Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2014. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit"

Transcript

1 KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2014 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

2 - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 78/2010 e 16/2012: Comunicaz. Operaz. Rilevanti IVA Riferimenti normativi Spesometro Operazioni rilevanti Esclusioni Termini di presentazione Comunicazione delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA Impostazioni e funzioni in breve Installazione del programma Licenza per Spesometro Logica di funzionamento della procedura OPR Accesso allo Spesometro Controllo anagrafiche Gestione codici iva Operazioni rilevanti ai fini IVA: struttura e funzioni Comunicazione in forma ANALITICA Quadro FE Fatture Emesse / Documenti riepilogativi Quadro FR Fatture Ricevute / Documenti Riepilogativi Quadro DF Operazioni senza emissione della fattura (corrispettivi) Quadro NE Note di variazione emesse Quadro NR - Note di variazione ricevute Quadro FN Operazioni attive con non residenti Quadro interno FN c Quadro SE Acquisti da non residenti Quadro TU Operazioni da soggetti non residenti nel Turismo Quadro TA Quadro Riepilogativo Comunicazione in forma AGGREGATA Quadro FA Fatture esposte in forma aggregata Riporto note di variazione in forma aggregata Quadro SA Operazioni senza fattura esposte in forma aggregata Quadro BL Operazioni con soggetti non residenti e fatture aggregate Funzioni e gestione importi Documento riepilogativo Schede carburante Dettagli fatture Gestione importi delle fatture da comunicare e imponibili inferiori ad 1 euro Esclusione/Inclusione anagrafiche e ripristino per singolo cliente/fornitore Altre funzioni e Parametri Controlli e segnalazioni Regime del margine: Comunicazione operazioni rilevanti Comunicazione riferita anche alle operazioni di un altra società incorporata Vendite e Parcellazione: Dettaglio importi Dettaglio elenchi corrispettivi da comunicare Stampa della Comunicazione Stampa Controllo Comunicazione Stampa dati riepilogativi Passaggio dati in OPR e generazione file telematico Controlli per il passaggio dati al programma fiscale OPR

3 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Verifica programmi e percorsi Blocco dei dati Passaggio dati alla procedura dichiarativa OPR Ripresa dalla Procedura Gestionale Spesometro Ripresa dalla Procedura Fiscale OPR Esportazione dati Spesometro su file.dre Esportazione dati OPR su file di Microsoft Excel Visualizza SOLO quadri ministeriali Invio telematico della Comunicazione Operazioni Rilevanti IVA Dati dell intermediario Generazione file telematico con intermediario Procedura interna a OPR Procedura esterna a OPR Creazione file telematico senza intermediario (procedura interna a OPR) Sblocco dichiarante

4 - 4 - Manuale di Aggiornamento 1 D.L. 78/2010 e 16/2012: Comunicaz. Operaz. Rilevanti IVA 1.1 Riferimenti normativi Spesometro 2014 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31/05/2010 ha previsto l obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini iva. Con il D.L. n. 16 del 2/03/2012 è stato stabilito che la comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini iva, per le quali è obbligatoria l emissione della fattura, deve essere inviata per l importo totale delle operazioni attive e passive effettuate. Per le operazioni per le quali non è previsto l obbligo di fattura (corrispettivi), l obbligo di comunicazione sussiste invece solo per le operazioni di importo superiore ai euro, comprensivo di iva. Il modello ha carattere polivalente, poiché deve essere utilizzato per: - Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga alla normativa dell antiriciclaggio - Comunicazione degli acquisti da fornitori di San Marino - Comunicazione operazioni effettuate con Clienti/Fornitori in Black List. Lo spesometro 2014 presenta inoltre la novità di essere un modello dichiarativo vero e proprio e non solo un tracciato telematico. I quadri di riferimento sono: Frontespizio FA - fatture emesse e ricevute in modo aggregato SA - operazioni senza fattura (corrispettivi) aggregate BL - fatture vendita, acquisto non residenti FE - fatture emesse documenti riepilogativi FR - fatture ricevute documenti riepilogativi NE - note di variazione emesse NR - note di variazione ricevute DF - operazioni senza fattura (corrispettivi) FN - operazioni con non residenti SE - acquisti di servizi da non residenti TU operazioni legate al turismo TA - riepilogo Le novità maggiori dello Spesometro 2014 rispetto alla versione precedente riguardano: - il limite per la comunicazione resta di euro lordi solo per i corrispettivi - suddivisione delle operazioni in quadri, descritti di seguito - presenza di quadri aggregativi (FA, SA, BL) - nuovo quadro riepilogativo dei quadri precedenti (TA) - la soppressione della gestione dei contratti, del Tipo Pagamento e dell Operazione - nuove informazioni sulle fatture come Iva non esposta in fattura, autofattura, opzioni in reverse charge, documento riepilogativo - eliminazione abbinamento fattura con relative note di variazione (da indicare in un apposito quadro) È possibile inoltre inviare le fatture in modo aggregato oppure dettagliato. Nella comunicazione relativa alle operazioni rilevanti ai fini Iva non saranno incluse le operazioni con San Marino e con soggetti in Black List, poichè seguono scadenze specifiche: - Comunicazione operazioni con San Marino: invio mensile - Comunicazioni operazioni Black List: invio mensile o trimestrale.

5 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Operazioni rilevanti Devono essere comunicate le operazioni per le quali coesistono i requisiti soggettivo, oggettivo e territoriale, quindi: operazioni imponibili; operazioni non imponibili, se si tratta di cessioni all esportazione (articolo 8 del decreto, con esclusione delle operazioni di cui al comma 1, lettere a) e b)), operazioni assimilate (articoli 8-bis, 8-quater, 71 e 72 del decreto), servizi internazionali (articolo 9 del decreto); Inoltre devono essere incluse nella Comunicazione: operazioni soggette al regime del reverse charge operazioni rientranti nel regime del margine (dovrà essere comunicatala sola base imponibile cui è riferibile l imposta, restando non rilevante la quota dell importo non soggetta ad IVA.) autoconsumo Esclusioni Non sono oggetto di Comunicazione invece le seguenti operazioni: spese anticipate in nome e per conto del cliente operazioni fuori campo iva importazioni esportazioni di cui all'art. 8, comma 1, lettere a) e b) del D.P.R. n. 633/1972 (in quanto soggette all obbligo di emissione della bolletta doganale, e quindi già conosciute dall Amministrazione finanziaria). L'obbligo di comunicazione sussiste, invece, come già evidenziato, per le operazioni poste in essere tra operatori nazionali, anche tramite commissionari, nell'ambito delle c.d. "esportazioni indirette" di cui alla successiva lettera c) dell'articolo 8 (ossia per le operazioni effettuate nei confronti degli esportatori abituali), e delle c.d. "triangolazioni comunitarie", di cui all'art. 58 del DL n. 331 del 1993, trattandosi, nella sostanza, di operazioni interne assimilate, ai soli fini del trattamento non imponibile IVA, alle esportazioni; operazioni effettuate e ricevute in ambito comunitario che sono già acquisite nei modelli Intrastat; operazioni effettuate con clienti/fornitori in Black List operazioni effettuate nei confronti di soggetti residenti nella Repubblica di San Marino (poiché comunicate separatamente nel quadro SE della Comunicazione) operazioni effettuate nei confronti di contribuenti non soggetti passivi iva di importo non inferiore ai euro verso privati, pagate con carta di credito, di debito o prepagate operazioni finanziarie effettuate tra compagnie di assicurazione, ad esclusione di quelli relativi alla responsabilità civile ed alla assistenza e garanzie accessorie; contratti di somministrazione di energia elettrica, di servizi di telefonia, fissa, mobile e satellitare, di servizi idrici e del gas, le compravendite di immobili, in quanto già conosciute dall AF con la registrazione degli atti di vendita; i passaggi interni di beni tra rami d'azienda, documentati con fattura 2. 1 Circolare Agenzia Entrate n. 24 del 30/05/ Si veda nota 1.

6 - 6 - Manuale di Aggiornamento Sono inoltre esonerati dalla comunicazione - i giovani imprenditori (art. 27 co. 1 e 2, D.L. n. 98/2011) - Stato, Regioni, Province, Comuni e altri organismi di diritto pubblico Termini di presentazione L invio della comunicazione relativa alle operazioni del 2013 e anni successivi è stabilito per il - 10 aprile dell anno successivo a quello di riferimento, se mensile - 20 aprile dell anno successivo a quello di riferimento, se trimestrale. Con il nuovo modello sono stati abrogati i modelli per l invio delle fatture con paesi in black list, che dovranno essere comunicati con lo stesso modello dello Spesometro, mensilmente o trimestralmente.

7 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Comunicazione delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA 2.1 Impostazioni e funzioni in breve Si riportano di seguito i passaggi da effettuare per un corretto utilizzo della procedura, al fine della compilazione e dell invio della Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA per il 2013 (Spesometro 2014), rimandando ai successivi capitoli l esposizione dettagliata delle funzioni: 1- Scaricare ed installare il setup, utilizzando questo LINK (riportato anche nella comunicazione inviata); 2- Verificare la correttezza e completezza delle anagrafiche nel programma contabile, in particolare: - Per le persone fisiche NON RESIDENTI in Italia, inserire in Anagrafica Cliente/Fornitore il carattere _ tra Cognome e Nome come nell esempio in figura - Per i soggetti esteri EXTRA-CEE, definire il Codice Stato Estero nella relativa Nazione - Per i soggetti esteri CEE, definire il Codice Stato Estero nella relativa Nazione

8 - 8 - Manuale di Aggiornamento - Per i soggetti italiani, ad esclusione dei documenti riepilogativi, compilare anche i campi Codice Fiscale e, se presente, Partita Iva - Scheda Carburante: attivare il flag Doc. Riep. in Spesometro, in presenza di versioni del programma contabile INFERIORI alla E Dalla versione E della procedura contabile infatti, è possibile impostare il fornitore fittizio utilizzato nelle registrazioni delle spese per carburante come Riepilogativo, attivando il relativo flag nell anagrafica nel gestionale. Nella procedura, viene comunque effettuato un controllo, attraverso il pulsante OPR2014 Controllo anagrafiche movimentate. 3- Verificare che: - la versione del programma contabile sia 5.20 o superiore - la licenza del programma contabile sia in 5.4 e con modulo OPR2014 (se acquistato); 4- Escludere i codici iva che non devono essere comunicati, tramite la funzione Gestione codici iva; 5- Verificare i dati estratti dalla procedura contabile. Per la compilazione del quadro DF (corrispettivi verso italiani) ed FNc (quadro di supporto per corrispettivi verso soggetti esteri), accedere alla funzione dello Spesometro Inserimento corrispettivi.

9 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Installazione del programma Una volta provveduto a scaricare ed eseguire il file. Si avvierà automaticamente l installazione della procedura. Se visualizzato il messaggio seguente, premere Esegui Viene per prima cosa segnalata all utente l eventuale presenza di versioni precedenti del programma. Viene quindi proposto il percorso di destinazione, impostato di default sulla cartella d installazione del gestionale: premere Avanti Nota Bene: tale la maschera non verrà visualizzata in presenza di versioni precedenti installate.

10 Manuale di Aggiornamento Al termine viene visualizzata la seguente maschera: premere quindi Fine Installato il setup della procedura, sul desktop viene visualizzata l icona d accesso al programma: Cliccando sull icona si accede alla Comunicazione Operazione Rilevanti ai fini IVA per l anno Nota Bene La procedura è esterna al programma gestionale e quindi indipendente dalla versione dello stesso. Ad ogni modo, per una corretta gestione dei dati, è richiesta almeno la versione del programma contabile. Nel caso si utilizzi il programma in modalità Multiutente (con installazione Server/Client) la seguente procedura di installazione dovrà essere ripetuta su ogni postazione client che utilizza lo Spesometro. Per completare con successo l installazione del programma è necessario che l utente che esegue il setup disponga di privilegi amministrativi sulla postazione di lavoro. Avviando la procedura Spesometro, sarà eseguito contestualmente un aggiornamento dell archivio del gestionale in elaborazione ai fini della Comunicazione operazioni rilevanti IVA. Per l utente che utilizza una versione del gestionale antecedente alla versione 5.0.1H3 abilitazione Black List - non verrà gestita l esclusione automatica delle fatture in Black List, pertanto tali documenti dovranno essere esclusi manualmente. Per l elaborazione dei dati, visto l elevato numero di documenti da verificare, sarebbe opportuno che la gestione sia eseguita da un solo utente per società.

11 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 11 Nota Tecnica Il programma di set-up installa nella cartella client o mono il file per la gestione dello Spesometro e i relativi report per la stampa nel percorso standard d installazione dei report. In dettaglio i componenti sono: KngDataOper.exe RptSpes.rpt RptSpesNew.rpt RptSpesRiepilogo.rpt RptSpesRiepilogoNew.rpt RptSpesSA.rpt RptSpesBL.rpt RptSpesFA.rpt RptSpesTutti.rpt (presente nella cartella d installazione del programma) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report) (presente nella cartella standard dei report)

12 Manuale di Aggiornamento Licenza per Spesometro 2014 Per visualizzare e gestire le fatture per la Comunicazione relativa all anno 2013 è necessaria la licenza nella versione 5.4. Nota Bene La procedura è utilizzabile solo in possesso di licenza del gestionale nella versione 5.4. Il Passaggio dati nella procedura dichiarativa e l esportazione in un file Excel sono possibili solo se presente il modulo OPR2014 in licenza. Con la licenza 5.4 senza il modulo OPR2014 sarà possibile soltanto gestire e stampare i dati, ma non generare il file telematico o il file Excel. Pertanto nel caso in sia presente una licenza non conforme a quella richiesta, al primo ingresso nel programma verrà presentato il messaggio: Rispondendo Sì viene aperta la maschera dell Esplora Risorse per definire il percorso della licenza nel formato corretto: Nota Bene: A tal proposito si consiglia di creare una cartella apposita in cui salvare il file.

13 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 13 Pertanto se viene utilizzata una versione del gestionale con una licenza inferiore alla versione 5.4 non è necessario aggiornare il programma, ma solo salvare il file di licenza in un percorso DIVERSO da quello standard della procedura contabile. Cliccando sul file e quindi sul tasto Apri, se la licenza è corretta, si accede allo Spesometro. Nella barra principale sono indicati gli elementi principali della licenza: Dopo la dicitura Spesometro è indicato l anno di elaborazione delle fatture da comunicare; con Vers. viene indicata la versione del programma (5.30.5). La dicitura (Lic.Tax) indica che nella licenza è presente il modulo OPR2014, necessario per il passaggio dati al programma fiscale OPR e per l esportazione del file Excel ai fini della gestione dei contratti esterna. Se si accede allo Spesometro con data di elaborazione diversa dal 2013, ad esempio 2012 o 2014, viene informato l utente che la funzione verrà aperta in modalità - di sola consultazione, se ci posizioniamo nel 2014, anziché nel 2013, - di gestione delle sole comunicazioni sostitutive, se ci posizioniamo nel 2012, anziché 2013 Per la gestione delle fatture nell anno di elaborazione 2014 sarà necessario installare la versione del prossimo anno.

14 Manuale di Aggiornamento 2.3 Logica di funzionamento della procedura OPR La procedura di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini iva è strutturata in quadri come previsto dalle recenti modifiche normative. L utente ha la facoltà di inviare le singole fatture oppure di raggruppare i dati per partita iva o codice fiscale. Nel programma Spesometro pertanto: 1 - saranno riprese in automatico tutte le fatture registrate e, in base ai codici iva e alle casistiche fiscali, saranno definite in automatico Da Comunicare oppure Escluse dalla comunicazione; 2 - tramite la gestione dei codici Iva l utente ha la possibilità di escludere le operazioni non ammesse in Comunicazione; 3 - la gestione a quadri, come prevista dalla normativa permette di visualizzare tutti i documenti organizzati secondo la tipologia, fattura di vendita, di acquisto, note credito, operazioni verso non residenti, acquisiti da non residenti, ecc.; 4 - sarà possibile generare il file telematico dopo aver passato i dati nel programma dichiarativo teletaxopr; 5 - sarà possibile generare un file Excel (solo se il programma Excel è installato) ai fini di un controllo oppure per inviare i dati al proprio consulente. L utente dovrà quindi procedere nel seguente ordine: 1- Verificare i codici iva per selezionare quelli da non includere nella Comunicazione 2- Entrare nella procedura OPR e verificare i nominativi e i documenti da comunicare.(in colore bordeaux sono evidenziate le fatture escluse) 3- Lanciare la funzione OPR2014 Controllo dati per invio. In questo modo sono evidenziati tutti i dati non corretti per l invio, comprese eventuali partite iva e codici fiscali non corretti formalmente e sostanzialmente per l Agenzia delle Entrate.

15 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Accesso allo Spesometro Al lancio della funzione cliccando sull icona viene aperta la maschera di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA Dal menù Utilità è possibile cambiare società di elaborazione, scegliere un utente diverso, controllare le anagrafiche (tutte o solo quelle movimentate) o uscire dalla procedura:

16 Manuale di Aggiornamento Selezionata la società per la quale estrarre i dati, dal menù Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA, per accedere alla funzione: - Operazioni rilevanti ai fini IVA, per definire quali documenti inviare alla Comunicazione e quali invece escludere. Dal menù Gestione codici iva si apre la lista codici iva presenti nel gestionale, dalla quale si possono definire quelli da escludere dalla comunicazione: Dal menù Inserimento Corrispettivi si apre la maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi nella quale vengono riportati e possono essere inseriti i corrispettivi da inserire nella Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva Dal menù Stampe si accede alle funzioni di

17 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Stampa Comunicazione: Esempio di stampa della Comunicazione - Stampa dati riepilogativi Si rimanda ai prossimi capitoli per la descrizione dettagliata delle funzioni.

18 Manuale di Aggiornamento Controllo anagrafiche Per verificare la completezza e l esattezza delle anagrafiche da comunicare all Agenzia delle Entrate. Si accede alla funzione dal menù Utilità Controllo anagrafiche: Controlla tutte le anagrafiche: per verificare tutte le anagrafiche della società selezionata Controlla solo le anagrafiche movimentate: per eseguire il controllo solo sui nominativi movimentati. Se viene visualizzato il messaggio seguente, in particolare sui clienti/fornitori movimentati, non sarà necessario effettuare alcuna correzione. Se invece viene visualizzato il messaggio sarà necessario visualizzare il file di log (come nell esempio in figura) per individuare su quali anagrafiche intervenire Eseguendo la funzione Controlla solo le anagrafiche movimentate, sarà effettuato anche un controllo sulla correttezza formale e sostanziale dei codici fiscali e delle partite iva per le anagrafiche movimentate.

19 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Gestione codici iva La normativa prevede l esclusione di alcuni tipi di operazioni; pertanto è possibile definire quali codici iva non devono essere considerati nella Comunicazione. Si accede alla funzione dal menù Gestione codici iva La procedura esclude automaticamente i codici iva collegati a voci di collegamento relative a operazioni escluse dalla Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA (come ad esempio, i codici fuori campo iva). Possono essere esclusi i codici iva dalle relative colonne: - Escludi da vendite: per escludere codici iva relativi alle vendite - Escludi da acquisti: per escludere codici iva relativi agli acquisti - Iva Non Esposta: per indicare le fatture con iva non esposta (ad esempio beni usati, agenzie viaggio). Nota Bene L esclusione automatica dei codici iva avviene soltanto se sono stati precedentemente collegati alla Dichiarazione Iva Annuale, dalla relativa funzione del programma gestionale. Qualora non siano stati impostati i collegamenti, è possibile effettuare manualmente l esclusione da questa maschera. Se l utente ha già utilizzato lo Spesometro per il 2011, l esclusione dei codici iva è già stata operata in fase d installazione. Con la nuova versione tutte le esclusioni impostate verranno mantenute.

20 Manuale di Aggiornamento I codici esclusi automaticamente dalla procedura sono sintetizzati nell elenco seguente: - per le operazioni attive Voce di collegamento Iva Descrizione 121 Cessione INTRA di beni art 41 (E30.3) 122 Prestaz. di servizi CEE art.7-ter (E39) 123 Op.non imp. art.8 c.1 let a e b (E30.2) 155 Op.non sogg. art.7 (VF 34 col.5) 162 Cessione di fabb. strument. (E34.5) 18 Operaz.fuori campo IVA - per le operazioni passive, invece, non è prevista alcuna esclusione automatica. I seguenti codici non sono stati esclusi di default, in quanto possono prevedere casistiche IVA differenti, da valutare caso per caso dall utente in funzione dei codici iva creati: - per le operazioni attive Voce di collegamento Iva Descrizione 156 Op. non sogg. Art.74c.1 (VF 34 Col.6) 17 Op. non sogg. imp. (terremotati) (E35) - per le operazioni passive Voce di collegamento Iva Descrizione 12 Altri acq./import. non imp. (F13) 13 Acq. (art.10)/ Altre imp. non sogg. imp. (F14)

21 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Operazioni rilevanti ai fini IVA: struttura e funzioni La griglia riporta le fatture e i corrispettivi che dovranno essere comunicati e quindi trasferiti nella procedura dichiarativa: Selezionare quindi il tipo di quadro da visualizzare, scegliendo tra le opzioni previste dalla normativa. I quadri previsti sono: FE Fatture emesse FR Fatture ricevute NE Note di variazione emesse NR Note di variazione ricevute DF Operazioni senza emissione di fattura (verso soggetti residenti in Italia) FN Operazioni con soggetti non residenti FN c Corrispettivi soggetti non residenti (quadro ad uso interno) SE Acquisti di servizi da non residenti TU Operazioni legate al turismo

22 Manuale di Aggiornamento Se venisse scelto l invio della comunicazione con le operazioni esposte in forma aggregata, nella procedura verranno visualizzati i quadri aggregati: FA Operazioni con fattura esposte in forma aggregata SA Operazioni senza fattura esposte in forma aggregata BL Operazioni con soggetti non residenti TU Operazioni legate al turismo Il quadro riepilogativo TA, previsto dalla normativa, viene elaborato dalla procedura attraverso una stampa, come descritto nel relativo paragrafo. I quadri non compilati sono evidenziati in grigio, mentre quello selezionato è evidenziato in verde Nella sezione Riepilogo quadro sono esposti gli elementi da comunicare Sono inoltre presenti i campi Imponibile e Imposta: vengono riportati i totali di imponibile e imposta di tutte le operazioni da comunicare. ed il pulsante Forza ricalcolo quadro, per effettuare un ricalcolo dei valori del singolo quadro, nel caso siano state effettuate diverse variazioni/esclusioni manuali e i totali del quadro non siano aggiornati automaticamente; è una funzione di supporto nel caso in cui si operano molte modifiche e il totale quadro potrebbe non combaciare con i valori delle operazioni. Nella sezione Opzioni di selezione fatture Da/A data: vengono riportate le date relative al periodo dei documenti da comunicare

23 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 23 Clienti/ Fornitori: per selezionare nominativi specifici da visualizzare, dalla multilista abbinata al campo: L etichetta cambia nome in relazione al quadro in cui si è posizionati: Stato fattura: per estrarre le fatture/note in base allo stato di elaborazione, scegliendo tra: Tutte: tutte le fatture presenti in spesometro Da comunicare: solo quelle che dovranno essere inserite nella Comunicazione relativa al periodo in elaborazione; Esclusa: solo quelle che non devono essere comunicate OPR compilato: solo quelle per le quali è già avvenuto il passaggio dei dati nella procedura dichiarativa OPR; OPR inviato telematicamente: solo quelle per le quali è già stata inviata telematicamente la Comunicazione OPR; Sospesa: solo quelle per le quali non è stato definito se da inserire o meno nella Comunicazione. Lo stato fattura qui indicato, viene visualizzato anche in Prima Nota IVA, sulla testata del movimento contabile: Passando sopra con il mouse vengono fornite indicazioni sui Dati del movimento e quelli Da portare in OPR (Imponibile e Imposta)

24 Manuale di Aggiornamento Lo Stato qui impostato verrà riportato in automatico nella griglia delle Operazioni Rilevanti ai fini IVA nello Spesometro. Lo Stato non può essere modificato, ma l utente può eventualmente escludere dei dettagli del documento dalla Comunicazione, attraverso l apposito flag nella colonna Escl. da OPR Visualizza anagrafiche escluse: per visualizzare in griglia anche i clienti/fornitori per i quali non si deve inviare la Comunicazione, perchè in Black List o intracomunitari; questi vengono segnalati con il simbolo nei campi Codice, Totale imponib. e Totale imposta Visualizzazione del flag nella forma analitica Visualizzazione del flag nella forma aggregata

25 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 25 Impostati gli eventuali filtri, le operazioni vengono suddivise nei diversi quadri previsti dalla normativa, ai quali è possibile accedere dalla testata della maschera Ciascun quadro è suddiviso in due sezioni: nella colonna di sinistra vengono riportati i riepiloghi con i dati delle Anagrafiche Clienti/ Fornitori: Puntando il cursore sui nominativi viene visualizzato il riepilogo della Fatture da comunicare, escluse e sospese: Il cliente/fornitore selezionato viene evidenziato in azzurro in modo da distinguerlo facilmente. Per ciascun nominativo vengono visualizzate le seguenti informazioni: S: flag di supporto, di libera attivazione, per segnalare i clienti/fornitori per i quali è già stato effettuato il controllo; Codice: codice del cliente/ fornitore estratto Rag. Soc.: denominazione del cliente/ fornitore estratto Totale imponib. Totale imposta P. IVA: partita iva del cliente/ fornitore estratto C.F.: codice fiscale del cliente/ fornitore estratto Totale fatture: totale delle fatture estratte per ciascun cliente/ fornitore visualizzato Fatture da comunicare: numero di fatture da includere nella Comunicazione Fatture escluse: numero di fatture da non riportare nella Comunicazione Fatture Sospese: numero di fatture per le quali non è stato ancora definito se inviarle o meno. Selezionando un cliente/fornitore, saranno visualizzate nella sezione di destra i documenti ad esso relativi:

26 Manuale di Aggiornamento In particolare, per ogni documento estratto, con alcune differenze in base al quadro selezionato, vengono visualizzati i seguenti dati: S: se attivo, il documento selezionato verrà incluso nella comunicazione; altrimenti verrà escluso; Stato: tutte le fatture saranno in automatico indicate come Da comunicare. L utente ha comunque facoltà di variare lo stato, abilitando il flag S per definire i documenti estratti Da comunicare, oppure disabilitando lo stesso per segnalarne invece l esclusione. In tal caso, la riga viene visualizzata con il colore del nuovo stato segnalato con il simbolo e la dicitura Documento modificato manualmente per segnalare la presenza di una variazione manuale, in modo da rintracciarla più facilmente: Dallo stato Da comunicare a Esclusa Per sospendere una fattura/nota, in attesa di chiarimenti per il suo inserimento o meno in Comunicazione, cliccare il tasto F3 in corrispondenza della colonna Stato nella riga corrispondente, che si evidenzierà in arancione Quando si potrà definire lo stato (Da comunicare o Esclusa), premere di nuovo F3 per riattivare il campo e scegliere lo stato corretto. Data Reg.: data della registrazione contabile Num. Mov.: progressivo di registrazione del documento contabilizzato Fat. Nc.: tipologia di documento visualizzato: Fat. per le fatture e Nc. per le note di variazione; Data Doc: data del documento di vendita/acquisto contabilizzato Num. Doc.: numero del documento di vendita/acquisto contabilizzato Imponibile OPR: importo totale da comunicare. L utente può modificarne i valori, operando sui dettagli del documento selezionato, come descritto nel paragrafo Dettagli fatture; IVA OPR: imposta da comunicare. L utente può modificarne i valori, operando sui dettagli del documento selezionato; in fondo alla maschera di dettaglio viene riepilogato l importo da comunicare relativo al documento sopra selezionato, come per l imponibile; Nota Bene: l Imponibile e/o l IVA OPR devono essere valorizzati; non è ammessa la presenza di importi nulli in entrambe i campi.

27 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 27 IVA non esposta: per indicare le fatture emesse/ricevute con regimi speciali (beni usati, agenzie viaggio, ecc). Il flag viene attivato automaticamente nel caso in cui sia stato impostato già il relativo flag nella maschera di definizione del codice iva 3 AutoFatt.: il flag sarà attivato automaticamente per i movimenti contabili registrati per il quadro FE, con causale contabile con reverse charge di tipo 8 - Acq. art.17 Autofattura con fornitori extra-cee; per il quadro FR, con causale contabile con reverse charge di tipo 8 - Acq. art.17 Autofattura con fornitori italiani; per le autofatture da inserire nel quadro FR, per casi particolari non gestiti dal programma, il flag può essere abilitato manualmente. In particolare: La casella Autofattura deve essere selezionata in caso di: - autofatture emesse per operazioni rientranti nella fattispecie disciplinata dagli articoli 7-bis e 7-ter del DPR n. 633 del 1972 in mancanza degli elementi identificativi del fornitore non residente; - acquisto da un imprenditore agricolo esonerato ai sensi dell articolo 34, comma 6, del dpr n. 633 del 1972, dall emissione della fattura; - acquisto per il quale il cessionario o committente obbligato alla comunicazione, non avendo ricevuto la fattura da parte del fornitore o avendola ricevuta per un importo inferiore a quello reale, regolarizza con l emissione di autofattura o di fattura integrativa e con il versamento della relativa imposta ai sensi dell articolo 6, comma 8 del decreto legislativo n. 471 del 1997 e dell articolo 46, comma 5 del DL n. 331 del Le autofatture vengono esposte in Comunicazione con codice e descrizione del fornitore straniero ai fini di una maggiore comprensione dei dati, ma verranno poi trasferiti al dichiarativo OPR con partita iva e codice fiscale della società che registra il documento. Doc. Riep.: per identificare le registrazioni effettuate nei confronti di un cliente/fornitore fittizio, al fine di includere più fatture in un unico Documento riepilogativo; Op. Rev. Charge: il flag sarà compilato per i movimenti registrati con causale contabile con reverse charge di tipo Turismo: per identificare le fatture che devono essere riportate anche nel quadro TU Operazioni legate al turismo. Nei campi Totale colonne della parte superiore della maschera, sono riportati i totali dei documenti visualizzati in griglia: 3 Il flag è visibile con versione E o superiori del programma gestionale. 4 Dalle istruzioni al modello ministeriale della Comunicazione Polivalente 2013.

