CAPITOLATO DESCRITTIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO DESCRITTIVO"

Transcript

1 CAPITOLATO DESCRITTIVO CONDOMINIO VIA BISCARRA 12/4 PARTICOLARI DI CAPITOLATO DESCRIZIONE DEI LAVORI Le opere hanno per oggetto la costruzione di un fabbricato destinato principalmente ad uso civile abitazione ed eventualmente in parte ad uso terziario/ricettivo secondo il progetto redatto dall Arch Martinelli Massimo dello Studio Dimensioni, in Via Volta 13 - Settimo T.se (TO) e secondo eventuali varianti che verranno approvate. Le opere saranno costruite in osservanza al Permesso di Costruire n. 385/2007 del 11/10/2007 e sue eventuali varianti e/o varianti in corso d opera. Il complesso residenziale è situato in Via Biscarra 12 int. 4 nel comune di Torino. L intervento prevede la demolizione completa degli esistenti fabbricati e la completa ricostruzione secondo il progetto approvato e secondo varianti che verranno approvate. Il nuovo complesso residenziale si sviluppa su cinque piani fuori terra di cui uno su piloty e un piano interrato oltre al piano mansardato non abitabile. Il piano interrato è destinato ad autorimessa e cantine, il piano terra a piloty con locali tecnici e rimesse, i restanti piani ad abitazioni ed eventualmente terziario/ricettivo. QUALITA DEI MATERIALI Nell esecuzione dei lavori saranno impiegati materiali nuovi, della migliore qualità esistente in commercio e di marche di primaria importanza. IMPRESA COSTRUTTRICE I lavori sono affidati alle imprese di costruzioni associate GEST PROJECT - GENERAL CONTRACTOR S.r.l., con sede in Torino C.so Vinzaglio 3 e DELSEDIME LUIGI DI DELSEDIME ING. MARIO S.p.A., con sede in Settimo T.se (TO) Via Torino, 8.

2 Art. 1 STRUTTURE E MURATURE Le murature portanti verticali ed orizzontali saranno in calcestruzzo armato in modo da assicurare la massima stabilità e monoliticità dell edificio. Il solaio dell autorimessa sarà del tipo ad elementi prefabbricati (tipo predalles ) solidarizzati in opera con getto integrativo in calcestruzzo armato, atto a supportare i carichi previsti nel progetto delle aree esterne I solai saranno parte del tipo tradizionale a blocchi in laterizio/calcestruzzo e parte in cemento a vista. Le murature dell edificio saranno tamponate con murature a cassavuota costituite da doppio paramento in laterizio con interposto materiale isolante termoacustico. Il paramento esterno sarà realizzato in laterizio di spessore 12 cm, nelle zone in cui è previsto il rivestimento ad intonaco o con muro del tipo paramano, il paramento interno in laterizio posato di quarto. Art. 2 DIVISORI INTERNI I divisori all interno degli alloggi e unità immobiliari saranno in mattoni forati e malta cementizia. I divisori tra alloggi e vano scala e tra alloggi saranno realizzati con una doppia parete in mattoni forati posati di quarto e malta cementizia con interposto uno strato isolante in pannelli semirigidi e/o materassino con funzioni di isolamento termico ed acustico. I divisori interni dei box, posti auto e delle cantine saranno in blocchi di cemento lavorati a faccia vista. Art. 3 COPERTURA La copertura dell edificio è prevista con tetto a falda con inserimento di lucernari tipo velux; struttura del tetto potrà essere in latero-cemento armato e/o in legno per la parte compresa nell impronta dell edificio. Il pacchetto di copertura prevede: la protezione impermeabile della struttura in latero-cemento armato e/o legno con guaina bituminosa e/o barriera al vapore; isolamento termico in osservanza a quanto prescritto dalla legge 10/91 e s.m.i., realizzato con lastre in polistirene estruso di densità e spessori adeguati; l orditura di sostegno e copertura con lamiera grecata e/o elementi in laterizio (tegole); eventualmente a discrezione dell impresa il manto di copertura in tegole tipo marsigliesi e/o similari. Art. 4 FALDALERIA Le faldalerie saranno realizzate in lamiera di rame o lamiera preverniciata, poste in opera a completamento del manto di copertura. Esse avranno funzione di finizione perimetrale, faldali per camini e teste di esalazione. Le gronde saranno realizzate su cornicione dei frontespizi ed impermeabilizzate, con doppio strato di guaine e scossalina di finizione in rame o lamiera preverniciata, i pluviali saranno in rame o lamiera preverniciata e termineranno nei pozzetti a piè di colonna collegati alla fognatura comunale. 2

3 Art. 5 BALCONI E LOGGE I balconi e/o i terrazzi saranno realizzati con struttura in latero-cemento armato. Il piano pavimento del balcone sarà realizzato con pavimentazione in piastrelle antigelive adatte per l esterno. Le ringhiere dei loggiati e balconi saranno in scatolati e bacchette di metallo come da progetto esecutivo. I terrazzi saranno delimitati da divisori in vetro oppure in lastre metalliche e/o alluminio. Gli arredi fissi e mobili dei suddetti terrazzi/balconi saranno a cura della parte promissaria acquirente, di fattura e materiali da sottoporre all approvazione del progettista e/o impresa esecutrice dell intervento generale. Art. 6 IMPERMEABILIZZAZIONE E PENDENZE Tutti i muri perimetrali esterni su terra e quelli dei terrapieni ove possibile, saranno impermeabilizzati sulla superficie verso terra, mediante stesura di primer e membrana plastomerica a base bituminosa di peso e spessore non inferiore a 4kg/mq e 2 mm, od in alternativa con appositi teli in polivinile e/o bentonitici. Le parti di superficie orizzontali esterne al fabbricato, a copertura degli interrati, saranno impermeabilizzate mediante stesura di primer e applicazione di due membrane plastometriche a base bituminosa di peso e spessore non inferiore a 4kg/mq e 4 mm. Sulla soletta prima dell applicazione dell impermeabilizzazione di cui al punto precedente, sarà realizzata una caldana armata in calcestruzzo di spessore variabile per la realizzazione delle opportune pendenze. Art. 7 ISOLAMENTI TERMICI E ACUSTICI Tra i paramenti in laterizio costituenti la muratura a cassa vuota verrà posato lo strato isolante composto da pannellatura a giunti alternati di pannelli semirigidi in fibra di vetro e/o altri con idoneo isolamento, od in alternativa a scelta della D.L. in pannelli di polistirene estruso e/o materassino con caratteristiche similari, atti a garantire l isolamento necessario richiesto e previsto nei calcoli a norma della Legge 10/91 e s.m.i. L isolamento dei pilastri sarà realizzato con tavelle in laterizio per garantire il taglio termico. I piani adibiti ad uso abitativo saranno trattati per la realizzazione di isolamento fonico, mediante applicazione sulla soletta di apposito strato isolante. Tutte le parti impiantistiche (scarichi fognari, tubazioni di adduzione acqua, aspirazioni forzate, ecc.), ove necessario e/o possibile, saranno rivestite di materiale isolante ai fini di ridurre le dispersioni termiche o la trasmissione acustica secondo i parametri previsti dalla normativa vigente. L isolamento termico al piano primo avverrà mediante materassino posato con metodo a cappotto su intradosso piano piloty. Art. 8 FACCIATE I prospetti del fabbricato verranno realizzati a intonaco e mattoni a faccia a vista con intonaco del tipo premiscelato per esterni, tirato in opera a frattazzo fine con decorazione per esterni di colore a scelta della D.L. I davanzali e le soglie esterne saranno realizzati in pietra di Serizzo. 3

4 Art. 9 AUTORIMESSE E CANTINE Tutte le murature dei locali autorimesse e cantine saranno realizzate con blocchi in cemento di vario spessore. Ove necessario le murature saranno del tipo tagliafuoco. Per i locali degli ingressi e per i camminamenti che conducono alle parti destinate a cantina, le pareti saranno intonacate con intonaco a civile, od in alternativa in blocchi lavorati a faccia vista. Sul piano di fondazione verrà formato un vespaio in ghiaia e/o naturale di idoneo spessore sopra il quale verrà realizzata la pavimentazione mediante getto di calcestruzzo e spolvero superficiale in polvere di quarzo. Nelle zone a corsie carrabili saranno ricavate le pendenze necessarie per lo scolo delle acque realizzate tramite canalette in acciaio zincato e/o pozzetti con griglie. Le porte cantine al piano interrato saranno costruite in acciaio a doppia fodinatura rese in opera preverniciate e/o zincate. I portoni dei box saranno del tipo basculante, non meccanizzati, resi in opera preverniciati e/o zincati. Art. 10 CANNE CAMINO, CANNE ESALAZIONE, CANNE DI ASPIRAZIONE Le teste di camino saranno realizzate a disegno in muratura intonacata e/o pietra con copertura in lastre di pietra di serizzo, od in alternativa con lo stesso materiale per la copertura, ovvero elementi prefabbricati. I bagni interclusi saranno dotati di canne di aspirazione forzata, in acciaio spiralato o in polivinicloruro, secondo il diametro previsto dal progetto impiantistico. Le cucine saranno provviste di griglia per aspirazioni fumi collegata a canna spuntata e/o canna singola a tiraggio naturale e/o con opportuni fori su pareti esterne secondo normative vigenti. Art. 11 INTONACI OPERE IN CARTONGESSO I soffitti e le pareti dei piani abitati, delle scale e degli androni di ingresso all edificio, saranno con finitura ad intonaco del tipo a civile premiscelato, in alternativa potranno essere intonacate a platrio di scagliola, previa preparazione su mattone. Le cucine e i bagni saranno con intonaco e preparazione idonea all incollaggio del rivestimento in ceramica. Le pareti e soffitti dell autorimessa e cantine in calcestruzzo e/o elementi prefabbricato saranno lasciati a vista. Nelle unità immobiliari, a insindacabile giudizio della Direzione Lavori, potranno essere realizzate controsoffittature piane, costituite da lastre in cartongesso montate su struttura metallica di sostegno, al fine di mascherare tubazioni (es ventilazioni). Sono inoltre previste controsoffittature piane in lastre di cartongesso negli androni e nei corridoi comuni. Art. 12 SCALE Le scale saranno pavimentate in pietra di serizzo fiammata (e/o altro materiale lapideo) o levigata a scelta della D.L., posate in opera con malta cementizia. Eguale tipo di pietra ed eguale lavorazione delle lastre è prevista per i pianerottoli e i ripiani. Gradini, ripiani e pianerottoli saranno contornati da zoccolo in pietra di Serizzo (e/o altro materiale lapideo) sempre con stesso tipo di finitura delle pedate/alzate. Le ringhiere delle scale saranno in ferro dello stesso tipo delle ringhiere dei balconi, i manufatti saranno verniciati. 4

5 Le scale interne agli alloggi saranno del tipo prefabbricato modulare con struttura metallica e pedate in legno. Art. 13 PAVIMENTI ATRI E PARTI COMUNI I pavimenti degli atri e del corridoi (pianerottoli) di disimpegno agli alloggi saranno pavimentati in pietra di Serizzo (e/o altro materiale lapideo) o piastrelle con finizione similare alle scale e corredati di zoccolino dello stesso materiale. Le pareti saranno intonacate e successivamente tinteggiate con idropittura. Art. 14 PORTONCINO DI INGRESSO I portoncini di ingresso di ogni appartamento saranno del tipo blindato, con telarone a murare in acciaio pressopiegato e zincato, anta in pannello scatolato di acciaio con isolante interno; il telarone foderato in legno, l anta rivestita su entrambe le facciate in compensato di legno simile a quello della porta interna tipo noce tanganica, robuste cerniere e rostri antiscasso in acciaio, completi di serratura di sicurezza, chiavi a nottolino speciale. Resi in opera preverniciati nelle parti non rivestite in legno. Il portoncino sarà contornato da stipiti e architravi dello stesso legno o in alternativa con pietra di serizzo (e/o altro materiale lapideo). Art. 15 PORTE Tutte le porte interne saranno color noce tanganica a scelta della D.L., con specchiatura piene, compresa la ferramenta in ottone pesante satinato, rese in opera preverniciate con vernice epossidica trasparente semilucida. Le porte dei box-auto saranno basculanti in lamiera zincata sagomata con serratura tipo Yale. Art. 16 SERRAMENTI ESTERNI, VETRI Tutti i serramenti esterni, sia finestre che porte balconi, saranno del tipo monoblocco con telarone portante all interno il serramento vero e proprio e sull esterno gli avvolgibili in PVC, secondo i disegni di progetto. I serramenti saranno costruiti in legno di abete e/o Pino e/o essenze in legno similari, colore mordenzato noce, del tipo monoblocco, con chiusura a battuta con guarnizione di tenuta, completi di regoli fermavetro, rigetti d acqua e condensa, gocciolatoi, ferramenta in alluminio bronzato, coprifili interni ed esterni in essenza uguale al serramento. Tutti i vetri dei serramenti esterni saranno del tipo basso emissivi, muniti di vetro-camera di spessore totale mm. (4/12/4 e/o 4/9/4) posti in opera con regoli ferma-vetro avvitati, previo allettamento e sigillatura con mastice al silicone, i vetri al di sotto della quota di 1 mt saranno di sicurezza come richiesto dalle normative vigenti. I portoncini dell atrio dell edificio al piano piloty, come le finestre su interpiani scala, saranno in legno e/o alluminio preverniciato, dotati di vetri di sicurezza, ove richiesto, e serrature elettriche. Il complesso sarà dotato di portone metallico motorizzato per l ingresso all autorimessa e recinzioni metalliche per la delimitazione dei confini e strada, con portoncini metallici con serrature elettriche su strada. 5

6 Art. 17 PAVIMENTI E RIVESTIMENTI Tutte le camere, gli ingressi e i locali di disimpegno, i soggiorni con angolo cottura e cucine, saranno pavimentati con piastrelle 1ª scelta di dimensioni cm. 30 x 30, in grès porcellanato o monocottura. Completerà l opera la posa di uno zoccolino in legno 1x7 cm o in grès per le parti non rivestite a scelta della Direzione Lavori. Tutti i bagni saranno pavimentati con piastrelle 1ª scelta in monocottura smaltata e/o ceramica di dimensioni cm. 20x20. I bagni saranno rivestiti in tutte le superfici perimetrali a tutta altezza, fino a 2.00 mt, come anche le cucine limitatamente alle pareti attrezzate saranno riveste per un altezza di mt. 2.00; le piastrelle previste per i rivestimenti saranno in monocottura smaltata coordinate al pavimento, di dimensioni cm. 20x20. Le Piastrelle saranno scelte dall acquirente presso l unico campionario disposto in cantiere od in alternativa presso la ditta fornitrice dell impresa, che verrà indicata al momento opportuno. La posa prevista è quella dritta ovvero ortogonale alle pareti; per pose particolari, pezzi speciali oppure a disegno si eseguiranno preventivi specifici. Locali cantina, corridoio ed autorimesse saranno pavimentati con battuto di cemento lisciato, additivato con spolvero al quarzo. Art. 18 IMPIANTO IDRAULICO - GAS Ciascun appartamento sarà alimentato con colonne con tubazioni di acqua fredda in tubo di acciaio zincato (e/o altro tipo secondo quanto indicato dal progetto degli impianti) con coibentazione atermica in fusione antidisperdente anticondensa. Le tubazioni interne di carico dei servizi e cucina saranno realizzate in tipo coes e/o acquaterm e/o multistrato mentre quelle di scarico saranno realizzate in tubo di Geberit e/o similare. Sarà previsto un attacco gas in ogni cucina per la cottura. Ogni unità immobiliare sarà dotata di contatore di acqua fredda. Per terrazzi e giardini privati è previsto un attacco dell acqua fredda con rubinetto portagomma. I misuratori gas sono previsti al piano terreno e/o ai singoli piani su balconi/terrazzi privati, con colonne montanti realizzate con tubi esterni fino all ingresso degli alloggi e con tubi incassati all interno. Art. 19 IMPIANTO TERMICO Tutte le unità immobiliari saranno servite da un satellite di utenza per la gestione autonoma del riscaldamento e della produzione di acqua calda sanitaria, con contabilizzazione di tutta l energia utilizzata, per l acqua calda sanitaria potrà essere utilizzato un impianto centralizzato con contatore per il conteggio dell energia/consumo individuale. L impianto sarà provvisto a gestione individuale con n 1 cronotermostato ambiente regolabile, provvisto delle funzioni di impostazione temperatura ambiente, temperatura minima antigelo, orari di funzionamento (settimanali/giornalieri). I radiatori saranno in acciaio e/o in alluminio preverniciati di colore bianco a colonne e/o piastre, l impianto provvisto di collettore principale di distribuzione con partenza in tubo di rame o altro secondo normative vigenti, per alimentare i corpi scaldati. All interno del bagno verrà installato un termo-arredo con funzioni di scaldasalviette di colore bianco. Per quanto attiene ai vani per collettori e contabilizzatori, propri della tipologia di impianto installato, si segnalano i seguenti posizionamenti: satellite appartamento su terrazzo e/o balcone incassato su muratura 6

7 collettori incassati su filo muratura, all esterno sotto satellite e/o all interno degli alloggi in posizione baricentrica, sarà provvisto di sportello di chiusura in metallo verniciato con opportune prese d aria, il tutto secondo le prescrizioni del progetto degli impianti. Art. 20 DECORAZIONI INTERNE La tinteggiatura dei vani scala dell androne/piloty e dei corridoi (pianerottoli) di disimpegno agli alloggi sarà realizzata con due o più riprese di idropittura lavabile. All interno degli appartamenti non verrà effettuata alcuna decorazione. Art. 21 APPARECCHIATURE SANITARIE L allestimento del servizio igienico dei sanitari sarà in ceramica smaltata di colore bianco. Gli apparecchi saranno della serie TESI-Ideal Standard o del tipo similare e saranno previsti per ogni bagno: lavabo con monoforo delle dimensioni di cm. 65x55 circa con colonna, fissati su robuste mensole e/o tasselli, completo di gruppo di erogazione monocomando e scarico sifonato colore bianco e/o cromato. vaso con scarico a pavimento, con cassetta bassa immurata Gemerti, completi di sedile di resina dedicato di colore bianco e pulsantiera doppia per lo scarico bidet a pavimento monoforo, completo di erogazione monocomando e scarico siffonato vasche acriliche anatomiche tipo TULIP-Ideal Standard o similare in vetroresina delle dimensioni di cm. 170x70 circa, e/o in alternativa piatto doccia 75x90 da posarsi sopra pavimento in ceramica smaltata, il tutto completo di miscelatore meccanico monocomando per acqua calda e fredda, asta doccia con presa a muro, tubo e boccetta e scarico sifonato Le cucine e/o angoli cottura saranno così composte: attacco di acqua calda e fredda per lavello e scarico sifonato attacco per lavastoviglie acqua calda e fredda e scarico sifonato sottolavello rubinetto di erogazione del gas. Non è prevista la fornitura del lavello della cucina. I sanitari saranno completati dalle rubinetterie, tipo Ideal-Standard modello Tratto e/o similari. Art. 22 IMPIANTI ELETTRICI Gli impianti elettrici saranno eseguiti secondo le norme CEI e le vigenti leggi in materia (con particolare riferimento alla legge 186/68, al DPR 547 del 24/4/1953 e seguenti, alla legge 46/90). Tutti gli impianti saranno comprensivi delle relative canalizzazioni, delle linee di alimentazione, delle protezioni, dei comandi e di ogni altro accessorio. Tutti gli apparecchi di manovra e di utilizzazione (interruttori, deviatori, pulsanti, prese ecc.) saranno del tipo componibile della serie TICINO modello Luna e/o similari, con placche in tecnopolimero. Ogni unità immobiliare sarà dotata di: N 1 interruttore differenziale e magnetotermico da 20A a 32, secondo progetto. Ingresso: n 1 centrovolta, n 1 presa luce, n 1 presa forza; Soggiorno: n 1 centrovolta, n 2 prese luce, n 1 presa forza, n 1 presa TV, n 1 presa telefono; Camere letto: n 1 centrovolta, n 3 prese luce, n 1 presa TV, n 1 presa telefono; 7

8 Bagno principale: n 1 centrovolta, n 1 presa luce+applique, n 1 presa 10/16A: n 1 presa Shuko con interruttore dove verrà collocata la lavatrice Antibagno: n 1 centrovolta, n 1 presa luce; Cucina e/o angolo cottura:n 1 punto luce, n 2 prese da 16/10 A (piano di lavoro), n 2 prese da 16 A tipo Shuko con interruttore bipolare (lavastoviglie e forno), n 2 prese da 10/16 A (frigo e di servizio), n 1 punto a parete per cappa aspirazione. Disimpegno: n 1 punto luce Terrazzi lato facciata: n 1 punto luce a parete con plafoniera, n 1 presa forza; Balconi lato retro: n 1 punto luce con plafoniera. Impianto Videocitofonico tra alloggio e strada. Predisposizione per impianto allarme con tre punti sensori, un punto per centralina, un punto su campanello e un punto per sirena su balcone lato cortile. I contatori individuali saranno collocati al piano terreno e/o piano interrato. Per ogni unità immobiliare sono previsti: n 2 punti Tv terrestre e n 1 punto Tv satellitare in derivazione. L antenna centralizzata sarà idonea a ricevere i programmi nazionali e le principali reti private ricevibili in zona, la parabola centralizzata sarà direzionata a 13 EST-HOT BIRD. L edificio sarà dotato di antenna satellitare centralizzata. Ogni box auto sarà dotato di punto luce con interruttore e scatole di derivazione interna, avente predisposizione per l eventuale alimentazione dell automazione della porta a bilico. Gli impianti al piano interrato cantine ed autorimessa saranno a vista. Saranno previsti impianti di illuminazione delle parti comuni quali corridoi, cantine, atrio, vano scala, disimpegni, rampa di accesso, aree esterne, cantine e box auto. Art. 23 ASCENSORE E previsto impianto di ascensore di tipo automatico con impianto macchina all interno del vano corsa. L impianto avrà le caratteristiche per l uso da parte di persone disabili secondo quanto previsto dal DM 14/06/1989 n. 236, avrà la portata di kg 480 (6 persone), con porte di cabina di piano in acciaio INOX e/o laminato, cabina rivestita in acciaio INOX e/o laminato antigraffio, pannelli di controllo, pulsantiera in acciaio INOX con caratteri braille a sfioramento, collegamento a viva voce per servizio assistenza in caso di allarme (pronto intervento), con n 7 fermate (cantina piloty 1 piano 2 piano 3 piano 4 piano 5 piano sottotetto). Art. 24 SISTEMAZIONE ESTERNA Le aree a verde saranno piantumate con essenze vegetali come previsto nel progetto esecutivo e sarà seminato il tappeto erboso. Le aree a uso esclusivo saranno opportunamente perimetrale. Le scalinate e i terrazzi saranno pavimentati in pietra di serizzo fiammata o similare o piastrelle antigelive. Cancelli carraio automatico per accesso all autorimessa con radiocomando, sarà fornito n 1 radiocomando per ogni unità immobiliare abitativa. 8

9 Art. 25 VARIE Negli atri di ingresso saranno posati contenitori per lettere in acciaio brunito o altro tipo scelto dalla D.L. La separazione fra alloggi sui balconi verrà realizzata con struttura metallica dello stesso tipo delle ringhiere dei balconi. II cancello dell autorimessa sarà del tipo automatico e ogni unità immobiliare, proprietaria del box, sarà dotata di telecomando per l apertura a distanza. Art. 26 MODIFICHE Successivamente alla stipula del preliminare di vendita verranno comunicati alla parte Promissaria i termini entro i quali effettuare le scelte dei materiali di capitolato (pavimenti, rivestimenti, sanitari, porte ecc.) In caso di scelte di materiali diversi da quelli proposti dalla Parte Promittente, il Promissario indicherà il tipo di materiale desiderato che verrà fornito dalle ditte indicate dall impresa costruttrice. Sarà quindi addebitato il prezzo del materiale scelto, maggiorato degli sfridi e della posa in opera, e parallelamente sarà accreditato il costo del materiale di capitolato posato in opera, tenendo presente i maggiori oneri derivanti dall installazione di materiali e forniture extra capitolato. Nel caso di ritardata consegna da parte dei fornitori di materiali scelti dal Promissario, il ritardo non comporterà dilazione dei pagamenti rispetto ai tempi concordati in sede di contratto. Il Promissario potrà richiedere varianti murarie purché entro il termine improrogabile indicato dalla Promittente, dette varianti dovranno essere compatibili con le esigenze costruttive ed impiantistiche del progetto, non dovranno implicare deroghe o difformità rispetto alle vigenti leggi e regolamenti e dovranno essere preventivamente approvate dalla Direzione Lavori e/o Imprese costruttrici. Le varianti dovranno essere richieste all ufficio tecnico della Promittente che provvederà a redigere il preventivo scritto per l accettazione da parte del cliente. In nessun caso scelte o varianti richieste dalla parte Promissaria, che risultino di valore inferiore rispetto quanto previsto nel presente capitolato, potranno dare origini ad accrediti. La Parte Promittente si riserva di stabilire in via definitiva la posizione degli apparecchi sanitari, dei contatori e misuratori e delle installazioni impiantistiche in genere, in relazione alle possibilità esecutive, alle prescrizioni degli enti erogatori, ed alle normative vigenti. Eventuali lavori in economia richiesti dall acquirente saranno addebitati con una tariffa oraria di /ora 25,00. Nel caso in cui i lavori di modifica comportino la presentazione di varianti in corso d opera presso gli organi competenti (es: Comune e/o ASL e/o V:V.FF. e/o altro ente di competenza), il costo di dette pratiche sarà preventivato a parte. Art. 27 SOPRALLUOGHI E CONSEGNE Il Cantiere è un luogo di lavoro a rischi di infortuni. Pertanto, ai sensi Legge 494 e s.m.i. Direttiva Cantieri, per eventuali sopralluoghi durante il corso dei lavori i signori Clienti dovranno essere accompagnati dal personale addetto previo appuntamento. Prima della consegna dell appartamento è vietato iniziare lavori privati (es: tinteggiature) o portare oggetti estranei alla fornitura di cantiere. 9

10 Art. 28 DISPOSIZIONI FINALI Le dimensioni, le caratteristiche in genere previste nel presente capitolato e da eventuali disegni allegati, sono suscettibili di variazione entro i limiti di tolleranza comunemente e commercialmente ammessi e comunque dettati da esigenze tecniche, funzionali od estetiche. Sarà presentata variante al permesso di costruire per le modifiche di distribuzione funzionale ai vari piani, per la scala condominiale con inizio dal piano piloty ed arrivo al Piano sottotetto, per l ascensore con inizio dal Piano Interrato ed arrivo al Piano sottotetto, per ampliamento dei terrazzi lato Via Biscarra. Sono fatte salve tutte le eventuali variazioni ai progetti che venissero richieste dalle autorità competenti in sede di permessi. La parte promittente venditrice si riserva di apportare le modifiche derivanti da esigenze tecniche non diversamente risolvibili o imposte da prescrizioni legislative, comunali, norme e/o regolamenti. E facoltà della Società promittente venditrice apportare eventuali variazioni al contenuto del presente capitolato purché tali variazioni non incidano negativamente sul piano funzionale estetico. Ove, nelle sopraindicate descrizioni dei materiali, siano contemplate diverse possibili soluzioni, la scelta tra le stesse deve intendersi riservata alla Società promittente venditrice, garantendo le stessa efficienza di servizio e l equivalenza complessiva di valore. Torino, 18/02/08 10

CAPITOLATO DESCRITTIVO (ALLEGATO A)

CAPITOLATO DESCRITTIVO (ALLEGATO A) CAPITOLATO DESCRITTIVO (ALLEGATO A) RESIDENZA CARDUCCI VIA CARDUCCI 7 - MONCALIERI (TO) PARTICOLARI DI CAPITOLATO DESCRIZIONE DEI LAVORI Le opere hanno per oggetto la costruzione di un fabbricato destinato

Dettagli

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO

Indaco Immobiliare S.r.l. VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO VIA SANT ANATALONE 5 - MILANO CARATTERISTICHE DELL EDIFICIO - Certificazione energetica in classe B; - Muratura perimetrale esterna ad elevato isolamento termico ed acustico; - Box al piano terra con accesso

Dettagli

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio.

RESIDENZA Formentini. Via Rismondo - Seregno. In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. RESIDENZA Formentini Via Rismondo - Seregno STRUTTURA PORTANTE In cemento armato, con solai e tetto in calcestruzzo e laterizio. COPERTURA TETTO Copertura in tegole di cemento colorato. Lattoneria e canali

Dettagli

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16

RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA ACQUIRENTI INTERVENTO IN TORINO - VIA BONZO 16 SCAVI E REINTERRI ESECUZIONE DI SCAVO DI SBANCAMENTO ESEGUITO CON MEZZI MECCANICI, ESECUZIONE DI SCAVO A SEZIONE OBBLIGATA

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI

DESCRIZIONE DEI LAVORI DESCRIZIONE DEI LAVORI COMPLESSO IMMOBILIARE SITO A MILANO IN VIA SAN ANATALONE 5 DESCRIZIONE DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11.

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO IN RIVOLI TETTI NEIROTTI Via Rossano 11. ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere

EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO. Capitolato delle opere EDILIZIA A PREZZI CONVENZIONATI ERBA VIA COPERNICO Capitolato delle opere Premessa Il complesso e costituito da tre edifici a destinazione residenziale, di 2 piani fuori terra e da un piano interrato adibito

Dettagli

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO

IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO IMMOBILIARE MILANESE S.R.L. DESCRIZIONE DELLE OPERE PALAZZINA IN VIA DELLE VIOLE PARABIAGO - MILANO 1 OPERE IN C.A. Tutte le opere strutturali dell edificio saranno in cemento armato con calcestruzzo gettato

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL L EDIFICIO SITO IN RIVOLI VIA SANTA CROCE N 7 ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto le modalità

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE LOTTO 2 EDIFICI CDEF ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO 1 DESCRIZIONE DELLE OPERE

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE Centro Residenziale Vicus Cecilianus DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE APPARTAMENTI IN VILLA 1 OPERE ESTERNE Facciate esterne: Le facciate esterne dell edificio saranno rifinite con intonaco fine colorato,

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE SOC. IMMOBILIARE VIALE CALLET S.R.L. INTERVENTO DI EDILIZIA RESIDENZIALE VIA OSOPPO N 41 TORINO DESCRIZIONE DELLE OPERE Soc.Immobiliare viale Callet s.r.l. C.so Stati Uniti n. 41 10129 Torino tel. 011-390389

Dettagli

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE

Comune di Lurano Provincia di Bergamo. Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE Comune di Lurano Provincia di Bergamo Nuova RESIDENZA SANTA CHIARA srl CAPITOLATO - DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 NOTA INTRODUTTIVA La descrizione ha lo scopo di evidenziare le caratteristiche principali dell

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1. STRUTTURA fondazioni continue in c.a., a travi rovesce, plinti isolati, platea; muri di cantina in cls. sp. cm. 30; pilastri e travi in c.a.; solai in laterocemento armato, la

Dettagli

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE

Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE Tripoli 7A S.r.l. COMPLESSO IMMOBILIARE IN MILANO P.ZZA TRIPOLI N. 7A DESCRIZIONE SINTETICA DELLE OPERE E FINITURE PREMESSA La presente descrizione è da intendersi come indicativa per la tipologia di intervento

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.:

ALLEGATO B. Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata. -, nato a il. residente in Via. n., C.F.: ALLEGATO B Capitolato delle Rifiniture allegato alla scrittura privata intercorsa in data tra le parti: - DI RENZO COSTRUZIONI S.r.l. con sede in Cepagatti, Fraz. Vallemare, Via Bonifica n.27, P.IVA: 01657200687;

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D Centro Residenziale Vicus Cecilianus Lotto Sud DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE OPERE PALAZZINE C/D 1 PRESENTAZIONE Nell ambito di un impegnativo ed ambizioso piano di lottizzazione che si sta sviluppando nel

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI DEMOLIZIONI Demolizione edificio esistente SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento

Dettagli

SANTA MARIA MAGGIORE (VB)

SANTA MARIA MAGGIORE (VB) SANTA MARIA MAGGIORE (VB) Piano terra Piano primo Portone condominiale Accesso privato piano terra Piano attico Cantine Cantine Superficie Prezzo 1 2,35 10.000,00 2 3,23 10.000,00 3 3,35 10.000,00

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1

CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE. Residenze in LAINATE via Rho. pag. 1 CAPITOLATO TECNICO DESCRITTIVO COMMERCIALE Residenze in LAINATE via Rho pag. 1 STRUTTURE - La struttura portante del fabbricato è costituita da un intelaiatura di travi e pilastri in cemento armato gettati

Dettagli

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1

REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 REALIZZAZIONE DI UN EDIFICIO AD USO RESIDENZIALE NEL COMUNE DI VITERBO VIA MONTE GRAPPA, 1 ESTRATTO DEL CAPITOLATO LAVORI SCAVI E RINTERRI Scavo di sbancamento a sezione aperta per alloggio strutture di

Dettagli

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY

COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DECORLUCY COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) CORSO UMBRIA N 41 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: DECORLUCY In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire

Dettagli

CITTA DI TORINO NUOVO EDIFICIO RESIDENZIALE VIA CHIABRERA N 25 TORINO RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA

CITTA DI TORINO NUOVO EDIFICIO RESIDENZIALE VIA CHIABRERA N 25 TORINO RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA CITTA DI TORINO NUOVO EDIFICIO RESIDENZIALE VIA CHIABRERA N 25 TORINO RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA 1 RELAZIONE TECNICA E DESCRITTIVA DEI LAVORI 1. PAVIMENTAZIONI E RIVESTIMENTI Le pavimentazioni sono

Dettagli

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati

Centri Servizi Immobiliari Integrati. Propone in vendita CERMENATE. Ville. Proprietà e diritti riservati Centri Servizi Immobiliari Integrati Propone in vendita CERMENATE Ville Proprietà e diritti riservati Vietata la diffusione e riproduzione anche parziale senza autorizzazione STRUTTURA DELL EDIFICIO La

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA

DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA DESCRIZIONE DELLE OPERE CASE IN LINEA STRUTTURE PORTANTI - Fondazioni continue in c.a., solai per il vuoto sanitario in muretti con blocchi cls, tavelloni e soprastante getto di caldana in c.a., solaio

Dettagli

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE

COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE DI MARIANO C.SE NUOVE PALAZZINE AD USO RESIDENZIALE, UFFICI, NEGOZI IN VIA MATTEOTTI ANGOLO VIA GIUSTI DESCRIZIONE DELLE OPERE DESCRIZIONE DELLE OPERE 1) STRUTTURA PORTANTE - fondazioni in c.a.;

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.

RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2. RISTRUTTURAZIONE FABBRICATO RESIDENZIALE Oneri per la sicurezza dorante tutta la durata del cantiere. ONERI SICUREZZA % 1,5 187.791,84 2.816,88 MAT 270 MATERIALI DA COSTRUZIONE NOLEGGI E TRASPORTI 270.

Dettagli

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE

DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE Costruzioni s.r.l. Via Boccaccio n 29 20123 MILANO P.IVA 06454770964 Oggetto: REALIZZAZIONE NUOVI EDIFICI RESIDENZIALI IN COMUNE DI LENNO (CO) VIALE LIBRONICO DESCRIZIONE INDICATIVA DELLE OPERE CAPITOLATO

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE

DESCRIZIONE DELLE OPERE COMUNE di GENOVA Provincia di Genova Residenza BELVEDERE Ristrutturazione di edificio ad uso residenziale P.zza Pittaluga, 2 Nervi (GE) DESCRIZIONE DELLE OPERE Il presente documento è indicativo e lo stesso

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo

COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE. Capitolato Esecutivo COMUNE DI CASTEL D AZZANO VERONA COMPLESSO RESIDENZIALE IL SALICE Capitolato Esecutivo Impresa Costruttrice: Proprietà: Progettazione e Direzione Lavori: GECO S.R.L. GECO S.R.L. ARCH. AMADORI MORENO -PREMESSO-

Dettagli

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE FONDAZIONI Fondazioni costituite da travi rovesce e platee in cemento armato,

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti

DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI. Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti ALLEGATO B DESCRIZIONE SOMMARIA DELLE PRINCIPALI Casa di 9 unità immobiliari in classe energetica A e struttura antisismica come da norme vigenti Struttura portante della casa in cemento armato con tamponamenti

Dettagli

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE

NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE NUOVA COSTRUZIONE RECANATI VIA DEL DONATORE A due passi dal centro storico, immobili in fase di realizzazione con finiture di pregio. Possibilità di scegliere materiali e disposizione interna. Pannelli

Dettagli

L'appartamento è collocato sul lato di Via Madonna delle Grazie, lontano dalla confusione della

L'appartamento è collocato sul lato di Via Madonna delle Grazie, lontano dalla confusione della Vendesi appartamento ad ingresso, autonomo primo piano più mansarda, in più cost b - primo piano mq 97,54 + balconi mq 21,12 - mansarda mq 77 + veranda mq 19,58 - box auto privato mq 22,94 in locale seminterrato.

Dettagli

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO

23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO ALLEGATO B Imm.re EDILVIT srl Paderno Dugnano CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA edificio A (aggiornamento del 23.03.2012) CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO Edificio a basso consumo energetico

Dettagli

ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C.

ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C. ROEDIL s.r.l. INTERVENTO IN ORBASSANO (TO) NUOVA STRADA DI P.R.G.C. che si innesta su s.da RIVALTA ZONA 1.5.2 1.5.2.1. DEL P.R.G.C. FABBRICATO 2 COSTRUZIONE DI EDIFICIO A QUATTRO PIANI FUORI TERRA DESCRIZIONE

Dettagli

Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI

Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI Comune di Pisogne Frazione Grignaghe Nuovo intervento residenziale I CASTAGNI Il nuovo complesso immobiliare è in località Grignaghe, a novecento metri di quota, in posizione tranquilla e soleggiata. L

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo

RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE. relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo EVARISTO s.r.l. RELAZIONE TECNICA SULLE FINITURE relativa alla sistemazione interna e risanamento conservativo di un Fabbricato Commerciale e Residenziale in Ravenna Borgo San Rocco Via Castel San Pietro

Dettagli

CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE

CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE CAPITOLATO GENERALE PER LA RISTRUTTURAZIONE DI FABBRICATO SITO IN PALERMO VIA VINCENZO ERRANTE N 12, A DESTINAZIONE CIVILE E COMMERCIALE Realizzazione di n 27 appartamenti ( bivani, trivani, appartamenti

Dettagli

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1

CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 ALLEGATO A Rev. 01 CAPITOLATO APPARTAMENTI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Località San Liborio EDIFICIO G1 1. CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE 1.1 STRUTTURA PORTANTE L edificio -composto da un piano interrato e 5

Dettagli

COMPLESSO RESIDENZIALE QUADRIFOGLIO. Capitolato Esecutivo

COMPLESSO RESIDENZIALE QUADRIFOGLIO. Capitolato Esecutivo COMUNE DI CASTEL D AZZANO VIA CAVOUR VERONA COMPLESSO RESIDENZIALE QUADRIFOGLIO Capitolato Esecutivo Impresa Costruttrice: Proprietà: Progettazione e Direzione Lavori: GECO S.R.L. GECO S.R.L. JTS ENGENEERING

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16

DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16 DESCRIZIONE OPERE DELLO STABILE IN LEGNANO, VIA PASUBIO N. 16 OPERE IN CEMENTO ARMATO Tutte le opere strutturali, il vano ascensore e le rampe delle scale saranno realizzate in cemento armato con calcestruzzo

Dettagli

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE

gps@lamiapec.it DESCRIZIONE TECNICA del 17/11/2014 I solai in laterocemento con soletta collaborante in C. A. 1.2 TAMPONAMENTI,DIVISORIE E TRAMEZZE GP S.r.l. Sede Legale ed ufficio: Via Trento n 12 Trieste fax 0403481584 telefono 040634523 Iscrizione Registro Imprese di Trieste e C.F. 01205290222 - P.IVA 00958700320 Capitale.i.v. Euro 10.400.00 gps@lamiapec.it

Dettagli

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA

CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA CAPITOLATO EDIFICIO RESIDENZIALE IN ROMA VIA DI GENEROSA 1. FONDAZIONI E STRUTTURA Le fondazioni dirette sono state realizzate in cemento armato opportunamente armate e la struttura in elevazione sempre

Dettagli

BELGIO srl COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino)

BELGIO srl COMUNE DI TORINO. ( Provincia di Torino) COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: BELGIO srl In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione da eseguire presso il suddetto

Dettagli

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi

Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA. di N 12 alloggi Descrizione delle opere intervento di FARA OLIVANA CON SOLA di N 12 alloggi DESCRIZIONE DELLE OPERE MURATURE : Murature perimetrali di tamponamento dell edificio, saranno del tipo a cassa vuota composta

Dettagli

INTERVENTO EDILIZIO IN COLLEGNO EDILIZIA LIBERA

INTERVENTO EDILIZIO IN COLLEGNO EDILIZIA LIBERA INTERVENTO EDILIZIO IN COLLEGNO Via De Amicis Via Fermi EDILIZIA LIBERA DESCRIZIONE TECNICA DELLE OPERE STRUTTURE Sistema di costruzione tradizionale con struttura in cemento armato, balconi e cornicioni

Dettagli

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA

GENARDIS RESIDENCE LA SCALA GENARDIS RESIDENCE LA SCALA International Home Esclusivo!!! Ritiriamo la tua casa +39 0332 19.52.494 +41 91 606.37.06 infogenardis@gmail.com REV_002_11-04-2012 DESCRIZIONE TECNICA Allegato al contratto

Dettagli

CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA

CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA CAPITOLATO DELLE OPERE E DELLE FINITURE RELATIVO ALLA RISTRUTTURAZIONE DE COMPLESSO GIA ESISTENTE SITO IN VIA CIPRIANI 6 BOLOGNA Listone in rovere tavola grande 180x15 in tutta la casa In alternativa piastrelle

Dettagli

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE

RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE RESIDENZA SAN GIORGIO Via Roma - Locate di Triulzi - Milano DESCRIZIONE DELLE OPERE 1 ACCADEMIA S.G.R. S.p.A. FONDO LOMBARDO Via San Maurilio n. 13 20121 MILANO DESCRIZIONE DELLE OPERE LOCATE DI TRIULZI

Dettagli

La soletta dei balconi esterni è in cemento armato in opera, il parapetto è realizzato con barra metallica a disegno semplice.

La soletta dei balconi esterni è in cemento armato in opera, il parapetto è realizzato con barra metallica a disegno semplice. 1. STRUTTURA Le fondazioni sono del tipo continue e/o travi rovesce e/o plinti isolati eseguite in cemento armato gettato in opera, con calcestruzzo di adeguate caratteristiche di resistenza.il tutto è

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015

RISTRUTTURAZIONE DI UN EDIFICIO RESIDENZIALE in VIA COMMERCIALE n 71 a Trieste DESCRIZIONE TECNICA 25/01/2015 GP S.r.l. Società con socio unico Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte della società GI EMME S.p.a. con sede in Trieste via Trento n 12 c.f. 00867010233 e P.IVA 11924350157*****************

Dettagli

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE

EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE EDILVESTA s.r.l. RIASSUNTO INDICATIVO DELLE CARATTERISTICHE E DELLE FINITURE Arch. Razzini _ via Verdi 38/C_ 20063 Cernusco s/n Tel 029230813_Fax 029232171 studiorazzini@razzini.191.it PARTI COMUNI STRUTTURA

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI COSTRUZIONI EDILI C.F.G. DI CRACOLICI FRANCO & C. S.N.C. SS n 235 KM.47 Bagnolo Cremasco(CR) tel. 0371/483389 348/7806290/1/2 fax. 0371/483389 DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI NUOVA COSTRUZIONE DI

Dettagli

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE

Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE Costruzione edificio residenziale in Comune di Milano (MI) Via Voltri DESCRIZIONE DELLE OPERE I Giardini di Via Voltri DESCRIZIONE TECNICA DELL IMMOBILE 1) CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO STRUTTURE

Dettagli

Residenziale Baroni" EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico

Residenziale Baroni EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete.

