Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico- industriale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico- industriale"

Transcript

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA Facoltà di Economia Marco Biagi Corso di Laurea Specialistica in ANALISI, CONSULENZA E GESTIONE FINANZIARIA Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico- industriale Relatore: Prof.ssa Valeria Venturelli Laureando: Andrea Fabbri Matr Anno accademico 2007/08 1

2 Il lavoro svolto LA RESEARCH QUESTION La forte diffusione del private equity ha innescato un ampio dibattito in merito a tale forma d investimento nel capitale di rischio I fondi di PE: locuste o acceleratori dello sviluppo? Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale - Andrea Fabbri 2

3 Il lavoro svolto OBIETTIVO DEL LAVORO: Chiarire il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale STRUTTURA DEL LAVORO: Review della letteratura e analisi di alcuni studi empirici sul tema della creazione di valore Analisi empirica svolta su un campione di 108 operazioni di leveraged buy out realizzate in Italia nel triennio Case study Gruppo Arctè Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale - Andrea Fabbri 3

4 Schema esemplificativo Lbo Soggetto proponente Investitori finanziari 1- Costituzione della NewCo e apporto di capitale di rischio NewCo 2- Concessione di finanziamenti Finanziatori 3- Acquisto azioni della società target Società target 4- Successiva fusione tra NewCo e società target 5- Exit dall investimento dell operatore di private equity Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale - Andrea Fabbri 4

5 LA REVIEW DELLA LETTERATURA L INTERVENTO DI UN OPERATORE DI PRIVATE EQUITY DRIVER DI CREAZIONE DEL VALORE ELEMENTI CRITICI Miglioramento delle performance operative (Kaplan 1989 Opler 1993 Smith 1990) Cambiamenti organizzativi (Jensen 1989) Crescita interna-esterna (Butler 2001) Elevato ricorso al capitale di debito Lbo (Rappaport 1990, Singh 1990) Tagli negli investimenti di L.T. dell azienda partecipata (Palepu 1990) Trasferimenti di ricchezza a danno dei lavoratori (Lichtenberg e Siegel 1990) Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale - Andrea Fabbri 5

6 GLI STUDI EMPIRICI L impatto economico del private equity in Italia in termini di crescita percentuale dei ricavi, dell Ebitda e dei dipendenti, nell arco temporale Valori medi annui. Benchmark di riferimento: imprese analizzate nella ricerca Le medie imprese industriali italiane svolta dall ufficio studi di Mediobanca. Campione Private Equity Benchmark "Medie Imprese" 20% 17,70% 15% 10% 9,82% 8,40% 5% 3,29% 0% 0,20% Ricavi Ebitda Dipendenti -5% -4,10% Fonte: AIFI, Pwc (2006), The economic impact of private equity and venture capital in Italy. Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale - Andrea Fabbri 6

7 L ANALISI EMPIRICA SVOLTA SUI LBO - LE DIMENSIONI DI ANALISI 1- ANALISI DEI MULTIPLI DELLA STRUTTURA FINANZIARIA Multiplo Debt/Equity Debt/Ebitda Dimensioni investigate Andamento della leva finanziaria nel triennio di riferimento Distribuzione percentuale delle imprese target per classi di leva finanziaria Leva per tipologia di buy out Leva suddivisa per settore d attività delle imprese target Leva suddivisa per dimensione dell impresa target Leva per fase del ciclo di vita dell impresa target Andamento di Debt/Ebitda nel triennio di riferimento Debt/Ebitda per dimensione dell impresa target 2- ANALISI DEI VALORI D INGRESSO DEGLI OPERATORI DI PRIVATE EQUITY Multiplo EV/Sales EV/Ebitda Dimensioni investigate Andamento di EV/Sales nel triennio di riferimento Andamento di EV/Ebitda nel triennio di riferimento EV/Ebitda suddiviso per settore d attività imprese target EV/Ebitda suddiviso per dimensione dell impresa target EV/Ebitda per fase del ciclo di vita dell impresa target Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale Andrea Fabbri 7

8 L ANALISI EMPIRICA SVOLTA SUI LBO I RISULTATI Analisi multipli del debito nel triennio di riferimento Analisi multiplo d entrata nel triennio di riferimento Debt/Equity Debt/Ebitda EV/Ebitda ,4 2,21 5,71 2,52 5,05 2, ,24 8,34 7, Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale Andrea Fabbri 8

9 L ANALISI EMPIRICA SVOLTA SUI LBO I RISULTATI Piccola impresa Media impresa Grande impresa Leva media Analisi Analisi della della leva leva suddivisa per dimensione per dimensione dell impresa target target 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 1,57 1,65 2,61 2,21 1,95 2,64 2,46 2,52 2,53 2,18 1,54 2,24 0,5 0, Start-up Sviluppo Maturità Leva media Analisi della leva per fase del ciclo di vita dell impresa target 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 0,5 1,38 1,41 2,24 2,21 2,03 1,93 2,75 2,52 1,36 1,64 2,41 2,24 0, Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale Andrea Fabbri 9

10 IL CASE STUDY ARCTE 1 02/09/2005 Costituzione della NewCo Arctè Holding S.p.A ATTIVO PASSIVO Cassa P. Netto 24,3% (disponibile per l acquisizione) Debito 75,7% Alto Partners sgr 90% Levifin s.r.l 10% Bridge loan 10 mln. Vendor loan 7,5 mln /11/2005 Acquisizione della target Gruppo Arctè S.p.A Equity value 23,1 mln. Enterprise Value (EV) 38 mln. 07/11/2006 Fusione diretta tra NewCo e target Nuova società: Gruppo Arctè S.r.l MULTIPLI DEAL: Debt/Equity 5,79x (2,21x) Debt/Ebitda 6,40x (5,4x) EV/Ebitda 7,51x (8,24x) 04/05/2007 L uscita di Alto Partners sgr: la vendita a Burani Designer Holding NV 4 Equity value 22,5 mln. Enterprise Value (EV) 42,5 mln. EV/Ebitda 8,94x IRR complessivo 100% Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale Andrea Fabbri 10

11 IL CASE STUDY ARCTE Sales (valori im migliaia di ) ed Ebitda margin (valori in %) di Gruppo Arctè nel quinquennio I dati si riferiscono al periodo successivo all operazione di Lbo. Sales Ebitda margin ,65% 9,69% ,28% 9,92% 20% % 10,55% 10% % % Fonte: Elaborazione propria su dati Cerved. Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale Andrea Fabbri 11

12 Conclusioni I fondi di PE: locuste o acceleratori dello sviluppo? Non esiste una risposta univoca alla research question Sono diverse le criticità connesse all intervento di un operatore di PE nelle aziende oggetto d investimento Ma al tempo stesso il private equity può rappresentare una notevole opportunità per la crescita e lo sviluppo delle imprese partecipate Il ruolo degli operatori di private equity nell attuale contesto economico-industriale Andrea Fabbri 12

AIFI. Il mercato del private equity e venture capital. Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali, AIFI

AIFI. Il mercato del private equity e venture capital. Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali, AIFI AIFI Il mercato del private equity e venture capital Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali, AIFI Milano, 18 novembre 2015 Il ruolo di AIFI AIFI, Associazione Italiana del

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del venture capital e del private equity. Punti di forza e debolezza Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Roma, 8 giugno

Dettagli

www.pwc.com/it L impatto economico del Private Equity e del Venture Capital in Italia Risultati dello studio p.3 Metodologia e Glossario p.

www.pwc.com/it L impatto economico del Private Equity e del Venture Capital in Italia Risultati dello studio p.3 Metodologia e Glossario p. www.pwc.com/it L impatto economico del Private Equity e del Venture Capital in Italia Risultati dello studio p.3 Metodologia e Glossario p.8 Risultati dello studio PwC 3 Le aziende gestite da PE continuano

Dettagli

Private Equity: Management and investment opportunity. Michel Cohen, Milano, 6 Giugno 2007

Private Equity: Management and investment opportunity. Michel Cohen, Milano, 6 Giugno 2007 Private Equity: Management and investment opportunity Michel Cohen, Milano, 6 Giugno 2007 Obiettivo Realizzare un ritorno sul capitale significativamente maggiore rispetto ad altri strumenti: 25-30% IRR

Dettagli

Linee Guida del Piano Strategico 2016-2019 Conferenza Stampa

Linee Guida del Piano Strategico 2016-2019 Conferenza Stampa Linee Guida del Piano Strategico 2016-2019 Conferenza Stampa Milano, 30 marzo 2016 ore 11,30 Mittel oggi IL GRUPPO MITTEL CONFERMA UNA FORTE SOLIDITÀ PATRIMONIALE REGISTRANDO UN PATRIMONIO NETTO DI CA.

Dettagli

La finanza straordinaria. di valore per l azienda. La creazione di valore nelle Imprese Liguri. Confindustria Genova 12 aprile 2011

La finanza straordinaria. di valore per l azienda. La creazione di valore nelle Imprese Liguri. Confindustria Genova 12 aprile 2011 La finanza straordinaria come leva per la creazione di valore per l azienda La creazione di valore nelle Imprese Liguri i Confindustria Genova 12 aprile 2011 Agenda Cosa si intende per finanza a straordinaria

Dettagli

Corso di Corporate e Investment Banking

Corso di Corporate e Investment Banking Anno Accademico 2010/2011 Corso di Corporate e Investment Banking Appello del 6 settembre 2011 Il tempo a disposizione è di 120 minuti. Scrivere subito su ogni pagina nome, cognome e numero di matricola.

Dettagli

I numeri del 2014. Investimenti. Raccolta

I numeri del 2014. Investimenti. Raccolta I numeri del 2014 Raccolta Totale: 1.477 mln Euro (-64% rispetto al 2013) Indipendente: 1.348 mln Euro (+116% rispetto al 2013) 15 operatori Investimenti 3.528 mln Euro (+3% rispetto al 2013) 311 operazioni

Dettagli

Cosa dovrebbe sapere l imprenditore prima di scegliere il fondo di Private Equity?

Cosa dovrebbe sapere l imprenditore prima di scegliere il fondo di Private Equity? S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cosa dovrebbe sapere l imprenditore prima di scegliere il fondo di Private Equity? Franco Mosca 15 Dicembre - Milano Indice 1. Chi c è dietro i fondi di private

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE

CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Fabrizio loiacono CRESCERE IN SICILIA CON PRIVATE EQUITY E MINI BOND: QUALI OPPORTUNITA PER LE IMPRESE Selezione, ingresso e gestione del partner nella prospettiva dell imprenditore: un caso di successo

Dettagli

Prof. Marco Giorgino Ordinario di Finanza, Politecnico di Milano e MIP

Prof. Marco Giorgino Ordinario di Finanza, Politecnico di Milano e MIP Interventi nel capitale di rischio e di debito delle PMI: le iniziative di banche ed operatori specializzati Ordinario di Finanza, Politecnico di Milano e MIP Indice 2 Il fabbisogno finanziario delle PMI

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO. all impresa CARLO PESARO. 15 dicembre 2011 - Milano

S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO. all impresa CARLO PESARO. 15 dicembre 2011 - Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Come il Private equity aggiunge valore all impresa CARLO PESARO 15 dicembre 2011 - Milano S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il mercato di Private

Dettagli

Le operazioni di Private Equity e l attività di Active Scouting

Le operazioni di Private Equity e l attività di Active Scouting Le operazioni di Private Equity e l attività di Active Scouting 1 I Fondi di Private Equity Natura e Modalità di Intervento 2 NATURA E SCOPI I Fondi di Private Equity sono soggetti che investono in aziende

Dettagli

Private Equity: Manager o Investitore. Michel Cohen, Sirmione, 21 Settembre 2007

Private Equity: Manager o Investitore. Michel Cohen, Sirmione, 21 Settembre 2007 Private Equity: Manager o Investitore Michel Cohen, Sirmione, 21 Settembre 2007 Michel Cohen - BIO ESPERIENZA INDUSTRIALE Procter & Gamble - Marketing Manager Galbani - Direttore Marketing Autogrill -

Dettagli

AIFI. Una finanza per la crescita delle imprese. Le imprese di PE e VC in Italia e le misure per incoraggiarne lo sviluppo.

AIFI. Una finanza per la crescita delle imprese. Le imprese di PE e VC in Italia e le misure per incoraggiarne lo sviluppo. AIFI Una finanza per la crescita delle imprese Le imprese di PE e VC in Italia e le misure per incoraggiarne lo sviluppo Anna Gervasoni 22 febbraio 2013 Il peso del private equity sul PIL a livello internazionale

Dettagli

Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati

Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati FINANZA PER LA CRESCITA GLI STRUMENTI A SOSTEGNO DELLE IMPRESE Private equity tra investitori istituzionali e capitali privati Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali Perugia,

Dettagli

Il Private Equity: un approccio alternativo al finanziamento d impresa

Il Private Equity: un approccio alternativo al finanziamento d impresa Il Private Equity: un approccio alternativo al finanziamento d impresa presentazione a Roma, 15 Dicembre 2010 I. L Industria del Private Equity Totale Fondi raccolti worldwide Nonostante i fondi raccolti

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. Acquisition & Mezzanino

Gestione Finanziaria delle Imprese. Acquisition & Mezzanino GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE L acquisition finance e il debito mezzanino L acquisition finance Sostegno finanziario alle operazione di acquisizione di aziende da parte di investitori finanziari o

Dettagli

Sommario. 1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio. 2. Come impostare l analisi di bilancio

Sommario. 1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio. 2. Come impostare l analisi di bilancio 1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio 1.1. Premessa... 3 1.2. L evoluzione dell analisi di bilancio... 3 1.3. Utilità e limiti dell analisi di bilancio... 6 1.4. Gli strumenti di analisi...

Dettagli

Imprenditorialità e Venture Capital: Prove Tecniche di Successo per il Mercato Italiano

Imprenditorialità e Venture Capital: Prove Tecniche di Successo per il Mercato Italiano Imprenditorialità e Venture Capital: Prove Tecniche di Successo per il Mercato Italiano Marco Giorgino Ordinario di Finanza, Politecnico di Milano e MIP Agenda Premessa Alcuni dati sul mercato italiano

Dettagli

PRESENTAZIONE ALLA COMUNITA FINANZIARIA. Risultati al 31/12/2003. Castelvetro di Modena, 9 febbraio 2004

PRESENTAZIONE ALLA COMUNITA FINANZIARIA. Risultati al 31/12/2003. Castelvetro di Modena, 9 febbraio 2004 PRESENTAZIONE ALLA COMUNITA FINANZIARIA Risultati al 31/12/2003 Castelvetro di Modena, 9 febbraio 2004 1 Risultati economici consolidati RICAVI TOTALI 1.388,7 CAGR RICAVI 8,8 % 1.364,9 1.589,3 1.786,2

Dettagli

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre

Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Lezioni di economia degli intermediari finanziari II semestre Prof. Alessandro Berti Istituto di studi aziendali Facoltà di Economia Università di Urbino Carlo Bo alessandro.berti@uniurb.it Urbino, a.a.

Dettagli

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital

Gestione Finanziaria delle Imprese. private equity e venture capital GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE Private Equity e Venture Capital Il private equity e il venture capital Anni 80 Con venture capital si definiva l apporto di capitale azionario, da parte di operatori

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Nuove tendenze del venture capital e del private equity per il rafforzamento del capitale di rischio Anna Gervasoni Direttore Generale Roma, 7

Dettagli

BUSINESS PLAN: IL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. CLaSEP - Simulazioni e Business Plan

BUSINESS PLAN: IL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO. CLaSEP - Simulazioni e Business Plan BUSINESS PLAN: IL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO A cosa serve un Business Plan Il Business plan ha tre funzioni: 1. Per lo sviluppo della gestione aziendale: uno strumento di pianificazione e applicativo

Dettagli

Addendum C al Piano Industriale 2011 2014

Addendum C al Piano Industriale 2011 2014 Addendum C al Piano Industriale 2011 2014 10 Febbraio 2012 Strettamente riservata e confidenziale Price Sensitive Indice I. Introduzione l operazione di Aumento di Capitale II. III. IV. Principali vantaggi

Dettagli

Private Equity e Venture Capital: tendenze e modalità di intervento

Private Equity e Venture Capital: tendenze e modalità di intervento Private Equity e Venture Capital: tendenze e modalità di intervento Il Finanziamento delle PMI alternativo al Credito Bancario Università degli studi di Macerata Laboratorio Fausto Vicarelli Agostino Baiocco

Dettagli

1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio. 2. Come impostare l analisi di bilancio. 3. La riclassificazione dello Stato patrimoniale

1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio. 2. Come impostare l analisi di bilancio. 3. La riclassificazione dello Stato patrimoniale 1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio 1.1. Premessa... pag. 3 1.2. L evoluzione dell analisi di bilancio... pag. 3 1.3. Utilità e limiti dell analisi di bilancio... pag. 6 1.4. Gli strumenti

Dettagli

Che effetto avrebbe la cancellazione di 20 unità in vendita a 10.10 prima dell effettuazione dell asta?

Che effetto avrebbe la cancellazione di 20 unità in vendita a 10.10 prima dell effettuazione dell asta? ECONOMIA E TECNICA DEI MERCATI FINANZIARI 2010/2011 Dott. Marco Fumagalli / Dott. Antonio Taverna 1 Con riguardo alle possibili forme di organizzazione di un mercato secondario, si illustrino le principali

Dettagli

Nokian Tyres. Rating: BUY. Posizionamento nel Mercato. Il mercato Russo (focus) 20 ottobre 2011

Nokian Tyres. Rating: BUY. Posizionamento nel Mercato. Il mercato Russo (focus) 20 ottobre 2011 20 ottobre 2011 Rating: BUY Nokian Tyres Posizionamento nel Mercato Nokian Tyres vende I propri prodotti in tutta Europa. La società vanta un ottima diversificazione geografica: l 8% delle vendite sono

Dettagli

PricewaterhouseCoopers

PricewaterhouseCoopers Cenni introduttivi alla due diligence contabile e finanziaria Alessandro Genovesi, Federica Capuzzo Assistant Managers PwC Transactions Venezia, 20 maggio 2009 *connectedthinking La nostra organizzazione

Dettagli

Valutazione d Azienda. Lezione 11 I METODI RELATIVI

Valutazione d Azienda. Lezione 11 I METODI RELATIVI Valutazione d Azienda Lezione 11 I METODI RELATIVI 1 I metodi relativi Le valutazioni comparative di mercato «Le valutazioni comparative comportano l applicazione, a grandezze aziendali rilevanti, di moltiplicatori

Dettagli

AIFI. Accesso al mercato finanziario: Più Borsa, Progetto Elite e mercato AIM per capitalizzare e far crescere le PMI

AIFI. Accesso al mercato finanziario: Più Borsa, Progetto Elite e mercato AIM per capitalizzare e far crescere le PMI AIFI Accesso al mercato finanziario: Più Borsa, Progetto Elite e mercato AIM per capitalizzare e far crescere le PMI Alessandra Bechi Direttore Ufficio Tax & Legal e Affari Istituzionali Milano, 31 maggio

Dettagli

Private equity e private debt: le nuove sfide della consulenza finanziaria. Philippe Minard Emisys Capital S.G.R.p.A.

Private equity e private debt: le nuove sfide della consulenza finanziaria. Philippe Minard Emisys Capital S.G.R.p.A. Private equity e private debt: le nuove sfide della consulenza finanziaria Philippe Minard Emisys Capital S.G.R.p.A. Disclaimer Il presente documento è stato elaborato unicamente al fine di fornire generiche

Dettagli

dall idea alla startup

dall idea alla startup dall idea alla startup Vademecum sul mondo del Venture Capital IL VENTURE CAPITAL Il venture capital è l attività di investimento in capitale di rischio effettuata da operatori professionali e finalizzata

Dettagli

obiettivi finanziari, obiettivi industriali; possibili soluzioni del conflitto; necessità di reperire ingenti mezzi finanziari.

obiettivi finanziari, obiettivi industriali; possibili soluzioni del conflitto; necessità di reperire ingenti mezzi finanziari. Il Leveraged Buy-Out disaccordo nelle linee gestionali tra proprietà e management; divergenza di interessi; obiettivi finanziari, obiettivi industriali; possibili soluzioni del conflitto; necessità di

Dettagli

Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese italiane

Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese italiane Società di servizio per la patrimonializzazione e la ristrutturazione delle imprese italiane -Breve profilo - Maggio 2015 Introduzione Il Governo Italiano ha emanato il Decreto Legge n. 3 del 24.01.15

Dettagli

Corso di Corporate e Investment Banking

Corso di Corporate e Investment Banking Anno Accademico 2010/2011 Corso di Corporate e Investment Banking Appello del 21 settembre 2011 Il tempo a disposizione è di 120 minuti. Scrivere subito su ogni pagina nome, cognome e numero di matricola.

Dettagli

Le exit strategy e le clausole di way out nel private equity. Carlo Michero F.A.S.T., Milano, 4 febbraio 2009 www.3i.com

Le exit strategy e le clausole di way out nel private equity. Carlo Michero F.A.S.T., Milano, 4 febbraio 2009 www.3i.com .. Le exit strategy e le clausole di way out nel private equity Carlo Michero F.A.S.T., Milano, 4 febbraio 2009 www.3i.com 3i chi siamo Scala internazionale e elevata reputazione Fondata nel 1946, è leader

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE

LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE Dott. Lorenzo Batacchi Banca popolare dell Emilia Romagna lorenzo.batacchi@bper.it METODI DI VALUTAZIONE DELLE AZIENDE I più utilizzati nella pratica: Metodo finanziario: DCF,

Dettagli

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: NEUTRAL 19 novembre 2013

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: NEUTRAL 19 novembre 2013 REPORT DI AGGIORNAMENTO SUI RISULTATI 3Q 2013 della CENTRALE LATTE TORINO & C. redatto da BIM in qualità di SPECIALIST Prezzo: 1.83 euro (18/11/2013) n. azioni: 10 mln Capitalizzazione: 18.3 mln euro Flottante:

Dettagli

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio

L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio 1 L apporto di una banca commerciale nella crescita dell impresa tramite capitale di rischio L esperienza del Gruppo Cariparma FriulAdria Roma, 5 Maggio 2010 Carlo PIANA Responsabile Direzione Centrale

Dettagli

La valutazione d azienda i metodi finanziari e dei multipli. Carlo Savazzi

La valutazione d azienda i metodi finanziari e dei multipli. Carlo Savazzi La valutazione d azienda i metodi finanziari e dei multipli Agenda Metodi di valutazione in generale Il metodo dei multipli Il DCF (Discounted Cash Flow) Un esempio concreto Gli elementi extra-contabili

Dettagli

Private Equity e Merger & Acquisition a Brescia

Private Equity e Merger & Acquisition a Brescia Analisi del triennio 2008, 2009 e 2010 Brescia, 26 ottobre 2011 CLARIUM S.r.l. Piazza Vittoria 8, 25122 Brescia, Italy Tel: +39 030 46383 Fax: +39 030 7772229 www.clarium.it info@clarium.it Agenda Premessa

Dettagli

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING

LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING LE AREE D AFFARI DEL CORPORATE & INVESTMENT BANKING Giuseppe G. Santorsola Università Parthenope - Napoli 1 SOMMARIO La finanza mobiliare Il corporate finance Il merchant banking La finanza strutturata

Dettagli

CORPORATE & INVESTMENT BANKING PROF. MARCO GIORGINO E PROF. GIANCARLO GIUDICI

CORPORATE & INVESTMENT BANKING PROF. MARCO GIORGINO E PROF. GIANCARLO GIUDICI CORPORATE & INVESTMENT BANKING PROF. MARCO GIORGINO E PROF. GIANCARLO GIUDICI 4 appello del 1 Ottobre 2014 Tempo max: 2h N O T E Si ricorda che durante la prova scritta non sono consultabili appunti o

Dettagli

Private equity e LBO. Un investimento problematico: il caso Seat Pagine Gialle

Private equity e LBO. Un investimento problematico: il caso Seat Pagine Gialle Corso di Laurea magistrale (ordinamento ex D.M. 270/2004) in Amministrazione, Finanza e Controllo Tesi di Laurea Private equity e LBO. Un investimento problematico: il caso Seat Pagine Gialle Relatore

Dettagli

Il presente documento costituisce un aggiornamento della ricerca sulla quotabilità del portafoglio del private equity italiano, svolta per la prima

Il presente documento costituisce un aggiornamento della ricerca sulla quotabilità del portafoglio del private equity italiano, svolta per la prima Il presente documento costituisce un aggiornamento della ricerca sulla quotabilità del portafoglio del private equity italiano, svolta per la prima volta nel 2009 e nata grazie alla convenzione stipulata

Dettagli

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo

Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Economia dei mercati mobiliari e finanziamenti di aziende Risparmio gestito e stili di gestione Dott. Sergio Paris - Università degli Studi di Bergamo Gli stili di gestione Stile di gestione come espressione

Dettagli

Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered

Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered Metodo DCF (Discounted cash flow): i flussi di cassa prospettici levered e unlevered Premessa Il metodo DCF Come noto il metodo DCF (Discounted cash flow) si è affermato da tempo, soprattutto nella prassi

Dettagli

Fondi Gestiti e Progetti Futuri

Fondi Gestiti e Progetti Futuri S.I.C.I. SGR S.p.A. Fondi Gestiti e Progetti Futuri Prato, 9 Maggio 2013 S.I.C.I. SGR S.p.A. La Società Sviluppo Imprese Centro Italia è la società di gestione del risparmio indipendente del sistema finanziario

Dettagli

Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V. Indice. Introduzione

Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V. Indice. Introduzione Manelli Capitolo 00:Manelli Cap 0 21-09-2009 9:11 Pagina V Indice XI Introduzione 3 CAPITOLO 1 Il valore come sintesi degli obiettivi aziendali 3 1.1 Evoluzione e contenuti della funzione finanziaria d

Dettagli

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Focus sul settore high tech 5 Dicembre 2007 Indice Overview generale Il mercato italiano del Private equity e Venture capital Focus sul settore

Dettagli

business plan fotovoltaici

business plan fotovoltaici Le best practice AIAF nella redazione di business plan fotovoltaici Associazione Italiana degli Analisti Finanziari AIAF Milano, 26 novembre 2009 Cos é l AIAF L AIAF, Associazione Italiana degli Analisti

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 1 semestre 2014

Newsletter per gli Azionisti 1 semestre 2014 Newsletter per gli Azionisti 1 semestre Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al primo semestre. Vi ricordiamo che siamo sempre

Dettagli

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile Relazioni Esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel.

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile Relazioni Esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel. CARTELLA STAMPA IR Top Consulting Media Relations Via C. Cantù, 1 Milano Luca Macario, Domenico Gentile, Maria Antonietta Pireddu Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 ufficiostampa@irtop.com LVenture Group Responsabile

Dettagli

LUGANO SMALL & MID CAP INVESTOR DAY

LUGANO SMALL & MID CAP INVESTOR DAY LUGANO SMALL & MID CAP INVESTOR DAY IV Edizione Hotel Splendide Royal Perché? Chi di voi, un anno fa, presente in questa sala, avesse deciso di comprare azioni T.I.P.: Avrebbe guadagnato il 26% Avrebbe

Dettagli

Fondazione Sicilian Venture Philanthropy Foundation. Scheda informativa

Fondazione Sicilian Venture Philanthropy Foundation. Scheda informativa Dati relativi al progetto 1. Informazioni generali Nome del progetto d impresa: Via: Cap:... Città:.. Sito web (se disponibile):. Persona referente: Posizione:.. Email: Telefono cellulare: Telefono fisso:

Dettagli

COMUNICARE L AZIENDA PER REPERIRE

COMUNICARE L AZIENDA PER REPERIRE COMUNICARE L AZIENDA PER REPERIRE CAPITALI UTILIZZANDO AL MEGLIO LE INFORMAZIONI. LE FONTI DI FINANZIAMENTO L attività d impresa, esaminata in un ottica puramente finanziaria, si sviluppa e si concretizza

Dettagli

M&A 2013: stato dell arte e prospettive future

M&A 2013: stato dell arte e prospettive future M&A 2013: stato dell arte e prospettive future Milano, 22 gennaio 2014 Prof. Leonardo Etro, Università Bocconi Scenario attuale dell M&A in Italia Operazioni cross-border Foreign Direct Investment Opportunità

Dettagli

Il ruolo del Private Equity e del Venture Capital quali propulsori della valorizzazione e del rilancio delle imprese

Il ruolo del Private Equity e del Venture Capital quali propulsori della valorizzazione e del rilancio delle imprese Il ruolo del Private Equity e del Venture Capital quali propulsori della valorizzazione e del rilancio delle imprese Villa Serra di Comago Comago Sant Olcese (GE), 3 Ottobre 2006 Agenda 1. Storia e sviluppo

Dettagli

Il mercato del Private Equity nel Sud e nelle Isole. V. Conca, 27 Ottobre 2014

Il mercato del Private Equity nel Sud e nelle Isole. V. Conca, 27 Ottobre 2014 nel Sud e nelle Isole V. Conca, 27 Ottobre 2014 nel Sud e nelle isole Agenda Come funziona il mondo del Private Equity Il trend del mercato in Italia Analisi dei valori e dei prezzi transati La radiografia

Dettagli

Convegno Annuale AIFI 2007 IL MERCATO ITALIANO DEL PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL NEL 2006. Intervento di Anna Gervasoni. Milano, 26 marzo 2007

Convegno Annuale AIFI 2007 IL MERCATO ITALIANO DEL PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL NEL 2006. Intervento di Anna Gervasoni. Milano, 26 marzo 2007 Convegno Annuale AIFI 2007 IL MERCATO ITALIANO DEL PRIVATE EQUITY E VENTURE CAPITAL NEL 2006 Intervento di Anna Gervasoni Milano, 26 marzo 2007 INDICE PREMESSA METODOLOGICA 3 GLI OPERATORI 5 LA RACCOLTA

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile relazioni esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel.

CARTELLA STAMPA. LVenture Group Responsabile relazioni esterne bianca.santillo@lventuregroup.com Via G. Giolitti, 34 00185 Roma, Tel. CARTELLA STAMPA IR Top Consulting Media Relations Via C. Cantù, 1 Milano Luca Macario, Domenico Gentile, Maria Antonietta Pireddu Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 ufficiostampa@irtop.com LVenture Group Responsabile

Dettagli

Il presente comunicato è reso anche ai sensi dell art. 71 bis del Regolamento di attuazione del Decreto Legislativo n. 58 del 1998.

Il presente comunicato è reso anche ai sensi dell art. 71 bis del Regolamento di attuazione del Decreto Legislativo n. 58 del 1998. COMUNICATO STAMPA DEA CAPITAL ENTRA NEL SETTORE DELL ALTERNATIVE ASSET MANAGEMENT ATTRAVERSO L ACQUISIZIONE DI UNA PARTECIPAZIONE DEL 44,4% IN IDEA ALTERNATIVE INVESTMENTS SOTTOSCRITTO UN COMMITMENT FINO

Dettagli

Opportunità e sfide per gli investitori italiani nei fondi Private Equity Presentazione Borsa Italiana 22 maggio, 2002

Opportunità e sfide per gli investitori italiani nei fondi Private Equity Presentazione Borsa Italiana 22 maggio, 2002 Opportunità e sfide per gli investitori italiani nei fondi Private Equity Presentazione Borsa Italiana 22 maggio, 2002 Tre messaggi di fondo 1. La crescita del Private Equity in Europa è motivata dal potenziale

Dettagli

LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY. 13-14 marzo 2014 1. 13-14 marzo 2014

LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY. 13-14 marzo 2014 1. 13-14 marzo 2014 LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY 1 Investireste in un Gruppo che: Ha quote attive in 9 leader mondiali* dei rispettivi settori? Negli ultimi 10 anni ha avuto plusvalenze nell 80% circa delle cessioni? Capitalizza

Dettagli

Business Planning Claudio Gigli

Business Planning Claudio Gigli Business Planning Claudio Gigli 23 SETTEMBRE 213 Obiettivi del seminario 1. Illustrare logica, contenuti, struttura di un business plan 2. Condividere 3 casi concreti 3. Affrontare con i partecipanti del

Dettagli

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento

Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Allegato Tecnico: Informazioni essenziali per la selezione preliminare di potenziali opportunità di investimento Settore: Dimensione: infrastrutture di vario tipo incluse quelle impiantistiche e immobiliari.

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012

Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012 Newsletter per gli Azionisti 1 trimestre 2012 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa al primo trimestre 2012. Vi ricordiamo che

Dettagli

La Valutazione di una Start-up

La Valutazione di una Start-up La Valutazione di una Start-up I metodi di valutazione più utilizzati sono: Discounted Cash Flow e Multipli di Mercato, cui vanno applicati dei correttivi per riflettere le specificità della start-up All

Dettagli

La valutazione delle aziende. 3a parte

La valutazione delle aziende. 3a parte La valutazione delle aziende 3a parte 65 I metodi empirici Transazioni comparabili Società comparabili 66 I metodi empirici: generalità e ambiti di utilizzo I metodi empirici vengono solitamente utilizzati

Dettagli

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori

Una nuova asset class per investitori qualificati. Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Nuovi valori per un rapporto virtuoso tra industria, finanza e investitori Mercato delle fonti energetiche rinnovabili INVESTIMENTI CAPITALE / CREDITO? INVESTITORI QUALIFICATI PLAYER INDUSTRIALI CARATTERIZZATI

Dettagli

Valutazione di sostenibilità economico-finanziaria. Realizzazione di un parcheggio interrato attraverso la Finanza di Progetto (esemplificazione)

Valutazione di sostenibilità economico-finanziaria. Realizzazione di un parcheggio interrato attraverso la Finanza di Progetto (esemplificazione) Valutazione di sostenibilità economico-finanziaria Realizzazione di un parcheggio interrato attraverso la Finanza di Progetto (esemplificazione) 1 Premesse Il Comune ha raggiunto il limite massimo di indebitamento.

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: BUY

Centrale del Latte di Torino & C. RATING: BUY REPORT DI AGGIORNAMENTO SUI RISULTATI 2012 della CENTRALE LATTE TORINO & C. redatto da BIM in qualità di SPECIALIST RATING: BUY FORTE GENERAZIONE DI CASSA IN UN OSTICO CONTESTO 5 aprile 2012 Prezzo: 1.58

Dettagli

CASE STUDY ITALMATCH CHEMICALS S.P.A.

CASE STUDY ITALMATCH CHEMICALS S.P.A. UNIONE DEGLI INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Il capitale di rischio per la PMI 2004 CASE STUDY ITALMATCH CHEMICALS S.P.A. Novembre 2004 Indice Introduzione...2 La descrizione della società...3 Il

Dettagli

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013

Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Newsletter per gli Azionisti Sintesi 2013 Gentili Azionisti, vi inviamo la newsletter interamente dedicata agli investitori privati di DeA Capital, relativa ai risultati del 2013. Vi ricordiamo che siamo

Dettagli

Arcadia Financial Advisors nasce nel 2001 come M&A boutique indipendente, controllata direttamente dai propri Partners.

Arcadia Financial Advisors nasce nel 2001 come M&A boutique indipendente, controllata direttamente dai propri Partners. Profilo societario Arcadia Financial Advisors nasce nel 2001 come M&A boutique indipendente, controllata direttamente dai propri Partners. Punti di Forza A chi ci rivolgiamo Arcadia fornisce un assistenza

Dettagli

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Prospettive di sviluppo per il private equity in Italia

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Prospettive di sviluppo per il private equity in Italia AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Prospettive di sviluppo per il private equity in Italia Il ruolo degli investitori istituzionali Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Roma,

Dettagli

Agenda. Chi siamo. I nostri servizi. Contatti. Pag. 2. 1.1 Società, valori di fondo e approccio. 1.2 Partner. Pag. 3. 2.1 Aree di attività. Pag.

Agenda. Chi siamo. I nostri servizi. Contatti. Pag. 2. 1.1 Società, valori di fondo e approccio. 1.2 Partner. Pag. 3. 2.1 Aree di attività. Pag. Agenda Chi siamo 1.1 Società, valori di fondo e approccio 1.2 Partner Pag. 2 Pag. 3 I nostri servizi 2.1 Aree di attività 2.2 Servizi Pag. 4 Pag. 5 Contatti 3.1 Contatti Pag. 8 1 Chi siamo 1.1 Società,

Dettagli

Il mondo del Private Equity

Il mondo del Private Equity Pietro Busnardo Il mondo del Private Equity Obiettivi e modalità di intervento Reggio Emilia, 11 marzo 2014 Cosa si intende per Private Equity Finanza Debito Equity Mercati Corporate Il Private Equity

Dettagli

Il Metodo di valutazione dei Multipli. 22 maggio 2014 Università di Pavia Francesca Pezzoli

Il Metodo di valutazione dei Multipli. 22 maggio 2014 Università di Pavia Francesca Pezzoli Il Metodo di valutazione dei Multipli 22 maggio 2014 Università di Pavia Francesca Pezzoli 1 Il metodo di valutazione di impresa mediante multipli di societa comparabili: la logica sottostante Cosa sono

Dettagli

Le strategie di add-on nel private equity

Le strategie di add-on nel private equity a cura di valter conca Le strategie di add-on nel private equity Una scelta necessaria per valorizzare le way-out Valter Conca valter.conca@sdabocconi.it Il segnale che proviene dal mercato del private

Dettagli

Lezione 10 Il metodo dei multipli.

Lezione 10 Il metodo dei multipli. Lezione 10 Il metodo dei multipli. Analisi degli Investimenti 2014/15 Lorenzo Salieri 1 Il metodo dei multipli L obiettivo della valutazione basata sui multipli di mercato (valutazione relativa) è la stima

Dettagli

Il ruolo del Private Equity del Venture Capital quali propulsori della valorizzazione e del rilancio delle imprese. Pierantonio Nebuloni

Il ruolo del Private Equity del Venture Capital quali propulsori della valorizzazione e del rilancio delle imprese. Pierantonio Nebuloni Il ruolo del Private Equity del Venture Capital quali propulsori della valorizzazione e del rilancio delle imprese Pierantonio Nebuloni Genova, 3 ottobre 2006 Il ruolo del Private Equity e del Venture

Dettagli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli

Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Investimento Immobiliare Mercato, valutazione, rischio e portafogli Martin Hoesli Giacomo Morri Capitolo 2 RENDIMENTO E RISCHIO DI UN INVESTIMENTO IMMOBILIARE Agenda Rendimento - Rendimenti immediati -

Dettagli

slides: Dott. Paolo Roccatagliata Avv. Nicola Canessa Dott. Stella Cuccoli Dott. Andrea Dalledonne

slides: Dott. Paolo Roccatagliata Avv. Nicola Canessa Dott. Stella Cuccoli Dott. Andrea Dalledonne LA CREAZIONE DI VALORE IN PREVISIONE DI FUTURO PASSAGGIO A MANAGER INTERNI O AD ACQUIRENTI ESTERNI, APERTURA A CAPITALI ESTRANEI ALLA FAMIGLIA slides: Dott. Paolo Roccatagliata Avv. Nicola Canessa Dott.

Dettagli

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011 AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI Lecco, 23 marzo 2011 Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Agenda Il mercato

Dettagli

SCELTE DI PORTAFOGLIO DELLE FAMIGLIE: UN ANALISI EMPIRICA DELLE DECISIONI DI INVESTIMENTO IN ABITAZIONI DELLE FAMIGLIE ITALIANE

SCELTE DI PORTAFOGLIO DELLE FAMIGLIE: UN ANALISI EMPIRICA DELLE DECISIONI DI INVESTIMENTO IN ABITAZIONI DELLE FAMIGLIE ITALIANE Università di Modena e Reggio Emilia Dipartimento di Economia M. Biagi Corso di Laurea Magistrale in Analisi, Consulenza e Gestione Finanziaria SCELTE DI PORTAFOGLIO DELLE FAMIGLIE: UN ANALISI EMPIRICA

Dettagli

INFORMATIVA SINTETICA SULL ATTIVITÀ DI RICERCA

INFORMATIVA SINTETICA SULL ATTIVITÀ DI RICERCA INFORMATIVA SINTETICA SULL ATTIVITÀ DI RICERCA RATING SYSTEM Le raccomandazioni si conformano al seguente rating system, avendo come riferimenti il prezzo di mercato e il target price: BUY: se il target

Dettagli

Valutazione d azienda: aspetti applicativi. Docente: Prof. Massimo Mariani

Valutazione d azienda: aspetti applicativi. Docente: Prof. Massimo Mariani Docente: Prof. Massimo Mariani 1 METODI FINANZIARI - Durata del periodo di previsione analitica La scelta della durata del periodo di previsione analitica è principalmente legata a: Settore aziendale di

Dettagli

Il Mercato Italiano del Private Equity e Venture Capital nel 2013

Il Mercato Italiano del Private Equity e Venture Capital nel 2013 Il Mercato Italiano del Private Equity e Venture Capital nel 2013 Il Mercato Italiano del Private Equity e Venture Capital nel 2013 AIFI - Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital AIFI

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Temi della lezione. 1 Il metodo di valutazione dei multipli di borsa: introduzione. 2 Principali fasi di applicazione del metodo

Temi della lezione. 1 Il metodo di valutazione dei multipli di borsa: introduzione. 2 Principali fasi di applicazione del metodo Temi della lezione 1 Il metodo di valutazione dei multipli di borsa: introduzione 2 Principali fasi di applicazione del metodo 3 Il caso Fiorucci: selezione dei comparables 4 Il caso Fiorucci: selezione

Dettagli

Politiche di partecipazione al capitale di rischio delle imprese innovative Il fondo Toscana Innovazione a cura di Barbara Fidanza e Cristina Santini

Politiche di partecipazione al capitale di rischio delle imprese innovative Il fondo Toscana Innovazione a cura di Barbara Fidanza e Cristina Santini GIUNTA REGIONALE TOSCANA POR COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE FESR 2007-2013 Rapporto di valutazione Politiche di partecipazione al capitale di rischio delle imprese innovative Il fondo Toscana Innovazione

Dettagli

Parte prima il fondo, le spac e l origination

Parte prima il fondo, le spac e l origination Presentazione di Massimo Capuano introduzione alla terza edizione di Matteo Carlotti pag. XV» XVII 1 2 Parte prima il fondo, le spac e l origination fundraising e rapporti Con l investitore» 3 di Michele

Dettagli