Novità Principali - 3/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novità Principali - 3/2013"

Transcript

1 Novità Principali - 3/ Requisiti per Arca Evolution Server - Framework Microsoft SQL Server Aliquota IVA Ordinaria Report Preferiti Eliminazione e sovrascrittura Gestione date dinamiche Stampe condivise Import da file Microsoft Excel Articoli Clienti/Fornitori Anagrafiche Attributi: filtro Escludi Scadenze Distinte Effetti Disposizioni Elettroniche Selezione Scadenze Contabilità Liquidazione Iva: collegamento con deleghe F Gestione crediti/debiti Stampa crediti/debiti e utilizzi Liquidazione periodica iva Stampa dichiarazione compensi Stampe Registri IVA Filtro Numero Protocollo Ritenute d acconto Flussi Finanziari Deleghe F Export per Modello Export vs BPoint Fatture emesse da trasportatori Gestione iva per cassa Contabilità Analitica Elaborazione Stampa Movimenti Gestione Movimenti Documenti Ricevute Fiscali (documenti con importi comprensivi di iva) Copertura Configurazione documenti Gestione documenti Filtro Importi Ivati Stampa del documento Wolters Kluwer Italia S.r.l. Sede operativa: Via Nazionale, 62/1 (s.s. 47 per Padova) Belvedere di Tezze sul Brenta (VI) Tel Fax S.r.l. a Socio Unico Dir. Coord. di Wolters Kluwer N.V. Sede legale: Centro Direzionale Milanofiori Strada 1, Pal. F Assago MI Capitale sociale: int. vers. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale e Partita IVA R.E.A. di Milano N

2 9.1.6 Prelievo / Evasione Creazione documenti ivati da scontrini Valore del campo Cambio nelle righe Casi particolari Righe spesa in valuta Evasione automatica Documenti Interrogazioni/Ricerca documenti Pagina Totali Agenti e destinazioni diverse Magazzino Aggiornamento Carichi da Fattura Stampe Valorizzazioni di Magazzino Manutenzione Articoli Vendite al Banco Acconti Cruscotto Revisione reports Fatturato Agente e Fatturato Clienti Nuovo report Acquistato Fornitori Varie Barra dei Preferiti Impostazioni Logistica Nomenclature Combinate Player Task PlayerSyncro Componente aggiuntivo Pro-In Wolters Kluwer Italia S.r.l. Sede operativa: Via Nazionale, 62/1 (s.s. 47 per Padova) Belvedere di Tezze sul Brenta (VI) Tel Fax S.r.l. a Socio Unico Dir. Coord. di Wolters Kluwer N.V. Sede legale: Centro Direzionale Milanofiori Strada 1, Pal. F Assago MI Capitale sociale: int. vers. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale e Partita IVA R.E.A. di Milano N

3 1 Requisiti per Arca Evolution 1.1 Server - Framework 4.5 A partire da questa versione di Arca Evolution, per installare la parte server del programma è richiesto come prerequisito il.net Framework 4.5. L aggiornamento è disponibile sul sito Microsoft al link oppure, se avete a disposizione il DVD di Arca Evolution, utilizzando il pacchetto di aggiornamento nella cartella Componenti. Per la parte client la versione minima del.net Framework resta la 3.5 come nelle precedenti versioni. N.B.: Windows XP e Windows 2003 sono ormai obsoleti e su di essi non è possibile installare il.net Framework 4.5 che non li supporta; per questi due S.O. il requisito minimo continua ad essere quello che era nelle precedenti versioni,.net Framework Microsoft SQL Server In fase di aggiornamento della parte server, se è riscontrata la presenza di Microsoft SQL Server 2008 viene testata la presenza del relativo SP1; se esso non è presente il setup sarà interrotto. Analogamente, se si riscontra la presenza di Microsoft SQL Server 2012 sarà verificato che sia stato installato la Service Pack 1. Si approfitta per ricordare l importanza di tenere aggiornati con gli ultimi Service Pack i sistemi; spesso complesse e particolari problematiche di difficile diagnosi sono legate al non corretto aggiornamento dei sistemi (ad esempio con la 1/2013 in assenza di un SP per una certa versione di SQL la Liquidazione Iva andava in errore!). Pagina 3

4 2 Aliquota IVA Ordinaria Nelle Impostazioni, nella sezione IVA è stato aggiunto un nuovo campo per indicare il codice IVA dell aliquota ordinaria. Quest aliquota sarà utilizzata per il calcolo dell imposta (o per lo scorporo) nei casi in cui l aliquota NON sia stata specificata nell articolo, nel cliente/fornitore, nelle destinazioni diverse e nelle Impostazioni dei Documenti. In caso di eventuale modifica per legge dell aliquota IVA ordinaria nazionale, oltre a modificare le varie anagrafiche, sarà necessario modificare anche questa nuova impostazione. In fase di aggiornamento tale campo viene valorizzato con il primo codice delle tabella Aliquote IVA che con aliquota uguale al 21% non indetraibile. Se non è possibile determinare alcun codice con le caratteristiche sopra illustrante, il campo non sarà valorizzato e sarà richiesto all utente di farlo. Si raccomanda di verificare il codice Aliquota automaticamente impostato e modificarlo in base alla propria configurazione. Pagina 4

5 3 Report Preferiti A partire da questa versione in molte delle finestre di stampa è stata aggiunta la possibilità di salvare un insieme di Report Preferiti ; ogni utente potrà accedere in maniera veloce ai report che utilizza abitualmente e per ogni report preferito saranno memorizzati anche tutti gli eventuali filtri impostati per essere riproposti ai successivi utilizzi. Questa nuova funzionalità non sarà disponibile per le installazioni che utilizzano SQL Server L elenco dei report preferiti è posizionato in alto a destra nelle finestre di stampa, come si può vedere nella figura che segue: I check-box per poter stampare la descrizione, i filtri, il nome utente, la ditta ed i numeri di pagina sono stati tolti e saranno visibili tramite il link posto sotto il campo Codice. Al primo utilizzo, trattandosi di report preferiti per utente, la lista sarà ovviamente vuota. Presenterà solo un link Aggiungi Report ai Preferiti che permette di aggiungere il report corrente, comprensivo degli eventuali filtri che fossero al momento impostati, come primo report preferito. Posizionando il mouse sopra il link Aggiungi Report ai Preferiti verranno evidenziati in giallo tutti i campi di filtro ed eventuali altre impostazioni che saranno salvate assieme al report preferito; infatti in alcune finestre certe condizioni non sono propriamente di filtro oppure non ha senso vengano salvate. Si vedano qui sotto due esempi: nella finestra di stampa anagrafiche clienti pressoché tutte le impostazioni saranno salvate assieme alla definizione di report preferito; nella seconda immagine invece, presa dalla finestra di stampa del libro giornale, si nota che non tutte le impostazioni saranno salvate assieme alla definizione del report preferito: Pagina 5

6 Nell immagine che segue sono illustrate passo passo le operazioni da eseguire per salvare correttamente un report preferito: 1) Selezionare per prima cosa il report desiderato 2) Impostare i filtri necessari. Nell esempio: si vuole filtrare i movimenti dell anno 2013 dei soli articoli con codice che inizia per PCF. 3) A questo punto è sufficiente cliccare con il mouse sul bottone Aggiungi Report ai Preferiti, contrassegnato dall icona con la stella. 4) Apparirà il dialogo Salva report preferito nel quale sarà possibile indicare il nome per il nuovo report preferito ed eventualmente, cliccando sull icona, scegliere tra una delle immagini predefinite. 5) Alla fine dell operazione il report apparirà nella lista dei report preferiti per utente in alto a destra nella finestra di stampa ed il link per aggiungere un nuovo report preferito si ridurrà alla sola icona stellina. Pagina 6

7 3.1 Eliminazione e sovrascrittura Cliccando con il tasto destro del mouse sulle singole voci che rappresentano i report preferiti si aprirà un pop-up che permette di eliminare un report preferito: Se invece si desidera modificare le impostazioni di filtro di un report preferito si dovrà prima selezionarlo (in questo modo tutti i filtri saranno correttamente reimpostati secondo la definizione del report preferito stesso), poi modificare i filtri come si desidera ed infine risalvare il report preferito sempre con l icona stellina avendo cura di utilizzare lo stesso nome del report di partenza: in questo modo il report preferito verrà sovrascritto con le nuove impostazioni. Tips: è possibile scegliere dalla lista a discesa: N.B.: I report preferiti sono salvati per utente e per ditta; i dati di filtro, nonché il report stesso, se personalizzato non sono necessariamente uguali su tutte le ditte e pertanto un report preferito non può essere condiviso tra più ditte. Ovviamente è possibile in modo molto semplice creare anche sull altra ditta dei report preferiti analoghi a quelli fatti sulla prima ditta, eventualmente anche con lo stesso nome. 3.2 Gestione date dinamiche Dopo aver illustrato il funzionamento della lista dei report preferiti e la conseguente memorizzazione dei filtri, entriamo nel dettaglio di come vengono memorizzati i filtri sulle date. A differenza degli altri filtri presenti - che vengono salvati e riproposti ai successivi utilizzi nell identico modo in cui erano stati impostati dall utente per i filtri sulle date non viene memorizzata la data effettivamente inserita, bensì una formula che consente di riproporre, al successivo utilizzo del report, un valore dinamico proposto in funzione della data in cui si esegue il report. L utente ha la possibilità di scegliere fra quattro modalità con cui questo valore relativo potrà essere calcolato e proposto. Nell esempio in figura, il filtro è stato impostato con la data odierna, 18/07/2013. Il programma riconosce la richiesta dell utente di stampare i dati di OGGI e propone di memorizzare il filtro NON con il suo valore attuale, ma con una formula che consenta di proporre ogni volta la data che corrisponde a oggi. Oppure, in alternativa, con una formula che consenta di proporre ogni volta QUEL preciso giorno del mese. Pagina 7

8 Alcuni esempi di come il programma interpreta il filtro e l automatismo di calcolo dinamico proposto: Inserendo nel filtro Si potrà scegliere fra La data odierna La data di domani La data di ieri L inizio del mese corrente La fine del mese corrente Una data qualsiasi del mese corrente L inizio di un mese qualsiasi La fine di un mese qualsiasi Una data qualsiasi di un mese qualsiasi Pagina 8

9 Inoltre: Se il filtro è applicato in modalità Da A in fase di memorizzazione della preferenza ci sarà la possibilità di memorizzare entrambe le date in modo dinamico, anche con modalità diverse fra loro. In presenza di più filtri sulle date, la form di salvataggio darà la possibilità di memorizzarli dinamicamente in maniera indipendente fra di loro. 3.3 Stampe condivise Alcune stampe sono condivise tra più finestre : ad esempio le stampe clienti appaiono anche nelle stampe fornitori, molte delle stampe sui documenti sono condivise tra i vari rami del menu documenti (Ciclo Attivo, Ciclo Passivo, etc.); quando una stampa è condivisa tra più finestre di stampa, lo saranno anche i report preferiti salvati partendo da quella stampa. Pagina 9

10 4 Import da file Microsoft Excel Sono state modificate le procedure di import Articoli e Clienti/Fornitori, in modo da permettere l importazione/modifica dei dati utilizzando un file Microsoft Excel Articoli Nella schermata di import degli articoli sarà presente una nuova opzione File Microsoft Excel che consentirà di selezionare un file con estensione xls o xlsx. Pagina 10

11 Una volta selezionato il file si potrà scegliere, tramite elenco a discesa, da quale foglio prelevare i dati: Una volta selezionato il foglio, sarà possibile procedere con l importazione dei dati tramite il pulsante posto sulla toolbar. Il foglio Excel dovrà essere composto da una prima riga in cui sono indicati i nomi delle colonne di AR, poi, nelle righe sottostanti, dai dati degli articoli da importare. È obbligatorio indicare i valori delle colonne Cd_AR e Descrizione. Le celle del foglio Excel in cui sono riportati i dati dovranno essere formattate secondo il tipo dati delle colonne di AR cui fanno riferimento. Nella prima riga dovranno essere indicati i nomi delle colonne da importare. Queste celle avranno formattazione Testo. Celle formattate di tipo Numero. Celle di tipo logico, VERO/FALSO. Sarà possibile aggiornare gran parte delle colonne, ad eccezione di quelle con valori calcolati o gestiti internamente. Nota: l unica colonna gestita dall import che non fa parte della tabella AR è Cd_ARMisura: tramite di essa sarà possibile indicare quali unità di misura attribuire agli articoli. Nel caso in cui questa colonna non sia presente nel foglio, sarà chiesto all utente di scegliere un unità di misura da attribuire a tutti gli articoli importati. N.B.: per utilizzare la procedura di import è necessario avere installato i Driver ODBC Clienti/Fornitori L import dei Clienti/Fornitori segue le stesse regole della procedura d import articoli, ad eccezione che non sarà possibile indicare un unità di misura e che le colonne obbligatorie saranno Cd_CF e Descrizione. Pagina 11