LA CUCINA VIA GORIZIA 25. Dotazioni e Finiture. Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. LA CUCINA Per il lavello di cucina sono previsti gli attacchi per l acqua calda e fredda e lo scarico a parete. Per la lavastoviglie sono previsti l attacco per l acqua fredda, con rubinetto a squadra

Dettagli

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI

DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI COSTRUZIONI EDILI DI CRACOLICI GIOACCHINO Via Togliatti, 17 26815 Massalengo(LO) tel. 0371/483389 348/7806291/0/2 fax. 0371/483389 DESCRIZIONE DEI LAVORI E DEI MATERIALI PIANO DI RECUPERO BRESSANI VIA

Dettagli

DESCRIZIONE DELLE OPERE NUOVA PALAZZINA A

DESCRIZIONE DELLE OPERE NUOVA PALAZZINA A URBAN RE Corso CAVOUR, 8 27029 VIGEVANO (PV) S.r.l. Tel./Fax 038 345068-038 22000 VIGEVANO (PV) Via SETTE DORMIENTI n 42 DESCRIZIONE DELLE OPERE NUOVA PALAZZINA A Progettista: Geometra Claudio VESE FONDAZIONI

Dettagli

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale di civile abitazione. Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. Realizzazioni immobiliari di prestigio propone Palazzina residenziale di civile abitazione Via QUASSOLI VERGHERA di SAMARATE / VARESE Residenza LA PERLA Pagina 2 di 6 Relazione

Dettagli

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE

Palazzina residenziale. Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Pagina 1 di 6 ANRECA CASE Sas. R e a l i z z a z i o n i i m m o b i l i a r i d i p r e s t i g i o propone Palazzina residenziale Via ACQUEDOTTO 99 Fraz. Verghera SAMARATE / VARESE Residenza REGINA Versione

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO

CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO CARATTERISTICHE GENERALI DELL EDIFICIO L intervento edilizio consiste nella costruzione di un edificio residenziale composto da: Un piano interrato adibito a cantinole di pertinenza degli appartamento

Dettagli

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8.

Le murature interne di divisione dei locali saranno realizzate con mattoni forati dello spessore di cm.8. Fondazione, muri di elevazione del piano interrato, travi, pilastri e scale interne saranno eseguite in calcestruzzo armato con barre di acciaio ad aderenza migliorata. Le murature del piano terra e del

Dettagli

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18

Porto S.r.l. RESIDENZA. Gli Oleandri. Capitolato delle opere. Porto d Adda - Via Mazzini 18 Porto S.r.l. RESIDENZA Gli Oleandri Capitolato delle opere Porto d Adda - Via Mazzini 18 PREMESSA La descrizione dei lavori, necessariamente sommaria e schematica, ha il solo scopo di individuare e fissare

Dettagli

COMUNE DI TORINO CARATTERISTICHE TECNICO-COSTRUTTIVE

COMUNE DI TORINO CARATTERISTICHE TECNICO-COSTRUTTIVE COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) Via Rosalino Pilo, 37 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: CONSORZIO X SERVICE C.so Torino 180- Pinerolo (To) In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo

Dettagli

CAPITOLATO COMMERCIALE

CAPITOLATO COMMERCIALE CAPITOLATO COMMERCIALE Condominio via Menabrea 9 Torino (TO) MENABREA@BELLONIA.COM www.bellonia.com 1 Indice 1. GENERALITÀ... 3 1.1 PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE OPERE ARCHITETTONICHE IN PROGETTO...

Dettagli

Fabb. "B1" MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00

Fabb. B1 MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 residence RioTorto A1 B1 C1 A2 B2 C2 Fabb. "B1" SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 59.97 MQ. 4.95 MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 Fabb. "B1" MATRIMONIALE MQ. 16.90 MQ. 10.94 MQ. 15.14

Dettagli

EDIFICIO C. Residenziale Baroni" 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico

EDIFICIO C. Residenziale Baroni 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

BELGIO srl. COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) Stabile di P.zza Galimberti, 22

BELGIO srl. COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) Stabile di P.zza Galimberti, 22 Egr. Via COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) Stabile di P.zza Galimberti, 22 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: BELGIO srl In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le opere di ristrutturazione

Dettagli

RESIDENCE LE TERRAZZE Descrizione delle opere

RESIDENCE LE TERRAZZE Descrizione delle opere RESIDENCE LE TERRAZZE Descrizione delle opere Comune di Cologno al Serio (BG) via San Rocco Residence Le Terrazze Cologno al Serio DESCRIZIONE DELLE OPERE Articolo 1. Scavi Scavi occorrenti di sbancamento

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DI VENDITA

DOCUMENTAZIONE DI VENDITA EDIFICI AL MAPPALE 1700 6517 ARBEDO - CASTIONE DOCUMENTAZIONE DI VENDITA PER INFORMAZIONI: FIDECONTO SA BELLINZONA TEL. 091/820.67.67 UGO BASSI SA LUGANO PREGASSONA TEL. 091/941.75.55 MAPPALE 1700 VIA

Dettagli

IMPRESA EDILE EDILALFI DI FACCIO ALFONSO

IMPRESA EDILE EDILALFI DI FACCIO ALFONSO IMPRESA EDILE EDILALFI DI FACCIO ALFONSO CAPITOLATO TECNICO DEL FABBRICATO RESIDENZIALE DA REALIZZARSI NEL COMUNE DI VERONA LOC. BASSONE DENOMINATO RESIDENZA GIULIA CARATTERISTICHE GENERALI: Il fabbricato

Dettagli

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA

CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA ALLEGATO N.2 RESIDENZA ORCHIDEA CAPITOLATO DEGLI ELEMENTI DI FINITURA 28 APRILE 2014 CARATTERISTICHE GENERALI DELL INTERVENTO L imm.re in questo intervento realizza edifici residenziali secondo standards

Dettagli

Intervento residenziale in comune di Pozzo D adda Via Unità d Italia

Intervento residenziale in comune di Pozzo D adda Via Unità d Italia Immobiliare Parco Village Intervento residenziale in comune di Pozzo D adda Via Unità d Italia Descrizione indicativa delle opere Classe di Efficienza energetica La qualità dell intervento 1 Classe di

Dettagli

BOSCO dell IMPERO RESIDENCE - BIBIONE (VE)

BOSCO dell IMPERO RESIDENCE - BIBIONE (VE) REALIZZAZIONE COMPLESSO RESIDENZIALE PER VACANZE DENOMINATO BOSCO DELL IMPERO LOC. BIBIONE S. MICHELE AL TAGLIAMENTO CARATTERISTICHE DEL COMPLESSO CONDOMINIALE: Complesso condominiale dotato di piscina

Dettagli

TENDECA PALACE TORINO Corso Orbassano S.da del Portone

TENDECA PALACE TORINO Corso Orbassano S.da del Portone TENDECA PALACE TORINO Corso Orbassano S.da del Portone Tra Corso Orbassano e S.da del Portone sono in corso di realizzazione due edifici residenziale, a 10 piani f.t. oltre il piano pilotis e autorimesse

Dettagli

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8

1. PARTI COMUNI...2 2. ALLOGGI...3 3. IMPIANTI...6 4. VERNICIATURE E TINTEGGIATURE...8 5. PULIZIE...8 INDICE 1. PARTI COMUNI...2 1.1. FACCIATE... 2 1.2. PAVIMENTAZIONI... 2 1.3. COPERTURA... 2 2. ALLOGGI...3 2.1. PAVIMENTAZIONI INTERNE... 3 2.2. ZOCCOLINI... 3 2.3. RIVESTIMENTI... 3 2.4. PLAFONI... 4 2.5.

Dettagli

OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI

OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI OIKIA UP s.r.l. Edifici in Nova Milanese, Via Vittorio Veneto angolo Via Cortelunga DESCRIZIONE LAVORI La presente descrizione delle opere ha la finalità di indicare, nelle linee essenziali e generali,

Dettagli

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B)

DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) DESCRIZIONE OPERE (Alloggi in Classe energetica B) 1. Struttura La struttura è in cemento armato costituita da telai, formati da travi e pilastri, e solai in latero-cemento. Le fondazioni sono posate ad

Dettagli

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO

RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO RESIDENZA VIGNE BASSE CAPITOLATO DESCRITTIVO COMUNE DI VERBANIA S.U.E. SCHEDA N 47 DEL P.R.G.C. Via Vigne Basse 1.0 DESCRIZIONE GENERALE L intervento edilizio prevede la realizzazione, nel Comune di Verbania,

Dettagli

RESIDENCE ALAGUMNA DESCRIZIONE TECNICA

RESIDENCE ALAGUMNA DESCRIZIONE TECNICA RESIDENCE ALAGUMNA 2013 DESCRIZIONE TECNICA Via Strada Vecchia 56/A - 39022 Lagundo (BZ) Alte Landstr.56/A - 39022 Algund (BZ) Tel. 0473 23 14 70 Fax 0473 23 60 37 P.IVA e C.F. 00132110214 MwSt. u. St.

Dettagli

COMUNE DI TORINO CARATTERISTICHE TECNICO-COSTRUTTIVE

COMUNE DI TORINO CARATTERISTICHE TECNICO-COSTRUTTIVE COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) Via Fratelli Carle, 38 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: CONSORZIO X SERVICE C.o Torino 180- Pinerolo (to) In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo

Dettagli

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA

CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a LIVELLO DI FINITURA DEI LOCALI LIVELLO DI FINITURA CESANO BOSCONE - Via Monegherio APPARTAMENTO 4a DEI LOCALI INTONACI Intonaco con finitura civile, idoneo a ricevere una tinteggiatura in idropittura lavabile, esclusa dalla fornitura, in grassello di calce

Dettagli

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI

Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI Residenza via Como Meda (MI) via Como 48/52 DESCRIZIONE LAVORI TST Italia Srl. Piazza Missori, 3 - Milano 1. STRUTTURE a. STRUTTURE INTERRATE eseguite in c.a. come da progetto b. SOLAI in laterocemento

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5

DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5 DESCRIZIONE TECNICA E FOTOGRAFICA LAVORI VILLAGGIO 5 REV. 06/2009 VILLAGGIO 5 CAPITOLATO DEI LAVORI REV. 06/2009 PREMESSE L intervento in oggetto prevede la costruzione di ville ad un piano composte da

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE

CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE CAPITOLATO D APPALTO RESIDENZA I GIARDINI DI RACHELE VIA DEI PARTIGIANI - VIA ORLANDO - VIA ADAMOLI CINISELLO BALSAMO (MI) COOPERATIVA UNIABITA LA NOSTRA CASA COOPERATIVA EDIFICATRICE E DI CONSUMO COOPERATIVA

Dettagli

Complesso Residenziale

Complesso Residenziale Complesso Residenziale Nuova Ceppeta Loc. Ceppeta, Velletri-Roma- VELCOS S.R.L. Via Pasquale Baffi, 26 00149 Roma P.I. C.F. 08387511002 Oggetto: CAPITOLATO LAVORI Intervento: Via Ceppeta Inferiore-Velletri-Roma

Dettagli

R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o R O M A. Portuense -Spallette, Via Senorbi.

R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o R O M A. Portuense -Spallette, Via Senorbi. R E S I D E N Z I A L E - A p p a r t a m e n t o Via Senorbi R O M A Portuense -Spallette, Via Senorbi. In posizione commercialmente strategica, a pochi minuti dall aeroporto, dalla Nuova Fiera di Roma

Dettagli

CAMERATA PICENA RESIDENCE I TIGLI Lotto n. 5

CAMERATA PICENA RESIDENCE I TIGLI Lotto n. 5 CAMERATA PICENA RESIDENCE I TIGLI Lotto n. 5 C A P I T O L A T O A C Q U I R E N T I Il presente intervento riguarda la costruzione di fabbricati di civile abitazione lotto n.5, composto da piano terra,

Dettagli

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA.

CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. CAPITOLATO DEI LAVORI INERENTE L EDIFICIO RESIDENZIALE DA ERIGERSI IN SARONNO, NELL AMBITO DEL PIANO INTEGRATO DI VIA TRENTO EDILIZIA LIBERA. PREMESSA La presente descrizione delle opere ha la finalità

Dettagli

Coop. Edilizi Palma Via passerini n 13-20900 Monza. Intervento residenziale in Comune di Albiate (M.B.) Descrizione indicativa delle opere

Coop. Edilizi Palma Via passerini n 13-20900 Monza. Intervento residenziale in Comune di Albiate (M.B.) Descrizione indicativa delle opere Coop. Edilizi Palma Via passerini n 13-20900 Monza Intervento residenziale in Comune di Albiate (M.B.) Descrizione indicativa delle opere Classe di Efficienza energetica La qualità dell intervento 1 Classe

Dettagli

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B

DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B DESCRIZIONE TECNICA DELLE PRINCIPALI CARATTERISTICE COSTRUTTIVE E FINIZIONI DEL FABBRICATO SITO IN RIVOLI VIA SAN ROCCO E VIA FELISIO ALLEGATO B CAPITOLO I PREMESSA La presente descrizione ha per oggetto

Dettagli

EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO E DI PREGIO

EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO E DI PREGIO EDILIZIA RESIDENZIALE DI TIPO MEDIO Villa singola di pregio 35 1.22,00 382,00 TABELLA RIASSUNTIVA DEI COSTI E PERCENTUALI D INCIDENZA COD. OPERA PREZZI IN URO % 01 Impianto di cantiere e scavi 02 Struttura

Dettagli

CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO

CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO CAPITOLATO VICOLO TRIVULZIO LEGNANO L intervento è inserito nell area sita a Legnano (MI) in Vicolo Trivulzio. La costruzione dell Immobiliare Stella Srl è composta da: Piano interrato per boxes, Cantine,

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICO-COSTRUTTIVE

CARATTERISTICHE TECNICO-COSTRUTTIVE COMUNE DI TORINO ( Provincia di Torino) Via Beaulard, 65 DITTA ESECUTRICE DEI LAVORI: CONSORZIO XSERVICE C.so Torino 180 Pinerolo (TO) In riferimento alla vostra gentile richiesta di preventivo per le

Dettagli

ELENCO OPERE EDILI PER FRAZIONAMENTO E RISTRUTTURAZIONE INTERNA DI APPARTAMENTI RESIDENZIALI

ELENCO OPERE EDILI PER FRAZIONAMENTO E RISTRUTTURAZIONE INTERNA DI APPARTAMENTI RESIDENZIALI ELENCO OPERE EDILI PER FRAZIONAMENTO E RISTRUTTURAZIONE INTERNA DI APPARTAMENTI RESIDENZIALI 1) BREVE ESTRATTO DELLE CONDIZIONI PRINCIPALI DELLA CONVENZIONE: a. L appaltatore dichiara di disporre di capitali,

Dettagli

EDIFICIO A ex CAPANNA

EDIFICIO A ex CAPANNA EDIFICIO A ex CAPANNA FONDAZIONI: sistema fondale nastriforme o platea in conglomerato cementizio armato tipo Rbk 250, su getto di pulizia in cls., posato alla quota indicata dalla D.L. STRUTTURE PORTANTI

Dettagli

RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO

RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO RESIDENZA PARADISO APPARTAMENTO 02 GERRA GAMBAROGNO Via Trevani 1 www.multimmobiliare.ch Tel. 091 826 21 40 6600 Locarno info@multimmobiliare.ch Fax 091 826 12 76 2 UBICAZIONE La (mappali n 144 145) si

Dettagli