BILANCIO SOCIALE 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BILANCIO SOCIALE 2011"

Transcript

1

2

3 BILANCIO SOCIALE 2011

4

5 SOMMARIO LETTERA DEL PRESIDENTE 3 RELAZIONE METODOLOGICA 5 1. IDENTITÀ AZIENDALE Storia Attività svolta dalla Società Scenario di riferimento Servizi offerti dall Azienda Infrastruttura tecnologica Il Sistema Informativo Evoluzione della Gestione Assetto istituzionale e organizzativo Assetto istituzionale Assetto proprietario Assetto organizzativo: organigramma Vision, Mission e Valori I RISULTATI ECONOMICI E IL VALORE AGGIUNTO Formazione del Valore Aggiunto Distribuzione del Valore Aggiunto RELAZIONE SOCIALE Risorse Umane Formazione Sistemi di remunerazione, incentivazione del personale dipendente Iniziative di comunicazione interna Relazioni industriali Pari opportunità Sicurezza e salute sul luogo di lavoro Composizione e consistenza del Personale Turnover Assenze Clienti Relazione con i Clienti Contratti e Service Level Agreement Ascolto dei clienti: Customer Satisfaction Iniziative di comunicazione Fornitori Collettività 48 GLOSSARIO 50

6

7 Lettera del Presidente Essere socialmente responsabile, significa integrare motivazioni di natura etica all interno della visione strategica, con la volontà di gestire efficacemente aspetti etico / sociali nell ambito delle attività aziendali quotidiane. SEC SERVIZI è impegnata da anni nella promozione dello sviluppo sostenibile, nell affermazione e nel rafforzamento dei valori di fiducia, e trasparenza tra gli stakeholders, al fine di farne convergere gli interessi e conseguire il miglioramento della performance economica. Tale affermazione risulta ancora più pregnante per una realtà consortile dove il cliente è anche socio e il servizio offerto è integrazione delle realtà consociate. SEC Servizi è impegnata nella valorizzazione del tessuto sociale attraverso il proprio servizio prestato prevalentemente a Banche Popolari e cercando di valorizzare il territorio di origine. L esercizio appena concluso è stato ancora una volta segnato da una congiuntura economica negativa per la gran parte dell anno. In un tale contesto le Banche del Consorzio non solo hanno mantenuto, ma ha anzi ulteriormente valorizzato il proprio impegno nei confronti della clientela, dei soci, dei collaboratori e dei territori di insediamento. E forte infatti la convinzione che proprio in momenti di crisi, agire in maniera socialmente responsabile possa rappresentare l elemento distintivo che consente di superarla individuando nuovi ambiti di successo. SEC Servizi è in questo senso partecipe delle iniziative intraprese ed è chiamato ad un concreto aiuto nell efficientamento dell attività bancaria. Una forte attenzione è stata posta, in particolare nel corso di quest ultimo anno, a migliorare la qualità del servizio, monitorandone in modo sempre più accurato i risultati e l andamento complessivo in un contesto di continua crescita dei volumi erogati. Siamo certi che essere best performer, voglia dire porre in essere azioni mirate a promuovere la qualità del servizio e dell offerta complessiva. Ciò che ne deriva non si limita alla generazione di un profitto economico, ma alla creazione di un valore aggiunto reale e duraturo, valore che contribuisce ad accrescere gli investimenti aziendali in linea con le strategie di sviluppo attuate. La Responsabilità Sociale si colloca tra i nostri valori aziendali di riferimento, e l adozione del Codice Etico e la redazione del Bilancio Sociale, sono gli strumenti con cui ogni anno riaffermiamo i principi che sono alla base della nostra identità e alla base della natura consortile della nostra società. Credere nei valori crea valore. Samuele Sorato

8

9 SEC SERVIZI Bilancio Sociale 2011 RELAZIONE METODOLOGICA Per il decimo anno consecutivo SEC SERVIZI pubblica il proprio Bilancio Sociale. L esperienza pluriennale ha consentito il miglioramento continuo del modello e del sistema di raccolta dati, tanto che lo sviluppo di tale strumento di rendicontazione ha ottenuto alcuni significativi risultati, ed in particolare: l individuazione di indicatori qualitativi e quantitativi adeguati, confrontati in serie storica per documentare gli andamenti temporali delle performance; la misurazione di attività strategiche legate alla natura consortile della società; l evidenziazione della natura territoriale di SEC SERVIZI e del rapporto privilegiato che essa intrattiene con l ambito locale nel quale è collocata e agisce, pur senza perderne di vista la dimensione nazionale e internazionale; l introduzione del confronto puntuale tra obiettivi di gestione, finalizzati a massimizzare la qualità dei servizi erogati e le azioni realizzate per conseguirli; l introduzione di tabelle sinottiche azioni-stakeholder per riepilogare quanto SEC SERVIZI attua nei confronti delle diverse categorie di interlocutori oggetto di rendicontazione nel Bilancio Sociale. Il report è uno strumento utilizzato dall azienda per costruire un dialogo continuo e costruttivo con tutti i suoi Stakeholder (Personale, Clienti/Soci, Fornitori, Collettività) attraverso quello che è il suo principale scopo: la rappresentazione veritiera e corretta di una serie di dettagliate informazioni su linee guida, attività, azioni, iniziative intraprese dall azienda allo scopo di creare valore, non soltanto in termini di utile, in coerenza con Vision, Mission e Valori aziendali. Attraverso il Bilancio Sociale infatti l azienda intende perseguire un duplice obiettivo: monitorare le politiche realizzate per migliorare la relazione con ogni singolo interlocutore sociale di riferimento (Stakeholder) e comunicarle con trasparenza in modo da fornire un quadro complessivo della performance dell azienda, nell ottica del dialogo e del confronto finalizzato al costante miglioramento; fornire informazioni quali/quantitative sull impegno sociale profuso, per ampliare e migliorare, sotto il profilo etico-sociale, le conoscenze e le possibilità di valutazione e di scelta degli Stakeholder ed eventualmente programmare interventi di miglioramento. Nel Bilancio Sociale il lettore troverà informazioni sui seguenti argomenti: Identità aziendale Nella prima sezione viene delineata l identità dell azienda attraverso la sua storia, la sua infrastruttura tecnologica, gli assetti istituzionali e organizzativi, e il sistema di governance della Responsabilità Sociale d Impresa. Relazione economica I Risultati economici ed il Valore Aggiunto contengono tutte le informazioni economiche e la ripartizione di quest ultimo tra i diversi Stakeholder. 5

10 Bilancio Sociale 2011 SEC SERVIZI Relazione sociale L ultima sezione è dedicata alla descrizione dei tratti salienti della relazione tra SEC SERVIZI e i suoi Stakeholder, con l identificazione delle aree di interesse, le politiche e le iniziative intraprese in attuazione dei valori dell azienda. La definizione dei contenuti e l impostazione della struttura del documento hanno tenuto conto degli standard e delle best practice nazionali ed internazionali nel campo della rendicontazione eticosociale, ambientale e di sostenibilità. Anche quest anno la redazione si è basata in particolare sui seguenti modelli: Modello GBS Il documento contenente i principi e le indicazioni procedurali ritenuti essenziali e necessari per la redazione del bilancio sociale dal gruppo Bilancio Sociale, un gruppo di studio costituitosi nel Modello ABI/IBS Il modello di redazione del bilancio sociale, redatto dall ABI in collaborazione con l Istituto Europeo per il bilancio sociale (IBS) e SEAN/KPMG, per il settore del credito. I punti in cui le informazioni richieste dai modello non sono presenti sono dovuti alla scarsa rilevanza del tema nella specifica realtà di SEC SERVIZI. I dati esposti si riferiscono all esercizio L andamento dell azienda e la sua relazione con gli Stakeholder di riferimento sono studiati attraverso una serie di Key Performance Indicators (KPI), confrontati nel triennio , e si riferiscono al 31 dicembre di ogni anno considerato, salvo deroghe espressamente indicate. Nel corso del 2005 SEC SERVIZI, pur non essendo tra le aziende obbligate ad utilizzare gli standard contabili internazionali (IAS), ha deciso di adottarli in via facoltativa, come previsto dalla normativa vigente in quel momento. Per quel che riguarda i dati relativi ai Fornitori si considerano tutte le fatture emesse da questi nell anno di riferimento comprensive di IVA. 6

11 SEC SERVIZI Bilancio Sociale 2011 IDENTITÀ AZIENDALE 1.1 Storia SEC SERVIZI, Società Consortile per Azioni con un Capitale Sociale di 25 milioni di euro, è un azienda di outsourcing per il Credito e la Finanza. Offre servizi altamente innovativi di Application e Facility Management e soluzioni evolute di Multicanalità, Consulenza, Formazione e Assistenza. La storia di SEC SERVIZI è caratterizzata da un percorso di sviluppo costante che ha saputo coniugare la progressiva crescita economica al continuo miglioramento della cultura aziendale. Nel corso degli ultimi anni SEC SERVIZI si è posta infatti come obiettivo principale il miglioramento costante della qualità dei servizi erogati, perché solo in questo modo ritiene si possa perseguire la piena soddisfazione dei propri clienti. In questo senso ha avviato molteplici azioni ed interventi, sia dal punto di vista infrastrutturale che formativo, volti all acquisizione, all allargamento ed allo sviluppo delle competenze non solo in ambito tecnologico. Le tappe fondamentali della Storia di SEC SERVIZI: 1972 Viene costituito il Consorzio per i Servizi Elettrocontabili fra Banche Popolari (CSE) Il consorzio è un appendice delle banche consorziate ed in maniera particolare di quella di riferimento (la Banca Popolare Veneta, dalla quale proviene parte dei dipendenti e la Banca di Asolo e Montebelluna, ora Veneto Banca SpA) che ne cura anche la contabilità e la gestione del personale Cambia la ragione sociale, il consorzio viene trasformato in Servizi Elettrocontabili fra Banche Popolari, Società Consortile per Azioni (SEC), inizia ad assumere una propria identità e inizia a confrontarsi con il mercato attraverso l offerta su base concorrenziale a banche non socie Banca Popolare di Vicenza entra a far parte della società, le 33 persone che in banca si occupano di informatica sono assunte da SEC Banca Popolare Veneta esce dalla società per fusione con la Banca Antoniana; il volume di attività si riduce notevolmente e 37 persone ritornano in banca Viene realizzato e avviato il nuovo sistema informativo (SECNew): l azienda ha un prodotto innovativo da offrire alle banche socie Viene stabilizzato il nuovo sistema, viene stipulato un accordo con Accenture per l Application Management di SECnew; vengono potenziate l area finanza e il web banking e le attività commerciali. Nel 2000 la ragione sociale 2001 viene modificata in SEC SERVIZI S.C.p.A Viene predisposto il primo Piano Industriale: l azienda si apre al mercato, vengono create nuove aree Pianificazione Strategica, Marketing e Comunicazione e la Direzione Commerciale e sono inseriti 40 neolaureati provenienti da tutto il territorio nazionale Vengono acquisiti nuovi soci - Banca Meridiana, Rasbank e UBAE ARAB Italian Bank e nuovi clienti a rilevanza nazionale; BNLInvestimenti e così l azienda inizia ad erogare i propri servizi a banche per promotori finanziari. Viene organizzata la Convention aziendale Gli investimenti crescono di oltre il 43% nell ultimo anno; il fatturato di oltre il 34%. Vengono acquisiti due rami d azienda (Supernet di Ospitaletto e il Data Center di Getronics di Milano) e parte il progetto Rendere SEC SERVIZI azienda leader nella Responsabilità Etico - Sociale e nella gestione della qualità : viene pubblicato il Codice Etico, è redatto il primo Bilancio Sociale e tutti i dipendenti sono coinvolti in un piano di sensibilizzazione etica Banca della Ciociaria, Banca MB, Banca di Credito Popolare di Torre del Greco e Banca della Nuova Terra entrano a far parte della compagine sociale. E attivato e completato il piano di internalizzazione dell Application Mantenence di SECnew. Si registra un nuovo aumento del Capitale Sociale Banca del Garda entra a far parte della compagine sociale. Si registra un nuovo aumento del capitale sociale che passa da euro a euro interamente versati. Vengono completati i lavori di ristrutturazione dello stabile aziendale, inaugurato in occasione dell Open Day a settembre. 7

12 Bilancio Sociale 2011 SEC SERVIZI 2006 Banca Popolare Italiana entra a far parte della compagine sociale. Viene esternalizzata la gestione del sistema mainframe. Viene organizzata la Convention aziendale rivolta a tutti i dipendenti A fine ottobre si registra l ingresso di Farbanca appartenente al Gruppo Banca Popolare di Vicenza Si registra l ingresso di Micos Banca SpA (oggi Che Banca!). Viene organizzata la Convention aziendale rivolta a tutti i dipendenti e al personale in quiescenza per festeggiare i 35 anni di attività aziendale. Viene pubblicato il libro 35 anni in un sec A maggio si registrano gli ingressi di Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana e di Prestinuova, facente parte del Gruppo Banca Popolare di Vicenza. Si segnala inoltre la variazione di denominazione sociale di Intra Private Bank SpA, in Banca IPIBI Financial Advisory SpA Banca Apulia e Cattolica Service sono i principali clienti acquisiti nell anno. Negli ultimi mesi del 2010 si registrano due importanti operazioni di fusione all interno del Gruppo Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza Si registra l entrata nel consorzio di BIM (Banca Inter Mobiliare di Investimento e Gestioni) Figura 1. SEC SERVIZI: origini e storia 1.2 Attività svolta dalla Società VISION Essere un leader riconosciuto nell erogazione di servizi al settore finanziario e non, che sostiene, sviluppa e promuove la conoscenza tecnologica e finanziaria nell ambito della comunità economica, scientifica e sociale Gli obiettivi di business sono sfidanti: l azienda non si accontenta di essere economicamente efficiente, il suo impegno è finalizzato infatti all assunzione di un ruolo di leadership nel panorama degli outsourcer bancari. Nel perseguire questo ambizioso traguardo SEC SERVIZI non perde mai di vista gli interessi dei propri Stakeholder, e in maniera particolare della comunità di riferimento. MISSION SEC SERVIZI vuole essere un azienda partner dei propri clienti che si avvale di competenze qualificate e opera in stretta collaborazione con la comunità, al fine di offrire: una gamma completa di servizi di elevato standard qualitativo, tempestivi, adeguabili al contesto e all occorrenza modulabili; servizi eccellenti, sicuri e affidabili, capaci di garantire ai propri clienti uno stabile vantaggio competitivo sulle aree critiche del business; competitività sui costi in un ottica di massimizzazione del rapporto qualità/prezzo; un sistema azienda di elevata qualità e dimostrata responsabilità etico/sociale, in grado di promuovere e diffondere la conoscenza tecnologica, organizzativa e finanziaria; la massima valorizzazione del capitale umano, al fine di favorire lo sviluppo delle competenze chiave, individuali e aziendali. L azienda intende perseguire la propria visione attraverso un servizio sempre più competitivo e di qualità, erogato in maniera socialmente responsabile. La Mission aziendale è perseguita attraverso un costante impegno per mantenere sotto tutti gli aspetti un profilo socialmente responsabile. 8

13 SEC SERVIZI Bilancio Sociale 2011 Figura 2. La carta dei valori di SEC SERVIZI 1.3 Scenario di riferimento Il 2011 è stato caratterizzato da un andamento economico poco stabile e piuttosto incerto. L attesa per una ripresa che ancora non si vede chiaramente ha lasciato spazio all attenzione sulle conseguenze ancora evidenti della crisi finanziaria del 2008 che, pur nell ambito di un parziale rallentamento, sta lentamente manifestando i suoi effetti sull economia reale, in un contesto economico e finanziario che comunque permane estremamente incerto e difficile soprattutto nei suoi elementi prospettici. Nel secondo semestre dell anno si è manifestata una certa sfiducia sul rischio sovrano e gli interventi delle banche centrali e dei governi non sono riusciti a mitigare gli effetti sugli spread della zona euro, con particolari situazioni di rischio per il debito dei paesi PIGS (Portogallo, Irlanda, Grecia, Spagna) e dell Italia stessa, producendo una notevolmente tensione sui mercati interbancari. Le risposte dei governi sono state soprattutto incentrate su misure di austerità al fine di soddisfare subito le preoccupazioni degli investitori internazionali con effetti però depressivi dell economia. Gli obiettivi dei governi per la fase successiva mirano a gettare le basi per la ripresa economica. Ad oggi destano però preoccupazione gli effetti negativi della crisi sul mercato del lavoro, con le conseguenti ricadute sui consumi e sul livello di fiducia dei consumatori. Il sistema finanziario, dopo aver subito le conseguenze della crisi, sta affrontando un periodo di recessione economica confrontandosi anche con un momento in cui la percezione da parte dell opinione pubblica del mercato bancario appare piuttosto negativa con azioni che in genere non favoriscono l attività degli istituti di credito. Le banche si confrontano con i problemi relativi alle sofferenze e alla generale rischiosità degli attivi. I tassi rimangono ancora su livelli minimi con l impossibilità di agire sulla forbice bancaria. Il settore bancario si concentra quindi nello sforzo per la riduzione dei costi ma necessita di strumenti ICT sempre più evoluti che si rendono necessari per attenuare il rischio operativo e garantire e produrre nuovo business. Le attese di efficienza economica si tramutano in opportunità per il mercato dell outsourcing con apertura a nuove prospettive in precedenza non valutate. Il mercato dell outsourcing in realtà 9

14 Bilancio Sociale 2011 SEC SERVIZI rappresenta una dicotomia nel contesto economico generale in quanto beneficia dell impegno sul ridimensionamento dei vari attori economici che trovano nell outsourcer un partner per i propri sforzi di rallentamento dei costi. Se il valore dell outsourcing è riconosciuto e il costo condiviso, il rapporto di partnership favorisce la crescita del cliente e il processo genera valore aggiunto. Riteniamo che SEC SERVIZI per la sua forma consortile, garantisca in maniera appropriata il raggiungimento di tale obiettivo con il concretizzarsi di un incremento significativo del fatturato riscontrato. La spesa IT in Italia è in trend negativo dal 2009 con decrementi dei livelli di spesa IT per le banche di grandi dimensioni che iniziano a ridurre il costo della componente informatica dopo un periodo di aggregazioni consistenti. Le banche medie e piccole hanno mantenuto costante il livello di spesa IT con performance migliori per le banche in outsourcing rispetto alle banche medie con IT interno. SEC SERVIZI si è impegnata nello sviluppo dei prodotti e servizi, al fine di integrare le esigenze organizzative dei clienti e coglierne le migliori possibilità in un contesto come quello attuale ove le possibilità di budget risultano in contrizione. A tal fine anche il 2011 ha visto lo sviluppo di iniziative volte al contenimento dei costi operativi e di progetti con il miglior ritorno dell investimento. Ciò evidenzia dunque come il valore della relazione banca - IT service possa essere sempre più determinante nel migliorare la gestione e, quindi, la redditività delle banche. Dal lato dei ricavi, se escludiamo le operazioni straordinarie che hanno coinvolto due importanti gruppi clienti, è verificabile una forte contrazione delle iniziative progettuali non consortili e un approfondito controllo dei consumi di listino. Nel corso del 2011 i volumi di business sono cresciuti in modo sensibile nonostante rimanga stabile il numero di sportelli. Il numero di conti correnti, i movimenti registrati negli stessi, come anche i rapporti di internet banking, evidenziano un dato medio di incremento oltre il 10% rispetto al Questi elementi positivi derivano dall aumento in termini di clienti e raccolta sul territorio delle banche socie del consorzio e dall arricchimento del parco clienti delle banche SEC SERVIZI. SPORTELLI SERVITI RAPPORTI INTERNET BANKING , , ,00 100, ,00 migiaia CONTI CORRENTI MOVIMENTI MENSILI IN CC , , , ,0 5,0 14,8 17,6 20,2 0 migliaia 0,0 milioni 10

15 SEC SERVIZI Bilancio Sociale 2011 SEC SERVIZI nel corso degli ultimi 4 anni ha più che raddoppiato la potenza elaborativa e lo storage utilizzato sia per l aumento dei clienti che per l estensione del parco applicativo. La componente dipartimentale è divenuta sempre più importante aumentando le funzionalità operative fornite agli utenti (es. processi documentali), ma anche aumentando la complessità del sistema. SEC SERVIZI ha attuato un aggressivo piano di evoluzione applicativa basato sulle seguenti aree: riduzione costi operativi e ottimizzazione processi delle banche clienti, aumento produttività ed efficacia del personale di filiale focalizzandolo su attività commerciali e innovazione di prodotto, completa revisione e potenziamento dei sistemi del credito, potenziamento sistemi di monitoraggio. In questo contesto SEC SERVIZI ha adottato per il 2011 una strategia di consolidamento su tre assi: Revisione dei processi di gestione dei servizi erogati; Parco applicativo rollout su tutto il parco clienti degli applicativi introdotti negli ultimi anni; Architettura tecnica irrobustimento di tutte le componenti tecniche (sistemi mainframe, dipartimentali, rete, internal IT, processi di gestione) per ottimizzare le performance del sistema. 1.4 Servizi offerti dall Azienda Infrastruttura tecnologica L infrastruttura tecnologica di SEC SERVIZI poggia su vari e differenti ambienti: mainframe, dipartimentale, distribuito che rispondono tutti ai seguenti requisiti tecnici minimali: allineamento alla tecnologia più recente; alta disponibilità; sicurezza e continuità. La piattaforma hardware e software è basata su standard di mercato consolidati. I dati e i sistemi sono protetti da processi consolidati di Backup e Business Continuity. Per quanto riguarda i volumi, dal punto di vista tecnologico, al 31 dicembre 2011 si possono rilevare i seguenti valori principali di dimensionamento: il valore complessivo della potenza elaborativa dei sistemi mainframe ha raggiunto il totale di Mips con la possibilità di aggiungere oltre Mips flessibili, utilizzati on demand per far fronte ai picchi di carico elaborativo rilevabile in occasione delle scadenze di elaborazioni mensili; le transazioni utente giornaliere sul mainframe sono circa 36,9 milioni e registrano un tasso di crescita del 10% negli ultimi 3 anni; la capacità complessiva di memorizzazione ha raggiunto i 460 Terabyte di cui 223 per garantire l High Availability ed il Disaster Recovery; 11

16 Bilancio Sociale 2011 SEC SERVIZI i server complessivamente gestiti sono circa di cui 650 virtualizzati e 692 server fisici, di questi ultimi, oltre 200 sono di clienti in housing/hosting presso SEC SERVIZI. POTENZA ELABORATIVA (MIPS) TREND ATTIVITA' ONLINE , , ,0 10,0 29,0 34,9 36, ,0 500 SPAZIO DISCO SERVER FARM DR + HA Primario - SERVER FISICI SERVER VIRTUALI In merito all infrastruttura tecnologica, SEC SERVIZI ha attivato un capillare piano di interventi per aumentare la ridondanza dei sistemi al fine di gestire eventuali problematiche tecniche senza disservizi e per aumentarne le performance. Il piano coinvolge tutte le componenti infrastrutturali: Sistema Mainframe Sono stati completati vari interventi per l eliminazione di single point of failure per garantire la continuità operativa anche in caso di interventi pianificati e per migliorare l affidabilità delle soluzioni applicative. Sono state potenziate in modo significativo le risorse disponibili in termini di CPU, memoria e storage. Il sito di disaster recovery è stato spostato aumentando la distanza tra i due centri e allineando hardware e risorse al sito di produzione. E stata avviata nel secondo semestre 2011 l attivazione della tecnologia Gdps sul sistema Mainframe che permette di gestire il disaster recovery secondo le best practice di mercato. Sono stati realizzati vari interventi di ottimizzazione sul database DB2 ed è stato completato nel secondo semestre il passaggio alla nuova release. Sistemi dipartimentali Sono stati potenziati i sistemi dedicati alle applicazioni core sia come hardware che come risorse macchina dedicate. Sono state irrobustite tutte le filiere infrastrutturali e applicative per la comunicazione con il sistema mainframe e relative alle nuove componenti per la gestione documentale e il workflow dei processi. E in corso la completa revisione della tecnologia usata per lo storage aumentando in modo significativo performance, alta affidabilità e risorse disponibili. Prosegue il piano per la progressiva virtualizzazione dei servizi midrange SEC SERVIZI secondo la logica del cloud computing che permette di semplificare ed ottimizzare la gestione di tali servizi. 12

17 SEC SERVIZI Bilancio Sociale 2011 Rete Sono stati effettuati vari interventi per ottimizzare e migliorare la rete telematica. E previsto per inizio 2012 il potenziamento dei sistemi di monitaggio. Infrastruttura a servizio del Data Center di Padova Sono stati effettuati vari interventi per potenziare gli apparati elettrici e di condizionamento del Data Center. Miglioramento dei processi di gestione Sono stati attivati nuovi strumenti per automatizzare le fasi di change management e di deploy delle applicazioni con importanti benefici di riduzione degli errori e dell impegno organizzativo. E stato infine avviato un progetto di revisione del piano per la Business Continuity di SEC SERVIZI SERVIZI in modo da integrarlo con quello delle banche clienti. In merito all infrastruttura impiantistica a supporto dell immobile e del data centre, sono continuati una serie di interventi volti alla razionalizzazione dei consumi di energia elettrica e frigorifera con un miglioramento dei sistemi di monitoraggio sulle fonti di energia e relativa ottimizzazione. Sul fronte del risparmio energetico il rinnovamento tecnologico propone macchinari a maggior efficienza energetica, sia in riferimento agli impianti veri e propri ma anche server ed elaboratori con livelli di performance di calcolo superiore per unità di consumo. Il consolidamento delle apparecchiature e la virtualizzazione delle stesse contribuiscono a sostenere l obiettivo di riduzione dei consumi energetici. Sull impiantistica le scelte aziendali si tendono a soddisfare i bisogni di rinnovamento con l evoluzione dei prodotti sempre più mirati al risparmio energetico come elemento importante di analisi dell investimento. Tale azione è allineata alla normale sostituzione/manutenzione degli impianti anche se sono stati avviati importanti progetti di analisi per l utilizzo e l implementazione di fonti rinnovabili in azienda: è stato completato nel 2011 uno studio di fattibilità per l utilizzo di impianti di trigenerazione ed è stata istallato un impianto fotovoltaico su parte della copertura dell edificio Il Sistema Informativo Il sistema informativo di SEC SERVIZI è frutto di un importante e continuo programma di rinnovamento, basato su un progressivo aggiornamento tecnologico e funzionale finalizzato a migliorare costantemente la gamma di servizi offerti alle Banche Socie e Clienti. Il sistema attualmente in esercizio rappresenta una soluzione modulare e flessibile, adatta a diversi modelli operativi finanziari, di riferimento per il mercato bancario italiano. La figura seguente ne illustra il disegno macro-architetturale: Figura 3. Sistema informativo: disegno macro-architetturale. 13

18 Bilancio Sociale 2011 SEC SERVIZI Il cuore della piattaforma è costituito dalle componenti di Business: Sistemi di gestione della clientela, Sistemi di erogazione del credito, Sistemi di pagamento, Finanza ed estero. Le funzioni vengono tutte erogate in modo uniforme attraverso l architettura multicanale. La classificazione delle informazioni viene gestita in modo centralizzato per tutte le procedure del sistema informativo tramite lo strato superiore (navigatore), che rende disponibili le funzioni di gestione di tutti i prodotti relativi al Business bancario, la gestione delle controparti, l intero ciclo di vita degli accordi di prodotto/servizio e la profilazione dell utenza bancaria. Nel modulo Governo e Controllo viene invece gestita trasversalmente, attraverso il modulo integratore, la classificazione delle informazioni elementari contenute nel sistema per l alimentazione dei sistemi di governo, di sintesi e di customer insight. La distribuzione degli output del sistema informativo viene garantita attraverso la connessione alla rete interbancaria e ai sistemi di regolamento e compensazione tramite uno strato applicativo dedicato denominato Distributore, che si occupa anche della gestione delle comunicazioni alla clientela e degli output indirizzati ai clienti della banca. Il sistema informativo SEC SERVIZI si posiziona ai massimi livelli di evoluzione nel panorama bancario grazie ad alcune caratteristiche peculiari: la piattaforma è nativamente multibanca e multilingua; è disegnata attorno al principio fondamentale della centralità del cliente; le funzioni operative, le funzioni di supporto alla vendita e le funzioni per la valutazione redditivitàrischio sono perfettamente integrate; uno strumento gestionale accentrato che gestisce nella loro interezza tutti i prodotti bancari per quanto riguarda le caratteristiche di ammissibilità, commerciali, amministrative e di funzionamento; il processo gestionale accentrato è integrato con la gestione degli accordi dei clienti della banca, ovvero della relazione di vendita dei prodotti/servizi della banca, realizzata con un desktop unificato utilizzato per collocare tutti i prodotti e per gestire in continuo la relazione con il cliente in modo despecializzato, fortemente orientato al workflow ed integrato con gli strumenti di supporto commerciale; il sistema - grazie ad un architettura modulare che prevede un netto disaccoppiamento fra partitari e sistemi di sintesi e fra partitari e canali di distribuzione - è fortemente orientato ai canali distributivi innovativi. Riesce così a garantire la massima rispondenza alle esigenze di molteplici banche con modelli di business molto diversi tra loro e in costante evoluzione. Per quanto riguarda l evoluzione applicativa del Sistema Informativo, SEC SERVIZI ha operato nei seguenti ambiti: Aumento produttività ed efficacia del personale di filiale focalizzandolo su attività commerciali e innovazione di prodotto E stato effettuato il rollout della Nuova Piattaforma Commerciale che consente la vendita dei principali prodotti bancari a carrello riducendo significativamente i tempi di apertura dei rapporti allo sportello. E stata completata la piattaforma di consulenza finanziaria alla clientela. E stato completato il rollout della nuova interfaccia grafica dei siti di internet banking utilizzando le moderne tecnologie web. Infine si è completato l aggiornamento della soluzione Murex per la finanza integrata. Riduzione costi operativi e ottimizzazione processi delle banche clienti - Nell ambito dei processi direzionali è stato avviato un progetto per ottimizzare le procedure e i processi correlati alle chiusure contabili mensili sia per quanto riguarda le tempistiche che per la qualità dei dati, in primis relativamente all area del credito. Sono stati introdotti vari interventi di miglioramento nei processi di gestione paghe e contributi oltre ad una nuova piattaforma per la gestione dei regolamenti in ambito finanza. Infine sono stati ridotti in modo significativo i costi per la postalizzazione a carico delle banche clienti. Completa revisione e potenziamento dei sistemi del credito Prosegue la migrazione della piattaforma Elise per la gestione dei finanziamenti e della soluzione per il monitoraggio dei crediti, basata su un motore di gestione dei processi che verrà utilizzato in modo trasversale 14

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing

La best practice ITILv3 nell IT Sourcing La best practice ITILv3 nell IT Sourcing Novembre 2009 Indice 1. Introduzione... 4 1.1. Il contesto dell outsourcing... 4 1.2. Le fasi di processo e le strutture di sourcing... 7 1.3. L esigenza di governance...

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

dei processi di customer service

dei processi di customer service WHITE PAPER APRILE 2013 Il Business Process Orchestrator dei processi di customer service Fonte Dati: Forrester Research Inc I marchi registrati citati nel presente documento sono di proprietà esclusiva

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015

POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI. Versione 9.0 del 9/03/2015. Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 POLICY SUI CONFLITTI DI INTERESSI Versione 9.0 del 9/03/2015 Approvata dal CDA nella seduta del 7/04/2015 Policy conflitti di interesse Pag. 1 di 14 INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1 Definizioni... 4 2. OBIETTIVI...

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSIGLIO NAZIONALE DEI RAGIONIERI COMMISSIONE PARITETICA PER I PRINCIPI DI REVISIONE LA COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing I servizi di Business Process Outsourcing rappresentano uno strumento sempre più diffuso per dotarsi di competenze specialistiche a supporto della

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli