IL VALORE DEL CICLO DI VITA DEL CLIENTE?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL VALORE DEL CICLO DI VITA DEL CLIENTE?"

Transcript

1 Estratto del documento 2013 Customer Experience Management Guide CHE COS'È IL VALORE DEL CICLO DI VITA DEL CLIENTE? Di: Laura Bassett, Director of Marketing, Customer Experience and Emerging Technologies, Avaya Il valore del ciclo di vita del cliente (CLV, Customer Lifetime Value) può essere considerato sia un concetto che un'unità di misura. L'aspetto fondamentale del CLV riguarda l'ottimizzazione di tutte le interazioni e le conversazioni per creare una relazione improntata al coinvolgimento e mirata a raggiungere fidelizzazione dei clienti, acquisti ripetuti, sostegno del marchio da parte dei clienti, riduzione dei costi di supporto ed eventualmente anche la possibilità di applicare premi sul prezzo. Il valore di un cliente nel corso di un'intera relazione commerciale può essere misurato con una semplice formula (vedere la Figura 2.1). Come avviene per tutte le formule matematiche, se si cambiano i valori dell'equazione cambierà anche il risultato. Pertanto, l'aumento dei ricavi generati da un cliente o l'estensione della lunghezza della relazione aumenteranno il CLV. Lo stesso avviene in caso di riduzione dei costi di supporto e acquisizione. Perché il CLV è importante Il miglioramento dell'esperienza del cliente giova all'azienda sia in termini di aumento del CLV e della quota di portafoglio che in termini di operazioni interne. Secondo quanto afferma Forrester nel Figure 2.1: Calcolo del CLV aumento dei ricavi generati da un cliente costi di supporto durata media del rapporto costi di supporto valore del ciclo di vita del cliente Fonte: ricerca interna Avaya.

2 white paper "Delivering a Superior Customer Figure 2.2: CLV e percorso del cliente Experience" del 2012, le aziende che hanno investito nel miglioramento dell'esperienza del cliente registrano un aumento della capacità di Acquisizione collaborare internamente, una Ricerca, Selezione, Acquisto, riduzione dei costi operativi, una maggiore produttività del personale a contatto con il pubblico e una migliore agilità aziendale. Le leve principali del CLV sono efficienza, crescita e profitti, che si allineano con le diverse prospettive dei clienti e delle aziende (vedere la Figura 2.2.) Il miglioramento dell'efficienza richiede una concentrazione sui processi, i sistemi e le risorse interne ed è influenzato dall'acquisizione dei clienti e dai costi di supporto. Dall'altra parte, il miglioramento della crescita e del fatturato richiede attenzione ai clienti ed è influenzato dalla fidelizzazione, dalla lealtà e dal sostegno del marchio dimostrati dai clienti stessi. È essenziale comprendere come influenzare le leve del CLV durante il percorso che i clienti intraprendono con l'organizzazione. Sostegno Promozione /Critiche Acquisizione. La fase di acquisizione incorpora la ricerca, la selezione e l'acquisto nel percorso del cliente. L'acquisizione di clienti comporta costi quali vendite, marketing, campioni o versioni di valutazione gratuite, materiali per le vendite e promozioni. Le organizzazioni devono essere in grado non solo di comprendere quali sono gli effettivi costi di acquisizione, ma anche di misurarne il ROI. In altre parole, l'organizzazione deve incoraggiare i potenziali clienti a prendere una decisione sull'acquisto. Questo potrebbe comportare l'inserimento di funzionalità di chat Web o video su un sito Internet, la disponibilità a rispondere a domande su un prodotto o persino a condurre una dimostrazione interattiva online. I prodotti e i servizi devono essere Valore del ciclo di vita del cliente Fedeltà Rinnovo Il "viaggio" del cliente Fidelizzazione Rinnovo Supporto Inserimento, Supporto Use e Seek Fonte: ricerca interna Avaya. consegnati entro i tempi previsti per garantire che le aspettative dei clienti siano soddisfatte. A questo scopo, le aziende possono offrire spedizioni rintracciabili o messaggi proattivi che notificano i clienti dell'avvenuta spedizione di un pacco o un servizio. In altre parole, l'organizzazione deve diventare estremamente efficiente nell'acquisizione di nuovi clienti. L'acquisizione conduce al supporto. La fase di supporto comprende l'orientamento iniziale, l'utilizzo dei prodotti e il relativo supporto. I clienti hanno bisogno di assistenza per i prodotti acquistati, inizialmente per la configurazione iniziale o il supporto tecnico e successivamente per l'utilizzo e la manutenzione. Tutto questo richiede risorse di supporto. Inoltre, le organizzazioni potrebbero avviare attività di promozione o di sviluppo ed ampliamento dei contatti e delle relazioni. Tali attività comportano costi per l'azienda.

3 Il valore azionario delle aziende ai primi 10 posti del Customer Experience Index di Forrester Research è aumentato del 22,5% tra il 2006 e il Nello stesso periodo di tempo, il valore delle aziende dell'indice S&P 500 è sceso dell'1,3%. Questa fase critica del percorso del cliente ha un impatto enorme sul valore finale del cliente per l'organizzazione, in quanto crea il potenziale per la crescita in base al livello di prestazioni dell'azienda. Nello specifico, l'orientamento iniziale dei clienti durante la fase di supporto rappresenta molte potenziali opportunità e insidie per l'azienda: 1. In questa prima fase, il numero di interazioni dell'azienda con il cliente è fino a sette volte più elevato che in quelle successive di supporto. 2. La possibilità che i clienti accettino prodotti e offerte complementari è cinque volte superiore in questa prima fase che in quelle successive. 3. La probabilità per le azienda di trattenere il cliente in questa fase è superiore del 30-50%. 4. Durante l'orientamento iniziale, il tasso di defezione dei clienti è del 5-10%. Il supporto garantisce la fidelizzazione. La fase di fidelizzazione si riferisce alla spesa del cliente lungo un certo periodo di tempo. Ad esempio, i clienti di una palestra solitamente sottoscrivono un abbonamento annuale. Maggiore è il numero di clienti che rinnovano l'abbonamento di anno in anno, più alta è la fidelizzazione. Solitamente non viene tenuto conto del fatto che il cliente utilizzi o meno le strutture. Tuttavia, quando un cliente annulla o non rinnova un abbonamento, è evidente che il processo di fidelizzazione non è riuscito. Alti valori di fidelizzazione comportano un rapporto di lunga durata con il cliente e un CLV più elevato. Pertanto, è fondamentale che le aziende diventino esperte nel fornire prodotti e servizi che i clienti apprezzano e desiderano continuare a utilizzare. La fidelizzazione porta alla fedeltà. La fase di fedeltà si riferisce all'interazione continuativa del cliente con l'azienda.

4 Sebbene sia simile alla fidelizzazione, la fedeltà non riguarda la durata del rapporto. Si riferisce invece alle abitudini di acquisto e alle attività del cliente nel corso della relazione. Ad esempio, mentre un cliente potrebbe rinnovare un contratto automaticamente ogni anno, un altro potrebbe cercare delle alternative e insistere per ottenere uno sconto. I clienti più fedeli potrebbero acquistare ulteriori servizi a valore aggiunto, mentre un cliente meno fedele potrebbe rivolgersi altrove per ottenere gli stessi servizi. Il raggiungimento di un CLV più elevato dipende dall'abilità dell'organizzazione di costruire relazioni sostenibili e di valore con i propri clienti. La fedeltà porta al sostegno del marchio. La fase di sostegno indica il fatto che un cliente parlerà bene dell'azienda ad altri, influenzandoli quindi a instaurare un rapporto commerciale con l'azienda. Il passaparola è uno dei modi tipici in cui viene espresso il sostegno: i clienti condividono regolarmente le proprie esperienze relative ad aziende e marchi con amici, vicini di casa, colleghi, familiari e anche con persone sconosciute. Questa interazione avviene spesso faccia a faccia, tuttavia si riscontra sempre più frequentemente anche online, ad esempio in forum dei clienti o nei social media. Il sostegno ha un impatto diretto sul Net Promoter Score di un'organizzazione: i commenti positivi di un cliente possono influenzare una terza persona a diventare un nuovo cliente, i commenti negativi possono sortire l'effetto opposto. Le fasi che accompagnano il processo di fidelizzazione del cliente verso il marchio sono, inizialmente, la promozione/o il rifiuto e poi la riconferma/o il recupero della relazione. Dopo aver acquisito e supportato un nuovo cliente, l'attenzione si sposta su come coltivare la fidelizzazione, la fedeltà e il sostegno. Mentre le altre fasi del percorso del cliente sono legate all'efficienza, queste ultime fasi sono legate alla crescita e al fatturato. L'aumento dei tassi di conversione, del valore medio degli ordini,

5 Il CLV è un ciclo che non si basa esclusivamente sulla soddisfazione dei clienti: quando i clienti diventano sostenitori del marchio, i loro commenti possono generare nuovi clienti a costi bassi, riavviando così il ciclo. del cross-selling e dell'up-selling sono tattiche comunemente impiegate in queste fasi. Il CLV comporta molto di più dell'aumento dei profitti: riguarda l'ottimizzazione della redditività dei clienti nel periodo più lungo possibile. In altre parole, trattenere i clienti il più a lungo possibile e ridurre gli sconvolgimenti alla base. Il miglioramento dell'efficienza e la riduzione dei costi durante le fasi di acquisizione e supporto, unite all'aumento del fatturato e alla crescita durante la fasi di fidelizzazione, fedeltà e sostegno sono in grado di aumentare il valore del ciclo di vita della relazione con il cliente. Si tratta di un ciclo che non fa affidamento solo sulla soddisfazione del cliente: quando i clienti diventano sostenitori del marchio, i loro commenti possono generare nuovi clienti a costi bassi, riavviando così il ciclo. Nel 2011, Forrester Research ha condotto uno studio in cui ha messo a confronto le prime 10 aziende del proprio Customer Experience Index con l'indice S&P 500 per un periodo di cinque anni. I risultati sono stupefacenti: mentre le aziende dell'indice S&P 500 hanno perso l'1,3% del proprio valore azionario in tale periodo di tempo, le prime 10 aziende del Customer Experience Index hanno conseguito un aumento del 22,5%. Sebbene la formula per il calcolo del CLV sia basata sui numeri, il fattore più importante è meno tangibile: si tratta dell'esperienza del cliente, che, se gestita in modo efficace e trattata con la dovuta importanza, ha un impatto positivo sul CLV. Laura Bassett ha oltre vent'anni di esperienza nella consulenza, nello sviluppo e nella distribuzione di applicazioni. Laura è responsabile di tutti gli aspetti del marketing relativo alla gestione dell'esperienza del cliente, tra cui pianificazione e strategia aziendale, analisi di mercato, marketing dei prodotti, agevolazione e coinvolgimento nei processi di vendita. Inoltre, ha avviato il programma Market Driven Innovation Model and Early Adopter di Avaya, per supportare le iniziative aziendali volte ad accelerare la commercializzazione dell'innovazione.

perché è importante? Cos'è l'esperienza clienti e Di: Brett Shockley, Senior Vice President e CTO, Avaya

perché è importante? Cos'è l'esperienza clienti e Di: Brett Shockley, Senior Vice President e CTO, Avaya Cos'è l'esperienza clienti e perché è importante? Di: Brett Shockley, Senior Vice President e CTO, Avaya vaya definisce il Customer Experience Management (CEM) Acome la disciplina con cui si gestiscono

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

VIII. Il valore del cliente

VIII. Il valore del cliente Presentazione XIII Prefazione XV Come è organizzato il libro XVII Ringraziamenti XIX Capitolo 1 Introduzione 1 Customer Lifetime Value 4 Allineare le strategie di gestione del cliente con il CLV 9 Capitolo

Dettagli

La gestione del cliente in un ottica di marketing

La gestione del cliente in un ottica di marketing La gestione del cliente in un ottica di marketing La soddisfazione del cliente Intuitivamente semplice, ma implica un esatta definizione dei parametri misurabili, in base ai quali un cliente si può definire

Dettagli

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media

Capitolo 2 Comprendere le relazioni. UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media Capitolo 2 Comprendere le relazioni UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media IL CONCETTO DI RELAZIONE Le implementazioni di CRM sono concepite nell ottica

Dettagli

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT I risultati dell'osservatorio sul Marketing B2B realizzato da CRIBIS D&B con la collaborazione di AISM. ACQUISIZIONE DI NUOVI CLIENTI E CANALE DIGITALE: LA SFIDA DEL MARKETING B2B E' IL CUSTOMER ENGAGEMENT

Dettagli

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini

STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini STRATEGIE PER LA CRESCITA PROFITTEVOLE Gestire le vendite e il servizio per sostenere prezzi e margini Vicenza, 5 marzo 2013 Relatore: FABIO VENTURI Consulente di direzione e formatore. Testimonianza:

Dettagli

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti

Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti Customer Relationship Management (Gestione Rapporto con i Clienti): cos'è e cosa può fare per aumentare la fedeltà dei Clienti I profondi e rapidi cambiamenti che in questi anni si sono manifestati in

Dettagli

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE

CRM E GESTIONE DEL CLIENTE CRM E GESTIONE DEL CLIENTE La concorrenza è così forte che la sola fonte di vantaggio competitivo risiede nella creazione di un valore superiore per i clienti, attraverso un investimento elevato di risorse

Dettagli

Relationship. Customer. Management. Che cos'è CRM? CRM non è un prodotto o un servizio. Tanto meno è un applicativo software.

Relationship. Customer. Management. Che cos'è CRM? CRM non è un prodotto o un servizio. Tanto meno è un applicativo software. Customer Relationship Management Che cos'è CRM? CRM non è un prodotto o un servizio. Tanto meno è un applicativo software. 2 CRM è una strategia competitiva,, basata sulla capacità di mantenersi costantemente

Dettagli

Customer Loyalty nell ecommerce

Customer Loyalty nell ecommerce Customer Loyalty nell ecommerce Come fidelizzare la clientela e incentivare gli acquisti Premessa Molto spesso quanto ci si occupa di ecommerce (o di vendita in un senso più ampio) si tende a concentrare

Dettagli

CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE. Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo

CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE. Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo CORSO DI MARKETING PROGREDITO MARKETING METRICS II PARTE Prof. Giancarlo Ferrero Università di Urbino Carlo Bo 1 La marketing scorecard Elementi da stimare ex ante e misurare ex post (esempi) Prospettiva

Dettagli

29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata

29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata 29/01/2015 - Camera di Commercio Macerata Cos è? Il Customer Relationship Management (CRM) è una strategia per la gestione di tutte le interazioni che hanno luogo con i clienti potenziali ed esistenti.

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Il marketing dei servizi. Costruire relazioni con i clienti: il marketing relazionale

Il marketing dei servizi. Costruire relazioni con i clienti: il marketing relazionale Il marketing dei servizi Costruire relazioni con i clienti: il marketing relazionale Evoluzione delle relazioni e OBIETTIVI del mkg relazionale L evoluzione delle relazioni con la clientela Clienti come

Dettagli

Il caso Vesta Automation: Anche la user experience diventa integrata

Il caso Vesta Automation: Anche la user experience diventa integrata Il caso Vesta Automation: Anche la user experience diventa integrata CADENAS SOLUTION FORUM 2016 Bologna 21 Aprile 2016 www.vesta.it www.workup.it IL GRUPPO VESTA 1980 1984 2014 SYSTEM INTEGRATOR IL CLIENTE

Dettagli

Il Modello di Orientamento Commerciale

Il Modello di Orientamento Commerciale Il Modello di Orientamento Commerciale Un importante strumento di indirizzo strategico che, classificando clienti e prospect in base alle loro potenzialità di sviluppo, supporta azioni mirate su segmenti

Dettagli

Capitolo 1. Il marketing: costruire una relazione profittevole con il cliente. Capitolo 1- slide 1

Capitolo 1. Il marketing: costruire una relazione profittevole con il cliente. Capitolo 1- slide 1 Capitolo 1 Il marketing: costruire una relazione profittevole con il cliente Capitolo 1- slide 1 Obiettivi di apprendimento Che cos è il marketing? Comprendere il mercato e i bisogni del consumatore Obiettivi

Dettagli

CRM Downsizing Program

CRM Downsizing Program Azzerare i costi inutili del CRM e massimizzare il valore di quanto già realizzato S empre, e in special modo durante periodi di crisi, risulta vitale in azienda individuare tutte le potenziali fonti di

Dettagli

Risorse, capacità e competenze per fare impresa

Risorse, capacità e competenze per fare impresa Risorse, capacità e competenze per fare impresa Renato Fiocca Parma - 21 marzo 2014 Gli argomenti di oggi: Le relazioni impresa-mercato e la centralità del cliente Individuare e generare valore per il

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

Misurare e monitorare la relazione coi clienti e la loro soddisfazione post-acquisto. Stefano Lena VP Sales @ContactLab

Misurare e monitorare la relazione coi clienti e la loro soddisfazione post-acquisto. Stefano Lena VP Sales @ContactLab Misurare e monitorare la relazione coi clienti e la loro soddisfazione post-acquisto Stefano Lena VP Sales @ContactLab PIONIERI DEL DIGITALE Dal 1998 leader di mercato nel campo del digital direct marketing

Dettagli

I valori del servizio al cliente

I valori del servizio al cliente Modelli di servizio per un mercato in evoluzione Enea Dallaglio Milano, 18 novembre 2009 La mobilità è il fatto nuovo del mercato La mobilità dei clienti è in rapida crescita dei clienti Mobilità degli

Dettagli

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti

CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti CRM - Nuova visione organizzativa per eccellere nella soddisfazione dei clienti Cos è il CRM Customer Relationship Management Che cos è un cliente? In quanti modi definire il CRM? I vantaggi di CRM. Il

Dettagli

Strategie su misura per la tua azienda

Strategie su misura per la tua azienda Strategie su misura per la tua azienda www.topfiidelity.it www.topfidelity.it LA FIDELIZZAZIONE Uno degli obiettivi che ogni azienda dovrebbe porsi è quello di fidelizzare la clientela. Il processo di

Dettagli

CASE STUDY. L Oréal Canada

CASE STUDY. L Oréal Canada CASE STUDY Scopre la bellezza degli acquisti programmatici con DoubleClick Bid Manager e Google Analytics Premium L'Oréal Canada scopre la bellezza degli acquisti programmatici con DoubleClick Bid Manager

Dettagli

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI

MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI MANTENERE LE RELAZIONI CON I CLIENTI FINALI Il mantenimento delle relazioni con i clienti finali e il processo mediante il quale il fornitore soddisfa nel tempo le esigenze del cliente definite di comune

Dettagli

Capitolo 8: Gestire il ciclo di vita del cliente: Acquisizione UNIVERSITÀ LUMSA

Capitolo 8: Gestire il ciclo di vita del cliente: Acquisizione UNIVERSITÀ LUMSA Capitolo 8: Gestire il ciclo di vita del cliente: Acquisizione UNIVERSITÀ LUMSA IL CICLO DI VITA DEL CLIENTE 1. Acquisizione di nuovi clienti 3. Sviluppo del valore del cliente 2. Mantenimento dei clienti

Dettagli

Dispensa: La gestione della relazione con i clienti. UNIVERSITÀ LUMSA Corso: Customer Relationship Management

Dispensa: La gestione della relazione con i clienti. UNIVERSITÀ LUMSA Corso: Customer Relationship Management Dispensa: La gestione della relazione con i clienti UNIVERSITÀ LUMSA Corso: Customer Relationship Management LE TRAPPOLE DELLA FEDELTÀ Trappole della fedeltà: costi di gestione del cliente processo di

Dettagli

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo

Scheda. Il CRM per la Gestione del Marketing. Accesso in tempo reale alle Informazioni di rilievo Scheda Il CRM per la Gestione del Marketing Nelle aziende l attività di Marketing è considerata sempre più importante poiché il mercato diventa sempre più competitivo e le aziende necessitano di ottimizzare

Dettagli

SysAround S.r.l. L'efficacia delle vendite è l elemento centrale per favorire la crescita complessiva dell azienda.

SysAround S.r.l. L'efficacia delle vendite è l elemento centrale per favorire la crescita complessiva dell azienda. Scheda Il CRM per la Gestione delle Vendite Le organizzazioni di vendita sono costantemente alla ricerca delle modalità migliori per aumentare i ricavi aziendali e ridurre i costi operativi. Oggi il personale

Dettagli

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE

LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE LESS IS MORE MODELLO PER LA COMPILAZIONE DEL BUSINESS PLAN PROGETTO D IMPRESA LESS IS MORE INDICE DEL BUSINESS PLAN 1. SINTESI DEL PROGETTO IMPRENDITORIALE 2. LA COMPAGINE IMPRENDITORIALE 3. LA BUSINESS

Dettagli

SCOPRITE SE I VOSTRI SITI WEB SONO PRONTI PER IL BLACK FRIDAY 11 MODI PER ELIMINARE I PROBLEMI DI PRESTAZIONI

SCOPRITE SE I VOSTRI SITI WEB SONO PRONTI PER IL BLACK FRIDAY 11 MODI PER ELIMINARE I PROBLEMI DI PRESTAZIONI SCOPRITE SE I VOSTRI SITI WEB SONO PRONTI PER IL BLACK FRIDAY 11 MODI PER ELIMINARE I PROBLEMI DI PRESTAZIONI COME INDIVIDUARE IN ANTICIPO I PROBLEMI LEGATI AI PICCHI DI TRAFFICO DURANTE L'ANNO I problemi

Dettagli

Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE

Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE Seminario di Formazione Sales & Marketing Alberghiero SALES & MORE CONSULTING FORMAZIONE Marketing Strategico L'analisi attenta del mercato di riferimento può aprire nuove prospettive al business alberghiero:

Dettagli

La gestione dello Studio Odontoiatrico

La gestione dello Studio Odontoiatrico A cura di Daniele Rimini Pd For Consulenza Direzionale in collaborazione con il laboratorio Tridentestense è lieta di presentarvi la ricetta manageriale La gestione dello Studio Odontoiatrico Presidente

Dettagli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli

Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli Marketing avanzato (Customer Relationship Management) A.A. 2013-2014 Prof. Gennaro Iasevoli UNIVERSITÀ LUMSA Laurea Specialistica in Comunicazione d impresa, Marketing, New media INFORMAZIONI Materiale

Dettagli

CA Clarity PPM. Panoramica. Vantaggi. agility made possible

CA Clarity PPM. Panoramica. Vantaggi. agility made possible SCHEDA PRODOTTO CA Clarity PPM agility made possible CA Clarity Project & Portfolio Management (CA Clarity PPM) supporta l'innovazione con agilità, trasforma il portafoglio con fiducia e sostiene il giusto

Dettagli

Presentazione dell edizione italiana

Presentazione dell edizione italiana GR_00.qxd:GR_00 19-10-2009 11:59 Pagina v Indice IX XIX Presentazione dell edizione italiana Introduzione 3 1 L imperativo dei servizi e dei rapporti: il management nella concorrenza dei servizi Il ruolo

Dettagli

Corso: Analisi Finanziaria e Valutazione della Brand Equity Laurea Specialistica: Marketing e Comunicazione

Corso: Analisi Finanziaria e Valutazione della Brand Equity Laurea Specialistica: Marketing e Comunicazione Corso: Analisi Finanziaria e Valutazione della Brand Equity Laurea Specialistica: Marketing e Comunicazione a.a. 2006-2007 Prof.: Daniela Favaretto Ricevimento: martedì ore 13.30 e-mail: favaret@unive.it

Dettagli

CRM: solo un inizio per la Customer Experience www.cdirectconsulting.it

CRM: solo un inizio per la Customer Experience www.cdirectconsulting.it CRM: solo un inizio per la Customer Experience www.cdirectconsulting.it Omar Zampollo INDICE CUSTOMER EXPERIENCE: DA SERVIZIO A ESPERIENZA CEM-CRM: il nuovo modo di intendere l organizzazione aziendale

Dettagli

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com

Online shopping. & Conversion. Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic. tradedoubler.com Online shopping & Conversion Performance Marketing dalla prima impressione all ultimo clic I consumatori europei in cerca di ispirazione sui brand o sui prodotti da acquistare si rivolgono prima di tutto

Dettagli

IL MARKETING TURISTICO. Ermanno Bonomi

IL MARKETING TURISTICO. Ermanno Bonomi IL MARKETING TURISTICO Ermanno Bonomi EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI MARKETING Capitalismo industriale comporta attività produttive sempre più fondate sulla ricerca e la scienza. Creazione di impianti sempre

Dettagli

Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più

Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più Marketing Automation: un aiuto concreto alle aziende per vendere di più Innovazione Strategica e Organizzativa d Impresa Agenda Obiettivi di Marketing e Vendite Piano di Marketing Automation Strumenti

Dettagli

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006

Il CRM operativo. Daniela Buoli. 2 maggio 2006 Il CRM operativo 2 maggio 2006 1. Il marketing relazionale Il marketing relazionale si fonda su due principi fondamentali che è bene ricordare sempre quando si ha l opportunità di operare a diretto contatto

Dettagli

Management briefing 8 suggerimenti per calcolare il ROI di una soluzione SCP&O

Management briefing 8 suggerimenti per calcolare il ROI di una soluzione SCP&O 8 suggerimenti per calcolare il ROI di una soluzione SCP&O Evita le insidie più comuni legate al ritorno sugli investimenti e giungi a una stima più precisa. PIANIFICAZIONE E OTTIMIZZAZIONE DELLA SUPPLY

Dettagli

VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI

VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI VERY YOUNG PERSON MARKETING RELAZIONALE E FIDELIZZAZIONE NEL SEGMENTO GIOVANI Andrea Chierici Responsabile Prodotti Retail Cariparma e Piacenza S.p.A. - Gruppo Intesa ABI CRM 2003. Strategie di valorizzazione

Dettagli

Scoprire le azioni fidelizzanti in banca

Scoprire le azioni fidelizzanti in banca Scoprire le azioni fidelizzanti in banca Il Modello di Soddisfazione-Loyalty consente alla banca di scoprire quali azioni mettere in campo per rendere concretamente più fedeli i clienti, incrementandone

Dettagli

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON

IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON IL DIRECT MARKETING CAMPAGNE MARKETING CON INTRODUZIONE Ad ognuno la giusta azione di Marketing All interno del cosiddetto Customer Acquisition Funnel 1, le attività di Direct Marketing si posizionano

Dettagli

MARKETING AUTOMATION Per adottare un nuovo metodo di lavoro nel B2B

MARKETING AUTOMATION Per adottare un nuovo metodo di lavoro nel B2B 03 MARKETING AUTOMATION Per adottare un nuovo metodo di lavoro nel B2B Contenuti 3.0 3.1 Marketing Automation, esempi e strategie per nuove opportunità nel B2B Applicazione e vantaggi di un metodo innovativo

Dettagli

Percezioni del cliente in merito al servizio

Percezioni del cliente in merito al servizio Corso di Marketing Strategico Percezioni del cliente in merito al servizio Angelo Riviezzo angelo.riviezzo@unisannio.it Le percezioni del cliente in merito al servizio Marketing dei servizi Le percezioni

Dettagli

nuove dimensioni della performance aziendale: la Balanced Scorecard

nuove dimensioni della performance aziendale: la Balanced Scorecard nuove dimensioni della performance aziendale: la Balanced Scorecard Prospettiva conoscenza e competenze Prospettiva dei processi Prospettiva dei clienti Prospettiva economico finanziaria le relazioni causa-effetto

Dettagli

Impegnatevi su tutti i canali

Impegnatevi su tutti i canali Impegnatevi su tutti i canali L'offerta di mercato Customer Experience Management di HP Autonomy Creare esperienze clienti mirate su diversi canali Che cos'è Autonomy IDOL? Autonomy IDOL è una piattaforma

Dettagli

Entri con un idea, esci con un impresa

Entri con un idea, esci con un impresa Entri con un idea, esci con un impresa Perché? 2 La disoccupazione in Italia* *(dati dicembre 2011) Disoccupazione giovanile (15-24 anni) 31% Sviluppare nuova Occupabilità L occupazione è una delle emergenze

Dettagli

Capitolo 9: Gestire il ciclo di vita del cliente: Sviluppo e Retention UNIVERSITÀ LUMSA

Capitolo 9: Gestire il ciclo di vita del cliente: Sviluppo e Retention UNIVERSITÀ LUMSA Capitolo 9: Gestire il ciclo di vita del cliente: Sviluppo e Retention UNIVERSITÀ LUMSA IL CICLO DI VITA DEL CLIENTE RETENTION SVILUPPO Mantenere un elevata percentuale di clienti di valore riducendo le

Dettagli

L ATTENZIONE AL CLIENTE LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE CHI E IL CLIENTE? 07/10/2013

L ATTENZIONE AL CLIENTE LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE CHI E IL CLIENTE? 07/10/2013 L ATTENZIONE AL CLIENTE L approccio teorico. Gli strumenti di ascolto del cliente. I metodi di misurazione della customer satisfaction. 1 LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE Lo stato in cui i bisogni, i desideri,

Dettagli

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ Il caso in esame di un impresa che opera nella maglieria maschile, mette in evidenza una debolezza della prestazione in due fattori competitivi chiave (qualità

Dettagli

Criteri fondamentali per un sistema CRM

Criteri fondamentali per un sistema CRM Criteri fondamentali per un sistema CRM Definizione di C.R.M. - Customer Relationship Management Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

CUSTOMER SERVICE. Perché è così importante? Obiettivi e Strategie. www.gpstudios.it info@gpstudios.it

CUSTOMER SERVICE. Perché è così importante? Obiettivi e Strategie. www.gpstudios.it info@gpstudios.it CUSTOMER SERVICE Perché è così importante? Obiettivi e Strategie Che cos è il Customer Service? L insieme di azioni che un azienda svolge per agevolare i propri clienti prima, durante e dopo l acquisto

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2

INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 INDIRIZZO ECONOMICO GIURIDICO CLASSE A017 - n. 2 l) Le riserve di capitale: a) costituiscono autofinanziamento per l impresa b) derivano da sottovalutazione di elementi dell attivo c) costituiscono una

Dettagli

Area Marketing. Approfondimento

Area Marketing. Approfondimento Area Marketing Approfondimento CUSTOMER SATISFACTION COME RILEVARE IL LIVELLO DI SODDISFAZIONE DEI CLIENTI (CUSTOMER SATISFACTION) Rilevare la soddisfazione dei clienti non è difficile se si dispone di

Dettagli

L ENGAGEMENT: TUTTO QUELLO CHE GLI E-COMMERCE ANCORA NON FANNO

L ENGAGEMENT: TUTTO QUELLO CHE GLI E-COMMERCE ANCORA NON FANNO L ENGAGEMENT: TUTTO QUELLO CHE GLI E-COMMERCE ANCORA NON FANNO Maurizio Alberti Managing Director ecricle IL CONTESTO E GLI OBIETTIVI DELL INDAGINE DIMOSTRARE L IMPORTANZA DELLE STRATEGIE DI EMAIL MARKETING

Dettagli

Capitolo 2. L impresa e la strategia di marketing finalizzata alla relazione di clientela. Capitolo 2- slide 1

Capitolo 2. L impresa e la strategia di marketing finalizzata alla relazione di clientela. Capitolo 2- slide 1 Capitolo 2 L impresa e la strategia di marketing finalizzata alla relazione di clientela Capitolo 2- slide 1 L impresa e la strategia di marketing Obiettivi di apprendimento La pianificazione strategica

Dettagli

Introduzione al Marketing

Introduzione al Marketing Introduzione al Marketing Marketing e Tecniche di Accesso al Mercato Farmaceutico 1 Cos è il Marketing Il marketing consiste nel realizzare la soddisfazione dei clienti conseguendone un profitto per l

Dettagli

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 Modulo 1 Parte 1 Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 1.1.1.1 pag. 21 Quale, tra le affermazioni che seguono relative al concetto di qualità, è la più corretta? A. Il termine qualità

Dettagli

Checklist per l uso dei siti di deal (siti intermediari d affari)

Checklist per l uso dei siti di deal (siti intermediari d affari) 1. Il mercato dei siti di deal Sì No 1.1 Conosce i principali siti di deal esistenti sul mercato (non solo i più grandi, ma anche quelli locali)? 1.2 Lo sa che i siti di deal più piccoli, sebbene abbiano

Dettagli

Presentazione della Società.

Presentazione della Società. Presentazione della Società. 5 settembre 2014 UN GRUPPO DI PROFESSIONISTI DEDICATI ALLA RICERCA DI MARKETING E ALL ANALISI DEL CONSUMATORE.. La missione: trovare le soluzioni ai problemi di marketing delle

Dettagli

I processi di approvvigionamento

I processi di approvvigionamento azienda/fornitori I processi di acquisto/utilizzazione dei fattori produttivi correnti circuiti sempre aperti: flussi fisico tecnici ed economici (in entrata) flussi monetari-finanziari (in uscita) settore

Dettagli

Belowthebiz idee in rete

Belowthebiz idee in rete Le 5 forze di Porter Nella formulazione di una strategia un passo fondamentale è la definizione e lo studio delle principali caratteristiche del settore in cui si opera. Lo schema di riferimento più utilizzato

Dettagli

Marketing Automation #STRATEGIA #CONTENUTI #TECNOLOGIA

Marketing Automation #STRATEGIA #CONTENUTI #TECNOLOGIA Marketing Automation #STRATEGIA #CONTENUTI #TECNOLOGIA #DIGITALSTRATEGY @SOFTECAGENCY IL ROI SUI CANALI DIGITALI IL TUO OBIETTIVO È MIGLIORARE I RENDIMENTI DEGLI INVESTIMENTI IN MARKETING? #DIGITALSTRATEGY

Dettagli

LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it CRM, CALL CENTER E NUOVI CANALI

LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it CRM, CALL CENTER E NUOVI CANALI LUISA BAJETTA Associazione Bancaria Italiana Settore Ricerche e Analisi l.bajetta@abi.it 1 OBIETTIVO Ottimizzare il rapporto fra cliente e banca Massimizzare la soddisfazione e Massimizzare la redditività

Dettagli

Meeting Nazionale Evoluzione degli Studi professionali

Meeting Nazionale Evoluzione degli Studi professionali Edizione 10 ottobre 2008 2007 Ciclo Evoluzione ACEF Riproduzione degli studi vietata professionali - Tutti i diritti settimo riservati anno - MARKETING 1 Meeting Nazionale Evoluzione degli Studi professionali

Dettagli

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE

La valutazione dell efficienza aziendale ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE La valutazione dell efficienza aziendale EFFICIENZA E LA CAPACITA DI RENDIMENTO O L ATTITUDINE A SVOLGERE UNA DETERMINATA FUNZIONE. E MISURATA DAL RAPPORTO TRA I RISULTATI CONSEGUITI E LE RISORSE IMPIEGATE

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere.

Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere. Se conduci una piccola azienda, devi vendere. Se sei un medico o un avvocato o un commercialista, devi vendere. GLI IMPRENDITORI DEVONO VENDERE Qualunque sia la nostra attività, imprenditoriale o manageriale,

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 5 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 5 Modulo 5 Il Sistema Informativo verso il mercato, i canali ed i Clienti: I nuovi modelli di Business di Internet;

Dettagli

I N D I C E 1 [ FILIALE LEGGERA O CLIENTE? ] 2 [ GESTIONE PER MATRICE O PER SOCIETA? ] 3 [ EFFICACIA O EFFICIENZA? ]

I N D I C E 1 [ FILIALE LEGGERA O CLIENTE? ] 2 [ GESTIONE PER MATRICE O PER SOCIETA? ] 3 [ EFFICACIA O EFFICIENZA? ] MODELLI DI SVILUPPO INTERNAZIONALE I N D I C E 1 [ FILIALE LEGGERA O CLIENTE? ] 2 [ GESTIONE PER MATRICE O PER SOCIETA? ] 3 [ EFFICACIA O EFFICIENZA? ] La scelta del modello ottimale per lo sviluppo nei

Dettagli

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto

La conoscenza del Cliente come fonte di profitto La conoscenza del Cliente come fonte di profitto Giorgio Redemagni Responsabile CRM Convegno ABI CRM 2003 Roma, 11-12 dicembre SOMMARIO Il CRM in UniCredit Banca: la Vision Le componenti del CRM: processi,

Dettagli

L indice di strategia "Living Planet Green Tech Europe" viene sostituito dall'indice di strategia "NASDAQ- 100 Currency Hedged EUR".

L indice di strategia Living Planet Green Tech Europe viene sostituito dall'indice di strategia NASDAQ- 100 Currency Hedged EUR. LETTERA AL POSSESSORE DEL FCI AMUNDI ETF GREEN TECH LIVING PLANET CAMBIAMENTO Gentile Signora, Egregio Signore, In qualità di possessore di quote del fondo comune di investimento AMUNDI ETF GREEN TECH

Dettagli

Economia dei mercati mobiliari

Economia dei mercati mobiliari pag. 1 1 Cos'è un currency future? A) È un contratto che rappresenta l'impegno alla cessione o all'acquisto a termine di una quantità di valuta B) È un contratto in cui una parte acquisisce la facoltà

Dettagli

Schema per la redazione di un business plan high tech

Schema per la redazione di un business plan high tech Schema per la redazione di un business plan high tech 1. Sintesi dell idea 2. Assessment dei fattori di rischio dell iniziativa 3. Strategia competitiva 3.1 Fonti del vantaggio competitivo 3.2 Posizionamento

Dettagli

Durata. 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24 ore

Durata. 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13) non consecutivi, per un totale di 24 ore L'AGENZIA DI VIAGGIO, COMPETERE CON CRM E LOCAL MARKETING Le nuove logiche del Crm 2.0: strategie evolute per trarre vantaggio dal dialogo con i propri target Durata 2 weekend (sabato 9-18, domenica 9-13)

Dettagli

Marketing Introduzione al marketing strategico

Marketing Introduzione al marketing strategico http://www.dimeg.poliba.it/kmlab Marketing Introduzione al marketing strategico Prof. Michele Gorgoglione m.gorgoglione@poliba.it Sommario Quattro definizioni di marketing 1. Concetti di base dal bisogno

Dettagli

Intangibilità. Inseparabilità. Contestualità. Variabilità. Deperibilità

Intangibilità. Inseparabilità. Contestualità. Variabilità. Deperibilità 1 2 Intangibilità Inseparabilità Contestualità Variabilità Deperibilità 3 I servizi, a differenza dei beni fisici, non sono visibili e valutabili qualitativamente prima del processo di erogazione; non

Dettagli

Copyright 2015 Web Marketing Aziendale Tutti i diritti riservati

Copyright 2015 Web Marketing Aziendale Tutti i diritti riservati 1 Gentian Hajdaraj Copyright 2015 Web Marketing Aziendale Tutti i diritti riservati Se conosci altre persone, che possono trarre beneficio da questo ebook gratuito non esitare a condividerlo anche con

Dettagli

ecommerce Un nuovo modello di business per un mercato che cambia

ecommerce Un nuovo modello di business per un mercato che cambia Torino, 25 novembre 2011 ecommerce Un nuovo modello di business per un mercato che cambia Dr. Alessandro Aldrovandi Private & Consulting S.p.A. Definizione Per commercio elettronico (ecommerce)) si intende

Dettagli

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti

Mappatura della supply chain. Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain Soluzioni Clienti Mappatura della supply chain State cercando di migliorare la gestione della supply chain della vostra organizzazione? Mappare i processi rappresenta una modalità

Dettagli

IL MARKETING E QUELLA FUNZIONE D IMPRESA CHE:

IL MARKETING E QUELLA FUNZIONE D IMPRESA CHE: IL MARKETING E QUELLA FUNZIONE D IMPRESA CHE:! definisce i bisogni e i desideri insoddisfatti! ne definisce l ampiezza! determina quali mercati obiettivo l impresa può meglio servire! definisce i prodotti

Dettagli

R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione. Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009

R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione. Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009 R-evolution: il DNA di CartaSi nei pagamenti di nuova generazione Roma, 13 novembre 2009 - Carte 2009 1 In alcuni settori l innovazione è sotto gli occhi di tutti 85-90 90-95 96-00 01-08 Oggi Domani 2

Dettagli

Come sviluppare un marketing plan

Come sviluppare un marketing plan Come sviluppare un marketing plan Fasi del marketing plan 1. analisi della situazione; 2. definizione degli obiettivi; 3. individuazione del target; 4. sviluppo strategia di posizionamento 5. definizione

Dettagli

Zurich Connect. Presentazione Partnership. Compagnia diretta di assicurazione. Maggio 2009

Zurich Connect. Presentazione Partnership. Compagnia diretta di assicurazione. Maggio 2009 Zurich Connect Compagnia diretta di assicurazione Presentazione Partnership Maggio 2009 Contenuti della presentazione Presentazione del Gruppo Zurich Financial Services e di Zurich Connect in Italia Illustrazione

Dettagli

31 gennaio 2013 - Distillerie F.lli Branca, Milano

31 gennaio 2013 - Distillerie F.lli Branca, Milano 31 gennaio 2013 - Distillerie F.lli Branca, Milano Definizione di Social Media Interconnesso, interdipendente e in evoluzione Immediatezza e facilità di contatto Tipologia di interazioni: (1) Connecting

Dettagli

Viene utilizzato in pratica anche per accompagnare e supportare adeguatamente le richieste di finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto.

Viene utilizzato in pratica anche per accompagnare e supportare adeguatamente le richieste di finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto. BUSINESS PLAN Un business plan o (piano di business, o progetto d'impresa) è una rappresentazione degli obiettivi e del modello di business di un'attività d'impresa. Viene utilizzato sia per la pianificazione

Dettagli

Profilo aziendale. Noatel SpA è oggi composta da:

Profilo aziendale. Noatel SpA è oggi composta da: Profilo aziendale Noatel S.p.A. è un azienda specializzata in servizi di Digital Content e VAS. L azienda progetta, sviluppa e distribuisce servizi a contenuto digitale e servizi interattivi per utenti

Dettagli

I fattori di successo nell industria dei fondi

I fattori di successo nell industria dei fondi Financial Services Banking I fattori di successo nell industria dei fondi Un marketing ed una commercializzazione strategici sono la chiave per l acquisizione ed il mantenimento dei clienti Jens Baumgarten,

Dettagli

Via Pastrengo, 29 10128 Torino Tel. 011. 568. 28. 58 Fax 011. 568.19. 70 chiusano@chiusano.com www.chiusano.com. studioponzano.it

Via Pastrengo, 29 10128 Torino Tel. 011. 568. 28. 58 Fax 011. 568.19. 70 chiusano@chiusano.com www.chiusano.com. studioponzano.it Via Pastrengo, 29 10128 Torino Tel. 011. 568. 28. 58 Fax 011. 568.19. 70 chiusano@chiusano.com www.chiusano.com studioponzano.it Stile Come scegliere un agente immobiliare? È una decisione da prendere

Dettagli

PROGETTO D IMPRESA. Guida alla Compilazione del Business Plan 1

PROGETTO D IMPRESA. Guida alla Compilazione del Business Plan 1 PROGETTO D IMPRESA Guida alla Compilazione del Business Plan 1 1 Il seguente format si ispira al modello di Business Plan proposto dal progetto Mambo del Comune di Bologna. INDICE DEL BUSINESS PLAN 1.

Dettagli

COME FARE PER: decidere se estendere l'attività a monte del processo

COME FARE PER: decidere se estendere l'attività a monte del processo autore dell articolo: Cianca Fabrizio - Ma.Ve.Co-Consulting (Consulente, Progettista e Docente di Programmi Formativi Area Marketing, Vendita e Comunicazione. Socio AIF Associazione Italiana Formatori.

Dettagli

Marketing relazionale. Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006

Marketing relazionale. Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006 Marketing relazionale Eleonora Ploncher 27 febbraio 2006 1. Gli obiettivi Gli obiettivi della presentazione sono volti a definire: 1. I presupposti del marketing relazionale 2. Le caratteristiche principali

Dettagli