Fondo Parchi Agroalimentari Italiani

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fondo Parchi Agroalimentari Italiani"

Transcript

1 Strettamente riservato e confidenziale Fondo Parchi Agroalimentari Italiani Progetto FICO Illustrazione del Progetto 1

2 Introduzione Il fondo PAI Il fondo PAI, Parchi Agroalimentari Italiani, gestito da Prelios SGR, è lo strumento operativo per la realizzazione e la promozione del parco Eatalyworld. Il fondo è dedicato all investimento in aree e immobili destinati a progetti di valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche italiane. In particolare il progetto denominato FICO (Fabbrica Italiana Contadina) interessa aziende agricole e vitivinicole, centri di produzione e trasformazione di prodotti alimentari, centri di ricerca, attività commerciali e pubblici servizi. 2

3 Introduzione Il fondo PAI La costituzione del Fondo, perfezionata nel mese di marzo 2014, è stata realizzata mediante: l apporto da parte di CAAB del proprio Patrimonio Immobiliare, ad un valore pari a Euro 55,5 milioni; la sottoscrizione di quote per cassa da parte di Investitori Qualificati per un ammontare pari a Euro 40,5 milioni. Gestore Fondo PAI Apporto dell asset Sottoscrizione di quote del Fondo 3

4 Il progetto FICO La localizzazione FICO sarà realizzato attraverso la riqualificazione edilizia e funzionale di parte del complesso aziendale di CAAB situato alle porte di Bologna. 4

5 Il progetto FICO Il contesto La scelta di Bologna è strategica: città dalla lunga tradizione culturale, agroalimentare e gastronomica («dotta e grassa»). La città gode di un ottima accessibilità, anche grazie alla nuova stazione ferroviaria dell alta velocità e alla presenza dell aeroporto Guglielmo Marconi. Bologna è ottimamente collegata a tutte le principali città italiane essendo un importante crocevia autostradale. L area CAAB è ben connessa ai principali snodi di accesso al sistema. Aeroporto Guglielmo Marconi 6 Mio di passeggeri con obiettivo di 8 grazie all apertura di nuove rotte Crocevia Autostradale A1 Milano Napoli A13 Bologna - Padova A14 Adriatica A22 Modena - Brennero Area CAAB Polo Funzionale Integrato di rilevanza sovracomunale 5 Stazione Bologna AV Milano 1h Firenze 40 min Roma 2 h Venezia 1h 20min

6 Il Fondo PAI Il progetto FICO Riqualificazione Area CAAB Il complesso delle aree CAAB, nelle strategie di sviluppo della città, è identificato come Polo Funzionale Integrato ed è considerato un punto di eccellenza del sistema territoriale bolognese, con relazioni consolidate a livello nazionale e internazionale, attraverso le attività mercantili e universitarie già insediate. L area CAAB (per localizzazione, accessibilità territoriale e urbana, dotazione di infrastrutture e spazi costruiti da riconvertire) costituisce un opportunità di particolare rilievo, da collocare nel quadro delle eccellenze esistenti. Il Progetto FICO: andrà a potenziare il Polo rifunzionalizzando una porzione di citta ad oggi monofunzionale; costituirà, allo stesso tempo, una integrazione di offerta innovativa ed un attivatore di nuovi flussi di relazioni sinergiche con il sistema della città metropolitana. Diversi soggetti stanno lavorando in sinergia per raggiungere questo obiettivo. I PROTAGONISTI MONDO COOPERATIVO E ASSOCIATIVO ISTITUZIONI LOCALI E SOVRALOCALI 6

7 Il progetto FICO Dal mercato agroalimentare al Parco tematico OGGI Il CAAB mercato ortofrutticolo di Bologna Nel suo genere una fra le maggiori strutture di distribuzione in Italia. DOMANI Fabrica Italiana Contadina, FICO Il più grande parco al mondo per la celebrazione dell agroalimentare italiano d eccellenza 7

8 Il progetto FICO Il Parco tematico L aspetto innovativo è quello di associare la didattica di divulgazione e conoscenza dell agroalimentare italiano, la visita ai laboratori di produzione, il contatto con esempi di produzione (coltivazioni, allevamenti, ), la ristorazione di qualità, l acquisto di prodotti selezionati. Vendita di prodotti alimentari (9.500 mq circa dedicati) Ristorazione (7.600 mq circa dedicati) Parco Agroalimentare e produzione dimostrativa ( mq circa dedicati) Centro Congressi ed Eventi (4.200 mq circa dedicati) 8

9 Il progetto FICO Visitatori attesi L obiettivo è quello di attrarre più di 6 milioni di visitatori all anno. Il bacino di Clienti potenziali è di almeno 17 milioni di persone composto da: 9,3 milioni di turisti all anno nell area emiliano-romagnola di cui 1,6 nell area metropolitana 1 milione di partecipanti a eventi in Fiera di Bologna 6 milioni di abitanti entro un isocrona di 90 min di cui quasi 1 milione di residenti nell area metropolitana e 3,5 milioni entro 60 minuti Visitatori e turisti italiani 50% Obiettivo - attrarre almeno 2 milioni di visitatori divisi in: 25% della popolazione residente entro 90 min 40% di quella entro 60 min e un ulteriore milione di turisti italiani da altre regioni/zone Turisti stranieri 50% Obiettivo - attrarre almeno il: 50% degli arrivi turistici nell area metropolitana 20% degli arrivi nel resto dell Emilia Romagna e un ulteriore milione di turisti attratti dal parco Creazione di un indotto di posti di lavoro dispersi sul territorio 9

10 Il Fondo PAI Il progetto FICO Aree funzionali A) Coltivazioni ed allevamenti B) Laboratori C) Vendita Più di un ettaro di superficie per coltivazioni e allevamenti 44 aree di trasformazione materie prime e produzione mq circa di area vendita collocata nelle zone dei diversi operatori e nell area centrale grocery mq mq di colture di laboratori mq di stalle D) Ristorazione E) Didattica e aree scolastiche F) Centro congressi ed eventi Più di 20 ristoranti con caratteristiche regionali e suddivisi per tipologia di filiera 10 aule didattiche, anche dedicate ai più piccoli, e scuola mq circa dedicati a eventi, congressi, convention e zone di accoglienza mq Aula delle due Università 3 km di percorso didattico 6,3 milioni di clienti, 76 milioni di Euro di fatturato annui, 400 mila studenti coinvolti in attività educative e culturali 10

11 Il progetto FICO Coltivazioni e allevamenti mq di terreno coltivato mq di allevamenti suddivisi in diverse stalle 11

12 Il progetto FICO Laboratori I 44 Laboratori rappresentano le diverse filiere alimentari. FILIERE Animale Lattiero - casearia Derivati cereali Orto - frutticola Bevande Altre LABORATORI - Affinamento San Daniele - Affinamento Parma - Mortadella - Salumi diversi - Carne - Pesce - Uova - Mozzarella - Parmigiano Reggiano - Grana Padano - Altri formaggi - Latte crudo e confezionamento - Yogurt - Mulino farine - Pasta all uovo - Pasta fresca - Pasta di Gragnano - Forno Pane e focacce - Confezionamen to riso - Sughi e preparati - Verdure e barattoli - IV gamma - Tartufo - Spezie - Enoteca - Birreria - Liquorificio - Frantoio - Acetaia di vino e balsamico - Cioccolato - Gelato - Biscotti - Miele - Caffè - Pralineria - Pasticceria 12

13 Il Fondo PAI Il progetto FICO Vendita Più di mq dedicati alla promozione e vendita di eccellenze italiane in aree suddivise per tematica e per filiera. Degustazione presso la bottega gastronomica dei prodotti realizzati nel laboratorio Vendita emozionale racconto delle legata peculiarità al del prodotto e della lavorazione dalla voce del produttore Esaltazione prodotti 13 della INGRESSO stagionalità dei USCITA/ CASSE USCITA/ CASSE

14 Il progetto FICO Ristorazione Più di 20 ristoranti con caratteristiche regionali e suddivisi per tipologia di filiera 15 ristoranti tematici Ristorante Italia del Nord Ristorante Italia del Centro Ristorante Italia del Sud Ristorante dei salumi e formaggi Mozzarella show Ristorante della pasta, riso e polenta Pizzeria Piadineria e Tigelleria Focacceria e panificio Ristorante della carne Ristorante del pesce Ristorante vegetariano Ristorante della patata Ristorante del fritto Birreria con cucina 4 bar e 4 ristoranti del dolce Gran Bar Caffeteria Cocktail Bar Arrivederci Bar Frullateria Gelateria Pasticceria Cioccolateria 3 grandi ristoranti a vista Il Nord dell Italia Il Centro dell Italia Il Sud dell Italia 14

15 Il progetto FICO Didattica e aree scolastiche Conoscere e Imparare il mondo dell eccellenza enogastronomica italiana divertendosi L offerta didattica verrà strutturata seguendo questi 3 filoni: CONOSCERE IMPARARE UN MESTIERE DIVERTIRSI Vogliamo rendere il nostro pubblico un pubblico consapevole. Consapevole che dietro la scelta di un prodotto c è un mondo da conoscere. Per questo investiamo nell educazione al consumo consapevole. Vogliamo insegnare un mestiere alle nuove generazioni. Insegnare a 360, dalla scoperta alla reinterpretazione, dei mestieri legati alle filiere enogastronomiche. Vogliamo far appassionare tutti al mondo della cucina con il divertimento. Il mondo della cucina come passione e divertimento per il tempo libero 15

16 Il progetto FICO Il programma Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Q Fase 1 Oggi Ideazione e prima progettazione Coinvolgimento territorio Fase 2 Bando di gara per la selezione della SGR Costituzione Fondo PAI Progettazione architettonica Progettazione esecutiva Esecuzione lavori Avvio lavori Fase 3 Selezione operatori Impostazione modello operativo Fine lavori 16

Fondo Parchi Agroalimentari Italiani

Fondo Parchi Agroalimentari Italiani Fondo Parchi Agroalimentari Italiani Progetto FICO Marzo 2015 1 Introduzione Il fondo PAI Il fondo PAI, Parchi Agroalimentari Italiani, gestito da Prelios SGR, è lo strumento operativo per la realizzazione

Dettagli

I Fondatori del progetto + TERRITORIO. Istituzioni Cooperazione Associazioni

I Fondatori del progetto + TERRITORIO. Istituzioni Cooperazione Associazioni FICO Eataly world Imola 23 marzo 2015 INDICE I Fondatori del progetto Lo schema operativo FICO nasce per I numeri I visitatori Cos è FICO? Gli studenti Le persone Le coltivazioni e gli allevamenti I laboratori

Dettagli

Alimentazione naturale

Alimentazione naturale B Alimentazione naturale Secondo i dati dell ISMEA (Osservatorio del mercato dei prodotti biologici), in un anno di crisi come il 2010 i consumi di prodotti ortofrutticoli biologici hanno avuto un andamento

Dettagli

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare

Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation. Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Panorama della situazione Italiana Overwiew of the Italian Situation Giulio Benvenuti Responsabile Qualità Legacoop Agroalimentare Nata nel 1957, l'associazione Nazionale delle Cooperative Agroalimentari

Dettagli

TRADIZIONE & CULTURA

TRADIZIONE & CULTURA PALATIPICO MODENA TRADIZIONE & CULTURA Le Produzioni Agroalimentari Modenesi D.O.P. e I.G.P. Corso 30560 MARKETING STRATEGICO Laurea in Economia e marketing nel sistema agro-industriale Facoltà di Agraria

Dettagli

IMPIANTI E ATTREZZATURE

IMPIANTI E ATTREZZATURE www.fieragate.it contemporaneamente la prima borsa del turismo gate & gusto SETTORI IN ESPOSIZIONE IMPIANTI E ATTREZZATURE Ristorazione, Pub, Pizzeria, Bar, Birrerie, Enoteche, Pasticceria, Gelateria,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA

RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA Il sottoscritto/a nato/a a il di nazionalità residente a Via Codice fiscale Tel. in qualità di della ditta/società con sede legale in Via Codice fiscale

Dettagli

BIODIVERSITA CAMPANA A EATALY EXPO 2015

BIODIVERSITA CAMPANA A EATALY EXPO 2015 BIODIVERSITA CAMPANA A EATALY EXPO 2015 Expo 2015: una grande vetrina della cultura, della storia, delle tradizioni, dell innovazione del sistema agroalimentare italiano e del mondo. Una esposizione internazionale

Dettagli

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP

Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti DOP e IGP Incremento dell export agroalimentare: importante valorizzare i prodotti e IGP Fra gli obiettivi del Governo a sostegno dell economia e dell occupazione, c è l incremento, entro il 2020, dell export agroalimentare

Dettagli

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. ALLEGATO A REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. 1 PREMESSA Molti avvenimenti in questi

Dettagli

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO

I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO I NUMERI DEL SISTEMA FOOD MILANO Produzione Superficie agricola nel Comune di Milano: 49,2% (8.948 ettari) nel 1955 21,9% ( 3.988 ettari) nel 1999 19% (3.448 ettari) nel 2012 Distretti agricoli: 1 distretto

Dettagli

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta

NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta NUMERI CHIAVE DELLA FILIERA BIOLOGICA dalla produzione al consumatore: il ruolo dell ortofrutta Silvia ZUCCONI Coordinatore Area Agroalimentare NOMISMA > SUPERFICI BIO SUPERFICI BIOLOGICHE (milioni di

Dettagli

Progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le scuole della provincia di Mantova

Progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le scuole della provincia di Mantova Progetto di comunicazione ed educazione alimentare per le scuole della provincia di Mantova Anno scolastico 2008/2009 Per l anno scolastico 2008/2009 la propone una serie di attività, di educazione alimentare

Dettagli

Corsi triennali gratuiti

Corsi triennali gratuiti INIZIATIVA COFINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO, NELL AMBITO DINIZIATIVA E L P R O G RCOFINANZIATA A M M A O P E R ATDAL I V O 2FONDO 0 0 7-2 0 1SOCIALE 3 D E L L A EUROPEO, R E G I O N E NELL AMBITO

Dettagli

- 6 - PROGETTI EDUCATIVI

- 6 - PROGETTI EDUCATIVI Progetto di educazione alimentare Il progetto A SCUOLA CON GUSTO consiste in una serie di interventi (tre oppure quattro, a seconda del percorso formativo) da effettuarsi in classe. L intento generale

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PREMESSA

CAPITOLATO TECNICO PREMESSA RICHIESTA DI OFFERTA PER SERVIZI RELATIVI ALLA PER PER L IDEAZIONE DI UN IMMAGINE COORDINATA E PER LA REALIZZAZIONE DELLA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE E PROMOZIONE PIEMONTE AGRIQUALITA PREMESSA CAPITOLATO

Dettagli

GRUPPO NATURALISTICO del FORMIGGINI

GRUPPO NATURALISTICO del FORMIGGINI LICEO A. F. FORMIGGINI SCIENTIFICO E CLASSICO SCHEDA DI PRESENTAZIONE DI PROGETTO DIDATTICO P.O.F. a.s. 2015/2016 Titolo del progetto: GRUPPO NATURALISTICO del FORMIGGINI " NUTRIRE l uomo. senza danneggiare

Dettagli

DELEGAZIONE DI COMO - Delegato: Giorgio Rinaldi CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER SOMMELIER 3 LIVELLO TECNICA DELL'ABBINAMENTO CIBO - VINO

DELEGAZIONE DI COMO - Delegato: Giorgio Rinaldi CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER SOMMELIER 3 LIVELLO TECNICA DELL'ABBINAMENTO CIBO - VINO DELEGAZIONE DI COMO - Delegato: Giorgio Rinaldi CORSO DI QUALIFICAZIONE PROFESSIONALE PER SOMMELIER 3 LIVELLO TECNICA DELL'ABBINAMENTO CIBO - VINO Il corso si tiene presso: SHERATON LAKE COMO HOTEL Via

Dettagli

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari

Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il mercato cinese dei prodotti agroalimentari Il settore alimentare cinese sta progressivamente cambiando grazie all aumento del potere d acquisto e all evoluzione

Dettagli

Il Gruppo Unieco sta realizzando, in prossimità dell uscita di Fidenza-Salsomaggiore Terme sull Autostrada A1, il Fidenza Shopping Park.

Il Gruppo Unieco sta realizzando, in prossimità dell uscita di Fidenza-Salsomaggiore Terme sull Autostrada A1, il Fidenza Shopping Park. Note Informative 1 - Premessa La città di Fidenza rappresenta una delle più vivaci realtà artistico-culturali, turistiche e produttive a cavallo della via Emilia fra le città di Parma e Piacenza. Città

Dettagli

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI

IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Evento IL BIO ITALIANO NELLE FIERE INTERNAZIONALI Roberta Callieris Roma, 16 Dicembre 2010 1 : 85 Campione : 17 Summer Fancy Food: 16 Aree di provenienza degli espositori (%) Summer Fancy Food I fatturati

Dettagli

La programmazione integrata delle filiere agro alimentari

La programmazione integrata delle filiere agro alimentari DIREZIONE OPERE PUBBLICHE ECONOMIA MONTANA E FORESTE La programmazione integrata delle filiere agro alimentari nelle aree LEADER del Piemonte Torino, 27 novembre 2014 1 PSR 2007 2013 ASSE IV LEADER 13

