rete di distribuzione costituita da tubo reflex in PVC e da cavo coassiale che alimenta le prese TV degli alloggi. L impianto sarà inoltre predisposto sia il segnale Tv satellitare sia per il digitale terrestre L impianto telefonico è costituito da colonne montanti di piano, punti di presa dei singoli alloggi, da tubazioni di distribuzione in PVC flessibile pesante posato sotto traccia e da cassette portafrutti con placche di chiusura. I frutti ed i conduttori sono di fornitura dell azienda telefonica. L impianto videocitofono portiere elettronico. Ciascun ingresso all'edificio e ciascun cancelletto pedonale sarà munito di serratura elettrica comandata da ogni alloggio. 18

19 Ogni appartamento sarà collegato ai cancelli pedonali ed ai portoni d accesso verso la pubblica via da un videocitofono applicato sul cancello principale dell intero comparto e due citofoni applicati agli accessi successivi. Tutto deve essere contenuto nella pulsantiera composta da una scatola modulare da incasso ed elementi in alluminio. Al portone d ingresso si prevederanno le stesse funzioni e caratteristiche del cancello pedonale L apertura delle serrature elettriche avverrà automaticamente dal punto in cui parte la chiamata. Nell appartamento si installerà un apparecchio videocitofonico a parete con regolazione dell immagine e pulsanti apriporta. Impianto ascensore Impianti di ascensore KONE modello Mono Space R3, a fune con macchina all interno del vano corsa e quadro comando all interno dello stipite dell ultimo piano; tipo automatico, stazionamento a porte chiuse, conforme alla L.R. 6/89 e D.M. del 14/06/1989 n Comprensivo dei corpi illuminanti. Pulsanti ai piani con numerazione in rilievo; piastra bottoniera con traduzioni in Braille; segnalazione luminosa di avvenuta ricezione dell'allarme. illuminazione diffusa con celino bianco, ½ specchio sulla parete di fondo. Portata 6 persone o 480 kg. a norma per disabili. Impianto autoclave Sarà realizzato l impianto secondo le norme CEI, e le prescrizioni dell ente erogatore acqua potabile ASPEM Impianto antincendio Saranno installate le dotazioni richieste nel progetto approvato dai Vigili del Fuoco. Opere in ferro Tutti i parapetti dei balconi, delle rampe pedonali, delle scale e dei serramenti del piano terra, saranno realizzati in ferro, a disegno semplice nelle forme e nei colori a scelta della D.L. Opere esterne 19

20 Tutti i fabbricati saranno allacciati alle reti dei servizi pubblici posti sulla via Palmieri. Sarà realizzata una cabina per l installazione delle apparecchiature ENEL a servizio dell insediamento. Recinzioni Tutta la proprietà sarà recintata lungo la pubblica via, con recinzione in ferro, di disegno semplice a scelta DL, mentre gli altri lati con paletti e rete plastificata sia lungo il Torrente Valle Luna sia verso le altre proprietà private. All interno della proprietà la divisione tra i giardini privati sarà eseguita con recinzione con paletti e rete plastificata e siepe di Laurus nobilis da un solo lato a scelta della DL. Sistemazione esterna e formazione di giardino - Formazione del giardino condominiale inerbito e piantumato. In particolare si prevede la formazione di alberatura di tipo viale della strada interna e la piantumazione di cespugli lungo il percorso pedonale protetto. - Formazione di giardino piantumato di tipo naturalistico per la parte condominiale. - La posa di n. 5 prese d acqua di alimentazione per l innaffiamento. - La formazione di siepe di Laurus nobilis lungo il lato delle recinzioni tra i giardini di proprietà esclusiva. - Formazione di marciapiede pubblico lungo la via Palmieri - Formazione di parcheggi pubblici con pavimentazione in prato armato lungo la via Palmieri. - Formazione di piazzola ad uso di isola ecologica in asfalto drenante in prossimità dei parcheggi privati ad uso pubblico. 20

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio.