28 Manuale di Aggiornamento In fondo alla maschera di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA sono presenti i pulsanti Conferma Esci e i seguenti: Altre funzioni : descritto nel paragrafo Altre funzioni e Parametri; Stampa : per visualizzare l anteprima di stampa, in base ai filtri impostati nella relativa maschera (si veda il paragrafo Stampa della Comunicazione); Blocco OPR : per abilitare la comunicazione in elaborazione al passaggio dei dati nel dichiarativo; nella parte superiore della maschera viene evidenziato il dichiarante BLOCCATO e il tasto cambia denominazione in Sblocco OPR ; OPR anno : per effettuare il passaggio dati nella procedura dichiarativa con l indicazione dell anno di elaborazione (ad esempio, se stiamo estrapolando i dati relativi al 2013, il tasto sarà denominato OPR2014 ). Premendo il tasto è possibile accedere alle seguenti funzioni: - Controllo dati per invio a procedura OPR, per effettuare un controllo sulle operazioni da comunicare, al fine di correggere eventuali imprecisioni che scarterebbero il file telematico (si veda il paragrafo Controlli per il passaggio dati al programma fiscale OPR2014); - Controllo anagrafiche movimentate, per verificare la correttezza di tutte le anagrafiche movimentate nel programma gestionale, comprese quelle escluse dalla comunicazione; - Apri procedura OPR, per visualizzare la comunicazione esportata in precedenza nel programma dichiarativo; - Passaggio dati a procedura OPR, per effettuare il Passaggio dati alla procedura dichiarativa OPR; - Esporta dati OPR su file, per effettuare l Esportazione dati Spesometro su file.dre; - Aggiorna stato da procedura OPR, per aggiornare lo stato delle operazioni dopo il passaggio dati nella procedura fiscale ( Da Comunicare in OPR compilato ) e la creazione del file telematico (da OPR compilato a OPR inviato ). Excel : per effettuare l Esportazione dati OPR su file di Microsoft Excel; Ricerca : per velocizzare la ricerca nella griglia, impostando i filtri nella maschera visualizzata,

29 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 29 Scelta la Colonna e il parametro di Ricerca, si può scegliere se questo si debba riferire a: - Campo intero - Inizio del campo - Parte del campo (abilitato di default). La ricerca viene effettuata sui campi della sezione nella quale è posizionato il puntatore del mouse. La lista dei dati estratti può essere visionata premendo F8 per continuare con la medesima ricerca. Pertanto, se si è posizionati sulla griglia di sinistra (clienti/fornitori) viene effettuata la ricerca sui campi relativi: Se invece si è posizionati nella griglia di destra, la ricerca può essere impostata sui campi relativi a questa sezione (lista documenti): Per migliorare la visibilità della maschera, cliccare sui pulsanti e posti nella sezione sinistra della griglia.

30 Manuale di Aggiornamento Cliccando sul tasto verrà estesa la sezione delle anagrafiche dei clienti/fornitori Cliccando sul tasto verrà estesa invece la parte dei documenti

31 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Comunicazione in forma ANALITICA Quadro FE Fatture Emesse / Documenti riepilogativi Nel quadro FE devono essere riportatele fatture attive e i documenti riepilogativi di vendita: È obbligatorio indicare la data di registrazione (se presente) o la data del documento. Nella procedura, così come nel modello, sono presenti i campi: IVA non esposta: per le fatture attive con Iva non esposta nell ambito di regimi speciali (ad esempio, cessioni di beni usati, vendite di agenzie di viaggio, ecc); il campo è evidenziato in giallo per le operazioni con importo IVA OPR pari a zero; l utente ha la facoltà di modificare l impostazione; Auto Fatt: per indicare le autofatture art. 17, comma 2 del D.P.R. 633/1972; nel quadro vengono ripresi i documenti registrati nel gestionale con causale abilitata al tipo reverse charge e fornitore extra-cee. In griglia sono esposti i dati anagrafici del fornitore estero, mentre i campi P.IVA e C.F. sono evidenziati in azzurro, per indicare che nel file telematico saranno riportati la patita iva o il codice fiscale della società che presenta lo spesometro Posizionandosi col mouse sui campi azzurri descritti, viene ricordato all utente che nel dichiarativo verranno trasmessi C.F./P. IVA della società che presenta la comunicazione, attraverso un messaggio come il seguente:

32 Manuale di Aggiornamento Esempio Supponiamo di aver registrato la seguente autofattura: dove la causale contabile AU17 è definita con tipo reverse Nella procedura dello Spesometro, i dati verranno esposti nel quadro FE nel modo seguente: Doc. Riep.: per segnalare le registrazioni riepilogative; i campi del C.F. e P. IVA vengono evidenziati in grigio, poiché non devono essere riportati nel file telematico

33 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Quadro FR Fatture Ricevute / Documenti Riepilogativi Nel quadro FR devono essere riportatele fatture passive e i documenti riepilogativi di acquisto: È obbligatorio indicare la data di registrazione (se presente) o la data del documento. Nella procedura, così come nel modello, sono presenti anche i seguenti campi: IVA non esposta: per le fatture attive con Iva non esposta nell ambito di regimi speciali (ad esempio, cessioni di beni usati, vendite di agenzie di viaggio e turismo); il campo è evidenziato in giallo per le operazioni con importo IVA OPR pari a zero; l utente ha la facoltà di modificare l impostazione; Auto Fatt: per indicare le autofatture verso soggetti residenti (art. 17 comma 2 del D.P.R. 633/1972); nel quadro vengono ripresi i documenti registrati nel gestionale con causale abilitata al tipo reverse charge di tipo e fornitore italiano. Doc. Riep.: per segnalare le registrazioni riepilogative; i campi del C.F. e P. IVA vengono evidenziati in grigio, poiché non devono essere riportati nel file telematico Op. Rev. Charge: per evidenziare le registrazioni in reverse charge, ovvero quelle con causali contabili con reverse di tipo

34 Manuale di Aggiornamento Quadro DF Operazioni senza emissione della fattura (corrispettivi) Il quadro DF raccoglie tutte le operazioni di importo superiore ai euro (al lordo dell iva) senza emissione di fattura (corrispettivi), effettuate nei confronti dei soggetti privati. Nella procedura, la sezione è analoga a quella della precedente versione I corrispettivi devono essere indicati dall utente, utilizzando anche la funzione di Dettaglio elenchi corrispettivi da comunicare Quadro NE Note di variazione emesse Nel quadro NE vengono elencate le note di credito emesse. Gli importi vengono esposti con segno negativo, come richiesto da recenti interpretazioni della normativa Quadro NR - Note di variazione ricevute Nel quadro NR vengono elencate le note di credito ricevute Gli importi vengono esposti con segno negativo, come richiesto da recenti interpretazioni della normativa.

35 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Quadro FN Operazioni attive con non residenti Nel quadro FN vengono riportate le operazioni attive verso soggetti non residenti. Nella procedura vengono riprese le operazioni relative alle anagrafiche extra-europee e, così come nel modello, è presente anche il campo: Turismo: (flag) se attivo, per operazioni effettuate nell ambito del turismo per trasferimenti di denaro superiori ai euro, l operazione viene riportata anche nel quadro TU, ad esse dedicato. Nota Bene: nel quadro FN non sono riportate le note di variazione nei confronti di soggetti non residenti, poichè l Agenzia delle Entrate non richiede queste informazioni nella comunicazione polivalente. Nel caso in cui ci saranno delle modifiche previste dalla norma, si procederà con un aggiornamento del programma. Il programma riporta le operazioni registrate nei confronti di soggetti stranieri, distinguendoli dalle altre anagrafiche italiane per la presenza del Codice Stato Estero nella definizione della Nazione impostata: Quadro interno FN c Al fine di agevolare la compilazione della Comunicazione, per le operazioni nei confronti di soggetti non residenti, è stato predisposto il quadro di lavoro interno FN c, per l indicazione dei corrispettivi nei confronti di questi soggetti. Il quadro non fa parte della Comunicazione, ma viene inglobato in essa con i dati del quadro ufficiale FN e serve solo per evidenziare le operazioni senza fattura nei confronti di soggetti non residenti.

36 Manuale di Aggiornamento Quadro SE Acquisti da non residenti Nel quadro SE vengono riepilogate le operazioni di acquisto di servizi e beni da soggetti non residenti. Contrariamente a quanto previsto per la compilazione dello Spesometro 2013 (operazioni 2012), da un interpretazione di recenti quesiti all Agenzia delle Entrate, vengono riepilogate in questo quadro anche le operazioni relative all acquisto di beni da soggetti non residenti, effettuati nel territorio dello Stato. Nella procedura vengono riportati tutti gli acquisti verso fornitori esteri, In particolare, vengono riportati in comunicazione i movimenti registrati nel programma contabile con - causali abilitate al solo tipo di reverse Esempio Con causale abilitata al reverse di tipo

37 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA causali relative ad acquisti non in reverse charge, che movimentano fornitori stranieri extra cee e che movimentano un conto di tipo Servizi, opzione presente nel piano dei conti Esempio

38 Manuale di Aggiornamento Quadro TU Operazioni da soggetti non residenti nel Turismo Nel quadro TU vengono elencate le operazioni attive per gli operatori del turismo effettuate da soggetti non residenti e che prevedono un trasferimento in contanti per importi superiori a euro e inferiori a euro. Dalle istruzioni si evince che: 1.2) Deroga alla limitazione dell uso del contante in operazioni legate al turismo L art. 3, primo comma, del decreto legge 2 marzo 2012 n. 16 ha disposto che: Per l acquisto di beni e di prestazioni di servizi legate al turismo effettuati presso soggetti di cui agli articoli 22 e 74-ter del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, dalle persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana e comunque diversa da quella di uno dei paesi dell Unione europea ovvero dello Spazio economico europeo, che abbiano residenza fuori dal territorio dello Stato, il limite per il trasferimento di denaro contante di cui all articolo 49, comma 1, del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, è elevato a euro [...] Le operazioni legate al turismo sono comunicate esclusivamente in forma analitica nel quadro TU del modello. La normativa prevede di indicare in questo quadro le operazioni per contanti nei confronti di non residenti. Non essendoci istruzioni di esclusione da altri quadri (come l FN), le operazioni sono riportate sia nel quadro TU che nel quadro - FN, per le quali è stato abilitato il relativo flag Turismo - FNc (quadro di supporto) se superiori a euro lordi. Se infatti i corrispettivi legati al turismo sono superiori a euro ma inferiori al limite di 3.600, non verranno esposti nel quadro FN (in particolare nell FNc), ma solo nel TU Nota Bene Il quadro viene compilato anche con opzione di invio della comunicazione in forma aggregata. Esempio Supponiamo che la fattura evidenziata sia legata al turismo (flag attivato nel quadro FN) essa verrà riportata anche nel quadro TU

39 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 39 Nel caso invece del cliente NON RESIDENTE PRIVATO vengono riportati i corrispettivi di e euro, in quanto: - il valore di euro, esposto anche nel quadro FN c (perché superiore al limite di 3.600) è legato al turismo (indicato nella maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi) - l importo di euro, che non è esposto nel quadro FN c (poiché inferiore al limite di comunicazione di euro), è riferito al turismo, come indicato nella maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi

40 Manuale di Aggiornamento Quadro TA Quadro Riepilogativo Per visualizzare il quadro riepilogativo come da modello ministeriale, accedere alla Stampe Stampa Dati Riepilogativi In particolare: - Comunicazione in forma analitica: i valori vengono riportati dal rigo TA004 al TA011

41 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Comunicazione in forma aggregata: vengono riportati i valori nei primi tre righi, dal TA001 al TA003 e il rigo TA011

42 Manuale di Aggiornamento 2.7 Comunicazione in forma AGGREGATA L invio della comunicazione può avvenire anche in forma aggregata, riportando i documenti nei quadri: FA, operazioni attive e passive con fattura aggregate SA, operazioni attive e passive senza fattura aggregate BL, operazioni con soggetti non residenti TU, operazioni legate al turismo descritti nei paragrafi seguenti. Nella procedura l opzione deve essere attivata attraverso il pulsante Altre funzioni con il flag Operazioni Esposte in Forma Aggregata: se attivo, la griglia viene visualizzata nella seguente modalità

43 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Quadro FA Fatture esposte in forma aggregata Il quadro FA deve essere compilato nel caso in cui si decida di inviare la comunicazione in forma aggregata delle operazioni documentate da fattura. Per ogni partita iva o, se mancante, codice fiscale vengono riportati i totali delle operazioni attive e passive in modo aggregate: In sintesi, nel quadro FA vengono riportate le operazioni che in forma analitica troveremmo nei quadri: - FE, fatture emesse / documenti riepilogativi - FR, fatture ricevute / documenti riepilogativi - NE, note di variazioni emesse - NR, note di variazione ricevute Nella maschera sono presenti i pulsanti: Visualizza Sezioni Separate : l elenco delle fatture attive risulterà distinto da quello delle fatture passive Visualizzazione CON Sezioni Separate

44 Manuale di Aggiornamento Visualizzazione SENZA Sezioni Separate Visualizza Dettaglio Fatture : per visualizzare il dettaglio di tutti i documenti che formano il totale per ciascun cliente/fornitore Visualizzazione CON Dettaglio Fatture Visualizzazione SENZA Dettaglio Fatture Come per i quadri non aggregati le informazioni inerenti all iva non esposta sono presentate nelle rispettive colonne per l importo complessivo. A tal fine è disponibile un campo analogo nelle impostazioni dei codici iva, per consentire il riporto automatico nello Spesometro dei codici iva impostati in questo modo

45 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 45 I documenti riepilogativi saranno raggruppati in una sola voce e devono essere registrati in contabilità movimentando fornitori/clienti fittizi, abilitati a tale tipo di registrazione attraverso il relativo flag in anagrafica I clienti/fornitori verso i quali sono stati registrati documenti riepilogativi, vengono esposti nella procedura con la P. IVA e il C.F. ingrigiti, in quanto questi dati non verranno passati alla procedura fiscale. Attenzione I flag qui menzionati per la registrazione di documenti riepilogativi in contabilità, sono visibili dalla versione E del programma gestionale. Qualora fossero installate versioni precedenti della procedura contabile, i documenti riepilogativi dovranno essere evidenziati in Comunicazione attivando manualmente il relativo flag Doc. Riep.

46 Manuale di Aggiornamento Riporto note di variazione in forma aggregata In merito alla comunicazione delle note di variazione nel quadro FA, si fa presente che le istruzioni non fornisco chiare indicazioni su come valorizzare i campi, pertanto, in base ad una interpretazione con la stampa specializzata si è convenuto che: - una nota di variazione ricevuta in diminuzione (note credito fornitore), genera un debito iva per il soggetto che presenta lo spesometro; gli importi ad essa relativa dovranno quindi essere esposti nella sezione operazioni attive nei campi 10 e 11 del quadro FA - una nota di variazione emessa in diminuzione (note credito cliente), genera un credito iva per il soggetto che presenta lo spesometro; gli importi ad essa relativa dovranno quindi essere esposti nella sezione operazioni passive nei campi 15 e 16 del quadro FA Nello Spesometro, in particolare, le note di variazione sono riprese con segno positivo: - verso i fornitori, tra le fatture attive - verso i clienti. tra le fatture passive. Esempio: note di variazione fornitori

47 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Quadro SA Operazioni senza fattura esposte in forma aggregata Nel quadro SA, per ogni partita iva o codice fiscale viene riportata la somma dei corrispettivi registrati, esposti in forma aggregata per importi superiori ai euro lordi Nella procedura il quadro SA presenta i dati esposti nel quadro DF, raggruppati per codice fiscale: Quadro BL Operazioni con soggetti non residenti e fatture aggregate Il quadro BL è relativo alle operazioni effettuate nei confronti di soggetti: - non residenti, con fatture di vendita in forma aggregata - non residenti, con fatture di acquisto servizi in forma aggregata Il quadro BL è visibile con l opzione di invio della Comunicazione in forma aggregata e raccoglie tutte le operazioni effettuate nei confronti di soggetti non residenti, tenendo conto delle diverse esclusioni (soggetti CEE, soggetti in Black List e San Marino)

48 Manuale di Aggiornamento Sono quindi riportate le sole operazioni relative ad anagrafiche extra-ue, ad esclusione di quelle nei confronti di soggetti in San Marino e in Black List, poiché queste saranno oggetto di altra comunicazione specifica. Nel quadro BL vengono quindi riportate le operazioni che in forma analitica troveremmo nei quadri: - FN, Operazioni con soggetti non residenti e (FN c per i corrispettivi verso non residenti) - SE, Acquisti di servizi da non residenti In particolare, vengono riportati in comunicazione i movimenti registrati nel programma contabile con le stesse caratteristiche descritte per il Quadro SE Acquisti da non residenti. È presente il pulsante: Visualizza Dettaglio Fatture, per visualizzare anche i dettagli dei documenti riportati nella comunicazione Quadro BL Operazioni Black List CON Visualizza Dettaglio Fatture Quadro BL Operazioni Black List SENZA Visualizza Dettaglio Fatture

49 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Funzioni e gestione importi Documento riepilogativo Nella comunicazione sono identificate le operazioni le registrazioni effettuate nei confronti di un cliente/fornitore fittizio, al fine di includere più fatture in un unico documento riepilogativo. In riferimento a questa tipologia di registrazioni, in anagrafica clienti/ fornitori deve essere attivato il relativo flag Cliente/ Fornitore Riepilogativo nel caso in cui si volessero registrare più fatture nello stesso documento. Il flag è compilato automaticamente in presenza della versione E (o superiore) del gestionale, dove è possibile abilitare il relativo flag nell anagrafica del fornitore Per le versioni precedenti, è necessario attivare il relativo flag manualmente nel programma Spesometro Il flag, attivato per il primo elemento, è abilitato automaticamente anche per tutte le altre fatture del fornitore/cliente riepilogativo

50 Manuale di Aggiornamento Nella Comunicazione non sono ammesse note di credito riepilogative, in quanto non previste dalla normativa. Abilitato quindi il flag Doc. Riep. nella maschera delle operazioni rilevanti, l utente sarà avvertito che le note di credito relative a clienti/fornitori riepilogativi saranno escluse dalla Comunicazione, attraverso il messaggio seguente: Alla conferma del messaggio, visualizzando il dettaglio delle fatture, le note di credito verranno indicate come Escluse dalla comunicazione Inoltre, nella maschera di dettaglio delle fatture, è visibile la colonna Codice Cli/ For nella quale sono riportati i codici cliente/fornitore indicati come Documento Riepilogativo Schede carburante Si ricorda che anche le schede carburante devono essere registrate come documenti riepilogativi, nel caso in cui gli acquisti siano effettuati tramite scheda carburante (quindi senza carta di credito), comunicando il relativo importo complessivo. Gli acquisti di carburanti con carta di credito, invece, non devono essere inseriti in Comunicazione, poiché gli importi vengono comunicati dagli operatori finanziari. 5 5 Art.21 DL n. 78/2010, Provvedimento AE del 2/08/2013 n

51 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Dettagli fatture Con un doppio click del mouse su ciascuna riga estratta nella griglia di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA, vengono visualizzati i dettagli del documento selezionato in un apposita griglia: Doppio click del mouse sul documento interessato In questa sezione è possibile lavorare sulle singole righe di dettaglio di ciascun documento, per poter verificare le righe incluse ed escluse dalla Comunicazione. Nella griglia vengono compilati i seguenti campi: S: il flag indica che il dettaglio del movimento contabile è incluso nel totale della fatture. La gestione è automatica in base alle impostazione dei codici iva. Ad ogni modo l utente può modificare manualmente l inclusione e l esclusione delle singole righe del movimento contabile. Conto: viene riportato il codice dei conti utilizzati nelle registrazioni Descrizione: viene riportata la descrizione dei conti utilizzati nelle registrazioni Imponibile: viene riportato l importo contabile sul quale viene applicata l imposta Cod. IVA: codice dell imposta applicata Imposta: valore dell imposta calcolata sull Imponibile in base al Cod. IVA impostato Totale Doc.: in corrispondenza del conto relativo al cliente/ fornitore viene riportato il totale del documento

52 Manuale di Aggiornamento In fondo alla maschera viene visualizzato il totale dell operazione: Gli stessi valori vengono riportati nella griglia della Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA nei rispettivi campi Imponibile OPR e IVA OPR

53 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Gestione importi delle fatture da comunicare e imponibili inferiori ad 1 euro Nelle istruzioni non è stato specificato il metodo con cui arrotondare gli importi, pertanto si è adottato di default quello utilizzato nelle precedenti versioni dello spesometro. Ad ogni modo nel programma è possibile personalizzare il tipo di calcolo nella gestione dei parametri. Cliccare quindi sul pulsante Altre funzioni e scegliere l opzione Parametri della procedura: Scegliere: Arrotonda importo, per arrotondare gli importi all unità inferiore/superiore; Tronca importo, (attivo di default) per troncare gli importi all unità precedente Sull intestazione della maschera delle operazioni rilevanti, viene indicato il tipo di gestione importi adottato: Arrotonda all unità di euro l imponibile inferiore ad 1 (0,1 = 1), per comunicare le fatture di importo inferiore ad 1 euro, arrotondandone l imponibile all unità. Esempio Supponiamo di aver registrato in Prima Nota la seguente fattura, con imponibile e imposta inferiori ad 1 euro

54 Manuale di Aggiornamento Attivando l opzione nei parametri, i dati verranno riportati come evidenziato in figura, con l imponibile arrotondato ad 1 euro e quindi da comunicare: Se l opzione non viene attivata, la fattura risulterebbe esclusa, poiché di importo uguale a zero:

55 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Esclusione/Inclusione anagrafiche e ripristino per singolo cliente/fornitore È data la possibilità di escludere dall OPR le anagrafiche dei soggetti che non devono essere comunicati. Cliccare con il tasto destro del mouse sul nominativo da escludere e scegliere quindi Escludi anagrafica: Cxxxxxx Nome Cliente (analogamente, per i fornitori, Escludi anagrafica: Fxxxxxx Nome Fornitore) e confermare il messaggio successivo Il cliente/fornitore escluso non verrà più visualizzato nella relativa sezione: Nel nostro esempio, non si vede più il cliente COLORAMA SNC, escluso manualmente. Per rendere visibili i nominativi eventualmente esclusi, attivare il flag Visualizza anagrafiche escluse: i nominativi esclusi vengono quindi estratti con il simbolo nei campi Codice, Imponibile OPR e Imposta OPR.

56 Manuale di Aggiornamento Passando inoltre col mouse sul nominativo selezionato, viene riportato il motivo dell esclusione (in questo caso manuale): L utente può ripristinare l anagrafica esclusa in ogni momento, cliccando con il tasto destro su di essa e scegliendo l opzione Attiva anagrafica: Cxxxxxx Nome Cliente (analogamente, per i fornitori, Attiva anagrafica: Fxxxxxx Nome Fornitore): Scegliendo il comando Ripristina elab. per Cxxxxxx Nome Cliente (analogamente, per i fornitori, Ripristina elab. per Fxxxxxx Nome Fornitore) viene invece ripristinata la situazione originale del nominativo selezionato, annullando eventuali rettifiche manuali, se si conferma il messaggio seguente:

57 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Altre funzioni e Parametri Cliccando sul pulsante Altre funzioni in fondo alla maschera di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA, possono essere scelte le seguenti funzioni: Parametri della procedura : per impostare i parametri di invio della Comunicazione attraverso la maschera che si apre La maschera dei Parametri di invio è suddivisa nelle seguenti sezioni: - Tipo invio: a scelta tra Ordinario (di default): primo invio Sostitutivo: se si sta inviando una comunicazione già trasmessa Gli stessi stati sono indicati sul frontespizio del dichiarativo Il Tipo Invio Annullamento viene gestito solo nella procedura fiscale. - Comunicazione dati società incorporata, scegliendo tra: Comunicazione riferita esclusivamente al soggetto che comunica (attivo di default); Comunicazione riferita anche alle operazioni di un altra società incorporata: in questo caso si abilita il campo nel quale indicare la società incorporata nell anno di comunicazione per la quale l incorporante (società che abilita il campo) deve comunicare le relative operazioni rilevanti ai fini IVA.

58 Manuale di Aggiornamento Per la società incorporata, dovrà invece essere indicato il Codice società incorporante, per indicare il codice della società che ha incorporata quella attiva nello Spesometro. Si rimanda la paragrafo Comunicazione riferita anche alle operazioni di un altra società incorporata per i relativi dettagli. - Gestione importo fatture da inviare: a scelta tra: Arrotonda importo: se si vogliono estrarre i dati con gli importi arrotondati; Tronca importo (di default): per estrarre i dati con gli importi troncati. Arrotonda all unità di euro l imponibile inferiore ad 1 (0,1 = 1), per includere anche le fatture con imponibile inferiore ad un euro, forzando il valore dello stesso all unità. Per la scelta tra le diverse opzioni si rimanda al paragrafo Gestione importi delle fatture da comunicare e imponibili inferiori ad 1 euro. Sono presenti inoltre i campi: Limite corrispettivi per l anno: impostato di default a euro, limite di comunicazione dei corrispettivi previsto dalla normativa (al lordo dell iva); l importo può essere eventualmente modificato dall utente, in seguito a nuove disposizioni ministeriali Se viene impostato un limite diverso e sono stati inseriti corrispettivi nello Spesometro, in fase di controllo dalla funzione OPR2014 Controllo dati per invio a procedura OPR verrà visualizzato il seguente messaggio nel file di LOG degli errori Operazioni Esposte in Forma Aggregata: (flag) per inviare le operazioni in forma aggregata e non analitica. Sono presenti movimenti ripresi con DATITRASF: opzione obbligatoria nel caso in cui si utilizzi la procedura DATITRASF, per l importazione di movimenti di fatture contabilizzate; Ripristina elaborazioni : per annullare tutte le modifiche manuali effettuate sulle operazioni estratte, anche se effettuate in periodi antecedenti. Il programma chiede conferma del ripristino dei dati originari attraverso il messaggio:

59 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Controlli e segnalazioni Le operazioni effettuate sui documenti estratti nella griglia di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA vengono evidenziate con colori differenti al fine di rendere più facilmente riconoscibili le righe in base ai diversi stati di elaborazione. In particolare: in rosso sono visualizzati i clienti/fornitori per i quali effettuare la comunicazione, con dati anagrafici incompleti; posizionandosi con il mouse sopra il nominativo viene visualizzato il motivo della segnalazione: Il programma verifica anche la correttezza formale e sostanziale delle partite iva e dei codici fiscali attivi, analogamente ai controlli previsti dall Agenzia delle Entrate. Inoltre, le anagrafiche con codice fiscale che inizia con 8 o 9 e per le quali è stata indicata erroneamente la partita iva con 8 o 9, sono trasferite al dichiarativo OPR con la compilazione del solo codice fiscale. Ai fini del Controllo dati per invio a procedura OPR, non sarà rilevata come anomalia, ma sarà segnalato come incongruenza nel Controllo anagrafiche movimentate, presente all interno della funzione in arancione sono segnalate le fatture/note sospese (premendo F3 sulla riga corrispondente), ovvero quelle per le quali non è stato definito se sono da comunicare o no in azzurro viene evidenziato il cliente/fornitore e il documento selezionato

60 Manuale di Aggiornamento in bordeaux sono evidenziate le operazioni escluse, perché ad esempio con Imponibile e IVA OPR entrambe nulli; Viene quindi evidenziata anche la relativa anagrafica, per facilitare l utente nell individuazioni di tali operazioni In riferimento all esempio sopra proposto, il cliente GV SERVICE SRL viene evidenziato in bordeaux perché sono state registrate nei suoi confronti due fatture con Imponibile e Iva OPR nulli. in azzurro sono evidenziati la P. IVA e il C.F. del fornitore estero nei confronti del quale è stata registrata l autofattura se non è stato definito il codice stato estero nella nazione diversa dall Italia (per la compilazione dei quadri FN ed SE), in fase di controllo delle anagrafiche viene segnalato nel file di LOG con un messaggio come il seguente: alcune anagrafiche potrebbero risultare escluse manualmente dalla comunicazione, perché non ammesse in comunicazioni degli anni precedenti, come nell esempio in figura

61 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 61 Il programma non considera automaticamente questa tipologia di operazioni. in grigio sono evidenziati la P. IVA e il C.F. del cliente/fornitore utilizzato nella registrazione del documento riepilogativo

62 Manuale di Aggiornamento Regime del margine: Comunicazione operazioni rilevanti Le operazioni registrate nel regime del margine, devono essere comunicate in base alla seguente logica: per le FATTURE ATTIVE, con iva non esposta in fattura, deve essere comunicato tutto l importo dell operazione attiva e non il margine. In particolare, devono essere riportate nel quadro FE, colonna Importo, attivando il flag Iva non esposta, in base a quanto riportato sulle istruzioni ministeriali della Comunicazione Il campo IVA non esposta in fattura è riservato, ad esempio, alle operazioni effettuate da coloro che cedono beni usati e che applicano il regime del margine (cfr. articolo 36 del D.L. n. 41 del 1995 ), o dalle agenzie di viaggio e turismo, ivi inclusi i tour operator, che per le operazioni di organizzazione di pacchetti turistici e per i servizi singoli preacquisiti sono soggette alla disciplina prevista dall articolo 74-ter del dpr n. 633 del 1972 e dal decreto attuativo DM 30 luglio 1999, n nel quadro FA, colonna Iva non esposta, riportando il valore dell iva non esposta relativa all operazione. per le FATTURE PASSIVE, poiché l iva risulta esposta regolarmente in fattura, devono essere riportate nel quadro FR, come le altre operazioni rilevanti nel quadro FA, come le altre operazioni rilevanti.

