Laboratori PERLA PA FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY REPORT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratori PERLA PA FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY REPORT"

Transcript

1 Laboratori PERLA PA FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY REPORT OPEN SPACE TECHNOLOGY Roma, 22 giugno 2011

2 I PARTECIPANTI AMMINISTRAZIONE NOME COGNOME COMUNE DI CURNO (BG) MARINA ABENI CENTRO INTELLIGENCE INTERFORZE PONTE GALERIA-RM ANTONIO ALEMANNO A.S.U.R. ZONA TERRIT. N 4 SENIGALLIA MICHELE ALLEGREZZA MIN. ISTRUZIONE Uff. Scolastico Reg. Campania - Napoli FRANCESCO APPERTI UNIVERSITA' DI TRENTO RUDI ASTE COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE (PROV. PALERMO) DANIELA BADALI' IST. ISTR. SUP. "FAZZINI-MERCANTINI" (PROV. TERAMO) SILVIA BAGLIONI CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE-ROMA ROBERTO BALLACCI MIUR LOMBARDIA GIUSEPPE MASSIMIILIANO BARBERIO MIN. AFFARI ESTERI ANNALISA BARTOCCI S.M.S. "PYTHAGORAS" DI REGGIO CALABRIA PASQUALE BATTISTA COMUNE DI BOLOGNA LUISA BERTOLUZZA COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE (PROV. PALERMO) PIERA BILLECI UNIVERSITA' DI FIRENZE PAOLO BINI ASL 8 CAGLIARI MARIA VALERIA BODANO PROVINCIA DI BERGAMO FEDERICA BONATI ULSS 7 - REGIONE VENETO CRISTINA BORTOLUZZI COMUNE DI MALO (VI) CLAUDIA BOSCHETTI UNIVERSITA' DI FIRENZE CRISTIANA BRACCINI CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA CARMELA BRINDISI IST. ISTR. SUP. "FAZZINI-MERCANTINI" (PROV. TERAMO) MARIA LAURA BUDINI DIP. FUNZ. PUBBLICA GIANLUCA CACCIOTTI IST. ISTR. SUP. "GALILEI+CONTINI" ( PROV. ORISTANO) MARIO ROBERTO CADEDDU INPDAP (PROV. ROMA) GABRIELLA CALDARELLI REGIONE ABRUZZO ANNA CAMPAGNA AZ. OSP. DI DESIO E VIMERCATE ( PROV. MONZA-BRIANZA) LAURA LUCIA CANZI PROVINCIA DI BERGAMO SONIA CAPITANIO MIN. DEL LAVORO ROBERTA CARONI COMUNE DI MILANO ANTONIO CARROZZO COMUNE DI VILLARICCA ( PROV. NAPOLI) FORTUNATO CASO PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI CARLO CECCARELLI AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO DANIELA CERVIGNI DIP. FUNZ. PUBBLICA FABIO CICCOLINI A.O.U. CAGLIARI ANNA MARIA CONGIU ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' ANTONIETTA CONTINO MIN. DIFESA-COMANDO OPERAT. VERTICE INTERFORZE FILOMENA CRAFA CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE CARLA CROCE MIN. DEL LAVORO SIMONA CRUCIANI COMUNE DI VENEZIA ELENA DA VILLA A.O. ISTITUTO ORTOPEDICO GAETANO PINI-MILANO PIERCARLA DALMASSO DIP. FUNZ. PUBBLICA DAVIDE D'AMICO CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA MARIA ROSA D'ANDREA ROMA, 22 GIUGNO

3 COMUNE DI FERENTINO ( PROV. FROSINONE) PIA DATTI DIP. FUNZ. PUBBLICA CARMELA D'AVERSA DIREZIONE DI COMMISSARIATO M.M. ROMA MARIA LUISA DE PETRIS ACCENTURE FRANCESCA PAOLA DE PRISCO AZ. REGION. PER IL DIRITTO AGLI STUDI SUP. "ERGO" FABIO DELLA CASA MIN.INTERNO PUBBLICA SICUREZZA GIANNI DELLA ROSA COMUNE DI MERCOGLIANO ( PROV. AVELLINO) FLAVIANO DI GREZIA MIN. DELLA GIUSTIZIA /DAP (PROV. MILANO) GIORGIO DI MAURO MINISTERO DEI BENI CULTURALI ADRIANA DI ROCCO MIN. DELLA PUBBL. ISTRUZ. UNIVERSITA E RICERCA ARNALDO DI TUCCI COMUNE DI MILANO DORA DONATI AG. INTERREGIONALE PER IL FIUME PO (PROV. PARMA) ANTONIO ECCHER COMUNE DI ROMA MARIA TERESA FILIPPONE MIN. INFRASTRUTTURE E TRASPORTI ERMENEGILDA FONZO ACCENTURE MAURIZIO FORNETTI ISTITUTO FEMM. ANTONIETTA GENNA SPANO' FABRIZIO FRANCO MIN. DEL LAVORO* PAOLA FRANZOSA AZIENDA USL DI PIACENZA AMELIA FRATEPIETRO UNI. DEGLI STUDI DI ROMA "FORO ITALICO" DANIELA FRUCI INPDAP- DIR. GENERALE-DIR. CENTRALE PERSONALE ANTONIO GAROFALO MINISTERO DELL'ISTRUZIONE GIOVANNA GERARDI ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI (PROV. SALERNO) VITTORIO GIACOBELLO DIP. FUNZ. PUBBLICA LINO GIAMPIETRO COMUNE DI MILANO PAOLO GIURANNA AZ. REGION. PER IL DIRITTO AGLI STUDI SUP. "ERGO" GIUSEPPE ANGELO GIOVANNI GRASSO MIN. PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI MARIA ROSA INDICIANI UNIVERSITA' DEL SALENTO CARMELA INGROSSO TECNOTER SPA MASSIMO LACAMERA ORDINE DEI MEDICI VETERINARI (PROV. PALERMO) CATERINA LI CITRA COMUNE DI ROMA PAOLA LIBERTI ISTITUTO IT STUDI GERMANICI MARIA LIPPA AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO MAURIZIO LONGO MIN. DELL INTERNO ANTONIETTA LONIGRO ULSS 7 REGIONE VENETO RITA LOT COMUNE DI PIACENZA MILENA LUCCHINI PROVINCIA DI CATANZARO LOREDANA LUCIA AZ. OSP. DI DESIO E VIMERCATE ( PROV. MONZA-BRIANZA) EMANUELA MAGNATERRA COMUNE DI SERRA SAN BRUNO ( PROV. VIBO VALENTIA) GIANFRANCO MAMMONE FED. NAZ. ORDINI DEI VETERINARI I TALIANI LUCA MARCHEGGIANO PROVINCIA DI CATANZARO IOSELINDA MARINO CENTRO OSPEDALIERO MILITARE DI TARANTO PASQUALE MASELLA MIN. BENI CULTURALI-ARCHIVIO DI STATO DI MASSA LORENZINA MASTROIANNI AG. REGIONALE PER LA PROMOZ. TURISTICA "LIGURIA" GIOVANNI MELANDRI DISTACCAMENTO AEROPORTUALE BRINDISI FRANCO MICCOLI ROMA, 22 GIUGNO

4 MIN.INTERNO UFF.V^ZONA POLIZIA FRONTIERA FIUMICINO ASSUNTA MINICONE AG. DEL TERRITORIO- UFF. PROV. DI CASERTA EMILIO MIRAGLIA MIN. DELLE POLITICHE AGRICOLE CARLA MURAOUR CONSOB EDOARDO NAPOLITANI COMUNE DI CISTERNA (PROV. LATINA) SILVIA PALLANTE III ISTITUTO STATALE D'ARTE (PROV. ROMA) FERRUCCIO PAPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA MIRANDA PARMESANI PROVINCIA DI ISERNIA ANNA PATRIARCA MIUR- UFF. SCOLASTICO REGIONALE MARCHE MARIA GIUSEPPINA PIERANTONI COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE (PROV. PALERMO) NUNZIA PIRRONE MINISTERO INFRATRUTTURE E TRASPORTI SIMONETTA POMOBELLO COMUNE DI ANGUILLARA SABAZIA (PROV. ROMA) STEFANIA PULCINI UFF. SCOL. REG. LOMBARDIA (AMB. TERRITORIALE LODI) SILVIO QUINZONE GAROFALO UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI PAVIA MARCELLINA REGA REGIONE ABRUZZO BERNARDINA ROMANO MIN. PUBBL. ISTRUZ. UNIV. RICERCA ( COMPARTO RICERCA) MARIA RITA ROSCI PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI ORIETTA ROSI AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO ANDREA ROSSI DIP. FUNZ. PUBBLICA SILVANA RUBERTIELLO DIP. FUNZ. PUBBLICA FRANCESCA RUSSO DIP. FUNZ. PUBBLICA TITINA RUSSONIELLO MIN. DELLE POLITICHE AGRICOLE ROBERTA SALADINI ISPETT. INFRASTR. ESERCITO - 6 REP. BOLOGNA MARIA SALEMI MIN. DELL'INTERNO ( PROV. ROMA) VALENTINA SANTONI DIREZ. PROVINCIALE DEL LAVORO DI TARANTO ALESSANDRO SALVATORE SCALERA CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE UGO SCHIRO' MIN.INTERNO PUBBLICA SICUREZZA STEFANIA SCINTU MIN. BENI CULTURALI-ARCHIVIO DI STATO DI NOVARA SARINA SCUTO CNR ISPAAM SASSARI FRANCA SERRA INPS ROMA LUCA SEVERINI AZIENDA USL IMOLA SILVIA SGUBBI INPDAP-DIR. REGIONALE LAZIO-UFF I SABRINA SILVESTRI DIP. FUNZ. PUBBLICA EMILIO SIMONETTI ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA GERARDINA SOLIMINE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI SIMONETTA SPAGNOLI MIN. PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI STEFANO SPANO I.C. ALBERTO MANZI (PROV. VITERBO) ANNA SPIRIDIGLIOZZI CONSIGLIO REGIONALE DI BASILICATA ANNA MARIA SUMMA MIN. DELLE POLITICHE AGRICOLE ANTONIETTA TASSONE DIP. FUNZ. PUBBLICA ANGELA TEMPESTINI AZIENDA ULSS N 2 -FELTRE (PROV. BL) ANDREA TOIGO MIN. PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI CRISTINA TOMBOLESI ORDINE DEI MEDICI VETERINARI (PROV. ROMA) FLAVIA TRACCHI MIN. DELLA SALUTE MAURIZIO TRAPANESE ROMA, 22 GIUGNO

5 REGIONE ABRUZZO ELISABETTA TRIPPITELLI COMUNE DI NARDO' ( PROV. LECCE) FABIANA VAGLIO REGIONE VALLE D'AOSTA ISABELLE VALLET MINISTERO DELLA DIFESA MARISA VELARDO MIN. DELLO SVILUPPO ECONOMICO FIORELLA VESCOVI DIP. FUNZ. PUBBLICA LORELLA VIGNOZZI MIN. DIFESA-COMANDO OPERAT. VERTICE INTERFORZE ROBERTA VITELLI UNI. DEGLI STUDI DELLA TUSCIA SILVIA VITTORI INPDAP- DIR. GENERALE-DIR. CENTRALE PERSONALE SEBASTIANO ZAGAMI ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA SIMONETTA ZANETTE COMUNE DI LAVENA PONTE TRESA E CUNARDO (VARESE) SARA ZANETTI UNI. DEGLI STUDI DI ROMA "FORO ITALICO" MANUELA ZAPPACOSTA ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA' PAOLA ZORZI ROMA, 22 GIUGNO

6 IL METODO DI LAVORO Un ampia sala libera di arredi e tavoli. Un grande cartello con il titolo dell incontro FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY I centocinquanta partecipanti appartenenti ad ogni tipo di amministrazione pubblica centrale e periferica e provenienti da ogni parte di Italia che siedono in circolo. Un programma di lavoro di massima che prevede delle sessioni parallele di gruppo ma non dice cosa si discuterà in quelle sessioni. Un facilitatore che ad inizio lavori spiega brevemente come decidere cosa discutere e come funziona il metodo - poi scompare. Alcuni partecipanti volontariamente si alzano per fare le proprie proposte, lanciare delle idee, spiegare cosa vorrebbero discutere. Le scrivono su dei fogli di carta che poi attaccano su una grande bacheca scegliendo a che ora e dove dare appuntamento a chi vorrà unirsi a quella discussione. Poi cominciano i lavori e le persone decidono liberamente a quale sessione partecipare. Almeno venti diverse sessioni di gruppo si succedono in parallelo nelle due giornate di lavoro. Ogni gruppo gestisce in completa autonomia il proprio lavoro. Chiunque è libero di partecipare ai lavori e di spostarsi da un gruppo all altro se ha interesse a farlo. La gente discute con passione, qualche volta litiga, si scambia esperienze, stabilisce legami e ponti tra le diverse amministrazioni. Alcuni gruppi discutono a lungo. Altri finiscono in anticipo. Certi gruppi sono molto numerosi. In altri ci sono solo due o tre persone. Qualcuno si sposta da un gruppo all altro. Chi ha bisogno di una pausa se la prende, magari sorseggiando un caffè o mangiando qualcosa il cibo è sempre disponibile durante i lavori e discutendo con gli altri che stanno facendo un break (indovinate di cosa?). Al termine di ogni sessione ciascun gruppo prepara una breve sintesi della proposta che ha discusso usando i computer disponibili in sala stampa il luogo in cui questo documento è stato redatto in tempo reale. I diversi contributi vengono raccolti in un report che viene reso disponibile online immediatamente al termine dei lavori. Ecco come abbiamo lavorato si chiama Open Space Technology. IL PROGRAMMA DEI LAVORI Registrazione dei partecipanti e caffè di benvenuto 10:30 Introduzione lavori e apertura Open Space Prima sessione gruppi paralleli Pausa pranzo Seconda sessione gruppi paralleli Terza sessione gruppi paralleli Plenaria Conclusione dei lavori GLI ORGANIZZATORI Questo Open Space è un iniziativa dell Ufficio per l Informazione Statistica e le Banche Dati Istituzionali (Dir. Cons. Francesca Russo). L Open Space è stato organizzato dalla Genius Loci (www.loci.it) e coordinato da Gerardo de Luzenberger con la collaborazione di Fabia Francesconi, Sara Seravalle, Riccardo Riva, Davide Tamagnini. Le foto sono di Daniele Cavallotti. ROMA, 22 GIUGNO

7 LE PROPOSTE DISCUSSE 1. Proposte migliorative riguardanti l'utilizzo del call center 2. Anagrafe delle prestazioni: aggiustamento campi inserimento dati ed altro 3. Legge 104/92 Magellano in Perla PA 4. Anagrafe delle prestazioni problemi ancora aperti e soluzioni operative 5. Anagrafe delle prestazioni Quali incarichi inserire? 6. GEDAP problematiche attuali da risolvere 7. Possibili miglioramenti dell interfaccia web del sistema 8. Problematiche inerenti al GEPAS 9. Assenze in PERLA PA e pubblicazione sul sito istituzionale 10. La mobilità volontaria in riferimento all art. 30 del D.lgs. 165/ Anagrafe prestazioni Visualizzazione incarichi criticità. 12. Monitoraggio della legge n. 104/ Per gli uffici periferici cercare di unificare più adempimenti verso un unico referente registrato 14. Possibilità di avere un filo diretto con il Dipartimento della Funzione Pubblica per la soluzione delle singole problematiche (vedi Legge 104/92 alla luce della circolare del febbraio 2011) 15. Integrazione di PERLA PA con altre banche dati che trattano dati uguali o simili (ad esempio SICO, Passweb, DMA, Emens, 770, Dalia Proper) 16. METODO (trasparenza), SPERIMENTAZIONE (evoluzione sistema), RACCORDO TRA LIVELLO TECNICO E LIVELLO NORMATIVO 17. Adempimento CONSOC e relative problematiche 18. Inserimento in PERLA dei dati annuali della legge 104/92 o dei dati giornalieri di dipendenti fruitori 19. La Community. Accessibilità e fruibilità. ROMA, 22 GIUGNO

8 SINTESI DELLE PROPOSTE DISCUSSE ROMA, 22 GIUGNO

9 PROPOSTA 1 Proposte migliorative riguardanti l'utilizzo del call center 1 Possibilità di ripartire, all'interno del Call Center, degli argomenti/adempimenti, in relazione ai contenuti ed ai livelli di complessità 2 Possibilità di chiedere assistenza al Call Center, registrando con apposito numero/codice la richiesta, in modo che sia possibile ricevere risposte mirate, correlate al codice ed entro un tempo massimo 3 Possibilità di pubblicare una raccolta sistematica (anche con modalità di ricerca ) di FAQ, sulla falsariga di quanto già avviene presso l'aran, da affiancare al manuale PERLA 4 Possibilità di prevedere, come alternativa al Call Center, un sistema Web per raccogliere le richieste ed inoltrare le risposte secondo quanto già avviene presso alcuni ministeri 5 Possibilità di istituire la figura o un team (definibile gestore) che possa selezionare le risposte relative ai diversi argomenti proposti, in modo da fornire all'addetto della PA risposte univoche di facile accesso, tramite il sistema di ricerca 6 Possibilità di definire con più precisione i diversi ambiti della community e del call center, in modo da consentire all'addetto di orientarsi circa lo strumento da utilizzare, a seconda della tipologia del problema Fabio della Casa Giuseppe Grasso, Gianfranco Mammone, Isabelle Vallet, Giovanni Melanari, Stefania Pulcini, Vittorio Giacobello, Silvia Sgubbi ROMA, 22 GIUGNO

10 PROPOSTA 2 Anagrafe delle prestazioni Aggiustamento campi inserimento dati ed altro Richieste banca dati anagrafe dipendenti A) - In sede di variazione occorrerebbe visualizzare il nome del conferente nella finestra elenco annuale incarichi del dipendente, ciò al fine di rendere più facile la ricerca dell incarico. B) Inserire nel campo tipologia incarico l attività di collaudo progettazione direzione lavori coordinamento in fase di esecuzione docenza commissario straordinario. C) - Report incarichi annuale relativo a ciascun dipendente. D) - Report generale incarichi anno Richieste banca dati anagrafe consulenti e collaboratori esterni A) - Report incarichi annuale relativo a ciascun consulente. B) - Report generale incarichi anno Simonetta Pomobello, Ermenegilda Fonzo Simonetta Pomobello, Paola Zorzi, Milena Lucchini, Carolina Storti, Anna Patriarca, Ermenegilda Fonzo, tecnico ACCENTURE. ROMA, 22 GIUGNO

11 PROPOSTA 3 Legge 104/92 Magellano in Perla PA 1) Al fine di mantenere i dati anagrafici dei dipendenti già inseriti nel sito Magellano si propone di consentire la trasmissioni dei dati tramite file XML o con sistema Webservice; 2) Per le Amministrazioni che hanno sedi periferiche, prevedere la possibilità di creare per ogni U.I. decentrata un Utente responsabile (con visualizzazione su tutti i dati inseriti) Utenti semplici ; 3) Si propone di mantenere le credenziali già autorizzate all atto del passaggio dal sito Magellano a PerlaPa; 4) Prevedere anche per la banca dati della legge n. 104/92 la possibilità di stampare i report; 5) Si segnala l esigenza di disporre al più presto di un T.U. che raccolga tutte le norme per i disabili e l assistenza a disabili, inoltre servirebbero maggiori chiarimenti in merito ai requisiti per fruire legittimamente dei suddetti requisiti. Sarebbe anche utile un vademecum pratico oppure una raccolta delle circolari diramate dal D.F.P. con richiami alle circolari INPDAP e INPS; 6) Si propone di esaminare la possibilità di inserire nei modelli di rilevazione un campo per la registrazione della data di cessazione di rapporti di lavoro a tempo determinato (attualmente è possibile inserire solo la data d inizio con l impossibilità di registrare più contratti a tempo determinato ricadenti nello stesso anno solare); 7) Si richiede infine di valutare la possibilità di organizzare un altro incontro dopo una integrazione della Banca Dati Legge n.104/92 nel sistema PerlaPa, al fine di esaminare eventuali criticità. Gruppo proposto da Cristina Tombolesi, Maria Rosa Indiciani del MIBAC.. Hanno partecipato alla discussione Maria Rosa D Andrea; Maria Luisa De Petris; Fortunato Caso; Giorgio Di Mauro; Pasquale Masella; Flaviano Di Grezia; Carmela Brindisi; Anna Maria Summa; Franco Miccoli; Pia Datti; Silvia Baglioni; Luisa Bertoluzza; Lucia Loredana; Emilio Miraglia; Ferruccio Papa; Simonetta Zanette; Laura Canzi; Emanuela Magnaterra; Lorenzina Mastroianni; Rita Lot; Roberta Vitelli; Sarina Scuto; Maria Salemi; Elisabetta Trippitelli; Anna Campagna; Berardina Romano; Muraour Carla; Roberta Saladini; Maria Teresa Filippone. ROMA, 22 GIUGNO

12 PROPOSTA 4 Anagrafe delle prestazioni problemi ancora aperti e soluzioni operative Il gruppo è stato proposto per tirare le fila ed esprimere le prime considerazioni a tre mesi dalla messa on-line del nuovo sistema delle comunicazioni, con particolare riferimento alle problematiche relative all'anagrafe delle prestazioni, adempimento attualmente in scadenza. E' altresì presente la Dott.ssa Paola Sarti del Dipartimento Funzione Pubblica che ha cortesemente risposto ai quesiti posti. La discussione è iniziata con l'evidenza dei problemi e dubbi collegati all'invio delle relazione annuale (in formato word o pdf), e le relative indicazioni riassuntive che devono essere indicate dall'anno in corso (4 punti pag. 56 del manuale). Dalla discussione si è evidenziato che evitando dei caratteri speciali o non ammessi (punteggiatura apici etc.) l'invio riesce senza segnalazioni d'errore. Le indicazioni possono essere trasmesse puntualmente nella relazione allegata (word pdf) indicando ad esempio vedi allegato nel campo previsto. L'indicazione gentilmente fornita dal DFP, onde evitare evidenze di inadempimenti, è quella di inviare la relazione nei termini e successivamente sbloccare il periodo, inserire gli ulteriori dati e reinviare la relazione. Per inserire dati negli anni precedenti si deve sbloccare la relazione dell'anno (anche se non è stata mai inviata), si procede all'invio dei dati degli incarichi e si procede al reinvio della relazione. Relativamente al problema indicato riguardo ai caratteri speciali potrebbe essere possibile implementare un controllo formale sul contenuto dei campi precedentemente all'invio del modulo onde evitare perdite di dati nel caso in cui un campo risulti compilato in modo errato non conforme alle specifiche di inserimento. - Tecnologia AJAX. Il gruppo evidenzia la necessità di una proroga formale (da part del DFP ad es. con nota circolare) collegata alle problematiche tecniche legate alla nuova attivazione del sito PERLAPA anche problematiche di perdita dati causata dall'interruzione della procedura. La dott.ssa Sarti evidenzia che è stata ultimata e sta per entrare in produzione il nuovo sistema di reportistica che può aiutare in questi frangenti, onde verificare in breve tempo gli incarichi inseriti. Si propone anche l'estensione dei periodi precedenti al 2006 (sblocco dei periodi attivi) onde collegare eventuali pagamenti anche ad incarichi autorizzati precedentemente. La dott.ssa Sarti comunica la possibilità di ottenere delle credenziali al fine di poter accedere ad un ambiente di test per l'invio tramite XML dei dati al fine di simulare l'invio ed evidenziare eventuali difformità. Sarebbe utile un programma che traduca eventuali database già presenti in azienda in file xml compiutamente compilati e pronti all'invio, anche al fine di limitare ulteriori costi per le amministrazioni (Es. File EXCEL con dati completi file XML compilato). ROMA, 22 GIUGNO

13 Per quanto riguarda gli adempimenti delle istituzioni scolastiche, si richiede una risposta precisa circa l'obbligatorietà di inserire in anagrafe le seguenti tipologie: 1. incarico per commissario e presidente per esami di stato; 2. incarichi finanziati con il fondo per il miglioramento dell'offerta formativa - MOF; 3. incarichi conseguenti alla legge 440/1997, fondi per area a rischio. Andrea Toigo Flavia Tracchi Allegrezza Michele, Luca Marcheggiano, Minicone Assunta, Elena Davilla, Bortoluzzi Cristina, Cristiana Braccini, Paolo Bini, Annalisa Bartocci, Maria Laura Budini, Anna Spiridigliozzi, Pasquale Battista, Dal Maso Piercarla, Licitra Caterina, Edoardo Napolitani, Maurizio Longo, Contino Maria Antonietta, Paola Zorzi, Antonietta Lonigro, Paola Liberti, Federica Bonati, Sonia Capitano, Milena Lucchini, Stefania Scintu, Gianni Della Rosa, Silvia Vittori, Claudia Boschetti ROMA, 22 GIUGNO

14 PROPOSTA 5 Anagrafe delle Prestazioni Quali incarichi inserire? Continuano a sussistere numerosi dubbi sulle tipologie di incarichi da inserire nell Anagrafe delle Prestazioni, con particolare riferimento agli incarichi conferiti ai propri dipendenti interni. Durante la discussione del gruppo sono emerse numerose casistiche: negli enti locali incarichi di progettazione interni finanziati con fondi facenti parte del fondo variabile di produttività; nelle scuole incarichi derivanti da progetti interni. Tutti gli incarichi suddetti hanno come comune problematica la circostanza che i compensi sono finanziati dal fondo della produttività collettiva e ciò non facilita la distinzione con il compenso ordinario (anche accessorio) spettante a tutto il personale. PROPOSTA Ciò premesso, l indicazione che proviene dalla Funzione Pubblica è quella di inserire nell anagrafe delle prestazioni tutto ciò che esula dal normale stipendio. Per far fronte a tale richiesta e superare qualsiasi dubbio, ci sembra necessario la pubblicazione informatica di alcune linee guida sulle tipologie di incarichi da inserire, con un elenco di esempi dettagliato. Sebastiano Zagami Antonio Garofalo, Ioselinda Marino, Sara Zanetti, Roberto Icadeddu, Franca Serra, Fiorella Vescovi, Maurizio Trapanese, Daniela Cervigni, Gabriella Caldarelli, Maria Rita Rosci, Giovanna Gerardi, Silvio Quinzone Garofalo. ROMA, 22 GIUGNO

15 PROPOSTA 6 GEDAP problematiche attuali da risolvere Difficoltà nella gestione e nella verifica del monte ore amministrazione da parte degli utenti semplici. Considerare l ipotesi che le comunicazioni trimestrali, relative ai permessi sindacali, fatte alle OO.SS o Confederazioni Sindacali abbiano valenza di silenzio assenso trascorso il termine concesso per le eventuali verifiche. Viene proposto sul portale Gedap (e quindi poi nel PERLA PA) l inserimento del monte ore dei permessi per l espletamento del mandato per ogni amministrazione al fine del controllo dei dati. Riguardo agli adempienti previsti dal programma GEDAP per le funzioni pubbliche elettive, manca nel menù a tendina l imputazione riferita alle Comunità montane e ai Consorzi tra gli Enti pubblici. Obbligo da parte delle OO.SS. alla riconferma dei distacchi o aspettative sindacali per l anno in corso. Valentina Santoni-Simonetta Spagnoli-Orietta Rosi Fabiana Vaglio,Carlo Ceccarelli, Stefano Spano, Paola Franzosa, Maria Giuseppina Pierantoni, Alessandro Scalera, Simona Cruciani,Franco Fabrizio, Luca Severini, Antonio Eccher, Sabrina Silvestri, Roberta Caroni, Gerardina Solimine, Michele Allegrezza, Annamaria Congiu, Maria Lippa, Sonia Capitanio, Federica Bonati, Giovanna Gerardi, Silvio Quinzoni Garofalo, Maria Rita Rosci. ROMA, 22 GIUGNO

16 PROPOSTA 7 Possibili miglioramenti dell interfaccia web del sistema Nonostante l impossibilità tecnica di accedere alla pagine del sito, esclusa la hp, l esperienza d uso dell interfaccia dei partecipanti al gruppo di lavoro è stata tale da permettere una riflessione condivisa sulle difficoltà vissute da ciascuno. Appare evidente che le criticità emerse non sono riferibili esclusivamente alla dimensione più superficiale dell interfaccia, ma anche alle corrispondenti funzionalità non visibili del sistema, perché tra le due dimensioni esiste una corrispondenza biunivoca. L idea generale che ha ispirato le considerazioni delle criticità appresso descritte è che il baricentro del funzionamento del sistema deve essere l effettiva esperienza dell utente il quale deve essere messo in condizione, nell interazione con l interfaccia, di ottimizzare il proprio tempo di lavoro. E indubbio che la qualità dell interfaccia debba rispondere a principi riconosciuti universalmente di facilità d uso, flessibilità e adeguata gestione dell errore. CRITICITA RILEVATE Mancanza di informazione sulla home page degli adempimenti attivati effettivamente nel sistema e di quelli non ancora accessibili; Non immediata visibilità della guida (occorre lungo scrollino per individuarla); Impossibilità di autocorrezione di dati errati, senza quindi dover contattare l help desk; Impossibilità di portare a termine più adempimenti relativamente a diverse banche dati con un unico login; Difficoltà (fatica visiva, lentezza del sistema) nell inserimento del campo data esclusivamente col menu tendina. Impossibilità di compilazione parziale dei campi in modalità provvisoria (bozze) Rigidità della procedura di inserimento (es. anagrafe) che prevede l identificazione dell ente col solo codice fiscale (rif. Anagrafe dipendenti) La collocazione dei contenuti (testuali e grafici) non segue delle regole convenzionali che facilitino l individuazione della rilevanza dei contenuti (cosa è più importante e cosa lo è meno); Emilio Simonetti Amelia Fratepietro, Silvia Pallante, Maria Valeria Bodano, Arnaldo di Tucci, Fabio Piccolini, Gianluca Cacciotti, Marisa Velardo, Gianni Della Rosa ROMA, 22 GIUGNO

17 PROPOSTA 8 Problematiche inerenti al GEPAS Elencazione problematiche: 1. Difficoltà invio vecchio sistema GEPAS a FP; 2. Decentramento GEPAS a discrezione di ogni Amministrazione e possibilità per le Amministrazioni centrale di poter accedere ai dati inseriti dalle proprie sedi periferiche sul sito GEPAS; 3. Mancanza di disposizioni da parte di FP circa l invio dei dati definitivi di adesione allo sciopero entro 30 gg.; 4. Problema inerente la comunicazione effettuata dai docenti universitari dell adesione allo sciopero alle Università; 5. inserire specificità dei professionisti nell area della Dirigenza (enti pubblici non economici), relativamente ai dati riepilogativi di adesione e alla determinazione del dato retributivo. Franzosa Paola Pierantoni Maria Giuseppina, Cruciani Simona, Caroni Roberta, Trippitelli Elisabetta, Pulcini Stefania, Lucia Loredana, Silvestri Sabrina, Fabrizio Franco, Spirigliozzi Anna, Scalera Alessandro, Rega Marcellina, Allegrezza Michele, Vaglio Fabiana, Davilla Elena, Canzi Laura, Bertolina Luisa, Melandri Giovanni, Severini Luca, Taigo Andrea, Ceccarelli Carlo, Spagnoli Simonetta, Rosi Orietta, Santoni Valentina ROMA, 22 GIUGNO

18 PROPOSTA 9 Assenze in PERLA PA e pubblicazione sul sito istituzionale Possibilità di immettere i dati da parte di unità periferiche così come avviene per la legge 104/92 Risoluzione del conseguente problema della pubblicazione sul sito istituzionale dell amministrazione centrale: PROPOSTA Ufficio periferico immette i dati in perla pa come utente decentrato I dati verranno totalizzati dal sistema perla pa come attualmente avviene per la legge 104 Reiteriamo la richiesta di inviare dati in un'unica modalità relativamente alle ore di presenza, assenza ecc. Utilizzabili dai vari organi competenti per finalità giuridico-statistiche. Cristina Tombolesi, Maria Rosa Indiciani del MIBAC Lot Rita, Bortoluzzi Cristina, Lorenzina Mastroianni, Scuto Sarina, Romano Berardina, Campagna Anna. ROMA, 22 GIUGNO

19 PROPOSTA 10 La mobilità volontaria in riferimento all art. 30 del D.lgs. 165/2001 Le motivazioni che spingono i dipendenti della pubblica amministrazione alla mobilità, anche intercompartimentale, sono di diversa origine: Carenza di stimoli Motivi di miglioramento professionale Desiderio di cambiamento Motivi di famiglia Disposizioni normative Si evidenzia innanzitutto la mancanza di chiarezza da parte della PA nei confronti del concetto di mobilità. Spesso non c è trasparenza, dal momento che i canali utilizzati sono di natura sindacale e/politica. Sarebbe necessaria la creazione di una BANCA DATI a livello intercompartimentale (ALBO) che raccolga l anagrafica dei dipendenti, nella quale far incontrare la domanda e l offerta, prevedendo una tempistica alla quale tutte le amministrazioni si dovranno adeguare. A monte è opportuno stabilire una equiparazione tra i diversi profili professionali e le diverse posizioni economiche, considerando la eterogeneità delle amministrazioni e dei diversi comparti di contrattazione. All interno della banca dati, ciascun dipendente avrebbe una diversa priorità, attraverso un punteggio, determinato da carichi di famiglia, titoli professionali, e le altre condizioni previste dalla legge. L ambito della mobilità potrebbe estendersi ad amministrazioni di altri Paesi europei, ad istituzioni della UE e ad organismi internazionali presenti sul territorio (ONU, UNLB, FAO, ecc.). Tra le criticità individuate, emerge la necessità di una maggiore flessibilità da parte delle amministrazioni al rilascio del nulla osta per la mobilità in uscita. Una proposta da poter implementare velocemente è la creazione di un sottogruppo (sezione) su LINKEDIN, per favorire la mobilità. Giorgio Dimauro Fortunato Caso, Pia Datti, Adriana Di Rocco, Vittorio Giacobello, Franco Miccoli, Carolina Storti, Anna Patriarca, Assunta Minicone, Daniela Cervigni, Maria Salemi, Pasquale Masella, Antonio Eccher, Arnaldo Di Micci ROMA, 22 GIUGNO

20 PROPOSTA 11 Anagrafe prestazioni Visualizzazione incarichi criticità 1) Al fine di semplificare la ricerca di un incarico in fase di aggiornamento/integrazione dei dati si propone di esaminare la possibilità di completare la maschera di ricerca con la data di inizio incarico (attualmente per verificare quale sia l incarico da aggiornare/modificare occorre aprire tutte le schede relative agli incarichi conferiti al soggetto 2) Si propone di ripristinare la pagina di ricerca riepilogativa degli incarichi, che si apriva al momento dell inserimento di un nuovo incarico, per un consulente/dipendente anche per evitare la registrazione di un incarico in realtà già inserita; 3) Si chiede di ripristinare la possibilità di inserire un incarico partendo dal nominativo o dal codice fiscale; 4) Nel report relativo alle UU.II. si chiede di attivare la possibilità di visualizzare l elenco degli utenti abilitati, nonché l informazione relativa alla data di abilitazione; 5) Con riferimento alla funzione relativa al trasferimento di incarichi da una Unità di Inserimento all altra, si chiede di prevedere la predisposizione di filtri di ricerca per provincia e successivamente per città; 6) Si chiede, infine, di consentire la possibilità di modificare, qualora se ne presenti la necessità, dati relativi ai responsabili di procedimento e/o responsabili di procedimento per UU.II. (recapiti istituzionali: mail/telefono/fax). Paola Liberti Amministrazione di Roma Capitale (Comune di Roma) Maria Teresa Filippone; Paola Zorzi; Maria Antonietta Contino; Silvia Pallante; Fiorella Vescovi; Antonietta Lo Nigro; Silvia Sgubbi; Maurizio Trapanese; Maurizio Longo; Maria Laura Budini; Annalisa Bartocci; Flavia Tracchi; Luca Marcheggiano e altri (che hanno dimenticato di lasciare il loro nome). ROMA, 22 GIUGNO

Laboratori PERLA PA FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY REPORT

Laboratori PERLA PA FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY REPORT Laboratori PERLA PA FACCIAMO IL PUNTO SULL OPERATIVITA DEL SISTEMA E DELLA COMMUNITY REPORT OPEN SPACE TECHNOLOGY Roma, 22 giugno 2011 I PARTECIPANTI AMMINISTRAZIONE NOME COGNOME COMUNE DI CURNO (BG) MARINA

Dettagli

Laboratori PERLA PA E POSSIBILE AUTOMATIZZARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT

Laboratori PERLA PA E POSSIBILE AUTOMATIZZARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT Laboratori PERLA PA E POSSIBILE AUTOMATIZZARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT OPEN SPACE TECHNOLOGY Roma, 29 maggio 2012 PERLA PA E il nuovo sistema integrato che unifica in un'unica piattaforma

Dettagli

SINTESI DELLE PROPOSTE DISCUSSE

SINTESI DELLE PROPOSTE DISCUSSE SINTESI DELLE PROPOSTE DISCUSSE PROPOSTA 1 GEPAS: UN SISTEMA CHE PERMETTE DI RICEVERE I DATI IN TEMPI RISTRETTI DALLE MOLTE SEDI PERIFERICHE ESIGENZE DELLA FUNZIONE PUBBLICA: - Entro le ore 12,00 della

Dettagli

Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT

Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT OPEN SPACE TECHNOLOGY Roma, 24 e 25 novembre 2010 PARTECIPANTI NOME COGNOME AMMINISTRAZIONE ETTORE ACERRA ITCG "ROSSI DORIA" (

Dettagli

ESPERIENZE E NOVITÀ DEGLI UTENTI

ESPERIENZE E NOVITÀ DEGLI UTENTI PRIMO FORUM DELLA TRASPARENZA ESPERIENZE E NOVITÀ DEGLI UTENTI REPORT LABORATORI PERLA PA Roma, 17 dicembre 2012 INTRODUZIONE Questo report contiene una sintesi delle sessioni di approfondimento fatte

Dettagli

Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT

Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT OPEN SPACE TECHNOLOGY Roma, 30 novembre e 1 dicembre 2010 SI SONO REGISTRATI NOME COGNOME AMMINISTRAZIONE ERMENEGILDA FONZO MIN.

Dettagli

Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT COMPLESSIVO PRIMO LABORATORIO

Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT COMPLESSIVO PRIMO LABORATORIO Laboratori PERLA PA COME MIGLIORARE LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI? REPORT COMPLESSIVO PRIMO LABORATORIO PARTECIPANTI Prima edizione (24 e 25 novembre 2010) NOME COGNOME AMMINISTRAZIONE ETTORE ACERRA ITCG

Dettagli

Primo laboratorio PERLA PA Come migliorare la gestione degli adempimenti? Analisi risultati

Primo laboratorio PERLA PA Come migliorare la gestione degli adempimenti? Analisi risultati Primo laboratorio PERLA PA Come migliorare la gestione degli adempimenti? Analisi risultati Quadro sintetico Non è facile sintetizzare un lavoro con tanti contributi. Cominciamo con qualche numero sulle

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale

Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale Condizioni tecniche ed economiche relative alla sperimentazione Postatarget Creative Sperimentale EDIZIONE SETTEMBRE 2010 INDICE 1 CARATTERISTICHE DELLA SPERIMENTAZIONE... 3 2 CONDIZIONI DI ACCESSO ALLA

Dettagli

Certificati di malattia digitali

Certificati di malattia digitali Certificati di malattia digitali Decreto legislativo n. 150/2009 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni Roma,

Dettagli

tour febbraio-aprile terza edizione

tour febbraio-aprile terza edizione tour 2014 febbraio-aprile terza edizione 60 città 141 ordini e collegi provinciali patrocinanti edizione 2013 93.280 12% 12% 17% 29% 30% ALCUNI NUMERI contatti autorevole comitato scientifico enti e aziende

Dettagli

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO -

- DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO - DISTRIBUZIONE TERRITORIALE IN ITALIA DEL NETWORK ODONTOIATRICO Previnet è in grado di mettere a disposizione dei propri clienti un network

Dettagli

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO

REGIONE UFFICIO INCARICO LIVELLO ABRUZZO DR ABRUZZO AREA DI STAFF AL DIRETTORE REGIONALE ABRUZZO DR ABRUZZO CENTRO DI ASSISTENZA MULTICANALE DI PESCARA ABRUZZO DR ABRUZZO DIRETTORE REGIONALE AGGIUNTO 1 ABRUZZO DR ABRUZZO UFFICIO ACCERTAMENTO

Dettagli

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane;

IL DIRETTORE. VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle dogane; Prot. n. 29228 IL DIRETTORE VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165; VISTI lo Statuto e il Regolamento di amministrazione dell Agenzia delle

Dettagli

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano

Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano Dotazione di infrastrutture stradali sul territorio italiano A cura dell Area Professionale Statistica L Automobile Club d Italia produce ormai da molti anni la pubblicazione Localizzazione degli Incidenti

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III 2 Rapporto Nazionale sull utilizzo

Dettagli

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013)

I Contratti di Rete. Rassegna dei principali risultati quantitativi. Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I Contratti di Rete Elaborazioni Unioncamere su dati Infocamere (aggiornamento all 1 dicembre 2013) I contratti di rete Il monitoraggio sui Contratti di rete di Unioncamere, su dati Infocamere, mette in

Dettagli

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena

SMART CITY INDEX. La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena SMART CITY INDEX La misurazione del livello di «smartness» Marco Mena Lo Smart City Index Al fine di misurare il livello di smartness di una città, Between ha creato lo Smart City Index, un ranking delle

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

Programma di Formazione

Programma di Formazione Direzione Generale Area Formazione Programma di Formazione LE DIIREZIIONII SANIITARIIE DII PRESIIDIIO competenze tecniche, organizzative e gestionali in collaborazione con settembre dicembre 2008 Il programma

Dettagli

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso

Abruzzo Basilicata Calabria. Reggio Calabria. Vibo Valentia. Grado di istruzione / Classe di concorso Chieti L'Aquila Pescara Teramo Matera Potenza Catanzaro Cosenza Crotone 3 7 3 5 6 4 5 7 6 A03 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE A06 COSTRUZIONI E TECNICO A07 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI 3 A09 DISCIPLINE

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica PRESSO LE SOCIO-RIABILITATIVE ALLE DATE DEL 31 MARZO E 30 GIUGNO 2002

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Manuale utente (front office) Aggiornato al 25 luglio 2011 Acronimi e abbreviazioni usati nel Documento: D.F.P.: P.A.: Pubblica Amministrazione R.P.: Responsabile del Procedimento R.P.C.: Responsabile

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ prot. n. 5350 del 28.08.2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014 2015-2016. Via Vittorio Emanuele n 346 95124 Tel.: 095 6136325 fax 095 6136324 C.F.: 80011090877 Premessa Il

Dettagli

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata

Abruzzo Chieti 2 Abruzzo L' Aquila 2 Abruzzo Pescara 0 Abruzzo Teramo Totale Abruzzo. 12 Basilicata Matera 0 Basilicata Potenza Totale Basilicata Mobilità professionale personale ATA profilo professionale DSGA Destinatari dei corsi di di cui all'art. 7 CCNI 3.12.29 - art. 1, comma 2, sequenza contrattuale 25.7.28 - (ex art. 48 CCNL/27) DSGA Personale

Dettagli

Dispensa 10 a Concorsi

Dispensa 10 a Concorsi Decreto 5 marzo 2004 - Graduatoria del concorso pubblico, per esami, su base circoscrizionale, a 36 posti di Ragioniere, area funzionale B, posizione economica B3. MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE

Dettagli

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi MIUR AOODGSSSI REGISTRO UFFICIALE Prot. 2172 del 19.04.2011 - USCITA Alle Istituzioni Scolastiche Statali LORO SEDI OGGETTO PROGETTI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. Come è noto

Dettagli

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese

Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese 17 giugno 2013 Il credit crunch nell economia italiana e per le piccole imprese I dati desk sul credito alle imprese Dall avvento della crisi (dal 2008 in poi) l andamento dei prestiti alle imprese italiane

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE SCHEDA DI RILEVAZIONE ONLINE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA LIBERO-PROFESSIONALE INTRAMURARIA

GUIDA ALLA COMPILAZIONE SCHEDA DI RILEVAZIONE ONLINE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA LIBERO-PROFESSIONALE INTRAMURARIA GUIDA ALLA COMPILAZIONE SCHEDA DI RILEVAZIONE ONLINE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA LIBERO-PROFESSIONALE INTRAMURARIA Premessa La rilevazione intende approfondire le dimensioni

Dettagli

803.001 www.lineaamica.gov.it. Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana

803.001 www.lineaamica.gov.it. Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana 803.001 www.lineaamica.gov.it Linea Amica Il contact center multicanale della PA italiana 1 LINEA AMICA Linea Amica, attiva dal 29 gennaio 2009, fornisce ai cittadini informazioni e assistenza nei rapporti

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornato al 21 marzo 2011 Sommario INDICE... 3 FREQUENTLY ASKED QUESTIONS... 4 Registrazione al portale... 4 Autenticazione al portale... 5 Modifica e recupero della password... 6 Iscrizione e sostituzione

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000)

SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000) Lettera circolare n 195/2000 Allegato 1/1 SCHEDA DI ADESIONE AL PROGETTO LINGUE 2000 ANNO SCOLASTICO 2000/2001 (da inviare al Provveditorato entro il 30/09/2000) 1. DATI GENERALI DELLA SCUOLA DATI ANAGRAFICI

Dettagli

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014

Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 10/10/2014 Direzione Centrale Posizione Assicurativa Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 10/10/2014 Circolare n. 121 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Sistema per la gestione del personale: Carta dei servizi. Versione 09 02/08/2012

Sistema per la gestione del personale: Carta dei servizi. Versione 09 02/08/2012 Versione 09 02/08/2012 INDICE 1. Finalità della carta dei servizi... 3 2. Il Sistema per la gestione del personale: le componenti costitutive... 3 2.1 Organizzazione... 3 2.2 Software... 4 2.3 Hardware

Dettagli

Piano nazionale per le Lauree Scientifiche

Piano nazionale per le Lauree Scientifiche Piano nazionale per le Lauree Scientifiche Roma, 20 Aprile 2011 Nicola Vittorio Coordinatore per il MIUR del PLS 1 Il sito PLS http://www.progettolaureescientifiche.eu/ 2 Piemonte Lombardia Università

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. per la partecipazione a. Master Executive professionalizzanti CERTIFICATI E CONVENZIONATI DA INPS

BANDO DI CONCORSO. per la partecipazione a. Master Executive professionalizzanti CERTIFICATI E CONVENZIONATI DA INPS BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96) per la partecipazione

Dettagli

Prot.n.AOODGAI/370 Roma, 15/01/2014

Prot.n.AOODGAI/370 Roma, 15/01/2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la Programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Manuale utente (front office) Aggiornato al 02 ottobre 2012 Acronimi e abbreviazioni usati nel Documento: D.F.P.: P.A.: Pubblica Amministrazione R.P.: Responsabile del Procedimento R.P.U.I.: Responsabile

Dettagli

Comunica Facile. www.lavoro.gov.it/co comunicazioni obbligatorie Sistema Informativo del Lavoro contrasto al lavoro irregolare 800 196 196

Comunica Facile. www.lavoro.gov.it/co comunicazioni obbligatorie Sistema Informativo del Lavoro contrasto al lavoro irregolare 800 196 196 Comunica Facile. Non più tante comunicazioni cartacee, ma una: unica e on-line. A partire da marzo 2008, per comunicare l assunzione di un nuovo lavoratore, non dovrai più compilare modelli differenti

Dettagli

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015

Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Case, prezzi degli affitti in aumento nel secondo trimestre 2015 Dopo un ulteriore incremento dell 1% il prezzo medio in Italia si attesta a 8,5 euro al mese Forti oscillazioni nei centri minori, pressoché

Dettagli

SINTESI DELLO STUDIO

SINTESI DELLO STUDIO SINTESI DELLO STUDIO CARO AFFITTI E COSTO PER LA CASA: DIFFICOLTA DA RISOLVERE Maggio 2009 Nel II semestre 2008 le famiglie italiane per pagare l affitto della casa in cui vivono hanno impiegato il 26,4%

Dettagli

PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H. Progetti DFP-MIUR attuati da FormezPA Anna Gammaldi.

PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H. Progetti DFP-MIUR attuati da FormezPA Anna Gammaldi. PON FSE - Competenze per lo sviluppo Asse II Capacità istituzionale - Obiettivo H Progetti DFP-MIUR attuati da FormezPA Anna Gammaldi Luogo Data RIFERIMENTI FORMALI Programma di riferimento Programma Operativo

Dettagli

Al.. (Vedi elenco allegato) Ordine di Servizio n. 92 del 20.03.2006

Al.. (Vedi elenco allegato) Ordine di Servizio n. 92 del 20.03.2006 D.A. Al.. (Vedi elenco allegato) Ordine di Servizio n. 92 del 20.03.2006 Oggetto: stato di attuazione della normativa in materia di protezione dei dati personali. Premessa Con precedente ordine di servizio

Dettagli

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria.

OGGETTO: Verbale di Accordo del 16 luglio 2009 - inserimenti sportelleria. Risorse Umane ed Organizzazione Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL-POST FAILP-CISAL CONFSAL. COM.NI UGL-COM.NI Roma, 2 dicembre 2009 OGGETTO: Verbale di

Dettagli

Le competenze ambientali sul territorio Percorso Laboratoriale ARPA - Enti Locali

Le competenze ambientali sul territorio Percorso Laboratoriale ARPA - Enti Locali SCUOLA PER L AMBIENTE Proposta di formazione rivolta agli Enti Locali Le competenze ambientali sul territorio Percorso Laboratoriale ARPA - Enti Locali (Codice: AMB4002/FE) Arpa Lombardia, Dipartimento

Dettagli

MANUALE UTENTE INTERNET

MANUALE UTENTE INTERNET Indagini sulle imprese industriali e dei servizi (gennaio-maggio) Sondaggio congiunturale sulle imprese industriali e dei servizi (settembre-ottobre) MANUALE UTENTE INTERNET Pag. 1 di 20 I N D I C E 1.

Dettagli

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO

IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO IL SISTEMA DI HELP DESK UNA APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA E SUPPORTO INDICE INTRODUZIONE...3 GLOSSARIO...4 PARTE PRIMA...6 1. GUIDA UTENTE PER L USO DEL SISTEMA DI HELP DESK...6

Dettagli

VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO USIENA ALUMNI. Riunione del 27 settembre 2014

VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO USIENA ALUMNI. Riunione del 27 settembre 2014 VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO USIENA ALUMNI Riunione del 27 settembre 2014 Il giorno 27 settembre 2014, alle ore 9:00, si è riunito, presso l'aula 2 del Presidio San Francesco dell Università di Siena,

Dettagli

Appendici al Conto generale del patrimonio

Appendici al Conto generale del patrimonio Appendici al Conto generale del patrimonio Appendice 1 Beni mobili ATTIVITA' (Mobili) - Consistenze e variazioni di beni mobili divisi per > e > Tabella MINISTERI CATEGORIA

Dettagli

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI

TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI TRASPARENZA E INFORMAZIONE: IL CASO DI COMUNI E REGIONI Analisi della UIL sui siti internet dei Comuni Capoluogo di Provincia e delle Regioni Roma Agosto 2008 UIL- Servizio Politiche Territoriali TRASPARENZA

Dettagli

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato;

3) Contributi integrativi volontari di cui all art.4 del D.P.R. N.1432/1971. a) Operai agricoli a tempo determinato; Versamenti volontari del settore agricolo - Anno 2005 (Inps, Circolare 29 luglio 2005 n. 98) Si illustrano di seguito le modalità di calcolo, per l anno in corso, dei contributi volontari relative alle

Dettagli

8.333 294 Posti di sostegno 6.216 0

8.333 294 Posti di sostegno 6.216 0 trasferimenti - Maggio 2015 / Riepilogo generale Situazione posti scuola secondaria di I grado dopo i trasferimenti per il 2015/2016 (al 28/5/2015) (potrebbe esserci qualche variazione in aumento nel caso

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Cod. ISTAT INT 00012 AREA: Ambiente e Territorio Settore di interesse: Ambiente Attività di soccorso svolte dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco Titolare: Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso

Dettagli

ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it

ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it ABRUZZO Franca Ceci Secondo grado L'Aquila AQ cecifranca@tiscali.it BASILICATA Donato Di Taranto Secondo grado d.ditaranto@tin.it Adele Vitelli Elementari Istituto Comprensivo "Padre Pio da Pietrelcina"

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

La continuità del percorso dell assistito tra cure primarie e cure specialistiche

La continuità del percorso dell assistito tra cure primarie e cure specialistiche La continuità del percorso dell assistito tra cure primarie e cure specialistiche Percorso di approfondimento, confronto e formazione per medici con ruoli organizzativi La continuità assistenziale tra

Dettagli

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14

RAPPORTO MENSILE. Periodo di riferimento Gennaio 14 RAPPORTO MENSILE Periodo di riferimento Gennaio 14 Indice Sezione 1 - Riepilogo mensile Linea Amica... 2 Tab. 1.1 - Numero di contatti gestiti da operatore per canale e destinazione... 2 Graf. 1.2 - Linea

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente

Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Comunità virtuale IRDAT fvg Guida utente Community_IRDATfvg_ManualeUtente_Vers._1.1 1 INDICE 2. La Comunità virtuale IRDAT fvg...3 3. I servizi della Comunità...3 4. La struttura della Comunità...4 5.

Dettagli

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere.

107/2015 e al D.D.G. 767/2015 Diffida ad adempiere. RACCOMANDATA A/R Spett. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA in persona del ministro pro tempore Viale Trastevere 76/A 00153 - ROMA OGGETTO: Domanda di ammissione alle Fasi del piano

Dettagli

Delibera n. 50/2013 Linee guida per l aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016

Delibera n. 50/2013 Linee guida per l aggiornamento del Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Presidente Delibera n. 50/2013 Linee guida per l aggiornamento

Dettagli

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006

DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel 2006 DOSSIER FOTOGRAFIA: imprese e import/export di strumenti ottici e attrezzature fotografiche a Milano, in Lombardia e in Italia nel A cura della Camera di commercio di Milano Imprese attive nel settore

Dettagli

Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma

Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma 803.001 www.lineaamica.gov.it Conferenza stampa sui primi sei mesi di attività di Linea Amica 29 luglio 2009 - Palazzo Vidoni Roma 1 Il Concept del servizio Linea Amica LINEA AMICA è un iniziativa del

Dettagli

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110

Roma, 18/07/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 110 Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Risorse Umane Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 18/07/2013 Circolare

Dettagli

SCUOLANET UTENTE FAMIGLIA

SCUOLANET UTENTE FAMIGLIA 1 Con Scuolanet, le famiglie hanno la possibilità di consultare da casa o da qualsiasi accesso ad Internet i dati più importanti relativi alla vita scolastica dei loro figli. Istruzioni per il primo accesso

Dettagli

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA

07-12-000181 SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI E STATISTICA SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 27 giugno 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000181 12 Alle Imprese di assicurazione autorizzate all esercizio del ramo R.C. auto con sede legale in Italia LORO

Dettagli

PIATTAFORMA COMUNE ED INTEGRAZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI LINEA AMICA FASE 2

PIATTAFORMA COMUNE ED INTEGRAZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI LINEA AMICA FASE 2 PIATTAFORMA COMUNE ED INTEGRAZIONE TRA LE AMMINISTRAZIONI LINEA AMICA FASE 2 Evoluzione del Network di Linea Amica Meno costi per le PA, più efficienza per il cittadino 15 Marzo 2011 OGGI Linea Amica:

Dettagli

Servizio Statini Web 2.0

Servizio Statini Web 2.0 Servizio Statini Web 2.0 Iscrizione al servizio Per accedere al servizio Statini 2.0 bisogna accedere con un Web Browser all indirizzo http://statini.unipi.it/. L accesso al servizio avviene indicando:

Dettagli

Relazione sullo stato di attuazione dell esercizio. dell attività libero - professionale intramuraria. secondo quanto disposto dalla L. n.

Relazione sullo stato di attuazione dell esercizio. dell attività libero - professionale intramuraria. secondo quanto disposto dalla L. n. Osservatorio Nazionale per l attività libero-professionale Relazione sullo stato di attuazione dell esercizio dell attività libero - professionale intramuraria secondo quanto disposto dalla L. n. 120/07

Dettagli

e-samo i tuoi ordini a portata di click www.samo.it

e-samo i tuoi ordini a portata di click www.samo.it i tuoi ordini a portata di click www.samo.it indice Cos è il portale di Samo I servizi Home page Inserimento degli ordini d acquisto Stato degli ordini on line Disponibilità degli articoli on line Monitoraggio

Dettagli

Verbale della riunione del 29/10/2008

Verbale della riunione del 29/10/2008 Tipo Comm Informatica 1 / 10 della riunione del 29/10/2008 Componente Presenza 1. Adami Ing. Paolo NO 2. Alberto Brignoli Ing. Mauro NO (*) 3. Benaglia Ing. Nicola NO 4. D Avanzo Ing. Sergio SI 5. Fidigatti

Dettagli

BLEN.it. La Borsa Lavoro. Lo strumento delle Parti Sociali ANAEPA. Direzione Generale per le Politiche attive e passive DEL Lavoro.

BLEN.it. La Borsa Lavoro. Lo strumento delle Parti Sociali ANAEPA. Direzione Generale per le Politiche attive e passive DEL Lavoro. FEDERAZIONE NAZIONALE LAVORATORI EDILI AFFINI E DEL LEGNO BLEN.it La Borsa Lavoro Edile NazionalE FEDERAZIONE ITALIANA LAVORATORI COSTRUZIONI E AFFINI ANAEPA confartigianato C.L.A.A.I. AGCI ASSOCIAZIONE

Dettagli

Dal 1999 a tuttora in servizio. Revisore dei Conti presso il CIDIS di Milano; incarico in corso

Dal 1999 a tuttora in servizio. Revisore dei Conti presso il CIDIS di Milano; incarico in corso F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Nazionalità Italiana Data di nascita 20.01.1945 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) dal 08.09.2009 e tuttora

Dettagli

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche

1,5% Infrastrutture di base Indice di infrastrutture economiche PRATO Valori medi 21-25 della media 1999-23 e 2-24. (Italia = 1) Umano e le politiche per migliorare il (Siemens-Ambrosetti, 23) Lucca, Siena, PratoArezzo, Livorno Massa Carrara, Pistoia Pisa Grosseto

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010

Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010 803.001 www.lineaamica.gov.it Prima Convention nazionale degli operatori di Front Office ForumPA 18 maggio 2010 1 LINEA AMICA: CONCEPT DEL SERVIZIO Linea Amica, attiva dal 29 gennaio 2009, fornisce ai

Dettagli

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado

Tabelledettaglioscuolasecondaria.xls Secondaria di I grado PIEMONTE ALESSANDRIA A028 EDUCAZIONE ARTISTICA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A032 EDUCAZIONE MUSICALE NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA A033 EDUCAZIONE TECNICA NELLA SCUOLA MEDIA 1 PIEMONTE ALESSANDRIA

Dettagli

INCARICHI INDIVIDUALI 2014 Atto di nomima Tipologia contratto Cognome Nome Cod. Fisc. Costo Ente Dal Al Responsabile 1-14 Collaborazione a progetto

INCARICHI INDIVIDUALI 2014 Atto di nomima Tipologia contratto Cognome Nome Cod. Fisc. Costo Ente Dal Al Responsabile 1-14 Collaborazione a progetto INCARICHI INDIVIDUALI 2014 Atto di nomima Tipologia contratto Cognome Nome Cod. Fisc. Costo Ente Dal Al Responsabile 1-14 Collaborazione a progetto PERRONE FEDERICA PRRFRC85S57C523V 11040 01/01/2014 31/05/2014

Dettagli

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI

Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati LORO SEDI CONSIGLIO NAZIONALE DEI PERITI INDUSTRIALI PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Roma, 28 febbraio 2014 prot. n. 1479 Ai Signori Presidenti Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati

Dettagli

ONDATE DI CALORE ED EFFETTI SULLA SALUTE ESTATE 2014 SINTESI DEI RISULTATI

ONDATE DI CALORE ED EFFETTI SULLA SALUTE ESTATE 2014 SINTESI DEI RISULTATI Piano Operativo Nazionale per la Prevenzione degli effetti del Caldo sulla Salute Ministero della Salute, Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie ONDATE DI CALORE ED EFFETTI

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE

IL DIRETTORE GENERALE ----------- IL DIRETTORE GENERALE Decreto n.5 VISTO il Contratto collettivo nazionale del Comparto scuola, sottoscritto il 26/05/99, ed in particolare l art.34, che ha delineato il profilo di Direttore

Dettagli

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014

affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 affittare casa è sempre più conveniente, prezzi giù -4,7% nel 2014 il prezzo medio ora è di 8,4 euro al metro quadro cali generalizzati nei principali centri: bene padova (1,6), tengono meglio roma (0,1%)

Dettagli

D.C. Posizione assicurativa e Rapporto Enti:

D.C. Posizione assicurativa e Rapporto Enti: D.C. Posizione assicurativa e Rapporto Enti: Potenzialità applicativo PAssWeb Relatore: Francesco Gemelli Direzione Centrale Posizione Assicurativa e Rapporto Enti 1 BANCA DATI di POSIZIONE ASSICURATIVA

Dettagli

II. 1. Le attività dell Ufficio Comunicazione e Stampa per l anno 2014

II. 1. Le attività dell Ufficio Comunicazione e Stampa per l anno 2014 [10] II. 1. Le attività dell Ufficio Comunicazione e Stampa per l anno 2014 L Ufficio Comunicazione, nelle attività di gestione del Piano di Comunicazione integrata dell ente e della Comunicazione pubblica

Dettagli

Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari

Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari Pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari La sperimentazione e lo sviluppo di percorsi di pianificazione e valutazione negli uffici giudiziari che partecipano al Progetto interregionale transnazionale

Dettagli

Gli Sportelli Informativi Territoriali REACH: Best Practice della Rete italiana EEN

Gli Sportelli Informativi Territoriali REACH: Best Practice della Rete italiana EEN Gli Sportelli Informativi Territoriali REACH: Best Practice della Rete italiana EEN Paolo Guazzotti Confindustria Piemonte EEN - Enterprise Europe Network Protocollo d intesa tra il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011

Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 2011 GRAFICI STATISTICI Grafico 1: Distribuzione % premi del lavoro diretto italiano 211 RAMI VITA - Premi lordi contabilizzati per ramo di attività e per tipologia di premio: 73.869 milioni di euro Malattia,

Dettagli

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco

AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco http://www.agimeg.it/?p=2768 AGIMEG Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco Giochi 2012, Milano la provincia dove si è giocato di più. In sole 4 province finisce il 25% delle giocate Sul podio anche

Dettagli

Requisiti e ruolo del mediatore: alcune riflessioni

Requisiti e ruolo del mediatore: alcune riflessioni Requisiti e ruolo del mediatore: alcune riflessioni ottobre 2012 A cura della Commissione Arbitrato e conciliazione Presidente Flavia Silla Segretario Jacopo Donatti Componenti Marcella Caradonna Paolo

Dettagli

Sistema per la gestione del personale: Carta dei servizi. Versione 12 14/01/2014

Sistema per la gestione del personale: Carta dei servizi. Versione 12 14/01/2014 Versione 12 14/01/2014 INDICE 1. Finalità della carta dei servizi... 3 2. Il Sistema per la gestione del personale: le componenti costitutive... 3 2.1 Organizzazione... 3 2.2 Software... 4 2.3 Hardware

Dettagli

Deliberazione del Direttore Generale. n 133 del 29/03/2013

Deliberazione del Direttore Generale. n 133 del 29/03/2013 Proposta del Servizio Affari Generali e Legali N 138 del 26/03/2013 Deliberazione del Direttore Generale n 133 del 29/03/2013 OGGETTO: Aggiornamento Documento Programmatico sulla sicurezza di cui al D.Lgs.

Dettagli

Lunedì 24 Novembre 2014

Lunedì 24 Novembre 2014 DIREZIONE SCIENTIFICA Ministero della Salute Commissione Nazionale Formazione Continua SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sanità Futura Formazione srl 2 4 / 2 5 N o v e m b r e 2 0 1 4 Pa l a z z o d e i c o n g

Dettagli

PAS - ELENCO NULLAOSTA IN ENTRATA VERSO REGIONE TOSCANA

PAS - ELENCO NULLAOSTA IN ENTRATA VERSO REGIONE TOSCANA COGNOME NOME CLASSE INSEGNAMENTO ANTOLA RICCARDO A056 BARBATO FLORIANA A037 BARTOLUCCI IRENE A050 BELLA ARTURO PAOLO A040 BENYAHIA HANIFA C031 BERNARDELLO SILVIA A043 BERTIN AUDREY C031 BERTOLOTTI SERGIO

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza

Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza Il fabbisogno abitativo Rinnovata emergenza 2 Rapporto Famiglia-reddito-casa A cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Novembre 2008 1 INDICE Nota introduttiva pag. 3 Dati demografici pag. 4 Tabella

Dettagli

Progetto per la realizzazione di un sistema di site visit per l assicurazione di qualità dei programmi di screening italiani

Progetto per la realizzazione di un sistema di site visit per l assicurazione di qualità dei programmi di screening italiani Progetto per la realizzazione di un sistema di site visit per l assicurazione di qualità dei programmi di screening italiani Marco Zappa Congresso Nazionale GISMa Palermo 12-13 Maggio 2011 Obiettivo Valutare

Dettagli