Obiettivo del Documento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Obiettivo del Documento"

Transcript

1 Master per Funzioni di Coordinamento delle Professioni Sanitarie Programmazione e Controllo dei Processi e Impatto Organizzativo delle Tecnologie nelle Aziende Sanitarie e Socio Sanitarie Sistemi Informativi: Processi e Gestione delle Informazioni Giulia Pozzi Giacomo Buonanno 11/09/ Obiettivo del Documento Introdurre i sistemi informativi e al loro luogo all interno dell organizzazione sanitaria Comprendere la necessità di avere un focus sui processi all interno dell organizzazione sanitaria Capire come la tecnologia influisce sui processi all interno dell organizzazione sanitaria 11/09/

2 Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcingdei Sistemi Informativi Analisi dei Costi 11/09/ Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Introduzione Il Sistema Informativo: Definizione Il Sistema Informativo nel Contesto Organizzativo Il Sistema Organizzativo e il Cambiamento Organizzativo Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcingdei Sistemi Informativi Analisi dei Costi 11/09/

3 Introduzione OBIETTIVO: la Cura del Malato La GESTIONE dell INFORMIONE è necessaria per raggiungere tale obiettivo L informazione è uno strumento strategico Le ICT modificano il modo di lavorare e vivere attraverso nuove soluzioni 11/09/ Il Sistema Informativo: Definizione I SISTEMI INFORMATIVI sono SISTEMI FORMALI, SOCIO-TECNICI e ORGANIZZATIVI atti a RACCOGLIERE, ELABORARE, ARCHIVIARE e DISTRIBUIRE INFORMIONI (Piccoli, 2008) 11/09/

4 Il Sistema Informativo nel Contesto Organizzativo AMBIENTE ESTERNO ORGANIZZIONE Strategia Cultura Infrastruttura IT Sistema Informativo Risultati finanziari Effetti sulle persone Future opportunità e limitazioni 11/09/ Il Sistema Informativo e il Cambiamento Organizzativo Adozione diffusa di IT da parte delle organizzazioni L introduzione di IT comporta cambiamenti organizzativi 1 Livello di Cambiamento: Automatizzare E.g. Controllo saldo credito telefonico 11/09/

5 Il Sistema Informativo e il Cambiamento Organizzativo Adozione diffusa di IT da parte delle organizzazioni L introduzione di IT comporta cambiamenti organizzativi 2 Livello di Cambiamento: Informare E.g. Airline check in kiosk 11/09/ Il Sistema Informativo e il Cambiamento Organizzativo Adozione diffusa di IT da parte delle organizzazioni L introduzione di IT comporta cambiamenti organizzativi 3 Livello di Cambiamento: Trasformare 11/09/

6 Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Il Ruolo del SI nell Organizzazione La Rappresentazione Gerarchica La Rappresentazione per Funzioni La Rappresentazione per Processi o La Gestione Ospedaliera o La Gestione Generale di aziende sanitarie locali o enti territoriali o Il Percorso del Paziente Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcing dei Sistemi Informativi Analisi dei Costi 11/09/ Il Ruolo del Sistema Informativo nell Organizzazione Sistema Informativo Impatta Coinvolge Organizzazione Capire come le organizzazioni sono classificatee organizzate Districarsi nella struttura Affrontare i cambiamenti organizzativiquando occorrono Spesso dovuti a introduzione di IT 11/09/

7 La Rappresentazione Gerarchica 1 Pianificazione Strategica Scelta degli obiettivi aziendali Scelta delle risorse per il conseguimento degli obiettivi Definizione delle politiche di comportamento 2 Programmazione e Controllo Programmazione delle risorse Controllo sul conseguimento degli obiettivi programmati 3 Attività Operative Conduzione a regime delle attività aziendali 11/09/ La Rappresentazione Gerarchica 2 PIANIFICIONE STRATEGICA 1 PROGRAMMIONE E CONTROLLO ATTIVITA OPERATIVE 11/09/2013 Fonte:

