Lettura Magistrale Marcello. Quintiliani. Radiobiologia e Ricerca Traslazionale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lettura Magistrale Marcello. Quintiliani. Radiobiologia e Ricerca Traslazionale"

Transcript

1 XIV CONVEGNO NAZIONALE DELLA SOCIETÀ ITALIANA PER LE RICERCHE SULLE RADIAZIONI (S.I.R.R.( S.I.R.R.) TRIESTE, GIUGNO 2008 Lettura Magistrale Marcello Quintiliani Radiobiologia e Ricerca Traslazionale Donatella Tirindelli Danesi Dipartimento Biotecnologie Sez. Scienze Biomediche ENEA - Roma

2 Primo Presidente Eletto e Presidente Onorario della Società Italiana per le Ricerche sulle Radiazioni

3 PERCENT OF K* RETENTIVITY Dose-effect curve for K+ retentivity and survival of E.coli B/r cells irradiated with X-rays in the presence of iodine containing compounds control SURVIVAL NaI IPA IAM IAA DOSE (Krad)

4 Translational research

5 Ricerca traslazionale Strategie con le quali i risultati di laboratorio possono essere convertiti in ricadute pratiche per la salute umana Il successo della ricerca traslazionale richiede nuovi esperti, infrastrutture e incentivi Esperti in medicina, biologia, farmacologia, tossicologia, proprietà intellettuale, trasferimento tecnologico, sviluppo industriale, disegno di trials clinici

6 Two-way process Esperimenti su tessuti umani e trials clinici possono ispirare nuovi interrogativi da testare in laboratorio che potranno migliorare il disegno del trial clinico in una sua nuova formulazione

7 Translational Research: Getting the message across

8 Ricerca traslazionale in radioterapia Importanza crescente attribuita dalla comunità radioterapica alla ricerca biologica Radioterapia non più solo disciplina tecnologica

9 Ricerca traslazionale in radioterapia Radiobiologia molecolare Tecniche di irradiazione più sofisticate (3D conformal therapy, IMRT, IORT, Protontherapy,..)

10 Technologies and resources available in functional genomics Copyright 2003 American Society for Biochemistry and Molecular Biology

11 Radiobiologia molecolare Riparo del DNA Ipossia Microambiente tumorale Predittività della risposta del tumore e dei tessuti normali Targeting molecolare

12 Targeting DNA Repair in Oncology: Rationale DNA damage frequently occurs in all cells Why is DNA repair a good target? DNA repair defects lead to increased cancer susceptibility and increased sensitivity to DNA-damaging agents Normal cells have multiple DNA repair pathways but some are lost in cancer cells Inhibiting DNA repair in cancer cells that have impaired repair pathways leads to selective cell killing and an increased therapeutic ratio Novel targeted therapeutic approach

13 Types of DNA Damage and Repair Type of damage: Singlestrand breaks Doublestrand breaks Bulky O6- adducts alkylguanine Insertions and deletions Repair pathway: Base excision repair Recombinational repair HR NHEJ Nucleotideexcision repair Mismatch repair Direct reversal Repair enzymes: PARP ATM DNA-PK XP, polymerases MSH2, MLH1 AGT

14 PARP and Base Excision Repair DNA damage NAD+ PARP PARP recruitment poly(adp-ribose) PARP PARP activation and assembly of repair factors PARG PARP XRCC1 LigIII PAR degradation via PARG pol β PNK 1 pol βpnk 1 XRCC1 LigIII End processing, gap filling, and ligation

15 Targeted Killing of Cancer Cells With Defective DNA-Repair Mechanisms Double-stranded break Normal cell Cancer cell with defective repair Repair by HR pathway BRCA deficient or deficiency of other HR proteins No repair (No HR pathway) Survival Exploits inherent weakness of cancer cells that have defective DNA repair Cell death

16 DNA Repair Inhibitors in Cancer Cells: 2 Modes of Action Potentiation Inhibition of DNA repair following DNA-damaging agents Original hypothesis Synthetic lethality Selected cancer cells lose DNA repair pathways, whereas normal cells remain unaffected Targeting these defective cells may cause selective cell kill with an increased therapeutic ratio May allow for a novel targeted approach to cancer treatment

17 DNA DAMAGE RESPONSE PATHWAY

18 Meccanismi di riparo delle DSBs

19 Ku DNA-binding activity in nuclear extracts of RT112 and SW48 cell lines Negroni, et al, 2008

20 Inhibition of Ku80 expression in RT112 by microrna Negroni, et al, 2008

21 Ku 80 interference causes a decrease of proliferation and viability of RT112 after X-ray exposure Negroni, et al, 2008

22 EGFR-PI3K-AKT pathway H. PETER RODEMANN, 2007

23 Radiation-induced nuclear translocation of EGFR

24 Inclusione di bioterapie molecolari in radioterapia EGFR overespressione associata a diminuito controllo tumorale dopo RT target in radioterapia

25 Trasduzione del segnale mediata da EGFR M. Baumann 2004

26 Inibizione di EGFR e RT SCC umano in topo nudo M. Baumann 2004

27 Inibizione ripopolamento e riossigenazione C225 MoAb anti-egfr Miglioramento del controllo locale durante un irraggiamento frazionato di tumori FaDu (human hypopharyngeal squamous cell carcinoma line)

28 Volume tumorale mediano M. Krause 2005

29 Espressione di EGFR in regioni ipossiche M. Krause 2005

30 RT e CETUXIMAB SCC testa-collo RT sola 213 paz RT + cetuximab 211 paz F.U. mediano 54 mesi LRC (mesi) OS (mesi) RT RT + cetuximab p =.005 p =.03 Bonner JA, NEJM 2006

31 RT+ cetuximab vs RT+ chemotherapy LRC, DMFS and DSS differenze non statisticamente significative 29 paz vs 103 Studio retrospettivo Necessità di identificare marker predittivi di radioresistenza o radiosensibilità alle terapie a target molecolare Caudell JJ, 2008

32 Insorgenza di resistenza a EGFR inibitori I tumori diventano resistenti per la maggior parte entro un anno dall inizio del trattamento Acquisizione di mutazioni secondarie che rendono inefficace il farmaco: seconda mutazione in EGFR amplificazione di MET E necessario sequenziare geni da tumori multipli per evidenziare le loro idiosincrasie genetiche

33 Directly Targeting the Cancer Cell: Disadvantages Major heterogeneity across and between histologies[1] Biologically/genetically unstable target Acquired genetic instability Increases with progression/stage/pretreatment Limits efficacy of treatment Homeostatic response/selection of resistant clones (acquired and de novo resistance) 1. Sjoblom T, et al. Science. 2006;314:

34 Targeting the Microenvironment Genetically stable substrate Less amenable to mutation/acquired resistance Common final pathways possible Less heterogeneity of target Relatively predictable response of tissues to cancer Addresses poorly understood and most lethal hallmark of malignancy: metastasis Plethora of potential novel targets

35 Interazioni Stroma-Epitelio nelle cellule tumorali Possiamo effettivamente manipolare queste interazioni a fini terapeutici? Terapie antiangiogeniche Terapie con anticorpi anti-ctla4