12 5 Anagrafiche 5.1 Attributi: filtro Escludi La finestra di definizione dei filtri da eseguire sugli Attributi è stata modificata aggiungendo l opzione di esclusione. Con questa nuova modalità sarà possibile utilizzare nei filtri un criterio di esclusione delle anagrafiche (o degli articoli, etc ) che abbiano attivi uno o più degli Attributi selezionati. Filtro di inclusione (modalità già presente): il simbolo in maiuscolo (U/T) indica l inclusione. Filtri di esclusione: il simbolo in minuscolo (u/t) indica l esclusione. Per stampare tutti i clienti che non hanno l attributo Martedì, basta configurare: ESCLUDI chi ha ALMENO UNO degli Attibuti e selezionare l elemento Martedì Pagina 12

13 6 Scadenze 6.1 Distinte Effetti Nella finestra di gestione delle Distinte Effetti, sotto alla griglia Effetti Emessi sono stati aggiunti i campi di totalizzazione sia in euro sia in valuta quando necessario. 6.2 Disposizioni Elettroniche È stata creata una nuova versione dei flussi "RID cliente" e "Bonifici" per la conversione su canale SEPA, secondo le disposizioni del consorzio CBI. I nuovi standard tecnici sono stati arricchiti secondo le disposizioni dettate dal consorzio, inserendovi tutti i dati richiesti in forma obbligatoria. Nella medesima schermata, rimangono a disposizione le vecchie versioni dei tracciati. Nuova versione per canale SEPA. Vecchia versione dei tracciati 6.3 Selezione Scadenze Nella finestra di selezione delle scadenze è stato aggiunto il filtro Distinta : Pagina 13

14 Pagina 14

15 7 Contabilità 7.1 Liquidazione Iva: collegamento con deleghe F24 La procedura di generazione delle liquidazioni periodiche è stata pesantemente rivisitata per ospitare la nuova gestione dei crediti/debiti e relativo collegamento con le deleghe F24. Per soli fini di verifica viene mantenuta in linea anche la precedente funzionalità nel menu iva 2013 e 2012, nonché nella procedura di stampa. Sarà rimossa nelle future release NOTA Le liquidazioni già generate al momento dell aggiornamento vengono migrate nella nuova procedura. Si consiglia di verificarne i conteggi confrontando il riepilogo della vecchia procedura con la nuova. Dopo l installazione dell aggiornamento le liquidazioni andranno generate esclusivamente con la nuova procedura, in quanto non viene garantita alcuna compatibilità con le precedenti. Nella precedente procedura (EX) saranno disabilitate le funzionalità di inserimento, modifica e cancellazione in quanto disponibile per soli fini di verifica e non sarà più accessibile con il futuro ramo iva Eventuali aggiornamenti dovranno essere effettuati tramite la nuova procedura Gestione crediti/debiti La procedura di gestione dei crediti e debiti è stata arricchita con la nuova gestione degli utilizzi, da valutare in base ai seguenti criteri: - nei crediti: è la parte del credito che è stata utilizzata in compensazione, tramite liquidazione iva o tramite delega F24. - nei debiti: è la parte del debito che è stata versata, tramite contabilità o tramite deleghe F24. Viene messa a disposizione una nuova pagina informativa che ospita l elenco degli utilizzi di ogni credito/debito, introducendo, quindi, la possibilità di ottenere la tracciabilità completa dell utilizzo del tributo e relativo valore residuo, che sarà ben visibile sia nell elenco che nella nuova pagina degli utilizzi. Pagina 15

16 Si noti la colonna contenente il valore utilizzabile residuo del credito/debito. Di fatto i crediti con residuo a zero non saranno utilizzabili in delega o liquidazione periodica. Saranno resi riconoscibili anche dal colore grigio del testo della riga corrispondente. Considerata la loro scarsa utilità è possibile escluderli dall elenco tramite l apposita opzione presente in calce alla maschera. Entrando nel dettaglio del singolo credito/debito si può accedere alla nuova sezione Utilizzo dove si possono vedere tutti gli utilizzi fatti e quale procedura li ha generati. Nell esempio si nota che il tributo 6099 è stato utilizzato nelle liquidazioni periodiche a compensazione di debiti nei mesi di gennaio e febbraio, e nella delega di aprile. La sezione in testa riporta per comodità alcuni dati in sola consultazione. Da notare, in particolare, il riepilogo del valore del credito/debito, l ammontare complessivo degli utilizzi e relativo residuo ancora utilizzabile. Nella sezione in calce sono visibili le funzionalità disponibili. In modalità di visualizzazione del tributo la sola operazione prevista è la possibilità di consultare immediatamente la fonte che ha originato l utilizzo del tributo, attivabile tramite click sul pulsante o doppio click sulla riga della lista. Pagina 16

17 Le procedure che alimentano automaticamente gli utilizzi dei crediti/debiti e di cui vedremo le modalità nei paragrafi successivi - sono le seguenti: Liquidazione Iva periodica Stampa dichiarazione dei compensi Deleghe F24 Le altre funzionalità disponibili si attivano passando alla modalità di inserimento o modifica della scheda del credito/debito. AGGIUNGI - NUOVO UTILIZZO MANUALE E possibile caricare degli utilizzi anche manualmente, ad esempio nel caso in cui si dovesse abbattere l importo residuo al fine di registrare eventuali utilizzi pregressi non rilevati. Viene proposta una maschera in cui l utente dovrà inserire alcuni dati essenziali per la registrazione dell utilizzo. I campi sono tutti obbligatori. Non è consentito l inserimento di importi negativi o superiori al residuo massimo consentito. Data di registrazione dell utilizzo. Si ricorda che premendo il tasto o si inserisce la data odierna (vedi menu contestuale). Importo dell utilizzo. E possibile utilizzare la funzione di calcolo residuo per ottenere automaticamente l importo massimo utilizzabile, il credito/debito risulterà così chiuso. Non è consentito l inserimento di importi negativi. Imposta nell importo il valore residuo massimo consentito. Descrizione dell utilizzo. Pagina 17

18 Con la funzione di calcolo del residuo si ottiene subito l importo massimo utilizzabile. Al raggiungimento del massimo valore utilizzabile viene disattivata la funzionalità di inserimento manuale degli utilizzi. Pagina 18

19 ELIMINA La funzione si attiva soltanto in corrispondenza di righe riconducibili ad inserimenti manuali. Sono gli unici per i quali è permessa l eliminazione, tutti gli altri utilizzi derivanti da liquidazione, dichiarazione compensi o delega vengono automaticamente eliminati cancellandone l utilizzo alla fonte. Ad esempio, in corrispondenza di un utilizzo da delega l eliminazione diretta non è possibile, ma si dovrà eliminare l utilizzo del tributo modificando la delega. MODIFICA Come per l eliminazione, viene abilitata soltanto in corrispondenza di utilizzi manuali, per i quali è possibile variarne i dati introdotti. La modifica ripropone la medesima maschera di inserimento con i dati già introdotti per l utilizzo. Pagina 19

20 DETTAGLIO Si attiva soltanto in corrispondenza di utilizzi non inseriti manualmente ma derivanti da liquidazione, dichiarazione compensi o delega. Permette di aprire direttamente l entità che lo ha generato. Viene aperta la liquidazione iva nella quale è stato registrato l utilizzo del tributo. In questo caso il tributo 6099 è stato utilizzato in compensazione del debito nel periodo di gennaio. Medesima operazione si può applicare su utilizzi in delega. Pagina 20

21 Viene aperta la delega nella quale è stato registrato l utilizzo del tributo. In questo caso il tributo 6099 è stato utilizzato in compensazione del debito UTILIZZO IN LIQUIDAZIONE IVA Per abilitare la gestione dei crediti in compensazione in liquidazione periodica è necessario abilitare il tributo attivando l apposita opzione aggiunta nella pagina principale della scheda del credito. L opzione viene abilitata soltanto per i crediti della sezione ERARIO. Pagina 21

22 NOTA Come regola generale si assume che l ammontare complessivo degli utilizzi non può superare il valore iniziale del credito/debito, per cui qualsiasi modifica volta all infrazione di tale regola verrà respinta. Si cerca di impostare il valore del credito pari ad un importo inferiore all utilizzo effettivo. L operazione verrà respinta. Pagina 22

23 7.1.2 Stampa crediti/debiti e utilizzi Al fine di favorire la verifica degli utilizzi di ogni credito o debito inserito nel sistema informativo viene proposto l utilizzo di una nuova stampa che ne fornisce un semplice riepilogo. Sono presenti alcuni filtri per effettuare una selezione più mirata dei tributi da stampare.. La stampa è suddivisa in 2 sezioni: crediti e debiti. Per ognuno verrà riportata il valore iniziale del tributo e relativa cronologia degli utilizzi con il residuo utilizzabile. Pagina 23

24 7.1.3 Liquidazione periodica iva Il collegamento tra la procedura deleghe F24 e la liquidazione periodica iva ha richiesto una profonda rivisitazione nella gestione dei crediti/debiti e nel conteggio riepilogativo della liquidazione periodica. Si ricorda che nel menu è presente anche la precedente versione della liquidazione iva soltanto per finalità di verifica e non verrà più aggiornata. Sarà probabilmente rimossa con le future release. La procedura di gestione dei tributi presente nel menu liquidazione non sarà più utilizza in quanto ora integrata con i crediti/debiti del modulo delle deleghe. NUOVA LIQUIDAZIONE All atto di generazione di una nuova liquidazione tutte le pagine contenenti lo sviluppo dei conteggi sono disabilitate fino a quando non si effettua il calcolo, tramite l apposito pulsante. Lo sfondo evidenziato indica che sono state apportate modifiche ai parametri di calcolo (periodo, attività, ) che ne richiedono il ricalcolo. Le pagine sono disabilitate fino a che non si effettua il calcolo. Dopo l effettuazione del calcolo della liquidazione si noterà l abilitazione delle pagine e la comparsa del riepilogo nella griglia dei totali. NOTA Non è più presente la pagina relativa ai tributi da compensare in quanto ora integrata nella sezione del riepilogo come si vedrà in seguito. Pagina 24

25 RIEPILOGO La pagina con i dati riepilogativi della liquidazione riporta, oltre ai totali dell imposta esigibile e detraibile, eventuali variazioni sul totale a debito o a credito fino a formare l eventuale importo a debito da versare o a credito da riportare alla periodicità successiva. La lettura del prospetto è da intendersi in senso verticale come indicato dalle frecce. Le sezioni poste a sinistra del prospetto (totali Iva e variazioni) sono presenti sempre, sia nel caso di saldo a credito che a debito, mentre sarà variabile la sezione a destra in base alla natura del saldo, se a credito o a debito. TOTALI IVA Vengono riportati i valori, ripresi dalla griglia dei totali, dell imposta esigibile e detraibile. Tipicamente in questa sezione i valori a debito sono rappresentati con il segno negativo. Dalla differenza scaturisce l eventuale ammontare a debito o a credito. Non è previsto nessun tipo di interazione da parte dell utente in questi campi. I valori vengono riportati per facilità di lettura dal prospetto dei totali per aliquota. Pagina 25

26 VARIAZIONI Credito/Debito Precedente In questa sezione vengono raccolte tutte le poste che portano variazioni positive o negative al credito o debito formatosi dalla liquidazione. Gli importi devono essere riportati con segno negativo quando rappresentano un aumento del debito nonché diminuzione del credito. Tipicamente il valore dell iva non versata riportata da precedenti liquidazioni sarà sempre espressa con segno negativo in quanto rappresenta un importo da versare, mentre il valore dei crediti speciali sarà espressa con valore positivo in quanto credito. Accoglie l ammontare del credito (se indicato con segno positivo) o debito (se indicato con segno negativo) residuo risultante dalla liquidazione periodica precedente. Tipicamente il credito residuo rilevato dalla liquidazione sarà riportato nella periodicità successiva, mentre il debito dovrà essere versato tramite delega, ad eccezione fatta di importi sotto la soglia pari a 25.82, per cui un debito inferiore alla soglia sarà automaticamente rilevato come iva non versata nella liquidazione del periodo successivo. GENNAIO - CREDITO RESIDUO Dalla liquidazione del periodo scaturisce un credito da riportare. FEBBRAIO - RIPORTO CREDITO Lo sfondo grigio si presenta soltanto in fase di inserimento/modifica ed indica che il valore è modificabile dall utente. Pagina 26

27 GENNAIO - DEBITO VERSATO L ammontare del debito è stato versato per cui nel successivo periodo non vi sarà nulla da riportare. FEBBRAIO NESSUN RIPORTO Nel caso fosse rilevato un debito inferiore alla soglia verrà registrato come debito residuo e riportato nel periodo successivo come iva non versata. GENNAIO - DEBITO RESIDUO Nel caso venga rilevato un debito inferiore alla soglia di versamento di Pagina 27