Dettagli

Esempi di sistemi distributivi locali

Esempi di sistemi distributivi locali Corbetta - 10.02.2012 Esempi di sistemi distributivi locali Andrea Calori - Politecnico di Milano Concetto di filiera corta in diversi contesti Corto come locale/vicino Corto come meno intermediato diminuzione

Dettagli

Emilia-Romagna e mense: best practices di ristorazione scolastica

Emilia-Romagna e mense: best practices di ristorazione scolastica Emilia-Romagna e mense: best practices di ristorazione scolastica Rossana Mari Assessorato Agricoltura Regione Emilia-Romagna Esperienze di ristorazione sostenibile italiane e europee a confronto, Bologna,

Dettagli

LA PRODUZIONE PRIMARIA NEL COMPARTO AGRO-ALIMENTARE

LA PRODUZIONE PRIMARIA NEL COMPARTO AGRO-ALIMENTARE LA PRODUZIONE PRIMARIA NEL COMPARTO AGRO-ALIMENTARE Fabio Grillo Spina Dipartimento dell Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari Via Quintino Sella,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA 31 Maggio 2013 ore 11.00

COMUNICATO STAMPA 31 Maggio 2013 ore 11.00 COMUNE DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO STATISTICA www.reggiocal.it/statistica ANTICIPAZIONE DELLA VARIAZIONE DEGLI INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO CITTA DI REGGIO CALABRIA MESE DI MAGGIO 2013 Nel mese di Maggio,

Dettagli

Allegato 3. TABELLA DELLE GRAMMATURE (3 6 anni) Scuola dell Infanzia Porzione (grammi/ml) Cereali, derivati e tuberi

Allegato 3. TABELLA DELLE GRAMMATURE (3 6 anni) Scuola dell Infanzia Porzione (grammi/ml) Cereali, derivati e tuberi Allegato 3 Cereali, derivati e tuberi TABELLA DELLE GRAMMATURE (3 6 anni) Scuola dell Infanzia Porzione (grammi/ml) Pasta o riso asciutti 50-60 Pasta, riso, orzo o simili in brodo 20-30 Gnocchi di patate

Dettagli

L EDUCAZIONE AGROALIMENTARE

L EDUCAZIONE AGROALIMENTARE VENETO AGRICOLTURA E L EDUCAZIONE AGROALIMENTARE Attraverso l attività dei propri Centri Sperimentali ed Aziende Pilota, promuove la ricerca applicata alle produzioni agro-alimentari studiando sistemi

Dettagli

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna

MODELLO A1. 1. Operatore del settore alimentare. Data. Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna MODELLO A1 Data Al Dipartimento Sanità Pubblica Azienda USL di Bologna Oggetto: Notifica ai fini della registrazione ai sensi art. 6 reg. CE 852/2004 e della determina della Regione Emilia Romagna n. 9223

Dettagli

LE BOTTEGHE: la voce dei clienti

LE BOTTEGHE: la voce dei clienti per LE BOTTEGHE: la voce dei clienti Marzo 2013 Profilo anagrafico dei frequentatori SESSO Italia Roma maschio 34 42 femmina 66 58 ETÀ Italia Roma 18-24 anni 2 2 25-34 anni 17 15 35-44 anni 27 19 45-54

Dettagli

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali

IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE. Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano Convegno IL PARMIGIANO-REGGIANO ED IL MARKETING TERRITORRIALE Intervento di Kees De Roest Centro Ricerche Produzioni Animali La vendita del Parmigiano-Reggiano

Dettagli

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0

Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 Mostra mercato di prodotti biologici e a km 0 1 Dove e quando si svolge? In via Alzaia Naviglio Pavese in Milano Domenica 29 Settembre 2013 Dalle ore 08.00 alle ore 19.30 2 Programma Dalle ore 08.00 alle

Dettagli

Presentazione servizio refezione scolastica. Fondazione Pietro Zarri Scuola dell infanzia paritaria di Castel Maggiore

Presentazione servizio refezione scolastica. Fondazione Pietro Zarri Scuola dell infanzia paritaria di Castel Maggiore Presentazione servizio refezione scolastica LaGhirlandinasrl Come la buona cucina di casa tua. Fondazione Pietro Zarri Scuola dell infanzia paritaria di Castel Maggiore A partire dal mese di marzo 2014

Dettagli

Un congresso all'insegna dell'apertura e del confronto, per essere protagonisti preparati di un mondo in continua evoluzione.

Un congresso all'insegna dell'apertura e del confronto, per essere protagonisti preparati di un mondo in continua evoluzione. Un congresso all'insegna dell'apertura e del confronto, per essere protagonisti preparati di un mondo in continua evoluzione. La Federazione Italiana Cuochi e L Unione Regionale Cuochi Toscani nei giorni

Dettagli

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto

A SCUOLA CON GUSTO. Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto A SCUOLA CON GUSTO Progetto di educazione alimentare, sensoriale e del gusto Il progetto A SCUOLA CON GUSTO Il progetto A SCUOLA CON GUSTO, giunto oggi alla quarta edizione, mira ad avvicinare adulti e

Dettagli

COOKING MANIA. PROGRAMMA CORSI DI CUCINA Anno 2015/2016

COOKING MANIA. PROGRAMMA CORSI DI CUCINA Anno 2015/2016 COOKING MANIA PROGRAMMA CORSI DI CUCINA Anno 2015/2016 La Sicilia ha un patrimonio gastronomico unico al mondo e la nostra Accademia ha come obiettivo principale quello di valorizzare tutti i prodotti

Dettagli

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo

Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Le tendenze e gli scenari futuri per l agro-alimentare lombardo Roberto Pretolani Dipartimento di Economia, Management e Metodi quantitativi Università degli Studi di Milano Regione Lombardia, 4 dicembre

Dettagli

C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa

C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa C O M U N E D I V E C C H I A N O Provincia di Pisa 1 Settore - Politiche Comunali e Gestione delle Risorse Denominazione progetto: Il gusto di stare insieme a.s. 2008/2009 tra frutta, verdura e tradizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE C.E.I.E.

REGOLAMENTO DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE C.E.I.E. REGOLAMENTO DEL PROCESSO DI CERTIFICAZIONE C.E.I.E. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE: Il presente Regolamento disciplina il sistema di Certificazione adottato da DEKRA Testing and Certification per l attività

Dettagli

Centro Agro Alimentare di Bologna Fabbrica Italiana Contadina. Preliminary Information Memorandum 11 Febbraio 2014

Centro Agro Alimentare di Bologna Fabbrica Italiana Contadina. Preliminary Information Memorandum 11 Febbraio 2014 Centro Agro Alimentare di Bologna Fabbrica Italiana Contadina Preliminary Information Memorandum 11 Febbraio 2014 Sommario Sezione 1 Breve descrizione del Progetto Pag. 3 Sezione 2 Cenni sulla struttura

Dettagli

promossa da Arcipelago SCEC, permetterà, infine, ai vari Empori di scambiarsi

promossa da Arcipelago SCEC, permetterà, infine, ai vari Empori di scambiarsi Il progetto pilota di Emporio Territoriale a Crotone L Emporio Territoriale di Crotone nasce dalla volontà di portare il prodotto locale di qualità al consumatore finale a prezzi vantaggiosi, in modo tale

Dettagli

Il Progetto Oltrebampe

Il Progetto Oltrebampe Il Progetto in sintesi Il Progetto Oltrebampe Oltre bambini e prodotti agricoli di eccellenza Descrizione del progetto OltreBampè affronta il tema dello sviluppo sostenibile dei sistemi urbani, facendo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 - PSR CALABRIA

PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 - PSR CALABRIA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 - PSR CALABRIA IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE (PSL) DELL ALTO JONIO COSENTINO FEDERICO II : Un percorso tra storia, profumi e sapori Presentazione risultati di fine programmazione

Dettagli

DOMANDE PIU FREQUENTI

DOMANDE PIU FREQUENTI DOMANDE PIU FREQUENTI REGISTRAZIONE DELLE ATTIVITA PER LE IMPRESE ALIMENTARI ISTRUZIONI PER L APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO Regolamento CE 852/2004, Decreto legislativo n. 193/2007, Delibera Giunta Regione

Dettagli

DISCIPLINARE DI ADESIONE RASSEGNA GASTRONOMICA: Tutti a tavola! Pesce in cassola e frittura

DISCIPLINARE DI ADESIONE RASSEGNA GASTRONOMICA: Tutti a tavola! Pesce in cassola e frittura ATTUAZIONE ASSE 4 FEP 2007-2013 Mis. 4.1 Sviluppo sostenibile delle zone di pesca PSL Pesca e sviluppo sostenibile nel Nord Sardegna GAC Nord Sardegna Az. 244. RASSEGNA GASTRONOMICA: Tutti a tavola! Pesce

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L - F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Cognome/Nome MAURIZIO CECI E-mail maurizio@ceci.it Nazionalità Italiana Data e luogo di nascita MEDESANO, 3

Dettagli

Azienda Agricola Masseria Manone

Azienda Agricola Masseria Manone Azienda Agricola Masseria Manone Proposte Fattoria Didattica A.S. 2015/2016 Fattoria Didattica Masseria Manone: Proposte didattiche a.s. 2015/2016, Page 1 Masseria Manone Fattoria Didattica Egregio Signor

Dettagli

Appalto per la Gestione del Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Pieve di Cento

Appalto per la Gestione del Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Pieve di Cento Appalto per la Gestione del Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Pieve di Cento C.N.S. Consorzio Nazionale Servizi Anno Fatturato Complessivo Fatturato Ristorazione 2008 560 Mln. 67 Mln. 2009

Dettagli

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY:

SCUOLA DI COMUNICAZIONE. Proposta di MASTER di Primo livello in. MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: SCUOLA DI COMUNICAZIONE Proposta di MASTER di Primo livello in MANAGEMENT e COMUNICAZIONE DEL MADE IN ITALY: Promozione enogastronomica e valorizzazione delle eccellenze del territorio A.A.2014-15 Premessa

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Agroalimentare e Bevande Mosca Settembre 16 AGROALIMENTARE E BEVANDE Il 2013 si qualifica come un anno sostanzialmente positivo per l export agroalimentare italiano:

Dettagli

Introduzione al Corso

Introduzione al Corso Introduzione al Corso Il Corso Professionale di Cucina Italiana ha l obbiettivo di fornire una preparazione di alto livello sulla cucina italiana a 360. Il corso, partendo dalle basi, propone un corso

Dettagli

Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio.

Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio. Rilevazione dei prezzi di un paniere di beni di largo consumo nella distribuzione organizzata della regione Lazio Seconda edizione Note metodologiche Ufficio Sistema Statistico Direzione Risorse Umane

Dettagli

LE ESPOSIZIONI UNIVERSALI ED EXPO MILANO 2015

LE ESPOSIZIONI UNIVERSALI ED EXPO MILANO 2015 LE ESPOSIZIONI UNIVERSALI ED EXPO MILANO 2015 3 Cosa è una Esposizione Universale Da oltre 100 anni, le Esposizioni Universali hanno un posto d eccellenza nell'educazione dei cittadini, del mondo e nel

Dettagli

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino

Giovanni Peira. Università degli studi di Torino Giovanni Peira Università degli studi di Torino L agricoltura dalla parte del consumatore Domanda e offerta di prodotti agroalimentari: il punto di vista del consumatore. 2 dicembre 2008, Torino 1 Evoluzione

Dettagli

MENU REFEZIONE SCOLASTICA Comuni di Castel San Pietro Terme E Ozzano dell Emilia

MENU REFEZIONE SCOLASTICA Comuni di Castel San Pietro Terme E Ozzano dell Emilia MENU REFEZIONE SCOLASTICA Comuni di Castel San Pietro Terme E Ozzano dell Emilia ANNO SCOLASTICO 2015/2016 1 1. GRAMMATURE DI RIFERIMENTO Di seguito si riportano le grammature di riferimento indicate nella