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. RESIDENZA Formentini Via Rismondo - Seregno STRUTTURA PORTANTE In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. COPERTURA TETTO Copertura in tegole di cemento colorato. Lattoneria e canali

Dettagli

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO Capitolato delle opere Premessa Il complesso e costituito da tre edifici a destinazione residenziale, di 2 piani fuori terra e da un piano interrato adibito

Dettagli

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO CARATTERISTICHE DELL EDIFICIO - Certificazione energetica in classe B; - Muratura perimetrale esterna ad elevato isolamento termico ed acustico; - Box al piano terra con accesso

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1. STRUTTURA fondazioni continue in c.a., a travi rovesce, plinti isolati, platea; muri di cantina in cls. sp. cm. 30; pilastri e travi in c.a.; solai in laterocemento armato, la

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE Centro Residenziale Vicus Cecilianus DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE APPARTAMENTI IN VILLA 1 OPERE ESTERNE Facciate esterne: Le facciate esterne dell edificio saranno rifinite con intonaco fine colorato,

Dettagli

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO ALLEGATO B Imm.re EDILVIT srl Paderno Dugnano CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA edificio A (aggiornamento del 23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO Edificio a basso consumo energetico

Dettagli

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di intervento

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI

DESCRIZIONE DEI LAVORI DESCRIZIONE DEI LAVORI COMPLESSO IMMOBILIARE SITO A MILANO IN VIA SAN ANATALONE 5 DESCRIZIONE DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA STRUTTURE PORTANTI - Fondazioni continue in c.a., solai per il vuoto sanitario in muretti con blocchi cls, tavelloni e soprastante getto di caldana in c.a., solaio

Dettagli

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati Centri Servizi Immobiliari Integrati Propone in vendita CERMENATE Ville Proprietà e diritti riservati Vietata la diffusione e riproduzione anche parziale senza autorizzazione STRUTTURA DELL EDIFICIO La

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11.

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI TST Italia Srl. Piazza Missori, 3 - Milano 1. STRUTTURE a. STRUTTURE INTERRATE eseguite in c.a. come da progetto b. SOLAI in laterocemento

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.:

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.: ALLEGATO B Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata intercorsa in data tra le parti: - DI RENZO COSTRUZIONI S.r.l. con sede in Cepagatti, Fraz. Vallemare, Via Bonifica n.27, P.IVA: 01657200687;

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE LOTTO 2 EDIFICI CDEF ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO 1 DESCRIZIONE DELLE OPERE

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto le modalità

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D Centro Residenziale Vicus Cecilianus Lotto Sud DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D 1 PRESENTAZIONE Nell ambito di un impegnativo ed ambizioso piano di lottizzazione che si sta sviluppando nel

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015 GP S.r.l. Società con socio unico Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte della società GI EMME S.p.a. con sede in Trieste via Trento n 12 c.f. 00867010233 e P.IVA 11924350157*****************

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE di GENOVA Provincia di Genova Residenza BELVEDERE Ristrutturazione di edificio ad uso residenziale P.zza Pittaluga, 2 Nervi (GE) DESCRIZIONE DELLE OPERE Il presente documento è indicativo e lo stesso

Dettagli

EDIFICIO C. Residenziale Baroni" 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico

EDIFICIO C. Residenziale Baroni 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

Residenziale Baroni" EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico

Residenziale Baroni EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE Arch. Razzini _ via Verdi 38/C_ 20063 Cernusco s/n Tel 029230813_Fax 029232171 studiorazzini@razzini.191.it PARTI COMUNI STRUTTURA

Dettagli

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. Realizzazioni immobiliari di prestigio propone Palazzina residenziale di civile abitazione Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Residenza LA PERLA Pagina 2 di 6 Relazione

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti ALLEGATO B DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti Struttura portante della casa in cemento armato con tamponamenti

Dettagli

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE Costruzioni s.r.l. Via Boccaccio n 29 20123 MILANO P.IVA 06454770964 Oggetto: REALIZZAZIONE NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI IN COMUNE DI LENNO (CO) VIALE LIBRONICO DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE CAPITOLATO

Dettagli

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete.

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. LA CUCINA Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. Per la lavastoviglie sono previsti l attacco per l acqua fredda, con rubinetto a squadra

Dettagli

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. R e a l i z z a z i o n i i m m o b i l i a r i d i p r e s t i g i o propone Palazzina residenziale Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Residenza REGINA Versione

Dettagli

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE FONDAZIONI Fondazioni costituite da travi rovesce e platee in cemento armato,

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 SCAVI E REINTERRI ESECUZIONE DI SCAVO DI SBANCAMENTO ESEGUITO CON MEZZI MECCANICI, ESECUZIONE DI SCAVO A SEZIONE OBBLIGATA

Dettagli

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE GP S.r.l. Sede Legale ed ufficio: Via Trento n 12 Trieste fax 0403481584 telefono 040634523 Iscrizione Registro Imprese di Trieste e C.F. 01205290222 - P.IVA 00958700320 Capitale.i.v. Euro 10.400.00 gps@lamiapec.it

Dettagli

Fabb. "B1" MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00

Fabb. B1 MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 residence RioTorto A1 B1 C1 A2 B2 C2 Fabb. "B1" SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 59.97 MQ. 4.95 MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 Fabb. "B1" MATRIMONIALE MQ. 16.90 MQ. 10.94 MQ. 15.14

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE SOC. IMMOBILIARE VIALE CALLET S.R.L. INTERVENTO DI EDILIZIA RESIDENZIALE VIA OSOPPO N 41 TORINO DESCRIZIONE DELLE OPERE Soc.Immobiliare viale Callet s.r.l. C.so Stati Uniti n. 41 10129 Torino tel. 011-390389

Dettagli

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO 1 OPERE IN C.A. Tutte le opere strutturali dell edificio saranno in cemento armato con calcestruzzo gettato

Dettagli

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO COMUNE DI VERBANIA S.U.E. SCHEDA N 47 DEL P.R.G.C. Via Vigne Basse 1.0 DESCRIZIONE GENERALE L intervento edilizio prevede la realizzazione, nel Comune di Verbania,

Dettagli

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA ALLEGATO N.2 RESIDENZA ORCHIDEA CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA 28 APRILE 2014 CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO L imm.re in questo intervento realizza edifici residenziali secondo standards

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B)

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) 1. Struttura La struttura è in cemento armato costituita da telai, formati da travi e pilastri, e solai in latero-cemento. Le fondazioni sono posate ad

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento a sezione aperta per alloggio strutture di

Dettagli

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA GENARDIS RESIDENCE LA SCALA International Home Esclusivo!!! Ritiriamo la tua casa +39 0332 19.52.494 +41 91 606.37.06 infogenardis@gmail.com REV_002_11-04-2012 DESCRIZIONE TECNICA Allegato al contratto

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI DEMOLIZIONI Demolizione edificio esistente SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento

Dettagli

SANTA MARIA MAGGIORE (VB)

SANTA MARIA MAGGIORE (VB) SANTA MARIA MAGGIORE (VB) Piano terra Piano primo Portone condominiale Accesso privato piano terra Piano attico Cantine Cantine Superficie Prezzo 1 2,35 10.000,00 2 3,23 10.000,00 3 3,35 10.000,00

Dettagli

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8.

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8. Fondazione, muri di elevazione del piano interrato, travi, pilastri e scale interne saranno eseguite in calcestruzzo armato con barre di acciaio ad aderenza migliorata. Le murature del piano terra e del

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO L intervento edilizio consiste nella costruzione di un edificio residenziale composto da: Un piano interrato adibito a cantinole di pertinenza degli appartamento

Dettagli

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1) STRUTTURA PORTANTE - fondazioni in c.a.;

Dettagli

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, VIA BRIANZA IMMOBILIARE RUBINO S.r.l.

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, VIA BRIANZA IMMOBILIARE RUBINO S.r.l. CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, VIA BRIANZA IMMOBILIARE RUBINO S.r.l. PREMESSA La presente descrizione delle opere ha la finalità di indicare, nelle linee

Dettagli

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8 INDICE 1. PARTI COMUNI...2 1.1. FACCIATE... 2 1.2. PAVIMENTAZIONI... 2 1.3. COPERTURA... 2 2. ALLOGGI...3 2.1. PAVIMENTAZIONI INTERNE... 3 2.2. ZOCCOLINI... 3 2.3. RIVESTIMENTI... 3 2.4. PLAFONI... 4 2.5.

Dettagli

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA.

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. PREMESSA La presente descrizione delle opere ha la finalità

Dettagli

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18 Porto S.r.l. RESIDENZA Gli Oleandri Capitolato delle opere Porto d Adda - Via Mazzini 18 PREMESSA La descrizione dei lavori, necessariamente sommaria e schematica, ha il solo scopo di individuare e fissare

Dettagli

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: DECORLUCY In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire

Dettagli

Caratteristiche generali dell Intervento

Caratteristiche generali dell Intervento Caratteristiche generali dell Intervento Gli interventi che verranno realizzati consistono in: Rifacimento degli intonaci e delle tinteggiature interne; Sostituzione di tutti i serramenti esterni e posa

Dettagli

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE Comune di Lurano Provincia di Bergamo Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 NOTA INTRODUTTIVA La descrizione ha lo scopo di evidenziare le caratteristiche principali dell

Dettagli

RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO

RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO Via Trevani 1 www.multimmobiliare.ch Tel. 091 826 21 40 6600 Locarno info@multimmobiliare.ch Fax 091 826 12 76 2 UBICAZIONE La (mappali n 144 145) si

Dettagli

un abitare di classe A

un abitare di classe A Residenza Domus Futura Via Mameli n. 8 Cernusco sul Naviglio un abitare di classe A capitolato RESIDENZA DOMUS FUTURA descrizione delle dotazioni di capitolato L'edificio della residenza Domus Futura si

Dettagli

BOSCO dell IMPERO RESIDENCE - BIBIONE (VE)

BOSCO dell IMPERO RESIDENCE - BIBIONE (VE) REALIZZAZIONE COMPLESSO RESIDENZIALE PER VACANZE DENOMINATO BOSCO DELL IMPERO LOC. BIBIONE S. MICHELE AL TAGLIAMENTO CARATTERISTICHE DEL COMPLESSO CONDOMINIALE: Complesso condominiale dotato di piscina

Dettagli

PARCO RESIDENZIALE [POGGETTO. Abitare sostenibile. migliore qualità della vita e contenimento dei costi sorridi all ambiente

PARCO RESIDENZIALE [POGGETTO. Abitare sostenibile. migliore qualità della vita e contenimento dei costi sorridi all ambiente PARCO RESIDENZIALE POGGETTO Abitare sostenibile migliore qualità della vita e contenimento dei costi sorridi all ambiente Alimentazione RISPARMIO ASSICURATO Sfruttamento della radiazione solare mediante

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO DESCRIZIONE DELLE OPERE LOCATE DI TRIULZI

Dettagli

LODI - Cascina Cavrigone

LODI - Cascina Cavrigone LODI - Cascina Cavrigone Una realizzazione L insediamento rurale Cascina Cavrigone si pone a Sud rispetto al centro urbano di Lodi, arretrato rispetto all anello viabilistico tangenziale della città, ma

Dettagli

CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA

CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA Listone in rovere tavola grande 180x15 in tutta la casa In alternativa piastrelle

Dettagli

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione

TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D. Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione TESSERETE RESIDENZA AL SOLE EDIFICIO D Dati del terreno Descrizione del progetto Materiali da costruzione RELAZIONE TECNICA DATI DEL PROGETTO Mappale no. 214-216-429-430(vedi nuovo piano parcellare) Superficie

Dettagli

ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C.

ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C. ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C. FABBRICATO 2 COSTRUZIONE DI EDIFICIO A QUATTRO PIANI FUORI TERRA DESCRIZIONE

Dettagli

Tutte le opere di LATTONERIA (canali, pluviali, scossaline) saranno in rame spessore 8/10.

Tutte le opere di LATTONERIA (canali, pluviali, scossaline) saranno in rame spessore 8/10. Tutta la struttura del complesso verrà realizzata in Cemento Armato (Fondazioni,muri in elevazione,pilastri,travi,solai) e laterizi in cotto. I muri perimetrali del Piano Seminterrato saranno in Cemento

Dettagli

CAPITOLATO OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO SITO IN VIA ARETINA 31 NEL COMUNE DI SIENA

CAPITOLATO OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO SITO IN VIA ARETINA 31 NEL COMUNE DI SIENA EUROPA Servizi Immobiliari SrL Via di Collandino, 200/E 53014 Monteroni d'arbia (SI) tel 0577 45377-fax 0577 374161 Partita Iva 01153940521 CAPITOLATO OPERE DI RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO SITO IN VIA

Dettagli

VENDITA > APPARTAMENTI-CASE-ATTICI > Noventa di Piave (VE) Centro Appartamento, 2 camere, garage e cantina

VENDITA > APPARTAMENTI-CASE-ATTICI > Noventa di Piave (VE) Centro Appartamento, 2 camere, garage e cantina VENDITA > APPARTAMENTI-CASE-ATTICI > Noventa di Piave (VE) Centro Appartamento, 2 camere, garage e cantina DESCRIZIONE L immobile è ubicato nel centro del Comune di Noventa di Piave, in zona facilmente