36 Strategie Microenvironment- Targeted Vantaggi teorici e pratici rispetto al targeting diretto delle cellule tumorali Multiple nuove opportunità di inibire la formazione di metastasi

37 La rivoluzione genomica e la radioterapia Mutazioni del DNA in un gene o in pochi geni non sono responsabili della differente radiosensibilità degli individui La radiosensibilità è oggi considerata come un fenotipo ereditario e un tratto genetico complesso dipendente dall interazione di molti geni o loro prodotti

38 Espressione genica dopo RT 10 ca cervice radioresistenti vs 9 ca cervice radiosensibili Microarray analisi di cdna 20 geni up-regolati nei radioresistenti (XRCC5,Ku80) 120 geni up-regolati nei radiosensibili (MAP3K2) 62 geni in grado di predire la classe appropriata Bassi livelli di Ku80 correlati con radiosensibilità in 89 ca cervice Kitahara, 2002; Harima, 2003

39 cdna array technology Mutanti radiosensibili o varianti di linee cellulari isolamento dei geni coinvolti nella risposta alle radiazioni espressione genica differenziale: può riflettere differenze in radiosensibilità

40 Carcinoma della vescica cdna array technology MGH-U1 radioresistente SF S40b clone radiosensibile SF Kassem, Int J Cancer, 2002

41 Carcinoma della vescica cdna array technology Espressione di geni correlati allo stress e al riparo del DNA differenza: 20/234 (12%) geni HSP27 e NNMT down in S40b CDKN1A down after 2 Gy Kassem, Int J Cancer, 2002

42 Radiosensibilità tessuti normali 80-90% differenze genetiche individuali 10-20% eventi stocastici (uccisione cellulare random, variazioni random nella dosimetria e somministrazione della dose)

43 Test predittivi Skin fibroblast SF2 assays Lymphocyte assays Chromosomal aberrations and micronuclei Molecular approaches: gene expression profiling cytokine responses DNA end-binding complexes

44 Polimorfismi a singolo nucleotide (SNPs)..G G T A A C T T G.....G G C A A C T T G... un gene è polimorfico se ha varianti alleliche stabili all interno di una popolazione con una frequenza > 1% e una o più di queste varianti presentano differenze nell attività della proteina rispetto alla sua relativa forma wild-type Varianti ogni basi lungo i 3 bilioni di basi del genoma umano

45 Geni candidati di radiosensibilità Riconoscimento e riparo del danno al DNA (es. TP53, XRCC1, XRCC3, LIG4, APEX) Controllo checkpoint ciclo cellulare (es. CDKN1A) Risposta allo stress ossidativo (es. SOD2) Induzione di apoptosi (es. BCL2) Risposta delle citochine (es.tgfβ1)

46 Studi internazionali di genotipizzazione GENE-PARE Genetic Predictors of Adverse Radiotherapy Effects USA, Israele, Francia, Svizzera 2000 RT paz (mammella, prostata, testa-collo) GENEPI GENEtic pathways for the Prediction of the effects of irradiation Europa - ESTRO RT paz (mammella, prostata, testa-collo, retto) RAPPER Radiogenomics Assessment of Polymorphisms for Predicting the Effects of RT - UK 2200 RT paz (mammella, prostata, t.ginecologici) RACE ( RT complications and epidemiology) RadGenomics JapaneseRadGenomic study 1071 RT paz (mammella, cervice, prostata, testa-collo)

47 ATM in GENE-PARE 46 paz ca mammella 3/3 G 3-4 reazione sottocutanea avevano varianti ATM missense vs 3/43 G G-A variante in ATM: ED50 52Gy vs 61 Gy Paz ca prostata 10/16 con risposta avversa avevano varianti ATM missense vs 3/21senza variazioni nella sequenza ATM

48 RadGenomics In 284 pazienti con ca mammario sono stati identificati 25 SNPs marker per reazione cutanea acuta e 22 per effetti a 3-6 mesi

49 Polimorfismi e risposta tumorale 210 paz con ca esofageo Varianti XRCC1 nel DNA estratto dal tessuto tumorale associate a risposta patologica incompleta Wu X et al, 2006

50 Genetica di popolazioni HapMap Una mappa di aplotipi del genoma umano descrive i pattern comuni delle variazioni di sequenza del DNA umano in 269 campioni di 4 popolazioni HapMap potrebbe essere una risorsa chiave per identificare geni correlati a malattie e risposta alle terapie Nature, 2005

51 High-throughput whole genome SNP arrays E stato stimato che sono necessari più di pazienti per ottenere il potere statistico necessario a identificare correlazioni significative con la radiosensibilità clinica

52 SINERGIA FRA RADIAZIONI IONIZZANTI E FARMACI Tipo di farmaco Farmaco e dosi di RT e modalità di somministrazione Sequenza dei trattamenti

53 Meccanismi di interazione: - a livello molecolare (nuove lesioni o inibizione del riparo) - a livello cellulare (cooperazione citocinetica, sincronizzazione nella fase G2/M) - a livello tessutale (riossigenazione, incremento uptake farmaco, inibizione di ripopolamento o angiogenesi, ridistribuzione nel ciclo,..)

54 Oltre 20 agenti attivi impiegati con la RT 5-Fluorouracile (5-FU) Platinum (cddp, 1-OHP) Antracicline (ADR, EpiDX) Tassani (Paclitaxel, Docetaxel) Gemcitabina (GEM) Camptotecina (CPT-11, RFS-2000)

55 Facilitazione del danno iniziale da radiazioni - incorporazione del farmaco nel DNA (5-FU) - formazione di intra e interstrand cross-links (cisplatino)

56 5-FLUOROURACILE - deve essere presente dopo ogni esposizione ai raggi X - la durata dell esposizione deve essere lunga almeno quanto un intero ciclo cellulare

57 5-FLUOROURACILE A causa della breve emivita del 5-FU nell uomo (10-15 min), questi prerequisiti possono essere soddisfatti solo con l infusione continua del farmaco concomitante alle radiazioni

58 Cisplatino Radiofacilitazione chimica: formazione intracellulare di radicali liberi reattivi o alterazione dell attività di legame dei complessi delplatino al DNA durante l irraggiamento radiation (sia nelle cellule ipossiche che ossigenate) alte dosi prima delle radiazioni

59 Cisplatino Radiofacilitazione biochimica : più importante meccanismo nel trattamento di pazienti neoplastici aumentata tossicità indotta dalle radiazioni per l inibizione dei meccanismi cellulari coinvolti nella riparazione del danno concomitante alla RT

60 Schema di trattamento DOSE / TARGET: DOSE / TARGET: Gy pelvi Gy vescica Radioterapia iperfrazionata: 100 cgy X 3/day or 150 cgy X 2/day PVI: CDDP: 5 mg/m 2 /day + 5-FU: 200 mg/m 2 /day

61 Risposta al trattamento MCV + : CR: 84.2% PR: 15.8% Total CR: 89.4% PR: 10.6% MCV - : CR: 96.4% PR: 3.6%

62 FIVE-YEAR CYSTECTOMY FREE SURVIVAL 1.0 Cumulative proportion surviving Months Tirindelli Danesi, et al, 2004

63 FIVE-YEAR DISEASE FREE SURVIVAL 1.0 Cumulative proportion surviving Months Tirindelli Danesi, et al, 2004

64 DISEASE SPECIFIC, OVERALL AND BLADDER INTACT SURVIVAL 1.0 Cumulative proportion surviving Disease specific survival Overall survival Bladder intact survival Months Tirindelli Danesi, et al, 2004

65 GEMCITABINA inibisce la sintesi del DNA induce arresto in fase S abbassa la soglia per l apoptosi indotta da radiazioni riduce il riparo del DNA DER in vitro

66 Citotossicità tessuto-dipendente in vivo GEM I tessuti normali recuperano più rapidamente di quelli tumorali Milas, Cancer Res 1999

67 Citotossicità in funzione della dose di farmaco, frazionamento e timing Basse dosi per frazione concomitanti alla RT sono più efficaci Più elevato DER con regimi settimanali o bisettimanali 24 h prima della RT

68 Giorni di trattamento Protocolli G G G G 2 RX RX RX RX RX RX RX RX RX RX 3 RX RX RX RX 4 G RX RX G + RX RX RX G + RX RX RX G + RX RX 5 G RX G RX G RX G RX G = Gemcitabina RX = raggi X

69 30 20 TGT4 (giorni) 10 Gem + RX (2 Gy x 10) Gem Dosi Gemcitabina (mg/kg/frazione)

70 50 40 TGT4 (giorni) RX 10 frazioni RX 4 frazioni Gem + RX 10 frazioni Gem + RX 4 frazioni Dose raggi X (Gy)

71 Gli studi su modelli animali possono fornire informazioni significative sulle modalità di trattamenti combinati, in particolare per definire la tossicità sui tessuti normali e la dose iniziale di farmaco nei protocolli clinici di fase I

72 Ricerca traslazionale Colpire più vie di segnale Cooperazione biologica Cooperazione cinetica Protezione tessuti normali Nuova impostazione trial clinici fase I (end-points aggiuntivi associati con il meccanismo molecolare dell interazione)

micro: un software per il calcolo della dose equivalente in radioterapia

micro: un software per il calcolo della dose equivalente in radioterapia CRO AVIANO Michele Avanzo micro: un software per il calcolo della dose equivalente in radioterapia SOC Fisica Medica, Centro di Riferimento Oncologico, Aviano, PN Venezia, 19/11/2010 Game of life - J.H.

Dettagli

Riparazione del DNA ed insorgenza di tumori. Marco Muzi Falconi Dip. Scienze Biomolecolari e Biotecnologie Università degli Studi di Milano

Riparazione del DNA ed insorgenza di tumori. Marco Muzi Falconi Dip. Scienze Biomolecolari e Biotecnologie Università degli Studi di Milano Riparazione del DNA ed insorgenza di tumori Marco Muzi Falconi Dip. Scienze Biomolecolari e Biotecnologie Università degli Studi di Milano Danni al DNA e cancro Le cellule tumorali L importanza della stabilità

Dettagli

S.Terrazzino 1, L.Deantonio 2,3, S.Cargnin 1, L.Donis 3, C.Pisani 3, L.Masini 3, G.Gambaro 3, P.L.Canonico 1, A.A. Genazzani 1, M.

S.Terrazzino 1, L.Deantonio 2,3, S.Cargnin 1, L.Donis 3, C.Pisani 3, L.Masini 3, G.Gambaro 3, P.L.Canonico 1, A.A. Genazzani 1, M. Azienda Ospedaliera Maggiore della Carità Università degli studi del Piemonte Orientale Divisione Universitaria di Radioterapia Direttore Prof. Marco Krengli Ruolo dei polimorfismi del DNA mitocondriale

Dettagli

LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA

LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA Associazione Culturale Micene 1 Congresso Nazionale Evoluzione della Scienza e della Tecnica LA RICERCA SCIENTIFICA IN MEDICINA Dr. Federico Selvaggi Università degli Studi G. d Annunzio Chieti/Pescara

Dettagli

PET e Radioterapia. Diana Salvo. Cagliari 21-06-08

PET e Radioterapia. Diana Salvo. Cagliari 21-06-08 PET e Radioterapia Diana Salvo Cagliari 21-06-08 Nuove tecnologie in radioterapia clinica 2D planning 3D conformal IMRT IMRT (Intensity Modulated Radiation Therapy) IMRT è una tecnica di elevata precisione

Dettagli

LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO

LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO Dott.ssa Marina Schena SC Oncologia Medica I AOU Città della Salute e della Scienza di Torino Head and

Dettagli

Radiobiologia il Modello Lineare Quadratico in Brachiterapia

Radiobiologia il Modello Lineare Quadratico in Brachiterapia BRACHITERAPIA: ASPETTI FISICI, CLINICI E NORMATIVI Lecco, 19 Maggio 2010 Radiobiologia il Modello Lineare Quadratico in Brachiterapia P. Mangili Servizio di Fisica Sanitaria Ospedale S. Raffaele - Milano

Dettagli

La Biopsia Prostatica: where are we going?

La Biopsia Prostatica: where are we going? La Biopsia Prostatica: where are we going? Sabato 28 Novembre 2015, Catania Dott. Michele Salemi Screening genetico correlato a rischio di carcinoma prostatico. BRCA1, BRCA2, TP53, CHEK2, HOXB13 e NBN:

Dettagli

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò Anticorpi monoclonali Anti-EGFR -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri Valentina Anrò Ruolo Biologico Epidermal Growth Factor Receptor Extracellular Domain Transmembrane Domain

Dettagli

Servizi di Ricerca a Terzi. Luglio 2015

Servizi di Ricerca a Terzi. Luglio 2015 Servizi di Ricerca a Terzi Luglio 2015 Chi siamo Vera Salus Ricerca S.r.l. (VSR) è una target discovery biotech company che mette a disposizione le proprie competenze e la propria strumentazione in qualità

Dettagli

Il Cancro è una malattia genetica

Il Cancro è una malattia genetica Il Cancro è una malattia genetica PROCESSO MULTIFASICO Il Cancro è sempre genetico Talvolta il cancro è ereditario Ciò che viene ereditato non è la malattia, bensì la PREDISPOSIZIONE In assenza di ulteriori

Dettagli

LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA

LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA G.Lazzari, G. Silvano S. C. Radioterapia Oncologica ASL TA/ 1 - Taranto Taranto, 21 gennaio 2005 BACKGROUND Le formulazioni orali di chemioterapia

Dettagli

EREDITARIETÀ E TUMORE MAMMARIO. U.O. Genetica Medica

EREDITARIETÀ E TUMORE MAMMARIO. U.O. Genetica Medica EREDITARIETÀ E TUMORE MAMMARIO Dott.ssa M.Neri U.O. Genetica Medica Responsabile Consulenza Oncogenetica Prof.ssa A. Ferlini Direttore U.O. Genetica Medica I TUMORI AL SENO EREDITARI : L IMPORTANZA DELLA

Dettagli

IL RUOLO DEL MEDICO NUCLEARE NELL'IMAGING POLMONARE LOCALMENTE AVANZATA E. Giuseppe De Vincentis

IL RUOLO DEL MEDICO NUCLEARE NELL'IMAGING POLMONARE LOCALMENTE AVANZATA E. Giuseppe De Vincentis IL RUOLO DEL MEDICO NUCLEARE NELL'IMAGING E NEL TRATTAMENTO DELLA NEOPLASIA POLMONARE LOCALMENTE AVANZATA E METASTATICA Giuseppe De Vincentis 18 FDG PET: presupposti La degenerazione cancerosa si associa

Dettagli

Contributo. Tavoli tematici. 1. Dati proponente contributo VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020

Contributo. Tavoli tematici. 1. Dati proponente contributo VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 VERSO LA STRATEGIA REGIONALE DELL INNOVAZIONE 2014-2020 Tavoli tematici Contributo 1 1. Dati proponente contributo Alfredo Ferro Ente/organizzazione di appartenenza Università di Catania Telefono 3666627657

Dettagli

Checkpoint ATM-K e ATR-K nella riparazione dei mismatch dopo la trascrizione del DNA Vincenzo Dipierro

Checkpoint ATM-K e ATR-K nella riparazione dei mismatch dopo la trascrizione del DNA Vincenzo Dipierro Checkpoint ATM-K e ATR-K nella riparazione dei mismatch dopo la trascrizione del DNA Vincenzo Dipierro Le chinasi ATM e ATR sono coordinatrici di un fine meccanismo di controllo noto come checkpoint del

Dettagli

Her-2 nel carcinoma mammario

Her-2 nel carcinoma mammario Her-2 nel carcinoma mammario Piera Balzarini U.O. Anatomia Patologica Università degli Studi di Brescia Spedali Civili di Brescia Il gene ERBB2 dà origine ad un recettore tirosin-chinasico appartenente

Dettagli

Verso la terapia personalizzata

Verso la terapia personalizzata Verso la terapia personalizzata M.G.Tibiletti Genetista Ospedale di Circolo-Università dell Insubria Varese Soroptimist Club Varese Varese 20 aprile 2013 Test genetici DIAGNOSTICI PRESINTOMATICI PREDITTIVI,

Dettagli

Aggiornamenti su RAS: mutazioni di KRAS ed NRAS nel carcinoma del colon retto. Carmelo Lupo

Aggiornamenti su RAS: mutazioni di KRAS ed NRAS nel carcinoma del colon retto. Carmelo Lupo Aggiornamenti su RAS: mutazioni di KRAS ed NRAS nel carcinoma del colon retto Carmelo Lupo RAS-RAF signaling Activation of the RAS-RAF signaling cascade occurs via the following sequential steps 1 : Activation

Dettagli

ONCOLOGIA MEDICA 1 A.O.U. San Giovanni Battista,TORINO

ONCOLOGIA MEDICA 1 A.O.U. San Giovanni Battista,TORINO ONCOLOGIA MEDICA 1 A.O.U. San Giovanni Battista,TORINO Il rapporto tra ormoni e carcinomi della mammella ormonodipendenti venne dimostrato per la prima volta nel 1896 da Beatson. L ovariectomia determinava

Dettagli

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica?

La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? La malattia oligometastatica: clinica o biologia nella strategia terapeutica? Lucia Del Mastro SS Sviluppo Terapie Innovative Bergamo 6 luglio 2014 IRCCS Azienda Ospedaliera Universitaria San Martino IST

Dettagli

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione

Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi in vivo e in vitro per : il riconoscimento dei farmaci lo studio delle loro proprietà farmacologiche lo studio del loro meccanismo d azione Metodi generali Metodi mirati Scoperta e sviluppo di nuovi

Dettagli

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC METASTASI CEREBRALI DA CA MAMMELLA 10-30% delle pazienti con tumore mammario in fase avanzata Insorgono tardivamente nella storia naturale della malattia

Dettagli

AlphaReal BREAST Scheda Tecnica

AlphaReal BREAST Scheda Tecnica AlphaReal BREAST Scheda Tecnica A3 DS RT 607 ARBreast_01_2015.doc Pag. 1 di 5 Rev. 01 del Gennaio 2015 Prodotto: AlphaReal BREAST Codice prodotto: RT-607.05.20 / RT-607.10.20 N Tests: 5/10 tests Destinazione

Dettagli

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma

SEBASTIANO FILETTI. Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche. Università di Roma Sapienza, Roma SEBASTIANO FILETTI Dipartimento di Medicina Interna e Specialità Mediche Università di Roma Sapienza, Roma La malattia tiroidea è in aumento negli ultimi anni. Quali le ragioni? Dati epidemiologici provenienti

Dettagli

Utilizzo dei vaccini in oncologia

Utilizzo dei vaccini in oncologia L E G U I D E Utilizzo dei vaccini in oncologia Fondazione Federico Calabresi Utilizzo dei vaccini in oncologia Michele Maio Luana Calabrò Arianna Burigo U.O.C. Immunoterapia Oncologica Azienda Ospedaliera

Dettagli

Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab

Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab Università degli Studi di Torino Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Mediche Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab Corso di Immunologia Molecolare Anno Accademico 2007/08 Elisa Migliore Her2 nelle

Dettagli

FATTORI PROGNOSTICI E PREDITTIVI ANATOMOPATOLOGICI NEI TUMORI DEL COLON-RETTO. Paolo De Giuli Anatomia Patologica ASL CN2

FATTORI PROGNOSTICI E PREDITTIVI ANATOMOPATOLOGICI NEI TUMORI DEL COLON-RETTO. Paolo De Giuli Anatomia Patologica ASL CN2 FATTORI PROGNOSTICI E PREDITTIVI ANATOMOPATOLOGICI NEI TUMORI DEL COLON-RETTO Paolo De Giuli Anatomia Patologica ASL CN2 La radio-chemioterapia neoadiuvante (CRT) seguita da escissione totale del mesoretto

Dettagli

Radiodiagnostica Radioterapia. Medicina Nucleare RADIAZIONI IONIZZANTI RADIOPROTEZIONE. Radiobiologia. Radiopatologia

Radiodiagnostica Radioterapia. Medicina Nucleare RADIAZIONI IONIZZANTI RADIOPROTEZIONE. Radiobiologia. Radiopatologia Radiodiagnostica Radioterapia RADIAZIONI IONIZZANTI Medicina Nucleare RADIOPROTEZIONE Radiobiologia Radiopatologia Radiazioni ionizzanti (RI) Possiedono energia sufficiente (>33 ev) per provocare la ionizzazione

Dettagli

UNIVERSITA G. D ANNUNZIO DIPARTIMENTO DI SCIENZE CLINICHE E DELLE BIOIMMAGINI ACCELERATORE LINEARE

UNIVERSITA G. D ANNUNZIO DIPARTIMENTO DI SCIENZE CLINICHE E DELLE BIOIMMAGINI ACCELERATORE LINEARE UNIVERSITA G. D ANNUNZIO DIPARTIMENTO DI SCIENZE CLINICHE E DELLE BIOIMMAGINI ACCELERATORE LINEARE TIPI DI RADIAZIONI IONIZZANTI Elettromagnetiche: raggi X raggi γ Corpuscolate: elettroni protoni neutroni

Dettagli

20 febbraio 2012. Muore Renato Dulbecco

20 febbraio 2012. Muore Renato Dulbecco 20 febbraio 2012 Muore Renato Dulbecco la possibilità di avere una visione completa e globale del nostro DNA ci aiuterà a comprendere le influenze genetiche e non genetiche sul nostro sviluppo, la nostra

Dettagli

DETERMINAZIONE HER-2 E RISPOSTA A TERAPIA ANTI HER-2

DETERMINAZIONE HER-2 E RISPOSTA A TERAPIA ANTI HER-2 DETERMINAZIONE HER-2 E RISPOSTA A TERAPIA ANTI HER-2 Dr.ssa Caldara Dr.ssa Frisinghelli DIAGNOSI DONNA 47 aa Luglio 2003 quadrantectomia SE sx + svuotamento ascellare con diagnosi di carcinoma duttale

Dettagli

La sindrome di Lynch. Cancro colonrettale ereditario non poliposico o HNPCC. G. A. Pablo Cirrone. lunedì 11 marzo 2013

La sindrome di Lynch. Cancro colonrettale ereditario non poliposico o HNPCC. G. A. Pablo Cirrone. lunedì 11 marzo 2013 La sindrome di Lynch Cancro colonrettale ereditario non poliposico o HNPCC G. A. Pablo Cirrone 1 Caratteristiche generali I HNPCC (Hereditary Non-Polyposis Colonrectal Cancer) è caratterizzato dalla comparsa,

Dettagli

O.R.I.A. Osservatorio Ricerca e Innovazione Aziendale Seduta del 3 Febbraio 2010

O.R.I.A. Osservatorio Ricerca e Innovazione Aziendale Seduta del 3 Febbraio 2010 Seduta del 3 Febbraio 2010 Seduta del 3 Febbraio 2010 U.O. LABORATORIO DI GENETICA 1) Applicazione della tecnologia CGH (Comparative Genomic Hybridization) microarray per attività diagnostiche e di ricerca

Dettagli

Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del comportamento della via EGFR-IGF1R per la linea cellulare H1650

Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del comportamento della via EGFR-IGF1R per la linea cellulare H1650 Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del comportamento della via EGFR-IGF1R per la linea cellulare H1650 Modellazione dinamica e strumenti per la valutazione sperimentale del

Dettagli

Years since Randomization No. at Risk 513 489

Years since Randomization No. at Risk 513 489 HER2Club in gastric cancer Obiettivi della terapia nel carcinoma gastrico metastatico e standard terapeutici. Carcinoma gastrico metastatico HER2-positivo: il ruolo di trastuzumab. Mario Scartozzi L ampliamento

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Ricerca di bersagli per la terapia sistemica del mesotelioma

Ricerca di bersagli per la terapia sistemica del mesotelioma Ricerca di bersagli per la terapia sistemica del mesotelioma Searching for targets for the systemic therapy of mesothelioma Stahel RA, Weder W, Felley- Bosco E, Petrausch U, Curioni-Fontecedro A, Schmitt-Opitz

Dettagli

Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare

Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare Il ciclo cellulare è regolato dall azione di PROTOONCOGENI e (attivatori della proliferazione cellulare) GENI ONCOSOPPRESSORI (inibitori del ciclo

Dettagli

Lynch TJ, Patel T, Dreisbach L, McCleod M, Heim WJ, Hermann RC, Paschold E, Iannotti NO, Dakhil S, Gorton S, Pautret V, Weber MR, Woytowitz D.

Lynch TJ, Patel T, Dreisbach L, McCleod M, Heim WJ, Hermann RC, Paschold E, Iannotti NO, Dakhil S, Gorton S, Pautret V, Weber MR, Woytowitz D. Lynch TJ, Patel T, Dreisbach L, McCleod M, Heim WJ, Hermann RC, Paschold E, Iannotti NO, Dakhil S, Gorton S, Pautret V, Weber MR, Woytowitz D. Cetuximab and First-Line Taxane/Carboplatin Chemotherapy in

Dettagli

Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza

Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza Oncologia epato-bilio-pancreatica Metastasi da tumore a sede primitiva ignota Monza, 06 Maggio 2011 Laura Catena Istituto di Oncologia Policlinico di Monza Epidemiologia Rappresentano meno del 5% di tutte

Dettagli

Marcatori molecolari prognostici. Milo Frattini Istituto cantonale di patologia Locarno

Marcatori molecolari prognostici. Milo Frattini Istituto cantonale di patologia Locarno Marcatori molecolari prognostici Milo Frattini Istituto cantonale di patologia Locarno Legnano 24.03.2009 Cancro colorettale - Epidemiologia Il cancro colorettale è la seconda causa di morte per malattie

Dettagli

ETTORE MARRE DIGITAL FOR BUSINESS

ETTORE MARRE DIGITAL FOR BUSINESS USO ED ABUSO DEI FARMACI Venerdì 17 aprile 2015 Sala conferenze Digital for Business - Sesto San Giovanni (MI) ETTORE MARRE DIGITAL FOR BUSINESS www.digitalforacademy.com Appropriatezza prescrittiva e

Dettagli

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori

ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori ONCOLOGIA OGGI Animali e Uomo Alleati Contro i Tumori Venerdì 12 giugno 2009 ore 08.30 14.00 COMUNE DI ROMA Palazzo Senatorio- Aula Giulio Cesare P.zza del Campidoglio - Roma CELLULE STAMINALI TUMORALI

Dettagli

Danni Biologici da radiazioni ionizzanti

Danni Biologici da radiazioni ionizzanti Università degli Studi di Cagliari Servizio di Fisica Sanitaria e Radioprotezione Danni Biologici da radiazioni ionizzanti Qualità delle radiazioni Dose Danno biologico Limiti di legge Confronto fra esposizioni

Dettagli

Progetto Tesi di Master Dr. Zamir KADIJA

Progetto Tesi di Master Dr. Zamir KADIJA Progetto Tesi di Master Dr. Zamir KADIJA Profilo mutazionale di oncogeni candidati nel carcinoma broncogeno non-a-piccole cellule condotto su campioni ottenuti mediante biopsia endobronchiale ed agoaspirato

Dettagli

A IFE F G 16 1-17 1 7 O

A IFE F G 16 1-17 1 7 O Colorectal Cancer in a young patient with Partial Androgen Insensitivity Syndrome (PAIS) Stefano Signoroni Unit of Hereditary Digestive Tract Tumours, Department of Preventive and Predictive Medicine,

Dettagli

Epithelial-Mesenchymal Transition in Cancer. Relevance of Periostin Splice Variants

Epithelial-Mesenchymal Transition in Cancer. Relevance of Periostin Splice Variants DISS. ETH NO. 19590 Epithelial-Mesenchymal Transition in Cancer Relevance of Periostin Splice Variants A dissertation submitted to the ETH Zurich For the degree of Doctor of Sciences Presented by Laura

Dettagli

MASTER DEGREE IN MOLECULAR AA 2015/16

MASTER DEGREE IN MOLECULAR AA 2015/16 MASTER DEGREE IN MOLECULAR AND MEDICAL BIOTECHNOLOGY AA 2015/16 Classe LM-9 - Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche Come iscriversi Il Corso di Studio è ad accesso non programmato Accesso

Dettagli

Biotecnologie ed OGM. Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati.

Biotecnologie ed OGM. Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati. Biotecnologie ed OGM Prima parte: DNA ricombinante e microorganismi geneticamente modificati. COSA SONO LE BIOTECNOLOGIE? Si dicono Biotecnologie i metodi tecnici che permettono lo sfruttamento di sistemi

Dettagli

ANALISI POST-GENOMICHE TRASCRITTOMA: CONTENUTO DI RNA DI UNA CELLULA.

ANALISI POST-GENOMICHE TRASCRITTOMA: CONTENUTO DI RNA DI UNA CELLULA. TECNICHE PER L ANALISI DELL ESPRESSIONE GENICA RT-PCR REAL TIME PCR NORTHERN BLOTTING ANALISI POST-GENOMICHE Conoscere la sequenza genomica di un organismo non è che l inizio di una serie di esperimenti

Dettagli

Le cellule cancerose

Le cellule cancerose Le cellule cancerose Cosa è il cancro? Malattia che insorge in conseguenza di anomalie della funzionalità cellulare E la Seconda causa di morte si possono sviluppare in quasi tutti gli organi Le diverse

Dettagli

IL-2R & IL-15R Alice Praduroux

IL-2R & IL-15R Alice Praduroux Università degli Studi di Torino Facoltà di Biotecnologie Molecolari Anno Accademico 2006/2007 Corso di Immunologia Molecolare IL-2R & IL-15R Alice Praduroux Classificazione Recettori appartenenti alla

Dettagli

Anticorpi monoclonali anti-egfr

Anticorpi monoclonali anti-egfr Università degli Studi di Torino Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari Corso di Immunologia Prof.G.Forni Anticorpi monoclonali anti-egf Lara Fontani Famiglia recettori T erbb/her Ligandi EGF

Dettagli

Ruolo della risposta al danno al DNA nella carcinogenesi e nello sviluppo di terapie tumorali

Ruolo della risposta al danno al DNA nella carcinogenesi e nello sviluppo di terapie tumorali Ruolo della risposta al danno al DNA nella carcinogenesi e nello sviluppo di terapie tumorali Dr.ssa Daniela Barilà Risposta al danno del DNA: diversi tipi di danno Difetti nella risposta al danno del

Dettagli

Effetti sanitari della radiazione UV e valutazione anamnestica dell esposizione

Effetti sanitari della radiazione UV e valutazione anamnestica dell esposizione Effetti sanitari della radiazione UV e valutazione anamnestica dell esposizione Stefano Rosso CPO Registro tumori Piemonte Vercelli, 24 marzo 2009 Workshop UV I danni da UV In generale, la capacità di

Dettagli

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici Percorsi e processi organizzativi nei trattamenti integrati dei tumori gastrointestinali Associazione Dossetti Roma, 25-26 ottobre 2011 Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Dettagli

Differenziamento cellulare

Differenziamento cellulare Differenziamento cellulare Differenziamento: acquisizione progressiva di nuove caratteristiche che porta a tipi cellulari specifici (es cell muscolari, neuroni,.) Dopo la fecondazione lo zigote va incontro

Dettagli

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tossicita da chemioterapia e differenze di genere Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tumori e genere:quali dati? Pochi dati prospettici e da trials clinici

Dettagli

Lo sviluppo della genetica tra realtà e immaginazione

Lo sviluppo della genetica tra realtà e immaginazione Bruno Dallapiccola Dipartimento di Medicina Sperimentale Sezione di Genetica Medica, Università La Sapienza Istituto CSS-Mendel, Roma Lo sviluppo della genetica tra realtà e immaginazione Geneticization

Dettagli

GRUPPO DI STUDIO TUMORI CUTANEI LINEE GUIDA PER ANALISI GENETICO MOLECOLARI IN PAZIENTI AFFETTI DA MELANOMA METASTICO

GRUPPO DI STUDIO TUMORI CUTANEI LINEE GUIDA PER ANALISI GENETICO MOLECOLARI IN PAZIENTI AFFETTI DA MELANOMA METASTICO GRUPPO DI STUDIO TUMORI CUTANEI LINEE GUIDA PER ANALISI GENETICO MOLECOLARI IN PAZIENTI AFFETTI DA MELANOMA METASTICO Documento redatto da: Dott.ssa T.Venesio, Dr.ssa A. Balsamo - Laboratorio di Patologia

Dettagli

TAILOR AIFA TArceva Italian Lung Optimization trial

TAILOR AIFA TArceva Italian Lung Optimization trial H TAILR AIFA TArceva Italian Lung ptimization trial ttimizzazione dell erlotinib per il trattamento di pazienti con tumore del polmone avanzato non a piccole cellule: uno studio italiano randomizzato SISSI

Dettagli

I markers biologici come fattori predittivi di efficacia terapeutica nei tumori solidi: l esperienza di Varese

I markers biologici come fattori predittivi di efficacia terapeutica nei tumori solidi: l esperienza di Varese I markers biologici come fattori predittivi di efficacia terapeutica nei tumori solidi: l esperienza di Varese Daniela Furlan U.O. Anatomia Patologica, Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese Il

Dettagli

Evento Formativo accreditato ECM

Evento Formativo accreditato ECM Evento Formativo accreditato ECM INCONTRI CON L ESPERTO 2015 Aula Polo Oncologico, 6 ottobre, 10 novembre, 24 novembre 2015 ID ECM 1252-132524 ED. 1 Responsabili Scientifici: Dott. A. Fontana, Dott. A.

Dettagli

DIPARTIMENTO DI GENETICA Sezione di Genetica BIOLOGIA E BIOCHIMICA

DIPARTIMENTO DI GENETICA Sezione di Genetica BIOLOGIA E BIOCHIMICA Associazione Gli amici di Valentina via C.L.N. 42/A 10095 - Grugliasco (TO) Gent.li famiglie dell Associazione, Come per l anno in corso, anche per il prossimo anno la nostra attivita di laboratorio procedera

Dettagli

la storia di HER2 Citogenetica e biologia molecolare dei tumori mammari: implicazioni cliniche HER2: Human Epidermal Receptor

la storia di HER2 Citogenetica e biologia molecolare dei tumori mammari: implicazioni cliniche HER2: Human Epidermal Receptor Citogenetica e biologia molecolare dei tumori mammari: implicazioni cliniche la storia di HER2 V. Martin 28 giugno 2011 HER2: Human Epidermal Receptor HER2 e carcinoma mammario alias c-erb, ERBB2, HER-

Dettagli

Caratterizzazione Molecolare di Cellule Staminali di Leucemia Mieloide Acuta

Caratterizzazione Molecolare di Cellule Staminali di Leucemia Mieloide Acuta 2 Workshop Nazionale SIES Ematologia Traslazionale Verona, 21-22 Maggio 2009 Caratterizzazione Molecolare di Cellule Staminali di Leucemia Mieloide Acuta Simona Salati Universita di Modena and Reggio Emilia

Dettagli

Marcatori classici. Colon. Mammella. Polmone. CEA Ca19-9. Ca15.3 CEA. CEA (adenocarcinoma) Cyfra (spinocellulare) NSE (microcitoma)

Marcatori classici. Colon. Mammella. Polmone. CEA Ca19-9. Ca15.3 CEA. CEA (adenocarcinoma) Cyfra (spinocellulare) NSE (microcitoma) Markers tumorali Colon CEA Ca199 Mammella Ca15.3 CEA Polmone CEA (adenocarcinoma) Cyfra (spinocellulare) NSE (microcitoma) Marcatori classici Problemi di interpretazione Bassa sensibilità Marcatore negativo

Dettagli

Affidabilità nella diagnostica

Affidabilità nella diagnostica Affidabilità nella diagnostica Passione per la ricerca Research & Innovation è un laboratorio di medicina molecolare che esegue test genetici avanzati al servizio dei medici e delle strutture di diagnosi

Dettagli

Uso di vettori lentivirali per trasdurre linee cellulari di adenocarcinoma colorettale con shrnas silenzianti il gene herg1

Uso di vettori lentivirali per trasdurre linee cellulari di adenocarcinoma colorettale con shrnas silenzianti il gene herg1 Uso di vettori lentivirali per trasdurre linee cellulari di adenocarcinoma colorettale con shrnas silenzianti il gene herg1 e loro applicazione in studi pre-clinici. Il trasferimento genico è una tecnologia

Dettagli

De Leo - Fasano - Ginelli Biologia e Genetica, II Ed. Capitolo 7

De Leo - Fasano - Ginelli Biologia e Genetica, II Ed. Capitolo 7 LIFE & DEATH The term life describes a combination of phenotypes such as metabolic activity, its restriction to complex structures, growth, and the potential to identically self-reproduce. Death, of course,

Dettagli

Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA

Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA SEZIONE LOMBARDA Aggiornamenti 2011 Corso di aggiornamento per Tecnici di Laboratorio Gallarate 11 giugno 2011 ASSOCIAZIONE ITALIANA TECNICI di ISTOLOGIA e CITOLOGIA Azienda Ospedaliera S. Antonio Abate

Dettagli

Oncologici: sistemi e politiche per la sostenibilità

Oncologici: sistemi e politiche per la sostenibilità Oncologici: sistemi e politiche per la sostenibilità Pierluigi Navarra Convegno Nazionale SIFEIT: Innovazione e sostenibilità delle politiche farmaceutiche: quale futuro? Roma, 19 Novembre 2014 Forecasting

Dettagli

http://biocloud.unica.it biocloud@unica.it Emanuele Pascariello emanuele.pascariello@gmail.com

http://biocloud.unica.it biocloud@unica.it Emanuele Pascariello emanuele.pascariello@gmail.com Giornate sugli sbocchi professionali Del corso di Laurea in Biotecnologie Industriali (BIOTIN) Oristano 23/24 Aprile 2013 URL email http://biocloud.unica.it biocloud@unica.it Emanuele Pascariello emanuele.pascariello@gmail.com

Dettagli

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005

Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Innovazioni terapeutiche in Oncologia Medica Cagliari 23/24 Giugno 2005 Associazione Trastuzumab e chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico e localmente avanzato. Nostra casistica. Carlo Floris

Dettagli

Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics

Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics Medicina personalizzata: Trasferimento tecnologico kit IVDD di medicina iomolecolare a marchio Alphagenics Milena Sinigaglia Quality Systems Management & Health S.r.l. Meetjob Oristano 23/24 Aprile 2013

Dettagli

Cenni storici. Tale tecnica trova largo impiego in tutte le aree di ricerca biologica:

Cenni storici. Tale tecnica trova largo impiego in tutte le aree di ricerca biologica: DNA Microarray: griglia di DNA costruita artificialmente, in cui ogni elemento della griglia riconosce una specifica sequenza target di RNA o cdna. Tale tecnica trova largo impiego in tutte le aree di

Dettagli

Neoplasie della mammella - 2

Neoplasie della mammella - 2 Neoplasie della mammella - 2 Fattori prognostici Numero di N+ : >3 Età e stato menopausale Diametro di T Invasione linfatica e vascolare Tipo istologico Grading Recettore per Estrogeni/Progesterone Amplificazione

Dettagli

Sviluppo e applicazione delle terapie. Alessandro Comandone SC Oncologia Ospedale Gradenigo Torino

Sviluppo e applicazione delle terapie. Alessandro Comandone SC Oncologia Ospedale Gradenigo Torino Sviluppo e applicazione delle terapie oncologiche:basi farmacologiche e tossicità. Alessandro Comandone SC Oncologia Ospedale Gradenigo Torino Le terapie anticancro: classificazione Ormonoterapia Chemioterapia

Dettagli

Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori

Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori Università degli Studi di Bari Aldo Moro Dipartimento di Bioscienze, Biotecnologie e Biofarmaceutica Biomarkers per la diagnosi precoce di tumori Dott.ssa Maria Luana Poeta Cos è un Tumore Omeostasi Tissutale

Dettagli

ANALISI DEI GENI ICOSL FOXP3 e ICOS, IN PAZIENTI AFFETTI DA ALOPECIA AREATA

ANALISI DEI GENI ICOSL FOXP3 e ICOS, IN PAZIENTI AFFETTI DA ALOPECIA AREATA ANALISI DEI GENI ICOSL FOXP3 e ICOS, IN PAZIENTI AFFETTI DA ALOPECIA AREATA L alopecia areata (AA) è una comune malattia della pelle che si manifesta con la perdita dei capelli e affligge approssimativamente

Dettagli

Dott.ssa Chiara Dell Agnola. MdA Oncologia,AOUI Verona

Dott.ssa Chiara Dell Agnola. MdA Oncologia,AOUI Verona Dott.ssa Chiara Dell Agnola MdA Oncologia,AOUI Verona Malattia metastatica La neoplasia del testa-collo si presenta in oltre la metà dei pazienti in stadio avanzato (Stadio III e IV) 40-80% recidiva loco-regionale

Dettagli

Biofarmaci. Contributo ENEA Sviluppo di biofarmaceutici innovativi per terapie anti-metastatiche. Conferenza Stampa. Roma, 22 settembre 2011

Biofarmaci. Contributo ENEA Sviluppo di biofarmaceutici innovativi per terapie anti-metastatiche. Conferenza Stampa. Roma, 22 settembre 2011 Biofarmaci Contributo ENEA Sviluppo di biofarmaceutici innovativi per terapie anti-metastatiche Eugenio Benvenuto Laboratorio Biotecnologie UT BIORAD Conferenza Stampa Roma, 22 settembre 2011 UT BIORAD

Dettagli

Elenco dei test di patologia cromosomica e molecolare

Elenco dei test di patologia cromosomica e molecolare Elenco dei test di patologia cromosomica e molecolare Test Metodo utilizzato Osservazioni, indicazioni Amplificazione genica Her2/neu nei carcinoma mammari e gastrici L amplificazione genica di Her2/neu

Dettagli

Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani

Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani Probabilità nella Popolazione Generale Carcinoma mammario 11% Carcinoma dell ovaio 0.7% PERCHE UNA CONSULENZA GENETICA ONCOLOGICA?

Dettagli

Istituto cantonale di patologia Locarno # " $%& # " $0 !%% ' (!")!"* 1(!")."/ ((($!"* +,"-.&$ (( 1 (."/ (((!"*!") !" # $ %

Istituto cantonale di patologia Locarno #  $%& #  $0 !%% ' (!)!* 1(!)./ ((($!* +,-.&$ (( 1 (./ (((!*!) ! # $ % ? Istituto cantonale di patologia Locarno!"!."/ # " $%!%% ' (!")!"* +,".$ (( # " $0 (!")."/ ((($!"* (."/ (((!"*!") 2%3" 2%3."/ # " $%0 %( *)2%3 (( # $ (! ((*)2%3 # " $ %(."/ ((( *)2%3 %(."/ ((( *)2%3 %(.!

Dettagli

Radiodays. Elio e le Storie Tese

Radiodays. Elio e le Storie Tese Radiodays Elio e le Storie Tese EFFETTI DELLE RADIAZIONI IONIZZANTI SULL UOMO Elio Giroletti Dip. Fisica nucleare e teorica, Università di Pavia Ist. Naz. di Fisica Nucleare Sez. Pavia elio.giroletti@pv.infn.it

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients Sinossi Principal Investigator e centro promotore dello studio: Dr.ssa Silvia Novello (Divisione di Oncologia Toracica, Università

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo CRETELLA DANIELE B.GO GOLDONI,1-43125 PARMA (PR) Telefono 0521 232983 Cellulare 320 6115172 Fax

Dettagli

E.Molfese, P.Matteucci, A.Iurato, M. Fiore, L.E. Trodella, L. Poggesi, R.M. D Angelillo, E. Iannacone, L.Trodella!

E.Molfese, P.Matteucci, A.Iurato, M. Fiore, L.E. Trodella, L. Poggesi, R.M. D Angelillo, E. Iannacone, L.Trodella! Il trattamento stereotassico delle lesioni surrenaliche in pazienti oligometastatici affetti da NSCLC: una promettente arma per il controllo locale di malattia?! E.Molfese, P.Matteucci, A.Iurato, M. Fiore,

Dettagli

ADHD, DAT ed autoimmunità: un possibile marker diagnostico e un innovativo target per il trattamento. Relatore Prof.

ADHD, DAT ed autoimmunità: un possibile marker diagnostico e un innovativo target per il trattamento. Relatore Prof. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Medicina e Chirurgia Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria Infantile Direttore Prof. Paolo Curatolo ADHD, DAT ed autoimmunità: un possibile

Dettagli

Marcatori Genetici Tumorali

Marcatori Genetici Tumorali a scuola di scienze della vita Liceo Scientifico N. Tron Schio (VI), 16 dicembre 2008 Marcatori Genetici Tumorali Tommaso Scarpa Schio (VI) - 16 Dicembre 2008 Il Tumore è una malattia genetica. 1 sola

Dettagli

Marcatori molecolari predittivi della risposta ad anticorpi monoclonali terapeutici contro EGFR in pazienti con carcinoma colorettale metastatico

Marcatori molecolari predittivi della risposta ad anticorpi monoclonali terapeutici contro EGFR in pazienti con carcinoma colorettale metastatico Marcatori molecolari predittivi della risposta ad anticorpi monoclonali terapeutici contro EGFR in pazienti con carcinoma colorettale metastatico Francesca Molinari Formazione interna Istituto cantonale

Dettagli

Clinica e terapia. malattie. retiniche. delle. Direttore Scientifico Alfredo Pece

Clinica e terapia. malattie. retiniche. delle. Direttore Scientifico Alfredo Pece Clinica e terapia delle malattie retiniche Direttore Scientifico Alfredo Pece Genetica LA GENETICA Cosa sta succedendo nell ambito della diagnostica e della terapia farmacologica oggi? Scoperta di geni

Dettagli

Gruppo C METASTASI CEREBRALI Rischio in base al sottotipo tumorale. Simona Duranti durantisimona@virgilio.it. Progetto Canoa Carcinoma Mammario

Gruppo C METASTASI CEREBRALI Rischio in base al sottotipo tumorale. Simona Duranti durantisimona@virgilio.it. Progetto Canoa Carcinoma Mammario Progetto Canoa Carcinoma Mammario Gruppo C METASTASI CEREBRALI Rischio in base al sottotipo tumorale Simona Duranti durantisimona@virgilio.it Ospedale Sacro Cuore Don Calabria Negrar Verona 22-23 marzo

Dettagli

Sezione di Genetica BIOLOGIA E BIOCHIMICA

Sezione di Genetica BIOLOGIA E BIOCHIMICA Associazione Un Vero Sorriso Onlus via Morghen, 5 10143 - Torino Torino, 01/07/2010 Oggetto: presentazione progetto di ricerca anno 2010 Titolo: Studio degli effetti dei glucocorticoidi in modelli cellulari

Dettagli

Dialoghi in Farmacologia Medica

Dialoghi in Farmacologia Medica Dialoghi in Farmacologia Medica Il carcinoma del colon-retto: un approccio multidisciplinare 5 luglio 2012 Sala Convegni- Istituto Clinico Città di Brescia TAVOLA ROTONDA La personalizzazione del trattamento

Dettagli

Tecniche di patologia molecolare finalizzate all'analisi di mutazioni

Tecniche di patologia molecolare finalizzate all'analisi di mutazioni Tecniche di patologia molecolare finalizzate all'analisi di mutazioni dei geni predittivi di risposta alla terapia oncologica Carmelo Lupo Casa di Cura La Maddalena Palermo Test molecolari PREDITTIVI di

Dettagli

Relazione dell attività svolta durante il 1 anno del corso di Dottorato in Neuroscienze. anno accademico 2009-2010 XXV Ciclo.

Relazione dell attività svolta durante il 1 anno del corso di Dottorato in Neuroscienze. anno accademico 2009-2010 XXV Ciclo. Relazione dell attività svolta durante il 1 anno del corso di Dottorato in Neuroscienze anno accademico 2009-2010 XXV Ciclo Laura Buizza PROFILO OSSIDATIVO DI p53 IN LINFOCITI IMMORTALIZZATI DI PAZIENTI

Dettagli