28 FEBBRAIO - RIPORTO DEBITO L importo viene imputato al campo iva non versata, ma rimane comunque possibile apportare eventuali modifiche manualmente agli importi proposti. Variazione imposta Ospita l ammontare dell imposta da rettificare non totalizzata nell iva detraibile/esigibile. Come nella precedente versione l importo deve essere indicato con segno negativo se trattasi di un aumento del debito o diminuzione del credito formatosi. Iva non versata Viene proposto l ammontare del debito residuo risultante dalla liquidazione del periodo precedente se inferiore alla soglia di versamento. L importo proposto è modificabile dall utente. Crediti speciali Ospita l ammontare di eventuali crediti speciali utilizzati nel periodo di imposta da portare in variazione del credito/debito rilevato nel periodo. Acconto versato L acconto versato deve essere sottratto all Iva da versare per il mese di dicembre (per i contribuenti mensili), in sede di dichiarazione annuale Iva (per i contribuenti trimestrali) o da quanto dovuto per la liquidazione del 4 trimestre (per i contribuenti trimestrali speciali). In base a questo principio soltanto nell ultima liquidazione dell anno il campo viene abilitato per dare all utente la possibilità di confermare quanto proposto automaticamente dalla procedura o introdurre tale ammontare manualmente. Pagina 28

29 Il campo viene abilitato per la liquidazione dell ultimo periodo e riporta automaticamente l importo del versamento effettuato in acconto tramite delega, utilizzando i tributi 6013 per attività in regime mensile e 6035 per regimi trimestrali. A fianco dell importo è presente la funzione rileva utilizzabile per forzare la lettura dell importo versato nel caso il valore proposto fosse stato alterato o non automaticamente proposto. L ammontare dell acconto viene rilevato soltanto se adeguatamente versato tramite la procedura di creazione delle deleghe. In caso contrario l importo dovrà essere inserito manualmente dall utente. Pagina 29

30 ESTROMISSIONI In questa sezione vengono definiti i crediti per i quali si richiede uno spostamento all esterno della liquidazione periodica, ovvero per utilizzo in delega o richiesta di rimborso. Ovviamente il pannello che ospita tali valori viene abilitato soltanto in presenza di un saldo d imposta che evidenzia un credito. Non viene proposto alcun valore automaticamente, quindi i valori dovranno essere indicati dall utilizzatore in base alle esigenze del caso. Al momento non viene fornita alcuna verifica automatica dei valori introdotti. Credito da chiedere a rimborso Per ottenere un più veloce recupero del credito IVA è possibile chiedere il rimborso per periodi inferiori all anno. I rimborsi infrannuali sono trimestrali e si riferiscono ai primi tre trimestri dell anno; la richiesta di rimborso può riguardare sia i contribuenti con liquidazioni mensili che quelli che effettuano le liquidazioni con periodicità trimestrale. I contribuenti Iva che hanno realizzato nel trimestre un eccedenza di imposta detraibile superiore a 2.582,28 euro e che intendono chiedere in tutto o in parte il rimborso di questa somma (o l utilizzo in compensazione per pagare anche altri tributi, contributi e premi), devono presentare il modello TR. Tale modello dovrà esser compilato separatamente dal contribuente in quanto non gestito dalla procedura. La richiesta di rimborso del credito trimestrale dovrà essere completata attraverso la compilazione del modello TR. Il valore del credito residuo sarà completamente assorbito e non verrà riportato nulla nel successivo periodo. Pagina 30

31 Credito da utilizzare in delega In alternativa al rimborso infrannuale i contribuenti possono utilizzare il credito IVA in compensazione nel modello F24 per l ammontare massimo corrispondente alla eccedenza detraibile del trimestre di riferimento. La compensazione si effettua utilizzando i seguenti codici tributo: 6036 per il primo trimestre, 6037 per il secondo trimestre, 6038 per il terzo trimestre. Il valore indicato definisce, quindi, l ammontare del credito che viene destinato all utilizzo esterno in delega per compensazione dei crediti trimestrali con altri tributi. La dichiarazione dell importo da compensare in delega comporta la generazione del credito con codice tributo 6036, 6037, 6038 in base al periodo di liquidazione. La comparsa del simbolo a fianco dell importo segnala in anteprima tale comportamento che sarà confermato in fase di registrazione, quindi, il credito verrà creato al salvataggio della liquidazione. Soffermandosi con il puntatore del mouse sull icona comparirà il suggerimento. Credito iva rilevato nel primo trimestre Utilizzabile come credito da intromettere in liquidazione Il salvataggio della liquidazione provvederà alla generazione automatica del credito infrannuale con il codice tributo opportuno. Sarà già configurato per essere visibile dalla procedura di intromissione dei crediti esterni in liquidazione, come illustrato in seguito. Pagina 31

32 Modifica dell importo - La modifica dell importo in una liquidazione già registrata comporta l aggiornamento del credito precedentemente generato. L aggiornamento del credito avverrà soltanto in fase di salvataggio della liquidazione. - La modifica dell importo andrà a buon fine se l ammontare complessivo degli utilizzi non sarà superiore al nuovo valore del credito dichiarato. Pagina 32

33 Il nuovo importo dichiarato (7000) è inferiore all utilizzo corrente ( ). In base alla regola per cui non è possibile utilizzare più credito di quanto dichiarato, l aggiornamento sarà rifiutato. In fase di salvataggio della liquidazione la procedura avviserà che l aggiornamento del credito non è andato a buon fine con il messaggio: Aggiornamento fallito. L'ammontare dell'utilizzo eccede il valore del tributo. La liquidazione sarà comunque registrata e dovrà essere cura dell utilizzatore aggiornare manualmente l importo del credito nella scheda dell articolo oppure sistemare la situazione per permettere una successiva modifica ed aggiornamento della liquidazione. Annullamento dell importo - L azzeramento dell importo o l eliminazione della liquidazione comporta la cancellazione automatica del credito soltanto se NON è presente alcun utilizzo dello stesso in delega o altra liquidazione. L aggiornamento del credito avverrà soltanto in fase di salvataggio della liquidazione. In presenza di utilizzi del credito in liquidazione, delega o dichiarati manualmente non potrà essere eliminato e verrà emesso l avviso: Cancellazione fallita. Sono stati rilevati utilizzi del credito/debito inseriti manualmente, in liquidazione iva o contabilità. Verificare la scheda del credito/debito. NOTA Consideriamo il fatto che si tratta di crediti rilevati trimestralmente, per cui il pannello in esame verrà abilitato soltanto per le liquidazioni di marzo, giugno e settembre per periodicità mensili e per i primi 3 periodi in caso di periodicità trimestrali. Pagina 33

34 Generalmente le 2 modalità di gestione del credito vengono utilizzati in alternativa l uno all altro nonostante la procedura ne permetta anche l utilizzo simultaneo. Chiaramente è possibile indicare come credito un importo parziale del saldo a credito, riportando al periodo successivo il residuo. Non sarà possibile definire estromissioni per un ammontare complessivo superiore al saldo a credito, ne indicare importi con segno negativo. Visualizzazione Durante la modalità di consultazione della liquidazione sarà possibile apprezzare immediatamente, anche senza entrare in modifica, l azione svolta in fase di creazione del credito estromesso dalla liquidazione. Sostando con il puntatore del mouse sul link verrà presentato il suggerimento immediato. Sarà possibile vedere la scheda del credito seguendo il link proposto. Pagina 34

35 INTROMISSIONI Si definisce l ammontare dei crediti IVA compensabili che si intende computare in detrazione nella liquidazione del periodo. Il pannello che ospita il campo per l introduzione di tale valore è abilitato soltanto in presenza di un saldo d imposta che evidenzia un debito. In presenza di un saldo a debito (al netto delle variazioni) viene abilitato il pannello che permette l inserimento delle intromissioni. All atto della generazione di una nuova liquidazione NON viene proposto automaticamente alcun importo, ma sarà l utilizzatore a selezionare quali crediti utilizzare per la compensazione utilizzando la funzione modifica presente a fianco dell importo. L importo NON è direttamente imputabile ma è necessario comporlo attraverso la funzionalità di seguito descritta. Attivando la funzione comparirà la schermata per la selezione dei crediti disponibili. Pagina 35

36 - La prima riga di ogni tributo riporta il valore del credito iniziale caricato nella scheda del credito. - L ultima riga (verde) riporta il valore residuo ancora utilizzabile del credito. - Le restanti riportano la cronologia degli utilizzi desumibile anche dalla scheda del credito. In corrispondenza di ogni riga che compone ammontare ed utilizzo del credito è disponibile la funzione per consultare direttamente la fonte dell utilizzo, sia essa una liquidazione, delega F24 o inserimento manuale. NOTA Si ricorda che sono accessibili soltanto i crediti per i quali è abilitata l apposita opzione nella scheda del credito (vedi pag. Errore. Il segnalibro non è definito.). Pagina 36

37 Gli estremi corrispondono a quanto riportato nella scheda del credito Il dettaglio della liquidazione dimostra l utilizzo del credito nel periodo precedente. In corrispondenza di ogni riga che evidenzia il residuo utilizzabile del credito è posta l opzione per abilitarne l utilizzo. Verrà inizialmente proposto l ammontare necessario a copertura del debito residuo. Sarà quindi possibile modificare l importo proposto per includere nella selezione eventualmente anche altri crediti fino a copertura del debito rilevato. Pagina 37

38 Per modificare l importo effettuare un click sul campo per iniziare la digitazione. l valore può essere introdotto anche senza il segno negativo. In calce all elenco sarà sempre visibile la barra che ospita il riepilogo dei totali, tramite i quali si potrà tenere in osservazione l andamento della selezione. Inizialmente sono esclusi dall elenco i crediti completamente utilizzati. Potranno essere visualizzati a titolo di consultazione abilitando l apposita opzione. Chiaramente non sarà possibile selezionare un importo complessivo superiore al debito da coprire Pagina 38

39 L importo così composto sarà riportato nella liquidazione a copertura del debito. All atto del salvataggio della liquidazione verrà aggiornata anche la situazione dei crediti. Nel caso saranno inseriti nella scheda degli stessi gli utilizzi effettuati. Modifica dell importo Poiché non è possibile agire direttamente sull importo presente nel pannello di riepilogo in liquidazione, si dovrà agire, per qualsiasi modifica, tramite l apposita procedura di selezione descritta applicando i dovuti cambiamenti agli importi selezionati. Pagina 39

40 Viene modificato l importo selezionato dal credito da 2000 a 700. Il salvataggio della liquidazione provvederà all aggiornamento dell utilizzo nella scheda del credito. NOTA Vige la medesima regola descritta in precedenza in base alla quale l aggiornamento verrà rifiutato nel caso l ammontare complessivo degli utilizzi ecceda il valore dichiarato del credito. Annullamento dell importo Come previsto per la modifica, l annullamento dell importo si effettua deselezionando tutti i crediti coinvolti nell operazione in modo tale che l ammontare dell importo utilizzato a copertura sia pari a zero. Pagina 40

41 Non risulta più alcun credito selezionato. Il salvataggio della liquidazione provvederà alla eliminazione dell utilizzo nella scheda del credito. Visualizzazione Durante la modalità di consultazione della liquidazione sarà possibile apprezzare immediatamente, anche senza entrare in modifica, l azione svolta nell utilizzo dei crediti esterni per la compensazione del debito rilevato. Sostando con il puntatore del mouse sul link verrà presentato il suggerimento immediato. Sarà possibile vedere la scheda del credito seguendo il link proposto. Pagina 41

42 VERSAMENTO Nel caso in cui il conteggio riporti un saldo iva a debito verrà attivato il pannello per la compilazione dell importo da versare. Interessi trimestrali L informazione verrà abilitata soltanto in presenza di attività con regime iva trimestrale e verrà calcolato in base alla percentuale dichiarata nella scheda dell attività. Importo da versare Viene proposto l ammontare del debito iva rilevato comprensivo della quota degli eventuali interessi trimestrali dichiarati. L importo è modificabile dall utilizzatore per cui in caso di particolari esigenze sarà possibile apportare modifiche all importo dichiarato per il versamento. Trattasi di situazioni che in pratica non dovrebbe trovare riscontro, ma chiaramente applicando un versamento inferiore al debito rilevato sarà conteggiato un debito residuo da riportare nel periodo successivo. A fianco dell importo da versare viene segnalato che verrà generato il debito da versare in delega all atto del salvataggio della liquidazione. Il suggerimento si attiva posizionando il puntatore del mouse sull icona indicata in figura. Pagina 42

43 Dopo il salvataggio della liquidazione verrà quindi generato il debito come si potrà rilevare nella scheda dei crediti/debiti. Il debito sarà quindi disponibile per il versamento in delega F24. Modifica dell importo La modifica dell importo da versare in una liquidazione già effettuata comporta l aggiornamento automatico del debito collegato nel caso in cui il nuovo importo dichiarato non sia inferiore alla somma di eventuali utilizzi già effettuati. Esempio - Nel caso precedentemente illustrato si rileva un debito di dichiarato in delega F24. Pagina 43

44 Si nota anche dalla scheda del debito. - Si modifica la liquidazione applicando una variazione d imposta in aumento del debito, in modo che l importo da versare sia superiore a quello già dichiarato in delega. Il valore dichiarato del debito (6.000) risulta superiore al precedente valore versato (5.000) ed in fase di salvataggio verrà emesso il messaggio che avvisa l utente della necessità dell intervento manuale nell aggiornamento della relativa delega con la quale è stato versato il debito. Pagina 44

45 NOTA La procedura NON aggiorna automaticamente la delega Annullamento dell importo Nel caso che l importo da versare venga annullato per effetto di successive modifiche, ad esempio l imputazione di crediti in compensazione, la procedura provvederà alla sua eliminazione sempre che non siano ancora registrati utilizzi, in caso contrario verrà emesso un messaggio di errore. Nel caso di versamento in delega: Il tributo è stato utilizzato in delega nella sezione ERARIO. La liquidazione sarà comunque salvata ma sarà necessario intervento dell utente per cancellare e/o modificare la delega ed il relativo debito in precedenza generato. ATTIVITÀ Il pannello delle attività permette di controllare la generazione delle scritture contabili e le modalità di versamento dell eventuale debito da versare rilevato. Scritture Contabili Viene abilitata la pagina che ospita l anteprima delle scritture e relativi estremi per il conteggio. Per le nuove liquidazioni le scritture contabili vengono generate per definizione. Sarà cura dell utilizzatore disabilitare l opzione nel caso non avesse necessità di effettuare tale rilevazione, o perché avesse deciso di introdurre manualmente le scritture in seguito. In tal caso esse non saranno più collegate alla liquidazione e dovranno essere gestite ed aggiornate dall utente in modalità separata. Pagina 45

46 La sezione dedicata allo sviluppo delle scritture contabili consta di 3 sezioni, come nella precedente versione, ma pesantemente revisionate. Rilevazione iva ed erario Sono raccolti tutti i parametri necessari per la generazione automatica delle scritture contabili inerenti la liquidazione ad eccezione di quella eventualmente effettuata a fronte del versamento del debito in liquidazione, per gli utenti che non gestiscono le deleghe F24 dal software, ma vogliono in ogni caso mantenere aggiornata la situazione del debito registrandone l utilizzo. Causale storno iva per cassa Causale utilizzata per la generazione del movimento di rilevazione dell iva per cassa non ancora assolta per decorrenza del termine di 1 anno o uscita dal regime di cassa. Anteprima della scrittura Pagina 46

47 Nel caso non fosse dichiarata una causale dedicata allo sviluppo della registrazione le righe verranno rilevate insieme all erario nella registrazione principale di rilevazione dell iva a debito o a credito. Causale e conto giroconto erario Causale e conto utilizzati per la rilevazione del debito/credito verso l erario. Verrà utilizzato il conto erario dichiarato nella presente sezione. Data registrazione Data attribuita a tutti i movimenti rilevati, ad eccezione del versamento che come indicato in seguito, presenta un valore da indicare separatamente. Viene proposta la data di fine del periodo d imposta, ma l utilizzatore può intervenire in base alle proprie esigenze, ad esempio indicando il giorno effettivo in cui viene prodotta la liquidazione. Iva indetraibile prorata Nel caso vengano rilevate movimentazioni soggette a prorata (vedi configurazione dell attività), l importo verrà rilevato nella scrittura principale di giroconto iva nel conto dedicato. Pagina 47

48 Soltanto nel caso di unica attività la % verrà riportata nel pannello dei totali finali iva del riepilogo a titolo informativo. Variazione d imposta, Cred/Deb. Precedente, Iva non versata, Crediti speciali, Acconto Le poste dichiarate nella sezione dedicata alle variazioni d imposta vengono raccolte in una unica scrittura contabile che utilizza la medesima causale/data del movimento principale. Esempio di registrazione non conforme a quanto richiesto. NOTA Nel caso venga dichiarato un importo per il quale non è stato definito il conto di rilevazione verranno attivati alcuni messaggi in fase di visualizzazione dell anteprima delle scritture contabili. Nella scrittura sarà possibile notare il segnaposto che indica la mancanza del conto. Pagina 48

49 Messaggio di avviso all attivazione dell anteprima Estromissioni (credito infrannuale, rimborso) Nel caso in cui vengano definite delle estromissioni del credito rilevato trimestralmente sarà rilevata un ulteriore scrittura contabile, sempre con la stessa causale principale. Il conto che ospita la rilevazione del credito infrannuale non era disponibile nelle versioni precedenti. Intromissioni (compensazioni esterne) L utilizzo in liquidazione di crediti esterni viene rilevata in una scrittura contabile separata in cui vengono riepilogati tutti i crediti compensati utilizzando il conto definito nella scheda del credito. Pagina 49

50 Rilevazione credito residuo La rilevazione del credito residuo da riportare al periodo successivo avviene attraverso la scrittura di giroconto tra il conto erario e quello dichiarato per la rilevazione del C/D prec. Rilevazione debito residuo Nel caso in cui venga rilevato un debito residuo da riportare nel periodo successivo, esso sarà trattato come automaticamente come iva non versata nel caso di importi sotto la soglia di presentazione o come debito precedente in caso contrario. Pagina 50

51 Si annulla manualmente l importo da versare, situazione che in pratica non dovrebbe trovare riscontro. Versamento In questa sezione vengono raccolte tutte le informazioni rivolte allo sviluppo della scrittura contabile di versamento dell eventuale debito, se viene deciso di non effettuarlo tramite delega all interno di Arca ma di gestirlo direttamente in liquidazione. La vista dell anteprima dimostra l utilizzo dei conti specificati. Pagina 51

52 Anteprima L anteprima dei movimenti è stata completamente rivisitata per offrire la possibilità di controllare le scritture generate più agevolmente. Abilitando l anteprima potrebbe venire emesso un messaggio di avvertimento nel caso fossero rilevate anomalie che non permettono il corretto sviluppo delle scritture. Causale Data e descrizione Note aggiuntive In calce alla maschera viene richiesto il codice di simulazione da attribuire alle scritture se la liquidazione rimane in forma provvisoria, l opzione per visualizzare le scritture al termine della registrazione ed una funzione aggiuntiva che permette di effettuare il ricalcolo forzato delle scritture nel caso si ravvisasse qualche incongruenza tra i dati inseriti e lo sviluppo delle stesse. Pagina 52

53 Visualizzazione della liquidazione In fase di consultazione della liquidazione sarà disponibile il collegamento per recuperare immediatamente la prima nota con le scritture collegate, o nel caso non siano mai state generate o eliminate verrà indicato con apposita dicitura. Solo in modalità di visualizzazione sarà possibile richiamare direttamente le registrazioni collegate. Se non viene rilevata nessuna scrittura collegata. Modifica della liquidazione In modifica della liquidazione le scritture saranno visibili nella sezione di anteprima come descritto in precedenza. Variando i dati sensibili che le compongono verranno ricalcolate, ma non sarà possibile eliminarle, operazione premessa soltanto dalla prima nota, previo messaggio di avvertimento in caso non siano provvisorie. Sono state rilevate delle scritture collegate e segnalate all utente. In assenza di scritture verrà data la possibilità di generarle applicando l opzione come descritto in precedenza. Attivare per abilitare la pagina delle scritture e relativa registrazione. Versamento La fase conclusiva si manifesta nella rilevazione del versamento dell eventuale debito che può essere effettuato tramite la procedure di gestione delle deleghe F24 o semplicemente in liquidazione con rilevamento attraverso relativa scrittura contabile, come visto in precedenza. L opzione non sarà visibile in caso di rilevazione di un credito. Liquidazione Il debito verrà rilevato nella scrittura di versamento e registrato il relativo utilizzo e chiusura nella scheda dello stesso. Pagina 53

54 La registrazione del versamento sarà visibile nella scheda del debito soltanto dopo il salvataggio avvenuto della liquidazione. In questo caso il debito non potrà più essere compensato in delega in quanto già chiuso in liquidazione con la quale si è manifestata la volontà di non produrre la delega. Delega Il caso di versamento tramite delega prevede la generazione automatica della delega prelevando i dati del contribuente ed inserendo il debito generato nella sezione ERARIO; sarà quindi sufficiente aggiornare la delega completandola con le compensazioni necessarie. Al termine del salvataggio della liquidazione sarà offerta all utente la possibilità di visualizzare immediatamente la delega generata. Pagina 54

55 NOTA Il versamento del debito in delega viene rilevato nella scheda del debito generato indipendentemente dal fatto che la delega sia contabilizzata o meno. Per eliminare il versamento dalla scheda del debito sarà necessario eliminarlo dalla delega. Visualizzazione della liquidazione Se in fase di consultazione della liquidazione sarà disponibile il collegamento per recuperare immediatamente l eventuale delega generata per il versamento o l indicazione dello stato del versamento. Solo in modalità di visualizzazione sarà possibile richiamare direttamente la delega Non è stata generata la delega ma viene registrato il versamento in liquidazione senza gestione della delega. Verrà segnalata all utente la mancanza di un versamento collegato alla liquidazione. Modifica della liquidazione La fase di modifica propone l indicazione del metodo utilizzato per effettuare il versamento all atto della creazione della liquidazione. Pagina 55

56 Non è possibile modificare direttamente in liquidazione il metodo utilizzato per effettuare il versamento. NOTA - Nel caso si renda necessario spostare il versamento dalla liquidazione alla delega sarà necessario cancellare la liquidazione e rigenerarla impostando opportunamente l opzione. - Nel caso si renda necessario spostare il versamento dalla delega alla liquidazione sarà necessario cancellare il debito dalla delega o la delega stessa e modificare la liquidazione In assenza di definizione del versamento anche in modifica sarà possibile decidere come procedere con l attività OPZIONI In calce al riepilogo sono presenti 2 opzioni che permettono rispettivamente di dichiarare la liquidazione come definitiva ed effettuare direttamente la stampa dopo la registrazione. Rendi definitiva La liquidazione sarà impostata come definitiva ed in fase di visualizzazione comparirà l indicazione nella pagina principale. NOTA Non è possibile riportare una liquidazione allo stato di provvisorietà dopo il salvataggio, ma sarà possibile far diventare definitiva una liquidazione provvisoria semplicemente entrando in modifica della stessa e cambiandone lo stato. Pagina 56

57 Di conseguenza, le eventuali scritture contabili generate saranno definitive e quindi non necessaria l indicazione di un codice di simulazione. La loro eventuale cancellazione da prima nota avviserà l utente del collegamento con una liquidazione. Stampa Attivando l opzione di stampa, al termine della registrazione della liquidazione verrà attivata la procedura di stampa. La stampa prodotta, nonché la maschera presentata, sono le medesime previste per la stampa dal menu principale. Il layout della stampa è stato modificato. Pagina 57

58 Visualizzazione della liquidazione In modalità semplice di visualizzazione al posto dell opzione per attivare la stampa dopo il salvataggio sarà disponibile il collegamento diretto per richiamare la procedura di anteprima/stampa come dal menu principale. CANCELLAZIONE LIQUIDAZIONE La cancellazione della liquidazione non sarà permessa nei seguenti casi: - I crediti o debiti generati dalla liquidazione sono stati utilizzati in delega o presentano degli utilizzi manuali inseriti direttamente dalla relativa scheda. - Esistono registrazioni contabili non provvisorie legate alla liquidazione. Multiattività In caso di multiattività, la generazione delle liquidazioni avverrà proponendo prima le liquidazioni per singola attività e poi quella riepilogativa per il primo periodo disponibile. La liquidazione per singola attività riporterà nel pannello del riepilogo soltanto la sezione dei totali iva che verrà poi conteggiato in quella riepilogativa, nella quale sarà utilizzabile il pannello completo per determinare l eventuale importo da versare o del credito da riportare nel periodo successivo. Periodicità uguale In caso di più attività configurate tutte con la stessa periodicità la generazione seguirà l ordine cronologico dei periodi in base al regime. GENNAIO Liquidazione attività 001 Poiché il versamento viene effettuato tramite la liquidazione riepilogativa, nella liquidazione per attività è presente un set di informazioni ridotto. Pagina 58

