Introduzione all Educazione alimentare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione all Educazione alimentare"

Transcript

1

2 Introduzione all Educazione alimentare Comprendere il testo Come si esprime la funzione costruttrice del cibo? In che cosa consiste la funzione energetica del cibo? In che cosa consiste la funzione regolatrice e protettrice del cibo? I mattoni essenziali per il nostro organismo sono gli amminoacidi: i cibi che ne contengono in quantità ideale sono la carne, il pesce, il latte, il formaggio e le uova. La funzione degli alimenti Tutti sappiamo che per l uomo l assunzione del cibo è un bisogno primario, ossia indispensabile per la sua sopravvivenza. Spesso, tuttavia, affrontiamo il problema dei pasti quotidiani seguendo i nostri gusti o le abitudini famigliari o lasciandoci influenzare passivamente dai suggerimenti della pubblicità. Cominciare, invece, a chiederci perché mangiamo, quali sono le funzioni del cibo, è il primo passo per imparare a conoscere il nostro corpo in modo da mantenerlo sano. Prima di tutto, un organismo giovane ha bisogno di accrescersi, proprio assumendo cibo, che ha prevalentemente una funzione costruttrice o plastica. Certo saremmo stupiti se vedessimo un automobile circolare con il serbatoio vuoto, perché sappiamo che il carburante fornisce alla macchina l energia necessaria per farla muovere. Anche il nostro corpo ha bisogno di combustibile per lavorare. Esso è fornito dal cibo che ingeriamo, il quale ha prevalentemente una funzione energetica. Inoltre, per funzionare adeguatamente un automobile ha bisogno anche dell aggiunta di acqua nel radiatore, di olio per il motore, di grasso per gli ingranaggi delle ruote Così i congegni del corpo umano, proprio come quelli di un automobile, devono essere sempre regolati e protetti perché tutto funzioni in modo armonico. Alcune sostanze che si introducono nell organismo attraverso il cibo hanno proprio una funzione regolatrice e protettiva. 2 INTRODUZIONE ALL EDUCAZIONE ALIMENTARE

3 Osserviamo ora le due immagini qui proposte: c è differenza tra i due tipi di pasto? Qual è quello più giusto? Nessun alimento fornisce da solo le sostanze necessarie per soddisfare tutti i bisogni del corpo, per questo dobbiamo mangiare un po di tutto. Non è però la stessa cosa mangiare caramelle invece della carne o patatine fritte al posto della frutta. Tuttavia, ci sono alimenti abbastanza simili da poter essere tra loro intercambiabili, per esempio la pasta e il pane. Ogni alimento contiene, infatti, particolari sostanze, dette princìpi nutritivi. Questi sono le proteine, che hanno funzione plastica, gli zuccheri e i grassi, che hanno funzione energetica; le vitamine e i sali minerali, che hanno funzione di regolazione. Nelle due pagine seguenti gli alimenti sono suddivisi in 7 famiglie. Ciascuna famiglia comprende alimenti che hanno princìpi nutritivi simili e che quindi possono sostituirsi a vicenda. Comprendere il testo In quanti gruppi possiamo classificare i vari alimenti? Quali gruppi comprendono alimenti con funzione costruttiva? Quali gruppi comprendono alimenti con funzione energetica? Quali gruppi comprendono alimenti con funzione protettiva? Dimmi che cosa mangi e ti dirò chi sei : anche il nostro modo di alimentarci è un segno della nostra maturità psicologica.

4 Le sette famiglie degli alimenti ALIMENTI COSTRUTTIVI 1. Il latte e i suoi derivati 2. La carne, le uova, i pesci 3. I legumi 4 INTRODUZIONE ALL EDUCAZIONE ALIMENTARE

5 ALIMENTI ENERGETICI 4. Cereali e derivati 5. I grassi animali e vegetali ALIMENTI PROTETTIVI 6. Ortaggi e frutti verdi 7. Ortaggi e frutti rossi e gialli INTRODUZIONE ALL EDUCAZIONE ALIMENTARE 5

6 Attività 1 Controlla la tua dieta Materiale occorrente Carta, penna. Procedimento Annota nella seguente tabella ciò che mangi nei prossimi tre giorni. PASTI 1 giorno 2 giorno 3 giorno Colazione Metà mattina Pranzo Merenda Cena Fuori pasto Poiché spesso in cucina, per rendere un piatto più gustoso, si mescolano vari ingredienti, non sempre possiamo inserire un piatto in una sola famiglia di alimenti. Per esempio, un piatto di pastasciutta può essere composto dalla pasta, dal pomodoro, dall olio o dal burro e anche dal parmigiano. Per inserire ciascun componente al giusto posto, utilizza la seguente tabella: metti una crocetta in corrispondenza di una famiglia ogni volta che individui un alimento che vi appartiene. FAMIGLIA 1 FAMIGLIA 2 FAMIGLIA 3 FAMIGLIA 4 FAMIGLIA 5 FAMIGLIA 6 FAMIGLIA 7 6 INTRODUZIONE ALL EDUCAZIONE ALIMENTARE

7 Dopo tre giorni esamina la seconda tabella e controlla quali famiglie di alimenti hanno più crocette e quali ne hanno poche o nessuna. Conclusioni Se dall esame della tabella ti accorgi di non mangiare mai alimenti di un certo tipo o di mangiarne in misura insufficiente, vuol dire che la tua alimentazione non è completa e devi correre ai ripari. Confronta ora le tue abitudini alimentari con le indicazioni di come può essere composto un pranzo adatto a un ragazzo di scuola media. RAZIONI ALIMENTARI CONSIGLIATE PER RAGAZZI DI SCUOLA MEDIA (età anni) ALIMENTI (in g) RAGAZZE RAGAZZI Pane Pasta Legumi secchi Ortaggi Patate Carne Latte Formaggio Numero di uova 1 1 Grassi Agrumi Frutta Marmellata INTRODUZIONE ALL EDUCAZIONE ALIMENTARE 7

8 LA CORRETTA ALIMENTAZIONE S apere GLI ALIMENTI Conoscere la funzione e la composizione degli alimenti. Conoscere i criteri per una dieta corretta. Conoscere le caratteristiche di una dieta sbagliata. hanno una funzione vanno assunti secondo una Conoscere alcune norme di comportamento per una corretta alimentazione. S aper fare energetica dieta Esprimere il fabbisogno calorico in un adeguata unità di misura. che dipende da Individuare i princìpi alimentari contenuti in certi cibi. plastica Individuare la funzione di determinati alimenti sulla base dei princìpi alimentari in essi contenuti. e regolatrice e protettiva metabolismo basale fabbisogno calorico Elaborare una dieta corretta. C ollegamenti con... Educazione alla salute: lo stile di vita corretto per evitare problemi di salute. Storia: come è variata l alimentazione dell uomo nel tempo. Arte ed immagine: cibo e nature morte nell arte come testimonianza delle abitudini alimentari nel tempo e nella società.

9 Che cosa mangiamo oggi? La vita e la salute dell uomo dipendono in gran parte dall alimentazione. Purtroppo la maggior parte di noi non possiede informazioni sufficienti per una corretta nutrizione. Molti quotidiani, riviste divulgative o trasmissioni televisive contribuiscono a un opera di informazione utile, ma non sempre corretta. Le nostre scelte alimentari, una volta frutto delle diverse tradizioni regionali, sono oggi molto più influenzate da mode, dall offerta pubblicitaria, da abitudini e ritmi di vita spesso scorretti. Ma quali sono le esigenze alimentari dell uomo? Come si stabilisce una dieta equilibrata? Anche senza essere esperti di scienza dell alimentazione possiamo imparare ad alimentarci meglio. Le conoscenze delle nozioni di base di chimica e di fisiologia che abbiamo accumulato negli anni precedenti ci permettono ora di comprendere quali sono i gruppi di alimenti a nostra disposizione e quali sono le principali caratteristiche nutritive di ciascuno. Ora siamo in grado di valutare i princìpi alimentari contenuti in ogni alimento anche perché la composizione degli alimenti è riportata per legge su tutte le confezioni e possiamo renderci conto di quali sono le nostre necessità individuali. Diventiamo dunque consumatori consapevoli: se impariamo a riflettere su quello che stiamo per mangiare, potremo conservarci in buona salute anche da adulti. 1. La sala da pranzo (olio su tela, 2002) di Fernando Botero, artista colombiano contemporaneo. Nelle opere di Botero i personaggi ritratti sono sempre grassi. LA CORRETTA ALIMENTAZIONE 9

10 I princìpi alimentari fondamentali parte variabile, diversa per i 20 amminoacidi parte dell'amminoacido uguale per tutti 2. Le proteine sono lunghe catene di composti più semplici, gli amminoacidi. Esistono 20 diversi tipi di amminoacidi, ognuno con una struttura chimica caratteristica. La diversa combinazione degli amminoacidi nella sequenza e la diversa struttura lineare o tridimensionale che si può formare, producono una varietà enorme di proteine, con proprietà e funzioni diverse. 3. a. Nei carboidrati gli atomi di carbonio si uniscono a formare degli anelli esagonali, come nel glucosio; questi a loro volta si possono unire b. a due a due, c. in lunghe catene, come nei polisaccaridi. Gli alimenti sono le sostanze che, introdotte nell organismo, hanno la funzione di costruire e mantenere efficiente la macchina uomo. Possiamo quindi distinguerli, secondo la loro funzione, in plastici, energetici, regolatori. Gli alimenti sono composti dalle stesse sostanze che costituiscono gli organismi viventi: proteine, carboidrati, lipidi, vitamine, sostanze minerali e soprattutto acqua. Acqua Il corpo dell uomo è formato da acqua (H 2 O) per circa il 70% del suo peso. L uomo può sopportare il digiuno per molti giorni, ma non la sete. L acqua entra nel nostro corpo sotto forme diverse: bevande, frutta, verdure. Piccole percentuali di acqua sono contenute anche nei cibi solidi, come carne e formaggi. L acqua in eccesso viene eliminata dai reni sotto forma di urina, con il sudore della pelle e, sotto forma di vapore, con la respirazione. In questo modo la quantità d acqua nell organismo rimane praticamente costante. Proteine Composte di idrogeno, carbonio, ossigeno e azoto, costituiscono il principale materiale da costruzione degli organismi, sia animali sia vegetali (fig. 2 ). Sono ricchi di proteine il formaggio, la carne, le uova, il pesce e i legumi come ceci, fagioli, lenticchie. Le proteine si trovano anche nel latte e nei cereali. Carboidrati Chiamati anche glucidi o zuccheri, sono composti di carbonio, idrogeno e ossigeno, che forniscono energia all organismo. Sono diffusissimi soprattutto nei vegetali. Alcuni glucidi hanno sapore dolce e si sciolgono facilmente nell acqua, come il glucosio e il fruttosio, contenuti nel miele e nella frutta, il saccarosio, contenuto nella barbabietola e nella canna da zucchero, il lattosio, contenuto nel latte. I polisaccaridi, formati da numerose molecole di glucosio, comprendono l amido, che si trova nei vegetali (soprattutto cereali e patate), la cellulosa, uno dei principali componenti delle piante, che non può essere digerita dall uomo, e il glicogeno, il prodotto di riserva negli animali (fig. 3). a c b 10 LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

