METODOLOGIE PER IL CONTROLLO TECNICO,ECONOMICO E TEMPORALE DEL PROGETTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "METODOLOGIE PER IL CONTROLLO TECNICO,ECONOMICO E TEMPORALE DEL PROGETTO"

Transcript

1 METODOLOGIE PER IL CONTROLLO TECNICO,ECONOMICO E TEMPORALE DEL PROGETTO Giordano Renato Gariboldi Responsabile Controllo di Gestione e Controllo Progetti Divisione E.& P. giordano. Comitato Direttivo Corsi ANIMP 1

2 INDICE DEGLI ARGOMENTI DEFINIZIONE DEL CONTROLLO DI PROGETTO SISTEMA DI CONTROLLO DEL PROGETTO CONTROLLO DELL AVANZAMENTO ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI ANALISI DI PERFORMANCE & STIMA A FINIRE CONTROLLO COSTI METODO TRADIZIONALE METODO DELL EARNED VALUE GESTIONE DELLE CONTINGENCIES CONTROLLO DEL CASH FLOW AZIONI CORRETTIVE CONTROLLO DELLO SCOPO DEL LAVORO REPORTS 2

3 Definizione-Il controllo del progetto Il Controllo di Progetto comprende la definizione degli obiettivi e dei piani operativi di progetto, la rilevazione dello stato del progetto ad una certa data (cut off date o time now), la valutazione di performance attraverso il confronto con la pianificazione iniziale (baseline),la valutazione del forecast e infine l attuazione tempestiva di tutte le necessarie azioni correttive. Il Controllo di Progetto riunisce le funzioni di pianificazione, di monitoraggio e di decisione delle azioni correttive circa tutte le attività di progetto, per garantire il raggiungimento degli obiettivi in termini di tempi, costi e prestazioni tecniche. Questo assicura che il lavoro, eseguito in organizzazioni e luoghi diversi, risulti integrato in termini di contenuto, tempo e costo, per raggiungere efficacemente gli obiettivi del progetto. Sono quindi parte integrante del Controllo di Progetto anche la misura della performance e la gestione di varianti. 3

4 Un efficace controllo di progetto principalmente deve : stabilire un sistema di informazione (reporting) efficace monitorare le prestazioni in date specifiche (time-now analysis) analizzare le effettive deviazioni del programma di progetto predisporre un sistema di autorizzazione del lavoro effettuare stime a finire attraverso l analisi delle tendenze identificare alternative e fare simulazioni ( What-if analysis) sviluppare ed applicare azioni correttive affinare o modificare gli obiettivi di progetto (revisione del programma). Più alta è la frequenza di reporting e più tempestivamente vengono prese le misure correttive appropriate. 4

5 Il Controllo di Progetto non va visto come un intervento meramente fiscale,teso ad individuare il colpevole di ritardi quanto piuttosto come un azione rivolta a quanto si può fare nel periodo di tempo che resta ancora prima della definitiva conclusione dell iter organizzativo al fine di fare rientrare il Progetto entro i limiti temporali ed economici prefissati. 5

6 Il sistema di controllo del progetto Deve essere finalizzato alla gestione anticipata (controllo attivo) delle varianze previste, al fine di intraprendere le opportune azioni correttive Deve permettere un controllo integrato di Tempi e Costi Deve identificare delle metriche, ovvero dei metodi di misura dell avanzamento e delle tendenze al completamento 6

7 Controllo integrato del progetto PIANIFICAZIONE CASH FLOW CONTROLLO COSTI PIANO OPERATIVO PIANO INCASSI/ESBORSI BUDGET OPERATIVO AVANZAMENTO INCASSI / PAGAM. IMPEGNATO RIPROGRAMMAZIONE A FINIRE STIMA A FINIRE STIMA A FINIRE ANALISI INTEGRATA & AZIONI CORRETTIVE 7

8 Il controllo dell avanzamento La valutazione dell avanzamento fotografa lo status del progetto e costituisce lo strumento fondamentale per il calcolo delle previsioni a finire per tutte le fasi di esecuzione del progetto. E calcolato in diversi modi: per le attività di ingegneria per le attività di Approvvigionamento Materiali per le attività di Costruzione e Montaggio per le attività di Commissioning 8

9 Avanzamento fisico E il rapporto tra la quantità di lavoro eseguito e la quantità omogenea di lavoro totale, valutata quest ultima, secondo la miglior stima possibile alla data del controllo(time-now,cut-off date). I valori omogenei possono essere : Quantità fisiche (No. di documenti, Kg. di tubazioni, metri cubi di calcestruzzo, metri di cavi, numero strumenti di linea ecc.) Ore equivalenti di lavoro 9

10 Avanzamento economico Costi: utilizzando questo parametro, l avanzamento prende il nome di economico 10

11 Il controllo di avanzamento dell ingegneria Nella fase d ingegneria le metodologie di pianificazione e controllo fanno riferimento alla produzione di documentazione tecnica, perché quest'ultima costituisce il prodotto fondamentale dell'attività di progettazione. La pianificazione della fase d ingegneria prevede innanzitutto, sulla base degli impegni contrattuali, della struttura dell'impianto da realizzare, delle caratteristiche organizzative dell'azienda, la definizione dell'elenco degli elaborati tecnici da produrre per l'intero progetto ("document list"). La classificazione degli elaborati con riferimento alla struttura dell'impianto e del progetto favorisce una "rappresentazione tecnica" il più possibile completa del prodotto finale. La codifica degli elaborati, comprensiva degli attributi tecnici e della gestione, nella banca dati di progetto, costituisce la base per le successive attività di pianificazione e controllo. 11

12 Il controllo di avanzamento dell ingegneria Gli elaborati tecnici aventi caratteristiche d omogeneità e relativi alla stessa disciplina possono essere raggruppati in Work Package, assegnati ad un unità organizzativa responsabile del loro completamento entro date prefissate. Come già accennato, a ciascun tipo di documento è possibile associare una serie di parametri della gestione standard, quali: articolazione in attività, unità organizzative coinvolte, fabbisogno d ore/uomo, milestones intermedi e relativi valori d avanzamento. Rispetto alla fase di montaggio per la quale è scontato che le diverse attività non richiedano rifacimenti ulteriori ma vengano eseguite in modo definitivo la prima volta la valutazione di avanzamento per la fase di ingegneria risulta in generale più problematica in quanto i singoli elaborati tecnici, soprattutto se caratterizzati da una certa complessità, raggiungono la loro versione definitiva per approssimazioni successive, corrispondenti ad una serie di emissioni progressive. Nel valutare l'avanzamento del singolo documento tecnico è quindi indispensabile fare riferimento alle milestones intermedie raggiunte.( smorfie ) 12

13 Il controllo di avanzamento dell ingegneria Il peso relativo tra diversi gruppi o discipline potrà essere valutato sul totale delle ore equivalenti di lavoro necessario per la produzione di un documento o gruppo di documenti. 13

14 Il controllo di avanzamento dell ingegneria ingegneria- un esempio Documento Peso Relativo di Gruppo % (ore standard) Prima emissione Seconda emissione emissione finale emissione "as built" Totale Avanzamen to Raggiunto % Milestone Gruppo Gruppo Gruppo TOTALE

15 Il controllo di avanzamento dell ingegneria ingegneria- Engineering report Pos. DESCRIPTION Oct. Nov. Dec. Jan. Febr. March April May June R.W Equipment Layouts P 10,0 40,0 80,0 90,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 A P&ID's P 40,0 40,0 80,0 80,0 100,0 100,0 100,0 100,0 A 40 Material requisitions P 50,0 80,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 A 40 P A P A - - TOTAL ENGINEERING P A P A P A P 3,0 28,0 55,0 83,0 92,0 100,0 100,0 100,0 100,0 A 3,0 9,0 50, ,0 40,0 30,0 15

16 Controllo avanzamento approvvigionamenti-procurement - Stato avanzamento RdO e tabulazioni tecniche fornitori - Stato avanzamento Ordini 16

17 Controllo avanzamento approvvigionamenti-procurement L'avanzamento sia della fase d approvvigionamento che d expediting può essere valutato in termini di quantità di materiali rispettivamente ordinati e messi a disposizione del cantiere. Data la difficoltà a trovare in taluni casi un'unica unità di misura fisica atta a considerare materiali con caratteristiche molto eterogenee (si può ad esempio pensare di ricorrere a misure di tipo pondo volumetrico) si possono utilizzare i valori monetari per quanto riguarda gli approvvigionamenti (ad esempio il valore degli ordini emessi fino a una certa data sul valore totale dei materiali da acquistare) e all'equivalente in ore di montaggio per i materiali destinati al cantiere. Quest'ultima misura consente in particolare di stabilire un a correlazione diretta tra l'avanzamento del processo di consegna dei materiali in cantiere e l'avanzamento del processo di montaggio.(attenzione comunque che con l aumentare della quantità ordinata aumentano le ore) 17

18 Controllo avanzamento materiali -Materials Management - Controllo programmi fornitori / expediting (Material Status Report rt ) - Avanzamento Documentazione fornitori - Feed-back su Tempi/Costi 18

19 Controllo di avanzamento dei lavori di Costruzione e Montaggio Per Fasi : come per l ingegneria, si assegna un valore convenzionale di avanzamento ad ogni fase intermedia di esecuzione dei lavori, effettuando sommatorie ponderali Per Quantità Fisiche : dividendo le quantità fisiche installate per il totale Per Ore-uomo equivalenti : considera le Ore-uomo equivalenti alle quantità di lavoro eseguito Ad eventi o (o milestones ): sulla base di un programma concordato, si assegnano delle percentuali ad eventi incontrovertibili, proporzionali al costo relativo 19

20 Controllo avanzamento della Costruzione e Montaggio : Construction and Erection Report Pos. DESCRIPTION Oct. Nov. Dec. Jan. Febr. March April May June R.W Piping Erection P 10,0 30,0 60,0 80,0 100,0 100,0 A 6 Civil Construction Equipment Installation Electrical/Instr. Installatio P Painting Insulation Fire Proofing P P 10,0 P P P 10,0 10,0 30,0 10,0 10,0 20,0 20,0 30,0 50,0 40,0 70,0 100,0 30,0 50,0 80,0 90,0 100,0 40,0 80,0 100,0 100,0 50,0 100,0 70,0 100,0 85,0 100,0 90,0 100,0 A A A A A A ,0 20,0 30,0 10,0 5,0 3,0 2,0 TOTAL CONSTRUCTION P A P 3,0 6,0 11,0 21,0 35,0 58,5 76,8 92,0 100,0 A 3,0 4,5 9,5 14,

21 Il controllo dell avanzamento Totale di Progetto RCE no.: Project Name : Site : Pos. DESCRIPTION Oct. Nov. Dec. Jan. Febr. March April May June R.W ENGINEERING P 3,0 28,0 55,0 83,0 92,0 100,0 100,0 100,0 100,0 A 3,0 9,0 50,5 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 PROCUREMENT P 4,0 8,0 18,0 34,0 50,0 76,0 94,0 96,0 100,0 A 4,0 6,0 16,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 CONSTRUCTION / INSTALL. P 3,0 6,0 11,0 21,0 36,0 61,0 79,5 93,0 100,0 A 3,0 4,5 11,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 COMMISSIONING P 5,0 10,0 20,0 35,0 50,0 75,0 92,5 95,0 100,0 A 5,0 7,5 17,5 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 VALIDATION P 8,0 16,0 26,0 38,0 50,0 72,0 88,0 92,0 100,0 A 8,0 12,0 22,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 P 3,7 18,3 36,1 56,9 68,9 85,5 94,4 97,3 100,0 A 3,7 7,7 33, ,0 TOTAL PROJECT 100 ### ### ### ### 21

22 Le curve di avanzamento OVERALL S-Curves & Histograms 12,00 100,00 10,00 80,00 8,00 60,00 6,00 40,00 4,00 2,00 20,00 0,00 ago-06 set-06 ott-06 nov dic gen-07 f eb-07 mar -07 apr -07 mag-07 giu-07 lug-07 ago-07 set-07 ott-07 nov-07 dic-07 gen-08 f eb-08 mar -08 0,00 Month Ear ly 0,00 0,02 0,23 0,55 1,03 4,07 5,17 6,08 6,41 8,50 7,23 8,05 4,68 8,49 9,14 8,31 6,89 6,70 4,56 2,86 Month Actual 0,00 0,02 0,23 0,55 1,19 3,23 5,07 5,92 6,68 7,53 8,67 6,39 2,73 7,27 5,99 Cumm Ear l y 0,00 0,02 0,25 0,79 1,82 5,89 11,07 17,14 23,55 32,06 39,29 47,34 52,02 60,51 69,65 77,96 84,86 91,56 96,12 98,98 Cumm Actual 0,00 0,02 0,25 0,79 1,99 5,22 10,29 16,22 22,89 30,42 39,09 45,48 48,21 55,48 61,47 22

23 Le curve di avanzamento OVERALL ENGINEERING S-Curves & Histograms 20,00 18,00 100,00 16,00 80,00 14,00 12,00 60,00 10,00 8,00 40,00 6,00 4,00 20,00 2,00 0,00 ago-06 set-06 ott-06 nov dic gen-07 f eb-07 mar -07 apr -07 mag-07 giu-07 lug-07 ago-07 set-07 ott-07 nov-07 dic-07 gen-08 f eb-08 mar -08 0,00 Month Ear ly 0,00 0,15 1,18 1,98 3,37 12,98 10,60 13,22 13,55 13,83 8,35 8,01 7,09 4,05 0,88 0,34 0,30 0,13 0,00 0,00 Month Actual 0,00 0,15 1,18 1,98 3,98 10,16 12,20 16,17 12,30 12,26 9,44 6,33 6,10 2,12 1,39 Cumm Ear l y 0,00 0,15 1,33 3,31 6,68 19,66 30,26 43,48 57,03 70,86 79,21 87,21 94,30 98,35 99,23 99,57 99,88 100,00 100,00 100,00 Cumm Actual 0,00 0,15 1,33 3,31 7,30 17,45 29,66 45,83 58,13 70,39 79,83 86,16 92,26 94,38 95,78 23

24 Le curve di avanzamento PROCUREM ENT S-Curves & Histograms 16,00 100,00 14,00 12,00 80,00 10,00 60,00 8,00 6,00 40,00 4,00 20,00 2,00 0,00 ago-06 set-06 ott-06 nov dic gen-07 f eb-07 mar -07 apr -07 mag-07 giu-07 lug-07 ago-07 set-07 ott-07 nov-07 dic-07 gen-08 f eb-08 mar -08 0,00 Month Ear ly 0,00 0,00 0,10 0,50 1,05 4,24 7,17 8,19 8,75 12,40 11,68 12,14 3,99 9,25 9,13 5,91 2,78 2,04 0,65 0,01 Month Actual 0,00 0,00 0,10 0,50 1,19 3,42 6,49 6,99 9,67 11,06 14,17 9,01 2,65 9,41 9,75 Cumm Ear l y 0,00 0,00 0,10 0,60 1,65 5,89 13,05 21,24 30,00 42,40 54,09 66,23 70,22 79,48 88,61 94,52 97,30 99,34 99,99 100,00 Cumm Actual 0,00 0,00 0,10 0,60 1,79 5,20 11,69 18,68 28,35 39,41 53,58 62,60 65,24 74,66 84,41 24