Dettagli

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100

Paniere dell'indice dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale - Anno 2008 coefficienti di ponderazione - base dicembre 2007 = 100 Riso 1.064 Pane 13.504 Pasta 5.808 Cereali e farine 590 Pasticceria 4.905 Biscotti dolci 2.742 Biscotti salati 1.709 Alimenti dietetici 374 Altri cereali e piatti pronti 2.505 Carne bovina fresca 18.572

Dettagli

Azienda Agrituristica - Fattoria Didattica

Azienda Agrituristica - Fattoria Didattica L Azienda Agrituristica Fattoria Didattica L Agrumeto è situata nella regione del Parteolla, in agro di Donori, piccolo paese a vocazione agricola a circa 25 Km. da Cagliari. Il paesaggio è collinare,

Dettagli

.com kiz fres adv MENÙ DEL GUSTO

.com kiz fres adv MENÙ DEL GUSTO MENÙ DEL GUSTO PIZZERIA FOCACCERIA DOLCERIA BIRRERIA MENÙ DEL GUSTO DEGUSTAZIONE E PER ASPORTO Scegliendo tra degustazione e per asporto, potrete gustare le nostre pizze alla pala, anche dette «alla romana»,

Dettagli

PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA

PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA PROMOZIONE DELLE ECCELLENZE, DEI TERRITORI E DELLA DIETA MEDITERRANEA FONDO DI PEREQUAZIONE 2011 2012 Piano operativo marzo 2013 ns. rif. D13PTA0103S046 1. QUADRO DI RIFERIMENTO Il modello alimentare della

Dettagli

presenta il progetto FATTORIA DIDATTICA

presenta il progetto FATTORIA DIDATTICA presenta il progetto FATTORIA DIDATTICA Una fattoria didattica è l ambiente ideale per consentire al bambino di stabilire un contatto vero con la natura e il mondo agricolo. Trascorrere una giornata in

Dettagli

Domenica inaugurazione di Levante Prof nella Fiera del Levante

Domenica inaugurazione di Levante Prof nella Fiera del Levante TESTATA: Il Giornale del Sud (weblink: www.ilgiornaledelsud.com/?p=12967) DATA: 27 febbraio 2015 TITOLO: Domenica inaugurazione di "Levante Prof" nella Fiera del Levante CLIENTE: DMP Srl Domenica inaugurazione

Dettagli

DIETA SPECIALE TIPO A (iperglicidica e ipolipidica)

DIETA SPECIALE TIPO A (iperglicidica e ipolipidica) DIETA SPECIALE TIPO A (iperglicidica e ipolipidica) DATA della richiesta : DATA scadenza dieta : COGNOME E NOME: pasta o riso o orzo o farro con olio e parmigiano reggiano, con pomodoro o con verdure;

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LA ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BAR INTERNO DELL ISTITUTO E DEI DISTRIBUTORI DI CIBI E BEVANDE ALLEGATO 2

BANDO PUBBLICO PER LA ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BAR INTERNO DELL ISTITUTO E DEI DISTRIBUTORI DI CIBI E BEVANDE ALLEGATO 2 BANDO PUBBLICO PER LA ASSEGNAZIONE DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI BAR INTERNO DELL ISTITUTO E DEI DISTRIBUTORI DI CIBI E BEVANDE ALLEGATO 2 TABELLA DEI PRODOTTI SOMMINISTRATI AL BAR E NEI DISTRIBUTORI,

Dettagli

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita.

UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. UN ORTO DI CLASSE Curare la terra, nutrire la vita. Progetto rivolto alle classi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell Emilia Romagna a.s. 2014-2015 Novità 2014/15 KIT PER ORTO DEL CONTADINO

Dettagli

Fattoria didattica La Fattoria del gelato

Fattoria didattica La Fattoria del gelato di Dellerba Felice Via Grange, 44-10044 Pianezza (To) mappa Telefono: 3421379875 Fax: 0119675431 - e-mail: info@lafattoriadelgelato.it - www.lafattoriadelgelato.it Referente per le attività didattiche:

Dettagli

Scheda 3. «Agricoltura e Agroenergie» L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 3. «Agricoltura e Agroenergie» L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 3 «Agricoltura e Agroenergie» L AGRICOLTURA MULTIFUNZIONALE GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il concetto di multifunzionalità è comparso nelle politiche internazionali, nel dibattito in seno

Dettagli

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi

Fondazione Opera Madonna del Lavoro. Bilancio di missione 2013. sintesi Fondazione Opera Madonna del Lavoro Bilancio di missione 2013 sintesi Missione FOMAL è un Ente Diocesano che opera senza finalità di lucro per la promozione della persona nella società, realizzando attività

Dettagli

Le attività umane. Mondadori Education

Le attività umane. Mondadori Education Le attività umane L economia di uno Stato comprende le risorse naturali e le attività lavorative praticate dai suoi cittadini. L economia è divisa in tre settori: primario, secondario, terziario. Il settore

Dettagli

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta

Newsletter n.2. La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Newsletter n.2 La politica di sviluppo rurale e la filiera corta Presentazione In questa seconda newsletter che accompagna il percorso formativo della nostra Comunità montana sulle opportunità offerte

Dettagli

L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013

L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013 RISERVATO E CONFIDENZIALE L esperienza di Fondazione Housing Sociale MIlano, 29 novembre 2013 Fondazione Housing Sociale nasce per rispondere a un bisogno La Fondazione Housing Sociale ( FHS o la Fondazione

Dettagli

Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze. Roberto Pinton

Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze. Roberto Pinton Il mercato globale dei prodotti biologici: situazione e tendenze Roberto Pinton Federazione unitaria interprofessionale Fondata nel 1992 35 associazioni nazionali o regionali di agricoltori biologici 2

Dettagli

Roma Città del gusto 09.11.2009-08.04.2010 VIII EDIZIONE

Roma Città del gusto 09.11.2009-08.04.2010 VIII EDIZIONE [ MASTER IN COMUNICAZIONE E GIORNALISMO ENOGASTRONOMICO Roma Città del gusto 09.11.2009-08.04.2010 VIII EDIZIONE [ [ Una full immersion nel mondo del cibo e del vino per cogliere tutte le sfumature del

Dettagli

QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015

QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015 Università degli studi di Napoli Federico II Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali QUOTE LATTE ADDIO: QUALE FUTURO PER IL SETTORE BOVINO? Real Orto botanico, Napoli 13 maggio 2015 "I

Dettagli

Thai-Italian Chamber of Commerce

Thai-Italian Chamber of Commerce IL MERCATO AGROALIMENTARE IN THAILANDIA Il settore del Food in Thailandia è sicuramente uno dei piu promettenti e in rapida crescita. La concorrenza sta crescendo di pari passo; ogni anno infatti assistiamo

Dettagli

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA

COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA STUDIO DI SETTORE WM21E ATTIVITÀ 46.31.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI FRUTTA E ORTAGGI CONSERVATI ATTIVITÀ 46.32.20 COMMERCIO ALL INGROSSO DI PRODOTTI DI SALUMERIA ATTIVITÀ 46.33.10 COMMERCIO ALL INGROSSO

Dettagli

Relazione di: Tiziana Nasolini Osservatorio Agroambientale Titolo dell intervento : Il turismo rurale nelle fattorie didattiche.

Relazione di: Tiziana Nasolini Osservatorio Agroambientale Titolo dell intervento : Il turismo rurale nelle fattorie didattiche. Relazione di: Tiziana Nasolini Osservatorio Agroambientale Titolo dell intervento : Il turismo rurale nelle fattorie didattiche. Osservatorio Agroambientale è un organismo promosso nel 1990 dalla Provincia

Dettagli

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER Progetto di riqualificazione e riconversione dell edificio Ex-Westinghouse in centro di competenza nel campo dell innovazione energetico-ambientale

Dettagli

Nuova attività agrituristica Società agricola SOLE LUNA Baiso (RE) MISURA 413 Azione 1

Nuova attività agrituristica Società agricola SOLE LUNA Baiso (RE) MISURA 413 Azione 1 Nuova attività agrituristica Società agricola SOLE LUNA Baiso (RE) L azienda SoleLuna è un agriturismo di prossima inaugurazione a Baiso. Insieme alle coltivazioni biologiche, è stato realizzata la struttura

Dettagli

elò ITALIA Going to China

elò ITALIA Going to China elò ITALIA Going to China elò ITALIA: l unione di esperti per il massimo dei risultati Consulvendite Srl Italy Professional Srl SG Consulting Core Business aziendale Società specializzata nella consulenza

Dettagli

UNIVERSITà dei SAPORI

UNIVERSITà dei SAPORI UNIVERSITà dei SAPORI Esempio riuscito di partenariato pubblicoprivato. Società consortile nata nel 1996 e costituita da soggetti privati e pubblici tra cui, Confcommercio Perugia, Regione Umbria, Province

Dettagli

PROVINCIA DI TERNI LA VAL TIBERINA PRODOTTO TIPICO A KM 0

PROVINCIA DI TERNI LA VAL TIBERINA PRODOTTO TIPICO A KM 0 1 COMUNE DI OTRICOLI LA VAL TIBERINA PRODOTTO TIPICO A KM 0 Presso il centro storico di Otricoli dal 07 al 09 settembre 2012 si terrà OTRICOLI MUSIC FESTIVAL Eventi e Antiche Tradizioni, in Terra di Otricoli,

Dettagli

Alimentaria & Horexpo & Tecnoalimentaria Lisbona, 22-24 Novembre2015

Alimentaria & Horexpo & Tecnoalimentaria Lisbona, 22-24 Novembre2015 Alimentaria & Horexpo & Tecnoalimentaria Lisbona, 22-24 Novembre2015 Salone Internazionale dell Alimentazione, dell Ospitalità Alberghiera e della Tecnologia per l Industria Alimentare. La realizzazione

Dettagli

FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE

FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE FOCUS GROUP: LA VALORIZZAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI ATTRAVERSO LE FILIERE CORTE E MODALITA DI COMMERCIALIZZAZIONE Progettiamo insieme il piano di azione locale leader verso il 2020: partecipa anche tu!

Dettagli

Birra e bevande Pasta ripiena Importatori. Delicatessen. Salumi Spezie. Olio. Formaggi. Export. Aceto. Latte e derivati. Parma, 5-8 Maggio CIBUS 2014

Birra e bevande Pasta ripiena Importatori. Delicatessen. Salumi Spezie. Olio. Formaggi. Export. Aceto. Latte e derivati. Parma, 5-8 Maggio CIBUS 2014 Prodotti BiologiciFrozenfood Pane e sostituti Formaggi Pasta ripiena CioccolatoAcque minerali Conserve vegetali Export Pasta secca Formaggi Carni Delicatessen CIBUS 2014 Salumi Buyer Parma, 5-8 Maggio

Dettagli

ACCORDO TERRITORIALE PER IL POLO FUNZIONALE AEROPORTO

ACCORDO TERRITORIALE PER IL POLO FUNZIONALE AEROPORTO Comune di Calderara di Reno ACCORDO TERRITORIALE PER IL POLO FUNZIONALE AEROPORTO Conferenza stampa Bologna 15 luglio 2008 La strategia metropolitana 6 Accordi Territoriali sottoscritti per i Poli Funzionali

Dettagli

Codici ATECO AGRICOLTURA - SILVICOLTURA - PESCA COLTIVAZIONI AGRICOLE - PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Codici ATECO AGRICOLTURA - SILVICOLTURA - PESCA COLTIVAZIONI AGRICOLE - PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI CACCIA E SERVIZI CONNESSI Codici ATECO AGRICOLTURA - SILVICOLTURA - PESCA COLTIVAZIONI AGRICOLE - PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI CACCIA E SERVIZI CONNESSI Tipo D.I.A. 01. 11. 10 Coltivazione di cereali (escluso il riso) 01. 11.

Dettagli

Dai mercati all ingrosso a piattaforma logistica integrata e alla citta del gusto e della salute

Dai mercati all ingrosso a piattaforma logistica integrata e alla citta del gusto e della salute Dai mercati all ingrosso a piattaforma logistica integrata e alla citta del gusto e della salute Il ruolo di Sogemi La funzione tradizionale dei mercati all ingrosso Concentrazione derrate agroalimentari

Dettagli

FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA.

FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA. FONDI EUROPEI. PER UN SUD D ITALIA CHE CAMBIA. NOI E L'EUROPA, INSIEME PER LO SVILUPPO. L'azione dell'unione Europea mira a ridurre il divario tra i livelli di sviluppo delle varie regioni e il ritardo

Dettagli

L Azienda. quality In Mensa garantisce i suoi pasti

L Azienda. quality In Mensa garantisce i suoi pasti L Azienda In Mensa é un azienda specializzata a 360 nel campo della ristorazione collettiva, che si avvale di eccellenti collaboratori. L azienda garanti- sce elevata professionalità, massima sicurezza

Dettagli

Expo 2015: le reali opportunità per le piccole imprese

Expo 2015: le reali opportunità per le piccole imprese Da: NewsLetter CNA Modena Inviato: venerdì 7 novembre 2014 15:17 Oggetto: CNA Modena Notizie - EXPO 2015: le reali opportunità per le piccole imprese EXPO 2015 Modena, 7 novembre 2014 Expo 2015: le reali

Dettagli

AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE

AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE AZIENDA AGRITURISTICA LA FINESTRA SUL MARE Diversificazione in un contesto di grande pregio naturalistico 1 L azienda L azienda agrituristica si trova a Caronia (ME) nell area del Parco dei Nebrodi; è

Dettagli

Stefania Cerutti. Università degli Studi del Piemonte Orientale

Stefania Cerutti. Università degli Studi del Piemonte Orientale Marketing territoriale, l approccio integrato delle filiere Stefania Cerutti Università degli Studi del Piemonte Orientale Agenda il territorio come sistema il marketing del territorio i prodotti turistici

Dettagli

PROFESSIONE CUOCO CORSO PROFESSIONALE

PROFESSIONE CUOCO CORSO PROFESSIONALE PROFESSIONE CUOCO CORSO PROFESSIONALE Introduzione al Corso Il corso Professione Cuoco Giovani Promesse è rivolto a coloro che vogliono avviarsi alla cucina italiana con particolare attenzione allo stile

Dettagli

DAL PERCORSO PARTECIPATO ALLA TABELLA MERCEOLOGICA DEL CAPITOLATO D APPALTO

DAL PERCORSO PARTECIPATO ALLA TABELLA MERCEOLOGICA DEL CAPITOLATO D APPALTO Prodotti bio (Pane, farine ecc) Uova allevate all aperto Materie prime di produzione biologica Farina di grano tenero, farina di mais, pane con farina bio; Pasta di semola di grano duro; Riso, orzo perlato

Dettagli

Expo 2015 Il negozio di Confagricoltura Veneto a Milano 28 Settembre 11 Ottobre 2015

Expo 2015 Il negozio di Confagricoltura Veneto a Milano 28 Settembre 11 Ottobre 2015 Expo 2015 Il negozio di Confagricoltura Veneto a Milano 28 Settembre 11 Ottobre 2015 In occasione di Expo 2015, Confagricoltura ha scelto per il suo fuori Expo una magnifica location nel cuore di Milano:

Dettagli

progetto pilota per l implementazione di filiere agroalimentari

progetto pilota per l implementazione di filiere agroalimentari P.R.U.S.S.T - CALIDONE PROGRAMMA DI RIQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRITORIO progetto pilota per l implementazione di filiere agroalimentari 1^ annualità Quadro Forestali posti a capo

Dettagli

All Azienda Sanitaria Locale di Ambito territoriale ex A.S.L. n di. Dipartimento di Prevenzione S.B.A. C.S.U.

All Azienda Sanitaria Locale di Ambito territoriale ex A.S.L. n di. Dipartimento di Prevenzione S.B.A. C.S.U. Oppure OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA E Modello Segnalazione Allegato 2a Al SUAP di.. VIA......(.) Al Comune di.. Via...(.) All Azienda Sanitaria Locale di Ambito territoriale ex A.S.L. n di. Dipartimento

Dettagli

I Farmer s market come strumento per una ulteriorecrescita delle vendite dirette dei prodotti agricoli dr.vilmer Poletti

I Farmer s market come strumento per una ulteriorecrescita delle vendite dirette dei prodotti agricoli dr.vilmer Poletti Reggio Emilia 28/05/08 I Farmer s market come strumento per una ulteriorecrescita delle vendite dirette dei prodotti agricoli dr.vilmer Poletti con la collaborazione di Davide Zaniboni Assessorato Agricoltura

Dettagli

GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015

GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015 ESTRATTO GUIDA AL MERCATO DEGLI UFFICI DI MILANO E HINTERLAND 2013-2015 Domanda, offerta e rating di zona per investire e vendere al meglio Il mercato degli uffici di Milano e hinterland è il più importante

Dettagli

MAGNETE MILANO: UN ATTRATTORE DI ATTIVITÀ TECNOLOGICHE E INNOVAZIONE

MAGNETE MILANO: UN ATTRATTORE DI ATTIVITÀ TECNOLOGICHE E INNOVAZIONE MAGNETE MILANO: UN ATTRATTORE DI ATTIVITÀ TECNOLOGICHE E INNOVAZIONE La proposta del Gruppo Prelios per la rifunzionalizzazione del Padiglione 1 e 2 del Portello Milano PREMESSA (1/2) Prelios S.p.A. è

Dettagli