11 Lipidi Chiamati anche grassi, sono sostanze energetiche, ma bruciano più lentamente dei glucidi, anche se sviluppano maggiore energia. Sono materiali di riserva, possono cioè essere immagazzinati sotto la pelle o altrove e venire utilizzati quando l organismo, per mancanza di cibo, lo richiede. Si trovano negli alimenti di origine animale, come il burro, il lardo e alcuni formaggi o in alcuni alimenti di origine vegetale, come l olio d oliva e di semi, le noci e le nocciole. Se ci sporchiamo le mani con una sostanza grassa, non è sufficiente l acqua per togliere la sensazione di unto, ma dobbiamo usare il sapone. Infatti, i grassi non si sciolgono nell acqua, ma solo in particolari sostanze chiamate solventi, come la benzina e la trielina (fig. 4). glicerolo ossigeno acido grasso Sali minerali Svolgono un ruolo molto importante nella regolazione di alcuni processi vitali e partecipano alla formazione dei tessuti. Il calcio è uno degli elementi più abbondanti del corpo umano che ne contiene più di 1 kg; entra nella composizione dello scheletro. Gli alimenti più ricchi di calcio sono latte, formaggi, prezzemolo, cicoria e fagioli. Grandi quantità di calcio sono presenti anche nella frutta secca. Ogni litro di acqua potabile ne contiene circa 50 mg. Il fosforo rappresenta circa un centesimo del peso corporeo dell uomo. Si trova prevalentemente nelle ossa, legato al calcio e, in misura minore, nei muscoli. Una piccola percentuale è presente nel cervello. Contengono fosforo le farine e il pane, il latte, le carni di manzo e maiale, i piselli, le arachidi, le patate, i cavoli e le carote. Il fluoro è un minerale essenziale in piccole quantità. In dosi elevate, invece, può essere dannoso. Si trova prevalentemente nelle ossa e nei denti. Il fluoro contenuto nell acqua viene assorbito quasi completamente dallo stomaco, quello presente nei cibi quali frutti di mare, verdure, carni, cereali e frutta, viene assorbito parzialmente. Il ferro, presente negli spinaci, nei carciofi, nella carne e nelle uova, entra nella costituzione del sangue. Il sodio e il cloro costituiscono il comune sale da cucina, o cloruro di sodio; sono presenti nel sangue e nelle cellule. Il sodio ha un ruolo importante nel funzionamento del sistema nervoso. 4. I grassi sono formati dall unione di lunghe molecole di acidi grassi tenuti uniti da altre molecole di sostanze organiche (in questo esempio, il glicerolo). 5. Frutta e verdura sono importanti fonti di sali minerali e vitamine. Vitamine Sono molecole organiche complesse, presenti nell organismo umano in piccole quantità. Esse attivano gli enzimi che facilitano alcune reazioni chimiche indispensabili alla vita. L unica vitamina che l organismo può fabbricare da sé in grandi quantità è la vitamina D, per la cui sintesi è indispensabile l esposizione ai raggi solari. Le altre vitamine devono invece essere assorbite con la dieta giornaliera. Le vitamine si trovano in molti alimenti di origine animale, ma specialmente in quelli di origine vegetale (fig. 5). Alcune, come le vitamine del complesso B e la vitamina C, si sciolgono nell acqua (vitamine idrosolubili), altre, come le vitamine A, D, E, K, nei grassi (vitamine liposolubili). Le vitamine solubili nei grassi, se assorbite in dosi eccessive, si accumulano nei grassi del corpo e possono risultare dannose. L eventuale eccesso di vitamine solubili in acqua viene invece eliminato con l urina. Comprendere il testo Che funzione hanno le proteine? E i carboidrati? Che cosa sono i lipidi? Quale funzione hanno i sali e le vitamine? Dove si trova il fosforo nel corpo? LA CORRETTA ALIMENTAZIONE 11

12 La composizione dei principali alimenti Comprendere il testo Quali alimenti hanno una funzione plastica? Quali alimenti contengono sali di ferro? Quali alimenti contengono la vitamina C? Gli alimenti hanno una funzione energetica (contengono prevalentemente carboidrati e grassi), costruttrice o plastica (contengono soprattutto proteine) e regolatrice e protettiva (contengono vitamine e sali minerali). In base alla loro funzione, gli alimenti, come abbiamo visto, si suddividono in 7 famiglie. Per nutrirci in modo completo dobbiamo mangiare ogni giorno una certa quantità di alimenti di ciascuna famiglia: la composizione dei principali alimenti è indicata nelle tabelle seguenti. TABELLA 1 - PROTEINE Cibi Quantità di proteine (g di proteine per 100 g di cibo) Carne magra cotta 31 OLIO Tonno in scatola 28 Germe di frumento 27 Formaggio 26 Pollo magro cotto 26 Arachidi tostate 24 Pesce alla griglia 17 Ricotta magra 13 Uova bollite 12 LATTE LATTE TABELLA 2 - GRASSI Cibi Quantità di grassi (g di grassi per 100 g di cibo) Oli per cucinare e condire 100 Burro e margarina 81 Burro di arachidi 67 Arachidi tostate 49 Salsiccia di maiale cotta 42 Carne magra cotta 40 Grassi insaturi 39 Panna montata 38 Formaggio 32 Cioccolato, latte 30 Tuorlo d uovo 30 ZUCCHERO TABELLA 3 - CARBOIDRATI Cibi Quantità di carboidrati (g di carboidrati per 100 g di cibo) Zucchero raffinato 100 Riso raffinato non cotto 87 Cornflakes 84 Pasta cruda 84 Miele 81 Farina bianca 80 Albicocche secche 67 Cioccolato 57 Fagioli crudi 45 Pane integrale LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

13 TABELLA 4 - PRINCIPALI SALI MINERALI MINERALI SI TROVANO IN ESSENZIALI PER Sali di calcio latte, formaggio, ortaggi, uova, carne formazione delle ossa e dei denti, cuore e nervi Sali di fosforo latte, formaggio, pesce, uova, carne, formazione delle ossa e dei denti; ortaggi formazione dell ATP, la molecola che fornisce energia alle cellule Sali di fluoro acqua potabile, foglie di tè, frutti formazione delle ossa e dei denti di mare, verdure, carni, cereali, frutta Sali di magnesio ortaggi, formaggi, carne attivazione degli amminoacidi, sintesi delle proteine, trasmissione dei messaggi dai nervi ai muscoli Sali di ferro ortaggi a foglia, zucchine, fegato, respirazione cellulare carne, uova, uva passa, prugne Iodio pesce, frutti di mare, acqua, funzionamento della ghiandola tiroide sale iodato, spinaci Sali di sodio sale da tavola, ortaggi crescita, regolazione dell equilibrio dei liquidi cellulari ed extracellulari; corretto bilanciamento acidi-basi; tessuti e sangue Sali di potassio ortaggi, cereali, agrumi, banane, come per il sodio albicocche, uova, carne TABELLA 5 - PRINCIPALI VITAMINE VITAMINE SI TROVANO SOPRATTUTTO IN SONO ESSENZIALI PER MALATTIE E SINTOMI DA INSUFFICIENZA Vitamina A olio di fegato di pesce, fegato e crescita, salute degli occhi, crescita ritardata, cecità notturna, reni, vegetali verdi e gialli, frutta struttura e funzioni predisposizione alle infezioni, gialla, pomodori, burro, tuorlo delle cellule della pelle mutamenti nella pelle, d uovo e delle mucose sviluppo difettoso dei denti Vitamina B 1 carne, semi di soia, latte, tutti i crescita, assimilazione beriberi: perdita dell appetito cereali, legumi dei carboidrati, corretto e del peso, disturbi nervosi, funzionamento del cuore digestione difficoltosa, disturbi dei muscoli Vitamina B 2 carne, pollame, semi di soia, crescita, salute della pelle crescita ritardata, vista debole, latte, ortaggi verdi, uova, lievito e della bocca, assimilazione infiammazione della lingua, dei carboidrati, invecchiamento precoce, salute degli occhi intolleranza alla luce Vitamina B 3 carne, pollame, pesce, burro di crescita, assimilazione dei pellagra: levigatezza della lingua, arachidi, patate, tutti i cereali, carboidrati, corretto eruzioni cutanee, disturbi digestivi, pomodori, ortaggi a foglia funzionamento dello disturbi mentali stomaco, dell intestino e del sistema nervoso Vitamina B 12 ortaggi verdi, fegato prevenire l anemia riduzione del numero dei globuli perniciosa rossi Vitamina C frutta (specialmente agrumi), crescita, resistenza dei vasi scorbuto: gengive infiammate, pomodori, ortaggi a foglia sanguigni, sviluppo dei emorragie denti, salute delle gengive Vitamina D olio di fegato di pesce, fegato, crescita, assimilazione del rachitismo: ossa fragili, limitato latte addizionato (di vitamine), calcio e del fosforo, ossa sviluppo dei denti, caduta dentale uova e denti Vitamina E olio di germe di grano, semi di protezione e regolare non determinati girasole, ortaggi a foglia, burro sviluppo delle cellule Vitamina K ortaggi verdi, olio di semi normale coagulazione del emorragie di soia, pomodori sangue, funzioni del fegato LA CORRETTA ALIMENTAZIONE 13

14 Esperienza 1 Analizziamo il latte Il latte è un alimento completo in quanto contiene tutti i princìpi nutritivi. 100 g di latte contengono: acqua, proteine 3,5% (caseina, lattoalbumina, lattoglobulina), zucchero (lattosio 4,8%), grassi 3,5%, vitamine, in particolare A, D, E e K, sali minerali come calcio, fosforo, sodio e potassio. 100 g di latte intero forniscono 65 kcal. Materiale occorrente Un recipiente basso e largo, 1 litro di latte intero, acido nitrico, un cucchiaino, due provette, un pentolino, aceto, un imbuto, una bottiglia, 1 foglio di carta da cucina, un piattino. Procedimento Metti in un recipiente basso e largo 1 litro di latte, coprilo e lascialo riposare per una notte a temperatura ambiente (fig. a). Il giorno successivo raccogli con un cucchiaino la pellicina che si è formata in superficie e mettila in un altro recipiente. Metti il restante latte in un pentolino, riscaldalo per pochi minuti e poi aggiungi qualche goccia di aceto (fig. b). Noterai che il latte forma un coagulo solido bianco, la caseina, e resta una parte liquida giallina, il siero. a litro di latte aceto latte riscaldato c caseina d b siero siero e macchia di grassi nel latte Separa il siero dalla caseina filtrando lentamente il contenuto del pentolino in un imbuto foderato di un pezzo di carta da cucina inserito in una bottiglia (fig. c); la caseina viene trattenuta dalla carta, il siero invece passa nella bottiglia. Metti il siero in una provetta e riscaldalo senza arrivare all ebollizione (fig. d). Il siero si coagula e si separa un altra sostanza biancastra che raccogli in un altra provetta. Metti questa sostanza e la caseina in un piattino e versaci sopra con cautela qualche goccia di acido nitrico. Le due sostanze si colorano in giallo: è la prova dell esistenza di altre proteine oltre la caseina. Metti una piccola parte dello strato superficiale, raccolto all inizio dell esperienza, su un foglio di carta bianca: appare una macchia traslucida che dimostra la presenza di grassi nel latte (fig. e). 14 LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

15 La dieta Ciascuno di noi dovrebbe rispettare una dieta razionale ed equilibrata. La parola dieta è di origine greca e significa regime di vita : indica il tipo e la quantità di alimenti che assumiamo regolarmente. Seguire una dieta razionale ed equilibrata vuole quindi dire avere un alimentazione dosata, che contiene cioè tutte le sostanze necessarie nelle giuste proporzioni, e stabilita su misura, in base cioè alle necessità di ciascuno. Anche quando siamo nel riposo più completo, l organismo svolge alcune attività che sono indispensabili alla vita come, per esempio, il mantenimento della temperatura corporea, l attività respiratoria e la circolazione del sangue. Il consumo di energia necessario per mantenere le attività fondamentali per la vita nell arco delle 24 ore è detto metabolismo basale. Esso dipende dalla superficie corporea e varia secondo l età, il sesso, il clima, lo stato di salute, il tipo di lavoro. Esistono formule e tabelle che permettono di ricavare la superficie corporea, e quindi il metabolismo basale, a partire dalla statura e dal peso di un individuo (tabelle 6 e 7). TABELLA 6 - CALCOLO SUPERFICIE CORPOREA TABELLA 7 - METABOLISMO BASALE altezza in cm superficie in m 2 2,80 2,70 2,60 2,50 2,40 2,30 2,20 2,10 2,00 1,90 1,80 1,70 1,60 1,50 1,40 1,35 1,30 1,25 1,20 1,15 1,10 1,05 1,00 0,95 0,90 0,85 0,80 0,75 peso in kg età maschi cal/m 2 /h 53,0 52,4 51,3 50,3 49,3 48,3 47,3 46,3 45,2 44,0 43,0 42,5 42,3 42,1 41,8 41,4 40,8 40,0 39,2 38,6 37,5 36,8 36,5 36,3 36,2 35,8 35,4 34,9 34,4 33,8 33,2 33,0 femmine cal/m 2 /h 53,0 52,4 51,2 49,8 48,4 47,0 45,4 43,8 42,8 42,5 42,0 41,3 40,3 39,2 37,9 36,9 36,3 35,9 35,5 35,5 35,2 35,1 35,0 34,9 34,5 33,9 33,3 32,7 32,2 31,7 31,3 30,9 0,65 A 75 B C LA CORRETTA ALIMENTAZIONE 15

16 Comprendere il testo Che cos è una dieta equilibrata? Che cos è il metabolismo basale? Da quali fattori dipende? Che cos è il fabbisogno calorico di un individuo? Per stabilire invece il fabbisogno calorico giornaliero, cioè la quantità totale di energia di cui l organismo ha bisogno nell arco delle 24 ore, occorre sommare le diverse spese energetiche (vedi Attività 1): metabolismo basale, lavoro svolto, attività fisiche, altre eventuali esigenze fisiologiche quali sviluppo, gravidanza, allattamento. Attività 1 Il fabbisogno calorico giornaliero Materiale occorrente Carta, penna, tabelle, righello. Procedimento Utilizzando il righello, unisci con una retta nella tabella 6 il dato del tuo peso con quello della tua altezza. Nella colonna centrale troverai la misura della tua superficie corporea in m 2. Cerca nella tabella 7 il tuo consumo calorico per m 2 per ora. Moltiplica tale valore per quello della tua superficie corporea. Troverai così il consumo totale per ora. Inserisci tale valore nella colonna 1 della tabella seguente. La tabella divide la giornata in tre parti di 8 ore. CONSUMO COEFFICIENTE NUMERO TOTALE PER ORA X ATTIVITÀ X DI ORE 8 ore di sonno X X = 8 ore di lavoro o studio X X = 8 ore di attività non lavorativa X X = KCAL Consulta la tabella 8, che esprime i coefficienti da applicare nelle varie forme di attività; scegli tra le attività non lavorative quella che, come dispendio energetico, pensi sia più simile alla tua e inserisci il valore corrispondente nella seconda colonna della tua tabella. Calcola il consumo energetico per ciascun gruppo di attività. Conclusioni Il tuo fabbisogno calorico giornaliero corrisponde alla somma dei tre precedenti risultati parziali (quarta colonna). A questo bisogna aggiungere un altro 10%, che corrisponde al consumo di energia dovuto alla trasformazione di sostanze costruttrici (proteine). TABELLA 8 COEFFICIENTE METABOLISMO sonno 0,93 veglia (fermi a letto) 1,10 stare seduti 1,43 studiare 1,50 cantare 1,74 stare in piedi rilassati 1,50 guidare l auto 1,90 scrivere al computer 2,00 spazzare 2,41 camminare a 4,2 km/h 2,86 camminare a 8 km/h 4,28 scendere le scale 5,20 salire le scale 6,10 nuotare 6,85 16 LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

17 Le diete sbagliate APPROFONDIMENTO L alimentazione è una necessità comune a tutti, ma non è uguale per tutti. Può variare per quantità anche tra persone della stessa età, che svolgono lo stesso tipo di attività, perché ci sono organismi che consumano di più e altri che consumano di meno. Può variare anche per la qualità del cibo, a seconda delle preferenze personali. È quindi giusto scegliere un proprio modo di alimentarsi, così come è giusto scegliere un modo di vestire adatto al proprio fisico e alle proprie esigenze. Esistono però delle diete sbagliate, che danneggiano la salute. In genere sono le cosiddette diete dimagranti, divulgate da giornali e riviste (fig. 6). Il problema dell eccesso di peso è diventato oggetto di particolare attenzione, da una parte con il progredire degli studi medici e chimici sull alimentazione, dall altra con l affermarsi della moda della donna snella. Esso è perciò, da un lato, argomento di ricerca scientifica: si studiano le cause dell ingrassamento e, grazie al progresso delle conoscenze sul modo con cui il cibo viene assorbito, si riesce a correggere il peso corporeo. Dall altro lato, nel tentativo di interessare i lettori, molti giornali si occupano diffusamente di questo argomento. Vengono pubblicate tabelle del peso normale in relazione all età, alla statura, al sesso; il lettore confronta il proprio peso e ricorre alle diete dimagranti. Spesso queste diete sono impostate su criteri poco scientifici e a volte sono dannose perché formulate in modo generico, senza tenere conto del fabbisogno calorico giornaliero dell individuo o di un giusto equilibrio dei diversi componenti dei cibi. Per esempio, l eliminazione quasi totale degli zuccheri rischia di far intossicare l organismo, perché le cellule del corpo non riescono a bruciare completamente i grassi e questo provoca l accumulo di sostanze nocive nel sangue. A questo tipo appartengono le cosiddette dietepunti, dove i punti indicherebbero i grammi di zuccheri contenuti nella dieta. Tuttavia anche medici e dietologi hanno opinioni diverse sull impostazione di una corretta ed efficace dieta dimagrante. C è infatti chi consiglia diete a basso contenuto di calorie (ipocaloriche), chi limita soprattutto gli zuccheri, chi i grassi. DIETA 5 GIORNI DIETA PESO PIUMA 100 Calorie ricetta 6. Ognuno di noi ha necessità alimentari differenti; le diete consigliate da giornali e riviste sono generiche e per qualcuno potrebbero anche essere dannose alla salute. LA CORRETTA ALIMENTAZIONE 17

18 Comprendere il testo Perché le diete dimagranti sono spesso sbagliate? Quali sono le regole da seguire per dimagrire senza arrecare danni alla salute? Quasi tutti sono comunque d accordo sul rispetto di alcune regole fondamentali che permettono di dimagrire senza provocare danni alla salute: non dimagrire troppo in fretta: il dimagrimento più è lento, più è duraturo. È consigliabile dimagrire non più di 2-3 kg al mese; non saltare i pasti: si arriva poi troppo affamati a quello successivo e si rischia di eccedere; non usare farmaci che hanno l effetto di bloccare l appetito, perché sono molto eccitanti, tossici e quindi pericolosi per la salute. Attività 2 Come si mangiava 50 anni fa Chiedi ai nonni quali erano i cibi che alla tua età mangiavano ogni giorno, raramente, mai. Prepara e compila una tabella. CIBI OGNI GIORNO RARAMENTE MAI pane latte carne uova Con i dati raccolti da tutti i compagni costruire un istogramma sui cibi che si mangiavano 50 anni fa sempre, raramente, mai. Sull asse delle ascisse riportare i cibi, su quello delle ordinate il numero delle scelte. Confrontare i dati ricavati sui cibi più consumati dai nonni con quelli dei ragazzi d oggi. Discutere in classe. Quali sono i cibi più consumati oggi dai ragazzi? Quali erano i cibi più consumati dai nonni all età di 13 anni? Perché venivano consumati di più alcuni cibi e non altri? 18 LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

19 Impariamo a nutrirci Alla base di una corretta alimentazione esistono delle sagge e facili regole di comportamento. Abituiamoci a una prima colazione ricca. Al mattino è bene mangiare pane, burro e marmellata o biscotti, latte o tè, un frutto o una spremuta. Questo ci evita di sgranocchiare durante la mattinata, per sopire l eventuale senso di appetito. Mangiamo con calma. Pasti regolari, consumati senza fretta e in un ambiente piacevole sono alla base di una vita sana. Equilibriamo e variamo l alimentazione e assumiamo un adeguato apporto di liquidi, soprattutto acqua. Essa costituisce circa il 60-70% del corpo umano ed è il mezzo nel quale si svolgono tutti i processi vitali. Il fabbisogno medio di acqua è circa 1,5-2 litri al giorno e può essere soddisfatto sia assumendo bevande quali acqua, tè, brodo, succhi di frutta, sia attraverso cibi solidi che sono in gran parte costituiti da acqua. Mangiamo ogni giorno frutta fresca e verdura cruda, perché contengono sostanze necessarie per un buon funzionamento dell intestino. Limitiamo il consumo di sale, perché il suo eccesso favorisce la pressione alta e affatica i reni. Al posto del sale possiamo usare erbe aromatiche come prezzemolo, aglio, rosmarino, salvia, Evitiamo l abuso di bevande alcoliche. L eccesso di alcol provoca disturbi nervosi, cardiaci, digestivi: introdotto nell organismo sotto forma di vino, birra o liquori, passa direttamente nel sangue, che lo diffonde in tutte le parti del corpo. Limitiamo l assunzione di grassi. Alcuni grassi di origine animale contengono colesterolo, una sostanza che favorisce l indurimento dei vasi sanguigni, provocando malattie al cuore e ai vasi (fig. 7). Comprendere il testo Quanta acqua è necessaria ogni giorno al nostro organismo? Perché è necessario limitare il sale? Perché non è bene mangiare troppi grassi? a b 7. a. Sezione al microscopio di arteria, con parete normale. b. Sezione di arteria modificata dall arteriosclerosi. La muscolatura (la fascia rossa più esterna) si è assottigliata, mentre verso l interno si è sviluppata un placca dovuta all accumulo di colesterolo (un grasso di origine animale). La placca causa nel tempo l irrigidimento del vaso. (Le sezioni sono colorate artificialmente). LA CORRETTA ALIMENTAZIONE 19

20 Educazione alla Salute Anoressia e bulimia Alcuni adolescenti, di cui l 85% donne, pur con sintomi diversi, non riescono ad avere un buon rapporto con il cibo, con gli altri e con l immagine del proprio corpo. L adolescenza è una fase della vita piena di grandi cambiamenti fisici e mentali. Il soggetto affetto da anoressia reagisce ai problemi rifiutando il cibo, il soggetto affetto da bulimia, invece, ingurgita grandi quantità di cibo, ma poi, sentendosi colpevole, lo vomita. È importante, di fronte a questi disturbi del comportamento alimentare, non farsi sfuggire i primi segnali d allarme. Spesso l anoressia è legata al timore che alcune caratteristiche della propria figura non siano accettabili esteticamente, per cui viene iniziata una dieta dimagrante che un po alla volta diventa sempre più rigida. Il pranzo di solito si limita a poca pasta o riso scondito, un pezzetto di carne, una mela; generalmente i familiari non percepiscono questi primi segnali d allarme e solo dopo si rendono conto della considerevole perdita di peso accompagnata dal rifiuto del cibo. La carenza di sostanze nutritive può portare a gravi conseguenze: difficoltà di rapporto con i coetanei, scarso rendimento nello studio o nel lavoro, perdita di massa muscolare legata a un grave deperimento fisico, scomparsa delle mestruazioni, squilibri a livello ormonale, anemia, alterazioni del battito cardiaco, pressione bassa. Anoressia e bulimia sono situazioni estreme da non sottovalutare; talvolta richiedono lunghe cure, ricovero ospedaliero, terapie a livello psicologico e la collaborazione di tutta la famiglia. Non bisogna mai dimenticare l importanza di una corretta ed equilibrata educazione alimentare che va appresa già da piccoli per prevenire oggi le malattie di domani. Michelangelo Merisi detto Caravaggio, Narciso alla fonte, olio su tela, Galleria Nazionale d Arte Antica, Roma. Secondo il mito, il giovane Narciso, incantato dalla propria immagine riflessa in uno stagno, si consuma nel desiderio inappagabile di se stesso e muore annegato, per poi essere trasformato nel fiore che da lui prende il nome. Narciso diventa per noi il simbolo della nostra incapacità di incontrare gli altri. 20 LA CORRETTA ALIMENTAZIONE

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo

peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. peso peso Controlla il e mantieniti sempre attivo 1. Controlla il peso e mantieniti sempre attivo Il peso corporeo Il nostro peso corporeo rappresenta l'espressione tangibile del bilancio energetico

Dettagli

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI

I PRINCIPI NUTRITIVI SICUREZZA ALIMENTARE PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI I PRINCIPI NUTRITIVI PROTEINE LIPIDI GLUCIDI VITAMINE SALI MINERALI SICUREZZA ALIMENTARE DIETA CORRETTA TOSSINFEZIONI ALIMENTARI ALTRI RISCHI LEGATI AL CONSUMO DI ALIMENTI I PRINCIPI NUTRITIVI I principi

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage

da Norda una Novità nel Mondo del Beverage da Norda una Novità nel Mondo del Beverage Benessere da Bere una Carica di Energia Prima in Italia, Norda lancia sul mercato, una Linea INNOVATIVA di Bevande Funzionali che è già un Grande Successo negli

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE

L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE 1 L ALIMENTAZIONE DI CAGNE E GATTE DURANTE GRAVIDANZA E LATTAZIONE Le femmine devono essere in peso forma al momento dell accoppiamento Se la femmina è fortemente sottopeso aumentano le possibilità di:

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Tratto dal libro "Guarire con la nuova medicina integrata".

Tratto dal libro Guarire con la nuova medicina integrata. 1. Mantenersi snelli. Il peso corporeo dev essere un valore da tenere nei ranghi. E a suggerirci i ranghi previsti è un parametro chiamato indice di massa corporea (BMI, da Body Mass Index). Si calcola

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso

Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso Samuele Di Rita - Classe 2 B sa - 16/03/2015 - Gruppo 5: Di Rita, Dal Maso SAGGI ANALITICI SU ALIMENTI CONTENENTI CARBOIDRATI OBIETTIVI Fase 1: Dimostrare, mediante l uso del distillato di Fehling, se

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA

Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Na, C, Cl, H2O, CO2, C2H6O ma che lingua è? ATOMI E MOLECOLE: IMPARIAMO IL LINGUAGGIO LA CHIMICA Chimica è una parolaccia? Si direbbe di sì, a giudicare dalle reazioni della opinione pubblica che associa

Dettagli

Linee guida per un corretto stile di vita

Linee guida per un corretto stile di vita Linee guida per un corretto stile di vita 1 Hanno collaborato alla redazione delle Linee guida : Rosanna Barbieri Angela Bardi Antonio Dispenza Maria Naldini Marina Pacetti Maria Rosa Silvestro Corrado

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli

CHIMICA ORGANICA. Gli alcoli 1 E1-ALCOLI CIMICA OGANICA ALCOLI Formula generale Desinenza -olo Gli alcoli Gli alcoli sono, dopo gli idrocarburi, i composti organici più comuni, che è possibile considerare come derivati dagli alcani

Dettagli

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia

12.200 i nuovi casi di tumore al pancreas ogni anno in Italia Come prevenire il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il pancreas e il tumore Il pancreas è un organo dalla forma simile a quella di una pera o di una lingua, situato in profondità nella cavità

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo?

Alcol: ma quanto ce n'è in quello che bevo? www.iss.it/stra ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ DIPARTIMENTO AMBIENTE E CONNESSA PREVENZIONE PRIMARIA REPARTO AMBIENTE E TRAUMI OSSERVATORIO NAZIONALE AMBIENTE E TRAUMI (ONAT) Franco Taggi Alcol: ma quanto

Dettagli

LA MEMBRANA PLASMATICA

LA MEMBRANA PLASMATICA LA MEMBRANA PLASMATICA 1. LE FUNZIONI DELLA MEMBRANA PLASMATICA La membrana plasmatica svolge le seguenti funzioni: 1. tenere concentrate tutte le sostanze indispensabili alla vita: è proprio la membrana

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

-uno o più IONI INORGANICI

-uno o più IONI INORGANICI Coenzimi e vitamine Alcuni enzimi, per svolgere la loro funzione, hanno bisogno di componenti chimici addizionali, i COFATTORI APOENZIMA + COFATTORE = OLOENZIMA = enzima cataliticamente attivo Il cofattore

Dettagli

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute

Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Un alimentazione equilibrata rafforza la salute Come ridurre il rischio di cancro Un informazione della Lega contro il cancro Un alimentazione equilibrata rafforza la salute 1 Indice Editoriale 5 Una sana

Dettagli

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica

1A ARITMETICA. I numeri naturali e le quattro operazioni. Esercizi supplementari di verifica A ARITMETICA I numeri naturali e le quattro operazioni Esercizi supplementari di verifica Esercizio Rappresenta sulla retta orientata i seguenti numeri naturali. ; ; ; 0;. 0 Esercizio Metti una crocetta

Dettagli

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale

2. Stress ossidativo & bilancio nutrizionale 2.1 Vitamine & antiossidanti 2.2 Elementi in traccia ed enzimi STRESS OSSIDATIVO & BILANCIO NUTRIZIONALE R Alimentazione : vitamine e carotenoidi, Antiossidanti : lipofilici Vitamine & antiossidanti ZVIT

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma

19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO. a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma 19 VOCI PER UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE ED UN ADEGUATO ESERCIZIO FISICO a cura di Stefania Agrigento prefazione di Eugenio Del Toma ISBN 978-88-96646-46-5 2015 - Clio S.p.A., Lecce www.clioedu.it Proprietà

Dettagli

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio

Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Vitamina D, PTH ed omeostasi del calcio Funzioni principali della vit D Stimolazione dell'assorbimento del calcio e del fosforo a livello intestinale; Regolazione, in sinergia con l'ormone paratiroideo,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

-Composti organici essenziali per la vita

-Composti organici essenziali per la vita -Composti organici essenziali per la vita -La maggior parte dei vertebrati (tra cui l uomo) non sono in grado di sintetizzarle (come gli amminoacidi essenziali) -Sono assunte con la dieta -Alcune malattie

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA On. Ministro Gianni Alemanno Presidente, Prof. Ferdinando Romano Gruppo di esperti costituito presso l Istituto

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli