Guida alla Convenzione Telefonia Mobile 4

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Guida alla Convenzione Telefonia Mobile 4"

Transcript

1 1

2 INDICE Guida alla Convenzione Premessa Oggetto della Convenzione Durata ervizi di fonia mobile e funzioni associate egreteria telefonica Notifica della disponibilità di un Utente a ricevere chiamate Audioconferenza Visualizzazione del numero del chiamante Visualizzazione proprio numero Avviso di chiamata Chiamata in attesa Trasferimento/deviazione di chiamata Trasmissione/ricezione fax Messaggistica M/MM ervizio di brevi messaggi di testo (M) M concatenati (Long M) ervizio di messaggistica MM (Multimedia Messaging ervice) Notifica dell invio dei messaggi ervizio di Video-Chiamata RPV e profili di abilitazione Caratteristiche e prestazione servizio RPV Profili di abilitazione Abilitazione dei servizi fruiti a titolo personale( Dual Billing) Modalità di fatturazione al dipendente ervizi di raccolta, instradamento e consegna del traffico interno dell Amministrazione Diretto verso Rete Mobile Accesso in Carrier election e Carrier Pre-election al servizio fisso-mobile Accesso diretto al servizio fisso-mobile ervizi di trasmissione dati Accesso ad Internet Accesso alla LAN/Intranet dell Amministrazione Qualità dei ervizi Dati ervizi di Messaggistica M ervizi di Messaggistica M di Base: servizio InfoMessage ervizi di Messaggistica M avanzata Modalita di fornitura di servizi di messaggistica sms ervizi di posta elettronica ervizi di base di posta elettronica in mobilità ervizi di Push

3 2.11 WiFI Pubblico per Utenze Mobili IM Caratteristiche delle IM e funzioni associate ervizio di Doppia IM IM Dati per l Utilizzo in Applicazioni Machine to Machine Terminali radiomobili Caratteristiche della fornitura corte da destinarsi presso le Amministrazioni Gestione di precedenti forniture di terminali Phase-out degli apparati ervizi di customer care e Assistenza tecnica ervizi di Customer Care e Contact Center Interfaccia web per il supporto gestionale e amministrativo Processo di Autenticazione truttura del Portale Consip Mobile Assistenza e manutenzione Manutenzione terminali radiomobili Manutenzione delle IM e degli accessori ervizi di rendicontazione e fatturazione ervizi di fatturazione per le Amministrazioni ervizi di rendicontazione per le Amministrazioni ezione Rendiconto Telefonico Documentazione Traffico Fatturazione diretta agli Utenti Traffico on-line dipendente Rendiconto Telefonico sul web Reportistica per Consip.p.A Modalità di attivazione dei servizi Prima attivazione Attivazioni successive modalita di fornitura di terminali radiomobili Dual Billing Variazione dei profili di abilitazione modalita di fornitura di servizi fisso-mobile ervizio di accesso alla LAN/Intranet dell Amministrazione modalità di fornitura di servizi di posta elettronica modalita di fornitura di servizi di messaggistica sms Doppia IM e IM Machine to Machine Ulteriori servizi

4 5.12 Accettazione delle forniture Penali

5 1 PREMEA La presente Guida ha lo scopo di illustrare la Convenzione per la prestazione dei servizi di telefonia mobile stipulata tra la CONIP.p.A., per conto del Ministero dell Economia e, e Telecom Italia.p.A. (di seguito Fornitore) quale aggiudicataria della procedura di gara. Il sistema delle Convenzioni è regolato, in particolare, dagli artt.26 L.23 dicembre 1999 n. 488 s.m.i., 58 L. 23 dicembre 2000, dal D.M. 24 febbraio 2000, D.M. 2 maggio 2001, D.P.C.M. 11 novembre 2004 n La presente Guida non intende sostituire né integrare la documentazione contrattuale sottoscritta tra le parti, pertanto le informazioni in essa contenute non possono essere motivo di rivalsa da parte delle amministrazioni contaenti nei confronti del fornitore e/o di Consip. Gli Ordinativi di Fornitura dovranno essere inviati direttamente al Fornitore, previa registrazione al sistema degli Acquisti in Rete. i rammenta che ogni obbligazione derivante dall invio dell Ordinativo di Fornitura (dal rispetto dei livelli di servizio all eventuale applicazione delle penali) è fra l Amminsitrazione ed il Fornitore e che il Fornitore è il solo responsabile degli adempimenti contrattuali. La presente guida unitamente a tutta la documentazione relativa alla convenzione è disponibile sul portale nella sezione Convenzioni>Vetrina delle Convenzioni>telefonia mobile 4. 5

6 2 OGGETTO DELLA CONVENZIONE Oggetto della Convenzione è la prestazione di servizi di telefonia mobile e di trasmissione dati di base ed avanzati, servizi a valore aggiunto (tra i quali quelli di rete intelligente), i servizi fisso mobile, i servizi di messaggistica e di posta elettronica in mobilità, gli eventuali ervizi Aggiuntivi offerti dal concorrente, il noleggio e la manutenzione di apparati radiomobili portatili, la fornitura e la manutenzione di schede IM, nonché i servizi di assistenza, Customer care, reportistica, di rendicontazione, di fatturazione separata per l uso privato, di sicurezza e di servizi web. 2.1 DURATA La Convenzione in oggetto ha durata contrattuale di 24 mesi ed è prorogabile fino a un massimo di ulteriori sei mesi. I singoli contratti attuativi della Convenzione scadranno sei mesi dopo il termine di durata della Convenzione. L adesione alla convenzione dovrà avvenire, nel periodo di sua vigenza, mediante Ordinativo di Fornitura di almeno una utenza; nel corso del rapporto contrattuale, anche dopo l esaurimento del quantitativo massimo in Convenzione, potranno essere richiesti dall Amministrazione Contraente con autonomi Ordinativi di Fornitura ulteriori servizi accessori e/o collegati a detta utenza. I Contratti di Fornitura attuativi, stipulati mediante emissione dell ordinativo di Fornitura nel periodo di validità della Convenzione, avranno durata a partire dalla data in cui l Ordinativo è divenuto irrevocabile fino al sesto mese successivo alla scadenza della predetta Convenzione. Le Amministrazioni che hanno stipulato un Contratto di Fornitura, nel periodo di vigenza del medesimo, potranno richiedere, anche se è scaduto il periodo di vigenza della Convenzione o esaurito il suo quantitativo massimo, tutti i servizi previsti nel Capitolato, compreso il servizio di manutenzione. Non è tuttavia prevista la fornitura di nuove IM ed il noleggio di nuovi terminali, nonché la prima fornitura di nuovi servizi fisso-mobile, servizi di accesso alla LAN/Intranet dell Amministrazione, servizi aggiuntivi, servizi di messaggistica M avanzati e servizi di push ERVIZI DI FONIA MOBILE E FUNZIONI AOCIATE Nel presente capitolo sono descritti i servizi di telefonia di base: sono evidenziate le funzionalità disponibili e la relativa fruibilità. Oltre al servizio di fonia vocale di base sono fruibili in Convenzione i servizi di seguito elencati nei seguenti paragrafi egreteria telefonica Il servizio di segreteria telefonica, basato sul servizio di egreteria Telefonica 6

7 Centralizzata di Telecom Italia (in seguito indicato anche con l acronimo TC) denominato I.BOX, rende disponibile una casella vocale e offre inoltre la possibilità di ricevere messaggi fax ed , con un meccanismo di notifica via M della presenza di messaggi giacenti. L accesso al servizio di segreteria, sia per la configurazione delle funzioni di personalizzazione, sia per l ascolto dei messaggi giacenti, può avvenire nelle modalità di seguito descritte a seconda delle diverse modalità di accesso: accesso attraverso terminale mobile del titolare: in questa modalità basterà comporre il numero unico accessibile anche dall estero, su reti di operatori che hanno sottoscritto l accordo CAMEL, o in alternativa sarà possibile effettuare una chiamata in roaming originato anteponendo il codice 0 tra il prefisso ed il numero del titolare (es abcd ); accesso attraverso rete fissa o terminale mobile con IM diversa da quella del titolare della segreteria telefonica: in questa modalità basterà interporre il codice 55 tra il prefisso ed il numero del titolare (es abcd ). Anche questa modalità può essere utilizzata dall estero; accesso tramite web: in questa modalità basterà accedere, con le proprie credenziali, alla specifica sezione del portale Consip Mobile L ascolto dei messaggi, così come le funzioni di personalizzazione del servizio, sono protette da un codice numerico a 4 cifre che può essere impostato e modificato dal Cliente titolare della casella. L abilitazione/disabilitazione del servizio di segreteria telefonica può avvenire in modalità assistita da un semplice menù vocale, effettuando una chiamata alla numerazione 4920, oppure direttamente dal terminale mobile attraverso lo specifico menù. Il servizio consente al titolare, di personalizzare il messaggio di benvenuto e di configurare le opzioni di trasferimento di chiamata di seguito indicate, che possono essere eventualmente combinate tra loro e che sono configurabili direttamente dal terminale: trasferimento condizionato per terminale non raggiungibile (o non disponibile): le chiamate in arrivo vengono instradate verso la segreteria quando il Cliente ha il telefonino spento o fuori copertura; trasferimento condizionato per terminale che non risponde: le chiamate in arrivo vengono instradate verso la segreteria solo se il Cliente viene raggiunto dalla chiamata ma non risponde. E' possibile variare tra 5 e 30 secondi il tempo che la rete lascia a disposizione del chiamante prima di trasferire la chiamata alla casella vocale; trasferimento condizionato per terminale occupato: le chiamate in arrivo vengono instradate verso la segreteria solo se il Cliente è in conversazione; 7

8 trasferimento incondizionato: ogni chiamata in arrivo viene instradata direttamente verso la segreteria. Il servizio di TC abilita la registrazione di messaggi vocali nella segreteria dell Utente, fino ad un massimo di 30 messaggi (ciascuno di durata massima pari a 60 secondi) che possono essere ascoltati dal titolare entro i 15 giorni (360 ore) successivi alla registrazione. Al momento della registrazione del messaggio, il chiamante, assistito da un menù vocale, può usufruire delle seguenti opzioni: conferma del messaggio; riascolto del messaggio; cancellazione del messaggio; continuazione della registrazione. Un semplice menù vocale offre la possibilità, in fase di ascolto dei messaggi - attraverso la pressione dei tasti numerici del terminale utilizzato per la consultazione - di ottenere le informazioni circa il numero chiamante oltre che indicazione della data e l'ora della chiamata, di cancellare i messaggi ascoltati o di procedere ad un loro salvataggio. I messaggi ricevuti vengono memorizzati per le 72 ore successive all istante di salvataggio del messaggio, e l operazione può essere ripetuta fino ad una massimo di 4 volte, per un totale di 288 ore. Il servizio TC offre anche una casella fax, che consente di ricevere la notifica della ricezione di fax direttamente sul telefonino dell Utente, fino ad un massimo di 40 messaggi (di 30 pagine l uno). Il numero della casella è ottenuto inserendo uno 0 tra il prefisso ed il numero. Ad esempio: N di cellulare: N di fax associato 3xy abcdefg 3xy 0 abcdefg oppure, nel caso di Utente portato da altro operatore radiomobile: N di cellulare: N di fax associato 3xy abcdefg 36 3xyabcdefg All Utente viene notificata la presenza di un fax nella casella tramite M, insieme alla presenza di eventuali messaggi vocali ed . Anche per il fax, valgono le stesse considerazioni sulle modalità di accesso tramite cellulare e rete fissa, in Italia e all estero, fatte per l accesso ai messaggi vocali. Tramite accesso al servizio TC da terminale mobile o da fisso (si veda quanto descritto in precedenza), è possibile acquisire le informazioni sul numero di fax mittente, la data ed ora della spedizione e la lunghezza del fax. Un semplice menù vocale, consente all Utente di specificare un numero fax a cui indirizzare il fax ricevuto per la stampa. Tale numero può anche essere pre-impostato dall Utente in 8

9 modo che il trasferimento avvenga in automatico ogni qual volta si riceva un nuovo fax. E possibile inoltre consultare direttamente i fax ricevuti accedendo via web alla propria casella I.BOX attraverso l apposito link presente nel Portale Consip Mobile : i messaggi fax sono in formato.tif e quindi visualizzabili su personal computer. Il servizio permette, inoltre, di salvare i fax ricevuti che vengono memorizzati per 72 ore e possono essere salvati fino a 4 volte, fino a raggiungere un totale di 288 ore. Il servizio TC offre anche una casella , con indirizzo che consente di ricevere la notifica via M della ricezione di direttamente sul telefonino dell Utente, e di poter accedere al suo contenuto. L accesso alla mail può avvenire nelle modalità descritte in precedenza (da terminale mobile, da telefono fisso o via web). Nel caso di accesso da terminale telefonico fisso o mobile, l Utente ha la possibilità di ascoltare il contenuto delle mail ricevute unitamente a tutte le informazioni sul mittente e la data ed ora di ricezione. L Utente può, sempre da terminale, rispondere alla mail, registrando un messaggio vocale, che viene notificato al destinatario sotto forma di allegato ad una mail. I messaggi mail in alternativa possono, essere visualizzati tramite accesso alla web mail dal portale Consip Mobile Notifica della disponibilità di un Utente a ricevere chiamate Il servizio di notifica della disponibilità di un Utente a ricevere chiamate consiste nell informare il chiamante, entro le 6 ore successive al tentativo di chiamata, della ri-avvenuta connessione alla rete di un Utente radiomobile con il quale si è cercato di stabilire una connessione. Tale funzionalità è garantita dal servizio Telecom Italia identificato con ChiamaOra di TIM che consente al chiamante di ricevere, al termine del tentativo di chiamata nei confronti di un Utente il cui telefonino risulti spento, non raggiungibile o occupato, un messaggio di fonia che lo invita a: inviare un messaggio vocale istantaneo, tramite digitazione del tasto 1 : con questa funzionalità è possibile registrare un messaggio della durata di 15 secondi che sarà notificato al chiamato, nell istante in cui il suo terminale tornerà raggiungibile; digitare il tasto 5 o restare in linea per essere avvisati tramite squillo del proprio telefonino che l Utente è tornato raggiungibile; con tale opzione la chiamata sarà composta in maniera automatica dalla rete; digitare il tasto 0 per ricevere una notifica, via M, del momento giusto in cui richiamare: se il terminale della persona che si sta cercando di contattare, verrà riacceso o tornerà raggiungibile, entro 6 ore dal tentativo di chiamata, si riceverà un M dal servizio ChiamaOra che inviterà a richiamare il numero cercato. Nella figura sottostante si riporta un esempio di messaggio di notifica via M del 9

10 Chiama Ora di TIM: Oltre a fornire funzioni di segnalazione per il chiamante, il servizio notifica all Utente chiamato se quest ultimo ha configurato tale opzione, al momento della sua riconnessione alla rete, l avvenuto tentativo di chiamata, riportando l identificativo del chiamante (ove disponibile) e la data ed ora in cui è avvenuta la chiamata. Il servizio ChiamaOra è attivo di default su tutti i Clienti e può essere disattivato chiamando il La disattivazione può essere totale o parziale, disattivando il solo Breve Messaggio Vocale Audioconferenza Il servizio denominato TIM Conference consente ad un Utente, identificato come "capoconferenza, di contattare e aggiungere contemporaneamente in conversazione fino a 5 ulteriori Utenti nell ambito di una stessa chiamata (per un totale di 6 interlocutori contemporaneamente connessi). Ciascuna delle persone che partecipano alla conferenza può a sua volta, assumere il ruolo di capo conferenza, invitando fino ad un massimo di ulteriori 5 persone. In una singola conferenza ci può essere pertanto più di un capo conferenza. In tal modo il numero di persone che possono conversare contemporaneamente tra loro, risulta teoricamente illimitato. Le funzionalità previste per il servizio sono le seguenti: attivazione di una comunicazione a tre; aggiunta di altri interlocutori; disconnessione di un interlocutore dalla conferenza; abbattimento della chiamata in conferenza; disconnessione propria dalla conferenza; passaggio da una chiamata in conferenza ad una in attesa e viceversa; servizio "call hold" (porre tutti i partecipanti tenuti in attesa- in conferenza tra di loro). Per attivare l audioconferenza, una volta chiamato il primo interlocutore dal proprio terminale mobile e durante la conversazione con quest'ultimo, è sufficiente digitare il numero di telefono della persona che si vuole invitare alla conversazione, dare 10

11 seguito alla chiamata e, non appena si ottiene la risposta, selezionare la modalità conferenza sul proprio terminale. La procedura descritta può essere ripetuta per invitare ulteriori tre interlocutori. Ciascuno degli interlocutori che ha avviato la conferenza, può scegliere di attivare una conversazione privata con uno degli Utenti da lui chiamati in conferenza, lasciando gli altri in conversazione tra loro; può inoltre sospendere momentaneamente la chiamata assentandosi dalla conversazione e successivamente rientrare in conversazione, mentre gli Utenti rimasti potranno continuare a conversare tra loro. Per porre fine alla conferenza è sufficiente che il Capoconferenza prema il tasto di fine conversazione, ciascuno degli invitati può invece uscire in qualsiasi momento dalla conferenza terminando la propria chiamata. Il servizio lascia flessibilità agli Utenti nello stabilire se imputare i costi ad un unico partecipante, o ripartire la tassazione tra i partecipanti. Il costo delle chiamate attivate nel corso della conferenza sono a carico di chi le effettua, quindi del Capo o dei Capi conferenza, e sono tariffate singolarmente a seconda del relativo profilo tariffario. Gli invitati alla conversazione multipla non sosterranno alcuna spesa (ad eccezione dei casi in cui questi vengono aggiunti ad una conversazione mentre sono all'estero, in tal caso dovranno sostenere le spese del Roaming ricevuto) Visualizzazione del numero del chiamante Il servizio Chi è di TIM fornisce la funzionalità CLIP (Calling Line Identification Presentation) che dà la possibilità di visualizzare, sul display del terminale chiamato, il numero telefonico del chiamante (qualora il chiamante non avesse disabilitato tale funzionalità). Il servizio di visualizzazione del chiamante è fornito anche per le chiamate originate da reti fisse analogiche con standard IUP o da reti fisse in tecnologia VoIP con standard IP. Il servizio è attivo per default su tutti i terminali commercializzati da Telecom Italia. Per disabilitare o riattivare il servizio in modo permanente è possibile chiamare il numero 4920 oppure selezionare tale opzione nell apposito menù del proprio terminale Visualizzazione proprio numero Telecom Italia fornisce il servizio di restrizione del numero chiamante CLIR (Calling Line Identification Restriction), che dà la possibilità di impedire che il proprio numero sia visualizzato sul display del terminale chiamato. La prestazione può essere fornita con le seguenti caratteristiche, impostabili da terminale mobile: sempre ristretto; normalmente ristretto (con possibilità di abilitare su base chiamata la presentazione del proprio numero); 11

12 non ristretto (con possibilità di inibire su base chiamata la presentazione del proprio numero) Avviso di chiamata Il servizio di avviso di chiamata consente all Utente di ricevere, durante una comunicazione in corso, un opportuno tono di segnalazione che notifica la presenza di una seconda chiamata entrante. L Utente può decidere, alla ricezione della segnalazione, se rispondere alla chiamata entrante mettendo in attesa il primo interlocutore, o proseguire la chiamata in corso. Il servizio si può attivare o disattivare direttamente tramite l apposito menù del terminale Chiamata in attesa Il servizio di chiamata in attesa permette di sospendere temporaneamente una chiamata in corso, per effettuare ad esempio una seconda chiamata o per rispondere ad una ulteriore chiamata entrante, con la possibilità di riprendere la conversazione al termine dell attività Trasferimento/deviazione di chiamata Il servizio di trasferimento di chiamata consente all Utente di attivare/disattivare la deviazione delle chiamate in modo selettivo verso altra utenza telefonica (configurabile dall Utente) o verso la segreteria telefonica. La modalità di trasferimento, in analogia a quanto descritto per il servizio di segreteria telefonica, è configurabile e prevede il: Trasferimento condizionato per terminale non raggiungibile (o non disponibile): le chiamate in arrivo vengono instradate verso un altra utenza telefonica o verso la segreteria telefonica quando il Cliente ha il terminale spento o fuori copertura; Trasferimento condizionato per terminale che non risponde: le chiamate in arrivo vengono instradate verso altra utenza telefonica o verso la segreteria telefonica solo se il Cliente viene raggiunto dalla chiamata ma non risponde. E' possibile variare tra 5 e 30 secondi il tempo che la rete lascia a disposizione del chiamante prima di trasferire la chiamata alla casella vocale; Trasferimento condizionato per terminale occupato: le chiamate in arrivo vengono instradate verso altra utenza telefonica o verso la segreteria telefonica, solo se il Cliente è in conversazione; Trasferimento incondizionato: ogni chiamata in arrivo viene instradata direttamente verso altra utenza telefonica o verso la segreteria telefonica. L attivazione/disattivazione del trasferimento di chiamata e/o di videochiamata può essere effettuata tramite l apposito menù del terminale. 12

13 2.2.9 Trasmissione/ricezione fax Telecom Italia offre il servizio di trasmissione/ricezione di fax/dati attraverso la rete GM/GPR/EDGE e/o UMT collegando il terminale radiomobile ad un personal computer dotato di software specifico. La trasmissione fax/dati viene implementata o a commutazione di pacchetto (GPR/EDGE/UMT/HDPA) o a commutazione di circuito (CD). Nel caso di trasmissione dati CD per la ricezione di dati da sorgente analogica viene assegnato un numero addizionale. Nel caso di scambio dati CD attraverso la rete GM, la modalità di trasmissione può essere: incrona; Asincrona; Trasparente: la trasmissione avviene senza ritrasmissioni, con un throughput fisso, frequenza di errori variabile (Bit Error Rate) e ritardo fisso; Non trasparente: in questa modalità viene utilizzata una funzionalità di correzione degli errori offerta dalla rete basata sul protocollo RLP (Radio Link Protocol) che assicura una maggiore robustezza. Il flusso dati viene sottoposto a controllo: il terminale trasmittente riceve dal ricevente un segnale di acknowledge che lo informa che i dati sono stati correttamente ricevuti e che la stazione è disponibile a ricevere il successivo insieme di dati; se l acknowledge non arriva dal ricevente, la rete utilizza la prestazione di buffering e di forward-correction per assicurare la continuità della trasmissione. La trasmissione dati CD è supportata alle seguenti velocità: 300 bit/s (solo sincrono); 1,2 kbit/s; 2,4 kbit/s; 4,8 kbit/s; 9,6 kbit/s. La trasmissione dati a commutazione di pacchetto può avvenire invece sfruttando le seguenti tecnologie con le relative velocità di picco: GPR: fino a 53 Kb/s; EGPR: fino a 236 Kb/s; UMT: fino a 384 Kb/s; HDPA Fase 1: fino a 3.6 Mb/s; 13

14 HDPA Fase 2: fino a 14.4 Mb/s, come evoluzione dell attuale servizio HDPA di Fase 1. Il servizio fax consente la trasmissione/ricezione di fax attraverso la rete GM, collegando il terminale radiomobile ad un personal computer dotato di software specifico; per poter ricevere fax da sorgente analogica, in aggiunta al numero principale per la fonia, viene assegnato alla stessa IM un numero addizionale per la ricezione delle chiamate fax. 2.3 MEAGGITICA M/MM Telecom Italia risponde pienamente ai requisiti del presente bando di gara, rendendo disponibili agli Utenti della convenzione i seguenti servizi di messaggistica M/MM: ervizio di brevi messaggi di testo (M): consente l invio e la ricezione messaggi di testo fino ad un massimo di centosessanta caratteri; M concatenati (Long M): rende possibile concatenare fra loro fino a 4 messaggi (lunghi 160 caratteri l'uno), in modo che vengano inviati dalla rete a destinazione, uno dopo l altro, con indicazione delle informazioni di segmentazione per una loro corretta aggregazione; ervizio di messaggistica MM (Multimedia Messaging ervice): consente di inviare e ricevere testi, immagini, foto o animazioni audio in un unico messaggio multimediale; Notifica dell invio dei messaggi: fornisce una conferma dell effettiva ricezione del messaggio e, in caso affermativo, dell orario di inoltro ervizio di brevi messaggi di testo (M) Il servizio consente di inviare e ricevere messaggi di testo fino ad un massimo di centosessanta caratteri sia nella modalità MO (Mobile Originated: M inviato dal terminale mobile) che MT (Mobile Terminated: M ricevuto dal terminale mobile) in particolare è possibile inviare M: da terminale radiomobile verso altro terminale radiomobile, facendo uso della stessa numerazione utilizzata per la fonia; da terminale radiomobile verso un ervice Provider identificato da numerazioni abbreviate (massimo 5 cifre in decade 4, es. 4xyztu) per l accesso a servizi avanzati da terminale mobile verso un apparecchio fax attestato su una numerazione nazionale. 14

15 2.3.2 M concatenati (Long M) Il ervizio di Long Message è una particolare modalità di invio degli M che rende possibile concatenare fra loro fino a quattro messaggi (lunghi 160 caratteri l'uno), in modo che vengano inviati dalla rete a destinazione, uno dopo l altro, con indicazione delle informazioni di segmentazione per una loro corretta aggregazione. Nel caso di invio verso fax, il testo arriva a destinazione come unico messaggio. Anche in questo caso, come per gli M tradizionali, è possibile richiedere contestualmente anche la notifica di ricezione del messaggio da parte dell Utente destinatario ervizio di messaggistica MM (Multimedia Messaging ervice) Il servizio MM permette ai clienti Telecom Italia l invio ed il download di messaggi multimediali verso/da cellulari Telecom Italia, terminali di rete fissa, terminali di altri operatori, indirizzi di posta elettronica e altri sistemi VA; tali messaggi, oltre a contenere testo, possono includere anche immagini, suoni, video. Il cliente può spedire l MM contemporaneamente sia a numeri di cellulare, sia ad indirizzi . Ulteriori funzioni del servizio MM consentono al cliente di organizzare la sequenza di presentazione dei contenuti di diverso tipo (suoni, immagini, video, testo). Il linguaggio che, in modo del tutto trasparente per il cliente, gestisce e programma il modo in cui le immagini, i suoni ed i testi devono essere visualizzati è noto con il nome di MIL (yncronized Multimedia Integration Language). L invio di un MM prevede le fasi seguenti: Il cliente compone il proprio messaggio assemblando testi, suoni ed immagini, sfruttando le funzioni di composizione del terminale mobile; il cliente può inoltre richiedere apposite notifiche per la consegna (Delivery Report) e la lettura (Read Reply) del messaggio; Il cliente inserisce i destinatari (numeri e/o indirizzi ) ed invia il messaggio; il cellulare, in modo automatico, provvede ad effettuare una connessione GPR/EDGE/UMT e il messaggio viene trasferito dal telefono all MMC; la piattaforma per il servizio MM, gestisce l invio del messaggio alla lista dei destinatari, provvedendo ad effettuare le opportune transcodifiche nel caso di indirizzo , e ad avvisare il destinatario inviando un push (cioè una notifica che informa della presenza di un nuovo messaggio MM); il destinatario può scegliere se scaricare subito o no il messaggio che gli è stato notificato (in funzione delle caratteristiche del terminale); per leggere il messaggio MM inviatogli, il cellulare esegue una connessione wap verso la piattaforma per il servizio MM ed inizia la fase di download; a seguito del download è inoltrato, se richiesto, il Delivery Report al mittente; 15

16 il cellulare presenta al cliente il contenuto del messaggio MM ricevuto: immagini, testi e suoni. A seguito della lettura è inoltrato, se richiesto, il Read Reply al mittente. Il servizio MM di Telecom Italia si applica ai seguenti scenari di traffico di base: Person to Person (P2P): sono gli MM scambiati tra terminali; to Person / Person to sono gli MM scambiati tra un terminale ed una casella di posta elettronica su un qualunque server; Application to Person (A2P) / Person to Application (P2A): sono gli MM scambiati tra un terminale e un applicazione residente su di un Application erver; esempi sono servizi di tipo Informativo (News, Meteo), Portali dell Operatore (Portale TIM, Portale TI Wireline), servizi di utilità (TimClick, 412 TIM Trovatutto) Notifica dell invio dei messaggi Tale servizio consente di inviare un messaggio ricevendo la notifica dell ora di ricezione da parte del destinatario o un messaggio di non avvenuta ricezione nel caso in cui il telefono del destinatario sia spento o fuori copertura per oltre 48 ore dal momento dell invio. La prestazione di notifica si ottiene anteponendo la stringa *N# al testo del messaggio da inviare. Questa abilitazione può comunque essere preimpostata direttamente sulla maggior parte dei terminali mobili, per essere utilizzata tutte le volte si invii un M. 2.4 ERVIZIO DI VIDEO-CHIAMATA Telecom Italia rende disponibile, nell ambito della presente offerta, il servizio di Video-chiamata, definito secondo le indicazioni delle specifiche 3GPP (3rd Generation Partnership Project), come estensione del servizio di chiamata vocale, a tutti gli Utenti dotati di terminale mobile abilitato alla video-chiamata, all interno delle zone in cui Telecom Italia garantisce copertura UMT. 2.5 RPV E PROFILI DI ABILITAZIONE Telecom Italia, per rispondere alle esigenze di controllo della spesa correlate alla diffusione dei sistemi di telefonia mobile presso le funzioni operative per le quali è richiesta pronta e costante reperibilità, mette a disposizione della singola Amministrazione aderente, la possibilità di realizzare reti aziendali private virtuali denominate Reti Intelligenti Flessibili - RIF. Gli attributi Privato e Virtuale esprimono il fatto che tutte le prestazioni previste 16

17 vengono offerte all'interno della struttura di rete mobile di Telecom Italia, garantendo quindi le prestazioni, l'affidabilità, la copertura e l'assistenza tecnica tipiche di una rete pubblica nazionale e, al tempo stesso, consentendo all Amministrazione di evitare i costi di realizzazione, gestione e manutenzione di tutte le infrastrutture necessarie per una rete radiomobile di tipo privato e dedicato. Il servizio di Rete Privata Virtuale (RPV) permette di definire per uno o più gruppi di Utenti (mobili e/o derivati di PABX) un piano di numerazione privato (comprendente anche utenze fisse) e di caratterizzare ogni gruppo/sottogruppo o Utente della RPV, in termini di profili di abilitazione/inibizione del traffico entrante ed uscente, come meglio descritto nel seguito. La soluzione proposta consente di configurare la RPV secondo il modello di riferimento richiesto da capitolato e riportato nella figura sottostante: Convenzione Amministrazione o unità ordinante (RPV1) RPV2 RPVn ottogruppo 1 ottogruppo n ottogruppo 1 ottogruppo n Utenti Modello di riferimento La soluzione di Rete Privata Virtuale (RPV) o Rete Intelligente Flessibile (R.I.F.) di Telecom Italia, si basa sulle funzionalità rese disponibili dalla Rete Intelligente Caratteristiche e prestazione servizio RPV Il servizio RPV è caratterizzato con le prestazioni di seguito descritte: 1. completa flessibilità nella configurazione dell utenza RPV in un numero, potenzialmente illimitato, di gruppi e/o sottogruppi chiusi caratterizzati, a seconda delle esigenze espresse dall Amministrazione, da specifiche abilitazioni/restrizioni in termini di traffico, sia in uscita sia in entrata e da uno specifico piano di numerazione privato (numeri brevi) relativo ad ogni gruppo e sottogruppo; 2. possibilità di inserire nei gruppi chiusi anche i PABX di corrispondenti abituali e/o sedi dell Amministrazione con i loro derivati, con mantenimento delle funzionalità di selezione passante, nonché numerazioni di rete fissa e di altro gestore radiomobile; 17

18 3. massima flessibilità nella caratterizzazione dei profili di abilitazione/inibizione del traffico (fonia, video-chiamata e dati), configurabili a livello di gruppo, di sottogruppo e di singola utenza, in modo da garantire la piena gestione delle eccezioni eventualmente presenti nei gruppi e nei sottogruppi. La definizione dei livelli di abilitazione di gruppi/sottogruppi e Utenti è estremamente flessibile e può essere configurata: o per destinazione: si possono creare gruppi abilitati a effettuare chiamate nazionali ma non internazionali, gruppi abilitati a chiamare solo le utenze della RPV (compreso eventuali numerazioni fisse incluse nella RPV), gruppi abilitati a chiamare solo le utenze di rete fissa ma non le numerazioni mobili, gruppi abilitati a chiamare solo i mobili Telecom Italia ma non i mobili di altri operatori, gruppi che possono solo ricevere ma non effettuare alcuna chiamata e combinare tra loro le diverse abilitazioni; o per data: si possono gestire le abilitazioni a seconda di un predefinito arco temporale (data e ora); o attraverso la creazione di liste di restrizione per l abilitazione (White List)/disabilitazione (Black list) del traffico uscente ed entrante da associare ai gruppi/sottogruppi chiusi (fino alla singola utenza) appartenenti alla RPV. A tale lista possono appartenere utenze della RPV (appartenenti sia a gruppi/sottogruppi aperti che chiusi), utenze di rete fissa (appartenenti all Amministrazione e non), utenze mobili di altro operatore. E possibile inserire liste contenenti sino ad 80 destinazioni per singola utenza RPV, dove per destinazione si intende una specifica numerazione (fissa o mobile) o l identificativo di un intero gruppo che l utenza RPV può chiamare, garantendo una configurazione della lista con un numero virtualmente illimitato di numerazioni. In tal modo è possibile definire limitazioni nella possibilità di chiamate tra i gruppi (es. un gruppo A può chiamare un gruppo B ma il gruppo B non è abilitato a chiamarlo). Le liste succitate (white list e black list) possono essere configurate anche in relazione ad un intervallo temporale prefissato; o per tipologia, per cui sarà possibile definire abilitazioni/inibizioni, del traffico di fonia, dati e di video-chiamata. 4. definizione di piani di numerazione privati con numeri brevi, di almeno quattro cifre, per tutte le utenze, sia radiomobili che non, appartenenti alla RPV con aggiunta di numerazioni per i corrispondenti abituali. Ogni utenza radiomobile di una Rete Intelligente Flessibile viene quindi individuata mediante due numerazioni distinte: o una numerazione pubblica appartenente al piano di numerazione nazionale (335/, 337/, 336/ ); o una numerazione privata, appartenente al piano di numerazione della RPV di appartenenza e univoca per ciascun Utente all interno della Rete Privata 18

19 Virtuale. Questa numerazione può essere utilizzata per effettuare traffico originato e terminato all interno della rete stessa. La numerazione del Piano di Numerazione Privato può essere assegnata anche ad utenze non appartenenti all Amministrazione ma inserite nell RPV come: o corrispondenti abituali, cioè utenze di rete fissa o radiomobili non appartenenti alla RPV; o derivati di PABX. In questo caso quindi, è possibile raggiungere tutti i derivati di un PABX oltre che mediante la relativa numerazione estesa del piano di numerazione nazionale, anche mediante un numero breve (che traduce il prefisso teleselettivo e il radicale del PABX) seguito dalla sola parte finale della numerazione estesa, caratteristica del derivato stesso. Ad esempio se si deve chiamare lo , basterà fare 8XY2121 dove XY indica il numero breve associato al centralino e così per tutti gli altri derivati del centralino. 5. possibilità di effettuare traffico personale distinto da quello di servizio, attraverso la digitazione di un apposito codice (codice 46 ) da anteporre alla numerazione chiamata, e fatturabile separatamente attraverso la prestazione di dual billing, detta TIM DUO. Tale opzione prevarrà sulle restrizioni di traffico imposte dalla personalizzazione del profilo dell utenza Profili di abilitazione Di seguito sono riportati i profili di abilitazione consentiti per IM, che permettono di configurare le utenze per la generazione del traffico verso tipologie di numerazioni predefinite: Di default la convenzione prevede l abilitazione a tutte le direttici, nazionali e internazionali ( Profilo A); i successivi profili predefiniti vanno gradualmente a restringere le direttrici consentite, fino ad arrivare al profilo F, per il quale è consentito solo di ricevere chiamate. A B C D E Internazionale Nazionale RIF+Corrispondenti abituali Gruppo+Corrispondenti Abituali olo Corrispondenti Abituali Nessuna limitazione di traffico Abilitazione al traffico nazionale Abilitazione verso tutti i radiomobili della RIF ed i Corrispondenti Abituali Abilitazione verso tutti i radiomobili del Gruppo ed i Corrispondenti Abituali Abilitazione verso i soli Corrispondenti Abituali In fase di primo ordinativo e anche di ordinativi successivi il Responsabile del Contratto potrà richiedere le configurazioni volute, mediante la modulistica specifica 19

20 nella quale potrà definire: - i profili e i gruppi delle IM; - la lista dei corrispondenti abituali per ogni Gruppo; - la lista delle White e Black List per ogni Gruppo. 2.6 ABILITAZIONE DEI ERVIZI FRUITI A TITOLO PERONALE( DUAL BILLING) E prevista la possibilità di differenziare il traffico aziendale dal traffico personale dell end-user, che in tal caso riceverà una fattura specifica a lui intestata relativa al traffico personale. L Amministrazione richiederà l attivazione della fatturazione separata per i servizi fruiti dai dipendenti a titolo personale (c.d. Dual Billing) attraverso l invio di apposito Ordinativo di richiesta servizio dual billing. In tale modulo l Amministrazione indicherà i nominativi dei dipendenti cui abilitare la fatturazione separata, specificando per quali tipologie di traffico (voce, M/MM e video-chiamata, dati, roaming) si richiede l abilitazione del dual billing. arà cura delle Amministrazioni allegare al modulo di richiesta del servizio dual billing, l apposita documentazione, compilata a cura di ciascun dipendente, con i dati necessari all attivazione del servizio (dati anagrafici completi, indirizzo di spedizione delle fatture e dei report delle chiamate personali, etc.). La fattura potrà essere pagata dal dipendente, tramite addebito sul proprio conto corrente bancario o tramite carta di credito. L attivazione dei servizi di Dual Billing sarà effettuata entro 5 (cinque) giorni solari dalla richiesta, se inviata via fax, ed entro 48 (quarantotto) ore dalla richiesta, se inviata via web. La comunicazione di avvenuta attivazione sarà fornita da Telecom Italia entro le successive 24 (ventiquattro) ore. L offerta consiste nei seguenti servizi: TIM DUO Base: E il servizio che consente di distinguere il TRAFFICO FONIA, Videofonia e M sviluppato dai dipendenti in AZIENDALE e PERONALE. Anteponendo il codice 46 al numero telefonico da contattare, la chiamata, videochiamata o l M verranno identificati come personale e addebitati direttamente al dipendente. In questo modo le due tipologie di traffico, aziendale e personale, vengono addebitate automaticamente al dipendente o all'azienda. TIM DUO in Roaming: il servizio TIM DUO con codice 46 è funzionante anche all estero per la differenziazione del traffico roaming originato. Il servizio è disponibile solo su operatori esteri che utilizzano il protocollo CAMEL. Il traffico roaming ricevuto, in quanto traffico entrante, non è discriminabile ed è sempre a carico aziendale TIM DUO Roaming ON: è un servizio innovativo che consente di utilizzare la linea 20

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Telecom Italia Dicembre 2013

Telecom Italia Dicembre 2013 RICARICABILE BUSINESS TIM : PROPOSIZIONE ESCLUSIVA PER MEPA Telecom Italia Dicembre 2013 Ricaricabile Business TIM La piattaforma ricaricabile business di Telecom Italia prevede un basket per singola linea.

Dettagli

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione

ALLEGATO 1. Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione ALLEGATO 1 Prodotti/ Servizi presenti in Convenzione SOMMARIO 1 PRODOTTI E SERVIZI PRESENTI IN CONVENZIONE...3 1.1 SERVIZI TEMPORANEI DI RETE E COPERTURE AD HOC...3 1.1.1 Servizi di copertura temporanei...

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Provincia di Padova. Capitolato d'oneri SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE PER LA PROVINCIA DI PADOVA CIG 4642088433 SETTORE SISTEMI INFORMATIVI

Provincia di Padova. Capitolato d'oneri SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE PER LA PROVINCIA DI PADOVA CIG 4642088433 SETTORE SISTEMI INFORMATIVI SETTORE SISTEMI INFORMATIVI SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE PER LA PROVINCIA DI PADOVA Capitolato d'oneri Indice generale 1. Premessa...4 2. Definizioni ed acronimi...4 3. Oggetto dell appalto...5 4. Servizi

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N.

ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. ALLEGATO 6 CAPITOLATO TECNICO SERVIZI DI TELEFONIA MOBILE AI SENSI DELL ART. 26 LEGGE N. 488/1999 E DELL ART. 58 LEGGE N. 388/2000 LOTTO 1 Allegato 6 Capitolato Tecnico Lotto 1 pag. 1 di 100 INDICE 1 PREMESSA...

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile)

Profilo Commerciale OFFERTA SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (ricaricabile) SPECIAL EDITION TIM Senza Problemi Super (di seguito l Offerta) è un offerta rivolta alle Aziende e/o persone fisiche intestatarie di Partita IVA, già titolari o contestualmente sottoscrittori di un Contratto

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR

Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR Allegato A alla delibera n. 52/12/CIR PIANO DI NUMERAZIONE NEL SETTORE DELLE TELECOMUNICAZIONI E DISCIPLINA ATTUATIVA Articolo 1 (Definizioni) Articolo 2 (Piano di numerazione per servizi) Articolo 3 (Assegnazione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale

Dipartimento Comunicazione. Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Dipartimento Comunicazione Guida all Identificazione al Portale di Roma Capitale Sommario 1. Premessa... 3 2. Identificazione al Portale di Roma Capitale tramite documento d identità... 4 2.1 Registrazione

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2014 Progetto Istanze On Line 09 aprile 2014 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 GESTIONE DELL UTENZA... 4 2.1 COS È E A CHI È RIVOLTO... 4 2.2 NORMATIVA

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014

Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 Carta del Cliente dei Servizi mobili e fissi di Vodafone Omnitel B.V. Gennaio, 2014 INTRODUZIONE Vodafone Omnitel B.V. adotta la presente Carta dei Servizi in attuazione delle direttive e delle delibere

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO SCHEMA DI PROVVEDIMENTO Allegato B alla Delibera n. 696/09/CONS PROVVEDIMENTO RELATIVO A MISURE DI ARMONIZZAZIONE CON I PRINCIPI DEL REGOLAMENTO EUROPEO SUL ROAMING INTERNAZIONALE E PER LA TUTELA ORDINARIA

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso

Avena 135/135 Duo. T elefono cordless analogico DECT. Istruzioni per l uso Avena 135/135 Duo T elefono cordless analogico DECT Istruzioni per l uso Attenzione: istruzioni per l uso con avvertenze di sicurezza! Leggerle attentamente prima di mettere in funzione l apparecchio e

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0

ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 ascom Ascotel Office 25 Istruzioni per l'uso con norme di sicurezza www.ascom.com/ec/documents 20321611it_ba_b0 1 2 3 4 Elementi di comando e visualizzazione Elementi di comando e visualizzazione 11 12

Dettagli

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS

MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS MANUALE DI UTILIZZO WEB SMS (Ultimo aggiornamento 24/08/2011) 2011 Skebby. Tutti i diritti riservati. INDICE INTRODUZIONE... 8 1.1. Cos è un SMS?... 8 1.2. Qual è la lunghezza di un SMS?... 8 1.3. Chi

Dettagli

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata

OrizzonteScuola.it. riproduzione riservata GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SU ISTANZE ON LINE A) Credenziali d accesso - B) Dati personali - C) Codice personale - D) Telefono cellulare E) Posta Elettronica Certificata (PEC) - F) Indirizzo e-mail privato

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A.

Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. Carta dei Servizi di PosteMobile S.p.A. 1. PREMESSA E PRINCIPI FONDAMENTALI Con la sottoscrizione del Modulo di richiesta di consegna ed attivazione della Carta SIM PosteMobile e del Modulo di richiesta

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE

MANUALE SOFTWARE LIVE MESSAGE ISTRUZIONI PER L UTENTE MANUALE SOFTWARE ISTRUZIONI PER L UTENTE PAGINA 2 Indice Capitolo 1: Come muoversi all interno del programma 3 1.1 Inserimento di un nuovo sms 4 1.2 Rubrica 4 1.3 Ricarica credito 5 PAGINA 3 Capitolo 1:

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Invio di SMS con FOCUS 10

Invio di SMS con FOCUS 10 Sommario I Sommario 1 1 2 Attivazione del servizio 1 3 Server e-service 3 4 Scheda anagrafica 4 4.1 Occhiale... pronto 7 4.2 Fornitura... LAC pronta 9 4.3 Invio SMS... da Carico diretto 10 5 Videoscrittura

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA

DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA DELIBERA N. 326/10/CONS MISURE DI TUTELA DEGLI UTENTI DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE MOBILI E PERSONALI L AUTORITA NELLA sua riunione di Consiglio del 1 luglio 2010; VISTA la legge 31 luglio 1997, n. 249,

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung

Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Termini e condizioni dell iniziativa Scopri il valore di stare con Samsung Samsung Electronics Italia S.p.A., con sede legale in Cernusco sul Naviglio (MI), Via C. Donat Cattin n. 5, P.IVA 11325690151

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario IMPRESE PROMOTRICI GTech S.p.A. con sede legale e amministrativa in Roma, Viale del Campo Boario, 56/d - Partita IVA e Codice Fiscale 08028081001

Dettagli

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business.

Le soluzioni migliori per il tuo lavoro. Area Clienti Business www.impresasemplice.it. Mobile. Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Le soluzioni migliori per il tuo lavoro Area Clienti Business www.impresasemplice.it Mobile Il meglio di TIM e Telecom Italia per il business. Telefonia mobile cos'è l'area Clienti business L Area Clienti

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Invio SMS via e-mail MANUALE D USO

Invio SMS via e-mail MANUALE D USO Invio SMS via e-mail MANUALE D USO FREDA Annibale 03/2006 1 Introduzione Ho deciso di implementare la possibilità di poter inviare messaggi SMS direttamente dal programma gestionale di Officina proprio

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica

Serie Motorola D1110. Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Serie Motorola D1110 Telefono Cordless Digitale con Segreteria Telefonica Avvertenza Servirsi unicamente di batterie ricaricabili. Caricare il portatile per 24 ore prima dell uso. Benvenuti... al vostro

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

LA CARTA DEI SERVIZI DI NOWIRE SPA

LA CARTA DEI SERVIZI DI NOWIRE SPA LA CARTA DEI SERVIZI DI NOWIRE SPA INDICE 1. CARTA DEI SERVIZI...2 2. L OPERATORE...2 3. I PRINCIPI FONDAMENTALI...2 3.1 EGUAGLIANZA ED IMPARZIALITÀ DI TRATTAMENTO...3 3.2 CONTINUITÀ...3 3.3 PARTECIPAZIONE,

Dettagli

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio.

Guida Rapida. Guida Rapida. Telefoni. Progetto. Collegati ai sistemi Progetto. PROMELIT Meglio comunicare meglio. Guida Rapida Guida Rapida Progetto Telefoni N e x t Collegati ai sistemi Progetto 35 PROMELT Meglio comunicare meglio. Telefoni PROGETTO NEXT Telefono ntercomunicante PROGETTO NEXT l Vs. apparecchio ha

Dettagli

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT La chiamata diretta allo script può essere effettuata in modo GET o POST. Il metodo POST è il più sicuro dal punto di vista della sicurezza. Invio sms a un numero

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...

INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:... INFORMAZIONI GENERALI...2 INSTALLAZIONE...5 CONFIGURAZIONE...6 ACQUISTO E REGISTRAZIONE...11 DOMANDE FREQUENTI:...13 CONTATTI:...14 Ultimo Aggiornamento del Documento: 23 / Marzo / 2012 1 INFORMAZIONI

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli