L evoluzione della terapia del carcinoma polmonare avanzato

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L evoluzione della terapia del carcinoma polmonare avanzato"

Transcript

1 510 Rassegne Recenti Prog Med 2016; 107: L evoluzione della terapia del carcinoma polmonare avanzato ALESSANDRO MORABITO 1 1 Oncologia Medica Toraco-Polmonare, IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Fondazione Pascale, Napoli. Pervenuto il 12 settembre Riassunto. Lo scenario terapeutico dei pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) avanzato è profondamente cambiato negli ultimi anni, grazie al miglioramento delle conoscenze della biologia di questa neoplasia, alla scoperta di alterazioni molecolari bersaglio di farmaci biologici e alla disponibilità di nuovi farmaci efficaci anche per i pazienti che non presentano alterazioni molecolari, cosiddetti wild type (WT). Il NSCLC è stato la prima neoplasia epiteliale trattata con una terapia a bersaglio molecolare di prima linea, in pazienti con mutazioni attivanti di EGFR e riarrangiamento di ALK, e sono attualmente in fase di sviluppo nuovi agenti a bersaglio molecolare diretti contro altre alterazioni molecolari. La scoperta dell importanza dell istologia per la definizione di una terapia di prima linea per i pazienti WT ha portato all adozione di regimi terapeutici differenti per i pazienti a istotipo squamoso e non squamoso. In particolare, nel caso dei pazienti a istotipo non squamoso WT, l impiego di combinazioni a base di platino con pemetrexed o bevacizumab è diventato il trattamento standard, e la terapia di mantenimento con pemetrexed è un ulteriore opportunità per pazienti selezionati. Recentemente, nuovi farmaci attivi con differenti meccanismi di azione, comprendenti gli inibitori dell angiogenesi quali il nintedanib o il ramucirumab, e gli inibitori dei checkpoint immunitari, quali il nivolumab, il pembrolizumab e l atezolizumab, hanno dimostrato rilevanti miglioramenti nella sopravvivenza globale in pazienti pretrattati, modificando pertanto il panorama anche della seconda linea di terapia, che è diventata più ricca e complessa. Il miglioramento e l impiego di nuove tecnologie di analisi molecolare e l identificazione di marcatori predittivi per i nuovi agenti e, in particolare, per l immunoterapia consentiranno di ottenere un profilo molecolare più completo del NSCLC e una migliore personalizzazione dei trattamenti. Parole chiave. ALK, chemioterapia, EGFR, immunoterapia, inibitori dell angiogenesi, NSCLC. The evolution of the treatment of advanced NSCLC. Summary. The therapeutic scenario of patients with advanced non-small-cell lung cancer (NSCLC) has dramatically changed in recent years, thanks to the improvement in the knowledge of the biology of NSCLC, the discovery of targetable oncogenic drivers, and the availability of new effective drugs also for non oncogenic addicted patients, defined wild-type (WT). NSCLC has been the first epithelial neoplasm treated with a targeted first-line therapy in patients harbouring EGFR activating mutations or ALK rearrangements, and new targeted-based agents directed versus other molecular alterations are currently in development. The recognition of the importance of histology for the definition of a first-line therapy of WT tumors has led to the adoption of different regimens for patients with squamous and non-squamous histology. In particular, in case of WT NSCLC with non-squamous histology, the use of platinum-based combinations including pemetrexed or bevacizumab became the standard treatment and the maintenance therapy with pemetrexed a further opportunity for selected patients. Recently, new active drugs with different mechanisms of action, including angiogenesis inhibitors, such as nintedanib or ramucirumab, and immune checkpoint inhibitors, such as nivolumab, pembrolizumab and atezolizumab, have shown relevant overall survival improvement in pretreated patients, modifying the landscape also of the second line treatment that became more rich and complex. The improvement and the application of novel technologies of molecular analysis and the identification of predictive biomarkers for new agents and in particular for immunotherapy will allow a more comprehensive molecular profiling of NSCLC and a better customization of treatments. Key words. ALK, angiogenesis inhibitors, chemotherapy, EGFR, immunotherapy, NSCLC. Introduzione Il carcinoma polmonare è una neoplasia che ha un notevole impatto sociale, con oltre un milione di morti per anno al mondo, una relazione accertata con il fumo di sigaretta e per la quale vi sono considerevoli difficoltà nel fare una diagnosi precoce. In Italia, sono circa i pazienti che si ammalano ogni anno di tumore polmonare, ma solo un 25% è operabile: tutti gli altri necessitano pertanto di trattamenti alternativi alla chirurgia, quali la chemioterapia e la radioterapia. Fino a pochi anni fa, per i pazienti con malattia avanzata era sufficiente una diagnosi generica di carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), per distinguerlo dal più raro carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) a cui seguiva un trattamento chemioterapico di prima linea sostanzialmente uguale per tutti i pazienti e, solo in casi selezionati, un trattamento terapeutico di seconda linea, con risultati complessivi però deludenti e una sopravvivenza mediana di soli 8-10 mesi 1. Negli ultimi anni, tuttavia, questo scenario è profondamente cambiato: sono stati infatti compiuti notevoli progressi scientifici nelle

2 A. Morabito: L evoluzione della terapia del carcinoma polmonare avanzato 511 conoscenze della biologia di questa neoplasia, che hanno reso possibili una migliore caratterizzazione molecolare della stessa e soprattutto l impiego di terapie personalizzate, anche grazie alla disponibilità di nuovi farmaci biologici. Tutto ciò ha determinato una rivoluzione nell algoritmo diagnostico-terapeutico del carcinoma polmonare, che sempre più si avvale di un complesso approccio multidisciplinare sia in fase diagnostica sia in fase terapeutica. Principali progressi nella terapia del NSCLC avanzato I principali progressi compiuti negli ultimi anni nel trattamento del NSCLC sono riassunti nella figura 1. Importanza della caratterizzazione istologica Nel corso degli anni 2000 la caratterizzazione istologica del NSCLC in istotipo squamoso e non squamoso è diventata un fattore importante per la successiva programmazione terapeutica. Nel 2006 sono stati infatti pubblicati i risultati positivi di uno studio clinico che prevedeva l aggiunta di un inibitore dell angiogenesi, il bevacizumab, alla chemioterapia con carboplatino e paclitaxel nei pazienti con carcinoma polmonare avanzato a istotipo non squamoso 2. In questi pazienti la tripletta di terapia con bevacizumab consentiva di ottenere un vantaggio di circa due mesi in sopravvivenza mediana. Sempre nei pazienti a istotipo non squamoso, l impiego del pemetrexed in combinazione al cisplatino è risultato superiore e meglio tollerato della combinazione di gemcitabina e cisplatino, divenendo di fatto il trattamento di prima linea più diffuso per questo gruppo di pazienti 3. Un ulteriore opportunità terapeutica sempre per i pazienti a istotipo non squamoso si è dimostrata la terapia di mantenimento con pemetrexed, che nello studio PARAMOUNT ha determinato un significativo miglioramento della sopravvivenza globale 4. Alterazioni molecolari di EGFR e ALK Il carcinoma polmonare è stata la prima neoplasia epiteliale trattata in prima linea con farmaci a bersaglio molecolare come agenti singoli. In particolare, le mutazioni di EGFR (epidermal growth factor receptor) e il riarrangiamento di ALK (anaplastic lymphoma kinase) rappresentano le alterazioni molecolari contro le quali sono oggi disponibili farmaci di comune impiego nella pratica clinica. Nei pazienti portatori di mutazioni attivanti il gene EG- FR (10-15% circa del totale) l impiego in prima linea di inibitori di EGFR di prima generazione (gefitinib ed erlotinib) o di seconda generazione (afatinib) è risultato nettamente superiore alla chemioterapia in termini di risposte obiettive, sopravvivenza libera da progressione, tollerabilità e qualità di vita, con un miglioramento complessivo della sopravvivenza globale, che può superare i 30 mesi 5. In particolare, nei pazienti con delezione dell esone 19 del gene EGFR trattati in prima linea con afatinib, il vantaggio in termini di sopravvivenza mediana rispetto alla chemioterapia è di oltre 12 mesi 6. Un altro vantaggio degli inibitori di EGFR è la possibilità di impiegarli Caratterizzazione istologica Immunoterapia Alterazioni molecolari di EGFR e ALK Inibitori dell angiogenesi Nuovi farmaci a bersaglio molecolare Figura 1. Principali progressi nel trattamento del carcinoma polmonare degli ultimi anni.

3 512 Recenti Progressi in Medicina, 107 (10), ottobre 2016 anche in pazienti con mutazioni di EGFR e condizioni generali molto scadute, generalmente esclusi dai trattamenti sistemici, nei quali è possibile talvolta osservare risposte cliniche eccezionali (comunemente chiamate risposte di Lazzaro ) 7. È pertanto fondamentale individuare fin dall inizio i pazienti portatori di tali alterazioni molecolari, generalmente espresse in pazienti a istotipo non squamoso e più frequenti comunque nei soggetti non fumatori o ex fumatori, al fine di avviarli quanto prima possibile al trattamento con questi specifici farmaci. Un problema emergente è quello della resistenza ai farmaci inibitori di EGFR, che generalmente si manifesta dopo 9-12 mesi di trattamento e che può essere dovuta a differenti cause: comparsa della mutazione di resistenza T790M (50-60% dei casi), HER2, amplificazione di MET, transizione epitelio mesenchimale, sviluppo di un carcinoma a piccola cellule 8. Per i pazienti che sviluppano la T790M, il trattamento con inibitori di EGFR di terza generazione, quale l osimertinib, consente di ottenere risposte obiettive di lunga durata nel 60-70% dei casi 9. È pertanto importante effettuare, nei pazienti nei quali si osserva una progressione di malattia durante il trattamento con inibitori di EGFR di prima o seconda generazione, una re-biopsia del tumore oppure, più semplicemente, un prelievo ematologico (bio psia liquida) proprio al fine di testare la presenza della T790M nel DNA tumorale circolante (ctdna) e verificare pertanto l eleggibilità al trattamento con inibitori di EGFR di terza generazione. Nei pazienti portatori di riarrangiamento di ALK (4-6% circa del totale) gli studi PROFILE hanno dimostrato la superiorità di crizotinib rispetto alla chemioterapia in termini di risposte obiettive, di tempo alla progressione di malattia e di qualità di vita sia in prima sia in seconda-linea di terapia, e sulla base di questi risultati il crizotinib è diventato la terapia standard di prima linea negli Stati Uniti per questo gruppo di pazienti 10,11. In Italia il trattamento con crizotinib è per ora ancora indicato nei pazienti ALK+ dopo fallimento della chemioterapia di prima linea. Nuove strategie terapeutiche sono in fase di sviluppo anche per i pazienti che manifestano resistenza durante il trattamento con crizotinib, e prevedono l impiego, al momento ancora sperimentale in Italia, di inibitori di ALK di seconda generazione (quali ceritinib, alectinib) o terza generazione (lorlatinib) Nuovi farmaci a bersaglio molecolare La ricerca scientifica in questi ultimi anni ha consentito l identificazione di nuove alterazioni molecolari, per es. ROS1, MET, HER2, BRAF, RET, che costituiscono potenziali bersagli per nuovi farmaci biologici. Crizotinib si è dimostrato molto attivo in pazienti con riarrangiamento di ROS1, che rappresentano circa l 1% dei casi 15. Analogamente, il vandetanib, un inibitore di EGFR, VEGFR e RET, ha dimostrato di poter determinare prolungate risposte obiettive in pazienti con riarrangiamento di RET (2% dei casi) 16. In pazienti con NSCLC avanzato pretrattati con mutazione BRAF-V600E (circa 2% dei casi), il dabrafenib ha determinato risposte obiettive nel 33% dei pazienti 17. Studi clinici sono in corso per valutare l effetto di nuovi farmaci biologici contro altri target molecolari, identificati grazie all impiego delle nuove tecnologie di analisi molecolare. Inibitori dell angiogenesi Dopo l approvazione del bevacizumab in prima linea in combinazione alla chemioterapia in pazienti a istotipo non squamoso, due nuovi inibitori dell angiogenesi hanno dimostrato di poter migliorare la sopravvivenza globale nella seconda linea di terapia quando combinati alla chemioterapia: il nintedanib e il ramucirumab. Il nintedanib è un farmaco orale multitarget che blocca i recettori del VEGF, del PDGF e del FGF. Nello studio LUME-Lung-1 la combinazione di nintedanib e ha prodotto, rispetto al solo nella seconda linea di terapia di pazienti a istotipo non squamoso, un vantaggio di oltre 2 mesi in sopravvivenza globale, e con questa indicazione è stato approvato dall EMA nel Il vantaggio è risultato ancora maggiore (circa 3 mesi) nei pazienti in progressione precoce di malattia o refrattari alla prima linea di chemioterapia. Il ramucirumab è un anticorpo monoclonale anti-vegfr2 che, nello studio REVEL nel trattamento di seconda linea di pazienti con NSCLC metastatico squamoso e non squamoso, ha determinato in combinazione al un vantaggio di circa un mese in sopravvivenza globale, ed è successivamente stato approvato con questa indicazione negli Stati Uniti 19. Immunoterapia Di recente, lo scenario terapeutico del NSCLC è stato rivoluzionato dall introduzione dei cosiddetti inibitori dei checkpoint immunitari, in grado di interrompere la via di segnale mediata dal PD-1 (programmed cell death protein-1) e di ripristinare l immunità antitumorale (tabella 1). I risultati, in particolare riportati dagli studi con nivolumab in seconda linea, sono stati considerati practice-changing e hanno portato alla rapida registrazione del farmaco per il trattamento di seconda linea del NSCLC, prima nell istologia squamosa negli Stati Uniti e in Italia, e poi nell istologia non squamosa negli Stati Uniti 20,21. Risultati positivi sono stati riportati anche con pembrolizumab e atezolizumab, che si sono anch essi dimostrati superiori alla chemioterapia con nella seconda linea di terapia di pazienti con carcinoma polmonare avanzato 22,23. Nel caso del pembrolizumab, sono stati inclusi negli studi esclusivamente pazienti con espressione del PDL-1 (programmed cell death ligand-1). Rimane da definire il ruolo di PDL-1 come biomarcatore predittivo di risposta agli inibitori dei checkpoint immunitari, visti i risultati contrastanti degli studi

4 A. Morabito: L evoluzione della terapia del carcinoma polmonare avanzato 513 Tabella 1. Studi clinici randomizzati con inibitori dei checkpoint immunitari nel carcinoma polmonare. Studio Autore Fase Terapia Pts RO (%) CheckMate 017 Brahmer et al. 20 III Nivolumab vs (squamosi) CheckMate 057 Borghaei et al. 21 III Nivolumab vs (non-squamosi) POPLAR Fehrenbacher et al. 23 II Atezolizumab vs KEYNOTE 010 Herbst et al. 22 III Pembrolizumab 2 vs pembrolizumab 10 vs vs 9 p=0, vs 12 p=0,02 PFS (mesi) 3,5 vs 2,8 p<0,001 2,3 vs 4,2 p=0,39 OS (mesi) 9,2 vs 6,0 HR: 0,59 p<0,001 12,2 vs 9,4, HR: 0,73, p=0, vs 15 2,7 vs 3,0 12,6 vs 9,7 HR: 0,73 p=0, % (,0005) 18% (,00002) vs 9% Legenda: RO= risposte obiettive; PFS= sopravvivenza libera da progressione; OS= sopravvivenza globale. 3,9 (HR 0,88) vs 4,0 (HR 0,79) vs 4,0 10,4 (HR 0,71) 12,7(HR 0,61) vs 8,5 Checkmate-17 e Checkmate-57 con nivolumab, l eterogeneità dei test utilizzati, dei cut-off considerati negli studi clinici e l incertezza sul tempo ottimale per l effettuazione dell analisi di PDL-1. Conclusioni Lo scenario diagnostico-terapeutico del carcinoma polmonare avanzato è profondamente cambiato negli ultimi anni, grazie a una migliore selezione dei trattamenti in funzione dell istotipo e alle terapie di mantenimento, all impiego di farmaci a bersaglio molecolare in pazienti con mutazioni di EGFR e riarrangiamento di ALK e allo sviluppo di nuovi farmaci biologici diretti contro altri bersagli molecolari recentemente identificati, all impiego di inibitori dell angiogenesi e all immunoterapia (figura 2). Lo scenario potrebbe essere ulteriormente rivoluzionato dai risultati degli studi con l immunoterapia in prima linea: NSCLC avanzato EGFR Mutato Istotipo squamoso Istotipo non squamoso ALK riarrangiato 1 linea Afatinib, erlotinib, gefitinib CDDP + GEM Platinum-doublet Platinum +pemetrexed carbo +tax+beva Mantenimento 2 linea (Osimertinib in T790M+) Nivolumab /erlotinib ( + ramucirumab) (pembrolizumab in PDl-1+) ( + nintedanib) ( + ramucirumab) (nivolumab) (pembrolizumab in PDl-1+) Crizotinib in ALK+ 3 linea Chemioterapia (Ceritinib) (alectinib) Figura 2. Algoritmo terapeutico del carcinoma polmonare: presente e futuro prossimo (trattamenti tra parentesi).

5 514 Recenti Progressi in Medicina, 107 (10), ottobre 2016 risultati preliminari dello studio KEYNOTE-024 hanno dimostrato infatti la superiorità di pembrolizumab rispetto alla chemioterapia di prima linea in pazienti con elevata espressione di PDL-1 (>50%) 24. L impiego inoltre sempre più diffuso di nuove tecnologie di analisi molecolare tumorale consentirà di ottenere nei prossimi anni un profilo molecolare sempre più completo del tumore e quindi di indirizzare un numero crescente di pazienti a trattamenti personalizzati, potenzialmente più efficaci e meno tossici. Conflitto di interessi: l autore dichiara l assenza di conflitto di interessi. Bibliografia 1. Pfister DG, Johnson DH, Azzoli CG, et al. American Society of Clinical Oncology treatment of unresectable nonsmall-cell lung cancer guideline: update J Clin Oncol 2004; 22: Sandler A, Gray R, Perry MC, et al. Paclitaxel-carboplatin alone or with bevacizumab for non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 2006; 355: Scagliotti GV, Parikh P, von Pawel J, et al. Phase III study comparing cisplatin plus gemcitabine with cisplatin plus pemetrexed in chemotherapy-naive patients with advanced-stage non-small-cell lung cancer. J Clin Oncol 2008; 26: Paz-Ares LG, de Marinis F, Dediu M, et al. PARAMOUNT: Final overall survival results of the phase III study of maintenance pemetrexed versus placebo immediately after induction treatment with pemetrexed plus cisplatin for advanced nonsquamous non-small-cell lung cancer. J Clin Oncol 2013; 31: Costanzo R, Montanino A, Di Maio M, et al. Advanced non-small-cell lung cancer with epidermal growth factor receptor mutations: current evidence and future perspectives. Expert Rev Anticancer Ther 2013; 13: Yang JC, Wu YL, Schuler M, et al. Afatinib versus cisplatin-based chemotherapy for EGFR mutation-positive lung adenocarcinoma (LUX-Lung 3 and LUX-Lung 6): analysis of overall survival data from two randomised, phase 3 trials. Lancet Oncol 2015; 16: Morabito A, Sandomenico C, Costanzo R, et al. Positron emission tomography and circulating tumor cells to monitor a dramatic response to gefitinib. J Thorac Oncol 2012; 7: e Yu HA, Arcila ME, Rekhtman N, et al. Analysis of tumor specimens at the time of acquired resistance to EGFR- TKI therapy in 155 patients with EGFR-mutant lung cancers. Clin Cancer Res 2013; 19: Jänne PA, Yang JC, Kim DW, et al. AZD9291 in EGFR inhibitor-resistant non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 2015; 372: Shaw AT, Kim DW, Nakagawa K, et al. Crizotinib versus chemotherapy in advanced ALK-positive lung cancer. N Engl J Med 2013; 368: Solomon BJ, Mok T, Kim DW, et al. First-line crizotinib versus chemotherapy in ALK-positive lung cancer. N Engl J Med 2014; 371: Shaw AT, Kim DW, Mehra R, et al. Ceritinib in ALK-rearranged non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 2014; 370: Shaw AT, Gandhi L, Gadgeel S, et al. Alectinib in ALKpositive, crizotinib-resistant, non-small-cell lung cancer: a single-group, multicentre, phase 2 trial. Lancet Oncol 2016; 17: Shaw AT, Friboulet L, Leshchiner I, et al. Resensitization to crizotinib by the lorlatinib ALK resistance mutation L1198F. N Engl J Med 2016; 374: Shaw AT, Ou SH, Bang YJ, et al. Crizotinib in ROS1-rearranged non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 2014; 371: Falchook GS, Ordóñez NG, Bastida CC, et al. Effect of the RET inhibitor vandetanib in a patient with RET fusionpositive metastatic non-small-cell lung cancer. J Clin Oncol 2016; 34: e Planchard D, Kim TM, Mazieres J, et al. Dabrafenib in patients with BRAF(V600E)-positive advanced nonsmall-cell lung cancer: a single-arm, multicentre, openlabel, phase 2 trial. Lancet Oncol 2016; 17: Reck M, Kaiser R, Mellemgaard A, et al. Docetaxel plus nintedanib versus plus placebo in patients with previously treated non-small-cell lung cancer (LUME-Lung 1): a phase 3, double-blind, randomised controlled trial. Lancet Oncol 2014; 15: Garon EB, Ciuleanu TE, Arrieta O, et al. Ramucirumab plus versus placebo plus for secondline treatment of stage IV non-small-cell lung cancer after disease progression on platinum-based therapy (REVEL): a multicentre, double-blind, randomised phase 3 trial. Lancet 2014; 384: Brahmer J, Reckamp KL, Baas P, et al. Nivolumab versus in advanced squamous-cell non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 2015; 373: Borghaei H, Paz-Ares L, Horn L, et al. Nivolumab versus in advanced nonsquamous non-small-cell lung cancer. N Engl J Med 2015; 373: Herbst RS, Baas P, Kim DW, et al. Pembrolizumab versus for previously treated, PD-L1positive, advanced non-small-cell lung cancer (KEY- NOTE-010): a randomised controlled trial. Lancet 2016; 387: Fehrenbacher L, Spira A, Ballinger M, et al. Atezolizumab versus for patients with previously treated non-small-cell lung cancer (POPLAR): a multicentre, open-label, phase 2 randomised controlled trial. Lancet 2016; 387: Keynote 24 (2016). Merck s KEYTRUDA (pembrolizumab) demonstrates superior progression-free and overall survival compared to chemotherapy as first line treatment in patients with advanced non-small cell lung cancer. [Press release.] June 16, Indirizzo per la corrispondenza: Dott. Alessandro Morabito Oncologia Medica Dipartimento Toraco-Polmonare IRCCS - Istituto Nazionale dei Tumori Fondazione Pascale Via Mariano Semmola Napoli

PDTA di Oncologia Toracica Nuove prospettive nel trattamento farmacologico

PDTA di Oncologia Toracica Nuove prospettive nel trattamento farmacologico Martedì dell Ordine Ordine dei Medici di Parma, 1.12.2015 PDTA di Oncologia Toracica Nuove prospettive nel trattamento farmacologico Dott. Marcello Tiseo Oncologia Medica Coordinatore PDTA Oncologia Toracica

Dettagli

Nivolumab nel trattamento della seconda linea del tumore polmonare non a piccole cellule a istologia squamosa

Nivolumab nel trattamento della seconda linea del tumore polmonare non a piccole cellule a istologia squamosa 634 Rassegne Recenti Prog Med 2016; 107: 634-640 Nivolumab nel trattamento della seconda linea del tumore polmonare non a piccole cellule a istologia squamosa FILIPPO DE MARINIS 1, ANTONIO PASSARO 1 1

Dettagli

Presentazione farmaci innovativi nel tumore del polmone

Presentazione farmaci innovativi nel tumore del polmone La valutazione multidisciplinare in Oncologia: i farmaci innovativi ROV Presentazione farmaci innovativi nel tumore del polmone Emilio Bria Oncologia Medica, Dipart. di Medicina, Università di Verona,

Dettagli

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi

BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients. Sinossi BE-Positive: Beyond progression after tki in Egfr-Positive NSCLC patients Sinossi Principal Investigator e centro promotore dello studio: Dr.ssa Silvia Novello (Divisione di Oncologia Toracica, Università

Dettagli

L immunoterapia nel NSCLC: evoluzione delle conoscenze e dei progressi clinici

L immunoterapia nel NSCLC: evoluzione delle conoscenze e dei progressi clinici 186 Rassegna Recenti Prog Med 2016; 107: 186-192 L immunoterapia nel NSCLC: evoluzione delle conoscenze e dei progressi clinici alessia pochesci 1,2, antonio passaro 1, chiara catania 1, cristina noberasco

Dettagli

NSCLC - stadio iiib/iv

NSCLC - stadio iiib/iv I TUMORI POLMONARI linee guida per la pratica clinica NSCLC - stadio iiib/iv quale trattamento per i pazienti anziani con malattia avanzata? Il carcinoma polmonare è un tumore frequente nell età avanzata.

Dettagli

Numero di pazienti Mediana- settimane Hazard Ratio 1.09 (95% CI ) Vivi a 1 anno 27.0% 24.8%

Numero di pazienti Mediana- settimane Hazard Ratio 1.09 (95% CI ) Vivi a 1 anno 27.0% 24.8% NSCLC - linee successive MONO O POLICHEMIOTERAPIA IN II LINEA? 210 CHEMIOTERAPIA O EGFR TKIS IN II E III LINEA? 217 IL RuOLO degli INIbITORI di ALK 225 NSCLC - linee successive mono o polichemioterapia

Dettagli

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF) Principio attivo (nome commerciale) Forma farmaceutica e dosaggio, posologia, prezzo, regime di rimborsabilità, ditta SCHEDA FARMACO (a cura di UOS Farmacoeconomia e HTA, Area Centro) Nintedanib (VARGATEF)

Dettagli

therapies in ii e iii linea?

therapies in ii e iii linea? I TUMORI POLMONARI linee guida per la pratica clinica NSCLC - linee successive chemioterapia o targeted therapies in ii e iii linea? Attualmente i farmaci approvati nel trattamento di II linea del carcinoma

Dettagli

Le terapie ad oggi disponibili per il trattamento dei tumori del polmone, soprattutto in fase avanzata di malattia, offrono scarso beneficio eccetto

Le terapie ad oggi disponibili per il trattamento dei tumori del polmone, soprattutto in fase avanzata di malattia, offrono scarso beneficio eccetto IMMUNOTERAPIA IMMUNOTERAPIA 230 NSCLC - PRIMA LINEA 234 NSCLC - SECONdA LINEA 239 SCLC 250 immunoterapia Le terapie ad oggi disponibili per il trattamento dei tumori del polmone, soprattutto in fase avanzata

Dettagli

Tumori toraco-polmonari: gestione multidisciplinare della tossicità da nuovi farmaci

Tumori toraco-polmonari: gestione multidisciplinare della tossicità da nuovi farmaci Tumori toraco-polmonari: gestione multidisciplinare della tossicità da nuovi farmaci Tossicità gastrointestinale - Il punto di vista dell'oncologo Dr CELANO Alfredo SC Oncologia Medica 2 AOU Città della

Dettagli

PROTOCOLLI GOIRC-SPONSORED FARM6PMFJM

PROTOCOLLI GOIRC-SPONSORED FARM6PMFJM PROTOCOLLI -SPONSORED FARM6PMFJM Multicenter phase III randomized study of cisplatin and etoposide with or without bevacizumab as first-line treatment in extensive stage (ED) small cell lung cancer (SCLC).

Dettagli

ALGORITMI E PERCORSI TERAPEUTICI CARCINOMI DEL POLMONE NON-MICROCITOMA (NSCLC)

ALGORITMI E PERCORSI TERAPEUTICI CARCINOMI DEL POLMONE NON-MICROCITOMA (NSCLC) ALGORITMI E PERCORSI TERAPEUTICI CARCINOMI DEL POLMONE NON-MICROCITOMA (NSCLC) Data di aggiornamento: Luglio 2014 Indicazione a supporto cure palliative senza terapia oncologica specifica in pazienti con

Dettagli

Sviluppo futuro della ricerca clinica Mario Scartozzi

Sviluppo futuro della ricerca clinica Mario Scartozzi HER2Club in gastric cancer Sviluppo futuro della ricerca clinica Mario Scartozzi La ricerca clinica per lo sviluppo di nuove strategie terapeutiche nei pazienti affetti da carcinoma gastrico metastatico

Dettagli

Dott. D. Cortinovis. S.C. Oncologia Medica A.O. San Gerardo Monza

Dott. D. Cortinovis. S.C. Oncologia Medica A.O. San Gerardo Monza Algoritmi terapeutici nel NSCLC in stadio avanzato Dott. D. Cortinovis S.C. Oncologia Medica A.O. San Gerardo Monza Il presente slide kit riporta l'esperienza di pratica clinica del Dott. Cortinovis. Per

Dettagli

Rassegna Stampa. Comunicato stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata

Rassegna Stampa. Comunicato stampa. Intermedia s.r.l. per la comunicazione integrata Rassegna Stampa Comunicato stampa LA COMMISSIONE EUROPEA APPROVA PEMBROLIZUMAB PER IL TRATTAMENTO IN PRIMA LINEA DI PAZIENTI CON CARCINOMA POLMONARE METASTATICO NON A PICCOLE CELLULE Intermedia s.r.l.

Dettagli

Tumori polmonari non a piccole cellule con istotipo non squamoso. Nuove prospettive nel trattamento di seconda linea

Tumori polmonari non a piccole cellule con istotipo non squamoso. Nuove prospettive nel trattamento di seconda linea 641 Recenti Prog Med 2016; 107: 641-646 Tumori polmonari non a piccole cellule con istotipo non squamoso. Nuove prospettive nel trattamento di seconda linea FRANCESCO GROSSI UOS Tumori Polmonari, IRCCS

Dettagli

NSCLC - stadio iiib/iv

NSCLC - stadio iiib/iv NSCLC - stadio iiib/iv quale trattamento ChemioterapiCo di i LiNea Nei pazienti fit CoN malattia avanzata? 1 68 CiSpLatiNo o CarbopLatiNo? 176 GLi inibitori di egfr Come trattamento di prima LiNea 1 8

Dettagli

IN II E III LINEA? 216

IN II E III LINEA? 216 NSCLC - linee successive MONO O POLICHEMIOTERAPIA IN II LINEA? 210 CHEMIOTERAPIA O TARgETEd THERAPIES IN II E III LINEA? 216 RuOLO degli INIbITORI del gene di fusione EML4-ALk 222 NSCLC - linee successive

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR ERLOTINIB

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR ERLOTINIB RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI ATC L01XE03 (TARCEVA ) Presentata da Componente Commissione Prontuario Terapeutico Regionale In data 13 Dicembre 2006 Per le seguenti motivazioni (sintesi): Tarceva non

Dettagli

Dott. Alessandro Fabbri U.O. Pneumologia ASL 3 PT Direttore ff Dott. Franco Vannucci

Dott. Alessandro Fabbri U.O. Pneumologia ASL 3 PT Direttore ff Dott. Franco Vannucci Dott. Alessandro Fabbri U.O. Pneumologia ASL 3 PT Direttore ff Dott. Franco Vannucci Negli ultimi anni c è stato un notevole cambiamento nella gestione diagnosticoterapeutica dei soggetti affetti da neoplasia

Dettagli

Sandler AB, Schiller JH, Gray R, Dimery I, Brahmer J, Samant M, Wang LI, and Johnson DH.

Sandler AB, Schiller JH, Gray R, Dimery I, Brahmer J, Samant M, Wang LI, and Johnson DH. Sandler AB, Schiller JH, Gray R, Dimery I, Brahmer J, Samant M, Wang LI, and Johnson DH. Retrospective evaluation of the clinical and radiograpich risk factors associated with severe pulmonary hemorrhage

Dettagli

Fra le metodiche ricordiamo:

Fra le metodiche ricordiamo: I TEST MOLECOLARI Quali pazienti possono beneficiare delle terapie a bersaglio molecolare? Non tutti i pazienti affetti da tumore del polmone traggono beneficio da queste nuove terapie. Questo dipende

Dettagli

Educational Session Clinical Issues in Metastatic NSCLC

Educational Session Clinical Issues in Metastatic NSCLC Educational Session Clinical Issues in Metastatic NSCLC Wilfried Eberhardt Is there anything new in squamous cells? Jaroslaw Kuzdzal The best approach to oligometastatic NSCLC Tony S.K. Mok Optimal sequence

Dettagli

CANCRO DEL POLMONE. 1. Epidemiologia 2. Anatomia Patologica 3. Clinica. 4. Diagnostica 5. Stadiazione 6. Tecnica Chirurgica.

CANCRO DEL POLMONE. 1. Epidemiologia 2. Anatomia Patologica 3. Clinica. 4. Diagnostica 5. Stadiazione 6. Tecnica Chirurgica. CANCRO DEL POLMONE Prof. Francesco PUMA CANCRO DEL POLMONE 1. Epidemiologia 2. Anatomia Patologica 3. Clinica 4. Diagnostica 5. Stadiazione 6. Tecnica Chirurgica Iter Diagnostico A Stadiazione Istotipo

Dettagli

Dott.ssa Chiara Dell Agnola. MdA Oncologia,AOUI Verona

Dott.ssa Chiara Dell Agnola. MdA Oncologia,AOUI Verona Dott.ssa Chiara Dell Agnola MdA Oncologia,AOUI Verona Malattia metastatica La neoplasia del testa-collo si presenta in oltre la metà dei pazienti in stadio avanzato (Stadio III e IV) 40-80% recidiva loco-regionale

Dettagli

Comunicato stampa NOTE PER I REDATTORI

Comunicato stampa NOTE PER I REDATTORI ASTRAZENECA PRESENTA I DATI DI OSIMERTINIB NEI PAZIENTI CON TUMORE AL POLMONE POSITIVO ALLA MUTAZIONE T790M DELL EGFR E METASTASI AL SISTEMA NERVOSO CENTRALE Nello studio AURA3, osimertinib ha dimostrato

Dettagli

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò

Anticorpi monoclonali Anti-EGFR. -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri. Valentina Anrò Anticorpi monoclonali Anti-EGFR -Ruolo Biologico -Evidenze terapeutiche -Problemi -Sviluppi futuri Valentina Anrò Ruolo Biologico Epidermal Growth Factor Receptor Extracellular Domain Transmembrane Domain

Dettagli

16th World Conference on Lung Cancer (WCLC): highlights

16th World Conference on Lung Cancer (WCLC): highlights 16th World Conference on Lung Cancer (WCLC): highlights RISULTATI PRELIMINARI STUDIO ITACA Lo studio Itaca è uno studio multicentrico italiano di Fase III che confronta un trattamento chemioterapico tailored

Dettagli

Farmaci biologici nelle neoplasie polmonari

Farmaci biologici nelle neoplasie polmonari Martedì dell Ordine Ordine dei Medici di Parma, 25.09.2015 Farmaci biologici nelle neoplasie polmonari Dott. Marcello Tiseo Oncologia Medica Coordinatore PDTA Oncologia Toracica Azienda Ospedaliero-Universitaria

Dettagli

Le terapie ad oggi disponibili per il trattamento dei tumori del polmone, soprattutto in fase avanzata di malattia, offrono scarso beneficio eccetto

Le terapie ad oggi disponibili per il trattamento dei tumori del polmone, soprattutto in fase avanzata di malattia, offrono scarso beneficio eccetto indice generale introduzione 524 immunoterapia NSCLC - prima linea 528 l immunoterapia ha un ruolo nel trattamento di prima linea dei pazienti con nsclc avanzato? NSCLC - seconda linea 534 l immunoterapia

Dettagli

I biomarcatori nei tumori solidi

I biomarcatori nei tumori solidi Le nuove sfide della ricerca oncologica: verso una partnership tra Enti Pubblici e Industria nella regione Lazio Roma, 17 maggio 2017 Regione Lazio - Sala Tirreno I biomarcatori nei tumori solidi Mauro

Dettagli

La terapia personalizzata del NSCLC

La terapia personalizzata del NSCLC XVII CONGRESSO NAZIONALE CIPOMO Roma 27-29/06/13 La terapia personalizzata del NSCLC Andrea Ardizzoni, U.O. Oncologia Medica Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma Fattori di personalizzazione del

Dettagli

Allegato A al Decreto n. 102 del 8 agosto 2017 pag. 1/6

Allegato A al Decreto n. 102 del 8 agosto 2017 pag. 1/6 giunta regionale Allegato A al Decreto n. 102 del 8 agosto 2017 pag. 1/6 Elenco dei Centri regionali autorizzati alla prescrizione dei farmaci oncologici, oggetto di specifiche determine AIFA*. PRINCIPIO

Dettagli

Commissione Regionale Farmaco LAPATINIB

Commissione Regionale Farmaco LAPATINIB Commissione Regionale Farmaco (D.G.R. 1540/2006 e D.G.R. 490 dell 11 aprile 2011) Documento relativo a: LAPATINIB Settembre 2011 Indicazioni registrate Lapatinib Il lapatinib ha ricevuto la seguente estensione

Dettagli

I markers biologici come fattori predittivi di efficacia terapeutica nei tumori solidi: l esperienza di Varese

I markers biologici come fattori predittivi di efficacia terapeutica nei tumori solidi: l esperienza di Varese I markers biologici come fattori predittivi di efficacia terapeutica nei tumori solidi: l esperienza di Varese Daniela Furlan U.O. Anatomia Patologica, Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese Il

Dettagli

ERLOTINIB ( )

ERLOTINIB ( ) ERLOTINIB (17-10-2006) Specialità: Tarceva (Roche) Forma Farmaceutica: 30 cpr Dosaggio: 100mg Prezzo: 2.596,41 30 cpr Dosaggio: 150mg Prezzo: 3.239,24 Prezzo al pubblico da banca dati Farmadati Marzo 2007

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA IN ONCOLOGIA:

CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA IN ONCOLOGIA: CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA IN ONCOLOGIA: CRITERI IN IMMUNONCOLOGIA: CASI CLINICI Dott.ssa Alessandra Modena U.O.C. Oncologia Medica Ospedale Sacro Cuore - Don Calabria Negrar, 11 Ottobre 2016

Dettagli

Safety and efficacy of first-line bevacizumab-based therapy in advanced non-squamous nonsmall-cell lung cancer (SAiL, MO19390): a phase 4 study

Safety and efficacy of first-line bevacizumab-based therapy in advanced non-squamous nonsmall-cell lung cancer (SAiL, MO19390): a phase 4 study Lucio Crinò, Eric Dansin, Pilar Garrido, Frank Griesinger, Janessa Laskin, Nick Pavlakis, Daniel Stroiakovski, Nick Thatcher, Chun-Ming Tsai,Yi-long Wu, Caicun Zhou Safety and efficacy of first-line bevacizumab-based

Dettagli

Il punto di vista del clinico

Il punto di vista del clinico Il punto di vista del clinico Giulio Metro S.C. Oncologia Medica Ospedale Santa Maria della Misericordia, Azienda Ospedaliera di Perugia Registri di monitoraggio AIFA: stato dell arte ed esperienze a confronto

Dettagli

Terapia target Nel melanoma maligno avanzato

Terapia target Nel melanoma maligno avanzato Terapia target Nel melanoma maligno avanzato La gestione del melanoma alla luce delle nuove evidenze Torino 07/11/2014 FABRIZIO CARNEVALE SCHIANCA DIVISIONE DI ONCOLOGIA MEDICA FPO IRCCS CANDIOLO. Outline

Dettagli

Tumore del polmone Non Small Cell Lung Cancer, non squamoso (mantenimento dopo I linea)

Tumore del polmone Non Small Cell Lung Cancer, non squamoso (mantenimento dopo I linea) Tumore del polmone Non Small Cell Lung Cancer, non squamoso () Raccomandazioni evidence-based A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) Raccomandazione d uso n. 38 Aggiornamento Direzione

Dettagli

Review sistematica sulla terapia di seconda linea del mesotelioma pleurico maligno.

Review sistematica sulla terapia di seconda linea del mesotelioma pleurico maligno. Review sistematica sulla terapia di seconda linea del mesotelioma pleurico maligno. Buikhuisen WA, Hiddinga BI, Baas P, van Meerbeeck JP. Second line therapy in malignant pleural mesothelioma: A systematic

Dettagli

Questione farmaci oncologici ad alto costo

Questione farmaci oncologici ad alto costo Per un nuovo Codice di Deontologia Medica Giornata di studio Pistoia, 18 gennaio 2014 Questione farmaci oncologici ad alto costo Giuseppe Traversa Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Prevenzione

Dettagli

Allegato B al Decreto n. 37 del 28 marzo 2017 pag. 1/7

Allegato B al Decreto n. 37 del 28 marzo 2017 pag. 1/7 giunta regionale Allegato B al Decreto n. 37 del 28 marzo 2017 pag. 1/7 Elenco dei Centri regionali autorizzati alla prescrizione dei farmaci oncologici, oggetto di specifiche determine AIFA. PRINCIPIO

Dettagli

METASTATICO: NUOVE TERAPIE

METASTATICO: NUOVE TERAPIE MELANOMA CUTANEO METASTATICO: NUOVE TERAPIE Andrea Pietro Sponghini S.C. Oncologia A.O.U. Maggiore della Carità Novara 1975-2010: CHEMIOTERAPIA E IL-2 La ricerca di base porta ad una nuova conoscenza.

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome E-mail Lucia Stocchi Cittadinanza Italiana Data di nascita 05-03-1978 Il/La sottoscritta, consapevole delle sanzioni penali e leggi speciali

Dettagli

Art 1 Art 2 Art 3 ore 12,00 del 3 agosto '15

Art 1 Art 2 Art 3 ore 12,00 del 3 agosto '15 AZIENDA U.S.L. 2 - Lucca Via per S.Alessio- Monte S.Quirico 55100 Lucca BANDO PER L'ISTITUZIONE DI N. 1 BORSA DI STUDIO FINALIZZATA ALLA GESTIONE STATISTICA E ALL ESECUZIONE DELLE PROCEDURE OPERATIVE DELLA

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome / Cognome Indirizzo 20, Via Ettore Majorana, 81020 San Nicola la Strada (CE) - Italia Telefono Ufficio: 081/5903631; Cellulare: 39 338-5768609 Fax

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI GEFITINIB ATC L01XE02 (IRESSA ) Presentata da Dott. A. Contu Direttore Oncologia medica ASL 1 Sassari In data luglio 2010 Per le seguenti motivazioni: Iressa è l unico

Dettagli

CHEMIOTERAPIA ADIUVANTE NEL NSCLC IN FASE INIZIALE: SÌ, MA SENZA TRASCURARE LA QUALITÀ DI VITA

CHEMIOTERAPIA ADIUVANTE NEL NSCLC IN FASE INIZIALE: SÌ, MA SENZA TRASCURARE LA QUALITÀ DI VITA CHEMIOTERAPIA ADIUVANTE NEL NSCLC IN FASE INIZIALE: SÌ, MA SENZA TRASCURARE LA QUALITÀ DI VITA In pazienti con carcinoma polmonare NSCLC in fase iniziale operabile, la chemioterapia adiuvante, aggiunta

Dettagli

TERAPIA MEDICA. Federica Grosso

TERAPIA MEDICA. Federica Grosso Federica Grosso # 230 nuovi casi/anno ~ 60 90 Provincia di Alessandria 33/100.000 anno CPO Piemonte Federica Grosso 2 INCIDENZA IN ITALIA 1.400 nuovi casi/anno UOMINI: 3,84/100.000 anno DONNE: 1,45/100.000

Dettagli

IMMUNO-ONCOLOGIA. Immunooncologia. La nuova arma contro il tumore del polmone. Associazione Italiana di Oncologia Medica

IMMUNO-ONCOLOGIA. Immunooncologia. La nuova arma contro il tumore del polmone. Associazione Italiana di Oncologia Medica IMMUNO-ONCOLOGIA Immunooncologia La nuova arma contro il tumore del polmone Associazione Italiana di Oncologia Medica Indice 3 Perché questo opuscolo 4 L immuno-oncologia, la nuova frontiera terapeutica

Dettagli

Lynch TJ, Patel T, Dreisbach L, McCleod M, Heim WJ, Hermann RC, Paschold E, Iannotti NO, Dakhil S, Gorton S, Pautret V, Weber MR, Woytowitz D.

Lynch TJ, Patel T, Dreisbach L, McCleod M, Heim WJ, Hermann RC, Paschold E, Iannotti NO, Dakhil S, Gorton S, Pautret V, Weber MR, Woytowitz D. Lynch TJ, Patel T, Dreisbach L, McCleod M, Heim WJ, Hermann RC, Paschold E, Iannotti NO, Dakhil S, Gorton S, Pautret V, Weber MR, Woytowitz D. Cetuximab and First-Line Taxane/Carboplatin Chemotherapy in

Dettagli

La gestione clinica integrata dei tumori neuroendocrini: La chemioterapia

La gestione clinica integrata dei tumori neuroendocrini: La chemioterapia La gestione clinica integrata dei tumori neuroendocrini: La chemioterapia Dr. Raffaele Addeo U.O.C. Oncologia Frattamaggiore (NA) Benevento, 5 ottobre 2012 Introduzione La chemioterapia sistemica, divenuta

Dettagli

LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO

LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO Dott.ssa Marina Schena SC Oncologia Medica I AOU Città della Salute e della Scienza di Torino Head and

Dettagli

Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare

Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare Meccanismi di controllo della proliferazione cellulare Il ciclo cellulare è regolato dall azione di PROTOONCOGENI e (attivatori della proliferazione cellulare) GENI ONCOSOPPRESSORI (inibitori del ciclo

Dettagli

Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone

Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone Terapie a bersaglio molecolare nel tumore del polmone I A Cura di: Simona Carnio Divisione di Oncologia Toracica - A.O.U. San Luigi - Orbassano (TO) Silvia Novello Dipartimento di Oncologia - Università

Dettagli

Studio PARAMOUNT: significato clinico della continuous maintenance therapy nel tumore del polmone

Studio PARAMOUNT: significato clinico della continuous maintenance therapy nel tumore del polmone 227 Recenti Prog Med 215; 16: 227-233 Studio PARAMOUNT: significato clinico della continuous maintenance therapy nel tumore del polmone Cesare Gridelli 1 Riassunto. Il tumore del polmone non a piccole

Dettagli

Diagnosi precoce: utopia o realtà?

Diagnosi precoce: utopia o realtà? Diagnosi precoce: utopia o realtà? Valter Torri Laboratorio di Metodologia per la Ricerca Clinica Dipartimento di Oncologia Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS, Milano è il 3% del totale

Dettagli

Years since Randomization No. at Risk 513 489

Years since Randomization No. at Risk 513 489 HER2Club in gastric cancer Obiettivi della terapia nel carcinoma gastrico metastatico e standard terapeutici. Carcinoma gastrico metastatico HER2-positivo: il ruolo di trastuzumab. Mario Scartozzi L ampliamento

Dettagli

La chemioterapia neoadiuvante

La chemioterapia neoadiuvante La chemioterapia neoadiuvante PDTA della Regione Veneto per le pazienti affette da carcinoma ovarico Padova 24 Ottobre 2016 Rocco De Vivo rocco.devivo@ulssvicenza.it Oncologia Medica ULSS 6 Ospedale San

Dettagli

Nel tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC) metastatico o non operabile (I linea di terapia)

Nel tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC) metastatico o non operabile (I linea di terapia) Raccomandazioni evidence-based Afatinib Nel tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC) metastatico o non operabile (I linea di terapia) A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) Raccomandazione

Dettagli

CHEMIOTERAPIA NEL NSCLC

CHEMIOTERAPIA NEL NSCLC LA CHEMIOTERAPIA NEL TUMORE POLMONARE Dr. Antonio Ardizzoia, Dr.ssa Ilaria Colombo, Dr. Paolo Bidoli UO DI ONCOLOGIA MEDICA - AO SAN GERARDO DI MONZA CHEMIOTERAPIA NEL NSCLC Il ruolo della terapia medica

Dettagli

Farmaci sottoposti a monitoraggio Aifa: Tumori Gastroenterici. Dr Andrea Rocchi Oncologia-Foligno

Farmaci sottoposti a monitoraggio Aifa: Tumori Gastroenterici. Dr Andrea Rocchi Oncologia-Foligno Farmaci sottoposti a monitoraggio Aifa: Tumori Gastroenterici Dr Andrea Rocchi Oncologia-Foligno Carcinoma del colon: Bevacizumab I e II linea Aflibercept II linea Panitumumab I, II, III linea Carcinoma

Dettagli

Allegato C al Decreto n. 253 del 28 agosto 2015 pag. 1/10. Regione del Veneto Area Sanità e Sociale RACCOMANDAZIONI EVIDENCE BASED

Allegato C al Decreto n. 253 del 28 agosto 2015 pag. 1/10. Regione del Veneto Area Sanità e Sociale RACCOMANDAZIONI EVIDENCE BASED giunta regionale Allegato C al Decreto n. 253 del 28 agosto 2015 pag. 1/10 Regione del Veneto Area Sanità e Sociale RACCOMANDAZIONI EVIDENCE BASED PEMETREXED - ALIMTA Indicazione in esame: é indicato come

Dettagli

Come disarmare i tumori

Come disarmare i tumori Come disarmare i tumori Delia Mezzanzanica Unità di Terapie Molecolari Dipartimento di Oncologica Sperimentale e Medicina Molecolare Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori Il tumore ovarico è caratterizzato

Dettagli

Pembrolizumab (Keytruda ) Premio Galeno Italia 2015

Pembrolizumab (Keytruda ) Premio Galeno Italia 2015 Pembrolizumab (Keytruda ) Premio Galeno Italia 2015 Pembrolizumab ( MK3475) è un anticorpo monoclonale IgG4, umanizzato, ad alta affinità, anti PD-1 Exerts dual ligand blockade of the PD-1 pathway Similar

Dettagli

05-FEB-2017 da pag. 4 foglio 1 / 2

05-FEB-2017 da pag. 4 foglio 1 / 2 Tiratura 09/2016: 141.770 Diffusione 09/2016: 71.844 Lettori Ed. II 2016: 482.000 Dir. Resp.: Alessandro Sallusti da pag. 4 foglio 1 / 2 Tiratura 09/2016: 333.841 Diffusione 09/2016: 238.671 Lettori Ed.

Dettagli

IL RAZIONAMENTO DELLE RISORSE: COME AFFRONTARLO. Fausto Roila Oncologia Medica, Terni

IL RAZIONAMENTO DELLE RISORSE: COME AFFRONTARLO. Fausto Roila Oncologia Medica, Terni IL RAZIONAMENTO DELLE RISORSE: COME AFFRONTARLO Fausto Roila Oncologia Medica, Terni IL PROBLEMA - CRISI ECONOMICA DEI PAESI INDUSTRIALIZZATI - COSTI SEMPRE PIU ELEVATI DELLA INNOVAZIONE (nuove tecnologie,

Dettagli

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici Percorsi e processi organizzativi nei trattamenti integrati dei tumori gastrointestinali Associazione Dossetti Roma, 25-26 ottobre 2011 Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Dettagli

Algoritmi e percorsi terapeutici dei Carcinomi del Polmone

Algoritmi e percorsi terapeutici dei Carcinomi del Polmone Algoritmi e percorsi terapeutici dei Carcinomi del Polmone Standard Individualizzata Sperimentale Stadio Ia/Ib T1-2a N0 M0 radicale) CHIR con resezione sub-lobare, solo stadio Ib CHIR con VATS campionamento

Dettagli

Alan Sandler, Jing Yi,Suzanne Dahlberg, Margaret M. Kolb, Lisa Wang, Julie Hambleton, Joan Schiller, David H. Johnson

Alan Sandler, Jing Yi,Suzanne Dahlberg, Margaret M. Kolb, Lisa Wang, Julie Hambleton, Joan Schiller, David H. Johnson Alan Sandler, Jing Yi,Suzanne Dahlberg, Margaret M. Kolb, Lisa Wang, Julie Hambleton, Joan Schiller, David H. Johnson Treatment Outcomes by Tumor Histology in Eastern Cooperative Group Study E4599 of Bevacizumab

Dettagli

LA TERAPIA DELLA MALATTIA METASTATICA

LA TERAPIA DELLA MALATTIA METASTATICA IL TUMORE DELLA MAMMELLA: CONOSCERE PER DECIDERE LA TERAPIA DELLA MALATTIA METASTATICA Chiara Saggia SCDU Oncologia AOU Maggiore della Carità, Novara Torino, 8 marzo 2011 IL CARCINOMA MAMMARIO METASTATICO

Dettagli

Dottoressa Teresa Fabozzi MD Oncologia Ospedale San Raffaele - Milano Partecipante Sostenitore fondazione

Dottoressa Teresa Fabozzi MD Oncologia Ospedale San Raffaele - Milano Partecipante Sostenitore fondazione Dottoressa Teresa Fabozzi MD Oncologia Ospedale San Raffaele - Milano Partecipante Sostenitore fondazione Terapie a bersaglio molecolare e personalizzazione del trattamento del tumore del polmone e della

Dettagli

Nell era delle terapie personalizzate indirizzate al trattamento del carcinoma polmonare, il patologo sta assumendo un ruolo di sempre maggior

Nell era delle terapie personalizzate indirizzate al trattamento del carcinoma polmonare, il patologo sta assumendo un ruolo di sempre maggior NSCLC - ruolo del patologo ruolo del patologo NeLL era delle terapie personalizzate 162 NSCLC - ruolo del patologo ruolo del patologo nell era delle terapie personalizzate Nell era delle terapie personalizzate

Dettagli

TERAPIA MEDICA DEL CARCINOMA A CELLULE TRANSIZIONALI DELLA VESCICA METASTATICO EDIZIONI MINERVA MEDICA

TERAPIA MEDICA DEL CARCINOMA A CELLULE TRANSIZIONALI DELLA VESCICA METASTATICO EDIZIONI MINERVA MEDICA Cinzia Ortega TERAPIA MEDICA DEL CARCINOMA A CELLULE TRANSIZIONALI DELLA VESCICA METASTATICO EDIZIONI MINERVA MEDICA Con il contributo incondizionato di ISBN: 978-88-7711-862-2 2016 EDIZIONI MINERVA MEDICA

Dettagli

Tumore del polmone (Non Small Cell Lung Cancer) Metastatico o non operabile. Erlotinib II linea di terapia. Raccomandazioni d'uso. Documento PTR n.

Tumore del polmone (Non Small Cell Lung Cancer) Metastatico o non operabile. Erlotinib II linea di terapia. Raccomandazioni d'uso. Documento PTR n. Documento PTR n.131 Raccomandazioni d'uso Tumore del polmone (Non Small Cell Lung Cancer) Metastatico o non operabile Erlotinib II linea di terapia A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO)

Dettagli

Trattamento con Gefitinib nei pazienti anziani o con scarso performance status (PS), affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC)

Trattamento con Gefitinib nei pazienti anziani o con scarso performance status (PS), affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) Original article Trattamento con Gefitinib nei pazienti anziani o con scarso performance status (PS), affetti da carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) Treatment with gefitinib in elderly patients

Dettagli

EUROPEAN SOCIETY FOR MEDICAL ONCOLOGY

EUROPEAN SOCIETY FOR MEDICAL ONCOLOGY EUROPEAN SOCIETY FOR MEDICAL ONCOLOGY Copenhagen, 7-11 ottobre 2016 w w w. p h a r m a s t a r. i t PDF INTERATTIVO 145 PAGINE 41 ARTICOLI 15 VIDEO 2 PRESENTAZIONE DI ESMO 2016 Si è svolta a Copenhagen

Dettagli

MINI SCHEDA HTA CRIZOTINIB (XALKORI )

MINI SCHEDA HTA CRIZOTINIB (XALKORI ) 1/7 MINI SCHEDA HTA CRIZOTINIB (XALKORI ) Nome Commerciale XALKORI Principio Attivo Crizotinib Ditta Produttrice Pfizer Italia Srl ATC L01XE16 Formulazione Capsule rigide Dosaggio 200 mg 250 mg Altri antineoplastici

Dettagli

Dottor Raffaele Nettuno U.O.S.D. di Oncologia P.O. Piedimonte Matese (CE) Nuovi scenari terapeutici ed organizzativi in oncologia

Dottor Raffaele Nettuno U.O.S.D. di Oncologia P.O. Piedimonte Matese (CE) Nuovi scenari terapeutici ed organizzativi in oncologia Dottor Raffaele Nettuno U.O.S.D. di Oncologia P.O. Piedimonte Matese (CE) Nuovi scenari terapeutici ed organizzativi in oncologia La dimensione del problema in Italia Incidenza Fino al 2000 si è registrato

Dettagli

Dal Laboratorio al Reparto, dalla Diagnostica alla Terapia.

Dal Laboratorio al Reparto, dalla Diagnostica alla Terapia. 5 Congresso Nazionale F.I.Te.La.B Innovazione e Formazione nella Medicina di laboratorio Palermo 2-4 Dicembre 2014 Dal Laboratorio al Reparto, dalla Diagnostica alla Terapia. Nicolò Borsellino Direttore

Dettagli

Anticorpi monoclonali anti-egfr

Anticorpi monoclonali anti-egfr Università degli Studi di Torino Laurea Specialistica in Biotecnologie Molecolari Corso di Immunologia Prof.G.Forni Anticorpi monoclonali anti-egf Lara Fontani Famiglia recettori T erbb/her Ligandi EGF

Dettagli

L esperto interroga: le terapie mediche nelle neoplasie del colon adiuvante e metastatico

L esperto interroga: le terapie mediche nelle neoplasie del colon adiuvante e metastatico L esperto interroga: le terapie mediche nelle neoplasie del colon adiuvante e metastatico Dott. Antonio Maria Alberti Struttura Complessa di Oncologia Medica Ospedale Sandro Pertini ASL RM/B Dir. E. Cammilluzzi

Dettagli

Trattamento del NSCLC avanzato nell anziano

Trattamento del NSCLC avanzato nell anziano Trattamento del NSCLC avanzato nell anziano Argomenti di Oncologia Geriatrica, vol 3, pagg. 01-11 Donatella Giardina Fabrizio Artioli U.O. Medicina Oncologica Ospedali di Carpi e Mirandola Azienda USL

Dettagli

LE NUOVE TERAPIE MIRATE

LE NUOVE TERAPIE MIRATE LE NUOVE TERAPIE MIRATE Prof. Francesco Cognetti *, Dr.ssa Alessandra Felici ** Le nuove conoscenze sui meccanismi coinvolti nel processo di trasformazione e progressione tumorale ed il riconoscimento

Dettagli

FARMACO SPERIMENTALE. adenocarcinoma o. adenocarcinoma. Polmone a istologia

FARMACO SPERIMENTALE. adenocarcinoma o. adenocarcinoma. Polmone a istologia PEARLS ADAURA TEMPO LUNG 01 TITOLO FASE NEOPLASIA DI I Polmone ad pembrolizumab vs placebo in pts adiuva istologia con NSCLC stadio precoce operati nte adenocarcinoma o e trattati con terapia adiuvante

Dettagli

REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE E richiesto agli aspiranti alle borse di studio il possesso dei seguenti ulteriori requisiti di carattere generale:

REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE E richiesto agli aspiranti alle borse di studio il possesso dei seguenti ulteriori requisiti di carattere generale: BANDO PER L'ISTITUZIONE DI N. 1 BORSA DI STUDIO FINALIZZATA ALLA GESTIONE STATISTICA E ALL ESECUZIONE DELLE PROCEDURE OPERATIVE DELLA SPERIMENTAZIONE CLINICA SULL IMMUNOTERAPIA DEL CARCINOMA POLMONARE

Dettagli

IL CARCINOMA DEL COLON - RETTO METASTICO TRA RICERCA E PRATICA CLINICA: NUOVI AGGIORNAMENTI

IL CARCINOMA DEL COLON - RETTO METASTICO TRA RICERCA E PRATICA CLINICA: NUOVI AGGIORNAMENTI IL CARCINOMA DEL COLON - RETTO METASTICO TRA RICERCA E PRATICA CLINICA: NUOVI AGGIORNAMENTI CAGLIARI CAESAR S HOTEL 10 OTTOBRE 2015 Alessio Cubeddu Manuela Dettori CASO CLINICO N 1 PAZIENTE RAS WT NON

Dettagli

ESMO settembre 2 ottobre 2012 Vienna, Austria. Realizzato in collaborazione con la European Thoracic Oncology Platform

ESMO settembre 2 ottobre 2012 Vienna, Austria. Realizzato in collaborazione con la European Thoracic Oncology Platform Realizzato in collaborazione con la European Thoracic Oncology Platform ESMO 2012 28 settembre 2 ottobre 2012 Vienna, Austria Sponsorizzato da Eli Lilly and Company Eli Lilly and Company non ha influenzato

Dettagli

Dr. Vittorio Ferrari U.O. Oncologia Medica A. Spedali Civili, Brescia

Dr. Vittorio Ferrari U.O. Oncologia Medica A. Spedali Civili, Brescia Dr. Vittorio Ferrari U.O. Oncologia Medica A. Spedali Civili, Brescia La crescita tumorale Classification Evoluzione dei trattamenti RR OS Sites of therapy STAGE II In colon cancer patients

Dettagli

www.medscape.org/viewarticle/805542

www.medscape.org/viewarticle/805542 Lucio Crinò, MD: Salve e benvenuti a questo programma. Sono Lucio Crinò, un oncologo medico di Perugia (Italia). Oggi parleremo degli attuali paradigmi per il trattamento del carcinoma del polmone non

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR SUNITINIB

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR SUNITINIB Presentata da RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI ATC L01XE04 (SUTENT ) Componente Commissione per il Prontuario Terapeutico Regionale In data Febbraio 2007 Per le seguenti motivazioni (sintesi): Sutent

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR

SCHEDA DI VALUTAZIONE PER L INSERIMENTO DI FARMACI NON PRESENTI NEL PTR Presentata da RICHIESTA DI INSERIMENTO IN PTR DI SUNITINIB ATC L01XE04 ( SUTENT ) Componente Commissione per il Prontuario Terapeutico Regionale In data Febbraio 2007 Per le seguenti motivazioni (sintesi):

Dettagli

LA STRATEGIA TERAPEUTICA ADIUVANTE. Luciano Galletto

LA STRATEGIA TERAPEUTICA ADIUVANTE. Luciano Galletto I TUMORI DEL CORPO DELL UTERO: STRATEGIE TERAPEUTICHE IN EVOLUZIONE Torino, 26 Febbraio 2010 LA STRATEGIA TERAPEUTICA ADIUVANTE Luciano Galletto Proporzione dei tumori del corpo dell utero vs proporzione

Dettagli

Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab

Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab Università degli Studi di Torino Corso di Laurea Specialistica in Biotecnologie Mediche Her2/neu Il ruolo del Pertuzumab Corso di Immunologia Molecolare Anno Accademico 2007/08 Elisa Migliore Her2 nelle

Dettagli

Coordinatori Catia Angiolini, Giovanni L. Pappagallo alias Gigi. -Le evidenze derivanti dalla letteratura Marta Pestrin

Coordinatori Catia Angiolini, Giovanni L. Pappagallo alias Gigi. -Le evidenze derivanti dalla letteratura Marta Pestrin 3- QUESITO CLINICO Nelle pazienti con carcinoma mammario HR positivo/her2 negativo in postmenopausa è opportuno considerare un trattamento ormonale con Fulvestrant rispetto ad AI? Coordinatori Catia Angiolini,

Dettagli

Raccomandazioni evidence-based. Farmaci per il tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC), avanzato, seconda linea di terapia

Raccomandazioni evidence-based. Farmaci per il tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC), avanzato, seconda linea di terapia Raccomandazioni evidence-based Farmaci per il tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC), avanzato, seconda linea di terapia A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) Raccomandazione d

Dettagli

Sesto San Giovanni, 26 settembre 2015

Sesto San Giovanni, 26 settembre 2015 Sesto San Giovanni, 26 settembre 2015 TUMORI DELLA MAMMELLA: TERAPIA MEDICA Dr. Claudio Vergani U. O. di Oncologia P. O. Città di Sesto Sesto S. Giovanni - Milano TERAPIA MEDICA Adiuvante: - in fase postoperatoria

Dettagli