Manuale operativo (ver. 1.0)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale operativo (ver. 1.0)"

Transcript

1 Manuale operativo (ver. 1.0) 1 Il Servizio di conversione 1.1 Caratteristiche funzionali Tempi e modalità di utilizzo Attivazione/disattivazione del Servizio 2.1 Attivazione del periodo di prova Attivazione definitiva del Servizio Disattivazione del Servizio Conversione da RID a SDD 3.1 Caratteristiche generali Step 1: Importa file RID Step 2: Inserisci e aggiorna nuovi mandati Step 3: Converti in SDD Step 4: Controlla esito Gestione mandati SDD 4.1 Caratteristiche generali Elenco mandati Inserimento nuovo mandato o modifica preesistente Importazione mandati da rubrica o da file RID Richiesta IBAN mancanti Da elenco manuale a SDD 5.1 Creazione distinta Importa da file guida Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 1 di 17

2 1 Il Servizio di conversione 1.1 Caratteristiche funzionali Il Convertitore SEPA è una funzione aggiuntiva di Qui UBI Imprese che consente di convertire automaticamente le distinte di RID (IR-EF) e di Bonifico Nazionale (PC-EF, stipendi compresi) 1 nei formati XML previsti per Sepa Direct Debit (di seguito SDD) e Sepa Credit Transfer (di seguito SCT), senza la necessità per il cliente di apportare alcuna modifica ai tracciati che ha utilizzato fino ad oggi. Per quanto riguarda i RID, il Convertitore SEPA fornisce strumenti aggiuntivi che consentono di recuperare gli IBAN dei debitori, di gestire in maniera semplice l'archivio dei mandati SDD e, se richiesto, di inviare in automatico i preavvisi di addebito via alle controparti che hanno fornito il loro indirizzo di posta elettronica. Per facilitare l'inserimento di distinte SDD, nel convertitore è previsto anche un tool per la creazione di SDD in maniera semplificata, che consente di digitare in forma tabellare i soli dati strettamente necessari oppure di caricarli attraverso un semplice "file guida" in formato testo. Tutte le disposizioni elaborate tramite il questo Servizio vengono inviate alle banche destinatarie nei nuovi standard CBI XML: non è quindi necessario accordarsi con tali istituti di credito per attivare ulteriori servizi di conversione a pagamento lato banca passiva, a differenza di quanto previsto nel caso si decidesse di usufruire della deroga in essere fino a gennaio 2016 per l utilizzo dei vecchi tracciati (es. RID arricchiti o stipendi/bonifici PC-EF) Il servizio può essere sottoscritto direttamente online (rif. Capitolo 2.1), con un costo mensile aggiuntivo di 2,50 + IVA, con la possibilità di provarlo gratuitamente per 30 giorni. 1.2 Tempi e modalità di utilizzo Per quanto riguarda i bonifici, la conversione nel tracciato XML viene eseguita in tempo reale; le regole di conversione applicate tengono conto dei limiti imposti dall SCT (es. causale descrittiva limitata a 140 caratteri) e prevedono che a fronte di un file PC-EF da convertire, possano venir generate più distinte XML: questo è dovuto al fatto che una distinta SCT deve essere omogenea per data esecuzione, mentre in una distinta di bonifici (o stipendi) possono essere presenti disposizioni con diverse date di esecuzione (o anche con stessa VBB, ma con alcuni creditori su stessa banca e altri su altra banca). Nel caso degli addebiti diretti, potrebbe non essere possibile convertire una distinta RID in tempo reale, dato che la prima volta si dovrà attendere la risposta delle varie banche alla richiesta dell IBAN dei debitori: a seconda della celerità di risposta delle varie banche, potrebbero intercorrere da 1 a 7 giorni tra l attivazione del convertitore e l invio effettivo della prima distinta convertita. Se tale ritardo comporterà la presentazione di SDD fuori dai termini previsti, le banche del Gruppo UBI Banca spostano in automatico la scadenza alla prima data utile. E comunque necessario attivarsi per tempo per effettuare la prima presentazione SDD (almeno un mese e mezzo prima della scadenza prevista) in quanto è necessario: contattare il Gestore UBI Banca e firmare il contratto SDD; farsi dare dalla filiale il proprio Identificativo del Creditore; 1 Attualmente è disponibile la conversione dei RID. La conversione dei bonifici sarà rilasciata entro fine novembre, in vista dell end date. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 2 di 17

3 decidere se adottare per i non consumatori lo schema B2B, che consente di azzerare la stornabilità altrimenti fissata con il CORE a 8 settimane dopo la scadenza; definire se utilizzare il convertitore per spedire il preavviso obbligatorio per ogni SDD, o se usare altre modalità (es. indicazione in fattura di scadenza e importo SDD); nel primo caso, ci si dovrà attrezzare per recuperare gli indirizzi dei debitori; inviare una comunicazione ai debitori per la notifica della migrazione da RID a SDD (almeno con 30 gg di anticipo); in più: se il file RID da convertire è disponibile almeno 20 giorni prima della scadenza, allora è possibile importarlo direttamente con la funzione Da RID a SDD (rif. capitolo 3), attendere la ricezione degli IBAN mancanti, gestire quelli errati e poi importare nuovamente il file che, in questa seconda fase, potrà essere convertito nella sua totalità, sempre che siano stati inseriti tutti gli IBAN. Le disposizioni scartate saranno salvate in una nuova distinta RID, che potrà essere importata e spedita quando saranno presenti in archivio anche gli IBAN rimanenti; se invece il file RID da convertire è disponibile solo alcuni giorni prima della scadenza, si consiglia di importare in Gestione mandati SDD (rif. capitolo 4) una o più distinte RID già presentate in passato, in modo da andare a popolare l archivio mandati e poter richiedere in anticipo gli IBAN mancanti; così facendo, quando si avranno ricevuto i vari IBAN e si andrà a importare il file RID da convertire, avendo già a disposizione le informazioni per trasformarlo in SDD, la distinta XML sarà generata senza ritardi. Ricordiamo infine che gli IBAN mancanti possono essere anche inseriti manualmente in Gestione mandati SDD dopo aver caricato i mandati in automatico importandoli da file RID. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 3 di 17

