LAB. PRIMARIA GRUPPO 1: Leondina Centorami

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LAB. PRIMARIA GRUPPO 1: Leondina Centorami"

Transcript

1 LAB. PRIMARIA GRUPPO 1: Leondina Centorami Antonella De Luca Baldassarre Emilia Giovanna Breccione Mattucci Flavia Fragassi Mariella Giorgione Patrizia Marchini Pavone Luisa

2 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive, riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi rispetto al modo in cui lui stesso percepisce e vive tali festività. Riconosce nella Bibbia, libro sacro per ebrei e cristiani, un documento fondamentale della cultura occidentale, distinguendola da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza culturale ed esistenziale. Confronta la propria esperienza religiosa con quella di altre persone e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e cercano di mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il valore specifico dei Sacramenti e si interroga sul significato che essi hanno nella vita dei cristiani. CLASSE I GRUPPO 1 IRC OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA TERZA CLASSE Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un alleanza con l uomo Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele e Messia, testimoniato e risorto. Individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione. Identificare come nella preghiera l uomo si apra al dialogo con Dio e riconoscere, nel Padre Nostro, la specificità della preghiera cristiana. Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo d Israele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli. Confrontare la Bibbia con i testi sacri delle altre religioni. Riconoscere i segni cristiani del Natale e della Pasqua, nell ambiente, nelle celebrazioni e nella pietà popolare. Conoscere il significato i gesti e segni liturgici come espressione di religiosità. Riconoscere che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell amore di Dio e del prossimo. Apprezzare l impegno della comunità umana e cristiana nel porre alla base della convivenza l amicizia e la solidarietà. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE I A1 Scoprire l importanza del vivere insieme. A2 Conoscere l ambiente di vita di Gesù. A3 Confrontare i propri ambienti di vita con quelli di Gesù. A4 Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. A5 Scoprire chi sono i primi amici di Gesù. B1 Conoscere il brano della creazione. B2 Conoscere alcune parabole. B3 Conoscere il brano evangelico che narra la nascita di Gesù. B4 Conoscere il brano evangelico che narra la morte di Gesù. C1 Individuare i segni-simbolo del Natale e della Pasqua presenti nell ambiente. C2 Individuare i segni/simboli della Pasqua D1 Capire perché Gesù nasce. D2 Capire perché Gesù muore. D3 Scoprire l importanza del vivere insieme.

3 Traguardi da raggiungere A1 L alunno sa osservarsi e raccontarsi per definirsi/riconoscersi. D3 L alunno vive positivamente l esperienza di relazione per aprirsi al senso religioso. Classe PRIMA 1) SCOPRO IL MONDO Obiettivi di APPRENDIMENTO (rispetto le singole Unità di Lavoro) Conoscenze Gli ambienti/spazi scolastici. Il gruppo classe. Il personale scolastico. Il sé: le proprie caratteristiche fisiche e qualche aspetto della propria personalità: interessi, gusti Principali differenze fisiche e comportamentali fra compagni di classe. 2) UN DONO STUPENDO Abilità Esplorare una nuova realtà di vita: gli spazi scolastici. Conoscere alcuni semplici aspetti della vita della scuola: compiti e ruolo di alcune persone che vi operano. Conoscere alcuni tratti della propria individualità. Riconoscere la diversità fra compagni e amici in situazioni di lavoro e di gioco. B1 L alunno scopre la realtà e prova stupore. D1 L alunno, attraverso i segni della festa, scopre un evento che comunica un importante messaggio. C1 L alunno vivendo l esperienza della festa, scopre la dimensione religiosa. B3 L alunno conosce la nascita di Gesù secondo il dato evangelico. Il mondo nella sua molteplicità di elementi. Le trasformazioni della natura. Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. L ecologia come mezzo per difendere la natura. 3) GESÙ TRA NOI Maria, la madre di Gesù. Segni e simboli della tradizione natalizia. I racconti del Vangelo: Gesù nasce a Betlemme. Gesù di Nazaret, l Emanuele I valori della pace e dell amore. Osservare la realtà e coglierne gli elementi e le trasformazioni. Esprimere emozioni e sentimenti di stupore per le bellezze della natura. Scoprire nell ambiente i segni che richiamano la presenza di Dio Creatore e Padre. Rispettare il dono della creazione. Conoscere attraverso le fonti (Vangelo) chi è Maria, la madre di Gesù. Conoscere il racconto della nascita di Gesù attraverso le fonti (Vangelo). Cogliere i segni cristiani del Natale. Cogliere il significato del Natale.

4 A2 L alunno confronta la realtà personale nei vari aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi, con quella di Gesù. A3 L alunno confronta la sua realtà con quella di Gesù. B2 L alunno scopre la figura di Gesù maestro che ha una missione da compiere. A5 L alunno scopre i primi amici di Gesù. C2 L alunno, attraverso i segni della festa, scopre un evento che comunica un importante messaggio: la Pasqua è la festa della nuova vita. D2 L alunno, vivendo l esperienza della festa, scopre la dimensine religiosa. B4 L alunno conosce la morte e la resurrezione di Gesù attraverso i brani evangelici. 4) GESÙ AMA TUTTI Tempo, luogo, aspetti di vita in cui è cresciuto Gesù. Gli insegnamenti di Gesù: l amore verso tutti. I miracoli di Gesù: l attenzione di Gesù verso chi ha bisogno. Gesù e i bambini. 5) UN AMORE GRANDE I racconti del Vangelo: la morte e la risurrezione di Gesù. La festa cristiana della Pasqua: segni ed espressioni religiosi e popolari. La Pasqua, vita nuova. 6) UNA GRANDE FAMIGLIA Descrivere l ambiente di vita di Gesù nei suoi aspetti quotidiani, familiari, sociali e religiosi. Comprendere il messaggio di amore di Gesù attraverso il racconto in forma di parabola. Capire che Gesù aiuta chiunque ha bisogno perché ama tutti. Comprendere che Gesù indica i bambini come esempi da imitare per essere a lui vicini. Conoscere l evento pasquale attraverso le fonti: il Vangelo. Comprendere il significato della Pasqua. Cogliere il significato dei segni cristiani della Pasqua. A4 L alunno scopre la continuità fra la missione di Gesù e il compito della Chiesa. La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli. La Chiesa, il suo credo, il suo annuncio. Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. Riconoscere i gesti e il modo di vivere dei cristiani che si riuniscono nella chiesa.

5 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive, riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi rispetto al modo in cui lui stesso percepisce e vive tali festività. Riconosce nella Bibbia, libro sacro per ebrei e cristiani, un documento fondamentale della cultura occidentale, distinguendola da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza culturale ed esistenziale. Confronta la propria esperienza religiosa con quella di altre persone e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e cercano di mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il valore specifico dei Sacramenti e si interroga sul significato che essi hanno nella vita dei cristiani. CLASSE II GRUPPO 1 IRC OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un alleanza con l uomo Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele e Messia, testimoniato e risorto. Individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione. Identificare come nella preghiera l uomo si apra al dialogo con Dio e riconoscere, nel Padre Nostro, la specificità della preghiera cristiana. Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo d Israele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli. Confrontare la Bibbia con i testi sacri delle altre religioni. Riconoscere i segni cristiani del Natale e della Pasqua, nell ambiente, nelle celebrazioni e nella pietà popolare. Conoscere il significato i gesti e segni liturgici come espressione di religiosità. Riconoscere che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell amore di Dio e del prossimo. Apprezzare l impegno della comunità umana e cristiana nel porre alla base della convivenza l amicizia e la solidarietà. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE II A1 Saper distinguere le cose naturali da quelle artificiali. A2 Conoscere i gesti della preghiera cristiana. A3 Riconoscere, attraverso miracoli e parabole il messaggio di amore e perdono di Gesù. B1 Conoscere il brano biblico della Creazione B2 Conoscere il brano evangelico che narra la nascita di Gesù. B3 Conoscere il brano evangelico che narra la morte e la resurrezione di Gesù. C1 Scoprire il significato del termine Avvento ed il suo valore. C2 Comprendere il significato di segni e simboli della Pasqua. C3 Comprendere il senso cristiano della domenica. D1 Cogliere la dimensione religiosa della morte e resurrezione di Gesù, come momenti di tristezza e di gioia. D2 Comprendere che Gesù è nato per dare risposte di pace, di amore, di gioia a tutti gli uomini.

6 Classe SECONDA 1) Il dono della creazione Traguardi da raggiungere Obiettivi di APPRENDIMENTO (rispetto le singole Unità di Lavoro) Conoscenze Abilità A1 L alunno, riflettendo su se stesso, assume atteggiamenti di responsabilità nei confronti del creato. A2 L alunno riconosce la preghiera come espressione di fede. B1 L alunno conosce che il mondo, per i cristiani, è opera di Dio. La Bibbia, la fonte che parla della creazione nella religione cristiana. Soluzioni efficaci per difendere e amare il creato. La preghiera, espressione di religiosità. La preghiera del Padre Nostro. 2) È Natale Osservare la realtà per coglierne le bellezze. Comprendere, attraverso i racconti biblici delle origini, che il mondo è opera di Dio, affidato alla responsabilità dell uomo. Riflettere sulle proprie capacità ed in particolare sull impegno nel rispettare l ambiente. Identificare tra le espressioni delle religioni la preghiera e, nel Padre Nostro, la specificità della preghiera cristiana. C1 L alunno conosce il significato dell Avvento. B2 L alunno coglie nel Natale la festa della gioia, del dono. D2 L alunno scopre il vero significato del Natale. L annunciazione dell angelo a Maria. Gesù di Nazaret, l Emanuele Dio con noi. Gesù, il Messia, compimento delle promesse di Dio. Capire che l Avvento è il tempo in cui si prepara il Natale. Scoprire che Gesù è venuto nel mondo per portare la salvezza a tutti. Comprendere che Gesù è nato per dare risposte di pace, di amore, di gioia a tutti gli uomini.

7 A3 L alunno coglie nelle parole e nei gesti di Gesù il suo messaggio di amore. C2 L alunno conosce i segni tradizionali della pasqua. D1 L alunno comprende che la Pasqua è l evento più importante per i cristiani. D2 L alunno scopre che la Pasqua è dono per una vita nuova: condivisione (cena) e dono di sé (morte e risurrezione). B3 L alunno conosce la morte e resurrezione di Gesù attraverso il dato evangelico. C3 L alunno scopre la continuità fra la missione di Gesù e il compito della Chiesa. 3) Gesù vero amico L amicizia, dimensione essenziale della vita di relazione. Parabole e miracoli: - il buon samaritano - il padre misericordioso - il cieco Bartimeo 4) Gesù, il dono più grande La Pasqua di gesù: la cena. La Pasqua di gesù: la risurrezione. La festa della Pasqua. Segni e simboli della pasqua. 5) Una grande famiglia La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli. La Chiesa, il suocredo, il suo annuncio. Scoprire gli atteggiamenti necessari per vivere in modo autentico l amicizia. Cogliere, attraverso opportune pagine evangeliche, come Gesù viene incontro alle attese di perdono, di giustizia e di vita eterna. Riconoscere, attraverso miracoli e parabole il messaggio di amore e perdono di Gesù. Conoscere i momenti salienti del racconto della Pasqua di Gesù. Scoprire attraverso i gesti della Cena che Gesù ha donato la vita per tutti. Scoprire il significato della Pasqua: passaggio dalla morte alla risurrezione di Gesù. Comprendere il significato di segni e simboli della Pasqua. Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio che fa memoria di Gesù e del suo messaggio. Riconoscere i gesti e il modo di vivere dei cristiani che si riuniscono nella chiesa.

8 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive, riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi rispetto al modo in cui lui stesso percepisce e vive tali festività. Riconosce nella Bibbia, libro sacro per ebrei e cristiani, un documento fondamentale della cultura occidentale, distinguendola da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza culturale ed esistenziale. Confronta la propria esperienza religiosa con quella di altre persone e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e cercano di mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il valore specifico dei Sacramenti e si interroga sul significato che essi hanno nella vita dei cristiani. CLASSE III GRUPPO 1 - IRC OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un alleanza con l uomo Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele e Messia, testimoniato e risorto. Individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione. Identificare come nella preghiera l uomo si apra al dialogo con Dio e riconoscere, nel Padre Nostro, la specificità della preghiera cristiana. Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo d Israele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli. Confrontare la Bibbia con i testi sacri delle altre religioni. Riconoscere i segni cristiani del Natale e della Pasqua, nell ambiente, nelle celebrazioni e nella pietà popolare. Conoscere il significato i gesti e segni liturgici come espressione di religiosità. Riconoscere che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell amore di Dio e del prossimo. Apprezzare l impegno della comunità umana e cristiana nel porre alla base della convivenza l amicizia e la solidarietà. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE III A1 Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore, Padre e che fin dalle origini ha stabilito un alleanza con l uomo A2 Conoscere Gesù di Nazareth come Emmanuele e Messia, testimoniato e risorto. A3 Individuare i tratti essenziali della Chiesa e della sua missione. A4 Identificare come nella preghiera l uomo si apra al dialogo con Dio e riconoscere, nel Padre Nostro, la specificità della preghiera cristiana. B1 Ascoltare, leggere e saper riferire circa alcune pagine bibliche fondamentali, tra cui i racconti della creazione, le vicende e le figure principali del popolo d Israele, gli episodi chiave dei racconti evangelici e degli Atti degli apostoli. B2 Confrontare la Bibbia con i testi sacri delle altre religioni. C1 Riconoscere i segni cristiani del Natale e della Pasqua, nell ambiente, nelle celebrazioni e nella pietà popolare. C2 Conoscere il significato i gesti e segni liturgici come espressione di religiosità D1 Riconoscere che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell amore di Dio e del prossimo. D2 Apprezzare l impegno della comunità umana e cristiana nel porre alla base della convivenza l amicizia e la solidarietà.

9 Classe TERZA 1) SCOPRO IL MONDO Traguardi da raggiungere Obiettivi di APPRENDIMENTO (rispetto le singole Unità di Lavoro) Conoscenze Abilità L alunno attiva atteggiamenti di ascolto/conoscenza di sé per cogliere le componenti della persona: la dimensione fisica, cognitiva, emotiva. Le domande sul senso della vita. I grandi perché. Ricostruire la storia personale attraverso alcuni fatti fondamentali. 2) ALLA RICERCA DELLE ORIGINI A4 L alunno comprende che l uomo, in ogni tempo, è alla ricerca di una realtà a lui superiore: Dio. La religione, ricerca e risposta ai grandi perché della vita. La teoria del Big Bang. I miti, elaborazioni per trovare risposte alle domande sull origine dell universo e della vita. Le varie espressioni del culto alla divinità: offerte, sacrifici, templi. Comprendere come sono nate le religioni, ricerca e risposta ai grandi perché della vita. Conoscere il punto di vista della scienza riguardo l origine dell universo. Conoscere aspetti e caratteristiche delle religioni antiche: la religione dei popoli della Mesopotamia, degli Egizi, dei Greci, dei Romani. Conoscere i diversi modi per esprimere la religiosità: culto, offerte, sacrifici

10 A1 L alunno coglie il significato della relazione uomo-dio attraverso il racconto della Bibbia e riflettendo sulla propria esperienza di relazione. A2-D1 L alunno comprende che in Gesù si realizzano le promesse dell A.T. B1-D2 Attraverso gli eventi narrati nella Bibbia, l alunno conosce il progetto di salvezza di Dio che si rivela al popolo dell Antica Alleanza. B2 L alunno scopre i testi sacri delle religioni monoteiste. C1-C2 L alunno conosce i segni tradizionali della Pasqua ed i segni liturgici della Domenica. 3) IN CERCA DI DIO L origine del mondo e dell uomo nel cristianesimo e nelle grandi religioni. Il popolo ebraici: tempi e luoghi. Il racconto della creazione dalla Genesi. Il patto, espressione di armonia. Il linguaggio simbolico della Bibbia. L ecologia, tema di attualità. 4) UN PROGETTO D AMORE Antica e Nuova Alleanza: fasi della salvezza. La Bibbia: struttura e origine. I testi sacri delle religioni monoteiste. La chiamata di Abramo, di Isacco, di Giacobbe, di Giuseppe, di Mosé: Storia dei patriarchi. Pasqua ebraica e Pasqua cristiana. I Comandamenti, la legge di Dio donata al popolo di Israele mediante Mosé. La Terra Promessa. La Domenica: Memoriale della Pasqua. Conoscere semplici aspetti del popolo ebraico. Comprendere, attraverso i racconti biblici delle origini, che il mondo è opera di Dio, affidato alla responsabilità dell uomo. Comprendere le diverse risposte della scienza e della Bibbia. Comprendere il linguaggio della Bibbia. Capire il significato del patto. Avvicinarsi al tema ecologico come risposta concreta di impegno nella difesa del creato. Comprendere che Dio ha un progetto di salvezza per tutti: rifare amicizia con gli uomini. Conoscere i vari momenti del progetto di salvezza di Dio. Riconoscere i testi dell Antico e Nuovo Testamento. Ricostruire le principali tappe della storia della salvezza, anche attraverso figure significative. Capire che Dio chiama Israele alla libertà. Comprendere il significato della Pasqua ebraica. Capire che la legge donata da Dio a Mosé è il patto che rinsalda l Alleanza di Dio con Israele. Comprendere che la promessa di Dio fatta ad Abramo si compie.

11 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive, riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi rispetto al modo in cui lui stesso percepisce e vive tali festività. Riconosce nella Bibbia, libro sacro per ebrei e cristiani, un documento fondamentale della cultura occidentale, distinguendola da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza culturale ed esistenziale. Confronta la propria esperienza religiosa con quella di altre persone e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e cercano di mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il valore specifico dei Sacramenti e si interroga sul significato che essi hanno nella vita dei cristiani. CLASSE IV GRUPPO 1 - IRC OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA Sapere che per la religione cristiana Gesù è il Signore, che rivela all uomo il Regno di Dio con parole e azioni. Descrivere i contenuti principali del credo cattolico. Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della Chiesa cattolica e metterli a confronto con quelli delle altre confessioni cristiane. Individuare nei sacramenti e nelle celebrazioni liturgiche i segni della salvezza di Gesù e l agire dello Spirito Santo nella Chiesa fin dalle sue origini. Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altre grandi religioni. Conoscere la struttura e la composizione della Bibbia. Leggere direttamente pagine bibliche ed evangeliche, riconoscendone il genere letterario e individuandone il messaggio principale. Identificare i principali codici dell iconografia cristiana. Saper attingere informazioni sulla religione cattolica anche nella vita dei santi e in Maria, la madre di Gesù. Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua, a partire dalle narrazioni evangeliche e dalla vita della Chiesa. Riconoscere il valore del silenzio come luogo di incontro con se stessi, con l altro, con Dio. Individuare significative espressioni d arte cristiana (a partire da quelle presenti nel territorio), per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli. Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime, attraverso vocazioni e ministeri differenti, la propria fede e il proprio servizio all uomo. Scoprire la risposta della Bibbia alle domande di senso dell uomo e confrontarla con quella delle principali religioni non cristiane. Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili, anche per un personale progetto di vita. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE IV A1 Analizzare alcune parabole del Regno e comprenderne il significato. A2 Comprendere i diversi atteggiamenti di accoglienza nei confronti del Regno di Dio. B1 Conoscere la struttura fondamentale dei Vangeli B2 Conoscere alcune informazioni sugli evangelisti. B3 Sapere come si sono formati i Vangeli. Comprendere alcune caratteristiche del linguaggio figurato e simbolico del Vangelo C1 Capire il significato del Natale per i cristiani. C2 Conoscere i personaggi e i luoghi dell evento pasquale. C3 Conoscere i gesti e le parole di Gesù durante la cena pasquale comprendendone il significato. - Comprendere il significato della morte e resurrezione di Gesù. C4 Rilevare la continuità e la novità della Pasqua cristiana rispetto alla Pasqua ebraica. C5 Conoscere l origine della Chiesa e la vita delle prime comunità cristiane. D1 Operare collegamenti fra il messaggio di Gesù e l attualità. D2 Comprendere che Gesù dà risposte di salvezza. D3 Comprendere il significato del comandamento dell amore.

12 Traguardi da raggiungere Classe QUARTA 1) GESÙ: RISPOSTA AI PERCHÈ Obiettivi di APPRENDIMENTO (rispetto le singole Unità di Lavoro) Conoscenze Abilità B1-B2-B3 L alunno coglie elementi di contesto che riguardano la vicenda storica di Gesù. C1 L alunno comprende il significato del Natale per i cristiani. Le fonti cristiane: i Vangeli. La Palestina: il territorio, il lavoro, i gruppi politici e religiosi. La redazione dei Vangeli: la tradizione orale, le prime raccolte scritte sui fatti accaduti e la definitiva redazione degli evangelisti. Gli evangelisti. I Vangeli sinottici. Il contenuto dei Vangeli. Il messaggio del Natale. Collocare sulla linea del tempo la vicenda storica di Gesù individuando qualche aspetto del contesto storico. Conoscere alcuni aspetti culturali, socioeconomici e geografici della Palestina. Sapere come si sono formati i Vangeli. Conoscere alcune informazioni sugli evangelisti. Conoscere la struttura fondamentale dei Vangeli. Capire il significato del Natale 2) GESÙ È MAESTRO A1-A2 L alunno si confronta con le fonti che parlano di Gesù e ne coglie forme espressive e messaggi. Forme espressivo-letterarie del mondo antico: le parabole. Le parabole del Regno. Il significato proprio e figurato del linguaggio in parabola. Comprendere alcune caratteristiche del linguaggio figurato e simbolico del Vangelo. Analizzare alcune parabole del Regno e comprenderne il significato. Comprendere i diversi atteggiamenti di accoglienza nei confronti del Regno di Dio. Capire che occorre mettere a frutto i talenti che sono affidati da Dio.

13 D1 L alunno si confronta con il messaggio di Gesù e ne coglie espressioni nell attualità. Il Vangelo è risposta agli interrogativi dell uomo. Gesù, il Signore, rivela il Regno di Dio con parole e azioni. I primi apostoli di Gesù. Gesù parla dei bambini. Gesù incontra i malati. Gesù incontra la samaritana. L attualità: i Diritti dei fanciulli e la Convenzione Internazionale dei diritti dell infanzia. Il messaggio di Gesù continua nella vita di tanti cristiani, testimoni del nostro tempo: Raoul Follereau. Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. Comprendere il significato della chiamata di Gesù. Capire che Gesù è aperto e disponibile nei confronti di tutti. Comprendere che gesù indica i bambini come esempi per far parte del Regno di Dio. Capire che Gesù si pone dalla parte degli ultimi per liberarli dal male. Operare collegamenti fra il messaggio di Gesù e l attualità. Comprendere che Gesù dà risposte di salvezza e libera dal peccato. 3) LA VITA NUOVA C2-C3 L alunno conosce gli eventi salienti della Passione, Morte e Resurrezione di Gesù. D2-D3 L alunno comprende che la Pasqua, l evento che segna la Nuova Alleanza, è il fondamento della salvezza. C5 Coglie elementi di continuità fra la Pasqua e la nascita della Chiesa. C4 L alunno rileva la continuità tra Pasqua ebraica e Pasqua cristiana. La Pasqua di Gesù: la cena (le parole e i gesti) La Pasqua di Gesù: la condanna e la crocifissione. Il ruolo del Sinedrio e di Pilato nella condanna di Gesù. La Pasqua di Gesù: la risurrezione. La Pasqua di Cristo è il centro della fede cristiana e chiave interpretativa di tutto il Vangelo. Conoscere i personaggi e i luoghi dell evento pasquale. Conoscere i gesti e le parole di Gesù durante la cena pasquale comprendendone il significato di dono di sé. Conoscere le motivazioni religiose e politiche della condanna di Gesù. Comprendere il significato della morte e risurrezione di Gesù, compimento della salvezza. Rilevare la continuità e la novità della Pasqua cristiana rispetto alla

14 La Pentecoste, inizio della Chiesa. I segni della manifestazione dello Spirito Santo. Le prime comunità cristiane. Pasqua ebraica. Identificare nell azione della Chiesa l opera dello Spirito di Dio che la costruisce una e inviata a tutta l umanità. Conoscere l origine della Chiesa e la vita delle prime comunità cristiane.

15 TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sugli elementi fondamentali della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell ambiente in cui vive, riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua, traendone motivo per interrogarsi rispetto al modo in cui lui stesso percepisce e vive tali festività. Riconosce nella Bibbia, libro sacro per ebrei e cristiani, un documento fondamentale della cultura occidentale, distinguendola da altre tipologie di testi, tra cui quelli di altre religioni; identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico, sa farsi accompagnare nell analisi delle pagine a lui più accessibili, per collegarle alla propria esperienza culturale ed esistenziale. Confronta la propria esperienza religiosa con quella di altre persone e distingue la specificità della proposta di salvezza del cristianesimo; identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e cercano di mettere in pratica il suo insegnamento; coglie il valore specifico dei Sacramenti e si interroga sul significato che essi hanno nella vita dei cristiani. CLASSE V GRUPPO 1 - IRC OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE QUINTA Sapere che per la religione cristiana Gesù è il Signore, che rivela all uomo il Regno di Dio con parole e azioni. Descrivere i contenuti principali del credo cattolico. Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della Chiesa cattolica e metterli a confronto con quelli delle altre confessioni cristiane. Individuare nei sacramenti e nelle celebrazioni liturgiche i segni della salvezza di Gesù e l agire dello Spirito Santo nella Chiesa fin dalle sue origini. Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altre grandi religioni. Conoscere la struttura e la composizione della Bibbia. Leggere direttamente pagine bibliche ed evangeliche, riconoscendone il genere letterario e individuandone il messaggio principale. Identificare i principali codici dell iconografia cristiana. Saper attingere informazioni sulla religione cattolica anche nella vita dei santi e in Maria, la madre di Gesù. Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua, a partire dalle narrazioni evangeliche e dalla vita della Chiesa. Riconoscere il valore del silenzio come luogo di incontro con se stessi, con l altro, con Dio. Individuare significative espressioni d arte cristiana (a partire da quelle presenti nel territorio), per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli. Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime, attraverso vocazioni e ministeri differenti, la propria fede e il proprio servizio all uomo. Scoprire la risposta della Bibbia alle domande di senso dell uomo e confrontarla con quella delle principali religioni non cristiane. Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili, anche per un personale progetto di vita. OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CLASSE V A1 Sapere che per la religione cristiana Gesù è il Signore, che rivela all uomo il Regno di Dio con parole e azioni. A2 Descrivere i contenuti principali del credo cattolico. A3 Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della Chiesa cattolica e metterli a confronto con quelli delle altre confessioni cristiane. A4 Individuare nei sacramenti e nelle celebrazioni liturgiche i segni della salvezza di Gesù e l agire dello Spirito Santo nella Chiesa fin dalle sue origini. A5 Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altre grandi religioni. B1 Conoscere la struttura e la composizione della Bibbia. B2 Leggere direttamente pagine bibliche ed evangeliche, riconoscendone il genere letterario e individuandone il messaggio principale. B3 Identificare i principali codici dell iconografia cristiana. B4 Saper attingere informazioni sulla religione cattolica anche nella vita dei santi e in Maria, la madre di Gesù. C1 Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua, a partire dalle narrazioni evangeliche e dalla vita della Chiesa. C2 Riconoscere il valore del silenzio come luogo di incontro con se stessi, con l altro, con Dio. C3 Individuare significative espressioni d arte cristiana (a partire da quelle presenti nel territorio), per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli. C4 Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime, attraverso vocazioni e ministeri differenti, la propria fede e il proprio servizio all uomo. D1 Scoprire la risposta della Bibbia alle domande di senso dell uomo e confrontarla con quella delle principali religioni non cristiane. D2 Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili, anche per un personale progetto di vita.

16 Traguardi da raggiungere L alunno osserva la realtà e riflette sui problemi di giustizia e pace. Classe QUINTA 1) IL MONDO: DIVERSITÀ E DIRITTI Obiettivi di APPRENDIMENTO (rispetto le singole Unità di Lavoro) Conoscenze Abilità Riflessioni tratte da discorsi di Benedetto XVI ai rappresentanti di altre fedi religiose. 2) INCONTRIAMO ALTRE RELIGIONI Conoscere i percorsi di lavoro. Osservare la realtà per cogliere gli elementi di diversità sociale, culturale, religiosa. Confrontare la proposta del Vangelo con la domanda di pace e di giustizia. Comprendere che il dialogo anche fra culture e religioni diverse è indispensabile per costruire la pace e la giustizia. D1-B1 L alunno coglie alcuni tratti comuni alle diverse religioni che esprimono risposte ai grandi perché della vita. Incontri interreligiosi. Il cristianesimo e le grandi religioni: origini e sviluppo. La Bibbia e i testi sacri delle grandi religioni. Le religioni monoteiste (ebraismo, cristianesimo, islam): cenni storici, testo sacro, credenze, feste, luogo di preghiera. Le religioni orientali (induismo e buddismo): cenni storici, testo sacro, credenze, feste, luogo di preghiera. Cogliere in alcune iniziative di dialogo il significato e lo scopo dell ecumenismo. Assumere un atteggiamento di attenzione e ascolto verso la realtà che interroga. Leggere e interpretare i principali segni religiosi espressi dai diversi popoli. Evidenziare la risposta della Bibbia alle domande di senso dell uomo e confrontarla con quella delle principali religioni. Conoscere alcuni aspetti delle religioni monoteiste e confrontarli. Conoscere alcuni aspetti delle religioni orientali. Comprendere il messaggio di pace insito negli incontri interreligiosi.

17 A2 L alunno riconosce nella Chiesa la comunità cristiana che continua l opera di salvezza inaugurata da Cristo. A5 L alunno conosce alcune tappe della storia della comunità dei cristiani. A3-C4 L alunno conosce l organizzazione della Chiesa e ne riconosce la sua missione nel mondo. 3) IL CAMMINO DELLA CHIESA La Chiesa, popolo di Dio nel mondo: avvenimenti, persone e strutture. Il libro degli Atti degli apostoli narra le vicende della Chiesa delle origini. La Chiesa, il suo credo e la sua missione. Il ruolo dei discepoli di Gesù in relazione alla diffusione del Vangelo a tutte le genti (Pietro e Paolo). La vita delle prime comunità cristiane. Il monachesimo. Le Chiese cristiane: aspetti comuni e diversità. 4) LA CHIESA OGGI La Chiesa è comunità dei credenti, animata da un profondo legame di comunione con Dio e dalla consapevolezza della sua identità missionaria. Cogliere nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili per un personale progetto di vita. Riconoscere nei cristiani i testimoni del Comandamento nuovo. Cogliere, attraverso alcune pagine degli Atti degli Apostoli, la vita della Chiesa delle origini. Identificare nell azione della Chiesa l opera dello Spirito di Dio che la costruisce una e inviata a tutta l umanità. Conoscere come è nata la Chiesa. Sapere come si è diffusa la Chiesa. Conoscere lo stile di vita dei primi cristiani. Sapere che i cristiani furono perseguitati. Individuare alcune diversità fra le Chiese cristiane. Evidenziare l apporto che, con la diffusione del Vangelo, la Chiesa ha dato alla società e alla vita di ogni persona. Evidenziare l apporto che, con la diffusione del Vangelo, la Chiesa ha dato alla società e alla vita di ogni persona. Comprendere che il Concilio Vaticano II ha portato il rinnovamento della chiesa. Comprendere il progetto di vita dei cristiani che rispondono a una vocazione.

18 Conoscere l organizzazione della Chiesa. La Chiesa, popolo di Dio nel mondo: avvenimenti, persone e strutture. La ricchezza e la varietà dei doni dello Spirito Santo effusi per il bene di tutti. I doni dello Spirito Santo si manifestano nella diversità delle vocazioni, nella varietà di carismi e di ministeri Rendersi conto che nella comunità ecclesiale c è una varietà di doni che si manifesta in diverse vocazioni e ministeri. Riconoscere i diversi ministeri nella comunità ecclesiale. Comprendere il ruolo attivo cui sono chiamati i bambini nella Chiesa per dare il proprio contributo per un mondo nuovo. 5) I TESTIMONI D2-B4 L alunno conosce la testimonianza di uomini e donne, religiosi e laici che hanno saputo annunciare il Vangelo in modo autentico. I testimoni del Vangelo: Francesco d Assisi, Riconoscere nei santi e nei martiri di Madre Teresa di Calcutta ieri e di oggi progetti riusciti di vita cristiana. Cogliere nella scelta di povertà dei testimoni della fede cristiana. il progetto di vita di autentici cristiani. Comprendere che la scelta di dedizione agli altri di Madre teresa di Calcutta e di San Francesco sono risposte coraggiose al Vangelo al servizio della pace e della giustizia. 6) IL CRISTIANESIMO NELL ARTE B3-C3 L alunno scopre attraverso le diverse forme dell arte i segni cristiani. Segni e simboli del Cristianesimo nell arte. Individuare significative espressioni dell arte cristiana per rilevare come la fede è stata interpretata dagli artisti nel corso dei secoli.

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CURRICOLO RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (Indicazioni per il curricolo, Roma, settembre 2012) L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita

Dettagli

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^

R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ R E L I G I O N E C A T T O L I C A C L A S S E 1 ^ OBIETTIVI FORMATIVI Osservare e scoprire nel mondo i segni di una presenza divina. Riconoscere l importanza delle ricorrenze religiose nella vita degli

Dettagli

3.11. Religione Scuola Primaria

3.11. Religione Scuola Primaria 3.11. Religione. 3.11.1 Scuola Primaria NUCLEO FONDANTE: Dio e l uomo al termine della classe terza al termine della classe quinta L alunno: riconosce Dio come Padre, riflette su Dio Creatore e si approccia

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE - CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore, sui dati fondamentali della vita di Gesù. Individuare i tratti essenziali della

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA - SCUOLA DELL INFANZIA - ISTITUTO COMPRENSIVO I.COCCHI LICCIANA NARDI

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA - SCUOLA DELL INFANZIA - ISTITUTO COMPRENSIVO I.COCCHI LICCIANA NARDI CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA - SCUOLA DELL INFANZIA - ISTITUTO COMPRENSIVO I.COCCHI LICCIANA NARDI per i bambini dell ultimo anno COMPETENZE al termine della SCUOLA DELL INFANZIA OSSERVARE IL

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLI SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLI SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CLASSI PRIMA SECONDA E TERZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA INDICATORI DI COMPETENZA PER

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER LE CLASSI I II III IV - V

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER LE CLASSI I II III IV - V ISTITUTO COMPRENSIVO 4 - CORPORENO CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER LE CLASSI I II III IV - V Anno scolastico 2015 2016 CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE 1^ Anno

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez.

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A. Scuola Primaria Classe 4^ - sez. PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 4^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2016/2017 Classe Prima INDICATORI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE.

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2016/2017 Classe Prima INDICATORI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE. EUROPEE CULTURALE Classe Prima 1. DIO E L UOMO Esprimere stupore per le meraviglie del creato. Scoprire che il creato è dono di Dio da amare e rispettare. 2. LA BIBBIA E LE Identifica le caratteristiche

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Al termine della scuola primaria L alunno: 1.1 Scoprire che la vita, la natura, il. di Gesù: far conoscere il Padre

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Al termine della scuola primaria L alunno: 1.1 Scoprire che la vita, la natura, il. di Gesù: far conoscere il Padre CURRICOLO VERTICALE PER COMPETENZE DISCIPLINARI Scuola Primaria - Religione Cattolica - Classe Prima COMPETENZE CHIAVE EUROPEE: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Profilo

Dettagli

nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione riconoscimento -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio

nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione riconoscimento -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio RELIGIONE CATTOLICA nuclei fondanti indicatori descrittori valutazione classe 1^ -presenza di Dio -aspetti dell ambiente di vita del Figlio di Dio sa riflettere -su Dio Creatore -su Dio Padre sa osservare

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE

CURRICOLO DI RELIGIONE LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI DIO E L UOMO SCUOLA PRIMARIA Classe Prima L alunno/a riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù. Scoprire che per la religione cristiana Dio è

Dettagli

Dagli OSA agli OBIETTIVI FORMATIVI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I

Dagli OSA agli OBIETTIVI FORMATIVI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE I CLASSE I Dio creatore e Padre di tutti gli uomini. Gesù di Nazaret, l Emmanuele Dio con noi. La Chiesa, comunità dei cristiani aperta a tutti i popoli. 1) Scoprire nell ambiente i segni che richiamano

Dettagli

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali.

importanti della Settimana Santa e scoprire la risurrezione come vita nuova. -Conoscere il significato di alcuni simboli pasquali. CLASSI PRIME Dio Creatore e Padre di tutti gli uomini Scoprire nell ambiente i segni che richiamano ai cristiani e a tanti credenti la presenza di Dio Creatore e Padre -Conoscere e farsi conoscere per

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CONOSCENZE (I SAPERI) ABILITA' (SAPER FARE) DIO E L'UOMO DI COMPETENZA

RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CONOSCENZE (I SAPERI) ABILITA' (SAPER FARE) DIO E L'UOMO DI COMPETENZA RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Rflette su Dio Creatore e Padre. Conosce Gesù di Nazaret, L'Emmanuele "Dio con noi". Coglie l'importanza della propria crescita e del vivere insieme nell'accoglienza e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO ISTITUTO COMPRENSIVO SASSOFERRATO CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA elaborato dai docenti di scuola primaria Coordinatore Ins. Laura Montecchiani Classe I creatore e Padre Scoprire che per la religione

Dettagli

RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE: PRIMO BIENNIO CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA - RICONOSCERE CHE PER I CRISTIANI E TANTI CREDENTI IL MONDO E LA VITA SONO DONI DI DIO. - OSSERVARE CON STUPORE E MERAVIGLIA IL MONDO. - SCOPRIRE

Dettagli

80029 SANT ANTIMO (NA) C.M. NAIC8F3004 C.F TEL./FAX E.MAIL

80029 SANT ANTIMO (NA) C.M. NAIC8F3004 C.F TEL./FAX E.MAIL Con l Europa, investiamo nel vostro futuro Via Svizzera,13 80029 SANT ANTIMO (NA) C.M. NAIC8F3004 C.F80101950634 TEL./FAX 081.5054681 E.MAIL: naic8f3004@istruzione.it SITO: www.icsantantimo2.gov.it PROGRAMMAZIONI

Dettagli

I.C. Francesco Cilea via Cilea 269 Roma

I.C. Francesco Cilea via Cilea 269 Roma (al termine della Scuola dell Infanzia) scopre nei racconti del Vangelo la persona e l insegnamento di Gesù, da cui apprende che Dio è Padre di tutti e che la Chiesa è la comunità di uomini e donne unita

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ANNO SCOLASTICO 2013/2014 RELIGIONE CLASSE2^ RELIGIONE CLASSE1^ RELIGIONE CLASSE 1^ SCUOLA PRIMARIA A.1 - Riconoscere che Dio è Creatore dell uomo e dell Universo. A.2 - Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

REL. 1. A 1 Riflettere su Dio Padre e Creatore, intuendo il creato e la vita come doni di Dio

REL. 1. A 1 Riflettere su Dio Padre e Creatore, intuendo il creato e la vita come doni di Dio RELIGIONE: CLASSE PRIMA TRAGUARDI IN USCITA L alunno: - scopre Dio Creatore e Padre; - individua la Bibbia quale libro sacro dei cristiani; - riconosce il significato cristiano del Natale e della Pasqua,

Dettagli

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LAB. SCUOLA PRIMARIA GRUPPO 2: Marina Nazionale Antonia Di Giacinto Maddalena Recchiuti Donatella De Carolis A.Luisa Di Stefano Derna Gramenzi Rosella Polci Lucia Paoletti Teresina Orsatti. RELAZIONE Non

Dettagli

Istituto Comprensivo Narcao. Scuola Primaria. Curricolo. Religione Cattolica

Istituto Comprensivo Narcao. Scuola Primaria. Curricolo. Religione Cattolica Istituto Comprensivo Narcao Scuola Primaria Curricolo Religione Cattolica Scuola Primaria L insegnamento della Religione Cattolica si inserisce nel quadro delle finalità della scuola del ciclo primario.

Dettagli

SEZIONE A: TRAGUARDI FORMATIVI: FINE SCUOLA PRIMARIA

SEZIONE A: TRAGUARDI FORMATIVI: FINE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2010 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L

Dettagli

Le insegnanti: Baldassarre Emilia Breccione Mattucci Giovanna Centrami Leondina De Luca Antonella Fragassi Flavia Marchini Patrizia Pavone Luisa.

Le insegnanti: Baldassarre Emilia Breccione Mattucci Giovanna Centrami Leondina De Luca Antonella Fragassi Flavia Marchini Patrizia Pavone Luisa. LABORATORIO n 1 SCUOLA PRIMARIA SILVI-ATRI-PINETO Le insegnanti: Baldassarre Emilia Breccione Mattucci Giovanna Centrami Leondina De Luca Antonella Fragassi Flavia Marchini Patrizia Pavone Luisa. La presente

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA Revisione Curricolo di Istituto a.s. 2014-2015 Curricolo suddiviso in obiettivi didattici, nuclei tematici e anni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA competenze al termine della classe I Coglie i segni religiosi nel mondo e nell esperienza della festa e del vivere insieme come comunità cristiana. Riflette sugli elementi fondamentali della

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione

RELIGIONE CATTOLICA. Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione Curricolo di base per la classe prima del Primo Ciclo di istruzione Individuare differenze di caratteristiche esteriori, atteggiamenti, pensieri tra compagni di scuola. Dimostrare disponibilità all accoglienza

Dettagli

III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO

III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO III CIRCOLO DIDATTICO DI COLLEGNO PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI CIRCOLO - IRC - ANNO SCOLASTICO 2016/17 CLASSI PRIME Percepire la dimensione del sé, dell altro e della condivisione nello stare insieme Scoprire

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE RELIGIONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE RELIGIONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE RELIGIONE CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. della vita di Gesù e riconosce il significato cristiano del Natale. della

Dettagli

NUCLEI FONDANTI 1 DIO E L UOMO 2 LA BIBBIA E LE FONTI 3 IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 4 I VALORI ETICI E RELIGIOSI

NUCLEI FONDANTI 1 DIO E L UOMO 2 LA BIBBIA E LE FONTI 3 IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 4 I VALORI ETICI E RELIGIOSI DAI TRAGUARDI DELLE COMPETENZE AGLI OBIETTIVI D APPRENDIMENTO -CURRICOLO DI Religione.. - SCUOLA PRIMARIA FONDANTI 1 DIO E L UOMO 2 LA BIBBIA E LE FONTI 3 IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 4 I VALORI ETICI E RELIGIOSI

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA A. MORO E CADUTI FANI DI RACCONIGI.

SCUOLA PRIMARIA A. MORO E CADUTI FANI DI RACCONIGI. DIREZIONE DIDATTICA DI RACCONIGI VIA TON, 3 B RACCONIGI (CN) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA A. MORO E CADUTI FANI DI RACCONIGI. ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Insegnanti: Fileppo

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA

CURRICOLO VERTICALE DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA CURRICOLO VERTICALE DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA Sapere che Dio è Creatore, che Gesù è il Signore che ha rivelato all uomo il nel cristianesimo (ad es. solidarietà, perdono,

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA. L ambiente in cui viviamo. Dal mio nome alle mie potenzialità.

RELIGIONE CATTOLICA. L ambiente in cui viviamo. Dal mio nome alle mie potenzialità. Classe 1^ Scuola Primaria COMPETENZA DI RIFERIMENTO Esprimere stupore per le meraviglie del Creato in quanto opera di Dio. Provare sentimenti di gioia e gratitudine per il dono della vita. Conoscere la

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016

RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Gli Obiettivi di Apprendimento per ogni fascia di età sono articolati in quattro ambiti tematici : Dio e l uomo, con i principali riferimenti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA DI RACCONIGI VIA TON, 3 B RACCONIGI (CN) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA A. MORO E CADUTI FANI DI RACCONIGI. ANNO SCOLASTICO 2008/2009 Insegnanti: Fileppo

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA scuola primaria

RELIGIONE CATTOLICA scuola primaria RELIGIONE CATTOLICA scuola primaria CLASSE PRIMA 1 Unità di Apprendimento: Dio creatore del mondo e dell uomo - Dio e l uomo 1- comprendere che la vita è crescere insieme agli altri 2- comprendere che

Dettagli

Il Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica Il Presidente della Repubblica Visto Vista l articolo 87 della Costituzione; la legge 25 marzo 1985, n. 121, recante ratifica ed esecuzione dell accordo, con protocollo addizionale, firmato a Roma il 18

Dettagli

Scuola Primaria Longhena Bologna

Scuola Primaria Longhena Bologna Scuola Primaria Longhena Bologna PROGRAMMAZIONE ANNUALE IRC A.S.2013/2014 1 CLASSE PRIMA Unità di Apprendimento Obiettivi Formativi Obiettivi Specifici Di Apprendimento Indicatori di Competenza LA CREAZIONE

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LA SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LA SCUOLA PRIMARIA Gruppo di lavoro n. 6: Carletta Doriana Casalena Teresa Cretone Katia Di Battista Maria Rita Di Martino Roberta Lelii Antonella Maccioni Italia Palestro

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE SCUOLA PRIMARIA (scuola secondaria ) TRAGUARDI FORMATIVI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE SCUOLA PRIMARIA (scuola secondaria ) TRAGUARDI FORMATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOAVE SCUOLA PRIMARIA (scuola secondaria ) TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE CLASSE PRIMA/ SCUOLA PRIMARIA -Scoprire che per

Dettagli

CURRICOLO DELLE DISCIPLINE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DELLE DISCIPLINE RELIGIONE CATTOLICA Direzione didattica di Udine 2 Circolo allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO DELLE DISCIPLINE RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA NUCLEI FONDANTI: i valori etici e religiosi - il linguaggio religioso

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE LABORATORIO IRC SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE GRUPPO 5: DI GIOVANNI ELEONORA- MARINI ACETI PAOLA- RIDOLFI GILDA-DI PIETRO CRISTINA-RECCHIUTI MINA-BARBONI ALESSANDRA - MARINI LINDA-CAFORNO/ DE

Dettagli

RELIGIONE. CLASSE PRIMA_Scuola Primaria Competenze Specifiche Abilità Conoscenze

RELIGIONE. CLASSE PRIMA_Scuola Primaria Competenze Specifiche Abilità Conoscenze RELIGIONE CLASSE PRIMA_Scuola Primaria Colori, suoni, profumi, della natura religione cattolica e sa collegarli alle tradizioni ed espressioni culturali dell ambiente in cui vive Identifica l esperienza

Dettagli

DISCIPLINA: Religione Cattolica

DISCIPLINA: Religione Cattolica CLASSE PRIMA DISCIPLINA: Religione Cattolica SCUOLA PRIMARIA COMPETENZE INDICAZIONI SINTETICA DI TEMI (CONTENUTI) O ARGOMENTI TRATTATI 1. Individuare ed esplicitare le domande di senso comuni agli uomini.

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI Religione

COMPETENZE DISCIPLINARI Religione COMPETENZE DISCIPLINARI Religione AL TERMINE DEL PRIMO BIENNIO RELIGIONE COMPETENZA ABILITA L alunno è in grado di CONOSCENZE L alunno conosce Esperienze di vita - Universalità/molteplicità del fatto religioso

Dettagli

Scoprire nell ambiente i segni che richiamano ai cristiani e ai tanti credenti la presenza di Dio Padre e Creatore.

Scoprire nell ambiente i segni che richiamano ai cristiani e ai tanti credenti la presenza di Dio Padre e Creatore. PROGETTAZIONI ANNUALI I.R.C. CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO GENERALI E SPECIFICI CONTENUTI-ABILITA COMPETENZE IN USCITA Osservare con stupore e meraviglia il mondo. Scoprire che per i cristiani

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA. religione

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA. religione CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA religione Competenza-chiave europea - Raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio del 18/12/2006 COMUNICAZIONE NELLA LINGUA MADRE-IMPARARE AD IMPARARE- COMPETENZE SOCIALI

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA 1: LA BIBBIA

UNITÀ DIDATTICA 1: LA BIBBIA UNITÀ DIDATTICA 1: LA BIBBIA - La Bibbia e l uomo - Ascoltare, leggere Bibbia; L alunno sa riconoscere la Bibbia quale fonte bibliche fondamentali tra cui le vicende e la figure principali del popolo d

Dettagli

CLASSE I ATTIVITA E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE

CLASSE I ATTIVITA E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE CLASSE I Unità di Apprendimento 1 LA BELLEZZA DEL CREATO TRAGUARDI PER COMPETENZE OBIETTIVO DI APPRENDIMENTO ATTIVITA E SOLUZIONI ORGANIZZATIVE METODOLOGIE MODALITA DI VERIFICA L alunno riflette su Dio

Dettagli

1. Traguardi per lo sviluppo delle competenze

1. Traguardi per lo sviluppo delle competenze Scuola primaria Paritaria Casa Famiglia Disciplina: Religione Cattolica Scuola Primaria Paritaria Cattolica Anno Scolastico 2016-2017 Classe prima elementare Insegnante: Kifuvwe Kangabuka Suor Brigitte

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LA SCUOLA PRIMARIA PROGETTAZIONE DIDATTICA ANNUALE PER LA SCUOLA PRIMARIA Gruppo di lavoro n. 6: Carletta Doriana Casalena Teresa Cretone Katia Di Battista Maria Rita Di Martino Roberta Lelii Antonella Maccioni Italia Palestro

Dettagli

RELIGIONE. Competenze e obiettivi termine classe QUINTA Scuola Primaria

RELIGIONE. Competenze e obiettivi termine classe QUINTA Scuola Primaria RELIGIONE Competenze e obiettivi termine classe QUINTA Scuola Primaria Traguardi per lo sviluppo delle Competenze e Obiettivi di Apprendimento (O.A.) dell insegnamento della religione cattolica per il

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe prima della scuola primaria CURRICOLO DI I.R.C. al termine della classe seconda della scuola primaria

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSE PRIMA Comprendere che la vita, la natura, sono dono di Dio. Conoscere l ambiente in cui è vissuto Gesù. Riconoscere la Chiesa come famiglia di Dio. Ascoltare alcune pagine bibliche dell Antico testamento

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE

CURRICOLO DI RELIGIONE ISTITUTO COMPRENSIVO Lorenzo Lotto CURRICOLO DI RELIGIONE elaborato dai docenti di scuola primaria F. Conti e Mestica a.s. 2013/14 coordinatore Ins. Campana Anna Maria CLASSE PRIMA DIO E L UOMO Dio creatore

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: RELIGIONE CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: RELIGIONE CLASSE PRIMA Integrazioni alle Indicazioni nazionali relative all insegnamento della Religione cattolica (DPR 11 febbraio 2010) SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: RELIGIONE CLASSE PRIMA Raccordi disciplinari:

Dettagli

RELIGIONE. RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE - CLASSI PRIME Scuola Primaria

RELIGIONE. RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE - CLASSI PRIME Scuola Primaria RELIGIONE Premessa L insegnamento della Religione cattolica fa sì che gli alunni riflettano e sì interroghino sul senso della loro esperienza per elaborare ed esprimere un progetto di vita, che si integri

Dettagli

RELIGIONE - CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

RELIGIONE - CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE ISTITUTO MARIA CONSOLATRICE SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO VERTICALE DI IRC a.s 2014-2015 RELIGIONE - CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA L'alunno riflette su Dio Creatore e Padre,sui dati fondamentali della vita

Dettagli

RELIGIONE: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE

RELIGIONE: TERZO BIENNIO. classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE RELIGIONE: TERZO BIENNIO classe V scuola primaria e classe I scuola secondaria COMPETENZE ABILITA CONOSCENZE Riconoscere che il rapporto con Dio è esperienza fondamentale nella vita di molte persone, individuare

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE (Al termine della Scuola dell Infanzia) COMPETENZE ( 1 ) /ESPERIENZE - Comprendere

Dettagli

INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SAPERI FONDANTI INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA Concetti Conoscenze Strumenti cognitivi/abilità La dimensione religiosa dell essere umano nei suoi risvolti personali

Dettagli

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA A.S. 2016/2017

PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA A.S. 2016/2017 PROGRAMMAZIONE CLASSE PRIMA A.S. 2016/2017 COMPETENZA CHIAVE EUROPEA COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE RELIGIONE CATTOLICA 1 BIMESTRE SETTEMBRE OTTOBRE NOVEMBRE NUCLEI FONDANTI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE

Dettagli

U.d.A. RELIGIONE CATTOLICA

U.d.A. RELIGIONE CATTOLICA U.d.A. 1, 2, 3, 4, 5, CLASSE PRIMARIA "G. Calò" - "Marinaio d'italia" A. sc. 2016/2017 Le insegnanti: Blasi Giovanna Rebecca Cagnazzo Luigina Lamendola Anna Rita AMICO MONDO CLASSI PRIMA PRIMARIA Ottobre

Dettagli

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO DI RELIGIONE CATTOLICA LA COMPETENZA IN RELIGIONE CATTOLICA al termine del primo ciclo di istruzione Le competenze elencate nei diversi gradi di scuola conducono gradualmente all acquisizione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RUSSO-RACITI Via Tindari, 52 90135 Palermo PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO RUSSO-RACITI Via Tindari, 52 90135 Palermo PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO RUSSO-RACITI Via Tindari, 52 90135 Palermo PROGRAMMAZIONE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Premessa L insegnamento della Religione Cattolica non si può ridurre ad una

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Il bambino: scopre nei racconti del Vangelo la persona e l

Dettagli

1/5. Disciplina Religione Cattolica Classe SECONDA

1/5. Disciplina Religione Cattolica Classe SECONDA Disciplina Religione Cattolica Classe SECONDA PROGRAMMAZIONE DI CLASSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI FORMATIVI CONTENUTI Dio e l uomo Scoprire che per la religione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA Anno scolastico

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA Anno scolastico FINALITÀ EDUCATIVE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.C.S. CARDARELLI - MASSAUA Via Scrosati, 4 Via Massaua, 5-20146 Milano Centralino 02.884.41534 - Fax 02.884.41537 - Didattica

Dettagli

CLASSE QUINTA. 1^ Unità di apprendimento: Apostoli in viaggio. Attività Verifiche Valutazione. Conoscenze ( Contenuti)

CLASSE QUINTA. 1^ Unità di apprendimento: Apostoli in viaggio. Attività Verifiche Valutazione. Conoscenze ( Contenuti) CLASSE QUINTA 1^ Unità di apprendimento: Apostoli in viaggio 1a Identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e si 1b L alunno si confronta con l esperienza religiosa e del Cristianesimo

Dettagli

Intesa tra Ministero dell Istruzione e Conferenza Episcopale Italiana circa gli Obiettivi specifici di apprendimento dell IRC

Intesa tra Ministero dell Istruzione e Conferenza Episcopale Italiana circa gli Obiettivi specifici di apprendimento dell IRC Intesa tra Ministero dell Istruzione e Conferenza Episcopale Italiana circa gli Obiettivi specifici di apprendimento dell IRC Il Card. Camillo Ruini, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BRISIGHELLA A.S. 2016/2017 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA INTRODUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO BRISIGHELLA A.S. 2016/2017 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA INTRODUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO BRISIGHELLA A.S. 2016/2017 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA INTRODUZIONE L insegnamento della Religione Cattolica non si può ridurre ad una semplice

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BRISIGHELLA A.S. 2017/2018 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA INTRODUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO BRISIGHELLA A.S. 2017/2018 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA INTRODUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO BRISIGHELLA A.S. 2017/2018 PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA PER LA SCUOLA PRIMARIA INTRODUZIONE L insegnamento della Religione Cattolica non si può ridurre ad una semplice

Dettagli

NUCLEI TEMATICI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Dio e l uomo Scoprire che per la religione cristiana Dio è il Creatore e Padre

NUCLEI TEMATICI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO Dio e l uomo Scoprire che per la religione cristiana Dio è il Creatore e Padre Progettazione annuale IRC scuola primaria ins. Ornella Precoma Classe 1^ TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Riflette su Dio Creatore e Padre Riconosce che la Bibbia è il libro sacro dei cristiani

Dettagli

Religione - classe I Scuola Primaria

Religione - classe I Scuola Primaria Religione - classe I Scuola Primaria Il linguaggio religioso I valori etici e religiosi Obiettivi di apprendimento I 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre. 2. Conoscere Gesù

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE:

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: RELIGIONE CATTOLICA CHIAVE: comunicazione nella madrelingua, competenze sociali e civiche, consapevolezza ed espressione culturale Traguardi delle competenze L alunno: Comprende che il mondo è opera di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1. Piano di Studio di Istituto RELIGIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1. Piano di Studio di Istituto RELIGIONE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto RELIGIONE CURRICOLO DI BASE di Religione Cattolica per il primo biennio del Primo Ciclo di istruzione Competenza Abilità Conoscenze Individuare l

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CIVATE PROGRAMMAZIONE DI SCUOLA PRIMARIA DI RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CIVATE PROGRAMMAZIONE DI SCUOLA PRIMARIA DI RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CIVATE PROGRAMMAZIONE DI SCUOLA PRIMARIA DI RELIGIONE CATTOLICA - CLASSE PRIMA INDICATORE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI SPECIFICI Comprendere che la vita, la natura,

Dettagli

La scuola attribuisce grande importanza alla centralità dell alunno in costante evoluzione, dalla scuola dell infanzia al primo ciclo di istruzione.

La scuola attribuisce grande importanza alla centralità dell alunno in costante evoluzione, dalla scuola dell infanzia al primo ciclo di istruzione. La scuola attribuisce grande importanza alla centralità dell alunno in costante evoluzione, dalla scuola dell infanzia al primo ciclo di istruzione. In questo contesto la dimensione religiosa svolge un

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE:

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: comunicazione nella madrelingua, competenze sociali e civiche, consapevolezza ed espressione culturale Traguardi delle competenze L alunno: Sa che il ha le sue radici

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SONDRIO-CENTRO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER COMPETENZE DI RELIGIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO SONDRIO-CENTRO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER COMPETENZE DI RELIGIONE ISTITUTO COMPRENSIVO SONDRIO-CENTRO SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO PER COMPETENZE DI RELIGIONE Questo curricolo fa riferimento alle Nuove Indicazioni Ministeriali per l insegnamento della Religione cattolica

Dettagli

1/7. Disciplina Religione Cattolica Classe QUINTA

1/7. Disciplina Religione Cattolica Classe QUINTA Disciplina Religione Cattolica Classe QUINTA PROGRAMMAZIONE DI CLASSE PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO OBIETTIVI FORMATIVI CONTENUTI Dio e l uomo Descrivere i contenuti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: sa che

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA allegato 2D al POF

CURRICOLO VERTICALE DI RELIGIONE CATTOLICA allegato 2D al POF Istituto Comprensivo di Tolmezzo Via C. Battisti, 10 33028 TOLMEZZO (UD) Tel. 0433/487311 Fax 0433/487350 Cod.mecc.: udic85400c E-mail: udic85400c@istruzione.it Web: http://www.ictolmezzo.it CURRICOLO

Dettagli

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSE: PRIMA. ABILITÀ L'alunno sa

DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSE: PRIMA. ABILITÀ L'alunno sa DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSE: PRIMA I VALORI ETICI E RELIGIOSI IL LINGUAGGIO RELIGIOSO DIO E L'UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE : l'alunno si apre alle esperienze del vivere insieme nelle

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE

RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE: COMUNICAZIONE NELLA MADRELINGUA, COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE Traguardi delle competenze L alunno: Riconosce che la Bibbia

Dettagli

NUOVI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE I.R.C ANNO SCOLASTICO 2013\2014

NUOVI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE I.R.C ANNO SCOLASTICO 2013\2014 NUOVI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE I.R.C ANNO SCOLASTICO 2013\2014 I.C. Pontoglio Scuola Primaria Settembre 2013 Pagina 1 di 18 I.C. Pontoglio Scuola Primaria Settembre 2013 Pagina 2 di 18

Dettagli

IL CURRICOLO DI SCUOLA INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA

IL CURRICOLO DI SCUOLA INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA IL CURRICOLO DI SCUOLA INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA DELL INFANZIA - INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA (IRC) SCUOLA PRIMARIA - INSEGNAMENTO RELIGIONE CATTOLICA (IRC) SCUOLA SECONDARIA I

Dettagli

PIANI DI STUDIO DI INTERISTITUTO ALA - AVIO RELIGIONE CATTOLICA

PIANI DI STUDIO DI INTERISTITUTO ALA - AVIO RELIGIONE CATTOLICA PIANI DI STUDIO DI INTERISTITUTO ALA - AVIO Area di apprendimento RELIGIONE CATTOLICA Anno scolastico 2012-2013 PREMESSA L insegnamento della Religione Cattolica rispetto al profilo dello studente al termine

Dettagli

LAUDATO SI I.R.C (Insegnamento della Religione Cattolica)

LAUDATO SI I.R.C (Insegnamento della Religione Cattolica) Scuola dell Infanzia ASILO INFANTILE DI CARITA MILENA E DONATO GREPPI Ente morale costituito nel 1895 20010 ARLUNO (Mi) - Via Marconi, 36 Telef. 02-9017091 02-42107488 LAUDATO SI I.R.C (Insegnamento della

Dettagli

IL DONO.. AMICI COLORI A SCUOLA I.R.C (Insegnamento della Religione Cattolica)

IL DONO.. AMICI COLORI A SCUOLA I.R.C (Insegnamento della Religione Cattolica) Scuola dell Infanzia ASILO INFANTILE DI CARITA MILENA E DONATO GREPPI Ente morale costituito nel 1895 20010 ARLUNO (Mi) - Via Marconi, 36 Telef. 02-9017091 02-42107488 IL DONO.. AMICI COLORI A SCUOLA I.R.C

Dettagli

PIANI DI STUDIO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO

PIANI DI STUDIO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO PIANI DI STUDIO DI RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO MEZZOLOMBARDO Competenze a fine Primo Ciclo Conoscenze e abilità dei quattro bienni Traguardi di sviluppo delle competenze a fine bienni (sperimentale)

Dettagli

Conoscere Gesù di Nazareth e riconoscere che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell amore di Dio e del prossimo, come insegnato da Gesù.

Conoscere Gesù di Nazareth e riconoscere che la morale cristiana si fonda sul comandamento dell amore di Dio e del prossimo, come insegnato da Gesù. CLASSE PRIMA DISCIPLINA RELIGIONE COMPETENZA EUROPEA Lo studente, al termine della classe prima, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola, lo studio personale e le esperienze educative, rispetta

Dettagli

5 ISTITUTO COMPRENSIVO DONATELLO - PADOVA PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE - PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

5 ISTITUTO COMPRENSIVO DONATELLO - PADOVA PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE - PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA CLASSE: PRIMA Riconoscere nelle bellezze della natura i segni dell'amore di Dio creatore e Padre. Conoscere l'ambiente naturale e sociale in cui Gesù è vissuto. Cogliere i segni cristiani della Pasqua.

Dettagli

PROGRAMMAZIONI ANNUALI DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONI ANNUALI DI RELIGIONE CATTOLICA PeP 305 rev 5 del 31/10/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SIDOLI PROGRAMMAZIONI ANNUALI DI RELIGIONE RELIGIONE CLASSE PRIMA I. CONOSCERE DOCUMENTI E CONTENUTI DELLA RELIGIONE II. RICONOSCERE, APPREZZARE I

Dettagli

Curricolo di religione

Curricolo di religione Curricolo di religione Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado a) L alunno è aperto alla sincera ricerca della verità e sa interrogarsi sul trascendente

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria Programmazione Didattica Scuola Primaria Istitituti Comprensivi 15 e 17 di Bologna a.s. 2015-2016 Ins. Cice Maria Rosa LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Riferimenti alla normativa vigente ( DPR 11/02/2010;

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola dell'infanzia

Programmazione Didattica Scuola dell'infanzia Programmazione Didattica Scuola dell'infanzia Istitituti Comprensivi 15 e 17 di Bologna a.s. 2015-2016 Ins. Cice Maria Rosa Le attività in ordine all insegnamento della Religione Cattolica, per coloro

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO Programmazione Religione Cattolica Classe Prima Temi e contenuti Livello 1 Livello2 Livello 3

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO Programmazione Religione Cattolica Classe Prima Temi e contenuti Livello 1 Livello2 Livello 3 SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO Programmazione Religione Cattolica Classe Prima Temi e contenuti Livello 1 Livello2 Livello 3 Dio è Creatore e Padre. 1. Il mondo intorno a me: un dono da rispettare;

Dettagli

RELIGIONE PREMESSA. Scuola primaria

RELIGIONE PREMESSA. Scuola primaria RELIGIONE Profilo giuridico della disciplina L insegnamento della religione cattolica si colloca nel quadro delle finalità della scuola. Esso è assicurato secondo le motivazioni e modalità enunciate all

Dettagli