25 Le curve di avanzamento CONSTRUCTION S-Curves & Histograms 18,00 100,00 16,00 14,00 80,00 12,00 10,00 60,00 8,00 40,00 6,00 4,00 20,00 2,00 0,00 mar -07 apr -07 mag-07 giu-07 lug-07 ago-07 set-07 ott-07 nov-07 dic-07 gen-08 f eb-08 mar -08 apr -08 0,00 Month Ear ly 0,00 0,00 0,65 0,39 2,23 4,63 9,31 12,69 15,17 15,59 16,18 12,09 8,16 2,92 Month Actual 0,00 0,00 0,45 0,48 2,67 1,40 6,40 2,60 Cumm Ear l y 0,00 0,00 0,65 1,04 3,27 7,89 17,20 29,89 45,06 60,65 76,83 88,92 97,08 100,00 Cumm Actual 0,00 0,00 0,45 0,93 3,6 5,00 11,40 14,00 25

26 Avanzamento fisico 26

27 Istogramma delle Risorse 27

28 Analisi degli scostamenti & forecast Identificazione delle varianze misurabili (derivate da differenza Actual Vs. Pianificato) Le varianze misurate alla data del controllo (Timenow) e i relativi indici, sia in termini di tempi che di costi, devono essere utilizzate principalmente per l elaborazione dei forecast e le analisi di trend necessarie per l identificazione delle varianze finali previste. 28

29 Il controllo della performance Performance delle Discipline di ingegneria Performance Acquisti ( Pre-Order ) & Materiali (Post Order) Performance dei Lavori di costruzione e montaggio 29

30 Performance dell ingegneria : indici di produttività 30

31 Performance dell Ingegneria : stime a finire Avanzamento fisico effettivo : 51.2 % Avanzamento Ore spese rispetto al Budget : 49.6 % Confrontando i due valori di avanzamento effettivi (Actual) si ottiene l indice di Performance : Avanzamento Ore / Avanzamento fisico : 49.6 / 51.2 = 0.97 che esprime la % di ore spese per ogni punto % di avanzamento fisico. Moltiplicando questo indice x le Ore di preventivo, si ottengono le Ore Finali Previste. Da queste, sottraendo le Ore spese, si ottengono le Ore previste a finire, da utilizzare come base per la ri-programmazione a finire. 31

32 Performance dei Lavori di Costruzione indici di produttività 32

33 Analisi di Performance e stima a finire Esempio : Budget Ore = 800, Ore effettive spese = 378 Produttività cum. = Ore effettive / Ore std. guadagnate = 0,89 da cui si deduce che Ore standard guadagnate = 424 Ore std. a finire = = 376 Essendo la produttività stimata per le ore a finire = 1 Anche le Ore stimate a finire sono 376 Ore Finali Previste = Ore effettive Spese + Stimate a finire = = 754 Varianza Finale Attesa = =

34 Controllo Costi 34

35 Rapporto Costi : esempio aziendale vedi alla fine della presentazione maggiori dettagli sulle definizioni izioni 35

36 Rapporto Costi : metodo dell Earned Value b) BCWS : Costo a budget del lavoro programmato c) BCWP : Costo a budget del lavoro eseguito (earned) d) ACWP : Costo effettivo del lavoro eseguito e) SV = BCWP BCWS : variazione tempi (misurata in costi) f) CV = BCWP ACWP : variazione costi g) BAC : Costo finale di budget h) EAC : Costo finale aggiornato (da ultima stima) i) VAC : BAC-EAC : varianza finale 36

37 Earned Value : curve di controllo 120 Scostamento finale previsto costo in M$ Stima a finire BCWS ACWP ritardo alla data Time now BCWP numero mesi Scostamento alla data Ritardo finale previsto 37

38 Earned Value : indici di performance Cost Performance Index = CPI = BCWP / ACWP Schedule Performance Index = SPI = BCWP / BCWS BC WS AC WP BC WP 38

39 ETC = Stima a finire (Estimate To Complete) EAC = ACWP + (BAC BCWP) / CPI Esempio : Earned Value : stime a finire Dati : BAC = 100, BCWP = 40, ACWP = 50 CPIp = 40/50 = 0.8 EAC = 50 + (100-40) / 0.8 = / 0.8 = 135, VAC = = -35 Se si pensa di eliminare l inefficienza e quindi di lavorare sulla parte rimanente del progetto con un CPIf (futuro) = 1 : EAC = = 110, VAC = =

40 Gestione delle Contingencies di progetto La Contingency è una riserva gestionale che serve per cautelarsi da eventuali imprevisti di costo Ogni utilizzo deve essere registrato e motivato Come per le altre voci di costo, viene continuamente aggiornata la sua previsione a finire La parte non utilizzata, entra a far parte dell utile di progetto : Es : + RICAVI TOTALI (Valore contrattuale del progetto) - COSTI TOTALI (da ultima stima) - CONTINGENCIES = Margine di Contribuzione (Mark-up) 40

41 Controllo del Cash Flow E finalizzato al mantenimento delle condizioni di autofinanziamento del progetto Attenzione alle tendenze di scostamento più che ai valori assoluti E possibile solo in presenza di un reale controllo, sia sui COSTI che sull AVANZAMENTO : INCASSI : da ri-programmazione a finire e da pagamenti contrattuali da Cliente ESBORSI : da ri-programmazione a finire, stima dei costi a finire e pagamenti contrattuali a fornitori e appaltatori 41

42 Le azioni correttive Le azioni correttive sono intraprese sulla parte mancante al completamento del progetto, poiché è su questa che è ancora possibile intervenire (controllo attivo) Le azioni correttive sono finalizzate all assorbimento delle varianze Le stime a finire devono già tener conto delle eventuali azioni correttive che il Project Manager intende intraprendere 42

43 Controllo dello scopo del lavoro La WBS come guida per il controllo della configurazione del progetto Limiti di batteria ( Battery Limits ) di ogni Work Package devono essere ben chiari e definiti In mancanza di un Controllo, lo scope of Work tende naturalmente a espandersi, a causa di : Aspetti non previsti in fase di offerta e preventivazioni Modifiche, miglioramenti tecnologici o nice to have Richieste esplicite da parte del Cliente ( Cambi contrattuali ) 43

44 Gestione di revisioni e modifiche Varianze interne non assorbibili : avvio del processo di revisione e ri-programmazione Varianze esterne : richieste di modifica dello Scope of Work da parte del cliente. In questo caso, è necessario : Valutare tempestivamente l impatto su COSTI e TEMPI Ottenere l approvazione formale e rinegoziare eventuali clausole contrattuali (milestones) Registrare ogni variante 44

45 Reports e frequenza di controllo Definizione dei report che debbono essere utilizzati Monthly Progress Report (MPR) Daily Report Work Progress Report Cost Report Raccolta delle informazioni di avanzamento : curve ad S Distribuzione dei report ad uso interno Distribuzione dei report verso il Cliente 45

46 Progress Summary Report PROJECT EXECUTION PLAN (come riferimento) MONTHLY PROGRESS REPORT PROGRESS CONTROL REPORT COST CONTROL REPORT NARRATIVE : - STATUS INGEGNERIA/ MATERIALI/ COSTRUZIONE - AZIONI FATTE / DA FARE NEL MESE SEGUENTE - PUNTI CRITICI 46

47 ORIGINAL BUDGET-Preventivo Iniziale di Progetto Viene stilato in fase iniziale e si mantiene inalterato lungo tutto l arco di tempo necessario al completamento dello scopo dell opera. Costituisce il termine di raffronto costante rispetto al quale vengono determinati gli scostamenti. In esso sono previsti i ricavi,i costi,e i margini del progetto. Il budget oltre che riepilogativo deve essere ripartito in anni di Esercizio (mensilizzato)-vedi Costo Standard 47

48 TRANSFERS-Trasferimenti Trasferimenti di costo tra una voce di costo all altra che avvengono in fase operativa VARIATION ORDERS-Varianti contrattuali Varianti approvate dal Cliente rispetto allo scopo del lavoro originale,possono essere negative o positive REVISED BUDGET-Preventivo aggiornato di Progetto E il preventivo iniziale modificato a seguito di varianti approvate dal cliente. 48

49 BOOKED/ACCRUED-Consuntivo alla data originato dalla Contabilità industriale Dati a consuntivo originati dalla contabilità suddivisi per voce di spesa COMMITTED- Impegnato alla data Ordini di acquisto materiali di progetto,materiali di consumo,ordini di Subappalto,Consulenza indicano un impegno ESTIMATE TO COMPLETE-Stima a finire Stima dei costi a finire valutati in funzione dell avanzamento e situazioni specifiche di progetto 49

50 PRESENT FORECAST o PROJECTED FINAL COST-Preventivo attuale/aggiornato o Preventivo Operativo Risultante dei costi impegnati più le stime a finire,e la previsione reale dei costi stimati,e cioè il risultato delle azioni correttive del P.M. intraprese durante il ciclo del progetto. OVER/UNDER RUN-Scostamenti Differenza/e tra il Preventivo Operativo ed il Preventivo aggiornato 50

51 BIBLIOGRAFIA IPMA Competence Baseline Edizione 2006 ANIMP (autori vari), "Lezioni di Project Management. Tecniche organizzative, o amministrative e legali", Etaslibri 1992 (*) Archibald R.D., "Project Management - La gestione di progetti e programmi complessi", F.Angeli 1994 Amato R., Chiappi R., "Tecniche di Project Management. Pianificazione azione e controllo dei progetti", F. Angeli Caron F., Gestione dei Progetti d Impiantod Impianto,, CUSL 1997 Cremonesi C., Il controllo di gestione nella produzione su commessa e nelle organizzazioni per progetto,, F. Angeli 1989 Patrone P.D., Piras V., Construction Management Alinea Ed Rossi G., "Project Management. Le tecniche di gestione dei progetti etti - ISEDI Harrison F.L., Advanced Project Management,, Gower 1990 Nepi A. Introduzione al Project Management Guerini & Associati

Earned Value e monitoring del progetto

Earned Value e monitoring del progetto IT Project Management Lezione 8 Earned Value Federica Spiga A.A. 2009-2010 1 Aspetti economico-finanziari (1) Costi C Fine progetto T Tempo La curva a S è chiamata baseline dei costi risultato dell aggregazione

Dettagli

Project Management e Controllo del Progetto - di Stefano Orlandi (*)

Project Management e Controllo del Progetto - di Stefano Orlandi (*) a cura di - Coordinatore della Sezione Quadri Project Management e Controllo del Progetto - di Stefano Orlandi (*) L implementazione di un sistema di Project Management all interno della propria organizzazione

Dettagli

Project Management Base

Project Management Base Master in Project Management e Gestione dell'innovazione http://www.rieforum.org/master/index.php?option=com_content&view=article&id=48&itemid=53&lang=it Project Management Base Modulo 3/3 Venerdì/Sabato

Dettagli

Earned Value Management - EVM

Earned Value Management - EVM Earned Value Management - EVM Marco Sampietro marco.sampietro@sdabocconi.it 04.12.2014 Il relatore Marco Sampietro Docente di Project Management presso SDA Bocconi, Università Bocconi, MISB e MFI Speaker

Dettagli

Orale: Curve a S - strumenti di pianificazione e controllo con pregio di sintesi. Bastano 3 punti per costruirle. Aspetti critici:

Orale: Curve a S - strumenti di pianificazione e controllo con pregio di sintesi. Bastano 3 punti per costruirle. Aspetti critici: Orale: Tipi di contratto: -Lump sum: costi onnicomprensivi di materiali manodopera e spese. Il contractor definisce a preventivo il costo delle risorse necessarie e la quantità e si assume il rischio di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale (Edile)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Corso di Economia e Organizzazione Aziendale (Edile) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Dipartimento di Ingegneria Gestionale, dell Informazione e della Produzione Corso di (Edile) Prof.ssa Maria Sole Brioschi Il (non) controllo dei costi di una commessa

Dettagli

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base)

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) ISIPM Base Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo B Conoscenze Tecniche e Metodologiche Syllabus da 2.1.1 a 2.7.1 1 Tema: Gestione Ambito del Progetto e Deliverable

Dettagli

L Agenzia Torino 2006

L Agenzia Torino 2006 L Agenzia Torino 2006 Seoul 19 giugno 1999 Il CIO assegna le Olimpiadi del 2006 a TORINO Città di Torino e CONI costituiscono il Comitato per l'organizzazione dei Giochi (TOROC) Ottobre 2000 il Parlamento

Dettagli

MEDIATORI DELL INNOVAZIONE

MEDIATORI DELL INNOVAZIONE MEDIATORI DELL INNOVAZIONE INTRODUZIONE AL PROJECT MANAGEMENT ----------------------- Pianificazione, avvio, gestione e chiusura di progetti di innovazione. 16 giugno 2011 Ing. Paolo Cibotti Protecno srl,

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino

POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino POLITECNICO DI TORINO DIPLOMA UNIVERSITARIO TELEDIDATTICO Polo di Torino COSTI DI PRODUZIONE E GESTIONE AZIENDALE A.A. 1999-2000 (Tutore: Ing. L. Roero) Scheda N. 12 CONTROLLO DEI COSTI DI COMMESSA/PROGETTO

Dettagli

ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO

ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO Anno Accademico 2013 2014 PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLE IMPRESE TURISTICHE Lezione 4 Project Management PROJECT MANAGEMENT Il project management

Dettagli

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice

IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice IL PROJECT MANAGEMENT Project Manager, gestione dei progetti, standard ISO 21500 e best practice CORSO DI ALTA FORMAZIONE 38 ORE IN AULA 8 Moduli Didattici Roma, dal 13 novembre al 5 dicembre 2015 Hotel

Dettagli

6. La gestione del contenuto del progetto

6. La gestione del contenuto del progetto 6. La gestione del contenuto del progetto Il primo processo di pianificazione riguarda la definizione di tutto e solo ciò che riguarda il progetto. Occorre passare dalla descrizione dell oggetto finale

Dettagli

CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE PROF. ING. GIOVANNI MUMMOLO PROJECT MANAGEMENT

CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE PROF. ING. GIOVANNI MUMMOLO PROJECT MANAGEMENT CORSO DI GESTIONE DELLA PRODUZIONE INDUSTRIALE PROF. ING. GIOVANNI MUMMOLO PROJECT MANAGEMENT Definizione di project Progetto Proposta, piano, ideazione di un lavoro o di una serie di lavori. Proposito

Dettagli

Il Project Management

Il Project Management Il Project Management con l ausilio di strumenti informatici A cura di Paolo Tateo Il Project Management Tecnica per la gestione sistemica di un'impresa complessa, unica e di durata determinata, rivolta

Dettagli

Overview. Enterprise Project Control System. Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema. Piemme S.r.l

Overview. Enterprise Project Control System. Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema. Piemme S.r.l Enterprise Project Control System Overview Principali caratteristiche e funzionalità del Sistema Bridge è stato realizzato da PIEMME s.r.l. di Genova Via Carducci 5/4 sn Tel. 010 4075751 «Bridge», per

Dettagli

INTRODUZIONE A MICROSOFT PROJECT

INTRODUZIONE A MICROSOFT PROJECT Master executive in Gestione della Manutenzione Industriale 1 Tecniche e Metodologie di Project Management INTRODUZIONE A MICROSOFT PROJECT Ing. A. Massaro, Ing. P. Gaiardelli Impostazioni preliminari

Dettagli

Il Progetto e il Project Management

Il Progetto e il Project Management Il Progetto e il Project Management Metodologie di Specifica del Software Per contattare il docente Dr. Anna Rita Laurenzi email: annarita.laurenzi@insiel.it cell.+39 3356368206 Agenda Progetto e Project

Dettagli

STR Vision + Primavera P6 come sistema di supporto delle fasi di: Engineering, Procurement and Construction

STR Vision + Primavera P6 come sistema di supporto delle fasi di: Engineering, Procurement and Construction STR Vision + Primavera P6 come sistema di supporto delle fasi di: Engineering, Procurement and Construction Roma 22/07/2013 1 AGENDA Introduzione La suite STR Vision Integrazione con Primavera P6 Conclusioni

Dettagli

INTRODUZIONE AL CORSO. Responsabile del corso e del coordinamento operativo:

INTRODUZIONE AL CORSO. Responsabile del corso e del coordinamento operativo: Master executive in Gestione della Manutenzione Industriale 1 Tecniche e Metodologie di Project Management INTRODUZIONE AL CORSO Ing. A. Massaro, Ing. P. Gaiardelli Struttura di coordinamento 2 Responsabile

Dettagli

LA GESTIONE DELLE VARIANTI IN UN PROGETTO

LA GESTIONE DELLE VARIANTI IN UN PROGETTO LA GESTIONE DELLE VARIANTI IN UN PROGETTO Giordano Renato Gariboldi Responsabile Controllo di Gestione e Controllo Progetti Divisione E.& P. g. gariboldi@sini.it Comitato Direttivo Corsi ANIMP 1 Indice

Dettagli

Project Management MANAGEMENT

Project Management MANAGEMENT Project Management IL PROCESSO EDILIZIO MANAGEMENT È la progressione di azioni connesse tra di loro, temporalmente e logicamente, per il conseguimento di uno o più obiettivi 1 MANAGEMENT AZIONE DIREZIONALE

Dettagli

BIBLIOGRAFIA COMMENTATA TESTI DI PROJECT MANAGEMENT

BIBLIOGRAFIA COMMENTATA TESTI DI PROJECT MANAGEMENT BIBLIOGRAFIA COMMENTATA TESTI DI PROJECT MANAGEMENT Commenti ad alcuni dei Testi di riferimento sul Project Management con indicazioni dei principali contenuti ed il loro collegamento con il Manuale delle

Dettagli

UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE FACOLTA DI INGEGNERIA

UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE FACOLTA DI INGEGNERIA UNIVERSITA POLITECNICA DELLE MARCHE FACOLTA DI INGEGNERIA Scuola di Dottorato in Scienze dell Ingegneria Curriculum Architettura, Costruzioni e Strutture IX Ciclo - nuova serie MONITORAGGIO AUTOMATICO

Dettagli

Earned Value la ricerca del Graal

Earned Value la ricerca del Graal Earned Value la ricerca del Graal Dott. Paolo La Rocca PMP October 26 th, 2012 Prof. Alberto Bettanti 1 Introduzione Questa presentazione non è un corso introduttivo al Project Management. Ci concentreremo

Dettagli

PIANIFICAZIONE DI UN IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUA E TRATTAMENTO FANGO

PIANIFICAZIONE DI UN IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUA E TRATTAMENTO FANGO PIANIFICAZIONE DI UN IMPIANTO DI DEPURAZIONE ACQUA E TRATTAMENTO FANGO Prof. Franco Caron Laurea Magistrale in Ingegneria Energetica Corso di Gestione dei Grandi Progetti d Ingegneria A.A. 2011/2012 Mancini

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA. Linee Guida alle Tecniche di Project Management

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA. Linee Guida alle Tecniche di Project Management ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA DI BOLOGNA Indice degli Argomenti Definizioni Contesto organizzativo Ciclo di vita del progetto Processi del Project Management Aree di conoscenza Modello metodologico Pianificazione

Dettagli

IL CONTROLLO FINANZIARIO A DISTANZA. CONSULENZA DI DIREZIONE www.gestio.it

IL CONTROLLO FINANZIARIO A DISTANZA. CONSULENZA DI DIREZIONE www.gestio.it IL CONTROLLO FINANZIARIO A DISTANZA 1 SOMMARIO LA FASE INIZIALE DEL PROGETTO ESTERO : STRATEGIA, RUOLI, RAPPORTI CASA MADRE- CONTROLLATE L ANALISI E LA DEFINIZIONE DEL REPORT PACKAGE LE PROCEDURE, LE TEMPISTICHE,

Dettagli

SAP Business One Be.as - Variatec Facciamo Innovazione

SAP Business One Be.as - Variatec Facciamo Innovazione SAP Business One Be.as - Variatec Facciamo Innovazione INNOVAZIONE ED EFFICIENZA DEI PROCESSI DI BUSINESS DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA MANIFATTURIERA Efrem Frigeni ERP Division Manager Brain System Srl

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato

PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION. Project Management Base. Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT CORSI DI ALTA FORMAZIONE A.A. 2013-2014 MANAGEMENT.LUM.IT IPMA EDUCATION E REGISTRATION Project Management Base Project Management Avanzato PROJECT MANAGEMENT PREMESSA Il Project Management

Dettagli

MioERP. Immobiliari. Business Unit Consulenza e software per le aziende edili. www.italsoft.net

MioERP. Immobiliari. Business Unit Consulenza e software per le aziende edili. www.italsoft.net MioERP Immobiliari Business Unit Consulenza e software per le aziende edili MioERP Immobiliari La soluzione gestionale per l attività immobiliare Grazie all'esperienza ventennale maturata nella consulenza

Dettagli

CLAMDA Giuseppe Gherardi PROJECT MANAGEMENT. Tecniche per la gestione efficiente di progetti complessi. Lion 3. Project Management

CLAMDA Giuseppe Gherardi PROJECT MANAGEMENT. Tecniche per la gestione efficiente di progetti complessi. Lion 3. Project Management PROJECT MANAGEMENT Tecniche per la gestione efficiente di progetti complessi Lion 3 1 1. Introduzione al 2. L impostazione del progetto 3. La pianificazione del progetto 4. Il controllo del progetto 5.

Dettagli

Nuova Interfaccia grafica. Al passo con i tempi. Interagisce e Informa

Nuova Interfaccia grafica. Al passo con i tempi. Interagisce e Informa Nuova Interfaccia grafica Al passo con i tempi Interagisce e Informa Interfaccia Grafica stile toolbar Il nuovo menù integra e completa la classica facilità di utilizzo Nuova Interfaccia grafica Nuovo

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT. Alessandro Martino

PROJECT MANAGEMENT. Alessandro Martino PROJECT MANAGEMENT Alessandro Martino 1. Introduzione 1.1. Generalità e concetti di base Molte sono le definizioni proposte in letteratura per il Project Management; in sintesi, può definirsi come l insieme

Dettagli

Domanda: 1. Domanda: 2. Domanda: 3

Domanda: 1. Domanda: 2. Domanda: 3 Domanda: 1 In un gruppo di progetto si ha uno stato di crisi allorché Esiste una situazione di conflitto in cui non riescono ad essere utili e durature logiche di win-win Esiste una situazione di conflitto

Dettagli

Corso Base di Project Management 3 giorni (21 ore)

Corso Base di Project Management 3 giorni (21 ore) Corso Base di Project Management 3 giorni (21 ore) Mettere in grado i partecipanti di acquisire la conoscenza della disciplina del project management affinchè essi possano successivamente affrontare e

Dettagli

Istruzione: Diploma Geometra o equipollente, Laurea in Ingegneria civile o equipollente.

Istruzione: Diploma Geometra o equipollente, Laurea in Ingegneria civile o equipollente. SERVIZI DI SUPERVISIONE ALL ESECUZIONE DELLE OPERE CIVILI Istruzione: Diploma Geometra o equipollente, Laurea in Ingegneria civile o equipollente. Conoscenza di MS Windows, MS Office (Word, Excel) capacità

Dettagli

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico

Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico wwwisipmorg Applicazione delle metodologie di Project Management in ambito pubblico Arch Eugenio Rambaldi Presidente ISIPM Istituto Italiano di Project Management wwwisipmorg Intervento all interno del

Dettagli

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto Lesson learned esperienza di attivazione PMO Il Modello e i Processi a supporto Indice Il contesto di riferimento Il modello PMO ISS L integrazione nei processi Aziendali Lessons Learned Contesto di riferimento

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissario delegato ai sensi dell art. 1 dell Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 dicembre 2007, n. 3635 3836/2009 e s.m.i. DOCUMENTO 7 CAPITOLATO

Dettagli

Project Management. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali.

Project Management. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Tecnologie dell Informazione applicate ai processi aziendali. Corso Sistemi Informativi Aziendali, Project Management. di Simone Cavalli (simone.cavalli@unibg.it) Bergamo, Maggio 2010 Project Management: definizioni Progetto: Progetto si definisce, di regola, uno

Dettagli

Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale e Management Enterprise in NET Engineering S.p.A.

Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale e Management Enterprise in NET Engineering S.p.A. Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale e Management Enterprise in NET Engineering S.p.A. CONVEGNO ANIMP / IPMA Academy 13 e 14 Maggio 2010 Ing. Luca Romio Indice degli argomenti LA SOCIETÀ IL PROGETTO

Dettagli

LA CREAZIONE E LA GESTIONE DEL CANTIERE

LA CREAZIONE E LA GESTIONE DEL CANTIERE LA CREAZIONE E LA GESTIONE DEL CANTIERE Giordano Renato Gariboldi Responsabile Controllo di Gestione e Controllo Progetti Divisione E.& P. giordano. gariboldi@sini.it Comitato Direttivo Corsi ANIMP Introduzione

Dettagli

BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA

BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA I manuali di Budgetonline.it BUDGET E CASH FLOW: LA GUIDA DEFINITIVA 1 SEZIONE 1: LO SCHEMA OPERATIVO La tecnologia più utilizzata perché universalmente conosciuta e praticata è certamente rappresentata

Dettagli

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale

Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Corso di alta formazione per imprenditori e manager del settore edile in gestione aziendale Il corso è progettato e strutturato per offrire la possibilità di aggiornare le competenze dell imprenditore

Dettagli

I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli.

I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli. I lettori che desiderano informarsi sui libri e le riviste da noi pubblicati possono consultare il nostro sito Internet: www.francoangeli.it e iscriversi nella home page al servizio Informatemi per ricevere

Dettagli

La strategia dell Earned Value Management

La strategia dell Earned Value Management OSSERVATORIO IT GOVERNANCE EARNED VALUE: UN INVESTIMENTO A BUON FINE SULLA PERFORMANCE DEI PROGETTI Origini, sviluppo e applicazioni di una disciplina in grado di trovare le parole giuste per rispondere

Dettagli

0215 - MULTIPROJECT MANAGER PRO Release 12 - Bilingue Italiano-Inglese Scaricalo in prova gratuita per 60 giorni!

0215 - MULTIPROJECT MANAGER PRO Release 12 - Bilingue Italiano-Inglese Scaricalo in prova gratuita per 60 giorni! Dal 1985 consulenza e formazione per l'eccellenza Tipo di file: MSExcel - Requisiti di sistema: Excel 9 o successivo e Windows 2000 o successivo A chi è rivolto: Project Managers, Direzione, responsabili

Dettagli

Corso di estimo D 2004/2005

Corso di estimo D 2004/2005 Corso di estimo D 2004/2005 Cenni di project management - Crono-programma dei lavori PROJECT MANAGEMENT: definizione Il project management è l insieme di metodi e direttive fondamentalmente logiche per

Dettagli

POLITECNICO DI MILANO

POLITECNICO DI MILANO ! Caratteristiche del Master Titolo del Master universitario: Livello: CONSTRUCTION MANAGEMENT (Gestione dei Processi Costruttivi e dei Cantieri) I Anno di attivazione: 2003 Facoltà: VI Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Indice. 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4

Indice. 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4 LEZIONE LA GESTIONE DEI PROGETTI DOTT. GIUSEPPE IULIANO Indice 1 Evoluzione dell Idea di project management e definizione del progetto ----------------------4 1.1 La prima fase di impostazione ---------------------------------------------------------------------7

Dettagli

Disciplinare del Controllo di gestione

Disciplinare del Controllo di gestione Disciplinare del Controllo di gestione INDICE CAPO I - PRINCIPI E FINALITA ART. 1 Oggetto del Disciplinare pag. 3 ART. 2 Il controllo di gestione pag. 3 CAPO II - CONTABILITA ANALITICA ART. 3- Organizzazione

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

Review Management. Introduzione. I progetti

Review Management. Introduzione. I progetti Review Management Introduzione Le review sono un argomento di particolare importanza nell ambito dei processi produttivi aziendali, siano essi produzione del software, industriali, edili, oppure legati

Dettagli

Guida al controllo di gestione nelle piccole e medie imprese

Guida al controllo di gestione nelle piccole e medie imprese j l k l d o ^ c f b S o c i e t à Laura Broccardo Guida al controllo di gestione nelle piccole e medie imprese Pianificazione e controllo nelle PMI Costruzione del budget Reporting Aziende che operano

Dettagli

24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE

24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE 24 Marzo 2010 3. REPORTING ECONOMICO - PATRIMONIALE IL SISTEMA DI REPORTING: DEFINIZIONI Il reporting è il processo sistematico di elaborazione ed analisi dei risultati di gestione (in particolare economici,

Dettagli

I fondi immobiliari per il Social Housing

I fondi immobiliari per il Social Housing I fondi immobiliari per il Social Housing Arch. Andrea Sica Polaris Sgr Spa Seminario introduttivo Strumenti finanziari alternativi per l»edilizia residenziale pubblica Roma 23/02/2011 in collaborazione

Dettagli

Corso di estimo D Prof Raffaella Lioce

Corso di estimo D Prof Raffaella Lioce Corso di estimo D Prof Raffaella Lioce Cenni di project management - Crono-programma dei lavori PROJECT MANAGEMENT: definizione Il project management è l insieme di metodi e direttive fondamentalmente

Dettagli

I vantaggi di un sistema integrato per la gestione ed il controllo di commessa in ambito EPC

I vantaggi di un sistema integrato per la gestione ed il controllo di commessa in ambito EPC I vantaggi di un sistema integrato per la gestione ed il controllo di commessa in ambito EPC Convegno Annuale Sezione Informatica, 13-14 Maggio 2010 1 Contenuti Profilo societario Fasi tipiche e problemi

Dettagli

Mercato: Produzione su Commessa

Mercato: Produzione su Commessa Una serie di soluzioni pensate in modo specifico per tutte le imprese specializzate nella produzione su commessa, alle quali garantisce un abbattimento dei tempi e dei costi di gestione valorizzando nel

Dettagli

RESPONSABILE DELLA GESTIONE PROGETTI IN IMPRESA COOPERATIVA

RESPONSABILE DELLA GESTIONE PROGETTI IN IMPRESA COOPERATIVA Corso di Alta Formazione Corso di Alta Formazione RESPONSABILE DELLA GESTIONE PROGETTI IN IMPRESA COOPERATIVA ID. 11673 CATALOGO INTERREGIONALE ALTAFORMAZIONE V Edizione Anno 2013 Ente di formazione In

Dettagli

Gli strumenti del project management

Gli strumenti del project management Gli strumenti del project management Il ciclo di pianificazione e controllo dei progetti Pianificazione e controllo è il processo mediante il quale si governa lo svolgimento di un attività. In sostanza

Dettagli

Seminario PM IL METODO EARNED VALUE MANAGEMENT E L ANALISI DEI NON CONFORMANCE COSTS. Data : 13 aprile 2010. Relatore: Ing.

Seminario PM IL METODO EARNED VALUE MANAGEMENT E L ANALISI DEI NON CONFORMANCE COSTS. Data : 13 aprile 2010. Relatore: Ing. Data : 13 aprile 2010 Link commissione Seminario PM IL METODO EARNED VALUE MANAGEMENT E L ANALISI DEI NON CONFORMANCE COSTS Relatore: Ing. Stefano Antonelli 1 Earned Value Management Analisi dei Non Conformance

Dettagli

Total Cost Management 2014

Total Cost Management 2014 Percorso formativo in Ingegneria Economica Total Cost Management 2014 Associazione Italiana di Ingegneria Economica (the Italian Association for Total Cost Management) Contenuti e destinatari AICE(Associazione

Dettagli

Il Project management. Lo sviluppo di attività complesse in un ottica di progetto

Il Project management. Lo sviluppo di attività complesse in un ottica di progetto Il Project management Lo sviluppo di attività complesse in un ottica di progetto Progetto. La nozione Un progetto costituisce un insieme di attività, complesse e interrelate, aventi come fine un obiettivo

Dettagli

Introduzione. Il Project Management (PM) riguarda il raggiungimento di risultati grazie all ottimizzazione delle risorse esistenti

Introduzione. Il Project Management (PM) riguarda il raggiungimento di risultati grazie all ottimizzazione delle risorse esistenti Università degli Studi di Cagliari D.I.M.C.M. Introduzione Il Proect Management (PM) riguarda il raggiungimento di risultati grazie all ottimizzazione delle risorse esistenti Gestione dei Progetti Prof.

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Project Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Il Corso di Alta Formazione è rivolto a coloro che possiedono competenze

Dettagli

L esperienza del PMO di Rai Way S.p.A.

L esperienza del PMO di Rai Way S.p.A. L esperienza del PMO di Rai Way S.p.A. Gianluca Cristadoro Resp. Project Office - Rai Way S.p.A. Milano 15/10/2009 PMI-NIC - Tutti i diritti riservati Agenda Il contesto Il ruolo del PMO di RaiWay: risultati

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Project Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Il Corso di Alta Formazione è rivolto a coloro che intendono acquisire

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

Il Progetto e il Project Management

Il Progetto e il Project Management Il Progetto e il Project Management Metodologie di Specifica del Software Per contattare il docente Dr. Anna Rita Laurenzi email: annarita.laurenzi@insiel.it cell.+39 3356368206 Agenda Progetto e Project

Dettagli

5 Gestione dei progetti software. 5.1 Attività gestionale. Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software

5 Gestione dei progetti software. 5.1 Attività gestionale. Sistemi Informativi I Lezioni di Ingegneria del Software 5 Gestione dei progetti software. Dopo aver completato lo studio del ciclo di vita del software, in questa parte vengono discussi gli aspetti gestionali della produzione del software. Vengono esaminate

Dettagli

Vi presentiamo la nuova soluzione applicativa dedicata alla. Produzione su commessa

Vi presentiamo la nuova soluzione applicativa dedicata alla. Produzione su commessa Vi presentiamo la nuova soluzione applicativa dedicata alla Produzione su commessa GALILEO Produzione su Commessa. La soluzione applicativa si rivolge a quelle aziende del settore manifatturiero e/o impiantista

Dettagli

PROJECT. Identità oggetto. Contenuto. Modalità di uso. Nome oggetto: data. numero revisione: nome file: descrizione: descrizione: revisione:

PROJECT. Identità oggetto. Contenuto. Modalità di uso. Nome oggetto: data. numero revisione: nome file: descrizione: descrizione: revisione: Nome oggetto: PROJECT Identità oggetto numero revisione: nome file: data 01 05/05/04 revisione: project01.pdf pdf dimensione fisica: descrizione: 630 KB pubblicazione web verifica interna: ambiente applicativo:

Dettagli

IL MONITORAGGIO E CONTROLLO DEI SERVIZI INFRAGRUPPO IN BANCA CR FIRENZE

IL MONITORAGGIO E CONTROLLO DEI SERVIZI INFRAGRUPPO IN BANCA CR FIRENZE IL MONITORAGGIO E CONTROLLO DEI SERVIZI INFRAGRUPPO IN BANCA CR FIRENZE Andrea Innocenti PMP CGEIT Banca CR Firenze - Specialista Controllo Service andrea.innocenti@carifirenze.it Monitoraggio e controllo:

Dettagli

PrintVis LA SOLUZIONE PER IL SETTORE DELL'INDUSTRIA GRAFICA. PrintVis è una soluzione integrata ERP/MIS per l industria grafica.

PrintVis LA SOLUZIONE PER IL SETTORE DELL'INDUSTRIA GRAFICA. PrintVis è una soluzione integrata ERP/MIS per l industria grafica. LA SOLUZIONE PER IL SETTORE DELL'INDUSTRIA GRAFICA PrintVis PrintVis è una soluzione integrata ERP/MIS per l industria grafica. PrintVis è integrato con Microsoft Dynamics NAV e, in qualità di prodotto

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER

PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER PERCORSO DI FORMAZIONE PER PROJECT MANAGER CODICE PM 10.25 DURATA 10 giorni CATEGORIA Project Management DESTINATARI Project manager, responsabili di funzione, membri del Project Management Office, dirigenti,

Dettagli

K Venture Corporate Finance. Self Control. Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

K Venture Corporate Finance. Self Control. Il futuro che vuoi. Sotto controllo! K Venture Corporate Finance Self Control K Venture Corporate Finance K Venture Corporate Finance è una società di consulenza direzionale specializzata nel controllo di gestione, nella contabilità industriale,

Dettagli

Il CONTROLLO DI GESTIONE

Il CONTROLLO DI GESTIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA A.A. 2010 2011 GESTIONE AZIENDALE 2 10.12.2010 Il CONTROLLO DI GESTIONE ESPERIENZE D D AZIENDA Relatore: Dr. Fabrizio Pascucci fabriziopascucci@yahoo.it La Funzione

Dettagli

LA CONTABILITA INTERNA. La contabilità interna

LA CONTABILITA INTERNA. La contabilità interna LA CONTABILITA INTERNA 1 LA CONTABILITA ANALITICA La gestione dei costi aziendali richiede informazioni più dettagliate rispetto a quelle offerte dalla contabilità esterna: è, infatti, necessario individuare

Dettagli

Moduli Applicativi. BMS-CGE: Controllo di Gestione. BMS-CGE: Controllo di Gestione BMS-BDG: Budget BMS-WFL: Work Flow BMS-UNS: Universi Statistici

Moduli Applicativi. BMS-CGE: Controllo di Gestione. BMS-CGE: Controllo di Gestione BMS-BDG: Budget BMS-WFL: Work Flow BMS-UNS: Universi Statistici Moduli Applicativi BMS-CGE: Controllo di Gestione BMS-BDG: Budget BMS-WFL: Work Flow BMS-UNS: Universi Statistici BMS-CGE: Controllo di Gestione Nel modulo sono riuniti i processi che controllano la contabilità

Dettagli

IT Project Management

IT Project Management 1 IT Project Management Lezione 10 Ciclo vita del progetto & deliverables Federica Spiga federica_spiga@yahoo.it A.A. 2010-2011 2 Ciclo di vita del progetto Initiating Analisi dei requisiti Riunione di

Dettagli

L ambito di progetto Rappresenta la definizione del progetto, ovvero cosa deve essere portato a termine Comprende gli elementi:

L ambito di progetto Rappresenta la definizione del progetto, ovvero cosa deve essere portato a termine Comprende gli elementi: Insegnamento di Gestione e Organizzazione dei Progetti A.A. 2008/9 Lezione 6: Ambito di progetto organizzazione della comunicazione Prof.ssa R. Folgieri email: folgieri@dico.unimi.it folgieri@mtcube.com

Dettagli

La gestione per progetti

La gestione per progetti La gestione per progetti Uno sforzo temporaneo intrapreso per creare un prodotto, un servizio o un risultato (PMI- Project Management Institute,, da PMBOK 3rd edition, 2004), ovvero sforzo complesso comportante

Dettagli

Software di ausilio alla Governance IT

Software di ausilio alla Governance IT Seminario Software di ausilio alla Governance IT Giuseppe Marciante g.marciante@gmail.com IT Cost Management Piano dei conti IT Struttura del Budget IT Procurement Agenda Project & Portfolio Management

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE E ANALISI DEI COSTI PER STUDI DI INGEGNERIA

CONTROLLO DI GESTIONE E ANALISI DEI COSTI PER STUDI DI INGEGNERIA CONTROLLO DI GESTIONE E ANALISI DEI COSTI PER STUDI DI INGEGNERIA Studio Candussi & Partners ottobre novembre 2007 ovvero METODI PER LA DETERMINAZIONE DELLE PARCELLE DOPO LA LIBERALIZZAZIONE BERSANI Studio

Dettagli

Il Project Management. Dott.ssa Alessia Sozio

Il Project Management. Dott.ssa Alessia Sozio Il Project Management Dott.ssa Alessia Sozio PROJECT Un insieme di persone e di altre risorse temporaneamente riunite per raggiungere uno specifico obbiettivo, di solito con un budget determinato ed entro

Dettagli

EVMS e sua implementazione

EVMS e sua implementazione Practice Standard for Earned Value Management EVMS e sua implementazione implicazioni tecniche ed organizzative in una PMI italiana Esperienza in una PMI nel campo aerospaziale Mazzoni Giovanni Giovanni.Mazzoni@it.flextronics.com

Dettagli

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA. Direttore generale - Responsabile Progetti Europei

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA. Direttore generale - Responsabile Progetti Europei CORSO DI EUROPROGETTAZIONE DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 COME SI GESTISCE UN PROGETTO APPROVATO 2 COME SI GESTISCE UN PROGETTO APPROVATO L importanza della

Dettagli

ACCETTAZIONE DEL PROGETTO DA PARTE DEL CLIENTE- FASI CONCLUSIVE DEL PROGETTO E ADEMPIMENTI FINALI

ACCETTAZIONE DEL PROGETTO DA PARTE DEL CLIENTE- FASI CONCLUSIVE DEL PROGETTO E ADEMPIMENTI FINALI ACCETTAZIONE DEL PROGETTO DA PARTE DEL CLIENTE- FASI CONCLUSIVE DEL PROGETTO E ADEMPIMENTI FINALI Giordano Renato Gariboldi Responsabile Controllo di Gestione e Controllo Progetti Divisione E.& P. g. gariboldi@sini.it

Dettagli

CORSO DI ALTA FORMAZIONE

CORSO DI ALTA FORMAZIONE CORSO DI ALTA FORMAZIONE TITOLO DEL CORSO Project Manager TIPOLOGIA FORMATIVA DEL PROGETTO Formazione professionale PROFILO PROFESSIONALE Il Corso di Alta Formazione è rivolto a coloro che possiedono competenze

Dettagli

DAL PROGETTO/DESIGN PROGETTO/PROJECT

DAL PROGETTO/DESIGN PROGETTO/PROJECT DAL PROGETTO/DESIGN AL PROGETTO/PROJECT Dal Progetto / Design al Progetto / Project. Il Project Management come strumento per la competitività. Una panoramica su strumenti e tecniche per la gestione efficace

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Paolo Salvaneschi A6_1 V2.0. Gestione. Pianificazione e gestione del progetto

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE. Paolo Salvaneschi A6_1 V2.0. Gestione. Pianificazione e gestione del progetto Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria INGEGNERIA DEL SOFTWARE Paolo Salvaneschi A6_1 V2.0 Gestione Pianificazione e gestione del progetto Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli

Dettagli

Il Reporting Direzionale

Il Reporting Direzionale L offerta di consulenza di Professionisti per l Impresa www.piconsulenza.it A cosa serve il controllo individuare i fattori che determinano le performance misurare le performance informare i responsabili

Dettagli

Il progetto è un processo in cui risorse umane, materiali e finanziarie sono organizzate in modo nuovo per realizzare un output unico all'interno di

Il progetto è un processo in cui risorse umane, materiali e finanziarie sono organizzate in modo nuovo per realizzare un output unico all'interno di Il progetto è un processo in cui risorse umane, materiali e finanziarie sono organizzate in modo nuovo per realizzare un output unico all'interno di vincoli definiti di tempo e di costo. Elementi che caratterizzano

Dettagli

Amministrazione finanza e controllo di gestione_diagrammi di flusso. Dott.ssa D'Intino Ileana_anno 2010

Amministrazione finanza e controllo di gestione_diagrammi di flusso. Dott.ssa D'Intino Ileana_anno 2010 Amministrazione finanza e controllo di gestione_diagrammi di flusso _anno 2010 Amministrazione, finanza e controllo di gestione L'area amministrazione, finanza e controllo di gestione comprende la finanza

Dettagli

Firenze 20-21-27 aprile 2011

Firenze 20-21-27 aprile 2011 Il controllo di gestione per le IMPRESE ALBERGHIERE Terza giornata Dalla pianificazione al Controllo La gestione finanziaria Firenze 20-21-27 aprile 2011 GLI OBIETTIVI DELL INCONTRO 1. Definire il Concetto

Dettagli

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo A Conoscenze di Contesto Syllabus da 1.1.1 a 1.10.

ISIPM Base. Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo A Conoscenze di Contesto Syllabus da 1.1.1 a 1.10. ISIPM Base Project Management epmq: Project Management Fundamentals (ISIPM Base) Gruppo A Conoscenze di Contesto Syllabus da 1.1.1 a 1.10.1 1 Tema: Progetto 1.1.1 Conoscere la definizione di progetto e

Dettagli

PMBOK Guide 5th Edition (2012) vs PMBOK Guide 4th Edition (2008)

PMBOK Guide 5th Edition (2012) vs PMBOK Guide 4th Edition (2008) Paolo Mazzoni 2013. E' ammessa la riproduzione per scopi di ricerca e didattici se viene citata la fonte completa nella seguente formula: "di Paolo Mazzoni, www.paolomazzoni.it, (c) 2013". Non sono ammesse

Dettagli

CORSO PROJECT MANAGEMENT PRIMA PARTE

CORSO PROJECT MANAGEMENT PRIMA PARTE CORSO PROJECT MANAGEMENT PRIMA PARTE METODI E STRUMENTI DI PROJECT MANAGEMENT E DESIGN MANAGEMENT NEGLI APPALTI DI PROGETTAZIONE, DI COSTRUZIONE E IMPIANTISTICI, PUBBLICI E PRIVATI Argomento Contenuti

Dettagli