4 2 Attivazione/disattivazione del Servizio 2.1 Attivazione del periodo di prova E possibile attivare il periodo di prova gratuita tramite la voce di menù Attiva/Disattiva : dopo aver spuntato la dichiarazione di presa visione e accettazione dei termini contrattuali è sufficiente premere il tasto "Attiva il periodo di prova". L attivazione del periodo di prova deve essere sottoscritta online, mediante apposizione della firma elettronica (certificato X.509 o Token OTP) da parte di uno dei firmatari della postazione. Per i 30 giorni successivi dalla data di attivazione della prova gratuita, il Servizio sarà utilizzabile in tutte le sue funzioni, senza alcuna limitazione; nella pagina di attivazione sarà possibile consultare la data di attivazione e quella di scadenza. Trascorso tale periodo, non sarà possibile utilizzare il Servizio, se non procedendo alla sua sottoscrizione definitiva; l eventuale attivazione definitiva del Servizio porrà termine al periodo di prova. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 4 di 17

5 2.2 Attivazione definitiva del Servizio L attivazione definiva del Servizio potrà essere effettuata da subito, durante il periodo di prova oppure alla fine dello stesso; accedendo alla voce di menù Attiva/Disattiva : dopo aver spuntato la dichiarazione di presa visione e accettazione dei termini contrattuali, sarà sufficiente premere il tasto "Sottoscrivi la funzione aggiuntiva Convertitore SEPA ". La sottoscrizione online avviene mediante apposizione della firma digitale digitale (certificato X.509 o Token OTP) da parte di uno dei firmatari della postazione. Il Servizio è soggetto all applicazione di un canone mensile di 2,50 + IVA; il pagamento di tale canone verrà effettuato con le medesime modalità previste per il SERVIZIO BASE; il calcolo dell'importo dovuto si baserà sul mese solare: ciò significa che, indipendentemente dal giorno di attivazione e dal tempo di fruizione, verrà addebitato l'intero canone mensile anche per il mese nel corso del quale è avvenuta l'attivazione. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 5 di 17

6 2.3 Disattivazione del Servizio Nel caso si volesse disattivare il Servizio, accedere alla voce di menù Attiva/Disattiva e, dopo aver spuntato la dichiarazione di presa visione e accettazione dei termini contrattuali, premere il tasto " Revoca la funzione aggiuntiva 'Convertitore SEPA'". La revoca online avviene mediante apposizione della firma digitale digitale (certificato X.509 o Token OTP) da parte di uno dei firmatari della postazione. Il Servizio sarà disattivato immediatamente e i dati eventualmente inseriti, come ad esempio i mandati SDD, non saranno più accessibili. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 6 di 17

7 3 Conversione da RID a SDD 3.1 Caratteristiche generali Attraverso la funzione Da RID a SDD è possibile generare in automatico un file SDD XML, partendo da un file RID prodotto secondo il tracciato utilizzato fino ad oggi, senza che ci sia la necessità di apportarvi alcuna modifica. Sarà infatti il convertitore SEPA a provvedere sia alla conversione del tracciato che a richiedere in automatico, tramite la funzione di Allineamento Elettronico Archivi, i dati mancanti per emettere SDD e ad inserirli in archivio nel momento in cui riceverà le risposte della banche dei debitori. Il processo di conversione si suddivide in 4 step, descritti nei seguenti paragrafi. 3.2 Step 1: Importa file RID Tramite il tasto Sfoglia (punto 1 dell immagine), selezionare il file RID (punto 2 dell immagine) prodotto secondo l usuale formato, premere Apri (punto 3 dell immagine) e poi Salva e Procedi (punto 4 dell immagine). Se non ancora inserito, la procedura richiede poi di valorizzare l Identificativo del Creditore (punto 1 dell immagine successiva), che verrà poi automaticamente salvato in Rubriche/ Codice SIA ; se tale dato non è conosciuto, è possibile chiedere tale codice alla vostra Filiale (es. IT ). Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 7 di 17

8 Se l azienda dispone di più Identificativi del Creditore, differenziati per Business Code, viene chiesto di selezionare quello da associare al file in conversione. Cliccando il bottone Salva e procedi (punto 2 dell immagine) si passa allo step successivo. 3.3 Step 2: Inserisci e aggiorna nuovi mandati Questo step viene visualizzato se nel flusso RID sono contenuti uno o più debitori non presenti nell archivio mandati, e comunque non ancora completi dei dati necessari per emettere SDD a loro carico, si passa dallo step 2. In caso contrario si passa direttamente allo step 3. In questa pagina sono mostrate le seguenti informazioni: il numero e l importo totale delle disposizioni non convertibili in SDD; se nella distinta da convertire sono presenti dei debitori la cui richiesta di IBAN è già stata scartata; se nella distinta da convertire sono presenti dei nuovi debitori da inserire nell archivio mandati; in tal caso, è necessario indicare con quale schema inserire i nuovi mandati (il default è CORE) e se richiedere per questi debitori gli IBAN mancanti (per default il flag è spuntato e viene indicata come banca di allineamento la banca attiva). Cliccando il tasto Salva e procedi si passa allo step 3. Nel caso nessuna delle disposizioni presenti nel file RID importato può essere convertita in SDD, come protrebbe succedere quando si importerà un file RID per la prima volta, la procedura di conversione visualizza il seguente esito: Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 8 di 17

9 In questo caso è necessario attendere qualche giorno la ricezione delle informazioni richieste alle banche dei debitori; lo stato di ciascun mandato è verificabile in Gestione mandati SDD (rif. capitolo 4), da dove, se si dispone già di alcuni degli IBAN dei debitori, è possibile anche inserirli manualmente. Nel momento in cui si verifica che sono stati aggiornati i mandati con l IBAN, e comunque trascorsi da 5 ai 7 giorni, è possibile riprovare a seguire la procedura di conversione dallo step Step 3: Converti in SDD Nel caso che una parte, o anche la totalità, delle disposizioni presenti nel flusso RID possono essere convertite in SDD, si passa allo step 3: in questa pagina viene mostrato il numero e l importo totale delle disposizioni convertibili in SDD. Le disposizioni scartate vanno a creare una nuova distinta RID, che può essere salvata in formato ZIP e successivamente importata, quando saranno stati aggiornati anche i dati dei mandati al momento privi di IBAN e quindi non convertibili da subito in SDD. Si consiglia di premere OK per salvare in una cartella specifica la distinta contenente le disposizioni non importate (punto 1 e 2 dell immagine). Premere infine Salva e Procedi (punto 3 dell immagine) per generare la distinta SDD XML. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 9 di 17

10 3.5 Step 4: Controlla esito Dopo qualche secondo, a conversione completata, viene mostrata la distinta SDD generata (oppure due, se erano presenti nel file RID contemporaneamente debitori associati a mandati classificati come CORE e B2B). La distinta così generata deve essere chiusa e spedita attraverso la funzione ordinaria di gestione degli incassi Sepa Direct Debit: DISPOSIZIONI / INCASSI / SDD Core (o B2B). Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 10 di 17

11 4 Gestione mandati SDD 4.1 Caratteristiche generali La voce di menù Gestione mandati SDD consente di modificare, eliminare e stampare i mandati SDD in elenco, inseriti manualmente, importati da file RID o acquisiti dalla rubrica debitori. Il bottone "Richiedi IBAN mancanti" innesca automaticamente tale richiesta alle banche dei debitori per quei mandati che ne sono privi, tramite l'apposito messaggio previsto dall Allineamento Elettronico Archivi. Si ricorda che per inviare il preavviso di addebito via , oltre che aggiungere l'indirizzo di posta elettronica ai dati del mandato, è necessario attivare la funzione da "Rubriche / Codici SIA". 4.2 Elenco mandati La pagina principale della funzione mostra l elenco completo dei mandati inseriti; nel caso siano presenti mandati per i quali la banca del debitore ha rifiutato l IBAN, è presente un messaggio di attenzione in testata (punto 1 dell immagine) e un apposito segnale nella colonna Stato Mandato per il mandato andato in errore (punto 2 dell immagine). A seconda dello stato assunto da ciascun mandato, possono rendersi necessarie alcune attività: manca IBAN: mandato inserito in manuale o importato, è necessario richiedere IBAN mancanti; in attesa IBAN: si è in attesa di una risposta della banca del debitore; attivo: IBAN ricevuto da banca del debitore o inserito a mano, non serve fare nulla. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 11 di 17

12 IBAN scartato: la banca del debitore ha scartato la richiesta, è necessario chiedere l IBAN direttamente al debitore. I mandati possono poi essere modificati e cancellati (punto 3 dell immagine). Inoltre tramite l icona pdf (punto 3 dell immagine sopra riportata) è possibile creare e stampare il modulo standard da far sottoscrivere ai nuovi debitori (il modulo è differente nel caso di schema CORE e nel caso di schema B2B). Se si volesse, per comodità, suddividere i mandati in gruppi omogenei (es. per classi scolastiche, per tipologie di servizio, per condominio, ) è possibile assegnare una categoria ai singoli mandati e filtrare l elenco per singola voce (punto 4 dell immagine sopra riportata). 4.3 Inserimento nuovo mandato o modifica preesistente La pagina che si apre con il tasto Nuovo, o per mezzo dell icona di modifica, contiene i dati che caratterizzano ciascun mandato. Nel caso di mandati acquisiti da file RID, la maggior parte dei campi viene valorizzata in automatico in accordo con i dati presenti nel file e con le scelte (es: lo Schema e l Identificativo del Creditore) effettuate in fase di importazione; anche lo stesso IBAN del debitore può essere acquisito automaticamente. La modifica di un mandato preesistente si rende necessaria nel caso di volesse correggere dati errati, inserire un IBAN in manuale, assegnargli una categoria, inserire l indirizzo di del debitore per il preavviso. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 12 di 17

13 In fase di inserimento di un nuovo mandato, oltre a compilare i dati obbligatori contraddistinti da un asterisco rosso, è necessario porre attenzione alla valorizzazione di: Identificativo Mandato: univoco a livello di azienda creditrice, lungo fino a 35 caratteri, deve contenere solo numeri, lettere (maiscole e minuscole) e i seguenti caratteri speciali / -? : ( )., ' +; non può iniziare con spazi e non deve contenere spazi al suo interno; nel caso sia relativo a debitori presenti nei flussi RID da convertire, deve essere composto dai seguenti valori, posti uno di seguito all altro: Codice SIA azienda creditrice (5 caratteri), Tipo codice (1 carattere), Codice debitore (massimo 16 caratteri) es AWAYE4AA013 per preavviso: è l indirizzo di del debitore al quale inviare il preavviso di addebito. Il preavviso è un obbligo previsto dalla normativa, nel momento che la collection SDD viene spedita in banca (se questa operazione viene effettuata di norma meno di 14 giorni prima della scadenza, è necessario accordarsi preventivamente con i debitori); il servizio di spedizione del preavviso via deve essere abilitato da RUBRICHE / CODICE SIA, andando a valorizzare l apposito flag nella scheda relativa alla singola azienda creditrice. Categoria mandato: è possibile marcare un mandato come appartenente ad una specifica categoria; tale categoria può essere scelta tra quelle inserite in precedenza o creata come nuova. Nell ultima sezione della pagina è possibile verificare le tempistiche di invio e ricezione dei messaggi di richiesta IBAN, che si ricorda potranno essere sia positivi o che negativi, e che quindi richiedono una verifica costante e particolare attenzione. Infine, dato che la prima volta che si invia un SDD a valere su un singolo mandato è necessario identificarlo con l attributo di sequenza FRST (primo), mentre le volte successive con RCUR (ricorrente), la data prima scadenza SDD,che il programma di memorizza a tal fine, può essere cancellata nel caso si voglia rispedire un SDD FRST. 4.4 Importazione mandati da rubrica o da file RID E possibile importare i mandati sia da file RID, relativi anche a presentazioni fatte in passato, che dai debitori presenti nella rubrica di Qui UBI Imprese. Nel primo caso si andrà a cercare il file RID da cui ricavare le anagrafiche dei mandati premendo il tasto Sfoglia, selezionando il file, premendo Apri e poi Importa da File. Conclusa la fase di upload, si dovrà quindi scegliere l identificativo del creditore e lo schema da associare ai mandati che si stanno caricando e premere nuovamente Importa da File, attendendo poi la conferma dell avvenuto inserimento. Nel secondo caso, l importazione da rubrica dovrà essere integrata con l indicazione dei campi Azienda, Identificativo del creditore e Schema, da associare ai singoli mandati in fase di copia; premendo Importa, si passa poi ad una fase di conferma dell avvenuto inserimento. 4.5 Richiesta IBAN mancanti Se sono stati inseriti dei mandati importandoli da uno o più file RID relativi a presentazioni fatte in passato, al fine di preparare per tempo un archivio mandati completo, è necessario inviare la richiesta di IBAN mancanti tramite l apposito tasto. E previsto che prima dell invio di tale richiesta, che viene inoltrata in automatico tramite il pulsante Salva in distinta, si possa modificare la banca di allineamento, se la stessa non coincide con la banca attiva. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 13 di 17

14 Effettuata l operazione, viene visualizzata una pagina di esito. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 14 di 17

15 5 Da elenco manuale a SDD Attraverso questa funzione è possibile creare una distinta SDD utilizzando i dati già presenti nella "Gestione mandati SDD", inserendo semplicemente, nella riga corrispondente, l'importo, la scadenza e la descrizione dell addebito. E' anche possibile pre-compilare alcuni dati comuni a tutti gli SDD e/o lavorare sui soli mandati appartenenti ad una specifica categoria precedentemente creata. 5.1 Creazione distinta Questa pagina consente di generare una distinta SDD in modo semplice e rapido, partendo dall elenco dei mandati SDD salvati in Gestione mandati SDD. In tre semplici passi è possibile creare la distinta:. 1. compilare i dati generali della distinta: scegliere l azienda creditrice e il conto di accredito, il relativo Identificativo del creditore e lo schema da usare (default CORE); 2. inserire l importo in corrispondenza del mandato da addebitare; 3. compilare data scadenza e descrizione di addebito per ciascuna riga; Se data scadenza e/o la descrizione di addebito sono comuni a molti SDD, è possibile inserire tali dati nei campi comuni presenti prima dell elenco mandati e premere il tasto Valorizza : tali dati vengono copiati nelle righe che hanno un importo inserito. E possibile aggiungere nuove righe alla tabella, ossia nuovi mandati, con il tasto Nuovo Mandato. Se ai singoli mandati è stata assegnata una categoria, è possibile visualizzare solo quelli (per esempio, nel caso si volesse fare una distinta per ciascuna classe di una scuola dell infanzia). Non è consentita la creazione di distinte contenenti sia mandati CORE che B2B. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 15 di 17

16 Premendo il tasto Crea Distinta, viene generata la distinta. Da questo punto in poi, la distinta deve essere chiusa e spedita attraverso le funzioni ordinarie di gestione Incassi / SDD CORE (o B2B). 5.2 Importa da file guida La compilazione della tabella con importo, scadenza e descrizione dell addebito può essere fatta anche in maniera automatica, partendo da un file guida che può essere compilato ad esempio da un semplice file Excel. Il file guida è un file di testo a campi separati; i delimitatori consentiti sono punto e virgola (;), tabulazione (tab) e pipe ( ); vengono importati solo i dati relativi a mandati effettivamente presenti nella "Gestione mandati SDD" e la data di scadenza deve essere espressa nel formato gg/mm/aa. Nello specifico, dopo averlo importato, è necessario specificare in quale posizione ordinale sono presenti i 4 campi necessari e qual è il separatore utilizzato; per facilitare questa operazione, vengono visualizzate le prime tre righe del file guida. Fatto questo, premendo il tasto Acquisisci viene creata la distinta. Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 16 di 17

17 Qui UBI Imprese Convertitore SEPA pag 17 di 17

Manuale operativo (ver. 1.1)

Manuale operativo (ver. 1.1) Manuale operativo (ver. 1.1) 1 Il Servizio di conversione... 2 1.1 Caratteristiche funzionali... 2 1.2 Tempi e modalità di utilizzo... 2 2 Attivazione/disattivazione del Servizio... 4 2.1 Attivazione del

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 1 del 16/12/2013

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 1 del 16/12/2013 Sommario 1. INTRODUZIONE GESTIONE SDD (SEPA Direct Debit)... - 2-2. DATI RID/SDD IN ANAGRAFICA CLIENTI... - 4-3. DATI SDD IN ANAGRAFICA BANCHE... - 6-4. GESTIONE ARCHIVIO EFFETTI... - 8-5. PRESENTAZIONE

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Impatti generali del passaggio alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Impatti generali del passaggio alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Impatti generali del passaggio alla SEPA Il passaggio alla SEPA comporta impatti sui processi o sui sistemi della mia azienda? Dal punto di vista dei processi, gli impatti

Dettagli

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese

Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto. Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Le riposte Creval: dove la Banca può essere d aiuto Raffaella Cristini Responsabile Direzione Prodotti Credito Valtellinese Indice del documento 1. Sepa End Date: key points 2. Le risposte CREVAL 3. I

Dettagli

SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE. Sepa Direct Debit (SDD) Date

SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE. Sepa Direct Debit (SDD) Date SEPA PUNTO DELLA SITUAZIONE Sepa Direct Debit (SDD) Date Dal 1/09/13: - Da questa data non sarà più possibile presentare gli odierni RID con data scadenza oltre il 31/01/014. Per effetti con scadenza successiva

Dettagli

Nuovi standard SEPA per i pagamenti

Nuovi standard SEPA per i pagamenti Area Amministrativa e Finanziaria Nuovi standard SEPA per i pagamenti (versione B) - 7 Gennaio 2014 Come anticipato con la ns. comunicazione dello scorso luglio 2013 relativa all introduzione dei nuovi

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Da agosto 2014 è entrata pienamente in vigore la normativa SEPA che ha l'obiettivo di offrire ai cittadini, alle imprese e alle

Dettagli

SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016

SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016 SEPA END DATE II - 1 FEBBRAIO 2016 COSA CI ASPETTA E COME ARRIVARE PREPARATI CONFERENCE CALL 14 Gennaio 2016 SEPA: il percorso (in sintesi) Forti criticità di sistema (banche, infrastrutture tecniche,

Dettagli

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA

SEPA Single Euro Payments Area. Introduzione alla SEPA SEPA Single Euro Payments Area Introduzione alla SEPA La SEPA in sintesi Dal 1 febbraio 2014 bonifici nazionali in euro e RID sono stati sostituiti dai corrispondenti servizi europei che potranno essere

Dettagli

Se il Creditore non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità:

Se il Creditore non possiede tali informazioni o ha il dubbio di non avere nei propri archivi i dati aggiornati ha due possibilità: Istruzioni Operative ADDEBITI DIRETTI SEPA RECUPERARE L'IBAN DI ADDEBITO DELLA PROPRIA CLIENTELA La prima condizione indispensabile affinché il Creditore possa gestire Addebiti Diretti SEPA è che disponga

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida rapida

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida rapida Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida rapida 1 SOMMARIO Accesso al programma e informazioni generali 2 Come creare e profilare gli utenti 5 Come leggere i dati informativi inviati dalle banche 8

Dettagli

TLQ7 MultiBusiness Remote Banking Software. Manuale Utente

TLQ7 MultiBusiness Remote Banking Software. Manuale Utente TLQ7 MultiBusiness Remote Banking Software Manuale Utente INDICE PER ARGOMENTI ACCESSO PAG. 3 CONSULTAZIONE PAG. 5 BONIFICI (PROCEDURA ANALOGA A STIPENDI E RICEVUTE ELETTRONICHE) PAG. 8 PAGAMENTO EFFETTI