59 GENNAIO Liquidazione attività 002 GENNAIO Liquidazione riepilogativa In questo caso la liquidazione permette l utilizzo dell intero riepilogo in quanto viene prevista l effettiva presentazione ed eventuale versamento. La compensazione dei crediti e generazione dei debiti potrà essere effettuata soltanto in sede di liquidazione riepilogativa. Il processo di liquidazione nei periodi successivi procederà con: Febbraio liquidazione attività 001 Febbraio liquidazione attività 002 Febbraio liquidazione riepilogativa Marzo liquidazione attività 001 Marzo liquidazione attività 002 Marzo liquidazione riepilogativa In caso di periodicità trimestrale la presentazione avverrà chiaramente in base ai periodi trimestrali di presentazione: Gen./Mar. liquidazione attività 001 Gen./Mar. liquidazione attività 002 Gen./Mar. liquidazione riepilogativa Pagina 59

60 Periodicità mista In caso di più attività configurate con periodicità miste, ovvero una in regime mensile ed una in regime trimestrale, l ordine di generazione seguirà i periodi di presentazione. La liquidazione per attività e riepilogativa dovrà essere effettuata per i periodi in sovrapposizione. GENNAIO Liquidazione attività 001 In questo caso si presume che per il mese di gennaio venga effettuata la presentazione per l attività mensile per cui è attivo tutto il riepilogo per desumere l eventuale versamento. Non viene richiesta la generazione della singola liquidazione e di quella riepilogativa. FEBBRAIO Liquidazione attività 001 Come il periodo precedente per l attività 001 viene presentata la liquidazione completa per il versamento. Pagina 60

61 MARZO Liquidazione attività 001 Il terzo mese coincide con la presentazione del primo periodo trimestrale e quindi dovrà essere effettuata la liquidazione delle singole attività più quella riepilogativa con la quale sarà effettuato il conteggio del versamento. 1^ TRIM Liquidazione attività 002 1^ TRIM Liquidazione riepilogativa L eventuale debito rilevato pari all ammontare dell importo da versare sarà generato con il codice del tributo in base alla periodicità dell attività prevalente. Pagina 61

62 7.1.4 Stampa dichiarazione compensi Nella procedura che elabora la dichiarazione dei compensi dei percipienti (menù Contabilità/Ritenute d acconto/stampe) è stata introdotta l opzione Aggiorna deleghe F24 che, in caso di stampa definitiva, consentirà di generare i record per il versamento delle ritenute tramite F24: Le ritenute da versare saranno accorpate a parità di codice tributo. Si veda l esempio in figura: Sono state elaborate due dichiarazioni, per due fornitori diversi, ma sarà generato un unico debito da versare per la somma complessiva degli importi. I record così generati potranno essere poi inseriti - tramite l apposita funzione di prelievo in delega F24 per effettuare il versamento delle ritenute. Pagina 62

63 Si noti che, avendo scelto di versare le ritenute tramite delega, si suppone che la registrazione contabile del versamento sarà generata contestualmente alla delega stessa. Di conseguenza, l opzione Registrazione contabile dovrebbe essere utilizzata in alternativa all opzione Aggiorna deleghe F24, ossia solo nel caso in cui non si desideri gestire le deleghe. Tuttavia, è possibile ugualmente selezionare entrambe le opzioni. In tal caso le scritture di versamento delle ritenute saranno generate assieme alla stampa e, allo stesso tempo, sarà generato anche il debito da versare tramite deleghe che risulterà, però, già utilizzato e quindi non prelevabile in una delega. L utente sarà avvisato tramite il seguente messaggio: Il record generato nella tabella dei Crediti/Debiti risulterà già utilizzato: Pagina 63

64 In caso si effettui più volte la stampa della dichiarazione dei compensi in modalità definitiva selezionando anche movimenti che erano già stati stampati, la procedura non va a rettificare le scritture o i debiti generati in precedenza, ma li genera nuovi ogni volta. L utente sarà avvisato tramite il seguente messaggio: Pagina 64

65 7.2 Stampe Registri IVA Le stampe dei registri IVA sono state aggiornate per correggere un anomalia nel riportare le bolle doganali e le fatture UE. Per salvaguardare chi non volesse modificare il modo di stampare i registri IVA in corso d anno, i report con la correzione sono stati creati nuovi ed evidenziati con la sigla NEW, mentre quelli già presenti non sono stati toccati. I report NEW saranno resi standard con la prima versione dell anno 2014 e saranno rimossi gli altri report. Poiché tali stampe saranno rimosse in futuro, è consigliabile duplicarle come personalizzate per coloro che dovessero utilizzarle per un periodo più lungo o in caso di ristampa di un vecchio periodo. La correzione va a modificare il totale documento nel caso di bolle doganali e fatture con cessione compensativa. Si veda l esempio riportato sotto: prima della modifica il totale documento risultava comprensivo di iva; dopo la modifica è al netto dell iva. Registro Iva Acquisti standard (cioè quelli presenti anche nelle precedenti versioni): Registro Iva Acquisti nuovo: Pagina 65

66 7.3 Filtro Numero Protocollo È stato aggiunto il filtro sul campo Numero Protocollo sulle finestre utilizzate per fare il Riepilogo dei Movimenti IVA. 7.4 Ritenute d acconto Al salvataggio di un movimento contabile, quando viene creato il relativo movimento di ritenuta d acconto, in quest ultimo sarà valorizzato il campo Note con il valore del campo Descrizione della testa contabile di partenza. Inoltre, nella finestra di gestione delle Ritenute, è stato aggiunto un link con il quale sarà possibile aprire il movimento contabile che ha generato il movimento di ritenuta. Pagina 66

67 7.5 Flussi Finanziari La procedura di analisi ed elaborazione degli incassi previsionali è stata modificata nel modo in cui vengono stimate le rate future per la merce in ordine e non ancora consegnata. Per ogni riga d ordine, per la sola parte non ancora consegnata, si supporrà che venga consegnata nella Data consegna stipulata (o nel giorno odierno se la Data Consegna è nel passato) e che ci sia la fatturazione immediata, non differita a fine mese come nelle precedenti versioni. Chi fatturasse con fattura differita a fine mese, per aver lo stesso sviluppo previsionale delle precedenti versioni, dovrà garantirsi di aver impostato nei pagamenti l opzione Fine mese : in questo modo, che la fattura sia stimata a fine mese o che sia stimata in data consegna, il pagamento impostato a fine mese porterà l inizio dello sviluppo delle rate teoriche a fine mese. N.B.: ricordiamo che il calcolo della scadenze previsionali viene effettuato per ogni singola riga merce documento, poiché ogni riga può avere data di consegna diversa, in base a quando specificato nella configurazione della forma di pagamento, escludendo acconti, sconti e spese. 7.6 Deleghe F24 Nella sezione IMU, come da disposizione del nuovo modello, è stato aggiunto il campo Identificativo Operazione da compilare per il pagamento dei tributi TARES. In egual maniera è stato ritoccato il modello di stampa, riportando il nuovo campo. Infine, sono stati aggiornati i file telematici Entratel e Home Banking, adeguandoli alle specifiche per l anno Export per Modello 770 Sono stati fatti gli adeguamenti richiesti dalle specifiche dell anno Pagina 67

68 7.8 Export vs BPoint È stata modificata la procedura di export dei movimenti contabili verso il software BPoint per gestire alcuni casi contabili che non erano contemplati Fatture emesse da trasportatori Le fatture emesse dalle aziende di trasporto che si avvalgono del regime trimestrale speciale devono essere trasmesse a BPoint in un formato particolare, che prevede la divisione della fattura in tre movimenti. In Arca le fatture che rientrano in questa casistica sono quelle inserite in prima nota con causale di tipo Fattura di vendita e dove è stata scelta l opzione Posticipo competenza Iva (vedi figura): È necessario, inoltre, che sia stato inserito il conto Iva vendite nei parametri dell Iva in sospensione della ditta (Servizio/Impostazioni/Iva Sospesa): Nella procedura di export verso BPoint (Contabilità/Collegamento con BPoint/Export movimenti contabili) le fatture di vendita con posticipo della competenza Iva saranno divise in tre movimenti (vedi figura): 1. Fattura ai fini contabili (causale 221): movimenta il conto Iva in sospensione. 2. Fattura ai fini iva (causale 256): movimenta il conto iva vendite e ha data registrazione posticipata (viene impostata la data competenza iva). 3. Giroconto: movimenta i conti iva in sospensione e iva vendite; ha data registrazione posticipata. NOTA: non sarà gestito il caso di fatture miste, ossia con righe iva aventi date di competenza diverse. In tal caso sarà considerata la data competenza della prima riga Iva per l intera registrazione. Pagina 68

69 7.8.2 Gestione iva per cassa Le fatture con Iva per cassa dovranno avere i seguenti requisiti: Attributo Iva ad esigibilità differita nella testa del movimento contabile Cliente/fornitore SENZA l attributo Ente Pubblico (in caso contrario saranno considerate fatture con iva in sospensione) Prima nota: Anagrafica clienti/fornitori: Pagina 69

70 Nella procedura di export verso BPoint (Contabilità/Collegamento con BPoint/Export movimenti contabili) le fatture con iva per cassa saranno esportate come fatture normali (causale 200). Anche la scrittura dell incasso/pagamento sarà esportata come una registrazione normale: non subirà quindi il processo di trasformazione degli incassi con iva in sospensione e saranno eliminate le righe di giroconto da Iva sospesa a Iva normale che Arca inserisce automaticamente nella registrazione (BPoint provvederà poi a generare tale giroconto in fase di liquidazione Iva periodica). Saranno inoltre inseriti i riferimenti alle fatture incassate/pagate nelle colonne 24 e 25 del Movim (vedi figure). Registrazione di incasso di due fatture con Iva per cassa: Export verso BPoint della registrazione: Per effettuare l import dei movimenti è richiesta la release 1.50 di BPoint (o superiore). A questo punto è necessario effettuare una serie di impostazioni iniziali per attivare la gestione delle partite aperte, necessarie per il funzionamento dell iva per cassa in BPoint. Le operazioni, che vanno eseguite solo la prima volta, sono le seguenti: Pagina 70

71 Anagrafica azienda ( ): attivare le gestioni Iva per cassa e Partite aperte. Codici di pagamento ( ): codificare almeno un codice di pagamento da utilizzare per la generazione delle partite. Costanti clienti/fornitori ( ): associare i clienti/fornitori che lavorano con Iva per cassa al codice di pagamento codificato. Causali per saldaconto ( ): impostare il flag Manutenzione partite aperte in tutte le causali di BPoint utilizzate nelle fatture e negli incassi/pagamenti con Iva per cassa (100, 200, 103, 203) Dopo aver effettuato queste impostazioni iniziali, ogni volta che si esegue l import dei movimenti da Arca sarà necessario effettuare due operazioni: Import movimenti e anagrafiche ( ). Generazione partite ( ). Pagina 71

72 8 Contabilità Analitica 8.1 Elaborazione Nella procedura di elaborazione dei movimenti, nella pagina dei filtri aggiuntivi, sono ora disponibili i filtri Data Doc. (sezione documenti) e Data Reg. (sezione prima nota). 8.2 Stampa Movimenti Nella finestra di stampa dei movimenti di Contabilità Analitica sono stati aggiunti filtri sui Movimenti Contabili e sui Documenti collegati. I due gruppi di filtri sono utilizzabili singolarmente o in coppia e essi sono abilitati dai corrispondenti flag del riquadro Tipo Movimento. 8.3 Gestione Movimenti È ora possibile inserire movimenti con più righe, la cui somma dà un totale a zero. Nelle precedenti versioni non era permesso inserire dei movimenti di analitica con un totale finale a 0. Pagina 72

73 9 Documenti 9.1 Ricevute Fiscali (documenti con importi comprensivi di iva) Questa nuova implementazione permette di gestire documenti con prezzi comprensivi di iva, come sono appunto le ricevute fiscali. Fino alla precedente versione nella gestione documenti tutti gli importi imputabili erano al netto dell IVA ed i conteggi di fattura calcolavano l IVA a partire dagli imponibili; nella nuova gestione i conteggi di fattura saranno fatti come per i corrispettivi, scorporando i totali ivati (dopo averli raggruppati a parità di aliquota) per determinarne imponibile ed imposta. Nella pagina di riepilogo dei totali saranno mostrati, come già ora, imponibile ed imposta separati. Questa tipologia di documenti sarà utilizzata da aziende che trattano con soggetti non interessati a distinguere tra l ammontare dell imponibile e dell imposta (tipicamente consumatori finali a quali è sufficiente vedere il prezzo comprensivo di iva di ogni articolo; poi nel castelletto IVA finale potranno vedere la scomposizione degli importi) e potrà essere utilizzata per l emissione di Fatture Semplificate e di Ricevute Fiscali Copertura Per gestire i documenti con importi comprensivi di iva si dovrà codificare un nuovo tipo di documento ed abilitare la spunta Importi Ivati Tutta la gestione sarà in linea di massima simile alla gestione dei normali documenti con alcune limitazioni: qui di seguito sono riportate le principali: 1. I documenti ivati potranno essere solamente in Euro. 2. I documenti ivati potranno essere solo quelli del Ciclo Attivo. 3. I documenti con importi ivati potranno essere solo - Preventivi - Ordini - DDT - Fatture - Fatture Accompagnatorie - Nota di Credito Gli altri tipi documento (Rapportini, Ordini di lavorazione, ecc.) non potranno essere configurati come documenti ivati. 4. I documenti ivati vedranno solo documenti ivati (evasioni, ricerca prezzi, copia righe da ) 5. Nella testata non sarà disponibile il campo Cliente di Fatturazione. 6. Nelle righe non saranno disponibili i campi Prezzo Addizionale e Sconto Addizionale. 7. Non sarà disponibile la sezione Spese nel piede del Documento. 8. Non saranno gestite spesse di Incasso e di Bolli per Esenzione Pagina 73

74 9.1.2 Configurazione documenti La definizione per indicare se un documento gestisce Importi Ivati o meno verrà decisa per ogni singolo tipo documento (es. FTV fattura normale, FTI Fattura Ivata). n.b.: una volta salvata la configurazione del documento e aver inserito almeno un documento, non sarà più possibile modificare questa impostazione. Come già visto nell elenco delle limitazioni, le spese non sono gestite per i documenti con Importi Ivati. Nella pagina Dati da Proporre la griglia delle spese non sarà presente : Pagina 74

75 9.1.3 Gestione documenti Vediamo in dettaglio cosa cambia nella procedura di inserimento di un documento configurato per gestire Importi Ivati. Una volta selezionato il tipo documento RFC, il campo Valuta sarà reso non modificabile: come già detto un documento con importi comprensivi di iva può essere solo in Euro. Nelle pagina delle Righe i prezzi proposti/digitati sono comprensivi di IVA, come indicato anche dall intestazione della colonna: N.B.: al cambio di aliquota IVA non sarà ricalcolato il prezzo unitario; cambierà invece, come è ovvio, la quota parte di imposta compresa nel prezzo unitario. La ricerca prezzi (F3) sul prezzo unitario vedrà solo le righe dei documenti della stessa famiglia: documenti ivati se fatta su un documento ivato, documenti non ivati se fatta su un documento non ivato. La ricerca dei prezzi sui listini avrà lo stesso funzionamento delle vendite al banco: il prezzo ritornato sarà già comprensivo di IVA: l aliquota utilizzata per incorporare l imposta sarà quella definita nell articolo o nei default per i documenti. Si consiglia in ogni caso di utilizzare listini Ivati per i documenti con importi ivati e listini non ivati per i documenti normali. Funzionalità Copia righe da : sarà possibile copiare righe solo da documenti della stessa tipologia (normali su normali e ivati su ivati). Pagina 75

76 Nella pagina Totali, come accade per i documenti normali, vengono scomposti gli importi in imponibile e imposta: Filtro Importi Ivati In tutte le finestre in cui sono visualizzati i filtri per i documenti, è stato aggiunto il nuovo filtro Importi Ivati : In tutte le statistiche, stampe, analisi i documenti ivati e quelli non ivati potranno convivere : gli importi di riga riportati per i documenti ivati saranno gli importi di riga scorporati dell iva per avere dati uniformi e sommabili. Ovviamente in questo tipo di reportistiche potranno mancare per i documenti ivati gli eventuali centesimi dovuti agli importi non scorporabili (quegli importi ivati per i quali non esiste alcun imponibile che addizionato ad un iva calcolata normalmente mi torni l importo iniziale). Pagina 76

77 9.1.5 Stampa del documento La stampa del documento corretta deve essere fatta esponendo in ogni riga i prezzi, unitari e totali, già comprensivi di imposta, proprio come sono stati inseriti dalla gestione documenti. Si noti che senza interventi particolari, già tutti i moduli di stampa dovrebbero esporre i dati in questo modo senza bisogno di interventi di adeguamento. Nell immagine di esempio sotto riportata si può vedere che la somma dei Prezzi Totali di riga corrisponde al Prezzo Totale del documento. Nel riquadro del castelletto IVA si vedono le ripartizioni tra imponibile ed imposta: Il modulo di stampa potrebbe essere modificato per mostrare nelle righe i prezzi al netto dell imposta, ma questa modalità di esposizione è sconsigliabile in quanto poi i totali possono non tornare. In questo caso, nell esempio di cui sopra, si vede che si ottiene un risultato inesatto: la somma degli imponibili di riga NON corrisponde al totale imponibile mostrato nel castelletto IVA (91,74 contro 91.73). Il valore differisce di un centesimo, differenza dovuta allo scorporo: si ottengono risultati diversi se prima si sommano i prezzi e poi si scorporano (quello che fa correttamente il calcolo del castelletto IVA) dal scorporare prima i prezzi e poi fare la somma. Da notare che gli importi di riga scorporati sono corretti: 75,21 * 1,21 = ,53 * 1,21 = È altresì errato cercare di aggiustare gli importi scorporati per far tornare la somma con quanto riportato nel castelletto IVA (provando a limare un centesimo da una delle 2 righe): modificando la prima riga si avrebbe questo risultato 75,20 * 1,21 = modificando la seconda 16,52 * 1,21 = Pagina 77

78 9.1.6 Prelievo / Evasione I documenti con Importi Ivati potranno essere configurati in un flusso documentale e supporteranno tutte le modalità ed interfacce di evasione (totale e parziale) dei documenti normali. Essi potranno evadere ed essere evasi solo da documenti Importi Ivati (con gli stessi vincoli di flusso dei documenti normali: un DDT non potrà evadere una Fattura, l intestatario del documento deve essere sempre lo stesso) e viceversa: i documenti normali non potranno evadere ed essere evasi da documenti ivati Creazione documenti ivati da scontrini La finestra di emissione degli scontrini, in fase di salvataggio di uno scontrino, possono generare dei documenti di tipo Fattura o Fattura Accompagnatoria. In conseguenza all introduzione dei documenti con Importi Ivati, si può scegliere di creare documenti sia normali sia ivati Valore del campo Cambio nelle righe Stante che i documenti ivati sono solo in Euro, il campo cambio di ogni singola riga verrà valorizzato con il rapporto di conversione per calcolare l importo scorporato di IVA. Tipicamente questo campo, per i soli documenti ivati, avrà valore pari o molto vicino a PrezzoUnitarioE = PrezzoUnitarioV / Cambio PrezzoUnitarioE = / PrezzoUnitarioE = Pagina 78

79 9.1.9 Casi particolari In questo paragrafo illustriamo una tipologia di documenti che possono generare dei movimenti contabili con differenze di un centesimo nel totale imponibili o nel totale dell imposta, in base a come deve essere creato il movimento. L esempio viene fatto tenendo in considerazione la seguente Ricevuta Fiscale, con 2 righe e 2 conti di scarico diversi: Totale IVATO % IVA Conto Scarico PCFULL CASSE In base a quando definito nelle Preferenze della Contabilità, il movimento contabile potrà essere generato in 2 diversi modi. Se ci deve essere la Corrispondenza fra righe IVA e righe Merce saranno generate tante righe IVA quante sono le righe merce (in questa caso 2 righe). Se non ci deve essere la corrispondenza IVA-Merce allora, nell esempio, ci sarà una sola riga di IVA a fronte di 2 righe merce. Senza Corrispondenza righe IVA-Merce Con Corrispondenza righe IVA-Merce Righe IVA Righe IVA 21% % % Righe Merce Righe Merce Totale documento Totale documento Si nota che, a parità di totale documento, i totali di imposta ed imponibile sono differenti nei 2 casi di un centesimo. Il problema non sussiste se il conto di scarico è unico per tutte le righe Totale IVATO % IVA Conto Scarico PCFULL CASSE In entrambi i casi il movimento contabile viene generato in questo modo: Righe IVA 21% Righe Merce Totale documento Pagina 79

80 9.2 Righe spesa in valuta A partire da questa versione di Arca Evolution, alla modifica del valore del Cambio sarà chiesto se si vuole ricalcolare gli importi delle righe spese in base al nuovo Cambio. Scegliendo di rispondere Si le righe spesa saranno modificate in questo modo: Rispondendo No, l importo delle Spese Varie rimarrà 10 dollari. 9.3 Evasione automatica Documenti Nella procedura di emissione documenti, richiamabile dal menu Documenti\Tutti i Documenti\Emissione, la lista dei documenti evasi ora viene visualizzata in ordine di data documento. In precedenza essi venivano disposti in ordine di inserimento. 9.4 Interrogazioni/Ricerca documenti Nel set di campi selezionabili, sono state aggiunte le informazioni per la Regione di appartenenza del cliente/fornitore intestatario del documento e dell eventuale destinazione diversa e sede operativa: Pagina 80

81 9.5 Pagina Totali Nella pagina di visualizzazione dei totali documenti, è stata introdotta l indicazione di quando i dati della griglia Merce ed IVA sono presi dalla registrazione contabile collegata al documento. In questa immagine, il documento fattura visualizza i dati della registrazione contabile: l asterisco e il tooltip servono proprio per indicare tale situazione. In caso di documenti bolle/ordine, i dati visualizzati sono calcolati direttamente dal documento: in questo caso non compaiono asterischi. Pagina 81

82 9.6 Agenti e destinazioni diverse In fase di inserimento o modifica di un documento, quando si modificava il codice della destinazione diversa, il campo Agente 1 veniva sovrascritto con il valore, se presente, nella scheda anagrafica della destinazione diversa. In questo modo si perdeva l eventuale dato imputato manualmente, diverso dai dati delle schede anagrafiche. Ora, al cambio del codice di destinazione diversa, viene visualizzato questo messaggio di conferma: Pagina 82

83 10 Magazzino 10.1 Aggiornamento Carichi da Fattura Nella procedura che va ad aggiornare i prezzi nei movimenti di carico di magazzino, prendendo i valori dalle relative fatture del ciclo passivo, è stato aggiunto il controllo della data di consolidamento del magazzino. I movimenti creati prima della data di consolidamento del magazzino non saranno modificabili. In ogni modo, nella finestra di esecuzione, sarà visibile il seguente messaggio: 10.2 Stampe Valorizzazioni di Magazzino Nella finestra di stampa delle Valorizzazioni di Magazzino sono stati aggiunti due nuovi report che simulano le stampe presenti in ARCA Professional: Esistenza_CostoM ed Esistenza_CostoU. È importante sapere che i valori di Costo Medio e Ultimo Costo, utilizzati rispettivamente per calcolare i dati della colonna Val. Costo Medio nel report PRO_Esistenza_CostoM e Val. Ultimo Costo nel report PRO_Esistenza_CostoU, sono calcolati con la procedura di Calcola Costi. Ricordiamo che per visualizzare tali report è necessario attivate il flag Report Aggiuntivi dalle Preferenze di Arca Evolution Manutenzione Articoli Nella finestra di manutenzione Articoli sono stati aggiunti 2 nuove procedure, per assegnare/aggiornare massivamente i Gruppi e le Classi di magazzino degli articoli. Inoltre, nei filtri per la selezione degli articoli interessati alla manutenzione, sono stati aggiunti i filtri per i conti contabili di acquisto e vendita. Pagina 83

84 11 Vendite al Banco 11.1 Acconti Se dall emissione degli scontrini si decide di creare un documento (di tipo fattura o fattura accompagnatoria) gli unici dati richiesti in interfaccia sono il tipo documento da creare, il cliente intestatario e la richiesta di stampa del documento. A partire da questa versione è ora possibile gestire anche gli acconti (in valore fisso). Il valore proposto, e non modificabile, sarà dato dalla somma degli importi inseriti nella precedente pagina Pagamento. Il documento sarà creato con il valore dell acconto visualizzato (nell esempio 150 euro). Il movimento contabile di acconto, collegato alla registrazione contabile generata dal documento appena creato, avrà gli importi suddivisi come indicato dalle forme di pagamento dello scontrino: Pagina 84

85 12 Cruscotto 12.1 Revisione reports Fatturato Agente e Fatturato Clienti Sono stati modificati i report Fatturato Agente e Fatturato Clienti richiamabili dal pulsante del cruscotto Analisi Vendite. Del report Fatturato Agente è stata rivista principalmente la veste grafica, in modo da rendere il dato di più facile interpretazione. Il report Fatturato Clienti, invece, è stato completamente rivisto, così da arricchirlo di tutte le funzionalità presenti nel report Fatturato Agente. Ora, anche dall analisi Fatturato per Cliente sarà possibile accedere al dettaglio del fatturato per singolo cliente, controllando l andamento annuo, mensile, fino ad arrivare al singolo documento. Pagina 85

86 12.2 Nuovo report Acquistato Fornitori Come per gli agenti ed i clienti, è stato creato un nuovo report in cui è possibile seguire l andamento degli acquisti per fornitori. La nuova voce è richiamabile dal cruscotto, accedendo all apposita sezione Acquisti a Fornitori. Pagina 86

87 13 Varie 13.1 Barra dei Preferiti Al fine di poter riconoscere visivamente su quale ditta si sta lavorando, è ora possibile personalizzare i colori dello sfondo e del testo della Barra dei Preferiti. Ogni utente può scegliere di applicare una colorazione differente per ogni ditta a lui accessibile Impostazioni Logistica È stata modificata la finestra Servizio\Impostazioni, aggiungendo il pannello Logistica nella page Preferenze\Magazzino. Tale container è soggetto al controllo del modulo Logistica Nomenclature Combinate È stata aggiornata la tavola delle Nomenclature Combinate con i dati dell archivio dell Agenzia delle Entrate uscito nel luglio Pagina 87

88 14 Player Con questa versione di Arca è stato aggiornato il componente aggiunto per il collegamento con Player. Il nuovo add-in (versione 275) richiede necessariamente l aggiornamento a Player Task PlayerSyncro Il task, che fino alle versioni precedenti funzionava solo Player 3.0, è stato aggiornato in modo da poter lavorare anche con Player Componente aggiuntivo Pro-In Con le precedenti versioni di Arca Evolution è stato distribuito il componente aggiuntivo LSInElenco, creato al fine di replicare il comportamento di Arca Professional, il quale visualizzava il valore dei listini direttamente nella griglia degli articolo. Tale addin è stato ora rinominato in Pro-In ed è stato arricchito di una nuova funzionalità: nella gestione documenti è stato aggiunto un nuovo bottone nella tool-bar il quale richiama la finestra per l assegnazione degli sconti nelle righe documento. In questo modo si è voluto simulare il comportamento del campo Sconto Merce presente nei documenti di Arca Professional, considerando il fatto che il valore dello sconto non può essere salvato direttamente nella testa dei documenti di Evolution. Pagina 88

Novità Principali - 3/2013 SP1

Novità Principali - 3/2013 SP1 Novità Principali - 3/2013 SP1 Il simbolo * indica variazioni rispetto alla precedente 3/2013 1 Requisiti per Arca Evolution... 4 1.1 Server - Framework 4.5... 4 1.2 Microsoft SQL Server... 4 2 * Spesometro...

Dettagli

Novità Principali - 1/2011

Novità Principali - 1/2011 Novità Principali - 1/2011 1 Contabilità e BlackList... 2 1.1 Nuovo nodo gestione IVA 2011... 2 1.2 Elenco... 2 1.3 Black List... 3 1.3.1 Cliente/Fornitore per Black List... 3 1.3.2 Periodo di riferimento

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa dei listini. Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa dei listini Rev. 2014.4.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 Il listino generale di vendita... 5 Rivalutare un singolo... 7 Ricercare gli articoli nei listini...

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

1. Gestione dei cespiti civilistici / fiscali...2

1. Gestione dei cespiti civilistici / fiscali...2 1. Gestione dei cespiti civilistici / fiscali...2 Introduzione...2 Nuova struttura del menù dei cespiti...4 Conversione archivi...5 Aggiornamento anagrafiche...6 Anagrafica cespiti...8 Calcolo degli ammortamenti...

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA EASYGEST LIQUIDAZIONE IVA SOFTWARE LIQUIDAZIONI IVA Se il calcolo iva è trimestrale Prima di utilizzare la liquidazione in una data ditta Si imposta una volta soltanto se è trimestrale. Si clicca dal menù

Dettagli

HORIZON SQL FATTURAZIONE

HORIZON SQL FATTURAZIONE 1-1/8 HORIZON SQL FATTURAZIONE 1 FATTURAZIONE... 1-1 Impostazioni... 1-1 Meccanismo tipico di fatturazione... 1-2 Fatture per acconto con fattura finale a saldo... 1-2 Fattura le prestazioni fatte... 1-3

Dettagli

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi

Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Presentazione delle funzionalità del programma Gestione Negozi Il programma Gestione Negozi permette la gestione del materiale presso i clienti Benetton tramite le sue funzionalità di gestione anagrafica

Dettagli

Gestione e allineamento delle Giacenze

Gestione e allineamento delle Giacenze Release 5.20 Manuale Operativo INVENTARIO Gestione e allineamento delle Giacenze Il modulo permette la contemporanea gestione di più inventari, associando liberamente ad ognuno un nome differente; può

Dettagli

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali

Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Nota Salvatempo Contabilità 22 APRILE 2013 Nuova modalità di esportazione dei dati dalla Contabilità all Unico Persone Fisiche, Unico Società di Persone, Unico Società di Capitali Fino all anno 2012, il

Dettagli

Manuale d uso software Gestione Documenti

Manuale d uso software Gestione Documenti Manuale d uso software Gestione Documenti 1 Installazione del Programma Il programma Gestione Documenti può essere scaricato dal sito www.studioinformaticasnc.com oppure può essere richiesto l invio del

Dettagli

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale

Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale Nota Salvatempo Contabilità 13.03 1 APRILE 2015 Modalità di esportazione nella Dichiarazione Rimborso IVA Trimestrale *in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 31/03/2014

Dettagli

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti:

La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: GESTIONE INVENTARI La GESTIONE INVENTARI di Area 51 permette di variare o correggere le giacenze in 4 maniere differenti: 1. CHIUSURA DI MAGAZZINO: il classico inventario di fine anno o cambio gestione.

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 4.6.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

Corrispettivi Ventilazione Grafici

Corrispettivi Ventilazione Grafici HELP DESK Nota Salvatempo 0044 MODULO FISCALE Corrispettivi Ventilazione Grafici Quando serve La normativa Registrazione dei corrispettivi in ventilazione a partire dall'esercizio IVA 2015 Decreto Ministeriale

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07

FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE. ultima revisione: 21/05/07 FATTURE PROFESSIONISTI 1.5 MANUALE UTENTE ultima revisione: 21/05/07 Indice Panoramica... 1 Navigazione... 2 Selezionare una Vista Dati... 2 Individuare una registrazione esistente... 3 Inserire un nuova

Dettagli

Novità Principali - 1/2013

Novità Principali - 1/2013 Novità Principali - 1/2013 1 Anagrafiche... 2 1.1 Procedura concorsuale... 2 1.2 Aggiornamento Abi-Cab... 2 2 Documenti... 3 2.1 Stampa documenti con Iva per cassa... 3 3 Contabilità generale... 4 3.1

Dettagli

Novità Principali - 1/2012

Novità Principali - 1/2012 Novità Principali - 1/2012 1 Comunicazione operazioni di importo superiore a 3'000... 2 1.1 Estrazione movimenti contabili... 2 2 Contabilità: adempimenti Iva 2012... 3 3 Fornitori a ritenuta... 4 4 Istruzioni

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Agenzia Viaggio. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Agenzia Viaggio Il modulo Agenzie Viaggio consente di gestire la contabilità specifica per le agenzie di viaggio: in questo manuale verranno descritte

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI:

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: PROCEDURA INTEGRATA GESTIONE CONDOMINIO RENT MANAGER SERVIZIO DI ASSISTENZA CLIENTI GESTIONE DELLA FISCALITA (770,UNICO, CERTIFICAZIONE COMPENSI, F24, DICHIARAZIONI 36/41%,

Dettagli

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti

Menù magazzino. ITALSOFT StudioXp manuale utente. Menù magazzino. Categoria prodotti. Descrizione campi. Categoria prodotti Categoria prodotti 153 Menù magazzino In StudioXp è possibile gestire per ciascuna ditta delle funzionalità minime di magazzino. La gestione integrata con la procedura consente di gestire un archivio di

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015]

Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015] Manuale d uso Gestionale di contabilità Ver. 1.0.8 [05/01/2015] Realizzato e distribuito da Leggerasoft Sommario Introduzione... 3 Guida all installazione... 4 Fase login... 5 Menù principale... 6 Sezione

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015I CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso

SOFTWARE GESTIONALE. Manuale d uso SOFTWARE GESTIONALE Manuale d uso Le informazioni riportate su questo documento potrebbero risultare, al momento della lettura, obsolete o poco attinenti alla versione in uso. Consigliamo la consultazione

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici

Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici Release 5.20 Manuale Operativo BONIFICI Emissione, Conferma e Stampa dei Bonifici La gestione dei bonifici consente di automatizzare le operazioni relative al pagamento del fornitore tramite bonifico bancario,

Dettagli

MANUALE EDI Portale E-Integration

MANUALE EDI Portale E-Integration MANUALE EDI Pagina 1 di 16 Login Il portale di E-Integration è uno strumento utile ad effettuare l upload e il download manuale dei documenti contabili in formato elettronico. Per accedere alla schermata

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte. Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione completa del magazzino, estratti, inventari, scorte Rev. 2014.3.2 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 3 I movimenti di magazzino... 5 Registrare un movimento di magazzino

Dettagli

Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo

Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo Prerequisiti Mon Ami 3000 Conto Lavoro Gestione del C/Lavoro attivo e passivo L opzione Conto lavoro è disponibile per le versioni Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione L opzione Conto lavoro permette

Dettagli

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo:

Guida SH.Shop. Inserimento di un nuovo articolo: Guida SH.Shop Inserimento di un nuovo articolo: Dalla schermata principale del programma, fare click sul menu file, quindi scegliere Articoli (File Articoli). In alternativa, premere la combinazione di

Dettagli

GUIDA SALDOREALE 2014. Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014.

GUIDA SALDOREALE 2014. Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014. GUIDA SALDOREALE 2014 Guida passo passo per il calcolo degli interessi anatocistici con il programma SaldoReale 2014. Fase I: Inserimento delle operazioni di conto corrente nell estratto conto di Saldo

Dettagli

One Click Analysis. Gecom MULTI. One Click Analysis. ( Rif. rilascio MULTI vers. 2012.00.08 )

One Click Analysis. Gecom MULTI. One Click Analysis. ( Rif. rilascio MULTI vers. 2012.00.08 ) Gecom One Click Analysis ( Rif. rilascio vers. 2012.00.08 ) One Click Analysis - Folder Analisi Dati ADVANCED PRINT One Click Analysis - Analisi Dati All interno del programma di richiesta stampe Advanced

Dettagli

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO

GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO GUIDA AL PRIMO AVVIO E MANUALE D USO Informazioni preliminari Il primo avvio deve essere fatto sul Server (il pc sul quale dovrà risiedere il database). Verificare di aver installato MSDE sul Server prima

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

HORIZON SQL PREVENTIVO

HORIZON SQL PREVENTIVO 1/7 HORIZON SQL PREVENTIVO Preventivo... 1 Modalità di composizione del testo... 4 Dettaglia ogni singola prestazione... 4 Dettaglia ogni singola prestazione raggruppando gli allegati... 4 Raggruppa per

Dettagli

Installare i moduli proposti

Installare i moduli proposti Operazioni preliminari per l aggiornamento del gestionale SPRING SQ/SB Aggiornamento Spring SQ/SB Digitare su un browser il seguente indirizzo (rispettare i caratteri maiuscoli e minuscoli): ftp://s3ordini:s3ordini@www.s3web.it\antielusione

Dettagli

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate KING Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI DATALOG Soluzioni Integrate - 2 - Domande e Risposte Allegati Clienti e Fornitori Sommario Premessa.... 3 Introduzione... 4 Elenco delle domande...

Dettagli

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo

BARCODE. Gestione Codici a Barre. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo BARCODE Gestione Codici a Barre La gestione Barcode permette di importare i codici degli articoli letti da dispositivi d inserimento (penne ottiche e lettori Barcode) integrandosi

Dettagli

Relazioni tra modello IVA e Conto Fiscale

Relazioni tra modello IVA e Conto Fiscale DESCRIZIONE DELL APPLICATIVO Il programma crea i modelli prelevando i dati dai totali Iva individuati dagli Indici di collegamento. E anche possibile caricare, ex novo, una dichiarazione per le ditte di

Dettagli

e/satto rel. 08.02.00

e/satto rel. 08.02.00 Veduggio, 01/10/2012 e/satto rel. 08.02.00 Gentile Cliente, la presente è per comunicarle che e stata rilasciata la nuova release di [esatto] 08.02.00 L aggiornamento comprende, oltre ai consueti aggiornamenti

Dettagli

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni)

AZZERAMENTO PROGRESSIVI (solo per installazioni di oltre 10 anni) Servizio Supporto Ad Hoc Windows Il presente documento contiene informazioni inerenti le problematiche di inizio anno da affrontare con il gestionale Ad Hoc Windows. Per ulteriori informazioni Vi invitiamo

Dettagli

HORIZON SQL STAMPE FISCALI

HORIZON SQL STAMPE FISCALI 1-1/16 HORIZON SQL STAMPE FISCALI 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Flusso per la generazione delle stampe fiscali... 1-3 Avvio del mosulo Stampe fiscali... 1-3 2 CONFIGURAZIONE... 2-3

Dettagli

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J

CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI. Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DOCUMENTI Aggiornato alla versione 2015J CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA Se l utente intende gestire la conservazione sostitutiva dei documenti rilevanti a livello fiscale differenti

Dettagli

Dichiarazioni Fiscali 2014

Dichiarazioni Fiscali 2014 Nota Operativa Dichiarazioni Fiscali 2014 18 aprile 2014 PROSPETTO DI LIQUIDAZIONE Il prospetto di liquidazione è costituito da un wizard che permette di gestire l esposizione dei debiti/crediti risultanti

Dettagli

Novità Principali - 2/2015

Novità Principali - 2/2015 Wolters Kluwer Italia S.r.l. Centro Direzionale Milanofiori Strada 1, Palazzo F6 20090 Assago MI Tel. +39 02 824761 Fax +39 02 82476799 S.r.l. a Socio Unico Dir. Coord. di Wolters Kluwer N.V. Capitale

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività

Mon Ami 3000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività Prerequisiti Mon Ami 000 Centri di costo Contabilità analitica per centri di costo/ricavo e sub-attività L opzione Centri di costo è disponibile per le versioni Contabilità o Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Studi di Settore 2010. Manuale Operativo. FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010. Prodotto Dichiarazioni Fiscali

Studi di Settore 2010. Manuale Operativo. FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010. Prodotto Dichiarazioni Fiscali Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-854HWG53646 Data ultima modifica 04/06/2010 Prodotto Dichiarazioni Fiscali Modulo Studi di Settore Oggetto: Studi di Settore - Manuale operativo Studi di Settore

Dettagli

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Gestione Attività Separate ai fini IVA. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Gestione Attività Separate ai fini IVA L art. 36 del DPR 633/72 disciplina la tenuta di contabilità separate per le diverse attività esercitate da parte dei soggetti

Dettagli

SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010

SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010 Apogeo gruppo Zucchetti SERVICEPACK 16.0.0C MARZO 2010 SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI TRATTATI RICTEL - GESTIONE RICEVUTE TELEMATICHE INTERMEDIARI...1 ACQUISIZIONE FILE ENTRATEL...1 INTRASTAT...1 ASPETTI NORMATIVI...1

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità, Beni usati Oggetto Modalità operative - Regime del margine globale * in giallo

Dettagli

NOTE OPERATIVE DI RELEASE

NOTE OPERATIVE DI RELEASE NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. SPEDIZIONE Applicativo: STUDIO GECOM Evolution

Dettagli

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity

Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Collegamento Gestionale 1 e Contabilità Studio AGO Infinity Indice degli argomenti Premessa 1. Scenari di utilizzo 2. Parametri 3. Archivi Collegamento 4. Import Dati 5. Export Dati 6. Saldi di bilancio

Dettagli

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici

Sistema Web. Gestione Documenti Elettronici GUIDA RAPIDA Sistema Web CONSORZIO CO.D.IN. M A R C H E Gestione Documenti Elettronici INDICE Capitolo 1: Avvio Applicazione Capitolo 2: Autenticazione Utente e Accesso al Sistema Capitolo 3: Navigazione

Dettagli

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività

VisualGest. Gestione Scadenziario e Partite Aperte. Manuale d installazione configurazione e Operatività Gestione Scadenziario e Partite Aperte Manuale d installazione configurazione e Operatività COS E UNO SCADENZIARIO Lo scadenziario è una procedura particolare per la gestione delle scadenze relative a

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Di seguito vengono elencate le modalità per gestire l acquisto e la cessione dei beni usati OPERAZIONI PRELIMINARI Per gestire l acquisto e la cessione di beni usati è necessario:

Dettagli

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens

Apertura Contabile 2013. Contabilità Libens Apertura Contabile 2013 Contabilità Libens Apertura contabile 17 dicembre 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE... 1 2 AZZERAMENTO NUMERAZIONE AUTOMATICA DEI DOCUMENTI... 2 3 APERTURA NUOVO ESERCIZIO CONTABILE 2013...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2D. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2D DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 14 - Manuale di Aggiornamento 4 VENDITE ORDINI MAGAZZINO 4.1 Definizione e Destinazione Copie: Controllo in stampa

Dettagli

CONTABILITA ANALITICA

CONTABILITA ANALITICA CONTABILITA ANALITICA Operazioni da svolgere per gestire Movimentazioni di Contabilità Analitica. Il documento che segue ha lo scopo di illustrare le operazioni che devono essere eseguite per: Predisporre

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi

Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros s.r.l. è lieta di presentarvi Apros Configurator è uno strumento facile ed intuitivo nel suo utilizzo, che vi permetterà di realizzare in breve tempo il dimensionamento di canne fumarie e renderà

Dettagli

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

MANUALE UTENTE. Manuale utente relativo al software implementato per unità funzionale C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione 1 INFORMAZIONI GENERALI MANUALE UTENTE Progetto Modulo del Piano di Lavoro Unità funzionale del Piano di Lavoro Descrizione SIGFRIDO Modulo C Rendicontazione C.5 Rifacimento funzioni di rendicontazione

Dettagli

SOFTW AR E GESTION AL E. Aggiornamento v3.4 SP1. DMT Professional v3.4 SP1 aggiorna il database di DMT Professional v3.4

SOFTW AR E GESTION AL E. Aggiornamento v3.4 SP1. DMT Professional v3.4 SP1 aggiorna il database di DMT Professional v3.4 SOFTW AR E GESTION AL E Aggiornamento v3.4 SP1 DMT Professional v3.4 SP1 aggiorna il database di DMT Professional v3.4 Sommario degli argomenti Importazione anagrafiche pubblicate dal commercialista...3

Dettagli

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/:

2.2 Calcolo dell acconto Questi sono i passi da seguire per effettuare il calcolo dell acconto IVA con e/: il mondo di e/ Il presente documento è da ritenersi valido per i seguenti prodotti: - e/2 ready - e/2 - e/3 - e/ready - e/impresa - e/sigip OPERAZIONI DI INIZIO ANNO (2016) 1. Introduzione Il presente

Dettagli

Gestione Beni Strumentali

Gestione Beni Strumentali Gestione Beni Strumentali La procedura di Gestione Beni Strumentali presente nell omonima voce del menù Contabilità consente di immettere tutti i dati relativi ai Cespiti per ottenerne la stampa del registro

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

Novità Principali - 3/2014

Novità Principali - 3/2014 Wolters Kluwer Italia S.r.l. Centro Direzionale Milanofiori Strada 1, Palazzo F6 20090 Assago MI Tel. +39 02 824761 Fax +39 02 82476799 S.r.l. a Socio Unico Dir. Coord. di Wolters Kluwer N.V. Capitale

Dettagli

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma

Gruppo Buffetti S.p.A. Via F. Antolisei 10-00173 Roma SOMMARIO VERSIONI CONTENUTE NEL PRESENTE CD... 2 MODALITA DI AGGIORNAMENTO... 2 AVVERTENZE... 2 Adeguamento archivi... 2 INTERVENTI EFFETTUATI CON L UPD 004_2012 DI LINEA AZIENDA... 3 GESTIONE E-COMMERCE...

Dettagli

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese.

SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Presentazione: SH.Invoice è un software pratico e completo per la gestione della fatturazione di professionisti e imprese. Il programma si distingue per la rapidità e l elasticità del processo di gestione

Dettagli

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007

EasyCo News 02/2007 (marmisti) 25/05/2007 NOVITA INTRODOTTE DALLA VERSIONE 5.7.21.1 Tabelle: o Anagrafiche Clienti / Fornitori: aggiunta una richiesta di conferma per la creazione di un nuovo magazzino intestato al cliente/fornitore, in caso di

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33

L UFFICIO WEB. Modulo online per la gestione del personale. Manuale di utilizzo. Versione 1.0.75.0. Pagina 1 di 33 L UFFICIO WEB Modulo online per la gestione del personale Manuale di utilizzo Versione 1.0.75.0 Pagina 1 di 33 1. INTRODUZIONE L applicazione Ufficio Web permette una gestione semplificata e automatizzata

Dettagli

Sistema Ipsoa Professionista

Sistema Ipsoa Professionista Sistema Ipsoa Professionista CONTABILITA RITENUTE CESPITI Competenza e Innovazione al centro del Sistema Un software innovativo Software nativo Windows Interfaccia intuitiva apprendimento immediato Archivi

Dettagli

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi

ASSISTENZA. Indice degli argomenti. Gestione Contratti e Interventi 2 Manuale Operativo Release 4.60 Manuale Operativo ASSISTENZA Gestione Contratti e Interventi GESTIONE ASSISTENZA è il modulo applicativo pensato e realizzato per soddisfare le esigenze delle diverse tipologie

Dettagli

Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009

Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009 Nuova procedura di Cassa Contanti Wingesfar: istruzioni per le farmacie Novembre 2009 Documenti Tecnici Informatica e Farmacia Vega S.p.A. Premessa La procedura di Cassa Contanti rileva i movimenti giornalieri

Dettagli

GUIDA AL CARICAMENTO DATI

GUIDA AL CARICAMENTO DATI 1 GUIDA AL CARICAMENTO DATI Per ricevere assistenza, segnalare eventuali malfunzionamenti o possibili migliorie del software si prega di rivolgersi esclusivamente all indirizzo mail: software@assoctu.it

Dettagli

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente

Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente Prerequisiti Mon Ami 3000 Provvigioni agenti Calcolo delle provvigioni per agente / sub-agente L opzione Provvigioni agenti è disponibile per le versioni Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Introduzione

Dettagli

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax

Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax Guida all uso del software Gestione Agenzie Remax 1 INDICE Capitolo 0: Per iniziare Configurazione. 3 Struttura del software.. 4 Utilizzo del software 5 Capitolo 1: Tabelle di base Clienti 6 Consulenti

Dettagli

BILANCI E ANALISI DEI DATI

BILANCI E ANALISI DEI DATI Release 5.20 Manuale Operativo BILANCI E ANALISI DEI DATI Libro Inventari La gestione del libro inventari consente di effettuare l elaborazione e la stampa del libro inventari. Può essere composto da:

Dettagli

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE

MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE MANUALE PARCELLA FACILE PLUS INDICE Gestione Archivi 2 Configurazioni iniziali 3 Anagrafiche 4 Creazione prestazioni e distinta base 7 Documenti 9 Agenda lavori 12 Statistiche 13 GESTIONE ARCHIVI Nella

Dettagli

Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti

Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti Prerequisiti Mon Ami 3000 Ratei e Risconti Calcolo automatico di ratei e risconti L opzione Ratei e risconti estende le funzioni contabili già presenti nel modulo di base e può essere attivata solo con

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1 Gestione

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10]

4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] - 88 - Manuale di Aggiornamento 4.6 LISTINI PLUS: Importazione listini fornitori [5.20.0/10] È ora possibile importare i listini fornitori elencati in un file Excel. Si accede alla funzione dal menù Magazzino

Dettagli

MODALITA PER ESEGUIRE L AGGIORNAMENTO. 1. Download del file agg393.exe. 2. Decompressione dei files dell aggiornamento. 3. Aggiornamento del DASM

MODALITA PER ESEGUIRE L AGGIORNAMENTO. 1. Download del file agg393.exe. 2. Decompressione dei files dell aggiornamento. 3. Aggiornamento del DASM Servizio: Sistemi Informativi e Processi Roma, 31 marzo 2009 Allegato al programma di aggiornamento della procedura DASM (versione 3.9.3) MODALITA PER ESEGUIRE L AGGIORNAMENTO L aggiornamento si articola

Dettagli

HORIZON SQL MODULO AGENDA

HORIZON SQL MODULO AGENDA 1-1/11 HORIZON SQL MODULO AGENDA 1 INTRODUZIONE... 1-2 Considerazioni Generali... 1-2 Inserimento Appuntamento... 1-2 Inserimento Manuale... 1-2 Inserimento Manuale con Seleziona... 1-3 Inserimento con

Dettagli

Versioni x.7.8 installazione e aggiornamento

Versioni x.7.8 installazione e aggiornamento Versioni x.7.8 installazione e aggiornamento Che cosa è cambiato Gestione dell IVA per cassa... 2 Causali Contabili... 2 IVA Differita... 4 Liquidazioni IVA... 5 Riepiloghi IVA... 6 Codici Fissi (contabilità)...

Dettagli

Appunti di: MICROSOFT EXCEL

Appunti di: MICROSOFT EXCEL Appunti di: MICROSOFT EXCEL INDICE PARTE I: IL FOGLIO ELETTRONICO E I SUOI DATI Paragrafo 1.1: Introduzione. 3 Paragrafo 1.2: Inserimento dei Dati....4 Paragrafo 1.3: Ordinamenti e Filtri... 6 PARTE II:

Dettagli