8 La Rappresentazione Gerarchica Attività Specifiche Tipologie Attività Direzionali Attività Amministrative/ Gestionali (di supporto) Attività Sanitarie Attività di direzione e pianificazione Attività amministrative, gestionali, tecnico/manutentive e atte a garantire il funzionamento degli apparati di gestione e il supporto alle attività di direzione e coordinamento Attività per la produzione e erogazione diretta delle prestazioni sanitarie. Attività per la produzione e erogazione di refertie immagini a supporto delle prestazioni sanitarie. Attività di assegnazione degli obiettivi, definizione delle politiche aziendali, assegnazione del budget di spesa annuale Attività di acquisto ed acquisizione di risorse umane, di produzione degli atti deliberativi, di acquisizione dei dati di reporting, di contabilizzazione e controllo della spesa Attività diagnostiche, terapeutiche e riabilitative specifiche per patologia. Attività per l accoglienza, l orientamento, il management e la dimissione del paziente. Unità Operative Interessate Direzione generale, direzione sanitaria, direzione amministrativa Back office, uffici di staff, servizio economico finanziario, servizio tecnico Reparti di degenza, servizi diagnostici (laboratorio, radiologia), unità ambulatoriali, servizi territoriali, front office (CUP, accoglienza) Clienti Interni Interni Esterni 11/09/ La Rappresentazione Gerarchica 1 Attività Ruoli Coinvolti Requisiti Informativi Sistemi Informatici Attività Direzionali Alta direzione Informazioni esterne Dati prospettici stimati e approssimati Informazioni anche non omogenee tra loro Esigenze informative su dati interni non prevedibili né ripetitive Executive Information System (EIS) Alcuni Esempi 2 Attività Amministrative/ Gestionali (di supporto) Direzione funzionale o di divisione Informazioni esterne Dati omogenei e congruenti tra loro Dati sintetici o arrotondati Dati consuntivi Elaborazioni ripetitive e coerenti nel tempo Esigenza di segnalare in tempo utile le eccezioni e accedere su richiesta a informazioni non pervenute Management Information System (MIS) HIS 3 Attività Sanitarie Personale esecutivo Dati esatti Dati analitici Esigenze informative in tempo reale Electronic Data Processing (EDP) RIS PACS 11/09/

9 La Rappresentazione per Funzioni 11/09/2013 Fonte: 17 La Rappresentazione per Funzioni 11/09/

10 La Rappresentazione per Funzioni Finanza CRM Budget Controllo Gestione Magazzino 11/09/ La Rappresentazione per Funzioni RAPPRESENTIONE PER FUNZIONE Esigenze di perfezionamento delle competenze mediche Alta specializzazione e frammentazione delle attività RAPPRESENTIONE GERARCHICA Struttura tradizionale delle organizzazioni sanitarie è di tipo gerarchico-funzionale Per rispondere alle esigenze del paziente si ha bisogno di un processo integrato in cui le attivitàsiano coordinate, senza però che vengano perse le conoscenze specialistiche 11/09/

11 La Rappresentazione per Processi PROCESSO: sequenza strutturata di attività/azioni intesa come un insieme coordinato di operazioni omogenee per scopo, per raggiungere un output (prodotto/servizio) L azienda sociosanitaria basa il suo funzionamento su processi produttivi, considerati come insieme di operazioni con vari livelli di interdipendenza, che utilizzano risorse per produrre output in grado di soddisfare una domanda 11/09/ La Rappresentazione per Processi L organizzazione funzionale genera effetti regno o di funzione, causa di sovrastruttura gestionale e mancanza di responsabilità sugli spazi interfunzionali dove risiede il maggior potenziale di miglioramento Barriera Interfunzionale Input Funzione 3 Output Processo L azienda genera valore attraverso i processi e non mediante le funzioni 11/09/