Dettagli

1 Anagrafica. 1.1 Banche. 1.2 Gestione Rapporti

1 Anagrafica. 1.1 Banche. 1.2 Gestione Rapporti SOMMARIO 1 Anagrafica......2 1.1 Banche... 2 1.2 Gestione Rapporti... 2 1.3 Elenco Causali ACBI... 3 1.4 Clienti... 3 2 Informativa......5 2.1 Movimenti Banca... 5 2.2 Saldi Banca Contabili... 8 2.3 Strutture

Dettagli

Allineamento Elettronico Archivi - A.E.A. CBI - Standard tecnici

Allineamento Elettronico Archivi - A.E.A. CBI - Standard tecnici Riferimenti Oggetto: Documento: : v. Pagine 64 Nome File: _6_10 Ultimo aggiornamento: 2615-0405-2013 creazione: 31-01-2005 Autore: Consorzio CBI Revisore: GdL Standard Il contenuto del presente documento

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA GUIDA PER LE AZIENDE LA SEPA INCLUDE 33 PAESI 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013

Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013 Il percorso di migrazione alla SEPA degli strumenti di addebito diretto RID. Reggio nell Emilia, 25 Settembre 2013 1 L area unica dei pagamenti in euro Le tappe di un percorso Inserire testo 01/01/2002

Dettagli

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Token... 3 1.1.1 Quando si deve usare... 3 1.2 Accesso al servizio... 4 1.3 Primo contatto...

Dettagli

GUIDA RAPIDA CON STRUMENTO DI SICUREZZA TOKEN. www.bancaetica.it

GUIDA RAPIDA CON STRUMENTO DI SICUREZZA TOKEN. www.bancaetica.it GUIDA RAPIDA CON STRUMENTO DI SICUREZZA TOKEN www.bancaetica.it INDICE Introduzione...4 1) Token...4 1.1 Quando si deve usare...4 2) Accesso al servizio...5 3) Primo contatto...6 4) Cambio password di

Dettagli

MANUALE OPERATORE. Edizione Giugno 2014

MANUALE OPERATORE. Edizione Giugno 2014 MANUALE OPERATORE Edizione Giugno 2014 Manuale Operatore PasKey tribunalionline - Giugno 2014 INDICE INTRODUZIONE... 4 ACCESSO OPERATORE... 5 SERVIZI ON LINE... 7 SITUAZIONE RAPPORTI... 7 DOCUMENTI ON

Dettagli

CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI

CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI CONVERSIONE RID >> SDD Regole per impostare il tracciato arricchito CBI Attività propedeutiche all utilizzo del convertitore Limite di utilizzo Premessa Le novità sul tracciato Record di testa IR Record

Dettagli

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...

Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE... Manuale Operatore Indice 1. PREMESSA...4 2. OPERATORE...4 3. RENDICONTAZIONI ONLINE...5 3.1. Saldi ed ultimi dieci movimenti...6 4. RENDICONTAZIONI GIORNALIERE...6 4.1. Saldi...6 4.1.1. Riepilogo saldi...6

Dettagli

Internet Banking. Novità della release 6.0.0 Martedì 03 Marzo 2009

Internet Banking. Novità della release 6.0.0 Martedì 03 Marzo 2009 Internet Banking Novità della release 6.0.0 Martedì 03 Marzo 2009 SEZIONE SALDI E MOVIMENTI Posizione azienda Nella posizione azienda, in presenza di numerosi conti, gli ultimi saldi non verranno più frazionati

Dettagli

Guida Rapida con strumento

Guida Rapida con strumento Guida Rapida con strumento sicurezza CPS www.bancaetica.it INDICE Introduzione...4 1) CPS...4 1.1. Quando si deve usare...4 2) Accesso al servizio...5 3) Primo contatto...6 4) Cambio password di collegamento...7

Dettagli

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza Token Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Token... 3 1.1.1 Quando si deve usare...3 1.2 Accesso al servizio... 4 1.3 Cambio password di

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSERIMENTO DEI BONIFICI

ISTRUZIONI PER L INSERIMENTO DEI BONIFICI ISTRUZIONI PER L INSERIMENTO DEI BONIFICI Sommario 1. DISPOSIZIONE BONIFICO ITALIA... 1 1.1 BONIFICO SINGOLO ITALIA... 2 1.2 BONIFICI MULTIPLI ITALIA... 4 2. DISPOSIZIONE BONIFICO SEPA... 10 2.1 BONIFICO

Dettagli

PAGAMENTO EFFETTI PRESENTAZIONI RI.BA. INVIO FATTURE ELETTRONICHE VERSO P.A.

PAGAMENTO EFFETTI PRESENTAZIONI RI.BA. INVIO FATTURE ELETTRONICHE VERSO P.A. PAGAMENTO EFFETTI PRESENTAZIONI RI.BA. INVIO FATTURE ELETTRONICHE VERSO P.A. Sommario 1. PAGAMENTO RI.BA.2 2. PRESENTAZIONE RI.BA 6 3. INVIO FATTURE ELETTRONICHE VERSO PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 13 1 1.

Dettagli

MANUALE SINTETICO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO REMOTE BANKING BANK FOR BUSINESS

MANUALE SINTETICO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO REMOTE BANKING BANK FOR BUSINESS MANUALE SINTETICO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO REMOTE BANKING BANK FOR BUSINESS SOMMARIO: 1. COME ACCEDERE AL PROGRAMMA E GUIDA ALLA NAVIGAZIONE 2. VISUALIZZAZIONE E STAMPE DEI MOVIMENTI DEI CONTI 3. COME

Dettagli

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail

Descrizione delle Funzionalità. Core Banking Retail Descrizione delle Funzionalità Core Banking Retail Sommario 1. PAGAMENTI 4 1.1.1 Come inserire un nuovo Bonifico Italia 5 1.1.2 Come inserire un Bonifico Sepa 9 1.1.3 Come eseguire il pagamento di un

Dettagli

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza CPS

Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza CPS Inbank Guida Rapida con strumento sicurezza CPS Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 CPS... 3 1.1.1 Quando si deve usare... 3 1.2 Accesso al servizio... 4 1.3 Primo contatto... 5 1.4

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA Guida per le aziende Versione 3.0 febbraio 2014 Versione 2.0 La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano

Dettagli

Guida Rapida Imprese Base - Gold - Gold CBI

Guida Rapida Imprese Base - Gold - Gold CBI Inbank Guida Rapida Imprese Base - Gold - Gold CBI Servizio Assistenza Inbank 800 837 455 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Token...3 1.1.1 Quando si deve usare... 3 1.2 Accesso al servizio...4 1.3 Cambio

Dettagli

ADDEBITO DIRETTO SEPA (SDD- SEPA DIRECT DEBIT)

ADDEBITO DIRETTO SEPA (SDD- SEPA DIRECT DEBIT) Gentile cliente, facciamo riferimento alle nostre precedenti comunicazioni di recepimento della Direttiva Europea sui Servizi di Pagamento (P.S.D. Payment Services Directive) per segnalarle che la Banca

Dettagli

SOMMARIO. Come leggere i dati informativi inviati dalle banche. Funzionamento Ritiro Effetti. Funzionamento Bonifico Estero

SOMMARIO. Come leggere i dati informativi inviati dalle banche. Funzionamento Ritiro Effetti. Funzionamento Bonifico Estero SOMMARIO Come leggere i dati informativi inviati dalle banche Come trasmettere disposizioni alle banche Funzionamento Bonifici Funzionamento Ri.Ba Funzionamento Ritiro Effetti Funzionamento Stipendi Funzionamento

Dettagli

Hub-PA Versione 2.1.0 Manuale utente

Hub-PA Versione 2.1.0 Manuale utente Hub-PA Versione 2.1.0 Manuale utente (Marzo 2015) Hub-PA è la porta d ingresso al servizio di fatturazione elettronica verso la Pubblica Amministrazione (PA) a disposizione di ogni fornitore. Questo manuale

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE GUIDA PRATICA ALLA SEPA END DATE: COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE INDICE 1. Cos è la SEPA... 3 2. I benefici e i vantaggi della SEPA.. 3 3. Il nuovo servizio di Bonifico SEPA (SCT)...

Dettagli

Single Euro Payments Area

Single Euro Payments Area Single Euro Payments Area COME CAMBIANO I PAGAMENTI E GLI INCASSI DELLE IMPRESE Versione 8 2 marzo 2015 SOMMARIO 1. SEPA, che fare? in breve.... 2 2. Cos è la SEPA... 3 3. La END-DATE il Primo Febbraio

Dettagli

Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO. Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA

Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO. Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA Guida per le aziende I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO Come cambiano pagamenti e incassi con la SEPA LA SEPA INCLUDE 33 PAESI: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

Servizi di pagamento SEPA

Servizi di pagamento SEPA Servizi di pagamento SEPA CT-1306-0165, del 28/06/2013 1. Premessa... 2 1.1. Bonifici domestici/esteri... 2 1.2. Rid... 2 2. Interventi su Business NET... 3 2.1. Business net 2013 e business net 2014...

Dettagli

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment)

AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) AOS SEDA (SEPA Compliant Electronic Database Alignment) 1 Obiettivo Gli Schemi SEPA Direct Debit (SDD) Core e B2B definiti dall EPC consentono di addebitare in modo automatico il conto del Debitore sulla

Dettagli

Manuale Fatturazione Elettronica Cliente BCC

Manuale Fatturazione Elettronica Cliente BCC Manuale Fatturazione Elettronica Cliente BCC 1 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Accesso al portale... 3 3. Aggiungi Documento... 4 3.2 Esempio Caricamento Fattura Attiva... 8 3.2 Esempio Caricamento Fattura

Dettagli

Inbank. Guida Rapida. Servizio Assistenza Inbank

Inbank. Guida Rapida. Servizio Assistenza Inbank Inbank Guida Rapida Servizio Assistenza Inbank INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Accesso al servizio... 3 1.2 Lista movimenti conto...4 1.3 Invio Bonifici... 5 1.4 Invio Bonifico Singolo... 8 1.5 Invio Stipendi...

Dettagli

Manuale Amministratore

Manuale Amministratore Manuale Amministratore Indice 1. Amministratore di Sistema...3 2. Accesso...3 3. Gestione Azienda...4 3.1. Gestione Azienda / Dati...4 3.2. Gestione Azienda /Operatori...4 3.2.1. Censimento Operatore...5

Dettagli

TLQ Web Remote Banking Software

TLQ Web Remote Banking Software TLQ Web Remote Banking Software MANUALE UTENTE www.bancacarim.it SOMMARIO CONTATTI PAG. 3 LA TASTIERA VIRTUALE PAG. 3 ACCESSO A TLQ WEB PAG. 4 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO PAG. 5 INFORMAZIONI PAG. 6 DISPOSIZIONI

Dettagli

Note di rilascio. Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal

Note di rilascio. Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Note di rilascio Aggiornamento disponibile tramite Live Update a partire dal Parcelle & Fatture Versione 9.0 04/06/2014 SINTESI DEI CONTENUTI Le principali implementazioni riguardano: Fatturazione elettronica

Dettagli

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione

Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Nota Operativa Parcelle&Fatture 30 Maggio 2014 Fatturazione Elettronica verso la Pubblica Amministrazione Premessa Normativa La direttiva europea 2010/45/UE prevede che dal 6 giugno 2014 la PA centrale

Dettagli

1. INTRODUZIONE... - 3 - 2. ACCESSO E LOGIN... - 3 - 3. HOME PAGE CLIENS FATTURA PA... - 4 - 5. CREA FATTURA ELETTRONICA PA...

1. INTRODUZIONE... - 3 - 2. ACCESSO E LOGIN... - 3 - 3. HOME PAGE CLIENS FATTURA PA... - 4 - 5. CREA FATTURA ELETTRONICA PA... Manuale d uso Sommario 1. INTRODUZIONE... - 3-2. ACCESSO E LOGIN... - 3-3. HOME PAGE CLIENS FATTURA PA... - 4-4. ANAGRAFICA UTENTE. - 5-5. CREA FATTURA ELETTRONICA PA... - 6-6. GESTIONE DOCUMENTI\NOTIFICHE...

Dettagli

PORTALE TERRITORIALE FATTURAZIONE ELETTRONICA MANUALE UTENTE

PORTALE TERRITORIALE FATTURAZIONE ELETTRONICA MANUALE UTENTE Pag. 1 di 14 PORTALE FATTURE Pag. 2 di 14 INDICE 1. Introduzione... 3 2. Accesso al sistema... 3 3. Fattura passiva... 3 3.1 FATTURE IN ENTRATA RICEVUTE 3 4. Fattura attiva a PA... 7 4.1 INSERIMENTO MANUALE

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0 Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.3.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE

NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE NOVITA RELEASE 12 PROCEDURA INSTALLAZIONE INNOVAZIONE TECNOLOGICA... 3 DISMISSIONE CHIAVI HARDWARE - NUOVE DISPOSIZIONI... 3 NUOVA INSTALLAZIONE RELEASE 12 EX-NOVO..4 VISUALIZZATORE AGGIORNAMENTI INSTALLATI...

Dettagli

Guida alla Navigazione e Utilizzo dell Area Fattura PA

Guida alla Navigazione e Utilizzo dell Area Fattura PA CONTENUTI Area Fatture PA... 3 Accesso area riservata... 3 Fatture... 4 Fatture da inviare... 6 Flussi di Importazione... 8 Risorse da Firmare... 9 Risorse Firmate... 10 Conservazione... 10 2 Area Fatture

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE Pagina 1 di 10 Un supporto alle imprese Premesso che il progetto SEPA introduce notevoli

Dettagli

CONVERSIONE AEA - SEDA

CONVERSIONE AEA - SEDA CONVERSIONE AEA - SEDA Regole per impostare il tracciato arricchito CBI 1. Premessa 2. Attività propedeutiche 3. Modalità di conversione 4. Sezione I : flussi da Azienda Cliente a Banca di Allineamento

Dettagli

Manuale Utente. Gestione protocollo in uscita. 1 01/12/2014 Vincenzo Pellegrino 2 18/12/2014 Vincenzo Pellegrino

Manuale Utente. Gestione protocollo in uscita. 1 01/12/2014 Vincenzo Pellegrino 2 18/12/2014 Vincenzo Pellegrino Manuale Utente Gestione protocollo in uscita Rev. Data Descrizione Modifiche Emissione 1 01/12/2014 Vincenzo Pellegrino 2 18/12/2014 Vincenzo Pellegrino Pag. 1 1.0 Manuale utente 1.1 Descrizione generale

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere

Piattaforma di scambio delle Garanzie di Origine Estere Manuale d utilizzo 1 di 31 Indice dei Contenuti 1 Introduzione... 4 1 Accesso al portale Garanzie di Origine GO estere... 4 2 Primo accesso al portale GO estere (Scelta del profilo)... 4 2.1 Profilo Impresa

Dettagli

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati

Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati . Servizio di Invio Telematico delle Schedine Alloggiati 1. Login Fig.1.1: Maschera di Login Per accedere all applicativo inserire correttamente nome utente e password poi fare clic sul pulsante Accedi,

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 VENDITE ORDINI MAGAZZINO... 5 2.1

Dettagli

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E

I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE IMPRESE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Austria Belgio

Dettagli

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario

CONTENUTI DOCUMENTO. SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer. SEPA Direct Debit. Glossario LA SEPA IN BREVE CONTENUTI DOCUMENTO SEPA (Single Euro Payments Area) SEPA Credit Transfer SEPA Direct Debit SEDA Glossario 2 COS È SEPA SEPA La SEPA, Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti

Dettagli

ebridge 730 2015 PROFESSIONISTI

ebridge 730 2015 PROFESSIONISTI PREMESSA... 2 NOVITA - GESTIONE RICHIESTA DELEGA E 730 PRECOMPILATO... 2 Fase Preliminare... 3 Prima Fase Richiesta Delega... 5 Seconda Fase Richiesta 730 Precompilato... 8 Gestore File Telematico Archiviaz.\Visualizzaz.

Dettagli

Core Banking. Bonifici

Core Banking. Bonifici Core Banking Bonifici STORIA DELLE MODIFICHE APPORTATE Non applicabile, in quanto questa è la prima versione del documento 3 di 41 4 di 41 Sommario 1. > PREMESSA 6 1.1. > Glossario 6 2. > PAGAMENTI 7

Dettagli

Presentazione della pratica online

Presentazione della pratica online Presentazione della pratica online Dalla prima pagina del sito del comune http://www.comune.ficulle.tr.it/, selezionate Sportello Unico Attività Produttive ed Edilizia Selezionate ora ACCEDI nella schermata

Dettagli

Faber System è certificata Manuale Operativo

Faber System è certificata Manuale Operativo Manuale Operativo Sommario 1. INTRODUZIONE... - 3-2. ACCESSO E LOGIN... - 3-3. HOME PAGE CLIENS FATTURAPA... - 4-4. DATAENTRY FATTURA ELETTRONICA PA... - 5-5. GESTIONE DOCUMENTI\NOTIFICHE... - 9-6. ABILITA

Dettagli

Guida alla Navigazione e Utilizzo dell Area Fattura PA

Guida alla Navigazione e Utilizzo dell Area Fattura PA 2015 Guida alla Navigazione e Utilizzo dell Area Fattura PA V9_2015 Digithera s.r.l. Sede Legale : Via Paleocapa, 1 20121 Milano P.I. 08567210961 Sede Operativa : Via Notari, 103 41126 Modena 11/03/2015

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Gestione Operativa Agenzie Immobiliari. Manuale d uso

Gestione Operativa Agenzie Immobiliari. Manuale d uso Gestione Operativa Agenzie Immobiliari Manuale d uso 1 INDICE 1 a Sezione ( su Gestionale Sede ) SEGRETERIA 1.1 Tipo Pubblicità utilizzata dai Clienti p. 3 1.2 Registrazione chiamate alla Segreteria p.

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL PASSAGGIO AL PORTALE IMPRESE CARIGE ON DEMAND

ISTRUZIONI PER IL PASSAGGIO AL PORTALE IMPRESE CARIGE ON DEMAND ISTRUZIONI PER IL PASSAGGIO AL PORTALE IMPRESE CARIGE ON DEMAND Gentile Cliente, nelle prossime settimane il Suo servizio Online Business sarà parzialmente sostituito dal nuovo portale imprese Carige On

Dettagli

2. Emettere una Fattura Elettronica

2. Emettere una Fattura Elettronica 2. Emettere una Fattura Elettronica In questo Capitolo vedremo come emettere una Fattura Elettronica in pochi e semplici passi. 2.1 Operazioni Preliminari da eseguire Una Tantum 2.1.1 Passo 1 (obbligatorio):

Dettagli

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS

Programma per la gestione associativa Versione 5.3.x. Gestione SMS Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Presentazione servizio Inbank

Presentazione servizio Inbank Presentazione servizio Inbank Accesso al servizio Dal sito internet della Banca; Dal sito internet di Inbank: www.inbank.it. BANCA VIRTUALE Presentazione servizio Inbank 2 Accesso al servizio Inserire

Dettagli

Manuale per il Cliente Relaxbanking

Manuale per il Cliente Relaxbanking Manuale per il Cliente Relaxbanking Note Applicative Sezione F24 Gentile cliente, in linea generale, Le comunichiamo che per poter effettuare disposizioni di Pagamento Deleghe F24 dovrà seguire il seguente

Dettagli

Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007

Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007 Guida utente alle principali funzionalità release gennaio 2007 Sommario Movimenti e Saldo: Consolidato e Tempo reale....pagina 3 Come disporre: Disposizioni e Distinte...........Pagina 4 Disposizioni:

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo Pag. 1 di 41 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo INDICE Pag. 2 di 41 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA... 4 3. FUNZIONE BACHECA... 8 4. GESTIONE TIROCINANTI...

Dettagli

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte

Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza Principali novità introdotte Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.2.2 Avvertenza In questo documento sono contenute informazioni tecniche riservate ai distributori ZUCCHETTI. Tali informazioni sono ad uso esclusivo del destinatario della

Dettagli

Word processor funzione Stampa Unione

Word processor funzione Stampa Unione Word processor funzione Stampa Unione La funzione Stampa unione permette di collegare un documento che deve essere inviato ad una serie di indirizzi ad un file che contenga i nominativi dei destinatari.

Dettagli

Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem

Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem Manuale Utente ServizioFatturaNoProblem Versione 5.1 29/10/2015 1 Sommario 1. Accesso all applicazione web... 4 1.1 Autenticazione... 4 1.2 Schermata principale... 6 2. Profilo utente... 8 2.1 Visualizzazione

Dettagli

il modulo copia commissione digitale su tablet

il modulo copia commissione digitale su tablet Android users guide il modulo copia commissione digitale su tablet Ordini...pag. 4 Gestione...pag. 11 Impostazioni...pag. 13 Importa...pag. 14 Esporta...pag. 16 Business...pag. 18 www.ordersender.com ordini

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad

ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad ios users guide il modulo copia commissione digitale su ipad Ordini...pag. 4 Gestione...pag. 11 Impostazioni...pag. 13 Importa...pag. 14 Esporta...pag. 16 Business...pag. 18 www.ordersender.com ordini

Dettagli

Foglio Informativo SERVIZIO INCASSO DOCUMENTI

Foglio Informativo SERVIZIO INCASSO DOCUMENTI Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Recapiti ( telefono e fax) 0817976411, 0817976402 Sito internet:

Dettagli

RICHIESTA ADESIONE SERVIZI

RICHIESTA ADESIONE SERVIZI RICHIESTA ADESIONE SERVIZI AZIENDA COD: CODICE RIVENDITORE DATA / / *Denominazione Sociale *Indirizzo *Città *Pr *CAP *P.Iva *E-Mail *Cell. *Tel / Fax Indirizzo di consegna Kit: La spedizione del Kit è

Dettagli

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING

DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING Allegato B DESCRIZIONE PROCESSI E REQUISITI SERVIZIO HOME BANKING 1. INTRODUZIONE Il presente allegato ha lo scopo di descrivere gli aspetti del collegamento telematico tra Istituto Cassiere ed Automobile

Dettagli

Gruppo Engineering Portale PAGE. 1.Manuale per la qualificazione all albo fornitori. 2.Manuale per la fatturazione

Gruppo Engineering Portale PAGE. 1.Manuale per la qualificazione all albo fornitori. 2.Manuale per la fatturazione [Digitare il testo] [Digitare il testo] Gruppo Engineering [Digitare il testo] Portale PAGE Gruppo Engineering Portale PAGE Il presente documento è suddiviso in due parti: 1.Manuale per la qualificazione

Dettagli

http://www.buildingthefuture.eu/it/accesso-servizio-fatturazione-elettronica-pa

http://www.buildingthefuture.eu/it/accesso-servizio-fatturazione-elettronica-pa Gentile Cliente, come comunicato con le nostre precedenti newsletter e seminari, Building The Future S.r.l. in collaborazione con il Partner tecnologico Teamsystem ha realizzato un servizio WEB based che

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: I NUOVI SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: I SERVIZI DI BONIFICO E ADDEBITO DIRETTO COME CAMBIANO PAGAMENTI E INCASSI CON LA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro valuta: Italia Germania

Dettagli

ESSE3-Verbalizzazione Online. Guida Docenti alla gestione degli Appelli e alla Verbalizzazione degli esami online

ESSE3-Verbalizzazione Online. Guida Docenti alla gestione degli Appelli e alla Verbalizzazione degli esami online ESSE3-Verbalizzazione Online Guida Docenti alla gestione degli Appelli e alla Verbalizzazione degli esami online Redatto da: Rosaria NISI Giuseppe MANNINO Antonio CURCURUTO Distribuito da:.ale CECUM A.

Dettagli

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2014.0.2 (Update) Data di rilascio: 30.01.2014

GECOM PAGHE Oggetto: Aggiornamento procedura Versione: 2014.0.2 (Update) Data di rilascio: 30.01.2014 NOTE OPERATIVE DI RELEASE Il presente documento costituisce un integrazione al manuale utente del prodotto ed evidenzia le variazioni apportate con la release. RELEASE Versione 2014.0.2 Applicativo: GECOM

Dettagli

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo

Portale tirocini. Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 1 di 38 Portale tirocini Manuale utente Per la gestione del Progetto Formativo GESTIONE PROGETTO FORMATIVO Pag. 2 di 38 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. ACCESSO AL SISTEMA...

Dettagli

Contenzioso Release 4.0

Contenzioso Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Contenzioso Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

La SEPA include 33 Paesi:

La SEPA include 33 Paesi: SEPA - I NUOVI SERVIZI DI ADDEBITO DIRETTO E BONIFICO COME CAMBIANO GLI INCASSI E I PAGAMENTI CON L AREA SEPA GUIDA PER LE AZIENDE La SEPA include 33 Paesi: 17 Paesi UE che utilizzano l Euro come loro

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

Manuale Utente Iphone

Manuale Utente Iphone INTERNET BANKING MOBILE Manuale Utente Iphone Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio L. 22 aprile 1941, n. 633 - L. 18 agosto 2000, n. 248 La traduzione, l adattamento

Dettagli

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente SEZIONE III SERVIZIO DI INCASSI E PAGAMENTI DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Oggetto 1. Il servizio di incassi

Dettagli

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3

Sommario. 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3. 1.1. Il Gestionale Web... 3. 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 Sommario 1. Che cos è DocFly Fatturazione PA... 3 1.1. Il Gestionale Web... 3 1.2. Accesso all interfaccia Web... 3 1.3 Funzionalità dell interfaccia Web... 4 1.3.1 Creazione guidata dela fattura in formato

Dettagli

SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4

SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4 SOMMARIO 1. PREMESSA E PRESENTAZIONE 2 1.1. PRINCIPALI CARATTERISTICHE... 2 1.2. ESEMPIO PRATICO... 3 2. ATTIVAZIONE NEL PROGRAMMA PAGHE 4 2.1. COME INVIARE UNA AZIENDA IN GAP... 5 2.2. ATTIVITÀ CHE VERRANNO

Dettagli