Dettagli

CAPITOLATO IL PARCO. residenza. Via Enrico De Nicola 20053 - Muggiò (MB) Gruppo DiGregorio Via Guglielmo Pepe, 23, 20037, Paderno Dugnano (MI)

CAPITOLATO IL PARCO. residenza. Via Enrico De Nicola 20053 - Muggiò (MB) Gruppo DiGregorio Via Guglielmo Pepe, 23, 20037, Paderno Dugnano (MI) CAPITOLATO residenza IL PARCO Via Enrico De Nicola 20053 - Muggiò (MB) Gruppo DiGregorio Via Guglielmo Pepe, 23, 20037, Paderno Dugnano (MI) gruppodigregorio@gmail.com www.gruppodigregorio.com .Premessa

Dettagli

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA 1. FONDAZIONI E STRUTTURA Le fondazioni dirette sono state realizzate in cemento armato opportunamente armate e la struttura in elevazione sempre

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5

DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5 DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5 REV. 06/2009 VILLAGGIO 5 CAPITOLATO DEI LAVORI REV. 06/2009 PREMESSE L intervento in oggetto prevede la costruzione di ville ad un piano composte da

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato

1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato FRAME ECOLOGY DESCRIZIONE TECNICA 1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato Parete di cm 30,00 con struttura portante interna in legno massiccio in verticale e lamellare in orizzontale

Dettagli

dal 1982 Sede e uffici Via G. Mameli 15 (RE) - Tel. 0522.321666 - Fax 0522.286196 E-mail: info@iltelefono2.it - www.iltelefono2.it

dal 1982 Sede e uffici Via G. Mameli 15 (RE) - Tel. 0522.321666 - Fax 0522.286196 E-mail: info@iltelefono2.it - www.iltelefono2.it NUOVA COSTRUZIONE IN VIA RONCAGLIO - CAVRIAGO (RE) RISPARMIO ENERGETICO CERTIFICATO CLASSE B A PREZZO CONVENZIONATO CON IL COMUNE DI EURO 1.650 AL MQ. Cooperativa edilizia dal 1982 Sede e uffici Via G.

Dettagli

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 ALLEGATO A Rev. 01 CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 1. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 1.1 STRUTTURA PORTANTE L edificio -composto da un piano interrato e 5

Dettagli

Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI

Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI Comune di Pisogne Frazione Grignaghe Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI Il nuovo complesso immobiliare è in località Grignaghe, a novecento metri di quota, in posizione tranquilla e soleggiata. L

Dettagli

DESCRIZIONE INTERVENTO

DESCRIZIONE INTERVENTO ALLEGATO B Residenza L incanto BESATE CAPITOLATO DESCRIZIONE INTERVENTO 1 1. STRUTTURA PORTANTE La struttura portante sarà realizzata in Porotoplan da cm 40.I divisori saranno in Porotoplan doppia parete

Dettagli

1. S T R U T T U R A PREMESSA

1. S T R U T T U R A PREMESSA PREMESSA I fabbricati in oggetto saranno realizzati con caratteristiche costruttive edili e impiantistiche finalizzate all ottenimento della classificazione energetica in Classe B, ai sensi della vigente

Dettagli

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE I Giardini di Via Voltri DESCRIZIONE TECNICA DELL IMMOBILE 1) CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO STRUTTURE

Dettagli

EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO E DI PREGIO

EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO E DI PREGIO EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO Villa singola di pregio 35 1.22,00 382,00 TABELLA RIASSUNTIVA DEI COSTI E PERCENTUALI D INCIDENZA COD. OPERA PREZZI IN URO % 01 Impianto di cantiere e scavi 02 Struttura

Dettagli

Fabbricato antisismico CLASSE A

Fabbricato antisismico CLASSE A COMPLESSO DI BERGAMO, VIA F. CORRIDONI,54 Fabbricato antisismico CLASSE A Costruzioni Agazzi s.r.l. Via degli Artigiani, 19 24039 Sotto il Monte Giovanni XXIII - BG Descrizione generale del progetto: Il

Dettagli

RESIDENZA I GIARDINI DI VIA INGANNI

RESIDENZA I GIARDINI DI VIA INGANNI RESIDENZA I GIARDINI DI VIA INGANNI Milano, Via Murialdo 3 angolo Lorenteggio CARATTERISTICHE DELL IMMOBILE - Certificazione energetica classe A; - Certificazione acustica; - Murature esterne ad elevato

Dettagli

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA di N 12 alloggi DESCRIZIONE DELLE OPERE MURATURE : Murature perimetrali di tamponamento dell edificio, saranno del tipo a cassa vuota composta

Dettagli

Intervento residenziale in comune di Pozzo D adda Via Unità d Italia

Intervento residenziale in comune di Pozzo D adda Via Unità d Italia Immobiliare Parco Village Intervento residenziale in comune di Pozzo D adda Via Unità d Italia Descrizione indicativa delle opere Classe di Efficienza energetica La qualità dell intervento 1 Classe di

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo COMUNE DI CASTEL D AZZANO VERONA COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE Capitolato Esecutivo Impresa Costruttrice: Proprietà: Progettazione e Direzione Lavori: GECO S.R.L. GECO S.R.L. ARCH. AMADORI MORENO -PREMESSO-

Dettagli

RESIDENZE DI VIA LEOPARDI

RESIDENZE DI VIA LEOPARDI RESIDENZE DI VIA LEOPARDI COMUNE DI CORMANO Via Leopardi Iniziativa promossa da: Progettisti: COOPERATIVA EDIFICATRICE di CUSANO MILANINO DESCRIZIONE INTERVENTO CERTIFICAZIONE ENERGETICA Gli edifici oggetto

Dettagli

New Residence a Udine in Via Martignacco 117

New Residence a Udine in Via Martignacco 117 New Residence a Udine in Via Martignacco 117 Premessa La costruzione è formata da due palazzine unite tra di loro identificate con la lettera A e la lettera B, ciascuna palazzina è composta da n.6 unità

Dettagli

Coop. Edilizi Palma Via passerini n 13-20900 Monza. Intervento residenziale in Comune di Albiate (M.B.) Descrizione indicativa delle opere

Coop. Edilizi Palma Via passerini n 13-20900 Monza. Intervento residenziale in Comune di Albiate (M.B.) Descrizione indicativa delle opere Coop. Edilizi Palma Via passerini n 13-20900 Monza Intervento residenziale in Comune di Albiate (M.B.) Descrizione indicativa delle opere Classe di Efficienza energetica La qualità dell intervento 1 Classe

Dettagli

La soletta dei balconi esterni è in cemento armato in opera, il parapetto è realizzato con barra metallica a disegno semplice.

La soletta dei balconi esterni è in cemento armato in opera, il parapetto è realizzato con barra metallica a disegno semplice. 1. STRUTTURA Le fondazioni sono del tipo continue e/o travi rovesce e/o plinti isolati eseguite in cemento armato gettato in opera, con calcestruzzo di adeguate caratteristiche di resistenza.il tutto è

Dettagli

R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o R O M A. Portuense -Spallette, Via Senorbi.

R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o R O M A. Portuense -Spallette, Via Senorbi. R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o Via Senorbi R O M A Portuense -Spallette, Via Senorbi. In posizione commercialmente strategica, a pochi minuti dall aeroporto, dalla Nuova Fiera di Roma

Dettagli

STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA

STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA STRUTTURA PRODUTTIVA FRONTE AUTOSTRADA BERGAMO-BRESCIA GRASSOBBIO - Via Orio al Serio n.25-27 Dati tecnici e Descrizione delle caratteristiche Costruttive generali PREMESSA Trattasi di una struttura produttiva

Dettagli

GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec.

GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec. GRUPPO INTEC IMMOBILIARE s. r. l. con sede legale in Ravenna ITALY, Via Mazzini 23 tel +390544218026, Fax+39054437304, e-mail: info@gruppointec.it APPARTAMENTO CON VISTA PANORAMICA MILANO MARITTIMA (CERVIA)

Dettagli

CAPITOLATO COMMERCIALE

CAPITOLATO COMMERCIALE CAPITOLATO COMMERCIALE Condominio via Menabrea 9 Torino (TO) MENABREA@BELLONIA.COM www.bellonia.com 1 Indice 1. GENERALITÀ... 3 1.1 PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE ARCHITETTONICHE IN PROGETTO...

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI COSTRUZIONI EDILI C.F.G. DI CRACOLICI FRANCO & C. S.N.C. SS n 235 KM.47 Bagnolo Cremasco(CR) tel. 0371/483389 348/7806290/1/2 fax. 0371/483389 DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI NUOVA COSTRUZIONE DI

Dettagli

REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE. ALLEGATO 1 Relazione tecnica

REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE. ALLEGATO 1 Relazione tecnica Cosio Valtellino, 05.06.2008 REALIZZAZIONE NUOVO FABBRICATO BIFAMILIARE ALLEGATO 1 Relazione tecnica COMMITTENTI: Sigg DEL NERO DAVIDE DEL NERO LAURA PROGETTO: geom. RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA *************

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE FINITURE DEGLI APPARTAMENTI SITI NELL EDIFICIO DI VIA COLUMELLA ang. VIA PARMENIDE IN MILANO.

DESCRIZIONE DELLE FINITURE DEGLI APPARTAMENTI SITI NELL EDIFICIO DI VIA COLUMELLA ang. VIA PARMENIDE IN MILANO. DESCRIZIONE DELLE FINITURE DEGLI APPARTAMENTI SITI NELL EDIFICIO DI VIA COLUMELLA ang. VIA PARMENIDE IN MILANO. STRUTTURA Fondazioni, murature perimetrali contro terra, scale, pilastri e travi in cemento

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA

DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA VI. CHI. COSTRUZIONI S.R.L. PIAZZA F.LLI CERVI 11, LENTATE SUL SEVESO ( MI ) DESCRIZIONE DELLE OPERE DA ESEGUIRSI NELL EDIFICIO RESIDENZIALE IN PROGETTO A MARIANO COMENSE CORSO BRIANZA Appartamenti piano

Dettagli

Capitolato descrittivo. Lago Maggiore Verbania Antoliva (VB) via Intra Premeno n.73 Residenza degli Ulivi

Capitolato descrittivo. Lago Maggiore Verbania Antoliva (VB) via Intra Premeno n.73 Residenza degli Ulivi Capitolato descrittivo Lago Maggiore Verbania Antoliva (VB) via Intra Premeno n.73 Residenza degli Ulivi Elementi stutturali Copertura inclinata Struttura in legno a vista piallato e mordenzato in tinta

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

Edificio Mura San Carlo San Lazzaro di Savena

Edificio Mura San Carlo San Lazzaro di Savena DESCRIZIONE TECNICA Edificio Mura San Carlo San Lazzaro di Savena 25-02-2015 1. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE La struttura portante sarà realizzata in c.a. in conformità alla normativa antisismica vigente

Dettagli

EsseBi Immobiliare s.r.l. CAPITOLATO DESCRITTIVO BILOCALE. sito in via SECONDO PAOLETTI GUARENE PIANO PRIMO

EsseBi Immobiliare s.r.l. CAPITOLATO DESCRITTIVO BILOCALE. sito in via SECONDO PAOLETTI GUARENE PIANO PRIMO EsseBi Immobiliare s.r.l. CAPITOLATO DESCRITTIVO BILOCALE sito in via SECONDO PAOLETTI GUARENE PIANO PRIMO CAPITOLATO DESCRITTIVO DEI LAVORI PAVIMENTI CAMERE Per i pavimenti delle camere proponiamo palchetto

Dettagli

R35. via Francesco Rismondo, 35 MILANO. via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI)

R35. via Francesco Rismondo, 35 MILANO. via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI) R35 via Francesco Rismondo, 35 MILANO via Vespri Siciliani, 12 20092 Cinisello Balsamo (MI) E' vietato riprodurre e/o copiare in qualsiasi modo e su qualsiasi mezzo i contenuti del presente fascicolo.

Dettagli

BELGIO srl COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino)

BELGIO srl COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: BELGIO srl In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire presso il suddetto

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO RESIDENCE ALLA ZOCCA ALBATE COMO (CO)

CAPITOLATO TECNICO RESIDENCE ALLA ZOCCA ALBATE COMO (CO) CAPITOLATO TECNICO RESIDENCE ALLA ZOCCA ALBATE COMO (CO) A) CONSIDERAZIONI GENERALI L'insediamento in oggetto è localizzato in Albate - Como (CO) via Alla Zocca, foglio 4 sul mappale n. 1998-1999 e prevede

Dettagli