63 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Comunicazione riferita anche alle operazioni di un altra società incorporata La circolare dell Agenzia delle Entrate n. 24 del 30/05/2011 fornisce indicazioni in merito alla comunicazione delle operazioni di società incorporate nell anno di comunicazione. In particolare: Il provvedimento si occupa anche della situazione in cui, a seguito di operazioni straordinarie (fusione, scissione, conferimento, ecc.) o altre trasformazioni sostanziali, uno o più dei soggetti obbligati alla comunicazione risulti estinto. In tale situazione, l obbligo ricade sul soggetto che, a seconda dei casi, subentra negli obblighi di quello estinto. In particolare, se l operazione straordinaria o la trasformazione sostanziale ha luogo prima della scadenza del termine previsto per la comunicazione (ad esempio, 13 marzo 2012) il soggetto subentrante è tenuto a comunicare anche le operazioni del soggetto estinto. Nei Parametri di invio, è stato aggiunto il campo nel quale indicare la società incorporata nel 2011 per la quale l incorporante (società che abilita il campo) deve comunicare le relative operazioni rilevanti ai fini IVA. Dalla maschera delle Operazioni rilevanti ai fini IVA cliccare sul pulsante Altre funzioni, accedere ai Parametri della procedura e attivare il flag Comunicazione riferita anche alle operazioni di un altra società incorporata. Selezionare quindi la/le società incorporata/e dalla lista associata al campo: Nello Spesometro deve essere bloccata sia la società incorporante che le relative incorporate, le quali restano comunque gestite singolarmente nello Spesometro. Sull intestazione della maschera di Comunicazione operazioni rilevanti della società incorporante viene riportato il codice e il nome della società incorporata:

64 Manuale di Aggiornamento Se vengono incorporate più società, vengono riportati solo i codici delle stesse: Nei Parametri di invio della società incorporata viene invece riportato il Codice società incorporante nell apposito campo: e sull intestazione della maschera della incorporata, viene indicata la società incorporante: Il passaggio dei dati è possibile solo per la società incorporante, che invierà anche le fatture relative ad operazioni rilevanti della/e incorporata/e, dopo aver bloccato il dichiarante in tutte le società (incorporante e incorporate). Nella società incorporata, il passaggio dati risulta infatti disabilitato (anche con dichiarante bloccato):

65 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Vendite e Parcellazione: Dettaglio importi Per le fatture di vendita e le parcelle generate dal modulo Vendite / Parcellazione, i dettagli dei documenti sono raggruppati per codici iva: Nella maschera di dettaglio vengono raggruppati i conti per tipologia di codice iva, senza visualizzare i conti di dettaglio scelti in fase di caricamento della parcella.

66 Manuale di Aggiornamento 2.9 Dettaglio elenchi corrispettivi da comunicare Ai fini della compilazione della Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA per l anno 2012, è possibile indicare, in un apposita griglia di dettaglio, i corrispettivi che superano il limite da comunicare. Si ricorda che non devono essere indicate le operazioni incassate con carte di credito e pagamenti elettronici, come specificato dalla Circolare dell Agenzia delle Entrate del 30 maggio 2011: Il provvedimento prevede, al punto 2.4, alcune esclusioni di carattere oggettivo dall'obbligo di comunicazione; una ulteriore esclusione è stata introdotta dall articolo 7, comma 2, lettera o) del decretolegge 13 maggio Pertanto, nella comunicazione non devono essere inserite le informazioni relative: [ ] alle operazioni effettuate nei confronti di contribuenti non soggetti passivi ai fini dell imposta sul valore aggiunto, qualora il pagamento dei corrispettivi sia avvenuto mediante carte di credito, di debito o prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all obbligo di comunicazione previsto dall art. 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, così come previsto dall articolo 7, comma 2, lettera o) del decreto-legge 13 maggio 2011, n. 70 (per l individuazione dei detti operatori finanziari si fa rinvio al punto 1.1 del provvedimento del Direttore dell Agenzia del 19 gennaio 2007 ed all elenco degli stessi allegato al provvedimento del Direttore dell Agenzia del 22 dicembre 2005). A tale ultimo riguardo, si evidenzia che non rientrano tra le citate carte di credito, di debito o prepagate, quelle emesse da operatori finanziari non residenti e senza stabile organizzazione nel territorio nazionale (pertanto, ove il pagamento venga eseguito con tali ultime carte, sussiste l obbligo di comunicazione dell operazione). I dati da rilevare sono principalmente il codice fiscale del cliente, l importo dovuto superiore al limite dei euro e il giorno in cui è avvenuta la registrazione. La maschera è stata concepita per indicare i dati relativi allo spesometro e visualizzare i valori registrati contabilmente nel registri dei corrispettivi:

67 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 67 Nella sezione dei totali invece sono visualizzati i valori da includere nello spesometro Nella sezione Corrispettivi presenti in PRIMA NOTA CORRISPETTIVI è possibile visualizzare i totali del mese e per giorno dei corrispettivi contabilizzati, per ciascuna delle causali movimentate. Questa informazione consente di visualizzare i dati presenti in Prima Nota ai fini di un controllo con quelli che si vanno indicare manualmente da inserire nello Spesometro, senza uscire dalla maschera di Dettaglio. La maschera è suddivisa in due sezioni: - nella parte superiore, sono riportati i totali riferiti al registro corrispettivi a titolo di promemoria delle registrazioni effettuate: In particolare: Totale generale: totale delle operazioni da comunicare in Spesometro per il giorno e per tutte le causali (registri corrispettivi), in funzione della riga selezionata nella seconda parte della maschera:

68 Manuale di Aggiornamento Totale per causale: totale suddiviso per causale (registro corrispettivo) delle operazioni da comunicare in Spesometro, in funzione della riga selezionata nella seconda parte della maschera: Totale elaborazione: totale degli imponibili da comunicare nel mese di elaborazione: Questa informazione può essere utile per effettuare un controllo tra i valori da comunicare nel mese e il totale corrispettivi del mese. Totale mese: con l indicazione del mese di riferimento (ad esempio, Totale mese di DICEMBRE per la causale CO1), viene riportato il totale dei corrispettivi contabilizzati per la causale selezionata, al lordo dell imposta:

69 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 69 Totale Giorno: con l indicazione del giorno selezionato nella parte inferiore della maschera (ad esempio, Totale Giorno 13 (mercoledì)), viene riportato il totale dei corrispettivi contabilizzati, al lordo dell imposta: Di default, vengono visualizzati i totali e i dettagli del giorno sul quale è posizionato il cursore nella seconda parte della maschera: In questo esempio, il cursore è posizionato sulla riga dei dettagli dei corrispettivi dell 11 GENNAIO; vengono visualizzati quindi i dettagli e i totali solo di questo giorno. Mese: attraverso i pulsanti diverso. abbinati al campo, è possibile visualizzare un mese Inoltre, sono presenti i seguenti pulsanti: Per visualizzare la griglia dei corrispettivi registrati, con la causale scelta (nell esempio, CO e CO1) Mostra i corrispettivi del mese : per visualizzare i corrispettivi di tutto il mese, in base alla causale scelta

70 Manuale di Aggiornamento L utente può visualizzare i corrispettivi degli altri mesi, impostando il campo Mese. Una volta selezionato, il tasto cambia nome in Nascondi corrispettivi del mese, per consentire di visualizzare i corrispettivi del mese in cui si è posizionati. Nella parte inferiore della maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi, è possibile inserire i valori da comunicare nello Spesometro: In particolare: Data: giorno di registrazione dei corrispettivi (che sarà portata in Comunicazione) Caus. Cont.: causale contabile utilizzata per la registrazione dei corrispettivi (campo facoltativo, ripreso in automatico in fase di inserimento del dettaglio) Turismo: per indicare se si tratta di corrispettivo legato al turismo, da comunicare quindi nel quadro TU Operazioni legate al turismo; Codice Cliente: codice del cliente presente nell Anagrafica del gestionale (campo facoltativo, utilizzabile solo se è presente in archivio); Codice Fiscale: codice fiscale del cliente (campo obbligatorio per i clienti residenti). Viene ripreso in automatico se viene selezionato un cliente codificato; in caso contrario, deve essere inserito manualmente; Importo con IVA: importo con IVA da includere nella Comunicazione delle Operazioni Rilevanti Codice stato Estero: se il cliente è estero, indicare il codice ufficiale del relativo stato; Nome Non residente: nome della persona fisica non residente; Cognome/Rag. Soc. Non residente: cognome della persona fisica o ragione sociale della società non residente; Luogo nascita Non residente: luogo di nascita della persona fisica non residente; Data di nascita: data di nascita della persona fisica non residente; Sesso: per indicare se maschio o femmina; Domicilio Città Non residente: città della persona fisica/giuridica non residente; Domicilio Indirizzo Non residente: indirizzo della persona fisica/giuridica non residente; Note: per inserire eventuali note aggiuntive. Può essere utile indicarvi i dati relativi al cliente, qualora non sia codificato nel programma gestionale. Nello Spesometro infatti, se l anagrafica non è abbinata ad un codice, nel campo Denominazione verrà ripreso il contenuto del campo Note.

71 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 71 In fase di inserimento i campi obbligatori vengono visualizzati in giallo In fondo alla maschera dei Dettagli elenchi corrispettivi, viene riportato il periodo di elaborazione nei campi relativi Da data/ A data: Se la maschera dei Dettagli elenchi corrispettivi viene richiamata dalla Prima Nota Corrispettivi nel programma di contabilità, in questi campi verrà riportato il mese selezionato in Prima Nota: Sono presenti inoltre i pulsanti Estrai Conferma Pulisci Esci e i seguenti: - Elimina Dettaglio : per eliminare la riga di dettaglio selezionata, confermando il messaggio visualizzato:

72 Manuale di Aggiornamento - Duplica dettaglio : per duplicare la riga di dettaglio selezionata. La riga nuova viene aggiunta automaticamente al primo dettaglio disponibile: Nell esempio è stata duplicata la riga del 16 gennaio. Viene quindi compilata la prima riga vuota con gli stessi dati della riga duplicata. - Excel : per esportare la griglia dei dettagli in un foglio di MS Excel Richiamando la maschera dei Dettagli la prima volta dalla Prima Nota Corrispettivi, vengono visualizzati solo i totali dei corrispettivi contabilizzati nel mese e nel giorno selezionati e viene proposto l inserimento dei dettagli alla Data sulla quale è posizionato il cursore in Prima Nota Corrispettivi, modificabile dall utente: Se il valore indicato ai fini della Comunicazione è superiore ai corrispettivi contabilizzati in quel giorno, per la causale selezionata, l utente viene avvertito attraverso il messaggio seguente:

73 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 73 Nell esempio in figura, si vuole duplicare il dettaglio evidenziato di euro, ma il totale dei corrispettivi contabilizzati con la causale CO1 l 08/01/2012 è superiore. Viene quindi avvertito l utente e viene comunque data la facoltà di confermare l operazione. Confermata la maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi, in Prima Nota Corrispettivi, in corrispondenza dei giorni per i quali sono stati inseriti i dettagli da comunicare, viene visualizzata l icona Passando su ciascuna icona con il mouse, viene visualizzato un box con l indicazione dei dettagli inseriti per la Comunicazione, per il giorno ad essa relativo e per la causale selezionata:

74 Manuale di Aggiornamento Gli importi inseriti nella maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi, vengono visualizzati successivamente nella maschera di Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA, per i corrispettivi verso - soggetti residenti, nel Quadro DF Operazioni senza emissione della fattura (corrispettivi) - soggetti non residenti, nel Quadro interno FN c

75 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Stampa della Comunicazione Sono disponibili le seguenti tipologie di stampa: 1- Stampa Controllo Comunicazione, dove vengono riportati tutti i documenti, con o senza relativi dettagli; 2- Stampa dati riepilogativi, dove vengono riepilogati i valori per singolo quadro. Prima di effettuare la stampa è necessario confermare l elaborazione dalla maschera della Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA Stampa Controllo Comunicazione Per ottenere una stampa dei dati visualizzati in griglia, accedere alla funzione dal menù Stampe Stampa Controllo Comunicazione: Opzioni di stampa con invio in forma ANALITICA La stessa funzione è disponibile anche all interno della maschera di Comunicazione operazioni rilevanti ai fini IVA, cliccando sul tasto Stampa. La maschera è diversa qualora si sia optato per l invio della comunicazione in forma aggregata:

76 Manuale di Aggiornamento Opzioni di stampa con invio in forma AGGREGATA Nella maschera di Stampa di riepilogo è possibile impostare i seguenti parametri: Stampa Comunicazione Operazioni Rilevanti IVA per l anno: di default impostato sull anno di dichiarazione; il campo è alternativo ai due successivi; Da/A Data Registrazione e Da/A Data Documento: se selezionati, sono di default in rosso, alternativi al primo campo, consentono di selezionare un periodo di estrazione dei dati per effettuare dei controlli specifici; per valorizzare i campi è necessario prima svuotare il precedente (le descrizioni si modificano in nero) Se ad esempio si scelgono come date di registrazione dall 01/01/2012 al 31/12/2012, non verranno estratte eventuali fatture del 2012 registrate nel 2013; Da/A Cliente e Da/A Fornitore: per scegliere determinati clienti o fornitori da stampare; Stato Fatture: per stampare solo le fatture appartenenti ad un determinato stato di elaborazione, scegliendo tra i seguenti (di default impostato su Da Comunicare):

77 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 77 Quadro: per stampare tutti i documenti estratti oppure solo alcuni di essi, in base ai quadri previsti dalla normativa, per la comunicazione in forma ANALITICA (di default impostato su Tutti): Attenzione: attualmente la stampa è disponibile solo per la Comunicazione in forma analitica. La stampa dei quadri aggregati sarà possibile prossimamente. Ordinamento Soggetti: per ordinare i soggetti nella stampa, a scelta tra i seguenti criteri (di default l ordinamento è per Codice): Ordinamento Fatture: per ordinare le fatture nella stampa, a scelta tra i seguenti criteri (di default l ordinamento è per Data registrazione): Visualizza Dettagli Documenti (flag): con questa opzione vengono stampate i dettagli delle fatture. Stampa Comunicazione Operazioni Rilevanti SENZA DETTAGLIO DOCUMENTI

78 Manuale di Aggiornamento Stampa Comunicazione Operazioni Rilevanti CON DETTAGLIO DOCUMENTI Quadri Aggregati: (visibile solo con invio in forma aggregata) per stampare tutti i documenti estratti oppure solo alcuni di essi, in base ai quadri previsti dalla normativa, per la comunicazione in forma AGGREGATA (di default impostato su Tutti): Attenzione: con questa opzione, resteranno validi solo i filtri relativi al Quadro e all Ordinamento, mentre gli altri non saranno selezionabili. Per analisi dei dettagli si rimanda alle stampe analitiche. Impostati i parametri descritti, cliccare su Stampa per visualizzare l anteprima. Se si è optato per l invio in forma aggregata, l utente avrà la possibilità di scegliere tra:

79 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 79 Stampa Quadri non Aggregati Stampa Quadri Aggregati Sulla prima pagina viene riportata un legenda dei codici visualizzati sulla stampa; in particolare: I documenti vengono estratti, raggruppati per Quadro e quindi per Cliente/Fornitore

80 Manuale di Aggiornamento Inoltre vengono stampati anche i corrispettivi riportati nella relativa maschera di Dettaglio elenchi corrispettivi da comunicare Per il quadro FN Operazioni con soggetti non residenti, vengono riportati i totali complessivi di imponibile e imposta, per fornitori e clienti e, per questi ultimi, con il dettaglio degli importi relativi alle fatture e ai corrispettivi: Stampa dati riepilogativi Per stampare il quadro riepilogativo TA. In particolare: - Comunicazione in forma aggregata: vengono riportati i valori nei primi tre righi, dal TA001 al TA003 e il rigo TA011

81 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Comunicazione in forma analitica: i valori vengono riportati dal rigo TA004 al TA011

82 Manuale di Aggiornamento 3 Passaggio dati in OPR e generazione file telematico 3.1 Controlli per il passaggio dati al programma fiscale OPR2014 Prima di procedere con il passaggio dati nella procedura dichiarativa, è necessario effettuare alcuni controlli preliminari. In particolare, nella griglia di elaborazione i clienti/fornitori incompleti (mancanza del codice fiscale e della partita Iva), vengono segnalati in rosso: Al fine di consentire il passaggio dati anche per questi clienti/fornitori, è necessario completare la relativa anagrafica direttamente nel programma gestionale. Questo tipo di controllo viene eseguito su tutte le anagrafiche della società in elaborazione. Tra i controlli che l utente deve effettuare sulle anagrafiche nel programma contabile si segnalano i seguenti: - Documenti Riepilogativi: attivare il flag nello Spesometro per i documenti riepilogativi (per versioni del gestionale inferiori alla E) o nel gestionale stesso, nelle relative anagrafiche; - Scheda Carburante: considerare come fornitore riepilogativi e quindi attivare il relativo flag; - Fornitori/Clienti NON residenti in Italia: inserire il Codice Stato Estero nella maschera della Nazione verso la quale sono state eseguite le operazioni; - Fornitori/Clienti, persone fisiche, NON residenti in Italia: porre un _ tra Cognome e Nome per passare i dati nei relativi campi del dichiarativo. Per effettuare un controllo più accurato, sui soli documenti da comunicare, cliccare sul pulsante OPR2014 e scegliere l opzione Controllo dati per invio a procedura OPR: In particolare, vengono verificati: la presenza di P. IVA e CF per i clienti con codice nazione IT la presenza della P. IVA nei fornitori con codice nazione IT la presenza del codice stato estero nella Tabella Nazioni per i non residenti la presenza di città e indirizzo in clienti e fornitori esteri.

83 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 83 Il programma effettua anche un controllo formale e sostanziale sulle partite iva e i codici fiscali attivi, analogamente ai controlli Entratel. Inoltre, le anagrafiche con codice fiscale che inizia con 8 o 9 e per le quali è stata indicata erroneamente la partita iva con 8 o 9, sono trasferite al dichiarativo OPR con la compilazione del solo codice fiscale. Viene segnalata la presenza di anomalie che possano compromettere l invio telematico della Comunicazione, attraverso un messaggio come il seguente: L utente può scegliere: - No, per effettuare le correzioni e rimandare il passaggio dati - Log degli errori, per visualizzare le anomalie bloccanti individuate - Sì: verrà visualizzato il seguente messaggio Confermando, verrà effettuato il passaggio dati; nella procedura dichiarativa si dovranno pertanto apportare le dovute modifiche ai fini di un corretto invio della Comunicazione.

84 Manuale di Aggiornamento Verifica programmi e percorsi Al fine di effettuare il passaggio dei dati nella procedura fiscale OPR, è necessario verificare preliminarmente alcuni parametri; in particolare: Licenza King.lic in 5.4 con attivo il modulo OPR2014. Installazione Spesometro con versione uguale o superiore alla release Se sono installate versioni precedenti, al tentativo di ripresa dei dati, verrà visualizzato il messaggio seguito dal seguente file di log Impostazione nel programma gestionale del percorso dell unità dichiarativa (ovvero percorso installazione del programma fiscale OPR 2014) controllare i dati della società (dichiarante) che presenta la comunicazione; in particolare, verificare la correttezza del codice fiscale indicato nel programma gestionale, in Utilità Variazione società Verificare di aver installato l ultima versione della procedura fiscale OPR2014 (release 14.1 o superiori). Bloccare il dichiarante premendo il tasto Blocco OPR.

85 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Blocco dei dati Una volta confermati i dati esposti nella griglia delle Operazioni rilevanti ai fini IVA, si può procedere con il blocco del dichiarante, necessario per il successivo trasferimento nel dichiarativo OPR. Nota bene: il blocco del dichiarante indica la chiusura della comunicazione in elaborazione per il successivo passaggio dati nel dichiarativo dell anno di riferimento, con relativo blocco dei movimenti in Prima Nota, al fine di garantire la congruità tra la Comunicazione trasmessa all Agenzia delle Entrate e i dati contabili. Cliccare quindi sul pulsante Blocco OPR : il blocco del dichiarante viene evidenziato sia sulla barra blu della maschera sia nella parte superiore: e il tasto cambia nome in Sblocco OPR : A questo punto, dalla funzione di Modifica Movimenti di Prima Nota IVA sono ammesse rettifiche nelle registrazioni solo per righe di dettaglio per le quali sia stato abilitato il flag Escl da OPR in Prima Nota Iva come segnalato dal messaggio visualizzato in fase di richiamo della registrazione in Prima nota

86 Manuale di Aggiornamento 3.3 Passaggio dati alla procedura dichiarativa OPR Confermati tutti i dati nella griglia delle Operazioni rilevanti ai fini IVA e bloccato il dichiarante, si può procedere con il trasferimento dei dati nella procedura dichiarativa. Verranno ripresi in automatico tutti i documenti con Stato Da comunicare. Nota Bene In fase di ripresa nella procedura dichiarativa, si precisa che tutti gli elementi saranno passati in OPR con tipologia soggetto 4 Compilazione manuale P.I. o C.F. soggetto o documento riepilogativi Ripresa dalla Procedura Gestionale Spesometro Dalla griglia delle Comunicazioni operazioni rilevanti ai fini IVA è possibile effettuare il passaggio dei dati nella procedura dichiarativa OPR (Operazione rilevanti ai fini Iva). Confermati i dati estratti, cliccare sul pulsante OPRanno (ad esempio, OPR2014 per la comunicazione delle operazioni rilevanti effettuate nel 2013) e scegliere: - Controllo dati per invio a procedura OPR, per effettuare un controllo delle sole anagrafiche e fatture che devono essere passate al dichiarativo, come descritto in Controlli per il passaggio dati al programma fiscale OPR2014; - Controllo anagrafiche movimentate, per effettuare un controllo di tutte le anagrafiche movimentate nella società, comprese quelle escluse nello Spesometro; - Apri procedura OPR, per visualizzare il dichiarativo OPR, senza effettuare alcuna ripresa dei dati; - Passaggio dati a procedura OPR per Telematico, per effettuare il passaggio dei dati nella procedura dichiarativa OPR;

87 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Esporta dati a procedura OPR (.dre), per creare il file contenente i dati della Comunicazione, da elaborare su un altra installazione (si veda il paragrafo Esportazione dati Spesometro su file); - Aggiorna stato da procedura OPR: per riallineare con la procedura fiscale OPR lo stato dei documenti inclusi nella Comunicazione, nel caso in cui ciò non avvenga automaticamente. L opzione si abilita dopo aver effettuato il passaggio dati nella procedura dichiarativa e al termine viene visualizzato il seguente messaggio: Scegliendo l opzione Passaggio dati a procedura OPR, viene avviato il trasferimento dei dati nel programma fiscale, al termine del quale viene visualizzato il frontespizio della Comunicazione in elaborazione:

88 Manuale di Aggiornamento I quadri compilati sono evidenziati in base al tipo di invio prescelto: Passaggio dati in Comunicazione in forma ANALITICA Passaggio dati in Comunicazione in forma AGGREGATA Nel caso in cui vi siano errori bloccanti per l invio della comunicazione, al momento della scelta dell opzione Passaggio dati a procedura OPR viene visualizzato il messaggio seguente L utente può scegliere: - No, per effettuare le correzioni e rimandare il passaggio dati - Log degli errori, per visualizzare le anomalie bloccanti individuate

89 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Sì: verrà visualizzato il seguente messaggio Confermando, verrà effettuato il passaggio dati; nella procedura dichiarativa si dovranno pertanto apportare le dovute modifiche ai fini di un corretto invio della Comunicazione. Si consiglia di eseguire la funzione di Ricalcolo del Dichiarante per aggiornare i valori del quadro TA - Riepilogo, cliccando sul pulsante evidenziato in figura:

90 Manuale di Aggiornamento Ripresa dalla Procedura Fiscale OPR Per eseguire il passaggio dati occorre: - Aprire la procedura fiscale OPR - Accedere al programma Spesometro 2014 ed essere eventualmente loggati - Accedere alla funzione Ripresa Ripresa da Spesometro Apparirà la lista delle società abilitate al passaggio dati (con dichiarante bloccato), dalla quale è possibile selezionare uno o più dichiaranti che si desiderano riprendere dalla procedura contabile: Una volta selezionate le società premere sul pulsante CONFERMA. La procedura riprenderà i soggetti selezionati, creandone l anagrafica (qualora il soggetto non sia già presente nell archivio del programma fiscale) o rielaborandola se già presente a seguito di un passaggio dati precedente. In fase di ripresa verranno visualizzate delle maschere relative allo stato della ripresa e al termine verrà segnalata la fine dell operazione con il seguente messaggio:

91 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 91 Verranno compilati automaticamente i quadri Fro Frontespizio e i quadri della comunicazione, in base al tipo di invio prescelto (analitica o aggregata). Per verificare i dati ripresi: - entrare nel menù Dichiarazioni - eseguire la funzione Apri e selezionare dall elenco uno dei soggetti appena elaborati - alla conferma della selezione verrà visualizzato il Frontespizio della comunicazione Per entrambe le tipologie di ripresa dati (da Spesometro o da dichiarativo OPR), nella procedura dello Spesometro, i documenti per i quali è stato effettuato il passaggio nel Dichiarativo OPR vengono evidenziati in azzurro e lo Stato viene modificato automaticamente in OPR compilato :

92 Manuale di Aggiornamento Esportazione dati Spesometro su file.dre Per le società non gestite direttamente nel programma contabile dello studio professionale, ma che utilizzano comunque la stessa procedura gestionale, è possibile generare il file relativo alla Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA, da riprendere successivamente nella procedura fiscale. Nota Bene La generazione del file è vincolata al blocco del dichiarante (si veda paragrafo Blocco dei dati) e alla presenza del modulo OPR2014 in licenza. Le società esterne pertanto generano un file (di tipo DRE) contenente i dati da elaborare nel dichiarativo Unico e salvato automaticamente nella cartella DatiDR all interno della directory in cui sono presenti gli archivi del programma contabile Si accede alla funzione cliccando sul pulsante OPR2014 e scegliendo l opzione Esporta dati a procedura OPR (.dre) Viene elaborato un file con i dati da comunicare, nel percorso indicato da un messaggio come il seguente

93 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 93 Premendo il tasto Sì viene visualizzata la cartella nella quale è stato generato il file.dre, come nell esempio in figura: Il commercialista dovrà creare una cartella denominata DatiDR nella directory degli archivi del programma contabile e copiare il file di tipo DRE generato dal cliente. Per riprendere il file dal programma fiscale accedere alla funzione e procedere come descritto al paragrafo Ripresa dalla Procedura Fiscale. Elenco delle società da riprendere nella procedura dichiarativa La società da riprendere è contraddistinta dalla lettere F nella relativo Codice e dal riporto dell estensione del file.dre nella Descrizione.

94 Manuale di Aggiornamento Esportazione dati OPR su file di Microsoft Excel È data la possibilità di esportare i dati in un file di Microsoft Excel, al fine di importare gli stessi nella procedura dichiarativa per la creazione del file telematico. Il file è costituito da tanti fogli quanti sono i quadri previsti per la Comunicazione in forma analitica ed è strutturato per essere importato nel programma dichiarativo OPR. Nota Bene Per la generazione del file, è necessario che sia: - installato Microsoft Excel sul computer - presente il modulo OPR2014 nella licenza in 5.4 del programma gestionale. Il file può essere solo consultato; per eventuali modifiche è necessario richiedere apposita password. Dopo aver bloccato il dichiarante, premere il pulsante Excel e scegliere il percorso di salvataggio del file, dalla maschera visualizzata Un volta effettuato il salvataggio viene richiesto se aprire il file con un messaggio come il seguente: Rispondendo Sì il file viene immediatamente aperto.

95 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 95 Esempio di estrazione in Excel per Comunicazione ANALITICA Foglio DATI CONTRIBUENTE Foglio ANALITICA CESSIONI Foglio ANALITICA ACQUISTI Foglio OP. TURISMO QUADRO TU

96 Manuale di Aggiornamento Foglio TOTALI RIEPILOGO Esempio di estrazione in Excel per Comunicazione AGGREGATA Foglio DATI CONTRIBUENTE Foglio COMUNICAZIONE AGGREGATA

97 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 97 Foglio OP. TURISMO QUADRO TU Foglio TOTALI RIEPILOGO

98 Manuale di Aggiornamento Visualizza SOLO quadri ministeriali Nel programma dichiarativo sono presenti alcuni campi di servizio che consentono di visualizzare alcune informazioni utili per un controllo dei dati inseriti o riportati dallo Spesometro. Ad ogni modo è possibile nascondere tali campi di supporto al controllo, non previsti dalla Comunicazione ufficiale dell Agenzia delle Entrate. Pertanto, per la compilazione dei quadri relativi alle operazioni verso soggetti residenti in Italia, non importa se non viene effettuata la suddivisione tra Cognome e Nome per le persone fisiche e viene quindi compilata solo la riga della Denominazione/Cognome, come nell esempio in figura Per abilitare l opzione, cliccare sul relativo pulsante presente sul frontespizio del dichiarativo, evidenziato in figura In tal modo non verranno più visualizzati i campi non presenti sul modulo ministeriale, quali ad esempio quelli anagrafici (di supporto però all utente per il controllo dei dati trasferiti):

99 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA - 99 Visualizzazione con SOLO I CAMPI DA MODELLO MINISTERIALE Visualizzazione con i campi di servizio non presenti sul modello ministeriale

100 Manuale di Aggiornamento Lo stesso pulsante è visibile all interno di ciascun quadro: Con l opzione, il tasto assume la forma di una - Visualizza TUTTI i campi, che consente di tornare alla visualizzazione di tutti i campi trasferiti al dichiarativo, anche quelli NON ministeriali

101 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Invio telematico della Comunicazione Operazioni Rilevanti IVA La comunicazione può essere presentata in via telematica Direttamente dal contribuente Tramite intermediari abilitati In entrambi i casi, la generazione del file telematico può essere effettuata direttamente dall interno della dichiarazione mediante l apposita icona posta in alto nel frontespizio. In particolare, se NON è compilata la sezione del frontespizio dedicata all intermediario, il file telematico sarà generato per l invio da parte del contribuente tramite la procedura File Internet (si veda il paragrafo Creazione file telematico senza intermediario) è compilata la sezione intermediario, il file telematico sarà generato con i dati dell intermediario che trasmette la Comunicazione con Entratel (si veda il paragrafo Generazione file telematico con intermediario). Per la generazione del file telematico da inviare tramite intermediario è possibile comunque seguire la procedura standard di generazione dal menù esterno telematico, come meglio illustrato di seguito Dati dell intermediario Se il file telematico prevede l invio tramite intermediario, si consiglia di inserire i dati del soggetto che invierà la comunicazione dell azienda, se non già inserito nella precedente Comunicazione telematica. Accedere alla funzione dal menù della procedura dichiarativa Telematico Creazione Nuovo Fornitore Inserire quindi i dati nei relativi campi della maschera che si apre e confermare i dati inseriti.

102 Manuale di Aggiornamento Generazione file telematico con intermediario Procedura interna a OPR Dopo aver indicato i Dati dell intermediario, rientrare nella procedura fiscale OPR nella Comunicazione da inviare e inserire l intermediario nell apposito campo del frontespizio e i dati relativi alla presentazione telematica (Data dell impegno, Impegno a presentare in via telematica la dichiarazione): Salvare i dati e premere sul tasto - Telematico con Intermediario Al termine della creazione del telematico sarà visualizzato un file di LOG con le indicazioni relative al percorso di salvataggio del file telematico e i dati relativi alla trasmissione, come nell esempio in figura: Attenzione Se sono attivi più fornitori e la dichiarazione non viene trasmessa dal primo di essi, è necessario utilizzare la Procedura esterna a OPR per la generazione del file telematico.

103 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA Procedura esterna a OPR Inseriti i Dati dell intermediario che effettuerà l invio della Comunicazione, si procede con la generazione del file telematico. Dal programma fiscale OPR2014, accedere alla funzione Telematico Lancia Telematico standard. Dalla procedura telematica che si apre, accedere al menù Generazione e scegliere l operazione da effettuare: se si tratta del primo invio, l opzione da selezionare sarà Operazioni rilevanti ai fini IVA (Invio ordinario) Un messaggio come il seguente, indicherà il percorso di salvataggio del file: Al termine sarà visualizzato il file di LOG con le indicazioni dell intermediario e l elenco dei file generati, come nell esempio in figura Esempio di file di LOG

104 Manuale di Aggiornamento Dopo aver creato il file telematico da inviare all Agenzia delle Entrate all interno della procedura dichiarativa, sul frontespizio viene attivato il relativo flag nella sezione del Tipo di comunicazione, con l indicazione del file generato: Sia con procedura interna che con quella esterna, dopo la creazione del file telematico, nella procedura Spesometro verrà automaticamente modificato lo Stato da OPR compilato a OPR inviato, le righe incluse nel file telematico verranno evidenziate in grigio e viene visualizzata la scritta DICHIARANTE INVIATO TELEM. :

105 Comunicazione Operazioni Rilevanti ai fini IVA In seguito alla creazione del file telematico non sarà più possibile effettuare variazioni nello Spesometro (tasto Sblocco OPR disattivo), in quanto si ritiene che i dati trasferiti siano stati trasmessi all Agenzia delle Entrate. Qualora si avesse necessità di modificare la comunicazione, si dovrà disattivare il flag sul frontespizio nella procedura dichiarativa

106 Manuale di Aggiornamento Creazione file telematico senza intermediario (procedura interna a OPR) Qualora il dichiarante invii la Comunicazione autonomamente, e quindi non compila la sezione Presentazione del Frontespizio nella procedura dichiarativa OPR2014, può cliccare sull icona - Telematico On Line posta sul Frontespizio della Comunicazione Al termine dell elaborazione, un file di LOG riporta il dettaglio del file generato In questo caso il file di LOG, e quindi quello telematico, non conterrà i riferimenti dell intermediario, poiché la comunicazione sarà inviata dalla società stessa.

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2015. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2015. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2015 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 78/2010 e 16/2012: Comunicaz. Operaz.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2012. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2012. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2012 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 78/2010 e 16/2012: Comunicaz. Operaz.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA 2011 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 Comunicazione Operazioni rilevanti IVA per

Dettagli

1 - Spesometro guida indicativa

1 - Spesometro guida indicativa 1 - Spesometro guida indicativa Il cosiddetto spesometro non è altro che un elenco contenente i dati dei clienti e fornitori con cui si sono intrattenuti dei rapporti commerciali rilevanti ai fini iva.

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale SCHEDA OPERATIVA Area: Titolo: Altri software - OS1BoxFiscale Spesometro Applicazione: OS1BoxFiscale 2.3.0.0 Revisione: 12 Del: 31 Marzo 2015 Contenuto: Impostazioni e modalità di utilizzo di OS1BoxFiscale

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 11.2015 Seregno, 23 marzo 2015 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente L art. 21 D.L. 78/2010 ha previsto l obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

- 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili; - 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti.

- 10/04/2015 per i contribuenti iva mensili; - 20/04/2015 per tutti gli altri contribuenti. INFORMATIVA N. 5 / 2015 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2014 Riferimenti Legislativi: Art. 21, D.L. n. 78/2010; Provvedimento Agenzia

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE Bergamo, marzo 2015 CIRCOLARE N. 15/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) per l anno 2014 dovrà essere presentata entro

Dettagli

Spesometro_2015_Net2015

Spesometro_2015_Net2015 Ferrara Forlì-Cesena Ravenna Reggio Emilia CNA - Rete Per l Informatica SOFTWARE GESTIONALE E CONSULENZA PER LA PICCOLA, MEDIA E GRANDE AZIENDA Spesometro_2015_Net2015 Spesometro_2015_Net2015.docx Rev.

Dettagli

NOTE E FASI OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE POLIVALENTE Per abilitare la gestione occorre la relativa licenza 1135

NOTE E FASI OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE POLIVALENTE Per abilitare la gestione occorre la relativa licenza 1135 33EMENTAZION NOTE E FASI OPERATIVE PER LA GESTIONE DELLA COMUNICAZIONE POLIVALENTE Per abilitare la gestione occorre la relativa licenza 1135 ASPETTI NORMATIVI Con provvedimento n. 94908 del 2 agosto 2013

Dettagli

Spesometro. Comunicazione operazioni IVA - anno 2012. Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013

Spesometro. Comunicazione operazioni IVA - anno 2012. Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013 Spesometro Comunicazione operazioni IVA - anno 2012 Metodo Evolus Bassano del Grappa, 30 ottobre 2013 Riferimenti normativi - DL N. 78 del 31/05/2010 Art.21. - DL N. 16 del 02/03/2012 (semplificazioni).

Dettagli

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE SOGGETTI OBBLIGATI ED ESCLUSI

S E A V TERMINI DI PRESENTAZIONE SOGGETTI OBBLIGATI ED ESCLUSI Bergamo, marzo 2014 CIRCOLARE N. 9/Consulenza aziendale OGGETTO: Elenco clienti-fornitori La comunicazione dell elenco clienti-fornitori (c.d. spesometro ) costituisce un adempimento da considerarsi a

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015

COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE - SPESOMETRO 2015 Quadro di riferimento Nasce, in ottica di semplificazione, un nuovo modello denominato «Modello di comunicazione polivalente» da utilizzare per la comunicazione

Dettagli

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI. Spesometro per l anno 2014

STUDIO CIGANOTTO CINELLI MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI. Spesometro per l anno 2014 A tutti i clienti, loro indirizzi mail Circolare n. 3/2015 del 24 marzo 2015. Spesometro per l anno 2014 Sono obbligati alla comunicazione di cui all'art. 21 del DL 78/2010 (c.d. "spesometro") tutti i

Dettagli

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1.1 Operazioni Rilevanti ai fini IVA... 3 1.1.1

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO)

ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) RADIX ERP by ACS Data Systems Comunicazione telematica art 21 del DL. 72/2010 (spesometro) Operazioni IVA 2012 Release: 31.10.2013 ACS Data Systems AG/spa 1 / 23

Dettagli

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1

Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Comunicazione polivalente (Spesometro 2013) 1 Introduzione Col provvedimento del 2 agosto 2013 l Agenzia delle Entrate ha attuato la norma relativa all obbligo di trasmissione telematica delle operazioni

Dettagli

SPESOMETRO. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908. Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013

SPESOMETRO. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908. Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013 SPESOMETRO Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 23 ottobre 2013 INDICE Inquadramento normativo Analisi del modello di comunicazione Casi

Dettagli

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente

LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente OGGETTO: Circolare 9.2016 Seregno, 29 marzo 2016 LA COMUNICAZIONE CLIENTI-FORNITORI (SPESOMETRO) Modello polivalente È in scadenza, nel prossimo mese di aprile, la comunicazione delle operazioni rilevanti

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA

COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA Spesometro 2013 La soluzione Magico per adempiere tale obbligo. MULTIMEDIA POINT s.r.l. Via Monte Rosa 2 I-22079 Villa Guardia (CO) Tel. +39 031 563

Dettagli

Manuale antievasione (spesometro) adhoc con immagini

Manuale antievasione (spesometro) adhoc con immagini Il termine di presentazione dell adempimento, per le operazioni rilevanti ai fini IVA effettuate nell'anno 2014, sarà: il 10/04/2015 per i contribuenti mensili ed il 20/04/2015 per i contribuenti trimestrali.

Dettagli

Avvertenze. Descrizione del modulo software. Note operative

Avvertenze. Descrizione del modulo software. Note operative 1 Release Versione Applicativo Oggetto: Versione: 12/11/2013 Data di rilascio: 12/11/2013 Sigla: Contabilità Comunicazione Polivalente/Spesometro 2013 Avvertenze Chiudere l applicativo su tutti i pc prima

Dettagli

Informativa Studio Fantinello Carlo

Informativa Studio Fantinello Carlo Informativa Studio Fantinello Carlo n. 16 del 24.03.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2014 da inviare entro il 10/20 aprile 2015 Gentile Cliente, con la stesura del presente

Dettagli

SPESOMETRO ANNO 2013

SPESOMETRO ANNO 2013 Tipologia: FISCO Protocollo: 2005414 Data: 28.03.2014 Oggetto: spesometro anno 2013 SPESOMETRO ANNO 2013 Gentile Associato, come noto, l art. 21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78 ha previsto l obbligo

Dettagli

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E]

2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] Bollettino 5.2.0-27 2 CONTABILITA 2.1 CAUSALI: Implementazione sui diritti degli utenti [5.20.1E] L implementazione permette di visualizzare nella consultazione e nella stampa dei mastrini solo le causali

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Informativa per la clientela di studio del 30.10.2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Area Amministrativa Comunicazione polivalente Comunicazione Art.21 DL 78/2010 Spesometro

Area Amministrativa Comunicazione polivalente Comunicazione Art.21 DL 78/2010 Spesometro Area Amministrativa Comunicazione polivalente Comunicazione Art.21 DL 78/2010 Spesometro Indice INTRODUZIONE... 3 1 IMPOSTAZIONI... 4 1.1 ANAGRAFICA AZIENDA... 4 1.2 ANAGRAFICA GENERALE... 5 1.3 ANAGRAFICA

Dettagli

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014)

WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) WOPSpesometro Note sull utilizzo v. 5.0.0 marzo 2015 (comunicazione dati 2012, 2013 e 2014) Sommario: 1) Attivazione del prodotto; 2) Configurazione; 3) Contribuente; 4) Gestione operazioni rilevanti ai

Dettagli

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario

OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Informativa per la clientela di studio Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Check-list per la raccolta dati dello spesometro ordinario Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 4.90.1G. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 4.90.1G DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA : IVA PER CASSA...

Dettagli

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015

Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Circolare n. 5 del 27 marzo 2015 Spesometro 2015 (operaziionii 2014), da trasmettere entro iill 10/20 dii apriille 2015 L art. 21 del D.L. n. 78 del 31 maggio 2010 ha introdotto l obbligo, per i soggetti

Dettagli

ELENCO CLIENTI E FORNITORI

ELENCO CLIENTI E FORNITORI ELENCO CLIENTI E FORNITORI (COMUNICAZIONE TELEMATICA ART 21 DEL DL. 72/2010 - SPESOMETRO) Fiscal Software by ACS Data Systems Release: 10.01.2012 ACS Data Systems spa/ag 1 / 19 INDICE Indice... 2 Introduzione...

Dettagli

Comunicazione ex art. 21 Note operative

Comunicazione ex art. 21 Note operative Comunicazione ex art. 21 Note operative Sommario 1. Compilazione PERSON11 3 2. Modifica del flag art. 21 sulle anagrafiche da escludere 7 3. Modifica delle registrazioni degli anni precedenti 8 4. Stampa

Dettagli

Comunicazione Polivalente (Spesometro 2012) (art.21 del D.L.78/2010)

Comunicazione Polivalente (Spesometro 2012) (art.21 del D.L.78/2010) 1. PREMESSA Comunicazione Polivalente (Spesometro 2012) (art.21 del D.L.78/2010) Il presente aggiornamento contiene le modifiche ai programmi che consentono la predisposizione degli archivi per la generazione

Dettagli

Versioni x.7.9 Note Operative

Versioni x.7.9 Note Operative Versioni x.7.9 Note Operative Le versioni x.7.9 sono state rilasciate per poter predisporre i dati per il cosiddetto spesometro 2013 o per la comunicazione delle operazioni IVA rilevanti utilizzando il

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO Istruzioni all'uso del programma

COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO Istruzioni all'uso del programma COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO Istruzioni all'uso del programma 1 PREMESSA Il programma denominato Spesometro (menu' Contabilità 6.2.1) consente la predisposizione degli archivi per la generazione

Dettagli

CONTABILITÀ ANALITICA

CONTABILITÀ ANALITICA Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ ANALITICA Gestione dei Centri di Costo e delle Commesse Il modulo Contabilità Analitica abilita la gestione dei Centri di Costo e delle Commesse su tre procedure

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO 2015 Istruzioni all'uso del programma

COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO 2015 Istruzioni all'uso del programma COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO 2015 Istruzioni all'uso del programma 1. PREMESSA Il programma denominato Spesometro (menu' Contabilità 6.2.1) consente la predisposizione degli archivi per la generazione

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n.

COMUNICAZIONE POLIVALENTE. Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. COMUNICAZIONE POLIVALENTE Art. 21, DL n. 78/2010 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Nota Agenzia Entrate 19.11.2013, n. 94908 Dott.ssa Silvia Ferraro Torino, 20 marzo 2015 INDICE Scadenze

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO Istruzioni all'uso del programma

COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO Istruzioni all'uso del programma COMUNICAZIONE POLIVALENTE SPESOMETRO Istruzioni all'uso del programma 1 PREMESSA Il programma denominato Spesometro 2012 (menu' Contabilità 6.2.1) consente la predisposizione degli archivi per la generazione

Dettagli

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015

221 00 COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL. 03 1.27. 20.13 - F AX 03 1.27. 33.84 INFORMATIVA N. 17/2015 Como, 3.4.2015 INFORMATIVA N. 17/2015 Spesometro e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria Modello di comunicazione polivalente relativo al 2014 INDICE 1 SPESOMETRO... pag. 2 1.1 AMBITO SOGGETTIVO...

Dettagli

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE

In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE GESTIONE INTRA CEE In questo documento è possibile trovare tutte le operazioni da eseguire per la Gestione della Comunicazione Intra CEE OPERAZIONI PRELIMINARI Per attivare la gestione dell Intrastat,

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

PREREQUISITI FONDAMENTALI

PREREQUISITI FONDAMENTALI PREREQUISITI FONDAMENTALI 1) PERSONALIZZAZIONI ATLANTE AS400 Percorso: Archivi di Base/Parametri/Personalizzazioni E necessario verificare e/o impostare i seguenti dati: CODICE FISCALE DEL SOGGETTO OBBLIGATO;

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.10.2H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.10.2H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.0.1H3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.0.1H3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1 Gestione

Dettagli

SPESOMETRO CASI PARTICOLARI / DEGLI DI NOTA

SPESOMETRO CASI PARTICOLARI / DEGLI DI NOTA 1) Fatture Cointestate : SPESOMETRO CASI PARTICOLARI / DEGLI DI NOTA Nelle istruzioni ministeriali del modello polivalente è riportato: "Fatture cointestate Le operazioni documentate da fatture cointestate

Dettagli

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016

CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 OGGETTO: Spesometro 2016 CIRCOLARE DI STUDIO 11/2016 Parma, 24 marzo 2016 L'obbligo, introdotto dal D.L. 78/2010, di comunicare telematicamente all Agenzia delle Entrate le operazioni rilevanti IVA (cessioni/acquisti

Dettagli

PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione Modello Black List 2015

PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione Modello Black List 2015 SPESOMETRO ANNO 2015 COMUNICAZIONE POLIVALENTE Procedura Gestionale: SPRING SQ PROCEDURA PER GESTIONE DATI E CREAZIONE FILE TELEMATICO Revisione 1.0 Sommario: - Gestione Spesometro - Appendice Gestione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1B. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1B DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 CONTABILITA... 5 2.1 Apertura

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

Gestione dei dati contabili per esportazione nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro

Gestione dei dati contabili per esportazione nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro Nota Salvatempo Contabilità ver. 12.04 18 MARZO 2013 Gestione dei dati contabili per esportazione nel programma Comunicazioni Anti Elusione Spesometro Normativa Fonti normative D.L. 31 maggio 2010, n.

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1H7. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1H7. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1H7 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 4 1.1 Aggiornamento Patch Storica...

Dettagli

Dott. Rag. MORATELLI Pietro

Dott. Rag. MORATELLI Pietro Spett.li clienti Loro sedi Bolzano, 17/10/2013 OGGETTO: Invio Spesometro 2012 A pag. 6 Comunicazioni Importanti per i Clienti della Società INFOSERVICE DATI SRL L art. 21 del D.L. n. 78/2010 (poi modificato

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1G3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1G3. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1G3 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 1.1 Per completare l aggiornamento:

Dettagli

Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013

Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013 Fiscal Flash La notizia in breve N. 293 20.11.2013 L Agenzia fornisce i primi chiarimenti sulla comunicazione polivalente Il 19 novembre sono state pubblicate sul sito dell Agenzia le FAQ 2013 Categoria:

Dettagli

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013

NOTA INFORMATIVA N. 29/2013 Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI RITA MAGGI PIAZZA CITTADELLA 6 37122

Dettagli

SPESOMETRO 2013 IMPORTANTE:

SPESOMETRO 2013 IMPORTANTE: SPESOMETRO 2013 Il programma consente di verificare e modificare i dati oggetto del file da trasmettere, entro il 10/04/2014, in via telematica all Agenzia delle Entrate, per comunicare le operazioni iva

Dettagli

GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA

GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA Last update: 04/08/2010 10:37 ipsoa:intrastat http://www.aegsystem.it/doku.php?id=ipsoa:intrastat GESTIONE INTRASTAT PER UTENTI CON CONTABILITA' IPSOA IMPOSTAZIONI DITTA 1. Aprire/creare l azienda in contabilità.

Dettagli

Modulo Antievasione Iva e Flussi Telematici Adempimenti Fiscali 2012 Estrazione Dati Spesometro

Modulo Antievasione Iva e Flussi Telematici Adempimenti Fiscali 2012 Estrazione Dati Spesometro Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0041 Rel.8.1 Modulo Antievasione Iva e Flussi Telematici Adempimenti Fiscali 2012 Estrazione Dati Spesometro COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI

Dettagli

Spesometro 2015 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA

Spesometro 2015 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA Spesometro 2015 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA 1. Ambito soggettivo Obbligati alla comunicazione sono tutti i soggetti passivi IVA, ivi compresi, quindi i promotori finanziari (ovviamente

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

GESTIONE MODELLO POLIVALENTE...

GESTIONE MODELLO POLIVALENTE... Gestione Modello Polivalente Il nuovo Modello Polivalente riguarda le seguenti comunicazioni telematiche all Agenzia delle Entrate: Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto

Dettagli

Versione 07.01.80. Attenzione! REQUISITO ESSENZIALE PER SCARICARE L AGGIORNAMENTO È AVERE INSTALLATO LA RELEASE 07.01.60

Versione 07.01.80. Attenzione! REQUISITO ESSENZIALE PER SCARICARE L AGGIORNAMENTO È AVERE INSTALLATO LA RELEASE 07.01.60 CUBE AZIENDA CUBE TAGLIE & COLORI CUBE AUTOTRASPORTI Versione 07.01.80 REQUISITO ESSENZIALE PER SCARICARE L AGGIORNAMENTO È AVERE INSTALLATO LA RELEASE 07.01.60 QUESTO AGGIORNAMENTO E VALIDO SOLO SU VERSIONI

Dettagli

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014)

Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Periodico informativo n. 51/2015 Check-list raccolta dati dello spesometro 2015 (anno 2014) Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo ricordarle che il prossimo 10/20

Dettagli

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti

Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti Suite Contabile Fiscale 08 novembre 2013 Spesometro/Modello di comunicazione polivalente risposte alle domande più frequenti 1) Domanda: Come posso verificare i codici fiscali errati delle anagrafiche

Dettagli

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo

CONTABILITÀ. Regime Beni Usati. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo CONTABILITÀ Regime Beni Usati Il D.L. 41/1995, conv. in L. 85/1995 prevede un particolare regime (cd. Regime del margine) per la cessione di beni mobili usati e di oggetti

Dettagli

GUIDA SPESOMETRO 2016 rel. 2.5.0

GUIDA SPESOMETRO 2016 rel. 2.5.0 GUIDA SPESOMETRO 2016 rel. 2.5.0 Per chi ha già scaricato qualsiasi release precedente consigliamo di installare i file nella cartella della precedente installazione dello spesometro sovrascrivendo i file,

Dettagli

Contributo di approfondimento

Contributo di approfondimento Commissione studio Area Tributaria Contributo di approfondimento SPESOMETRO 2013 Dott. Marco Pezzola Dott. Roberto Maggi Pagina 1 Premessa Con il provvedimento n. 2013/94908 del 2 agosto 2013 sono state

Dettagli

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013

Circolare n. 33. del 10 ottobre 2013 Circolare n. 33 del 10 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

COMUNICAZIONE POLIVALENTE (EX ART.21)

COMUNICAZIONE POLIVALENTE (EX ART.21) COMUNICAZIONE POLIVALENTE (EX ART.21) CENNI NORMATIVI Con il provvedimento del direttore dell'agenzia delle Entrate prot. 2013/94908 del 02/08/2013 è stato approvato un nuovo modello fiscale denominato

Dettagli

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA

SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA SPESOMETRO 2013: 1 PREMESSA L art. 21 del DL 31.5.2010 n. 78 (conv. L. 30.7.2010 n. 122) ha introdotto l obbligo, per i soggetti passivi IVA, di comunicare in via telematica all Agenzia delle Entrate le

Dettagli

Comunicazione delle operazioni rilevanti IVA 2013 ( Spesometro )

Comunicazione delle operazioni rilevanti IVA 2013 ( Spesometro ) Comunicazione delle operazioni rilevanti IVA 2013 ( Spesometro ) Data revisione: 25/10/2013 CT-1309-0168, del 12/09/2013 COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA... 2 Soggetti obbligati...

Dettagli

GESTIONE DEI BENI USATI

GESTIONE DEI BENI USATI GESTIONE DEI BENI USATI Le aziende che gestiscono questo particolare regime hanno la necessità di determinare l IVA derivante dalla vendita dei beni usati in modo particolare, in linea generale si può

Dettagli

GUIDA SPESOMETRO 2013

GUIDA SPESOMETRO 2013 GUIDA SPESOMETRO 2013 ATTENZIONE: Solo per coloro che gestiscono il regime del margine ed hanno già trasmesso il file creato con release precedenti, devono procedere con un invio sostitutivo facendo una

Dettagli

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento

SPESOMETRO 2014. Nella tabella seguente riportiamo i dati utili per la predisposizione della Comunicazione: Dati utili all adempimento Comunicazione del 27/03/2014 SPESOMETRO 2014 Gentili Clienti, il 10 aprile 2014, per i soggetti che effettuano la liquidazione IVA mensile e il 22 aprile 2014, per gli altri soggetti, scade il termine

Dettagli

Corso New Entry Sistema Ipsoa Invio Clienti e Fornitori - Corrispettivi

Corso New Entry Sistema Ipsoa Invio Clienti e Fornitori - Corrispettivi Sistema Ipsoa Corso New Entry 1 Installazione.3 Creazione azienda.13 Inserimento Nominativi. 18 Inserimento dati nel Dettaglio 20 Dettaglio Fornitori.20 Dettaglio Clienti...20 Dettaglio Corrispettivi..22

Dettagli

Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964

Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964 Gestione comunicazione operazioni con paesi a fiscalità privilegiata (Black List) Sviluppo #2964 Il recepimento della normativa per la presentazione delle operazioni con paesi in regime di Black List è

Dettagli

GUIDA ILLUSTRATA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER LO SPESOMETRO 2013. di Matilde Fiammelli

GUIDA ILLUSTRATA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER LO SPESOMETRO 2013. di Matilde Fiammelli GUIDA ILLUSTRATA ALL UTILIZZO DEL SOFTWARE PER LO SPESOMETRO 2013 di Matilde Fiammelli Sicuramente tutti gli operatori del settore tributario e fiscale, i quali devono adempiere per conto dei propri clienti

Dettagli

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE

VERSIONE MINIMA COMPATIBILE Applicativo GIS CONTABILITA Versione 10.00.5c00 Tipo Versione Aggiornamento Data Rilascio 19.03.2010 Gentile cliente, La informiamo che è disponibile un aggiornamento GIS CONTABILITA. COMPATIBILITÀ E INSTALLAZIONE

Dettagli

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione

5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Bollettino 5.00-229 5.16.4 [5.0.1H4/ 10] Ordini Clienti: Definizione piano di fatturazione Per risolvere l esigenza delle aziende di manutenzione (che operano su impianti), che richiedono la fatturazione

Dettagli

Guida Operativa con gestionale esatto. e/fiscali Spesometro- Rel. 04.04.00. Gestionale e/satto

Guida Operativa con gestionale esatto. e/fiscali Spesometro- Rel. 04.04.00. Gestionale e/satto e/fiscali Spesometro- Rel. 04.04.00 Guida Operativa con gestionale esatto 06118930012 Tribunale di Torino 2044/91 C.C.I.A.A. 761816 - www.eurosoftware.it Pagina 1 FLUSSO OPERATIVO RAPIDO Sistemare l Anagrafica

Dettagli

Gestionale CIA. -Stampe del gestionale- 1. Operazione massive associato... 3. 1.1. Stampa rubrica pdf... 3. 1.2. Stampa rubrica csv...

Gestionale CIA. -Stampe del gestionale- 1. Operazione massive associato... 3. 1.1. Stampa rubrica pdf... 3. 1.2. Stampa rubrica csv... Gestionale CIA -Stampe del gestionale- 1. Operazione massive associato... 3 1.1. Stampa rubrica pdf... 3 1.2. Stampa rubrica csv... 4 1.3. Stampa dati tesseramento... 5 1.4. Statistiche tesseramento...

Dettagli

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo

RECUPERO CREDITI. Gestione del Credito Clienti. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo RECUPERO CREDITI Gestione del Credito Clienti Programma pensato per la funzione di gestione del credito: permette di memorizzare tutte le informazioni relative alle azioni

Dettagli

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale Operativo DATALOG EDI. Rel. 4.90. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit EDIFACT Manuale Operativo DATALOG EDI Rel. 4.90 DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale Operativo Sommario 1 DATALOG EDI... 3 1.1 EDIFACT... 3 1.1.1 Installazione Componenti... 3 1.1.2 Inserimento

Dettagli

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate

Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI. DATALOG Soluzioni Integrate KING Domande e Risposte ALLEGATI CLIENTI E FORNITORI DATALOG Soluzioni Integrate - 2 - Domande e Risposte Allegati Clienti e Fornitori Sommario Premessa.... 3 Introduzione... 4 Elenco delle domande...

Dettagli

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati

Supporto On Line Allegato FAQ. FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità, Beni usati Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-8BPDK267678 Data ultima modifica 02/05/2011 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità, Beni usati Oggetto Modalità operative - Regime del margine globale * in giallo

Dettagli

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013

Circolare n. 34. del 21 ottobre 2013 Circolare n. 34 del 21 ottobre 2013 Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione

Dettagli

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI

PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI PAOLO RIPAMONTI ELENA INVERNIZZI Commercialisti Associati Revisori Legali Largo Caleotto, 1-23900 LECCO (LC) Tel. 0 3 4 1 / 3 6 4 0 2 2 - Fax 0 3 4 1 / 2 8 7 0 4 2 Gent. Sig.ra / Egr. Sig. Spett. le Ditta

Dettagli

E necessario verificare e/o impostare i seguenti dati:

E necessario verificare e/o impostare i seguenti dati: E stato implementato il programma relativo agli Allegati Clienti e Fornitori in base alla recente Normativa Fiscale Obbligo di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini dell imposta sul

Dettagli

Comunicazione delle operazioni rilevanti IVA ( Spesometro )

Comunicazione delle operazioni rilevanti IVA ( Spesometro ) Comunicazione delle operazioni rilevanti IVA ( Spesometro ) CT-1309-0168, del 12/09/2013 COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA... 2 Soggetti obbligati... 2 Oggetto della comunicazione...

Dettagli

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI

BONELLI BERNARDI AGOSTINO E ASSOCIATI COMMERCIALISTI FULVIO BONELLI LUCIA BERNARDI ROSETTA AGOSTINO ROSSANA CIRIGLIANO ANNA QUAI Torino, lì 24 ottobre 2013 Ai signori Clienti Loro indirizzi email Questa circolare ha la finalità di informare i clienti che

Dettagli

L argomento di oggi è: Spesometro 2015

L argomento di oggi è: Spesometro 2015 Soluzioni innovative software, hardware e servizi Newsletter 25 marzo 2015 L argomento di oggi è: Spesometro 2015 L articolo 21 del Dl 78/2010, modificato con l art. 2 c.6 del Dl n.16 del 2/3/2012, prevede

Dettagli

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento CODICE IVA 21% DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 D.L. 138/2011: Aumento aliquota IVA al 21%... 3 1.1 Tabella Codici Iva... 3 1.1.1

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.30.1E. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit KING Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.30.1E DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 2 CONTABILITA... 5 2.1 Definizione

Dettagli

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1F. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit

Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO. Rel. 5.20.1F. DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit Manuale di Aggiornamento BOLLETTINO Rel. 5.20.1F DATALOG Soluzioni Integrate a 32 Bit - 2 - Manuale di Aggiornamento Sommario 1 2 3 4 5 6 PER APPLICARE L AGGIORNAMENTO... 3 ARCHIVI E GENERALE... 5 2.1

Dettagli

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo

CODICI IVA. Adeguamento aliquote d'imposta. Release 5.00 Manuale Operativo Release 5.00 Manuale Operativo CODICI IVA Adeguamento aliquote d'imposta Per rendere funzionale e veloce l adeguamento dei codici Iva utilizzati nel sistema gestionale, e rispondere così rapidamente alle

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI

STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI STUDIO ASSOCIATO PAGANI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI DEI CONTI Via G. Frua, 24 Sergio Pagani 20146 Milano Paolo D. S. Pagani Tel. +39 (02) 46.07.22 Raffaella Pagani Fax +39 (02) 49.81.537 Ornella

Dettagli

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb.

Informativa - ONB INDICE. ORDINE NAZIONALE dei BIOLOGI Via Icilio n 7 00153 ROMA - Tel. 06.57060221 Email: consulenzafiscale@onb. Informativa - ONB Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria - Nuove modalità e termini di effettuazione - Modello

Dettagli