Web Profile Project - RAPPORTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Web Profile Project - RAPPORTI"

Transcript

1 Web Profile Project - RAPPORTI RAPPORTO ECWPP (Vers.1, gennaio 214) PAROLE-CHIAVE NELLA SOCIETA LIQUIDA Temi, memi e tendenze in Italia secondo la Rete Web Profile Project a cura di : S. Malcevschi sviluppo : Web Profile Studio DSTA Università di Pavia 1. Parole-chiave in Rete Sostenibilità e informazione Culture Domanda ed offerta di parole-chiave Culturomics Cinguettii con sentiment Google Trends Memi Data mining, vettori informativi, web profiling Pubblico, VAS, Reti eco-sociali Attrattori di attenzione in Italia nel decennio La ricerca Il panel Come leggere i risultati Tema 1 : La conquista del Web Tema 2 : Fattori primordiali Tema 3 : Concetti base... 3 Tema 4 : Grandi attrattori Tema 5 : Tipi di ricerche Tema 6 : Forze vitali Tema 7 : Generi ed età Tema 8 : Corpo Tema 9 : Sentimenti Tema 1 : Valori Tema 11 : Appartenenze Tema 12 : Fondamenti sociali Tema 13 : Attività... 4 Tema 14 : Ambienti Tema 15 : Animali Tema 16 : Vegetali Tema 17 : Colori Tema 18 : Numeri Tema 19 : Tempi Tema 2 : Stagioni Tema 21 : Ricorrenze Tema 22 : Interessi coltivati Tema 23 : Arte e conoscenza... 5

2 Tema 25 : Discipline Tema 25 : Testi classici Tema 26 : Mangiare Tema 27 : Frutta e verdura Tema 28 : Bere Tema 29 : Dove mangiare Tema 3 : Abitare Tema 31 : Vestire Tema 32 : Stare in forma Tema 33 : Viaggiare... 6 Tema 34 : Feste Tema 35 : Acquistare Tema 36 : Supermercati Tema 37 : Come vestire Tema 38 : Leggere Tema 39 : Quotidiani Tema 4 : Sport Tema 41 : Squadre Tema 42 : Informazioni sull etere Tema 43 : Televisioni... 7 Tema 44 : Spettacoli TV Tema 45 : Nomi femminili Tema 46 : Nomi maschili Tema 47 : Personaggi politici Tema 48 : Personaggi TV Tema 49 : Cantanti Tema 5 : Fiabe Tema 51 : Nuovi eroi Tema 52 : Internet Tema 53 : Strumenti Web... Tema 54 : Produttori digitali Tema 55 : Internet mobile Tema 56 : E-commerce Tema 57 : Come telefonare Tema 58 : Con chi viaggiare Tema 59 : Automobili Tema 6 : Grandi città Tema 61 : Località turistiche Tema 62 : Regioni Tema 63 : Altri paesi... 9 Tema 64 : Professioni Tema 65 : Produttori di energia Tema 66 : Sviluppo Tema 67 : Sistemi ambientali Tema 68 : Sostanze Tema 69 : Mondo Tema 7 : Cultura e natura Verso un quadro di insieme Dinamiche e tendenze Ricorrenze strutturali di attenzione Prime indicazioni Come proseguire URL : Per osservazioni e suggerimenti : 2

3 1. Parole-chiave in Rete 1.1 Sostenibilità e informazione Oggetto del Rapporto è l analisi, attraverso un approfondimento teorico e mediante indicatori derivati dal Web applicati all ultimo decennio in Italia, di alcuni aspetti della cultura e del sistema eco-sociale attuale. Un sistema liquido, secondo la definizione di Zygmunt Bauman, in cui peraltro, come sembra indicare questo lavoro, si possono ancora riconoscere nuclei di solidità accanto a zone gassose. Una società in cui conta la velocità con cui si usano e gettano gli oggetti e le parole, e non la loro stabilità come valori culturali, economici, etici. Una realtà invero sempre più strettamente interconnessa all interno di una sempre più gigantesca, intricata, complicata rete delle reti. In questo intreccio la Rete (ormai) per definizione (il Web), è il risultato e lo specchio di quelle sociali che la esprimono, e di quelle ecologiche sempre più condizionate dalle decisioni umane. La cornice del lavoro è quella di Web Profile Project, in cui l obiettivo è una migliore comprensione del ruolo dell informazione leggibile attraverso il Web a sostegno di uno sviluppo sostenibile. Sviluppo sostenibile significa interazione virtuosa nel tempo tra ambiente, economia e società, e l informazione è forse la principale componente di tali interazioni, oltre che una risorsa che deve essere utilizzata in modo efficiente come l energia e le materie prime. AMBIENTE ECONOMIA informazione SOCIETA tempo. C è uno scontro, e una potenziale incompatibilità, tra il concetto di sostenibile nel tempo e quello di liquidità del contesto eco-sociale. Uscire dalle crisi attuali significa anche condividere una cultura della sostenibilità e saperla trasmettere alle nuovi generazioni. Un problema strutturale per l orizzonte di sostenibilità sorge nel momento in cui perdono di solidità il significato stesso di cultura ed il suo ruolo come patrimonio nel funzionamento del mondo attuale. Da sempre i memi (unità culturali elementari, di cui gli esempi più immediati sono singole parole.chiave associabili a concetti rilevanti per la società) sorgono, competono tra loro, in molti casi si estinguono, come le specie viventi. In una cultura troppo fluida rischiano di non fissarsi e di perdersi parole-chiave essenziali per lo sviluppo sostenibile, la loro possibilità di diventare effettivamente patrimonio della società e dei suoi decisori, tanto più la loro possibilità di essere trasmesse alle generazioni future. Questo è inaccettabile nella logica stessa di sviluppo sostenibile. Basi della cultura della sostenibilità sono una consapevolezza dei limiti dell ecosistema e una cultura dell innovazione efficace. Innovazione efficace è quella che genera soluzioni di uso efficiente delle risorse. Se l informazione deve essere considerata anche una risorsa per il funzionamento della società, al pari dell energia e delle materie prime, per lo sviluppo sostenibile si pone l obiettivo di un uso efficiente anche dell informazione- Ma innovazione efficace è anche quella non effimera, che non si riveli una fiammata destinata ad estinguersi in un breve arco di tempo.. Questo Rapporto, che si occupa delle dinamiche di parole-chiave sul Web avvenute in Italia nel decennio passato, vuole fornire un contributo per una migliore comprensione del problema e per la ricerca di soluzioni. E la Versione 1 del lavoro, che per certi aspetti può essere intesa come preliminare, sottoposta ad osservazioni e suggerimenti. Nella prima parte si affrontano alcuni aspetti generali e di contesto, sul come meglio intendere la natura solida o liquida o per certi 3

4 aspetti addirittura gassosa delle parole-chiave che condizionano attualmente la vita delle persone in Italia. Si ridiscute e si riutilizza in forma operativa il concetto di meme. Nella seconda parte del Rapporto si forniscono sotto forma di schede risultati su dinamiche di attenzione sul Web effettivamente intervenute in Italia nello scorso decennio su 35 parole-chiave sulla base dei dati forniti da Google Trends. Le versioni successive si baseranno su ulteriori basi dati, per migliorarne la precisione, e svilupperanno ulteriormente gli aspetti teorici fornendo le basi bibliografiche utilizzate. Google Trends è stato adottato in quanto strumento potente e sempre più interessante. E un servizio nato nel 24, già abbastanza conosciuto ma ancora relativamente giovane nella considerazione della letteratura scientifica. Ad oggi è stato ripreso ed utilizzato in alcune decine di articoli pubblicati in riviste internazionali, in vari campi dalla medicina alla biologia, all economia, alle scienze sociali (vedi punto 1.6 del Rapporto). 1.2 Culture Misurare la cultura è un obiettivo piuttosto ambizioso e rischioso, anche perché occorre innanzitutto intendersi sullo stesso significato di cultura. Il compito, se giudicato possibile, sarebbe importante anche perché apparentemente non si è mai parlato tanto di cultura come oggi, a proposito dei media, dei giovani, degli immigrati, e questo utilizzo del termine costituisce in se un dato etnologico (Augè 1988). Ma cultura è probabilmente uno dei termini più controversi della storia del pensiero umano. Un punto di partenza potrebbe essere la ripresa del dibattito ormai classico innescato da Snow nel 1959 tra le due culture, quella scientifica e quella umanistica. Due culture di cui Snow denunciava la reciproca incapacità di comunicare con l altra. Una incomunicabilità che probabilmente oggi non c è più, o è molto ridotta. E sempre maggiore il numero di persone che si è occupato di scienza anche provenendo da facoltà umanistiche, ed è punto d onore di ogni buon scienziato dimostrare la propria conoscenza della cultura classica. Forse oggi il problema per entrambe è proprio quello di fare i conti con la cultura liquida. Ha senso chiedersi se abbia senso continuare a parlare di cultura in una società in rapida trasformazione come quella attuale. In tal caso il primo passo è quello di adottare una definizione di riferimento. In L evoluzione della cultura (24) Cavalli Sforza ne dà la seguente Cultura è l accumulo globale di conoscenze e di innovazioni, derivante dalla somma di contributi individuali trasmessi attraverso le generazioni e diffusi al nostro gruppo sociale, che influenza e cambia continuamente la nostra vita. Una persona che ne cerchi la definizione lo farà ormai sul Web su Wikipedia, e troverà oggi (19 gennaio 213, domani potrebbe cambiare) la seguente: Cultura - Il concetto moderno si può intendere come quel bagaglio di conoscenze e di pratiche acquisite ritenute fondamentali e che vengono trasmesse di generazione in generazione. Tuttavia il termine cultura nella lingua italiana denota più significati principali di diversa interpretazione: Una concezione pragmatica (Positivismo/utilitarismo) presenta la cultura come formazione individuale, volta all'esercizio di acquisizione di conoscenze "pratiche". In tale accezione essa assume una valenza quantitativa, per la quale una persona può essere più o meno colta (pseudo-saperi); Una concezione (Antropologia/Etica), metafisica presenta la cultura come un processo di sedimentazione dell'insieme patrimoniale delle esperienze condivise da ciascuno dei membri (Morale/Valori), delle relative società di appartenenza (Sociologia/Istituzioni), dei codici comportamentali condivisi (Morale/Costumi), del senso etico del fine collettivo (Escatologia/Idealismo), e di una visione identitaria storicamente determinata(antropologia identitaria/etnicità), come espressione ecosistemica di una tra le multiformi varietà di gruppi umani e civiltà nel mondo. Concerne sia l'individuo, che i grandi gruppi umani (Sociologia/Collettività), di cui egli è parte. In questo senso il concetto è ovviamente declinabile al singolare, riconoscendosi ciascun individuo quale membro "di diritto", del gruppo etno-culturale di appartenenza etno-identitaria, nonché nel "patto di adesione sociale" e nelle sue regole etiche ed istituzionali volte al fine della "autoconservazione" del gruppo etnico stesso. Una concezione di senso comune è, inoltre, il potere intellettuale o "status", che vede la cultura come luogo privilegiato dei "saperi" locali e globali, tipico, delle Istituzioni "superiori", come le "conoscenze specializzate"(scienza/tecnologia), la Politica (Parlamento/Partiti), l'arte (Spettacolo/Rappresentazione), l'informazione (Media/Comunicazione), la interpretazione storica degli eventi ( Storia/Ideologie), ma anche la influenza sui fenomeni di costume (Società/Modelli), e sugli orientamenti (Filosofia/Credenze religiose), delle diverse popolazioni, fino a livelli di misura planetaria. Una concezione di tipo istituzionale (Educazione/Pedagogia), che vede la cultura come strumento di formazione di base e di preparazione al lavoro nell'ordine di una società economica, meritocratica e delle competenze remunerabili. Se guardiamo Wikipedia in inglese troviamo la seguente: Culture (Latin: cultura, lit. "cultivation"[1]) is a modern concept based on a term first used in classical antiquity by the Roman orator Cicero: "cultura animi" (cultivation of the soul). This non-agricultural use of the term "culture" re-appeared in modern Europe in the 17th century referring to the betterment or refinement of individuals, especially through education. During the 18th and 19th century it came to refer more frequently 4

5 to the common reference points of whole peoples, and discussion of the term was often connected to national aspirations or ideals. Some scientists such as Edward Tylor used the term "culture" to refer to a universal human capacity. Definizioni canoniche come quelle precedenti insistono sul trasferimento tra generazioni (ma nella Wikipedia in inglese tale indicazione è solo sottintesa attraverso il riferimento all educazione) ed alla gamma di significati differenti assunti nel corso della storia. E pertanto utile un breve riepilogo. Nel corso della storia del pensiero è stato inteso in moltissimi modi diversi (CUCHE 24). L idea moderna di cultura, comparsa nel XVIII secolo, ha sin dall inizio provocato dibattiti molto accesi. Gli illuministi francesi consideravano la culture come una caratteristica propria della specie umana, come somma delle conoscenze accumulate e tramandate dall umanità nel corso della propria storia. E associata alle idee di progresso, di educazione, di ragione. Era contigua alla civilizzazione, intesa come affinamento dei costumi, affrancamento progressivo dell uomo dall ignoranza e dall irrazionalità. Il concetto tedesco di Kultur nel XIX secolo rifletteva invece una nozione più particolaristica rispetto a quella universalista francese; si sottolineano piuttosto le differenze culturali tra i popoli, i loro spiriti nazionali, ricchezza dell umanità. Il concetto di cultura si lega sempre più a quello di nazione Lo sviluppo successivo dell etnologia seguirà le due strade: quella che privilegia l unità considerando la diversità come temporanea, secondo uno schema evoluzionistico; e quella che invece fa della diversita l oggetto stesso della sua analisi. Si è posta la questione se si possa interpretare la società attuale con gli stessi modelli. Le complesse culture moderne sono ormai il risultato di mescolanze, di un meticciato derivante da origini diverse. Già nel 18 Powell aveva coniato il concetto di acculturazione, analizzando le modificazioni dei modi di vita e di pensiero degli immigrati negli Stati Uniti. Il tema è stato poi sviluppato da Herskovits negli anni 3, studiando le comunità afro-americane ed i processi di sincretismo culturale. Di fatto il concetto di cultura da un certo punto in poi assume una natura dinamica. Non ci sono più culture pure ed altre meticce; il risultato dei contatti culturali va piuttosto inteso in termini di continuità o discontinuità. Gli studi sulle comunità urbane hanno portato al concetto di sub-cultura: ognuno dei vari gruppi che costituiscono la società americana può essere caratterizzato rispetto agli altri. Vi sono così le subculture definibili rispetto alle classi sociali, ai gruppi etnici di appartenenza, dei giovani, degli omosessuali eccetera. In realtà si è anche evidenziato come le subculture partecipino ad un medesimo complesso sociale, attraverso interazioni reciproche consentono loro di identificarsi e di agire nel sistema sociale che le comprende. Un aspetto critico nel confronto tra culture è quello delle gerarchie: le culture di diversi gruppi possono trovarsi in posizione reciproca di forza o di debolezza. Si parla di culture dominanti e dominate. Un tema dibattuto al riguardo è la posizione della cosiddetta cultura popolare (il folklore, i dialetti), se considerarla subalterna e marginale, o invece uguali se non superiori (perchè autentiche ed autonome) rispetto a quella delle elites (la cultura alta ). Certau (19) definisce come popolare la cultura delle persone ordinarie che si crea quotidianamente anche come attività di consumo. E nel campo di quella alta si è acceso nei decenni scorsi, dopo il libro di Snow in proposito (1959) il dibattito sul rapporto (conflittuale o di ignoranza reciproca) tra le due culture, quella umanistica classica e quella scientifica. Un aspetto in ogni caso importante è il rapporto tra cultura e la lingua di appartenenza. Secondo Supir (1921) la cultura era essenzialmente un sistema di comunicazione. Secondo Levi-Strauss è attraverso il linguaggio che un individuo acquisisce la cultura del suo gruppo, sia pure attraverso contrapposizioni e correlazioni. Secondo lui una certa cultura è un insieme di sistemi simbolici definiti da un linguaggio, da regole matrimoniali, rapporti economici, arte, scienza, religione; attraverso tali sistemi vengono espressi la realtà fisica, la realtà sociale, e le relazioni tra tali realtà (195). Occorre capire se la segmentazione odierna delle culture consenta oggi di mantenere la distinzione stessa tra cultura alta e popolare. Negli anni 6 si e sviluppato il concetto di cultura di massa, quella che segue gli schemi della produzione industriale, fortemente determinata dai mass-media. Nei decenni trascorsi un grande lavoro è stato fatto sulle culture di classe: quella della borghesia e la cultura operaia. Negli ultimi anni il termine cultura è stato oggetto di frammentazione in campi sempre più differenziati. Di fatto ogni gruppo sociale può rivendicare una propria cultura: la cultura hip-hop, la cultura calcistica ecc.in campo politico si parla di cultura della destra e della sinistra, di cultura dell amore contrapposta a quella dell odio (degli avversari). All interno del mondo economico si consolida sempre più il concetto di cultura di impresa. Tutto ciò porta al dato di fatto di un multiculturalismo diffuso e frammentato. Le culture attuali non sono solo caratterizzate dalla loro frammentazione, ma anche dalla loro fluidità e volatilità potenziale. Zygmunt Bauman parla di modernità liquida, di vita liquida, di società liquida, di cultura liquida strettamente interconnesse tra loro. Per lui Una società può essere definita liquido-moderna se le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure. La vita liquida, come la società liquido-moderna, non è in grado di conservare la propria forma o di tenersi in rotta a lungo. E ancora La cultura liquido-moderna non si considera più una cultura dell apprendimento e dell accumulazione, come quelle descritte negli studi storici ed etnografici. Essa appare piuttosto una cultura del disimpegno, della discontinuità e dell oblio. Tenuto conto di tutto quanto detto sopra, utilizzeremo per questo lavoro per cultura la seguente definizione operativa, l accumulo di conoscenze e di innovazioni potenzialmente trasmissibile alle generazioni future, derivante dalla 5

6 somma di contributi individuali condivisi e diffusi al l interno di un dato gruppo sociale, che influenza e modifica almeno per un determinato periodo la vita delle persone che vi partecipano, descrivibile attraverso parole-chiave che acquistano un significato ed un valore di scambio per il gruppo. Una definizione abbastanza vicina a quella iniziale di Cavalli-Sforza in cui peraltro si lascia come potenziale una condizione fino a pochi anni considerata fondamentale, la trasmissione attraverso le generazioni. Nel mondo odierno la cultura di riferimento delle giovani generazioni dipende sempre meno dalla sapienza e dall esperienza degli anziani. La limitazione ad un determinato periodo non vincola ad una lunga stabilità, ma pone la condizione operativa di una riconoscibilità di un elemento culturale in un tempo almeno dell ordine di mesi e possibilmente di anni, non bruciata in una notorietà momentanea capace di far parlare le persone ma non di lasciare un segno nel loro comportamento. RIFERIMENTI BAUMAN Z Liquid life., Polity Press, Cambridge - Trad.it.: Vita liquida. Editori Laterza, Bari. 189 pp- BAUMAN Z Liquid modernity., Polity Press, Cambridge e Blackwell Publ.Ltd, Oxford - Trad.it.: Modernità liquida. Editori Laterza, Bari. 272 pp- BAUMAN Z Letters from the Liquid Modern World., Polity Press, Cambridge - Trad.it.: Vita liquida. Editori Laterza, Bari. 213 pp. Cuche D (traduz.it. 23). La nozione di cultura nelle scienze sociali. Ed. il Mulini (Itinerari). 159 pp. 1.3 Domanda ed offerta di parole-chiave Le parole costituiscono le principali unità elementari negli scambi di informazioni tra gli esseri umani. Ma l informazione non avviene solo mediante parole: anche immagini, odori, carezze trasmettono messaggi, ma possiamo considerare le parole come unità elementari che, in forma verbale o scritta, consentono la trasmissione in via ordinaria dei principali contenuti di informazione. Nella letteratura scientifica i ricercatori corredano ordinariamente gli articoli pubblicati con parole-chiave che li caratterizzano e che ne facilitano la diffusione. Il Web, sempre più il principale strumento odierno di scambio di informazioni tra persone ormai di ogni genere e strato sociale, funziona attraverso la ricerca ordinaria di informazioni avviene digitando parole-chiave, ovvero parole rappresentative dei contenuti cercati. Un obiettivo metodologico significativo diventa quello di capire meglio il ruolo ambientale delle parole-chiave utilizzate nella cultura diffusa. Il governo delle parole è sempre stato uno dei principali fattori per il funzionamento delle società umane, Il linguaggio è stato addirittura, probabilmente, il fattore principale che ha determinato l evoluzione della specie umana, nella sua specificità biologica e culturale. Il linguaggio è una realtà molto complessa, al suo interno le parole sono le unità elementari delle informazioni tra esseri umani, e quindi delle relazioni che tra essi si producono. Comandanti, politici, giornalisti, poeti, letterati, filologi, scienziati, giuristi, giornalisti, avvocati, scrittori, mercanti, amanti, hanno da sempre sfruttato la propria capacità di individuare e trasmettere parole-chiave per raggiungere i propri obiettivi. Si può osservare come le loro relazioni non siano solo analizzabili in termini di grammatica e sintassi, ma anche di ruolo nei processi decisionali che producono impatti sulla biosfera. Le decisioni che comandanti, politici ecc. hanno preso negli ultimi due secoli hanno provocato impatti eccessivi sull ambiente e sulle sue prospettive future, per cui è importante che migliorino le parole-chiave da loro assimilate ed utilizzate. Le parole-chiave sono parte essenziale del nostro ambiente, come tali parte dell ecosistema. E interessante verificare come esse possano essere considerate anche attraverso i modelli interpretativi dell ecologia. Si può allora vedere come le parole evolvano, nascano e crescano, competono tra loro, in molti casi si estinguano. Resta inteso che il linguaggio nel suo insieme è ben altra cosa, lo studio della sua complessità e delle sue regole ha riempito biblioteche nei secoli. Ma anche le singole parole-chiave e la nuvola semantiche che sta loro intorno hanno un ruolo come fattori in grado di condizionare l ecosistema. Ciò avviene attraverso l incidenza sulle menti degli esseri umani che le usano, e attraverso la conseguente incidenza sui processi decisionali. Possiamo osservare reti di parole-chiave che si distinguono o si sovrappongono, che interagiscono reciprocamente entro un proprio ecosistema di rilevanze relative, di relazioni, di nodi, di reti eco-sociali. Possiamo riconoscere un meta-ecosistema in cui le componenti fisiche, quelle biotiche classiche, si integrano funzionalmente con quelle legate ai flussi di informazioni tra gli esseri umani produttori di impatto ambientale. Oggi è Internet (il Web, la posta elettronica) il luogo in cui scorrono in modo sempre più consistente gli scambi di informazioni tra gli esseri umani, in uno scambio di domande ed offerte sempre più intrecciato. E sul Web (sulla Rete, la ragnatela di pagine e messaggi che si appoggia su Internet in modo condiviso) che sempre più gli esseri umani vanno a cercare le informazioni che interessano loro. E sul Web che tutti i soggetti (persone, aziende, organizzazioni) depositano 6

7 immettono le informazioni prodotte che vogliono far conoscere ad altre persone. La Rete moltiplica i flussi informativi, che si svolgono tipicamente attraverso ricerche mediante ricerche di parole-chiave nei motori di ricerca (Google ed altri), ed attraverso l assegnazione di parole-etichetta ai propri contribuiti. Gli autori delle informazioni offerte su Internet corredano la pagine poste dei siti utilizzati con tag (etichette), parole-chiave che faciliteranno il ritrovamento della pagina da parte di utenti del Web interessati all argomento. Da notare che sul Web le parole.chiave sono anche lo strumento per ricercare immagini, video, mappe, ovvero informazioni di tipi iconico e non verbale. MONDO ATTUALE SPECCHIO DEI TEMPI? TERMOMETRO? WEB PAROLE-CHIAVE DOMANDA ED OFFERTA DI INFORMAZIONE Le conseguenze del ruolo sempre più preponderante di Internet non sono necessariamente positive. Il linguaggio diventa progressivamente più rozzo, più rudimentale, rispetto alle sfumature ed alle raffinatezze che avevano gli scritti nei secoli passati. Ma dal punto di vista dell analisi dei processi in corso si creano nuove opportunità. L analisi delle parolechiave su Internet (censirle, riconoscerne i vettori, misurarne i flussi) diventa e diventerà sempre più lo strumento per riconoscere la natura e la qualità delle informazioni che alimentano la società attuale, base del suo stesso funzionamento. Si ha al tempo stesso l opportunità di verificare attraverso la Rete l incidenza ed il ruolo di parole che caratterizzano il funzionamento del mondo attuale. Non tutti gli esseri umani usano la Rete, e per fortuna buona parte delle informazioni che contano per una persona prescinde da essa. Ma la sua incidenza progressiva nella cultura e nella società attuale è sempre maggiore, per cui è necessario capire meglio cosa sta avvenendo anche nel campo delle parole-chiave che usiamo e ci scambiamo. Riassumendo : le parole hanno relazioni reciproche e rispetto ai loro contesti di utilizzo. Per certi aspetti possono essere considerate come specie all interno di un ecosistema entro cui si riproducono, hanno specifiche sinergie reciproche, in molti casi competono e si espandono, in altri casi muoiono. A loro volta le parole, attraverso il condizionamento dei comportamenti umani, stanno condizionando sempre più gli ecosistemi fisici. Il Web (la Rete) sta diventando parte sempre più importante di questo ecosistema. Occorre capire quali possano essere gli strumenti per utilizzare nel modo migliore questa opportunità. 1.4 Culturomics Le parole incidono in modo differente nella cultura di appartenenza. Alcune hanno una importanza maggiore, altre minore. Tutte possono essere viste in chiave evolutiva e considerate nella loro rilevanza rispetto ai flussi di conoscenze ed informazioni di un determinato periodo. E stato proposto di analizzare tali rilevanze con indicatori derivabili dal Web, attraverso la misura delle variazioni dell uso che nel tempo hanno fatto i generatori di prodotti culturali attraverso la parola, ovvero gli scrittori. E si è proposto di chiamare questa attività Culturomics, una specie di scienza della cultura, un obiettivo che probabilmente fa drizzare i capelli in testa alla maggior parte delle persone con basi umanistiche. Ma il problema della società liquida ci impone almeno di approfondire la questione. Nel dicembre 21, un team comprendente il Cultural Observatory dell Università di Harvard, l Encyclopaedia Britannica, l American Heritage Dictionary, e Google hanno pubblicato portato un articolo sulla rivista Science on-line, lanciando allo stesso tempo il browser Culturomic.org su Google Labs. L articolo (Michel et al 211) aveva come titolo: Quantitative Analysis of Culture Using Millions of Digitized Books. Cercando deteriminate parole-chiave nell insieme dei libri scannerizzati da Google Books, gli autori misuravano la presenza nei testi considerati di parole-chiave di diverso tipo. I libri analizzati erano stati stimati come il circa del totale dei pubblicati entro l arco temporale considerato, tra il 1 ed il 2. Seguendo nel tempo il numero delle presenze di determinate parole-chiave, da Evolution a DNA, da Mickey Mouse a Marc Chagall, secondo gli autori diventava possibile riconoscere i contenuti determinanti della cultura umana 7

8 attraverso gli ultimi secoli. L obiettivo era quello di proporre una nuova disciplina, la Culturomics, definita come un vasto terreno di incontro tra linguistica e fenomeni culturali, in grado di fornire informazioni anche sui contenuti della memoria collettiva, l evoluzione delle tecnologie, l epidemiologia storica. E stato contestualmente prodotto il browser Culturomic.org su Google Labs, che offre il programma gratuito Viewer N-gram come strumento disponibile per tutti in grado di fornire una rapida quantificazione delle tendenze culturali negli ultimi due secoli. Il browser è stato progettato per consentire di valutare la frequenza di parole (es. banane) o frasi ('Stati Uniti d'america') utilizzate nel tempo sulla base di una massiccia quantità di dati : un database di oltre 5,2 milioni di libri, circa il di tutti i libri mai pubblicati. La partenza era avvenuta co il browser 'Bookworm' creato da Jean-Baptiste Michel, Yuan Kui Shen, e Erez Lieberman Aiden presso il Cultural Observatory presso l'università di Harvard. Gli obiettivi dell Osservatorio erano e sono tuttora i seguenti: creare rilevanti set di dati importanti per la cultura umana; utilizzare tali database per attivare nuovi tipi di analisi; mettere a punto strumenti utilizzabili da ricercatori e dal pubblico in generale per interrogare i dati L esempio.1 dei risultati base ottenibili con il browser Google Labs Viewer N-gram è nella figura seguente, in cui si riportano i risultati ottenuti con la parola-chiave Beethoven. Il periodo è quello compreso tra il 1 ed il 2; la lingua considerata è l inglese; in ordinata è espressa la percentuale di presenze sul totale del database. Il grafico mostra la fortuna di Beethoven nella cultura di lingua inglese: poche presenze durante la sua vita (morì nel 1927), un primo nucleo di indicazioni verso il 184 e, dopo il 186 una fortuna crescente fino ad un massimo negli anni 4 del secolo scorso. Successivamente una discesa con un ulteriore picco di interesse negli anni 6. Commenti più fini richiedono una conoscenza più approfondita della materia che può essere effettuata solo da specialisti. La storia delle arti e la rilevanza relativa degli artisti può disporre di informazioni preziose da 8

9 analisi di questo tipo. Altrettanto vale per temi differenti da quello del mondo dell arte: il procedimento può essere applicato a parole-chiave di tutti i tipi: concetti, luoghi, cose, cibi ecc. L arco temporale e la lingua di scrittura dei libri possono essere variati. Più parole-chiave insieme possono essere analizzate. Diventa così possibile fare confronti tra più parole-chiave in differenti contesti linguistici. Nell esempio.2 successivo si mostrano due gruppi di parole-chiave analizzate in condizioni differenti. Il primo gruppo comprende quattro grandi esponenti della storia della cultura (Beethoven, Manzoni, Picasso, Einstein), ed il secondo due cibi italiani per eccellenza (Pasta e Pizza). Le analisi sono state effettuate per i libri in 4 lingue: inglese (en), italiano (it), francese (fr), tedesco (ge).. I commenti che possono essere fatti anche ad una prima lettura affrettata sono numerosi. Le fortune di Beethoven in Germania erano già alte nell Ottocento. Manzoni ha dominato in Italia nel corso dei due secoli passati, mentre negli altri paesi considerati è rimasto marginale. Picasso ha generato attenzione soprattutto in Francia. L interesse per Pizza e Pasta esplode ovunque fuori dall Italia negli ultimi decenni. A dire il vero anche da noi l esplosione della Pizza è recente, sia pure ancora surclassata dalla Pasta che è sempre stata importante nel secoli. E così via Lo strumento presentato ci dà indicazioni sulle dinamiche relative nel tempo di elementi concorrenti alle culture considerate, rappresentate da parole-chiave cariche di significato (concetti base, artisti o scienziati famosi, cibi ecc.) rilevanti per le società colte dei decenni e dei secoli passati, che potremo definire memi (vedi capitolo relativo),. Resta inteso che una corretta interpretazione dei risultati ottenuti richiede a questo punto altri strumenti di approfondimento oltre al semplice conteggio delle presenze delle parole-chiave cercate. Lo strumento presentato funziona come indicatore di prima fase e, come tutti gli indicatori, deve essere considerato una condizione proxy e non come una misura perfetta. Come regola generale meglio peraltro disporre di una prima indicazione approssimata, accompagnata dalla consapevolezza dei limiti, che l assenza di indicazioni. Va evidenziato in questo senso il valore euristico dello strumento, ovvero la sua capacità di orientamento per approfondimenti successivi. La capacità euristica deriva da due fattori altrimenti non disponibili: dalla possibilità di confronti immediati tra insiemi praticamente illimitati di parole-chiave entro specifici contesti linguistici, e dalle dimensioni gigantesche delle basi dati (big data). Queste ultime consentono di sfruttare la capacità dei grandi numeri di riconoscere processi e rapporti altrimenti non rilevabili. 9

10 RIFERIMENTI https://books.google.com/ngrams Michel JB, Shen YK, Aiden AP, Veres A, Gray MK et al.(211). Quantitative analysis of culture using millions of digitized books. Science 331: JOULA P., Using the Google N-Gram corpus to measure cultural complexity. Linguist Computing (213) 28(4): Cinguettii con sentiment Il Web è il punto di incontro tra giganteschi flussi di informazione. I flussi possono essere considerati dal punto di vosta dell offerta di informazione, rappresentata dai contenuti dei siti Internet: blog, pagine di social network, documenti ed immagini di tutti i tipi che vengono prodotti ed immessi nella Rete nella speranza che qualcuno li legga. La domanda di informazione è la risposta alla speranza precedente: decine, milioni o miliardi di persone che digitano determinate parolechiave per cercare informazioni su di esse. Oggi nuove parole-chiave nei flussi di informazione arrivano con grandissima rapidità, colonizzano le prime pagine dei media, diventano subito in grado di condizionare le relazioni tra le persone. In tal senso un peso preponderante lo hanno evidentemente i nomi di personaggi alla ribalta dei media (politici, cantanti, stilisti), ma anche parole comuni improvvisamente capaci di far parlare di sé perché associate a specifici eventi, mode passeggere, prodotti del momento. Non è una novità recente: è da quando esiste la stampa che l opinione pubblica è spesso volubile, imboccata e seguita da giornali e riviste in un intreccio di condizionamenti reciproci. Negli ultimi decenni è stata la televisione ad alimentare processi di questo tipo sempre più veloci. hanno raggiunto velocità elevatissime. Negli ultimi anni si è aggiunto il Web in grado di scatenare vere e proprie epidemie virali su particolari eventi, personaggi, temi. Si può arrivare a parlare di una società che ancor più che liquida diventa in molti punti una realtà gassosa. Ci possono essere condizioni di autentica volatilità. Il massimo di rapidità in questo senso è probabilmente quello legato ai cinguettii di Twitter, il social network in cui persone ne seguono altre attraverso i loro tweet (messaggi attraverso il Web di non oltre 14 caratteri). Crearsi seguaci mediante i propri tweet è diventato un obiettivo importante per politici e personaggi dello spettacolo. Avere più seguaci significa essere più capaci dei concorrenti di generare attenzione nel pubblico. Misurare le attenzioni generate nel pubblico e capire di che natura sono i commenti (se favorevoli o detrattori) diventa uno strumento importante per capire meglio le dinamiche in corso e prendere le proprie decisioni. In un articolo del New York Times Adam Sharp, responsabile di Twitter intervistato, presentava l indice il Twitter Index, o Twindex. Un indice in grado di controllare centinaia di milioni di messaggi di Twitter alla ricerca di opinioni e punti di vista sui candidati americani alle presidenziali del 212 (Obama e Mitt Romney). Twindex non era destinato a sostituire i sondaggi tradizionali, quanto piuttosto ad offrire una visione integrativa in tempo reale dei sentimenti della nazione sui candidati, sulla base di un analisi semantica avanzata fatta da un software che determinava se qualcuno è in favore di un candidato o un detrattore. E la corrispondenza con i risultati ottenuti con i tradizionali sondaggi Gallup è risultata sorprendentemente elevata (vedi figura sotto). 1

11 I miliardi di cinguettii di Twitter possono dunque diventare un termometro che, in tempo reale, cattura il sentimento prevalente dei cittadini. Il caso americano è stato probabilmente solo l inizio di un tipo di attività che si espanderà sempre più e che sempre più potrà interessare i media. Anche nelle ultime elezioni italiane è stato fatto un lavoro simile. Il Corriere della Sera ha pubblicato i risultati di uno strumento battezzato Sentimeter che misurava il gradimento dei leader espresso in termini di percentuale di commenti positivi (vedi figura sotto). Sentimeter è un blog curato dai ricercatori di Voices From the Blogs, gruppo di ricerca dell'università degli Studi di Milano. I suoi autori si propongono di raccontare il sentimento della rete sui temi caldi discussi sui social media cercando di anticipare o cogliere ciò che i metodi di indagini tradizionali non sono in grado di catturare per quantità e velocità di dati raccolti. L idea è quella di dare un senso a ciò che è diventato la nuova agorà (virtuale). Proseguendo in questa direzione la rivista Wired, bibbia del mondo che segue l innovazione legata al Web, ma anche quella più avanzata nelle tecnologie rivolte di consumo, ha proposto un WNI (Wired Next Index) per seguire in tempo reale la voglia di innovare e della soddisfazione collegata. Presentato come un indice della speranza intesa come voglia di esercitare il proprio diritto alla felicità. L indice si basa su un modello matematico che fonde 5 indicatori tradizionali (occupazione, fiducia dei consumatori ecc.) con un analisi giornaliera su Twitter (35 milioni stimati di tweet) Applicato all anno trascorso, l indice ha colti tutti i principali eventi che hanno segnato la vita negli ultimi mesi (vedi figura sotto). 11

12 E appena uscito un libro (CERON et al. 213) che espone i principi, i metodi e le esperienze della Sentiment Analysis sui social media, proposta come uno degli strumenti per seguire l evoluzione dei fenomeni sociali attraverso la Rete. RIFERIMENTI CERON A., CURINI L., IACUS S.M. 213 Social Media e Sentiment Analysis. L evoluzione dei fenomeni sociali attraverso la Rete. Springer-Verlag Italia, Milano, 127 pp. WIRED [rivista] (213). L indice della voglia di innovare; Wired Next Index. Wired : Google Trends. Le analisi della Culturomics si rivolgevano a processi seguiti dalla cultura letteraria nell arco degli ultimi due secoli, arrivando all inizio degli anni 2. L analisi sofisticata del sentiment discussa nel punto precedente ci dà indicazioni sugli umori della gente in tempo reale, giorno per giorno. Capire il mondo liquido ha bisogno anche di uno strumento intermedio, in grado di cogliere soprattutto dinamiche e tendenze sull arco degli ultimi anni. Un vettore informativo in grado di produrre risultati di questo tipo è Google Trends, che fornisce grafici e dati sugli andamenti delle ricerche che le persone fanno sul Web. E un servizio che funziona dal 24 ed è in grado di quantificare l andamento nel tempo delle volte in cui la parola-chiave è stata digitata per qualche ricerca. Tutto ciò con una buona definizione temporale: a livello di settimane, ma anche di giorni usando specifici protocolli di ricerca. Ad oggi Google Trends è stato ripreso ed utilizzato in alcune decine di articoli pubblicati in riviste internazionali, in vari campi dalla medicina alla biologia, all economia, alle scienze sociali. Nel 29 è stato usato per una rete di sorveglianza della diffusione delle malattie infettive (rif.1). E stato proposto tra l altro per previsioni nel campo dei media (rif.2), degli indicatori economici (rif.3,4), della finanza (rif.5,6). E stato usato per il riconoscimento di profili stagionali di comportamento nel campo degli studi del territorio (rif.7), della conservazione della natura (8), della distribuzione spaziotemporale di patologie (rif.9). Il suo specifico ruolo informativo è stato inquadrato rispetto al campo degli indicatori tecnicoscientifici derivabili dal Web (rif.1). 12

13 Nella figura precedente (esempio.1) si riporta di schermata-base ottenibile chiedendo a Google Trends come sono andate le ricerche in Italia dal 24 ad oggi per le due parole-chiave orto e castagne, due parole-chiave che, a diverso titolo, riflettono disponibilità delle persone ad occuparsi del verde e di prodotti naturali. Google fornisce gli andamenti (i dati sono su base settimanale) e una prima indicazione sul rapporto tra i volumi complessivi di ricerche effettuate nel periodo. Usando opportuni protocolli di data mining e di elaborazione si possono ottenere profili sintetici come quelli in figura seguente (esempio.2), in cui sono riportate le medie annue delle ricerche per le medesime parole-chiave, ponendo = l anno con il livello massimo. Vediamo che in entrambi i casi le ricerche sono cresciute negli gli anni, arrivando al massimo nell ultimo anno considerato (il 213). Gli andamenti non sono identici e completamente progressivi, ma sono nel loro complesso chiaramente crescenti: nell arco del decennio le attenzioni per Orto e Castagne in Italia sono aumentate: la gente si riavvicina alla terra ed ai suoi prodotti. orto castagne La semplice analisi visiva dei grafici iniziali ci suggerisce poi anche che le ricerche di Orto e Castagne non sono costanti entro i singoli anni, ma presentano andamenti ricorrenti, hanno in pratica seguito le stagioni. Si possono fare elaborazioni in questo senso, costruire profili stagionali, ovvero nuovi grafici ottenuti calcolando le medie per i diversi intervalli di un anno-tipo, e riconoscere a questo punto le regole di ricorrenza. Vediamo allora (figura sotto, esempio.3) che per le Castagne abbiamo un nettissimo picco autunnale (quando si raccolgono) mentre le ricerche sono in pratica assenti nel resto dell anno. Le ricorrenze stagionali delle attenzioni per Orto hanno invece un loro massimo in primavera (aprilemaggio), una successiva discesa in estate, un nuovo piccolo rialzo in agosto, una definitiva discesa fino ad un minimo a dicembre. I volumi di ricerca non sono peraltro mai del tutto trascurabili, anche nei mesi invernali. Si potrà dire che si tratta: di risultati prevedibili, ma nella maggior parte degli altri casi non è così. 13

14 orto Ricorrenze stagionali castagne % G F M A M G L A S O N D G % % G F M A M G L A S O N D G ) Google Trends ed i risultati ottenibili con esso possono essere strumenti molto importanti per interpretare la società liquida attuale, gli interessi delle persone, i loro comportamenti. Qualcuno sostiene che sia uno strumento potente anche per fare previsioni. PREIS e collaboratori, in un articolo su Nature nell aprile 213, affermano che Google Trends può essere usato come strumento per riconoscere segnali di allarme relativi agli andamenti delle borse finanziarie. L articolo affermava anche che, adottando determinate strategie di risposta basate su modelli interpretativi derivabili da Google Trends rispetto a strategie ordinarie Buy&Hold, si sarebbero conseguiti guadagni considerevolmente maggiori anche durante le crisi finanziarie degli anni scorsi. Se effettivamente gli autori sono capaci di conseguire i guadagni nei termini dichiarati, adesso probabilmente hanno cambiato mestiere e stanno godendosi la vita su qualche isola tropicale, ma è innegabile che Google Trends è in grado di fornire modelli interpretativi potenti delle attenzioni umane, e quindi in linea teorica anche dei loro comportamenti prevedibili (o almeno di alcuni di essi RIFERIMENTI (1) Carneiro H.A., E. Mylonakis Google Trends: A Web-Based Tool for Real-Time Surveillance of Disease Outbreaks. CLINICAL INFECTIOUS DISEASES : (2) Hand C., G. Judge Searching for the picture: forecasting UK cinema admissions using Google Trends data, APPLIED ECONOMICS LETTERS. 19, 11: (3) Choi H., H. Varian Predicting the Present with Google Trends. ECONOMIC RECORD. Vol. 88 Suppl.1 : 2-9. (4) Carriere-Swallow Y., F. Labbe Nowcasting with Google Trends in an Emerging Market. JOURNAL OF FORECASTING. 32, 4 : (5) Preis T., H.S.Moat, H.E.Stanley Quantifying Trading Behavior in Financial Markets Using Google Trends. SCIENTIFIC REPORTS. Vol.3, Article Number: (6) Kristoufek L Can Google Trends search queries contribute to risk diversification? SCIENTIFIC REPORTS, Vol. 3 Article Number: (7) Malcevschi S., D.Savini, A.Marchini, A.Malcevschi Profili annuali e stagionali delle regioni italiane secondo Google Trends. Valutazione Ambientale 19: (8) Rossignol L., C.Pelat, B.Lambert et al A Method to Assess Seasonality of Urinary Tract Infections Based on Medication Sales and Google Trends. PLOS ONE. 8, 1 Article Number: e762 (9) Proulx R., P.Massicotte, M.Pepino Googling Trends in Conservation Biology., Conservation Biology. In pubbl. : 1 8 (1) Malcevschi S, A.Marchini, D.Savini, T.Facchinetti Opportunities for Web-Based Indicators in Environmental Sciences., PLoS ONE 7(8): e

15 1.7 Memi Per Orto e Castagne, le due parole-chiave usate come esempio nel capitolo precedente, avevamo visto come, sia pure con modalità differenti, negli ultimi anni. in entrambi i casi in Italia l attenzione sia andata aumentando Si pone a questo punto l esigenza di un interpretazione dei processi intercorsi. Potremmo interpretare i risultati come espressione di un riavvicinamento della gente alla natura, o della necessità di provvedere maggiormente alle proprie necessità nel periodo di crisi che stiamo vivendo; o entrambe le cose. In ogni caso prendiamo atto che gli orti e le castagne hanno un valore di scambio culturale tra le persone : non solo sul piano economico, ma anche degli interessi prodotti e delle informazioni offerte e richieste. Possiamo dire che gli orti sono unità elementari della conoscenza e degli interessi delle persone oggi. Possiamo procedere con un applicazione degli strumenti della Culturomics andare a vedere l attenzione che le stesse parole avevano avuto nei secoli passati. La figura seguente ci mostra il risultato. Vediamo che orti e castagne producevano un interesse elevato nell Ottocento, in cui erano essenziali per l alimentazione di alcuni ceti sociali (le castagne erano definite il pane dei poveri) o di specifici territori,. I periodi di maggiore o minore attenzione che risultano dal grafico potrebbero probabilmente essere molto meglio spiegati da storici delle civiltà contadine o da antropologi culturali. In ogni caso il significato culturale era differente allora rispetto ad oggi. Ma sia pure con ruoli ed importanze diverse rispetto ai secoli passati e con dinamiche che si modificano nel corso di anni e non di decenni o secoli, i termini usati nell esempio (Orto e Castagne) fanno ancora parte della cultura liquida attuale. Possiamo cercare di comprendere, attraverso l integrazione di più strumenti derivati dal Web, l evoluzione del significato culturale delle parole-chiave. A tal fine possiamo considerare Orto e Castagne, insieme a miriadi di altre parole-chiave che hanno rilevanza per le persone, due unità elementari della cultura italiana o, se si vuole, due memi. Il meme come mattone della conoscenza è stato proposto da Dawkins nel Nel suo libro The Sellfish Gene ( Il Gene Egoista ), corazzata del pensiero darwinista ortodosso, egli discute il possibile parallelismo tra il gene replicatore ed unità di trasmissione dei caratteri ereditari e fattore dell evoluzione biologica, ed il meme replicatore dei contenuti culturali, unità di trasmissione culturale. Secondo Dawkins esempi di memi sono melodie, idee, frasi mode, modi di modellare vasi o di costruire archi; proprio come i geni di propagano nel pool genico saltando di corpo in corpo tramiye spermatozoi o cellule uovo, così i memi si propagano nel pool memico saltando di cervello in cervello tramite un processo che, in senso lato, si può chiamare imitazione. L autore suggerisce anche che i memi competano tra loro, in particolare nell occupazione del tempo. C è competizione per la nostra attenzione che utilizza una risorsa scarsa, il tempo. Se un meme deve dominare l attenzione di un cervello umano, deve farlo a spese di memi rivali. I memi competono per il tempo alla radio ed alla televisione, per lo spazio sui manifesti, le colonne dei giornali e gli scaffali delle biblioteche. Dopo la pubblicazione del libro di Dawkins si è acceso un dibattito ed in molti hanno cercato e di sviluppare una vera e propria disciplina al riguardo, la memetica. Il meme è stato affrontato sotto affrontato sotto diversi profili: psicologico, filosofico, linguistico, antropologico, sociologico, delle neuroscienze. Ne sono state date molteplici definizioni; 15

16 Jouxtel (25) ne ricorda almeno 13. Tale dispersione di interpretazioni non ha giovato ad una chiara accettazione del concetto da parte della comunità scientifica e della società. Al momento attuale su Wikipedia in italiano il meme è definito come entità consistente in una informazione riconoscibile dall'intelletto, relativa alla cultura umana che è replicabile da una mente o un supporto simbolico di memoria, per esempio un libro, ad un'altra mente o supporto. Wikipedia in inglese ne sottolinea soprattutto un carattere cruciale, quello della trasmissibilità, definendolo come "an idea, behavior, or style that spreads from person to person within a culture. A meme acts as a unit for carrying cultural ideas, symbols, or practices that can be transmitted from one mind to another through writing, speech, gestures, rituals, or other imitable phenomena. Dawkins, anche sulla base di esempi provenienti dal mondo animale, suggeriva che i memi potessero avere natura differente. Anche una melodia potesse costituire un meme. Il compendio di Wikipedia compende tra gli esempi di memi proverbi, tecnologie, film e poemi. Ma se nucleo centrale del concetto di meme è la sua natura di unità culturale che può essere riconosciuta da intelletti e trasmessa tra individui, ciò che meglio esprime tale condizione dal punto di vista operativo è la parola. Di fatto sono le parole che funzionano come marcatori dei memi e ne consentono la trasmissibilità. Nel momento in cui noi vorremo condividere con altri unità culturali di questi tipi, per farci intendere noi dovremo dire Hey Jude dei Beatles o Terzo Concerto Brandeburghese di Bach, rosso di sera bel tempo si spera, energia fotovoltaica, Harry Potter, Odissea. Sono le parole le unità elementari della cultura trasmissibile. Dietro di esse ci possono essere concetti semplici o complessi, idee, attività, esperienze, personaggi che hanno acquisito un valore simbolico per l intera società e diventano capaci di influenzare i comportamenti degli individui e le loro decisioni. Nello studio dei memi le parole sono strumenti operativi. Riconoscere quali parole meglio di altre sono state capaci di penetrare nella società umana, o in suoi particolari segmenti, significa riconoscere quali memi sono stati più competitivi, o comunque sono riusciti a diventare parole-chiave da non poter essere trascurate in uno studio della cultura. Da questo punto di vista riconoscere le rilevanze e le dinamiche delle parole-chiave sul Web ci può insegnare molto sui processi che stanno avvenendo nella nostra società.. Siamo interessati a capire meglio come per il concetto di meme ci possa essere anche un applicazione alla società liquida attuale. Ci potrebbe essere un intrinseca contraddizione di termini: significati liquidi potrebbero non essere trasmessi per definizione alle generazioni future, e come tali non dovrebbero essere considerabili unità culturali. Può essere utile in proposito riprendere e rivedere gli esempi utilizzati in un articolo su Scienza on-line del 212, in cui si commentavano gli andamenti di attenzione in Italiia (secondo Google Trends) per le parole-chiave scienza, cuore e ambiente, termini dalle forti implicazioni per la cultura diffusa e quindi considerabili memi a tutti gli effetti. Già una semplice analisi visiva del grafico fornisce indicazioni eloquenti. In quell occasione i volumi di ricerche per scienza risultavano diminuiti significativamente nell arco degli anni, quelli per ambiente ancora di più, mentre cuore risultava in crescita progressiva. Ad oggi (inizio 214) le attenzioni per scienza sembrano stabilizzate (come medie annue), quelle per ambiente ulteriormente diminuite, mentre per cuore appare interrotto il trend di aumento degli anni , con una possibile inversione di tendenza. L articolo poneva domande sul ruolo culturale delle attenzioni alle parole-chiave che possono essere ripetute oggi. La società italiana sta perdendo progressivamente interesse per la scienza e per l ambiente? O forse ciò non vale per la società italiana, ma solo per quella sua parte che cerca nel Web; la questione diventa allora la rappresentatività di questa quota rispetto alla cultura italiane diffusa attuale. Quanto dobbiamo preoccuparci? La preoccupazione però potrebbe addirittura essere maggiore considerando gli utenti in rete espressione della parte più avanzata ed innovativa della società, quella che riflette meglio le sue prospettive di avanzamento e di soluzione del problemi. Considerando inoltre che il numero assoluto di utenti del Web è significativamente aumentato negli anni, gli andamenti per parole-chiave come scienza ed ambiente dovrebbero in teoria anch esse aumentare nel tempo, non diminuire. C è stato negli anni un cambiamento della composizione degli utenti: nei primi anni essi erano più tecnologici ed ora comprendono strati sociali sempre più ampi. L aumento delle ricerche per il cuore può effettivamente essere spiegato così: si è progressivamente 16

17 aggiunto chi se ne interessa per preoccupazione sanitaria, chi per questioni sentimentali, chi perché lo sta studiando a scuola o facendo ricerche, chi ne sta scrivendo. Le risposte alle domande precedenti possono essere discusse, ma non il fatto che i processi di attenzione per molte parole-chiave siano anche una spia del loro ruolo culturale reale o potenziale. Il fatto che siano l espressione di trasmissioni e scambi di informazione giustifica a tutti gli effetti l applicazione del concetto di meme.. L analisi dei processi memici è necessariamente un lavoro interdisciplinare. Ci dovrà essere una prima fase comune, in cui analizzare complessi di parole-chiave con metodologie coerenti di estrazione di informazioni dal Web. Poi ogni persona potrà commentare ed interpretare con cognizione di causa le rilevanze e le dinamiche relative al proprio settore di competenza, quello in cui lavora o di cui si occupa comunque da vicino. Psicologi, sociologi, tecnici pubblicitari, esperti delle comunicazioni gli potranno commentare e fornire interpretazioni motivate su andamenti complessivi del comportamento delle persone e sul perché delle loro scelte. Ma in realtà ogni persona potrà, in quanto attore individuale della cultura collettiva, cercare di ritrovarsi o meno nelle dinamiche di interesse che si sviluppano e si modificano. Un lavoro interdisciplinare faciliterà anche una migliore comprensione delle diverse categorie di memi e dei diversi ruoli giocati rispetto ad una società liquida. Quali possano essere considerati elementi archetipici della cultura umana dal suo inizio (acqua, cuore). Quali caratterizzino in modo ormai stabile la cultura moderna (ambiente, scienza) o abbiano ormai permeato in modo virale ed irreversibile quella attuale (internet). Quali abbiano assunto nei secoli importanza per la cultura italiana (alta o popolare) ma che magari in Australia hanno significati trascurabili (castagne). Quali debbano essere considerati elementi significativa della cultura attuale ma potrebbero in teoria non esserlo più tra qualche anno (meteo, dieta). Quale siano i ruoli, come memi di scambio culturale, di figure classiche (Odissea, Pinocchio) o attuali (Harry Potter). Se possano o meno essere considerate memi personaggi della politica e dello spettacolo che sono state in grado di modificare i costumi e l interesse collettivo, almeno per determinati periodi di tempo compatibili con la labilità della società liquida attuale. L analisi dell evoluzione delle parole-chiave entro una determinata società può quindi aiutare a comprendere valori relativi e processi che caratterizzano una cultura, e ciò vale anche per quella odierna liquida, frammentata e provvisoria. Evidenziamo come i risultati commentati nel capitolo sulla Culturomics corrispondessero agli usi delle parolechiave fatte da scrittori di libri, assimilabili in questa ottica a rappresentati della cultura dominante nei diversi paesi. Una cultura che, soprattutto nei decenni più lontani, corrispondeva prevedibilmente alla cultura alta, potenzialmente lontana in molti settori da quella popolare. In tal senso potrebbero essere diverse le interpretazioni da dare a memi come Beethoven rispetto ad altri come Pizza. Assumiamo per una comprensione delle culture frammentate e provvisorie del nuovo millennio servono altri strumenti in grado di leggere quanto sta avvenendo in tempo reale, sotto i nostri occhi, su un arco di tempo da qualche mese ad un decennio manzoni picasso einstein beethoven freud einstein 15,9% freud 14,9% beethoven 12, picasso 24,3% manzoni 32, La figura precedente ci serve come esempio per capire un limite ad uno sfruttamento non meditato dell informazione che ci viene dal Web. Occorre essere consapevoli non solo della fluidità dei flussi informativi attuali ma anche e dei fattori di ambiguità e di contaminazione ormai connaturati che complicano ulteriormente gli scambi culturali. Sono rappresentate secondo Google Trends le attenzioni tributate in Italia nell ultimo decennio alle grandi figure dell arte e della scienza già incontrate nel capitolo sulla Culturomics. L analisi visiva preliminare degli andamenti complessivi (a sinistra) ci indica che Manzoni è stato complessivamente un più cercato di Picasso ma non di molto (i dati della torta a destra ci indicano i volumi relativi di ricerche nel decennio) ed è stato anche apparentemente raggiunto e superato nell ultimo anno. Ma quante ricerche hanno riguardato gli artisti e quante gli usi derivati dei nomi-brand? Picasso è anche il nome di una vettura. Manzoni sarà stato anche cercato in molti casi per le vie e piazze a lui dedicate, Beethoven è anche il cane di un film, Einstein è il nome di scuole ed il suo viso con la lingua fuori appare ormai nelle situazioni più impensate Non 17

18 era così per gli andamenti della Culturomics sui secoli passati, dove erano gli scrittori i generatori dei dati analizzati, soggetti più autorevoli dell individuo medio attuale che scrive o ricerca sul Web. Accanto alle tradizionali questione legate ai significati multipli (polisemia) di molte parole, occorre tener conto nelle analisi ed interpretazioni dell uso disinvolto ma ormai generalizzato di parole trasformate in brand nella denominazione di prodotti e dalla pubblicità. Peraltro è possibile cercare e riconoscere elementi ricorrenti nell uso delle parole-chiave che diventano elementi strutturali del comportamento delle persone, come nel caso dei profili stagionali di attenzione visti negli esempi di Orto e Castagne. All interno della variabilità delle culture storiche Levi-Strauss cercava di individuare le categorie e le strutture inconsapevoli dello spirito umano. La sua è stata una ricerca degli invarianti, elementi identici tra le diverse culture derivate dall unitarietà della psiche umana. In tal ottica, dal nostro punto di vista, parole-chiavi archetipiche (ad esempio acqua ) potranno mantenere un ruolo significativo in tutte le culture, ancorchè frammentate, ed in ogni tempo. Altre parole-chiave potranno avere un elevata ma effimera capacità di condizionamento su segmenti particolari della società, ad esempio Lady Gaga in ampie fasce giovanili (o, in generale, la maggior parte dei personaggi dello spettacolo). La liquefazione dei nomi mitici della cultura tradizionale può evidentemente porre problemi di consistenza sul loro ruolo nella cultura diffusa attuale, che vanno peraltro innanzitutto riconosciuti e poi interpretati. Altrettanto vale per migliaia di altre parole fluide e proteiformi. Più che una questione di maggiore o minore autorevolezza delle fonti, il tema diventa anche quello della rappresentatività dei risultati ottenibili rispetto ai diversi contesti di uso delle parole-chiave. Per tornare alle domande iniziali : indipendentemente dai desideri personali, quali parole-chiave (solide, liquide, volatili) incidono di più sui processi decisionali che devono produrre uno sviluppo sostenibile? Come si possono meglio riconoscere le distorsioni e tentare di risolverle? Una ulteriore domanda da porsi nel nostro percorso diventa la seguente: Obama, Berlusconi, Ingroia sono da considerare elementi della cultura attuale solida, liquida o gassosa che sia? Si suggerisce e si pone alla discussione la seguente risposta. Sì, nel momento in cui qualcuno di loro rimarrà nei libri di storia come figura che è stata capace di indirizzare il corso degli eventi e di condizionare (nel bene e nel male) il comportamento della società di appartenenza. No, nei casi in cui l attenzione generata è stata momentanea, passeggera, senza tracce. Lo stato solido o fluido della cultura condizionata dipende dall incisività e dalla permanenza dei condizionamenti generati nelle persone. La misura delle attenzioni, la verifica dei livelli e delle modalità di mantenimento nel tempo, sono un primo indicatore della maggiore o minore solidità. Una parola-chiave (oggetto, concetto o personaggio) che abbia prodotto un attenzione significativa per un certo numero di anni può essere considerata un meme nel senso precedentemente discusso. Se la ritroviamo (con gli strumenti della Culturomics) nei secoli precedenti possiamo arrivare a riconoscere i memi stabili, solidi, capaci di essere trasferiti tra generazioni. Possiamo poi riconoscere memi provvisori, fluidi, in grado comunque di condizionare la visione del mondo ed il comportamento delle persone sull arco almeno di un certo numero di anni. Le misure sul Web come specchio delle attenzioni possono diventare uno strumento molto interessante non solo per registrare i temi e memi attuali, ma anche per capire meglio i processi in atto e perfino, entro certi limiti, per fare previsioni. RIFERIMENTI DAWKINS R., 1976 The Selfish Gene. Oxford University Press. Trad.it. Il gene egoista. Arnoldo Mondadori Ed., Milano. 354 pp. JOUXTEL P., 25 Comment les systeme pondent. Introduction a le memetique. Ed. Les Pommiers, Paris Trad.it. Memetica. Il codice genetico della cultura. Bollati Boringhieri Ed., Torino. 245 pp. WIKIPEDIA (in inglese) Meme. Lettura WIKIPEDIA (in italiano) Meme. Lettura Data mining, vettori informativi, web profiling L impostazione precedente si presta per una serie di approfondimenti tecnico-scientifici e di applicazioni ad attività concrete che si svolgono nella società attuale. Le informazioni partono dai siti in cui esse sono state prodotte ed immesse on-line ed arrivano ai computer degli utenti interessati che le cercano attraverso la digitazione delle parole-chiave rilevanti e possibilmente l uso di specifici protocolli tecnici di estrazione ed elaborazione dei dati associati alle informazioni raccolte (data mining). Per rendere più facile il compito agli utenti i motori di ricerca (Google, Yahoo, Bing ecc.), accanto al pescaggio sul Web totale come prima opzione, consentono anche ricerche più mirate delle parole-chiave nel Web (es. solo nei titoli, in pagine di lingue o paesi particolari) o in sezioni pre-definite sulla base della natura dell informazione (immagini, video, notizie, blogs, libri, articoli scientifici, mappe ecc.). Possiamo vedere il Web anche come un complesso di nastri trasportatori dove scorrono fiumi di informazioni generiche o specializzate (messaggi, notizie, dati, documenti, immagini ecc.). Definiamo tali segmenti del Web come vettori informativi. 18

19 Diventa importante estendere l approccio metodologico e capire meglio le potenzialità di analisi specializzate sul Web. Nell articolo su PLOS-One Opportunities for Web-based Indicators in Environmental Sciences (MALCEVSCHI et al. 21) è stato approfondito il tema delle potenzialità dei differenti vettori informativi (chiamati WICs: Web Information Carriers) analizzandone un certo numero e proponendo alcune categorie di indicatori per la loro trattazione. WICs distinti sono derivabili dalle diverse sezioni in cui sono organizzati i grandi motori di ricerca. L articolo aveva considerato da questo punto i principali (Google e Yahoo), e la sezione Blogs di Google. Altri WICs sono derivabili ad estrazioni ed elaborazioni specifiche effettuate e proposte dai medesimi motori di ricerca, come nel caso di Google Trends. Altri vettori informativi sono quelli collegabili ad archivi di organizzazioni o aziende rivolte a specifiche categorie di lettori; l articolo aveva in tal senso utilizzato gli archivi on-line del New York Times, e la base-dati ISI-WOS (Web of Science) degli articoli scientifici pubblicati su riviste internazionali. Un esempio dei risultati ottenibili da quest ultimo vettore informativo è nella figura seguente, in cui si confrontano le dinamiche di presenza nella letteratura scientifica di 6 parole-chiave cruciali per le scienze ambientali interessate allo sviluppo sostenibile. Ponendo il numero di citazioni nel 21 = 1 ed analizzando gli andamenti precedenti, si vede ad esempio come gli ecosystem services (i servizi ecosistemici) si siano rivelati materia emergente in campo scientifico, seguiti dalla resilience (la resilienza) e così via fino al termine culture, il termine meno innovativo e più storicamente consolidato tra tutti quelli considerati (il che ovviamente non significa che sia meno importante). 1,,8,6 1 WOS% culture 2 WOS% water 3 WOS% environment,4,2 4 WOS% ecosystem 5 WOS% resilience 6 WOS% ecosystem services, L articolo combinava poi i WICs per costruire profili interpretativi complessivi mediante grafici radar (figura sotto,) in cui venivano sintetizzati differenti criteri qualificanti le parole-chiave: i volumi di attenzione in sede scientifica e nel web complessivo, la presenza nel web sociale (nei blogs), le dinamiche di attenzione nel pubblico (Google Trends) e nella letteratura scientifica. Nell esempio sono riportati due dei profili ottenuti, per Life (vita) e per Resilience (resilienza). Dalla mappa di Life risulta, come atteso, la sua molto maggiore ampiezza d uso anche rispetto al pubblico generico. Resilience, concetto fondamentale per lo sviluppo sostenibile che deve diventare patrimonio semantico condiviso, evidenzia invece la sua elevata dinamicità soprattutto in ambito scientifico. Attraverso opportuni strumenti di data mining (estrazione di dati), l analisi di specifici vettori informativi consente di verificare in modo più mirato il ruolo e la rilevanza di determinate parole-chiave o temi ad esse associabili. Diventano 19

20 possibili confronti tra ambiti di utilizzo differenti (ad esempio ambiti linguistici o geografici), comparazioni rispetto a situazioni assunte come riferimento (benchmarking), analisi degli andamenti tempo attraverso opportuni indici dinamici. Nei capitoli precedenti abbiamo visto esempi di risultati ottenibili con data mining e vettori informativi molto speciali: l analisi dei Google Books era alla base delle proposte per una Culturomics negli ultimi due secoli, quella dei messaggi su Twitter consentiva la misura del sentiment in tempo reale nei confronti di determinati personaggi. Un obiettivo metodologico e pratico importante diventa la possibilità di mettere a sistema i differenti strumenti ed estrarre profili sintetici dal Web, in modo da favorire analisi di processi complessi e la loro interpretazione. Ciò può essere fatto con molte modalità differenti. Definiremo web profiling l insieme di queste attività. Più precisamente lo definiremo come l insieme di metodi, modelli interpretativi, strumenti gestionali che, attraverso indicatori, protocolli e profili sintetici, consentono di estrarre dal Web, interpretandoli ed usandoli in modo efficiente e integrato, i flussi rilevanti di domanda ed offerta di informazione su aspetti e parole-chiave di interesse per un individuo o un organizzazione. Nella definizione precedente rientrano molti metodi ed attività, in cui le componenti tecniche sono date dalla identificazione e selezione dei vettori informativi (i WICs del precedente capitolo), dalla messa a punto ed applicazione dei protocolli operativi di data mining, dai programmi di calcolo da progettare e calibrare, dalla costruzione dei modelli di indicazione (ovvero la traduzione delle variabili misurate in sistemi di indicatori ed indici). Notiamo come in tale cornice possano essere fatte rientrare in senso lato anche tecniche già del tutto sviluppate e consolidate nel campo professionale che si basa su Internet, come la Web Analytics che misura ed interpreta i flussi di traffico in arrivo sui siti Web proprietari. La tabella successiva riassume le principali sezioni tecniche del Web Profiling così come presentato. Sezioni di Web Profling Offerta di informazione Analisi di archivi specializzati on-line Analisi dei vettori di offerta informativa sul Web Sentiment Analysis sui social-media Domanda di informazione Web Analytics Analisi dei trend dei volumi di ricerca sul Web Profili integrati Informazioni analizzate (rilevamento, misura dei flussi, qualificazione dei contenuti) Archivi di quotidiani on-line. Data base della letteratura scientifica internazionale (ISI Web of Science, Scope, Google Scholar). Google Books (usato per le pubblicazioni di Culturomics). Sezioni di ricerca Web offerte da Google ed altri : tipologie base (documenti, immagini, video, blog ecc.); lingue diverse; differenti parti del documento (titolo ecc.) Flussi su Twitter analizzati con analisi semantica. Altri Contatti che arrivano a specifici siti Web Data base di Google Trends Combinazione di più vettori informativi ed indici derivati (matrici, dashboard ecc.) in modo da derivare profili integrati in funzione degli obiettivi di analisi In sintesi il web profiling cattura dati dalla Rete e li sintetizza in indicatori, indici, profili sintetici. Il campo di applicazione comprende ciò che è rappresentabile con parole-chiave, ovvero in pratica molte cose. Si potrà così arrivare a capire come funzionano le attenzioni per altre parole-chiave nel settore del verde pubblico e privato : temi, prodotti, aziende ed organizzazioni, località. Se ne potrà comprendere la natura memica. Si potranno capire meglio i processi in corso e prendere meglio le proprie decisioni. Web Profile Project ha come obiettivo l approfondimento di questi temi. RIFERIMENTI MALCEVSCHI S, A.MARCHINI, D.SAVINI, T.FACCHINETTI (212). Opportunities for Web-Based Indicators in Environmental Sciences. PLoS ONE 7(8): e Pubblico, VAS, Reti eco-sociali Si pone la questione del pubblico di riferimento per l utilizzo dei metodi e degli strumenti presentati nei capitoli precedenti. Strumenti di web profiling, nella loro flessibilità, possono essere utilizzati in situazioni applicative che coinvolgono la governance del territorio, in particolare quelle che presuppongono la partecipazione della popolazione ai processi decisionali. Il governo è un attività gerarchica in cui i decisori in cima alla piramide sociale impongono le loro decisioni ai cittadini, teoricamente su base illuminate dalla cultura e dalla conoscenza ed in pratica sulla base dei propri 2

I mass-media. di Roberto Cirone

I mass-media. di Roberto Cirone I mass-media di Roberto Cirone I mass-media, conseguenza dello sviluppo tecnologico, condizionano ormai tanta parte del nostro vivere quotidiano. Analizziamo gli effetti socialmente positivi e quelli negativi.

Dettagli

Web Profiling come fattore di efficienza e innovazione: l esempio della green economy. Parte Ia :Un inquadramento del Web Profiling

Web Profiling come fattore di efficienza e innovazione: l esempio della green economy. Parte Ia :Un inquadramento del Web Profiling Milano, 9.10.2013 Web Profiling come fattore di efficienza e innovazione: l esempio della green economy Parte Ia :Un inquadramento del Web Profiling riferimento per i contenuti : sergio.malcevschi@unipv.it

Dettagli

COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA: declinazione negli ASSI CULTURALI

COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA: declinazione negli ASSI CULTURALI COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA: declinazione negli ASSI CULTURALI Mantenendo il curricolo sulle sole competenze disciplinari si rischia di rimanere alle discipline senza perseguire realmente competenze,

Dettagli

Antropologia delle società complesse. IED 2015 Massimo Temporelli

Antropologia delle società complesse. IED 2015 Massimo Temporelli Antropologia delle società complesse IED 2015 Massimo Temporelli http://www.everythingisaremix.info/watch-the-series/ Creative Commons incentivare la replica e l evoluzione http://www.creativecommons.it/

Dettagli

Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione del mondo.

Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione del mondo. Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione del mondo. Mirko Bradley Geocultura e geopolitica del Mediterraneo. Il Mare Nostrum nell'epoca dell'americanizzazione

Dettagli

CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI

CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI EUROPEI e PROPRIETÀ INTELLETTUALE: PERCEZIONE, CONSAPEVOLEZZA E COMPORTAMENTO SINTESI CITTADINI

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI

IL GIORNALE DI CHE COSA PARLANO I GIORNALI IL GIORNALE Il termine giornale deriva da giorno. Tra i giornali distinguiamo i periodici (settimanali, quindicinali, mensili, trimestrali ecc.) e i quotidiani (dal latino cotidie che significa ogni giorno

Dettagli

MENU SERVIZI. marketing esperienziale

MENU SERVIZI. marketing esperienziale MENU SERVIZI marketing esperienziale Le ultime tendenze e studi nel mondo del marketing e della comunie hanno decretati una sempre maggiore diffusione del Marketing Esperienziale. Un esperienza ricca di

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI 58 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Elaborazione della figura strumentale per il curricolo e la valutazione ins. Dott. Sabini Maria Rosaria 59 Indicatore Disciplinare

Dettagli

GESTIONE DELLA CONOSCENZA ED APPRENDIMENTO COLLETTIVO BRUNO LAMBORGHINI

GESTIONE DELLA CONOSCENZA ED APPRENDIMENTO COLLETTIVO BRUNO LAMBORGHINI VERSIONE PROVVISORIA GESTIONE DELLA CONOSCENZA ED APPRENDIMENTO COLLETTIVO BRUNO LAMBORGHINI ABSTRACT La gestione della conoscenza nelle organizzazioni diviene il fattore sempre più qualificante attraverso

Dettagli

Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433.

Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433. Richard K. Larson, Grammar as Science, Cambridge (Mass.) London, MIT Press, 2010, pp. 433. Il volume si presenta come un manuale di introduzione alla teoria della sintassi per studenti universitari di

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana continua a fare parte

Dettagli

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo

Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo CAPITOLO 1 Le marche su Internet: una conversazione che ha già luogo Le origini della conversazione Internet ha dato alle persone una possibilità tanto semplice quanto potente. Quella di farsi ascoltare.

Dettagli

LA VARIABILE CHE NON TI ASPETTI: LA DINAMICA DEI FLUSSI

LA VARIABILE CHE NON TI ASPETTI: LA DINAMICA DEI FLUSSI LA VARIABILE CHE NON TI ASPETTI: LA DINAMICA DEI FLUSSI In questa seconda parte affronteremo il vero problema che attanaglia tutti quei professionisti che fanno della raccolta e della relazione il loro

Dettagli

4.6 La sostenibilità: prendersi cura della vita del pianeta

4.6 La sostenibilità: prendersi cura della vita del pianeta 4.6 La sostenibilità: prendersi cura della vita del pianeta Definendo lo sviluppo come un concetto dinamico, implicante trasformazioni qualitative più che quantitative della società, allora lo studio del

Dettagli

L. Tanzi ASL Novara 4 Dicembre 2012

L. Tanzi ASL Novara 4 Dicembre 2012 BUONE PRATICHE L. Tanzi ASL Novara 4 Dicembre 2012 MARKETING SOCIALE Il Marketing Sociale è l'utilizzo delle strategie e delle tecniche del marketing per influenzare un gruppo target ad accettare, modificare

Dettagli

Istituto Comprensivo B. Lorenzi Scuola dell Infanzia Torre Incantata Fumane GRUPPO GRANDI

Istituto Comprensivo B. Lorenzi Scuola dell Infanzia Torre Incantata Fumane GRUPPO GRANDI Istituto Comprensivo B. Lorenzi Scuola dell Infanzia Torre Incantata Fumane GRUPPO GRANDI Anno Scolastico 2013-2014 SITUAZIONE MOTIVANTE In una società dove le immagini proposte dai mass-media hanno un

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

CAMBIAMENTI NEI TEMPI DI VITA E ATTIVITÀ DEL TEMPO LIBERO

CAMBIAMENTI NEI TEMPI DI VITA E ATTIVITÀ DEL TEMPO LIBERO 6 dicembre 2011 Anno 2008-2009 CAMBIAMENTI NEI TEMPI DI VITA E ATTIVITÀ DEL TEMPO LIBERO I risultati della terza rilevazione multiscopo sull uso del tempo condotta tra il 2008 e il 2009 (intervistando

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

Nel mondo antico l oracolo di Delphi dispensava i suoi vaticini, ascoltato da chiunque si accingesse ad intraprendere azioni importanti o rischiose,

Nel mondo antico l oracolo di Delphi dispensava i suoi vaticini, ascoltato da chiunque si accingesse ad intraprendere azioni importanti o rischiose, IL METODO DELPHI Nel mondo antico l oracolo di Delphi dispensava i suoi vaticini, ascoltato da chiunque si accingesse ad intraprendere azioni importanti o rischiose, in ogni caso impegnative. L importanza

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Istituto Albert di Lanzo

Istituto Albert di Lanzo Istituto Albert di Lanzo Profilo Quadro orario Prospettive di studio e occupazionali www.istituto-albert.it Profilo del Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: aver acquisito le conoscenze

Dettagli

Sogni, bisogni, aspettative di persone normalmente differenti. 25 anni di lavoro della cooperativa Dedalus, Gesco edizioni, Napoli, 2006

Sogni, bisogni, aspettative di persone normalmente differenti. 25 anni di lavoro della cooperativa Dedalus, Gesco edizioni, Napoli, 2006 Sogni, bisogni, aspettative di persone normalmente differenti. 25 anni di lavoro della cooperativa Dedalus, Gesco edizioni, Napoli, 2006 La Rete di Andrea Morniroli Premessa In questi ultimi anni è cresciuta

Dettagli

Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica

Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica Quadro di Riferimento PISA per la Literacy Scientifica Il testo che segue è una sintesi della prima parte dello Science Framework di PISA 2006. Il testo definitivo sarà pubblicato dall OCSE entro il mese

Dettagli

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012

All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona. Bellinzona, 20 aprile 2012 All attenzione dell Onorevole Consiglio di Stato Cancelleria dello Stato Residenza Governativa 6501 Bellinzona Bellinzona, 20 aprile 2012 Onorevoli Consiglieri di Stato, è con piacere che il comitato del

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE)

LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) LICEO SCIENTIFICO CLASSE QUINTA (INGLESE E FRANCESE) e LICEO CLASSICO CLASSE TERZA (INGLESE) OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Lo studente acquisisce competenze linguistico-comunicative corrispondenti

Dettagli

60 indicazioni nazionali per la scuola dell infanzia e del primo ciclo. matematica

60 indicazioni nazionali per la scuola dell infanzia e del primo ciclo. matematica 60 indicazioni nazionali per la scuola dell infanzia e del primo ciclo matematica Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione culturale delle persone e delle comunità, sviluppando le capacità

Dettagli

Carlo Fuortes Amministratore Delegato Fondazione Musica per Roma

Carlo Fuortes Amministratore Delegato Fondazione Musica per Roma Carlo Fuortes Amministratore Delegato Fondazione Musica per Roma Lo spettacolo dal vivo e la cultura contemporanea. L esperienza dell Auditorium Parco della Musica di Roma A otto anni dalla sua nascita

Dettagli

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Schema di PROGETTAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELL ASSE dei LINGUAGGI SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO 1 SECONDO BIENNIO E

Dettagli

La cultura globalizzata. Chiedigli la marca.

La cultura globalizzata. Chiedigli la marca. La cultura globalizzata. Chiedigli la marca. Uno degli aspetti più evidenti della cosiddetta globalizzazione è la diffusione di culture, mode, modi di vivere e pensare, oggetti uguali in tutto il mondo.

Dettagli

BOZZA DI PROGRAMMA/PROGETTO CULTURA PER LA LOMBARDIA. Giuliana Nuvoli

BOZZA DI PROGRAMMA/PROGETTO CULTURA PER LA LOMBARDIA. Giuliana Nuvoli BOZZA DI PROGRAMMA/PROGETTO CULTURA PER LA LOMBARDIA Giuliana Nuvoli DEFINIZIONE La nostra idea di cultura corrisponde a una concezione Etico-Antropologica, che intende la cultura come il patrimonio delle

Dettagli

Una rappresentazione grafica della distribuzione dei livelli

Una rappresentazione grafica della distribuzione dei livelli Capitolo 5 Distribuzione sociale dei livelli di coscienza Una rappresentazione grafica della distribuzione dei livelli energetici tra la popolazione mondiale avrebbe la forma del tetto di una pagoda, con

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT

PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT ALLEGATO 3 PROGRAMMA DI STORIA PER IL DOPPIO RILASCIO DEL DIPLOMA: ESAME DI STATO BACCALAURÉAT Il programma comune di storia del dispositivo per il doppio rilascio del diploma di Baccalauréat e d Esame

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo

La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo Le relazioni della Giornata Tecnica ANTIM di Parma La valorizzazione delle risorse umane come vantaggio competitivo di Lorenzo Morandi - L.M.Consulting La motivazione non è una caratteristica intrinseca

Dettagli

Liceo Classico E. Cairoli Varese

Liceo Classico E. Cairoli Varese ESA BAC Esame di Stato = Baccalauréat Liceo Classico E. Cairoli Varese Accordo fra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica francese relativo al doppio rilascio del diploma d

Dettagli

I rapporti sociali di produzione e la coscienza

I rapporti sociali di produzione e la coscienza Lettura 6 Karl Marx - Friedrich Engels I rapporti sociali di produzione e la coscienza K. Marx, F. Engels, L ideologia tedesca, Roma, Editori Riuniti, 1972, pp. 12-14; 35-38 Tra la fine del 1845 e l autunno

Dettagli

Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013

Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013 Allegato N 11 Dipartimento di Lingue Straniere Inglese Francese Programmazione didattico educativa A.S. 2012-2013 Finalità Le finalità generali dell insegnamento della lingua straniera comprendono: l acquisizione

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA I. Introduzione COUNSELING E COUNSELOR Attualmente nella sua definizione più ampia, il termine Counseling indica la relazione d aiuto che si instaura tra una persona

Dettagli

Con il contributo di GUIDA PER L UTILIZZO DELLA CARTA DELLA TERRA IN CAMPO EDUCATIVO. A cura di Carlo Baroncelli e Luisa Bartoli

Con il contributo di GUIDA PER L UTILIZZO DELLA CARTA DELLA TERRA IN CAMPO EDUCATIVO. A cura di Carlo Baroncelli e Luisa Bartoli Con il contributo di GUIDA PER L UTILIZZO DELLA CARTA DELLA TERRA IN CAMPO EDUCATIVO A cura di Carlo Baroncelli e Luisa Bartoli Rovato,Marzo 2011 I. INTRODUZIONE La Carta della Terra è il prodotto decennale

Dettagli

Unità d apprendimento IL TEMPO CORRE E VA

Unità d apprendimento IL TEMPO CORRE E VA MOTIVAZIONE Istituto Comprensivo Gallicano nel Lazio Unità d apprendimento IL TEMPO CORRE E VA La dimensione del tempo, come quella dello spazio, nella società di oggi è stravolta dalla modalità e dalla

Dettagli

3.7 L affidabilità delle fonti

3.7 L affidabilità delle fonti 3.7 L affidabilità delle fonti Un altro aspetto indagato dal questionario riguarda i criteri con cui i giovani adulti valutano l affidabilità di una fonte informativa, in particolar modo quando riferita

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane

Benefici, costi e aspettative della certificazione ISO 14001 per le organizzazioni italiane Università degli Studi di Padova Dipartimento Ingegneria Industriale Centro Studi Qualità Ambiente In collaborazione con ACCREDIA Ente Italiano di Accreditamento Benefici, costi e aspettative della certificazione

Dettagli

Istruzioni per la somministrazione del CRIq

Istruzioni per la somministrazione del CRIq Istruzioni per la somministrazione del CRIq La compilazione del CRIq richiede la capacità di condurre una intervista semistrutturata. Si tratta di una raccolta di informazioni e di dati relativi all intera

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Rapporto sulla pubblicità ambientale in Italia Sintesi a cura dell Osservatorio Comunicazione e Informazione Ambientale Iefe

Rapporto sulla pubblicità ambientale in Italia Sintesi a cura dell Osservatorio Comunicazione e Informazione Ambientale Iefe Research Report Series ISSN 2036 1785 Rapporto sulla pubblicità ambientale in Italia Sintesi a cura dell Osservatorio Comunicazione e Informazione Ambientale Iefe Research Report n. 10 March 2012 Studio

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Allegato 8 PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Scuola Primaria PERCORSI FORMATIVI E CRITERI DI VALUTAZIONE Il Piano Educativo e Didattico d Istituto (P.E.D.) è la programmazione dei percorsi formativi

Dettagli

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO Negli ultimi anni i media sono sempre più al centro dell attenzione, per la loro sempre più rapida diffusione, soprattutto

Dettagli

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE. anno scolastico 2015-2016

PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE. anno scolastico 2015-2016 PROGETTO DI CITTADINANZA E COSTITUZIONE SCUOLA SECONDARIA SECONDO GRADO anno scolastico 2015-2016 1 PROGETTO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Anno Scolastico 2015-2016 FINALITÀ GENERALI: Il riferimento alla

Dettagli

Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo,

Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo, 27 aprile 2015 Lettera Aperta ai Presidenti delle Banche di Credito Cooperativo, alle Autorità di Vigilanza ed alla politica italiana Gentile Presidente della Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CENTALLO - VILLAFALLETTO CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO. Promuovere la pace per evitare la guerra

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CENTALLO - VILLAFALLETTO CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO. Promuovere la pace per evitare la guerra ISTITUTO COMPRENSIVO DI CENTALLO - VILLAFALLETTO CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO PERCORSO VERTICALE Promuovere la pace per evitare la guerra SCUOLA DELL INFANZIA Terzo anno Competenza e abilità al termine

Dettagli

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI.

ASPETTI GENETICI, FISICI, MOTORI, MEDICI. LEZIONE: LA SINDROME DI DOWN (PRIMA PARTE) PROF. RENZO VIANELLO Indice 1 UN PO DI STORIA ----------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 2

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio

MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio OLTRE LA CRISI MANIFESTO APERTO VERSO IL PATTO COMUNITARIO VENETO Per una Responsabilità Sociale d Impresa e di Territorio Nel nostro mondo sempre più globalizzato viviamo in una condizione di interdipendenza

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it

Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ci becchiamo su Facebook: social network ed educazione, si può fare? Elena Pacetti Università di Bologna elena.pacetti@unibo.it Ciascuno di noi ha oggi a disposizione uno spazio potenzialmente illimitato

Dettagli

TABELLE PER LA RILEVAZIONE DEI DATI AI FINI DELLA COMPILAZIONE DEL P.E.I. Aspetti comportamentali

TABELLE PER LA RILEVAZIONE DEI DATI AI FINI DELLA COMPILAZIONE DEL P.E.I. Aspetti comportamentali TABELLE PER LA RILEVAZIONE DEI DATI AI FINI DELLA COMPILAZIONE DEL P.E.I. Aspetti comportamentali Struttura della personalità sociale Affettività sì no data sì no data mostra indifferenza per ciò che sperimenta

Dettagli

Linguistica. Programmazione Didattico-Curriculare 2015/2016. Indirizzo: Professionale Servizi commerciali Classe: Quarte. Unità di Apprendimento N.

Linguistica. Programmazione Didattico-Curriculare 2015/2016. Indirizzo: Professionale Servizi commerciali Classe: Quarte. Unità di Apprendimento N. Istituto Statale Istruzione Superiore E U R O P A Via Fiuggi, 14-80038 - Pomigliano d'arco - NA Tel +39 081 19668187 Http://www.isiseuropa.gov.it - Email: info@isiseuropa.gov.it Programmazione Didattico-Curriculare

Dettagli

2nd Newsletter Novembre 2014

2nd Newsletter Novembre 2014 2nd Newsletter Novembre 2014 Durante il 2014 la partnership di SEMBET ha sviluppato il principale prodotto: una metodologia che partendo dalla memoria individuale contribuisca a recuperare la memoria collettiva

Dettagli

INSPIRE- D 2013-14. life expertise. ma in che modo? Come trasmettere il proprio patrimonio elettronico

INSPIRE- D 2013-14. life expertise. ma in che modo? Come trasmettere il proprio patrimonio elettronico INSPIRE- D 2013-14 life expertise Come trasmettere il proprio patrimonio elettronico Vivere più a lungo, ma in che modo? Trasferirsi all estero senza timori per la successione La pensione, il primo giorno

Dettagli

Concetto di Strategia

Concetto di Strategia Strategia 1 Concetto di Strategia L'etimologia della parola "strategia" è greca e significa "l'arte del generale", cioè la capacità di arrivare ad una visione d'insieme che permetta di prendere le decisioni

Dettagli

Materiale didattico. Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli

Materiale didattico. Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli Materiale didattico Com è fatto il cioccolato Giochi a squadre, visite didattiche e cioccolato: per diventare consumatori consapevoli Programma delle lezioni Attività interdisciplinari Classe quarta della

Dettagli

Le schede sono suddivise nei seguenti argomenti, secondo l età dei possibili destinatari e le due aree museali: ANNI 5 11 ANNI 11 16

Le schede sono suddivise nei seguenti argomenti, secondo l età dei possibili destinatari e le due aree museali: ANNI 5 11 ANNI 11 16 Gentile insegnante, preparare una visita al Museo e Villaggio Africano significa affrontare in una prospettiva interdisciplinare qualsiasi aspetto della realtà, dai gesti del corpo ai rapporti familiari,

Dettagli

UDA PLURIDISCIPLINARE ASSE LINGUISTICO-STORICO

UDA PLURIDISCIPLINARE ASSE LINGUISTICO-STORICO L UDA che presentiamo è stata prevista per il prossimo anno scolastico, da realizzare cioè, in una prima classe del triennio, nell intento di una progettazione a più mani che vada oltre le rigidità imposte

Dettagli

I_I04.e Alimentazione sostenibile

I_I04.e Alimentazione sostenibile PoliCulturaExpoMilano2015 I_I04.e Alimentazione sostenibile Versione estesa Paolo Paolini, HOC-LAB (DEIB, Politecnico di Milano, IT), da una intervista a Prof.ssa Dorothy Klimis-Zacas Docente di Medicina

Dettagli

PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA

PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA PRIVACY & PERMISSION MARKETING REPORT 2011 - ITALIA Ricerca realizzata in collaborazione con Human HigWay Settembre 2011 LA METODOLOGIA DELLA RICERCA Diennea MagNews ha commissionato a Human Highway nel

Dettagli

Claude Shannon. La teoria dell informazione. La comunicazione 22/02/2012. La base dei modelli comunicativi. Claude Shannon e Warren Weaver

Claude Shannon. La teoria dell informazione. La comunicazione 22/02/2012. La base dei modelli comunicativi. Claude Shannon e Warren Weaver Lez. 2 La teoria dell informazione La culla dell informatica La base dei modelli comunicativi Alla base di tutti i modelli della comunicazione ci sono 2 differenti impianti: Shannon e Weaver Roman Jakobson

Dettagli

Nel segno della Memetica

Nel segno della Memetica Nel segno della Memetica Come si spiega il diffondersi di ideologie e di culti? Quali sono i meccanismi che consentono la diffusione di massa ad un'idea piuttosto che un'altra? Come è possibile ottenere

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA Liceo Artistico E. Catalano Palermo PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DIPARTIMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2010/2011 Palermo, settembre 2010 Programmazione dipartimento Religione Cattolica a.s. 2010-2011

Dettagli

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore

AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network. Prof. Giuseppe Riva. Università Cattolica del Sacro Cuore AMICI VIRTUALI E AMICI REALI: Aspetti Psicosociali dei Social Network Prof. Giuseppe Riva Università Cattolica del Sacro Cuore www.isocialnetwork.info 1-1 Indice I social network sono una moda? SN come

Dettagli

Scrivere o digitare? Questo è il problema

Scrivere o digitare? Questo è il problema Scrivere o digitare? Questo è il problema Alla carta stampata si è affiancato un fedele compagno: il web. Libro ed E-Book, lettera ed e-mail: la loro sarà convivenza o antagonismo? 1 / 6 Tempo addietro,

Dettagli

Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5

Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5 Anno scolastico 2014/2015 Indicazioni 0perative PDP alunni stranieri Allegato 5 Gli alunni stranieri per i quali si prevedere la progettazione di un Piano Didattico Personalizzato sono quelli non ancora

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche Preside della Facoltà di Filosofia: Prof. Roberto Mordacci PRESENTAZIONE La Laurea Magistrale in Scienze

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

Banche dati, citazioni e indici bibliometrici

Banche dati, citazioni e indici bibliometrici Banche dati, citazioni e indici bibliometrici di Bonaria Biancu Corso per dottorandi e assegnisti di ricerca del DISCO Università degli Studi di Milano-Bicocca Milano, 18 febbraio 2009 Valutare la scienza

Dettagli

DIPARTIMENTO DI LINGUE A.S. 2013/14 CLASSI QUINTE

DIPARTIMENTO DI LINGUE A.S. 2013/14 CLASSI QUINTE DIPARTIMENTO DI LINGUE A.S. 2013/14 CLASSI QUINTE Nella programmazione di lingue si fa riferimento agli obiettivi che ci poniamo per il raggiungimento dei livelli di apprendimento della lingua inglese

Dettagli

C è una bella differenza!

C è una bella differenza! Istituto Omnicomprensivo Alto-Orvietano, Fabro (TR) A.S. 2014/2015 UNITA D APPRENDIMENTO C è una bella differenza! FINALITA : esplorare il concetto di alterità da vari punti di vista (storico, culturale,

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Stoppani Scuole primarie Cadorna e Stoppani Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Don Milani Via Carroccio,

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Corporate Social Responsability

Corporate Social Responsability Corporate Social Responsability elemento strategico per il successo dell impresa Il significato La Corporate Social Responsability, in italiano Responsabilità Sociale delle Imprese, può essere definita

Dettagli

Embrioni come donatori di cellule staminali di Carlo Cirotto

Embrioni come donatori di cellule staminali di Carlo Cirotto Embrioni come donatori di cellule staminali di Carlo Cirotto E possibile che un embrione umano sia morto e tuttavia le sue cellule, le famose staminali embrionali, siano ancora utili per la ricerca? Molti

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DI FRAMURA

BIBLIOTECA CIVICA DI FRAMURA BIBLIOTECA CIVICA DI FRAMURA Parliamo di biblioteca DI MARIA TERESA RIPAMONTI Quando si entra in biblioteca per la prima volta si rimane sorpresi e ci si chiede come si possa trovare qualcosa di speciale

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 3 D SIA Materia: Francese Docente: Cavicchi Clara Daniela Situazione di partenza della classe Gli alunni del gruppo di francese, provengono

Dettagli

Elena Bortolotti Percorsi inclusivi per la disabilità. Temi, problemi e opportunità

Elena Bortolotti Percorsi inclusivi per la disabilità. Temi, problemi e opportunità A11 703 Elena Bortolotti Percorsi inclusivi per la disabilità Temi, problemi e opportunità Copyright MMXII ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it via Raffaele Garofalo, 133/A

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

Digital marketing: scenari

Digital marketing: scenari Università Degli Studi Di Napoli Federico II Dipartimento di Scienze Sociali - Corso di Laurea in Culture Digitali e Della Comunicazione Digital marketing: scenari Dall Internet Marketing a Digital Marketing.

Dettagli

Sociologia Giuridica della devianza e del mutamento sociale. Indice

Sociologia Giuridica della devianza e del mutamento sociale. Indice INSEGNAMENTO DI SOCIOLOGIA GIURIDICA DELLA DEVIANZA E DEL MUTAMENTO SOCIALE LEZIONE IV LA DEVIANZA COME COSTRUZIONE SOCIALE PROF. ALFREDO GRADO Indice 1 L importanza dei paradigmi costruzionisti ---------------------------------------------------------

Dettagli

INFORMATIZZARE LA CARTELLA SOCIALE

INFORMATIZZARE LA CARTELLA SOCIALE INFORMATIZZARE LA CARTELLA SOCIALE Edizione Gennaio 2014 Informatizzare la Cartella Sociale nell era del Cloud Computing: La cartella sociale è considerata, a ragione, lo strumento principale attraverso

Dettagli

Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0. Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net

Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0. Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net Re-impararea comunicare grazie alle nuove opportunità offerte dal Web 2.0 Nicola Mandich - Excogita s.r.l. www.excogita.net Il Computer più nuovo al mondo non può che peggiorare, grazie alla sua velocità,

Dettagli

L investimento immobiliare all estero: strategie per una diversificazione geografica

L investimento immobiliare all estero: strategie per una diversificazione geografica 32 L investimento immobiliare all estero: strategie per una diversificazione geografica An international diversification strategy for Italian real estate investors Maurizio Grilli, Simone Roberti, Bnp

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO E' un percorso educativo e didattico perseguito nei tre ordini di scuola che rende più organico il lavoro compiuto dai docenti; sono state condivise le mete comuni ed è in

Dettagli

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione. CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione. Psicologia Generale

Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione. CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione. Psicologia Generale Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia, Comunicazione CdL in Sienze dell Educazione e della Formazione Psicologia Generale A.A. 2013-2014 Docente: prof.ssa Tiziana Lanciano t.lanciano@psico.uniba.it

Dettagli

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma Il mondo delle professioni sta affrontando un periodo di profondi cambiamenti dovuti all evoluzione culturale che l attuale crisi economica richiede. E in atto un vero e proprio cambio di paradigma, che

Dettagli

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260

Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Ref: 2013-1-ES1-LEO05-66260 Buone pratiche nell uso di ambienti di apprendimento collaborativo quali strumenti per favorire la creatività ed identificazione di modelli di successo nel settore metalmeccanico

Dettagli