12 La Rappresentazione per Processi Pone l attenzione della gestione sull output specifico dell organizzazione sanitaria (la gestione di un problema di salute) e sulle modalità con le quali si genera, piuttosto che, come tradizionalmente avviene, sugli output (eterogenei e parziali) di un articolazione organizzativa (Dipartimento, Unità operativa o Centro di costo) Offre la possibilità di identificare la responsabilità di processo, o di segmento dello stesso, in alternativa o congiuntamente alle classiche responsabilità di struttura. Consente di sviluppare capacità di analisi dei fenomeni gestionali in un ottica di tipo trasversale, superando le barriere poste dagli assetti organizzativi e istituzionali per garantire, in estrema sintesi, il miglior risultato possibile al paziente in una logica di con nuità delle cure. Consente, attraverso la rilevazione di fenomeni specifici, di analizzare le modalità con le quali è gestito l oggetto fondamentale di riferimento dell Azienda sanitaria: il paziente 11/09/ La Rappresentazione per Processi La Gestione Ospedaliera Processi Primari Attività cliniche svolte per risolvere il problema di salute del paziente Pronto soccorso Accoglienza (prenotazione visite e accettazione) Diagnosi (individuazione stati patologici) Cura (finalizzata a riportare il paziente nelle condizioni di salute antecedenti alla patologia) Riabilitazione Dimissione Processi di Supporto Attività diagnostiche e gestionali, necessarie per il buon svolgimento dei processi primari Servizi generali (energia, elaborazione dati, pulizia) Manutenzione (di impianti sanitari/generali, manutenzione civile) Servizi alberghieri (gestione delle camere, della mensa, ) Gestione del patrimonio/acquisto Gestione del personale Gestione della qualità Asset Management 11/09/2013 Fonte: Vignati, Bruno. Organizzazione per Processi in Sanità. Franco Angeli

13 La Rappresentazione per Processi La Gestione Ospedaliera Processi Primari - Attività cliniche svolte per risolvere il problema di salute del paziente RICOVERO Il paziente, nell arco di alcune ore (day hospital) o alcuni giorni (degenza ordinaria), riceve la diagnosi, la terapia e la riabilitazione rispetto al proprio problema di salute PRONTO SOCCORSO Il paziente, nell arco di alcuni minuti (emergenza) o alcuni ore (urgenza), riceve la diagnosi e la terapia rispetto al proprio problema di salute AMBULATORIO Il paziente, nell arco di una programmazione ben definita, riceve la diagnosi e la terapia rispetto al proprio problema di salute SALA OPERATORIA Il paziente, nell ambito di una degenza (day hospital/ordinaria ), di una prestazione di pronto soccorso o ambulatoriale, riceve la diagnosi e la terapia rispetto al proprio problema di salute Sotto-processi SALA PARTO La madre e il nascituro, nell ambito di una degenza ordinaria, ricevono il monitoraggio, la diagnosi e la terapia rispetto al loro stato di salute 11/09/2013 Fonte: Vignati, Bruno. Organizzazione per Processi in Sanità. Franco Angeli La Rappresentazione per Processi La Gestione Ospedaliera Processi di Supporto -Attività diagnostiche e gestionali, necessarie per il buon svolgimento dei processi primari SANITARI Prestazione di medicina di laboratorio Prestazione di diagnostica per Immagini Prestazione di produzione e somministrazione di emocomponenti Gestione delle apparecchiature biomediche Gestione dei farmaci Gestione della protezione da agenti fisici MIGLIORAMENTO della QUALITA Monitoraggio della soddisfazione del paziente Monitoraggio del miglioramento dei processi sanitari Progettazione di un nuovo servizio sanitario MANAGERIALI Pianificazione strategica Budgeting Comunicazione Formazione Gestione delle Risorse Umane Gestione degli acquisti 11/09/2013 Fonte: Vignati, Bruno. Organizzazione per Processi in Sanità. Franco Angeli

14 La Rappresentazione per Processi La Gestione Generale di Aziende Sanitarie Locali o Enti Territoriali Processi Primari Attività cliniche svolte per risolvere il problema di salute del paziente Prevenzione (prevenire i fattori negativi per la salute o l incolumità fisica dei cittadini) Gestione del contatto con il cliente (rilascio autorizzazioni, pareri, certificazioni) Assistenza socio-sanitaria (sul territorio) Processi di Supporto Attività diagnostiche e gestionali, necessarie per il buon svolgimento dei processi primari Gestione delle convenzioni Pianificazione operativa Approvvigionamenti generici Gestione farmacia e materiale sanitario Gestione del personale sanitario Gestione del personale amministrativo Amministrazione e controllo 11/09/2013 Fonte: Vignati, Bruno. Organizzazione per Processi in Sanità. Franco Angeli La Rappresentazione per Processi Il Percorso del Paziente Fig. 6: Il percorso del paziente Pazienti Protocolli Linee guida PROCESSI PCM 1 PCM 2 PCM 3 Patient Management Cathegories PROCESSI Protocolli Linee guida Ammissione Triage Diagnosi Terapia Valutazione Riabilitazione Dimissione interdipendenze Prodotto finale (G. Serpelloni 2001) 11/09/2013 Fonte: G. Serpelloni, E. Simeoni, M. Gomma. La Definizione e la Rappresentazione dei Processi: Principi di 28 Business ProcessReengineering(BPR). 14

15 La Rappresentazione per Processi Il Percorso del Paziente Il PERCORSO del PIENTE è il tragitto all interno dell azienda/unità organizzativa che il paziente affetto da una data patologia esegue durante le attività di diagnosi, cura e riabilitazione. Esistono diversi percorsi in base alle patologie da affrontare, che vengono formalizzati in opportuni protocolli, linee guida e quant altro necessario a definire e standardizzare non solo la sequenza delle azioni, ma anche le singole operazioni tecnico scientifiche (somministrazione dei farmaci, prefazione di particolari e complessi esami diagnostici). Il paziente viene a contatto con diversi processi che, in base alle esigenze di diagnosi e cura, erogano una serie di prestazioni. Un approccio innovativo è quello di definire l organizzazione sanitaria sulla base dei percorsi dei vari gruppi di pazienti, determinati sulla base delle loro patologie, dell ambiente di erogazione (servizi di urgenza, ambulatori, reparti di degenza ordinaria o di day hospital) 11/09/2013 Fonte: G. Serpelloni, E. Simeoni, M. Gomma. La Definizione e la Rappresentazione dei Processi: Principi di 29 Business ProcessReengineering(BPR). Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Uno Strumento di Miglioramento Businness Process Reengineering ICT in Business Process Reengineering Un Esempio: l RFId Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcing dei Sistemi Informativi Analisi dei Costi 11/09/

16 Uno Strumento di Miglioramento Adozione della gestione per processi in sanità Studio dei Processi Affrontare temi quali: La gestione del paziente/cliente L integrazione dei comportamenti organizzativi del personale Il livello qualitativo delle prestazioni sanitarie, alberghiere e di amministrazione Miglioramento continuo dei risultati e della qualità Diagnosi della situazione attuale Riprogettazione vera e propria Recupero della centralità del paziente/cliente 11/09/ Uno Strumento di Miglioramento Adozione della gestione per processi in sanità Miglioramento continuo dei risultati e della qualità Recupero della centralità del paziente/cliente Diagnosi dei Processi Riprogettazione Mantenimento Analisi Processo Business Process Reengineering Daily Routine Work Valutazione Scelta modalità intervento 11/09/

17 Business Process Reengineering Business ProcessReengineering: riprogettazione radicale dei processi aziendali al fine di ottenere forti miglioramenti della loro performance Definizione del posizionamento competitivo aziendale Individuazione dei processi determinanti e loro target Progettazione della vision ideale del nuovo processo Descrizione del nuovo flusso di processo IN SANITÀ Obiettivi: Miglioramento della qualità del servizio del 45% Riduzione dei reclami dei pazienti del 70% La riduzione dei costi di gestione del 30% Individuazione dei processi (primari e di supporto) e relativi KPI Miglioramento del 30% della soddisfazione dei pazienti/clienti Riduzione del 30% della degenza media Progettazione del nuovo processo in relazione ai KPI stabiliti nella fase precedente Pianificazione del nuovo processo 11/09/ Business Process Reengineering 5 Confronto flussi ed individuazione dei delta Individuazione delle differenze tra processo attuale e desiderato. Le differenze possono guardare il layout, le dotazioni tecnologiche, know how tecnico professionale e organizzativo 6 7 Descrizione delle configurazioni di passaggio Definizione del piano di azione IN SANITÀ Se il processo ideale a cui tendere è cosi lontano dall esistente si devono prevedere configurazioni intermedie di passaggio da realizzarsi nel breve/medio termine. Definizione di che cosa si deve fare? Chi ne è il responsabile? A quanto corrisponde la richiesta di risorse? Quando deve essere fatto? Come deve essere fatto? Definizione del piano Gantt 8 Realizzazione del programma di Bpr Avvio della realizzazione 11/09/

18 ICT in Business Process Reengineering ICT è un catalizzatore Business Process Reengineering L innovazione tecnologica consente alle aziende di ripensare vecchi processi Dal momento che le organizzazioni e tecnologia evolvono nel tempo, i processi tradizionali di business possono diventare obsoleti e devono essere rivalutati. L interazione tra nuove tecnologie e il redesigndei processi può portare a notevoli miglioramenti 11/09/ Un Esempio: l RFId Un Supporto per la Tracciabilità delle Sacche di Sangue Business Process Reengineering PROCESSO TRASFUSIONALE AS -IS RFId Tracciabilità, Qualità, Efficienza Trasparenza, Soluzione dei rischi PROCESSO TRASFUSIONALE TO -BE 11/09/

19 Un Esempio: l RFId Sintesi del Flusso Operativo AS-IS TRASFUSIONALE ID donatore Ndonazione Ndonatore Stampa Codici a barra Sacca di sangue Provette Documenti analisi Sistema Informatico Registro donatori Accettazione Donatore Donazione Lavorazione Accettazione Paziente Richiesta Trasfusionale Assegnazione Emocomponente ID paziente Richiesta trasfusionale Provette paziente ID paziente Sacca/paziente REPARTO Cross match elettronico Richiesta trasfusionale Sacca Provette paziente Provette sacca Validazione e Etichettatura Stoccaggio Trasfusione Chiusura Trasfusione 37 Un Esempio: l RFId Sintesi del Flusso Operativo TO-BE TRASFUSIONALE ID donatore Tesserino (codice CAI) N donazione (CDM) Stampa Codici a barre Etichette RFId Provette Codice operatore SIMT Codice frazionamento Riconoscimento RFId per lavorazione Documenti analisi Sistema Informatico Codice CDM RFId = Codice CDM barre = Codice Emocomponente Accettazione Donatore Donazione Lavorazione Validazione e Etichettatura Accettazione Paziente Richiesta Trasfusionale Assegnazione Emocomponente Trasfusione Cross match elettronico Richiesta trasfusionale Sacca Provette paziente ID paziente Bracciale codice a barra Autorizzazione tramite palmare REPARTO Codice EPC = Codice CDM + Codice Emocomponente Stoccaggio Chiusura Trasfusione 11/09/

20 Un Esempio: l RFId Tecnologia e Sistema Informativo a supporto del Servizio Trasfusionale BARCODE RFId+ BARCODE + PALMARE FULL TRACE SI: RHESUS soluzione informatica creata per i servizi di Medicina Trasfusionale, banche di Sangue, Servizi di Emodinamica e laboratori di Immunologia 11/09/2013 SI: EmoNet, sw INSIEL, gestionale per donatori e pazienti. Emoteca Virtuale. In uso presso le aziende ospedaliere regionali AREU. 39 Un Esempio: l RFId Rischio Clinico Gestione Cartelle Cliniche elettroniche Gestione della somministrazione del farmaco Associazione madre e neonato Identificazione del paziente Gestione dei campioni biologici Asset Tracking Rintracciabilità apparecchiature mobili, attrezzature di supporto Gestione della strumentistica Gestione lavanderia e pulizia letti Gestione magazzino protesi Manutenzione programmata di apparecchiature elettromedicali Gestione carrelli pasto Controllo ingressi a mani libere Gestione dei rifiuti ospedalieri 11/09/

21 Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Quantified Self Medicina Partecipativa Health Social Network Wireless Medicine Dal Blog Electronic Patient Record (EPR) Sistemi Informativi e EPR Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcing dei Sistemi Informativi Analisi dei Costi 11/09/ Quantified Self Self-trackinghealthdata: Monitoraggio continuo dei propri dati di salute 1 2 7su 10 persone adulte negli Stati Uniti dichiarano di tenere traccia dei propri indicatori sanitari 60% delle persone adulte negli Stati Uniti dichiara di tenere traccia del peso, della propria dieta e degli esercizi di routine 3 1/3 delle persone adulte negli Stati Uniti tiene monitorati indicatori di salute quali pressione del sangue, zuccheri, mal di testa e altri indicatori nel sonno 4 Quasi la metà (49%) di quelli che dichiarano di tenere traccia di questi indicatori dicono di farlo nella loro testa 11/09/

22 Quantified Self 11/09/ Medicina Partecipativa Whatthe hellisa twitter???? 11/09/

23 Medicina Partecipativa Modello di assistenza sanitaria cooperativa che mira a raggiungere un coinvolgimento attivo da parte dei pazienti, operatori sanitari, e altri professionisti su tutte le questioni relative alla salute di un individuo. Medicina partecipativa è un approccio etico alla cura che contiene anche la promessa di migliorare i risultati, ridurre gli errori medici, aumentare la soddisfazione del paziente e migliorare il costo delle cure. Guidare i pazienti e gli operatori sanitari Guidare le pratiche professionali di salute Favorire la collaborazione reciproca tra i pazienti, gli operatori sanitari, gli operatori sanitari e gli altri 11/09/ Health Social Network Accesso agli esami clinici Monitoraggio del Quantified-Self Sessione di Q&A Supporto emotivo Condivisione dell informazione 11/09/

24 Wireless Medicine Alzheimer Sensori Wireless possono monitorare i segni vitali del paziente, cosi come la sua posizione, le sue attività, il suo peso Asma Sensori wireless possono monitorare il respiro, possono usare la tecnologia come strumento preventivo per gli attacchi Cancro al seno Le donne possono utilizzare dispositivi ad ultrasuoni a casa e possono inviare lo scanner al dottore, non dovendosi più presentare in ospedale per la mammografia Depressione Sensori wireless possono modificare complicazioni, varie attività del paziente e la comunicazione 11/09/ Wireless Medicine 5 Diabete Sensori Wireless possono monitorare gli zuccheri nel sangue e l emoglobina 6 7 Battiti cardiaci Sensori wireless possono monitorare la pressione cardiaca, il peso e la pressione sanguinea Obesità I sensori wireless possono monitorare il peso e le calorie in/out e le attività 8 Disordini nel sonno I sensori wireless possono monitore ogni fase del sonno e la qualità 11/09/

25 Dal Blog La Terapia Genica in Italia, tra HIV e Staminali. Di Elena Gammella Nanotecnologia e Medicina: Nuova Applicazioni per Terapie che si Attivano nel Momento del Bisogno. E non si vedono. Di Elena Gammella applicazioni-per-terapie-che-si-attivano-nel-momento-del-bisogno-e-non-si-vedono/#more- 582 Bioprinting e Stampanti 3D: Quando gli Organi si Potranno Stampare. Di Elena Gammella 11/09/ Electronic Patient Record (EPR) Dati disponibili su monitor Accesso alle immagini Generazione di allarmi Database Biblioteca Descrizioni di esami e risultati Database Cartelle Cliniche Messaggistica e posta Gestione dei flussi interna 11/09/2013 lavorativi 50 25

26 Sistemi Informativi e EPR HIS -Hospital Information System PACS -Picture Archiving and Communication System RIS - Radiology Information System EPR -Electronic Patient Record 11/09/ Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Cosa Acquisto Quando Compro IT Che Competenze Bisogna Avere per Comprare IT Trend delle Strutture Organizzative degli Acquisti IT Strategie di Sourcing dei Sistemi Informativi Analisi dei Costi 11/09/

27 Cosa Acquisto Quando Compro IT L IT è sempre meno un «oggetto» Lo sviluppo di logiche SaaS e Cloud spostano gli acquisti verso una dimensione di servizio L IT non è una commodity L acquisizione di un servizio IT porta con sé precise problematiche Come verificare la qualità del servizio erogato? Cosa e come misuro? Chi deve misurare? Quali i rischi della misura? Come gli acquisti possono essere coinvolti nel processo di selezione e contrattazione? Come gestire contratti definiti dai vendor estremamente complessi e spesso ricchi di aspetti tecnici? Come definire correttamente un capitolato per un servizio IT, quali metriche, quali best practice? Che Competenze Bisogna Avere per Comprare IT Peculiarità degli acquisti IT Se l IT è fattore produttivo L IT è un prodotto complesso e richiede competenze specifiche Nella trattativa il vendor gode di un chiaro vantaggio dato da una palese asimmetria informativa: chi meglio di lui conosce il prodotto? Il Procurement IT è ambito di elezione per la creazione di team interfunzionali Strategia vs Operatività Le Sfide degli acquisti IT Ridurre il costo delle transazioni spesso su base budgetaria o in base alle transazioni di periodi precedenti Migliorare l efficacia nell acquisto considerando i possibili prodotti sostitutivi e costantemente essere in grado di cogliere le opportunità di mercato Operare con partner affidabili Rispondere rapidamente alle richieste non pianificate e alle contingenze 27

28 Trend delle Strutture Organizzative degli Acquisti IT Integrazione degli Acquisti IT vicino all IT Acquisti IT all interno di una entità giuridica deputata alla gestione dell IT di Gruppo. Specializzare la Funzione Acquisti IT mutuando risorse direttamente dall IT Pratica diffusa in molti settori Coadiuvata da politiche di Category Management Prevede sempre più spesso la creazione di team misti con una posizione prevalente delle persone provenienti dalla direzione sistemi Creare all interno della funzione sistemi informativi una unità VendorManagemet a cui fare afferire gli acquisti IT qualora la competenza negoziale rimanga allocata alla funzione acquisti Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcing dei Sistemi Informativi Outsourcing: definizione Motivazioni per l Outsourcing IS Outsourcing e IT Procurement Rischi dell Outsourcing Risparmi: Obiettivi dell Outsourcing Analisi dei Costi 11/09/

29 Outsourcing: Definizione Affidamento a terzi di attività precedentemente svolte all interno dell azienda Le attività affidate in outsourcing spesso riguardano lo sviluppo e/o l esercizio e/o la manutenzione del Sistema Informativo (infrastruttura tecnologica + procedure + dati) L outsourcing del SI implica la modifica della struttura e dei compiti della funzione responsabile dei Sistemi Informativi in azienda 11/09/2013 Sistemi Informativi Strategie di Sourcing 57 Motivazioni per l Outsourcing Considerazioni di ordine economico Riduzione dei costi annuali Smobilizzo di investimenti consistenti Passaggio ad un regime di costi variabili Considerazioni di ordine strategico e organizzativo Concentrazione sul core business Difficoltà nell utilizzo delle nuove tecnologie Considerazioni di tipo operativo Maggiore flessibilità nel contratto con i fornitori rispetto alla struttura interna Scelta del livello più opportuno del rapporto prezzo/prestazioni dei servizi con possibilità di modificarlo dinamicamente 11/09/2013 Sistemi Informativi Strategie di Sourcing 58 29

30 IS Outsourcing e IT Procurement IS Outsourcing Focus: il SI dell organizzazione si contrappongono attività svolte all esterno vs attività svolte all interno dell organizzazione IT Procurement Focus: i beni/servizi acquisiti Si sottolineano o le caratteristiche di tali beni/servizi o la loro necessità rispetto al SIA esistente o la loro adeguatezza rispetto ai fabbisogni informativi 11/09/2013 Sistemi Informativi Strategie di Sourcing 59 Rischi dell Outsourcing Rischi di ordine economico Riduzione del potere contrattuale nei confronti dei fornitori del servizio Rischi di ordine strategico e organizzativo Perdita di controllo di una variabile critica per il successo del proprio core business Difficoltà nel perseguimento di strategie di differenziazione legate alla variabile informativa Demotivazione e smobilitazione della struttura interna responsabile sistemi informativi Rischi di tipo operativo Perdita di controllo del processo produttivo del servizio e della gestione delle informazioni Rigidità del fornitore rispetto alle clausole contrattuali Difficoltà di operare in modo dinamico sui processi di gestione delle informazioni 11/09/2013 Sistemi Informativi Strategie di Sourcing 60 30

31 Risparmi: Obiettivi dell Outsourcing Riduzione dei costi Nuove forme di organizzazione Eliminazione di centri di costo interni Aumento dell efficienza e della qualità dei servizi Aggiornamento tecnologico Semplificazione delle attività di acquisizione 11/09/2013 Sistemi Informativi Strategie di Sourcing 6 1 Contenuti del Documento Il Sistema Informativo: Basi Concettuali Il Ruolo dell ICT nell organizzazione Innovazione dei Processi attraverso l IT in Medicina Healthcare Technologies Cosa Vuol Dire Acquistare IT Strategie di Sourcing dei Sistemi Informativi Analisi dei Costi Analisi dei Costi TCO: Immobilizzazioni TCO: Sviluppo del Software e Personale TCO: Costi per la Gestione Corrente Total Benefit of Ownership 11/09/

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER

OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Asset Management Day Milano, 3 Aprile 2014 Politecnico di Milano OLTRE IL MONITORAGGIO LE ESIGENZE DI ANALISI DEI DATI DEGLI ASSET MANAGER Massimiliano D Angelo, 3E Sales Manager Italy 3E Milano, 3 Aprile

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI

SERVIZI TRASFUSIONALI REQUISITI MINIMI STRUTTURALI TECNOLOGICI E ORGANIZZATIVI SPECIFICI Allegato A). Requisiti strutturali, tecnologici e organizzativi minimi per l esercizio delle attività sanitarie dei servizi trasfusionali e delle unità di raccolta del sangue e degli emocomponenti, ai

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Business Process Modeling Caso di Studio

Business Process Modeling Caso di Studio Caso di Studio Stefano Angrisano, Consulting IT Specialist December 2007 2007 IBM Corporation Sommario Perché l architettura SOA? Le aspettative del Cliente. Ambito applicativo oggetto dell introduzione

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

Progetto BPR: Business Process Reengineering

Progetto BPR: Business Process Reengineering Progetto BPR: Business Process Reengineering Riflessioni frutto di esperienze concrete PER LA CORRETTA INTERPRETAZIONE DELLE PAGINE SEGUENTI SI DEVE TENERE CONTO DI QUANTO ILLUSTRATO ORALMENTE Obiettivo

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1

IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO. dott.ssa Annaluisa Palma 1 IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI E IL BUDGET ECONOMICO dott.ssa Annaluisa Palma 1 Indice Il budget: documenti amministrativi in cui si estrinseca; Forma e contenuti del budget degli investimenti; Gli scopi

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli

tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli Organizzazione come sistema Ambiente interno Missione strategica Sistema tecnico

Dettagli

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso

Enrico Fontana. L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi. Prefazione di Massimiliano Manzetti. Presentazione di Nicola Rosso A09 Enrico Fontana L Health Technology Assessment applicato ai Sistemi informativi Prefazione di Massimiliano Manzetti Presentazione di Nicola Rosso Copyright MMXV ARACNE editrice int.le S.r.l. www.aracneeditrice.it

Dettagli

ADVANCED MES SOLUTIONS

ADVANCED MES SOLUTIONS ADVANCED MES SOLUTIONS PRODUZIONE MATERIALI QUALITA MANUTENZIONE HR IIIIIIIIIaaa Open Data S.r.l. all rights reserved About OPERA OPERA MES è il software proprietario di Open Data. È un prodotto completo,

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli