Hedge Invest Sgr. HI Numen Credit Fund HI Principia Fund. Giugno Presentazione riservata a investitori istituzionali e qualificati.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Hedge Invest Sgr. HI Numen Credit Fund HI Principia Fund. Giugno 2013. Presentazione riservata a investitori istituzionali e qualificati."

Transcript

1 Hedge Invest Sgr HI Numen Credit Fund HI Principia Fund Giugno 2013 Presentazione riservata a investitori istituzionali e qualificati.

2 Hedge Invest Sgr Profilo della società Hedge Invest è tra le SGR alternative italiane di più lunga tradizione. Costituita nel 2000 e autorizzata da Banca d Italia nell aprile 2001, ha lanciato i primi due fondi di fondi hedge a fine La società nasce come evoluzione della esperienza della famiglia Manuli, proprietaria e principale investitore, nella creazione e gestione di fondi di fondi hedge fino dalla metà degli anni 90. E una delle due maggiori società indipendenti presenti sul mercato e, tra queste, l unica con attività concentrata esclusivamente sugli investimenti alternativi (hedge e immobiliari). Nella crisi del subprime Hedge Invest non ha mai applicato misure restrittive della liquidità (gate e side pocket). Con un patrimonio in gestione di circa 780 mln di euro, e una struttura di 30 persone con uffici a Milano, Londra e Lugano, Hedge Invest offre attualmente tre tipologie di prodotti finanziari: Cinque fondi di fondi hedge Un fondo di fondi UCITS alternativo Due fondi single manager UCITS Un fondo di fondi immobiliare Il principio fondamentale che ispira le scelte di investimento della famiglia e quindi della società è l adeguata protezione del capitale in un ottica di graduale rivalutazione nel medio-lungo periodo Page 2

3 Hedge Invest International Funds plc

4 Hedge Invest International Funds plc Tipologia struttura: Public Limited Company Domicilio: Irlanda Investment Manager/Sponsor: Hedge Invest Sgr responsabile per il monitoraggio dell operato dei gestori delegati ed effettua verifiche indipendenti di risk management/compliance Gestori delegati: responsabili della gestione dei singoli comparti (definizione scelte di investimento ed esecuzione delle operazioni di investimento) e del rispetto dei limiti di investimento normativi e del prospetto - Numen Investments Limited: HI Numen Credit Fund (L/s Credit) - Oakley Capital Management Limited: HI Principia Fund (L/s Equity) Banca Depositaria: JP Morgan Società di revisione: KPMG Page 4

5 HI Numen Credit Fund Ucits L/s Credito Presentazione riservata a investitori istituzionali e qualificati.

6 Informazioni Base Il fondo in uno sguardo Fondo Ucits IV, non appartenente a nessuna piattaforma di fondi. Strategia: Long/Short Credit, focalizzata sul settore più liquido del mondo obbligazionario. Liquidità settimanale. Portafoglio d investimento suddiviso in tre sub-strategie: 1. Acquisto selettivo di bond con un profilo di volatilità contenuta; 2. Trading opportunistico di bond ad alta volatilità; 3. Arbitraggi in contesti di special situation (ristrutturazioni, buy back, fusioni, ecc.) Nel novembe 08, Numen Capital, fondata da Filippo Lanza e da Kushal Kumar, lancia il fondo hedge Numen Credit Opportunities Fund: Rendimento cumulato del +313% (a maggio 2013*) * La performance del mese di maggio 2013 è stimata. Page 6

7 Filosofia di Investimento Descrizione e focus Obiettivo di Numen Credit Opportunities Fund è generare un rendimento medio netto del 7/8% annualizzato con una volatilità del 4%, distribuendo una cedola annuale del 4/5%. Per arrivare a questo obiettivo, il portafoglio è investito in tre strategie: 1. Acquisto selettivo di bond con un profilo di volatilità contenuta: sia l analisi sul merito creditizio che quella sul mercato sono utilizzate per individuare posizioni lunghe che offrono valutazioni interessanti. Nella gestione di questa strategia il beta può essere ridotto in ogni momento. 2. Trading opportunistico di bond ad alta volatilità: focalizzandosi sugli emittenti più liquidi studiandone l intera struttura delle passività. In particolare, oggetto di analisi sono società a larga capitalizzazione, istituzioni finanziarie ed emittenti governativi. Lo scopo è di realizzare profitti (in un ottica opportunisticamente long, short o neutrale) capitalizzando sugli elevati livelli di volatilità delle quotazioni che caratterizzano determinati bond, in particolare di emittenti europei. 3. Arbitraggio in contesti di special situation (ristrutturazioni, buy back, fusioni, ecc.): posizioni costituite con riferimento a specifici event catalyst, in aggiunta all analisi del fair value. Page 7

8 Filosofia di Investimento Rendimento target per strategia Strategia Peso in portafoglio Target return Posizioni rialziste con profilo di volatilità contenuto 60% 4,5-12,5% Caratterizzate da elevata liquidità 45% Trading opportunistico di strumenti liquidi 30% 8,5-16,5% Di cui governativi di paesi europei in stress finanziario 15% Long short in special situation 10% 30-50% Totale 100% 8-17,5% Page 8

9 Filosofia di Investimento Esempi strategia long con volatilità contenuta PARPÙBLICA E holding di partecipazione del governo portoghese che detiene partecipazioni in società operanti in settori strategici (privatizzate o in fase di privatizzazione). La società è al 100% di proprietà dello Stato ed è strategicamente importante da un punto di vista politico, come sottolineato anche dalle agenzie di rating. Parpùblica non hai mai richiesto finanziamenti governativi fino ad ora. Peraltro in caso di necessità, l impegno dell EU/FMI di continuare a fornire liquidità al Portogallo rimane molto elevato. Parpùblica ha emesso obbligazioni convertibili a scadenza 2014 con opzione di rimborso al 100% del valore nominale per l investitore a dicembre Tale obbligazione a metà 2012 veniva scambiata sul mercato a poco più del 90% del valore nominale, offrendo un profilo di rischio/rendimento attraente. ALLIED IRISH BANK A luglio 2012 il senior bond (non garantito dallo stato) di AIB con scadenze di tre mesi (ottobre 2012) veniva scambiato con un rendimento annualizzato di circa il 7/8%. Il bond prezzava in maniera significativa un potenziale rischio default. Nella struttura delle passività di AIB erano presenti solo 6,5 miliardi di bond in non garantiti dallo stato. Inoltre, era molto più probabile che l Irlanda focalizzasse i suoi sforzi negoziali per ristrutturare le promissory notes (cambiali emesse dalle banche irlandesi al governo, utilizzate dalle banche stesse come collaterale presso la banca centrale per ricevere liquidità). I tre mesi corrispondenti alla vita residua del titolo rappresentavano un tempo insufficiente perché l Europa definisse un piano condiviso per gestire eventuali ristrutturazioni di obbligazioni senior bancarie, rendendo pertanto attraente il titolo come posizione long. Page 9

10 Filosofia di Investimento Esempio trading opportunistico RISANAMENTO In seguito alle notizie sulla richiesta di fallimento da parte della Procura competente della societa immobiliare Risanamento e al successivo annuncio che i principali finanziatori della societa (le maggiori banche italiane) avrebbero supportato un piano di ristrutturazione, Numen ha iniziato ad accumulare una posizione sul bond convertibile con scadenza Dopo i primi acquisti in chiave opportunistica ad un prezzo intorno al 15% del valore nominale, i gestori hanno tratto fiducia dai dettagli emersi sul piano di ristrutturazione e dall atteggiamento costruttivo di banche finanziatrici e azionisti, decidendo pertanto di incrementare la posizione in modo sostanziale, con un prezzo medio di acquisto di 40 cents. L investimento è stato mantenuto anche dopo l approvazione formale del piano di ristrutturazione, quando, assieme ad altri investitori, Numen ha esaminato la possibilità di una richiesta di pagamento anticipato del bond per via di clausole collegate al cambio degli azionisti di controllo. Dato il forte apprezzamento del titolo, il fondo ha iniziato a ridurre la posizione ad inizio 2011, ad un prezzo di circa il 95% del valore nominale. In seguito, dopo alcune notizie riguardanti la potenziale cessione di uno degli asset principali della societa (complesso immobiliare Santa Giulia), il fondo ha liquidato totalmente la posizione all inizio di aprile, ad un prezzo di circa 100/101% del valore nominale. Dettagli sul piano di ristrutturazione che prevedeva anche il pagamento del bond Inizo accumulo posizione in seguito a notizia di possibile fallimento e potenziale piano di ristrutturazione Volatilità nei prezzi in seguito alle notizie di problemi relativi al complesso immobiliare Santa Giulia Approvazione del piano di ristrutturazione Inizo vendita delle posizioni beneficiando di alti livelli di liquidità Uscita dalla posizione sui rumor collegati alla vicenda Santa Giulia Page 10

11 Filosofia di Investimento Esempio strategia special situation ABN Amro titoli T1 & UT2 Numen ha individuato un bond Tier 1 emesso da ABN Amro Bank NV, il cui regolamento presentava specifiche clausole (ovvero cedole cumulative e pagamenti obbligatori in caso di distribuzioni di dividendi inter-company) che lo rendevano di fatto simile a un titolo con maggiori garanzie (Upper Tier 2). In aggiunta, Numen aveva valutato la possibilità che la specifica società emittente potesse avere un merito di credito superiore per effetto di probabili eventi esterni (ovvero l allocazione dei titoli in esame al governo olandese piuttosto che a RBS), come avvenuto in effetti nel marzo La posizione è stata costruita al prezzo del 15% del valore nominale (<4x la cedola annuale ottenibile); in seguito, il fondo ha anche acquistato uno specifico titolo Upper Tier 2 dello stesso emittente al 30% del valore nominale. I bond sono stati poi venduti quando trattavano, rispettivamente, a prezzi di circa 60% (Tier 1) e circa 70% (Upper Tier 2) del valore nominale, con un rendimento dall investimento di oltre il 250%. Diffusione voci su nazionalizzazione Fallimento Lehman Brothers DB annuncia che non richiamerà titolo LT2 Allocazione titoli T1/UT2 al governo olandese Page 11

12 Il risk management Report e processi Analisi di scenario dettagliata e giornaliera. Valutazione deterministica del worstcase scenario a livello di singola posizione e a livello di portafoglio. Assunzioni di movimenti avversi di variabili apparentemente non correlate. Utilizzo in real time di report sui diversi fattori di rischio da rivedere alla luce dei movimenti di mercato e delle nuove notizie. I risk report sono alimentati da AIM Bloomberg utilizzati per il monitoraggio del portafoglio e del risultato I dati derivanti dalla piattaforma Bloomberg vengono raccolti ed elaborati mediante appositi monitor proprietari e fogli excel, senza necessità di utilizzare modelli di pricing eccessivamente complessi. 5 ) Analisi del VAR 4 ) Supervisione dinamica con simulazioni di stress estremi 1) Static Overview: approccio di analisi nel continuo e dei delta attesi 3 ) Supervisione dinamica con simulazione di stress di media entità 2) Analisi della liquidità titolo per titolo Page 12

13 Il risk management Regole di diversificazione Tipo di Limite Obbligazioni corporate Obbligazioni di istituzioni bancarie* Obbligazioni governative** Limite singolo 10% 25% 35% Limite complessivo Per le posizioni >5%, il peso aggregato è 40% Per le posizioni >5%, il peso aggregato è 80% < 100% NAV *Deve essere un istituzione creditizia europea soggetta alla legge speciale di supervisione designata per proteggere i risparmiatori (esempio covered bond) **Emesse o garantite da Stati membri UE, dai suoi enti locali, da uno stato non membro UE o da organismi internazionali di carattere pubblico di cui fanno parte uno o più stati membri UE Page 13

14 Il risk management Limiti di concentrazione e operatività Liquidità e depositi Max 10% NAV in cash/depositi con la stessa banca Limite aumentato al 20% per: Banche in paesi EEA, aderenti al trattato di Basilea o altri (eg. Jersey, USA) Max 20% con la banca depositaria Posizioni corte Non si possono assumere posizioni corte dirette ma solo tramite strumenti derivati Credit Default Swap, Total Return Swap, Interest Rate Swap, Currency Swap FX Forward, Future Rischio controparte Max esposizione verso stessa controparte per derivati OTC = 10% Il calcolo può tenere conto di garanzie che rispettino determinate caratteristiche Le posizioni negative e positive possono essere compensate se esistono degli accordi contrattuali di compensazione che creano una singola obbligazione Page 14

15 HI Numen Credit Fund Track Record Resto Mondo; Resto EU; 4% 4% Cipro; 11% UK; 16% Grecia; 13% Francia; 3% Irlanda; 15% Italia; 9% Portogallo; 12% Spagna; 11% Germania; 2% Caratteristiche Profilo Fondo Ucits Single manager Long/short credit Gestore Filippo Lanza / Kushal Kumar Data di partenza Ottobre 2012 Sottoscrizione Settimanale Riscatto Settimanale Notice period 2 giorni Management fee 1.5% Performance fee 15% sopra Hurdle Rate Hurdle Rate Weekly Euribor + 1% AUM EUR 80 ml Performance mensili Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic YTD ,41% 0,45% -0,16% 0,30% 3,86%* 5,94% ,09% 2,32% 1,42% 4,91% Note: *I dati si riferiscono alla classe Eur I. Le performance sono al lordo delle tasse ma al netto delle commissioni. Page 15

16 Termini e condizioni Le classi Investment Manager Sub-Investment Manager Fund Manager Domicilio Investimento Minimo Investimento Aggiuntivo Minimun Redemption Liquidità Preavviso sottoscrizione Hedge Invest SGR p.a. Numen Investments Ltd Filippo Lanza e Kushal Kumar Irlanda Eur/Chf/Usd classe R (retail) Eur classe DM (gestori patrimoniali) Eur classe I (istituzionali) per le classi R, DM per la classe I per le classi R, DM per la Classe I Settimanale 2 giorni (entro le ore Irish time) Preavviso rimborso Commissione di gestione Commissione di performance 2 giorni (entro le ore Irish time) Hurdle Rate Weekly Euribor + 1% Retail (cl. R 1.75%), Istituzionali (cl. I 1.50%), Gestori Patrimoniali (cl. DM 1.00%) Per tutte le classi 15% sopra Hurdle Rate con High Water Mark assoluto Page 16

17 Termini e condizioni ISIN del fondo Classe R (Retail) HI Numen Credit R EUR HI Numen Credit R CHF HI Numen Credit R USD IE00B59FC488 IE00B8BGWG21 IE00B4Z1G298 Classe I (Istituzionale) HI Numen Credit I EUR IE00B4ZWPV43 Classe DM (Gestori Patrimoniali) HI Numen Credit DM EUR IE00B7C3TR53 Classe FOF (Gestori di fondi di fondi) HI Numen Credit FOF EUR IE00B84M0855 Page 17

18 HI Principia Fund Ucits L/s Equity Presentazione riservata a investitori istituzionali e qualificati.

19 Informazioni Base Il fondo in uno sguardo HI Principia Fund intende replicare, in forma di veicolo armonizzato europeo (UCITS), con liquidità giornaliera, la strategia di investimento del fondo hedge Principia, con: Obiettivo di ritorno annualizzato di medio periodo pari a 10-12% Obiettivo di volatilità annualizzata di medio periodo pari a 7%-8% Fondo Ucits IV, non appartenente a nessuna piattaforma di fondi Strategia Long/Short Europa, focalizzata sul Nord Europa Liquidità e NAV giornaliero Risk management disciplinato e sistematico Approccio di gestione basato su: solida attività di analisi dei fondamentali aziendali (Stock Picking); supportata da attività di trading al fine di capitalizzare guadagni di breve periodo. Page 19

20 Filosofia di Investimento Processo di investimento Generazione di idee Intensa attività di ricerca e screening dell universo di riferimento (MSCI Europe), utilizzando metriche quali P/B, EV/Sales, ROCE Incontri One-to-One con il management delle società Ca. 250 visite on-site su base annua Incrocio di referenze con operatori di società nel medesimo settore Solida rete di contatti con banche d investimento e case di brokeraggio europeo Partecipazione regolare ad eventi (conferenze e convegni) Analisi fondamentale Stock selection Massimizzare i guadagni di breve periodo tramite un profit taking disciplinato Tagliare rapidamente esposizione/rischi Analisi delle dinamiche di domanda del prodotto offerto dalla società Analisi del management aziendale: reputazione, esperienza passata, allineamento degli interessi con gli azionisti Capacità innovativa e forza del brand Valuation (Free Cash Flow e Return On Investment) Attività di trading Page 20

21 Filosofia di Investimento Parte corta del portafoglio L attività di vendita di titoli allo scoperto si fonda su: Identificazione di società con aspettative di mercato troppo alte Ricerca di business strutturalmente in declino, a seguito di cambiamenti settoriali/regolamentari avversi Indebolimento dei drivers della domanda aziendale Speciale attenzione ad evitare situazioni sovraffollate con scarso profilo rischio/rendimento Revisione continua del profilo rischio/rendimento delle posizioni Page 21

22 Filosofia di Investimento Esempio 1 - Deutsche Post AG Gestione opportunistica e tattica intorno alle posizioni. Approccio di trading dinamico volto a fronteggiare la volatilità del mercato. Page 22

23 Filosofia di Investimento Esempio 2 Oriflame Cosmetics SA Capacità di generare valore anche dalla parte corta del portafoglio. Page 23

24 Risk Management I principi L attività sistematica di risk management è svolta attraverso il monitoraggio costante dei vari livelli di esposizione: lorda, netta, per settore, per capitalizzazione, per area geografica, per liquidità del sottostante, per fattori comuni di rischio, con l obiettivo di costruire un portafoglio decorrelato: Esposizione lorda: range storico 40%/190% Esposizione netta: range storico -5%/+60% Esposizione Small-cap (< EUR 1 bn capitalizzazione): 30% max Analisi dell esposizione ai seguenti fattori di rischio Prezzo delle materie prime Esposizione valutaria Tassi di interesse Attuazione di tecniche di stop loss non automatiche Perdita mensile > 4%: riduzione immediata della gross exposure del 50% Perdita giornaliera > 1%: ribilanciamento delle principali posizioni Page 24

25 Risk Management Regole di diversificazione I pesi delle posizioni sono determinati da un mix di fattori: Risk/reward Grado di convinzione del gestore Liquidità Massimo peso singola posizione: 10% (storicamente raggiunto solamente da 4 posizioni) L esposizione lorda e netta è determinata dal livello di visibilità sul mercato Turnover di portafoglio relativamente alto: 10-20x su base annua, a seconda delle opportuntà e della volatitlità del mercato Focus su titoli europei (prevalentemente core Europe e UK) di media capitalizzazione Page 25

26 Jul-07 Jan-08 Jun-08 Sep-08 Oct-08 Apr-10 May-10 Nov-10 May-11 Jul-11 Aug-11 Sep-11 Apr-12 May-12 HI Principia Fund Protezione nelle fasi di mercato ribassista di Principia Capital Euro Stoxx 50 Principia 0,04 0,02 1,6% 1,9% 0,5% 0,7% 0,5% 0-0,02-1,2% -0,6% -0,7% -0,5% -1,9% -1,7% -1,3% -1,8% -0,04-2,9% -3,9% -3,9% -0,06-5,0% -5,3% -0,08-7,3% -6,8% -6,3% -6,9% -8,1% -0,1-9,7% -0,12-11,3% -0,14-0,16-13,8% -14,7% -13,8% RoR medio dell indice Euro Stoxx 50 durante le fasi di market stress = -8,36% RoR medio di Principia Fund durante le fasi di market stress = -0,61% Fonte: Daiwa Fund Administration, Oakley Capital Management Ltd Page 26

27 Apr-10 May-10 Jun-10 Jul-10 Aug-10 Sep-10 Oct-10 Nov-10 Dec-10 Jan-11 Feb-11 Mar-11 Apr-11 May-11 Jun-11 Jul-11 Aug-11 Sep-11 Oct-11 Nov-11 Dec-11 Jan-12 Feb-12 Mar-12 Apr-12 May-12 Jun-12 Jul-12 Aug-12 Sep-12 Oct-12 Nov-12 Dec-12 Jan-13 Feb-13 Mar-13 HI Principia Fund Esposizione lorda e netta di Principia Capital 200% Net Gross Short Long 180% 160% 140% 120% 100% 80% 60% 40% 20% 0% Fonte: Daiwa Fund Administration, Oakley Capital Management Ltd Page 27

28 HI Principia Fund Track Record Francia; 26% Altri Paesi Nordici; 12% Spagna; 18% UK; 7% Olanda; 18% Austria; 3% Germania; 16% Caratteristiche Profilo Fondo Ucits Single manager Long/short equity Gestore Marc Chapman Data di partenza Novembre 2012 Sottoscrizione Giornaliero Riscatto Giornaliero Notice period 5 giorni Management fee 2% Performance fee 20% AUM EUR 41 ml Performance mensili Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic YTD ,42% 2,59% -0,41% -2,49% 5,04%* 6,14% ,56% -0,37% -0,93% Note: * I dati si riferiscono alla classe Eur FOF. Le performance sono al lordo delle tasse ma al netto delle commissioni Page 28

29 Termini e condizioni Le classi Investment Manager Sub-Investment Manager Fund Manager Domicilio Banca Depositaria/amministratore Società di revisione Investimento Minimo Investimento Aggiuntivo Minimun Redemption Liquidità Preavviso sottoscrizioni Preavviso riscatti Commissione di gestione Commissione di performance Hurdle Rate Hedge Invest SGR p.a. Oakley Capital Management Ltd. Marc Chapman Irlanda JP Morgan KPMG Eur/Chf/Usd classe R (retail) Eur classe DM (gestori patrimoniali) Eur classe I (istituzionali) classe R e DM classe I classe R e DM classe I Giornaliera 1 giorno prima entro le ore Irish time 5 giorni prima entro le ore Irish time Retail (cl. R 2.00%), Istituzionali (cl. I 1.50%), Gestori Patrimoniali (cl. DM 1.00%) 20% con High Water Mark assoluto No Page 29

30 Termini e condizioni ISIN del fondo Classe R (Retail) HI Principia R EUR HI Principia R CHF HI Principia R USD IE00B87XFT16 IE00B8KYYZ07 IE00B8G27P95 Classe I (Istituzionale) HI Principia I EUR IE00B8L13G46 Classe DM (Gestori Patrimoniali) HI Principia DM EUR IE00B83N7116 Classe FOF (Gestori di fondi di fondi) HI Principia FOF EUR IE00B7VTHS10 Page 30

31 Disclaimer Le informazioni contenute nel presente documento sono fornite a mero scopo informativo e la loro divulgazione non è da considerarsi sollecitazione al pubblico risparmio. Le performance passate indicate nel presente documento hanno un valore puramente indicativo e non costituiscono una garanzia sull'andamento futuro dei fondi. Prima dell'adesione e per maggiori informazioni leggere il Prospetto e il KIID a disposizione sul sito Movimenti dei tassi di cambio possono influenzare il valore dell'investimento. Per effetto di movimenti di mercato il valore dell'investimento può aumentare o diminuire e non vi è garanzia di recuperare l'investimento iniziale. Le performance passate hanno un valore puramente indicativo e non costituiscono una garanzia sull andamento futuro del comparto Il contenuto di tale documento non potrà essere riprodotto o distribuito a terzi né potranno essere divulgati i contenuti. Hedge Invest non sarà in alcun modo responsabile per qualsiasi danno, costo diretto o indiretto che dovesse derivare dall'inosservanza di tale divieto. Page 31

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza

Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta. insieme fino all essenza Solo un leader della Gestione Alternativa può offrirvi una tale scelta insieme fino all essenza Dexia Asset Management, un leader europeo nell ambito della Gestione Alternativa n Una presenza storica fin

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti

Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità. Cristiana Brocchetti Hedge Fund: stili di gestione e peculiarità Cristiana Brocchetti Milano, 17 dicembre 2012 1 Tradizionale o Alternativo? Due le principali aree che caratterizzano le tipologie di investimento: Tradizionali

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business

GUARDIAN asset management software. Solutions. The safe partner for your business Portfolio Management GUARDIAN Solutions The safe partner for your business Swiss-Rev si pone come società con un alto grado di specializzazione e flessibilità nell ambito di soluzioni software per il settore

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011

Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS. Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011 Investire nelle Insurance Linked Securities: UNA NUOVA ASSET CLASS Prima dell adesione leggere il prospetto informativo Novembre 2011 1 INDICE 1 CONOSCERE LASSETL CLASS E IL MERCATO 2 I VANTAGGI AD INVESTIRE

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti

ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti ETF Revolution: come orientarsi nel nuovo mondo degli investimenti Emanuele Bellingeri Managing Director, Head of ishares Italy Ottobre 2014 La differenza di ishares La differenza di ishares Crescita del

Dettagli

Gestione Separata Sovrana

Gestione Separata Sovrana Gestione Separata Sovrana Investment pack Aggiornamento al 31/01/2015 Composizione degli asset per classi di attivo DURATION DI PORTAFOGLIO 6,33 AUM (in mln ) 651,48 805,61 848,22 821,06 2 Dettaglio delle

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

L asset management di Banca Fideuram

L asset management di Banca Fideuram L asset management di Banca Fideuram 1 LA SOCIETA 2 La struttura societaria Banca Fideuram 3 Italia 99.5% Irlanda 100% Lussemburgo 99.94% Fideuram Investimenti SGR Gestioni Patrimoniali Fondi Comuni di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto

SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto Relazione semestrale SELECTRA INVESTMENTS SICAV Società d investimento a capitale azionario variabile SICAV multi comparto R.C.S. Luxembourg B 136 880 Non si accettano sottoscrizioni basate sul presente

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione

Il monitoraggio della gestione finanziaria dei fondi pensione Il monitoraggio della gestione finanziaria nei fondi pensione Prof. Università di Cagliari micocci@unica.it Roma, 4 maggio 2004 1 Caratteristiche tecnico - attuariali dei fondi pensione Sistema finanziario

Dettagli

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"):

Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la Società): 24 luglio 2014 Comunicazione ai titolari di Azioni dei seguenti comparti di GO UCITS ETF Solutions Plc (già ETFX Fund Company Plc) (la "Società"): ETFS WNA Global Nuclear Energy GO UCITS ETF (ISIN: IE00B3C94706)

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione

SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione Structured Products Italia 1/11 Ottobre 26 SANPAOLO ASSET MANAGEMENT Fra tradizione e innovazione Alberto Castelli - Direttore Commerciale, Marketing e Prodotti Gianluigi Fusar Poli - Responsabile Gestioni

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011

SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 YOUR Private Insurance SOLUZIONE UNIT Edizione 2011 Offerta pubblica di sottoscrizione di YOUR Private Insurance Soluzione Unit Edizione 2011 (Tariffa UB18), prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit

Dettagli

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione

COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Indagine conoscitiva sulla gestione del risparmio da parte dei Fondi pensione e Casse professionali, con riferimento agli investimenti mobiliari e immobiliari,

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank

NOTA DI SINTESI. relativa agli. ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank NOTA DI SINTESI relativa agli ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES su un Indice di Riferimento in OICR calcolato da Abaxbank di cui al Prospetto di Base ABAXBANK DYNAMIC ALLOCATION CERTIFICATES redatta

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione

A) Informazioni generali. 1. L Impresa di assicurazione A) Informazioni generali 1. L Impresa di assicurazione Parte I del Prospetto d Offerta - Informazioni sull investimento e sulle coperture assicurative Parte I del Prospetto d Offerta Informazioni sull

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE Redatto ai sensi dell art. 5 della Delibera Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 (come modificata con Delibera n. 17389

Dettagli

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta.

La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio sull offerta. PARTE III DEL PROSPETTO COMPLETO ALTRE INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO La Parte III del Prospetto Completo, da consegnare su richiesta all investitore, è volta ad illustrare le informazioni di dettaglio

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

Le due facce dell investimento

Le due facce dell investimento Schroders Educational Rischio & Rendimento Le due facce dell investimento Per essere buoni investitori non basta essere buoni risparmiatori. La sfida del rendimento è tutta un altra storia. È un cammino

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23)

Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Fabbricazione di altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (Ateco 23) Indicatori congiunturali di settore e previsioni Business Analysis Aprile 2015 Indicatori congiunturali Indice della

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli

INTRODUZIONE... 3 TAVOLA 1 REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 6 TAVOLA 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 21

INTRODUZIONE... 3 TAVOLA 1 REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 6 TAVOLA 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 21 PILLAR 3 Informativa al pubblico al 31/ /12/2010 INTRODUZIONE... 3 TAVOLA 1 REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 6 TAVOLA 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 21 TAVOLA 3 COMPOSIZIONE DEL PATRIMONIO DI VIGILANZA...

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli